Dott. Fabrizio Santoboni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott. Fabrizio Santoboni"

Transcript

1 Dott. Fabrizio Santoboni Professore aggregato di Economia e Gestione delle aziende di Assicurazione, Facoltà di Economia La Sapienza. Referente Scientifico Laboratorio Assbank. 1

2 Il laboratorio Assbank e il futuro della bancassurance tra tradizione e innovazione Fabrizio Santoboni Milano, 13 novembre 2013

3 Il laboratorio Assbank e il futuro della bancassurance tra tradizione e innovazione Agenda 1. Premessa: obiettivo, metodologia e metodo del Laboratorio Assbank 2. La bancassicurazione: contesto di riferimento 3. La natura multiprodotto dell output assicurativo 4. Risk management «assicurativo» e pianificazione dei bisogni della clientela 3

4 1. Premessa: obiettivo, metodologia e metodo del Laboratorio Assbank Con l intento di sfruttare la collaborazione e la condivisione, come metodo innovativo applicato ai processi complessi, LBS ha ideato il Laboratorio Assbank. Obiettivi Individuare concrete modalità operative in grado di esaltare le capacità distributive dei prodotti assicurativi vita e danni da parte delle banche locali e cooperative, con riferimento a target di clientela retail e small business Metodologia Attivazione di un Laboratorio, strutturato in Pillar «dedicati», con il coinvolgimento di esperti delle aziende di credito e delle compagnie di assicurazione che partecipano fattivamente ai diversi incontri previsti Metodo q Condivisione expertise dei partecipanti q Survey condotta all interno dei contesti operativi degli intermediari partecipanti al Laboratorio Risultati attesi Definizione di una piattaforma unica banchecompagnie di assicurazione, per agevolare l interscambio informativo e contrattuale (vedi polizze) e fornire così un servizio integrato innovativo e di qualità al mercato. 4

5 Hanno partecipato al laboratorio 5

6 Il valore aggiunto di questa nuova metodologia didattica consiste: Forte Partnership tra Compagnia e Banca BISOGNI ATTORI Prodotti pensati per la Banca Formazione e motivazione del personale manageriale e di sportello PIATTAFORMA Catena del valore PRODOTTI Integrazione dei sistemi informatici Banca/ Assicurazione ESPERIENZE Team Pillar q Prodotti (catalogo prodotti e confezionamento dell offerta) q Organizzazione e Processi di post vendita q Piattaforma Tecnologica q Formazione (preparazione e motivazione del Personale) 6

7 Business Partnership sono state identificate logiche, azioni e strumenti per un efficace bilanciamento tra l esigenza della canalizzazione dei prodotti assicurativi nelle banche locali e la gestione degli stessi tramite la rete bancaria Risultati conseguiti Piattaforma a supporto delle funzioni Mercato sono stati definiti modelli e strumenti operativi per la gestione delle attività di Mercato tramite il disegno di una piattaforma comune che permetta di canalizzare in modo univoco i prodotti assicurativi verso tutte quelle banche che potranno essere interessate a commercializzarli e che ne faranno richiesta Formazione si è identificata una modalità univoca per canalizzare la formazione di tutte le compagnie che forniranno i propri prodotti alle banche, avvalendosi degli Expert che metteranno al servizio dei richiedenti la propria esperienza, sia in ambito di vendita, che organizzativo, che negli stili della leadership 7

8 2. La bancassicurazione: contesto di riferimento Analisi di contesto Ø Rimozione barriere normative Ø Progresso tecnologico Ø One stop shopping Ø Crescente interesse verso la gestione del risparmio Processo di convergenza tra gli intermediari finanziari Elementi caratteristici Elementi caratteristici Bancassurance Assurbanking Vantaggi Vantaggi Modalità di attuazione q q q q q Accordo commerciale Joint venture Acquisizioni Società captive Fusioni 8

9 a) La bancassurance in Europa Totale premi lordi contabilizza1 in Europa (miliardi di euro) 1.200,0 900,0 600,0 Danni Vita Composizione % della raccolta in Europa - Anno ,0 Property 8,08% Altri rami danni 10,50% * I dati del 2012 sono previsionali Fonte: CEA (2011), CEA (2012) e CEA (2013) Health 10,41% Motor 12,12% Vita 58,89% * I dati del 2012 sono previsionali Fonte: CEA (2013), ** Altri rami danni: Rc generale, tutela legale, ecc. 9

10 a) La bancassurance in Europa Totale premi lordi contabilizza1 in Europa (miliardi di euro) 900,0 800,0 700,0 600,0 500,0 400,0 300,0 Vita Danni Motor Health Property Altri rami danni 200,0 100, * I dati del 2012 sono previsionali Fonte: CEA (2011), CEA (2012) e CEA (2013) ** Altri rami danni: Rc generale, tutela legale, ecc. 10

11 a) La bancassurance in Europa Andamento dei canali distribu1vi vita in Europa nel 2010 (Quota di mercato %) (miliardi di euro) 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 0,00 0,00 23,60 18,50 25,80 43,20 62,60 66,20 61,00 76,30 91,80 0,00 0,00 11,30 13,60 32,60 6,90 68,30 69,50 25,00 Altri Sportelli bancari Broker AgenI Vendita direja Fonte: CEA (2013) 11

12 a) La bancassurance in Europa Andamento dei canali distribu1vi danni in Europa nel 2010 (Quota di mercato %) (miliardi di euro) 100% 90% 5,40 6,90 0,00 6,20 8,80 11,00 2,30 0,00 3,30 0,80 0,00 3,50 14,30 0,40 0,50 0,00 13,30 7,30 80% 70% 60% 0,00 50% 40% 30% 20% Altri Sportelli bancari Broker AgenI Vendita direja 10% 0% Fonte: CEA (2013) 12

13 b) La bancassurance in Italia Andamento dei canali distribu1vi del ramo vita (Quota di mercato %) 70,00 60,00 50,00 % Quota di mercato 40,00 30,00 20,00 AgenI Broker Vendita direja Promotori finanziari / SIM Sportelli bancari 10,00 0, Anni Fonte: rielaborazione dati ANIA 13

14 b) La bancassurance in Italia Andamento dei canali distribu1vi del ramo danni (Quota di mercato %) 90,00 80,00 70,00 % Quota di mercato 60,00 50,00 40,00 30,00 AgenI Broker Vendita direja Promotori finanziari / SIM Sportelli bancari 20,00 10,00 0, Anni Fonte: rielaborazione dati ANIA 14

15 b) La bancassurance in Italia % Quota di mercato 100,00 90,00 80,00 70,00 60,00 50,00 40,00 30,00 20,00 10,00 Andamento dei canali distribu1vi assicurazioni auto (R.C. Autoveicoli terrestri + Corpi veicoli terrestri) (Quota di mercato %) 0, Anni AgenI Broker Vendita direja Promotori finanziari / SIM Sportelli bancari % Quota di mercato 90,00 80,00 70,00 60,00 50,00 40,00 30,00 20,00 10,00 0,00 Andamento dei canali distribu1vi assicurazioni non auto (Quota di mercato %) Anni AgenI Broker Vendita direja Promotori finanziari / SIM Sportelli bancari Fonte: rielaborazione dati ANIA 15

16 b) La bancassurance in Italia Andamento del canale bancario per sedore di aevità (Quota di mercato %) 120,00 100,00 98,50 98,13 97,28 97,78 97,75 97,01 96,79 % Quota di mercato 80,00 60,00 40,00 Auto Altri rami danni Totale rami danni Totale rami vita 20,00 0, Anni Fonte: rielaborazione dati ANIA 16

17 b) La bancassurance in Italia 90,0 80,0 Rami Vita - Composizione % della raccolta canale bancario rami vita Rami Vita - Raccolta canale bancario rami vita (Premi lordi contabilizza1 in migliaia di euro) % Quota di mercato 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 20,0 I - vita umana III - linked IV - malara V - capitalizzazione VI - fondi pensione Piani ind. pens.(*) I - vita umana III - linked IV - malara V - capitalizzazione VI - fondi pensione Piani ind. pens.(*) 10, * I premi relativi ai PIP rappresentano un sottoinsieme dei premi relativi a polizze individuali del ramo I - VITA UMANA e del ramo III - FONDI DI INVESTIMENTO. Fonte: rielaborazione dati ANIA 17

18 b) La bancassurance in Italia % Quota di mercato 40,0 35,0 30,0 25,0 20,0 15,0 10,0 5,0 Rami Danni - Composizione % della raccolta canale bancario per principali rami danni Infortuni 2 - MalaRa 3 - Corpi veicoli terrestri 8 - Incendio ed elem. nat. 9 - Altri danni ai beni 10 - R.C. Autoveicoli terrestri 13 - R.C. Generale 14 - Credito 15 - Cauzione 16 - Perdite pecuniarie 17 - Tutela legale Rami Danni - Raccolta canale bancario per principali rami danni (Premi lordi contabilizza1 in migliaia di euro) Assistenza Fonte: rielaborazione dati ANIA 18

19 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri 1. previdenza (in particolare, per le micro/piccole imprese) Tasso di adesione alla previdenza complementare in Italia nel 2012 per 1pologia di lavoratori (%). Tasso di adesione al lordo e al nedo degli iscrie non versan1 (%) ,1 25,2 4,6 4,5 26,6 25,5 DipendenI del sejore privato DipendenI del sejore pubblico Autonomi Totale Tasso di adesione in % forze di lavoro* 17,5 20,2 22,7 18,1 Tasso di adesione al lordo degli iscrir non versani (%) Fonte: Covip (2013) Tasso di adesione al nejo degli iscrir non versani (%) 2. sanità privata per retail e corporate; q nonostante l opinione diffusa, il nostro SSN non è più «sprecone» di quelli di altri paesi dell Europa occidentale; q tale «parsimonia» non va a discapito della performance sanitaria; q spesa privata fortemente a carico diretto degli utenti (c.d. spesa «out-of-pocket», che in Italia ammontava al 18% della spesa sanitaria totale nel 2011), piuttosto che verso forme di spesa collettiva tramite assicurazioni o fondi privati; q secondo stime OECD (2012), nel 2010 solo il 2,6% della spesa sanitaria totale del nostro Paese è stata sostenute tramite assicurazioni o fondi sanitari (a fronte del 7,9% in UK e 6,3 della Spagna); q le banche potrebbero ritagliarsi un ruolo di assoluto rilievo nella fornitura di soluzioni assicurative «complementari» e «supplementari». 19

20 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri Spesa sanitaria pro- capite pubblica e privata nei paesi OCSE nel 2011 (Valori in US $)* 9000,0 8000,0 7000,0 6000,0 5000,0 4000,0 3000,0 Spesa privata Spesa pubblica 2000,0 1000,0 0,0 United States Norway Switzerland Netherlands ² Austria Canada Germany Denmark Luxembourg France Belgium ¹ Sweden Australia Ireland United Kingdom Finland OECD AVERAGE Iceland Japan New Zealand ¹ Spain Italy Portugal Slovenia Greece Israel Korea Czech Republic Slovak Republic Hungary Chile Poland Estonia Mexico Turkey Fonte: OECD (2013), OECD Health Data 2013, Giugno

21 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri Incidenza della componente pubblica sul totale spesa sanitaria nei paesi OECD nel 2011 (%) 90,0 80,0 70,0 77,8 72,2 60,0 50,0 40,0 30,0 20,0 10,0 0,0 Fonte: OECD (2013), OECD Health Data 2013, Giugno

22 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri 25,0 Forme assicura1ve e pensioni integra1ve possedute dalle famiglie italiane nel 2008 e nel 2010 per area geografica (Valore %) 35,0 Forme assicura1ve e pensioni integra1ve possedute dalle famiglie italiane nel 2008 e nel 2010 per condizione lavora1va (Valore %) 20,0 30,0 25,0 15,0 Nord 20,0 Lavoratore dipendente 10,0 5,0 Centro Sud e isole Totale 15,0 10,0 5,0 Lavoratore indipendente Condizione non lavoraiva (compresi pensionai) Polizze vita Polizze sanitarie Pensioni integraive Polizze vita Polizze sanitarie Pensioni integraive Fonte: Banca d'italia (2012), I bilanci delle famiglie italiane nell anno 2010, Supplementi al Bollettino Statistico, Indagini campionarie, n. 6, Anno XXII, 25 Gennaio, Roma Fonte: Banca d'italia (2010), I bilanci delle famiglie italiane nell anno 2008, Supplementi al Bollettino Statistico, Indagini campionarie, n. 8, Anno XX, 10 Febbraio, Roma Fonte: Ania (2012), ANIA Trends, Newsletter dell'ufficio Studi, Anno VIII, n. 5, Maggio, Roma * Per polizza vita si intende una caso morte, una caso vita o una mista * Per polizza sanitaria si intende una polizza malattia e/o infortuni * Per pensione integrativa si intende un Fondo pensione o un PIP ** Il 5,5% di famiglie che posseggono almeno 1 polizza sanitaria rappresenta 1,2 milioni di famiglie su 24,2 22

23 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri 3. catastrofi naturali: q sebbene sia diffusa una opinione contraria, nel nostro Paese non esiste alcun diritto al risarcimento dei danni catastrofali (terremoto e alluvioni); q modalità di intervento «ad hoc» ed «ex post» da parte dei Governi per il risarcimento almeno parziale dei danni, che disincentiva la responsabilizzazione individuale; q attualmente vi sono polizze property (incendio, eventi atmosferici ed altro) che contengono una clausola di estensione ai danni da terremoto e alluvioni sia per le attività produttive, che per le abitazioni civili; q In particolare, le coperture per abitazioni civili hanno bassa diffusione (44% del patrimonio abitativo) e solo lo 0,4% di esse hanno estensione a danni catastrofali, poiché: a) i cittadini ritengono a torto di avere un diritto al risarcimento dei danni da catastrofe naturale; b) i cittadini ritengono a torto che i Governi abbiano un «obbligo morale» nei confronti dei soggetti colpiti; c) i costi della copertura sono eccessivi poichè i cittadini più propensi alla copertura sono quelli più rischiosi (c.d. «anti-selezione); d) l «anti-selezione», oltre ai costi elevati, comporta difficoltà nel raggiungimento della massa critica per una efficiente mutualità tra rischi; e) non potendovi essere «arricchimento indebito», chi è assicurato (e quindi sostiene il «costo» della copertura) verrebbe escluso di fatto dal risarcimento statale; 23

24 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri q un indagine demoscopica CINEAS evidenzia che il 70% dei residenti in zone a rischio sottoscriverebbe una copertura se: - fosse fiscalmente agevolata; - costasse circa 200 euro l anno; q viste le difficoltà delle finanze pubbliche, opportunità di implementare in maniera puntuale un sistema assicurativo di gestione del rischio gravante patrimonio abitativo civile: - sistema assicurativo tradizionale: tale sistema può essere suddiviso in tre parti: a) commercializzazione, sottoscrizione e gestione dei contratti: da parte delle compagnie; b) assunzione del rischio: Stato (Es.: Spagna) o settore assicurativo e/o riassicurativo (integralmente: come nel caso UK.; in compartecipazione con lo Stato: come in Francia); c) valutazione e liquidazione del danno; - sistema di contingent capital: fornisce prestazioni svincolate dai danni, ma funzione del verificarsi di un evento catastrofale e della sua intensità (Es. catastrophe bond). Un ruolo attivo è comunque recitato da assicuratori e riassicuratori; 24

25 c) La bancassurance: «spazi» di intervento futuri q funzionamento dei sistemi assicurativi: - con premi proporzionali al rischio territoriale; - con premi indifferenziati rispetto al rischio territoriale: per funzionare in maniera efficiente, esigenza di prevedere fondi perequativi o consorzi assicurativi; - con premi proporzionali alla modalità costruttiva e alla presenza di misure di prevenzione; q uno studio ANIA (2011) individua in 73,07 euro il tasso puro medio per euro di somma assicurata in Italia. Chiaramente, tale valore cambia considerevolmente a seconda della provincia; q leva fiscale: attualmente le coperture property sono tassate al 22,25% (aliquota più elevata a livello europeo). Visto lo scopo «sociale» sarebbe opportuno agire in termini di: - esenzione da tassazione; - agevolazione fiscale (soprattutto se non vi fosse obbligatorietà della copertura). 4. polizze per la responsabilità civile «professionale» per tutti gli iscritti ad Albi professionali per i danni provocati dallo svolgimento della propria attività, compresa la custodia di documenti e valori; 5. polizze per agevolare l accesso al credito da parte delle imprese. 25

26 3. La natura multiprodotto dell output assicurativo Servizi di natura indennitarioprevidenziale q Prodotti danni q Prodotti vita «tradizionali» Offerta assicurativa Servizi di gestione del risparmio q Prodotti vita «rivalutabili» q Prodotti vita «finanziario-assicurativi» Servizi di gestione del rischio Servizio di consulenza a: q Persone fisiche q Imprese 26

27 4. Risk management «assicurativo» e pianificazione dei bisogni Risk management «assicurativo» Mappatura dei rischi Misurazione dei rischi Gestione dei rischi Controllo Offerta assicurativa «Mero» collocamento Servizio di consulenza Pianificazione dei bisogni 27

28 Fabrizio Santoboni Professore aggregato di «Economia e Gestione delle Aziende di Assicurazione» Sapienza - Università di Roma Referente Scientifico Laboratorio Assbank - LUISS Business School Tel.: (+39) Fax: (+39) Mob.: (+39) Mail: 28

29 Tavola rotonda 29

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner

Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner Global Assicurazioni è la Prima Agenzia Assicurativa italiana. La Società agisce su mandato di 17 compagnie leader nazionali ed internazionali e

Dettagli

ANTICIPAZIONI SULLO STUDIO QUANTITATIVO DANNI CATASTROFALI AL PATRIMONIO ABITATIVO ITALIANO E POSSIBILI SCHEMI ASSICURATIVI

ANTICIPAZIONI SULLO STUDIO QUANTITATIVO DANNI CATASTROFALI AL PATRIMONIO ABITATIVO ITALIANO E POSSIBILI SCHEMI ASSICURATIVI ANTICIPAZIONI SULLO STUDIO QUANTITATIVO DANNI CATASTROFALI AL PATRIMONIO ABITATIVO ITALIANO E POSSIBILI SCHEMI ASSICURATIVI Roberto Manzato Convegno CINEAS Calamità naturali: assistenzialismo o prevenzione?

Dettagli

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI - analisi, confronto e rafforzamento del sistema sanitario Stefano Scarpetta, Direttore della Direzione del Lavoro, Occupazione e Affari Sociali Il Lavoro dell

Dettagli

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c.

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c. SERVIZIO STUDI SEZIONE STUDI UFFICIO STATISTICA Roma 7 dicembre 2011 Prot. n. All.ti n. 4 36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Fondi pensione ed economia Italiana

Fondi pensione ed economia Italiana Fondi pensione ed economia Italiana Mauro Marè Università della Tuscia e Mefop Previdenza privata e crescita economica: idee e prospettive LUISS, Roma 14 dicembre 2015 Outline 1. L industria dei fondi

Dettagli

Overview del mercato assicurativo in Italia

Overview del mercato assicurativo in Italia Overview del mercato assicurativo in Italia Premi lordi contabilizzati ( mld) CAGR = +3,1% 118,8 99,1 33,7 33,7 33,7 37,7 37,7 37,7 85,1 61,4 61,4 85,1 85,1 61,4 2007 2007 2007 2013 2013 2013 Vita Vita

Dettagli

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 20 giugno 2003 317543 CIRCOLARE N. 508/S 4 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione

Dettagli

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 317566 4 3 ottobre 2003 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze

Dettagli

INDICE. Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino. Introduzione... Fabrizio Santoboni

INDICE. Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino. Introduzione... Fabrizio Santoboni VII Autori... pag. XIII Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino Introduzione... Fabrizio Santoboni» XIX Capitolo 1. Le funzioni della produzione assicurativa Fabrizio Santoboni 1. Il contratto assicurativo...

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

Le assicurazioni vita e danni

Le assicurazioni vita e danni Le assicurazioni vita e danni Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Roberto Manzato Direttore Centrale Vita, Danni e Servizi Le assicurazioni vita Capacità di risparmio

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 Montepaschi Vita Annual F orum Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 2007 I Paradigmi del Valore Assicurazioni e banche: complementarietà e competizione Come creare il massimo valore

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

L evoluzione verso SEPA

L evoluzione verso SEPA L evoluzione verso SEPA il processor a supporto del cambiamento Nicola Cordone, CEO SiNSYS Milano, 16 Novembre 2006 Agenda SEPA: Attori coinvolti I processor come fattore abilitante Principali impatti

Dettagli

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Prof. Carlo ODOARDI Firenze, 16 aprile 2010 VALUTARE PER VALORIZZARE GLI INDIVIDUI E PROMUOVERE

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Il mercato assicurativo: i canali

Il mercato assicurativo: i canali Il mercato assicurativo: i canali distributivi Corso di Gestione dei Rischi e delle Assicurazioni Dott.ssa Lara Maini 12 marzo 2012 Obiettivi della distribuzione assicurativa Ricerca della clientela Attività

Dettagli

REDDITIVITÀ NELLE ASSICURAZIONI Prof.ssa Rossella Locatelli Università degli Studi dell'insubria. Genova, 25 febbraio 2011

REDDITIVITÀ NELLE ASSICURAZIONI Prof.ssa Rossella Locatelli Università degli Studi dell'insubria. Genova, 25 febbraio 2011 1 REDDITIVITÀ NELLE ASSICURAZIONI Prof.ssa Rossella Locatelli Università degli Studi dell'insubria Genova, 25 febbraio 2011 AGENDA DELL INTERVENTO ALCUNE PREMESSE LE QUESTIONI SALIENTI REDDITIVITÀ DELLE

Dettagli

Le assicurazioni vita e danni

Le assicurazioni vita e danni Le assicurazioni vita e danni Luigi Di Falco Responsabile Servizio Vita e Welfare Le assicurazioni vita In un contesto di ricchezza delle famiglie italiane stabile, cresce la quota in assicurazioni vita

Dettagli

I RISCHI CATASTROFALI. Matteo Cutini Annamaria Caria Rajwinder Kaur Nicola Battilani Davide Bachini

I RISCHI CATASTROFALI. Matteo Cutini Annamaria Caria Rajwinder Kaur Nicola Battilani Davide Bachini I RISCHI CATASTROFALI Matteo Cutini Annamaria Caria Rajwinder Kaur Nicola Battilani Davide Bachini RISCHI CATASTROFALI Per rischio catastrofale si intende quel rischio che al suo verificarsi reca danni

Dettagli

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Lelio Iapadre (Università dell Aquila e UNU-CRIS, Bruges) Corso per i poli regionali di innovazione ITA, Roma, 3 febbraio 2015 Sommario

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

Fornitura di Energia Integrata a Servizi di Efficienza Energetica per le PMI

Fornitura di Energia Integrata a Servizi di Efficienza Energetica per le PMI Fornitura di Energia Integrata a Servizi di Efficienza Energetica per le PMI ComoNEXT, 27 Marzo 2014 Electra Italia S.p.A. Agenda 1. Electra Italia e il Gruppo BKW 2. L esigenza del Cliente 3. Il modello

Dettagli

Un unico programma UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020)

Un unico programma UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Un unico programma UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Pesaro, 11 febbraio 2014 Agenzia ERASMUS +/INDIRE ITALIA c.grano@indire.it L Architettura di E+ 7 esistenti programmi

Dettagli

IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE

IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE Francesca Colombo, Divisione Salute OCSE 2 Aprile 2013 Il lavoro sulla sanità all OCSE è cresciuto nel tempo, come il budget sanità % GDP 12 France Germany Italy United

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

Grafico n. 1 - Imprese nazionali e Rappresentanze di imprese extra SEE Raccolta premi - Portafoglio diretto italiano (Importi in milioni di euro)

Grafico n. 1 - Imprese nazionali e Rappresentanze di imprese extra SEE Raccolta premi - Portafoglio diretto italiano (Importi in milioni di euro) COMUNICATO STAMPA DEL 13 AGOSTO 2015 Nel primo trimestre 2015 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra S.E.E. risulta

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013 La Sanità Raffaele Lagravinese 18 Novembre 2013 Argomenti della lezione Aspetti demografici e Sanità Le Giustificazioni dell intervento pubblico in Sanità Sistemi Sanitari a confronto La Spesa sanitaria

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA

Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Workshop AIDP.PA Confronto su D.L. n. 101/2013 convertito con modificazioni dalla legge n. 125/2013 Bologna, 15 novembre 2013 Pierluigi Mastrogiuseppe

Dettagli

OCSE PISA 2009 Programme for International Student Assessment

OCSE PISA 2009 Programme for International Student Assessment 7 dicembre 2010 INVALSI OCSE PISA 2009 Programme for International Student Assessment Risultati nazionali La rilevazione OCSE PISA 2009 Quarta edizione del programma PISA (rilevazioni triennali). Obiettivo

Dettagli

Nuove Misure per il Credito alle PMI

Nuove Misure per il Credito alle PMI Seminario 10 maggio 2012 Nuove Misure per il Credito alle PMI In collaborazione con: Confapi Padova Viale dell Industria, 23 Padova Tel. 049 80 72 273 Powered by info@confapi.padova.it www.confapi.padova.it

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

HDI Assicurazioni SpA I Prodotti Danni. Roma, 20 maggio 2015

HDI Assicurazioni SpA I Prodotti Danni. Roma, 20 maggio 2015 HDI Assicurazioni SpA I Prodotti Danni Roma, 20 maggio 2015 Alcuni riferimenti giuridici - L assicurazione è un contratto con il quale l assicuratore, verso il pagamento di un premio, si obbliga a rivalere

Dettagli

Organizzazione sanitaria e

Organizzazione sanitaria e Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Economia Organizzazione sanitaria e Sistemi sanitari comparati Prof. Gualtiero Ricciardi Direttore, Istituto di Igiene Professore Ordinario di Igiene presso

Dettagli

Avv. Franco Toffoletto. La disciplina delle mansioni. Optime - Grand Hotel et de Milan. 1 luglio 2015

Avv. Franco Toffoletto. La disciplina delle mansioni. Optime - Grand Hotel et de Milan. 1 luglio 2015 La disciplina delle mansioni Optime - Grand Hotel et de Milan 1 luglio 2015 Jobs Act 1 (L. 16 maggio 2014, n. 78) Contratti a termine (superato dal D.lgs 15 giugno 2015, n. 81) Jobs Act 2 (L. 23 dicembre

Dettagli

E. Marsiglia Vicedirettore generale Gruppo Unipol

E. Marsiglia Vicedirettore generale Gruppo Unipol E. Marsiglia Vicedirettore generale Gruppo Unipol Il pricing dei prodotti assicurativi Convegno ADEIMF, Ancona 18 gennaio 2008 assicurazioni danni: il premio L origine della parola premio è legata al trasporto

Dettagli

Digital Payment Summit. Roma, 12 Giugno 2014

Digital Payment Summit. Roma, 12 Giugno 2014 Digital Payment Summit Roma, 12 Giugno 2014 Internet People & Internet Banking People - Worldwide Internet Banking (Percentage of individuals who used Internet in the last 3 months) Self-first I Finland

Dettagli

INDAGINE SUI COSTI DELLE POLIZZE ABBINATE A FINANZIAMENTI (PPI PAYMENT PROTECTION INSURANCE) PRIMI RISULTATI

INDAGINE SUI COSTI DELLE POLIZZE ABBINATE A FINANZIAMENTI (PPI PAYMENT PROTECTION INSURANCE) PRIMI RISULTATI INDAGINE SUI COSTI DELLE POLIZZE ABBINATE A FINANZIAMENTI (PPI PAYMENT PROTECTION INSURANCE) PRIMI RISULTATI MAGGIO 2016 1 Indice 1. Introduzione e sintesi 2. La dimensione del mercato PPI 2.1. Numero

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010 OSSERVATORIO SULLA DIFFUSIONE DELLE RETI TELEMATICHE E DEI SERVIZI ON LINE IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES Roma, 20 aprile 2010

Dettagli

AIVE Business Solutions. www.aive.com

AIVE Business Solutions. www.aive.com AIVE Business Solutions www.aive.com AIVE GROUP: Missione e Valori Missione Realizzare software e progetti che migliorano i processi operativi dei nostri clienti e incrementano la loro capacità competitiva

Dettagli

Il credito al consumo e il Broker di Riassicurazione

Il credito al consumo e il Broker di Riassicurazione Copyright 2007 Willis Limited all rights reserved. Il credito al consumo e il Broker di Riassicurazione Giulio Figarolo di Gropello Presidente Willis Re Southern Europe Credito alle famiglie 2007 Consumer

Dettagli

Comunicato Stampa. ASSIMOCO VITA LANCIA HI-FIve ASSIMOCO, la polizza che ti sintonizza sulla frequenza di miglior rendimento

Comunicato Stampa. ASSIMOCO VITA LANCIA HI-FIve ASSIMOCO, la polizza che ti sintonizza sulla frequenza di miglior rendimento Comunicato Stampa ASSIMOCO VITA LANCIA HI-FIve ASSIMOCO, la polizza che ti sintonizza sulla frequenza di miglior rendimento Segrate, 7 luglio 2008 Nasce HI-FIve ASSIMOCO, la polizza Assimoco Vita che assicura

Dettagli

Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati

Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati Oltre gli schemi, verso nuove opportunità d investimento Adottare un approccio di gestione standard, che utilizza l esposizione azionaria come un indicatore

Dettagli

COMUNICATO STAMPA AL VIA LA PARTNERSHIP BANCARIO-ASSICURATIVA TRA IL GRUPPO CATTOLICA E IL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA

COMUNICATO STAMPA AL VIA LA PARTNERSHIP BANCARIO-ASSICURATIVA TRA IL GRUPPO CATTOLICA E IL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA AL VIA LA PARTNERSHIP BANCARIO-ASSICURATIVA TRA IL GRUPPO CATTOLICA E IL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA Siglato in data odierna un protocollo d intesa per una partnership industriale di lungo periodo

Dettagli

Le coperture assicurative del. rischio fotovoltaico. Convegno ISES - Alliance Roma, 15 Settembre 2010

Le coperture assicurative del. rischio fotovoltaico. Convegno ISES - Alliance Roma, 15 Settembre 2010 Le coperture assicurative del rischio fotovoltaico 1 Chi siamo Ariscom è una Compagnia di Assicurazioni che nasce con il preciso obiettivo di fornire alle imprese italiane industriali, armatoriali, aeronautiche

Dettagli

Dott. Simonpaolo Buongiardino

Dott. Simonpaolo Buongiardino Quali proposte per aumentare il «patrimonio previdenziale» dei Fondi Pensione, arricchendone le prestazioni finali? Spunti dal Master M.A.P.A. e dalla GNP2012 Dott. Simonpaolo Buongiardino Vice Presidente

Dettagli

www.formazioneintermediari.com - info@formazioneintermediari.com Tel: 800.69.99.92 Indice Corso 30 ore

www.formazioneintermediari.com - info@formazioneintermediari.com Tel: 800.69.99.92 Indice Corso 30 ore Indice Corso 30 ore Modulo 1 - La disciplina delle imprese di assicurazione Le fonti normative del diritto delle assicurazioni Principi e struttura del Codice delle Assicurazioni Le condizioni di accesso

Dettagli

Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Dott. Timur Khoussainov Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale

Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Dott. Timur Khoussainov Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale Bologna, 30 ottobre 2015 CHE COS È (PER NOI) LA CONOSCENZA? Toffoletto De Luca Tamajo e Soci 2015 2

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

Roma, 15 Febbraio 2012

Roma, 15 Febbraio 2012 HDI ASSICURAZIONI SpA BANCASSICURAZIONE Roma, 15 Febbraio 2012 Distribuzione dei prodotti Assicurativi Vita e Danni 1997-2010 In Italia la distribuzione dei prodotti assicurativi avviene prevalentemente

Dettagli

I NOSTRI AGENTI SONO TUTTI UN PO SPECIALI.. SPECIALI COME OGNUNO DI VOI

I NOSTRI AGENTI SONO TUTTI UN PO SPECIALI.. SPECIALI COME OGNUNO DI VOI I NOSTRI AGENTI SONO TUTTI UN PO SPECIALI.. SPECIALI COME OGNUNO DI VOI Contenuti della presentazione I numeri chiave del Gruppo Assicurativo Arca I nuovi obiettivi del Gruppo Assicurativo Arca L Agente

Dettagli

Rischi catastrofali. Prendendo spunto dalla recente pubblicazione del Natural Hazard Risk Atlas 2014 di

Rischi catastrofali. Prendendo spunto dalla recente pubblicazione del Natural Hazard Risk Atlas 2014 di Rischi catastrofali Prendendo spunto dalla recente pubblicazione del Natural Hazard Risk Atlas 2014 di che indica l Italia come l ottavo paese al mondo ed il primo in Europa per rischiosità in tema di

Dettagli

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica CARTE COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI RINNOVABILI TERMICHE ED EFFICIENZA L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Raffaele Scialdoni

Dettagli

La tua serenità, il nostro obiettivo.

La tua serenità, il nostro obiettivo. La tua serenità, il nostro obiettivo. CF Assicurazioni vicino alla Famiglia, vicino a Te UN PROGETTO CHE GUARDA AL FUTURO, UNA REALTÀ PRESENTE A CUI AFFIDARSI. Il CF Gruppo Assicurazioni CF si distingue

Dettagli

Presentazione del progetto PROCESSO DI DISTRIBUZIONE INTEGRATA

Presentazione del progetto PROCESSO DI DISTRIBUZIONE INTEGRATA PROCESSO DI DISTRIBUZIONE INTEGRATA Il mercato 1. IL PROGETTO DI PARTNERSHIP Il Progetto nasce da una forte visione condivisa sul mercato di riferimento (le Imprese) e dalle modifiche in tema di mediazione

Dettagli

JEREMIE HOLDING FUND FESR SICILIA

JEREMIE HOLDING FUND FESR SICILIA JEREMIE HOLDING FUND FESR SICILIA Cos è JEREMIE L Iniziativa JEREMIE (Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises - Risorse europee congiunte per le piccole e medie imprese) offre agli Stati

Dettagli

e, p.c. 1. Abbreviazione dei termini per la trasmissione dei dati statistici all Autorità.

e, p.c. 1. Abbreviazione dei termini per la trasmissione dei dati statistici all Autorità. SERVIZIO STUDI SEZIONE STUDI UFFICIO STATISTICA Roma 25 marzo 2010 Prot. n. All.ti n. 36-10-000014 vari Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia

Dettagli

PRODOTTI ON-LINE POLIZZE AUTO: R.C.A.: Responsabilità civile auto A.R.D.: Incendio, furto e garanzie accessorie POLIZZE CAUZIONI/ CREDITO:

PRODOTTI ON-LINE POLIZZE AUTO: R.C.A.: Responsabilità civile auto A.R.D.: Incendio, furto e garanzie accessorie POLIZZE CAUZIONI/ CREDITO: CHI SIAMO La nostra società, operativa da oltre un decennio, svolge l'attività di consulenza ed intermediazione assicurativa riservando alla clientela particolare attenzione. La nostra struttura, composta

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020

STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020 Verso un utilizzo più strategico imparando dall esperienza maturata Roberto D Auria Mario Guido Gruppo di lavoro Competitività Roma, 28 ottobre 2013 L esperienza

Dettagli

RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni

RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni Indagine condotta per: 12 Novembre 2010 Obiettivi dell indagine L'Italia è un Paese in cui

Dettagli

La tua serenità, il nostro obiettivo.

La tua serenità, il nostro obiettivo. La tua serenità, il nostro obiettivo. CF Assicurazioni vicino alla Famiglia, vicino a Te UN PROGETTO CHE GUARDA AL FUTURO, UNA REALTÀ PRESENTE A CUI AFFIDARSI. Il Gruppo CF Assicurazioni si distingue per

Dettagli

MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO. Prima parte: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni

MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO. Prima parte: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO Prima parte: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni Fonti del diritto delle Assicurazioni Il contratto e l impresa nelle fonti di produzione

Dettagli

Calamità naturali: il 72% dei residenti in zone a rischio è disposto a sottoscrivere un assicurazione per tutelarsi

Calamità naturali: il 72% dei residenti in zone a rischio è disposto a sottoscrivere un assicurazione per tutelarsi Nuova indagine CINEAS Calamità naturali: il 72% dei residenti in zone a rischio è disposto a sottoscrivere un assicurazione per tutelarsi Il 73% degli intervistati ha vissuto una o più volte catastrofi

Dettagli

Il ruolo sociale e mutualistico dell assicurazione

Il ruolo sociale e mutualistico dell assicurazione Risposta alla consultazione sul documento: ELEMENTI PER UNA STRATEGIA NAZIONALE DI ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI - Ministero dell Ambiente, Novembre 2013 Inquadramento La proposta di Strategia Nazionale

Dettagli

L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo.

L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo. Senato della Repubblica, S.Com. Pol. sociali, 1 Aprile 2015 L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo. Pasquale Tridico

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2014-2015 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange Piattaforma Italiana Power House Europe Incontro Seminariale GdL2 - Questioni tecniche Roma, 10 Novembre 2010 - Palazzo della Cooperazione Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing

Dettagli

Scenari di mercato Come aprire una nuova fase di crescita

Scenari di mercato Come aprire una nuova fase di crescita TERZA CONVENTION NAZIONALE Il nuovo mercato assicurativo: quali innovazioni per rilanciare lo sviluppo Roma, 1 ottobre 2008 Scenari di mercato Come aprire una nuova fase di crescita Enea Dallaglio IAMA

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020 Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo Sistemi Elettrici CERTIFICATI BIANCHI Titoli di effcienza energetica

Dettagli

LA TASSAZIONE SUGLI INVESTIMENTI

LA TASSAZIONE SUGLI INVESTIMENTI LA TASSAZIONE SUGLI INVESTIMENTI Un breve riepilogo su cosa è cambiato e su cosa sta per cambiare per i prodotti assicurativi Ante riforma Come noto, dal primo gennaio 2012 sono state introdotte nuove

Dettagli

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI Erasmus + ASPETTI FINANZIARI KA1 per l Istruzione Superiore Mobilità per Studio (ex SMS) Mobilità per Traineeship (ex SMP) Staff Mobility (ex STA IN/OUT STT) Organisational Support (ex OM) KA1 - Mobilità

Dettagli

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Il Gruppo Cattolica: la struttura societaria 60% ABC Assicura 51% DANNI VITA ALTRO BCC Assicurazioni 51% 100% 60% TUA Assicurazioni 99,99% Duomo Uni One

Dettagli

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP 22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP Microsoft: l evoluzione dell ERP 22 Ottobre 2013 - UNA Golf Hotel Cavaglià (BI) In qualsiasi tipo di azienda,

Dettagli

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide FORUM BANCASSICURAZIONE 2015 Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sulla raccolta premi in Italia Il mercato

Dettagli

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading I cambiamenti climatici. Alcuni dati Negli ultimi 100 anni le temperature media sono aumentate di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Bisogn0 di gestione dei rischi puri. Assicurazione previdenza

Bisogn0 di gestione dei rischi puri. Assicurazione previdenza Bisogn0 di gestione dei rischi puri Assicurazione previdenza Bisogni e prodotti BISOGNI PRODOTTI Assicurazione (unità in surplus) Previdenza (unità in surplus) Assicurazione (unità in deficit) Polizze

Dettagli

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita City Wire Events September 2015 Professor Paolo Surico London Business School 1 Disclaimer 2 Previsioni in macroeconomia: Scienza Source: FMI WEO 2014 Previsioni

Dettagli

Il ruolo dell'industria. della previdenza

Il ruolo dell'industria. della previdenza Il ruolo dell'industria assicurativa nello sviluppo della previdenza La sfida del sistema previdenziale italiano: necessità di adeguare il regime pensionistico alle dinamiche sociali ed economiche in atto

Dettagli

Corso intensivo di preparazione all esame ISVAP per l iscrizione alle sezioni A e B del RUI

Corso intensivo di preparazione all esame ISVAP per l iscrizione alle sezioni A e B del RUI PRESENTAZIONE RESPONSABILE SCIENTIFICO Dott. Salvatore Infantino RESPONSABILE DIDATTICO Prof.ssa Rita Crocitto SEGRETERIA ORGANIZZATIVA info@insurancelab.it Insurance Lab e Salvatore Infantino, autore

Dettagli

Adoption and take up of standards and profiles for e-health Interoperability

Adoption and take up of standards and profiles for e-health Interoperability Adoption and take up of standards and profiles for e-health Interoperability Gilda De Marco, Assinter/INSIEL, Italy based on a presentation by Ib Johanson, MedCom, DK Antilope ANTILOPE Rete Tematica Promuovere

Dettagli

5.000 metri quadrati di superficie. 45 dipendenti

5.000 metri quadrati di superficie. 45 dipendenti 2 3 5.000 metri quadrati di superficie 45 dipendenti 25 anni da protagonista Gimatic nasce nel 1985 dalla passione di tre soci che hanno dato vita a una realtà dinamica, sempre attenta agli sviluppi del

Dettagli

Nuovi ruoli e nuovi compiti per l'industria assicurativa nella ri-costruzione di un nuovo welfare

Nuovi ruoli e nuovi compiti per l'industria assicurativa nella ri-costruzione di un nuovo welfare Nuovi ruoli e nuovi compiti per l'industria assicurativa nella ri-costruzione di un nuovo welfare Claudio Raimondi Versione: 1.1 Soluzioni Assicurative Vita e Marketing Contesto «Welfare» : i dati di fatto

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare www.logicaprevidenziale.it A Albo (delle forme pensionistiche complementari): Elenco ufficiale tenuto dalla COVIP cui le forme pensionistiche

Dettagli

FEDERPROFESSIONAL Associazione alte professionalità indipendenti

FEDERPROFESSIONAL Associazione alte professionalità indipendenti FEDERPROFESSIONAL Associazione alte professionalità indipendenti Federprofessional Via Ravenna 14 00161 R O M A tel. +390644070267 fax +39064403421 e-mail: federprofessional@federmanager.it sito web: www.federprofessional.it

Dettagli

Economia delle aziende di assicurazione

Economia delle aziende di assicurazione Economia delle aziende di assicurazione Modello dei processi in una azienda di assicurazione Rappresentazione dei macroprocessi e dei processi aziendali Università di Macerata - P. Cioni 1 Indice Vista

Dettagli