Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica"

Transcript

1 Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica

2

3 Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura d esercizio 3 Gabbie 3 Suffissi 3 Indicazioni su progettazione e sicurezza 4 Carico dinamico equivalente sul cuscinetto 4 Carico statico equivalente sul cuscinetto 4 Capacità di carico assiale 4 Carico minimo radiale 4 Velocità di rotazione 4 Dimensioni delle parti adiacenti 4 Precisione 5 Gioco radiale 5 Tabelle dimensionali 6 Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 6

4 Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Caratteristiche Caratteristiche I cuscinetti FAG radiali rigidi ad una corona di sfere sono utilizzabili in molteplici applicazioni, hanno anelli esterni, anelli interni e corone di sfere massicci. Hanno una struttura semplice, sono adatti a svariate condizioni di esercizio, richiedono poca manutenzione e sono disponibili nella versione aperta e schermata. Per motivi tecnici di produzione i cuscinetti aperti presentano delle scanalature per gli schermi striscianti o non striscianti, Figura 1. Per effetto della geometria delle piste di rotolamento e delle sfere, oltre alle forze radiali, i cuscinetti radiali rigidi a sfere supportano anche forze assiali in entrambe le direzioni. Caratterizzati da una rumorosità minima e da una coppia di attrito ridotta, i cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona sono particolarmente indicati per macchine elettriche, ventilatori, lavatrici ed utensili elettrici. I nuovi cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C sono stati sviluppati particolarmente per applicazioni di questo tipo. Grazie a modifiche costruttive importanti, come una migliore cinematica dei cuscinetti, tenute e gabbie nuove e metodi di produzione migliorati, i cuscinetti radiali rigidi a sfere della generazione C presentano numerosi vantaggi. gabbia più stabile e osculazione modificata Minore attrito grazie alla modifica dell osculazione e all ottimizzazione di superfici, ondulazioni e rotondità Migliore effetto di tenuta grazie ad una posizione ottimizzata dei labbri di tenuta HRS, gola adattata sull anello interno e strisciamento assiale del labbro di tenuta sull anello interno e tramite tenute Z con funzione labirinto Maggiore economicità consumo energetico contenuto grazie all attrito ridotto; durata d esercizio del grasso prolungata a causa della minore sollecitazione del lubrificante; durata maggiore dei cuscinetti schermati grazie ad una migliore protezione da impurità; minori perdite di grasso grazie ad una migliore funzione di tenuta. Tenuta e lubrificazione I cuscinetti aperti sono adatti per velocità di rotazione da elevate a molto elevate, Figura 1a. I cuscinetti con il suffisso 2Z hanno tenute non striscianti su entrambi i lati, Figura 1b.Questi cuscinetti sono ingrassati a vita con un grasso di qualità e sono adatti per velocità di rotazione elevate. I cuscinetti della generazione C sono migliorati nella funzione di tenuta e nell ancoraggio dello schermo nell anello esterno. I cuscinetti con suffisso 2RSR sono provvisti di tenute a labbro in gomma nitril butadiene su entrambi i lati, Figura 1c. Queste esecuzioni sono ingrassate a vita con un grasso di qualità e sono adatte per velocità di rotazione medie. Il momento di attrito e lo sviluppo di calore sono inferiori rispetto alla tenuta RSR precedente. Su richiesta sono disponibili cuscinetti con tenute BRS non striscianti su entrambi i lati Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Minore rumorosità grazie ad una migliore qualità delle sfere, superfici ottimizzate, a b c 1: Esecuzioni disponibili dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C: a: cuscinetto aperto b: cuscinetto con tenute non striscianti (2Z) c: cuscinetto con tenute a labbro (2HRS) 2

5 Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Caratteristiche (suffisso 2BRS). Questi cuscinetti hanno un comportamento favorevole all attrito come i cuscinetti con tenute Z. ei cuscinetti con anello interno fermo ed anello esterno rotante la perdita del lubrificante è inferiore rispetto ai cuscinetti con tenute Z. Verificare la resistenza chimica della poliammide in presenza di grassi lubrificanti sintetici e lubrificanti con additivi EP. Gli oli invecchiati e gli additivi contenuti nell olio possono compromettere la durata d esercizio delle gabbie in plastica nel campo alto delle temperature. Rispettare assolutamente gli intervalli di cambio dell olio. Temperatura d esercizio Suffissi I cuscinetti radiali rigidi a sfere aperti possono essere utilizzati fino ad una temperatura d esercizio di +120 C. Per applicazioni oltre i +120 C contattate i nostri tecnici della Divisione Industrial. I cuscinetti radiali rigidi a sfere con tenute a labbro possono essere utilizzati a temperature d esercizio comprese tra 30 C e +110 C, limitate dal grasso lubrificante e dal materiale della tenuta. I cuscinetti con tenute non striscianti possono essere utilizzati da 30 C fino a +120 C. I cuscinetti con gabbie in poliammide rinforzata con fibre di vetro sono idonei per temperature d esercizio fino a +120 C. Per i suffissi delle esecuzioni disponibili, cfr. tabella. Suffissi Descrizione Esecuzione C costruzione interna modificata (Generation C) standard 2HRS con tenuta a labbro su entrambi i lati standard HRS tenuta a labbro su un lato esecuzione speciale 1) 2BRS con tenute a labirinto su entrambi i lati esecuzione speciale 1) BRS tenuta a labirinto su un lato esecuzione speciale 1) TVH gabbia in poliammide rinforzata con fibre di vetro standard 2Z con tenute non striscianti su entrambi i lati standard Z tenuta non strisciante unilaterale esecuzione speciale 1) 1) Su richiesta Gabbie I cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona senza suffisso per la gabbia hanno una gabbia in lamiera d acciaio. ei cuscinetti della generazione C, invece della gabbia graffata tradizionale si utilizza una gabbia in lamiera rivettata, più stabile. Il suffisso TVH contraddistingue una gabbia in poliammide rinforzata con fibre di vetro. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere aperti e schermati Generation C 3

6 Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Indicazioni su progettazione e sicurezza Indicazioni su progettazione e sicurezza Carico dinamico equivalente sul cuscinetto Per cuscinetti con sollecitazione dinamica vale: Rapporto di carico F a e F r F a e F r P = F r P = X F r + Y F a P carico dinamico equivalente sul cuscinetto in presenza di carico combinato F a carico dinamico assiale sul cuscinetto F r carico dinamico radiale sul cuscinetto e, X, Y Per i valori vedere tabelle fattori e, X, Y. I valori secondo tabella Fattori e, X ed Y valgono per accoppiamenti normali: Albero in tolleranza j5 o k5, alloggiamento in J6. Fattori e, X, Y Carico dinamico equivalente Carico statico equivalente sul cuscinetto Per cuscinetti con sollecitazione statica vale: Rapporto di carico F 0a 0,8 F 0r F 0a 0,8 F 0r Carico equivalente statico P 0 = F 0r P 0 = 0,6 F 0r + 0,5 F 0a P 0 carico statico equivalente sul cuscinetto in presenza di carico combinato F 0a carico assiale statico sul cuscinetto F 0r carico statico radiale sul cuscinetto Capacità di carico assiale I cuscinetti radiali rigidi a sfere sono idonei anche ai carichi assiali. Se il cuscinetto viene fortemente caricato e si verificano elevate velocità di rotazione, tenere in considerazione una riduzione della durata ed un aumento di attrito e temperatura del cuscinetto! Carico minimo radiale Per un funzionamento senza slittamenti, sui cuscinetti deve agire radialmente un carico minimo. Questo vale soprattutto in presenza di velocità di rotazione ed accelerazioni elevate. In caso di funzionamento continuo è necessario un carico radiale minimo nell ordine di grandezza di P/C r 0,01. Velocità di rotazione Al raggiungimento della velocità di rotazione limite n G è consigliabile chiarire con i nostri tecnici della Divisione Industrial le condizioni di esercizio e di montaggio, come ad esempio la lubrificazione, il gioco del cuscinetto, la lavorazione delle sedi del cuscinetto. Dimensioni delle parti adiacenti elle tabelle dimensionali sono riportati la dimensione massima del raggio r a ed i diametri degli spallamenti D a, d a. Fattore f 0 per cuscinetti radiali rigidi a sfere Fattori in funzione del gioco radiale f 0 F a C 0r C C3 C4 e X Y e X Y e X Y 0,3 0,22 0,56 2 0,32 0,46 1,7 0,4 0,44 1,4 0,5 0,25 0,56 1,8 0,35 0,46 1,56 0,43 0,44 1,31 0,9 0,28 0,56 1,58 0,39 0,46 1,41 0,45 0,44 1,23 1,6 0,32 0,56 1,4 0,43 0,46 1,27 0,48 0,44 1,16 3 0,36 0,56 1,2 0,48 0,46 1,14 0,52 0,44 1,08 6 0,43 0,56 1 0,54 0,46 1 0,56 0,44 1 C 0r Coefficiente di carico statico secondo tabelle dimensionali f 0 Vedere tabella f 0 per cuscinetti radiali rigidi a sfera, a destra F a Carico dinamico assiale sul cuscinetto Codice identificativo del foro Fattore f 0 Serie 60 Serie ,4 12, , ,9 13, , ,9 13, ,8 4

7 Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Precisione Precisione Le quote principali dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C corrispondono alla DI Le tolleranze dimensionali e di funzionamento dei cuscinetti radiali rigidi a sfere FAG della generazione C corrispondono alla classe di tolleranza P6 secondo DI 620. Cuscinetti di maggiore precisione vengono forniti su richiesta. Gioco radiale Il gioco radiale dei cuscinetti radiali rigidi a sfere con foro cilindrico corrisponde alla classe C secondo DI Foro Gioco radiale d C2 C C3 C4 mm μm μm μm μm oltre fino a min. max. min. max. min. max. min. max Cuscinetto FAG radiale rigido a sfere Generation C con tenute a labbro ad entrambi i lati 5

8 Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C ad una corona aperti o schermati r r r r D d d 2 D 2 D d d 2 D 2 B B Tenuta 2HRS Tabella dimensionale Dimensioni in mm Sigla Massa Dimensioni m d D B r D 2 d 2 kg min C 0, ,3 23,4 13, C-2HRS 0, ,3 23,4 13, C-2Z 0, ,3 23,4 13, C 0, , , C-2HRS 0, , , C-2Z 0, , , C 0, ,3 25,4 15, C-2HRS 0, ,3 25,4 15, C-2Z 0, ,3 25,4 15, C 0, ,6 28, C-2HRS 0, ,6 28, C-2Z 0, ,6 28, C 0, , , C-2HRS 0, , , C-2Z 0, , , C 0, ,6 31,2 19, C-2HRS 0, ,6 31,2 19, C-2Z 0, ,6 31,2 19, C 0, ,6 35,2 22, C-2HRS 0, ,6 35,2 22, C-2Z 0, ,6 35,2 22, C 0, ,6 37,7 25, C-2HRS 0, ,6 37,7 25, C-2Z 0, ,6 37,7 25, C 0, ,4 26, C-2HRS 0, ,4 26, C-2Z 0, ,4 26, C 0, ,4 31, C-2HRS 0, ,4 31, C-2Z 0, ,4 31,3 6

9 r r D d d 2 D 2 r a r a r a r a B d a D a d a D a Tenuta 2Z Dimensioni delle parti adiacenti Esecuzione aperta Dimensioni delle parti adiacenti Esecuzione schermata Dimensioni delle parti adiacenti Coefficienti di carico Velocità di rotazione limite d a D a r a din. stat. C ur n G n B C r Velocità di rotazione di riferimento , , , ,2 25,8 0, ,2 25,8 0, ,2 25,8 0, , , , ,2 27,8 0, ,2 27,8 0, ,2 27,8 0, , , , ,2 30,8 0, ,2 30,8 0, ,2 30,8 0, ,2 35,8 0, ,2 35,8 0, ,2 35,8 0, ,2 38,8 0, ,2 38,8 0, ,2 38,8 0, ,6 41, ,6 41, ,6 41, ,6 46, ,6 46, ,6 46, C 0r Carico limite di fatica min. max. max. min 1 min 1 7

10 8 Appunti

11

12 MATR / TPI 165 / I-I / / Printed in Germany by Weppert Schaeffler Italia S.r.l. Strada Regionale 229 Km Momo (ovara) Telefono Fax Internet Tutte le indicazioni sono state redatte e controllate con la massima attenzione. on ci assumiamo comunque alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni. Ci riserviamo di apportare modifiche tecniche. Schaeffler KG 2008, Aprile La riproduzione, anche parziale, è consentita solo previa nostra autorizzazione. TPI 165 I-I

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99 STAR Guide lineari con manicotti a sfere 45 b 1cr RI 83 100/09.99 Linear Motion and Assembly Technologies STAR Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia standard Guide

Dettagli

Diagnostica dei danni

Diagnostica dei danni Diagnostica dei danni Principi guida per la valutazione dei guasti ai cuscinetti ruota Autovetture Introduzione Indice Osservazioni generali Introduzione 2-5 Diagnostica dei danni 6-9 Istruzioni di montaggio

Dettagli

SBN. Vite a ricircolo di sfere ad alta velocità con Sfere Ingabbiate NUOVO

SBN. Vite a ricircolo di sfere ad alta velocità con Sfere Ingabbiate NUOVO NUOVO Vite a ricircolo di sfere ad alta velocità con Sfere Ingabbiate Bassa rumorosità, funzionamento esente da manutenzione a lungo termine Variazione di coppia limitata Valore DN: 130.000 SBN Per dettagli,

Dettagli

Riduttore MOTOX per convogliatori aerei BA 2515. Istruzioni operative 12/2012 MOTOX. Answers for industry.

Riduttore MOTOX per convogliatori aerei BA 2515. Istruzioni operative 12/2012 MOTOX. Answers for industry. Riduttore MOTOX per convogliatori aerei Istruzioni operative 12/2012 MOTOX Answers for industry. Avvertenze generali e di sicurezza 1 2 Descrizione tecnica MOTOX Riduttori dei convogliatori aerei Istruzioni

Dettagli

Appendice al catalogo generale

Appendice al catalogo generale Appendice al catalogo generale DICHTOMATIK Guarnizioni per movimenti alternativi Dichtomatik s.r.l. Via delle Fabbriche 6/A 16158 Genova Voltri Tel. 010 61275 Fax 010 6133861 mail@dichtomatik.it www.dichtomatik.it

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli

Pneumatici per veicoli commerciali Come ottimizzare le prestazioni dei pneumatici

Pneumatici per veicoli commerciali Come ottimizzare le prestazioni dei pneumatici Pneumatici per veicoli commerciali Come ottimizzare le prestazioni dei pneumatici Indice Indice Editoriale Il contenuto del presente opuscolo non è vincolante e vuole avere solo carattere informativo.

Dettagli

Lubrication is our world. La società Settore industriale Competenze specialistiche Informazioni dettagliate

Lubrication is our world. La società Settore industriale Competenze specialistiche Informazioni dettagliate Il giusto lubrificante per ogni componente Una selezione di lubrificanti speciali per cuscinetti, guide lineari, ingranaggi, catene, viti e compressori Lubrication is our world La società Settore industriale

Dettagli

Tutto sulle candele ad incandescenza

Tutto sulle candele ad incandescenza www.beru.com Tutto sulle candele ad incandescenza Informazione tecnica n 04 Perfezione integrata Sommario Il motore diesel Principio di funzionamento L avviamento a freddo I sistemi di iniezione 3 3 3

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

I prodotti da ancoraggio e fissaggio. secondo le norme europee UNI EN 15o4-6 ed ETA (European Technical Approval)

I prodotti da ancoraggio e fissaggio. secondo le norme europee UNI EN 15o4-6 ed ETA (European Technical Approval) I prodotti da ancoraggio secondo le norme europee UNI EN 15o4-6 I prodotti da ancoraggio C.P. MK 685410 (I) 09/11 Mapei, nell ambito della norma UNI EN 1504, edita un fascicolo dedicato ai prodotti da

Dettagli

Motori asincroni trifase chiusi a gabbia o ad anelli

Motori asincroni trifase chiusi a gabbia o ad anelli 3770 it - 07.2003 / a 74 0 Questo manuale deve essere trasmesso all'utente finale 1 2 Motori asincroni trifase chiusi a gabbia o ad anelli Installazione e manutenzione AVVERTENZA GENERALE Motori asincroni

Dettagli

Soluzioni di azionamento fatte su misura. Riduttori coassiali e attuatori

Soluzioni di azionamento fatte su misura. Riduttori coassiali e attuatori Soluzioni di azionamento fatte su misura Riduttori coassiali e attuatori UN INNOVATIVA AZIENDA A CONDUZIONE FAMILIARE La società halstrup-walcher GmbH è un azienda a conduzione familiare sin dal 1946,

Dettagli

Focus: stampa offset diretta su cartone ondulato La stampa diretta su cartone ondulato è un processo ancora giovane che si contraddistingue

Focus: stampa offset diretta su cartone ondulato La stampa diretta su cartone ondulato è un processo ancora giovane che si contraddistingue No. Numero 1/2002 1 Focus: stampa offset diretta su cartone ondulato La stampa diretta su cartone ondulato è un processo ancora giovane che si contraddistingue per l elevata economicità ad es. nella produzione

Dettagli

sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre

sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre Informazione tecnica 827600 Valido da marzo 2008 Salvo modifiche tecniche www.rehau.com Edilizia Automotive Industria INDICE Pag. 1......Campo di

Dettagli

Il motore asincrono trifase

Il motore asincrono trifase 7 Giugno 2008 1SDC007106G0901 Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono trifase Generalità ed offerta ABB per il coordinamento delle protezioni Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono

Dettagli

Motori Asincroni Trifase a Gabbia SERIE MA - A4 - B4 - B5 GRANDEZZE 63-400 CATALOGO TECNICO. MarelliMotori ASI.CT.027.4 I

Motori Asincroni Trifase a Gabbia SERIE MA - A4 - B4 - B5 GRANDEZZE 63-400 CATALOGO TECNICO. MarelliMotori ASI.CT.027.4 I otori Asincroni Trifase a Gabbia SERIE A A B B GRANDEZZE 3 00 CATALOGO TECNICO arelliotori ASI.CT.07. I arelliotori è una delle società del gruppo FKI presenti a livello mondiale nei settori della generazione,

Dettagli

PROGETTO DI EDIFICI CON ISOLAMENTO SISMICO

PROGETTO DI EDIFICI CON ISOLAMENTO SISMICO COLLANA DI MANUALI DI PROGETTAZIONE ANTISISMICA VOLUME 5 PROGETTO DI EDIFICI CON ISOLAMENTO SISMICO M. Dolce, D. Cardone, F. C. Ponzo, A. Di Cesare INDICE CAPITOLO 1: Introduzione all isolamento sismico

Dettagli

Pump Division. Tipo: CPX, CPXR e CPXN POMPE PER PRODOTTI CHIMICI CON INTELAIATURA PORTANTE MANUALE D'USO: INSTALLAZIONE, FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE

Pump Division. Tipo: CPX, CPXR e CPXN POMPE PER PRODOTTI CHIMICI CON INTELAIATURA PORTANTE MANUALE D'USO: INSTALLAZIONE, FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE Pump Division Tipo: CPX, CPXR e CPXN POMPE PER PRODOTTI CHIMICI CON INTELAIATURA PORTANTE MANUALE D'USO: INSTALLAZIONE, FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE PCN=71569124 02-05 (I) (ingloba C937KH019 e C937KH060)

Dettagli

Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M.

Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008 Con decreto ministeriale 14 gennaio 2008, pubblicato nella

Dettagli

di SolarWorld Sistema di montaggio per impianti fotovoltaici su tetti inclinati Progettazione ed esecuzione

di SolarWorld Sistema di montaggio per impianti fotovoltaici su tetti inclinati Progettazione ed esecuzione di SolarWorld Sistema di montaggio per impianti fotovoltaici su tetti inclinati Progettazione ed esecuzione Traduzione delle istruzioni per il montaggio originali per installatori 05/01 www.solarworld.com

Dettagli

L EPS : I RAPPORTI TRA λ E ρ

L EPS : I RAPPORTI TRA λ E ρ L EPS : I RAPPORTI TRA λ E ρ INDICE 1. Introduzione.....3 2. Obiettivi...6 3. Riferimenti normativi...8 3.1. UNI EN 13163......8 3.2. Conduttività termica secondo UNI EN 13163...9 3.3. UNI 10351...12 4.

Dettagli

utensili ed accessori per crimpatura contatti

utensili ed accessori per crimpatura contatti ed accessori per crimpatura contatti Concetto di crimpatura La connessione crimpata è un collegamento irreversibile tra uno o più conduttori ed un contatto crimp. Si ottiene con deformazione per compressione

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

CARICARE NEL MODO GIUSTO ANCORARE CORRETTAMENTE

CARICARE NEL MODO GIUSTO ANCORARE CORRETTAMENTE CARICARE NEL MODO GIUSTO ANCORARE CORRETTAMENTE Qualsiasi cosa transportate: la responsabilità vi accompagna! PREFAZIONE Egregi trasportatori, stimati conducenti di veicoli commerciali Caricare correttamente

Dettagli