- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice"

Transcript

1 UNIVERSITÁ degli STUDI di FOGGIA FACOLTÁ di ECONOMIA Elementi di Calcolo commerciale trattati in seno al corso di Economia aziendale tenuto dal prof. M. Milone nell a.a Indice: A) Calcolo mercantile Applicazioni sui sistemi di misure: - sistema internazionale - sistema metrico decimale - sistema inglese - sistema statunitense. Applicazioni su Rapporti Proporzioni - Calcoli percentuali: - regola del tre semplice - calcoli sopra cento e sotto cento - riparto semplice diretto. Compravendita (determinazione del costo complessivo di vendita e del netto ricavo di vendita): - prefatturazione (documento di trasporto) - fatturazione (calcolo della base imponibile, sconto incondizionato e condizionato, documenti sostitutivi della fattura) - postfatturazione (nota di credito e nota di debito) - regolamento del totale vostro dare (mezzi di pagamento e strumenti di credito) - calcolo della posizione Iva - contabilità Iva B) Calcolo finanziario Applicazioni d interesse e sconto (montante e valore attuale): Conti correnti bancari e postali: - scheda - staffa - prospetto competenze e spese. Applicazioni sui Valori mobiliari: - azioni - obbligazioni - strumenti finanziari - quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

2 Misure di lunghezza Sistema metrico decimale Multipli e sottomultipli del metro Multipli Miriametro Mm 10 Km Chilometro Km 10 hm Ettometro hm 10 dam Decametro dam metri 1000 metri 100 metri 10 metri Unità Fondamentale METRO m 1 metro 1 metro Decimetro dm 0,1 metro Sottomultipli Centimetro cm 0,01 metro Millimetro mm 0,001 metro Esempi di equivalenze 1 : 5 m =...dm ( da metro a dm c'è solo un posto a scendere, quindi si moltiplica per 10). Quando si moltiplica per 10 per 100 per 1000 basta aggiungere degli zeri; per 10 devi aggiungere uno zero, per 100 due zeri, per 1000 tre zeri, per quattro zeri 5m = 50 dm 675 dm =... m ( da decimetro a metro c'è un posto a salire, quindi si divide per 10) 675 dm = 67, 5 m Basta mettere una virgola da destra verso sinistra, per 10 un posto, per 100 due posti, per 1000 tre posti 8456 m =... Km ( da metro a kilometro ci sono tre posti a salire, quindi si divide per 1000): 8456 m = 8,456 Km Le misure di lunghezza inglesi (e americane) sono tre: la yard, i piedi e i pollici. La yard é abbreviata yd ed equivale a metri 0, yard si divide in tre piedi (in inglese feet). Il piede, che si abbrevia con la sigla ft, equivale a metri 0, La procedura è la stessa per le altre misure (di superfici, volumi, pesi, valori). Detta esemplificazione attiene al metodo. In realtà, esistono convertitori automatici di misure.

3 Ogni piede, a sua volta, si divide in 12 pollici (in inglese inches). Il pollice che si abbrevia con la sigla in, equivale a metri 0,025. Quindi: yard yd m 0,914 3 piedi ft m 0, pollici in m 0,025. Negli Stati Uniti d America, come unità di misura di peso sono impiegati due diversi sistemi: - il sistema avoir du poids - il sistema troy. Il sistema avoir du poids è utilizzato per le merci comuni, mentre il sistema troy è usato esclusivamente per i metalli preziosi. Il sistema troy statunitense è del tutto uguale a quello adottato in Inghilterra. I calcoli riguardanti le misure complesse (inglesi e statunitensi) sono: - le quattro operazioni - la razionalizzazione - la riduzione da una misura di ordine superiore ad una di ordine inferiore, e viceversa - le decimalizzazione, ovvero trasformazione di un numero complesso in numero decimale - la sdecimalizzazione, cioè trasformazione di un numero decimale in numero complesso - la conversione di una misura complessa in un altra del sistema internazionale. Esempi. La misura yds , razionalizzata è = yds pollici corrispondono a 1 piede e 4 pollici; piedi 6 ( 5 + 1) corrispondono a 2 yds, che si aggiungono alle preesistenti

4 La misura yds decimalizzata è = yds 27,111 3 Yds è riducibile a pollici Rapporti Proporzioni Calcoli percentuali Il problema che risolve la proporzione è quello di determinare uno dei quattro termini di cui essa si compone, se si conoscono gli altri tre 5 (proprietà fondamentale). Il termine proporzione si può considerare sinonimo di rapporto e il rapporto tra due numeri reali a e b, il secondo dei quali diverso da zero, cioè il quoziente del primo numero rispetto al secondo, viene indicato con: a/b Al termine proporzione si può anche attribuire il significato di particolare relazione fra quattro numeri. Si dice che quattro numeri reali positivi a, b, c, d sono in proporzione fra loro, se il rapporto fra il primo e il secondo è uguale al rapporto tra il terzo e il quarto; in formula: a/b = c/d Questa relazione quaternaria si legge: a sta a b, come c sta a d. Per esprimere questa situazione si può anche dire che i numeri a, b, c, d, nell'ordine costituiscono una quaterna proporzionale. Ad esempio i numeri 3, 6, 5, 10 formano una quaterna di interi proporzionali perché il rapporto 3/6 è uguale al rapporto 5/10. I numeri a, b, c, d si dicono termini della proporzione e, in particolare, a - c si dicono antecedenti della proporzione, b - d conseguenti della proporzione, a - d estremi della proporzione, b - c medi della proporzione; infine d è detto quarto proporzionale che segue a, b, c. Dalla definizione si ricava immediatamente la proprietà fondamentale delle proporzioni: Se quattro numeri sono in proporzione, il prodotto del primo con il quarto è uguale al prodotto del secondo con il terzo. In altre parole: in ogni quaterna proporzionale il prodotto dei medi è uguale al prodotto degli estremi. Da questa proprietà ne derivano altre: 1. Regola del quarto proporzionale Noti tre numeri a, b, c, il quarto proporzionale, d, è dato da: /3 + 4/36 = 27,111 4 yds 27 = 81 piedi ( 27*3, che restano tali, essendo 0 i piedi preesistenti); 81 piedi = 972 pollici (81 * 12). 5 Ovvero, il rapporto base ed uno dei termini da definire.

5 d = b * c / a Definiamo due grandezze direttamente proporzionali quando, raddoppiando, triplicando una di esse, si raddoppia, triplica anche l altra, oppure se la prima si dimezza anche l altra si riduce a metà. Definiamo due grandezze variabili e dipendenti inversamente proporzionali quando al raddoppio dell una si riduce della metà l altra e viceversa. Esempi di proporzionalità diretta e inversa Problema Proporzionali Proporzionali Risultato tà diretta tà inversa N.10 calcolatrici costano 200,00; quanto X 300,00 costerebbero 15? La confezione di un abito richiede 3 mt di X mt15 stoffa; quanti ne occorrono per 5 abiti di pari taglia? 10 operai eseguono un lavoro in 8 ore; X 4 quante ore impiegherebbero 20 operai? Un veicolo percorre la distanza Na-Le in 6 ore, alla velocità media di 90 km orari; quanto tempo impiegherebbe a 60 km orari? X 9 PREFATTURAZIONE ESEMPIO DI DOCUMENTO DI TRASPORTO ELECTROSYSTEM S.p.A. Documento di trasporto Viale Romagna, 20 N. 776 del MILANO Destinatario Tel Spett.le Ditta Capitale sociale euro ,00 int. versato Giovannitti Ludovica Partita Iva Viale Piave, 25 Registro imprese n ASTI Causale del trasporto VENDITA Descrizione dei beni (natura e qualità) U.M. Quantità Lavastoviglie mod. Margherita KT 60 n. 16 TV Color CGE 24 pollici n. 20 Lucidatrici mod. Rapid FV 30 n. 28

6 STRUTTURA DELLA FATTURA COMMERCIALE GENERALITA DEL VENDITORE LUOGO E DATA D EMISSIONE N. FATTURA RIFERIMENTI ALLA PRE-FATTURAZIONE GENERALITA DEL COMPRATORE QUANTITA DESCRIZIONE PREZZO IMPORTO VALORE DEI BENI 6 - SCONTO INCONDIZIONATO + SPESE FORFETARIE (N. D.) = BASE IMPONIBILE + I.V.A. 7 + SPESE DOCUMENTATE + INTERESSI DILATORI 8 + BOLLI = TOTALE FATTURA 9 ======== Clausole: a) reclamo entro il ; b) foro competente; 6 La fattura può riferirsi a beni soggetti a una o più aliquote. In quest ultimo caso, le spese forfetarie sono da ripartire in proporzione al valore degli stessi (cfr. riparto semplice diretto). 7 Il momento in cui sorge il rapporto tributario, detto impositivo è, per i beni mobili, la consegna o spedizione; per gl immobili, la stipulazione o quando si verifica l effetto traslativo. 8 Diversi dagli interessi di mora, estranei al campo di applicazione IVA. Gli interessi dilatori, infatti, costituiscono corrispettivo, concordato tra le parti, per la prestazione di un servizio (operazione di credito o di finanziamento); quelli di mora, conseguenti a ritardi unilaterali, rappresentano il risarcimento del danno per il ritardo di pagamento, perciò, fuori campo Iva. 9 L eventuale sconto condizionato sarebbe oggetto di una rettifica della fattura, rappresentata da un documento detto nota di accredito.

7 L impresa mercantile Alfa di Corato ha venduto il 10/11 al supermercato La Spesa di Molfetta con fattura n 289 le seguenti merci: 600 pacchi di prodotti xy67 a euro 7,85 il pacco + iva del 10 % 300 bottiglie tipo AB56 a euro l una + IVA 20% prodotti A77 a euro 0,88 l una + iva del 4%. Consegna franco magazzino venditore. In fattura sono addebitate spese di imballo pari a euro 129,11, le spese di trasporto anticipate in contanti dalla ditta venditrice al vettore La Veloce per euro 245,83, sono documentate dalla fattura n 48. Le condizioni di vendita concordate prevedono uno sconto incondizionato del 5 % + 3% ed uno sconto del 2% ( sull importo della fattura al netto sia d IVA che di spese documentate d accordare in caso di pagamento immediato). Lo studente presenti i calcoli relativi alla fattura n 289, sapendo che il regolamento avviene con con assegno circolare dell Unicredit. I calcoli riguardano: - gl importi, ovvero prezzo per quantità; - lo sconto incondizionato del 5% su detti importi e del 3% sugli stessi al netto del 5%; - il riparto (semplice diretto 11 ). 10 Cfr. ultima manovra finanziaria. Incremento aliquota al 21%, dal 17 settembre 2011, 11 La formula del riparto semplice diretto è: S/a + b + c * a; S/a + b + c * b; S/a + b + c * c. Ovvero: 129,11/810, , ,17 = 0, (coefficiente di riparto) 0, * 810,92 = 11,34; 0, * 4340,27 = 60,68; 0, * 4083,17 = 57,09. Per la verifica dell esattezza del calcolo: 11, , ,09 =

8 Alfa Via Corato, Corato (BA) P. Iva C.F. MGVMAR664 Molfetta,10 Novembre N Fattura N.248 Supermercato la Spesa Via Bisceglie, Molfetta (BA) P. IVA C. F FLMRTQ589 QUANTITA DESCRIZIONE PREZZO UNITARIO 600 Prodotti xy Bottiglie AB Prodotti AZ 7 IMPORTO % IMPORTO 10% 7, , IMPORTO 4% Sconto 5% Sconto 3% Spese per imballaggio Base imponibile Iva totale Spese di trasporto Totale VS dare TOTALE FATTURA ======= Clausole: pagamento entro 60gg In realtà, non tutte le operazioni di vendita sono documentate dalla fattura 13. In molti casi questa è sostituita dalla ricevuta fiscale e dallo scontrino fiscale 14, i quali riportano l importo comprensivo d Iva.. La scomposizione tra imponibile e Iva comporta un calcolo sopra cento Quando la emette il compratore (nei casi di omaggi o autoconsumo) si parla di autofattura. 14 Si parla di sostituire lo scontrino con una ricevuta elettronica.

9 GENERALITA DEL VENDITORE ESEMPIO DI NOTA DI CREDITO GENERALITA DEL COMPRATORE NOTA DI VARIAZIONE n. del (data) Facendo riferimento alla ns. fattura n. del (data) Vi accreditiamo quanto segue: Quantità Codice Descrizione Prezzo Importo Vi preghiamo di volere annotare sul Vs registro Iva 16 la variazione di cui sopra ai sensi dell art. 26 del D.P.R , n. 633, e successive modificazioni. Distinti saluti Firmato: il venditore Premesso che l Iva è un imposta indiretta, ossia, gravante sui consumi. La stessa ( intesa come prelievo obbligatorio di denaro da parte dello Stato al cittadino) grava sul consumatore, ma è applicato dall imprenditore. Costui, a tal fine, è obbligato a registrare le operazioni. Ovvero, egli deve redigere una contabilità apposita, detta contabilità Iva. La contabilità ordinaria Iva comporta l annotazione delle fatture su appositi registri. In particolare: le fatture d acquisto nel registro delle fatture ricevute o d acquisto; le fatture di vendita nel registro delle fatture emesse o di vendita. 15 Il calcolo percentuale consente di risolvere problemi nei quali il valore conosciuto e S + P (imponibile + iva). Detto calcolo si chiama sopra cento. Cioè, 100 : (100 + r) = S : (S + P). Supponiamo che abbiamo ricevuto uno scontrino di 1100,00. S sarà uguale a 1100,00 * 100 / 121. Cioè, 909,09 (imponibile). Verifichiamo: 909,09 * 21 / 100 = 190,91 (iva). 909, ,91 = 1100,00 16 Crf. Pagina successiva.

10 Modello di registro delle fatture emesse Fattura o Data di Aliquota Variazioni Data di documento consegna Cliente Importo registrazione N. Data 200N operazione Imponibile Iva Importo % Iva Periodicamente (mensilmente o trimestralmente), il soggetto d Iva (imprenditore) determina la posizione Iva; cioè, il debito o il credito nei confronti dello Stato. Il debito sarà costituito dalla differenza tra l iva riscossa sulle vendite e quella pagata sugli acquisti. In realtà, si tratta dell iva sul valore aggiunto (da cui l acronimo Iva). Molfetta, 15 novembre 200N Banca UNI CREDIT Assegno Circolare 10697,03 Assegno n 302 pagherà a vista per questo assegno circolare Diecimilaseicentonovantasette/03 all ordine di SPA Magazzini Ferri Banca UNI CREDIT Il dirigente Cambiale Pagherò Molfetta,12/11/200N 5.185,79 Al 09/200N pagherò per questa cambiale Bollo 62,20 17 Al la ditta Alfa la somma di cinquemilacentottantacinque/79 pagabile presso Banco Napoli Filiale di M.tta Via Ruvo 5 Supermarket. La Spesa Molfetta BA Supermarket (firma) 17 Il bollo è ottenuto applicando il 12 per mille all importo e arrotondando.

11 Assegno bancario Emesso il 20/11/200N A favore di Molfetta li 20/11/200N uro 1546,86 Magazzini Ferri Banca Commerciale Italiana A vista pagate per questo assegno bancario n N uro Millecinquecentoquarantasei/86 All ordine di Magazzini Ferri C/C N conto corrente n Firma Supermarket La Spesa Ricevuta bancaria Ricevuta 329 Data di pagamento 24/11/N uro 9409,49 Impresa Alfa Via Ruvo, 7 Riceviamo la somma di Novemilaquattrocentonove/ Molfetta (BA) P. IVA Versate a mezzo B. C. I. A saldo delle ns. fattura n. 289 del 10/11/200N di 10910,34 Incassare tramite Supermarket la Spesa MAGAZZINI CARIME C.so Garibaldi 4 FERRI Agenzia N Molfetta (BA) BARI firma Cambiale Tratta Bollo ( 9,60) Bisceglie N euro # 800,00# (luogo e data di emissione) Al 90 giorni vista pagherete per questa cambiale alla ditta Colori pugliesi di Antonio Giurato la somma di euro ottocento/ Per accettazione Monopoli Giovanni Dassisti (firma) Banca Intesa Agenzia n.149 Sportello Monopoli (Ba) Giovanni Dassisti Via Mazzini Monopoli nato il Srl Giulio Guido (firma rapp.te)

12 GIRATE 18 Firma Girante Le cambiali attive o da riscuotere possono essere rese liquide prima della scadenza attraverso l operazione di sconto bancario. Cioè, in presenza di determinate condizioni, quali l affidabilità del richiedente (il beneficiario della cambiali) e la bontà della carta (solvibilità del debitore), la banca ne anticipa il valore, al netto dello sconto e di altre commissioni. 18 Il tergo dei titoli di credito suddetto è adibito alle girate, intese come trasferimento disposto dal beneficiario ad altri soggetti. Queste si chiamano girate proprie (in pieno e in bianco), per distinguerle da quelle improprie (per l incasso, ecc.). La girata sopra riportata è in bianco. Se fosse stato indicato il giratario (cioè il nuovo beneficiario), si sarebbe trattato di girata in pieno.

13 INTERESSE E SCONTO Il concetto di credito e debito richiama quello di interesse e sconto, strumento matematico per neutralizzare le sfasature temporali (si dice, per trasferire capitali nel tempo, in avanti - interesse -, indietro - sconto 19 ). L interesse è additivo, per cui, addizionato al capitale iniziale, forma il cosiddetto montante. Il secondo è sottrattivo, per cui, sottratto dal capitale ad una certa epoca, forma il cosiddetto valore attuale. In altri termini, l interesse è il compenso che spetta ad un finanziatore per una somma di denaro da lui investita 20 ; è, ad un tempo, il compenso per la rinunzia a disporre immediatamente di quel capitale. Il compenso comprende anche il rischio insito nel credito. La somma - compenso o interesse è proporzionale a: capitale, tasso d interesse 21, durata del prestito o finanziamento 22. Indicando con i simboli: C il capitale, r tasso d interesse percentuale, t tempo, la formula è: I o Sc 23. = C r t (tempo espresso in anni) 100 C r m I o Sc. = (tempo espresso in mesi) 1200 I 24 o Sc. = C r gg (tempo espresso in giorni) Il primo rende equivalente il capitale oggi allo stesso capitale ad una data futura; il secondo rende equivalente il capitale ad una data futura allo stesso capitale, oggi. 20 Inteso come impiego per ottenere un rendimento aggiuntivo rispetto al capitale iniziale. 21 L interesse può essere riferito all unità di capitale o a 100 unità di capitale. Nel primo caso si parla d interesse unitario (esempio 0,01, indicato col simbolo i ), nel secondo caso si parla d interesse percentuale (esempio, 10/100 o 10%, indicato con simbolo r ). 22 Il tempo può essere riferito all anno, ai mesi, ai giorni. 23 Si notino le differenze tra sconto mercantile (proporzionale all importo) e sconto commerciale (proporzionale al capitale, tasso e tempo); tra questo e lo sconto razionale (il primo considera il capitale alla scadenza, il secondo considera il capitale all atto in cui si calcola lo sconto). 24 Un metodo semplificato adottato nella pratica commerciale, soprattutto quando l anno e i mesi sono considerati commercialmente (cioè, di 360 e di 30 giorni) è quello dei divisori fissi, ottenuto dividendo numeratore e denominatore per r. Per cui, la formula diventa C gg / D. Sostituendo C * gg con N (numero), potremo calcolare l interesse su più capitali, anziché tante volte quanti sono i capitali, una sola volta. La formula è N/D. Nella pagina seguente è riportata la tabella dei divisori fissi, da 1 a 5.

14 Il montante e il valore attuale, intesi, rispettivamente, come addizione di capitale e interesse e come differenza tra capitale e sconto, sono: CONTI CORRENTI, BANCARI E POSTALI Più volte, nelle pagine precedenti, abbiamo citato il conto corrente, alla base del quale, nel significato di conto corrente fruttifero 26, c è il calcolo dell interesse-sconto, fin qui trattato. Il conto corrente è lo strumento tecnico attraverso il quale le banche e le poste italiane, realizzano la propria attività. Il conto corrente evoca due dimensioni, una contabile e l altra giuridica. La dimensione contabile riguarda la registrazione di valori monetari in relazione ad un rapporto giuridico che incrocia tre contratti: di conto corrente 27, di mandato 28, delle operazioni bancarie in conto corrente 29. Le parti 30 si obbligano ad annotare in un conto i crediti derivanti da reciproche rimesse 31, la banca assume l impegno di svolgere un servizio di cassa per conto del correntista 32, il correntista può disporre in qualsiasi momento delle somme risultanti a suo credito 33, la banca, da parte sua, può, in qualsiasi momento, recedere dal contratto e chiudere il conto. TABELLA DEI DIVISORI FISSI Tasso divisore fisso commerciale 36000/r divisore fisso civile 36500/r 1% % % % 5% 25 La pratica commerciale di considerare l anno di 360 e i mesi di 30 giorni è dal 1999 (anno d introduzione di regole di calcolo comunitarie) formalmente eliminata. 26 La dottrina distingue conti correnti infruttiferi (cioè, non produttivi di interesse) e fruttiferi (cioè, produttivi d interessi). Noi ci occupiamo di quelli fruttiferi, di fatto infruttiferi (come si dirà nelle note seguenti). 27 Artt e ss. c.c.. 28 Artt e ss. c.c.. 29 Art c.c.. 30 Siano, privati, aziende, altri enti. 31 Fin qui, art c.c.. 32 Cfr. art c.c.. 33 Quest ultima disposizione, prevista dall art c.c., rinvia alla differenza tra saldo contabile, liquido e disponibile, di cui si parlerà a proposito di valute.

15 Il contratto di c/c, stipulato tra banca e cliente 34, dopo che questi ha preso visione del documento di sintesi 35, precisa, fra l altro, le competenze e le spese che spetteranno e graveranno sul conto (tassi d interesse 36, spese per ogni registrazione, dette spese tenuta conto, commissione sul massimo scoperto 37, spese fisse di chiusura e recupero bollo trimestrale) 38. Esso è alimentato da tutte le operazioni che le banche praticano con la loro clientela, riconducibili a due movimenti: uno in entrata e l altro in uscita. Per operazione deve intendersi un servizio che la banca offre al correntista. Questi sono suddivisi in due gruppi, il primo che comporta accreditamenti e il secondo che comporta addebitamenti, così come segue. Box 1 - Fonti di accreditamento 39, secondo l Accordo interbancario - Versamenti di assegni bancari (in seguito A/B) tratti su altre banche - Versamenti di assegni circolari (in seguito A/C) emessi da altre banche - Bot (buoni ordinari del tesoro) rimborsati alla scadenza - Cedole (diritto di riscossione d interessi su obbligazioni) su titoli esteri - Denaro - Dividendi su titoli in amministrazione - Effetti accreditati salvo buon fine (in seguito s.b.f.) per il loro valore nominale con scadenza su piazza - Giroconti disposti da un conto all altro dello stesso cliente - Giroconti o bonifici disposti da terzi - Interessi su titoli in amministrazione - Netto ricavo sconto cambiali commerciali - Netto ricavo sconto di pagherò diretti 40 - Ricevute bancarie (in seguito Ri.Ba.) s.b.f. accreditate al valore nominale 34 Si distinguono c/c a firme disgiunte o libere, a firme abbinate, a firme congiunte o collettive. 35 Riassunto delle condizioni che la banca propone per la stipulazione del contratto di c/c. 36 I c/c sono a tassi non reciproci, cioè il tasso lordo sui saldi attivi, detto creditore, è diverso (precisamente, di gran lunga minore) rispetto al tasso sui saldi passivi, detto debitore. In tal senso, si parla di forbice (cfr. negozio banca, per le banconote straniere) tra i tassi. Inoltre, i tassi attivi sono commisurati a fasce progressive di consistenza media. 37 Questa commissione, a carico del cliente, ricorre sui c/c attivi, di cui si parlerà avanti. 38 E il caso di sottolineare che, fatta salva la logica di tenuta del c/c, malgrado l intesa tra le banche per uniformare le modalità di tenuta degli stessi, trattasi sempre di prodotti su cui esse competono. Per cui, ogni banca cerca di diversificare le condizioni, in modo tale che, per le diverse tipologie di clientela, appaiano le più convenienti. Esempio: la banca Antonveneta in un offerta espone: tasso creditore lordo 1,25%, spese forfetarie trimestrali 10,00; diritti di chiusura trimestrali euro 5,00%, spese per operazione, nessuna; in altra offerta espone: tasso creditore 0,50% al lordo delle ritenute di legge, tasso debitore 7,25%, entro fido; spese di tenuta conto 18 euro forfetarie a trimestre, senza ulteriori spese e commissioni, per un numero illimitato di operazioni; commissione massimo scoperto, ovvero importo massimo rimasto a debito del cliente per un certo numero di giorni, 0,25%; carta bancomat internazionale gratuita (con prelevamenti gratuiti su tutti gli ATM della banca), rilascio carta Visa/MasterCard gratuite, utenze domiciliate in c/c gratuite, tasso creditore su deposito a risparmio 1,75% al lordo delle ritenute di legge. 39 Registrazione a credito dell intestatario 40 Forma di finanziamento bancaria.

16 - Rinnovo di pagherò diretto - Saldo a credito del cliente riportato a nuovo dal trimestre precedente - Sbilancio sugli interessi, competenze e spese di c/c comunicate all inizio del trimestre e relative al periodo precedente - Versamento vagli postali - Vendita a contante di azioni - Vendita a contante di titoli a reddito fisso o predeterminato - Vendita di Bot sul mercato secondario 41 - Box 2 - Cause di addebitamento - Acquisto di Bot sul mercato secondario - Acquisto in contanti di azioni - Acquisto in contanti di titoli a reddito fisso o predeterminato - Assegni di terzi accreditati s.b.f. risultati in seguito impagati maggiorati delle commissioni, dei diritti e delle spese - Assegni postdatati 42 - Bonifici 43 disposti a favore di terzi - Cambiali domiciliate 44 presso la banca - Cambiali in scadenza di cui il correntista abbia chiesto l addebito in c/c - Commissioni d incasso su cambiali accreditate s.b.f. - Commissioni d incasso su Ri.Ba. accreditate s.b.f. - Costo per servizi resi dalla banca - Effetti attivi scontati o accreditati s.b.f. risultati non pagati in quanto protestati, richiamati o insoluti, maggiorati delle spese e delle commissioni se a scadenza - Effetti attivi scontati o accreditati s.b.f. risultati non pagati in quanto protestati, richiamati o insoluti, maggiorati delle spese e delle commissioni se scadenti a vista su piazza - Estinzione a scadenza di pagherò diretti - Estratti-conto mensili compilati dalle società emittenti le carte di credito - Giroconti 45 disposti a favore di terzi - Imposta di bollo sull estratto-conto riguardante il trimestre precedente - Pagamento di imposte per delega del cliente - Pagamento di utenze domiciliate dal cliente presso la banca - Prelevamenti da sportelli automatici (ATM) 41 Mercato in cui sono negoziati titoli già emessi. 42 L assegno è un documento a vista. Irregolarmente, si indica una data posteriore a quella d emissione. In tal caso, si parla di postdatazione. 43 Ordini di pagamento a favore di clienti di banche diverse dalla propria. 44 Domiciliare significa eleggere la banca quale proprio domicilio relativamente ad una determinata operazione. 45 Ordini di pagamento a favore di altri clienti della stessa banca.

17 - Prelevamenti in contanti - Rata di rimborso dei prestiti personali - Rata di rimborso del mutuo - Rate delle imposte e tasse risultanti dalle cartelle esattoriali - Regolamento (pagamento) di spese effettuate mediante terminali situati nei punti di vendita al dettaglio (Pos) - Ri.Ba. in scadenza di cui il correntista abbia chiesto l addebito in c/c - Ri.Ba. insolute maggiorate di un diritto fisso - Saldo (a debito) del cliente riportato a nuovo dal trimestre precedente - Sbilancio su interessi, competenze e spese trimestrali. L aspetto fiscale del c/c consiste nella ritenuta sugli interessi attivi 46 e nel bollo periodico sugli estratti-conto. Il funzionamento del c/c comporta alcune precisazioni, lessicali e concettuali. Il conto è intestato al cliente, le annotazioni in esso sono a cura della banca. In tal senso, si parla d intestatario, con riferimento al cliente, e di tenitrice, con riferimento alla banca. Il termine tenitrice induce ad immaginare il conto come un fondo monetario, nel quale la banca versa o preleva corrispondentemente alle operazioni effettuate dal correntista, riconducibili, come già accennato, a versamenti (dette entrate 47 ) o a prelevamenti (dette uscite). Una rappresentazione grafica della tecnica di registrazione può essere la seguente: 46 Premesso che la ritenuta fiscale rappresenta un modo di riscuotere le imposte dirette da parte dello Stato. Essa opera a titolo d imposta sostitutiva e a titolo d acconto. 47 Le espressioni entrate e uscite sono usate, probabilmente, per una ragione di comprensibilità del conto o trasparenza. In realtà, esse esprimono aumenti dell immaginario fondo monetario già citato o accreditamenti presso lo stesso, nonché diminuzioni di quel fondo o addebitamenti.

18 CLIENTE INTESTATARIO Deposita valori CREDITORE CREDITO DEBITORE DEBITO ENTRATA USCITA CONTO CORRENTE BANCA TENITRICE Ogni operazione richiede, fondamentalmente, una registrazione di questo tipo: Data Descrizione Movimenti Entrate Uscite Registrazioni successive richiamano il concetto di saldo, ovvero la consistenza in qualsiasi momento del conto, ottenuta sommando algebricamente il primo valore e, di volta in volta, quelli seguenti. Per cui, il documento si presenterebbe così: Date Descrizione Movimenti Saldi Entrate Uscite Segni (+ o -) Importi + La presenza di saldi costantemente attivi denota, da parte della banca, un operazione di provvista fondi, per cui si parla di c/c passivi (sempre per la banca).

19 Così come, la presenza costante di saldi passivi indica, da parte della banca, un operazione di impiego fondi; dando luogo ai c/c attivi. Con la stessa logica si definiscono i saldi alterni, attivi e passivi, da cui la definizione di c/c per elasticità di cassa. I saldi fruttano interessi, la cui decorrenza quasi mai coincide con la data. Per cui, occorrerà precisare la data da cui decorrono gl interessi, distinta dalla prima e, perciò, detta valuta : Date Descrizioni Movimenti Saldi Valuta Entrate Uscite Segni(+ o -) Importi + + o - Box 3 Le valute convenzionali Per i versamenti di A/B tratti su altre banche, 7 o 8 giorni (in seguito gg) lavorativi successivi all operazione - Per i versamenti di A/B tratti sullo stesso sportello bancario presso il quale avviene l operazione, stesso giorno dell operazione 48 - Per i versamenti di A/C emessi da altre banche, 2 o 3 gg lavorativi successivi all operazione - Per i versamenti di A/C emessi dalla stessa banca, stesso giorno dell operazione - Per i Bot rimborsati alla scadenza, stesso giorno dell operazione - Per il denaro, stesso giorno dell operazione - Per gli effetti accreditati salvo buon fine (in seguito s.b.f.) per il loro valore nominale con scadenza su piazza, 10 gg fissi 49 dopo la scadenza - Per gli effetti accreditati s.b.f. per il loro valore nominale con scadenza fuori piazza, 20 gg fissi dopo la scadenza - Per gli effetti accreditati s.b.f. per il loro valore nominale con scadenza a vista su piazza, 15 gg fissi dopo la scadenza - Per gli effetti accreditati s.b.f. per il loro valore nominale con scadenza a vista fuori piazza, 25 gg fissi dopo la scadenza - Per i giroconti disposti da un conto all altro dello stesso cliente, valuta compensata - Per i giroconti o bonifici disposti da terzi, primo giorno non festivo successivo (salvo che l ordinante abbia fissato una valuta diversa) - Per gli interessi su titoli in amministrazione, giorno lavorativo successivo a quello in cui sono esigibili 48 Si parla, in questo caso, di valuta compensata. 49 Si richiama l attenzione tra gg lavorativi e gg fissi.

20 - Per Ri.Ba.s.b.f. accreditate al valore nominale, la data che si ottiene aggiungendo a ogni singola scadenza un dato numero di gg fissi di calendario (che varia da un minimo di 6 a un massimo di 20 a seconda che siano incassabili rispettivamente presso sportello della stessa banca o presso sportelli di altre banche) - Per ricavo da rimborso di titoli estratti o scaduti, primo giorno non festivo successivo all operazione - Per saldo a credito del cliente riportato a nuovo dal trimestre precedente e per sbilancio sugli interessi, competenze e spese di c/c comunicate all inizio del trimestre e relative al periodo precedente, ultimo giorno del trimestre precedente (anche se festivo) - Per somme rimborsate a scadenza su titoli in amministrazione, giorno lavorativo successivo a quello in cui sono esigibili - Per versamento vaglia postali, 10 o 15 gg lavorativo successivi all operazione - Per vendita a contante di azioni e di titoli a reddito fisso o predeterminato, terzo giorno successivo di Borsa 50 aperta - Per vendita di Bot sul mercato secondario 51, secondo giorno non festivo successivo all operazione. - Per acquisto di Bot sul mercato secondario, secondo giorno non festivo successivo all operazione - Per acquisto in contanti di azioni, titoli a reddito fisso o predeterminato, warrant, terzo giorno di borsa aperta successivo - Per acquisto di altri mezzi di pagamento stranieri e assegnazioni di banconote estere e di altri mezzi di pagamento stranieri, stesso giorno dell operazione - Per assegni di terzi accreditati s.b.f. risultati in seguito impagati maggiorati delle commissioni, dei diritti e delle spese, data del giorno in cui furono accreditati - Per assegni postdatati 52, giorno in cui l assegno viene presentato per il pagamento - Per bonifici 53 disposti a favore di terzi, stesso giorno dell operazione (a meno che l accreditamento a favore del beneficiario debba essere seguito con valuta stabilita dall ordinante; in tal caso, quest ultimo è addebitato con valuta il giorno non festivo antecedente la valuta fissata) - Per cambiali domiciliate 54 presso la banca, giorno di scadenza dell effetto e cambiali in scadenza di cui il correntista abbia chiesto l addebito in c/c, giorno di scadenza dell effetto - Per commissioni d incasso su cambiali accreditate s.b.f. e su Ri.Ba. accreditate s.b.f., giorno in cui sono assunte all incasso - Per effetti attivi scontati o accreditati s.b.f. risultati non pagati in quanto protestati, richiamati o insoluti, maggiorati delle spese e delle commissioni se a scadenza, giorno di scadenza degli effetti 50 La Borsa è un mercato secondario regolamentato per la negoziazione di strumenti finanziari, ovvero titoli mediante i quali i soggetti in disavanzo finanziario reperiscono le risorse necessarie alle proprie esigenze gestionali. 51 Mercato in cui sono negoziati titoli già emessi. 52 L assegno è un documento a vista, cioè moneta bancaria. Irregolarmente, si indica una data posteriore a quella d emissione. In tal caso, si parla di postdatazione. 53 Ordini di pagamento a favore di clienti di banche diverse dalla propria. 54 Domiciliare significa eleggere la banca quale proprio domicilio relativamente ad una determinata operazione.

Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato

Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato Economia delle aziende di credito.. 2008/2009 Università degli studi Roma Tre - Economia delle aziende di credito,.. 2008/2009 1 Indice degli argomenti

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Attività e passività finanziarie Depositi e Titoli di Stato Le attività finanziarie Il primo degli elementi che compongono il sistema finanziario è rappresentato

Dettagli

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING L operazione di sconto cambiario Lo sconto cambiario rappresenta un operazione di smobilizzo dei crediti commerciali mediante

Dettagli

Versione n. 3 Ottobre 2008

Versione n. 3 Ottobre 2008 Versione n. 3 Ottobre 2008 PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA Versione n. 3 Ottobre 2008 1 Descrizione

Dettagli

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO Versione n. 2 di Giugno 2005 TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA Versione n. 2 di Giugno 2005 PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO 2 1 Descrizione

Dettagli

PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Conto 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

IL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

IL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA IL CONTO CORRENTE I CORRISPONENZ L innovazione tecnologica ha permesso alle banche di affrontare la sfida del crescente tasso di bancarizzazione della società, ovvero del grado di utilizzo dell attività

Dettagli

Sommario. Conto corrente. Conto corrente CORSI DI RIALLINEAMENTO 26/10/2011 ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012

Sommario. Conto corrente. Conto corrente CORSI DI RIALLINEAMENTO 26/10/2011 ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 CORSI DI RIALLINEAMENTO ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 Sommario Compilazione estratto conto e staffa Sbilancio delle competenze Tutor: Dott.ssa Lixi Marta 1 2 Conto corrente Il conto corrente è il contratto

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

"CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO

CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO tra le voci della "scheda standard" del c/c a pacchetto presente su www.comparaconti.it e le voci adottate dalla banca www.comparaconti.it Descrizione del

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Prodotto 2 Operatività corrente e gestione

Dettagli

I. T. C. " S. BANDINI " - SIENA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE 1^ Sez. A AFM PROGRAMMA di ECONOMIA D AZIENDA

I. T. C.  S. BANDINI  - SIENA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE 1^ Sez. A AFM PROGRAMMA di ECONOMIA D AZIENDA I. T. C. " S. BANDINI " - SIENA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE 1^ Sez. A AFM PROGRAMMA di ECONOMIA D AZIENDA I SISTEMI DI MISURA E GLI ARROTONDAMENTI. I sistemi di misurazione. Il sistema metrico decimale.

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE 25.06.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE Questo conto è adatto a chi, al momento dell apertura del conto, ha limitate esigenze di operatività; include, a fronte di un canone annuale onnicomprensivo,

Dettagli

CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013

CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013 Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013 Dott. Rundeddu Vincenzo Riepilogo 2 Argomenti trattati Il conto corrente bancario

Dettagli

verifiche di ingresso

verifiche di ingresso 114 PARTE TERZA erifiche di ingresso ed esercizi riepilogativi ERIICHE DI INGRESSO NOTA BENE: 1 2 3 Il diverso grado di difficoltà degli esercizi è così contrassegnato: livello di difficoltà basso livello

Dettagli

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887)

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Sezione I Informazioni sulla banca Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e Pertegada - Banca

Dettagli

PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Conto 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

Aggiornamenti. Transizione all euro e valori mobiliari. di NELLO AGUSANI e PIETRO GHIGINI docenti di Economia aziendale

Aggiornamenti. Transizione all euro e valori mobiliari. di NELLO AGUSANI e PIETRO GHIGINI docenti di Economia aziendale I 89 Transizione all euro e valori mobiliari di NELLO AGUSANI e PIETRO GHIGINI docenti di Economia aziendale Negli anni recenti il processo di integrazione europea ha provocato una serie di innovazioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO VALORE IMPRESA ANTICIPI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È L'ANTICIPO FATTURE E SALVO BUON FINE

FOGLIO INFORMATIVO VALORE IMPRESA ANTICIPI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È L'ANTICIPO FATTURE E SALVO BUON FINE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Padovana Credito Cooperativo S.C. in Amministrazione Straordinaria Via Caltana n. 7-35011 Campodarsego (Padova) Tel.: +39 049 9290111 Fax: +39 049 9290340 Email: info@bancapadovana.it

Dettagli

PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Conto 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA inserire il logo della banca 1 Descrizione del Conto 2 OPERATIVITA'

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI 1 LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI OPERAZIONI A BREVE TERMINE - rapporto di conto corrente - operazioni

Dettagli

Glossario delle voci della scheda standard del Conto Corrente a pacchetto

Glossario delle voci della scheda standard del Conto Corrente a pacchetto Glossario delle voci della scheda standard del Conto Corrente a pacchetto Legenda dei simboli " incluso", il servizio è incluso nel canone/spese forfettarie " 0", il servizio è offerto gratuitamente "

Dettagli

PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Prodotto 2 Operatività corrente e gestione

Dettagli

LEZIONE: TESORERIA 1/2

LEZIONE: TESORERIA 1/2 Corso Responsabile Amministrativo E. Marcelli C. Marcelli LEZIONE: TESORERIA 1/2 Tesoreria 1/2 AGENDA 1. Tenuta cassa 1.1 Prima nota cassa 1.2 Prima nota cassa esempio 1.3 Controllo cassa 2. Banca: Tipologie

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

VERIFICA DI FINE MODULO 2

VERIFICA DI FINE MODULO 2 erifica di fine modulo 2 pag. 1 di 6 ERIICA DI INE MODULO 2 Strumenti di regolamento degli scambi commerciali 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. Il bonifico bancario viene effettuato per

Dettagli

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA. 1. Nel pagamento dell assegno bancario, che cosa s intende per check-truncation?

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA. 1. Nel pagamento dell assegno bancario, che cosa s intende per check-truncation? ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA Tempo a disposizione: 1 ora e 15 minuti A 1. Nel pagamento dell assegno bancario, che cosa s intende per check-truncation? 2. Quali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (1)

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (1) STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (1) Novembre 2011 Università della Terza Età 1 Il Mercato Finanziario Il mercato finanziario è il complesso delle emissioni e delle negoziazioni che hanno come oggetto strumenti

Dettagli

indica le spese che il cliente è comunque tenuto a sostenere, Spese fisse di gestione

indica le spese che il cliente è comunque tenuto a sostenere, Spese fisse di gestione OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I SERVIZI DI GESTIONE DELLA LIQUIDITA' E PER DISPORRE DELL'INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI MOVIMENTATI indica le spese che il cliente

Dettagli

B) Collocamento Il collocamento dell accettazione bancaria sul mercato monetario può avvenire

B) Collocamento Il collocamento dell accettazione bancaria sul mercato monetario può avvenire Capitolo Primo 1. L ACCETTAZIONE BANCARIA A) Definizione Gli strumenti di mercato monetario L accettazione bancaria si sostanzia in una cambiale tratta con la quale un impresa (traente) ordina ad una banca

Dettagli

5^ classe ITC - secondo quadrimestre

5^ classe ITC - secondo quadrimestre Concessione di fido per anticipo su fatture: documentazione bancaria; registrazioni in P.D. sui giornali di contabilità generale della banca e dell azienda cliente 5^ classe ITC - secondo quadrimestre

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B. Foglio Informativo n UF05 Aggiornamento n 24 ultimo aggiornamento 02/10/2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Dettagli

Norme contrattuali che regolano i servizi bancari e finanziari prestati da Allianz Bank Financial Advisors S.p.A. Conto corrente n.

Norme contrattuali che regolano i servizi bancari e finanziari prestati da Allianz Bank Financial Advisors S.p.A. Conto corrente n. Conto Vedo Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.Lgs.n.385/1993) Norme contrattuali che regolano i servizi bancari e finanziari prestati da Allianz Bank Financial

Dettagli

Presentare: le scritture in P.D. relative alle operazioni indicate

Presentare: le scritture in P.D. relative alle operazioni indicate Esercizio 1 In data 15/03 si costituisce a Crema la G.P.F. s.p.a., con Capitale sociale suddiviso in n. 250.000 azioni del valore nominale di 2,00. Il capitale viene interamente sottoscritto dai soci che

Dettagli

PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA (Ed. n 4 del 13/03/2007) 1 Descrizione del Conto 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' 2.1 Spese fisse di gestione 2.1.1 Spese di invio estratto conto 2.1.2 Spese di liquidazione 2.1.3 Canone

Dettagli

Tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi Allegato 1

Tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi Allegato 1 Tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi Allegato 1 Codice Descrizione 05 Prelevamento a mezzo sport. autom. Stesso intermediario 06 Accredito per incassi con addebito in c/c preautorizzato

Dettagli

PATTI CHIARI data aggiornamento 01/09/2014 TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI data aggiornamento 01/09/2014 TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' 2.1 Spese fisse di gestione 2.1.1 Spese di invio estratto conto 2.1.2 Spese di liquidazione - Estratto Conto Movimenti (con periodicità minima annuale)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 SCHEDA STANDARD DESCRIZIONE PATTI CHIARI 2 OPERATIVITA' CORRENTE

Dettagli

i campi non compilati corrispondono alla stessa "voce" utilizzata nella scheda standard PattiChiari.

i campi non compilati corrispondono alla stessa voce utilizzata nella scheda standard PattiChiari. PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" data aggiornamento 20/7/200 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' 2 Spese fisse di gestione 2 Spese di invio estratto conto 22 Spese di liquidazione

Dettagli

Foglio informativo CONTO CUSTODY

Foglio informativo CONTO CUSTODY Pagina 1/10 Foglio informativo CONTO CUSTODY Informazioni sulla Banca Credit Suisse (Italy) S.p.A. Capogruppo del Gruppo Credit Suisse (Italy) Sede Sociale e amministrativa Via Santa Margherita, 3 I 20121

Dettagli

Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente

Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente La ditta Alfa di Palermo ha i seguenti debiti per fatture

Dettagli

ESERCITAZIONE SUL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA PASSIVO

ESERCITAZIONE SUL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA PASSIVO ESERCITAZIONE SUL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA PASSIVO Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Laurea in Economia Aziendale, a.a. 2015-2016 Traccia Il 20 novembre 2015 viene aperto

Dettagli

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B. Foglio Informativo n UF04 Aggiornamento n 24 ultimo aggiornamento 02/10/2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA inserire il logo della banca 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

Serie FI0204 Condizioni praticate dal 01/09/2015

Serie FI0204 Condizioni praticate dal 01/09/2015 Foglio Informativo del Servizio/Prodotto APERTURA DI CREDITO E ANTICIPI IN CONTO CORRENTE AD IMPRESE con la garanzia del Fondo Di Garanzia per le PMI (lee 662/96 art. 2, comma 100, lettera a ) INFORMAZIONI

Dettagli

Foglio informativo aggiornato al 01/07/2010 Pagina 1 di 6

Foglio informativo aggiornato al 01/07/2010 Pagina 1 di 6 DOCUMENTO N. 26 decorrenza 01/07/2010 INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA O EURO DI CONTO ESTERO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SCAFATI E CETARA - SOCIETA

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA AGGIORNAMENTO A MARZO 2007 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA AGGIORNAMENTO A MARZO 2007 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità

Dettagli

PATTICHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 3 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito. I servizi di investimento e di pagamento

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito. I servizi di investimento e di pagamento Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di investimento e di pagamento I servizi di investimento Prodotti che soddisfano le esigenze di investimento della clientela Raccolta diretta (raccolta

Dettagli

DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI

DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI Cap. 1. La moneta e i bisogni di pagamento 1) Si illustrino i problemi che incontrano gli scambisti nel regolamento di uno scambio monetario.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto alle aziende (NON CONSUMATORI)

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto alle aziende (NON CONSUMATORI) FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto alle aziende (NON CONSUMATORI) Conto Corrente AZIENDE - CO 7 - INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-4138

Dettagli

OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' sezione "Spese tenuta conto" (tutti i fogli informativi dei conti correnti)

OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' sezione Spese tenuta conto (tutti i fogli informativi dei conti correnti) 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I SERVIZI DI GESTIONE DELLA LIQUIDITA' E PER DISPORRE DELL'INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI MOVIMENTATI 2.1 Spese fisse di gestione

Dettagli

4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI

4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 1 3) Rettifiche su acquisti Le rettifiche su acquisti (o scritture di rettifica dei costi) si riferiscono

Dettagli

CONTO FAMIGLIA. QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE CONTO FAMIGLIA Indicatore Sintetico di Costo (ISC)

CONTO FAMIGLIA. QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE CONTO FAMIGLIA Indicatore Sintetico di Costo (ISC) INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio della Spezia S.p.A. Sede legale: Corso Cavour 86 19121 La Spezia Telefono: 800 445 566 dall estero: 0039 0521 954925 Fax: 02 89542750 dall estero: 0039 02 89542750

Dettagli

Numero operazioni in franchigia con un minimo forfait trimestrale Recupero imposta di bollo con periodicità annuale. Spese per singola scrittura

Numero operazioni in franchigia con un minimo forfait trimestrale Recupero imposta di bollo con periodicità annuale. Spese per singola scrittura INIZIATIVA SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTI CHIARI E LE VOCI ADOTATTE DAL BANCO DI SICILIA Aggiornamento a marzo 008 vers. OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO S.P.A. - IBL BANCA Sede

Dettagli

PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Prodotto 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I SERVIZI DI GESTIONE DELLA LIQUIDITA' E PER DISPORRE DELL'INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI MOVIMENTATI

Dettagli

PROF. ALBANO SALVATORE

PROF. ALBANO SALVATORE Istituto Statale di Istruzione Superiore Zenale e Butinone Economia aziendale KIT ESTIVO CLASSE 2^BTT PROF. ALBANO SALVATORE Fascicolo A Esercitazioni obbligatorie per tutti gli studenti da consegnare

Dettagli

Conto Corrente CONT ABILE BETA

Conto Corrente CONT ABILE BETA Conto Corrente CONT ABILE BETA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Lecchese s.p.a Piazza Manzoni angolo Via Azzone Visconti 23900 Lecco Tel.: 0341.357511 Fax: 0341/282478 Indirizzo telematico: www.bppl.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25-25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280

Dettagli

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO PRESTA DENARO MUTUANTE MUTUATARIO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO 1 LA SUA MISURA, RAPPORTATA A 100

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE TRADING ON LINE DIRECTA Destinato a Consumatori Clientela al dettaglio - Altri INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE TRADING ON LINE DIRECTA Destinato a Consumatori Clientela al dettaglio - Altri INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE TRADING ON LINE DIRECTA Destinato a Consumatori Clientela al dettaglio - Altri INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 16.002 DEPOSITO TITOLI E STRUMENTI FINANZIARI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE Aggiornato al 26/04/2016

FOGLIO INFORMATIVO N. 16.002 DEPOSITO TITOLI E STRUMENTI FINANZIARI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE Aggiornato al 26/04/2016 INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio della Spezia S.p.A. Sede legale: Corso Cavour, 86 19121 La Spezia Iscritta all Albo delle Banche al n. 5160 Appartenente al Gruppo Bancario Cariparma Crédit

Dettagli

TABELLA DI RACCORDO 05.12.2006

TABELLA DI RACCORDO 05.12.2006 1/ 6 1 Descrizione del Conto 2 Operatività corrente e gestione della liquidità Operatività corrente e gestione della liquidità PER DISPORRE DEI SERVIZI DI INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI

Dettagli

CONTO CORRENTE IN VALUTA ESTERA PER I CONSUMATORI

CONTO CORRENTE IN VALUTA ESTERA PER I CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IN VALUTA ESTERA PER I CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801 -

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma - Tel +390647021 http://www.bnl.it - Iscritta

Dettagli

CONTO PROFESSIONISTI

CONTO PROFESSIONISTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX Settembre 2 33170 Pordenone Telefono: 800 881 588 dall estero: 0039 0521 954950 Fax: 0434 233642 dall estero: 0039 0434

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale e-mail tel.)

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale e-mail tel.) Foglio Informativo n. A.3 Aggiornamento del 01.10.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PRIVATE BLACK INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA FINNAT EURAMERICA S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza del Gesù,

Dettagli

I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI CORSI DI RIALLINEAMENTO 19/10/2011

I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI CORSI DI RIALLINEAMENTO 19/10/2011 CORSI DI RIALLINEAMENTO ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 Sono titoli di credito negoziabili e trasferibili emessi da enti pubblici o da società private, che rappresentano crediti fruttiferi in denaro

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE CLASSE 2^ A AMF INTERESSE, MONTANTE, SCONTO COMMERCIALE, VALORE ATTUALE COMMERCIALE

COMPITI PER LE VACANZE CLASSE 2^ A AMF INTERESSE, MONTANTE, SCONTO COMMERCIALE, VALORE ATTUALE COMMERCIALE INTERESSE, MONTANTE, SCONTO COMMERCIALE, VALORE ATTUALE COMMERCIALE Risolvi i seguenti problemi: Un impresa commerciale acquista merci per 18.360 ottenendo una dilazione di pagamento di due mesi al tasso

Dettagli

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

BANCHE. CONTO BUSINESSINSIEME (Soci Fedeli)

BANCHE. CONTO BUSINESSINSIEME (Soci Fedeli) BANCHE CONTO BUSINESSINSIEME (Soci Fedeli) Il conto ideale per i clienti che svolgono un'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale che permette di comporre liberamente la propria

Dettagli

Foglio Informativo Conto corrente base consumatori

Foglio Informativo Conto corrente base consumatori Foglio Informativo Conto corrente per consumatori (conto a consumo, operatività bassa) Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 email:

Dettagli

PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Conto OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I SERVIZI DI GESTIONE DELLA LIQUIDITA' E PER DISPORRE DELL'INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI MOVIMENTATI 2.1 Spese fisse di gestione

Dettagli

CONTO CORRENTE CONSUMATORE

CONTO CORRENTE CONSUMATORE Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI Economia aziendale è una disciplina che studia l azienda; è un insieme di persone e di beni con un organizzazione e uno scopo: SODDISFARE I BISOGNI. Le aziende si

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPO RIBA AL SALVO BUON FINE (SBF) E/O IMMEDIATA DISPONIBILITA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPO RIBA AL SALVO BUON FINE (SBF) E/O IMMEDIATA DISPONIBILITA FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPO RIBA AL SALVO BUON FINE (SBF) E/O IMMEDIATA DISPONIBILITA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Maierato (Provincia di Vibo Valentia)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IMPRESA STANDARD

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IMPRESA STANDARD FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IMPRESA STANDARD INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale: 84038 Sassano (SA) - Via Provinciale del

Dettagli

18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI

18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI CONTABILITA GENERALE 18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 17 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI Versione 1 FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.:

Dettagli

BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA SEZIONE 1.3.01 - CERTIFICATI DI DEPOSITO - AGGIORNAMENTO 13/03/2007

BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA SEZIONE 1.3.01 - CERTIFICATI DI DEPOSITO - AGGIORNAMENTO 13/03/2007 CERTIFICATI DI DEPOSITO SEZ. I) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA (codice ABI 5387.6) Società cooperativa con sede legale e amministrativa in Modena, via San Carlo n. 8/20 Codice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori) FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a responsabilità limitata (di seguito la

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO FACTORING Pag. 1 / 11 FOGLIO INFORMATIVO FACTORING Le condizioni pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico a norma dell art. 1336 del Codice Civile Sezione 1 - Informazioni sulla Banca Monte dei Paschi

Dettagli