International Accounting Standards Board International Accounting Standards, n. 10 Fatti intervenuti dopo la data di riferimento del bilancio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "International Accounting Standards Board International Accounting Standards, n. 10 Fatti intervenuti dopo la data di riferimento del bilancio"

Transcript

1 Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 10 Fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO IAS 10 - Fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio Finalità Ambito di applicazion Dfinizioni Rilvazion valutazion SOMMARIO Fatti succssivi ch comportano una rttifica Dividndi Continuità azindal Informazioni intgrativ Data di autorizzazion alla pubblicazion Aggiornamnto dll'informativa concrnnt l situazioni alla data di rifrimnto dl bilancio Data di ntrata in vigor Eliminazion dllo IAS 10 (rivisto nlla sostanza nl 1999) Paragrafi Il prsnt Principio sostituisc lo IAS 10 (rivisto nlla sostanza nl 1999) Fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio dovrbb ssr applicato ai bilanci dgli srcizi ch hanno inizio dal 1 gnnaio 2005 o da data succssiva. E' incoraggiata una applicazion anticipata. FINALITA' 1. La finalità dl prsnt Principio è qulla di prscrivr: (a) quando l'ntità dovrbb rttificar il proprio bilancio a sguito di fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio;

2 (b) l'informativa ch un'ntità dovrbb fornir circa la data in cui il bilancio è stato autorizzato alla pubblicazion d in rlazion ai fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio. Il Principio richid, inoltr, ch un'ntità non dovrbb rdigr il proprio bilancio scondo i critri propri di un'imprsa in funzionamnto s i fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio indicano ch il postulato dlla continuità azindal non è più appropriato. AMBITO DI APPLICAZIONE 2. Il prsnt Principio dv ssr applicato nlla contabilizzazion nll'informativa di fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio. DEFINIZIONI 3. I trmini sgunti vngono usati nl prsnt Principio con i significati indicati: I fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio sono qui fatti, favorvoli sfavorvoli, ch si vrificano tra la data di rifrimnto dl bilancio la data in cui vin autorizzata la pubblicazion dl bilancio. Possono ssr idntificat du tipologi di fatti: (a) qulli ch forniscono vidnz circa l situazioni sistnti alla data di rifrimnto dl bilancio (fatti succssivi ch comportano una rttifica); (b) qulli ch sono indicativi di situazioni sort dopo la data di rifrimnto dl bilancio (fatti succssivi ch non comportano una rttifica). 4. Il procsso prvisto pr l'autorizzazion alla pubblicazion dl bilancio può variar a sconda dlla struttura dlla dirzion azindal, dll disposizioni statutari dll procdur sguit nl prparar nl rdigr il bilancio. 5. In alcuni casi, l'ntità è tnuta a prsntar il bilancio agli azionisti pr l'approvazion dopo ch lo stsso è stato pubblicato. In tali casi, il bilancio si intnd autorizzato ad ssr pubblicato nlla data di pubblicazion, non in qulla in cui gli azionisti approvano il bilancio. Esmpio La dirzion azindal di un'ntità complta la bozza dl bilancio pr l'srcizio chiuso il 31 dicmbr 20X1 in data 28 fbbraio 20X2. Il 18 marzo 20X2, il consiglio di amministrazion prnd in sam il bilancio n autorizza la pubblicazion. L'ntità rnd noti l'util altri dati salinti di bilancio in data 19 marzo 20X2. Il bilancio è rso disponibil agli azionisti al pubblico il 1 april 20X2. Gli azionisti approvano il bilancio durant l'assmbla annual il 15 maggio 20X2 il bilancio così approvato, quindi, dpositato prsso l'autorità di rgolamntazion il 17 maggio 20X2. Il bilancio è autorizzato alla pubblicazion il 18 marzo 20X2 (data di autorizzazion alla pubblicazion da part dl Consiglio di Amministrazion). 6. In alcuni casi, la dirzion azindal di un'ntità è tnuta a prsntar pr approvazion il proprio bilancio a un organo di sorvglianza (composto solamnt da amministratori non scutivi). In tali casi, il bilancio è autorizzato alla pubblicazion quando la dirzion azindal n autorizza la prsntazion all'organo di sorvglianza.

3 Esmpio In data 18 marzo 20X2, la dirzion azindal di un'ntità prsnta il bilancio al suo organo di sorvglianza. L'organo di sorvglianza è composto solo da amministratori non scutivi può comprndr rapprsntativ sindacali altri soggtti strni. L'organo di sorvglianza approva il bilancio in data 26 marzo 20X2. Il bilancio è rso disponibil agli azionisti al pubblico il 1 april 20X2. Gli azionisti approvano il bilancio durant l'assmbla annual il 15 maggio 20X2 il bilancio è quindi dpositato prsso l'autorità di rgolamntazion il 17 maggio 20X2. Il bilancio è autorizzato alla pubblicazion in data 18 marzo 20X2 (data dll'autorizzazion da part dlla dirzion azindal pr la prsntazion all'organo di sorvglianza). 7. I fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio includono tutti i fatti fino alla data in cui il bilancio è stato autorizzato alla pubblicazion, anch s tali fatti si vrificano dopo la comunicazion al pubblico dll'util o di altri dati salinti di bilancio. RILEVAZIONE E VALUTAZIONE Fatti succssivi ch comportano una rttifica 8. L'ntità è tnuta a rttificar gli importi rilvati nl bilancio pr riflttr i fatti succssivi ch comportano una rttifica. 9. Di sguito sono riportati smpi di fatti rttificativi intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio ch impongono all'ntità di rttificar gli importi rilvati nl bilancio, o di rilvar lmnti non rilvati in prcdnza: (a) la conclusion dopo la data di rifrimnto dl bilancio di una causa lgal ch confrma ch l'ntità avva un'obbligazion in corso alla data di rifrimnto dl bilancio. L'ntità rttifica qualsiasi accantonamnto prcdntmnt rilvato scondo quanto prvisto dallo IAS 37 Accantonamnti, passività attività potnziali o rilva un nuovo accantonamnto. L'ntità non si limita a fornir solo una informativa di una passività potnzial prché la sua conclusion fornisc ultriori lmnti ch sarbbro considrati scondo quanto prvisto dal paragrafo 16 dllo IAS 37. (b) la conoscnza di informazioni dopo la data di rifrimnto dl bilancio ch indicano ch un'attività avva subito una riduzion di valor alla data di rifrimnto dl bilancio mdsimo, o ch l'importo di una prdita pr riduzion di valor di qull'attività prcdntmnt rilvata dv ssr rttificato. Pr smpio: (i) il fallimnto di un clint ch si vrifica dopo la data di rifrimnto dl bilancio solitamnt confrma ch una prdita di ralizzo di un crdito commrcial sistva già alla data di rifrimnto dl bilancio ch l'ntità dv rttificar il valor contabil dlla voc crditi commrciali; (ii) la vndita di rimannz dopo la data di rifrimnto dl bilancio può fornir vidnza dl loro valor ntto di ralizzo alla data di rifrimnto dl bilancio. (c) la dtrminazion dopo la data di rifrimnto dl bilancio dl costo di attività acquistat o dl corrispttivo di attività vndut, prima dlla data di rifrimnto dl bilancio. (d) la dtrminazion dopo la data di rifrimnto dl bilancio dll'importo di compartcipazion agli utili o di incntivi da rogar, s l'ntità alla data di rifrimnto dl bilancio avva un'obbligazion

4 lgal o implicita a ffttuar tali pagamnti pr fftto di fatti prcdnti a tal data (vdr IAS 19 Bnfici pr i dipndnti). () la scoprta di frodi o rrori ch dimostrano ch il bilancio non è corrtto. 10. L'ntità non dv rttificar gli importi rilvati nl proprio bilancio pr riflttr fatti succssivi ch non comportano rttifica. 11. Un smpio di un fatto succssivo ch non comporta rttifica è una flssion dl valor di mrcato di attività tra la data di rifrimnto dl bilancio la data in cui il bilancio è autorizzato alla pubblicazion. Flssioni nl valor di mrcato solitamnt non fanno rifrimnto alla situazion dll attività alla data di rifrimnto dl bilancio, ma riflttono circostanz ch si sono vrificat succssivamnt. Di consgunza, un'ntità non rttifica il valor dll attività iscritt nl proprio bilancio. Analogamnt, l'ntità non aggiorna l'informativa circa il valor dll attività alla data di rifrimnto dl bilancio, sbbn ciò possa comportar la ncssità di fornir informazioni aggiuntiv scondo l disposizioni dl paragrafo 21. Dividndi 12. S l'ntità dlibra l'assgnazion di dividndi ai possssori di strumnti rapprsntativi di capital proprio (com dfinito nllo IAS 32 Strumnti finanziari: Esposizion in bilancio informazioni intgrativ) dopo la data di rifrimnto dl bilancio, la stssa non dv rilvar tali dividndi com una passività alla data di rifrimnto dl bilancio. 13. S i dividndi vngono dichiarati (pr s. i dividndi sono formalmnt autorizzati non più a discrzion dll'ntità dopo la data di rifrimnto dl bilancio, ma prima ch il bilancio sia autorizzato alla pubblicazion, i dividndi non sono rilvati com una passività alla data di rifrimnto dl bilancio prché non soddisfano i critri di un'obbligazion attual scondo lo IAS 37. Tali dividndi sono sposti nll not al bilancio scondo quanto prvisto dallo IAS 1 Prsntazion dl bilancio. CONTINUITA' AZIENDALE 14. L'ntità non dv prparar il proprio bilancio sgundo i critri propri di un'azinda in funzionamnto s la dirzion azindal dcid dopo la data di rifrimnto dl bilancio di porr l'ntità in liquidazion o di cssar l'attività o ch non ha altra ralistica altrnativa ch far ciò. 15. Il pggioramnto di risultati oprativi dlla situazion patrimonial-finanziaria dopo la data di rifrimnto dl bilancio può ssr indicativo dll ncssità di considrar s il prsupposto dlla continuità azindal risulti ancora appropriato. S il prsupposto dlla continuità azindal non è più appropriato, l'fftto è così prvasivo ch il prsnt Principio richid una modifica fondamntal di principi contabili di rifrimnto piuttosto ch una rttifica dgli importi rilvati in conformità agli originari principi contabili. 16. Lo IAS 1 spcifica ch è richista informativa s: (a) il bilancio non è rdatto scondo il prsupposto dlla continuità azindal; o (b) la dirzion azindal è a conoscnza di rilvanti incrtzz connss a fatti o a situazioni ch possono mttr in srio dubbio la capacità dll'ntità di oprar nlla prospttiva dlla

5 continuazion dll'attività. Gli vnti o situazioni ch richidono tal informativa possono sorgr dopo la data di rifrimnto dl bilancio. INFORMAZIONI INTEGRATIVE Data di autorizzazion alla pubblicazion 17. L'ntità dv indicar la data in cui il bilancio è stato autorizzato alla pubblicazion chi n ha dato l'autorizzazion. S i propritari dll'ntità o altri hanno il potr di rttificar il bilancio dopo la pubblicazion, l'ntità dv indicar tal fatto. 18. E' important pr gli utilizzatori conoscr quando il bilancio è stato autorizzato alla pubblicazion, prché il bilancio non rifltt i fatti intrvnuti dopo qulla data. Aggiornamnto dll'informativa concrnnt l situazioni alla data di rifrimnto dl bilancio 19. S l'ntità ricv dopo la data di rifrimnto dl bilancio informazioni riguardanti situazioni sistnti alla data di rifrimnto dl bilancio, dv aggiornar l'informativa rlativa a tali situazioni, alla luc dll nuov conoscnz. 20. In alcun circostanz, l'ntità ncssita di aggiornar l'informativa contnuta nl proprio bilancio al fin di riflttr l informazioni ricvut dopo la data di rifrimnto dl bilancio, prsino quando l informazioni non incidono sui valori ch l'ntità rilva nl proprio bilancio. Un smpio dlla ncssità di aggiornar l'informativa si ha quando si vin a conoscnza, dopo la data di rifrimnto dl bilancio, di fatti concrnnti una passività potnzial già sistnt alla data di rifrimnto dl bilancio. L'ntità, oltr a considrar s dbba rilvar o modificar un accantonamnto, scondo l disposizioni dllo IAS 37 Accantonamnti, passività attività potnziali aggiorna la propria informativa riguardo la passività potnzial alla luc di tal conoscnza. 21. Qualora fatti succssivi ch non comportano rttifica siano rilvanti, la mancata informativa potrbb influnzar l dcisioni conomich dgli utilizzatori prs sulla bas dl bilancio. Di consgunza, pr ogni significativa catgoria di fatti succssivi la data di rifrimnto dl bilancio ch non comportano rttifica, l'ntità dv indicar quanto sgu: (a) la natura dl fatto; (b) una stima di connssi fftti sul bilancio, o la dichiarazion ch tal stima non può ssr ffttuata. 22. Qulli ch sguono sono smpi di fatti succssivi la data di rifrimnto dl bilancio ch gnralmnt richidrbbro un'informativa: (a) un'important aggrgazion azindal dopo la data di rifrimnto dl bilancio (lo IAS 22 Aggrgazioni di imprs richid in tali casi spcifica informativa) o il trasfrimnto di un'important controllata; (b) comunicazion di un programma ch prvd la cssazion di un componnt; (2) (c) importanti acquisti di attività, classificazion di attività possdut pr la vndita in conformità all'ifrs 5, Attività non corrnti possdut pr la vndita attività oprativ cssat, altr dismissioni di attività, o spropri di importanti attività da part dll autorità pubblich; (2)

6 (d) la distruzion dovuta a un incndio di un important impianto produttivo dopo la data di rifrimnto dl bilancio; () la comunicazion o l'inizio dll'attuazion di un'important ristrutturazion (si vda IAS 37); (f) importanti oprazioni su azioni ordinari possibili oprazioni su azioni ordinari avvnut dopo la data di rifrimnto dl bilancio (Lo IAS 33 Util pr azion richid ch un'ntità insrisca in bilancio una dscrizion di tali oprazioni ad cczion di quando l oprazioni in oggtto riguardano la capitalizzazion di risrv o missioni gratuit, frazionamnti azionari o un raggruppamnto di azioni, tutt quant comportanti una rttifica scondo l disposizioni dllo IAS 33); (g) abnormi variazioni di przzi dll attività o di tassi di cambio in valuta stra avvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio; (h) variazioni dll aliquot fiscali o dll norm tributari manat o comunicat dopo la data di rifrimnto dl bilancio ch hanno un fftto significativo sull attività passività fiscali corrnti diffrit (si vda IAS 12 Impost sul rddito); (i) assunzion di significativi impgni o passività potnziali, pr smpio tramit assunzion di significativi impgni pr garanzi; (j) l'inizio di rilvanti contnziosi drivanti sclusivamnt da fatti ch si sono vrificati dopo la data di rifrimnto dl bilancio. DATA DI ENTRATA IN VIGORE 23. L'ntità dv applicar il prsnt Principio a partir dai bilanci dgli srcizi ch hanno inizio dal 1 gnnaio 2005 o da data succssiva. E' incoraggiata una applicazion anticipata. S l'ntità applica il prsnt Principio pr un srcizio ch ha inizio prima dl 1 gnnaio 2005, tal fatto dv ssr indicato. ELIMINAZIONE DELLO IAS 10 (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1999) 24. Il prsnt Principio sostituisc lo IAS 10 Fatti intrvnuti dopo la data di rifrimnto dl bilancio (rivisto nlla sostanza nl 1999). (1) (1) Il prsnt principio è stato così sostituito dall'allgato RgCE , n (G.U.U.E , n. L 394). (2) La prsnt lttra è stata così sostituita dall'appndic C dll'ifrs 5, in bas all'art. 1, collgato all'allgato dl RgCE , n (G.U.U.E , n. L 392).

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 32 Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni intgrativ Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 38. Attività immateriali

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 38. Attività immateriali Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 38 Attività immatriali Attività immatriali SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion 2-7 Dfinizioni 8-17 Attività immatriali

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 38. Attività immateriali

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 38. Attività immateriali Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 38 Attività immatriali Attività immatriali SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion 2-7 Dfinizioni 8-17 Attività immatriali

Dettagli

ELENCO DEGLI ULTERIORI PROVVEDIMENTI E ATTI DELEGATI DAL DIRETTORIO IN MATERIA DI VIGILANZA BANCARIA E FINANZIARIA (delibera n. 347 del 21.7.

ELENCO DEGLI ULTERIORI PROVVEDIMENTI E ATTI DELEGATI DAL DIRETTORIO IN MATERIA DI VIGILANZA BANCARIA E FINANZIARIA (delibera n. 347 del 21.7. ELENCO DEGLI ULTERIORI PROVVEDIMENTI E ATTI DELEGATI DAL DIRETTORIO IN MATERIA DI VIGILANZA BANCARIA E FINANZIARIA (dlibra n. 347 dl 21.7.2015) Nl prsnt lnco sono utilizzat l sgunti abbrviazioni: LEGENDA

Dettagli

IAS 10 - Fatti intervenuti dopo la data del bilancio

IAS 10 - Fatti intervenuti dopo la data del bilancio PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 10 (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1999) Fatti intervenuti dopo la data di riferimento del bilancio Il presente Principio contabile internazionale è stato approvato dal

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

Come applicare le marche da bollo

Come applicare le marche da bollo Fisco & Contabilità La guida pratica contabil N. 47 24.12.2014 Libri contabili: la stampa ntro il 30 dicmbr Com applicar l march da bollo Catgoria: Bilancio contabilità Sottocatgoria: Scrittur contabili

Dettagli

REGIONE DEL VENETO PROVVEDIMENTO

REGIONE DEL VENETO PROVVEDIMENTO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANiTARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Srvizio Appalti Pubblic E-Procurmnt dlgato dal Dirttor Gnral dll Azinda con dlibra rgolamntar

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 68/4 Gazztta ufficial dll'union uropa 15.3.2016 REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2016/364 DELLA COMMISSIONE dal 1 o luglio 2015 rlativo alla classificazion dlla prstazion di prodotti da costruzion in rlazion

Dettagli

Agenzia regionale per il lavoro Unità organizzativa: Osservatorio regionale del mercato del lavo

Agenzia regionale per il lavoro Unità organizzativa: Osservatorio regionale del mercato del lavo Agnzia rgional pr il lavoro Unità organizzativa: Ossrvatorio rgional dl mrcato dl lavo - Guida oprativa all strazion di dati dal SIL Sardgna scondo lo Standard Multirgional di Dati Amministrativi - Sttmbr

Dettagli

COMUNE DI VALDASTICO

COMUNE DI VALDASTICO COPIA COMUNE DI VALDASTICO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 Ltto, confrmato sottoscritto IL PRESIDENTE F.to GUGLIELMI CLAUDIO IL SEGRETARIO COMUNALE F.to DOTT. LAVEDINI GIUSEPPE REFERTO

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Ufficio Unico Tributi Pieve di Soligo - Refrontolo IMPOSTE COMUNALI ANNO 2014

Ufficio Unico Tributi Pieve di Soligo - Refrontolo IMPOSTE COMUNALI ANNO 2014 di Piv di Soligo Tlfono 0438 985311 di Rfrontolo Piazza Vittorio Emanul II, 1 Tlfono 0438 978103 Ufficio Unico Tributi Piv di Soligo - Rfrontolo aggiornato al 27 maggio 2014 IMPOSTE COMUNALI AN 2014 Con

Dettagli

Soddisfazione sulla valutazione della didattica da parte degli studenti. Anno accademico: 2014/2015

Soddisfazione sulla valutazione della didattica da parte degli studenti. Anno accademico: 2014/2015 Soddisfazion sulla valutazion dlla da part dgli studnti Anno accadmico: 2014/2015 Rapporto statistico pr Tipologia di Corso Laura Trinnal Indagin sulla soddisfazion dgli studnti sulla Numro insgnamnti

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

TABELLA D EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE FINANZIATE DA FONDI PUBBLICI

TABELLA D EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE FINANZIATE DA FONDI PUBBLICI TABELLA D EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE FINANZIATE DA FONDI PUBBLICI Tablla D: EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE Tipologia di Evidnza

Dettagli

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri Verdi

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri Verdi SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Critri Vr 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion Srvizio Intgrato Enrgia prvd l affidamnto all Assuntor, dl Srvizio Enrgia, ovvro tutt l attività gstion, conduzion manutnzion

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

Modalità di accertamento e di riscossione dei contributi dovuti dagli enti cooperativi per le revisioni periodiche (DM 18/12/2006)

Modalità di accertamento e di riscossione dei contributi dovuti dagli enti cooperativi per le revisioni periodiche (DM 18/12/2006) Prot. n. V01/RNS Bologna, 3 maggio 2011 OGGETTO: CONTRIBUTI DOVUTI DALLE COOPERATIVE PER LE REVISIONI ORDINARIE PER IL BIENNIO 2011/2012 - PAGAMENTO ENTRO IL 10/7/2011 - N. 2 DECRETI DEL MINISTRO DELLO

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Trento, 22 dicembre 2009

Trento, 22 dicembre 2009 Associazion Artigiani Piccol Imprs dlla PROTOCOLLO D INTESA TRA AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE PROVINCIALE DI TRENTO E ASSOCIAZIONE DEGLI ARTIGIANI E DELLE PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TRENTO UNITAMENTE

Dettagli

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI Dal libro di tsto Zinkiwicz Taylor, Capitolo 14 pag. 398 Il mtodo dgli lmnti finiti fornisc una soluzion approssimata dl problma lastico; tal approssimazion driva non dall avr discrtizzato il dominio in

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE PIRELLI & C. REAL ESTATE S.P.A. Sd in Milano, Via G. Ngri 10 Rgistro dll Imprs di Milano n. 02473170153 Gruppo Pirlli & C.: dirzion coordinamnto di Pirlli & C. S.p.A.. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA ACQUISIZIONE DATI DI SPESA SANITARIA AI FINI DEL 730 PRECOMPILATO DM 31 LUGLIO 2015 TABELLA ERRORI

PROGETTO TESSERA SANITARIA ACQUISIZIONE DATI DI SPESA SANITARIA AI FINI DEL 730 PRECOMPILATO DM 31 LUGLIO 2015 TABELLA ERRORI PROGTTO TSSRA SANITARIA ACQUISIZION DATI DI SPSA SANITARIA AI FINI DL 730 PRCOMPILATO DM 31 LUGLIO 2015 TABLLA RRORI Pag. 2 di 5 RVISIONI DL DOCUMNTO VRSION DATA MODIFICA DSCRIZION Pag. 3 di 5 1. LNCO

Dettagli

TABELLA D EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE

TABELLA D EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE TABELLA D EFFICACIA ED EFFICIENZA NELLE ATTIVITÀ PRECEDENTEMENTE REALIZZATE D1) Rapporto tra risors conomich invstit pr la comunicazion l innovazion tcnologica volum di affari drivant dall attività di

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE VALDERA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI CONSORZIO DI BONIFICA VALDERA PROVINCIA DI PISA OGGETTO

PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE VALDERA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI CONSORZIO DI BONIFICA VALDERA PROVINCIA DI PISA OGGETTO PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE VALDERA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI CONSORZIO DI BONIFICA VALDERA PROVINCIA DI PISA OGGETTO PROGRAMMAZIONE DI INTERVENTI MIRATI ALLA RIDUZIONE E AL SUPERAMENTO

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

IAS 10 Fatti intervenuti dopo la data di chiusura del bilancio

IAS 10 Fatti intervenuti dopo la data di chiusura del bilancio CORSO IFRS International Financial Reporting Standards IFRS 10 Fatti intervenuti dopo la data del Bilancio IAS 10 Fatti intervenuti dopo la data di chiusura del bilancio SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO

Dettagli

A/24 - RISTORNO PER CIG (CASSA INTEGRAZIONE)

A/24 - RISTORNO PER CIG (CASSA INTEGRAZIONE) Carattristich dl A/24 - RISTORNO PER CIG (CASSA INTEGRAZIONE) SERVIZIO ALLE AZIENDE Valido dal 01/01/2009 al 15/09/2010 Ristorno all azind ch durant l utilizzo dl trattamnto dlla CIG in droga vrsano la

Dettagli

Titolo del provvedimento: Disciplina dell'imposta di bollo. (Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 292 del 11/11/1972)

Titolo del provvedimento: Disciplina dell'imposta di bollo. (Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 292 del 11/11/1972) Titolo dl provvdimnto: Disciplina dll'imposta di bollo. (Pubblicato in Gazztta Ufficial n. 292 dl 11/11/1972) Tariffa art. 33 Atti scritti soggtti all'imposta di bollo fin dall'origin. Escutivita' dl lodo

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 629 del 02/12/2015

Delibera della Giunta Regionale n. 629 del 02/12/2015 n. 74 dl 7 Dicmbr 2015 Dlibra dlla Giunta Rgional n. 629 dl 02/12/2015 Dipartimnto 54 - Dipartimnto Istr., Ric., Lav., Politich Cult. Soc. Dirzion Gnral 12 - Dirzion Gnral politich sociali,culturali,pari

Dettagli

Pirelli & C. Società per Azioni

Pirelli & C. Società per Azioni Pirlli & C. Socità pr Azioni Sd in Milano, Vial Piro Albrto Pirlli n. 25 Rgistro dll Imprs di Milano n. 00860340157 Capital Social Euro 1.556.692.865,28 i.v. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE (articolo

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza IL BILANCIO COMUNALE ALLA PORTATA DI TUTTI

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza IL BILANCIO COMUNALE ALLA PORTATA DI TUTTI COMUN DI ALSNO Provincia di Piacenza IL BILANCIO COMUNAL ALLA PORTATA DI TUTTI PRSNTAZION Carissime/i concittadini/i, Per pensare di amministrare al meglio un comune riteniamo sia essenziale capire la

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE

CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE ALLEGATO A CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE Quando la condizion di uso final di un prodotto da costruzion è tal da contribuir alla gnrazion alla propagazion dl fuoco dl fumo all intrno dl local

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli

PIRELLI & C. REAL ESTATE S.P.A. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE

PIRELLI & C. REAL ESTATE S.P.A. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE PIRELLI & C. REAL ESTATE S.P.A. Sd in Milano, Via G. Ngri 10 Rgistro dll Imprs di Milano n. 02473170153 DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE (art. 54 dl Rgolamnto Emittnti Dlibra Consob n. 11971/1999) PERIODO

Dettagli

Franco Ferraris Marco Parvis Generalità sulle Misure di Grandezze Fisiche. Testi consigliati

Franco Ferraris Marco Parvis Generalità sulle Misure di Grandezze Fisiche. Testi consigliati Gnralità sull Misur di Grandzz Fisich - Misurazioni dirtt 1 Tsti consigliati Norma UNI 4546 - Misur Misurazioni; trmini dfinizioni fondamntali - Milano - 1984 Norma UNI-I 9 - Guida all sprssion dll incrtzza

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

Controllo Strategico e Direzionale, Facility e Appalti /008 Direzione Controllo Strategico e Direzionale, Facility e Appalti

Controllo Strategico e Direzionale, Facility e Appalti /008 Direzione Controllo Strategico e Direzionale, Facility e Appalti Controllo Stratgico Dirzional, Facility Appalti 2017 00028/008 Dirzion Controllo Stratgico Dirzional, Facility Appalti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 4 approvata il 10 gnnaio

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

SCHEMA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DI AS, ETAS e MCAS. Rev. 03 Pagina 1 di 5

SCHEMA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DI AS, ETAS e MCAS. Rev. 03 Pagina 1 di 5 , ET Rv. 03 Pagina 1 di 5 a) Titolo di studio rquisito minimo b) Conoscnz c) Esprinza lavorativa total ET Diploma di Istruzion scondaria suprior Soggtto iscritto/a all albo di mdici chirurghi dlla provincia

Dettagli

PIRELLI & C. Società per Azioni

PIRELLI & C. Società per Azioni PIRELLI & C. Socità pr Azioni Sd in Milano, Via G. Ngri 10 Rgistro dll Imprs di Milano n. 00860340157 DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE (articolo 54 dl Rgolamnto Emittnti dlibra Consob n. 11971/1999) Pirlli

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ASSEGNAZIONE TEMPORANEA AI SENSI DELL ART. 39 C. 1 LR 31/1998 PRESSO L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

Dettagli

OGGETTO: Intervento di miglioramento delle strutture ausiliarie e sistemazione banchine

OGGETTO: Intervento di miglioramento delle strutture ausiliarie e sistemazione banchine A C omun di Formia P r o v in c ia di L a t in a SETTORE : Ur ban istic a La v o r i P ubblici SERVIZIO : LL.PP. lì 06 April 2016 N. 071/ l l p p DETERMINAZIONE OGGETTO: Intrvnto di miglioramnto dll struttur

Dettagli

Art. 10. Riordino delle funzioni e del finanziamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura

Art. 10. Riordino delle funzioni e del finanziamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura Art. 10 Riorno dll funzioni dl finanziamnto dll camr commrcio, industria, artigianato agricoltura 1. Il Govrno ' dlgato ad adottar, ntro doci msi dalla data ntrata in vigor dlla prsnt lgg, un dcrto lgislativo

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii SETTORE ( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii I )I I \\l( rtanit (tttà d art I Affari Gnrali Finanziari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Sttor I Affari Gnrali Finanziari Proposta di dtrminazion dl Dirignt prot.

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA Esrcizio n 1 C= 400 + 0,8D I= 200-1400r G= 200 TA= 0,25 X= 300-100 Q=156+0,4 r*=0,36 L=50+0,2-100r M o =99 a) Dtrminat l quazion dlla IS dlla LM, il tasso

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

Divieto vendita e somministrazione alcolici nelle aree di servizio autostradali

Divieto vendita e somministrazione alcolici nelle aree di servizio autostradali Nuov norm in matria di divito di vndita somministrazion di bvand alcolich. Autorizzazion all intrattnimnto pomridiano ngli stabilimnti balnari. Dal 13 agosto 2010, quindicsimo giorno succssivo alla pubblicazion

Dettagli

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI Riccardo Bolla Commrcialista in Gnova Milano Stuo Profssionisti CTS Bolla Quaglia Associati

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE CAMFIN S.p.A. Sd in Milano, Vial Piro Albrto Pirlli, 25 Rgistro dll Imprs di Milano 00795290154 Capital Social Euro 261.060.734,28 i.v. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE (articolo 54 dl Rgolamnto Emittnti

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N.4 Chiavarese Via G.B. Ghio, Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva

AZIENDA SANITARIA LOCALE N.4 Chiavarese Via G.B. Ghio, Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva AZIENDA SANITARIA LOCALE N.4 Chiavars Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari (G) Codic Fiscal P. Iva 01038700991 MODULO ADEMPIMENTI DI CUI ALL'ART. 35 DEL D.L 14/3/2013, N. 33 OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE RELATIVI

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015 COMUNE di VAL DELLA TORRE COMUNE di CASELETTE Ufficio Srvizi Scolastici Associati pr il srvizio di rfzion scolastica la riscossion informatizzata dll rtt rfzion, trasporto scuolabus d assistnza mnsa Piazza

Dettagli

.docid ***************************************************************** CITTA' DI AOSTA VILLE D'AOSTE

.docid ***************************************************************** CITTA' DI AOSTA VILLE D'AOSTE .docid ***************************************************************** CITTA' DI AOSTA VILLE D'AOSTE REGIONE AUTONOMA VALDOSTANA REPUBBLICA ITALIANA REGION AUTONOME VALDOTAINE REPUBLIQUE ITALIENNE *****************************************************************

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Univrsità dgli Studi di Firnz Dipartimnto di Inggnria Civil d Ambintal TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI IN CONTO TERZI (Approvato dal Consiglio di Dipartimnto dl 24/01/2002) ATTIVITÀ E SERVIZI OFFERTI PROVE

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

Calore Specifico

Calore Specifico 6.08 - Calor Spcifico 6.08.a) Lgg Fondamntal dlla Trmologia Un modo pr far aumntar la Tmpratura di un Corpo è qullo di cdr ad sso dl Calor, pr smpio mttndolo in Contatto Trmico con un Corpo a Tmpratura

Dettagli