MERCATI(E(ISTITUZIONI(FIANZIARIE(

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MERCATI(E(ISTITUZIONI(FIANZIARIE("

Transcript

1 1 MERCATIEISTITUZIONIFIANZIARIE IMERCATIFINANZIARI Mercatodeldebito Imercatifinanziarisonoqueiluoghiincuiavvengonoitrasferimentidifondidachihadisponibilità finanziarieineccessooperatoriinsurplus)achihabisognodifondioperatoriindeficit). Untitolorappresentaundirittosuiredditifuturidell emittenteosullesueattività,unaobbligazioneèun titolodidebitochecontienelapromessadipagamentiperiodiciperundeterminatolassoditempo.illuogo incuivengonoscambiateleobbligazionièilmercatoobbligazionarioodeldebito,dovesistabilisconole caratteristichedeiflussieiltassodiinteresse,cioèilcostodeldenaro.itassidiinteressehannoeffettonon solosullavolontàdeiconsumatorisispendereorisparmiare,maanchesulledecisionidiinvestimento aziendali. Mercatoazionario Un azioneordinariaèunostrumentofinanziariocherappresentaunaquotadiproprietàdiunasocietà:un dirittosuisuoiredditiesulsuopatrimonio.illuogoincuivengonoscambiateleazionièilmercato azionario. Lenotevolifluttuazionidelprezzodelleazioniinfluisconosullefortunedellepersoneequindisullaloro disponibilitàaspendere.ilmercatoazionariogiocaunruoloimportanteanchenelprocessodecisionale degliinvestimentiaziendali,perchéilprezzodelleazioniincidesullaquantitàdifondichepuòessere raccoltacollocandotitolidinuovaemissionepressogliinvestitori. Mercatovalutario Ifondidatrasferiredaunanazioneadun altradevonoessereconvertitidallavalutadelpaesed originea quelladelpaesedidestinazione.questaconversioneavvienesulmercatovalutarioincuisideterminail tassodicambio.unavariazionedeltassodicambiohaeffettosuiconsumiperchéinfluiscesulcostodelle merciimportate. ISTITUZIONIFINANZIARIE Ilsistemafinanziarioècomplessocomprendemoltitipidiistituzionidinaturaprivatachedevono sottostareaunaregolamentazionepubblica.avolteilsistemasiinceppaegeneradellecrisifinanziarie ovverogravisconvolgimentineimercatifinanziaricaratterizzatidabruscheflessionideiprezzidelleattività efallimentidimolteimpresefinanziarie. L istituzionepiùimportantediognisistemafinanziarioèlabancacentrale,l organismodinaturapubblica responsabiledelledecisioniedellapoliticamonetaria.lapoliticamonetariariguardaagestionedeitassi d interesseedellamoneta,cuispessocisiriferisceconl espressioneoffertadimoneta. Iprincipaliintermediarifinanziarisonolebanchebanche,cassedirisparmio,cooperativedicredito)che sonoautorizzateallaraccoltadelrisparmioeall erogazionedelcredito. SISTEMAFIANZIARIO FUNZIONEDEIMERCATIFINANZIARI Imercatifinanziarisvolgonolafunzioneeconomicaessenzialeditraferirelerisorsefinanziariedalle famiglie,aziende,governichehannoeccedenzeversoquellichenepresentanounacarenza.imercati finanziarisonofondamentaliperrealizzareun efficienteallocazionedelcapitale. Nelcircuitodirettoleunitàindeficitprendonoaprestitoifondidirettamentedairisparmiatorineimercati finanziarimediantel emissionedititoli,iqualisonoattivitàperchilisottoscrive,mapassivitàperchili emette.

2 2 MERCATIFINANZIARI Mercatodeititolididebitoemercatodeititoliazionari Un aziendapuòraccoglierefondisulmercatoinduemodi.ilprimotramitel emissionediuntitolodidebito comeun obbligazionecheprevedeunaccordocontrattualeinforzadelqualeilprenditoredifondi s impegnaacorrisponderealdetentoredellostrumentoimportifissiaintervalliregolarifinoallascadenza. Ilsecondotramitel emissionediazionechesonodirittisuunaquotadell utilenettoesuunaquotadelle attivitàdell impresaemittente.spessoleazioniordinariecorrispondonopagamentiperiodicidividendi)ai lorodetentori. Mercaticreditiziemercatimobiliari Ititolididebitopossonoesserediduespecie,asecondachesianoomenotrasferibili.Un obbligazioneal contrariodiunmutuoètrasferibile.imercatiincuisinegozianostrumentinontrasferibilisonodetti mercaticreditizi,mentrequelliincuisinegozianostrumentitrasferibilisonochiamatimercatimobiliari. Mercatiprimariemercatisecondari Unmercatoprimarioèunmercatofinanziarioincuil impresaoamministrazionepubblicacheprendea prestitolerisorsefinanziarieemettenuovititoli,obbligazionioazioni.unmercatosecondarioèunmercato finanziarioincuipossonoessererivendutioacquistatititoligiàincircolazione. Neimercatiprimarileimpresesonoaiutatedaun istituzionefinanziariabancad investimento)che contribuiscealcollocamentoinizialedeititolisulmercatoeallorounderwriting. Neimercatisecondarigliintermediarifinanziarioperanocomeagentidegliinvestitoriehannol obiettivodi agevolarel incontrotracompratorievenditoridititoli:idealerfacilitanol incontrotravenditorie compratoriacquistandoititolidaiprimievendendoliaisecondi,ibrokernoneffettuanoalcuna compravendita,mamettonoincontattopotenzialiacquirentievenditori. Quandosiacquistanotitolisulmercatosecondario,chilivendericeveincambiodenaro,malasocietàcheli haemessinonottienenuoverisorsefinanziarie. Mercatiregolamentariemercatiover5the5counter Imercatisecondaripossonoessereorganizzatiinduemodi:riconosciuteeregolamentatecomeleborse valoriootcoverthecounter). Leborsevalorisonoriconosciuteespressamentedall ordinamentoesonooggettodiautorizzazionead operareediregolamentazioniinmeritoairequisitiminimidellesocietàcheligestisceealleregole organizzativeedifunzionamento. NelmercatoOTCglioperatorihannounasortadimagazzinodititolichesonoprontiadacquistareo vendereachiunqueaccettiiloroprezzi. Mercatomonetarioemercatodeicapitali Nelmercatomonetariosononegoziatititolididebitoabrevetermine,mentrenelmercatodeicapitalisono scambiatititoliascadenzapiùlungaetitolidicapitale. Mercatoobbligazionariointernazionale Glistrumentitradizionalenelmercatointernazionaledelleobbligazionisononoticomeobbligazioniestere, venduteall esteroedenominateinvalutadiquelpaese. Un innovazionenelmercatodelleobbligazioniinternazionalièl eurobbligazioneeurobond),denominatain valutaesteradiversadaquelladelpaesediemissione. Unavariantedelleeurobbligazionisonoleeurovaluteossiadenarochevienedepositatoinbanchefuoridal paesed origine.l eurovalutapiùimportanteèl eurodollaro:dollariusadepositatiinbancheesterefuori deglistatiuniti.

3 3 FUNZIONEDEGLIINTERMEDIARIFINANZIARI Circuitoindiretto Ilprocessodifinanziamentoindirettochesiavvaledell interventodegliintermediarifinanziari,chiamato intermediazionefinanziaria,èilpercorsoprimarioperlerisorsefinanziariechesimuovonodaidatoriai prenditoridifondi.questoavvieneperovviarealcuniproblemiecrearevantaggi. Costiditransazione Icostiditransazione,ossiailtempoeildenarospesipereffettuareun operazionefinanziaria, rappresentanounodeiprincipaliproblemiperchihaeccedenzedifondidaprestare.gliintermediari possonoabbassaresignificativamenteicostiditransazionetraendovantaggiodalleeconomiediscalaedi apprendimento. Ridistribuzionedelrischio Laridistribuzionedelrischioèunprocessotramiteilqualegliintermediarifinanziarivendonostrumenticon profilidirischiocoerenticonlepreferenzedellaclientelaeusanopoilerisorseottenuteperacquistare altreattivitàchepossonopresentareunarischiositàpiùalta. Gliintermediaripromuovonoquestatrasformazionediversificandoipropriinvestimentiinuna combinazioneportafoglio)diattività. Asimmetriainformativa Laselezioneavversaèuntipicoproblemadiasimmetriainformativaprimadellatransazionedi finanziamento.laselezioneavversaèquelproblemaoriginatodalfattocheirenditoridifondichehanno maggiorprobabilitàdiinsolvenzasonoglistessichesiattivanodipiùperrichiedereunfinanziamentoeche perquestohannomaggioriprobabilitàdiottenerlo. L azzardomoraleèilproblemageneratodall asimmetriainformativadopolaconclusionedellatransazione. Neimercatifinanziarièilrischiocheilprenditoredifondipossacompiereazionicheaccresconolasua probabilitàdiinsolvenzaechepertantononsarebberograditealdatore. INTERMEDIARIFINANZIARI Intermediaricreditizi Lebanchesonointermediarifinanziaricheraccolgonofondiprincipalmenteattraversol emissionedi depositiincontocorrente,depositiarisparmioeliimpieganoperconcederefinanziamentialleimprese. Altriintermediarifinanziarisvolgonofunzionisimiliaquelledellebanche,maanzichéfinanziarsiattraversoi depositisifinanzianotramiteemissionediazioneeobbligazioni. Intermediariassicurativi Leimpresediassicurazionevitaassicuranolepersoneoffrendoprestazionimonetarieinun unicasoluzione alverificarsidieventicheriguardanolavitaumana.ifondisonoottenutigrazieaipremipagatidagli assicurati. Leimpresediassicurazionedanniassicuranoititolaridipolizzecontroeventichepossonocolpirele persone,lecoseoilpatrimonio.ifondisonoottenutigrazieaipremipagatidagliassicurati. Ifondipensione,dettoterzopilastrodopoINPSeTFR)sonoilveicolomedianteilqualesirealizzaunpiano pensionistico. INTERMEDIARIMONETARI SIMsocietàdiintermediazionemobiliare)ebanched investimento Questiintermediarifinanziarisvolgonoattivitàchehannoperoggettovalorimobiliari:gestisconoi portafoglidivalorimobiliarisubaseindividuale.

4 4 SGRsocietàdigestionedelrisparmio) Sitrattadiintermediaricheraccolgonolerisorsedeisingolirisparmiatoriodiimpreseperinvestirein portafoglidiversificatiattraversolcostituzione,lapromozioneelagestionedifondicomunid investimento odisicasocietàdiinvestimentoacapitalevariabile). REGOLAMENTAZIONEDELSISTEMAFINANZIARIO Informazioniadisposizionedegliinvestitori L asimmetriainformativachecaratterizzaimercatifinanziariimplicachegliinvestitorisianoespostia problemidiselezioneavversaeazzardomoralechepossonocostituireunserioostacoloalbuon funzionamentodeimercatistessi. L interventopubblicotramiteopportuneformediregolamentazioneevigilanzapuòridurreiproblemie aumentarel efficienza,accrescendolaqualitàdiinformazionipergliinvestitori. Leautoritàitalianedivigilanzasono: Bancad Italia:vigilasullebancheesugliintermediarifinanziari CONSOB:tutelailrisparmionegliaspettiditrasparenzaecorrettezza ISAP:vigilasulleimpresediassicurazioneaifinidellasanaeprudentegestioneedellatuteladella stabilità CONIP:verificalacorrettaetrasparenteamministrazioneegestionedeifondipensione AGCM:vigilasullaconcorrenza Stabilitàdegliintermediarifinanziari Iprestatoridifondinonsempresonoingradodivalutaresel intermediarioacuihannoaffidatoleloro risorsesiaingradodimantenereipropriimpegni,qualoraavesserodubbisullasoliditàesullastabilitàdel complessivosistemafinanziariopotrebberodecideresiritirareiproprifondisiadalleistituzionisiada quellechenonlosono. Ilrisultato,ilpanicofinanziario,puògenerareingentiperditeedanneggiareseriamentel economia.per evitarequestaeventualità,laregolamentazionedelsistemafinanziarioprevedevarietipologiediinterventi, fracuispiccano: Restrizioniall entrata:esistonoregolemoltorigidechestabilisconoachièpermessodiventare intermediariofinanziario Informazione:gliintermediarisonosoggettiastringentiobblighidiinformazione Controlloecontenimentodeirischi Assicurazionesuidepositi:ilFondoInterbancariodiTuteladeiDepositièunorganismoilcuiscopoè garantireidepositidellebancheconsorziate Limitiallaconcorrenza Restrizionisuitassid interesse Regolamentazionedelsistemafinanziarioneglialtripaesi Neglialtripaesilaregolamentazioneèsimileaquellaitalianavistalaspiccatainternazionalitàdeisistemi finanziari. Esistonocomunquealcunedifferenzetraleregolamentazionedeisingolipaesi,adesempioinalcuniStatii poteridicontrollosudiversetipologiediintermediarisonoaccentratiinun unicaautoritàdivigilanza oppureleattivitàchepossonoesseresvoltedacertecategoriepossonodifferiredaunsistemaadunaltro oppurelamodalitàdieserciziodellavigilanzapossonoassumereconnotazionidiverseprevedendoun interventopiùomenodiscrezionaledelleautoritànell attivitàdegliintermediari.

5 5 MERCATIMONETARI DEFINIZIONEDEIMERCATIMONETARI L espressionemercatomonetariovieneutilizzataperchéititolichevisonotrattatisonoabreveterminee altamenteliquidi,vicinialconcettodidenaro. Lecaratteristicheprincipalidiquestititolisono: Importiunitarimoltoalti1milionedieuro)!mercatoall ingrosso Rischiodiinsolvenzamoltoridotto Scadenzaalmassimoa1annodalladatadiemissione Ititolidelmercatomonetariovengonoscambiatidatraderviatelefonoehannounattivomercato secondario. Ilmercatomonetarioinunmondocompletamentenonregolamentatonondovrebbeneancheesistere,ma siccomeilsettorebancarioèsoggettoaregolamentazioniecostimaggioririspettoaimercatimonetari, nellesituazioniincuil asimmetriainformativanonèparticolarmenterilevate,imercatimonetarioffrono unvantaggiointerminidicostonelfornirefondiabrevetermineperiprenditori. SCOPODEIMERCATIMONETARI Unmercatodeglistrumentimonetaribensviluppatoèidealeperun impresaounintermediariochevoglia allocarelaliquiditàtemporaneaineccesso.analogamenteimercatimonetaripossonorappresentareuna fontedifondiabassocostoperleimprese,igoverniegliintermediarichehannonfabbisognodiliquidità dibrevetermine. Un eccedenzadidisponibilitàliquiderappresentauncostoperuninvestitore,inquantononfrutta interessi:imercatimonetarifornisconoglistrumentiidoneiperinvestirelaliquiditàineccessoeridurreil costoopportunità.gliinvestitorifinanziarispessoimpiegano parcheggiano )ifondinelmercatoazionario peressereprontiadapprofittarerapidamentedelleopportunitàdiinvestimentochesidovessero prospettare. IPARTECIPANTIALMERCATOMONETARIO Iprincipaliattoridelmercatomonetariosono: TesorodelloStato:ilMinisterodell EconomiaedelleFinanzeDipartimentodelTesoro)spessoemette titoliabrevebot)perfinanziarelagestioneabrevetermine. BancaCentrale:laBCacquistaevendetitolidelTesorooperazionidimercatoaperto)comestrumento percontrollarel offertadimoneta. Banche:acquistanotitolidelTesoro,vendonocertificatididepositoedeffettuanoprestitiabreve termine;offronoagliinvestitoriprivaticontididepositotitoli,chepermettonoaisoggettidiinvestire direttamenteintitolidelmercatomonetario. Societàdiintermediazionemobiliare:sonoattivenelmercatomobiliarecomedealerocomemarket maker. Compagniediassicurazione:mantengonoriservediliquiditàintitoliabreveperfarefronteaesigenze impreviste. Fondicomunidiinvestimentomonetari:consentonoaipiccolirisparmiatoridiparteciparealmercato monetarioaggregandoilorofondiperinvestirliintitolidelmercatomonetariodigrandeimporto. Imprese:acquistanoevendonovarititoliabrevecomenormaleattivitàdigestionedelleliquidità. Soggettiprivati:acquistanoquotedifondicomunidiinvestimentocheinvestonoinstrumentidel mercatomonetarioodirettamenteneglistessistrumentiattraversouncontodepositotitoli.

6 TITOLIDISTATOABREE BOTBuoniOrdinaridelTesoro) Perfinanziareildebitopubblico10%deltotale)ilTesoroitalianoemettetitoliabrevechiamatiBOT.Perla negoziazionesulmercatosecondariosidistinguetramercatialdettagliooall ingrosso:rispettivamenteil MOTel MTS. IBOTnonstaccanocedolamasonoemessiascontosulvalorenominale:ilrendimentodell investitore provienedalladifferenzatrailvalorealrimborsoequellodiemissioneetienecontodelladurataresidua. T5Bill IbuonideltesorostatunitensiTreasurybilloTbill)sonoititoliliquidiabrevetermineemessidalTesoro deglistatiuniti,conscadenze28,91,182giorni.lafederalreservehapredispostoun opzioned acquisto diretto,cheiprivatipossonoutilizzarepercomprarebuonideltesoroviainternet.ilmeccanismodisconto èugualeaquellodeibotitaliani. RischiodeititolidiStatoabrevetermine IBOTsonocaratterizzatidaunrischiodiinsolvenzavirtualmentenullonelcasoilgovernocheliemette abbiaunratingelevato.ilmercatodeibotèinoltracaratterizzatodaliquiditàespessore:unmercatoè liquidoquandoititolipossonoessereacquistatievendutirapidamenteeconbassicostiditransazione,un mercatoèprofondosec èlapresenzadimoltiordinidiacquistoevenditaprezziprossimitraloro. AstedeititolidiStatoabrevetermine PerquantoriguardaiBOTinItalia,ilprocedimentodicollocamentoformaleperlenuoveemissioniprevede un astacompetitiva.chivuoleacquistareibotdeveprenotareentroilgiornoprecedentel astalaquantità desiderataprezzounintermediarioautorizzato.l importoiciascunarichiestanonpuòessereinferiorea1,5 milionidieuroedessadeveriportarel ammontaredicapitalenominalechesiintendesottoscrivereeil relativoprezzo. RendimentodeiBOT InCapitalizzazioneSemplice:! =!! 1 360! InCapitalizzazioneComposta:! =!!#! 1! MERCATODEIDEPOSITIINTERBANCARI Idepositiinterbancarisonofondiabreveterminetrasferitiprestatiopresiaprestito)traintermediari finanziari.lalorofinalitàèquelladiconsentireallebanchedigestireiquotidianiscompensidiliquiditàche caratterizzanolaloroattività.conilcreditcrunchelamancanzadifiduciatralebanchequesto meccanismodiprestitiinterbancariabrevissimoterminespessoovernight)sièbloccato. Mercatoelettronicodeidepositiinterbancari Ilmercatoelettronicodeidepositiinterbancari,chiamatoeMID,haconsentitodiaumentarel efficienzae laliquiditàdelmercatointerbancario,estendendolenegoziazionianchealdollaroeallasterlina. Nell emidunabancapuòmonitorareimiglioritassioffertialmercatointemporealeattraversola piattaformaelettronicaepuòeffettuarel operazioneditradinginmodomoltorapido.ilsistemaemid 6

7 7 consenteallabanca,unavoltaindividuatoiltassod interessepiùconveniente,dipoterconcludere immediatamenteilcontrattoattraversolapropriapostazione. Mercatointerbancarioneglistatiuniti Ifederalfundsonofondiabrevetermine,generalmente1giorno,prestatiepresiaprestitotrabanche.Il nomeoriginadalfattochequestifondisonotenutipressolafederalreserve. LaFedhafissatounlivellominimodiriservaobbligatoriachetuttelebanchedevonomantenere.Per soddisfarequestovincolo,lebanchedevonoconservareunacertapercentualedeilorodepositipressola FederalReserve.Lafinalitàprincipaledeifedfundèconsentireallebancheunaimmediataprovvistadi riservenelcasositrovasseroscoperte. Ifedfundsonogeneralmenteinvestitiovernighteinformenongarantite.Lebanchetengonosotto controllogiornalmentelaloroposizionediriserveliquideeprestanoosiindebitanoinfedfundaseconda chepresentinosaldiinsurplusoindeficit. Iltassod interessedeifedfundèdeterminatodalladomandaedall offertaelafederalreservenonpuò controllarlodirettamente,mapuòinfluenzarloattraversolaregolazionedellivellodelleriservedisponibili perlebanche. PCTPRONTICONTROTERMINE) Nelleoperazionidipronticontroterminesistipulanocontemporaneamenteduecontrattidicompravendita disegnooppostoaventiperoggettounastessaquantitàetipologiadititoli:unoperatoresiimpegnaa venderevenditoreapronti)unadeterminataquantitàdititoliaunaltrooperatoreacquirenteapronti) conlapromessadiriacquistarliaunprezzoeaunadatafuturaprestabiliti. Esistonoanchecontrattiopposti,i reverserepo. UtilizzodeiPCT UnabancapuòvenderetitolidiStatoaun altraconlapromessadiriacquistarliilgiornoseguente. Operativamentesitrattadiunprestitoequivalenteaidepositiinterbancari,maconlagaranziecollateral) rappresentatadaititolioggettodelcontratto. Iltrasferimentodeititolisottostantil operazionedipronticontroterminepuòavveniresecondodiverse formetecniche.lepiùdiffusesono: Deliveryvspayment:consegnadeititolicontrocontanteititolivengonomaterialmentetrasferiti) Tri5partyrepo:utilizzodiunterzodepositario Holdincustody:nontrasferimentodelpossessoilvenditoreaprontiesercitalafunzionedidepositario percontodellacontroparte CERTIFICATIDIDEPOSITO UncertificatodidepositoCD)èuntitolonominativooaportatoreemessodaunabanca,chedocumenta undepositoespecificailtassod interesseeladatadiscadenza.adifferenzadeidepositiavistaicdsono titoliconscadenzaepossonoessereacquistatievendutifinoallascadenza. COMMERCIALPAPERNEGLIUS Lecommercialpapersonoeffettinongarantiti,emessidalleimprese,conscadenzamassimaa270giorni. Poichéquestititolinonsonogarantiti,sololesocietàpiùgrandiepiùsolvibilileemettonosibasanosulla credibilità). Lesocietàfinanziarieutilizzanoampiamentelecommercialpaperperfinanziareiprestiticheconcedonoai loroclienti.alcunideimaggioriemittentidicommercialpaperscelgonodidistribuireilorotitolimediante collocamentodiretto,cioèsenzal interventodegliintermediarifinanziarivendendoall investitorefinale. Untipospecialedicommercialpaper,notocomeABCPAssetBackedCommercialPaper),hala caratteristicadiesseregarantitadaalcunipacchettidiattivitàsottostanti.

8 8 ACCETTAZIONIBANCARIE Un accettazionebancariaèunacambialetrattaconlaqualeiltraenteordinaallabancadipagarepersuo contoalvenditoreunadeterminatasommaaunascadenzafutura. Leaccettazionibancarievengonousateperfinanziarelemercichedevonoesseretrasferitedalvenditoreal compratore,soprattuttoquandoilprimononconoscelasolvibilitàdellasuacontroparte. Dalmomentocheleaccettazionibancariesonoalportatore,possonoesserescambiatesulmercato secondariofinoallascadenza. EURODOLLARI MolticontrattiintuttoilmondoprevedonoilpagamentoindollariUSA,inconsiderazionedellastabilitàdi questavaluta,eperquestonumerosesocietàegoverniscelgonoditenereriserveindollari. AlcunegrandibanchediLondradetengonodepositidenominatiindollaripressodiloroequestivennero chiamatieurodollari.lebanchedituttoilmondoacquistanoevendonofondiovernightnelmercato interbancariodilondra.iltassopagatoperl acquistoèillibidlondoninterbankbid),mentreifondi vengonooffertiperlavenditaalliborlondoninterbankofferedrate).poichécisonomoltebancheche partecipanoaquestomercato,essoèestremamentecompetitivo:loscartotralibideliboreccede raramentei125puntibase. CONFRONTOTRAITITOLIDELMERCATOMONETARIO Lacaratteristicapiùrilevantedeititolidelmercatomonetarioèchetuttiitassidiinteressesuivari strumentitendonoadassumereunandamentomoltosimile.questoaccadeperchétuttihannounrischio relativamentebassoescadenzeabreveobrevissimotermine. Un altracaratteristicaimportantedeititolidelmercatomonetarioèlaloroliquidità,cioèlarapidità,la facilitàel economicitàdellaloroconversioneinmoneta.laliquiditàdeititolièdeterminatadalla profonditàdelmercatosecondarioincuipossonoesserevenduti,infattilapresenzadimoltiordinidi acquistoevenditaaprezziprossimiaquellinegoziatidàstabilitàallequotazionierendeimprobabileil formarsidiungaptradomandaeofferta.laprofonditàelaliquiditàdelmercatomonetariononsono critiche. MERCATOOBBLIGAZIONARIO SCOPODELMERCATODEICAPITALI Ilmercatodeicapitalivieneutilizzatopergliinvestimentialungotermineeilmotivopercuigliindividui scelgonodiprendereaprestitoalungotermineèridurreilrischiocheitassidiinteresseaumentinoprima chepossanoestinguereillorodebito. PARTECIPANTIALMERCATODEICAPITALI GliemittentiprincipalideititolideicapitalisonogliStatisovrani,glientiterritoriali,lesocietàcheemettono obbligazionieazioni. Imaggioriacquirentidititolisulmercatodeicapitalisonolefamiglie,chespessodepositanoipropri risparmipressoistituzionifinanziarie.

9 9 SCAMBINELMERCATODEICAPITALI Gliscambinelmercatodeicapitaliavvengononelmercatoprimarioonelmercatosecondario. Quandoleaziendeprocedonoalcollocamentoinizialedeititolieinoccasionedellaquotazione,l emissione èchiamataipoinitialpublicoffering).collocamentisuccessividinuoveobbligazionidapartediuna societàquotatasonosemplicementetransazionidimercatoprimarioseasonedoffering). All internodelmercatodeicapitaliesistonomercatisecondaribensviluppatieitipidiscambioche avvengonosonosvoltioinmercatiregolamentarioinquellioverthecounter. IlmercatoobbligazionariosecondarioinItaliaègestitodaBorsaItalianaedèdenominatoMOTMercato ObbligazionarioTelematico),ilqualesidivideinDomesticMOTeEuroMOT.Perilmercatoconscambi all ingrossoc èilcosiddettomtsmercatotelematicodeititolidistato). TIPIDIOBBLIGAZIONI Leobbligazionisonotitolicherappresentanoundebitodell emittenteneiconfrontidell investitore: impegnanol emittenteacorrisponderunimportospecificoaunadeterminatadata,generalmentecon pagamentidiinteressiperiodici,definitidaltassocedolare. LeobbligazionialungoterminedelmercatodeicapitaliincludonotitolidiStato,leobbligazionideglienti pubbliciterritorialieleobbligazionisocietariecorporatebond). TITOLIDISTATO PerfinanziareildebitopubblicoitalianoilDipartimentodelTesorodelMinisterodell Economiaemette diversitipidiobbligazioni.ladifferenzaprincipaletralediversecategoriedititolirisiededaunlatonella scadenzaedall altronellastrutturacedolare,siainterminidipresenzadicedolesiaperformadi indicizzazione. LeobbligazionidiStatosonogeneralmenteesentidarischiodiinsolvenzaperchéall occorrenzailgoverno puòsempreconiarebanconoteperpagareidebiti.questononsignificachesianototlmenteprividirischio. CTZCertificatidelTesoroZero5coupon) Durata:24mesi Tipodiasta:marginale Cedole:no Collocamento:consconto Rimborso:valorenominale Aliquota:12,5%sulloscartod emissione CCTCertificatidiCreditodelTesoro) Durata:7anni Tipodiasta:marginale Cedole:semestraliposticipate,indicizzatealrendimentodeiBOTa6mesipiùunospread Collocamento:sottooallapari Rimborso:valorenominalepiùultimacedola Aliquota:12,5%sucedoleescartod emissione BTPBuonidelTesoroPluriennali) Durata:3,5,10,15,30anni Tipodiasta:marginale Cedole:cedolasemestralefissa Collocamento:sotto,sopraoallapari Rimborso:valorenominalepiùultimacedola Aliquota:12,5%sucedoleescartod emissione

10 10 BTP ibuonideltesoropluriennaliinflationlinked) Durata:3,5,10,15,30anni Tipodiasta:marginale Cedole:cedolasemestralecorrettasecondol inflazioneeuropea Collocamento:sotto,sopraoallapari Rimborso:valorenominalepiùultimacedolacorrettisecondol inflazioneeuropea Aliquota:12,5%sucedoleescartod emissione BTPITALIABuonidelTesoroPluriennaliindicizzatiall inflazioneitaliana) Durata:3,5,10,15,30anni Tipodiasta:marginale Cedole:cedolasemestralecorrettasecondol inflazioneitaliana Collocamento:sotto,sopraoallapari Rimborso:valorenominalepiùultimacedolacorrettisecondol inflazioneitaliana Aliquota:12,5%sucedoleescartod emissione TassodiinteressedeiTitolidiStato ItitolidiStatohannotassidiinteresserelativamentebassi,inquantopresentanounbassissimorischiodi insolvenza.gliinvestitoriinoltresiaspettanocheitassidiinflazioneestremamentealtioestremamente bassiritorninoalivellinormali,percuigeneralmenteitassialungoterminenonrisentonodelleoscillazioni dell inflazionequantoquelliabrevetermine. Ititoliindicizzatiall inflazionehannountassodiinteressechenonvarianelcorsodellavitacontrattuale, mal ammontaredelcapitalesucuisicalcolanogliinteressivariainfunzionedell indicedeiprezzial consumo.allascadenzainoltreiltitoloèrimborsatoperunammontarechesaràilpiùaltotrailvalore nominaleall emissioneeilvalorecorrettoperl inflazione.ilprofilodirischioperquestotipodititoliè moltobasso. Couponstripping L operazionedicouponstrippingconsisteneldividerelecomponenticedolaridalvaloredirimborsodiun titoloconcedole.lacomponentedirimborsoallascadenzasichiamamantello,mentreognisingolacedola cheformauntitoloascontoaséstantevienedettastripsseparatetradingofregisteredinterestand PrincipalSecurity).Èprevistaanchel operazioneinversa,cioèricongiungereilmantelloconlesingole componenticedolari. Successivamenteallostrippingognicomponentehaunpropriocodiceidentificativoepuòessere conservataoscambiataseparatamente. Ivantaggidelcouponstrippingsono: Rendimenticerti Flessibilitàinterminidimiglioramentodellepossibiliscadenze Semplicitàpergliinvestitorichenondevonogestireflussiintermedi Glisvantaggisono: Aumentodelrischio Liquiditàminore MECCANISMIDICOLLOCAMENTODEITITOLIDISTATOEDELLEOBBLIGAZIONI Imeccanismidicollocamentodeglistrumentifinanziarisonodiversipercaratteristiche. Nelcasodiprivateplacementlastessaaziendacontattaipotenzialiinvestitorieinsiemealorovengono stabilitelecondizionielecaratteristichedeititoli. Nelcollocamentoafermol emittentecomunicaalmercatolecondizioniinterminisiadivolumechedi prezzo.ilrischioèquellodiavervalutatomalel appetibilitàdell obbligazione:seladomandaèaltaavrebbe potutocollocaleadunprezzopiùelevato,seladomandaèrischiadinoncollocaretuttiititoli.

11 11 Nelcollocamentoarubinettol emittentefissasoloilprezzomanonlaquantità. IlcollocamentoadastamarginaleusatoperBTP,CCTeCTZ)prevedelafissazionedelvolumemanondel prezzod emissionechevienescaturitodalprocessodiinterazionetradomandaeofferta.nell asta marginaledurantelafasedirichiestagliinvestitorifannopervenireleloroproposte,lequalisonoordinate inmododaprivilegiareleofferteaprezzipiùalti,dandoprioritàaquellichesonodispostiadottenere rendimentiinferiori.ilprezzodiaggiudicazioneèunicopertuttiipartecipantiedèparialprezzodell ultima offertasoddisfatta,quindiilpiùbasso. IlcollocamentoadastacompetitivausatoperiBOT)prevedelafissazionedelvolumemanondelprezzo d emissionechevienescaturitodlprocessodiinterazionetradomandaeofferta.nell astacompetitiva durantelafasedirichiestagliinvestitorifannopervenireleloroproposte,lequalisonoordinateinmododa privilegiareleofferteaprezzipiùalti,dandoprioritàaquellichesonodispostiaottenererendimenti inferiori.ilprezzodiaggiudicazionesaràugualealprezzooffertoequindièdiversoperogniinvestitore. Alterminedell astavienecalcolatoilpmpprezzomedioponderato),ponderandoidiversiprezziperle quantitàaggiudicate.gliintermediaripartecipantiall astadovrannoapplicarequestoprezzoaiclientiche avesserofattorichiestadiacquistodiqueititoli. OBBLIGAZIONIDEGLIENTIPUBBLICITERRITORIALI LeobbligazionideglientipubbliciterritorialisidistinguonoinBOCBuoniOrdinariComunali),BOPBuoni OrdinariProvinciali)eBORBuoniOrdinariRegionali).Lecaratteristichediquestititolisonodefiniteper legge: Devonoavereunaduratadialmeno5anni Devonoesserecollocatiallapari Gliinteressipossonoesserefissiovariabili Illororendimentoeffettivoallordod impostanonpuòesseresuperiorealrendimentolordodeititoli distatodiparidurataemessinelmeseprecedentemaggioratodiunpuntopercentuale Atenerebassoilrischioassociatoaiprestitiobbligazionarideglientiterritorialicontribuisceanchel assenza dilegameconlaredditivitàdell investimentochefinanziano:lalororemunerazionenonèlegataairisultati ditaliinvestimenti,comeaccadenegliusconirevenuebond. OBBLIGAZIONISOCIETARIE Quandosiparladiobbligazionisocietariesifariferimentoaititoliemessidaimpreseprivateepubbliche operantineivarisettoridiappartenenza.seunasocietàhabisognodicapitalialungotermine,può indebitarsiedemettereobbligazioni:ilcontrattoobbligazionariostabiliscediritti,facoltàegaranziedel titolo. Lesocietàchepossonoemettereobbligazionisonolesocietàperazionielesocietàaresponsabilitàlimitata conmoltivincolistringenti.perlebancheelesocietàconazioniquotatenonèprevistoalcunlimite dimensionalenell emissionediobbligazioni,mentreperlealtresocietàilvaloredelleobbligazioniin circolazionenonpuòsuperareildoppiodeimezzipropri. Iltassod interessedell obbligazionedipendedallesuecaratteristichechevengonodescritteinseguito. ClausolerestrittiveegaranzieaccessorieCovenant) Leclausolerestrittiverestrictivecovenant)rappresentanounpattoaccessorioauncontrattodi finanziamentoconcuiildebitoresiimpegnaesplicitamenteatenerecomportamenticorrelatiallagaranzia dellarestituzionedellasommaerogata. Icovenantpossonoesserepositivi,cioèlasocietàsiimpegnaafarequalcosagarantiredeterminati quozientidibilancio);negativi,cioèimpedisconoallasocietàsicompierecerteoperazionidivietodi disinvestireinalcunisettori);finanziari,cioèvincolanolasocietàarispettaredeterminatiparametri finanziarinoassetdisposal).

12 12 DirittodirimborsoanticipatoCallable) Molteobbligazionisocietarieincludonounaclausoladettadirittodirimborsoanticipatocallprovision),che autorizzal emittenteacostringereilpossessoredelleobbligazionicallableadaccettarneilrimborso. Imotivipercuilesocietàemettonoobbligazionicallablesono: Seitassidimercatodiminuisconoilprezzodell azioneaumenta,seitassiscendonoasufficienzail prezzosupereràquellodichiamataelasocietàrichiameràl obbligazione Lapossibilitàdiammortareleobbligazioniemesse,cioèrimborsarneunaparteogniannosecondoun pianodiammortamento Lapossibilitàdirimborsareleobbligazionicheincludonoclausolerestrittivecheimpediscono all aziendadiperseguirel interessedegliazionisti Obbligazioniconvertibili Alcuneobbligazionipossonoesserconvertiteinazioniordinarie:lamaggiorpartedelleobbligazioni convertibiliprevedercheciascunadiessepossaessereconvertitaadiscrezionedelpossessoredeltitoloin uncertonumerodiazioni.iltassodiconversionesaràtalecheilprezzodelleazionidovràaumentarein modonotevoleprimachelaconversionediventiconveniente. Laconversionepuòesseredirettaoindiretta:nelprimocasoleobbligazionivengonoconvertiteinazioni dellasocietàemittente,nelsecondocasovengonoconvertiteinazionidiunasocietàterza. Ilvantaggioperl investitorediquestotipodiobbligazioneècheilrischioèinferiorerispettoaquello dell azionedi compendio,perchéleobbligazioniconvertibilihannounastrutturaibridachefungeda cuscinettofornitodallaparteobbligazionaria)nelcasoincuisiverifichiunforteribassodell azione sottostante.allostessotempo,questititolipermettonodisfruttareilmercatoalrialzosultitoloazionario dicompendio,inparticolaresequestosiponealdisopradelprezzodiconversione. Obbligazionicumwarrant Nelloschemacontrattualedelleobbligazionicumwarrantl investitoresottoscriveduestrumenti: l obbligazionetradizionaleecontestualmenteunwarrant. Adifferenzadelleobbligazioniconvertibili,nonsihaunaconversionedeltitoloobbligazionarioinazionario, mal obbligazionistahal opportunitàdieffettuareuninvestimentoaggiuntivo,divenendoancheazionista,a condizioniprefissate. Lapossibilitàdiseparareilwarrantdall obbligazioneprincipalerendedifattopossibilechesulmercato secondariosianoscambiaticontemporaneamentel obbligazionecumwarrant,ilwarrantdasoloe l obbligazioneexwarrant. Obbligazionigarantite Leobbligazionigarantite,comunementechiamatecoveredbond,hannoun affidabilitàrafforzatadauna garanzia,comeperesempioleobbligazioniipotecarie. Obbligazioninongarantite Ititolidiquestotiposonoobbligazionialungoterminesupportatesoltantodallasolvibilitàgenerale dell emittente. Unesempiodiobbligazioninongarantitesonoleobbligazionisubordinatechehannoprioritàdirimborso ancorapiùbassarispettoallealtre. Leobbligazioniatassovariabilesononateaseguitodell elevatavariabilitàdeitassid interessedurantegli anni80e90delsecoloscorso.iltassod interessesuquestititolièlegatoaunaltrotassodimercatoe vienerettificatoperiodicamente. Obbligazionispazzaturajunkbond) Leagenziediratinganalizzanoegiudicanolapossibilitàdiinsolvenzadell emittente.leobbligazioniche hannounratingpariosuperiorealbaadimoody soalbbbdistandardandpoor ssonodefinite investmentgrade.quellevalutatesottotalelivellosonoconsideratespeculativeevengonochiamate obbligazionispazzatura.

13 13 Nel1977MichealMilken,dellasocietàdiinvestimentiDrexelBurnhamLambert,riconobbecheesistevaun certonumerodiinvestitorichesarebberostatidispostiadassumersiunrischiomaggioresefosserostati compensaticonrendimentielevati.ilproblemaeralascarsaliquiditàdeijunkbond.lasuasocietà acconsentìadassumereilruolodimarketmakerperleobbligazionispazzatura.unsecondoproblemaera l altaprobabilitàdiinsolvenzadellesocietàemittentisuilorotitoli,mamilkensicomportòcomeunabanca commercialeriducendoirischidiinsolvenza. GARANZIEFINANZIARIEDELLEOBBLIGAZIONI Gliemittentidititolifinanziaripiùdeboliacquistanospessogaranziefinanziarieperridurreilrischiodelle loroobbligazioni.unagaranziafinanziariaassicuracheilprestatoresaràripagatosiadelcapitalesia dell interesseincasodiinsolvenzadell emittente.inquestocasogliinvestitoriinobbligazioninondevono piùpreoccuparsidellasalutedellasocietàemittente,quantoinveceinteressarsiallasolidità dell assicuratore.lavalutazionedelcreditodell assicuratoresisostituisceaquelladelcredito dell emittente. Nel1995JPMorganintrodusseunnuovostrumentopergarantireleobbligazioni,chiamatoCDSCredit DefaultSwap).Questistrumentifornisconounagaranziacontroleinsolvenzesulrimborsodelcapitaleesui pagamentidegliinteressidiuntitolodidebito.inquestomodoèpossibilespecularesullapossibilitàdi insolvenzadeititoli. INESTIREINOBBLIGAZIONI Laprimacosadatenereincontoèilfattochesel aziendaincorreindifficoltàaonorareisuoiimpegni,i possessoridiobbligazionivengonorimborsatiprimadegliazionistipercuimoltiinvestitoripreferisconoil mercatoobbligazionarioaquelloazionariomoltopiùvolatile). Moltiinvestitoriinoltreconsideranoleobbligazioniuninvestimentoarischiomoltobasso,inquantoiflussi sonorelativamentesicuri. Un altraconsiderazionedafareècheseitassidiinteresseaumentanoodiminuiscono,ilvaloredelle obbligazionicambiainsensoopposto.ilrischioditassodiinteressepuòesserequantificatoricorrendoal concettodiduration. TERMINOLOGIAPERLEOBBLIGAZIONI Tassodiinteressecedolare:tassodiinteresseannuostabilitoperl obbligazione,chesolitamenterimane fissopertuttaladuratadellasuavita. Rendimentocorrente:pagamentodell interessedicedoladivisoperilprezzodimercatocorrente dell obbligazione. Tassodimercato:tassodiinteresseeffettivosulmercatopertitolicaratterizzatidarischioescadenza analoghi.iltassodimercatovieneutilizzatopervalutareleobbligazioni. Rendimentoascadenza:rendimentocheuninvestitorepercepirànelcasol obbligazionevengaacquistata alprezzocorrentedimercatoemantenutafinoallascadenza. CALCOLISULRENDIMENTODELLEOBBLIGAZIONI TRESTassodiRendimentoEffettivoaScadenza) Nelcasodititoliobbligazionariconcedolailtassodirendimentoeffettivoascadenzasibasasudueipotesi importanti: Ilmantenimentodeltitolofinoascadenzaeilsuorimborsoalvalorenominale

14 IlreinvestimentodeiflussiintermediauntassocheècostanteeparialTRES IlTRESèquindiqueltassocheeguagliatuttiiflussifuturiattualizzatialprezzodeltitoloquotatoinquel momento:! =!!!!!! 1 +!#$! +! 1 +!#$! Osservazioni: TRES>tassocedolare!P<N TRES<tassocedolare!P>N TRES=tassocedolare!P=N Incasodiobbligazionearenditaperpetuaoconsol,chegarantiscesemprepagamentidicedolafissi,ma nonunrimborsosiha:! =!!!! Dove!! prendeilnomeditassodirendimentoimmediato. TRENTassodiRendimentoNominale) IlTRENdiuntitoloaredditofissoconcedolaècalcolatorapportandoilvaloredellacedolaaquello nominaledeltitolo:!#$%&!#$ =!!#$%&!!#$!%&' 100 Questotassonontieneconto: Dell entitàdelcapitaleinvestito Dellafrequenzaconcuivengonopagatelecedole Dellavitaresiduadeltitolo TRITassodiRendimentoImmediato) IlTRIespressocometassoannuoequivalente,èottenutenelmodoseguente:!# =! 1 +!#$%&! 1 100!#$!!##$ Dovenèilnumerodicedolecheiltitolooffreinunanno. Ilimitidiquestotassosono: Considerasololacomponentediredditoincontointeressi,rappresentatadallacedola Nonconsideralavitaresiduadeltitolo Utilizzaadenominatoreilcorsoseccoanzichéilprezzotelqueleffettivamentepagatoperl acquistodel titolo Caratteristichegenerali SiailTRENcheilTRIrapportanolacedolaaunprezzo,ilprimoalquellodirimborso,ilsecondoalcorso seccodeltitolo.lelorocaratteristichecomunipossonoesserericapitolate: Entrambi approssimano bene il rendimento alla scadenza quando la scadenza è lunga e il prezzo dell obbligazioneèvicinoalvalorediparità 14

15 Entrambi diventano meno precisi quando il prezzo è superiore o inferiore al valore di parità dell obbligazioneelasuascadenzaèravvicinata CORSOSECCOECORSOTELQUEL Corsosecco Il corso secco è il prezzo dell obbligazione alla sua emissione o appena staccata la cedola e si calcola attualizzandoiflussifuturigeneratidallastessa:!#$!!!! =!!!!!! 1 +!! +! 1 +!! Corsotelquel Selavalutazionevienefattaacavallotralamaturazionediduecedole,l equazioneterràcontodelrateo d interesse:!#$!!#!!#$ =!#$!!##$!! 365 TASSIDIINTERESSE RENDIMENTOASCADENZA Prestitoconununicoflussodicassa Periprestiticheprevedonoununicopagamentoascadenzailtessodiinteresseèugualealrendimentoalla scadenza:! =!!!!!! 1 +!! Prestitoaratacotante Periprestiticonpagamentidiflussidicassaugualiogniannopertuttaladuratadelprestito:! =!!!!! 1 +!! Perlerenditeposticipatedinratesiha:!!! =! 1 1 +!!!! Obbligazioneconcedola IlTREScomegiàvistoèiltassocheeguagliaiflussidicassafuturialprezzodimercato:! =!!!!!! 1 +!#$! +! 1 +!#$! 15

16 Zerocouponbond LoZerocouponbondèuntitolosenzacedoleilcuirendimentoèdeterminatodalladifferenzatrailprezzo diemissioneeilvaloredirimborso:! =!!! opiùingenerale:! =!!#! 1! DIFFERENZATRATASSIDIINTERESSEREALIENOMINALI Iltassodiinteresserealeèquellochetienecontodellevariazioniprevistenellivellodeiprezziinflazione) inmododarifletterepiùesattamentel effettocostodiunprestito. Iltassodiinteresserealesiricavaapprossimativamente:! =!!! Quandoiltassodiinteresserealeèbassoonegativo,visononotevoliincentivinlprendereinprestitoe pochiperprestare. DIFFERENZATRATASSIDIINTERESSEERENDIMENTO Unvalidoindicatoredelrendimentotieneindebitocontoilprofilofinanziarioeconsideral entitàdei diversiflussifinanziarieilmomentoincuiquestiflussisimanifestano.inparticolarepossiamobipartire questielementiin: Flussirelativiallacomponenteperinteressi Flussirelativiallacomponentipercapitale Dellaprimacategoriafannopartelecedoleeiproventichederivanodall investimentodellecedoleche maturanoviaviasultitolo;lasecondacategoria,sicomponedelprezzodirimborsoediquellochesi ottienesmobilizzandoiltitoloprimadellascadenza Perquestoilrendimentodiuntitolopuòdifferiredalsuotassodiinteresse. Ilrendimentodiunaobbligazionepossedutadaltempotaltempot+1puòessereespressocome:! =!! +!!!!!!!!! Chesipuòriscriverecome:! =!!!! +!!!!!!!! Ilprimotermineèilrendimentocorrente!!,mentreilsecondoèilguadagnoincontocapitalecapitalgain) g,equindipossiamoriscriverlacome:! =!! +! Partendodaquestaformulasipossonofarealcuneosservazioni: 16

17 17 L unicaobbligazioneperlaqualeilrendimentoèugualeaquelloascadenzainizialeèquelloperla qualelavitaresiduacoincideconl holdingperiod Unaumentodeitassidiinteresseèassociatoaunadiminuzionedelprezzodell obbligazione,con conseguenteperditaincontocapitalesulleobbligazionismobilizzateprimadellascadenza Quantopiùèdistantelascadenzadiunaobbligazionetantomaggioreèlavariazionediprezzo associataaunamodificadeltassodiinteresse Ancheseun obbligazionehauntassodiinteressecedolaremoltoappetibile,ilsuorendimentopuò risultarenegativoseitassidiinteressedimercatosonoinrialzo RISCHIODITASSODIINTERESSEEDIREINESTIMENTO Rischioditassodiinteresse Iprezzieirendimentidelleobbligazionialungoterminesonopiùvolatilidiquellidelleobbligazioniapiù brevetermineperchérispondonoinmodopiùdirettoalcambiamentodeitassidiinteresse. Ilrischioditassodiinteresseèappuntoilrischiolegatoallavariazionedeiprezzidelleattivitàinportafoglio inrispostaavariazionineitassidiinteressedimercato. Nelcasodititolisenzacedola,selavitaresiduaèugualeall holdingperiodgliinvestitorinonpresentano alcunrischiolegatoaltassodiinteresse. Ititoliabreveconcedola,caratterizzatidaunholdingperiodpiùungodellavitaresiduadell obbligazione, presentanounrischiodireinvestimento. Rischiodireinvestimento Ilrischiodireinvestimentosiverificaperchéilricavatodell obbligazioneabrevescadenzadeveessere reinvestitoauntassodiinteressefuturocheèincerto,quandol holdingperiodèpiùlungodellavita residuadell obbligazione. L investitoretraebeneficiodaunaumentodeitassidiinteressi,perchéreinvesteauntassopiùalto;al contrarioèdanneggiatodaunadiminuzionedeitassi. MERCATOAZIONARIO INESTIREINAZIONI Un azioneèuntitolorappresentativodellapartecipazionealcapitalediunasocietà. Gliinvestitoripossonoottenereunrendimentoinduemodi:operchéilprezzodelleazioniaumentanel tempo,operchélasocietàpagaidividendi,magliazionistihannounaprioritàinferiorerispettoagli obbligazionisti.infattiquellodegliazionistièunaposizionediresidualclaimant:cioèl azionistahadirittoa otteneretutteleattivitàetuttiiredditicherimangonodopocheognialtroportatoridiinteressièstato soddisfatto. DicontrogliazionistihannodirittodivotoperlanominadelConsigliodiAmministrazioneeperle questioni,comelamodificadellostatutosocialeol emissionedinuoveazioni. Tipologiediazioni L azioneordinariacommonstock)rappresentaunaquotadiproprietànellasocietàemittente.gliazionisti ordinarihannodirittodivoto,ricevonodividendiesiaspettanocheilvaloredelleazionisalga. CipossonoesserediverseclassidiazioniordinarieA,B, )eladifferenzadisolitostaneidirittidivotoo nelladistribuzionedeidividendi. L azioneprivilegiatapreferredstock)sidifferenziadaquellaordinariaperdiversiaspetti.l azione privilegiatariceveundividendotendenzialmentefissoequindiassomigliaaunaobbligazione.poichéi dividendisonorelativamentefissi,ancheilprezzodell azioneèabbastanzastabile. Gliazionistiprivilegiatinonvotano,mahannodirittiprioritaririspettoalleazioniordinarie. Unesempiosonoleazionidirisparmio,favoritedalpuntodivistapatrimonialesiainterminididividendi, maprivedivoto.

18 18 MERCATOAZIONARIO Mercatiazionariregolamentati InItaliailmercatodiBorsaèregolamentatosecondolenormecomunitarieenazionaliefacapoaBorsa Italiana.Iltermineregolamentatofariferimentoallapresenzadialcunirequisiti: Meccanismidifissazionedeiprezzi Formediregolazionedegliscambi Leregoleditrasparenzaedituteladegliinvestitori L approvazionedapartedellaautoritàdivigilanzaconsob)delregolamentodeliberatodallasocietàdi gestione Leprincipaliborsemondialisiunisconoesiconcentranoperconquistarenuovequotedimercato:un esempioèl acquisizionediborsaitalianadapartedilondonstockexchange. LaBorsaItalianasiarticolaindiversimercatitraiqualiMTAMercatoTelematicoAzionario),MIMercato telematicodegliinvestmentehicles)eaimitaliaalternativeinvestmentmarket).mtaèdigranlungail piùimportanteesiarticolaindiversisegmenticonrelativiindiciftsemib,ftsestar ). Processodinegoziazione SulmercatoMTAlenegoziazioniavvengonoattraversouncircuitotelematicoacuipossonoaccederesolo gliintermediariautorizzati. Perquantoriguardailsistemadicontrattazioneelaformazionedelprezzo,MTAutilizzaunsistema misto,incuicioèoperanosiailmeccanismodell astaachiamatafaseinizialeefinaledellagiornata),siail criteriosellanegoziazionecontinuanell arcodellagiornata). istocheiprezzisonodiversiperogniscambioconclusovièlanecessitàdideterminareunprezzo espressivodell andamentogeneraledellagiornata:vienecalcolatoilprezzoufficiale,cheèunamedia ponderatadeiprezziconlequantitàscambiate. Alfinedioffrireun immaginesinteticadellatendenzaconclusivadellagiornatadiscambi,alterminedella sedutavienecalcolatoilprezzodiriferimento,cheèilprezzomedioponderatodell ultimo10%discambi chehaavutoluogodurantelaseduta. MercatiOTC Questaformadimercatomancadiqueirequisitichesisonoriconosciutiaimercatoregolamentati,maciòn significachenonsianosoggettiadalcunaregolamentazione:hannoregolepiùleggereeunastrutturapiù flessibile. LenegoziazionisonoeseguiteattraversocircuititelematiciNASDAQ)incuiidealersicreanounmagazzino dacuiattingonoquandogliinvestitoridecidonodiacquistareerimpinguandoloquandogliinvestitori voglionovendere. ConfrontotramercatiregolamentatieOTC Neimercatiregolamentari,comeNYSE,èspessoprevistoilruolodeltraderchesispecializzaindeterminati titolispecialist)ehailcompitodifacilitaregliscambirelativiaititolisucuiopera.lospecialistpuò rappresentarevaribrokerconordinidiacquistoovenditaequotabideask. DiversamenteimercatiOTCsibasanosuimarketmaker.Inquestocasononsioperaattraversounsistema diasta,maattraversounareteelettronicasullaqualevengonoespostelequotazionibidaskdeimarket maker.normalmentecisonopiùmarketmakerperognititoloeognunoesponelesuequotazioni.il compensodelmarketmakerèrappresentatodalladifferenzatrailprezzoaskolettera,alqualevendono) eilprezzobidodenaro,alqualecomprano). ECNElectronicCommunicationsNetwork) UnaECNèunareteelettronicacheriunisceunoopiùintermediarifinanziarieoperatori,consentendoloro ditrattaresenzaulterioriintermediari. LeECNsonocaratterizzatedaalcunivantaggichenehannopermessolosviluppo: Trasparenza:gliordiniinevasisonodisponibiliperlarevisionedapartedeitrader

19 Costiridotti:grazieall assenzadiunintermediario Esecuzionepiùrapida:interamenteautomatizzate Negoziazioniafterhours:negoziazionidopol oradichiusuradelleborse L unicoinconvenienteèchefunzionanobenesoloperleazionisullequalisiconcentraungrossovolumedi scambi. MTFMultilateralTradingFacility)esystematicinternalizer GliMTFsonocircuitidinegoziazioneprivatecheorganizzanogliscambisullabasedialcuniprincipi:la concentrazionedegliinteressidinegoziazionediunapluralitàdisoggetti,latrattazionedititoligiàquotatie l applicazionediregolenondiscrezionali. GliMTF,comel AIMItaliarivoltoallesocietàpiccole),creanolecondizioniperaccrescerelaconcorrenza traleinfrastrutturedimercatoeperampliareleopzionidiintermediarieinvestitoricircalsceltadel sistemaincuidareesecuzioneagliordini. Incerticasiasostituirsialleborsesonoglistessiintermediariattraversoisystematicinternalizer.Questisi pongonocomecontropartedirettaagliinvestitoriconilloroportafogliotitoli. INDICIDIMERCATOAZIONARIO Unindiceèilvalorediungruppodititolinegoziatiinundeterminatomercato. L indiceazionariopiùanticoefamosoalivellointernazionaleildjia,cheèbasatosulleperformancedelle azionidi30grandisocietàindustrialiquotatesulnyse. NelmercatoazionarioitalianoilFTSEMIBècalcolatorelativamentea40titoliazionariBluechips)quotati inborsaeselezionatisullabaseditrecriteri:l appartenenzasettoriale,ilgradodiliquiditàeillivellodi capitalizzazionedelflottante. LADETERMINAZIONEDELPREZZODIMERCATO Ilprezzodelleazioni,comequellodialtreattività,èfissatodalcompratorecheèdispostoapagaredipiùe chepuòtrarreilmigliorvantaggiodall attivitàinvendita.unruolofondamentaleinquestadeterminazione delprezzoèdatodalleinformazioni:maggioriinformazionipossonoaumentareilvalorediunaattività, riducendoilrischioassociatoalsuoacquisto. Nelcasodelleazioniadeterminareilprezzosonoipartecipantialmercato,facendooffertel unocontrogli altri.quandosirendonodisponibilinuoveinformazionisuun azienda,leaspettativevarianoeconloro ancheiprezzi.poichéipartecipantialmercatocontinuanoariceverenuoveinformazionièragionevoleche ancheiprezzidell azionecambinocostantemente. CALCOLAREILPREZZODELLEAZIONIORDINARIE Modellodivalutazioneuniperiodale Quandosidisponedifondisupplementaridainvestireperunannoepoibisognacederel investimento. Iflussigeneratisonoundividendoeilprezzodivenditafinale,mentreilfattorediscontodautilizzareèil rendimentorichiestosugliinvestimentiincapitaledirischio:!#!!!!! =! + 1 +!! 1 +!! Modellodivalutazionegeneralizzato Ilmodellouniperiodalepuòessereestesoperunnumeroqualsiasidiperiodi:!#!!! =! +!#! 1 +!! 1 +!! + +!#!! 1 +!! +!!! 1 +!!! 19

20 ModellodiGordon Ilmodellomultiperiodalerichiededicalcolareilvaloreattualediunnumeroinfinitodidividendi:per semplificarelecosesonostatisviluppatialtrimodellicomeilmodellodigordon,chepresupponelacrescita costantedeidividendialtassog:!! =!!#! 1 +!! +!#! 1 +!! + +!#! 1 +!! 1 +!! 1 +!!! 1 +!!! Semplificandoalgebricamentesiottiene:!! =!!#! 1 +!) Cioè:!! =!!!!!#!!!! Questomodellosibasasulleseguentiipotesi: Idividendicontinuinoacrescereauntassocostantesempre Iltassodicrescitasiainferiorealrendimentorichiestosulcapitaledirischio ModellodivalutazionedelPEPrice/Earnings) Ilmetodomiglioreperlavalutazionedelleazionièilmodellobasatosuidividendi,tuttavianonèsempre facileapplicarequestometodo. Unodegliapproccipiùdiffusièquellobasatosulmultiploprezzo/utili.IlmultiploPEèunamisuraper osservarequantoilmercatoèdispostoapagareun unitàdegliutilidiunaazienda.unpeelevatohadue interpretazioni: Seèsuperioreallamediapuòsignificarecheilmercatosiaspettaunfuturoincrementodegliutili Puòindicarecheilmercatoritienechegliutilidellasocietàsianocaratterizzatidaunbassofattoredi rischio IlmultiploPEpuòessereutilizzatoperstimareilvaloredell azionedell azienda:algebricamenteilprodotto delmultiplopergliutiliattesicorrispondealprezzodelleazioni:!! =!!! InparticolaresisupponechelesocietàdiunostessosettorenellungotermineabbianomultipliPEsimili.Il valorediun azionepuòquindiesseredeterminatomoltiplicandoilmultiplopemediodisettorepergliutili previstiperl azione. ERRORIDIALUTAZIONE Probleminellastimadeltassodicrescita Ilmodelloacrescitacostanterichiedechel analistavalutiiltassocostantedicrescitaacuil aziendasarà soggetta.potrestedeterminarelosviluppofuturocalcolandoiltassodicrescitastoricodeidividendi,delle venditeedeiprofittinetti.nonèdettoperòcheciòcheèavvenutoinpassatovalgaperilfuturo. Ilprezzodell azionediunaaziendaconunrendimentorichiestodel15%,undividendodi2puòvariare moltoasecondadeltassodicrescitastabilito.lavalutazionedellacrescitaal13%anzichéal12%dàluogoa unadifferenzadiprezzodiben38,33euro. 20

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Corso Unità d'italia 11, Cantù (Co) - info@cracantu.it - www.cracantu.it Tel 031/719.111 - Fax 031/7377.800 - Swift ACARIT22XXX Cod.Fisc/P.Iva n.00196950133 - R.E.A. n.43395 Como ABI n.08430 - Albo delle

Dettagli

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari ALETTI VIEW CERTIFICATE Prima dell'adesione leggere il

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

GLOSSARIO DI TERMINI ECONOMICO FINANZIARI

GLOSSARIO DI TERMINI ECONOMICO FINANZIARI GLOSSARIO DI TERMINI ECONOMICO FINANZIARI Fonti: http://www.borsaitaliana.it/bitapp/glossary.bit?target=glossarysearch http://www.bankpedia.org/vocidiz.php?lettera=1&azid=2 Consultazione fatta nel 25 marzo

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria.

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria. Politica monetaria Obiettivi principali della politica monetaria stabilità monetaria interna (controllo dell inflazione) stabilità monetaria esterna (stabilità del cambio e pareggio della BdP) ma può avere

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Banca di Ancona Credito Cooperativo Soc. Cooperativa Sede Sociale in Ancona Via Maggini 63/a 60127 iscritta all Albo delle Banche al n. 186.70 all Albo delle Società Cooperative al n. A160770, al Reg.

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica 17 Ottobre 2011 Indice Pag Sedi di esecuzione MiFID 2 Impatto della

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

GLOSSARIO. Accordi europei di cambio (AEC) (vedi anche: Accordo di Basilea-Nyborg e Banda di oscillazione)

GLOSSARIO. Accordi europei di cambio (AEC) (vedi anche: Accordo di Basilea-Nyborg e Banda di oscillazione) GLOSSARIO Accordi europei di cambio (AEC) (vedi anche: Accordo di Basilea-Nyborg e Banda di oscillazione) Accordi, nell ambito dello SME, che fissavano i limiti massimi di oscillazione bilaterale consentiti

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

G L O S S A R I O GLOSSARIO DELLA FINANZA

G L O S S A R I O GLOSSARIO DELLA FINANZA G L O S S A R I O GLOSSARIO DELLA FINANZA A REVOCA O CANCELLAZIONE Tipo di contratto di compravendita di titoli, attraverso un intermediario, che perde validità al momento della sua esecuzione o dell'annullamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting 1. Le priorità delle PMI italiane Quali sono

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

ENTE: APOF-IL PROVINCIA: POTENZA ALTRI ALLEGATI

ENTE: APOF-IL PROVINCIA: POTENZA ALTRI ALLEGATI ALTRI ALLEGATI Anno 2014 Procedura realizzata da Publisys S.p.A. C.da Santa Loja - Tito (PZ) Pagina 2 di 15 CAPACITA' DI INDEBITAMENTO Anno 2014 Procedura realizzata da Publisys S.p.A. C.da Santa Loja

Dettagli