STATO DI FATTO E DINAMICHE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STATO DI FATTO E DINAMICHE"

Transcript

1

2 STATO DI FATTO E DINAMICHE

3 Veneto e Treviso. Unità locali del totale economia DINAMICA RECENTE DEL TOTALE ECONOMIA ( numero indice 2012=100 ) VARIAZIONE PER MACROSETTORE TREVISO 100, , ,5-24 IMPRESE 98 ALLA SETTIMANA A TREVISO 97,5 97 VENETO -2,5% -1,7% ( imprese) ( imprese) PRIMARIO SECONDARIO TERZIARIO PRIMARIO SECONDARIO TERZIARIO VENETO -7,9% ( imprese) -3,5% ( imprese) +1,0% ( imprese) TREVISO -6,6% ( imprese) -4,9% ( imprese) +0,4% (+194 imprese) Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 2

4 Treviso. Unità locali del totale economia DINAMICA RECENTE DEI MACROSETTORI ( numero indice 2012=100 ) COMPOSIZIONE PER MACROSETTORE A FINE PRIMARIO SECONDARIO TERZIARIO ,4% -4,9% -6,6% SETTORE TERZIARIO +1,5 punti % (rispetto al 2012) 56,3% 15,4% 28,3% SETTORE PRIMARIO -0,7 punti % (rispetto al 2012) SETTORE SECONDARIO -0,8 punti % (rispetto al 2012) Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 3

5 Veneto. Unità locali del terziario PER PROVINCIA E PER SETTORE A FINE 2014 TERZIARIO di cui COMMERCIO di cui TURISMO di cui SERVIZI 2014 Var.% 14/ Var.% 14/ Var.% 14/ Var.% 14/13 VENETO ,7% ,1% ,8% ,1% TREVISO ,3% ,5% ,5% ,7% Belluno ,2% ,3% ,8% ,6% Padova ,0% ,6% ,4% ,3% Rovigo ,6% ,3% ,9% ,2% Venezia ,3% ,3% ,3% ,0% Verona ,5% ,6% ,4% ,0% Vicenza ,5% ,02% ,2% ,9% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 4

6 Veneto e Treviso. Unità locali del terziario DINAMICA RECENTE DEL TERZIARIO ( numero indice 2012=100 ) VARIAZIONE PER SETTORE TREVISO VENETO 101, ,8 +2 NUOVE IMPRESE 100,6 ALLA SETTIMANA A TREVISO 100,4 100, ,8 +1,0% ( imprese) +0,4% (+194 imprese) COMMERCIO TURISMO SERVIZI COMMERCIO TURISMO SERVIZI VENETO -0,2% (-239 imprese) +2,9% ( imprese) +1,7% ( imprese) TREVISO -0,8% (-189 imprese) +2,8% (+158 imprese) +0,9% (+225 imprese) Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 5

7 Treviso. Unità locali del terziario DINAMICA RECENTE DEI SETTORI ( numero indice 2012=100 ) COMPOSIZIONE PER SETTORE A FINE ,0 102,5 102,0 101,5 101,0 COMMERCIO TURISMO SERVIZI +2,8% +0,9% COMMERCIO -0,4 punti % (rispetto al 2012) 42,5% 10,7% TURISMO +0,2 punti % (rispetto al 2012) 100,5 100,0 46,8% 99,5 99,0-0,8% SERVIZI +0,2 punti % (rispetto al 2012) Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 6

8 Treviso. Sedi di impresa del terziario TASSI DI NATALITÀ, MORTALITÀ E CRESCITA PER SETTORE TASSO DI NATALITÀ TASSO DI MORTALITÀ 9% 6% 6,2% 6,1% 8,2% 7,1% 5,4% 5,1% 9% 6% 6,5% 6,3% 6,5% 6,8% 5,7% 5,1% 3% 3% 0% % Commercio Turismo Servizi Commercio Turismo Servizi TASSO DI CRESCITA 1,8% 1,6% 1,2% 0,6% 0,0% -0,6% 0,3% 0,0% -0,3% -0,2% -0,3% Commercio Turismo Servizi Fonte: EconLab Research Network su dati Pag. 7

9 Treviso. Unità locali del terziario COMMERCIO AL DETTAGLIO DINAMICA RECENTE PER CATEGORIA TURISMO DINAMICA RECENTE PER TIPOLOGIA SERVIZI DINAMICA RECENTE PER TIPOLOGIA ALIMENTARE MODA-FASHION CASA E ARREDO ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI CURA DELLA PERSONA, SPORT E TEMPO LIBERO STRUTTURE RICETTIVE ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE AGENZIE DI VIAGGI E TOUR OPERATOR SERVIZI DISTRIBUTIVI SERVIZI ALLE IMPRESE SERVIZI ALLA COLLETTIVITÀ SERVIZI ALLA PERSONA Fonte: EconLab Research Network su dati Pag. 8

10 Treviso. Unità locali dei servizi DINAMICA RECENTE PER CATEGORIA SERVIZI DISTRIBUTIVI SERVIZI ALLA PERSONA TRASPORTO, MAGAZZINAGGIO E LOGISTICA INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ SPORTIVE, CULTURALI E RICREATIVE ALTRI SERVIZI PER USO PERSONALE E DOMESTICO SERVIZI ALLE IMPRESE SERVIZI ALLA COLLETTIVITÀ CREDITO, FINANZA E ASSICURAZIONI ATTIVITÀ IMMOBILIARI ATTIVITÀ PROFESSIONALI NOLEGGIO E SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE ORGANIZZAZIONI ASSOCIATIVE ED ECONOMICHE ISTRUZIONE SANITÀ E ASSISTENZA SOCIALE Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 9

11 Treviso. Unità locali del terziario INDICE DI SPECIALIZZAZIONE SETTORIALE A FINE 2014 OLTRE 1,3 DA 1,1 A 1,3 DA 0,9 A 1,1 DA 0,7 A 0,9 MENO DI 0,7 AREA METROPOLITANA Grande Treviso Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 10

12 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario PER AREA CONTRATTUALE PER AREA CONTRATTUALE 1 TRIM TRIM TEMPO INDETERMINATO Periodo TEMPO INDETERMINATO I trim 2014 I trim 2015 Var. ass. 14/15 Assunzioni Cessazioni Saldo (A) LAVORO FLESSIBILE Assunzioni Cessazioni Saldo (B) TOTALE (A+B) 780 LAVORO INTERMITTENTE Assunzioni Cessazioni Saldo -330 Assunzioni Cessazioni Saldo (A) LAVORO FLESSIBILE Assunzioni Cessazioni Saldo (B) TOTALE (A+B) LAVORO INTERMITTENTE Assunzioni Cessazioni Saldo Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 11

13 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario LAVORO A TEMPO INDETERMINATO 1 TRIM TRIM Saldo Assunzioni Cessazioni Saldo 2014: I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 12

14 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario LAVORO FLESSIBILE 1 TRIM TRIM Saldo Assunzioni Cessazioni Saldo 2014: I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 13

15 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario LAVORO INTERMITTENTE 1 TRIM TRIM SALDO (scala dx) ASSUNZIONI (scala sx) CESSAZIONI (scala sx) Saldo 2014: I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 14

16 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario (DATI AL NETTO DEL LAVORO INTERMITTENTE) PER SETTORE PER SETTORE 1 TRIM TRIM Periodo I trim 2014 I trim 2015 Var. ass. 14/15 COMMERCIO Assunzioni Cessazioni Saldo (A) TURISMO Assunzioni Cessazioni Saldo (B) -245 SERVIZI Assunzioni Cessazioni Saldo (C) TOTALE (A+B+C) 795 COMMERCIO Assunzioni Cessazioni Saldo (A) TURISMO Assunzioni Cessazioni Saldo (B) SERVIZI Assunzioni Cessazioni Saldo (C) TOTALE (A+B+C) Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 15

17 CRITICITÁ E TRASFORMAZIONI

18 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario SALDO CUMULATO PER AREA CONTRATTUALE 1 TRIM TRIM LAVORO A TEMPO INDETERMINATO LAVORO FLESSIBILE LAVORO INTERMITTENTE I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 17

19 Treviso. Flussi di lavoro dipendente del terziario ASSUNZIONI PER AREA CONTRATTUALE 1 TRIM LAVORO FLESSIBILE IN AUMENTO DEL +13,8% RISPETTO AL 1 TRIM LAVORO A TEMPO INDETERMINATO IN AUMENTO DEL +37,4% RISPETTO AL 1 TRIM LAVORO INTERMITTENTE 735 IN DIMINUZIONE DEL -23% RISPETTO AL 1 TRIM Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 18

20 Treviso. Lavoro a tempo indeterminato del terziario ASSUNZIONI DIRETTE E TRASFORMAZIONI GIUGNO GIUGNO 2014 DETERMINATO (31,1%) ASSUNZIONI DIRETTE (61%) TRASFORMAZIONI (39%) APPRENDISTATO 755 (7,1%) FORMAZIONE 8 (0,1%) INSERIMENTO 75 (0,7%) Il 39% delle assunzioni a tempo indeterminato proviene da TRASFORMAZIONI di precedenti contratti in essere, per la maggior parte a tempo determinato Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 19

21 Treviso. Assunzioni di lavoro dipendente del terziario (DATI AL NETTO DEL LAVORO INTERMITTENTE) PER FASCIA D ETÁ 1 TRIM TRIM PER GENERE 1 TRIM TRIM PER NAZIONALITÁ 1 TRIM TRIM trim trim trim trim trim trim ,2% ,3% ,1% ,6% +18,6% ,4% ,0% 0 GIOVANI ADULTI SENIOR < > 56 0 UOMINI DONNE 0 ITALIANI STRANIERI Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 20

22 Treviso. Assunzioni di lavoro dipendente del terziario (DATI AL NETTO DEL LAVORO INTERMITTENTE) PER FASCIA D ETÁ 1 TRIM TRIM PER GENERE 1 TRIM TRIM PER NAZIONALITÁ 1 TRIM TRIM % 80% GIOVANI ADULTI SENIOR < > 56 6,1% 6,2% +0,1 PUNTI % 100% 80% UOMINI DONNE 100% 80% ITALIANI STRANIERI 11,6% 14,5% +2,9 PUNTI % 60% 64,9% 64,4% -0,5 PUNTI % 60% 64,3% 61,8% -2,5 PUNTI % 60% 40% 40% 40% 88,4% 85,5% -2,9 PUNTI % 20% 0% 29,0% 29,4% +0,4 PUNTI % 1 trim trim % 0% 35,7% 38,2% +2,5 PUNTI % 1 trim trim % 0% 1 trim trim Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Veneto Lavoro Pag. 21

23 Treviso. Imprenditori del terziario GeneralReport 2015 Il terziario nella provincia di Treviso PER FASCIA D ETÁ 1 TRIM TRIM PER GENERE 1 TRIM TRIM PER NAZIONALITÁ 1 TRIM TRIM trim trim trim trim trim trim ,1% ,8% ,2% ,3% ,4% +3,8% ,1% ,6% 0 GIOVANI ADULTI SENIOR OVER < UOMINI DONNE 0 ITALIANI STRANIERI Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 22

24 Treviso. Imprenditori del terziario GeneralReport 2015 Il terziario nella provincia di Treviso PER FASCIA D ETÁ 1 TRIM TRIM PER GENERE 1 TRIM TRIM PER NAZIONALITÁ 1 TRIM TRIM GIOVANI ADULTI SENIOR OVER < % 7,9% 8,7% 100% UOMINI DONNE 100% ITALIANI STRANIERI 9,2% 9,9% 80% +0,8 PUNTI % 80% 80% +0,7 PUNTI % 60% 43,4% 43,3% -0,1 PUNTI % 60% 68,8% 66,9% -1,9 PUNTI % 60% 40% -0,7 PUNTI % 40% 40% 90,8% 90,1% -0,7 PUNTI % 20% 44,5% 43,8% STABILITA 20% +1,9 PUNTI % 31,2% 33,1% 20% 0% 4,2% 4,2% 1 trim trim % 1 trim trim % 1 trim trim Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Infocamere Pag. 23

25 COME LE IMPRESE HANNO AFFRONTATO LA CRISI

26 Treviso. Effetti e Strategie delle Imprese FATTURATO DELLE IMPRESE STRATEGIE ADOTTATE DALLE IMPRESE NEL % 45,1% 50% 45,7% 40% 32,7% 40% 30% 20% 22,2% 30% 20% 18,2% 15,5% 22,9% 10% 10% 0% Aumentato Rimasto invariato Diminuito 0% Nessuna Solo investimenti Solo riduzione dei costi Entrambi Il 32% del campione intervistato ha fatto richiesta di finanziamenti al sistema bancario nel 2014 Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 25

27 Treviso. Effetti e Strategie delle Imprese POLITICHE DI INVESTIMENTO NEL 2014 POLITICHE DI RIDUZIONE DEI COSTI NEL 2014 Acquisto di hardware, software, attrezzature 21,4% Riduzione o cambio di fornitori, prodotti o servizi 36,7% Implementazione di nuovi prodotti o servizi 18,9% Riduzione del personale dipendente 14,9% Ammodernamento degli interni 15,9% Riduzione o cambiamento degli orari di lavoro 13,9% Formazione del personale 14,8% Ricorso a forme contrattuali di lavoro flessibile 11,6% Ampliamento della forza lavoro 10,0% Riduzione dei collaboratori esterni (P. IVA) 5,0% Ampliamento o ristrutturazione dei locali 8,2% Chiusura di una parte dell attività aziendale 3,1% Apertura di nuove unità locali 3,8% Trasferimento dell attività o di parte di essa 2,3% Trasferimento in una sede aziendale più grande 2,3% Cessione di una parte dell attività aziendale 0,8% Altro 4,6% Altro 11,6% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 26

28 Treviso. Effetti e Strategie delle Imprese PRINCIPALI DIFFICOLTÀ INCONTRATE DALLE IMPRESE NEL 2014 Tassazione sull impresa elevata (Irap, Ires, etc.) Costi fissi elevati (affitto, bollette, etc.) Minor spesa da parte dei clienti Costi del personale elevati (contributi) Mancati incassi o ritardi negli incassi Carenza di liquidità Diminuzione della clientela Carenza di personale qualificato Nessuna in particolare Infrastrutture o strumentazione inadeguate 3,1% 2,9% 0,4% 45,3% 38,6% 36,7% 29,8% 28,9% 27,3% 56,2% Altro 2,5% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 27

29 Treviso. Le aspettative delle imprese per il 2015 FATTURATO PREVISTO DALLE IMPRESE % 45,1% A T T E S A DI A U M E N T O Fino al 5% 44,1% 40% Dal 5% al 10% 40,1% 31,9% Dal 10% al 20% 13,8% 30% 23% Oltre il 20% 2,0% 20% A T T E S A DI D I M I N U Z I O N E 10% Fino al 5% Dal 5% al 10% 30,0% 33,6% 0% In aumento Invariato In diminuzione Dal 10% al 20% Oltre il 20% 12,8% 23,6% Il 24% del campione intervistato prevede di richiedere finanziamenti al sistema bancario nel 2015 Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 28

30 Treviso. Le aspettative delle imprese per il 2015 NECESSITÀ ESPRESSE DALLE IMPRESE PER IL 2015 Agevolazioni fiscali e burocratiche 73,0% Maggior facilità di accesso al credito 26,8% Maggior supporto da parte delle associazioni di categoria Maggiore promozione turistica del territorio Maggiore organizzazione di eventi sul territorio Maggior flessibilità contrattuale Personale più qualificato Nulla in particolare 18,7% 17,4% 16,6% 15,5% 10,1% 8,6% Altro 10,3% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 29

31 STRATEGIE DI RILANCIO

32 Treviso. Strategie di rilancio per il 2015 STRATEGIE PREVISTE DALLE IMPRESE PER IL 2015 POLITICHE DI INVESTIMENTO PREVISTE PER IL 2015 Nessuna 21,2% CAPITALE UMANO 27,7% Solo investimenti 16,3% RINNOVO STRUTTURE 27,7% INNOVAZIONE DI SERVIZIO 26,2% Solo riduzione dei costi 19,3% INNOVAZIONE DI PROCESSO 15,5% Entrambi 43,2% AMPLIAMENTO NUMERO DI SEDI 3,4% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 31

33 Treviso. Strategie di rilancio per il POTENZIALI NUOVI POSTI DI LAVORO NEL TERZIARIO PER IL 2015 SETTORE Val. % Val. ass. LIVELLO DI ISTRUZIONE Val. % Val. ass. - Commercio - Turismo - Servizi TIPOLOGIA OCCUPATO - Dipendenti - Autonomi 42% 11% 47% Val. % 70% 30% Val. ass Diploma di scuola media superiore - Laurea - Qualifica professionale - Nessuna formazione specifica - Licenza di scuola media inferiore - Master o corsi post laurea 38% 23% 19,7% 13,1% 3,1% 3,1% GENERE Val. % Val. ass. - Maschi - Femmine FASCIA DI ETÀ - Fino a 29 anni - Da 30 a 39 anni - 40 anni e oltre 52,9% 47,1% Val. % 63,4% 22% 12,2% Val. ass ESPERIENZA RICHIESTA - In imprese dello stesso settore - Nella stessa mansione - Stage dopo la formazione obbligatoria - Senza esperienza (primo impiego) - Generica - Stage scolastici Val. % 32,2% 21,2% 14,4% 14,4% 13% 4,8% Val. ass Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 32

34 Treviso. Strategie di rilancio per il POTENZIALI NUOVI POSTI DI LAVORO NEL TERZIARIO PER IL 2015 PRINCIPALI FORME CONTRATTUALI ADOTTATE - Tempo determinato - Apprendistato - Tempo indeterminato - Collaborazione con partita IVA - Stage - Collaborazione a progetto - Tempo indeterminato a tutele crescenti - Tirocinio Val. % 20,3% 16,9% 14,5% 14,5% 12,2% 9,9% 7,6% 4,1% Val.ass PRINCIPALI RUOLI RICHIESTI Commercio - Agente di commercio - Magazziniere - Addetto alla cassa Turismo - Cameriere - Addetto al banco (bar, pub, gelaterie) - Cuoco, pasticcere Val. % 37,1% 22,2% 14,8% 31,6% 21,1% 15,8% Val. ass Servizi - Attività di marketing e comunicazione - Attività di ricerca e sviluppo - Tecnico informatico e ICT 22,7% 13,6% 13,6% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 33

35 Treviso. Strategie di rilancio per il 2015 CIRCUITO VIRTUOSO INVESTIMENTI - FATTURATO PER IL 2015 SOLO INVESTIMENTI NEL ,5% (DIFFERENZIAZIONE) SOLO RIDUZIONE DEI COSTI NEL ,9% (LEADERSHIP DI COSTO) PREVEDE UN AUMENTO DEL FATTURATO NEL 2015 PREVEDE UNA RIDUZIONE DEL FATTURATO NEL 2015 FATTURATO DIMINUITO NEL 2014 FATTURATO AUMENTATO NEL 2014 PREVEDE NUOVE RIDUZIONE DEI COSTI NEL ,3% PREVEDE NUOVI INVESTIMENTI NEL ,3% Fonte: elaborazioni EconLab Research Network su dati Survey Pag. 34

36

Il mercato del lavoro in provincia di Padova

Il mercato del lavoro in provincia di Padova Osservatorio sul Mercato del Lavoro della Provincia di Padova Il mercato del lavoro in provincia di Padova Anno 2011 e I semestre 2012 1 ottobre 2012 A cura di Anna Basalisco 1 Fonti proprie - Cubi OLAP

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 2 trimestre 2015 a cura del NETWORK SECO Settembre 2015 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 1 trimestre 2015 a cura del NETWORK SECO Giugno 2015 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 4 trimestre 2014 a cura del NETWORK SECO Febbraio 2015 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 1 trimestre 2014 a cura del NETWORK SECO Maggio 2014 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del

I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del lavoro e della formazione Conferenza stampa 23 luglio 2013

Dettagli

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012)

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) report marzo 2013 IX congresso regionale Veneto Dal lavoro rinasce il futuro Dolo (Venezia) 4-5 aprile 2013 - 2 - Il quadro

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati VENETO La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre

Dettagli

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012 PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA Giuseppe Roma DG Censis Roma 29 novembre 2012 La forza della cooperazione nell economia italiana 80 mila cooperative Circa 1 milione 350 mila occupati (7,2%

Dettagli

Come orientarsi nel Mercato del Lavoro. Alcune indicazioni dall esperienza Passata. Il TERZIARIO a Treviso Valentina Cremona

Come orientarsi nel Mercato del Lavoro. Alcune indicazioni dall esperienza Passata. Il TERZIARIO a Treviso Valentina Cremona I fabbisogni professionali in provincia di Treviso Treviso, 20 novembre 2007 Come orientarsi nel Mercato del Lavoro. Alcune indicazioni dall esperienza Passata. Il TERZIARIO a Treviso Valentina Cremona

Dettagli

L EDILIZIA IN VENETO

L EDILIZIA IN VENETO Dal declino al nuovo ciclo delle 3R: Ristrutturazioni Riqualificazioni Rigenerazioni Luca Romano Direttore Local Area Network Villa Braida Mogliano Veneto 16 maggio 2014 IL PATRIMONIO EDILIZIO E LA CRESCITA

Dettagli

OSSERVATORIO. La gestione del credito commerciale nelle PMI venete. 1 report trimestrale. Studio S V S Consulenza di Direzione

OSSERVATORIO. La gestione del credito commerciale nelle PMI venete. 1 report trimestrale. Studio S V S Consulenza di Direzione OSSERVATORIO La gestione del credito commerciale nelle PMI venete 1 report trimestrale Studio S V S Consulenza di Direzione Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 275 imprese che operano

Dettagli

IL TERZIARIO NELLA PROVINCIA DI TREVISO

IL TERZIARIO NELLA PROVINCIA DI TREVISO GeneralReport IL TERZIARIO NELLA PROVINCIA DI TREVISO RAPPORTOANNUALE Crisi, trasformazioni e opportunità di sviluppo a cura di EBiComLab Centro studi sul terziario trevigiano GeneralReport IL TERZIARIO

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 4 trimestre 2013 a cura del NETWORK SECO marzo 2014 Il Network SeCO è costituito da:

Dettagli

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale)

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) Dati personali Nome e cognome: Data e luogo di nascita: Residenza: Stato civile: Telefono casa: Fax: Telefono cellulare: E-mail:

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

Il quadro odierno: l anno doloroso

Il quadro odierno: l anno doloroso Il quadro odierno: l anno doloroso 2 E ritiene che negli ultimi 12 mesi la situazione economica della sua azienda sia: 2 18 48 25 7 migliorata di molto migliorata rimasta la stessa peggiorata peggiorata

Dettagli

ROADSHOW PMI TURISMO E PMI

ROADSHOW PMI TURISMO E PMI ROADSHOW PMI TURISMO E PMI Cagliari, 29 maggio 2009 Per il 67,2% delle Pmi del turismo la situazione economica del Paese è peggiorata nei primi cinque mesi del 2009 rispetto al secondo semestre del 2008.

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

IL TERZIARIO RALLENTA LA SUA CORSA

IL TERZIARIO RALLENTA LA SUA CORSA IL TERZIARIO RALLENTA LA SUA CORSA Veneto e Treviso. Unità locali del totale economia DINAMICA RECENTE DEL TOTALE ECONOMIA ( numero indice 2011=100 ) VARIAZIONE PER MACROSETTORE DAL 2011 AL 2013 100,5

Dettagli

Rizzieri Stefania Marzo 2007

Rizzieri Stefania Marzo 2007 Rizzieri Stefania Marzo 2007 1 Provincia di Savona. Settore Politiche del Lavoro e Sociali. Osservatorio del Mercato del Lavoro Obiettivi dell indagine Fornire alcune informazioni sulle performance occupazionali

Dettagli

L economia della Liguria

L economia della Liguria L economia della Liguria Genova, 15 novembre 2011 Il contesto: la situazione 2010 VARIAZIONI ANNUALI DEL PIL (valori percentuali) VARIAZIONI ANNUALI DEGLI OCCUPATI (valori percentuali) 4 1 2 1,7 1,3 0,5

Dettagli

SPECULA LOMBARDIA. 19 novembre 2013 Cristina Zanni Area Ricerca Formaper

SPECULA LOMBARDIA. 19 novembre 2013 Cristina Zanni Area Ricerca Formaper SPECULA LOMBARDIA 19 novembre 2013 Cristina Zanni Area Ricerca Formaper Gli approfondimenti Andamento della domanda di lavoro in relazione allo stock di laureati per settore I profili richiesti dai principali

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

OSSERVATORIO SUL MERCATO DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI MODENA

OSSERVATORIO SUL MERCATO DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI MODENA OSSERVATORIO SUL MERCATO DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI MODENA NUMERO 14 DATI 2009 E PRIMO TRIMESTRE 2010 Modena, 22 Giugno 2010 1 LA DOMANDA DI LAVORO: GLI ADDETTI ALLE UNITA LOCALI DELL INDUSTRIA E SERVIZI

Dettagli

Luca Romano. Local Area Network s.r.l.

Luca Romano. Local Area Network s.r.l. Luca Romano Local Area Network s.r.l. 17 aprile 2014 Hotel ViEst (VI) Local Area Network s.r.l. Sede legale: via Festari, 15 36078 Valdagno (VI). Sede operativa: p.tta Gasparotto, 8 35131 Padova P.I. e

Dettagli

Rapporto Nord Est 2016

Rapporto Nord Est 2016 Rapporto 216 con il sostegno di contributo scientifico Francesco Peghin Presidente Fondazione Stefano Micelli Direttore scientifico Fondazione : i numeri del 215 Cresce il PIL a e in Italia 27 28 29 21

Dettagli

Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali

Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali A.A. 2013-2014 Prof. Attilio Bruni Corso di Laurea in Comunicazione d Impresa, Marketing e Nuovi Media Il modello operativo I bilanci previsionali

Dettagli

UNICREDIT PER IL TURISMO. Paola Garibotti Head of Country Development Country Development & Value Optimization Italy

UNICREDIT PER IL TURISMO. Paola Garibotti Head of Country Development Country Development & Value Optimization Italy UNICREDIT PER IL TURISMO Paola Garibotti Head of Country Development Country Development & Value Optimization Italy Gennaio 2015 IL TURISMO E' UN SETTORE IMPORTANTE PER L'ITALIA E PER UNICREDIT ITALIA

Dettagli

Sistema Informativo Excelsior

Sistema Informativo Excelsior Sistema Informativo Excelsior Sintesi dei principali risultati - 2011 SOMMARIO TAVOLE STATISTICHE Appendice 1 Corrispondenza tra la classificazione di attività economica ATECO 2007 e i settori EXCELSIOR

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%),

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%), Marzo 2009 I flussi delle iscrizioni: Ancora in crescita il numero di coloro che si rivolgono ai tre centri per l impiego in cerca di occupazione. Lo stock di fine mese si attesta a 15.322 unità in crescita

Dettagli

I frequentati dintorni del lavoro dipendente

I frequentati dintorni del lavoro dipendente I frequentati dintorni del lavoro dipendente di Letizia Bertazzon Che cosa si intende per dintorni del lavoro dipendente? Definizione per esclusione 1) Quello che non è lavoro dipendente o rappresenta

Dettagli

Rapporto. Richiesta Cassa Integrazione Guadagni in deroga e mobilità in deroga. 31 marzo 2012 Istanze di accesso 1

Rapporto. Richiesta Cassa Integrazione Guadagni in deroga e mobilità in deroga. 31 marzo 2012 Istanze di accesso 1 Rapporto. Richiesta Cassa Integrazione Guadagni in deroga e mobilità in deroga 31 marzo 2012 Istanze di accesso 1 Nota introduttiva Il primo trimestre del 2012 registra 1563 domande di accesso alla Cassa

Dettagli

QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA

QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA Denominazione impresa Comune di residenza E-mail ANAGRAFICA A2. Sesso dell imprenditore 1. Maschio 2. Femmina

Dettagli

X X X x x x x x X X X x x x x x X x x X X X x x x x x x X x x x x x X x x x X X x x x x x X X X x x x x

X X X x x x x x X X X x x x x x X x x X X X x x x x x x X x x x x x X x x x X X x x x x x X X X x x x x CATEGORIE BANDI LAVORO AUTONOMO MICROIMPRESA FRANCHISING AUTOIMPRENDITORIALITà START UP LEGGE 181/89 TITOLO II ORDINARIO TITOLO II TURISMO PIA TURISMO CONTRATTI DI SVILUPPO START UP IMPRESE INNOVATIVE

Dettagli

Accordi di Cassa Integrazione Guadagni in deroga sottoscritti in sede Regionale ai sensi art. 2.2. linee guida anno 2012

Accordi di Cassa Integrazione Guadagni in deroga sottoscritti in sede Regionale ai sensi art. 2.2. linee guida anno 2012 Accordi di Cassa Integrazione Guadagni in deroga sottoscritti in sede Regionale ai sensi art. 2.2. linee guida anno 2012 MONITORAGGIO accordi sottoscritti al 31 ottobre 2012 1. Nota introduttiva Dal 1

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 Lo ha comunicato il presidente Unioncamere Marche Graziano Di Battista, che ha presentato i dati marchigiani dell indagine Excelsior sulla domanda di professioni

Dettagli

VENETO. Spesa del pubblico per Territorio 220.000.000 44.497.191 9.000.000. 0 km 20 40 60 80 100

VENETO. Spesa del pubblico per Territorio 220.000.000 44.497.191 9.000.000. 0 km 20 40 60 80 100 Spesa del pubblico per Territorio 220.000.000 VENETO 44.497.191 9.000.000 539 0 km 20 40 60 80 100 10 a 99 Belluno Provincia di Belluno - Attività cinematografica 540 0 km 20 40 60 Belluno Provincia di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Sono 8.660 le figure professionali che servono al sistema produttivo marchigiano e che le imprese hanno dichiarato di voler

Dettagli

Le categorie più richieste

Le categorie più richieste Jobs in Progress VENETO Il rapporto di InfoJobs.it delinea lo scenario del mercato del lavoro a livello regionale: boom nelle Telecomunicazioni, che triplicano le offerte di lavoro Vicenza è la provincia

Dettagli

Saldi delle posizioni lavorative dal 30 giugno 2008 per genere e cittadinanza

Saldi delle posizioni lavorative dal 30 giugno 2008 per genere e cittadinanza LA GRANDE CRISI RACCONTATA DAI NUMERI di Maurizio Gambuzza Saldi delle posizioni lavorative dal 3 giugno 28 per genere e cittadinanza 5-5 -1-15 -2-25 Uomini italiani Donne italiane Uomini stranieri Donne

Dettagli

Le aziende e le superfici

Le aziende e le superfici Dirigente Regionale Direzione Sistema Statistico Regionale Le aziende agricole e la Superficie Agricola Utilizzata Le aziende agricole La SAU Numero aziende Var.% SAU (ha) Veneto 120.735-32,3 Veneto 806.320

Dettagli

Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia

Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia 1) Consuntivo strutturale 2004 1.1 Demografia Andamento serie storica demografia delle imprese (5 anni) a livello provinciale 1.1.1 Imprese registrate

Dettagli

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio Roma 20 maggio 2015 ore 10.30 Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio La domanda estera sostiene l economia PIL E COMPONENTI DELLA DOMANDA IN ITALIA Variazioni congiunturali percentuali

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO CAPITOLO INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO SOTTOCAPITOLO CODICE TAVOLA DESCRIZIONE TAVOLA delle a livello. Iscrizioni/cancellazioni/stock di registrate/stock di attive

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano FocusReport3 agosto 2014 KIBS: il percorso della conoscenza Filcams-CGIL Fisascat-CISL Uiltucs-UIL Secondo i dati forniti dall Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio Industria Artigianato

Dettagli

Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005

Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005 Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005 1) Consuntivo strutturale 2004 1.1 Demografia 9 maggio 2005 Andamento serie storica demografia delle imprese (5 anni) a livello provinciale

Dettagli

DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010

DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010 DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010 I fabbisogni professionali e le strategie imprenditoriali per agganciare la ripresa Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Milano,

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA Nota congiunturale trimestrale Giugno 21 In breve Il quadro del mercato del lavoro lombardo rimane nel complesso debole, sebbene con qualche segnale di miglioramento.

Dettagli

PREVENTIVO ECONOMICO PREVENTIVO ECONOMICO ANNO 2013

PREVENTIVO ECONOMICO PREVENTIVO ECONOMICO ANNO 2013 ORDINE DEGLI ARCHITETTI,PIANIFICATORI,PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TERAMO CORSO DE MICHETTI 35 64100 TERAMO C.F. 92000630670 PROVENTI PREVENTIVO ECONOMICO ANNO 2013 Descrizione Previsioni

Dettagli

l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area

l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area Impruneta, 20 ottobre 2012 Riccardo Perugi Unioncamere Toscana - Ufficio Studi Indice dei contenuti 1. Una

Dettagli

Piano dei conti per competenza

Piano dei conti per competenza Piano dei conti per competenza PATRIMONIALE: da prima apertura contabile movimento i conti con saldo diverso da zero al 31 dicembre dell anno precedente. Il conto Patrimoniale, attivo e passivo, evidenzia

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

Programmi di investimento di almeno 15.000 finalizzati ad uno dei seguenti obiettivi:

Programmi di investimento di almeno 15.000 finalizzati ad uno dei seguenti obiettivi: L.R. 28/99 COMMERCIO Piccole imprese commerciali esercenti attività di vendita al dettaglio in sede fissa o ambulante, somministrazione al pubblico di alimenti o bevande, rivendita giornali e riviste,

Dettagli

INDAGINE ON-LINE. Settembre 2014

INDAGINE ON-LINE. Settembre 2014 INDAGINE ON-LINE Settembre 2014 Rispondenti Indagine on-line condotta fra il 10-15 settembre 2014 (23,8% dei lavoratori sono giovani 15-29 anni) Settore Merceologico * Commercio 36,9% 26,2% 25,4% 11,5%

Dettagli

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11*

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11* LA SITUAZIONE DELL ECONOMIA DEL VENETO LAVORO 1/6 POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Assunzioni 521,2 6,9% 6,5% -20,6% Cessazioni 478,6 8,7% 0,4% -13,6% ASSUNZIONI DI LAVORO

Dettagli

La pianificazione dell investimento alberghiero

La pianificazione dell investimento alberghiero La pianificazione dell investimento alberghiero Le dinamiche e i fattori per lo sviluppo dell impresa ricettiva, le agevolazioni pubbliche per il turismo e spunti di riflessione CONDIZIONI PER LO SVILUPPO

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

Totale

Totale FONTE INPS REGIONE: Veneto Ordinaria Straordinaria ANNO 2009 MESE Gennaio 432.928 31.995 464.923 Febbraio 841.733 53.450 895.183 Marzo 1.198.729 155.248 1.353.977 Aprile 2.213.711 308.222 2.521.933 Maggio

Dettagli

La creazione di nuove imprese in Italia: l andamento degli investimenti minimi e dei costi di gestione nel quinquennio 2002-2007

La creazione di nuove imprese in Italia: l andamento degli investimenti minimi e dei costi di gestione nel quinquennio 2002-2007 La creazione di nuove imprese in Italia: l andamento degli investimenti minimi e dei costi di gestione nel quinquennio 2002-2007 di Massimo D Angelillo Genesis Premessa Il quinquennio 2002-2007 è stato,

Dettagli

Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro

Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro Centro Studi Unindustria & CSC Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro Novembre 2013 SOMMARIO L Indagine Occupazione Assenze Retribuzioni 1 L Indagine Imprese associate al Sistema Confindustria Struttura

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011 LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL Caratteristiche ed evoluzione rispetto al 2010 ed al pre-crisi P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

4. INGRESSO NEL MERCATO DEL LAVORO

4. INGRESSO NEL MERCATO DEL LAVORO 1. COLLETTIVO INDAGATO Anno di indagine: 2011 - Anni dalla Laurea: 3 - Tipo di Corso: Laurea Specialistica - Facoltà: Economia Tra parentesi è indicato il codice MIUR della classe di laurea Numero di laureati

Dettagli

CENTRO PER L IMPIEGO DI VENTIMIGLIA Via Lamboglia, 13 - tel. e fax +39.0184/25.48.22

CENTRO PER L IMPIEGO DI VENTIMIGLIA Via Lamboglia, 13 - tel. e fax +39.0184/25.48.22 CENTRO PER L IMPIEGO DI VENTIMIGLIA Via Lamboglia, 13 - tel. e fax +39.0184/25.48.22 cpi-ventimiglia@provincia.imperia.it Gli interessati alle offerte di lavoro dovranno presentarsi personalmente con CV

Dettagli

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Sono circa 10.000 in provincia di Bologna Sondaggio tra gli iscritti Cna: sono laureati e soddisfatti della loro autonomia Rivendicano

Dettagli

La fotografia dell occupazione

La fotografia dell occupazione La fotografia dell occupazione La dimensione aziendale Come osservato precedentemente in Veneto il 97,3% delle imprese ha un numero di addetti inferiore a 19 e raccoglie il 60,5% del totale degli occupati

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/07/2015

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/07/2015 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 01: aggiornamento al 31/0/01 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

PREVISIONI DI ASSUNZIONE NELLE IMPRESE DEL NORDEST

PREVISIONI DI ASSUNZIONE NELLE IMPRESE DEL NORDEST PREVISIONI DI ASSUNZIONE NELLE IMPRESE DEL NORDEST 2009 Settembre 2009 FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) www.fondazioneleonemoressa.org info@fondazioneleonemoressa.org

Dettagli

Sul Web sono editoria, turismo e telecomunicazioni i settori più attivi

Sul Web sono editoria, turismo e telecomunicazioni i settori più attivi Tel. +39 0421 65261 Mob. + 39 348 0862267 ufficiostampa@mm-one.com Sul Web sono editoria, turismo e telecomunicazioni i settori più attivi Sfruttano al meglio le potenzialità offerte dalla rete per sviluppare

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Interventi In vigore dal Innovazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Finanziamenti per progetti di R&S 26 giugno

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE

INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE Anno 2014 Parma, giugno 2015 A cura di OSSERVATORIO ECONOMICO UFFICIO STUDI Introduzione La prima edizione dell indagine sull occupazione condotta dell Unione Parmense degli

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI Tav 1.1 - Riepilogo delle imprese registrate e attive per divisione di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei quattro trimestri 2011. Iscrizioni

Dettagli

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa Università degli Studi di Padova Servizio Stage e Mondo del Lavoro Occupazione e professionalità nelle imprese venete di consulenza amministrativa, fiscale, legale e notarile Progetto FSE Ob. 3 Mis. C1

Dettagli

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 . Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 I cinesi fuori dalla Cina 9,3 milioni sono i cinesi emigrati nel mondo oggi, pari allo

Dettagli

LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL

LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 cell. 335/6413321. Comunicati www.mi.camcom.it La ricerca: Il lavoro dei laureati in tempo di crisi LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL 12%

Dettagli

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007 Commercio all'ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli 50.1 45.1 Commercio di autoveicoli 50.20.5 45.20.9 autolavaggio e altre attività di manutenzione 50.3 45.31.0 commercio all'ingrosso

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

La GaranziaGiovani in Veneto

La GaranziaGiovani in Veneto La GaranziaGiovani in Veneto Luca Meneguzzo Incontro di approfondimento CEI Roma, venerdì 25 luglio 2014 La garanziagiovaniin Veneto: stato dell arte Il Piano Regionale Bando Youth Corner Dgr 555/2014

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott.

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott. La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale Relatore: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

Ordine degli Ingegneri di Taranto 22/07/2015. Centro Finanza Agevolata

Ordine degli Ingegneri di Taranto 22/07/2015. Centro Finanza Agevolata Ordine degli Ingegneri di Taranto 22/07/2015 Centro Finanza Agevolata GRIGLIA DELLE OPPORTUNITA CATEGORIA MISURE DISPONIBILI Start Up Prestito d onore Microimpresa NIDI Smart & Start Impresa operativa

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VITERBO REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VITERBO REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Marzo 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA' IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Software 123,38 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 123,38

STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA' IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Software 123,38 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 123,38 CAMERA ARBITRALE: STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2014 STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA' IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Software 123,38 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 123,38 IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati Elaborazione promossa dalla Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di CONFINDUSTRIA PADOVA IL RUOLO DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI NELLA STRUTTURA ECONOMICA DI PADOVA E DEL VENETO Settembre 2010

Dettagli

SCHEDA IMPRENDITORIALE

SCHEDA IMPRENDITORIALE SCHEDA IMPRENDITORIALE A. INFORMAZIONI ANAGRAFICHE 1. Denominazione dell impresa: 2. Natura giuridica: Srl Snc Sas Spa Cooperativa altro (specificare): 3. Sede legale (Via/Piazza e numero civico, Comune,

Dettagli

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO ALLEGATO C COMUNE DI ROMA 9. DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale Art. 14 Legge 266/97 CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO

Dettagli

CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE

CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE Premessa CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE La formazione è una delle leve cardine per il rilancio di un'efficace politica di sviluppo, dei diritti

Dettagli

Presentazione della Società. Novembre 2015

Presentazione della Società. Novembre 2015 Presentazione della Società La Storia La Società La Struttura Produttiva Il Sistema di Competenze Il Posizionamento 2 2004 Costituzione della StraDe s.r.l. ad opera di Massimo Dell Erba e Veronica Montanaro

Dettagli

Le prospettive di lavoro

Le prospettive di lavoro 12. Le prospettive di lavoro Alla conclusione del corso di studi 34 laureati di primo livello su 100 intendono cercare lavoro e altri 18 lavorano già o hanno comunque trovato un impiego; tra i laureati

Dettagli

COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE

COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE Età media dipendenti 2010 2009 2008 Uomini 45,4 44,7 44,5 Donne 41,3 40,6 40,2 Dirigenti 50,1 49,6 49,3 Dipendenti per categoria e genere [%] 2010 2009 2008 Dirigenti

Dettagli

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 IL MERCATO DEL LAVORO IN ITALIA -1 Alcune definizioni: 2 Tasso

Dettagli