Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti"

Transcript

1 Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre

2 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali Alternativi Investimenti diretti in valori mobiliari di emittenti privati o pubblici, con diverso profilo rischio rendimento: Azioni, convertibili, diritti e warrant, reddito fisso in generale, obbligazioni, certificati, note, fondi aperti, depositi e così via Investimenti diretti o indiretti in diversi strumenti finanziari, quotati o non quotati Tipicamente si suddividono a loro volta in differenti sotto aree: real estate, arte, private equity, fondi alternativi (per lo più hedge funds), ma anche NPLs, prestiti, distressed debt, e così via La diversità principale sta nella trasparenza e nella liquidabilità dei diversi valori mobiliari, ma anche nella diversa capacità e potenzialità di gestire il rischio associato all investimento

3 In Italia In Italia, la popolarità degli investimenti alternativi è culturalmente più indirizzata sul real estate e meno su altre tipologie di strumenti, invece più popolari nei Paesi anglosassoni (i.e. l Italia è considerato uno dei Paesi più ricchi secondo indicatori di ricchezza patrimoniali). Ad esempio, i principali asset manager italiani hanno sempre introdotto i Fondi Hedge come investimenti multimanager, con tutti i pro e i contro che comportano, non come single manager. Sono pochissimi e rari gli Asset Manager italiani «alternativi» Nel nostro incontro: focus su Hedge Fund UCIT alternative non tanto su hedging strategies e risk management, quanto sui diversi stili di investimento, cercando di comprendere in che cosa un gestore hedge possa differire da un gestore tradizionale e in che modo possano gli IRO interagire in maniera efficiente Se cambia qualcosa nella comunicazione tra gestore e IRO, in che cosa si differenzia?

4 UCITS Fondi tradizionali aperti: i fondi comuni; in inglese: «mutual fund», dove Mutual = comune, ma anche reciproco, vicendevole, ad intendere l interesse comune con gli investitori. Fondi Hedge: Hedge come copertura. Da che cosa? Dal rischio di portafoglio, associato agli investimenti sottostanti. Il concetto di rischio è un concetto statistico, che indica lo scostamento dalla media, sia in positivo sia in negativo Il concetto di mutual fund è oggi un po superato, sebbene ancora il più diffuso, perché non consente di gestire in maniera attiva il profilo rischio-rendimento ed ha forte competizione da parte di ETF Perché? «in medio stat virtus» I fondi comuni tradizionali tipicamente gestiscono «a benchmark», con «low tracking error» o con strategie «beta enhanced», con una normativa di riferimento che limita l uso di strumenti, i.e. derivati o strategie short, per la copertura del rischio associato al mercato Reazione: nascita dei fondi UCITS, Direttiva 2001/107/EC e 2001/108/EC, in accetazione della Direttiva 85/611/EEC. Sono considerati fondi long only «alternativi» ON-SHORE, un compromesso tra HF e mutual

5 Fil Rouge Tradizionale Alternativo? Esiste un fil rouge che lega lo stile di gestione tradizionale a quello hedge? Come rivolgerci ad un HF? In primo luogo, distinguiamo tra: -gestione quantitativa/sistematica, basata su sistemi di regole decisionali -gestione discrezionale, basata sugli skill, l esperienza e la capacità decisionale del singolo gestore. Ci focalizziamo su questi ultimi e, con questo riferimento, è corretto dire che TUTTI i fund manager discrezionali si basano sull analisi fondamentale. Non è l unico strumento di scelta, ma, senza dubbio, quello comune a tutti i gestori discrezionali, sia tradizionali che alternativi Sbagliato ritenere che gli HF abbiano uno stile di gestione per forza più opportunistico e di momentum Altro punto, la gestione del rischio: -nei fondi comuni tradizionali attraverso la concentrazione delle posizioni e il tracking error (la deviazione standard degli excess return) -nei fondi hedge gestita in maniera molto più attiva, diversificata, quantitativa

6 Min. σ 2 e Max π In Italia, il concetto di investimento alternativo è stato associato per anni al concetto di speculativo, un termine con una connotazione poco positiva e per lo più opportunistica e di breve termine: «Che si riferisce alla (o che è proprio della) speculazione, intesa come ricerca di un notevole utile o profitto personale, talora senza eccessivi scrupoli» Enciclopedia Treccani questa definizione non ha aiutato.. Questa definizione non rispecchia la value proposition dell industry, che in realtà cerca di massimizzare il profilo rischio / rendimento dei portafogli. In che modo? Migliorando non soltanto il lato «rendimento», ma gestendo e controllando in maniera molto più attiva, mirata ed efficiente il rischio, ossia la volatilità dei ritorni medesimi. Un concetto a cui gli HF sono legati a doppio filo: minimizzare la volatilità e massimizzare i profitti Ogni fondo/portafoglio dovrebbe possedere un determinato obiettivo di volatilità i.e. la volatilità media dei fondi UCITS alternativi è storicamente inferiore a quella del mercato (i.e. average UCITs vol. 7-10% vs average mkt vol %)

7 Dove siamo oggi Cambiato negli anni sia il modo di operare dell industry, oggi molto più diversificata, più popolata, con diversi stili di investimento (i primi erano quasi esclusivamente equity long/short) Gli AUM sono più frammentati e polarizzati tra i principali e primi players, che diventano sempre più importanti ed in grado di raccogliere nuove masse in gestione e i new entrant, che spesso restano player marginali Il settore HF in senso stretto ha perso asset a causa della competizione degli UCITS alternativi e, in generale, dell abbassamento delle barriere all ingresso e dalle performance non sempre soddisfacenti negli ultimi anni Quindi, posto che il trend dell industry (come numero di fondi nuovi nati negli ultimi anni) sia verso gli investimenti alternativi, UCITS o HF che siano, grazie al maggior focus degli investitori sul risk management piuttosto che sul semplice profitto, ci chiediamo - quali siano i principali stili di gestione oggi - come questi influiscano sui criteri di scelta degli stock da parte dei gestori

8 Investment Style in generale per tutti i fondi Not only one way to achieve performance Discrezionali o sistematici/quantitativi: La discrezionalità si riferisce alla capacità e all esperienza del fund manager di selezionare quegli stock che generino performances / excess return nel portafoglio. Le scelte discrezionali si basano su analisi fondamentale, dei flussi di mercato, dei trend di settore, indicatori macroeconomici, industry indicator, informazioni accessibili attraverso fonti standardizzate e non Lo stile di gestione sistematico o quantitativo si basa su sistemi di regole decisionali, definiti in maniera aprioristica dal gestore e generalmente testati su serie storiche passate. Il problema dei sistemi di gestione sistematici è che spesso si configurano come delle black box, gli algoritmi non vengono mai disclosed e si basano su serie storiche passate che non riescono a comprendere cambi di correlazioni tra variabili. Lo scopo è d altro canto quello di eliminare l arbitrarietà nelle scelte gestionali del gestore, che può per contro essere influenzato da motivazioni personali o esperienze passate. Long only or hedge fund I fondi long only possono solo «comprare» titoli e non possono effettuare vendite allo scoperto, secondo quanto previsto dalla normativa in atto e dallo statuto del fondo (i.e. limiti di concentrazione delle posizioni) gli HF possono andare anche «short» ed investire in tutte quelle soluzioni di investimento che il gestore reputa adeguate e in linea con lo stile di gestione per raggiungere gli obiettivi di performance/volatilità del fondo, siano valori mobiliari quotati o OTC o strutturati. Top down or bottom up Secondo uno stile di gestione top-down, la scelta degli stock viene effettuata dopo aver condotto un analisi macroeconomica, generalmente globale, che analizza le condizioni economiche e politiche, quindi l andamento dei tassi, delle valute, delle commodities, dei trend settoriali e così via. Nello stile bottom-up, l analisi fondamentale e dei trend di settore sono il criterio fondante per individuare quei titoli che singolarmente possono out-performare indipendentemente dalle condizioni del mercato di riferimento

9 Investment Style in generale per tutti i fondi NOT ONLY ONE WAY TO ACHIEVE PERFORMANCE Value or growth Lo stile di gestione value predilige i titoli con valutazioni basse, ma che necessitano di un catalyst di breve termine, bilanci non per forza solidi, ma anche in potenziale ristrutturazione, in generale crescita degli utili anche lenta, ma costante. Lo stile growth predilige la scelta di titoli ad alta crescita degli utili, non per forza con valutazioni basse in senso assoluto. Le valutazioni sono spesso più elevate dei titoli value ed esprimono la capacità della società di ripagare nel breve termine. E uno stile di gestione che può creare mis-perception, adattabile più ai mercati emergenti o in via di sviluppo che non in settori o mercati maturi (es. TMT bubble, China, etc ) Oggi si tende a privilegiare uno stile value, anche se la differenziazione non viene più usata molto per diversi motivi Attivisti soft engagement passive I fondi attivisti generalmente acquistano pacchetti di rilevanza nelle società, che diano accesso al Consiglio di Amministrazione. Impiegano appieno i loro diritti di azionisti per promuovere in maniera più o meno forte un cambiamento aziendale che, a loro avviso, apporterebbe dei miglioramenti societari nel lungo termine anche per gli altri azionisti. Esistono diverso tipi di Attivismo, che può essere hard o friendly, tipo relational investing. Soft engagement activism: gli azionisti non sono loro stessi attivi promotori di iniziative di rinnovamento aziendale, ma implementano tutti i diritti ed i doveri che derivano dal loro «essere azionisti» - concetto di Stewardship Passive: oggi un po vecchio stile, l investitore compra i titoli, ma non partecipa alla vita aziendale CPPI or not Constant proportion portfolio insurance (CPPI) è una strategia di trading che permette all investitore di mantenere una esposizione al potenziale upside di un asset rischioso e beneficiare al tempo stesso di protezione del capitale contro un downside risk. La gestione del portafoglioè effettuata in genere con la logica del Bond Floor, ossia il valore sotto il quale il valore del portafoglio CPPI non dovrebbe mai cadere per essere in grado di assicurare il pagamento dei futuri cash flow, incluso il capitale nozionale a scadenza. E una strategia che in passato ha creato diversi problemi, soprattutto nel modo di assicurare il portafoglio.

10 Investment Style in generale per tutti i fondi NOT ONLY ONE WAY TO ACHIEVE PERFORMANCE Geomix: Delimita il perimetro geografico dell investimento del fondo. Le classificazioni sono diverse e spaziano dai fondi Domestici (i.e. azionario italia, Azionario Uk o US, o Japan e così via), agli internazionali globali. Tra i due estremi, ovviamente esisteno delle caratteristiche differenti che, talvolta, possono basarsi anche sulla valuta di riferimento: i.e. area Euro o Area Dollaro. I fondi Emerging Market, proprio per le caratteristiche particolari che rappresentano (sia normative, che di volatilità, trasparenza e liquidità degli investimenti) rappresentano una classe a sé stante. In base al tipo di asset in cui investe: Azionari / Obbligazionari (differenziati in base alla Duration del portafoglio) Bilanciati / Flessibili High Yield / High Dividend Yield Corporate bonds / Convertibili Altro In base all orizzonte temporale: Long term investors (tipicamente chi è più orientato a scelte value) Short term investor: più orientato a una scelta opportunistica di breve termine, anche di trading Molto frequentemente le due strategie si compensano per ottenere un effetto migliore sulla performance del portafoglio Esistono anche i Fondi Sostenibili, od etici, che però in questo momento non hanno ancora trovato una loro vera e propria definizione condivisa a livello Europeo. E un segmento ancora giovane, ma che rappresenta l unico esempio di asset class che negli ultimi anni sia stata in grado di incrementare AUM in Europa.

11 Investment Style Hedge Fund: discrezionali puri Long/short (fundamental analysis, generally bottom up) E uno degli stili maggiormente diffusi insieme al global macro. Sicuramente è uno dei primi ad essere stato attuato e lo stile di gestione è abbastanza «semplice»: consiste nell acquistare e nel vendere titoli nella medesima asset class, i.e. equity. In primo luogo, oltre all obiettivo di generare una performance superiore all investimento tradizionale, permette un miglior controllo del rischio idiosincratico. Possono racchiudere sia L/S Equity che Credit, dove la strategia lo consenta. Possono essere Long Bias (la maggior parte), Short Bias, ma anche market neutral, in base a come vengono strutturati i lunghi e i corti del portafoglio e in base a come si voglia controllare il rischio di portafoglio Event driven (newsflow driven) Sono fondi che vedono nel catalyst, nel cambiamento imminente la ragione principale per l acquisto o la vendita di uno stock. L analisi del newsflow è fondamentale, come anche capire i cambiamenti di top management, le opportunità di rifinanziamento, lo stacco o il cambiamento nei dividendi, attività corporate in generale e così via. E uno stile di gestione talvolta più short term e opportunistico del precedente, ma non per forza: ad esempio esistono fondi deep value che sono assolutamente event driven fund Multistrategy (Fundamentals plus top down views) Sono i fondi più complessi, sia da gestire che da valutare, dal momento che lo stile d investimento copre la struttura del capitale a 360, sia equity che credit, utilizzando tutte le possibili strategie a disposizione. In generale i fondi multistrategy, per la loro complessità, includono una parte L/S Equity, una parte L/S credit, una parte di arbitraggi di varia natura e una parte di hedging strategy e volatility trading. Questa strategia d investimento è molto simile allo stile di gestione dei desk di proprietà delle banche e unisce l analisi fondamentale al bottom up, all analisi macro, dei tassi e delle valute, degli arbitraggi.

12 Investment Style Hedge Fund: GM e Relative Value Global Macro (top down approach, derivatives) Il tipo di gestione global macro è assolutamente top down e consiste nel prendere una view su tassi, valute, indici, commodities e così via. Generalmente sono gestiti attraverso l utilizzo di derivati, futures o opzioni, secondo diverse strategie che li caratterizzano. Possono essere sia sistematici che discrezionali. Il gestore è molto attento al newsflow macro economico, tipicamente ai comunicati delle Banche Centrali, ma anche degli indicatori sulla disoccupazione, sull industria, sul real estate e così via. Posso considerare anche il newsflow micro, ma tipicamente per avere una cartina tornasole sul newsflow macro che analizzano Relative Value, Absolute Return e Total Return Strategie d investimento Relative Value utilizzano soprattutto strategie basate su arbitraggi, sia equity che debito corporate, cercando la creazione di valore tra i mispricing tra due valori mobiliari tra loro storicamente correlati (i.e. market neutral, ma anche fixed income arbitrage, convertible bond arbitrage, statistical arbitrage, derivative arbitrage) Absolute e total return impostano il rendimento del portafoglio tipicamente rispetto allo zero o all inflazione, in generale, con la differenza che le strategie total return includono lo stacco dividendi e lo stacco cedole dei titoli in portafoglio come parte integrante dello stile d investimento (i.e. high dividend yield strategies, mentre un Abs return potrebbe, per contro, andare a selezionare titoli che sono distressed o in turnaround e quindi difficilmente staccano dividendi) Market Neutral (quant + fundamentals; real option theory) E la strategia hedging per eccellenza che mira a minimizzare il più possibile il rischio di mercato, valutando le correlazioni storiche tra diversi stock. I limiti principali di questa strategia risiedono nel fatto che il fattore beta sia dinamico, in continuo cambiamento, e quindi difficilissimo da neutralizzare completamente in realtà non lo è mai, è solo minimizzato; che si riferisca a correlazioni passate e quindi sia un po resilient nel valutare i cambi di correlazioni tra gli stock; non sempre gli stock hanno un comportamento mean reverting secondo quanto valutato in passato. Il newsflow inatteso e le alte correlazioni tra gli stock sono tra i principali effetti destabilizzanti di questa strategia relative value. Nel caso dell equity market neutral, lo stile di gestione utilizza principalmente pair trades.

13 Investment Style Hedge Fund: arbitraggisti Arbitrage strategies: L arbitraggio deterministico ritiene che si possa ottenere un profitto certo andando lunghi di uno stock e corti di un altro. Può essere applicato a tutte le categorie d investimento, dove ci sia una situazione che identifichi questa definizione Statistical arbistrage: ipotizza un mispricing statistico tra uno o più asset, basato sul ritorno atteso di questi ultimi. Come per le strategie market neutral, si ipotizzano correlazioni storiche che fanno in modo che siano predittive per i rendimenti attesi futuri e in genere identificano una strategia mean reverting. Queste due definizioni ricomprendono strategie tipo convertible arbitrage, Fixed Income Arbitrage e così via Merger Arbitrage Strategia che ha luogo in equity, nel caso di operazioni di fusioni tra quotate. In linea generale, possiamo avere o un cash merger o uno stock merger. Nel primo caso l acquirente acquista le azioni della società target per un determinato prezzo, in cash. Fino a che l operazione non è finalizzata, in generale il target stock tratta a un prezzo inferiore a quello ipotizzato dall acquirente. L arbitraggista compra la società target finchè il deal non è concluso/definito. Non è detto che, per contro, venda anche la società acquirente. Opzionale in base alla situazione. In uno stock merger, la fusione avviene tramite lo scambio di azioni tra quelle della società target e quelle della società acquirente. Un arbitraggista può in questo caso vendere le azioni dell una, tipicamente l acquirente, e acquistare quelle dell altra. Vanno valutati sempre concambio, prezzo, valutazioni. Il rischio di questa strategia è che il deal non vada a buon fine (i.e. antitrust, issue regolatori, disaccordo sul concambio o simili). Un altro limite può essere se in una fusione il concambio non è costante, ma varia al cambiare del prezzo dell azione.

14 Investment Style Hedge Fund: sistematici Strategie quantitative/sistematiche in senso stretto Le strategie di trading sistematico (algoritmico o quantitativo che siano), definiscono gli obiettivi di trading, controllo del rischio e regole che eseguano gli ordini in una maniera metodica e standardizzata: ad una azione specifica del mercato o di uno stock, risponde una reazione del sistema. Si riferiscono spesso a regole di analisi tecnica, ma anche newsflow fondamentale e cambiamenti di scenario economico. Limitano estremamente l intervento del manager e la sua discrezionalità. Proprio perché metodiche, queste strategie sono spesso testate su serie storiche passate. Il contro è che non tengono spesso conto del mutare delle correlazioni tra le variabili e, anche qualora «le regole» di esecuzione fossero aggiornate, allora viene meno la validità di quanto ottenuto in passato. Esempi di strategie sistematiche sono: Managed Futures CTAs Trend Following

15 Esempio di Classificazione di un Fondo Hedge 1. Fondo Comune o Fondo Hedge? 2. Discrezionale o Sistematico? 3. Che tipo di strategia Hedge: 1. L/S Equity 2. L/S Credit 3. Event Driven 4. Multistrategy 5. Global Macro 6. Merger Arbitrage 7. Strategie sistematiche: N/A 4. Top down o bottom-up? 5. Deep Value o growth? 6. Attivista, soft engagement o passive? 7. Relative Value, total o absolute Return? 8. Orizzonte temporale? 9. Geomix? 10. Asset Classes? 1. Fondo Hedge 2. Discrezionale 3. Che tipo di strategia Hedge: 1. L/S Equity 2. L/S Credit 3. Event Driven 4. Multistrategy 5. Global Macro 6. Merger Arbitrage 7. Strategie sistematiche: N/A 4. 2 stage: Top Down + bottom-up 5. Value 6. Soft engagement 7. Absolute return 8. Mid term + short term adjustment 9. European Ex-Financials 10. Equity, corporate bonds

16 Esempio di Classificazione di un Fondo Hedge 1. Fondo Comune o Fondo Hedge? 2. Discrezionale o Sistematico? 3. Che tipo di strategia Hedge: 1. L/S Equity 2. L/S Credit 3. Event Driven 4. Multistrategy 5. Global Macro 6. Merger Arbitrage 7. Strategie sistematiche: N/A 4. Top down o bottom-up? 5. Deep Value o growth? 6. Attivista, soft engagement o passive? 7. Relative Value, total o absolute Return? 8. Orizzonte temporale? 9. Geomix? 10. Asset Classes? 1. Fondo Hedge 2. Discrezionale 3. Che tipo di strategia Hedge: 1. L/S Equity 2. L/S Credit 3. Event Driven 4. Multistrategy 5. Global Macro 6. Merger Arbitrage 7. Strategie sistematiche: N/A 4. Bottom-up 5. N/A 6. Activist 7. Relative Value 8. Mid- Short Term (depending from deals) 9. Globale 10. Equity, convertibili

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione

SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione Structured Products Italia 1/11 Ottobre 26 SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione Alberto Castelli - Direttore Commerciale, Marketing e Prodotti Gianluigi Fusar Poli - Responsabile Gestioni

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Ignis Asset Management

Ignis Asset Management Ignis Asset Management Indice 2 Storia di Ignis 3 Ignis oggi 4 Eredità 5 Punti di forza 6 Capacità: innovazione, competenza ed esperienza 7 Panoramica sui prodotti 8 Assistenza clienti: il potere delle

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.com Mangustarisk Italia s.r.l. Via Giulia, 4 00186, Roma (Italia) Tel. +39 06 45439400 Fax.

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

L ASSET LIABILITY MANAGEMENT NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SULLA VITA

L ASSET LIABILITY MANAGEMENT NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SULLA VITA La vigilanza e le garanzie finanziarie QUADERNI 12 L ASSET LIABILITY MANAGEMENT NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SULLA VITA PARTE PRIMA INDICE L Asset-Liability Management nelle imprese di assicurazione

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager Soluzioni orientate ai risultati Obiettivo raggiunto L esperienza trentennale di UBS Global Asset Management nella gestione dei

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Misurazione dei rendimenti: una rassegna delle tecniche più diffuse

Misurazione dei rendimenti: una rassegna delle tecniche più diffuse Misurazione dei rendimenti: una rassegna delle tecniche più diffuse L interesse principale di chi ha sottoscritto un fondo d investimento è quello di conoscere di quanto sia cresciuta la propria ricchezza,

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011

Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011 Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011 1 INDICE 1 CONOSCERE LASSETL CLASS E IL MERCATO 2 I VANTAGGI AD INVESTIRE

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Strategie basate su indicatori fondamentali e di volatilità: un applicazione al mercato europeo degli ETF settoriali

Strategie basate su indicatori fondamentali e di volatilità: un applicazione al mercato europeo degli ETF settoriali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Economia Marco Biagi Corso di laurea specialistica in Analisi, Consulenza e Gestione Finanziaria Curriculum Analisi Finanziaria Strategie basate

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli