Basi di Dati Direzionali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Basi di Dati Direzionali"

Transcript

1 Basi di Dati Direzionali Angelo Chianese, Vincenzo Moscato, Antonio Picariello, Lucio Sansone Basi di dati per la gestione dell'informazione 2/ed McGraw-Hill Capitolo 9 Appunti dalle lezioni SQL come DDL Sistemi informativi e basi di dati La Progettazione Concettuale SQL come DML Il modello relazionale La Progettazione Logica SQL come DCL Utilizzo di un DBMS Reale La Progettazione Fisica Strumenti CASE Forme normali Programmazione Transazioni e tecnologie di supporto Basi di dati direzionali Basi di dati distribuite Le Basi Dati Direzionali 1

2 Motivazioni I sistemi informatici permettono di aumentare la produttività delle organizzazioni automatizzandone la gestione operativa quotidiana. Questi dati possono essere utilizzati per la pianificazione e il supporto alle decisioni se opportunamente accumulati e analizzati. Una corretta gestione dei dati storici può cioè essere occasione di un grande vantaggio competitivo. Le Basi Dati Direzionali 2 SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI Il livello operativo Si occupa delle attività attraverso cui l azienda produce i propri servizi e prodotti. Il livello direzionale Si occupa di quelle attività necessarie alla definizione degli obiettivi da raggiungere ed alle strategie da intraprendere per perseguirli. Le Basi Dati Direzionali 3

3 Piramide di Anthony Pianificazione strategica Determina gli obiettivi generali dell azienda. Controllo direzionale Definisce traguardi economici ovvero risultati da conseguire a medio termine e loro verifica. Controllo operativo Assicura che le attività dei processi aziendali procedano nel modo prefissato. Le Basi Dati Direzionali 4 Sistemi di supporto alle decisioni DSS Supportano la dirigenza aziendale nel prendere decisioni tattico-strategiche In maniera efficace e veloce Ma su quali dati? Quelli accumulati per i processi operativi e gestionali Nei Transaction Processing Systems: OLTP: On-Line Transaction Processing Nei Decision Support Systems: OLAP: On-Line Analytical Processing Le Basi Dati Direzionali 5

4 OLTP Tradizionale elaborazione di transazioni che realizzano i processi operativi dell azienda. Caratterizzati da: Operazioni predefinite, brevi e relativamente semplici. Ogni operazione coinvolge pochi dati. Dati di dettaglio, aggiornati. Acidità delle transazioni essenziale. Le Basi Dati Direzionali 6 OLAP Elaborazione di operazioni per il supporto alle decisioni Caratterizzati da: Operazioni complesse e casuali. Ogni operazione può coinvolgere molti dati. Dati aggregati, storici, anche non attualissimi. Le proprietà acide non sono rilevanti, perché le operazioni sono di sola lettura. Le Basi Dati Direzionali 7

5 OLTP vs. OLAP OLTP OLAP Utente impiegato dirigente Funzione operazioni giornaliere supporto alle decisioni Progettazione orientata all'applicazione orientata ai dati Dati correnti, aggiornati, dettagliati, relazionali, omogenei storici, aggregati, multidimensionali, eterogenei Uso ripetitivo casuale Accesso read-write, indicizzato read, sequenziale Unità di lavoro transazione breve interrogazione complessa Record acc. decine milioni N. utenti migliaia centinaia Dimensione 100MB - 1GB 100GB - 1TB Metrica throughput tempo di risposta Le Basi Dati Direzionali 8 OLTP vs. OLAP I requisiti sono quindi contrastanti Le applicazioni dei due tipi possono danneggiarsi a vicenda OLTP Base di dati OLAP Data Warehouse APPLICAZIONE OLTP APPLICAZIONE OLAP UTENTI FINALI (Transazioni) ANALISTI (Query complesse) Le Basi Dati Direzionali 9

6 Dettagli dell architettura dei SID Data WareHouse Le Basi Dati Direzionali 10 Data warehouse Una base di dati Utilizzata principalmente per il supporto alle decisioni direzionali Integrata Dati dipendenti dal tempo e aggregati Non volatile e fuori linea i dati sono aggiornati periodicamente mantenuta separatamente dalle basi di dati operazionali Orientata ai soggetti Le Basi Dati Direzionali 11

7 Integrata I dati di interesse provengono da varie sorgenti informative ciascun dato proviene da una o più di esse Il data warehouse rappresenta i dati in modo univoco riconciliando le eterogeneità dalle diverse rappresentazioni nomi struttura codifica rappresentazione multipla. Le Basi Dati Direzionali 12 Dati storici Le basi di dati operazionali mantengono il valore corrente delle informazioni L orizzonte temporale di interesse è dell ordine dei pochi mesi Nel data warehouse è di interesse l evoluzione storica delle informazioni L orizzonte temporale di interesse è dell ordine degli anni Le Basi Dati Direzionali 13

8 Dati aggregati Nelle attività di analisi dei dati per il supporto alle decisioni non interessa chi ma quanti non interessa un dato ma la somma, la media, il minimo e il massimo, di un insieme di dati Le operazioni di aggregazione sono quindi fondamentali nel warehousing e nella costruzione/mantenimento di un data warehouse. Le Basi Dati Direzionali 14 Fuori linea In una base di dati operazionale, i dati vengono acceduti inseriti modificati cancellati pochi record alla volta Nel data warehouse, abbiamo operazioni di accesso e interrogazione diurne operazioni di caricamento e aggiornamento dei dati notturne che riguardano milioni di record Le Basi Dati Direzionali 15

9 Una base di dati separata Diversi motivi: non esiste un unica base di dati operazionale che contiene tutti i dati di interesse la base di dati deve essere integrata non è tecnicamente possibile fare l integrazione in linea i dati di interesse sarebbero comunque diversi devono essere mantenuti dati storici e aggregati l analisi dei dati richiede per i dati organizzazioni speciali e metodi di accesso specifici degrado generale delle prestazioni senza la separazione Le Basi Dati Direzionali 16 Orientata i soggetti Basi dati per OLTP: hanno un orientamento processivo / funzionale. DW: Non danno informazioni di supporto alle operazioni aziendali ma sono orientati ai soggetti dell analisi. Le Basi Dati Direzionali 17

10 Architettura Sorgenti esterne Metadati Analisi multidimensionale Basi di dati operazionali Data Warehouse Data mining Sorgenti dei dati Strumenti di analisi Le Basi Dati Direzionali 18 Sorgenti informative I sistemi operazionali dell organizzazione sono sistemi transazionali (OLTP) orientati alla gestione dei processi operazionali non mantengono dati storici ogni sistema gestisce uno o più soggetti (ad esempio, prodotti o clienti) sono spesso sistemi legacy Sorgenti esterne ad esempio, dati forniti da società specializzate di analisi Le Basi Dati Direzionali 19

11 Alimentazione del data warehouse ETL: Extract, Transform, Load Attività necessarie ad alimentare un DW Estrazione accesso ai dati nelle sorgenti Transform Pulizia rilevazione e correzione di errori e inconsistenze nei dati estratti Trasformazione trasformazione di formato, correlazione con oggetti in sorgenti diverse Caricamento con introduzione di informazioni temporali e generazione dei dati aggregati Le Basi Dati Direzionali 20 Metadati I metadati sono informazioni utili all attività di ETL "Dati sui dati": descrizioni logiche e fisiche dei dati (nelle sorgenti e nel DW) corrispondenze e trasformazioni dati quantitativi Spesso sono immersi nei programmi Le Basi Dati Direzionali 21

12 Data Warehouse Server Sistema dedicato alla gestione warehouse Può basarsi su due tecnologie principali MOLAP I dati sono memorizzati in forma multidimensionale tramite speciali strutture dati tipicamente proprietarie ROLAP I dati sono memorizzati in DBMS relazionali (schemi a stella) I produttori di RDBMS stanno iniziando a fornire estensioni OLAP ai loro prodotti Le Basi Dati Direzionali 22 Strumenti di analisi Consentono di effettuare analisi dei dati utilizzando il Data Warehouse server offrono interfacce amichevoli per presentare, in forma adeguata e facilmente comprensibile, i risultati delle analisi Due principali tipologie di analisi (e quindi di strumenti) Analisi multidimensionale Data mining Le Basi Dati Direzionali 23

13 Architettura Sorgenti esterne Metadati Analisi dimensionale Basi di dati operazionali Sorgenti dei dati Data Warehouse Data Mart Data mining Strumenti di analisi Le Basi Dati Direzionali 24 Data mart Un sottoinsieme logico dell intero data warehouse un data mart è la restrizione del data warehouse a un singolo problema di analisi un data warehouse è l unione di tutti i suoi data mart un data mart rappresenta un progetto fattibile la realizzazione diretta di un data warehouse completo non è invece solitamente fattibile Le Basi Dati Direzionali 25

14 Variante dell architettura Metadati Sorgenti esterne Analisi dimensionale Basi di dati operazionali Data mining Sorgenti dei dati Data Mart Strumenti di analisi Le Basi Dati Direzionali 26 MOLAP Articolo Quantità Milano-2 Milano-1 Roma-2 Roma-1 1 trim trim trim trim. 20 Luogo Lettori DVD Televisori Lettori CD Videoregistratori Tempo Le Basi Dati Direzionali 27

15 Dimensioni e gerarchie di livelli regione anno provincia categoria marca trimestre città negozio prodotto mese giorno Luogo Articolo Tempo Le Basi Dati Direzionali 28 MOLAP: Slice and dice Seleziona e taglia Il manager regionale esamina la vendita dei prodotti in tutti i periodi relativamente ai propri mercati Il manager finanziario esamina la vendita dei prodotti in tutti i mercati relativamente al periodo corrente e quello precedente Luogo Articolo Tempo Le Basi Dati Direzionali 29

16 MOLAP: Slice and dice Seleziona e taglia Il manager di prodotto esamina la vendita di un prodotto in tutti i periodi e in tutti i mercati Il manager strategico si concentra su una categoria di prodotti, una area e un orizzonte temporale. Luogo Articolo Tempo Le Basi Dati Direzionali 30 Risultato di slice and dice LETTORI DVD Roma-1 1 trim trim trim trim. 198 Roma Milano Milano Le Basi Dati Direzionali 31

17 ... e poi di roll-up LETTORI DVD Roma 1 trim trim trim trim. 463 Milano Le Basi Dati Direzionali 32 Risultato di roll-up Per tutti i negozi 1 trim. 2 trim. 3 trim. 4 trim. Lettori DVD Televisori Lettori CD Videoregistratori Le Basi Dati Direzionali 33

18 ... e poi drill - down Per tutti i negozi Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lettori DVD Televisori Lettori CD Videoregistratori Le Basi Dati Direzionali 34 Visualizzazione dei dati I dati vengono infine visualizzati in veste grafica, in maniera da essere facilmente comprensibili. Si fa uso di: tabelle istogrammi grafici torte superfici 3D bolle Le Basi Dati Direzionali 35

19 Visualizzazione finale di un analisi trim.20 3 trim trim.20 Lettori DVD Televisori Lettori CD Videoregistratori 1 trim.20 Le Basi Dati Direzionali 36 Implementazione MOLAP I dati sono memorizzati direttamente in un formato dimensionale (proprietario). Le gerarchie sui livelli sono codificate in indici di accesso alle matrici Le Basi Dati Direzionali 37

20 ROLAP Uno schema dimensionale (schema a stella) è composto da Una tabella principale, chiamata tabella dei fatti: Memorizza i fatti e le sue misure Le misure più comuni sono numeriche, continue e additive Varie tabelle ausiliarie, chiamate tabelle dimensione una tabella dimensione rappresenta una dimensione rispetto alla quale è interessante analizzare i fatti Memorizza i membri delle dimensioni ai vari livelli Gli attributi sono solitamente testuali, discreti e descrittivi Le Basi Dati Direzionali 38 Schema a stella Tempo CodiceTempo Giorno Mese Trimestre Anno Luogo CodiceLuogo Negozio Indirizzo Città Provincia Regione Vendite CodiceTempo CodiceLuogo CodiceArticolo CodiceCliente Quantità Incasso Articolo CodiceArticolo Descrizione Marca CodiceCategoria Categoria Cliente CodiceCliente Nome Cognome Sesso Età Professione Le Basi Dati Direzionali 39

21 Una possibile istanza Le Basi Dati Direzionali 40 Caratteristiche Una tabella dimensione memorizza i membri di una dimensione la chiave primaria è semplice gli altri campi memorizzano i livelli della dimensione tipicamente denormalizzata La tabella fatti memorizza le misure (fatti) di un processo la chiave è composta da riferimenti alle chiavi di tabelle dimensione gli altri campi rappresentano le misure è in BCNF Le Basi Dati Direzionali 41

22 Schema a fiocco di neve Provincia CodiceProv Regione Regione CodiceReg Città CodiceCittà Provincia Luogo CodiceLuogo Negozio Indirizzo Città Vendite CodiceTempo CodiceLuogo CodiceArticolo CodiceCliente Quantità Incasso Le Basi Dati Direzionali 42 Interrogazioni Le interrogazione assumono solitamente il seguente formato standard SELECT D1.L1,.., Dn.Ln, Aggr1(F.M1),.., Aggrk(F.Ml) FROM Fatti as F, Dimensione1 as D1,.., DimensioneN as Dn WHERE Join-predicate(F,D1) and.. and Join-predicate(F,Dn) and selection-predicate GROUP BY D1.L1,..., Dn.Ln ORDER BY D1.L1,..., Dn.Ln Le Basi Dati Direzionali 43

23 Cube SELECT Citta, Categoria, count(quantita)as VenditeCC FROM Vendite as V, Articolo as A, Luogo as L WHERE V.CodiceArticolo = A.CodiceArticolo and V.CodiceLuogo = L.CodiceLuogo GROUP BY CUBE(Citta, Categoria) Le Basi Dati Direzionali 44 Roll Up SELECT Citta, Categoria, count(quantita) as VenditeCC FROM Vendite as V, Articolo as A, Luogo as L WHERE V.CodiceArticolo = A.CodiceArticolo and V.CodiceLuogo = L.CodiceLuogo GROUP BY ROLLUP(Citta, Categoria) Le Basi Dati Direzionali 45

24 Progettazione Esigenze OLAP Dati OLTP Altre sorgenti Selezione delle sorgenti informative Traduzione in modello E/R operativo Integrazione degli schemi E/R operativi Identificazione dello schema portante della DWH Progettazione concettuale globale della DWH Progettazione logica Progettazione fisica Le Basi Dati Direzionali 46 Statistiche vendite farmaci Il Ministero della Salute ha commissionato la progettazione di un Data Warehouse per effettuare analisi e statistiche circa le vendite di farmaci da parte delle varie farmacie italiane. In particolare si vogliono analizzare le statistiche relative alle tipologie di farmaci venduti suddivisi per area geografica e orizzonte temporale, nonché semplici statistiche sull utenza consumatrice. Le Basi Dati Direzionali 47

25 Sorgenti informative La prima fase nella progettazione del DWH consiste nell individuazione e analisi delle sorgenti informative contenenti i dati operazionali da analizzare. Da un colloquio con il committente, si evince che ogni farmacia utilizza una base di dati operazionale per la gestione delle vendite dei farmaci implementata attraverso un apposito DBMS relazionale. Le Basi Dati Direzionali 48 Base dati operativa PRODOTTI (Cod, Nome, Ditta, Prezzo, Scorte ) FORNITORI (Nome, Indirizzo, Città, Tel ) FORNITURE (NomeFornitore:FORNITORI, CodProdotto:PRODOTTI) CLIENTI (CF, Tessera, Nome, Cognome, Età, Indirizzo, Tel ) FATTURE (Numero, Data, Totale, CFCliente:CLIENTI) VENDITE (NumFattura:FATTURE, CodProdotto:PRODOTTI, Qta) FARMACI (Cod, Nome, Tipo, Descrizione, Nota CUF, Classe, CodProdottto:PRODOTTI) FORME(Cod, Nome, Dose) COMPOSIZIONI(CodFarmaco:FARMACI, CodForma:FORME) RICETTE(Sigla, Descrizione ) ASSOCIAZIONI(CodFarmaco:FARMACI, SiglaRicetta:RICETTE) Le Basi Dati Direzionali 49

26 Schema E/R Dall analisi di tale schema logico, seguendo poi un semplice processo di reverse engineering, è possibile individuare lo schema E/R di riferimento (uguale per le varie sorgenti informative). Le Basi Dati Direzionali 50 Schema E/R della base dati operativa Le Basi Dati Direzionali 51

27 Derivazione di uno schema concettuale portante della DWH Per la progettazione del DWH si identificano in prima istanza le seguenti informazioni direzionali : Vendite/Fatture, Prodotti/Farmaci, Clienti. Prodotti/Farmaci Vendite/Fatture Clienti Le Basi Dati Direzionali 52 Con fatti misure e dimensioni Lo schema concettuale indica che i prodotti di una farmacia (un tipo di farmaco) sono venduti con apposita fattura ai clienti, di cui la farmacia stessa possiede i dati anagrafici. Da tale schema emergono nel contempo: il fatto principale, ovvero la vendita dei farmaci ; le misure, ovvero il prezzo dei farmaci e la quantità venduta ; alcune delle dimensioni dell analisi, ovvero i prodotti e i clienti. Le Basi Dati Direzionali 53

28 Integrazione degli schemi concettuali Nell ipotesi che le farmacie utilizzano tutte lo stesso schema logico dei dati, sarà semplice effettuare le operazioni di integrazione dei dati nella base di dati direzionale, e, quindi il modello concettuale definito precedentemente, può essere considerato come il punto di partenza per l implementazione del DWH. Le Basi Dati Direzionali 54 Progettazione logica In questa fase si deriva lo schema multi dimensionale individuando ulteriori dimensioni di analisi: il tempo (in termini di giorno, mese, trimestre e anno) e area geografica (in termini della città, provincia e regione della farmacia che ha effettuato la vendita) in cui sono state registrate le vendite. Le Basi Dati Direzionali 55

29 Progettazione fisica Nella fase di progettazione fisica si determina lo schema relazionale a stella e, per consentire un buon livello di aggregazione delle informazioni, si decide di normalizzare la sola collocazione geografica delle farmacie ottenendosi uno schema relazionale a stella del tipo a fiocco di neve. Le Basi Dati Direzionali 56 Lo schema a fiocco di neve Le Basi Dati Direzionali 57

30 Gestione dei dati Su tale DW è poi possibile effettuare in maniera semplice interrogazioni come: selezione del farmaco più venduto in Campania. determinazione dell età media dei consumatori di un assegnato farmaco. I clienti di una specifica farmacia. Infine vanno pianificate apposite procedure di refreshing per aggiornare il contenuto del data warehouse ad intervalli di tempo prefissati. Le Basi Dati Direzionali 58

Architetture per l analisi di dati

Architetture per l analisi di dati Architetture per l analisi di dati Basi di dati: Architetture e linee di evoluzione - Seconda edizione Capitolo 8 Appunti dalle lezioni Motivazioni I sistemi informatici permettono di aumentare la produttività

Dettagli

8. Architetture per l analisi dei dati

8. Architetture per l analisi dei dati SOMMARIO 8. Architetture per l analisi dei dati Sistemi informativi e data warehouse Architettura di un Data Warehouse Rappresentazione multidimensionale dei dati Realizzazione di un Data Warehouse Indici

Dettagli

Governo Digitale a.a. 2011/12

Governo Digitale a.a. 2011/12 Governo Digitale a.a. 2011/12 I sistemi di supporto alle decisioni ed il Data Warehouse Emiliano Casalicchio Agenda Introduzione i sistemi di supporto alle decisioni Data warehouse proprietà architettura

Dettagli

Architetture per l analisi dei dati

Architetture per l analisi dei dati Architetture per l analisi dei dati Esercizio 8.1 Progettare un cubo multidimensionale relativo all analisi dei sinistri per una compagnia assicurativa, basandosi sulle specifiche accennate nel paragrafo

Dettagli

Data warehouse: introduzione

Data warehouse: introduzione atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of atabase and

Dettagli

SOMMARIO. 9- Basi di dati direzionali. Tipi di sistemi direzionali SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI. Basi di Dati per la gestione dell Informazione

SOMMARIO. 9- Basi di dati direzionali. Tipi di sistemi direzionali SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI. Basi di Dati per la gestione dell Informazione 1 SOMMARIO 2 9- Basi di dati direzionali Basi di Dati per la gestione dell Informazione A. Chianese, V. Moscato, A. Picariello, L. Sansone Sistemi Informativi Direzionali (SID) Architettura dei SID La

Dettagli

Basi di dati attive. Una base di dati è ATTIVA quando consente la definizione e la gestione di regole di produzione (regole attive o trigger).

Basi di dati attive. Una base di dati è ATTIVA quando consente la definizione e la gestione di regole di produzione (regole attive o trigger). Basi di dati attive Una base di dati è ATTIVA quando consente la definizione e la gestione di regole di produzione (regole attive o trigger). Tali regole vengono attivate in modo automatico al verificarsi

Dettagli

Data warehousing Mario Guarracino Laboratorio di Sistemi Informativi Aziendali a.a. 2006/2007

Data warehousing Mario Guarracino Laboratorio di Sistemi Informativi Aziendali a.a. 2006/2007 Data warehousing Introduzione A partire dalla metà degli anni novanta è risultato chiaro che i database per i DSS e le analisi di business intelligence vanno separati da quelli operazionali. In questa

Dettagli

Data Warehousing: concetti base e metodologie

Data Warehousing: concetti base e metodologie Data Warehousing: concetti base e metodologie Paolo Atzeni (con la collaborazione di Luca Cabibbo e Riccardo Torlone) Università di Roma Tre Dipartimento di Informatica e Automazione atzeni@dia.uniroma3.it

Dettagli

Indice. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione al data warehousing 1

Indice. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione al data warehousing 1 Indice Prefazione XI Capitolo 1 Introduzione al data warehousing 1 1.1 I sistemi di supporto alle decisioni 2 1.2 Il data warehousing 3 1.3 Architetture per il data warehousing 6 1.3.1 Architettura a un

Dettagli

Il modello multidimensionale. Per le slides si ringrazia il Prof. Stefano Rizzi (http://www-db.deis.unibo.it/~srizzi/) e il Dott.

Il modello multidimensionale. Per le slides si ringrazia il Prof. Stefano Rizzi (http://www-db.deis.unibo.it/~srizzi/) e il Dott. Il modello multidimensionale Per le slides si ringrazia il Prof. Stefano Rizzi (http://www-db.deis.unibo.it/~srizzi/) e il Dott. Angelo Sironi Verso il modello multidimensionale Che incassi sono stati

Dettagli

Cosa è un data warehouse?

Cosa è un data warehouse? Argomenti della lezione Data Warehousing Parte I Introduzione al warehousing cosa è un data warehouse classificazione dei processi aziendali sistemi di supporto alle decisioni elaborazione OLTP e OLAP

Dettagli

Data warehouse. Architettura complessiva con OLTP e OLAP OLTP. Sistemi di supporto alle decisioni

Data warehouse. Architettura complessiva con OLTP e OLAP OLTP. Sistemi di supporto alle decisioni Data warehouse Data warehouse La crescita dell importanza dell analisi dei dati ha portato ad una separazione architetturale dell ambiente transazionale (OLTP on-line transaction processing) da quello

Dettagli

Analisi dei dati. analisi dei dati 1

Analisi dei dati. analisi dei dati 1 Analisi dei dati analisi dei dati 1 Il problema... Limitazioni della tecnologia relazionale - Difficoltà d'uso - Rigidità Conseguenze - Uso operativo: buono - Uso strategico: scarso Soluzioni: tecniche,

Dettagli

Estensioni del linguaggio SQL per interrogazioni OLAP

Estensioni del linguaggio SQL per interrogazioni OLAP Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2012/2013 Prof. Domenico Beneventano Estensioni del linguaggio SQL per interrogazioni OLAP Esempio! Esempio delle vendite con scontrino (nella tabella, per

Dettagli

Data warehousing Mario Guarracino Data Mining a.a. 2010/2011

Data warehousing Mario Guarracino Data Mining a.a. 2010/2011 Data warehousing Introduzione A partire dagli anni novanta è risultato chiaro che i database per i DSS e le analisi di business intelligence vanno separati da quelli operazionali. In questa lezione vedremo

Dettagli

Introduzione alle Basi di Dati

Introduzione alle Basi di Dati Introduzione alle Basi di Dati Angelo Chianese, Vincenzo Moscato, Antonio Picariello, Lucio Sansone Basi di dati per la gestione dell'informazione 2/ed McGraw-Hill Capitolo 1 Appunti dalle lezioni SQL

Dettagli

Introduzione al data warehousing

Introduzione al data warehousing Introduzione al data warehousing, Riccardo Torlone aprile 2012 1 Motivazioni I sistemi informatici permettono di aumentare la produttività delle organizzazioni automatizzandone la gestione quotidiana dei

Dettagli

Data warehouse Introduzione

Data warehouse Introduzione Database and data mining group, Data warehouse Introduzione INTRODUZIONE - 1 Pag. 1 Database and data mining group, Supporto alle decisioni aziendali La maggior parte delle aziende dispone di enormi basi

Dettagli

Rassegna sui principi e sui sistemi di Data Warehousing

Rassegna sui principi e sui sistemi di Data Warehousing Università degli studi di Bologna FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Rassegna sui principi e sui sistemi di Data Warehousing Tesi di laurea di: Emanuela Scionti Relatore: Chiar.mo Prof.Montesi

Dettagli

Data Warehousing. Argomenti della lezione. Rappresentazioni dei dati. Rappresentazione dei dati. Parte II Analisi multidimensionale

Data Warehousing. Argomenti della lezione. Rappresentazioni dei dati. Rappresentazione dei dati. Parte II Analisi multidimensionale Argomenti della lezione Data Warehousing Parte II Analisi multidimensionale richiami sul data warehousing organizzazione di un data warehouse l analisi multidimensionale data warehousing e internet strumenti

Dettagli

Breve introduzione ai data warehouse (per gli allievi che non hanno seguito BD2)

Breve introduzione ai data warehouse (per gli allievi che non hanno seguito BD2) Tecnologie per i sistemi informativi Breve introduzione ai data warehouse (per gli allievi che non hanno seguito BD2) Letizia Tanca lucidi tratti dal libro: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Introduzione

Dettagli

Data Warehousing (DW)

Data Warehousing (DW) Data Warehousing (DW) Il Data Warehousing è un processo per estrarre e integrare dati storici da sistemi transazionali (OLTP) diversi e disomogenei, e da usare come supporto al sistema di decisione aziendale

Dettagli

Basi di Dati Complementi Esercitazione su Data Warehouse

Basi di Dati Complementi Esercitazione su Data Warehouse Sommario Basi di Dati Complementi Esercitazione su Data Warehouse 1. Riassunto concetti principali dalle slide della lezione di teoria 2.Studio di caso : progettazione di un Data Warehouse di una catena

Dettagli

4 Introduzione al data warehousing

4 Introduzione al data warehousing Che cosa è un data warehouse? Introduzione al data warehousing 22 maggio 2001 Un data warehouse è una base di dati collezione di dati di grandi dimensioni, persistente e condivisa gestita in maniera efficace,

Dettagli

Introduzione data warehose. Gian Luigi Ferrari Dipartimento di Informatica Università di Pisa. Data Warehouse

Introduzione data warehose. Gian Luigi Ferrari Dipartimento di Informatica Università di Pisa. Data Warehouse Introduzione data warehose Gian Luigi Ferrari Dipartimento di Informatica Università di Pisa Data Warehouse Che cosa e un data warehouse? Quali sono i modelli dei dati per data warehouse Come si progetta

Dettagli

Basi di Dati e Sistemi Informativi. Analisi dei Dati: OLAP, Data Warehousing, Data Mining

Basi di Dati e Sistemi Informativi. Analisi dei Dati: OLAP, Data Warehousing, Data Mining Analisi dei Dati: OLAP, Data Warehousing, Data Mining Giuseppe Loseto Corso di Laurea in Ing. Informatica Ing. Gestionale Magistrale 1 of 12 Analisi dei Dati Introduzione La maggior parte delle aziende

Dettagli

I DATI E LA LORO INTEGRAZIONE 63 4/001.0

I DATI E LA LORO INTEGRAZIONE 63 4/001.0 I DATI E LA LORO INTEGRAZIONE 63 4/001.0 L INTEGRAZIONE DEI DATI INTEGRAZIONE DEI DATI SIGNIFICA LA CONDIVISIONE DEGLI ARCHIVI DA PARTE DI PIÙ AREE FUNZIONALI, PROCESSI E PROCEDURE AUTOMATIZZATE NELL AMBITO

Dettagli

Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1

Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1 Introduzione Sistemi informativi 2 Introduzione Base di dati Modello dei dati Accesso ai dati Vantaggi e svantaggi dei DBMS 4 6 2007 Politecnico di Torino 1 7 8 9 10 Sistema informatico Nei sistemi informatici,

Dettagli

Data Warehousing e Data Mining

Data Warehousing e Data Mining Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Sistemi e Informatica A.A. 2011-2012 I primi passi Data Warehousing e Data Mining Parte 2 Docente: Alessandro Gori a.gori@unifi.it OLTP vs. OLAP OLTP vs.

Dettagli

Data warehouse Analisi dei dati

Data warehouse Analisi dei dati atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of atabase and ata Mining Group of B MG ata warehouse: analisi dei dati atabase and data mining group, M B G ata warehouse Analisi dei dati

Dettagli

Sommario. Introduzione... 13

Sommario. Introduzione... 13 Sommario Introduzione... 13 1. Database pro e contro... 19 A cosa serve conoscere i database?...19 Le alternative alla gestione manuale...22 Quando non serve un database?...24 Domande ed esercizi...26

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali. Sistemi Informativi Aziendali. Sistemi Informativi Aziendali

Sistemi Informativi Aziendali. Sistemi Informativi Aziendali. Sistemi Informativi Aziendali DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INFORMATICA AUTOMATICA E GESTIONALE ANTONIO RUBERTI Introduzione al Data Warehousing per b. Progetto di Datawarehouse 1 Progetto di Data Warehouse Definizione di obiettivi e

Dettagli

Introduzione al Data Warehousing

Introduzione al Data Warehousing Il problema - dati IPERVENDO Via Vai 111 P.I.11223344 Vendite II Trim. (Milioni!) Introduzione al Data Warehousing tecnologia abilitante per il data mining ACQUA MIN 0.40 LATTE INTERO 1.23 SPAZZ.DENTI

Dettagli

OLAP On Line Analytical Processing

OLAP On Line Analytical Processing OLAP On Line Analytical Processing Alfredo Cuzzocrea DEIS Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università della Calabria cuzzocrea@si.deis.unical.it Testo di Riferimento: J. Han, M.

Dettagli

Definizione e calcolo delle misure

Definizione e calcolo delle misure Definizione e calcolo delle misure! Misure Derivate! Misure Calcolate! Misure Derivate e Progetto Logico! Calcolo delle Misure! Aggregabilità Misure Derivate " Sono misure definite a partire da altre misure

Dettagli

Data warehousing con SQL Server

Data warehousing con SQL Server Data warehousing con SQL Server SQL Server è un RDBMS (Relational DataBase Management System) Analysis Services è un componente di SQL Server che offre un insieme di funzionalità di supporto al data warehousing

Dettagli

Informatica per le Scienze Umane. Introduzione al corso: programma dettagliato

Informatica per le Scienze Umane. Introduzione al corso: programma dettagliato Informatica per le Scienze Umane Introduzione al corso: programma dettagliato 1 Obiettivi del corso Fornire le conoscenze e le competenze necessarie alla rappresentazione e al trattamento consapevole delle

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Cos è un Calcolatore? Un computer (calcolatore) è una macchina

Dettagli

Data warehousing e OLAP

Data warehousing e OLAP Data warehousing e OLAP Introduzione Il contesto, processi aziendali Decision Support Systems Sistemi di Data Warehousing Data mart Architettura Modellazione Concettuale Star Schema, Dimensioni, Livelli

Dettagli

Data Warehouse e OLAP

Data Warehouse e OLAP Data Warehouse e OLAP Gianluca Amato Corso di Laurea Specialistica in Economia Informatica Università G. D'Annunzio di Chieti-Pescara ultimo aggiornamto: 03/04/09 1 Knowledge Discovery in Databases ci

Dettagli

Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Prof. Domenico Beneventano. Archi multipli

Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Prof. Domenico Beneventano. Archi multipli Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Prof. Domenico Beneventano Archi multipli Capitoli 5.2.5 e 9.1.4 del libro Data Warehouse - teoria e pratica della Progettazione Autori: Matteo Golfarelli,

Dettagli

Informatica per le Scienze Umane. Introduzione al corso: programma

Informatica per le Scienze Umane. Introduzione al corso: programma Informatica per le Scienze Umane Introduzione al corso: programma 1 Obiettivi del corso Fornire le conoscenze e le competenze necessarie alla rappresentazione e al trattamento consapevole delle informazioni

Dettagli

! Un arco multiplo corrisponde ad un associazione molti-a-molti: il padre (libro) non determina funzionalmente il figlio (autore)

! Un arco multiplo corrisponde ad un associazione molti-a-molti: il padre (libro) non determina funzionalmente il figlio (autore) Arco Multiplo! Schema di fatto contenente un arco multiplo: genere autore libro VENDITA numero incasso data mese anno arco multiplo (AM) " Per illustrare il concetto di arco multiplo si parte da uno schema

Dettagli

Introduzione al Data Warehousing

Introduzione al Data Warehousing Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2015/2016 Prof. Domenico Beneventano Introduzione al Data Warehousing Molte di queste slide sono state realizzate dal Prof. Stefano Rizzi (http://www-db.deis.unibo.it/~srizzi/)

Dettagli

Corso di Complementi di Basi di dati A.A. 2005-2006 4. Data Warehouse

Corso di Complementi di Basi di dati A.A. 2005-2006 4. Data Warehouse Riferimenti Corso di Complementi di Basi di dati A.A. 2005-2006 4. Data Warehouse Queste trasparenze parte 4 Testo di Atzeni et al. Basi di dati R.Kimball, The Data Warehouse Lifecycle Toolkit, 2nd Ed.,

Dettagli

Aspetto comune: organizzazione di grandi quantità di dati permanenti da rendere accessibili in modo interattivo o da programmi.

Aspetto comune: organizzazione di grandi quantità di dati permanenti da rendere accessibili in modo interattivo o da programmi. IMPORTANZA DELL'AREA BASI DI DATI (BD) 1 Riguarda applicazioni di grande interesse e diffusione; Area di sintesi di competenze (linguaggi, ingegneria del software, intelligenza artificiale, algoritmi,

Dettagli

Esercizio con attributo cross-dimensionale - transazionale

Esercizio con attributo cross-dimensionale - transazionale Esercizio con attributo cross-dimensionale - transazionale TIPO (,CITTA) DI QTY CITTA (,ANNO) SCONTRINO(NSC, :) (,TIPO) VENDITA IN VENDITA(NSC:SCONTRINO,:, :,QTY,PU) IN PU NSC ANNO SCONTRINO DEL Viene

Dettagli

Dall intuizione alla conoscenza

Dall intuizione alla conoscenza Dall intuizione alla conoscenza Il valore dei dati nel processo decisionale Maurizio Pighin Università di Udine Facoltà di Economia LiberaMente Srl Spinoff Accademico Università Udine Slide 1 Agenda Alcuni

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI

SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI Domande chiave Cosa sono i sistemi informativi direzionali (SID)? Che differenza con i sistemi di supporto alle attività operative? Qual è il punto di partenza per capire

Dettagli

Le basi di dati. Definizione 1. Lezione 2. Bisogna garantire. Definizione 2 DBMS. Differenza

Le basi di dati. Definizione 1. Lezione 2. Bisogna garantire. Definizione 2 DBMS. Differenza Definizione 1 Lezione 2 Le basi di dati Gli archivi di dati Organizzato in modo integrato attraverso tecniche di modellazione di dati Gestiti su memorie di massa Con l obiettivo Efficienza trattamento

Dettagli

PROGETTI DI SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI

PROGETTI DI SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI PROGETTI DI SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONALI SI supporto att. Operative VS SI direzionali Per un SI supporto att. Operative si deve Identificare e analizzare processi e procedure Procedere alla loro informatizzazione

Dettagli

Structured Query Language

Structured Query Language IL LINGUAGGIO SQL Structured Query Language Contiene sia il DDL sia il DML, quindi consente di: Definire e creare il database Effettuare l inserimento, la cancellazione, l aggiornamento dei record di un

Dettagli

INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE a.a. 2016/2017

INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE a.a. 2016/2017 INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE a.a. 2016/2017 Francesca Levi Dipartimento di Informatica E-mail: francesca.levi@unipi.it levifran@di.unipi.it Francesca Levi Dipartimento di Informatica Informatica per

Dettagli

Interrogare una base di dati: algebra relazionale e SQL. Savino Castagnozzi Giorgio Macauda Michele Meomartino Salvatore Picerno Massimiliano Sartor

Interrogare una base di dati: algebra relazionale e SQL. Savino Castagnozzi Giorgio Macauda Michele Meomartino Salvatore Picerno Massimiliano Sartor Interrogare una base di dati: algebra relazionale e SQL Savino Castagnozzi Giorgio Macauda Michele Meomartino Salvatore Picerno Massimiliano Sartor Contesto didattico Il seguente materiale didattico è

Dettagli

Unità A2. Progettazione concettuale. Obiettivi. Astrazione. Astrazione per aggregazione

Unità A2. Progettazione concettuale. Obiettivi. Astrazione. Astrazione per aggregazione Obiettivi Unità A2 Progettazione concettuale Imparare ad astrarre i dati per definire entità. Saper distinguere tra astrazione per classificazione, per aggregazione e per generalizzazione. Saper distinguere

Dettagli

Il Dimensional Fact Model

Il Dimensional Fact Model Il Dimensional Fact Model Per le slides si ringrazia il Prof. Stefano Rizzi (http://www-db.deis.unibo.it/~srizzi/) e il Dott. Angelo Sironi Quale formalismo? Mentre è universalmente riconosciuto che un

Dettagli

On Line Analytical Processing

On Line Analytical Processing On Line Analytical Processing Data integra solitamente Warehouse(magazzino dati) èun sorgenti un unico schema globalel informazione estratta da piu puo replicazioneai puo essere èinterrogabile, non modificabile

Dettagli

I S.I. DIREZIONALI (BUSINESS INTELLIGENCE)

I S.I. DIREZIONALI (BUSINESS INTELLIGENCE) I S.I. DIREZIONALI (BUSINESS INTELLIGENCE) LE ESIGENZE INFORMATIVE DIREZIONALI IL LIVELLO DELLE FONTI IL LIVELLO DI TRASFORMAZIONE IL LIVELLO DI MEMORIZZAZIONE IL LIVELLO DI ELABORAZIONE IL MODELLO INFORMATICO

Dettagli

Basi di dati. Sistemi per basi di dati 1.1

Basi di dati. Sistemi per basi di dati 1.1 Basi di dati Sistemi per basi di dati 1.1 OBIETTIVI DEL CORSO Modelli dei dati, linguaggi e sistemi per lo sviluppo di applicazioni che prevedono l uso di grandi quantità di dati permanenti organizzati

Dettagli

Il sistema informativo deve essere di tipo centralizzato e accessibile mediante un computer server installato nella rete locale dell albergo.

Il sistema informativo deve essere di tipo centralizzato e accessibile mediante un computer server installato nella rete locale dell albergo. PROBLEMA. Un albergo di una grande città intende gestire in modo automatizzato sia le prenotazioni sia i soggiorni e realizzare un database. Ogni cliente viene individuato, tra l altro, con i dati anagrafici,

Dettagli

INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE a.a. 2015/2016

INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE a.a. 2015/2016 INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE a.a. 2015/2016 Francesca Levi Dipartimento di Informatica E-mail: francesca.levi@unipi.it levifran@di.unipi.it Francesca Levi Dipartimento di Informatica Informatica per

Dettagli

Basi di dati. Elena Baralis Politecnico di Torino

Basi di dati. Elena Baralis Politecnico di Torino Libri di testo Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone, Basi di dati, 2 a ed., McGraw Hill, 1999. Baralis, Belussi, Psaila, Basi di dati: temi d esame svolti, Esculapio, 2000. Introduzione - 2 Introduzione Sistema

Dettagli

Data warehousing con SQL Server

Data warehousing con SQL Server Data warehousing con SQL Server! SQL Server è un RDBMS (Relational DataBase Management System)! Analysis Services è un componente di SQL Server che offre un insieme di funzionalità di supporto al data

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione. Cursori. Cursori. L interazione con l ambiente SQL può avvenire in 3 modi:

SQL e linguaggi di programmazione. Cursori. Cursori. L interazione con l ambiente SQL può avvenire in 3 modi: SQL e linguaggi di programmazione L interazione con l ambiente SQL può avvenire in 3 modi: in modo interattivo col server attraverso interfacce o linguaggi ad hoc legati a particolari DBMS attraverso i

Dettagli

BASI DATI INFORMATICA

BASI DATI INFORMATICA BASI DATI INFORMATICA 1 Sistema Informativo Un sistema informativo (SI) è un componente di una organizzazione il cui obiettivo è gestire le informazioni utili per gli scopi dell organizzazione stessa GESTIRE

Dettagli

ARCHITETTURA DI UN DBMS

ARCHITETTURA DI UN DBMS ARCHITETTURA DI UN DBMS Modelli di dati Un approccio con basi di dati fornisce un certo livello di astrazione dei dati Nasconde i dettagli sulla memorizzazione dei dati stessi Un modello dei dati fornisce

Dettagli

Catena del valore (studio di caso)

Catena del valore (studio di caso) (studio di caso) aprile 2012 1 Sono stati finora studiati individualmente alcuni processi di business può essere però utile anche inquadrare tali processi congiuntamente, in un contesto più ampio in particolare,

Dettagli

BASI DI DATI E UTENTI DI BASI DI DATI

BASI DI DATI E UTENTI DI BASI DI DATI BASI DI DATI E UTENTI DI BASI DI DATI Introduzione alle basi di dati (1) 2 La gestione dell informazione L informazione rappresenta oggi uno dei beni più preziosi all interno di una qualsiasi organizzazione

Dettagli

I database. Introduzione alla teoria delle basi di dati

I database. Introduzione alla teoria delle basi di dati I database Introduzione alla teoria delle basi di dati 1 Cosa sono e a cosa servono i Database Un database (o base di dati) e' una raccolta organizzata di dati correlati. Il principale scopo di un database

Dettagli

Bibliografia. INFORMATICA GENERALE Prof. Alberto Postiglione. Scienze della Comunicazione Università di Salerno. Definizione di DB e di DBMS

Bibliografia. INFORMATICA GENERALE Prof. Alberto Postiglione. Scienze della Comunicazione Università di Salerno. Definizione di DB e di DBMS INFORMATICA GENERALE DBMS: Introduzione alla gestione dei dati Bibliografia 4 ott 2011 Dia 2 Curtin, Foley, Sen, Morin Vecchie edizioni: 8.4, 8.5, 8.6, 8.7, 8.8 Edizione dalla IV in poi: 6.5, 21.1, 19.4,

Dettagli

Data Warehousing. Esercitazione 2

Data Warehousing. Esercitazione 2 Esercitazione 2 Reminder In laboratorio è presente un installazione Enterprise di DB2. Per accedere richiedere un account come specificato sul sito del corso 1 Riepilogo Esercitazione 1: Descrizione dello

Dettagli

Programma Master Programmatore Java

Programma Master Programmatore Java Programma Master Programmatore Java PCAcademy Via Capodistria 12 Tel.: 06.97.84.22.16 06.85.34.44.76 Cell. 393.93.64.122 - Fax: 06.91.65.92.92 www.pcacademy.it info@pcacademy.it Informazioni generali La

Dettagli

DOCENTE PROF. ALBERTO BELUSSI. Anno accademico 2010/11

DOCENTE PROF. ALBERTO BELUSSI. Anno accademico 2010/11 Basi di dati DOCENTE PROF. ALBERTO BELUSSI Anno accademico 2010/11 Informazioni generali sull organizzazione Insegnamento annuale su due semestri Orario I Semestre Lunedì 11.30 13.30 (aula B) Martedì 11.30

Dettagli

PIL Percorsi di Inserimento Lavorativo

PIL Percorsi di Inserimento Lavorativo PIL - 2008 Percorsi di Inserimento Lavorativo Basi di Dati - Lezione 2 Il Modello Relazionale Il modello relazionale rappresenta il database come un insieme di relazioni. Ogni RELAZIONE è una tabella con:

Dettagli

DSS. Decision Support System. 12/11/2008 Fondamenti Informatica 2 - Prof. Gregorio Cosentino 1

DSS. Decision Support System. 12/11/2008 Fondamenti Informatica 2 - Prof. Gregorio Cosentino 1 DSS Decision Support System 12/11/2008 Fondamenti Informatica 2 - Prof. Gregorio Cosentino 1 Definizione Il DSS è un sistema informativo che converte dati provenienti da fonti interne ed esterne in informazioni

Dettagli

Basi di dati Basi di dati per bioinformatica

Basi di dati Basi di dati per bioinformatica Basi di dati Basi di dati per bioinformatica DOCENTI PROF. ALBERTO BELUSSI PROF CARLO COMBI Anno accademico 2013/14 Organizzazione degli insegnamenti 3 Basi di dati Basi di dati per Bioinformatica Teoria

Dettagli

CONCETTI E ARCHITETTURA DI UN SISTEMA DI BASI DI DATI

CONCETTI E ARCHITETTURA DI UN SISTEMA DI BASI DI DATI CONCETTI E ARCHITETTURA DI UN SISTEMA DI BASI DI DATI Introduzione alle basi di dati (2) 2 Modelli dei dati, schemi e istanze (1) Nell approccio con basi di dati è fondamentale avere un certo livello di

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

Basi di dati I 27 gennaio 2016 Esame Compito A Tempo a disposizione: un ora e quarantacinque minuti. Libri chiusi.

Basi di dati I 27 gennaio 2016 Esame Compito A Tempo a disposizione: un ora e quarantacinque minuti. Libri chiusi. Basi di dati I 27 gennaio 2016 Esame Compito A Tempo a disposizione: un ora e quarantacinque minuti. Libri chiusi. Cognome: Nome: Matricola: Domanda 1 (20%) Lo schema concettuale seguente rappresenta un

Dettagli

BASI DI DATI. basi di dati - introduzione ai sistemi informativi 1

BASI DI DATI. basi di dati - introduzione ai sistemi informativi 1 BASI DI DATI basi di dati - introduzione ai sistemi informativi 1 Sistema Informativo Insieme degli strumenti, risorse e procedure che consentono la gestione delle informazioni aziendali e' essenziale

Dettagli

Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2011/2012 Prof. Domenico Beneventano SCENARI TEMPORALI

Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2011/2012 Prof. Domenico Beneventano SCENARI TEMPORALI Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2011/2012 Prof. Domenico Beneventano SCENARI TEMPORALI Dalle dispense originali realizzate dal Prof. Stefano Rizzi (http://www-db.deis.unibo.it/~srizzi/) e

Dettagli

Informatica. Dipartimento di Economia. Ing. Cristiano Gregnanin. 20 ottobre Corso di laurea in Economia

Informatica. Dipartimento di Economia. Ing. Cristiano Gregnanin. 20 ottobre Corso di laurea in Economia Informatica Dipartimento di Economia Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Economia 20 ottobre 2016 1 / 22 Introduzione ai database Prima dei DBMS, le organizzazioni utilizzavano semplici file per

Dettagli

Basi di Dati. Concetti e Principi Generali. Maria Mirto

Basi di Dati. Concetti e Principi Generali. Maria Mirto Basi di Dati Concetti e Principi Generali Maria Mirto Organizzazione dei Dati Archivi o file Procedure di accesso in qualunque linguaggio di programmazione Duplicazione dati: ridondanza incoerenza formati

Dettagli

Sistema informativo. Combinazione di risorse umane, materiali e procedure per la gestione. (raccolta, archiviazione, elaborazione, scambio )

Sistema informativo. Combinazione di risorse umane, materiali e procedure per la gestione. (raccolta, archiviazione, elaborazione, scambio ) Data Warehousing 1 Ripasso 2 Sistema informativo Combinazione di risorse umane, materiali e procedure per la gestione (raccolta, archiviazione, elaborazione, scambio ) delle informazioni necessarie per

Dettagli

ASPETTO SOFTWARE. Estensione del sistema operativo di un pc, ovvero un software di base che permette la comunicazione con gli utenti

ASPETTO SOFTWARE. Estensione del sistema operativo di un pc, ovvero un software di base che permette la comunicazione con gli utenti ASPETTO SOFTWARE Estensione del sistema operativo di un pc, ovvero un software di base che permette la comunicazione con gli utenti Compito principale è la condivisione delle risorse tra gli utenti Hanno

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a

Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a. 2010-2011 Laboratorio 31B Esercitatori : Ing. G. Laboccetta Dott.ssa V. Policicchio Presentazione delle lezioni di laboratorio: finalità del corso modalità

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Introduzione al Corso Prof. Christian Esposito Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica e Gestionale (Classe I) A.A. 2017/18 Informazioni sul Corso 1/3 8 CFU 80 ore di lezione,

Dettagli

I data warehouse e la loro progettazione

I data warehouse e la loro progettazione Tecnologie per i sistemi informativi I data warehouse e la loro progettazione Docente: Letizia Tanca Politecnico di Milano tanca@elet.polimi.it 1 Processi processi direzionali processi gestionali processi

Dettagli

Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1

Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1 Introduzione Istruzione INSERT Istruzione DELETE Istruzione UPDATE Linguaggio SQL: fondamenti 2 (1/3) Inserimento di tuple Cancellazione di tuple Modifica di tuple 4 (2/3) INSERT inserimento di nuove tuple

Dettagli

SOMMARIO TIPOLOGIE DI S.I.

SOMMARIO TIPOLOGIE DI S.I. SOMMARIO Presentazione delle tipologie di sistemi informativi esistenti Illustrazione delle loro caratteristiche e interazioni TIPOLOGIE DI S.I. Schedari elettronici Sistemi per l elaborazione delle transazioni

Dettagli

Inventario (studio di caso)

Inventario (studio di caso) (studio di caso) aprile 2012 1 Modelli di inventario Vengono ora studiati i possibili schemi dimensionali che possono essere adottati nel caso di una catena di magazzini di cui si vogliono analizzare i

Dettagli

Analysis Service. Dutto Riccardo IPSI - tel Dutto Riccardo - SQL Server 2008.

Analysis Service. Dutto Riccardo IPSI - tel Dutto Riccardo - SQL Server 2008. SQL Server Business Intelligence Development Studio Analysis Service Dutto Riccardo riccardo.dutto@polito.it IPSI - tel.7991 http://dbdmg.polito.it/ Il Data warehouse Sorgenti dati operazionali DB relazionali

Dettagli

Introduzione alla Business Intelligence

Introduzione alla Business Intelligence SOMMARIO 1. DEFINIZIONE DI BUSINESS INTELLIGENCE...3 2. FINALITA DELLA BUSINESS INTELLIGENCE...4 3. DESTINATARI DELLA BUSINESS INTELLIGENCE...5 4. GLOSSARIO...7 BIM 3.1 Introduzione alla Pag. 2/ 9 1.DEFINIZIONE

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a

Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a. 2012-2013 Laboratorio 31B Esercitatori : Ing. G. Laboccetta Dott.ssa V. Policicchio Progetto Didattico Durante le lezioni saranno realizzate tutte le fasi

Dettagli

Basi di dati D O C E N T E P R O F. A L B E R T O B E L U S S I. Anno accademico 2012/13

Basi di dati D O C E N T E P R O F. A L B E R T O B E L U S S I. Anno accademico 2012/13 Basi di dati D O C E N T E P R O F. A L B E R T O B E L U S S I Anno accademico 2012/13 Informazioni generali sull organizzazione Insegnamento annuale su due semestri Orario I Semestre Lunedì 11.30 13.30

Dettagli

Strategie top-down. Primitive di trasformazione top-down. Primitive di trasformazione top-down

Strategie top-down. Primitive di trasformazione top-down. Primitive di trasformazione top-down Strategie top-down A partire da uno schema che descrive le specifiche mediante pochi concetti molto astratti, si produce uno schema concettuale mediante raffinamenti successivi che aggiungono via via più

Dettagli

INTRODUZIONE. Prof. Fabio A. Schreiber. Dipartimento di Elettronica e Informazione Politecnico di Milano PROGRAMMA DEL CORSO

INTRODUZIONE. Prof. Fabio A. Schreiber. Dipartimento di Elettronica e Informazione Politecnico di Milano PROGRAMMA DEL CORSO BASI DI INTRODUZIONE Prof. Fabio A. Schreiber Dipartimento di Elettronica e Informazione Politecnico di Milano PROGRAMMA DEL CORSO INTRODUZIONE GENERALITA SULLE BASE DI E I LORO SISTEMI DI GESTIONE MODELLI

Dettagli

Thematica Software Technologies

Thematica Software Technologies Sperimentazione di Servizi Innovativi alle Imprese Produttrici di Software Università della Calabria 21-10-2004 Giovanni Laboccetta Thematica s.r.l. www.thematica.it glaboccetta@thematica.it Perché i data

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE. Patrizio Dazzi a.a

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE. Patrizio Dazzi a.a INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE Patrizio Dazzi a.a. 2017-2018 COMUNICAZIONI Lezione odierna e successive Metodologia di progetto Progettazione concettuale Progettazione logica Fondamentali per il secondo

Dettagli