Trasparenza Enti, la Civit detta le linee guida

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trasparenza Enti, la Civit detta le linee guida"

Transcript

1 PA Trasparenza Enti, la Civit detta le linee guida by Domenico Pennone 17 Dec 2010 La Commissione per la Valutazione, Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche (Civit) ha emanato, lo scorso 23 settembre, la delibera n.150/ sottoposta in una prima fase alla consultazione degli enti di categoria e parti sociali e poi approvato il forma definitiva lo scorso 14 ottobre contenenti le Linee guida per la predisposizione del programma triennale per la trasparenza e l integrità da redigere ai sensi dell articolo 13 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n Il decreto 150/ promulgato in attuazione della legge 4 marzo 2009, n prevede, infatti, all articolo 11, commi 2 e 8, lettera a),che entro la fine del 2010 tutte le amministrazioni predispongano e adottino il cosiddetto Programma triennale per la trasparenza e l integrità. In pratica, tutte le amministrazioni pubbliche, sentite le associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, dovranno adottare uno specifico programma in grado di garantire, appunto, la trasparenza e l integrità dei loro uffici,con aggiornamento annuale dello stesso programma. Visto il delicato e complesso impegno in cui dovranno essere coinvolte tutte le pubbliche amministrazioni, la normativa ha inoltre affidato alla Civit il compito di

2 elaborare delle Linee guida specifiche per aiutare gli enti interessati a preparare e adottare i singoli programmi. In particolare,questi dovranno definire, in maniera chiara ed esaustiva,tutte le iniziative che si intendono intraprendere per garantire un adeguato livello di trasparenza, legalità e sviluppo della cosiddetta cultura dell integrità. Nel documento dovranno essere anche indicate le modalità, i tempi di attuazione,le risorse dedicate e gli strumenti di verifica dell efficacia delle singole iniziative. RUOLO DEL WEB Prima di esaminare i punti salienti delle linee guida proposte dalla commissione è bene ricordare che il Dlgs 150/2009 ha individuato anche,come principale strumento per garantire l accessibilità totale, quello della pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni pubbliche delle informazioni concernenti ogni aspetto dell organizzazione. In particolare è previsto l obbligo di pubblicazione on line degli indicatori relativi agli andamenti gestionali, all utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell attività di misurazione e valutazione svolta dagli organi competenti e la contabilizzazione dei costi imputati al personale per ogni servizio erogato, nonché i dati del monitoraggio del loro andamento nel tempo. È evidente, quindi, che gran parte delle Linee guida siano dedicate proprio al modo in cui il web dovrà essere utilizzato per garantire la trasparenza. Ma l aspetto più significativo della normativa, richiamata dalle Linee guida, riguarda il profilo sanzionatorio.

3 Finalmente, un provvedimento in materia di comunicazione e trasparenza prevede specifiche sanzioni in caso di inadempienze. La mancata adozione e realizzazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità o il mancato assolvimento degli obblighi di pubblicazione sul sito istituzionale comporterà, infatti, il divieto di erogazione della retribuzione di risultato ai dirigenti preposti agli uffici coinvolti. C è da augurarsi che, almeno questa volta, il rischio di veder venir meno una parte della retribuzione, convinca tutti i dirigenti preposti ad assolvere con diligenza al loro compito. ACCESSIBILITÀ TOTALE Nel lungo documento approvato dalla commissione (22 pagine), corredato da un allegato che offre un modello della sezione del sito che dovrà essere dedicata all operazione trasparenza, viene in primo luogo ribadito il moderno concetto di trasparenza che, come nel testo del Dlgs 150/2009 all articolo 11 è intesa oggi come accessibilità totale. In tal senso, tutti i cittadini, hanno il diritto ad avere dati chiari, leggibili, aperti su come viene amministrata la cosa pubblica e su come vengono spesi i loro soldi. Un concetto che, come in molti hanno osservato, è fortemente avanzato rispetto a quello dettato dalla legge 241/1990, dove la trasparenza è considerata nei più ristretti termini di diritto di accesso ai documenti amministrativi,qualificato dalla titolarità di un interesse e sottoposto a specifici requisiti e limiti. Un concetto di accessibilità nuovo che si rifà chiaramente alla moderna idea di open government. L Open Government,- letteralmente Governo Aperto - lo ricordiamo, è innanzitutto una dottrina secondo cui l amministrazione deve

4 essere trasparente a tutti i livelli e consentire un controllo continuo del proprio operato mediante l uso delle nuove tecnologie. Il documento pone quindi anche l attenzione sull introduzione di una nuova idea di Integrità e doveri di comportamento dei titolari di funzioni pubbliche. Il riferimento alla legalità e alla cultura dell integrità, diventa, in tal senso, strumentale alla prevenzione della corruzione nelle Pubbliche amministrazioni. La trasparenza è intesa quindi come il mezzo attraverso cui prevenire ed eventualmente, evidenziare situazioni in cui possano annidarsi forme di illecito e di conflitto di interessi. Ecco quindi la necessità dell obbligo di pubblicazione di alcune tipologie di dati relativi da un lato ai dirigenti pubblici, al personale non dirigenziale e ai soggetti che, a vario titolo, lavorano nell ambito delle pubbliche amministrazioni,dall altro a sovvenzioni e benefici di natura economica elargiti da soggetti pubblici, nonché agli acquisti di beni e servizi. Un altro aspetto concettuale ribadito con chiarezza dalla commissione Civit è quello relativo alla necessità di concepire la trasparenza non più solo in maniera statica (la semplice pubblicazione dei dati) ma anche dinamica capace cioè di intervenire sulla struttura stessa dell amministrazione. La trasparenza si presenta nel documento della Civit, dunque, sotto un duplice profilo: un profilo statico, consistente essenzialmente nella pubblicità di categorie di dati attinenti alle pubbliche amministrazioni per finalità di controllo sociale che consente a tutti i cittadini un effettiva conoscenza dell azione delle pubbliche amministrazioni, e un profilo dinamico, direttamente correlato alla performance in grado di sollecitare e agevolare modalità di partecipazione e coinvolgimento della collettività.

5 Non più quindi solo informazione e distribuzione di dati ma la possibilità di dare a tutti i cittadini elementi per valutare l andamento delle attività dell amministrazione, partendo dagli obiettivi che ci si è dati per arrivare ai risultati realmente ottenuti e in quali tempi realizzati. Linee guida mettono infine a disposizione delle amministrazioni delle semplici schede su come le informazioni in questa chiave vanno pubblicate e fornisce come allegato un fondamentale elenco con tutti i riferimenti di legge, dettagliato e motivato, ma soprattutto chiaro, di cosa è già obbligatorio pubblicare sui siti Internet nella sezione Trasparenza, integrità e merito. Articolo tratta dalla rivista Guida agli enti locali, n. 49/50 del 18 dicembre 2010

ISTITUTO NAZIONALE DI ALTA MATEMATICA FRANCESCO SEVERI

ISTITUTO NAZIONALE DI ALTA MATEMATICA FRANCESCO SEVERI http:// - indam@altamatematica.it - altamatematica@pec.it PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (Ai sensi dell art. 11, comma 8, lettera a) del D. Lgs 150/2009) 2015 2017 1. Finalità 2.

Dettagli

Il servizio controllo qualità e trasparenza dell azione amministrativa incontra la Consulta del territorio il

Il servizio controllo qualità e trasparenza dell azione amministrativa incontra la Consulta del territorio il Il servizio controllo qualità e trasparenza dell azione amministrativa incontra la Consulta del territorio il 12.12.2012 Per partire alcune definizioni Nelle pagine dedicate a trasparenza, valutazione

Dettagli

COMUNE DI BANARI Provincia di Sassari Piazza Antonio Solinas n. 1 Tel Fax

COMUNE DI BANARI Provincia di Sassari Piazza Antonio Solinas n. 1 Tel Fax COMUNE DI BANARI Provincia di Sassari Piazza Antonio Solinas n. 1 Tel. 079.82.60.01 Fax 079.82.62.33 e-mail comunebanari@tiscali.it DECRETO DEL SINDACO N.3 del 11.07.2013 Oggetto: Nomina del Responsabile

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (allegato al Piano di Prevenzione della Corruzione approvato dal Consiglio di Gestione in data 28 agosto 2014) 1 INDICE PREMESSA... 3 Funzioni della Società...

Dettagli

La Normativa Antiriciclaggio e sulla Trasparenza. I compiti dei Consigli Ordini Forensi Roma 27 maggio 2016

La Normativa Antiriciclaggio e sulla Trasparenza. I compiti dei Consigli Ordini Forensi Roma 27 maggio 2016 Roma 27 maggio 2016 Relatore: Avv. Francesco Tedeschi GENESI Sentenza Corte Cassazione 21226/2011. Natura indiscutibile di Ente Pubblico Non Economico attribuito agli Ordini Professionali Art. 24 L. 247/2012

Dettagli

Redatto su indicazione dell OIV dal Gruppo di lavoro Trasparenza Pubblicato per la consultazione sul sito dal al

Redatto su indicazione dell OIV dal Gruppo di lavoro Trasparenza Pubblicato per la consultazione sul sito  dal al Redatto su indicazione dell OIV dal Gruppo di lavoro Trasparenza Pubblicato per la consultazione sul sito www.aslnuoro.it dal 20-12-12 al 30-12-12 1 INDICE 1. Premessa.. pag. 3 2. Cosa si intende per trasparenza

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 66 del 4 novembre 2014 REVISIONE 00 1 INDICE PREMESSA... 3 Funzioni della Società... 3 Premessa

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 1 INDICE PREMESSA... 3 1. LE PRINCIPALI NOVITA... 4 2. PROCEDIMENTO DI ELABORAZIONE E ADOZIONE DEL PROGRAMMA... 6 3. INIZIATIVE DI COMUNICAZIONE DELLA TRASPARENZA...

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PER GLI ANNI 2014-2016 (P.T.T.I.)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PER GLI ANNI 2014-2016 (P.T.T.I.) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PER GLI ANNI 2014-2016 (P.T.T.I.) DELLA SOCIETA ACSEL S.p.A. Predisposto dal Responsabile per la Trasparenza Adottato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNE DI LEGGIUNO Provincia di Varese PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015. Articolo 11 D.Lgs. 27 Ottobre 2009, n.

COMUNE DI LEGGIUNO Provincia di Varese PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015. Articolo 11 D.Lgs. 27 Ottobre 2009, n. COMUNE DI LEGGIUNO Provincia di Varese PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 Articolo 11 D.Lgs. 27 Ottobre 2009, n. 150 Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 46

Dettagli

COMUNE DI PROSERPIO Prov. di Como PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2012 / 2013 / 2014

COMUNE DI PROSERPIO Prov. di Como PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2012 / 2013 / 2014 COMUNE DI PROSERPIO Prov. di Como Piazza E. Brenna, 3 22030 Proserpio (CO) - Tel. 031 / 62.16.60 Fax 031 / 62.26.68 E-mail: info@comune.proserpio.co.it PEC: comune.proserpio.co@halleypec.it PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Allegato 1 - al PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

Allegato 1 - al PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Allegato 1 - al PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016-2018 Principi ispiratori del Programma Il Programma Triennale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 203-205. Premessa Con la redazione del presente Programma triennale per la trasparenza e l integrità di seguito denominato programma, il Comune

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA IPAB ISTITUTO SANTA MARGHERITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA IPAB ISTITUTO SANTA MARGHERITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 IPAB ISTITUTO SANTA MARGHERITA PREMESSA Il decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 ha introdotto una prima regolamentazione in materia

Dettagli

PIANO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA INDICE

PIANO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA INDICE PIANO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA INDICE 1. Programma triennale per la trasparenza e l integrità 1.1 Inquadramento legislativo 1.2 Cosa si intende per trasparenza

Dettagli

COMUNE DI PUGLIANELLO PROVINCIA DI BENEVENTO

COMUNE DI PUGLIANELLO PROVINCIA DI BENEVENTO COMUNE DI PUGLIANELLO PROVINCIA DI BENEVENTO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE (Art. 11, c.2 del D.Lgs. 27/10/2009) La formazione del programma triennale per la trasparenza

Dettagli

COMUNE DI EMARESE Regione Autonoma Valle d Aosta

COMUNE DI EMARESE Regione Autonoma Valle d Aosta COPIA COMUNE DI EMARESE Regione Autonoma Valle d Aosta Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale N. 5 OGGETTO:ADOZIONE DEL PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (P.T.T.I.) PER IL TRIENNIO 2014/2016.

Dettagli

2 - PROCESSO DI ADOZIONE DEL PIANO

2 - PROCESSO DI ADOZIONE DEL PIANO 1 PREMESSA Il presente piano della prevenzione della corruzione è stato redatto ai sensi del comma 59 dell art. 1 della legge 190/2012 e secondo le linee di indirizzo dettate dal Piano Nazionale dell Anticorruzione

Dettagli

VISITA LA NOSTRA AREA TRASPARENZA: trasparenza

VISITA LA NOSTRA AREA TRASPARENZA:  trasparenza VISITA LA NOSTRA AREA TRASPARENZA: http://www.icp.mi.it/operazione trasparenza ASL di Milano e gli enti pubblici del Sistema Sanitario lombardo ti invitano a visitare i loro siti web per tutte le informazioni

Dettagli

Allegato C PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ AGGIORNAMENTO 2016

Allegato C PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ AGGIORNAMENTO 2016 Allegato C PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ AGGIORNAMENTO 2016 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione,

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Ente di Previdenza dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati Sommario Introduzione: organizzazione e funzioni dell

Dettagli

COMUNE DI SAN CALOGERO (PROVINCIA DI VIBO VALENTIA)

COMUNE DI SAN CALOGERO (PROVINCIA DI VIBO VALENTIA) COMUNE DI SAN CALOGERO 89842 (PROVINCIA DI VIBO VALENTIA) Programma triennale della trasparenza e dell integrità Triennio 2013-2015 (ai sensi dell art. 11 del D.Lgs. 27 ottobre 2009 n. 150) (Approvato

Dettagli

PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE

PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE 2017-2019 1. PREMESSA La legge del 6 novembre 2012, n. 190 Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (P.T.T.I.) ANNI S C H E M A

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (P.T.T.I.) ANNI S C H E M A COMUNE DI OCRE (Provincia di L Aquila) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (P.T.T.I.) ANNI 2014 2016 S C H E M A Adottato con delibera di Giunta Comunale n. 44 del 29 ottobre 2014 1 INDICE

Dettagli

SEGRETARIO GENERALE AREA STRATEGICA: AMMINISTRAZIONE EFFICIENTE, CITTADINI, TRASPARENZA E DIALOGO

SEGRETARIO GENERALE AREA STRATEGICA: AMMINISTRAZIONE EFFICIENTE, CITTADINI, TRASPARENZA E DIALOGO AREA STRATEGICA: AMMINISTRAZIONE EFFICIENTE, CITTADINI, TRASPARENZA E DIALOGO Responsabile di riferimento Dr. Luigi Di Natale Area strategica di riferimento (da AMMINISTRAZIONE EFFICIENTE, CITTADINI, TRASPARENZA

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2011-2013 ISFOL - Prima giornata sulla Trasparenza Roma, il 7 luglio 2011 Aviana Bulgarelli - Direttore generale isfolprotocollo@pec.isfol.it Riferimenti

Dettagli

L'inadempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente o la mancata predisposizione del Programma triennale per la

L'inadempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente o la mancata predisposizione del Programma triennale per la L'inadempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente o la mancata predisposizione del Programma triennale per la trasparenza e l'integrita' costituiscono elemento di valutazione

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO VALLE CAUDINA Provincia di Avellino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SAN MARTINO VALLE CAUDINA Provincia di Avellino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SAN MARTINO VALLE CAUDINA Provincia di Avellino www.sanmatinovc.it email:comune@sanmartinovc.it COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero Oggetto Data 50 Decreto Legislativo

Dettagli

COMUNE DI CASTELNOVO NE MONTI (Provincia di Reggio Emilia) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI

COMUNE DI CASTELNOVO NE MONTI (Provincia di Reggio Emilia) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI COMUNE DI CASTELNOVO NE MONTI (Provincia di Reggio Emilia) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015 - 2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA INDICE 1) ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Società Farmacie Emilia Romagna Associate (S.F.E.R.A) S.r.l.

Società Farmacie Emilia Romagna Associate (S.F.E.R.A) S.r.l. Società Farmacie Emilia Romagna Associate (S.F.E.R.A) S.r.l. PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016/2018 Adottato in data 27 gennaio 2016 Pubblicato sul sito internet http://www.sferafarmacie.it

Dettagli

DELLA TRASPARENZA luglio 2015

DELLA TRASPARENZA luglio 2015 Regione Calabria ASP Cosenza GIORNATE DELLA TRASPARENZA luglio 2015 2ª edizione A cura della dott.ssa C. Tassone: referente Prevenzione della Corruzione e Trasparenza 1 Presentazione seconda edizione giornate

Dettagli

COMUNE DI MOGGIO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI MOGGIO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI MOGGIO PROVINCIA DI LECCO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE C O P I A Numero 27 Del 30-11-10 N. 221 Reg.Pubblic. ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

INTRODUZIONE ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI ATTRIBUITE ALL ISTITUZIONE SCOLASTICA

INTRODUZIONE ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI ATTRIBUITE ALL ISTITUZIONE SCOLASTICA Pagina 1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo ALFIERI-LANTE DELLA ROVERE Via Salaria, 159 00198 ROMA INTRODUZIONE La

Dettagli

Piano triennale di prevenzione della corruzione e Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ersu Urbino

Piano triennale di prevenzione della corruzione e Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ersu Urbino GIORNATA DELLA TRASPARENZA Piano triennale di prevenzione della corruzione e Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ersu Urbino 9 Giugno 2015 - Palazzo Corboli Via Vittorio Veneto n. 43 URBINO

Dettagli

SOCIETÀ CONSORTILE A R. L. LANGHE MONFERRATO ROERO

SOCIETÀ CONSORTILE A R. L. LANGHE MONFERRATO ROERO SOCIETÀ CONSORTILE A R. L. LANGHE MONFERRATO ROERO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2016-2017-2018 OTTOBRE 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Indice INTRODUZIONE...

Dettagli

Sistema Trasparenza. Giornata della Trasparenza I programmi e gli impegni delle Aziende Sanitarie di Parma 4 dicembre 2014.

Sistema Trasparenza. Giornata della Trasparenza I programmi e gli impegni delle Aziende Sanitarie di Parma 4 dicembre 2014. Sistema Trasparenza I programmi e gli impegni delle Aziende Sanitarie di Parma 4 dicembre 2014 Principio generale di Trasparenza (art. 1 decreto legislativo n. 33/2013) La trasparenza è intesa come accessibilità

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA Aggiornato in data 29/01/2016 con delibera dell Assemblea dei Soci n. 3 ai sensi dell art. 10 del D.Lgs.33/2013 Efficace dalla data

Dettagli

Le iniziative in materia di trasparenza, integrità e anticorruzione

Le iniziative in materia di trasparenza, integrità e anticorruzione Le iniziative in materia di trasparenza, integrità e anticorruzione 1 Borri Silvia, Responsabile della Trasparenza della Camera di Commercio di Prato Prato, 11 luglio 2013 Cos è la trasparenza La trasparenza

Dettagli

COMUNE DI TUORO SUL TRASIMENO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 / 2016

COMUNE DI TUORO SUL TRASIMENO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 / 2016 COMUNE DI TUORO SUL TRASIMENO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 / 2016 1 INDICE Premessa pag. 3 Misure organizzative volte ad assicurare la regolarità e la tempestività dei flussi

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di Giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011 e modificato con deliberazione del

Dettagli

O S P E D A L E C I V I L E ora CASA di RIPOSO - IPAB B R I C H E R A S I O Città Metropolitana di TORINO

O S P E D A L E C I V I L E ora CASA di RIPOSO - IPAB B R I C H E R A S I O Città Metropolitana di TORINO O S P E D A L E C I V I L E ora CASA di RIPOSO - IPAB ----- ----- B R I C H E R A S I O Città Metropolitana di TORINO Verbale di deliberazione n. 02 Oggetto: Esame ed approvazione aggiornamento del programma

Dettagli

BOZZA PIANO TRIENNALE PROVVISORIO PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

BOZZA PIANO TRIENNALE PROVVISORIO PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE Da adottare da parte della Giunta Comunale Il Segretario Generale CITTA di BONDENO Provincia di Ferrara BOZZA PIANO TRIENNALE PROVVISORIO PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE Premessa 1 In esecuzione dell

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. n. 65 del COMUNE DI GORLA MINORE Provincia di VARESE

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. n. 65 del COMUNE DI GORLA MINORE Provincia di VARESE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. n. 65 del 23.06.2011 COMUNE DI GORLA MINORE Provincia di VARESE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011/2013 1. PREMESSA Le recenti e numerose modifiche

Dettagli

DATA (Provincia della Spezia) Oggetto: Approvazione programma triennale per la trasparenza e l integrità per il triennio

DATA (Provincia della Spezia) Oggetto: Approvazione programma triennale per la trasparenza e l integrità per il triennio Comune di CARRODANO Nr. DATA (Provincia della Spezia) G.C. 12 13/01/2015 Oggetto: Approvazione programma triennale per la trasparenza e l integrità per il triennio 2015-2017. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA

Dettagli

Ospedale Luigi Sacco Azienda Ospedaliera Polo Universitario.

Ospedale Luigi Sacco Azienda Ospedaliera Polo Universitario. Ospedale Luigi Sacco Azienda Ospedaliera Polo Universitario www.hsacco.it LA TRASPARENZA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 www.hsacco.it Obiettivi della Giornata

Dettagli

COMUNE DI SAN POLO D ENZA Provincia di Reggio Emilia. tel.0522/ fax.0522/ cod.fis c.a.p

COMUNE DI SAN POLO D ENZA Provincia di Reggio Emilia. tel.0522/ fax.0522/ cod.fis c.a.p COMUNE DI SAN POLO D ENZA Provincia di Reggio Emilia tel.0522/241711 fax.0522/874867 - cod.fis. 00445450356 - c.a.p. 42020 DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE NR.7 DEL 22/01/2016 Oggetto: PIANO TRIENNALE TRASPARENZA

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 ART 1 OGGETTO ED OBIETTIVI La trasparenza è intesa come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento

Dettagli

Amministrazione trasparente

Amministrazione trasparente Amministrazione trasparente Tra diritto all informazione, sospetto e rischi di violazione della privacy a cura di Matteo De Nes e Francesca Burigo D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 c.d. decreto trasparenza Attuazione

Dettagli

Repubblica Italiana COMUNE DI MIRANDA. Provincia di Isernia GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE COPIA. n. 3 del

Repubblica Italiana COMUNE DI MIRANDA. Provincia di Isernia GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE COPIA. n. 3 del Repubblica Italiana COMUNE DI MIRANDA Provincia di Isernia GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE COPIA n. 3 del 23-01-2016 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ 2016/2018 APPROVAZIONE L'anno

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI OBBLIGHI DI PUBBLICITA E TRASPARENZA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL COMUNE DI MURAVERA

REGOLAMENTO SUGLI OBBLIGHI DI PUBBLICITA E TRASPARENZA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL COMUNE DI MURAVERA C O M U N E D I M U R A V E R A (Provincia di Cagliari) REGOLAMENTO SUGLI OBBLIGHI DI PUBBLICITA E TRASPARENZA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL COMUNE DI MURAVERA approvato con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2014

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2014 GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2014 D.Lgs 33/2013, art.10 comma 6 Arezzo, 18 dicembre 2014 La Giornata della Trasparenza nel quadro normativo La realizzazione della Giornata della Trasparenza è un adempimento

Dettagli

COMUNE DI PARMA GIORNATA DELLA TRASPARENZA 23 APRILE Silvia Asteria Segretario Generale Responsabile Anticorruzione e Trasparenza

COMUNE DI PARMA GIORNATA DELLA TRASPARENZA 23 APRILE Silvia Asteria Segretario Generale Responsabile Anticorruzione e Trasparenza COMUNE DI PARMA GIORNATA DELLA TRASPARENZA 23 APRILE 2014 Silvia Asteria Segretario Generale Responsabile Anticorruzione e Trasparenza Il 28 novembre 2012 è entrata in vigore la legge n. 190, recante Disposizioni

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE TAVOLA N. 1 Art. 1, commi 5 e 8, L. 190/2012 Amministrazioni pubbliche, di cui all art. 1, comma 2, del D. Lgs. 165/2001 Adozione del : Individuare aree

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (P.T.T.I.) 2014-2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Approvato in data 13.02.2014 con deliberazione n.19 del Consiglio di Gestione Pubblicato

Dettagli

Piano triennale di prevenzione della corruzione

Piano triennale di prevenzione della corruzione Istituto Pubblico Assistenza Beneficenza IIssttiittuttii Femmiiniillii Riiuniittii Prrovviidenza e S.. Marriia dell Lume Piano triennale di prevenzione della corruzione TRIENNIO 2014-2016 (ai sensi dell

Dettagli

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 384 del 22/12/2010 IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE F.to Giorgio Gentilin F.to Stefania Di Cindio

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 384 del 22/12/2010 IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE F.to Giorgio Gentilin F.to Stefania Di Cindio Allegato alla deliberazione di G.C. n. 384 del 22/12/2010 IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE F.to Giorgio Gentilin F.to Stefania Di Cindio COMUNE DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO SUL CICLO

Dettagli

COMUNE DI MONTE URANO Provincia di Fermo

COMUNE DI MONTE URANO Provincia di Fermo PREDISPOSIZIONE PIANO TRIENNALE 2017/2019 PREVENZIONE CORRUZIONE AVVISO "Procedura aperta per la partecipazione alla predisposizione del Piano Triennale 2017/2019 di Prevenzione della Corruzione - P.T.P.C.

Dettagli

ETRA SPA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA. (allegato al Piano di Prevenzione della Corruzione approvato dal Consiglio di Gestione in data 30 giugno 2016)

ETRA SPA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA. (allegato al Piano di Prevenzione della Corruzione approvato dal Consiglio di Gestione in data 30 giugno 2016) ETRA SPA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA (allegato al Piano di Prevenzione della Corruzione approvato dal Consiglio di Gestione in data 30 giugno 2016) 1 INDICE PREMESSA... 3 Funzioni della Società... 3 Premessa

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ FORMA FUTURO Soc.cons. r.l. PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ SEZIONE II DEL PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA AGGIORNAMENTO 2017-2019 Approvato

Dettagli

COMUNE DI GUALTIERI. Oggetto: NOMINA RESPONSABILE DELLA TRASPARENZA AI SENSI DELL ART. 43 DEL D. LGS. N. 33/2013. Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 2

COMUNE DI GUALTIERI. Oggetto: NOMINA RESPONSABILE DELLA TRASPARENZA AI SENSI DELL ART. 43 DEL D. LGS. N. 33/2013. Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 2 ORIGINALE Deliberazione N. 126 in data 10/10/2013 Prot. COMUNE DI GUALTIERI PROVINCIA DI REGGIO EMILIA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: NOMINA RESPONSABILE DELLA

Dettagli

COMUNE DI TREGLIO PROVINCIA DI CHIETI. C.f P.IVA

COMUNE DI TREGLIO PROVINCIA DI CHIETI. C.f P.IVA COMUNE DI TREGLIO PROVINCIA DI CHIETI C.f. 81002800696 P.IVA 01372630697 66030 TREGLIO (Ch) Largo Vescovile n. 11- Tel. 087254132 fax 0872546052 portale www.comune.treglio.chieti.it - PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Provincia di Campobasso

Provincia di Campobasso Provincia di Campobasso Stato di attuazione le azioni Programma per la trasparenza e l integrità N. 1 2 3 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ E STATO DI ATTUAZIONE PIANO E RELAZIONE SULLA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI ALLEGATO A) COMUNE DI LESA Provincia Novara PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015-2016-2017 Premessa II presente documento ha l'intento di fornire una visione d'insieme sui compiti

Dettagli

Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza- (P.T.P.C.T.) Sezione (P.T.T.I.)

Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza- (P.T.P.C.T.) Sezione (P.T.T.I.) ORDINE DEI DOTTORI AGRONOMI E DEI DOTTORI FORESTALI DELLA PROVINCIA DI VITERBO Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza- (P.T.P.C.T.) 2017 2020 Sezione (P.T.T.I.) 2017 2020 1.

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) Lido di Riva del Garda Immobiliare S.p.A Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza AGGIORNAMENTO Adottato in data 13.01.2016

Dettagli

Centro di servizi Casa di Riposo Francesco Fenzi

Centro di servizi Casa di Riposo Francesco Fenzi PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016 2018 Approvato con deliberazione del C.d.A. n. 02-04 del 25.02.2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016-2018 Il presente

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. TO4 di Ciriè, Chivasso ed Ivrea DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE OGGETTO: NOMINA DEL DOTTOR GIOVANNI PIERO BETTIOL QUALE RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA. Programma triennale per la trasparenza e l integrità

PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA. Programma triennale per la trasparenza e l integrità Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2016-2018 1 Aggiornato il 15 Gennaio 2016 SOMMARIO PREMESSA ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------2

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA. (articolo 13, comma 6, lettera e, del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA. (articolo 13, comma 6, lettera e, del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. ALL. A) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (articolo 13, comma 6, lettera e, del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150) 1. INTRODUZIONE 1.1 Trasparenza La legge-delega 4 marzo 2009,

Dettagli

Oggetto: Relazione sul funzionamento del sistema di misurazione e valutazione delle performance trasparenza e integrità dei controlli interni

Oggetto: Relazione sul funzionamento del sistema di misurazione e valutazione delle performance trasparenza e integrità dei controlli interni Nucleo di Valutazione Comune di Nuraminis Alla cortese attenzione del Sindaco Stefano Anni Oggetto: Relazione sul funzionamento del sistema di misurazione e valutazione delle performance trasparenza e

Dettagli

COMUNE DI SINALUNGA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. Pag.

COMUNE DI SINALUNGA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. Pag. Pag. 1 di 8 COMUNE DI SINALUNGA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Pag. 2 di 8 Premessa Il presente documento ha l intento di fornire una visione d insieme sui compiti istituzionali e

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI B I S E N T I PROVINCIA DI TERAMO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015 2016 PROGRAMMA TRIENNALE INDICE PREMESSA PARTE I Introduzione 1.1 Organizzazione e funzioni

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2016/2018. (articolo 10 del D.L.vo 14 marzo 2013, n. 33) INTRODUZIONE

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2016/2018. (articolo 10 del D.L.vo 14 marzo 2013, n. 33) INTRODUZIONE PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2016/2018 (articolo 10 del D.L.vo 14 marzo 2013, n. 33) INTRODUZIONE La nozione di trasparenza ha assunto un rilievo centrale nell attuale quadro normativo,

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

AGGIORNAMENTO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA AGGIORNAMENTO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 PREMESSA Con il presente programma triennale per la trasparenza e l integrità, il Comune di Tonezza del Cimone intende dare

Dettagli

COMUNE DI LIMBADI Provincia di Vibo Valentia PROPOSTA DI PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

COMUNE DI LIMBADI Provincia di Vibo Valentia PROPOSTA DI PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROPOSTA DI PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014-2014 Articolo 1 TRASPARENZA E ACCESSIBILITA Sulla base delle prescrizioni dettate dalla legislazione più recente la trasparenza

Dettagli

Finanziaria Sviluppo utilities S.r.l. Piano per la trasparenza e l'integrità (P.T.T.I.)

Finanziaria Sviluppo utilities S.r.l. Piano per la trasparenza e l'integrità (P.T.T.I.) Finanziaria Sviluppo utilities S.r.l. Piano per la trasparenza e l'integrità (P.T.T.I.) Pubblicato sul sito internet nella sezione Società trasparente A cura del responsabile trasparenza e integrità, Ing.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 Delibera consiliare n. 93 del 26 ottobre 2015 INDICE 1. Introduzione pag. 3 2. Documenti, dati e informazioni da pubblicare. pag. 4 2.1 Atti

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA MODELLO DI ORGANIZZAZIONE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA INDICE Art. 1 Finalità e contesto di riferimento Art. 2 Obiettivi in materia di trasparenza Art. 3 Azioni e iniziative Art. 4 Responsabile della

Dettagli

COMUNE DI MUSSOMELI 1 GIORNATA DELLA TRASPARENZA

COMUNE DI MUSSOMELI 1 GIORNATA DELLA TRASPARENZA COMUNE DI MUSSOMELI (Provincia di Caltanissetta) Piazza della Repubblica -93014 Mussomeli Tel. 0934/961111 -Fax 0934/991227 PEC: comunemussomeli@legalmail.it 1 GIORNATA DELLA TRASPARENZA Ai sensi dell

Dettagli

COMUNE DI SORI IL SEGRETARIO GENERALE

COMUNE DI SORI IL SEGRETARIO GENERALE COMUNE DI SORI OGGETTO: Avviso ai portatori di interessi (es. Associazioni, Organizzazioni Sindacali ) per la partecipazione alla procedura aperta finalizzata alla redazione del Codice di comportamento

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015_2017

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015_2017 Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015_2017 1.1 Premessa La trasparenza amministrativa è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività

Dettagli

PIANO ANTICORRUZIONE ANNO

PIANO ANTICORRUZIONE ANNO CAGLIARI PIANO ANTICORRUZIONE ANNO 2016-2018 Legge n. 190 del 6 novembre 2012 PIANO ANTICORRUZIONE REV_02, 15/01/2015 Versioni precedenti: REV_00, 30/01/2014 Versioni precedenti: REV_01, 30/12/2014 Il

Dettagli

COMUNE DI CARONNO VARESINO PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI CARONNO VARESINO PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI CARONNO VARESINO PROVINCIA DI VARESE COPIA Codice ente Protocollo n. 10081 DELIBERAZIONE N. 24 in data: 10.02.2016 Soggetta invio capigruppo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

Dettagli

Piano triennale della Trasparenza e Integrità (P.T.T.I.)

Piano triennale della Trasparenza e Integrità (P.T.T.I.) MANTOVA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Piano triennale della Trasparenza e Integrità (P.T.T.I.) Anni 2015-2017 Predisposto dal Responsabile per la trasparenza Dott. Andrea

Dettagli

Delibera n. 06/2010: Prime linee di intervento per la trasparenza e l integrità 1. Il valore della trasparenza Le pubbliche amministrazioni hanno l

Delibera n. 06/2010: Prime linee di intervento per la trasparenza e l integrità 1. Il valore della trasparenza Le pubbliche amministrazioni hanno l Delibera n. 06/2010: Prime linee di intervento per la trasparenza e l integrità 1. Il valore della trasparenza Le pubbliche amministrazioni hanno l obbligo di essere trasparenti nei confronti dei cittadini

Dettagli

Verbale dell Amministratore Unico del giorno 07 agosto 2015 (verbale. Il giorno 07 agosto 2015 alle ore 9.30, presso la sede sociale della soc.

Verbale dell Amministratore Unico del giorno 07 agosto 2015 (verbale. Il giorno 07 agosto 2015 alle ore 9.30, presso la sede sociale della soc. Verbale dell Amministratore Unico del giorno 07 agosto 2015 (verbale n. 2015/AU/16) Il giorno 07 agosto 2015 alle ore 9.30, presso la sede sociale della soc. Garda Uno S.p.A. in Padenghe sul Garda (BS),

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE, TRASPARENZA ED INTEGRITA ( )

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE, TRASPARENZA ED INTEGRITA ( ) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE, TRASPARENZA ED INTEGRITA (2015 2017) RIFERIMENTI NORMATIVI Il presente Programma Triennale per la prevenzione della corruzione e l integrità (d

Dettagli

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.67 DEL

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.67 DEL COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.67 DEL 10-08-2015 Londa, 24-08-2015 Il Responsabile dei Servizi Amministrativi 2015 Oggetto: APPROVAZIONE

Dettagli

Sotto sezione 2 Livello Riferimento al decreto Sezione Bussola

Sotto sezione 2 Livello Riferimento al decreto Sezione Bussola HOME PAGE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Sotto sezione 1 Disposizioni Generali Programma triennale per la Art. 10, c. 8, lett. a, b 3.1 Programma triennale per la trasparenza e l integrità trasparenza/trasparenza

Dettagli

ALLEGATO 1. (D.Lgs. 33/2013)

ALLEGATO 1. (D.Lgs. 33/2013) ALLEGATO 1 ASSOCIAZIONE FORTE DI BARD PIANO TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA 2017/2019 (D.Lgs. 33/2013) INDICE Paragrafo 1 PREMESSA.....2 Paragrafo 2 - LE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA E

Dettagli

Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013

Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 MODULO DIDATTICO 6 Le sanzioni e l accesso civico 1 of 16 In questo modulo didattico saranno illustrate le modalità

Dettagli

Comune di Dicomano Provincia di Firenze

Comune di Dicomano Provincia di Firenze Programma triennale per la Trasparenza e l Integrità Anni 2015-2017 Allegato A al Piano triennale anticorruzione 2015-2017 Approvato con delibera n. 4/GC del 21.1.2015 Piano Triennale di Prevenzione della

Dettagli

La promozione della trasparenza e della legalità nelle pubbliche amministrazioni: il contesto normativo

La promozione della trasparenza e della legalità nelle pubbliche amministrazioni: il contesto normativo La promozione della trasparenza e della legalità nelle pubbliche amministrazioni: il contesto normativo . (Alcune) ragioni dell essere qui Un vincolo che diventa un opportunità Il legislatore e l Autorità

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO COMUNE DI CASTELNUOVO BOCCA D'ADDA c.a.p. 26843 - Provincia di Lodi Tel. 0377 / 700015 - Fax 0377 / 702098 Codice Fiscale n. 82501210155 E-mail: info.comune@comune.castelnuovoboccadadda.lo.it PROGRAMMA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÁ (P.T.T.I.)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÁ (P.T.T.I.) AWA Agentur für Wohnbauaufsicht AVE Agenzia di vigilanza sull'edilizia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÁ (P.T.T.I.) 2015 2017 INDICE: 1. Introduzione:... 2 2. Organizzazione e funzioni

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ( )

AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ( ) Indice AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (2016 2018) 1. Premessa 2. Normativa di riferimento; 3. Aggiornamento del programma triennale per la trasparenza e l integrità;

Dettagli

Relazione Responsabile per la prevenzione della corruzione

Relazione Responsabile per la prevenzione della corruzione Relazione 2016 del 03/01/2016 Responsabile per la prevenzione della corruzione (articolo 1, comma 14, legge 60 novembre 2012 numero 190 recante le disposizioni per la prevenzione e la repressione della

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016-2017-2018 PREMESSE E RIFERIMENTI NORMATIVI La trasparenza è intesa come accessibilità totale alle informazioni concernenti l'organizzazione e l'attività

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI MODENA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA. Triennio

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI MODENA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA. Triennio CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI MODENA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2012-1 PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012 - (D. Lgs. N. 150 del

Dettagli

Agosto 2014 ATTUAZIONE DELLA DELIBERA N. 77/2013 SUGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA. Giunta Regione Abruzzo

Agosto 2014 ATTUAZIONE DELLA DELIBERA N. 77/2013 SUGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA. Giunta Regione Abruzzo Agosto 2014 ATTUAZIONE DELLA DELIBERA N. 77/2013 SUGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA Giunta Regione Abruzzo 1 Introduzione Il presente documento contiene schede sintetiche relative agli esiti delle verifiche

Dettagli