Osservatorio Nazionale. Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Nazionale. Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei"

Transcript

1 Osservatorio Nazionale Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei Rapporto sintetico FORMA. TEMP. 2008

2 L attività di FORMATEMP nel 2008: I progetti, gli allievi coinvolti, le risorse impiegate Nel 2008 FORMA. TEMP. ha realizzato progetti formativi, con un incremento dello 0,9% rispetto all anno precedente. Gli allievi interessati dai corsi, compresi i casi di formazione plurima, sono stati 232 mila e 477, in aumento del 3,3% rispetto al Il numero complessivo di ore di formazione erogate è stato pari a 1,54 milioni circa (+4,8% rispetto al 2007). Le risorse finanziarie impiegate ammontano a circa 160 milioni di euro (+10,4% rispetto al 2007). Il costo medio di ciascun progetto formativo è stato, nel 2008, pari a circa 4,4 mila euro con un incremento del 9,4% rispetto al Il costo medio per allievo ha avuto un incremento del 7% circa (da 642 euro del 2007 a 686 euro del 2008). Il costo per ora-allievo, pari a 104 euro nel 2008, è aumentato del 5,3% rispetto al Formazione FORMA. TEMP. : progetti, allievi, ore di formazione erogate e investimenti Var Progetti formativi ,9% Allievi (comprese le formazioni multiple) ,3% Ore di formazione erogate ,8% Risorse finanziarie (migliaia di euro) , ,4 10,4% Costo per progetto formativo (euro) ,4% Costo per allievo (euro) ,9% Costo per ora di formazione (euro) ,3% 2

3 La distribuzione territoriale degli allievi La distribuzione per ripartizione territoriale degli allievi FORMA. TEMP. appare relativamente concentrata al Nord con oltre il 65% degli allievi. Nelle regioni del Centro è compreso circa il 18% deglli allievi. Poco più del 16% degli allievi è stato formato nelle regioni meridionali e nelle Isole. Il confronto con la distribuzione territoriale della domanda di lavoro interinale, mostra, tuttavia, che nelle regioni del Sud la quota di allievi è superiore alla presenza relativa di lavoratori interinali. La situazione opposta si osserva nelle regioni del Nord Ovest, con il 38% circa di allievi sul totale nazionale contro il 44% di lavoratori interinali. 44,0% Confronto fra la distribuzione territoriale degli allievi FORMA. TEMP. e i lavoratori interinali (assicurati netti INAIL), ,7% Il confronto con il 2007 mostra un forte incremento degli allievi formati nel Nord Est (+20% circa). Seguono le regioni del centro Italia con un aumento dell 11% circa. Poco al di sopra della media si attestano le regioni del Mezzogiorno continentale, con un incremento del numero di allievi del 4,2%. Il numero di allievi formato nel Nord Ovest subisce una contrazione del 6% circa. Molto più consistente appare il decremento degli allievi formati nelle Isole, il cui numero si riduce del 27% rispetto al 2007 (considerando gli allievi che hanno svolto più corsi). 26,9% Interinali 27,9% Allievi 19,1% 17,9% Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole 9,9% 16,6% FORMA.TEMP.: Variazione del numero di allievi per Ripartizione territoriale ,2% Isole -5,9% Nord Ovest Media nazionale 3,3% Sud 4,2% Centro 10,7% Nord Est 19,6% 3

4 La distribuzione degli allievi per tipologia formativa La distribuzione degli allievi per tipologia formativa vede la prevalenza della formazione professionale con oltre il 57% del totale. Poco più di un quarto degli allievi ha frequentato i corsi di base e circa il 12% è stato coinvolto nei corsi di formazione per affiancamento sul luogo di lavoro (on the job). Rimane relativamente modesta la quota di allievi interessati dalla formazione Continua, con poco più del 4% del totale. L incidenza della formazione Distribuzione degli allievi FORMA.TEMP. per tipologia formativa, 2008 Professionale 57,4% continua, sebbene piuttosto contenuta, è aumentata di un punto percentuale nel 2008 rispetto all anno precedente con un incremento del 38% circa passando da circa di 6 mila allievi a circa 8 mila. In aumento anche il numero di allievi della formazione professionale (+6,7% nel 2008 rispetto al 2007). Si riduce, viceversa, il numero di allievi interessata dai corsi di Base e da quelli On the job (da circa 55 mila a poco più di 50 mila per la Base e da 23,7 mila a 23 mila per la formazione On the job. Base 26,3% On the job 12,2% Continua a catalogo 4,1% Continua a voucher 0,1% FORMA.TEMP.: Variazione del numero di allievi per tipologia formativa ,5% Base -2,3% On the job Professionale 6,7% Continua a voucher 31,3% Continua a catalogo 38,4% 4

5 I destinatari della formazione: genere, classi di età. Il 60% degli allievi FORMA. TEMP. ha un età compresa entro i 30 anni (come nel 2007). Oltre la metà degli allievi Distribuzionedegli allievi FORMA.TEMP. Per classi di età, 2008 Da 45 a 50 anni Over 50 Entro i 18 anni 5,0% 2,8% 4,6% Da 41 a 45 anni 6,6% appartenenti a questa coorte di età (il 53% circa) ha un età inferiore ai 25 anni, Da 19 a 24 anni 26,8% pari al 32% circa del totale degli allievi. Una quota consistente di allievi, prossima Da 31 a 40 anni 26,4% al 15%, ha superato i 40 anni di età. L incidenza degli allievi appartenenti a questa classe di età è in aumento rispetto Da 25 a 30 anni 27,8% al 2007, quando era pari al 13%. Nel 2008 prevale, seppure di stretta misura, la componente femminile con il 51% del totale degli allievi (53,2% nel 2007). La quota femminile appare particolarmente elevata nelle classi di età più anziane con oltre 40 anni con punte che sfiorano il 60% fra gli allievi con oltre 45 anni di età. Distribuzione degli allievi FORMATEMP per genere. Dati per classi di età e per il totale, 2008 Donne Uomini Totale Entro i 18 anni 39,2% 60,8% 100,0% Da 19 a 24 anni 44,0% 56,0% 100,0% Da 25 a 30 anni 52,4% 47,6% 100,0% Da 31 a 40 anni 54,1% 45,9% 100,0% Da 41 a 45 anni 56,0% 44,0% 100,0% Da 46 a 50 anni 58,5% 41,5% 100,0% Over 50 54,6% 45,4% 100,0% Totale 51,1% 48,9% 100,0% 5

6 l livello di istruzione degli allievi Gli allievi FORMATEMP mostrano, anche nel 2008, un livello di istruzione Distribuzione degli allievi FORMA.TEMP. per titolo studio, 2008 medio alto, con oltre il 67% circa degli allievi in possesso di laurea o Licenza media 31,8% diploma. Gli allievi che hanno conseguito un diploma di scuola media Licenza elementare 1,1% Diploma 52,4% superiore superano il 52% del totale e Laurea, Dottorato 14,6% circa il 15% sono laureati. Sono soprattutto le allieve a possedere i titoli di studio più elevati. Circa il 19% delle donne che nel 2008 hanno frequentato i corsi FORMA. TEMP. erano in possesso di un titolo di studio universitario contro il 10% degli uomini. Il 54% delle allieve era in possesso di un diploma contro il 50% dei colleghi maschi. Conseguentemente, una elevata percentuale degli allievi di sesso maschile possiedono un titolo di studio non superiore alla licenza media o alla licenza elementare: circa il 40%, contro il 26% della componente femminile. 54,4% Distribuzione degli allievi FORMA.TEMP. per titolo di studio conseguito e per genere, ,5% Donne Uomini 37,6% 26,1% 18,8% 10,3% 0,7% 1,6% Diploma Laurea, Dottorato Licenza elementare Licenza media 6

7 Gli allievi stranieri Nel 2008 si contano fra gli allievi FORMATEMP immigrati, pari Distribuzione degli allievi stranieri per Nazione di provenienza, 2008 (dati in % sul totale degli allievi stranieri) al 28% del totale (al netto degli allievi dei corsi di orientamento e al lordo dei casi di formazione plurima). Rispetto al 2007 la componente straniera è aumentata dell 11% e ha incrementato la propria incidenza di due punti in percentuale. Riguardo alla SRI LANKA FILIPPINE CAMERUN ARGENTINA SVIZZERA ERITREA EGITTO GERMANIA UCRAINA TUNISIA INDIA MOLDAVIA PAKISTAN POLONIA ECUADOR COSTA D'AVORIO NIGERIA GHANA BRASILE ALBANIA PERU' BANGLADESH SENEGAL MAROCCO ROMANIA 1,1% 1,1% 1,1% 1,1% 1,3% 1,3% 1,4% 1,6% 1,7% 1,7% 1,9% 2,0% 2,0% 2,0% 2,1% 2,5% 2,8% 3,6% 3,6% 3,9% 4,6% 5,2% 5,7% 9,0% 14,5% composizione per Paese di origine, si nota la presenza relativamente forte degli allievi provenienti dalla Romania, che rappresentano circa il 15% circa degli allievi stranieri. Al secondo posto vengono gli allievi provenienti dal Marocco con circa il 9% del totale. Seguono gli allievi provenienti dal Senegal, dal Bangladesh e dal Perù con quote prossime il 5% del totale. I settori di sbocco professionale nel 2008 Gli sbocchi occupazionali degli allievi FORMA.TEMP. sono caratterizzati dal forte peso del settore dei Servizi, in particolare quelli che richiedono competenze di tipo gestionale e amministrativo applicabili in diversi comparti produttivi. Gli allievi che hanno conseguito tali qualifiche rappresentano circa il 67% del totale. L industria rappresenta circa un quinto degli sbocchi lavorativi. La Formazione professionale FORMA.TEMP.: distribuzione degli allievi per settore di sbocco lavorativo, 2008 Agricoltura, minerali non metall. 0,1% quota rimanente degli allievi è impiegata soprattutto nei settori del Commercio e alberghiero. Una quota piccola, ma in crescita rispetto agli anni precedenti, è Edilizia Beni culturali ambiente Credito ed Assicurazioni Servizio socio educativi e sanitari Alberghi, ristorazione, turismo Commercio 0,1% 0,4% 1,0% 2,3% 4,6% 6,2% rappresentata dal settore socio Industria 18,1% sanitario che rappresenta Amministr., informatica, altri servizi 67,2% un opportunità occupazionale per il 3% degli allievi. 7

8 8 Tabelle regionali

9 La Formazione FORMATEMP. Numero di progetti formativi per Regione 2007 e Var. in % Abruzzo ,00% Basilicata ,00% Calabria ,00% Campania ,20% Emilia Romagna ,70% Friuli ,90% Lazio ,70% Liguria ,70% Lombardia ,80% Marche ,80% Molise ,40% Piemonte ,50% Puglia ,10% Sardegna ,60% Sicilia ,80% Toscana ,60% Trentino Alto A ,70% Umbria ,50% Valle d'aosta ,00% Veneto ,80% Totale ,90% La Formazione FORMATEMP. Numero di allievi per Regione 2007 e Var. in % Abruzzo ,8% Basilicata ,8% Calabria ,3% Campania ,8% Emilia Romagna ,6% Friuli ,9% Lazio ,2% Liguria ,7% Lombardia ,5% Marche ,5% Molise ,0% Piemonte ,6% Puglia ,2% Sardegna ,2% Sicilia ,3% Toscana ,8% Trentino Alto A ,4% Umbria ,5% Valle d'aosta ,5% Veneto ,7% Totale ,3% 9

10 La Formazione FORMATEMP. Numero di ore di formazione erogate per Regione 2007 e Var. in % Abruzzo ,10% Basilicata ,60% Calabria ,20% Campania ,90% Emilia Romagna ,00% Friuli ,20% Lazio ,60% Liguria ,30% Lombardia ,50% Marche ,20% Molise ,40% Piemonte ,00% Puglia ,80% Sardegna ,70% Sicilia ,10% Toscana ,00% Trentino Alto A ,30% Umbria ,50% Valle d'aosta ,40% Veneto ,80% Totale ,80% La Formazione FORMATEMP. Risorse finanziarie impiegate per Regione 2007 e 2008 (euro) Ore di formazione Abruzzo ,5% Basilicata ,2% Calabria ,0% Campania ,7% Emilia Romagna ,2% Friuli ,7% Lazio ,6% Liguria ,1% Lombardia ,9% Marche ,4% Molise ,5% Piemonte ,7% Puglia ,6% Sardegna ,6% Sicilia ,5% Toscana ,1% Trentino Alto A ,6% Umbria ,9% Valle d'aosta ,8% Veneto ,9% Totale ,4% 10

11 FORMATEMP: Numero di progetti per Regione e tipologia formativa, 2008 Base Continua a catalogo Continua a voucher On the job Orient. Professionale Totale progetti formativi Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia R Friuli Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino A.A Umbria Valle d'ao Veneto Totale Distribuzione dei progetti formativi per tipologia formativa. Dati per regione Base Continua catalogo Continua voucher On the job Orientamento Professionale Totale Abruzzo 10,8% 6,0% 0,0% 66,1% 0,0% 17,2% 100,0% Basilicata 5,9% 5,9% 0,0% 63,2% 0,0% 25,0% 100,0% Calabria 7,1% 0,6% 0,0% 63,2% 1,9% 27,1% 100,0% Campania 17,1% 10,7% 0,1% 31,5% 1,9% 38,8% 100,0% Emilia Romagna 11,0% 3,1% 0,0% 64,6% 0,5% 20,8% 100,0% Friuli 14,2% 3,1% 0,7% 58,3% 6,7% 17,0% 100,0% Lazio 14,3% 6,0% 0,0% 42,6% 2,9% 34,2% 100,0% Liguria 11,3% 2,6% 0,0% 54,3% 4,2% 27,6% 100,0% Lombardia 12,3% 5,2% 0,1% 49,9% 5,8% 26,8% 100,0% Marche 16,4% 10,0% 0,0% 52,8% 0,9% 20,0% 100,0% Molise 11,2% 0,5% 0,0% 75,4% 0,0% 12,8% 100,0% Piemonte 10,1% 5,6% 0,0% 57,3% 1,2% 25,8% 100,0% Puglia 12,8% 5,6% 0,0% 45,6% 10,8% 25,1% 100,0% Sardegna 13,5% 0,2% 0,0% 23,3% 0,0% 63,0% 100,0% Sicilia 8,9% 1,4% 0,0% 44,9% 0,6% 44,1% 100,0% Toscana 11,3% 5,1% 0,0% 55,9% 0,1% 27,6% 100,0% Trentino Alto A. 8,3% 8,5% 0,4% 69,2% 2,9% 10,6% 100,0% Umbria 13,7% 2,9% 8,3% 56,5% 0,8% 17,6% 100,0% Valle d'aosta 17,8% 11,1% 0,0% 60,0% 0,0% 11,1% 100,0% Veneto 9,2% 2,1% 1,2% 53,5% 13,2% 20,7% 100,0% Totale 11,9% 4,9% 0,3% 53,0% 4,4% 25,6% 100,0% 11

12 Numero di allievi per regione e tipologia formativa (compresa la formazione multipla) Base Continua a voucher Continua a catalogo On the job Orientamento Professionale Totale allievi Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto A Umbria Valle d'aosta Veneto Totale Distribuzione degli allievi per tipologia formativa. Dati per regione Etichette di riga Base Continua a voucher Continua a catalogo On the job Orientamento Professionale Totale allievi Abruzzo 33,3% 0,0% 4,8% 19,2% 0,0% 42,7% 100,0% Basilicata 13,8% 0,0% 2,8% 15,9% 0,0% 67,5% 100,0% Calabria 14,5% 0,0% 0,3% 13,7% 8,2% 63,4% 100,0% Campania 24,1% 0,0% 5,5% 4,9% 5,2% 60,3% 100,0% Emilia Romagna 26,8% 0,0% 2,4% 15,2% 2,6% 53,0% 100,0% Friuli 21,0% 0,1% 2,2% 11,1% 31,8% 33,9% 100,0% Lazio 23,6% 0,0% 9,8% 6,5% 6,2% 53,9% 100,0% Liguria 20,0% 0,0% 1,6% 10,8% 13,7% 53,8% 100,0% Lombardia 21,9% 0,0% 3,1% 9,4% 21,5% 44,0% 100,0% Marche 36,3% 0,0% 3,7% 11,7% 5,4% 42,9% 100,0% Molise 33,4% 0,0% 0,1% 32,5% 0,0% 34,0% 100,0% Piemonte 19,6% 0,0% 3,2% 13,1% 8,8% 55,3% 100,0% Puglia 21,7% 0,0% 1,9% 6,8% 31,4% 38,2% 100,0% Sardegna 16,1% 0,0% 0,2% 4,9% 0,0% 78,8% 100,0% Sicilia 14,6% 0,0% 2,2% 5,9% 1,0% 76,3% 100,0% Toscana 25,8% 0,0% 2,7% 12,5% 0,1% 58,8% 100,0% Trentino Alto A. 23,2% 0,1% 2,6% 22,2% 14,1% 37,9% 100,0% Umbria 29,4% 1,8% 3,1% 14,8% 4,7% 46,3% 100,0% Valle d'aosta 34,2% 0,0% 23,0% 23,5% 0,0% 19,3% 100,0% Veneto 13,4% 0,1% 1,5% 7,5% 47,0% 30,4% 100,0% Totale 21,6% 0,1% 3,3% 10,0% 18,0% 47,0% 100,0% 12

13 FORMATEMP: Risorse finanziare impiegate per Regione e tipologia formativa, migliaia di euro 2008 Base Continua a catalogo Continua a voucher On the job Orientamento Professionale Totale Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Rom Friuli Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto A Umbria Valle d'aosta Veneto Totale Distribuzione delle risorse finanziarie per tipologia formativa. Dati per regione Base Continua a Continua a On the job Orientamento Professionale Totale catalogo voucher Abruzzo 8,3% 5,9% 0,0% 12,9% 0,0% 72,8% 100,0% Basilicata 1,7% 3,0% 0,0% 9,8% 0,0% 85,5% 100,0% Calabria 5,3% 0,3% 0,0% 8,5% 0,2% 85,7% 100,0% Campania 9,7% 6,6% 0,0% 3,0% 0,1% 80,6% 100,0% Emilia Rom. 9,9% 3,4% 0,0% 12,0% 0,1% 74,6% 100,0% Friuli 14,0% 3,3% 0,3% 12,0% 1,3% 69,0% 100,0% Lazio 6,7% 8,2% 0,0% 4,4% 0,3% 80,3% 100,0% Liguria 8,3% 2,2% 0,0% 8,3% 0,6% 80,6% 100,0% Lombardia 8,5% 4,5% 0,0% 7,4% 0,8% 78,8% 100,0% Marche 11,5% 4,4% 0,0% 8,7% 0,1% 75,3% 100,0% Molise 17,6% 0,2% 0,0% 26,6% 0,0% 55,6% 100,0% Piemonte 7,3% 3,1% 0,0% 9,7% 0,2% 79,7% 100,0% Puglia 5,2% 3,8% 0,0% 7,0% 1,5% 82,5% 100,0% Sardegna 3,7% 0,3% 0,0% 2,2% 0,0% 93,8% 100,0% Sicilia 8,0% 3,3% 0,0% 4,2% 0,0% 84,4% 100,0% Toscana 9,5% 3,3% 0,0% 10,5% 0,0% 76,7% 100,0% Trentino Alto A. 9,4% 5,6% 0,1% 23,3% 0,8% 60,8% 100,0% Umbria 13,2% 2,6% 1,4% 9,1% 0,1% 73,6% 100,0% Valle d'aosta 8,2% 9,0% 0,0% 36,4% 0,0% 46,4% 100,0% Veneto 6,7% 2,6% 0,3% 8,9% 6,6% 75,0% 100,0% Totale 8,4% 4,2% 0,1% 8,1% 1,1% 78,1% 100,0% 13

14 Formazione FORMATEMP: progetti formativi, allievi, ore di formazione e risorse finanziarie impiegate. Distribuzione in percentuale per regione 2008 e differenza rispetto al 2007 (in punti %) Progetti formativi Allievi Ore di formazione Risorse finanziarie 2008 Differenza rispetto al Differenza rispetto al Differenza rispetto al Differenza rispetto al 2007 Abruzzo 3,3% -0,2% 2,2% -0,3% 3,3% -0,2% 2,6% -0,2% Basilicata 0,4% -0,2% 0,4% -0,1% 0,4% -0,3% 0,5% -0,3% Calabria 0,4% -0,4% 0,5% -0,6% 0,4% -0,3% 0,5% -0,6% Campania 4,8% -0,4% 7,0% -0,3% 6,4% -0,2% 8,7% -0,3% Emilia Romagna 10,5% -0,4% 8,0% -0,4% 9,5% -0,5% 8,4% -0,1% Friuli 3,8% 0,6% 3,8% 1,2% 3,1% 0,3% 2,7% 0,4% Lazio 5,5% 0,6% 7,5% 1,5% 5,9% 0,3% 8,0% 0,8% Liguria 1,8% 0,1% 1,7% 0,0% 1,7% 0,0% 1,8% 0,1% Lombardia 26,6% -2,2% 25,3% -3,6% 28,2% -1,2% 27,1% -0,9% Marche 3,2% -0,1% 2,6% -0,2% 3,1% 0,0% 2,8% 0,1% Molise 0,5% -0,1% 0,3% -0,1% 0,4% -0,1% 0,3% 0,0% Piemonte 13,1% 0,9% 10,6% -0,1% 12,4% 0,7% 11,3% -0,1% Puglia 3,6% 0,7% 5,0% 1,3% 3,3% 0,5% 3,6% 0,7% Sardegna 1,1% 0,3% 1,5% 0,1% 1,3% 0,2% 1,7% -0,1% Sicilia 1,3% -0,5% 2,0% -1,5% 1,7% -0,4% 2,3% -0,5% Toscana 5,5% 0,4% 4,4% 0,2% 5,5% 0,5% 4,7% 0,2% Trentino Alto A. 1,3% 0,1% 0,8% -0,1% 1,2% 0,1% 0,7% -0,2% Umbria 1,7% 0,1% 1,2% 0,0% 1,8% 0,0% 1,5% 0,0% Valle d'aosta 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% Veneto 11,5% 0,6% 15,3% 3,0% 10,3% 0,7% 10,8% 0,9% Totale 100,0% 0,0% 100,0% 0,0% 100,0% 0,0% 100,0% 0,0% 14

FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI TEMPORANEI

FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI TEMPORANEI FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI TEMPORANEI RAPPORTO O SINTETICO FORMA.TEMP 2007 RAPPORTO SINTETICO FORMA.TEMP 2007 A cura di Antonio Ruda Per Forma.Temp hanno collaborato alla redazione del Rapporto:

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/10/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/11/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [ 2010] Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel primo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale (assicurati

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2016 Anno 2015 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2015 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Le donne scelgono l agricoltura biologica

Le donne scelgono l agricoltura biologica Le donne scelgono l agricoltura biologica Cecilia Manzi Annalisa Pallotti MiPAAF,1 aprile 2014 Demografia delle aziende tra i due Censimenti In 10 anni il numero delle aziende agricole ha subito un forte

Dettagli

La condizione retributiva e contributiva delle donne straniere: a confronto con i connazionali e le donne italiane

La condizione retributiva e contributiva delle donne straniere: a confronto con i connazionali e le donne italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione La condizione retributiva e contributiva delle donne straniere: a confronto con i connazionali e le donne italiane Nota metodologica I dati del Ministero

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

La condizione retributiva e contributiva delle donne straniere: a confronto con i connazionali e le donne italiane

La condizione retributiva e contributiva delle donne straniere: a confronto con i connazionali e le donne italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione La condizione retributiva e contributiva delle donne straniere: a confronto con i connazionali e le donne italiane Nota metodologica I dati del Ministero

Dettagli

AUMENTA L IMPRENDITORIA STRANIERA: BOOM DI QUELLA CINESE

AUMENTA L IMPRENDITORIA STRANIERA: BOOM DI QUELLA CINESE AUMENTA L IMPRENDITORIA STRANIERA: BOOM DI QUELLA CINESE In forte calo, però, le rimesse verso la Cina. In Lombardia, in Toscana, nel Veneto e in Emilia Romagna si concentra il 60 per cento circa degli

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale Su dati amministrativi INAIL e INPS [Digitare il nome della società] Aprile 2007 Avvertenza Il dettaglio regionale dei

Dettagli

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO QUALI LE DINAMICHE DAL 2008 AL 2009 STUDIO DELLE DIFFERENZE ASSOLUTE DEGLI OCCUPATI Distinzioni per Posizione nella professione Classi di età Genere Macroarea

Dettagli

Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione

Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione 23 dicembre 2013 Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione L Istat diffonde oggi nuovi dati sulle caratteristiche della popolazione straniera censita in Italia. Tutte le informazioni, disaggregate

Dettagli

LA SOMMINISTRAZIONE IN ITALIA

LA SOMMINISTRAZIONE IN ITALIA LA SOMMINISTRAZIONE IN ITALIA Stime anno 2004 Numero %.le Rapporti di lavoro/missioni instaurati nell'anno 1.060.000 Rapporti di lavoro/missioni attivi nell'anno (1) 1.180.000 Media rapporti di lavoro/missioni

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 00 - Dati aggiornati al Dicembre Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia 4,% 74 Veneto 0,5% 55 Campania 8,4% 44 Puglia 8,% 4 Lazio 7,% 8 Sicilia 6,7% 5 Emilia Romagna

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 3//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 8//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2005

Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2005 Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2005 Il lavoro interinale nel periodo 1988 2004 a. Andamento generale di questa formula contrattuale Il lavoro interinale (o temporaneo) è stato introdotto

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2016 Anno 2015 Lavoratori Domestici Nell anno 2015 i lavoratori domestici 1 contribuenti all Inps sono stati 886.125,

Dettagli

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di.

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 26: aggiornamento al 29/2/26 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere.

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 216: aggiornamento al 1//216 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

AUMENTANO LE IMPRESE STRANIERE: BOOM DI CINESI

AUMENTANO LE IMPRESE STRANIERE: BOOM DI CINESI AUMENTANO LE IMPRESE STRANIERE: BOOM DI CINESI In Italia le imprese guidate da stranieri (*) continuano ad aumentare. Tra il 2013 e il 2014 sono cresciute del 4,1 per cento, superando, in valore assoluto,

Dettagli

Gli studenti universitari a Torino: alcuni dati quantitativi e comparati su provenienza, servizi, prospettive occupazionali post-laurea

Gli studenti universitari a Torino: alcuni dati quantitativi e comparati su provenienza, servizi, prospettive occupazionali post-laurea Gli studenti universitari a Torino: alcuni dati quantitativi e comparati su provenienza, servizi, prospettive occupazionali post-laurea Federica Laudisa Torino città universitaria Unione Culturale Torino,

Dettagli

Yalla ~ Stranieri in Campania Servizio di Mediazione Culturale della Regione Campania http://www.stranieriincampania.it/wp

Yalla ~ Stranieri in Campania Servizio di Mediazione Culturale della Regione Campania http://www.stranieriincampania.it/wp Quanti Siamo Con I suoi 164.268 cittadini immigrati, oltre un terzo di tutti quelli presenti nel Sud Italia, la Campania è diventata la regione guida del Mezzogiorno per numero di stranieri residenti.

Dettagli

ELABORAZIONE STATISTICA DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO ANNO 2016

ELABORAZIONE STATISTICA DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO ANNO 2016 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING ELABORAZIONE STATISTICA DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO ANNO 2016 Fonte dati INAIL aggiornati al 31/12/2016 P.IVA e Cod.Fisc. 02456590278 - Tel.

Dettagli

Provenienza dei turisti italiani. Graduatoria delle presenze e permanenza media

Provenienza dei turisti italiani. Graduatoria delle presenze e permanenza media PROVINCIA DI VERONA Il turismo nell intera Provincia di Verona è rappresentato dal 33,30% da turisti stranieri, tra cui spiccano i turisti che arrivano dall Est Europa (tra cui spiccano Romania, Russia

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Le imprese straniere 1 in Piemonte

Le imprese straniere 1 in Piemonte Le imprese straniere 1 in Piemonte A fine 2015 le imprese straniere registrate in Italia hanno raggiunto le 550.717 unità, il 9,1% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

Provincia di Verona PROVINCIA DI VERONA

Provincia di Verona PROVINCIA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA Il turismo nell intera Provincia di Verona è rappresentato dal 69,10% da turisti stranieri, tra cui spiccano i turisti di area tedesca (tedeschi e austriaci) con presenze pari a 2.032.589

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Fonte: Istat Ricerca e Sviluppo in Italia (anno 2014) Le rilevazioni sulla Ricerca e lo sviluppo sperimentale,

Dettagli

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * *

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * * IL SETTORE TERMALE Caratteristiche strutturali e performance * * * Federterme Rimini, 12 maggio 2011 Numero delle imprese termali per aree geografiche al 31/12/2010 378 Imprese 259 Società di capitali

Dettagli

Le retribuzioni degli stranieri e i differenziali con gli italiani

Le retribuzioni degli stranieri e i differenziali con gli italiani STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Le retribuzioni degli e i differenziali con gli Dati e informazioni sui livelli retributivi dei in Italia nel 2010 (IV trim) Maggio 2011 1 CONSIDERAZIONI

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro.

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro. I SEMESTRE 2015: CRESCITA DELL EXPORT IN LIGURIA DEL 7% Nel primo semestre 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014, in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in sensibile espansione

Dettagli

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE 1 Condannati definitivi Per di e per Durata della Pena Residua Situazione al 13/05/2010 Fino a 1 anno Da 1 a 2 Durata della pena residua Da 2 a 3 Da 3 a 5 Da 5 a 10 Da 10 a 20 Da 20 in poi Ergastolo Totale

Dettagli

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015 Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2016 Aggiornamento Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2015 sono stati trasmessi

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Le imprese giovanili 1 in Piemonte

Le imprese giovanili 1 in Piemonte Le imprese giovanili 1 in Piemonte A fine 2015, le imprese giovanili registrate in Italia hanno raggiunto quota 623.755 unità, il 10,3% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

Il censimento della popolazione straniera

Il censimento della popolazione straniera 19 dicembre 2012 Il censimento della popolazione straniera Nel corso dell ultimo decennio la popolazione straniera residente in Italia è triplicata: da poco più di 1 milione e 300 mila persone nel 2001

Dettagli

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di.

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/08/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

1.Indice di fecondità nella popolazione residente a Torino dal 1995 al 2003

1.Indice di fecondità nella popolazione residente a Torino dal 1995 al 2003 .Indice di fecondità nella popolazione residente a Torino dal 995 al 003 Anni Indice di fecondità 995 3,04 996 3,7 997 3,9 998 3,40 999 3,45 000 3,66 00 3,6 00 3,76 003 4,5 Nati nella popolazione residente

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 216 Saldi positivi per giovani e stranieri, in calo le donne Nel 216 il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese giovanili

Dettagli

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L imprenditoria femminile in Liguria conta 36.170 imprese a fine 2014 e il suo peso sull intero tessuto imprenditoriale è pari al 22,1%, superiore di mezzo punto percentuale

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Settembre,9% 6 Veneto,9% 6 Campania 6,% Lazio 6,% 6 Abruzzo,% Trentino Alto Adige,% Marche,% Calabria,% Liguria,% Umbria Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Giugno Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,% 7 Emilia Romagna,6% Piemonte,% Veneto,% Sicilia 7,% Toscana 7,% 9 Abruzzo 6,% 6 Campania 6,%

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Settembre 212 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Secondo Trimestre 212 Nei primi sei mesi del 212 il numero di fallimenti si attesta sui livelli elevati dell anno precedente Secondo gli archivi

Dettagli

Dipartimento per le libertà civili e l immigrazione. La cittadinanza italiana

Dipartimento per le libertà civili e l immigrazione. La cittadinanza italiana Dipartimento per le libertà civili e l immigrazione La cittadinanza italiana Presentazione domanda documentata Pagamento del contributo di 200,00 LA PROCEDURA PER LA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA

Dettagli

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013)

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013) Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Redditi Irpef e nel 2014 (anno d imposta 2013) SINTESI Redditi Irpef e nel 2014 La seguente presentazione offre una

Dettagli

L imprenditoria straniera in Italia nel 2010 in cifre A cura del Centro Studi CNA

L imprenditoria straniera in Italia nel 2010 in cifre A cura del Centro Studi CNA L imprenditoria straniera in Italia nel 2010 in cifre A cura del Centro Studi CNA Roma, 16 giugno 2011 SOMMARIO La misurazione dell imprenditoria straniera: una premessa metodologica Le cifre principali

Dettagli

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014 La popolazione toscana al 1 gennaio 2013 marzo 2014 Il contesto nazionale La popolazione residente in Italia nell ultimo decennio è cresciuta sensibilmente. Complessivamente la variazione è stata pari

Dettagli

Lingua italiana e dialetti in Italia

Lingua italiana e dialetti in Italia Statistiche in breve del 12 marzo 2002 Lingua italiana e dialetti in Italia Anno 2000 Si consolida l, diminuisce l uso esclusivo del, aumenta l uso alternato Continua a crescere l uso dell nei confronti

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Uso dei farmaci per il diabete Roberto Da Cas

Uso dei farmaci per il diabete Roberto Da Cas Uso dei farmaci per il diabete Roberto Da Cas Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Prevenzione della Salute Istituto Superiore di Sanità, Roma Dati e indicatori utilizzati Fonti informative:

Dettagli

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013 Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno CIGO e CIGS e CIG in Deroga CIGO CIGS Il numero di ore di cassa integrazione ordinaria, straordinaria ed in deroga complessivamente

Dettagli

Turismo & Toscana. La congiuntura 2015, le previsioni per il Enrico Conti. Firenze, 4 luglio 2015

Turismo & Toscana. La congiuntura 2015, le previsioni per il Enrico Conti. Firenze, 4 luglio 2015 Turismo & Toscana La congiuntura 2015, le previsioni per il 2016 Enrico Conti Firenze, 4 luglio 2015 Il turismo in Toscana: i numeri del 2015 12,9 milioni di arrivi in strutture ufficiali; +3,1% sul 2014

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Maggio 2011 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Primo Trimestre 2011 I dati destagionalizzati indicano un calo nel primo trimestre; segnali di miglioramento dall industria Secondo gli archivi

Dettagli

Turismo & Toscana. La congiuntura 2015, le previsioni per il Enrico Conti

Turismo & Toscana. La congiuntura 2015, le previsioni per il Enrico Conti Turismo & Toscana La congiuntura 2015, le previsioni per il 2016 Enrico Conti Firenze, 4 luglio 2016 Il turismo in Toscana: i numeri del 2015 12,9 milioni di arrivi in strutture ufficiali; +3,1% sul 2014

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2000 al 2009.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2000 al 2009. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2 al 29. Glossario: Arrivi: secondo la definizione dell ISTAT è il numero di clienti,

Dettagli

La lettura di libri in Italia

La lettura di libri in Italia 12 maggio 2010 La lettura di in Italia Anno 2009 L indagine Aspetti della vita quotidiana rileva ogni anno informazioni sulla lettura di nel tempo libero, sul profilo dei lettori e sulla dotazione delle

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Maggio 2017 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 7 Occupazione... 9 Imprese... 13 Permessi

Dettagli

Comunic ato stampa del 5 mag gio 2010 Lavoro occasionale di tipo acces s orio 1

Comunic ato stampa del 5 mag gio 2010 Lavoro occasionale di tipo acces s orio 1 Comunic ato stampa del 5 mag gio 2010 Lavoro occasionale di tipo acces s orio 1 Si ringrazia l INPS per la fornitura dei dati Dati relativi al mese di aprile 2010 Si conferma elevato il numero dei voucher

Dettagli

PRESENZE UNIVERSITARIE

PRESENZE UNIVERSITARIE PRESENZE UNIVERSITARIE Variabili Periodo di riferimento Studenti italiani iscritti Provincia residenza Facoltà sesso a.a. 2005-06 2006-07 2007-08 Studenti stranieri iscritti Continente di provenienza Tipo

Dettagli

Comunicato stampa. Ufficio stampa Consiglio nazionale dei commercialisti Mauro Parracino

Comunicato stampa. Ufficio stampa Consiglio nazionale dei commercialisti Mauro Parracino Comunicato stampa PROFESSIONI, COMMERCIALISTI: IN DIECI ANNI REDDITI GIU DEL 14% SECONDO IL RAPPORTO 2017 SULLA CATEGORIA QUELLO MEDIO DEL 2016 È PARI A 58MILA EURO (+2,2 SULL ANNO PRECEDENTE). MA QUASI

Dettagli

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34 OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 30/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano APPROFONDIMENTI 2017 DICHIARAZIONE DEI REDDITI AI FINI IRPEF anno 2015 per IMPORTI, TIPOLOGIA DI CONTRIBUENTI E TERRITORI e ANALISI IRAP (4 edizione) Prof. Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche

Dettagli

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Estratto del report della Commissione sui fascicoli dell anno 2008 realizzato in collaborazione con l Istituto degli Innocenti Tavola 1 - Coppie che hanno

Dettagli

I giovani Neet registrati

I giovani Neet registrati Roma, 24 Ottobre 2014 - L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 23 ottobre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 262.171 giovani, di questi il 51% (134.071 giovani) lo ha fatto

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio**

Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio** IL LAVORO ACCESSORIO 2008-2015 Profili delle aziende e dei DOSSIER STATISTICO Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio** * Inps, Coordinamento generale statistico attuariale

Dettagli

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere 2 TRIMESTRE 215: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere Nel secondo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili, femminili e straniere ( * ) risultano

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro

Rilevazione sulle forze di lavoro 28 aprile 2010 Rilevazione sulle forze di lavoro Media 2009 Sul sito www.istat.it sono da oggi disponibili i dati della media 2009 della rilevazione sulle forze di lavoro. In questa statistica in breve

Dettagli

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO ANNO - NUMERO 1 AFFLUENZA ALLE URNE DEI GENITORI E DEGLI STUDENTI PER

Dettagli

I flussi turistici internazionali nelle strutture ricettive italiane

I flussi turistici internazionali nelle strutture ricettive italiane I flussi turistici internazionali nelle strutture ricettive italiane L andamento congiunturale e l attrattività delle regioni Mauro Politi Francesca Petrei ISTAT - Direzione Centrale delle Statistiche

Dettagli

Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG

Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG 14 marzo #economia Rassegna stampa Messaggero Veneto 13mar2016 Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG Il Ministero dell Economia e delle Finanze ha recentemente pubblicato le statistiche sulle dichiarazioni

Dettagli

Dati demografici

Dati demografici Dati demografici 1.1.2016 La popolazione totale Gli stranieri La rilevazione è inserita nel Programma Statistico della Regione Emilia-Romagna, che ne ha la titolarità. Si ringraziano i responsabili del

Dettagli

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI 2005-2015 Premessa In queste pagine viene presentato l'approfondimento per comprensorio turistico della precedente

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati

Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati A Cura dell Dipartimento Settori Produttivi, Industria -Agricoltura

Dettagli

TRASFERIMENTI DI RESIDENZA

TRASFERIMENTI DI RESIDENZA 20 luglio 2011 Anno 2009 TRASFERIMENTI DI RESIDENZA Nel 2009 si interrompe la tendenza alla crescita della mobilità interna che durava dal 2003: i trasferimenti di residenza tra Comuni italiani sono stati

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Garanzia Giovani prosegue il suo percorso, sono 180mila le registrazioni, 15mila le offerte di lavoro

Garanzia Giovani prosegue il suo percorso, sono 180mila le registrazioni, 15mila le offerte di lavoro Garanzia Giovani prosegue il suo percorso, sono 180mila le registrazioni, 15mila le offerte di lavoro - 8 settembre 2014 - Garanzia Giovani prosegue il suo percorso: sono 179.439 i giovani che si sono

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati I dati del 5 report settimanale Il primo maggio 2014 è partita ufficialmente la Garanzia Giovani.

Dettagli