L'energia eolica è il prodotto della conversione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'energia eolica è il prodotto della conversione"

Transcript

1 L'energia eolica è il prodotto della conversione dell' energia cinetica del vento in altre forme di energia. Attualmente viene per lo più convertita in elettrica tramite una centrale eolica, mentre in passato l'energia del vento veniva utilizzata immediatamente sul posto come energia motrice per applicazioni industriali e preindustriali. Prima tra tutte le energie rinnovabili per il rapporto costo/produzione, è stata anche la prima fonte energetica rinnovabile usata dall'uomo. Il suo sfruttamento, relativamente semplice e poco costoso, è attuato tramite macchine eoliche divisibili in due gruppi ben distinti in funzione del tipo di modulo base adoperato definito generatore eolico: Generatori eolici ad asse verticale Generatori eolici ad asse orizzontale Essa è pensata tenendo presente sia una produzione centralizzata in impianti da porre in luoghi alti e ventilati, sia un eventuale decentramento energetico, per il quale ogni Comune ha impianti di piccola taglia, composti da un numero esiguo di pale (1-3 turbine da 3-4 megawatt) con le quali genera in loco l'energia consumata dai suoi abitanti. Il tempo di installazione di un impianto è molto breve; fatti i rilievi sul campo per misurare la velocità del vento e la potenza elettrica producibile, si tratta di trasportare le pale eoliche e fermarle nel terreno. Il tempo di progettazione e costruzione di altre centrali ( idroelettriche, termoelettriche,etc.) è superiore a 4 anni. Nonostante le intenzioni siano le migliori, la mancanza di una legge quadro o di un testo unico sulle energie eoliche, diversamente dal solare, è considerata una delle cause della lenta diffusione della tecnologia rispetto all'estero. Benché l'eolico sia l'energia meno costosa, non è né massicciamente richiesto dai produttori elettrici che potrebbero rivenderlo al costo del kwh attuale con maggiori profitti, né è la prima quantità d'energia ad essere venduta nella Borsa elettrica che pur abbina domanda e offerta di energia in base al prezzo del kwh elettrico (l'eolico, avendo il prezzo per kwh più basso e conveniente, dovrebbe collocarsi subito).

2 Costi dell'eolico [ modifica] Grazie ai recenti sviluppi tecnologici l'energia eolica inizia ad essere economicamente vantaggiosa. Il costo di installazione è relativamente basso (circa 1,5 per Watt, se raffrontato ad altre tecnologie come ad esempio il fotovoltaico (circa 5 per Watt). Al 2004, secondo l' International Energy Agency, il costo medio di produzione dell'energia eolica sarebbe compreso tra 0,04-0,08 /k Wh, anche se stime più recenti indicherebbero un costo ancora inferiore che farebbe presupporre nel breve termine un costo di 0,03 /kwh del tutto concorrenziale rispetto ai costi dell'energia generata da fonti convenzionali (negli ultimi dieci anni la riduzione del costo di produzione di energia da fonti eoliche si è attestata sul 30%-50% e si prevede che la tendenza rimanga costante). Impianti Attualmente il costo di installazione in Italia, facendo riferimento ad impianti con una potenza nominale superiore ai 600 kw, varia tra gli 850 e i 1300 /kw, il prezzo ovviamente varia secondo la complessità dell'orografia del terreno in cui l'impianto vada installato. Detto questo una centrale di 10 MW, allacciata quindi alla rete in AT, costerebbe tra gli 8 e i 13 milioni di euro, mentre per una centrale allacciata alla rete di MT (3-4 MW) il costo si comprime tra 0,9 e 1,2 milioni di Euro al MW. Gli unici capitoli di spesa totale riguardano solamente l'installazione e la manutenzione, essendo la fonte produttrice di energia (il vento) gratis. In relazione alla superficie occupata, una centrale eolica non toglie la possibilità di continuare le precedenti attività su quel terreno (tipo pastorizia ecc...). In alcuni paesi come la Danimarca la corrente prodotta con questo sistema ha raggiunto lo straordinario obiettivo del 23% del fabbisogno nazionale. Altri stati all'avanguardia sono la Spagna 9% e la Germania 7%. L' Italia invece è settima nella classifica delle nazioni con le maggiori capacità installate. Tra il 2000 e il 2006, la capacità mondiale installata è quadruplicata.

3 Piccolo eolico, minieolico e microeolico Per " minieolico" si intendono piccoli impianti che utilizzo generatori di altezza inferiore a 30 metri, da installare in parchi o spiagge di fattorie, villaggi o ville. Per questi impianti casalinghi il prezzo di installazione risulta più elevato, attestandosi attorno ai al kw, questo perché il mercato di questo tipo di impianti è ancora poco sviluppato, anche a causa delle normative che, a differenza degli impianti fotovoltaici, in quasi tutta Europa ne disincentivano l'uso, sulla scia di un pensiero diffuso soprattutto nei decenni passati, che vedeva nelle turbine eoliche grossi problemi di impatto paesaggistico Turbina a vento Savonius La turbina a vento di Savonius è un tipo di turbina a vento ad asse verticate, utilizzata per la conversione di coppia dell'energia del vento su un albero rotante. Inventata dall'ingegnere finlandese Sigurd J Savonius nel 1922, e brevettata nel 1929, è una delle turbine più semplici

4 Le turbine ad asse verticale sono, alle attuali conoscenze, le più antiche concepite dall'uomo che le utilizzava in Mesopotamia fin dall' inizio delle civiltà in quell' area, sopratutto per irrigare. Negli ultimi anni stanno risvegliando l'interesse di alcune aziende e gruppi di ricercatori. I principali vantaggi dell'asse verticale sono: il costante funzionamento indipendentemente dalla direzione del vento,la migliore resistenza anche alle alte velocità dei venti e alla loro turbolenza.

5 Particolare impianto eolico ad asse verticale con una originale soluzione per attenuare la resistenza nell'azione controvento adottando delle semipale mobili che si aprono nella fase passiva e si presentano chiuse nella fase attiva. Il sistema potrebbe avere problemi quando da fermo si deve mettere in moto per il sopraggiungere del vento se lo stesso dovesse arrivare da un quadrante diverso Il progetto è opera di un gruppo di tecnici spagnoli, il concetto può essere adattato ad applicazioni idroelettriche però il gran numero di parti mobili ne limita probabilmente l'affidabilità sopratutto se utilizzato come turbina idroelettrica. Rotore Savonius Rotore Savonius, il più semplice degli aerogeneratori ad asse verticale, la sua semplicità concettuale lo rende particolarmente adatto all' autocostruzione. I rotori Savonius possono prevedere un sistema con paravento, concettualmente è semplice ed è evidente la potenziale efficienza data dalla protezione della parte passiva del rotore, questo però comporta la necessità di dover orientare perfettamente la turbina rispetto alla direzione del vento annullando in pratica uno dei maggiori vantaggi delle turbine ad asse verticale. Rotore Windside Un aerogeneratore ad asse verticale innovativo è quello proposto dalla Winside, una società finlandese. Questa tecnologia, relativamente nuova, è molto promettente, con rese superiori all'eolico tradizionale (ad asse orizzontale) anche del 30-50%, adatta sopratutto per impianti di potenza media e piccola.

6 Turbine ad asse orizzontale sono utilizzati i rotori ad elica sopratutto per grandi sistemi e rotori multipala per sistemi da pochi kw di potenza. Mulino Cretese E' il tipo più semplice, economico e sicuro. Il rotore è costituito da 8 o più braccia, tra le quali vengono tesi, per mezzo di cavi dei triangoli di stoffa. La superficie di questi ultimi può essere aumentata o ridotta a seconda dell'intensità del vento. I cavi hanno anche la funzione di irrigidire la struttura. Poiché tutta la struttura è elastica e flessibile, possiede una parziale autoregolazione, in quanto la pressione del vento sulle vele le deforma, modificando la loro superficie esposta, e ciò viene ottenuto

7 arrotolando la tela sui sostegni. La torre di sostegno può essere in muratura o con traliccio di legno o metallico. I mulini di questo tipo vengono usati nella maggioranza dei casi per pompare acqua, ma alcuni esemplari autocostruiti sono stati utilizzati per produrre elettricità con un alternatore accoppiato a ingranaggi e rinvii opportuni (difficilmente superano i 50 giri/min). Ciò è dovuto ad una alta solidity ( ) e ad un rapporto ottimale u/v tra i più bassi (0.75). Non richiede dunque alte velocità del vento; infatti già con u=3 m/s fornisce una coppia elevata. Turbina Multipala Il suo rotore è costituito da un alto numero di pale in lamiera metallica, generalmente 18 o più, disposte a raggiera su un mozzo e ad angolo rispetto al piano di rotazione, come una grande ventola. Il diametro medio è di circa metri. La rotazione dell'asse viene trasformata in moto alternativo per mezzo di un albero a gomito, oppure rinviata alla base del traliccio tramite una coppia di ingranaggi conici. Questo tipo di mulini viene utilizzato nella grande maggioranza dei casi per pompare acqua dai pozzi. Il rotore è rigido e la sua superficie ed inclinazione non possono essere variate al variare della forza del vento; infatti oltre ad una certa velocità deve essere fermato manualmente oppure piegato in modo da disporre il rotore parallelo alla direzione del vento. Il grande numero di pale comporta una solidità elevata, per cui si ha una coppia molto alta anche a basso numero di giri; è sufficiente un vento debole per far lavorare il rotore in condizioni ottimali. Le pale sono leggermente incurvate e con angolo di calettamento variabile dal mozzo all'estremità. Per micro-generatori si possono utilizzare un numero inferiore di pale sagomate. Turbina ad Elica

8 La pala dell'elica, come un'ala sottile offre una resistenza minima all'avanzamento, non crea turbolenze pericolose, ha una portanza elevata: tutto ciò si traduce in un alto coefficiente di potenza e in velocità di rotazione molto alte (alcuni rotori hanno eliche con velocità periferiche vicine a quelle del suono). In conseguenza dell'alta velocità di rotazione tipica di queste macchine è possibile accoppiare dei generatori di elettricità, direttamente o con ingranaggi molto modesti, evitando che la gran parte della potenza estratta sia dissipata in trasmissioni complicate caratterizzate da elevati rapporti di trasmissione. L'elica, per poter avere un rendimento costante ed elevato, deve sempre potersi orientare nel vento. I metodi utilizzati sono due: con un timone di opportune dimensioni che orienta tutto il complesso (elica controvento o upwind ), oppure, ponendo l'elica posteriormente al complesso generatoreperno di rotazione e utilizzando la coppia giroscopica del motore stesso per orientare il mulino (elica sottovento o down-wind). L'elica ha un profilo aerodinamico facilmente ricavabile da libri e pubblicazioni molto diffuse; in pratica per applicazioni modeste vengono impiegati profili standard.

9 Con l'espressione eolico off-shore si intendono gli impianti installati ad alcune miglia dalla costa di mari o laghi, per meglio utilizzare la forte esposizione alle correnti di queste zone. In questo senso, la Spagna ha avviato uno studio di fattibilità della durata di un anno sull'intero territorio nazionale, per determinare le aree maggiormente ventilate e con continuità, e quindi i siti candidati all'installazione di centrali di taglia medio-grande. La Spagna ha esteso le misurazioni mediante centraline fisse e mobili anche a tutta la costa, oltre che a zone collinari e di montagna, scegliendo di battere la strada dell'eolico off-shore. Dopo aver diffuso microimpianti nelle singole abitazioni, e un decentramento energetico, ora punta a realizzare pochi impianti centralizzati per la produzione di alcuni gigawatt ciascuno. Ad Havsui, in Norvegia, sorgerà il più grande impianto eolico al mondo, che dovrà fornire 1,5 Gigawatt di potenza elettrica. Si tratta di un eolico off-shore. Il governo Inglese sembra intenzionato a presentare un progetto per realizzare un'estesa serie di generatori offshore in grado entro il 2020 di produrre abbastanza corrente elettrica da alimentare le utenze domestiche del Regno Unito. Il piano prevede impianti per 20 GWatt che si aggiungeranno agli 8 GWatt di impianti già deliberati. Nel 2008 il Fondo di Inversioni della Corona Britannica, che possiede le aree marittine della Gran Bretagna, fino a ~20 km dalla costa, con il programma Clipper's Britannia Project, ha deciso di investire in giganteschi aerogeneratori off-shore, di potenza superiore ai 5 Mw/h.

10 Dimensioni e componenti delle macchine Dal punto di vista delle dimensioni, le macchine si suddividono in: macchine di piccola taglia (potenza kw; diametro rotore 3-20 metri; altezza mozzo metri); macchine di media taglia (potenza kw; diametro rotore metri; altezza mozzo metri); macchine di grande taglia (potenza kw; diametro rotore metri; altezza mozzo metri). Il Rotore Il rotore è costituito da un mozzo su cui sono fissate le pale che possono ruotare ad una velocità superiore ai 200 chilometri orari. Le pale più utilizzate sono realizzate in fibra di vetro. I rotori a due pale sono meno costosi e girano a velocità più elevate. Sono però più rumorosi e vibrano di più di quelli a tre pale. Tra i due la resa energetica è quasi equivalente. Sono stati realizzati anche rotori con una sola pala, equilibrata da un contrappeso. A parità di condizioni, questi rotori sono ancor più veloci dei bipala, ma hanno rese energetiche leggermente inferiori. Ci sono anche rotori con numerose pale, di solito 24, che vengono impiegati per l azionamento diretto di macchine, come le pompe. Sono stati messi a punto dei rotori con pale mobili. Variando l inclinazione delle pale al variare della velocità del vento è possibile mantenere costante la quantità di elettricità prodotta dall aerogeneratore. Il sitema frenante

11 È costituito da due sistemi indipendenti di arresto dell pale: un sistema di frenaggio aerodinamico e uno meccanico. Il primo viene utilizzato per controllare la potenza dell aerogeneratore, come freno di emergenza in caso si sovravelocità del vento e per arrestare il rotore. Il secondo viene utilizzato per completare l arresto del rotore e come freno di stazionamento. La torre e le fondamenta La torre sostiene la navicella e il rotore, può essere a forma tubolare o a traliccio. In genere è costruita in legno, in cemento armato, in acciaio o con fibre sintetiche. La struttura dell aerogeneratore per poter resistere alle oscillazioni ed alle vibrazioni causate dalla pressione del vento deve essere ancorata al terreno mediante fondamenta. Le fondamenta molto spesso sono completamente interrate e costruite con cemento armato. Il moltiplicatore di giri Il moltiplicatore di giri serve per trasformare la rotazione lenta delle pale in una rotazione più veloce in grado di far funzionare il generatore di elettricità. Il generatore Il generatore trasforma l energia meccanica in energia elettrica. La potenza del generatore viene indicata in chilowatt (kw). Il sistema di controllo Il funzionamento di un aerogeneratore è gestito da un sistema di controllo che svolge due diverse funzioni. Gestisce, automaticamente e non, l aerogeneratore nelle diverse operazioni di lavoro e aziona il dispositivo di sicurezza che blocca il funzionamento dell aerogeneratore in caso di malfunzionamento e di sovraccarico dovuto ad eccessiva velocità del vento. La navicella e il sistema di imbardata La navicella è una cabina in cui sono ubicati tutti i componenti di un aerogeneratore, ad eccezione, naturalmente, del rotore e del mozzo. La navicella è posizionata sulla cima della torre e può girare di 180 sul proprio asse. Per assicurare sempre il massimo rendimento dell aerogeneratore è importante mantenere un allineamento più continuo possibile tra l asse del rotore e la direzione del vento. Negli aerogeneratori di media e grossa taglia, l allineamento è garantito da un servomeccanismo, detto sistema di imbardata, mentre nei piccoli aerogeneratori è sufficiente l impiego di una pinna direzionale. Nel sistema di imbardata un sensore, la banderuola, indica lo scostamento dell asse della direzione del vento e aziona un motore che riallinea la navicella.

12 Schema di utilizzazione dell'energia prodotta Batterie Nei sistemi isolati è necessaria una batteria per immagazzinare l'energia in modo da poterla fornire in modo costante nel tempo. Le batteria inoltre regola il voltaggio del sistema che altrimenti varierebbe in modo accentuato con la velocità del vento, danneggiando così il sistema. Volendo ridurre l'investimento iniziale si possono usare le batterie per auto o moto, ma sul lungo periodo è conveniente usare batterie di capacità maggiore. Le batterie per auto inoltre sono progettate per essere scaricate solo parzialmente per cui non sono molto adatte allo scopo. Controller di carica Serve a prevenire il danneggiamento delle batterie. Se la batteria è già carica ed il vento soffia ancora in maniera molto forte, il controller devia il flusso della corrente su degli elementi che possano disperdere energia, ad esempio delle lampadine o delle resistenze termiche. N.B. I controller per i sistemi fotovoltaici non sono adatti per la regolazione dei sistemi eolici, in quanto essi disconnettono il collegamento tra il generatore ed il carico, consentendo al sistema di raggiungere il fuorigiri. Utenze V Nella comune rete elettrica circola corrente alternata che ha standard diversi nei vari Paesi ( V, Hz). La maggior parte dei generatori eolici produce corrente alternata non standard che viene poi trasformata in corrente continua prima di raggiungere le batterie. La corrente continua deve essere poi trasformata in corrente alternata rispondente agli standard per mezzo di un inverter.

13 Gli svantaggi della soluzione a corrente alternata sono: Costo dell'inverter e sua possibilità di guasto Richieste di maggiori precauzioni a causa dell'elevato potenziale Perdite nella conversione da continua ad alternata nell'inverter Vantaggi: Molti dispositivi studiati per la corrente continua Minori perdite per effetto Joule (riscaldamento) lungo i cavi Utenze 12 V I vantaggi della soluzione a corrente continua sono associati al fatto che: La corrente in uscita dalle batterie è in continua. Svantaggi: Pochi dispositivi funzionano a 12 V (se non quelli appositamente progettati per l'utilizzo su barche o auto). Grandi perdite a parità di potenza trasmessa, rispetto a sistemi a più alto voltaggio. Rotore e generatore ROTORE In genere si usano soluzioni a due o tre pale. Un numero elevato di pale è in grado di fornire una coppia maggiore al generatore, ma d'altra parte la velocità raggiungibile dal rotore potrebbe essere insufficiente per generare il voltaggio necessario. Le pale devono essere ben bilanciate per evitare fenomeni di vibrazione e di eccessiva fatica dei materiali. GENERATORE Il generatore a magnete permanente (PMG) consente di estrarre la massima potenza dal rotore che gira a basse velocità conciliando la semplicità di costruzione (e quindi i bassi costi) con la migliore efficienza nel caso di utilizzo per piccoli impianti. Si può rappresentare schematicamente il PMG nel modo seguente: Il magnete permanente, al centro, ruota in modo solidale alle pale magnetizzando successivamente con il polo positivo e negativo gli induttori. La corrente generata è quindi alternata trifase. La corrente alternata trifase (AC) deve essere convertita in corrente continua (DC) perché possa essere fornita alla batteria; il raddrizzatore permette questa trasformazione. Il generatore deve essere sempre connesso al carico (batteria ed utenze), per evitare che il rotore raggiunga una velocità di rotazione troppo elevata. E' necessario prevedere un sistema frenante che agisca nei casi di forte vento.

14 La Legge di Betz riflette una teoria per le macchine a fluido sviluppata da Albert Betz. Essa mostra la massima energia possibile conosciuta come Limite di Betz che si potrebbe ricavare tramite un rotore infinitamente sottile da un fluido scorrente ad una certa velocita'. Al fine di calcolare l'efficienza massima di un rotore sottile, lo si immagini sostituito da un disco che spilli energia dal fluido che vi passa attraverso. Ad una certa distanza dietro questo disco, il fluido che vi è passato attraverso fluisce con una velocita' ridotta. Schema di un flusso di fluido attraverso un attuatore. Ipotesi 1. Il rotore non possiede mozzo, ossia e' un rotore ideale, con un infinito numero di pale e con attrito pari a 0. Ogni attrito risultante può essere solo inferiore di questo valore ideale. 2. Il flusso all'entrata e all'uscita del rotore ha un moto assiale. Questo tipo di approccio e' a volume di controllo, e per ricavare una soluzione il volume di controllo deve contenere tutto il fluido entrante e uscente, in considerazione delle equazioni di conservazione. 3. Il fluido è incomprimibile. La densità rimane costante, e non vi e' trasferimento di calore dal rotore al fluido e viceversa Applicazione della Conservazione della Massa (Equazione di Continuità) Applicando la conservazione della massa a questo volume di controllo, il tasso di massa fluida (ossia la massa fluente per unita' di tempo) e' data da: dove v 1 e' la velocità davanti il rotore, v 2 e' la velocità alle spalle del rotore, e v e' la velocità all'altezza del dispositivo. ρ e' la densità del fluido, e l'area della turbina e' data da S. La forza esercitata dal vento sul rotore può essere scritta come

15 Potenza e Lavoro Il lavoro fatto dalla forza può essere scritto incrementalmente come e la Potenza contenuta nel vento e' Ora sostituendo la forza F calcolata in precedenza nell'equazione della potenza, sarà disponibile la potenza che può essere estratta dal vento disponibile: Comunque, la potenza può essere calcolata in un'altro modo: usando l'energia cinetica. Applicando la l'equazione di conservazione dell'energia al volume di controllo otteniamo

16 Tornando all'equazione di continuità, una sostituzione per il tasso di massa fluida ottiene il seguente Entrambe queste espressioni per il calcolo della potenza sono valide: una di queste deriva dall'analisi del lavoro incrementale eseguito, e l'altra dalla conservazione dell'energia. Risolvendo queste due espressioni, otteniamo un risultato interessante Esaminando le due espressioni equivalenti, principalmente oppure Pertanto, la velocità del vento al rotore può essere considerata come una media delle velocità del settore a monte e di quello a valle, a condizione che essi non abbiano velocità uguali (nel qual caso non viene estratta potenza). Questo e' spesso considerato il punto di più difficile accettazione della Legge di Betz ma, come si può vedere dalla dimostrazione sovrastante, e' in realtà corretto. Legge di Betz e C (Coefficiente di Prestazione) p Tornando all'espressione precedente della Potenza basata sull'energia cinetica:

17 . L'asse orizzontale rappresenta il rapporto, l'asse verticale è il "coefficiente di prestazione" C p. Differenziando (attraverso un'accurata applicazione della regola della catena rispetto a per una data velocità del fluido v 1 e una data area S una volta trovato il massimo o il minimo valore per. Il risultato è che ottiene il massimo valore quando. Sostituendo questi risultati in:. La frazione di lavoro ottenibile da un cilindro di fluido con area S e velocità v 1 è:. Il "coefficiente di prestazione" C p (= ) ha il suo massimo valore di: C p.max = = (o 59.3%; comunque i coefficienti di prestazione sono solitamente espressi come decimali, non come percentuale).

18 Le perdite del rotore in un mulino a vento, per esempio, sono le più significative. E', comunque, importante ridurle il più possibile. I rotori moderni ammettono valori di C p nell'intervallo da 0.4 a 0.5, che è il 70-80% di quello teoricamente possibile. Punti di Interesse Notare che la precedente analisi non è dipendente dalla geometria, pertanto S potrebbe assumere qualsiasi forma a condizione che il flusso attraversi assialmente dall'ingresso al volume di controllo di uscita, e il controllo del volume è uniforme per le velocità di ingresso e di uscita. Notare che ogni effetto estraneo può solo decrementare la performance della turbina poiché l'analisi è stata effettuata ignorando l'attrito. Ogni effetto non ideale andrebbe a detrarsi dall'energia disponibile dal fluido in ingresso, diminuendo l'efficienza. Ci sono state diverse argomentazioni su questo limite e gli effetti degli ugelli, e c'è una netta difficoltà quando si considerano i dispositivi di potenza che utilizzano più area di cattura dell'area del rotore. Alcuni produttori e inventori hanno creduto di superare il limite di Betz facendo questo ma, in realtà, le loro ipotesi iniziali erano sbagliate,dato che si sta utilizzando una A 1 sostanzialmente maggiore dell'area del rotore, e questo apporta squilibrio al numero di efficienza. In realtà, il rotore è efficiente come potrebbe esserlo senza ugelli o dispositivi di cattura, ma aggiungendo questi dispositivi che si aumenta la potenza estraibile dal vento a monte del rotore. Osservazione: Se usiamo la seguente media delle velocità Vavg=2/(1/V1+1/V2)=2*V1*V2/(V1+V2) Al posto di Vavg=(V1+V2)/2 poiché V2=0 allora Vavg=0 per qualunque valore di V1 (impatto senza movimento). Il calcolo è molto semplice e da una riduzione del 50% della produzione

19

20

21

22

Energia eolica. Costi dell'eolico

Energia eolica. Costi dell'eolico Energia eolica L'energia eolica è il prodotto della conversione dell'energia cinetica del vento in altre forme di energia. Attualmente viene per lo più convertita in elettrica tramite una centrale eolica,

Dettagli

L ENERGIA EOLICA energia eolica

L ENERGIA EOLICA energia eolica L ENERGIA EOLICA L'energia eolica è l'energia ottenuta dal vento ovvero il prodotto della conversione dell'energia cinetica, ottenuta dalle correnti d'aria, in altre forme di energia (meccanica o elettrica).

Dettagli

L energia eolica. L aerogeneratore

L energia eolica. L aerogeneratore L energia eolica L energia eolica è l energia posseduta dal vento. L uomo sin dall antichità, ha usato il vento per navigare, per muovere le pale dei mulini utilizzati per macinare i cereali, per spremere

Dettagli

Fonti energetiche alternative L energia eolica

Fonti energetiche alternative L energia eolica Zamparo Paolo cl. III A - anno scolastico 2007/08 Fonti energetiche alternative L energia eolica Lo sviluppo industriale ed economico dell umanità è basato sull energia elettrica che fino ad oggi si è

Dettagli

Rivista Ligure di Meteorologia n 32 anno IX - giugno 2009

Rivista Ligure di Meteorologia n 32 anno IX - giugno 2009 Rivista Ligure di Meteorologia n 32 anno IX - giugno 2009 DIDATTICA di: Diego Rosa Breve introduzione alle energie rinnovabili (sole, vento, acqua) Parte terza L'energia eolica II Macchine antiche, macchine

Dettagli

L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in

L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in ENERGIA EOLICA: L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in energia elettrica tramite una centrale

Dettagli

Eolico: teoria ed economicità degli impianti eolici

Eolico: teoria ed economicità degli impianti eolici Eolico: teoria ed economicità degli impianti eolici La teoria ingegneristica legata all eolico, oltre a fornire strumenti per la progettazione del generatore eolico, individua alcuni criteri per scegliere

Dettagli

Seminario di Energetica L energia eolica

Seminario di Energetica L energia eolica 1. Potenza di una vena di vento Seminario di Energetica L energia eolica L energia eolica è una delle forme in cui si presenta l energia della radiazione solare incidente e della radiazione termica emessa

Dettagli

di ricovero in caso di improvvise raffiche di vento troppo forte.

di ricovero in caso di improvvise raffiche di vento troppo forte. ,PSLDQWLHROLFL 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD I sistemi eolici sfruttano l energia cinetica del vento per trasformarla in energia motrice che può essere sfruttata direttamente (come nel caso dei tradizionali

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

v. p. green Energy G3 30KW

v. p. green Energy G3 30KW v. p. green Energy G3 30KW costruzione molto robusta che si adatta a tutti venti manutenzione ridotta triplo freno a disco non necessita di inverter il migliore compromesso qualità/prezzo diametro del

Dettagli

ESSEZETA eolico - pag. 1

ESSEZETA eolico - pag. 1 ENERGIA EOLICA L'energia eolica è l'energia ottenuta dal vento ovvero il prodotto della conversione dell'energia cinetica in energia meccanica. Da miliardi di anni il sole riscalda la terra e questa rilascia

Dettagli

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La trasformazione dell energia cinetica posseduta dal vento in energia elettrica richiede macchine complesse e molto sofisticate.

Dettagli

ENERGIA EOLICA Il vento.

ENERGIA EOLICA Il vento. ENERGIA EOLICA Il vento. Il vento è un fenomeno naturale che consiste nel movimento ordinato, quasi orizzontale, di masse d'aria dovuto alla differenza di pressione tra due punti dell'atmosfera. In presenza

Dettagli

IMPIANTI EOLICI. Che cos è

IMPIANTI EOLICI. Che cos è IMPIANTI EOLICI Che cos è Il vento è un fenomeno provocato dalla differenza di riscaldamento delle masse d'aria che si trovano al di sopra della terra ferma e del mare. Le zone al di sopra delle terre

Dettagli

Impianti minieolici: energia elettrica gratuita dal vento

Impianti minieolici: energia elettrica gratuita dal vento Impianti minieolici: energia elettrica gratuita dal vento Cosa si intende per minieolico Un impianto eolico è un impianto di produzione di energia elettrica che utilizza come fonte primaria l energia cinetica

Dettagli

Eolic Ligthstreet Distributed Energy Resource [ELDER] Eolic Ligthstreet Distributed Energy Resource [ELDER] I ndice Premessa...3 L idea...4 Elementi di ricerca e innovazione....6 Analisi economica...8

Dettagli

Betawind l energia inesauribile

Betawind l energia inesauribile Betawind l energia inesauribile Catalogo turbine mini-eoliche Impianti mini-eolici L offerta L energia eolica, oltre che nei grandi impianti, è utilizzata anche su impianti in scala ridotta. Esistono infatti

Dettagli

Generalità sull energia eolica

Generalità sull energia eolica Generalità sull energia eolica Una turbina eolica converte l energia cinetica della massa d aria in movimento ad una data velocità in energia meccanica di rotazione. Per la produzione di energia elettrica

Dettagli

Energia eolica. Filippo Spertino. Politecnico di Torino

Energia eolica. Filippo Spertino. Politecnico di Torino Energia eolica Filippo Spertino Politecnico di Torino (F. Spertino - Politecnico di Torino) I generatori eolici sono oggi la fonte non termica che è cresciuta di più al mondo come potenza installata Potenza

Dettagli

Il suo sfruttamento, relativamente semplice e poco costoso, è attuato tramite macchine eoliche divisibili in due gruppi:

Il suo sfruttamento, relativamente semplice e poco costoso, è attuato tramite macchine eoliche divisibili in due gruppi: 1 ENERGIA EOLICA L'energia eolica è il prodotto della conversione dell'energia cinetica del vento in energia elettrica. Prima tra tutte le energie rinnovabili per il rapporto costo/produzione è stata anche

Dettagli

Produzione di energia elettrica da Fonti Rinnovabili fotovoltaico - eolico

Produzione di energia elettrica da Fonti Rinnovabili fotovoltaico - eolico EcoConsult sas di Terlizzi Annamaria & C. Via Repubblica Italiana, 54-70032 Bitonto (BA) tel./fax. 080.371.52.18 E-mail: ecoconsult@alice.it P.IVA 05581710729 Produzione di energia elettrica Pag. 2/10

Dettagli

GENERATORI EOLICI KLIMEKO DI ULTIMA GENERAZIONE

GENERATORI EOLICI KLIMEKO DI ULTIMA GENERAZIONE GENERATORI EOLICI KLIMEKO DI ULTIMA GENERAZIONE SERIE BUSINESS KGE HK 12,5kW 25kW 38kW 55kW KLIMEKO PRESENTA LA NUOVA LINEA DI GENERATORI EOLICI A CONTROLLO TOTALE La nuova serie KGE HK è un generatore

Dettagli

L energia eolica è l energia posseduta dal vento, ed ha origine dal sole.

L energia eolica è l energia posseduta dal vento, ed ha origine dal sole. L energia eolica è l energia posseduta dal vento, ed ha origine dal sole. Il vento infatti si genera dalle differenze di temperatura che si determinano tra zone diverse della terra. Infatti il riscaldamento

Dettagli

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali.

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali. Sede legale: Viale Vittorio Veneto 60, 59100 Prato P.IVA /CF 02110810971 Sede operativa: Via del Mandorlo 30, 59100 Prato tel. (+39) 0574 550493 fax (+39) 0574 577854 Web: www.aria-srl.it Email: info@aria-srl.it

Dettagli

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA turbine eoliche ad asse verticale VAWT A.A. 2008/09 Energie Alternative Prof.B.Fortunato

Dettagli

IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO. Catalogo in Italiano

IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO. Catalogo in Italiano IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO Catalogo in Italiano IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO Indice Corporate Tecnologia Italiana al servizio del

Dettagli

AEROGENERATORE. Libellula 55+ CARATTERISTICHE TECNICHE. codice: 8.017.0.007 rev.0 del 02/10/2014

AEROGENERATORE. Libellula 55+ CARATTERISTICHE TECNICHE. codice: 8.017.0.007 rev.0 del 02/10/2014 Sede legale: Viale Vittorio Veneto 60, 59100 Prato P.IVA /CF 02110810971 Sede operativa: Via del Mandorlo 30, 59100 Prato tel. (+39) 0574 550493 fax (+39) 0574 577854 Web: www.aria-srl.it Email: info@aria-srl.it

Dettagli

GENERATORI EOLICI DI ULTIMA GENERAZIONE

GENERATORI EOLICI DI ULTIMA GENERAZIONE Egr. Via Energia Mediterranea srl Loc. Savutano, N 102 88046 Lamezia Terme (CZ), Italy Tel +39 0968 22249 - Fax +39 0968 449242 info@energiamediterranea.it ww.energiamediterranea.it Data: 00/00/0000 GENERATORI

Dettagli

Energia Eolica parte 2

Energia Eolica parte 2 Energia Eolica parte 2 Aerogeneratori Generatore elettrico Per avere una produzione di energia elettrica di elevata qualità si svincola il regime rotatorio della turbina (e quindi dell albero veloce in

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza Classificazione Portata d acqua Salto lordo Potenza netta Piccola taglia < 10 m 3 /s < 50 m < 5 kw (pico centrali) < 100 kw

Dettagli

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Giulio Cesare Falco. Studio dell elica aeronautica Parte 2

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Giulio Cesare Falco. Studio dell elica aeronautica Parte 2 Istituto Tecnico Settore Tecnologico Giulio Cesare Falco nuovo indirizzo in Trasporti e Logistica articolazione Costruzione del Mezzo opzione Costruzioni Aeronautiche Studio dell elica aeronautica Parte

Dettagli

Velocità Variabile con Controllo di Pitch

Velocità Variabile con Controllo di Pitch Turbine SERIE GRE- HTC Velocità Variabile con Controllo di Pitch POTENZE NOMINALI DISPONIBILI 5 KW 10 KW 20 KW 30 KW 50 KW 5 KW SCHEDE TECNICA GRE-HTC 5.0 KW Curva di Potenza GRE-HTC 5.0 KW 7000 6000 5000

Dettagli

Energia Idroelettrica

Energia Idroelettrica PascaleCave e Costruzioni S.r.l. Idroelettrico Energia Idroelettrica L energia idroelettrica è l energia elettrica ottenibile da una massa d acqua sfruttando l energia potenziale che essa cede con un salto

Dettagli

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +,

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +, LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS!" # $ % & ' ( )* # +, Apparecchiature Per quanto riguarda le apparecchiature, le indicazioni principali per i golf club e porticcioli riguardano: la sostituzione di lampadine

Dettagli

INDICE. 1. Introduzione...2. 3. Calcolo strutturale...8

INDICE. 1. Introduzione...2. 3. Calcolo strutturale...8 INDICE 1. Introduzione...2 2. Descrizione dell aerogeneratore...4 3. Calcolo strutturale...8 1 1. Introduzione. Il COMUNE DI CANTIANO (PG), intende realizzare un impianto eolico che consiste nell istallazione

Dettagli

AEROGENERATORI PER L UTILIZZO DELL ENERGIA CINETICA DEL VENTO

AEROGENERATORI PER L UTILIZZO DELL ENERGIA CINETICA DEL VENTO AEROGENERATORI PER L UTILIZZO DELL ENERGIA CINETICA DEL VENTO NER- CERTIFICAZIONE ISO 91:28 Rilasciata da RINA con emissione corrente in data 13/7/212 ATTESTAZIONE SOA Rilasciata da BENTLEY SOA in data

Dettagli

Generatore eolico Darrieus

Generatore eolico Darrieus DTI / ICIMSI / PRODURRE ENERGIA CON IL VENTO 36 Generatore eolico Darrieus Il funzionamento è basato sulla portanza esercitata dal profilo alare della sezione delle pale. VAWT 37 Giromill ( H-Bar) Darrieus

Dettagli

ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p

ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire

Dettagli

ESCO ENERGY A SERVIZIO DEGLI ENTI PUBBLICI

ESCO ENERGY A SERVIZIO DEGLI ENTI PUBBLICI ESCO ENERGY A SERVIZIO DEGLI ENTI PUBBLICI Secondo l UE, le Amministrazioni locali possono fare molto per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni sintetizzati nello slogan 20-20-20,

Dettagli

A. Isolati B. In Cluster (in genere collegati alla rete di potenza o ad una rete locale con sistemi diesel); C. Combinati o Integrati

A. Isolati B. In Cluster (in genere collegati alla rete di potenza o ad una rete locale con sistemi diesel); C. Combinati o Integrati Eolico 1. Quadro sintetico della tecnologia, degli impianti e delle macchine eoliche La bassa densità energetica, dell'energia eolica per unità di area della superficie di territorio, comporta la necessità

Dettagli

Turbine idrauliche 1/8. Classificazione

Turbine idrauliche 1/8. Classificazione Classificazione Turbine idrauliche 1/8 Una turbina è una macchina che estrae energia da un fluido in possesso di un carico idraulico sufficientemente elevato. Tale carico (o caduta) è generato dal dislivello

Dettagli

Esercizio 20 - tema di meccanica applicata e macchine a fluido- 2002

Esercizio 20 - tema di meccanica applicata e macchine a fluido- 2002 Esercizio 0 - tema di meccanica applicata e macchine a fluido- 00 er regolare il regime di rotazione di un gruppo elettrogeno, viene calettato sull albero di trasmissione del motore un volano in ghisa.

Dettagli

EOLICO E MINI EOLICO OPPORTUNITÀ E TENDENZE

EOLICO E MINI EOLICO OPPORTUNITÀ E TENDENZE EOLICO E MINI EOLICO OPPORTUNITÀ E TENDENZE Energie Rinnovabili Green Open Day Torricella Peligna, sabato 26/11/2011 Ing. Luigi Imperato Studio Rinnovabili INDICE GENERALE Premessa Aspetti generali di

Dettagli

Energia eolica Fonti rinnovabili G.V. Fracastoro

Energia eolica Fonti rinnovabili G.V. Fracastoro Energia eolica Energia dal vento (eolica) Generalità Disponibilità di vento in Europa e in Italia Il vento e il suo contenuto energetico Aerogeneratori Impatto ambientale delle turbine eoliche In sintesi:

Dettagli

Gli alimentatori stabilizzati: cenni alle problematiche relative alla trasmissione di

Gli alimentatori stabilizzati: cenni alle problematiche relative alla trasmissione di Gli alimentatori stabilizzati: cenni alle problematiche relative alla trasmissione di energia elettrica Abbiamo già accennato nella dispensa sugli alimentatori stabilizzati che la necessità del loro utilizzo

Dettagli

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA L ENERGIA e IL LAVORO Non è facile dare una definizione semplice e precisa della parola energia, perché è un concetto molto astratto che

Dettagli

CIRCOLARE n. 6/2012. SALERNO 9 MAGGIO 2013 Grand Hotel Salerno, L.Mare C. Tafuri. Ufficio Provinciale - Territorio di Salerno

CIRCOLARE n. 6/2012. SALERNO 9 MAGGIO 2013 Grand Hotel Salerno, L.Mare C. Tafuri. Ufficio Provinciale - Territorio di Salerno CIRCOLARE n. 6/2012 Determinazione della rendita catastale delle unità immobiliari a destinazione speciale e particolare: Esempi notevoli e casi pratici SALERNO 9 MAGGIO 2013 Grand Hotel Salerno, L.Mare

Dettagli

Ecolibrì. e l Energia Eolica. Powered by

Ecolibrì. e l Energia Eolica. Powered by Pag.1 Ecolibrì e l Energia Eolica Pag.2 Sommario L energia eolica ed i generatori eolici... 3 L energia eolica... 3 Il generatore eolico... 3 I componenti di Ecolibrì... 5 Il funzionamento di Ecolibrì...

Dettagli

Prof. ssa R.D Imporzano A.S.:2014/15

Prof. ssa R.D Imporzano A.S.:2014/15 Lo sfruttamento del vento è attuato tramite macchine eoliche divisibili in due gruppi distinti in funzione del tipo di modulo base di aerogeneratore: Generatori eolici ad asse orizzontale, sono posizionati

Dettagli

MACCHINE IDRAULICHE Le macchine idrauliche si suddividono in. ELEMENTI DI IDRODINAMICA (3 a PARTE)

MACCHINE IDRAULICHE Le macchine idrauliche si suddividono in. ELEMENTI DI IDRODINAMICA (3 a PARTE) ELEMENTI DI IDRODINAMICA (3 a PARTE) PERDITE DI CARICO NEI TUBI Le tubature comunemente utilizzate in impiantistica sono a sezione circolare e costante, con conseguente velocità del liquido uniforme e

Dettagli

la variazione della quantità di moto del flusso attraverso le pale, e la teoria dell elemento di pala, che considera le pale della turbina suddivise

la variazione della quantità di moto del flusso attraverso le pale, e la teoria dell elemento di pala, che considera le pale della turbina suddivise Introduzione Tra le fonti rinnovabili derivanti dal Sole, l energia posseduta dal vento è stata la prima ad essere utilizzata dall uomo sotto forma di energia meccanica. L energia eolica viene raccolta

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA 1. PREMESSA La presente relazione tecnica è parte integrante del progetto per la realizzazione di un impianto tecnologico per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

Produzione di Energia Elettrica da Fonte Fotovoltaica ed Eolica

Produzione di Energia Elettrica da Fonte Fotovoltaica ed Eolica Produzione di Energia Elettrica da Fonte Fotovoltaica ed Eolica DAL VENTO AL GENERATORE dott. ing. Diego La Cascia del da La del alla aero della sa da un aero 2 di 28 da La vento P v (1 di 1) La alla della

Dettagli

L Unità didattica in breve

L Unità didattica in breve L Unità didattica in breve Trasmissione del moto mediante ruote dentate Si definisce ingranaggio l accoppiamento di due ruote dentate ingrananti fra loro, montate su assi la cui posizione relativa resta

Dettagli

L energia eolica è l energia posseduta dal vento, ed ha origine dal sole.

L energia eolica è l energia posseduta dal vento, ed ha origine dal sole. L energia eolica è l energia posseduta dal vento, ed ha origine dal sole. Il vento infatti si genera dalle differenze di temperatura che si determinano tra zone diverse della terra. Infatti il riscaldamento

Dettagli

IL VENTO. ropatec - vertical energy 1

IL VENTO. ropatec - vertical energy 1 IL VENTO ropatec - vertical energy 1 L energia del Vento Da dove arriva il Vento? È noto che tutta l energia rinnovabile deriva dal sole (meno che l energia geotermica e del movimento marittimo), Circa

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

Generatore eolico EW 60

Generatore eolico EW 60 Generatore eolico EW Ergo Wind srl Ergo Wind è un azienda leader nella produzione di sistemi energetici a basso impatto ambientale che investe da sempre nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie.

Dettagli

Energia Eolica Parte settima

Energia Eolica Parte settima Energia Eolica Parte settima Componenti delle HAWT Corso di ENERGETICA A.A. 2014/2015 Docente: Prof. Renato Ricci Esempi di HAWT Northwind 100 nel parco eolico Giulo 1 e 2 Turbina minieolica moderna sviluppata

Dettagli

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica Il giunto idraulico Fra i dispositivi che consentono di trasmettere potenza nel moto rotatorio, con la possibilità di variare la velocità relativa fra movente e cedente, grande importanza ha il giunto

Dettagli

L'Energia Eolica in Italia e in Piemonte. Ing. Carlo Novarese carlo.novarese@fondazionetelios.it

L'Energia Eolica in Italia e in Piemonte. Ing. Carlo Novarese carlo.novarese@fondazionetelios.it L'Energia Eolica in Italia e in Piemonte. Ing. Carlo Novarese carlo.novarese@fondazionetelios.it Sommario presentazione. Storia dell'energia eolica. La tecnologia attuale Il vento e accenni sui modelli

Dettagli

MINI EOLICO SERIE KGS 10kw

MINI EOLICO SERIE KGS 10kw Energia Mediterranea S.r.l. Via Basilio Sposato, 51 88046 Lamezia Terme Tel +39 0968 22249 - Fax +39 0968 1873016 www.energiamediterranea.it info@energiamediterranea.it La serie KGS è stata progettata

Dettagli

Room 2005 Zhongshang Building No.100 HongKong Middle Road Qingdao China code 266071 tel 008653285891039 e-mail: fazio@cinaservizi.

Room 2005 Zhongshang Building No.100 HongKong Middle Road Qingdao China code 266071 tel 008653285891039 e-mail: fazio@cinaservizi. Qingdao VERSOEST International TURBINE EOLICHE 2012 Qingdao VERSOEST International FD 2 0.3/8 300w / FD 3 1/9 1Kw FD 4 2/9 2Kw Caratteristiche. Bassa velocità del generatore a magnete permanente Bassa

Dettagli

Energia dal vento Piccole turbine eoliche

Energia dal vento Piccole turbine eoliche Energia dal vento Piccole turbine eoliche » Piccole turbine eoliche per ogni esigenza di energia. Con i costi dell energia in continua crescita, i piccoli impianti eolici rappresentano la soluzione ideale

Dettagli

Argomenti. Quali sono solare termico solare fotovoltaico eolico minieolico biomasse geotermia mare e moto ondoso

Argomenti. Quali sono solare termico solare fotovoltaico eolico minieolico biomasse geotermia mare e moto ondoso ENERGIE RINNOVABILI Argomenti Quali sono solare termico solare fotovoltaico eolico minieolico biomasse geotermia mare e moto ondoso Argomenti Perché le energie rinnovabili? Vantaggi Incentivi Esempi Formazione

Dettagli

Analisi della risorsa eolica. Corso di Aerodinamica e Gasdinamica A.A. 2009/2010 Docente: Prof. Renato RICCI

Analisi della risorsa eolica. Corso di Aerodinamica e Gasdinamica A.A. 2009/2010 Docente: Prof. Renato RICCI Analisi della risorsa eolica Corso di Aerodinamica e Gasdinamica A.A. 2009/2010 Docente: Prof. Renato RICCI Spettro di frequenza del vento Zona di lavoro di una torre anemometrica (tempi di campionamento

Dettagli

Impianto eolico. - Sintesi delle caratteristiche anemologiche del sito:

Impianto eolico. - Sintesi delle caratteristiche anemologiche del sito: Università degli Studi di Cagliari Corso di Studio in Ingegneria Meccanica CORSO DI TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI A.A. 27/28 - Esercitazione N. 1 - Giorgio Demurtas Impianto eolico - Sintesi delle

Dettagli

Le Fonti energetiche rinnovabili

Le Fonti energetiche rinnovabili Le Fonti energetiche rinnovabili Fonti rinnovabili RELATORE: Dott. Antonio Lazzari Luca Orioli - luca.orioli@cooperativaimpronte.it 2 I limiti della combustione Il principio alla base della combustibile

Dettagli

italiano il futuro è nelle tue mani GUIDA AL MINI EOLICO

italiano il futuro è nelle tue mani GUIDA AL MINI EOLICO italiano il futuro è nelle tue mani GUIDA AL MINI EOLICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto

Dettagli

ReDriven Power Inc 24 Bath Road, Suite AIroquois, AIroquois, Ontario, Canada, K0E 1K0 (866) 330. 330 0007 www.redriven.net

ReDriven Power Inc 24 Bath Road, Suite AIroquois, AIroquois, Ontario, Canada, K0E 1K0 (866) 330. 330 0007 www.redriven.net ReDriven Power Inc 24 Bath Road, Suite AIroquois, AIroquois, Ontario, Canada, K0E 1K0 (866) 330 330 0007 www.redriven.net SCHEDA TECNICA 50 kw ReDriven Le seguenti specifiche sono fornite dal costruttore.

Dettagli

Minieolico verticale

Minieolico verticale Micro-Eolico GENIUS Minieolico verticale Piccola generazione di energia eolica per utilizzi domestici e produttivi La tecnologia che permette l indipendenza energetica alla piccola utenza domestica e produttiva

Dettagli

FONTI PRO CONTRO. Produce un'energia doppia rispetto al legno. Ha un elevato potere energetico ed è la principale fonte di energia utilizzata

FONTI PRO CONTRO. Produce un'energia doppia rispetto al legno. Ha un elevato potere energetico ed è la principale fonte di energia utilizzata ENERGIA RINNOVABILE (fonti alternative energie pulite green energy) Si definisce energia rinnovabile "una qualsiasi fonte energetica che si rigenera almeno alla stessa velocità con cui si utilizza". In

Dettagli

Impianto Frenante. Dispensa didattica. Zanutto Daniele

Impianto Frenante. Dispensa didattica. Zanutto Daniele Impianto Frenante Dispensa didattica Zanutto Daniele I Freni pag. 4782 Compito I freni hanno il compito di rallentare, frenare e fermare un veicolo e di impedire un suo movimento da fermo. Durante la decelerazione,

Dettagli

SPECIFICA TECNICA GENERALE

SPECIFICA TECNICA GENERALE Deltatronic International S.r.l. IDENTIFICATIVO FOGLIO 1 SPECIFICA TECNICA GENERALE TURBINA EOLICA DELTAWIND New 3,0 N REV. DATA DESCRIZIONE DELLA REVISIONE REDAZ IONE 0 16/03/2011 EMISSIONE il documento

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento degli impianti fotovoltaici La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie terrestre

Dettagli

Classificazione delle pompe. Pompe cinetiche centrifughe ed assiali. Pompe cinetiche. Generalità POMPE CINETICHE CLASSIFICAZIONE

Classificazione delle pompe. Pompe cinetiche centrifughe ed assiali. Pompe cinetiche. Generalità POMPE CINETICHE CLASSIFICAZIONE Pompe cinetiche centrifughe ed assiali Prof.ssa Silvia Recchia Classificazione delle pompe In base al diverso modo di operare la trasmissione di energia al liquido le pompe si suddividono in: POMPE CINETICHE

Dettagli

POTENZIAMENTO ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO. SCHEDA N 1: Eolico. A cura della Funzione Strumentale Graziella Vaiana

POTENZIAMENTO ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO. SCHEDA N 1: Eolico. A cura della Funzione Strumentale Graziella Vaiana POTENZIAMENTO ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO SCHEDA N 1: Eolico OGGETTO: informativa sulle fonti di energie rinnovabili. Eolico A tutti i docenti di Scuola dell infanzia Elementare e media Istituto Comprensivo

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 MANUTENTORI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini MACCHINE A FLUIDO PER LA

Dettagli

Energia Eolica Parte settima Componenti delle HAWT

Energia Eolica Parte settima Componenti delle HAWT Energia Eolica Parte settima Componenti delle HAWT Corso di ENERGETICA A.A. 2012/2013 Docente: Prof. Renato Ricci Esempi di HAWT Northwind 100 nel parco eolico Giulo 1 e 2 Turbina minieolica moderna sviluppata

Dettagli

L EnErgia EoLica 1 cos È L EnErgia EoLica?

L EnErgia EoLica 1 cos È L EnErgia EoLica? 223 L Energia eolica 1 COS È L ENERGIA EOLICA? L energia eolica è l energia posseduta dal vento. L uomo usa la forza del vento da migliaia di anni. Basti pensare alla vela che fin dall antico Egitto muove

Dettagli

GYRO. La soluzione perfetta per la carteggiatura di finitura, la carteggiatura e la pulitura. Per legno, metallo e materiali sintetici

GYRO. La soluzione perfetta per la carteggiatura di finitura, la carteggiatura e la pulitura. Per legno, metallo e materiali sintetici R GYRO La soluzione perfetta per la carteggiatura di finitura, la carteggiatura e la pulitura Tecnica di carteggiatura ad oscillazione Per legno, metallo e materiali sintetici - una macchina robusta ed

Dettagli

N 1 telaio in acciaio di sostegno gruppi completo di forature per l ancoraggio a pavimento;

N 1 telaio in acciaio di sostegno gruppi completo di forature per l ancoraggio a pavimento; Caratteristiche tecniche relative a N 2 gruppi Turbina Elica Generatore Asincrono Trifase non regolante, Quadro Elettrico di automazione/parallelo gruppi. Dati di Impianto: Q max = 0,64 mc/s Hlordo=9,35

Dettagli

n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30

n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30 Matteo Vecchi Lezione del n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30 Il Moto Esterno Con il termine moto esterno intendiamo quella branca della fluidodinamica che studia il moto dei fluidi attorno ad un

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project. Come dominare il vento e trarne profitto

Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project. Come dominare il vento e trarne profitto Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project Come dominare il vento e trarne profitto Micro e Mini- eolico StarPower Project www.starpowerproject.com 2 L eolico a portata di mano Grazie all evoluzione

Dettagli

Impianti idroelettrici

Impianti idroelettrici Impianti idroelettrici Un impianto idroelettrico è costituito da opere civili ed idrauliche (diga o traversa di sbarramento, sistema di presa, vasca di carico, opere di convogliamento e di restituzione,

Dettagli

Aerogeneratori ad alte prestazioni

Aerogeneratori ad alte prestazioni ù GRE-W Srl Via Libertà 210 93100 Caltanissetta Sito Internet: www.ecosferaenergie.it Aerogeneratori ad alte prestazioni Email : commerciale.greenenergy@gmail.com Tel. 0934.594110 Caratteristiche principali:

Dettagli

EOLICO E MICROEOLICO. Dott. Ing. Marco GINANNI

EOLICO E MICROEOLICO. Dott. Ing. Marco GINANNI EOLICO E MICROEOLICO TURBINE EOLICHE TECNOLOGIE VAWT (Turbine ad asse Verticale) HAWT (Turbine ad asse Orizzontale) Darrieus Giromill (H Darrieus) Savonius Bipala Tripala Multipala IN SPERIMENTAZIONE TURBINE

Dettagli

Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project. Come dominare il vento e trarne profitto

Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project. Come dominare il vento e trarne profitto Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project Come dominare il vento e trarne profitto Micro e Mini- eolico StarPower Project www.starpowerproject.com 2 L eolico a portata di mano Grazie all evoluzione

Dettagli

Energia idroelettrica

Energia idroelettrica Energia idroelettrica L'energia idroelettrica è una fonte di energia alternativa e rinnovabile, che sfrutta la trasformazione dell'energia potenziale gravitazionale, posseduta da una certa massa d'acqua

Dettagli

Minieolico 1/2 VALUTAZIONE DEL POTENZIALE ENERGETICO DI UN SITO

Minieolico 1/2 VALUTAZIONE DEL POTENZIALE ENERGETICO DI UN SITO Piano Energetico regionale 2011-13 Seminario Tematico su Energia & Ricerca Bologna 29 novembre 2010 Minieolico 1/2 VALUTAZIONE DEL POTENZIALE ENERGETICO DI UN SITO Ing. Claudio Rossi Dip. Ingegneria Elettrica-

Dettagli

KNX per la gestione delle energie rinnovabili. Massimo Valerii Presidente KNX Italia Sheraton Nicolaus Hotel Bari 15 Marzo 2011

KNX per la gestione delle energie rinnovabili. Massimo Valerii Presidente KNX Italia Sheraton Nicolaus Hotel Bari 15 Marzo 2011 KNX per la gestione delle energie rinnovabili Massimo Valerii Presidente KNX Italia Sheraton Nicolaus Hotel Bari 15 Marzo 2011 Il risparmio e l'efficienza energetica si ottengono... Riducendo i consumi

Dettagli

Note per l impianto di un Parco Eolico. nel Comune di Forino

Note per l impianto di un Parco Eolico. nel Comune di Forino Note per l impianto di un Parco Eolico nel Comune di Forino del p.i. Paolo D Amato Presidente Associazione Culturale Forino News Forino, luglio 2008 Sappiamo tutti che per fonte di energia alternativa

Dettagli

Fondamenti sui sistemi di Attuazione nella Robotica. Corso di Robotica Prof. Gini Giuseppina 2006/2007

Fondamenti sui sistemi di Attuazione nella Robotica. Corso di Robotica Prof. Gini Giuseppina 2006/2007 Fondamenti sui sistemi di Attuazione nella Robotica PhD. Ing. Folgheraiter Michele Corso di Robotica Prof. Gini Giuseppina 2006/2007 1 Definizione di Attuatore (Robotica) Si definisce attuatore, quella

Dettagli

Determinazione diretta delle caratteristiche di funzionamento di un motore asincrono trifase

Determinazione diretta delle caratteristiche di funzionamento di un motore asincrono trifase Determinazione diretta delle caratteristiche di funzionamento di un motore asincrono trifase La prova di laboratorio considerata consente di determinare le prestazioni dei motori ad induzione con il metodo

Dettagli

AZIONAMENTI ELETTRICI

AZIONAMENTI ELETTRICI AZIONAMENTI ELETTRICI SORGENTE ENERGIA UTENTE SUPERVISORE PROCESSO C I R C U I T O D ' I N T E R F A C C I A CONVERTITORE STATICO CIRCUITO DI CONTROLLO SENSOR I \ \ MOTORE TRASMISSIO NE MECCANICA CARICO

Dettagli