- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice"

Transcript

1 UNIVERSITÁ degli STUDI di FOGGIA FACOLTÁ di ECONOMIA Elementi di Calcolo commerciale trattati in seno al corso di Economia aziendale tenuto dal prof. M. Milone nell a.a Indice: A) Calcolo mercantile Applicazioni sui sistemi di misure: - sistema internazionale - sistema metrico decimale - sistema inglese - sistema statunitense. Applicazioni su Rapporti Proporzioni - Calcoli percentuali: - regola del tre semplice - calcoli sopra cento e sotto cento - riparto semplice diretto. Compravendita (determinazione del costo complessivo di vendita e del netto ricavo di vendita): - prefatturazione (documento di trasporto) - fatturazione (calcolo della base imponibile, sconto incondizionato e condizionato, documenti sostitutivi della fattura) - postfatturazione (nota di credito e nota di debito) - regolamento del totale vostro dare (mezzi di pagamento e strumenti di credito) - calcolo della posizione Iva - contabilità Iva B) Calcolo finanziario Applicazioni d interesse e sconto (montante e valore attuale): Conti correnti bancari e postali: - scheda - staffa - prospetto competenze e spese. Applicazioni sui Valori mobiliari: - azioni - obbligazioni - strumenti finanziari - quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

2 Misure di lunghezza Sistema metrico decimale Multipli e sottomultipli del metro Multipli Miriametro Mm 10 Km Chilometro Km 10 hm Ettometro hm 10 dam Decametro dam metri 1000 metri 100 metri 10 metri Unità Fondamentale METRO m 1 metro 1 metro Decimetro dm 0,1 metro Sottomultipli Centimetro cm 0,01 metro Millimetro mm 0,001 metro Esempi di equivalenze 1 : 5 m =...dm ( da metro a dm c'è solo un posto a scendere, quindi si moltiplica per 10). Quando si moltiplica per 10 per 100 per 1000 basta aggiungere degli zeri; per 10 devi aggiungere uno zero, per 100 due zeri, per 1000 tre zeri, per quattro zeri 5m = 50 dm 675 dm =... m ( da decimetro a metro c'è un posto a salire, quindi si divide per 10) 675 dm = 67, 5 m Basta mettere una virgola da destra verso sinistra, per 10 un posto, per 100 due posti, per 1000 tre posti 8456 m =... Km ( da metro a kilometro ci sono tre posti a salire, quindi si divide per 1000): 8456 m = 8,456 Km Le misure di lunghezza inglesi (e americane) sono tre: la yard, i piedi e i pollici. La yard é abbreviata yd ed equivale a metri 0, yard si divide in tre piedi (in inglese feet). Il piede, che si abbrevia con la sigla ft, equivale a metri 0, La procedura è la stessa per le altre misure (di superfici, volumi, pesi, valori). Detta esemplificazione attiene al metodo. In realtà, esistono convertitori automatici di misure.

3 Ogni piede, a sua volta, si divide in 12 pollici (in inglese inches). Il pollice che si abbrevia con la sigla in, equivale a metri 0,025. Quindi: yard yd m 0,914 3 piedi ft m 0, pollici in m 0,025. Negli Stati Uniti d America, come unità di misura di peso sono impiegati due diversi sistemi: - il sistema avoir du poids - il sistema troy. Il sistema avoir du poids è utilizzato per le merci comuni, mentre il sistema troy è usato esclusivamente per i metalli preziosi. Il sistema troy statunitense è del tutto uguale a quello adottato in Inghilterra. I calcoli riguardanti le misure complesse (inglesi e statunitensi) sono: - le quattro operazioni - la razionalizzazione - la riduzione da una misura di ordine superiore ad una di ordine inferiore, e viceversa - le decimalizzazione, ovvero trasformazione di un numero complesso in numero decimale - la sdecimalizzazione, cioè trasformazione di un numero decimale in numero complesso - la conversione di una misura complessa in un altra del sistema internazionale. Esempi. La misura yds , razionalizzata è = yds pollici corrispondono a 1 piede e 4 pollici; piedi 6 ( 5 + 1) corrispondono a 2 yds, che si aggiungono alle preesistenti

4 La misura yds decimalizzata è = yds 27,111 3 Yds è riducibile a pollici Rapporti Proporzioni Calcoli percentuali Il problema che risolve la proporzione è quello di determinare uno dei quattro termini di cui essa si compone, se si conoscono gli altri tre 5 (proprietà fondamentale). Il termine proporzione si può considerare sinonimo di rapporto e il rapporto tra due numeri reali a e b, il secondo dei quali diverso da zero, cioè il quoziente del primo numero rispetto al secondo, viene indicato con: a/b Al termine proporzione si può anche attribuire il significato di particolare relazione fra quattro numeri. Si dice che quattro numeri reali positivi a, b, c, d sono in proporzione fra loro, se il rapporto fra il primo e il secondo è uguale al rapporto tra il terzo e il quarto; in formula: a/b = c/d Questa relazione quaternaria si legge: a sta a b, come c sta a d. Per esprimere questa situazione si può anche dire che i numeri a, b, c, d, nell'ordine costituiscono una quaterna proporzionale. Ad esempio i numeri 3, 6, 5, 10 formano una quaterna di interi proporzionali perché il rapporto 3/6 è uguale al rapporto 5/10. I numeri a, b, c, d si dicono termini della proporzione e, in particolare, a - c si dicono antecedenti della proporzione, b - d conseguenti della proporzione, a - d estremi della proporzione, b - c medi della proporzione; infine d è detto quarto proporzionale che segue a, b, c. Dalla definizione si ricava immediatamente la proprietà fondamentale delle proporzioni: Se quattro numeri sono in proporzione, il prodotto del primo con il quarto è uguale al prodotto del secondo con il terzo. In altre parole: in ogni quaterna proporzionale il prodotto dei medi è uguale al prodotto degli estremi. Da questa proprietà ne derivano altre: 1. Regola del quarto proporzionale Noti tre numeri a, b, c, il quarto proporzionale, d, è dato da: /3 + 4/36 = 27,111 4 yds 27 = 81 piedi ( 27*3, che restano tali, essendo 0 i piedi preesistenti); 81 piedi = 972 pollici (81 * 12). 5 Ovvero, il rapporto base ed uno dei termini da definire.

5 d = b * c / a Definiamo due grandezze direttamente proporzionali quando, raddoppiando, triplicando una di esse, si raddoppia, triplica anche l altra, oppure se la prima si dimezza anche l altra si riduce a metà. Definiamo due grandezze variabili e dipendenti inversamente proporzionali quando al raddoppio dell una si riduce della metà l altra e viceversa. Esempi di proporzionalità diretta e inversa Problema Proporzionali Proporzionali Risultato tà diretta tà inversa N.10 calcolatrici costano 200,00; quanto X 300,00 costerebbero 15? La confezione di un abito richiede 3 mt di X mt15 stoffa; quanti ne occorrono per 5 abiti di pari taglia? 10 operai eseguono un lavoro in 8 ore; X 4 quante ore impiegherebbero 20 operai? Un veicolo percorre la distanza Na-Le in 6 ore, alla velocità media di 90 km orari; quanto tempo impiegherebbe a 60 km orari? X 9 PREFATTURAZIONE ESEMPIO DI DOCUMENTO DI TRASPORTO ELECTROSYSTEM S.p.A. Documento di trasporto Viale Romagna, 20 N. 776 del MILANO Destinatario Tel Spett.le Ditta Capitale sociale euro ,00 int. versato Giovannitti Ludovica Partita Iva Viale Piave, 25 Registro imprese n ASTI Causale del trasporto VENDITA Descrizione dei beni (natura e qualità) U.M. Quantità Lavastoviglie mod. Margherita KT 60 n. 16 TV Color CGE 24 pollici n. 20 Lucidatrici mod. Rapid FV 30 n. 28

6 STRUTTURA DELLA FATTURA COMMERCIALE GENERALITA DEL VENDITORE LUOGO E DATA D EMISSIONE N. FATTURA RIFERIMENTI ALLA PRE-FATTURAZIONE GENERALITA DEL COMPRATORE QUANTITA DESCRIZIONE PREZZO IMPORTO VALORE DEI BENI 6 - SCONTO INCONDIZIONATO + SPESE FORFETARIE (N. D.) = BASE IMPONIBILE + I.V.A. 7 + SPESE DOCUMENTATE + INTERESSI DILATORI 8 + BOLLI = TOTALE FATTURA 9 ======== Clausole: a) reclamo entro il ; b) foro competente; 6 La fattura può riferirsi a beni soggetti a una o più aliquote. In quest ultimo caso, le spese forfetarie sono da ripartire in proporzione al valore degli stessi (cfr. riparto semplice diretto). 7 Il momento in cui sorge il rapporto tributario, detto impositivo è, per i beni mobili, la consegna o spedizione; per gl immobili, la stipulazione o quando si verifica l effetto traslativo. 8 Diversi dagli interessi di mora, estranei al campo di applicazione IVA. Gli interessi dilatori, infatti, costituiscono corrispettivo, concordato tra le parti, per la prestazione di un servizio (operazione di credito o di finanziamento); quelli di mora, conseguenti a ritardi unilaterali, rappresentano il risarcimento del danno per il ritardo di pagamento, perciò, fuori campo Iva. 9 L eventuale sconto condizionato sarebbe oggetto di una rettifica della fattura, rappresentata da un documento detto nota di accredito.

7 L impresa mercantile Alfa di Corato ha venduto il 10/11 al supermercato La Spesa di Molfetta con fattura n 289 le seguenti merci: 600 pacchi di prodotti xy67 a euro 7,85 il pacco + iva del 10 % 300 bottiglie tipo AB56 a euro l una + IVA 20% prodotti A77 a euro 0,88 l una + iva del 4%. Consegna franco magazzino venditore. In fattura sono addebitate spese di imballo pari a euro 129,11, le spese di trasporto anticipate in contanti dalla ditta venditrice al vettore La Veloce per euro 245,83, sono documentate dalla fattura n 48. Le condizioni di vendita concordate prevedono uno sconto incondizionato del 5 % + 3% ed uno sconto del 2% ( sull importo della fattura al netto sia d IVA che di spese documentate d accordare in caso di pagamento immediato). Lo studente presenti i calcoli relativi alla fattura n 289, sapendo che il regolamento avviene con con assegno circolare dell Unicredit. I calcoli riguardano: - gl importi, ovvero prezzo per quantità; - lo sconto incondizionato del 5% su detti importi e del 3% sugli stessi al netto del 5%; - il riparto (semplice diretto 11 ). 10 Cfr. ultima manovra finanziaria. Incremento aliquota al 21%, dal 17 settembre 2011, 11 La formula del riparto semplice diretto è: S/a + b + c * a; S/a + b + c * b; S/a + b + c * c. Ovvero: 129,11/810, , ,17 = 0, (coefficiente di riparto) 0, * 810,92 = 11,34; 0, * 4340,27 = 60,68; 0, * 4083,17 = 57,09. Per la verifica dell esattezza del calcolo: 11, , ,09 =

8 Alfa Via Corato, Corato (BA) P. Iva C.F. MGVMAR664 Molfetta,10 Novembre N Fattura N.248 Supermercato la Spesa Via Bisceglie, Molfetta (BA) P. IVA C. F FLMRTQ589 QUANTITA DESCRIZIONE PREZZO UNITARIO 600 Prodotti xy Bottiglie AB Prodotti AZ 7 IMPORTO % IMPORTO 10% 7, , IMPORTO 4% Sconto 5% Sconto 3% Spese per imballaggio Base imponibile Iva totale Spese di trasporto Totale VS dare TOTALE FATTURA ======= Clausole: pagamento entro 60gg In realtà, non tutte le operazioni di vendita sono documentate dalla fattura 13. In molti casi questa è sostituita dalla ricevuta fiscale e dallo scontrino fiscale 14, i quali riportano l importo comprensivo d Iva.. La scomposizione tra imponibile e Iva comporta un calcolo sopra cento Quando la emette il compratore (nei casi di omaggi o autoconsumo) si parla di autofattura. 14 Si parla di sostituire lo scontrino con una ricevuta elettronica.

9 GENERALITA DEL VENDITORE ESEMPIO DI NOTA DI CREDITO GENERALITA DEL COMPRATORE NOTA DI VARIAZIONE n. del (data) Facendo riferimento alla ns. fattura n. del (data) Vi accreditiamo quanto segue: Quantità Codice Descrizione Prezzo Importo Vi preghiamo di volere annotare sul Vs registro Iva 16 la variazione di cui sopra ai sensi dell art. 26 del D.P.R , n. 633, e successive modificazioni. Distinti saluti Firmato: il venditore Premesso che l Iva è un imposta indiretta, ossia, gravante sui consumi. La stessa ( intesa come prelievo obbligatorio di denaro da parte dello Stato al cittadino) grava sul consumatore, ma è applicato dall imprenditore. Costui, a tal fine, è obbligato a registrare le operazioni. Ovvero, egli deve redigere una contabilità apposita, detta contabilità Iva. La contabilità ordinaria Iva comporta l annotazione delle fatture su appositi registri. In particolare: le fatture d acquisto nel registro delle fatture ricevute o d acquisto; le fatture di vendita nel registro delle fatture emesse o di vendita. 15 Il calcolo percentuale consente di risolvere problemi nei quali il valore conosciuto e S + P (imponibile + iva). Detto calcolo si chiama sopra cento. Cioè, 100 : (100 + r) = S : (S + P). Supponiamo che abbiamo ricevuto uno scontrino di 1100,00. S sarà uguale a 1100,00 * 100 / 121. Cioè, 909,09 (imponibile). Verifichiamo: 909,09 * 21 / 100 = 190,91 (iva). 909, ,91 = 1100,00 16 Crf. Pagina successiva.

10 Modello di registro delle fatture emesse Fattura o Data di Aliquota Variazioni Data di documento consegna Cliente Importo registrazione N. Data 200N operazione Imponibile Iva Importo % Iva Periodicamente (mensilmente o trimestralmente), il soggetto d Iva (imprenditore) determina la posizione Iva; cioè, il debito o il credito nei confronti dello Stato. Il debito sarà costituito dalla differenza tra l iva riscossa sulle vendite e quella pagata sugli acquisti. In realtà, si tratta dell iva sul valore aggiunto (da cui l acronimo Iva). Molfetta, 15 novembre 200N Banca UNI CREDIT Assegno Circolare 10697,03 Assegno n 302 pagherà a vista per questo assegno circolare Diecimilaseicentonovantasette/03 all ordine di SPA Magazzini Ferri Banca UNI CREDIT Il dirigente Cambiale Pagherò Molfetta,12/11/200N 5.185,79 Al 09/200N pagherò per questa cambiale Bollo 62,20 17 Al la ditta Alfa la somma di cinquemilacentottantacinque/79 pagabile presso Banco Napoli Filiale di M.tta Via Ruvo 5 Supermarket. La Spesa Molfetta BA Supermarket (firma) 17 Il bollo è ottenuto applicando il 12 per mille all importo e arrotondando.

11 Assegno bancario Emesso il 20/11/200N A favore di Molfetta li 20/11/200N uro 1546,86 Magazzini Ferri Banca Commerciale Italiana A vista pagate per questo assegno bancario n N uro Millecinquecentoquarantasei/86 All ordine di Magazzini Ferri C/C N conto corrente n Firma Supermarket La Spesa Ricevuta bancaria Ricevuta 329 Data di pagamento 24/11/N uro 9409,49 Impresa Alfa Via Ruvo, 7 Riceviamo la somma di Novemilaquattrocentonove/ Molfetta (BA) P. IVA Versate a mezzo B. C. I. A saldo delle ns. fattura n. 289 del 10/11/200N di 10910,34 Incassare tramite Supermarket la Spesa MAGAZZINI CARIME C.so Garibaldi 4 FERRI Agenzia N Molfetta (BA) BARI firma Cambiale Tratta Bollo ( 9,60) Bisceglie N euro # 800,00# (luogo e data di emissione) Al 90 giorni vista pagherete per questa cambiale alla ditta Colori pugliesi di Antonio Giurato la somma di euro ottocento/ Per accettazione Monopoli Giovanni Dassisti (firma) Banca Intesa Agenzia n.149 Sportello Monopoli (Ba) Giovanni Dassisti Via Mazzini Monopoli nato il Srl Giulio Guido (firma rapp.te)

12 GIRATE 18 Firma Girante Le cambiali attive o da riscuotere possono essere rese liquide prima della scadenza attraverso l operazione di sconto bancario. Cioè, in presenza di determinate condizioni, quali l affidabilità del richiedente (il beneficiario della cambiali) e la bontà della carta (solvibilità del debitore), la banca ne anticipa il valore, al netto dello sconto e di altre commissioni. 18 Il tergo dei titoli di credito suddetto è adibito alle girate, intese come trasferimento disposto dal beneficiario ad altri soggetti. Queste si chiamano girate proprie (in pieno e in bianco), per distinguerle da quelle improprie (per l incasso, ecc.). La girata sopra riportata è in bianco. Se fosse stato indicato il giratario (cioè il nuovo beneficiario), si sarebbe trattato di girata in pieno.

13 INTERESSE E SCONTO Il concetto di credito e debito richiama quello di interesse e sconto, strumento matematico per neutralizzare le sfasature temporali (si dice, per trasferire capitali nel tempo, in avanti - interesse -, indietro - sconto 19 ). L interesse è additivo, per cui, addizionato al capitale iniziale, forma il cosiddetto montante. Il secondo è sottrattivo, per cui, sottratto dal capitale ad una certa epoca, forma il cosiddetto valore attuale. In altri termini, l interesse è il compenso che spetta ad un finanziatore per una somma di denaro da lui investita 20 ; è, ad un tempo, il compenso per la rinunzia a disporre immediatamente di quel capitale. Il compenso comprende anche il rischio insito nel credito. La somma - compenso o interesse è proporzionale a: capitale, tasso d interesse 21, durata del prestito o finanziamento 22. Indicando con i simboli: C il capitale, r tasso d interesse percentuale, t tempo, la formula è: I o Sc 23. = C r t (tempo espresso in anni) 100 C r m I o Sc. = (tempo espresso in mesi) 1200 I 24 o Sc. = C r gg (tempo espresso in giorni) Il primo rende equivalente il capitale oggi allo stesso capitale ad una data futura; il secondo rende equivalente il capitale ad una data futura allo stesso capitale, oggi. 20 Inteso come impiego per ottenere un rendimento aggiuntivo rispetto al capitale iniziale. 21 L interesse può essere riferito all unità di capitale o a 100 unità di capitale. Nel primo caso si parla d interesse unitario (esempio 0,01, indicato col simbolo i ), nel secondo caso si parla d interesse percentuale (esempio, 10/100 o 10%, indicato con simbolo r ). 22 Il tempo può essere riferito all anno, ai mesi, ai giorni. 23 Si notino le differenze tra sconto mercantile (proporzionale all importo) e sconto commerciale (proporzionale al capitale, tasso e tempo); tra questo e lo sconto razionale (il primo considera il capitale alla scadenza, il secondo considera il capitale all atto in cui si calcola lo sconto). 24 Un metodo semplificato adottato nella pratica commerciale, soprattutto quando l anno e i mesi sono considerati commercialmente (cioè, di 360 e di 30 giorni) è quello dei divisori fissi, ottenuto dividendo numeratore e denominatore per r. Per cui, la formula diventa C gg / D. Sostituendo C * gg con N (numero), potremo calcolare l interesse su più capitali, anziché tante volte quanti sono i capitali, una sola volta. La formula è N/D. Nella pagina seguente è riportata la tabella dei divisori fissi, da 1 a 5.

14 Il montante e il valore attuale, intesi, rispettivamente, come addizione di capitale e interesse e come differenza tra capitale e sconto, sono: CONTI CORRENTI, BANCARI E POSTALI Più volte, nelle pagine precedenti, abbiamo citato il conto corrente, alla base del quale, nel significato di conto corrente fruttifero 26, c è il calcolo dell interesse-sconto, fin qui trattato. Il conto corrente è lo strumento tecnico attraverso il quale le banche e le poste italiane, realizzano la propria attività. Il conto corrente evoca due dimensioni, una contabile e l altra giuridica. La dimensione contabile riguarda la registrazione di valori monetari in relazione ad un rapporto giuridico che incrocia tre contratti: di conto corrente 27, di mandato 28, delle operazioni bancarie in conto corrente 29. Le parti 30 si obbligano ad annotare in un conto i crediti derivanti da reciproche rimesse 31, la banca assume l impegno di svolgere un servizio di cassa per conto del correntista 32, il correntista può disporre in qualsiasi momento delle somme risultanti a suo credito 33, la banca, da parte sua, può, in qualsiasi momento, recedere dal contratto e chiudere il conto. TABELLA DEI DIVISORI FISSI Tasso divisore fisso commerciale 36000/r divisore fisso civile 36500/r 1% % % % 5% 25 La pratica commerciale di considerare l anno di 360 e i mesi di 30 giorni è dal 1999 (anno d introduzione di regole di calcolo comunitarie) formalmente eliminata. 26 La dottrina distingue conti correnti infruttiferi (cioè, non produttivi di interesse) e fruttiferi (cioè, produttivi d interessi). Noi ci occupiamo di quelli fruttiferi, di fatto infruttiferi (come si dirà nelle note seguenti). 27 Artt e ss. c.c.. 28 Artt e ss. c.c.. 29 Art c.c.. 30 Siano, privati, aziende, altri enti. 31 Fin qui, art c.c.. 32 Cfr. art c.c.. 33 Quest ultima disposizione, prevista dall art c.c., rinvia alla differenza tra saldo contabile, liquido e disponibile, di cui si parlerà a proposito di valute.

15 Il contratto di c/c, stipulato tra banca e cliente 34, dopo che questi ha preso visione del documento di sintesi 35, precisa, fra l altro, le competenze e le spese che spetteranno e graveranno sul conto (tassi d interesse 36, spese per ogni registrazione, dette spese tenuta conto, commissione sul massimo scoperto 37, spese fisse di chiusura e recupero bollo trimestrale) 38. Esso è alimentato da tutte le operazioni che le banche praticano con la loro clientela, riconducibili a due movimenti: uno in entrata e l altro in uscita. Per operazione deve intendersi un servizio che la banca offre al correntista. Questi sono suddivisi in due gruppi, il primo che comporta accreditamenti e il secondo che comporta addebitamenti, così come segue. Box 1 - Fonti di accreditamento 39, secondo l Accordo interbancario - Versamenti di assegni bancari (in seguito A/B) tratti su altre banche - Versamenti di assegni circolari (in seguito A/C) emessi da altre banche - Bot (buoni ordinari del tesoro) rimborsati alla scadenza - Cedole (diritto di riscossione d interessi su obbligazioni) su titoli esteri - Denaro - Dividendi su titoli in amministrazione - Effetti accreditati salvo buon fine (in seguito s.b.f.) per il loro valore nominale con scadenza su piazza - Giroconti disposti da un conto all altro dello stesso cliente - Giroconti o bonifici disposti da terzi - Interessi su titoli in amministrazione - Netto ricavo sconto cambiali commerciali - Netto ricavo sconto di pagherò diretti 40 - Ricevute bancarie (in seguito Ri.Ba.) s.b.f. accreditate al valore nominale 34 Si distinguono c/c a firme disgiunte o libere, a firme abbinate, a firme congiunte o collettive. 35 Riassunto delle condizioni che la banca propone per la stipulazione del contratto di c/c. 36 I c/c sono a tassi non reciproci, cioè il tasso lordo sui saldi attivi, detto creditore, è diverso (precisamente, di gran lunga minore) rispetto al tasso sui saldi passivi, detto debitore. In tal senso, si parla di forbice (cfr. negozio banca, per le banconote straniere) tra i tassi. Inoltre, i tassi attivi sono commisurati a fasce progressive di consistenza media. 37 Questa commissione, a carico del cliente, ricorre sui c/c attivi, di cui si parlerà avanti. 38 E il caso di sottolineare che, fatta salva la logica di tenuta del c/c, malgrado l intesa tra le banche per uniformare le modalità di tenuta degli stessi, trattasi sempre di prodotti su cui esse competono. Per cui, ogni banca cerca di diversificare le condizioni, in modo tale che, per le diverse tipologie di clientela, appaiano le più convenienti. Esempio: la banca Antonveneta in un offerta espone: tasso creditore lordo 1,25%, spese forfetarie trimestrali 10,00; diritti di chiusura trimestrali euro 5,00%, spese per operazione, nessuna; in altra offerta espone: tasso creditore 0,50% al lordo delle ritenute di legge, tasso debitore 7,25%, entro fido; spese di tenuta conto 18 euro forfetarie a trimestre, senza ulteriori spese e commissioni, per un numero illimitato di operazioni; commissione massimo scoperto, ovvero importo massimo rimasto a debito del cliente per un certo numero di giorni, 0,25%; carta bancomat internazionale gratuita (con prelevamenti gratuiti su tutti gli ATM della banca), rilascio carta Visa/MasterCard gratuite, utenze domiciliate in c/c gratuite, tasso creditore su deposito a risparmio 1,75% al lordo delle ritenute di legge. 39 Registrazione a credito dell intestatario 40 Forma di finanziamento bancaria.

16 - Rinnovo di pagherò diretto - Saldo a credito del cliente riportato a nuovo dal trimestre precedente - Sbilancio sugli interessi, competenze e spese di c/c comunicate all inizio del trimestre e relative al periodo precedente - Versamento vagli postali - Vendita a contante di azioni - Vendita a contante di titoli a reddito fisso o predeterminato - Vendita di Bot sul mercato secondario 41 - Box 2 - Cause di addebitamento - Acquisto di Bot sul mercato secondario - Acquisto in contanti di azioni - Acquisto in contanti di titoli a reddito fisso o predeterminato - Assegni di terzi accreditati s.b.f. risultati in seguito impagati maggiorati delle commissioni, dei diritti e delle spese - Assegni postdatati 42 - Bonifici 43 disposti a favore di terzi - Cambiali domiciliate 44 presso la banca - Cambiali in scadenza di cui il correntista abbia chiesto l addebito in c/c - Commissioni d incasso su cambiali accreditate s.b.f. - Commissioni d incasso su Ri.Ba. accreditate s.b.f. - Costo per servizi resi dalla banca - Effetti attivi scontati o accreditati s.b.f. risultati non pagati in quanto protestati, richiamati o insoluti, maggiorati delle spese e delle commissioni se a scadenza - Effetti attivi scontati o accreditati s.b.f. risultati non pagati in quanto protestati, richiamati o insoluti, maggiorati delle spese e delle commissioni se scadenti a vista su piazza - Estinzione a scadenza di pagherò diretti - Estratti-conto mensili compilati dalle società emittenti le carte di credito - Giroconti 45 disposti a favore di terzi - Imposta di bollo sull estratto-conto riguardante il trimestre precedente - Pagamento di imposte per delega del cliente - Pagamento di utenze domiciliate dal cliente presso la banca - Prelevamenti da sportelli automatici (ATM) 41 Mercato in cui sono negoziati titoli già emessi. 42 L assegno è un documento a vista. Irregolarmente, si indica una data posteriore a quella d emissione. In tal caso, si parla di postdatazione. 43 Ordini di pagamento a favore di clienti di banche diverse dalla propria. 44 Domiciliare significa eleggere la banca quale proprio domicilio relativamente ad una determinata operazione. 45 Ordini di pagamento a favore di altri clienti della stessa banca.

17 - Prelevamenti in contanti - Rata di rimborso dei prestiti personali - Rata di rimborso del mutuo - Rate delle imposte e tasse risultanti dalle cartelle esattoriali - Regolamento (pagamento) di spese effettuate mediante terminali situati nei punti di vendita al dettaglio (Pos) - Ri.Ba. in scadenza di cui il correntista abbia chiesto l addebito in c/c - Ri.Ba. insolute maggiorate di un diritto fisso - Saldo (a debito) del cliente riportato a nuovo dal trimestre precedente - Sbilancio su interessi, competenze e spese trimestrali. L aspetto fiscale del c/c consiste nella ritenuta sugli interessi attivi 46 e nel bollo periodico sugli estratti-conto. Il funzionamento del c/c comporta alcune precisazioni, lessicali e concettuali. Il conto è intestato al cliente, le annotazioni in esso sono a cura della banca. In tal senso, si parla d intestatario, con riferimento al cliente, e di tenitrice, con riferimento alla banca. Il termine tenitrice induce ad immaginare il conto come un fondo monetario, nel quale la banca versa o preleva corrispondentemente alle operazioni effettuate dal correntista, riconducibili, come già accennato, a versamenti (dette entrate 47 ) o a prelevamenti (dette uscite). Una rappresentazione grafica della tecnica di registrazione può essere la seguente: 46 Premesso che la ritenuta fiscale rappresenta un modo di riscuotere le imposte dirette da parte dello Stato. Essa opera a titolo d imposta sostitutiva e a titolo d acconto. 47 Le espressioni entrate e uscite sono usate, probabilmente, per una ragione di comprensibilità del conto o trasparenza. In realtà, esse esprimono aumenti dell immaginario fondo monetario già citato o accreditamenti presso lo stesso, nonché diminuzioni di quel fondo o addebitamenti.

18 CLIENTE INTESTATARIO Deposita valori CREDITORE CREDITO DEBITORE DEBITO ENTRATA USCITA CONTO CORRENTE BANCA TENITRICE Ogni operazione richiede, fondamentalmente, una registrazione di questo tipo: Data Descrizione Movimenti Entrate Uscite Registrazioni successive richiamano il concetto di saldo, ovvero la consistenza in qualsiasi momento del conto, ottenuta sommando algebricamente il primo valore e, di volta in volta, quelli seguenti. Per cui, il documento si presenterebbe così: Date Descrizione Movimenti Saldi Entrate Uscite Segni (+ o -) Importi + La presenza di saldi costantemente attivi denota, da parte della banca, un operazione di provvista fondi, per cui si parla di c/c passivi (sempre per la banca).

19 Così come, la presenza costante di saldi passivi indica, da parte della banca, un operazione di impiego fondi; dando luogo ai c/c attivi. Con la stessa logica si definiscono i saldi alterni, attivi e passivi, da cui la definizione di c/c per elasticità di cassa. I saldi fruttano interessi, la cui decorrenza quasi mai coincide con la data. Per cui, occorrerà precisare la data da cui decorrono gl interessi, distinta dalla prima e, perciò, detta valuta : Date Descrizioni Movimenti Saldi Valuta Entrate Uscite Segni(+ o -) Importi + + o - Box 3 Le valute convenzionali Per i versamenti di A/B tratti su altre banche, 7 o 8 giorni (in seguito gg) lavorativi successivi all operazione - Per i versamenti di A/B tratti sullo stesso sportello bancario presso il quale avviene l operazione, stesso giorno dell operazione 48 - Per i versamenti di A/C emessi da altre banche, 2 o 3 gg lavorativi successivi all operazione - Per i versamenti di A/C emessi dalla stessa banca, stesso giorno dell operazione - Per i Bot rimborsati alla scadenza, stesso giorno dell operazione - Per il denaro, stesso giorno dell operazione - Per gli effetti accreditati salvo buon fine (in seguito s.b.f.) per il loro valore nominale con scadenza su piazza, 10 gg fissi 49 dopo la scadenza - Per gli effetti accreditati s.b.f. per il loro valore nominale con scadenza fuori piazza, 20 gg fissi dopo la scadenza - Per gli effetti accreditati s.b.f. per il loro valore nominale con scadenza a vista su piazza, 15 gg fissi dopo la scadenza - Per gli effetti accreditati s.b.f. per il loro valore nominale con scadenza a vista fuori piazza, 25 gg fissi dopo la scadenza - Per i giroconti disposti da un conto all altro dello stesso cliente, valuta compensata - Per i giroconti o bonifici disposti da terzi, primo giorno non festivo successivo (salvo che l ordinante abbia fissato una valuta diversa) - Per gli interessi su titoli in amministrazione, giorno lavorativo successivo a quello in cui sono esigibili 48 Si parla, in questo caso, di valuta compensata. 49 Si richiama l attenzione tra gg lavorativi e gg fissi.

20 - Per Ri.Ba.s.b.f. accreditate al valore nominale, la data che si ottiene aggiungendo a ogni singola scadenza un dato numero di gg fissi di calendario (che varia da un minimo di 6 a un massimo di 20 a seconda che siano incassabili rispettivamente presso sportello della stessa banca o presso sportelli di altre banche) - Per ricavo da rimborso di titoli estratti o scaduti, primo giorno non festivo successivo all operazione - Per saldo a credito del cliente riportato a nuovo dal trimestre precedente e per sbilancio sugli interessi, competenze e spese di c/c comunicate all inizio del trimestre e relative al periodo precedente, ultimo giorno del trimestre precedente (anche se festivo) - Per somme rimborsate a scadenza su titoli in amministrazione, giorno lavorativo successivo a quello in cui sono esigibili - Per versamento vaglia postali, 10 o 15 gg lavorativo successivi all operazione - Per vendita a contante di azioni e di titoli a reddito fisso o predeterminato, terzo giorno successivo di Borsa 50 aperta - Per vendita di Bot sul mercato secondario 51, secondo giorno non festivo successivo all operazione. - Per acquisto di Bot sul mercato secondario, secondo giorno non festivo successivo all operazione - Per acquisto in contanti di azioni, titoli a reddito fisso o predeterminato, warrant, terzo giorno di borsa aperta successivo - Per acquisto di altri mezzi di pagamento stranieri e assegnazioni di banconote estere e di altri mezzi di pagamento stranieri, stesso giorno dell operazione - Per assegni di terzi accreditati s.b.f. risultati in seguito impagati maggiorati delle commissioni, dei diritti e delle spese, data del giorno in cui furono accreditati - Per assegni postdatati 52, giorno in cui l assegno viene presentato per il pagamento - Per bonifici 53 disposti a favore di terzi, stesso giorno dell operazione (a meno che l accreditamento a favore del beneficiario debba essere seguito con valuta stabilita dall ordinante; in tal caso, quest ultimo è addebitato con valuta il giorno non festivo antecedente la valuta fissata) - Per cambiali domiciliate 54 presso la banca, giorno di scadenza dell effetto e cambiali in scadenza di cui il correntista abbia chiesto l addebito in c/c, giorno di scadenza dell effetto - Per commissioni d incasso su cambiali accreditate s.b.f. e su Ri.Ba. accreditate s.b.f., giorno in cui sono assunte all incasso - Per effetti attivi scontati o accreditati s.b.f. risultati non pagati in quanto protestati, richiamati o insoluti, maggiorati delle spese e delle commissioni se a scadenza, giorno di scadenza degli effetti 50 La Borsa è un mercato secondario regolamentato per la negoziazione di strumenti finanziari, ovvero titoli mediante i quali i soggetti in disavanzo finanziario reperiscono le risorse necessarie alle proprie esigenze gestionali. 51 Mercato in cui sono negoziati titoli già emessi. 52 L assegno è un documento a vista, cioè moneta bancaria. Irregolarmente, si indica una data posteriore a quella d emissione. In tal caso, si parla di postdatazione. 53 Ordini di pagamento a favore di clienti di banche diverse dalla propria. 54 Domiciliare significa eleggere la banca quale proprio domicilio relativamente ad una determinata operazione.

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 CONTO CORRENTE di CORRISPONDENZA Sez. I Informazioni sulla Banca Denominazione e forma giuridica: BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE Soc. Coop. per azioni Sede legate:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Telefono Email Fax Sito web Creditis Servizi Finanziari

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali ED. LUGLIO 2013 Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante:

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante: Regolamento delle fatture di acquisto. Quando paghiamo una fattura di acquisto il nostro patrimonio netto non subisce variazione dal punto di vista quantitativo, ma solo qualitativo. Se paghiamo in contante

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI SPESE FISSE SPESE VARIABILI INTERESSI SOMME DEPOSITATE FIDI E SCONFINAMENTI CAPITALIZZAZIONE DISPONIBILITA'SOMME VERSATE (*)

DOCUMENTO DI SINTESI SPESE FISSE SPESE VARIABILI INTERESSI SOMME DEPOSITATE FIDI E SCONFINAMENTI CAPITALIZZAZIONE DISPONIBILITA'SOMME VERSATE (*) CONDIZIONI ECONOMICHE CONTO WEBANK BUSINESS Le condizioni presenti in questo documento sono quelle standard del conto. Ogni eventuale deroga migliorativa è indicata nella documentazione contrattuale da

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria.

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria. Politica monetaria Obiettivi principali della politica monetaria stabilità monetaria interna (controllo dell inflazione) stabilità monetaria esterna (stabilità del cambio e pareggio della BdP) ma può avere

Dettagli