seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici"

Transcript

1 OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT

2 cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progeazione, nello sviluppo e nella produzione di moori elerici realizzai principalmene per soddisfare le paricolari e diversificae esigenze dei clieni. Nel 2001 Dagu s.r.l. ha oenuo la cerificazione secondo le norme sulla qualià ISO 9001:2008 e nel 2004 la cerificazione ambienale ISO Olre ai suddei raguardi ha oenuo il consenso per la marcaura di prodoo UL/SA.

3 Dagu e l ambiene Il rispeo dell ambiene e dell ecosisema è un aspeo da sempre senio da Dagu, che oriena le poliiche aziendali considerando anche l impao ambienale delle proprie aivià, prodoi e servizi. Dagu si impegna ad operare coinvolgendo ue le funzioni aziendali con il maggiore sforzo commisurao con le proprie risorse, sia umane che finanziarie, al fine di inraprendere un percorso di migliorameno coninuo indirizzao alla prevenzione dell inquinameno ed al rispeo ambienale. In al senso, l azienda inende dedicare paricolare aenzione agli aspei legai alle emissioni in amosfera e agli scari di lavorazione, non rascurando uavia l esigenza di ridurre i rifiui prodoi ed il consumo di risorse naurali. L azienda inende anche esporare all eserno del sio la propria poliica ambienale, cercando di sensibilizzare i propri forniori, clieni ed Eni Pubblici in merio all imporanza del faore ambienale. onformià La rispondenza alle normaive ed ai regolameni aualmene in vigore è il puno di parenza per il migliorameno della propria presazione ambienale. Per queso Dagu inende non solo impegnarsi nell essere conforme alla legislazione ed alla regolamenazione applicabile al sio, ma anche a produrre uno sforzo dedicao al coninuo aggiornameno delle informazioni relaive alla normaiva vigene. Formazione e comunicazione oinvolgendo ui i livelli aziendali, Dagu inende perseguire una campagna di sensibilizzazione, formazione e informazione sulle ripercussioni ambienali del proprio ciclo produivo. Dagu si impegna a ricercare forme raspareni di comunicazione con il pubblico ae sia alla diffusione della poliica ambienale, sia alla ricezione di opinioni, idee e suggerimeni provenieni dall eserno preziosi per il riesame criico degli obieivi e dei raguardi ambienali fissai. Il prodoo e l ambiene La progeazione dei moori Dagu prevede, olre al colloquio con i clieni per capire da subio le loro esigenze, l uilizzo di un programma di calcolo per moori in grado di racciare con precisione le curve caraerisiche. Queso consene di ridurre gli scari meallici che si avrebbero cosruendo prooipi a enaivo. Il dimensionameno ad hoc del moore permee di farlo operare al massimo rendimeno riducendo al minimo l uilizzo di energia elerica. Nella realizzazione dei moori i forniori sono sensibilizzai, per quano possibile, alla scela di aivià produive compaibili con l ambiene. Dagu ha inolre invesio nello sudio del moore per apporarvi accorgimeni al fine di limiare le emissioni eleromagneiche. Infine, Dagu invia i propri clieni a conferire i moori dismessi per usura, a una dia specializzaa in modo ale che le pari riciclabili come l acciaio, l alluminio e il rame possano essere recuperae. poliica ambienale dagu indice Poliica ambienale Dagu Dagu è Applicazione prodoi Dagu La scela del moore osane di coppia L alimenazione Il servizio Dinamica d avviameno I nuovi progei Forme cosruive Isruzioni generali Il grado di proezione Idenificazione del prodoo Serie E45 Serie E56 Serie E63 Serie E71 non venilaa Serie E71 venilaa Serie RI Serie RE Drivers HFR 1D Drivers 4QHF 2D Richiesa di prodoo

4 dagu è Dagu è un azienda ricca di un consisene know-how e culura ecnica, innovaiva e dinamica, paricolarmene aena alle esigenze di un mercao sempre più segmenao e differenziao. Uno dei plus valori consise nella capacià di sviluppare moori speciali finalizzai alle personali esigenze del cliene, riconosciua è la capacià di saper far frone a grandi e piccole serie. Ha al suo inerno un diparimeno ecnico in grado di progeare e sviluppare qualsiasi moore elerico a magnei permaneni e colleore, sia per correne coninua che alernaa. Inolre, Dagu possiede un avanzao laboraorio di sperimenazione e collaudo doao di un sisema di acquisizione dai informaizzao in grado di effeuare ess, prove di via e sress meccanico. E possibile richiedere prodoi con cerificazione UL e SA e cerificai di conformià e collaudo. Infine vana un assisenza aena e scrupolosa. Quesa è la concrea realà che sa alla base della qualià e dell affidabilià dei prodoi Dagu. Dagu propone La gamma di moori Dagu è in grado di dare rispose concree alle più specifiche e diversificae esigenze ed applicazioni. Di seguio sono riporae le caraerisiche e solo alcune delle applicazioni alle quali è rivola la produzione dei nosri prodoi: - Poenze da 30 a 2000 W per servizio coninuo o inermiene - Forme e dimensioni sandardizzae - Forme e dimensioni speciali - oori con diversi gradi di proezione, sagni ed aperi, non venilai e venilai - Filri EI ani disurbo radio (già di serie in moli moori) - Sensori di posizione, velocià sposameno ipo encoder ecc. monai a richiesa - Freni eleromagneici a richiesa - Riduori ad ingranaggi a richiesa - Disponibilià a sviluppare conrolli eleronici incorporai o separai 2

5 I moori e mooriduori Dagu rovano applicazione in moleplici seori ed uilizzi, ra i principali vanno evidenziai: - Nauica: verricelli per ancora, cenraline idrauliche, posizionameno vele, scooer marini; - acchine indusriali: macchine uensili, macchine auomaiche, robo, macchine essili, nasri rasporaori, confezionarici; - Auomaismi di aperura pore: cancelli elerici, pore auomaiche, ornelli, pore auomaiche di sicurezza, barriere; - Applicazioni ferroviarie: gradino, chiusura pore, scambi, compressori; - Roboica: movimenazione di robo; - Seore auomobilisico; - Piccoli paranchi a bordo camion; - Orienameno di pannelli solari; - acchine per la pulizia indusriale: moo spazzarici, lavasciuga; - arrozzine per disabili e veicoli elerici; - ooruoe; - oore di sicurezza; - Ascensori; - onacarichi; - arrelli elevaori; - oore con combinazione di riduore epicicloidale e vie senza fine; - ooriduori compai; - ooriduori epicicloidali; - oori e mooriduori, con freno, encoder e proezione ermica. applicazioni dei prodoi dagu 3

6 la scela del moore Riporiamo qui di seguio dei consigli uili per la scela dei moori. onviene il moore in c.c. a magnei permaneni: - Quando occorrono velocià diverse da quelle legae alla frequenza di ree - Quando occorre un alimenazione a baeria o accumulaore - Quando si ha bisogno di una elevaa coppia di spuno (Fig. 3) - Quando occorre variare la velocià senza ricorrere a cososa eleronica onviene il moore asincrono in c.a.: - Quando si possono uilizzare velocià fisse deerminae dalla ree di alimenazione, ad es. 2800, 1400, 950 ecc. giri al minuo - Quando si cerca una maggiore sabilià della velocià (Fig. 1) - Quando si può disporre di un inverer per variare con coninuià la velocià - Nei servizi gravosi, per ridurre la necessià di manuenzione ONFRONTO OTORI E A OTORE ASINRONO urve di coppia in funzione dei giri OTORE A ORRENTE ONTINUA Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3 ONFRONTO a a cosane di coppia kc Quando non vengono considerai i principi fisici segueni si può cadere in una scela impropria delle caraerisiche del moore e del disposiivo di alimenazione: Dagu è il parner ideale per realizzare il moore ben scelo. L orienameno si ha dalle valuazioni della coppia e della cosane di coppia Kc. Eguagliando le due espressioni della poenza uile PU del moore si ha: (1) (2) GRAFIO OSTANTE DI OPPIA E = Forza eleromorice indoa = Tensione a vuoo I = orrene assorbia in base al carico n 0 = Giri a correne zero n = Giri alla correne assorbia n = Giri a vuoo Fig. 4 si oiene se nella (3) pongo n = n 0 si può dire che E = ed essendo n 0 n si ha: La (4) mosra che aumenando la ensione di alimenazione e/o calando i giri, la cosane di coppia aumena per cui a parià di coppia uile (3) fornia all asse la correne assorbia dal moore diminuisce. La (4) mosra anche che la cosane di coppia è indipendene dalle dimensioni del moore. A pari Kc il moore più grande o poene è quello che può assorbire più correne senza danneggiarsi e quindi fornire più coppia all albero. Il grafico di Fig. 4 confrona moori di aglia diversa dove le curve raeggiae sono relaive alla poenza calcolaa con l espressione (1). (3) (4) 4

7 È imporane considerare anche il faore di forma Kf del disposiivo di alimenazione adoao. Infai se la correne che araversa il moore ha faore di forma maggiore di uno, il moore si surriscalda perché aumena la dissipazione. Inolre la via del moore si accorcia perché le spazzole, solleciae da una maggior correne isananea, si usurano maggiormene. La conseguenza è un declassameno di 1/Kf della poenza uile del moore come riporao in Fig. 5. Anche la velocià del moore viene sensibilmene Fig. 5 influenzaa e aumena con il crescere del faore di forma della ensione. Quindi nell acquisare un moore è imporane specificare qual è il ipo di alimenazione adoaa facendo riferimeno ai diagrammi esemplificaivi soosani: l alimenazione 1/2 ONDA Kf = 1.57 Diagramma A 1 ONDA Kf = 1.11 POLIFASE BATTERIA Kf = 1 ONDA PARZIALIZZATA Kf 1.11 Diagramma B Diagramma Diagramma D DIAGRAI Il servizio è la definizione del carico al quale la macchina è sooposa, inclusi (se applicabili) i periodi di avviameno, frenaura elerica, funzionameno a vuoo, riposo, nonché la loro duraa e la loro sequenza nel empo (EN ). Il servizio è definio con le sigle da S1 a S9. Illusriamo di seguio i ipi più usai: il servizio Servizio coninuo - Servizio S1 Funzionameno a carico cosane di duraa sufficiene al raggiungimeno dell equilibrio ermico (Fig. 6). Servizio di duraa limiaa - Servizio S2 Funzionameno a carico cosane per un periodo di empo deerminao, inferiore a quello richieso per raggiungere l equilibrio ermico, seguio da un periodo di riposo di duraa sufficiene a risabilire l uguaglianza fra la emperaura della macchina e quella del fluido di Fig. 7. L abbreviazione appropriaa è S2, seguia dall indicazione della duraa del servizio. Esempio: S2 60min. Servizio inermiene periodico - Servizio S3 Sequenza di cicli di funzionameno idenici, ciascuno comprendene un periodo di funzionameno a carico cosane e un periodo di riposo. In queso servizio il ciclo è ale che la correne d avviameno non influenza la sovra-emperaura in maniera significaiva (Fig. 8). L abbreviazione appropriaa è S3, seguia dall indicazione del rapporo di inermienza. Esempio: S3 25%. Relazioni ra S1 e S3 Un moore progeao per servizio coninuo S1 che dissipi durane il funzionameno nominale una poenza P1, può essere impiegao anche per servizio inermiene periodico S3 dissipando P3 purché i empi di funzionameno p e di ciclo Tc rispeino la relazione: Relazioni ra S1 e S2 Per uilizzare un moore progeao per S1 in servizio S2, chiedere a Dagu S.r.l. le curve di emperaura dello sesso. Fig. 6 Fig. 7 Fig. 8 P = arico Pv = Perdie eleriche Θ = Temperaure = Tempo p = Tempo di funzionameno a carico cosane Θ max = Temperaura max raggiuna R = Tempo di riposo Tc = Duraa del ciclo Rapporo di inermienza = p Tc 5 GRAFII DI SERIZIO

8 dinamica d avviameno o di frenaura A vole può ornare uile conoscere la dinamica d avviameno o frenaura del moore: Tempo di avviameno con alimenazione a correne cosane: dove: n i = i più ali giri del moore ai quali la correne è ancora cosane [min -1 ] I = correne cosane d alimenazione del moore [A] Kc = cosane di coppia del moore [Nm/A] J o = momeno d inerzia del moore più i momeni d inerzia aggiuni all albero moore [m 2 kg] (vedi ab. 6) Tempo d avviameno con alimenazione a ensione cosane si calcola con la cosane di empo τ: dove: R o = resisenza oale del moore compresa la resisenza della linea e dell alimenaore [Ω] J o = momeno d inerzia del moore più i momeni d inerzia aggiuni all albero moore [m 2 kg] (vedi ab. 6) L avviameno si complea dopo 3 5τ. elocià durane l avviameno: assa concenraa ilindro pieno ilindro cavo Inerzia ridoa all albero moore Jm m = massa [kg] r, R = raggi inerno ed eserno [m] Tab. 6 6

9 Dagu ha un diparimeno ecnico, a complea disposizione del cliene, per la realizzazione di nuovi progei; il diparimeno è munio di un sisema compuerizzao di acquisizione dai per effeuare prove al banco sui moori e per rilevare ui i parameri reali. Inolre nella sala prove possono essere effeuai i ess di via e sress meccanico sui moori e sui loro componeni. Dagu offre uo il supporo ecnico necessario per sviluppare soluzioni innovaive e soprauo per personalizzare il proprio prodoo. I moori Dagu, su richiesa, possono essere prodoi con maeriali rispondeni alla normaiva RoHS e possono essere cerificai UL. i nuovi progei TABELLA DEI PARAETRI OTORE: E AB123 TEPERATURA DI PROA [ ] OSTANTE DI OPPIA [Nm/A] TENSIONE GENERATORE [] RES. INT. GENERATORE RES. LINEAALI. [Ohm] NUERO DI POLI (2p) NUERO DI IE INTERNE (2a) RES. INDOTTO EFFETTIA (Ro) [Ohm] RES. DEL OTORE (Rm) [Ohm] GIRI A ORRENTE ZERO (n o ) [min -1 ] NUERO DI GIRI A UOTO (n ) [min -1 ] OPPIA IN. DI SPUNTO [Nm] RENDIENTO ASSIO (η) INDUTTANZA [mh] SIGNIFIATO SERIE / TIPO / NOE DEL OTORE emperaura a cui viene calcolao il moore coppia generaa in funzione della correne ensione dell alimenaore resisenza inerna del generaore resisenza della linea di alimenazione numero di poli del moore numero di vie inerne del moore resisenza dell indoo resisenza ai morsei del moore giri a correne zero (giri eorici) giri a vuoo coppia minima di spuno rendimeno massimo induanza del moore Nel diparimeno ecnico prendono via ui i nuovi progei che vengono sudiai da personale alamene specializzao e preparao. Si possono conoscere con precisione le curve caraerisiche dei moori ancora prima di produrli grazie al nosro foglio di calcolo, del quale il cliene può avere copia assieme agli evenuali grafici e disegni rasmessi con l offera. Il foglio di calcolo è uno srumeno maemaico araverso il quale si definiscono le caraerisiche del moore. Sulle colonne vengono riporai i segueni valori: x nx Ix Pux Pax ηx P ax Servizio % Nm min-1 A W W W T Dalla leura delle righe del foglio di calcolo si oengono le diverse condizioni di carico del moore, per esempio, la riga evidenziaa in giallo mosra alla coppia x = 0,690 i valori di nx, Ix, Pux, ec oppia (Ncm) Sulle colonne vengono riporai i segueni valori: x = coppia all albero moore alle diverse condizioni nx = velocià dell albero moore Ix = correne assorbia Pux = poenza uile all albero moore Pax = poenza elerica assorbia ηx = rendimeno del moore P = poenza dissipaa inernamene ax = ensione ai morsei del moore S% = servizio percenuale del moore con una differenza di emperaura T dall ambiene di lavoro 7

10 forme cosruive Le ipologie cosruive comunemene uilizzae sono indicae nei disegni. Su richiesa possono essere fornie ipologie cosruive diverse. oori con piedini oori con flangia fori di fissaggio passani oori con flangia fori di fissaggio fileai oori con piedini e flangia con fori di fissaggio passani oori con piedini e flangia con fori di fissaggio fileai oori con piedini senza scudo aneriore oori senza piedini e scudo aneriore 8

11 Nessun moore può essere messo in ensione prima che la macchina nella quale è incorporao sia saa giudicaa idonea e rispondene alle norme di sicurezza. Per non esporre a rischi gli operaori e a danni il macchinario, bisogna ener cono che la coppia d avviameno dei moori a.. e magnei permaneni è molo più ala della coppia nominale di lavoro. Quando si uilizzano moori elerici a correne coninua e colleore occorre eviare che le onde eleromagneiche a radio frequenza, irradiae o condoe dalla linea di alimenazione, inerferiscano con le apparecchiaure eleriche ed eleroniche della sessa o di alre macchine che possono evenualmene essere ineressae. L imballaggio del moore va avviao a raccola differenziaa in modo da garanirne il correo recupero e smalimeno dei maeriali di cui è composo. Il moore: - non può essere uilizzao in ambieni con gas, polveri infiammabili o esplosive; - deve essere insallao in un vano avene una adeguaa emperaura e venilazione, pulio ed asciuo; - se insallao all eserno o in ambieni umidi e/o corrosivi deve essere adeguaamene proeo; - deve essere alimenao alla ensione di arga del moore; - deve essere proeo da adeguai sisemi di sicurezza e di isolameno elerico al fine di prevenire sovraensioni agli avvolgimeni o all inero moore; - non deve avere le pari soggee a ensione direamene accessibili; - deve essere collegao a erra se e come prescrio dalle norme vigeni nel Paese di uilizzo; - deve avere i collegameni fai a regola d are, con le adeguae sezioni di filo, con i morsei accuraamene serrai ed isolando, ove occorra, i poli ra loro; - se alimenao con faore di forma maggiore di uno, la poenza deve essere ridoa in proporzione (dividendola per il faore di forma); - non deve subire shock e vibrazioni superiori a 0,5 m/s 2, perano esso va fissao e supporao adeguaamene al fine di eviare effei nocivi; - non deve essere alimenao all inserzione, nemmeno ransioriamene, con una correne superiore alla correne di smagneizzazione indicaa in arghea. iò danneggerebbe il moore in modo irreversibile; - se uilizzao per sosiuire un alro moore è necessario accerarsi della perfea corrispondenza delle caraerisiche e inercambiabilià per eviare danni alle persone o alla macchina; - durane l uso può raggiungere sull involucro eserno emperaure molo elevae che si manengono poi per lungo empo. Si raccomanda di proeggerlo conro i conai accidenali e usare prudenza nel occarlo per eviare usioni; - può non funzionare e il suo albero rimanere in folle o bloccao. Se il guaso compora rischi si dovranno prendere adeguae precauzioni; - deve manenere la emperaura degli avvolgimeni inferiore a 145 per i moori con desinazione UL e 155 per i moori con desinazione E. Tale emperaura degli avvolgimeni corrisponde a una emperaura della carcassa di 85/90 al di sopra della quale si dovranno fare opporuni accerameni; - non deve essere uilizzao come organo di sosegno o di vincolo per alre pari funzionali o di sicurezza. isruzioni generali per l insallazione e l uso di moori a correne coninua a colleore e a magnei permaneni 9

12 il grado di proezione Il grado di proezione viene espresso da una sigla formaa dalle leere IP seguie da due cifre che indicano la conformià alle condizioni riporae in abella 10. La prima cifra indica il grado di proezione fornio dall involucro conro la possibile penerazione di corpi solidi eserni. La seconda cifra indica il grado di proezione dell involucro conro gli effei dannosi dovui alla penerazione di acqua. Prima cifra caraerisica Seconda cifra caraerisica IP Denominazione IP Denominazione 0 acchina non proea 0 acchina non proea 1 Proea conro corpi solidi di dimensioni superiori a 50 mm 1 Proea conro la cadua vericale di gocce d'acqua 2 Proea conro corpi solidi di dimensioni superiori a 12 mm 2 Proea conro la cadua di gocce d'acqua con una inclinazione max di 15 3 Proea conro corpi solidi di dimensioni superiori a 2,5 mm 3 Proea conro la pioggia 4 Proea conro corpi solidi di dimensioni superiori a 1 mm 4 Proea conro gli spruzzi d'acqua 5 Proea conro la polvere 5 Proea conro i gei d acqua 6 Ermeicamene proea conro la polvere 6 Proea conro le ondae 7 Proea conro gli effei dell'immersione 8 Proea conro gli effei della sommersione Tab. 10 idenificazione del prodoo Di seguio riporiamo uno schema ed una legenda che hanno lo scopo di faciliare l inerpreazione dei codici che conraddisinguono i vari modelli di moori. E = oore Elerico RE = ooriduore Epicicloidale RI = ooriduore a Ingranaggi R = ooriduore ie senza fine SERIE TIPO NOE PRODOTTO TENSIONE GIRI POTENZA SERIZIO GRADO FORA PROTEZIONE OSTRUTTIA E AB min -1 50W S1 IP44 56B14 SERIE SERIE TIPO GRANDEZZA RAPPORTO NOE TENSIONE GIRI ALBERO OPPIA SERIZIO GRADO OTORIDUTTORE OTORE OTORE RIDUTTORE RIDUZIONE PRODOTTO USITA IN USITA PROTEZIONE RE AB min -1 20Nm S1 IP44 R AB min -1 20Nm S1 IP44 RI AB min -1 20Nm S1 IP44 1 0

13 Tipo n n n Pu K c J R erm Rm Ind Peso [] [min -1 ] [Nm] [W] [Nm/A] [kg.m 2 ] [ /W] [Ω] [mh] [Kg] SERIE E45 ersione non venilaa con grado di proezione IP a scela. Noa: i moori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. DIENSIONI DATI OTORE Disponibile su richiesa: file E Tipo D Forma SPE Forma 56B14 N P S O* d Q* E L N P S O* d Q* E L x x x x x x *su richiesa Forma speciale Forma 56B14 Forza assiale: 200 N Forza radiale: 300 N 1 1 DISEGNI TENII DIENSIONI

14 DIENSIONI DISEGNI TENII DIENSIONI DATI OTORE SERIE E56 ersione non venilaa con grado di proezione IP a scela. Noa: i moori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. Disponibile su richiesa: file E Forza assiale: 350 N Forza radiale: 350 N Tipo n n n Pu K c J R erm Rm Ind Peso [] [min -1 ] [Nm] [W] [Nm/A] [kg.m 2 ] [ /W] [Ω] [mh] [Kg] Tipo D Forma 56B14 Forma 56B5 N P S O* d Q E L N P S O* d Q E L x x x x x x x x x x Tipo D Forma 63B14 Forma 63B5 N P S O* d Q E L N P S O* d Q E L x x x x x x x x x x *su richiesa 1 2 Forma B14 Forma B5

15 Tipo n n n Pu K c J R erm Rm Ind Peso [] [min -1 ] [Nm] [W] [Nm/A] [kg.m 2 ] [ /W] [Ω] [mh] [Kg] SERIE E63 ersione non venilaa con grado di proezione IP a scela. Noa: i moori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. Forza assiale: 350 N Forza radiale: 400 N Tipo D Forma 63B14 Forma 63B5 N P S O* d Q E L N P S O* d Q E L x x x x x x x x Tipo D Forma 71B14 Forma 71B5 N P S O* d Q E L N P S O* d Q E L x x x x x x x x *su richiesa DISEGNI TENII Disponibile su richiesa: file E DIENSIONI DIENSIONI DATI OTORE Forma B5 Forma B14 1 3

16 DIENSIONI DATI OTORE SERIE E71 ersione non venilaa con grado di proezione IP a scela. Noa: i moori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. Tipo n n n Pu K c J R erm Rm Ind Peso [] [min -1 ] [Nm] [W] [Nm/A] [kg.m 2 ] [ /W] [Ω] [mh] [Kg] Tipo D d E O* Q Forma 71B14 Forma 71B5 Forma 71B3** N P S L N P S L H A B S AB BB H L x x x x *su richiesa ** si può avere anche con la forma B3/B5 e B3/B14 Forza assiale: 500 N Forza radiale: 600 N Forma B14 DISEGNI TENII Disponibile su richiesa: file E Forma B5 Forma B3

17 Tipo n n n Pu K c J R erm Rm Ind Peso [] [min -1 ] [Nm] [W] [Nm/A] [kg.m 2 ] [ /W] [Ω] [mh] [Kg] SERIE E71 ersione venilaa con grado di proezione IP 20. Noa: i moori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. Tipo D d E O* Q Forma 71B14 Forma 71B5 Forma 71B3** N P S L N P S L H A B S AB BB H L x x x x *su richiesa ** si può avere anche con la forma B3/B5 e B3/B14 DIENSIONI DATI OTORE Forma B14 DISEGNI TENII Disponibile su richiesa: file E Forza assiale: 500 N Forza radiale: 600 N Forma B5 Forma B3 1 5

18 DIENSIONI DATI OTORE SERIE RI ersione venilaa ersione non venilaa con grado di proezione IP a scela. Noa: i mooriduori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. Tipo n i η n* Pu* J Peso [] [min-1] [W] [Kg.m2] [Kg] 12 dc dc dc dc /0.2 5/10/ /115 ac ac dc 24 dc 600 5/10/ /115 ac ac 0.1/ /115 ac ac * Personalizzabile Tipo D N P S O* Q* d j6* F* K* * A B L x8 8x22 4x4x x8 8x22 4x4x x8 8x22 4x4x x8 8x22 4x4x * Personalizzabile DISEGNI TENII 1 6

19 Grandezza Sadi i η n S1 n S2 nmax Fa Fr Peso riduore [Nm] [Nm] enraa [N] [N] riduore [min -1 ] [Kg] RE RE SERIE RE ersione con grado di proezione IP a scela. RE RE RE RE RE RE RE RE RE *su richiesa c è la versione 60 mm **vedi caraerisiche serie moori Noa: i mooriduori sono disponibili su ordinazione. I dai riporai nelle abelle sono orienaivi e calcolai a 20. L ambiene di lavoro ipoizzao è venilao con emperaura compresa ra 0 e 25. Dagu S.r.l. si riserva la possibilià di modificare le schede in qualsiasi momeno, senza alcun obbligo di preavviso. È possibile richiedere moori con velocià, ensioni e campi di emperaure diversi da quelli riporai. Tipo N P d h7 S O Q F K G L-E moore RE x8 4x8 4x4x E40/45/56** RE x8 4x8 4x4x E40/45/56** RE x8 4x8 4x4x E40/45/56** RE * 14 5x8 5x8 5x5x E45/56** RE * 14 5x8 5x8 5x5x E45/56** RE * 14 5x8 5x8 5x5x E45/56** RE x10 6x12 6x6x E56/63** RE x10 6x12 6x6x E56/63** RE x10 6x12 6x6x E56/63** RE x17 8x16 8x7x E63/71** RE x17 8x16 8x7x E63/71** DIENSIONI DATI OTORE DISEGNI TENII 1 7

20 drivers hfr 1d Il conrollo eleronico unidirezionale HFR 1D ad ala frequenza e recupero di energia si inserisce nella nuova gamma di conrolli a mosfe. osruia per moori a magnee permanene, quesa apparecchiaura rispea le normaive di sicurezza vigeni per applicazioni su veicoli a marchio E e viene fornia in una vasa gamma di poenze (da 60A a 150A). Il regolaore di accelerazione permee al moore il raggiungimeno della velocià massima in maniera graduale ed omogenea. Il limiaore di correne consene di limiare a piacere la correne massima al moore. Queso ipo di apparecchiaura prevede una frenaura di ipo rigeneraivo variabile enro un valore massimo prefissao a richiesa. ARATTERISTIHE TENIHE - Limiaore della correne massima applicaa al moore preseabile. - Sisema di frenaura a recupero che inerviene in decelerazione e a rilascio. - Limiaore della correne massima di frenaura preseabile. - Regolazione con poenziomero da 5K o 10K collegao a 3 fili. - Regolazione con poenziomero collegao a 2 fili con angolo di regolazione a richiesa. - Proezione oale conro l inversione di polarià di baeria ramie relè di linea inerno. - Proezione conro il coro circuio dei mos. - Proezione conro un evenuale roura del poenziomero. - Inerveno di blocco di sicurezza quando all accensione il poenziomero non è a 0. - Riprisino del blocco porando il poenziomero a 0. SPEIFIHE TENIHE Tensione nominale di esercizio ariazione di alimenazione ammessa % Frequenza operaiva 18Khz Temperaura di funzionameno Umidià relaiva a 25 90% Inerveno limiaore ermico 80 Tensione massima erogaa a 12 b 94% Tensione massima erogaa a 36 b 98% Peso 500 g ODELLI Taglia orrene di orrene erogaa orrene spuno per 1 min unioraria 60 A 60 A 55 A 21 A 90 A 90 A 81 A 32 A 120 A 120 A 110 A 42 A 150 A 150 A 135 A 53 A 1 8

RIDUTTORI EPICICLOIDALI A GIOCO RIDOTTO Accoppiamento a motori brushless, cc e standard IEC/NEMA

RIDUTTORI EPICICLOIDALI A GIOCO RIDOTTO Accoppiamento a motori brushless, cc e standard IEC/NEMA RG RIDUTTORI EPICICLOIDALI A GIOCO RIDOTTO Accoppiameno a moori brushless, cc e sandard IEC/NEMA Riduori epicicloidali RG Descrizione Carcassa monoliica in acciaio bonificao con predisposizione modulare

Dettagli

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo 1 Raddrizzaore - Generalià I circuii raddrizzaori uilizzano componeni come i Diodi che presenano la caraerisica di unidirezionalià, cioè permeono il passaggio della correne solo in un verso. In figura

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli FOCUS TECNICO IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMIANTI IDROSANITARI asi d espansione e accumuli RODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA Due sono i sisemi normalmene uilizzai per produrre acqua calda saniaria: quello

Dettagli

Motori elettrici per la trazione veicolare. Vincenzo Di Dio

Motori elettrici per la trazione veicolare. Vincenzo Di Dio Moori elerici per la razione veicolare Vincenzo Di Dio Tipologie di moori elerici uilizzai per la razione veicolare Moori a correne coninua Moori a correne alernaa Sincroni Asincroni Correni eleriche e

Dettagli

SENTRON. Sistema per il controllo dell'isolamento negli ambienti medico-ospedalieri. Controllori, pannelli di test e di segnalazione

SENTRON. Sistema per il controllo dell'isolamento negli ambienti medico-ospedalieri. Controllori, pannelli di test e di segnalazione SENTRON Apparecchi modulari e fusibili BT Sisema per il conrollo dell'isolameno negli ambieni medico-ospedalieri Conrollori, pannelli di es e di segnalazione Nelle sale operaorie degli ambieni ospedalieri,

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE Isruzioni e manuenzione nuovo grado +, con poraa maggioraa del 5% rispeo al radizionale grado ; allungameno minimo a roura

Dettagli

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica ar. 64686 olla ad elica cicilindrica Eserciazione n 9 In figura è rappresenao un basameno sospeso anivibrane di una macchina nella quale viene originaa una forza perurbane alernaa sinusoidale di inensià

Dettagli

ELENCO FILTRI DI USCITA INVERTER. Prodotti considerati:

ELENCO FILTRI DI USCITA INVERTER. Prodotti considerati: Moori, azionameni, accessori e servizi per l'auomazione EENCO FITRI DI USCITA INVERTER PER A RIDUZIONE DE dv/dt della ensione di uscia ( riduzione della ensione di modo comune e differenziale) Prodoi considerai:

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI Prof. Ing. R. M. Poro A cura della TELECOMUNICAZIONI Con il ermine elecomunicazioni

Dettagli

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO Sergio Rech Diparimeno di Ingegneria Indusriale Universià di Padova Mercai energeici e meodi quaniaivi: un pone ra Universià

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

enerbuild Costruzioni civili ed industriali Sistemi di copertura tetti gruppo ANAFGROUP

enerbuild Costruzioni civili ed industriali Sistemi di copertura tetti gruppo ANAFGROUP La casa è il bene rifugio per eccellenza, la sicurezza, l eredià da lasciare ai figli. Cosruzioni civili ed indusriali La casa, nuova da cosruire o vecchia da risruurare... La sruura indusriale, prefabbricaa

Dettagli

Un po di teoria. cos è un condensatore?

Un po di teoria. cos è un condensatore? Sudio sperimenale del processo di carica e scarica di un condensaore cos è un condensaore? Un po di eoria Un condensaore è un sisema di due conduori affacciai, dei armaure, separai da un isolane. Esso

Dettagli

L ambiente prima di tutto

L ambiente prima di tutto ambiene prima di uo CATAOGO AMPAE ambiene prima di uo a ireiva Europea (2005/32/CE) viea da Seembre 2009 la prima iissione sul mercao di lampade ad elevao consumo energeico per uso domesico. a decisione

Dettagli

Adottando il metodo più corretto (in riferimento al Manuale di Meccanica, Hoepli) verificare la resistenza strutturale del dente.

Adottando il metodo più corretto (in riferimento al Manuale di Meccanica, Hoepli) verificare la resistenza strutturale del dente. 1) Risolvere i segueni due esercizi (empo assegnao 2h) a) Un riduore cosiuio da una coppia di ruoe nae a ni drii a proporzionameno normale ve rasmeere una poenza di 5kW. Inolre si hanno i segueni dai:

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

Fisica Generale Modulo di Fisica II A.A. 2014-15 Esercitazione 7 CIRCUITI IN REGIME SINUSOIDALE

Fisica Generale Modulo di Fisica II A.A. 2014-15 Esercitazione 7 CIRCUITI IN REGIME SINUSOIDALE Fisica Generale Modulo di Fisica II A.A. 4-5 Eserciazione 7 CICUII IN EGIME SINUSOIDALE Fa. Un generaore di correne alernaa con volaggio massimo di 4 e frequenza di 5 Hz è collegao a una resisenza 65 Ω.

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

GENERALITA SULLE MACCHINE ELETTRICHE

GENERALITA SULLE MACCHINE ELETTRICHE GENERALITA SULLE MACCHINE ELETTRICHE Una macchina è un organo che assorbe energia di un deerminao ipo e la rasforma in energia di un alro ipo. Energia in Energia in MACCHINA ingresso uscia Energia dispersa

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità Economia e gesione delle imprese - 07 Obieivi: Descrivere i processi operaivi della gesione finanziaria nel coneso aziendale. Analizzare le decisioni di invesimeno. Analizzare le decisioni di finanziameno.

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Manuale d uso. easy / easy compact / easy split. termostati elettronici digitali con controllo di defrost

Manuale d uso. easy / easy compact / easy split. termostati elettronici digitali con controllo di defrost easy / easy compac / easy spli ermosai eleronici digiali con conrollo di defros Manuale d uso NO POWER & SIGNAL CABLES TOGETHER READ CAREFULLY IN THE TEXT! Inegraed Conrol Soluions & Energy Savings AVVERTENZE

Dettagli

Telecontrollo via internet del processo SBR con tecniche di intelligenza artificiale

Telecontrollo via internet del processo SBR con tecniche di intelligenza artificiale Universià degli Sudi di Firenze Facolà di Ingegneria Tesi di laurea magisrale in Ingegneria per l'ambiene e il Terriorio 20 Aprile 2006 Teleconrollo via inerne del processo SBR con ecniche di inelligenza

Dettagli

Regolatori switching

Regolatori switching 2 A4 Regolaori swiching I regolaori di ensione lineari hanno il grave difeo di non consenire il raggiungimeno di valori di efficienza paricolarmene elevai. Infai, in quese archieure gli elemeni di regolazione

Dettagli

Giorgio Porcu. Appunti di SISTEMI. ITI Elettronica Classe QUINTA

Giorgio Porcu. Appunti di SISTEMI. ITI Elettronica Classe QUINTA Giorgio Porcu Appuni di SSTEM T Eleronica lasse QUNTA Appuni di SSTEM T Eleronica - lasse QUNTA 1. TEORA DE SSTEM SSTEMA ollezione di elemeni che ineragiscono per realizzare un obieivo. l ermine è applicabile

Dettagli

del segnale elettrico trifase

del segnale elettrico trifase Rappresenazione del segnale elerico rifase Gli analizzaori di poenza e di energia Qualisar+ consenono di visualizzare isananeamene le caraerisiche di una ree elerica rifase. Rappresenazione emporale I

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

Sistemi di drenaggio urbano. Prof. Antonino Cancelliere. I sistemi di drenaggio urbano

Sistemi di drenaggio urbano. Prof. Antonino Cancelliere. I sistemi di drenaggio urbano Corso di Proezione Idraulica del Terriorio Sisemi di drenaggio urbano Prof. Anonino Cancelliere Diparimeno di Ingegneria Civile e Ambienale Universià di Caania acance@dica.unic.i 095 7382718 I sisemi di

Dettagli

Collegamento elettrico

Collegamento elettrico Dai ecnici e descrizione ecnica RKR 3B Pellicole + Lasre di vero Foocellula a riflessione Disegno quoao i 08-2012/06 50105367 1 khz 0 1,8m 10-30 V DC A 2 LS Foocellula a riflessione con luce rossa visibile

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Universià di isa - olo della Logisica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sisemi Logisici Anno Accademico: 03/4 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docene: Marino Lupi

Dettagli

IL RISCALDAMENTO DELLE MACCHINE ELETTRICHE

IL RISCALDAMENTO DELLE MACCHINE ELETTRICHE IL RISCALDAMENO DELLE MACCHINE ELERICHE Lezione 3: Riscaldameno delle macchine eleriche Fenomeni ransiori ransiorio elerico i IL RIS SCALDAM moore e m carico secondi 10-4 10-1 10-3 10 ω Θ e m ransiorio

Dettagli

MACCHINE ELETTRICHE. Campo rotante. Stefano Pastore. Dipartimento di Ingegneria e Architettura Corso di Elettrotecnica (IN 043) a.a.

MACCHINE ELETTRICHE. Campo rotante. Stefano Pastore. Dipartimento di Ingegneria e Architettura Corso di Elettrotecnica (IN 043) a.a. MACCINE ELETTRICE Campo roane Sefano Pasore Diparimeno di Ingegneria e Archieura Corso di Eleroecnica (IN 043) a.a. 01-13 Inroduzione campo magneico con inensià ane che ruoa aorno ad un asse con velocià

Dettagli

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management La vischiosià dei deposii a visa durane la recene crisi finanziaria: implicazioni in una prospeiva di risk managemen Igor Gianfrancesco Camillo Gilibero 31/01/1999 31/07/1999 31/01/2000 31/07/2000 31/01/2001

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 01

Economia e gestione delle imprese - 01 Economia e gesione delle imprese - 01 L impresa come organizzazione che crea valore Leve di creazione di ricchezza e responsabilià sociale Prima pare : L impresa che crea valore 1. L impresa 2. L evoluzione

Dettagli

Azionamenti Elettrici

Azionamenti Elettrici Azionameni Elerici 2.4. CONVERTITORI DC/DC... 33 2.4.1. Conrollo dei converiori DC/DC... 33 2.4.2. FullBridge converer (DC/DC)... 34 2.4.2.1. PWM con commuazione di ensione bipolare...35 2.4.2.2. PWM con

Dettagli

Si analizza la lavorazione attuale per ricavare dati sulla durata utensile. A questo scopo si utilizza la legge di Taylor:

Si analizza la lavorazione attuale per ricavare dati sulla durata utensile. A questo scopo si utilizza la legge di Taylor: Esercizio D2.1 Torniura cilindrica eserna Un ornio parallelo è arezzao con uensili in carburo e viene uilizzao per la sgrossaura di barre in C40 da Φ 32 a Φ 28. Con un rapporo di velocià corrispondene

Dettagli

CAPITOLO I GENERALITA SUL SISTEMA ELETTRICO PER L ENERGIA

CAPITOLO I GENERALITA SUL SISTEMA ELETTRICO PER L ENERGIA CAPITOLO I GENERALITA SUL SISTEMA ELETTRICO PER L ENERGIA 1. Inroduzione Il rasferimeno dell energia elerica dai luoghi in cui viene prodoa a quelli in cui viene uilizzaa avviene, salvo casi paricolari,

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO Lo sudio delle poliiche economiche con il modello IS-LM permee di analizzare gli effei di breve periodo delle decisioni di poliica fiscale e monearia del governo.

Dettagli

Lezione 15. Lezione 15. ADC di tipo Flash. ADC di tipo Flash. ADC di tipo Flash. ADC di tipo Flash. Sommario. Materiale di riferimento

Lezione 15. Lezione 15. ADC di tipo Flash. ADC di tipo Flash. ADC di tipo Flash. ADC di tipo Flash. Sommario. Materiale di riferimento Sommario Lezione 15 Converiore di ipo Flash Converiore a gradinaa Converiore a rampa Converiore ad approssimazioni successive (SA) Converiore di ipo SigmaDela Esempi di converiori preseni a bordo di mc

Dettagli

EFG 213-320. Istruzioni di funzionamento 09.09 - 03.13

EFG 213-320. Istruzioni di funzionamento 09.09 - 03.13 EFG 213-320 09.09 - Isruzioni di funzionameno 51151919 03.13 I EFG 213 EFG 215 EFG 216k EFG 216 EFG 218k EFG 218 EFG 220 EFG 316k EFG 316 EFG 318k EFG 318 EFG 320 Dichiarazione di conformià Jungheinrich

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneria Aerospaziale Fisica Sperimentale A+B - I Appello 16 Luglio 2007

POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneria Aerospaziale Fisica Sperimentale A+B - I Appello 16 Luglio 2007 POLIECNICO DI ILNO IV FCOLÀ Ingegneria erospaziale Fisica Sperimenale + - I ppello 6 Luglio 007 Giusificare le rispose e scriere in modo chiaro e leggibile. Sosiuire i alori numerici solo alla fine, dopo

Dettagli

Preparare l ambiente di posa in opera

Preparare l ambiente di posa in opera Preparare l ambiene di posa in opera Prima della posa in opera, il parque deve essere conservao in ambieni asciui, con imballo inegro e chiuso, proeo da evenuali influenze dell'ambiene eserno che porebbero

Dettagli

Terminologia relativa agli aggregati

Terminologia relativa agli aggregati N. 17 I/10 Terminologia relaiva agli aggregai Schede ecniche Edilizia Genio civile 1 Presupposi Con l'inroduzione delle Norme europee (EN) riguardani gli aggregai, la erminologia finora uilizzaa è saa

Dettagli

GESTIONE AMBIENTALE VERIFICATA Reg.n.IT - 001081 DICHIARAZIONE AMBIENTALE CENTRALE ALBAPOWER

GESTIONE AMBIENTALE VERIFICATA Reg.n.IT - 001081 DICHIARAZIONE AMBIENTALE CENTRALE ALBAPOWER GESTIONE AMBIENTALE VERIFICATA Reg.n.IT - 001081 DICHIARAZIONE AMBIENTALE CENTRALE ALBAPOWER ANNO Dichiarazione Ambienale Cenrale AlbaPower DICHIARAZIONE DI APPROVAZIONE Cenrale di Alba ALBAPOWER S.p.A.

Dettagli

USO DELL OSCILLOSCOPIO

USO DELL OSCILLOSCOPIO Con la collaborazione dell alunno Carlo Federico della classe IV sez. A Indirizzo Informaica Sperimenazione ABACUS Dell Isiuo Tecnico Indusriale Saele A. Monaco di Cosenza Anno scolasico 009-010 Prof.

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE Caraerisiche ecniche dell iniziaiva iniziaiva Sede legale e operaiva Inizio aivià Forma ecnica Finalià Plafond Imporo Duraa Tipologia garanzia Piemone Micro, piccole e medie

Dettagli

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere DIPRTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Modello di Solow (1) 1 a. a. 2015-2016 ppuni dalle lezioni. Uso riservao Maurizio Zenezini Consideriamo un economia (chiusa e senza inerveno dello sao) in cui viene prodoo

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

ingegneriadel sole soluzioni per un futuro ecosostenibile www.ingegneriadelsole.it

ingegneriadel sole soluzioni per un futuro ecosostenibile www.ingegneriadelsole.it ingegneriadel sole soluzioni per un fuuro ecososenibile soluzioni per un fuuro ecososenibile www.ingegneriadelsole.i / PROFILO AZIENDALE / CO MPA NYPROFILE In un coneso di sigle che cambiano, un puno fermo

Dettagli

EFG 535-550. Istruzioni di funzionamento 10.09 - 04.13 EFG 535 EFG 540 EFG 545 EFG 550

EFG 535-550. Istruzioni di funzionamento 10.09 - 04.13 EFG 535 EFG 540 EFG 545 EFG 550 EFG 535-550 10.09 - Isruzioni di funzionameno 51151565 04.13 EFG 535 EFG 540 EFG 545 EFG 550 I Dichiarazione di conformià Jungheinrich AG, Am Sadrand 35, D-22047 Amburgo Il Cosruore oppure il suo rappresenane

Dettagli

OGGETTO. CIRCOSCRIZIONE 1 Autorimesse - Gestione Automezzi - Via Perrone, 3 e 5 Magazzini - Gestione Verde - Via Valfrè, 8

OGGETTO. CIRCOSCRIZIONE 1 Autorimesse - Gestione Automezzi - Via Perrone, 3 e 5 Magazzini - Gestione Verde - Via Valfrè, 8 OGGETTO Cosiuiscono oggeo della presene relazione descriiva i lavori di manuenzione ordinaria da eseguirsi negli edifici di compeenza del Seore Gesione Auomezzi - Magazzini ed Auorimesse. Gli immobili

Dettagli

Analisi dei guasti a terra nei sistemi MT a neutro isolato e neutro compensato

Analisi dei guasti a terra nei sistemi MT a neutro isolato e neutro compensato Analisi dei uasi a erra nei sisemi MT a neuro isolao e neuro compensao - Problemaiche inereni alle proezioni 5N e 67N - A cura di: n. laudio iucciarelli n. Marco iucciarelli . nroduzione Di seuio viene

Dettagli

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO Nel dominio del empo le variabili sono esaminae secondo la loro evoluzione emporale. Normalmene si esamina la risposa del sisema a un segnale di prova canonico, cioè si sollecia

Dettagli

FONDAMENTI DIINFORMATICA LA MEMORIA. Lezione n. 13

FONDAMENTI DIINFORMATICA LA MEMORIA. Lezione n. 13 FONDAMENTI DIINFORMATICA Lezione n. 13 MEMORIE VLSI, MEMORIE MAGNETICHE EVOLUZIONE, COSTI, CAPACITÀ, PRESTAZIONI PRINCIPIO DI LOCALITÀ CONCETTI DI BASE E TECNOLOGIA DELLE MEMORIE DEFINIZIONE DI HIT RATIO

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

Automazione Industriale AA 2002-2003 Prof. Luca Ferrarini

Automazione Industriale AA 2002-2003 Prof. Luca Ferrarini Auomazione Indusriale AA 2002-2003 Prof. Luca Ferrarini Laboraorio 1 Obieivi dell eserciazione Sviluppare modelli per la realizzazione di funzioni di auomazione Comprensione e uilizzo di Ladder Diagrams

Dettagli

Volvo Construction Equipment ESCAVATORI

Volvo Construction Equipment ESCAVATORI Volvo Consrucion Equipen ESCAVATORI POTENZA, PROTEZIONE E REDDITIVITÀ SOTTO CONTROLLO. Alla fine, quello che cona è l affidabilià giorno dopo giorno. L affidabilià auena la reddiivià e peree alla vosra

Dettagli

DD44 41 350/110 ID ELETTROVALVOLA DI COMMUTAZIONE IN CORRENTE CONTINUA - SERIE 50 IN CORRENTE ALTERNATA - SERIE 62. Q max 75 l/min

DD44 41 350/110 ID ELETTROVALVOLA DI COMMUTAZIONE IN CORRENTE CONTINUA - SERIE 50 IN CORRENTE ALTERNATA - SERIE 62. Q max 75 l/min 1 50/110 ID DD ELEROVALVOLA DI COMMUAZIONE IN CORRENE CONINUA - SERIE 50 IN CORRENE ALERNAA - SERIE 62 VERSIONE MODULARE ISO 01-05 (CEOP 05) p max 280 bar Q max l/min PIANO DI POSA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENO

Dettagli

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZNAR INTERBANCA 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR 250.000.000 Ar. 1 - TITOLI Il presio obbligazionario Inerbanca 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

GIUNTI, INNESTI, FRIZIONI, FRENI

GIUNTI, INNESTI, FRIZIONI, FRENI pro. Ing. Nazzareno Corigliano PAG. 1 GIUNTI, INNESTI, FRIZIONI, FRENI GENERALITÀ Il collegeno e quindi la rasmissione del moo ra due alberi può essere realizzao in modo permanene con i GIUNTI o in modo

Dettagli

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valuazione degli invesimeni 9 1-2 Argomeni raai Coso del capiale aziendale e di progeo Misura del bea Coso del capiale e imprese diversificae Rischio e flusso di

Dettagli

Apertura nei Mercati Finanziari

Apertura nei Mercati Finanziari Lezione 20 (BAG cap. 6.2, 6.4-6.5 e 18.5-18.6) La poliica economica in economia apera Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Aperura nei Mercai Finanziari 1) Gli invesiori possono

Dettagli

Modulo. Muri di sostegno

Modulo. Muri di sostegno odulo uri di sosegno. - Generalià sui muri di sosegno pag.. Azioni saice sul muro pag. 5. Azioni provocae dal sisma pag. 7.4 - Verifice pag..4. - Verifice del complesso muro + fondazione pag. 4.4. - Verifica

Dettagli

Raccolta e Trasporto Rifiuti e Piattaforma ecologica di Via Goltara (BG) Dichiarazione Ambientale Aggiornamento 2014

Raccolta e Trasporto Rifiuti e Piattaforma ecologica di Via Goltara (BG) Dichiarazione Ambientale Aggiornamento 2014 1611 Raccola e Trasporo Rifiui e Piaaforma ecologica di Via Golara (BG) Dichiarazione Ambienale Aggiornameno 214 1 Raccola e Trasporo Rifiui e Piaaforma ecologica di Via Golara (BG) Dichiarazione Ambienale

Dettagli

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

Si trova all interno dell unità centrale e su di essa sono montati la maggior parte dei dispositivi che compongono il PC.

Si trova all interno dell unità centrale e su di essa sono montati la maggior parte dei dispositivi che compongono il PC. 2008-10-07 - pagina 1 di 9 PC Deskop Il PC da scrivania in una configurazione minima è cosiuio da: Unià cenrale con unià di memorizzazione ed elaborazione Tasiera Mouse Monior Unià cenrale Nell unià cenrale

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO SIMULAZIONE DELLA II PROVA A.S. 014-15 Indirizzo: SCIENTIFICO Tema di: MATEMATICA 1 Nome del candidao Classe Il candidao risolva uno dei due problemi; il problema da

Dettagli

Controllo di processo e automazione

Controllo di processo e automazione 6.5 Conrollo di processo e auomazione 6.5. Inroduzione L auomazione e il conrollo di processo sono essenziali per il funzionameno sicuro e reddiizio degli impiani perolchimici e di raffinazione. Di seguio

Dettagli

Raccolta e Trasporto Rifiuti e Piattaforma ecologica di Via Goltara (BG)

Raccolta e Trasporto Rifiuti e Piattaforma ecologica di Via Goltara (BG) Raccola e Trasporo Rifiui e Piaaforma ecologica di Via Golara (BG) Dichiarazione Ambienale Aggiornameno www.apricaspa.i Leera del Rappresenane della Direzione Il presene documeno cosiuisce l aggiornameno

Dettagli

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1 La programmazione aggregaa nella supply chain La programmazione aggregaa nella supply chain 1 Linea guida Il ruolo della programmazione aggregaa nella supply chain Il problema della programmazione aggregaa

Dettagli

Inserti grip di precisione. con effetto staffante. penetrazione controllata. t= profondità di. Quota teorica da spigolo a spigolo

Inserti grip di precisione. con effetto staffante. penetrazione controllata. t= profondità di. Quota teorica da spigolo a spigolo Ialienisch Englisch G14 + G25 G14 + G25 Inseri grip di precisione con effeo saffane Caraerisiche degli inseri serie G Gli inseri di presa serie G sono doai di una superficie di arreso in grado di limiare

Dettagli

Analisi e valutazione degli investimenti

Analisi e valutazione degli investimenti Analisi e valuazione degli invesimeni Indice del modulo L analisi degli invesimeni e conceo di invesimeno Il valore finanziario del empo e aualizzazione Capializzazione e aualizzazione Il coso opporunià

Dettagli

Regime dinamico nel dominio del tempo

Regime dinamico nel dominio del tempo egime dinamico nel dominio del empo Appuni a cura dell Ingg. Basoccu Gian Piero e Marras Luca Tuors del corso di LTTOTNIA per meccanici e chimici A. A 3/4 e 4/5 Ulimo aggiornameno // Appuni a cura degli

Dettagli

MISURE DI SPOSTAMENTO

MISURE DI SPOSTAMENTO ESTENSOMETRO F A MISURE DI SPOSTAMENTO L F ISTA A - A A 1 esensimeri 2 Misure di sposameno : - lineare - angolare Misure di sposameno : - Quasi saiche (allineameno di un roore con comparaori) - Tempovariani

Dettagli

Panoramica Motori trifase, motori trifase con freno

Panoramica Motori trifase, motori trifase con freno Panoramica oori rifase, moori rifase oori rifase oori rifase oori rifase sanarizzai (asincroni) Nmero i iri a voo ~ min 1 (ari s richiesa) 0/0 V Δ Hz, S1 e/o S3%, ISO F oori rifase: IP oori rifase : IP

Dettagli

SACE Emax 2. Interruttori automatici aperti di bassa tensione Emax E1.2-E2.2-E4.2-E6.2

SACE Emax 2. Interruttori automatici aperti di bassa tensione Emax E1.2-E2.2-E4.2-E6.2 DOC. N 1SDH001316R0001 - L8843 SACE Emax 2 Inerruori auomaici aperi di bassa ensione Emax E1.2-E2.2-E4.2-E6.2 Isruzioni di uilizzo sganciaori di proezione Ekip Touch e Accessori. 2 2014 ABB 1SDH001316R0001

Dettagli

CI/SfB Xt6. Lugli 2013 (Versione 3) Sistema di tiranti e compressione per l Industria delle Costruzioni ETA-06/0146 EN 1090-1

CI/SfB Xt6. Lugli 2013 (Versione 3) Sistema di tiranti e compressione per l Industria delle Costruzioni ETA-06/0146 EN 1090-1 CI/SfB X6 Lugli 2013 (Versione 3) Sisema di irani e compressione per l Indusria delle Cosruzioni ETA-06/0146 EN 1090-1 2 Ancon progea e fabbrica prodoi in acciaio per l indusria edile. Araverso coninui

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Aricolo 1 Scela del conraene La Provincia di Pisa inende procedere all espleameno

Dettagli

DFG / TFG 425s - 435s

DFG / TFG 425s - 435s DFG / TFG 425s - 435s 04.11 - Isruzioni di funzionameno 51209069 03.13 I DFG 425s DFG 430s DFG 435s TFG 425s TFG 430s TFG 435s Dichiarazione di conformià Jungheinrich AG, Am Sadrand 35, D-22047 Amburgo

Dettagli

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DCO 29/11 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE TARIFFE PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 20 2015 INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti:

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti: Analisi degli Invesimeni Obieivo: Sviluppare una meodologia di analisi per valuare la convenienza economica di un nuovo invesimeno, enendo cono di alcuni faori rilevani: 1. Dimensione emporale. 2. Grado

Dettagli

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio Economia Indusriale Capiolo 7 Differenziazione di prodoo e qualià in monopolio Beoni Michela Gallizioli Giorgio Gaverina Alessandra Rai Nicola Signori Andrea AGENDA Concei di differenziazione vericale

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoli Parenope Facolà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elerice docene: Prof. Vio Pascazio a Lezione: 7/04/003 Sommario Caraerizzazione energeica di processi aleaori Processi aleaori nel

Dettagli

l M DA 03/09/07 Termonovela in 17 puntate

l M DA 03/09/07 Termonovela in 17 puntate a e i a d l a c e n e l o i a z a M s n? e o d n n a o s c n e d n o c e s ì S 1 ermonovela in 17 puntate DAI ERMODINAMICI RELAIVI ALLA CONDENSAZIONE BRUCIANDO 1 m3 DI GAS SI OIENE: 8127 Kcal + 1,55 Kg

Dettagli

C R CARICO. Fig. 2.1 - Sistema meccanico

C R CARICO. Fig. 2.1 - Sistema meccanico 2 DINAMIA DEL SISTEMA MOTOE AIO 2. Equazione di equilibrio meccanico Nel caso di movimeno roaorio, che rappresena il caso più comune nel campo degli azionameni elerici, il moore ed il relaivo carico azionao

Dettagli

6.1 VALUTAZIONI GENERALI

6.1 VALUTAZIONI GENERALI Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra 6 SCENARI DI PIANO 6.1 VALUTAZIONI GENERALI Le azioni di risanameno dovranno garanire il rispeo dei limii in ue le zone

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

La volatilità delle attività finanziarie

La volatilità delle attività finanziarie 4.30 4.5 4.0 4.5 4.0 4.05 4.00 3.95 3.90 3.85 3.80 3.75 3.70 3.65 3.60 3.55 3.50 3.45 3.40 3.35 3.30 3.5 3.0 3.5 3.0 3.05 3.00.95.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00.95.90.85.80.75.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00

Dettagli

Mod. Visio GSM. Cronotermostato con modulo GSM IT OI 09 12 MANUALE D USO

Mod. Visio GSM. Cronotermostato con modulo GSM IT OI 09 12 MANUALE D USO Mod. Visio GSM Cronoermosao con modulo GSM IT OI 09 12 MANUALE D USO Genile Cliene, La ringraziamo molo per aver acquisao un nosro prodoo. Le chiediamo genilmene di leggere con aenzione e di conservare

Dettagli

SERVOMOTORE INTEGRALE PER APPLICAZIONI SAFETY PORTE DI SICUREZZA

SERVOMOTORE INTEGRALE PER APPLICAZIONI SAFETY PORTE DI SICUREZZA ITA MOTION CONTROL SERVOMOTORE INTEGRALE PER APPLICAZIONI SAFETY PORTE DI SICUREZZA COD. 82280A - 06/2015 Gefran, grazie a quaran anni di esperienza, è leader mondiale nella progeazione e produzione di

Dettagli

Sul costo dell'energia elettrica incide notevolmente la penalità per basso Fattore di Potenza

Sul costo dell'energia elettrica incide notevolmente la penalità per basso Fattore di Potenza - Soluzioni e sisemi per la razionalizzazione dei consumi energeici IL BSSO FTTORE DI POTENZ IL RIFSMENTO DEGLI IMPINTI ELETTRII Sul coso dell'energia elerica incide noevolmene la penalià per basso Faore

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

La previsione della domanda nella supply chain

La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda 1 Linea guida Il ruolo della prerevisione nella supply chain Le caraerisiche della previsione Le componeni della previsione ed

Dettagli