Master in Archeologia preventiva & Management del rischio. archeologico. Luiss Business School Roma, ottobre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Master in Archeologia preventiva & Management del rischio. archeologico. Luiss Business School Roma, ottobre 2011"

Transcript

1 Master in Archeologia preventiva & Management del rischio archeologico Luiss Business School Roma, ottobre 2011

2 Mercato e scenario di riferimento (1/2) La figura dell archeologo ha subito negli ultimi vent anni un profondo mutamento che si è ulteriormente accelerato in tempi più recenti con l istituzione delle procedure di Valutazione di Impatto Archeologico (VIArch) nella progettazione di opere pubbliche. Sebbene il quadro normativo sia ancora in fase di definizione, appare chiaro l'emergere di un rapporto sempre più stretto tra la professione dell'archeologo e l'attività di pianificazione territoriale, in cui la gestione del rischio archeologico assume un ruolo di primo piano. Il Rischio archeologico è un concetto articolato la cui definizione ruota attorno a due elementi. Esso è: rischio per il patrimonio archeologico di essere danneggiato in occasione di interventi di trasformazione del paesaggio depauperamento del patrimonio storico-archeologico; rischio per progettisti ed imprese di veder compromesso il ruolino di marcia del progetto originale da rinvenimenti archeologici inattesi aumento dei costi di realizzazione delle opere. La figura di archeologo maggiormente richiesta sul mercato, sia come dipendente di grandi aziende sia come libero professionista, è dunque ormai una figura altamente specializzata, che sa muoversi con disinvoltura nel campo delle tecnologie moderne, e che deve essere capace di confrontarsi con gli altri professionisti del settore (architetti, ingegneri, geometri, geologi, etc.), ma soprattutto essere in grado di suggerire soluzioni tecniche, tanto in fase di progettazione quanto in fase esecutiva. 2

3 Mercato e scenario di riferimento (2/2) Il mutamento di scenario offre tuttavia una soluzione adeguata a questo problema: l'archeologo infatti, non più chiuso nel suo ruolo di accademico o funzionario ministeriale, si è sempre più professionalizzato e oggi è in grado di rispondere alle necessità: della pianificazione territoriale, della progettazione, della programmazione, della gestione razionale delle risorse economiche Con l'obbligo per le stazioni appaltanti di procedere alla Verifica preventiva dell'interesse archeologico nelle opere pubbliche (c.d. Archeologia preventiva), introdotto dal Codice degli Appalti Pubblici, la figura dell'archeologo diventa centrale in quanto è il solo professionista abilitato a firmare una VIArch. Per tale scopo la legge prescrive che esso abbia un diploma di Specializzazione in archeologia o un Dottorato di ricerca in discipline attinenti. La sola preparazione accademica oggi non garantisce che a questi titoli corrispondano competenze adeguate. Allo stesso tempo le imprese e gli studi professionali che operano nel settore si trovano ad avere necessità per la prima volta su vasta scala di coinvolgere i professionisti archeologi nella filiera progettuale di opere pubbliche e private, al fine di inserire correttamente l'opera nella realtà storico-territoriale; migliorare la qualità complessiva del progetto; ottimizzare tempi e costi dell'opera minimizzare il rischio archeologico in fase esecutiva assicurare una valorizzazione delle emergenze storico-archeologiche garantire un maggior beneficio per il territorio. 3

4 I partner del Master LUISS BUSINESS SCHOOL Luiss Business School, divisione dell'università Luiss Guido Carli, è conosciuta come centro di alta formazione rivolta a coloro che, dopo la laurea o durante il proprio percorso professionale, intendono intraprendere un processo di approfondimento e di qualificazione delle proprie competenze e del proprio talento. Il forte legame con Confindustria e con le più importanti aziende e istituzioni italiane, abilita Luiss Business School ad avvalersi del contributo dei docenti dell'ateneo e del know-how e dell'esperienza di personaggi di spicco del mondo delle imprese, della consulenza, della finanza, delle libere professioni, oltre alla collaborazione di rappresentanti di università e scuole nazionali e internazionali di formazione ANA ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARCHEOLOGI ANA è la principale associazione di categoria con radicamento nazionale che si occupa di promuovere lo sviluppo professionale degli archeologi nei diversi settori di competenza tra i quali spicca senz'altro la fornitura di servizi sul territorio. Ha consolidato in questo ambito attraverso la sua articolata penetrazione territoriale profonde competenze di pratiche operative, anche dove la formazione accademica non arriva, raccogliendo un patrimonio di esperienza probabilmente unico in Italia. 4

5 Obiettivi del Master Il corso mira a formare figure professionali in grado di partecipare alla progettazione delle trasformazioni del territorio ottimizzando l'interazione tra patrimonio archeologico e sviluppo infrastrutturale; favorire la competitività dei committenti, contribuendo ad una migliore qualità dei progetti, una maggiore sostenibilità ambientale delle opere, una corretta gestione del rischio archeologico, un'ottimizzazione dei costi attraverso; fornire le necessarie competenze di integrazione trasversale sul piano economico-aziendalistico, tecnico e normativo, per una ottimale gestione del rischio nelle situazioni più complesse; mettere a disposizione le loro specifiche competenze verticali coerenti con il percorso accademico di provenienza per una gestione integrata dell'archeologia nel ciclo di progetto 5

6 Destinatari e Placement Il Master è rivolto preferibilmente a Specializzati e specializzandi in archeologia o dottori di ricerca o dottorandi in materie archeologiche, con esperienza lavorativa anche breve, che abbiano uno specifico orientamento ad inserirsi in un settore altamente competitivo. Il corso sarà orientato prevalentemente a formare uno specialista orientato alla gestione del rischio archeologico in relazione alla progettazione ed esecuzione delle opere. Il tipo di formazione è compatibile con l'iscrizione ad un corso universitario quindi il corso può essere frequentato anche da iscritti alla Scuola di specializzazione. L ammissione è valutata sulla base del curriculum vitae e del colloquio individuale con lo staff della scuola e il Coordinatore del Master. Gli sponsor individuano i profili dei candidati per le posizioni da ricoprire nel breve e medio termine. Tali elementi costituiscono i requisiti del processo di selezione per accedere al Master. LBS promuove l inserimento in stage per i partecipanti al master, all interno di aziende sponsor e operatori del settore; Il processo di placement inizia dalla fase di selezione in cui vengono rilevate attitudini, competenze, aspettative ed interessi da valorizzare durante il percorso di specializzazione, anche in funzione delle specifiche esigenze espresse dagli Sponsor. 6

7 Articolazione del Master Il Master complessivamente ha una durata di 45 giornate per un totale di 280 ore di formazione così articolate: Elementi di Management aziendale Normativa sulle opere pubbliche e sulla tutela del patrimonio archeologico Metodologie di valutazione dell impatto archeologico Pianificazione, sviluppo e valorizzazione del territorio I contenuti trattati sono caratterizzati dal parallelismo tra competenze contestualizzate al settore archeologico ed elementi di management. L innovazione del progetto risiede proprio nel passaggio della figura dell archeologo da un ruolo marginale e per così dire di secondo tempo, in un incaricato attivamente inserito nella catena progettuale delle programmazioni territoriali. Il processo formativo è infatti orientato alla trattazione di casi concreti, grazie anche al coinvolgimento di esperti del settore provenienti dal mondo delle opere Pubbliche e Private e dell archeologia e da Esercitazioni e laboratori, che hanno l obiettivo di preparare il partecipante ad un allargamento delle mansioni a lui destinate: dal coordinamento, all organizzazione del lavoro in squadra, alla comunicazione con il territorio e con le aziende e gli enti che a vario titolo impattano con la gestione del rischio Archeologico Al termine del percorso è prevista una sessione di verifica. Project Management Elementi di sicurezza sul lavoro con specifico riferimento ai cantieri archeologici Laboratorio: analisi di casi di studio e di esercitazione su un caso reale Esiste la possibilità di frequentare anche i seguenti Moduli singoli: Project Management 5 giornate/35 ore Elementi di sicurezza sul lavoro 5 giornate/35 ore 7

8 Articolazione del Programma (1/6) Strategia Il concetto di strategia e decisione strategica; Strategie di crescita, diversificazione, integrazione verticale; Visione e mission di un impresa; Modelli di analisi strategica (SWOT, Porter, Catena del valore, RBT; Elementi di Management Aziendale Contabilità e Bilancio Finanza Marketing e Comunicazione Diritto Societario Elementi di contabilità; Lettura e interpretazione del bilancio di esercizio; Indici di bilancio; Elementi di cost accounting (costi fissi e variabili, diretti ed indiretti); Il processo di budgeting e reporting; Sistemi di pianificazione e controllo; Le tecniche di valutazione finanziaria degli investimenti; I sistemi finanziari; Gli strumenti finanziari e i mercati; La struttura finanziare dell impresa e le conseguenze sul costo del capitale; Elementi di business Planning; Il mercato e il sistema delle scelte di mercato; l approccio orientato al mercato il comportamento dei clienti; marketing strategico: posizionamento, segmentazione e marketing mix; Il piano di marketing; La scelta dei canali distributivi; targetizzazione dei destinatari e tecniche di direct marketing; Elementi di comunicazione aziendale; Tecniche di comunicazione pubblicitaria; Media Planning; Social Media, WEB 2.0; Tema necessario all inquadramento della disciplina delle società di capitali e delle cooperative Organizzazione aziendale Le strutture organizzative e l organizzazione per processi; Rapporto strategia struttura; Elementi di base della progettazione organizzativa Dalla macro alla micro-struttura; progettazione organizzativa; Modelli organizzativi; il comportamento organizzativo. 8

9 Articolazione del Programma (2/6) Normativa su opere pubbliche e tutela dei beni archeologici Normative in materia Il modulo prevede l approfondimento dei problemi sollevati dalle normative nazionali e locali e si occuperà di analizzare le principali strategie di ottimizzazione del rapporto tra sviluppo territoriale e protezione dei beni culturali Le opere pubbliche e la relativa normativa; Il Codice degli appalti pubblici e le procedure amministrative connesse; Il Codice Urbani e le leggi di tutela dei beni archeologici in Italia; La legge sull'archeologia preventiva e le procedure attuative; La tutela in Europa e le normative degli altri Paesi dell'unione Europea; La struttura degli organi di tutela in Italia; Le procedure amministrative nelle Soprintendenze; I soggetti economici e giuridici nel mercato del lavoro dell'archeologia italiana; Bandi di gara, forme di affidamento e modalità di presentazione delle offerte; 9

10 Articolazione del Programma (3/6) Metodologie di valutazione dell impatto archeologico La Gestione del rischio archeologico Il modulo ha lo scopo di approfondire lo studio delle questioni connesse con la tutela delle testimonianze archeologiche in relazione alla realizzazione di opere e di informare sulle modalità possibili per orientare la progettazione in funzione di una riduzione dell'impatto archeologico La procedura di valutazione; Le fonti per l'analisi del territorio: Ricerca storico-archeologica bibliografica e d'archivio; Cartografia tecnica (PTPR, PIT, CTR, IGM, etc.); Cartografia archeologica; Cartografia storica e documenti d'archivio; Gli archivi delle Soprintendenze; Gli strumenti GIS; Le linee guida per la redazione di cartografia tecnica; La valutazione tecnica degli interventi da eseguire (carotaggi, ricognizioni, prospezioni, scavi etc.); Aspetti di gestione di cantieri archeologici complessi (struttura, ruoli, competenze); Elementi per il computo metrico, la definizione della tempistica degli interventi e l'elaborazione dei cronoprogrammi; La gestione dei rapporti tra Soprintendenze e committenti; La conservazione in situ e la conservazione ex situ; Valorizzazione, musealizzazione e fruizione delle evidenze archeologiche; La comunicazione delle evidenze nel ciclo archeologico integrato; 10

11 Articolazione del Programma ( 4/6) Pianificazione, sviluppo e valorizzazione del territorio Pianificazione e valorizzazione del territorio La pianificazione territoriale è uno degli elementi chiave delle nuove competenze richieste all archeologo per operare secondo il sistema previsto con la VIArch. L obiettivo del modulo è proprio quello di fornire la conoscenza degli attori, delle sfere di competenza, degli strumenti normativi che regolano i piani urbanistici e paesistici. Pianificazione territoriale: attori e sfere di competenza; Gli enti di gestione del territorio: organizzazione e competenze; Strumenti normativi: piani urbanistici, piani regolatori, piani paesistici; Il ruolo dell'archeologia nella pianificazione territoriale; 11

12 Articolazione del Programma (5/6) Competenze Trasversali Elementi di Sicurezza sul lavoro Project Management La gestione dei rischi in luoghi come i cantieri archeologici, richiede la conoscenza dei principali strumenti normativi e di valutazione della sicurezza e della gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro La crescente presenza di progetti complessi evidenzia la necessità di conoscere i segreti della pianificazione e della gestione attraverso modalità e strumenti sempre più comuni e standardizzati. Il D. Lgs. 81/2008: i soggetti del sistema di sicurezza: requisiti, nomina, obblighi, deleghe La valutazione dei rischi Luoghi di lavoro e attrezzature di lavoro La gestione delle emergenze Criticità peculiari dei cantieri archeologici; Ruoli e responsabilità Progetti, Programmi e Project Management; Gestione dei tempi di progetto; Gestione dei costi di progetto; Gestione della qualità di progetto; Gestione dei rischi e opportunità di progetto; Procurement di progetto; Monitoring e review di progetto; Reporting e gestione della comunicazione di progetto; Gestione del gruppo di progetto; 12

13 Articolazione del Programma (6/6) Laboratorio di analisi di casi di studio e di esercitazione su un caso reale Il laboratorio è uno degli strumenti didattici più utili al processo di apprendimento. Durante il corso ha lo scopo di stimolare il partecipante allo studio dei materiali e all approfondimento dei temi trattati. Al termine della fase d aula, ha l intento di rendere operative le conoscenze acquisite. Presentazione di esempi legati a buone pratiche e confronto con casi che hanno evidenziato delle criticità; Project work. 13

14 Strumenti Per l approfondimento ed il supporto nello studio individuale dei partecipanti al Master: Testi Dispense utilizzate nel corso delle lezioni, sintesi degli argomenti trattati in aula Accesso alla biblioteca LUISS, per consultazione libri, periodici e banche dati elettroniche Dispense sui casi portati in aula dai manager delle principali aziende appartenenti alla catena del valore Articoli dei principali quotidiani, per approfondimenti ad hoc Piattaforme on-line per la consultazione e condivisione del materiale didattico 14

15 Le competenze in uscita Di seguito le principali competenze in uscita del profilo: Conoscenza delle normative nazionali e locali in materia di protezione del patrimonio culturale Formulazione di piani di prevenzione e gestione del rischio Conoscenza degli aspetti tecnico-economici della realizzazione di lavori di scavo archeologico Capacità relazionale di fungere da collegamento tra gli enti pubblici di tutela e le stazioni appaltanti Capacità di interagire con la cabina di regia progettuale per suggerire soluzioni tecniche atte a minimizzare l'impatto archeologico Capacità di coniugare la protezione del patrimonio archeologico con le necessità dei committenti Convergenza tra strumenti tecnologici e protezione o indagine dei resti archeologici Capacità di assicurare l'intero ciclo progettuale dalla valutazione preventiva fino alla comunicazione e diffusione dei risultati Capacità di valorizzare adeguatamente l'investimento del committente anche in termini di immagine 15

16 Certificazioni rilasciate Il corso è strutturato in conformità agli standard del PMI - Project Management Institute (Guida al PMBOK quarta edizione) e come tale consente l accesso alle certificazioni: CAPM -Certified Associate in Project Management (per cui è necessario frequentare almeno 23 ore di formazione) PMP -Project Management Professional (per cui è necessario frequentare almeno 35 ore di formazione) La frequenza al modulo consente di accedere alla prova di esame per la "Certificazione Base di Project Management" rilasciata da ISIPM. L Istituto Italiano di Project Management è un associazione culturale, senza scopi di lucro, per la diffusione in Italia della disciplina del Project Management, che vuole essere un centro di riferimento e di eccellenza per tutti coloro che si occupano di gestione progetti, promuovendo varie iniziative con particolare riferimento ai progetti ICT, al mondo Universitario, alla Pubblica Amministrazione ed ai nuovi approcci Agili di PM. ISIPM è R.E.P. - Registered Education Provider per conto del Project Management Institute (PMI - che è riconosciuto, a livello internazionale, come l ente più autorevole nel campo del PM, essendo responsabile di diversi programmi di certificazione riconosciuti ed affermati. Attestato di frequenza al Modulo A dell esercizio per la professione di Responsabile o Addetto ai SPPR sulla base del D.Lgs. 81/2008, modificato ed integrato dal D.Lgs. 106/

17 La Faculty Il comitato Scientifico Tsao Cevoli, Presidente dell Associazione Nazionale Archeologi;Corrispondente da Atene della rivista Archeo; Consulente del Consolato Generale di Grecia in Napoli per le iniziative culturali; Direttore della rivista "Archeomafie"; Direttore dell Osservatorio Internazionale Archeomafie; Membro del Consiglio Direttivo e del Comitato Scientifico della Libera Associazione per gli Studi Etruscologici e Topografici, Viterbo. Franco Fontana, Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese Facoltà di Economia LUISS Guido Carli; Direttore LUISS Business School Paolo Gull, Docente di Metodologia della ricerca archeologica presso l'università del Salento ha sviluppato la sua attività intorno al rapporto fra principi teorici ed articolazione operativa della disciplina. La Faculty La formazione d aula è svolta da una faculty qualificata, composta da: docenti universitari Archeologi con significativa esperienza Testimoni del mondo aziendale che apportano esperienze dal campo. Il loro ruolo acquista particolare importanza per l acquisizione di approcci, modelli e strumenti di gestione dei processi operativi nel settore di riferimento. Eugenio Rambaldi, Fondatore e attuale Presidente dell Istituto Italiano di Project Management. Ha ricoperto incarichi direttivi in diversi chapter del Project Management Institute. È Responsabile di vari progetti formativi per la certificazione PMP Project Management Professional Remo Zucchetti, Già Capo sezione vigilanza prevenzione infortuni dell Ispettorato del lavoro di Roma in qualità di ispettore superiore del lavoro, con particolare riguardo al settore cantieristico(autostrade, acquedotti, gallerie autostradali e ferroviarie, viadotti, ecc..). Pubblicista e articolista del quotidiano IL SOLE 24 ORE e di riviste specialistiche sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori; è membro della Commissione nazionale permanente per la prevenzione degli infortuni e l igiene del lavoro e della Commissione di studio presso l ISPESL sui rischi chimici. 17

18 I docenti (1/2) Irene Berlingò, Attualmente alla Direzione Generale Beni archeologici del MiBAC, ha prestato servizio in numerose sedi, oltre ad aver ricoperto il ruolo di direttrice del Museo Archeologico di Viterbo Autrice di varie pubblicazioni scientifiche, è vice presidente del comitato tecnico-scientifico beni archeologici e membro del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici. Si occupa di tematiche legate all'archeologia in campo internazionale, in particolare in collaborazione componente esterno specializzacon l'école Française de Rome e l'inrap. Alberto Frau, Docente di discipline economico aziendali presso: l Università degli Studi di Roma Foro Italico, la Luiss Business School e la facoltà di Economia dell Università Telematica Internazionale Uninettuno. Luca Giustiniano, Professore Associato di Economia e Gestione delle Imprese (Secs P/08) Facoltà di Economia, Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali Università Luiss Guido Carli Roma. Incarichi di docenza: Strategie d Impresa, Economia e Gestione delle Imprese Internazionali Evolution of International Business (con J. Mathews) Nicola Grasso, Docente di Diritto costituzionale presso l Università del Salento, è Avvocato Cassazionista, esperto in diritto amministrativo e diritto costituzionale. Componente del Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Regione Puglia, in qualità di Componente esterno specializzato in Diritto Amministrativo con specifico riferimento alla governance della Pubblica Amministrazione a supporto dello sviluppo economico, si occupa principalmente del rapporto tra Costituzione e cultura, dei mutamenti costituzionali, e del diritto dei beni culturali e del paesaggio. Giuseppina Manca di Mores, Titolare dal 1994 di uno Studio di consulenza e progettazione sui beni culturali coordina da oltre 10 anni Valutazioni di Impatto Archeologico complesse per grandi impianti a rete. È docente di Teoria e pratica di catalogazione ICCD presso la Scuola Alta formazione del Conservatorio L. Canepa di Sassari e di Informatica applicata ai beni culturali presso il Corso di laurea in Archeologia Subacquea dell'università di Sassari. Alberto Mattiacci Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all Università Sapienza di Roma, presso il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione (Disc) Referente Scientifico del Master in Marketing & Communication di LBS Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana Marketing; membro del Collegio Docenti del Dottorato di Ricerca in Economia e finanza nel governo dell Impresa e del Comitato Scientifico del Premio Marketing della Società Italiana di Marketing (già Premio Philip Morris per il Marketing) 18

19 I docenti (2/2) Marco Milanese, Docente di Archeologia Urbana presso l Università di Sassari e di Archeologia medievale presso l'università di Pisa, ha ricoperto incarichi di insegnamento in molti Atenei italiani. È stato Ispettore Archeologo nella Soprintendenza Archeologica della Toscana (Firenze) e dal 1973, ha partecipato e diretto oltre 200 campagne di scavo e di ricerca in Europa e Nordafrica. Autore di circa 450 pubblicazioni, è membro di Comitati Scientifici di numerosi periodici internazionali. Maria Elena Nenni, Ricercatore confermato di Impianti Industriali Meccanici presso la Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Napoli Federico II; Membro del Knoledge Center della LUISS Business School. e attuale Presidente dell Istituto Italiano di Project Management. Ha ricoperto incarichi direttivi in diversi chapter del Project Management Institute. È Responsabile di vari progetti formativi per la certificazione PMP Project Management Professional Eugenio Rambaldi, Fondatore e attuale Presidente dell Istituto Italiano di Project Management. Ha ricoperto incarichi direttivi in diversi chapter del Project Management Institute. È Responsabile di vari progetti formativi per la certificazione PMP Project Management Professional Remo Zucchetti, Già Capo sezione vigilanza prevenzione infortuni dell Ispettorato del lavoro di Roma in qualità di ispettore superiore del lavoro, con particolare riguardo al settore cantieristico(autostrade, acquedotti, gallerie autostradali e ferroviarie, viadotti, ecc..). Pubblicista e articolista del quotidiano IL SOLE 24 ORE e di riviste specialistiche sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori; è membro della Commissione nazionale permanente per la prevenzione degli infortuni e l igiene del lavoro e della Commissione di studio presso l ISPESL sui rischi chimici. Enzo Peruffo, Research Associate in Management presso la Facoltà di Economia della LUISS Guido Carli dove ha conseguito il dottorato in Finanza di Progetto Visiting Scholar presso l INSEAD; Coordinatore del Master in Real Estate Finance della LUISS Business School 19

20 Collaborare con il Master Gli sponsor (aziende o enti) possono contribuire prima dell inizio del Master alla definizione dei profili dei candidati da inserire nella propria organizzazione (laurea, attitudini, caratteristiche personali). Il loro coinvolgimento nel Master può essere realizzato attraverso 6 principali strumenti di sponsorizzazione: Visibilità del logo aziendale Testimonianze in aula/visite aziendali Programma Working Experience (inserimento in stage del partecipante selezionato) Partner Day (presentazione azienda durante svolgimento Master) Accesso al Master di propri dipendenti (programma di sviluppo talenti interni) Laboratori didattici, project work di interesse ELEMENTI DI INTERESSE PER LA SPONSORIZZAZIONE DEL MASTER O PER L EROGAZIONE DI BORSE DI STUDIO 20

Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico

Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico In collaborazione con: Master in Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico 24 ottobre 2011 10 febbraio 2012 codice RA096 con il patrocinio di: Mercato e scenario di riferimento La figura

Dettagli

Archeologia preventiva

Archeologia preventiva Area Leisure Cultura e Turismo Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico II edizione 30 settembre 2013-18 dicembre 2013 NA044 con il patrocinio di Archeologia preventiva e Management

Dettagli

Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico

Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico In collaborazione con: Master in Archeologia preventiva e Management del rischio archeologico 26 marzo 20 giugno 2012 codice RA096 con il patrocinio di: Mercato e scenario di riferimento La figura dell

Dettagli

PMBOK Guide: from IV to V Edition

PMBOK Guide: from IV to V Edition -------------------------------------------------------------------------------- AREA PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT --------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT BASIC Corso di Project Management per la certificazione ISIPM-Base

PROJECT MANAGEMENT BASIC Corso di Project Management per la certificazione ISIPM-Base Formula weekend 16 17 18 OTTOBRE 2014 PROJECT MANAGEMENT BASIC Corso di Project Management per la certificazione ISIPM-Base 2014 Project Management Con la supervisione scientifica di Z1093.1 Franco Fontana,

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT BASIC

PROJECT MANAGEMENT BASIC Formula weekend 16 17 18 OTTOBRE 2014 PROJECT MANAGEMENT BASIC 2014 Project Management Corso di Project Management per la certificazione ISIPM-Base Con la supervisione scientifica di Z1093.1 Franco Fontana,

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT BASIC

PROJECT MANAGEMENT BASIC PROJECT MANAGEMENT BASIC 2014 Project Management Corso di Project Management per la certificazione ISIPM-Base Con la supervisione scientifica di Z1098 Formula weekend 4-5 -6 20 DICEMBRE 2014 REFERENTI

Dettagli

UNI ISO 21500 Guida alla gestione dei progetti (Project Management) adozione nazionale in lingua italiana della norma internazionale ISO 21500

UNI ISO 21500 Guida alla gestione dei progetti (Project Management) adozione nazionale in lingua italiana della norma internazionale ISO 21500 UNI ISO 21500 Guida alla gestione dei progetti (Project Management) adozione nazionale in lingua italiana della norma internazionale ISO 21500 2015 Project Management Seminario di approfondimento sulla

Dettagli

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MDT Master in Diritto tributario dell impresa XII Edizione 2013-2014 MDT Master in Diritto tributario dell impresa Il diritto tributario è un tema spesso

Dettagli

www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio...

www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio... www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio... ...incontra in aula gli Esperti del Sole 24 ORE. Il mercato parla una nuova lingua. Per capirla c e il nuovo Master in Marketing & Comunicazione MASTER24:

Dettagli

2009/10 - V EDIZIONE MRE MASTER IN REAL ESTATE

2009/10 - V EDIZIONE MRE MASTER IN REAL ESTATE 2009/10 - V EDIZIONE MRE MASTER IN REAL ESTATE SDA Bocconi School of Management SDA Bocconi School of Management è nata nel 1971 dall Università Bocconi per essere una scuola di cultura manageriale d eccellenza

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Corso di alta formazione Manager per l innovazione turistica

Dettagli

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Dati personali Nome e cognome: Davide D Amico Data di nascita: 03 Luglio 1974 Nazionalità : italiana Titoli di studio e culturali Master

Dettagli

Marketing Management - serale

Marketing Management - serale Marketing Management - serale Master Universitario di primo livello Facoltà di Economia X edizione Anno Accademico 2013/2014 Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale

Dettagli

PROJECT RISK MANAGEMENT EXECUTIVE

PROJECT RISK MANAGEMENT EXECUTIVE PROJECT RISK MANAGEMENT EXECUTIVE 2015 Project Management Laboratorio Applicativo di Risk Management In collaborazione con Z1158.2 IV Edizione / Formula weekend 11-13 GIUGNO 2015 REFERENTE SCIENTIFICO

Dettagli

ITS. Tra il ITS. diploma e la laurea, Tra il un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro ato al mondo

ITS. Tra il ITS. diploma e la laurea, Tra il un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro ato al mondo ITS. Tra il diploma e la laurea, un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro Novara, 27/05/2011 ITS : la risposta a tante richieste A livello nazionale industria e istituzioni

Dettagli

PROJECT RISK MANAGEMENT EXECUTIVE

PROJECT RISK MANAGEMENT EXECUTIVE PROJECT RISK MANAGEMENT EXECUTIVE 2016 Project Management Project Risk Management Basic In collaborazione con Z1158.1 IV Edizione / Formula weekend 14 16 APRILE 2016 REFERENTE SCIENTIFICO Maria Elena Nenni,

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT BASIC

PROJECT MANAGEMENT BASIC PROJECT MANAGEMENT BASIC 2015 Project Management Corso di Project Management per la certificazione ISIPM-Base Con la supervisione scientifica di Z1162 Formula weekend 26 NOVEMBRE - 12 DICEMBRE 2015 REFERENTI

Dettagli

MASTER DI I LIVELLO I DRONI PER LA GESTIONE DELL AGROECOSISTEMA, DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO

MASTER DI I LIVELLO I DRONI PER LA GESTIONE DELL AGROECOSISTEMA, DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO MASTER DI I LIVELLO I DRONI PER LA GESTIONE DELL AGROECOSISTEMA, DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO Titolo del corso: I DRONI PER LA GESTIONE DELL AGROECOSISTEMA, DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO. Aula: la composizione

Dettagli

Il Project Management Corso base PROGRAMMA DEL CORSO

Il Project Management Corso base PROGRAMMA DEL CORSO Corso di formazione: Il Project Management Corso base Durata 24 ore PROGRAMMA DEL CORSO Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Sede del corso: QMS srl Via Brembate, 2 Roma Periodo:

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

Gestione e Sviluppo. Master in. delle Risorse Umane. 10 edizione. Human Resources Development and Management. www.consorziolaif.it.

Gestione e Sviluppo. Master in. delle Risorse Umane. 10 edizione. Human Resources Development and Management. www.consorziolaif.it. Con il Patrocinio del Comune di Reggio Calabria www.consorziolaif.it Master in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane Human Resources Development and Management a 10 edizione Reggio Calabria Direttore

Dettagli

(Marketing & Comunicazione d Impresa)

(Marketing & Comunicazione d Impresa) EXECUTIVE MASTER in COMUNIC@ZIONE INTEGRATA 6 a Ed. (Marketing & Comunicazione d Impresa) 10 Ottobre 2009-22 Febbraio 2010 Premessa La globalizzazione dei mercati, la competizione e l internazionalizzazione,

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

pubblica amministrazione

pubblica amministrazione scenario L Ente locale oggi è diventato promotore dello sviluppo di una società territoriale sempre più dinamica, complessa ed esigente. Comuni, Provincie e Regioni rispondono alla collettività e al territorio

Dettagli

3. Collegio dei docenti L elenco dei docenti, interni ed esterni, con relative qualifiche e competenze, è riportato in allegato 1.

3. Collegio dei docenti L elenco dei docenti, interni ed esterni, con relative qualifiche e competenze, è riportato in allegato 1. Università degli Studi G. D annunzio di Chieti - Pescara Master di primo livello in Building Manager - progettazione e gestione della manutenzione e della sicurezza. 1. Motivazioni In Italia si e' assistito

Dettagli

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 IPRASE propone in collaborazione con la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, un percorso per i Dirigenti scolastici

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

Gestione degli Acquisti nel Settore Pubblico - GASP Master Universitario di II livello 60 CFU

Gestione degli Acquisti nel Settore Pubblico - GASP Master Universitario di II livello 60 CFU Gestione degli Acquisti nel Sett Pubblico - GASP Master Universitario di II livello 60 CFU in collaborazione con 2014 / 2015 PA e Sanità II Edizione / Formula weekend MAGGIO 2015 GIUGNO 2016 COMITATO SCIENTIFICO

Dettagli

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori 6ª edizione Turismo culturale per lo sviluppo dei territori Siracusa, 17 ottobre / 19 novembre 2011 PROFILO DEL CORSO 1. OBIETTIVI E METODI DELLA SCUOLA La Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo

Dettagli

PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016

PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016 PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016 Negli ultimi anni le amministrazioni pubbliche, e in particolar modo le Regioni, sono coinvolte in un processo di forte cambiamento dettato dalla

Dettagli

Formati sul campo, scopri come

Formati sul campo, scopri come prevmanagement economia e management del welfare master universitario di i livello Anno accademico 2015-2016 Formati sul campo, scopri come Formiamo i giovani per inserirli nel mondo del lavoro e aggiorniamo

Dettagli

Project Management in Sanità

Project Management in Sanità - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master in ERP. Direttore Scientifico del Master Prof. Luigino Filice Facoltà di Ingegneria Università della Calabria

Master in ERP. Direttore Scientifico del Master Prof. Luigino Filice Facoltà di Ingegneria Università della Calabria Master in ERP 2 Direttore Scientifico del Master Prof. Luigino Filice Facoltà di Ingegneria Università della Calabria Motivazioni La globalizzazione dei mercati e la crescente spinta competitiva delle

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione del corso

Dettagli

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1 BANDO MASTER IIN IINTERNATIIONAL BUSIINESS STUDIIES Accrediitato ASFOR IIXX ediiziione Anno 2014/2015 1 Indicazioni generali Il CIS è la Scuola per la Gestione d Impresa di Unindustria Reggio Emilia operante

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

Master di I Livello Comunicazione Multimediale dell Enogastronomia

Master di I Livello Comunicazione Multimediale dell Enogastronomia Master di I Livello Comunicazione Multimediale dell Enogastronomia Responsive Edition V ed. / A. A. 2014 2015 Il master di I livello (Comunicazione multimediale dell enogastronomia) Responsive Edition

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO ED ECONOMIA DELLE ACQUISIZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA REGOLAMENTO

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO ED ECONOMIA DELLE ACQUISIZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA REGOLAMENTO DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO ED ECONOMIA DELLE ACQUISIZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA Art. 1 - Istituzione REGOLAMENTO PARTE PRIMA

Dettagli

Riteniamo questa una grande opportunità da diffondere, come informativa, ai vostri iscritti potenzialmente interessati.

Riteniamo questa una grande opportunità da diffondere, come informativa, ai vostri iscritti potenzialmente interessati. Spett.le Libersind Conf. Sal, Via Virgilio Melandri, 72 Roma Roma 18/09/2012 Spett.le Libersind, la presente per informarvi, in qualità di Partner Elidea, dell opportunità di BORSE DI STUDIO A COPERTURA

Dettagli

Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione. Master. Management e Sanità.

Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione. Master. Management e Sanità. Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione Master Management e Sanità III edizione La Scuola Quattro sono le fonti dell apprendimento Un quarto colui

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali dipartimento di Giurisprudenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali XI edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente di

Dettagli

INSEGNAMENTO SSD CREDITI

INSEGNAMENTO SSD CREDITI MASTER UNIVERSITARIO di I LIVELLO in INGEGNERIA DEL SUONO STATUTO Art. 1- Istituzione E istituito, presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica della Facoltà di Ingegneria, il Master Universitario

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA SANITÀ LIVELLO II - EDIZIONE VIII A.A. 2015-2016

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA SANITÀ LIVELLO II - EDIZIONE VIII A.A. 2015-2016 ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA SANITÀ LIVELLO II - EDIZIONE VIII A.A. 2015-2016 Presentazione Le aziende sanitarie e sociosanitarie e gli enti e le strutture sanitarie si devono confrontare con una realtà

Dettagli

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori 9ª edizione Turismo culturale per lo sviluppo dei territori Siracusa, 27 ottobre / 6 dicembre 2014 PROFILO DEL CORSO 1. OBIETTIVI E METODI DELLA SCUOLA La Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. E' emanato, nel testo allegato, il regolamento di funzionamento del Corso.

IL RETTORE DECRETA. E' emanato, nel testo allegato, il regolamento di funzionamento del Corso. U.S.R. DECRETO N. 4009 lo Statuto di Ateneo; il Regolamento Didattico di Ateneo (R.D.A.); il decreto ministeriale 22 ottobre 2004 n. 270; il Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei Corsi

Dettagli

Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e formazione permanente

Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e formazione permanente Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e formazione permanente (Decreto Rettorale n.34 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

PRINCE2 FOUNDATION & PRACTITIONER

PRINCE2 FOUNDATION & PRACTITIONER -------------------------------------------------------------------------------- AREA PROJECT MANAGEMENT PRINCE2 FOUNDATION & PRACTITIONER -------------------------------------------------------------------------------Formula

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

Esperto in Impianti e Sistemi per la Domotica e la Building Automation

Esperto in Impianti e Sistemi per la Domotica e la Building Automation Esperto in Impianti e Sistemi per la Domotica e la Building Automation Sede: PALERMO - Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni Coordinatore: prof. ing. Mariano Giuseppe

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE. M a s t e r i n E n v i r o n m e n t a l M a n a g e m e n t

BANDO DI SELEZIONE. M a s t e r i n E n v i r o n m e n t a l M a n a g e m e n t Programma Operativo Nazionale per le Regioni Obiettivo 1 Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione 2000-2006 Asse III Misura III.4 Formazione superiore e universitaria UNIONE EUROPEA Fondo

Dettagli

www.logisapiens.it PARTNER

www.logisapiens.it PARTNER PARTNER www.logisapiens.it LOGISTICA E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT: LA SFIDA Garantire l eccellenza nell organizzazione e nella gestione degli approvvigionamenti, della produzione, della distribuzione, del

Dettagli

Orientamento 2015/17

Orientamento 2015/17 Orientamento 2015/17 Gli ITS sono stati introdotti nell ordinamento nazionale dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2008 in attuazione della legge finanziaria 2007 allo scopo

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO IN PROGETTI EUROPEI E SISTEMI E-LEARNING-- MASTER EU-LEARN

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO IN PROGETTI EUROPEI E SISTEMI E-LEARNING-- MASTER EU-LEARN Università Ca Foscari di Venezia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Centro di Eccellenza Interateneo per la Ricerca, l Innovazione e la Formazione Avanzata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali dipartimento di Giurisprudenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali XII edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

HOTEL MANAGEMENT. IV EDIZIONE Novembre 2011 Dicembre 2012

HOTEL MANAGEMENT. IV EDIZIONE Novembre 2011 Dicembre 2012 MASTER IN FIVE STARS HOTEL MANAGEMENT IV EDIZIONE Novembre 2011 Dicembre 2012 HOTEL BUSINESS SCHOOL La Hotel Business School, nata nel 2008 dalla collaborazione tra il Forte Village Resort e la LUISS Business

Dettagli

Formazione, attività scientifica e/o professionale

Formazione, attività scientifica e/o professionale SERGIO LOCORATOLO Napoli, 7 marzo 1968 sergio.locoratolo@unifg.it Formazione, attività scientifica e/o professionale Titoli accademici e altri titoli Laurea in Giurisprudenza, Dottorato di ricerca in Diritto

Dettagli

II EDIZIONE DEL MASTER INTERUNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Sviluppo Competitivo Sostenibile E Responsabilita Di Impresa

II EDIZIONE DEL MASTER INTERUNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Sviluppo Competitivo Sostenibile E Responsabilita Di Impresa II EDIZIONE DEL MASTER INTERUNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Sviluppo Competitivo Sostenibile E Responsabilita Di Impresa Atenei che collaborano in regime di convenzione: Università degli Studi di Napoli

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE CORSO DI EUROPROGETTAZIONE L Unione Europea finanzia progetti di sviluppo eccellenti, reti di ricerca attraverso una specifica gamma di meccanismi di finanziamento. Il percorso formativo offerto dall Associazione

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

I DIVISIONE 4.5) ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE PER L A.A. 2003/2004 DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN INGEGNERIA DEL SUONO.

I DIVISIONE 4.5) ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE PER L A.A. 2003/2004 DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN INGEGNERIA DEL SUONO. I DIVISIONE 4.5) ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE PER L A.A. 2003/2004 DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN INGEGNERIA DEL SUONO. OMISSIS DELIBERA di approvare la istituzione ed attivazione, per l A.A.2003/2004,

Dettagli

ERGONOMIA E FATTORI UMANI

ERGONOMIA E FATTORI UMANI Società Italiana di Ergonomia Sezione Territoriale Lazio VOCATIONAL MASTER IN ERGONOMIA E FATTORI UMANI SECONDA EDIZIONE ROMA 27 MAGGIO 2005 / 26 MAGGIO 2006 con la collaborazione di S3 Opus S.r.l. Presentazione

Dettagli

L ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. FERMI

L ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. FERMI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. FERMI FRANCAVILLA FONTANA (BR) MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA COMMISSIONE EUROPEA Autorità di Gestione del Programma Operativo Nazionale La Scuola

Dettagli

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 Pagina 1 di 7 DATA I EMISSIONE: 12/01/2008 Resp. Redazione RGSQ Resp. Verifica RGSQ Resp. Approvazione DIR REVISIONI DATA MODIFICHE RESP. VERIFICA GESTIONE SISTEMA

Dettagli

Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE)

Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE) Titolo del Corso Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE) Soggetti proponenti UNIVERSITÀ MAGNA GRÆCIA

Dettagli

Valore P.A. Accreditamento di Corsi di Formazione 2015

Valore P.A. Accreditamento di Corsi di Formazione 2015 Valore P.A. Accreditamento di Corsi di Formazione 2015 TEMA DEL CORSO Contabilità e fiscalità pubblica TITOLO DEL CORSO Bilancio pubblico, finanza e fiscalità CONTENUTI DEL CORSO Il corso intende fornire

Dettagli

LOIUDICE DOMENICA VIA S. BARBARA N. 61 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) domenica.loiudice@istruzione.it

LOIUDICE DOMENICA VIA S. BARBARA N. 61 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) domenica.loiudice@istruzione.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail LOIUDICE DOMENICA VIA S. BARBARA N. 61 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) domenica.loiudice@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione Articolo 1 «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri.

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri. OBIETTIVI FORMATIVI Scopo del Master è di consentire l approfondimento delle tematiche della progettazione, dell adeguamento e del recupero degli Edifici per il culto. DOCENTI Docenti universitari provenienti

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT del PATRIMONIO IMMOBILIARE - MPI

MASTER IN MANAGEMENT del PATRIMONIO IMMOBILIARE - MPI La Scuola di Amministrazione Aziendale presenta il MASTER IN MANAGEMENT del PATRIMONIO IMMOBILIARE - MPI Gestione e valorizzazione degli asset 1 Value driver dell MPI SAA Obiettivo del master è fornire

Dettagli

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Università Università degli studi di Genova Trieste Altre Università (convenzioni Pisa interuniversitarie) Napoli Federico II Classe 10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Ingegneria

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MAAC. Master in Accounting, Auditing & Control. IV Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MAAC. Master in Accounting, Auditing & Control. IV Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MAAC Master in Accounting, Auditing & Control IV Edizione 2013-2014 MAAC Master in Accounting, Auditing & Control Le vicende finanziarie degli ultimi

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

SCIENZIATA E SCIENZIATO DELL ARTE

SCIENZIATA E SCIENZIATO DELL ARTE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 SCIENZIATA E SCIENZIATO DELL ARTE Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA...

Dettagli

SISTEMI DI QUALIFICAZIONE AMBIENTALE NEL MERCATO EDILIZIO EUROPEO E ITALIANO: ECONOMIA DEL GREEN BUILDING E DEL GREEN RETROFITTING.

SISTEMI DI QUALIFICAZIONE AMBIENTALE NEL MERCATO EDILIZIO EUROPEO E ITALIANO: ECONOMIA DEL GREEN BUILDING E DEL GREEN RETROFITTING. UNIVERSITA EUROPEA DI ROMA Master di 2 livello in SISTEMI DI QUALIFICAZIONE AMBIENTALE NEL MERCATO EDILIZIO EUROPEO E ITALIANO: ECONOMIA DEL GREEN BUILDING E DEL GREEN RETROFITTING. a.a. 2015 2016 SCHEDA

Dettagli

PROCESSI DI MAPPATURA DELLE COMPETENZE FINALIZZATI ALLA VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE E ALLA GESTIONE DEI PROCESSI FORMATIVI

PROCESSI DI MAPPATURA DELLE COMPETENZE FINALIZZATI ALLA VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE E ALLA GESTIONE DEI PROCESSI FORMATIVI PROCESSI DI MAPPATURA DELLE COMPETENZE FINALIZZATI ALLA VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE E ALLA GESTIONE DEI PROCESSI FORMATIVI Progetto di Ricerca-intervento 1. Presentazione Della Proposta 1.1 La ricerca-intervento:

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

Economia dell Ambiente e del Territorio Geopolitiche per lo Sviluppo Università degli Studi G. Marconi Via Plinio, 42 - Roma

Economia dell Ambiente e del Territorio Geopolitiche per lo Sviluppo Università degli Studi G. Marconi Via Plinio, 42 - Roma Curriculum Vitae Europass di CARLO AMENDOLA Informazioni personali Nome / Cognome CARLO AMENDOLA E-mail carlo.amendola@uniroma1.it Esperienza professionale Date Dal 2011 Lavoro o posizione ricoperti Ricercatore

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2000. Pagina 1 di 6

UNI EN ISO 9001:2000. Pagina 1 di 6 Tecnico Installatore reti in fibra ottica apparati e sistemi ottici Pagina 1 di 6 Tecnico Installatore reti in fibra ottica, apparati e sistemi ottici La figura in oggetto è: Tecnico installatore reti

Dettagli

GLOBAL MANAGEMENT FOR CHINA LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

GLOBAL MANAGEMENT FOR CHINA LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 GLOBAL MANAGEMENT FOR CHINA LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione Il Master, organizzato in consorzio con quattro delle principali università italiane dedite alla ricerca e alla didattica

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni V edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

Facoltà di Sociologia Sede di Monza CORSO DI LAUREA IN

Facoltà di Sociologia Sede di Monza CORSO DI LAUREA IN Facoltà di Sociologia Sede di Monza CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL ORGANIZZAZIONE Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Sociologia via Bicocca degli Arcimboldi, 8 20126 Milano www.facolta.sociologia.unimib.it

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

PM AGILE: L approccio Lean e Agile al Z1179 17 GIUGNO - 2 LUGLIO 2016. I Edizione / Formula weekend. Project Management

PM AGILE: L approccio Lean e Agile al Z1179 17 GIUGNO - 2 LUGLIO 2016. I Edizione / Formula weekend. Project Management PM AGILE: L approccio Lean e Agile al Project Management 2016 Project Management Certificazione ACP del PMI e SCRUM MASTER di ISI Z1179 I Edizione / Formula weekend 17 GIUGNO - 2 LUGLIO 2016 REFERENTE

Dettagli

MMT- Master in Management e Marketing del turismo

MMT- Master in Management e Marketing del turismo MMT- Master in Management e Marketing del turismo Bando di iscrizione anno 2015/2016 I Edizione Obiettivo del Master Il cambiamento del contesto economico e sociale, a seguito della crisi dell economia

Dettagli

GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO. Classe di Laurea LMG/01. DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo -

GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO. Classe di Laurea LMG/01. DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo - CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO GIURISPRUDENZA Classe di Laurea LMG/01 DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo - PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof. Pietro Lo Iacono E-mail: p.loiacono@lumsa.it

Dettagli

Categorie: Requisiti:

Categorie: Requisiti: Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei Avviso pubblico per la selezione di soggetti e professionisti da inserire negli elenchi delle Società / Cooperative / Studi di professionisti,

Dettagli

Master di II livello in Management Agro-Alimentare

Master di II livello in Management Agro-Alimentare Master di II livello in Management Agro-Alimentare Dal 1984 valorizziamo talenti per l industria e la distribuzione alimentare XXXI Edizione 2014 2015 Con il patrocinio di Federalimentare (Federazione

Dettagli

Programmazione didattica 2009. Project Management. Catalogo dei corsi

Programmazione didattica 2009. Project Management. Catalogo dei corsi Programmazione didattica 2009 Project Management Catalogo dei corsi Alta Formazione in Project Management Project Management: principi e criteri organizzativi Metodi e tecniche di avvio ed impostazione

Dettagli

Esperto SAP ERP. I edizione

Esperto SAP ERP. I edizione Esperto SAP ERP I edizione Il Master, organizzato da SPEGEA in collaborazione con SAP Education, si propone di offrire un percorso formativo finalizzato a formare figure professionali che abbiano le competenze

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN FOOD MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN FOOD MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN FOOD MANAGEMENT Articolo 1 - Istituzione del Master «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo - LIUC il Master Universitario di I livello

Dettagli

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale il corso di studi mira a formare diplomati in grado di ricoprire figure professionali polivalenti in cui si possano coniugare in modo equilibrato una

Dettagli

Avviso Master J. Definizione di Master Master universitario di I o II Livello, attivato ai sensi dell'articolo 3, punto 9 del decreto MIUR 270/2004.

Avviso Master J. Definizione di Master Master universitario di I o II Livello, attivato ai sensi dell'articolo 3, punto 9 del decreto MIUR 270/2004. Avviso Master J Allegato 1 Requisiti minimi per l accreditamento Iniziative Accademiche ad elevata occupabilità in favore dei giovani figli e orfani di iscritti e di pensionati dell INPS - Gestione Ex

Dettagli