"EXOR S.p.A." Sede Torino, via Nizza n Capitale sociale euro Registro delle imprese - ufficio di Torino. n.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""EXOR S.p.A." Sede Torino, via Nizza n. 250. Capitale sociale euro 246.229.850. Registro delle imprese - ufficio di Torino. n."

Transcript

1 "EXOR S.p.A." Sede Torino, via Nizza n. 250 Capitale sociale euro Registro delle imprese - ufficio di Torino n società le cui azioni sono ammesse alle negoziazioni presso il Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. * * * * * Verbale dell'assemblea ordinaria degli azionisti tenutasi il 29 maggio * * * * * Il ventinove maggio duemilaquindici, in Torino, presso il Centro Congressi Lingotto, via Nizza n. 280, alle ore 10 circa, si è riunita in unica convocazione l'assemblea ordinaria degli azionisti della Società, convocata con avviso pubblicato sul sito Internet della stessa e nel meccanismo di stoccaggio autorizzato emarket Storage in data 17 aprile 2015 nonché, per estratto, sul quotidiano La Stampa in data 18 aprile 2015 per discutere e deliberare sul seguente Ordine del giorno 1) Bilancio al 31 dicembre 2014 e deliberazioni re- 1

2 lative. 2) Nomina organi sociali: a) Determinazione del numero dei componenti il Consiglio di Amministrazione e del relativo compenso; deliberazioni relative. b) Nomina del Consiglio di Amministrazione. c) Nomina del Collegio Sindacale. d) Determinazione degli emolumenti del Collegio Sindacale. 3) Remunerazioni e azioni proprie: a) Relazione sulla remunerazione ai sensi dell'articolo 123-ter del D.Lgs. 58/98. b) Piano di incentivazione ai sensi dell'articolo 114-bis del D.Lgs. 58/98 e deliberazioni relative. c) Deliberazioni in materia di acquisto e di disposizione di azioni proprie. Assume la presidenza, a sensi di statuto, e regola lo svolgimento dell'assemblea il presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato John Philip ELKANN il quale porge il benvenuto ai presenti e li ringrazia per la partecipazione. Quindi comunica: - che l'avviso di convocazione è stato pubblicato sul sito Internet della Società e nel meccanismo 2

3 di stoccaggio autorizzato emarket Storage nonché, per estratto, sul quotidiano La Stampa come dianzi detto, ai sensi delle relative disposizioni normative; - che sono stati regolarmente effettuati i previsti adempimenti informativi nei confronti del pubblico; - che l'assemblea si svolge in unica convocazione; - che l'assemblea è regolarmente costituita in quanto sono presenti o rappresentati n azionisti per n azioni sulle n azioni da nominali euro 1 cadauna. Il presidente invita, con il consenso dell'assemblea, a fungere da segretario il dottor Ettore MO- RONE e dà atto: - che, oltre ad esso presidente, è presente l'amministratore Andrea AGNELLI; - che sono inoltre presenti i sindaci effettivi: Sergio DUCA - presidente Nicoletta PARACCHINI Paolo PICCATTI; - che hanno giustificato l'assenza gli amministratori: Tiberto BRANDOLINI D'ADDA vice presidente Alessandro NASI vice presidente 3

4 Vittorio AVOGADRO DI COLLOBIANO Victor BISCHOFF Giuseppina CAPALDO Luca FERRERO DE GUBERNATIS VENTIMIGLIA Mina GEROWIN HERRMANN Jae Yong LEE Sergio MARCHIONNE Lupo RATTAZZI Giuseppe RECCHI Eduardo TEODORANI FABBRI Michelangelo VOLPI; - che sono altresì presenti:. il chief financial officer Enrico VELLANO. il segretario del consiglio di amministrazione Gianluca FERRERO; - di aver accertato, a mezzo di personale all'uopo incaricato, l'identità e la legittimazione dei presenti. Informa che l'elenco nominativo dei partecipanti all'assemblea, in proprio o per delega, con l'indicazione del numero delle rispettive azioni sarà allegato al presente verbale (allegato "H"). Il presidente comunica i soggetti che partecipano al capitale sociale sottoscritto in misura superiore al 2%; gli stessi sono: 4

5 * GIOVANNI AGNELLI e C. società in accomandita per azioni n azioni (51,392%) * EXOR S.p.A. n azioni (9,700%) con diritto di voto sospeso in quanto azioni proprie * THE OAKMARK INTERNATIONAL FUND n azioni (3,307%), rientrante nelle esenzioni dalle comunicazioni di partecipazioni rilevanti ai sensi dell'articolo 119 bis del Regolamento Emittenti. Precisa poi che sono presenti rappresentanti della società di revisione e personale qualificato per il migliore svolgimento dei lavori e che, se l'assemblea non ha nulla in contrario, assistono alla riunione alcuni studenti della Scuola di Alta Formazione con la direttrice Silvia PETOCCHI, della Scuola di Amministrazione Aziendale con i professori Valter CANTINO, Alessandro ZERBETTO e Francesco VENUTI, della Scuola di Management ed Economia con i professori Stefano CERRATO, Gabriele VARRASI, Chiara GIACHINO e Bernardo BERTOLDI e del Politecnico di Torino e della Scuola di Giurisprudenza con la professoressa Barbara PETRAZZINI, nonché a- nalisti finanziari e, in una sala loro riservata, giornalisti specializzati in materie economiche e finanziarie, e tutti ringrazia per la partecipazione. 5

6 Prega coloro che intendessero abbandonare l'assemblea prima del termine e comunque prima di una votazione di comunicarlo al personale incaricato per l'aggiornamento dei voti presenti. Prima di passare allo svolgimento dell'ordine del giorno ricorda che, ai sensi dell'articolo 5.2 del Regolamento di assemblea, in assenza di specifica richiesta approvata dall'assemblea non si darà lettura della documentazione che è stata depositata, a disposizione degli interessati, come indicato nell'avviso di convocazione. Precisa poi, per quanto riguarda gli interventi, che coloro che intendono prendere la parola sugli argomenti all'ordine del giorno, qualora non l'avessero ancora fatto, devono prenotare il loro intervento al tavolo di segreteria precisando l'argomento. Ricorda che, ai sensi dell'articolo 3.6 del Regolamento di assemblea, non è consentito l'uso di apparecchiature di registrazione audio e video da parte di azionisti. Ricorda inoltre a coloro che verranno chiamati al microfono che, ai sensi dell'articolo 6.4 del medesimo Regolamento, gli interventi dovranno essere concisi e strettamente pertinenti alle materie al- 6

7 l'ordine del giorno e che, ai sensi del citato Regolamento (articolo 6.6), gli interventi che si rivelassero di mero disturbo o impedimento agli altri partecipanti ovvero offensivi e contro la morale non verranno consentiti. Sempre in base all'articolo 6.4, ritiene adeguato il termine massimo di 5 minuti per gli interventi, nei quali dovranno essere comprese anche eventuali dichiarazioni di voto, e di 2 minuti per le repliche alle risposte fornite. Precisa che conseguentemente, al fine di garantire il miglior svolgimento dei lavori assembleari nell'interesse di tutti i presenti, una volta esaurito il tempo massimo gli interventi e le repliche saranno considerati terminati, il microfono verrà disattivato e la parola passerà automaticamente all'azionista successivo. Quindi fa presente di voler osservare, prima di i- niziare i lavori assembleari, un momento di raccoglimento per le vittime dell'heysel ricordando che proprio 30 anni or sono in tale tragedia persero la vita 39 persone e che in data odierna alle 19,30 ci sarà una messa alla Gran Madre per ricordarle. I presenti, in piedi, si associano. 7

8 Quindi il presidente fa presente che tra poco si parlerà del bilancio 2014 ed anche di quanto è stato fatto nei primi mesi del 2015 e ricorda gli ultimi 6 anni esponendo quanto segue: "EXOR è nata 6 anni fa dalla fusione tra IFI e I- FIL e questa settimana abbiamo toccato con l'azione EXOR in Borsa il valore più alto mai raggiunto quotando 45,43 euro. Negli ultimi anni abbiamo moltiplicato per 7 il valore della nostra azione che nel 2009, quando abbiamo cominciato questo capitolo, era a 6,15 euro. Questo ci rende molto orgogliosi e sicuramente premia il lavoro che è stato fatto in questi anni nel semplificare quelle che sono le nostre attività, cercando di ridurle, internazionalizzandosi; abbiamo voluto essere più presenti nel mondo, facendo meno cose ma facendole in più parti della terra. Abbiamo valorizzato, facendo crescere le attività nelle quali abbiamo investito, e abbiamo anche realizzato parte di questi investimenti. Infine abbiamo sostenuto piani molto ambiziosi per le nostre società e chi le guida li ha portati e li sta portando avanti. L'EXOR di oggi è una società più semplice, più snella e con tanta energia per costruire il pro- 8

9 prio futuro, perché noi vogliamo guardare più lontano. Oggi vi verrà proposto un gruppo di nuovi amministratori della Società e, come vedrete, avremo degli amministratori con un profilo ancor più internazionale e con delle competenze specifiche che permetteranno di continuare a sostenere e accompagnare la nostra Società nel suo sviluppo. Prima di iniziare vorrei ringraziare tutti voi a- zionisti per il sostegno, perché in questi anni non abbiamo avuto solo momenti facili, ma voi ci siete rimasti vicino, e vorrei ringraziavi per il vostro continuo incoraggiamento, per essere qui e soprattutto per il percorso che abbiamo ancora da fare insieme. Grazie." Quindi il presidente dichiara aperti i lavori e passa alla trattazione dell'ordine del giorno dando lettura dei relativi punti. Sul punto 1) Bilancio al 31 dicembre 2014 e deliberazioni relative, il presidente passa ad esaminare il bilancio al 31 dicembre 2014 e l'andamento della gestione attraverso la proiezione di alcune slide, per passare 9

10 poi all'approvazione del bilancio stesso e di distribuzione di dividendi. Il presidente e il chief financial officer Enrico VELLANO espongono e commentano pertanto le slide concernenti il bilancio e l'andamento della gestione (allegato "A"). Quindi il presidente dà lettura della proposta di approvazione del bilancio separato e di distribuzione di dividendi riportata al termine della relazione sulla gestione contenuta nel fascicolo relativo al bilancio distribuito ai presenti e che qui di seguito si trascrive: "Signori Azionisti, Vi invitiamo ad approvare il bilancio separato dell'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014 e, tenuto conto che la Riserva Legale corrisponde ad un quinto del capitale sociale, proponiamo la distribuzione di un dividendo di euro 0,35 alle a- zioni ordinarie attualmente in circolazione, pari a massimi euro ,40 da prelevarsi fino a concorrenza di euro ,66 dall'utile dell'esercizio e, per la parte residua di massimi euro ,74, dalla Riserva Straordinaria. Il dividendo proposto sarà posto in pagamento il 24 giugno 2015 (stacco cedola in Borsa il 22 giu- 10

11 gno) e verrà corrisposto alle azioni in conto alla data dal 23 giugno 2015 (record date)." Precisa poi che, successivamente al 14 aprile 2015, data nella quale è stata redatta la proposta di cui sopra, la Società non ha acquistato ulteriori azioni proprie e pertanto, alla data odierna, detiene n azioni e segnala che nella documentazione che è stata distribuita all'ingresso in sala è ricompresa la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari. Quindi comunica che due azionisti aventi diritto al voto hanno ritenuto di avvalersi del diritto di porre domande prima dell'assemblea; entro il termine indicato nell'avviso di convocazione (26 maggio 2015) sono quindi pervenute numerose domande, anche di dettaglio, la cui risposta in formato cartaceo è stata messa a disposizione, all'inizio dell'odierna assemblea, di ciascuno degli aventi diritto al voto ed è ancora disponibile presso il tavolo di segreteria. Fa poi presente che, come indicato nella lettera di esso presidente che si trova in apertura del fascicolo a stampa, anche quest'anno è stata estesa la possibilità di porre domande prima dell'assemblea anche ai non azionisti. 11

12 Informa che sono poi pervenute numerose domande da parte degli studenti che si sono dimostrati particolarmente attenti agli argomenti oggi in discussione e di questo li ringrazia. Fa poi presente che ad alcune delle domande pervenute ritenute di interesse generale, riassunte e raggruppate per tema, sarà comunque data risposta nel corso dell'assemblea. Quindi passa alla discussione sul bilancio al 31 dicembre 2014 pregando coloro che si sono prenotati di accedere al microfono, quando verranno chiamati, e di porre domande di interesse generale ed utili all'assunzione di deliberazioni sulla base di una adeguata informativa, facendo quindi interventi concisi e pertinenti e restando comunque entro il tempo massimo di 5 minuti, nei quali come anticipato dovranno essere comprese anche eventuali dichiarazioni di voto, e di 2 minuti per le repliche alle risposte fornite. Fa presente che al termine del tempo massimo, come già precisato, gli interventi e le repliche saranno considerati terminati, il microfono verrà disattivato e la parola passerà automaticamente all'azionista successivo. L'azionista Marco Geremia Carlo BAVA 12

13 domanda, chiedendone la verbalizzazione, se verrà anche chiamata la DIGOS per allontanare l'azionista. Proseguendo, il presidente precisa che un breve segnale acustico evidenzierà che manca 1 minuto alla scadenza del termine. Precisa inoltre che nel presente verbale non saranno riportati né allegati interventi o parti di intervento che non siano stati effettivamente letti a beneficio dei presenti e pertinenti alle materie all'ordine del giorno. Quindi dichiara aperta la discussione sul bilancio al 31 dicembre Una sintesi viene qui di seguito riportata. L'azionista Jutta SPERBER esprime la propria gratitudine, dopo due anni di grandi cambiamenti su tutti i livelli, per il lavoro fatto da EXOR; dichiara di essere particolarmente interessata alla PartnerRe, che per EXOR rappresenta una nuova a- rea e un nuovo impegno, e vorrebbe sapere quali saranno gli impegni e gli investimenti della Società; augura, come ultima cosa ma non meno importante, un in bocca al lupo alla JUVENTUS. L'azionista Gianbattista GANDAGLIA 13

14 espone il testo dell'intervento da lui predisposto, di cui chiede l'allegazione a verbale e che qui di seguito si trascrive: Il sottoscritto Gandaglia Gianbattista portatore in proprio di n. 50 azioni EXOR (acquistate dopo a- ver partecipato in data 1 agosto 2014 all'ultima storica assemblea FIAT S.p.A., a euro 31 cadauna), legge il testo del proprio intervento, con preghiera di volerlo allegare al verbale dell'odierna assemblea (di cui chiede copia). Grazie. "Sig. Presidente non commento i risultati positivi dell'ultimo esercizio. Il bilancio al 31/12/2014 parla e si commenta da solo". Avendo comunque esaminato anche il resoconto intermedio di gestione al 31/03/2015 mi permetto comunque intervenire su qualche punto esaminato. Il NET ASSET VALUE (NAV o ENTERPRISE VALUE) al 31/12/2014 è stato pari a euro milioni, al 31/03/2015 è salito a euro (Incremento di euro milioni, + 31%) il che lascia ben sperare per il risultato positivo del corrente esercizio Dalla stampa economica esaminata e da altre fonti televisive, nel 1 trimestre 2015 ho dedotto che 14

15 la politica perseguita dal nostro management EXOR è dal sottoscritto condivisa pienamente. "bilanciare il portafoglio partecipazioni in modo equilibrato tra investimenti finanziari e industriali. (A quanto il dividendo da distribuire cash di FCA?)" Qualora non andasse in porto l'assunzione della PARTNER RE, quale altra operazione nel campo assicurativo potreste portare a termine nel corrente anno, per raggiungere lo scopo esposto e prefissato sopra? (più redditizio) Grazie per la vostra risposta che potrà soddisfare questa curiosità. Altra considerazione personale: Essendo la nostra Società controllata per il 51,39% dalla famiglia Agnelli, non potrebbe essere scalata se non con take over (scalata ostile) da altra società grande straniera. Anche se le società quotate nei mercati borsistici regolamentati dovrebbero essere contendibili, scalabili attraverso il mercato, come è possibile nei mercati più evoluti rispetto alla Borsa Italiana S.p.A., controllata dal LONDON STOCK EXCHANGE di Londra. Grazie. GANDAGLIA GIANBATTISTA." L'azionista Eugenio ROSCIO 15

16 si compiace del bilancio e si complimenta con il consiglio di amministrazione ringraziando tutti i collaboratori della Società che hanno permesso di ottenere risultati invidiabili; precisa di essere azionista da decenni fin da quando la Società si chiamava IFIL, si rammarica di non aver mai partecipato ad un'assemblea di bilancio e quindi non poteva esimersi dal partecipare a quella odierna; chiede al presidente se vi è la possibilità, in un prossimo futuro, che anche EXOR trasferisca la propria sede all'estero, augurandosi che ciò non accada; formula gli auguri al nuovo consiglio di amministrazione e a tutti i collaboratori per avere nell'anno venturo un bilancio altrettanto buono e interessante. L'azionista Carlo MANCUSO domanda se la CONSOB abbia fatto delle osservazioni e, in caso affermativo, chiede che ne venga data lettura come previsto; è dell'avviso che sebbene il consiglio di amministrazione abbia competenze specifiche - come ha e- videnziato il presidente laddove si presentassero operazioni particolari si renderebbero necessa- 16

17 rie consulenze strategiche; vuole avere chiarimenti in merito alle consulenze varie, alle spese relative alla pubblicità, al contenzioso legale, agli eventuali accertamenti di natura fiscale, all'ammontare dei crediti esigibili, di cui non riesce a trovare traccia nel bilancio sebbene gli sia stata tempestivamente recapitata dalla Società la documentazione cartacea; chiede quanto incidono i titoli di Stato e gli e- ventuali derivati sul patrimonio della Società; ringrazia per l'ammontare del dividendo di cui si propone la distribuzione, aumentato da euro 0,335 a euro 0,35, sia personalmente che a nome dei fondi nei quali ha investito, dove sono presenti anche azioni EXOR; osserva che per la distribuzione del dividendo vengono prelevati dalla Riserva Straordinaria oltre 26 milioni di euro mentre la Riserva Legale rimane al 5% del capitale; vorrebbe conoscere quanto residua della Riserva Straordinaria in quanto ritiene che essa, al pari della Riserva Legale, sia importante per il compimento delle diverse operazioni di finanziamento a livello internazionale; fa presente che i migliori talenti, che EXOR cerca di attirare, devono essere retribuiti e che biso- 17

18 gna tener conto anche della previdenza sociale e dell'assicurazione, tra le più alte d'europa; lamenta di non aver trovato nella relazione sul bilancio l'indicazione del numero delle risorse umane, ma di averlo attinto dal "calepino", ovvero dal sommario che viene distribuito ogni anno: nel 2011 erano 273, nel , nel ; manca, invece, la cifra relativa al 2014 perché il "calepino" è aggiornato al 30 giugno 2014; vorrebbe conoscere il numero dei dipendenti, compresi quelli che lavorano all'estero, alla data del 31 dicembre 2014 o al 31 marzo 2015, per avere un quadro il più possibile aggiornato; ringrazia per le risposte e si riserva di replicare. L'azionista Marco Geremia Carlo BAVA fa presente che i suoi siti sono e precisa che sui suoi siti si può trovare la sollecitazione di deleghe per l'attuale assemblea, così come le domande inviate prima dell'assemblea e che non sono state distribuite, invitando gli interessati a chiederle agli addetti all'ingresso; fa riferimento alle domande inviate dallo stesso 18

19 prima dell'assemblea, in particolar modo alla domanda n. 5 riguardante lo scorporo della FERRARI e alla quale ha ricevuto la risposta: "come annunciato da FCA, l'ipo è programmata per il terzo quarter del 2015, mentre lo spin-off è previsto all'inizio del 2016"; ritiene tale risposta contraddittoria con quanto riportato a pagina 65 del fascicolo relativo al bilancio dove è indicato che: "la separazione di FER- RARI non è un evento certo. Non è possibile affermare con certezza se e quando avrà luogo la separazione di FERRARI. Il Gruppo potrebbe decidere di ritardare o di non effettuare la separazione per qualunque motivo"; precisa che, visto il poco tempo a sua disposizione, sarà costretto ad usare espressioni incisive e ritiene che, oltre alla morte di Edoardo AGNELLI e di ZOLA, la FIAT sia morta nel 2014; è dell'avviso che oggi si commemori l'anniversario della morte di FIAT, ironizzando di vedere sempre più carri funebri marchiati CHRYSLER; chiede al presidente la conferma che sia stato lui ad aver dato l'ordine alla Polizia di Stato di allontanarlo nell'assemblea FIAT del 27 marzo 2014; ritiene che FIAT sia scappata in Olanda perché non 19

20 viene accettato il confronto con gli azionisti; pensa che i pochi azionisti presenti in assemblea siano la prova del declino di FIAT, di cui molti non vogliono prendere coscienza; ricorda che l'avvocato AGNELLI sosteneva che l'assemblea è una festa, più persone partecipano più è bella le festa, rammaricandosi che l'unica cosa rimasta dell'era dell'avvocato siano gli elicotteri; chiede l'azione di responsabilità e l'astensione dalla votazione dell'azionista di maggioranza Giovanni AGNELLI e C. nei confronti dell'amministratore MARCHIONNE perché ritiene che sia l'unico che ha guadagnato dalla fusione FCA FIAT: 60 milioni di euro; è dell'avviso che lo stesso dia notizie sullo scorporo FERRARI atte a manipolare il mercato attraverso informazioni parziali ed incomplete e di aver presentato, per tale motivo, un esposto alla CON- SOB; chiede l'azione di responsabilità anche nei confronti dell'intero consiglio di amministrazione per aver fatto votare EXOR, all'assemblea FIAT, favorevolmente alla fusione FCA FIAT, che non ha avuto alcuna ragione economica in quanto FIAT nel 2014 ha pagato più imposte che nel 2013 ed il voto 20

21 doppio c'è anche in Italia; è dell'opinione che chi compra azioni FCA, per avere poi quelle della FERRARI, rischi di fare la fine del topo con il gatto; ritiene che il vero provocatore non sia esso azionista ma colui che provoca gli operai della MASERA- TI, non concedendo ferie quando ne hanno bisogno e percependo uno stipendio pari a quello di 7 mila o- perai: il dottor MARCHIONNE; vuole sapere, a proposito della MASERATI, se è confermata la cassa integrazione alla BERTONE; chiede, in merito alla notizia letta nella quale si dice che il 46% degli operai hanno problemi a polsi, spalla, braccia perché manca la rotazione, se si pensa di fare qualcosa; vuole sapere chi pagherà la MASERATI Levante che MARCHIONNE vuole regalare a RENZI; è dell'avviso che legare il bonus degli operai alle scelte produttive fatte da MARCHIONNE, con errori quali la Thema e la Flavia, significhi che 7 mila operai resteranno senza il bonus, pur continuando a percepire il dottor MARCHIONNE uno stipendio uguale a quello di 7 mila operai; domanda al presidente se è vero che trasferirà la propria famiglia a Londra; 21

22 vuole sapere se FIAT ha pagato l'exit Tax e in caso affermativo quando e come; rileva che la Società, pur non essendosi trasferita a Londra, non ha pagato imposte nel 2014; sottolinea che il dottor MARCHIONNE non ha più avuto bisogno dell'avvocato MONTEZEMOLO e lo ha licenziato in 3 giorni, domandandosi se non abbia più bisogno neanche degli AGNELLI/ELKAN; è dell'avviso che per mandare avanti la FERRARI non basti avere la poltrona dell'avvocato MONTEZE- MOLO ma sia necessario sapere cosa fare dando delle direttive di guida; ritiene che il dottor MARCHIONNE con il suo "maglioncino triste" sfascerà la FERRARI. Esaurito il tempo a disposizione, l'azionista BAVA continua il suo intervento a microfono spento. Quindi il presidente fa presente che, prima di passare alle risposte ai quesiti che sono stati formulati in questa sede, verrà data risposta ad alcune delle domande di interesse generale sugli argomenti all'ordine del giorno che sono pervenute alla Società, anche da non azionisti e dagli studenti; tali risposte potranno riguardare anche domande fatte nel corso degli interventi. Il presidente precisa che si procede innanzitutto 22

23 a fornire le risposte alle tre domande ricevute da azionisti ritenute di interesse generale e auspica che l'azionista BAVA, che prosegue il suo intervento a microfono spento, abbia l'educazione di ascoltare le risposte a domande da lui formulate; - alla domanda: "È stato un anno difficile per SE- QUANA. La Società ha dovuto ristrutturare il debito e lanciare un aumento di capitale. Exor detiene ancora la partecipazione?" il chief financial officer Enrico VELLANO risponde che: nel corso del 2014 SEQUANA ha affrontato una ristrutturazione industriale e finanziaria rilevante; EXOR ha partecipato all'operazione sottoscrivendo l'aumento di capitale per la quota di sua competenza, permettendo alla Società di raggiungere un accordo con le banche creditrici sulla ristrutturazione del debito; nella seconda parte del 2014 e nei primi mesi del 2015, EXOR ha gradualmente ceduto sul mercato la propria partecipazione fino ad azzerarla; si trattava di una partecipazione storica dalla quale E- XOR è uscita gradualmente; i titoli sottoscritti nell'ambito dell'aumento di capitale ad un prezzo unitario di 2,55 euro sono 23

24 stati successivamente venduti ad un prezzo medio di 2,82 euro con una plusvalenza pari a circa euro 1,2 milioni; - alla domanda: "ARENELLA IMMOBILIARE di cosa si occupa?" il chief financial officer Enrico VELLANO risponde che: ARENELLA IMMOBILIARE, società detenuta al 100% da EXOR S.p.A., possiede un resort ad uso turistico in provincia di Siracusa attualmente locato ad AL- PITOUR S.p.A.; - alla domanda: "Quanto hanno guadagnato gli amministratori personalmente nelle operazioni straordinarie?" il presidente risponde che: per gli amministratori non è prevista alcuna forma di incentivo straordinario su tali operazioni. Il chief financial officer Enrico VELLANO precisa che si procederà ora a fornire le risposte a tre domande ricevute dagli analisti; - alla domanda: "EXOR considera necessario un ulteriore consolidamento nel settore automobilistico? Quale sarebbe la sua reazione qualora FCA ne fosse protagonista?" il presidente risponde che: 24

25 la presentazione fatta poco più di un mese fa da Sergio MARCHIONNE è molto importante, in quanto permette di capire in maniera molto chiara quali sono gli elementi caratterizzanti l'industria automobilistica; un'industria che richiede moltissimo capitale da investire per poter fare prodotti sempre all'avanguardia ed in grado di adempiere ai tanti vincoli che esistono, sia per ragioni di sicurezza sia per ragioni ambientali; si tratta di un'industria che investe due miliardi di dollari a settimana e molti di questi investimenti potrebbero essere condivisi; come evidenziato nella lettera agli azionisti, tutto ciò è stato vissuto anche da FIAT e CHRYSLER, ora FCA; un esempio molto concreto è quello della JEEP Renegade e della FIAT Cinquecento X prodotte a Melfi, in quanto FIAT e CHRYSLER, ora FCA, hanno potuto lavorare insieme e hanno potuto usare molto più efficientemente il capitale risparmiando quasi un miliardo di euro sull'investimento; Sergio MARCHIONNE che ha visto e vissuto in prima persona quelli che sono i mali dell'industria automobilistica e ne ha divulgato in modo molto chiaro e razionale i rimedi; la Società rimane, come azionista di FCA, convinta 25

26 del percorso che quest'ultima ha davanti a sé, che è quello di portare avanti il piano molto ambizioso presentato l'anno scorso a maggio e che prevede una serie di iniziative, tra le quali la continua crescita del marchio JEEP che ha raggiunto un milione di automobili nel 2014 e l'ulteriore sviluppo nel settore Premium con i marchi MASERATI e AL- FA ROMEO, che proprio a giugno presenterà e lancerà il suo primo prodotto di questa nuova fase; la Società ritiene che se l'industria decide di dialogare sul tema del consolidamento, ciò vada a beneficio di tutti; la Società ha avuto la fortuna di aver raggiunto un successo nell'operazione di consolidamento, anche se tali operazioni hanno le loro complicazioni e, come indicato nella lettera agli azionisti, è importante capire quali sono i vantaggi del consolidamento e valutare gli aspetti cosiddetti più "soft", che sono quelli culturali e di come si può lavorare insieme, che sono poi quelli che fanno sì che tali operazioni abbiano successo; - alla domanda: "Come annunciato, l'exor deterrà direttamente una partecipazione in FERRARI. Ci sono novità sul processo?" il presidente risponde che: 26

27 non ci sono novità sul processo FERRARI; come già detto dal CFO di FCA nella conference call del 29 aprile scorso, tutto sta procedendo nei tempi dichiarati, che sono quelli di una IPO in autunno e di una distribuzione, all'inizio del 2016, di FER- RARI agli azionisti di FCA. - alla domanda: "L'operazione PartnerRe modifica l'approccio di EXOR all'utilizzo della leva finanziaria?" il chief financial officer Enrico VELLANO risponde che: EXOR crede fortemente nell'equilibrio della posizione finanziaria, nell'utilizzo della leva finanziaria per la propria attività e per aumentare i ritorni, ma sempre con un approccio prudente; anche nel caso dell'acquisizione di PartnerRe la Società ha posto in essere una serie di accordi con le banche in modo da ottenere dei finanziamenti e allo stesso tempo utilizzare la propria liquidità, ma sempre con un'ottica di prudenza e di gestibilità della leva finanziaria. Il presidente precisa che si procederà ora a fornire le risposte a tre domande ricevute dagli studenti che ringrazia per l'impegno; - alla domanda: "In un articolo del Sole24Ore del 27

28 3 Maggio 2015, Warren BUFFET dichiara che il settore delle riassicurazioni calerà perché è diventato un investimento popolare tra gli hedge fund, con diminuzione dei ritorni. Condividete la preoccupazione dell'oracolo di Omaha?" il presidente risponde che: ciò che è stato detto durante l'assemblea di BERK- SHIRE HATHAWAY è vero e non riguarda solo l'adesione alla riassicurazione da parte degli hedge fund, ma ci sono altri investitori, anche istituzionali, che tramite obbligazioni legate alla riassicurazione sono entrati in tale industria; non c'è dubbio che c'è più capitale a disposizione e questo sta creando pressione, così come non vi è dubbio che gli assicuratori tendono ad assicurarsi meno perché hanno maggior capacità di comprensione dei propri rischi; sicuramente il fatto di avere interessi bassi aumenta l'interesse degli investitori a entrare in tale settore; ci si trova in un momento in cui i prezzi si sono abbassati e con termini contrattuali, di cui tendenzialmente si ha meno percezione, meno favorevoli di quello che erano in passato; nei contratti con i riassicuratori infatti non bisogna solo guardare ai prezzi ma anche ai termini 28

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi

LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi di Claudio Venturi Sommario: - 1. Le decisioni dei soci. 1.1.

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OVS S.P.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione di OVS S.p.A. in data 23 luglio 2014, in vigore dal 2 marzo 2015 1 1. PREMESSA

Dettagli

Realizzazione e Gestione servizi pubblici locali S.p.A. COGEIDE S.p.A. STATUTO Allegato C al rep. n. 2.728/1.872

Realizzazione e Gestione servizi pubblici locali S.p.A. COGEIDE S.p.A. STATUTO Allegato C al rep. n. 2.728/1.872 Realizzazione e Gestione servizi pubblici locali S.p.A. COGEIDE S.p.A. STATUTO Allegato C al rep. n. 2.728/1.872 Art. 1) Denominazione E' costituita, ai sensi dell'art. 113 lett. e) del D.Lgs. 18.08.2000

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

AMBITO SOGGETTIVO DI APPLICAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE PER CIO CHE CONCERNE GLI ENTI DI DIRTTO PRIVATO COMUNQUE DENOMINATI IN CONTROLLO

AMBITO SOGGETTIVO DI APPLICAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE PER CIO CHE CONCERNE GLI ENTI DI DIRTTO PRIVATO COMUNQUE DENOMINATI IN CONTROLLO AMBITO SOGGETTIVO DI APPLICAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE PER CIO CHE CONCERNE GLI ENTI DI DIRTTO PRIVATO COMUNQUE DENOMINATI IN CONTROLLO PUBBLICO, IVI INCLUSE LE FONDAZIONI Art. 14, c. 1, lett.

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

Repertorio n. 34869 Raccolta n. 8880 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' INVESTIMENTI E SVILUPPO S.p.A. TENUTASI IN DATA 19 MARZO 2010 REPUBBLICA

Repertorio n. 34869 Raccolta n. 8880 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' INVESTIMENTI E SVILUPPO S.p.A. TENUTASI IN DATA 19 MARZO 2010 REPUBBLICA Repertorio n. 34869 Raccolta n. 8880 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' INVESTIMENTI E SVILUPPO S.p.A. TENUTASI IN DATA 19 MARZO 2010 REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemiladieci, il giorno trentuno del mese

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI )

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) ( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) PROCEDURA RELATIVA ALLA TENUTA E AGGIORNAMENTO DEL REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO AD INFORMAZIONI PRIVILEGIATE IN GIOVANNI CRESPI SPA Approvata dal Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

Bio-On S.p.A. PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD

Bio-On S.p.A. PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD Bio-On S.p.A. PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD Procedura per l'adempimento degli obblighi di comunicazione al Nomad da parte di Bio-On S.p.A. (la Società ) ai sensi del Regolamento AIM Italia

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Risoluzione n. 104/E

Risoluzione n. 104/E Risoluzione n. 104/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 21 aprile 2009 OGGETTO: Istanza di interpello ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Articolo 11, comma 1, lettera a), numero 5, del

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 Norme sui Consigli degli Ordini e Collegi e sulle Commissioni centrali professionali Pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 98 del 23 Dicembre

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Ambito di applicazione. 3. Principi fondamentali. 3.1.

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE

RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE 25.2.2005 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 52/51 RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE del 15 febbraio 2005 sul ruolo degli amministratori senza incarichi esecutivi o dei membri del consiglio di sorveglianza

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I. Statuto sociale con evidenza delle modifiche approvate (AI SENSI DELL ART. IA.2.3.1, CO. 2 DELLE ISTRUZIONI AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.) Emittente:

Dettagli