Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 AGENDA GIORNALIERA DEL CORSO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 AGENDA GIORNALIERA DEL CORSO"

Transcript

1 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 AGENDA GIORNALIERA DEL CORSO Milano Ottobre 2015

2 Giorno 1 (21 Ottobre 2015) Agenda del Corso Presentazione Corso - Il percorso di qualifica Introduzione e generalità - Le finalità e l ambito di applicazione del D.lgs 231/01 - Responsabilità delle organizzazioni - Le forme di esonero delle responsabilità - I principi, l impianto normativo, i reati e le fattispecie contemplate, le sanzioni principali, le misure cautelari - Il Codice Etico e l ambito di applicazione del decreto 231/01 (Maurizio Arena) Pausa Rapporto tra 231/Anticorruzione La legislazione in materia di Anticorruzione ed il rapporto con il Dlgs 231/01 nelle società partecipate/controllate e negli enti pubblici economici (Maurizio Arena) Business Lunch Esperienza in Tribunale di un «Procedimento 231» (Raffaello Ascensionato Carnà ) Il Modello 231 ai fini dell accreditamento delle strutture sanitarie (Roberto Iacopetti) Pausa L Organismo di Vigilanza Il Modello 231, il ruolo, le caratteristiche e la responsabilità dell OdV (Imma Ciarletta)

3 Agenda del Corso Giorno 2 (22 Ottobre 2015) Tecniche di Auditing Concetti fondamentali e norma UNI EN ISO La funzione audit interno e il Modello organizzativo ex D.lgs 231/01 - La verifica dei requisiti del Codice Etico - Il programma di audit per la gestione del rischio ai sensi della norma ISO Preparazione dell audit - Conduzione dell audit e uso di check-list sulle fattispecie di reato ex D.lgs 231/01 - Report dell audit - Il flusso informativo verso la direzione - Il flusso informativo verso l Organismo di Vigilanza (Fabio Tartaglia) Pausa Classificazione delle Anomalie (Test individuale) Business Lunch Simulazione Conduzione Audit e Presentazione Rapporto (Test di gruppo) Pausa ERMES OdV Presentazione di una metodologia analitico-statistica per la gestione dei flussi informativi verso l OdV (Ciro Strazzeri) Classificazione dei flussi informativi verso l OdV (Test di gruppo)

4 Agenda del Corso Giorno 3 (23 Ottobre 2015) TECNICHE DI ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI - Elementi di risk management - La metodologia d individuazione, analisi e valutazione dei rischi - Predisposizione della Mappatura del rischio - Analisi dei rischi: definizione delle aree sensibili - Tecniche di valutazione del rischio - Definizione del livello di rischio accettabile (Guido Leonardi) Pausa IL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA - Il sistema organizzativo e di controllo, relativi componenti e requisiti - Integrazione con eventuali sistemi autorizzativi e di accreditamento regionale - Integrazione con i sistemi di gestione aziendale (sistemi qualità, tutela della privacy, tutela ambientale, protezioni dei dati, sicurezza sul lavoro) - Integrazione con le disposizioni organizzative aziendali - Procedure e protocolli scritti ed informatici - Sistema delle deleghe e dei poteri autorizzativi e di firma - Comunicazione al personale e sua formazione - La funzione internal audit - Sistema disciplinare e meccanismi sanzionatori - I rapporti con il Codice etico - Predisposizione del piano di adeguamento e del sistema dei controlli - Piano correttivo e di miglioramento (Guido Leonardi) Business Lunch Valutazione dei rischi in un caso pratico (Test di gruppo) Fine Corso Sessione Esami Bureau Veritas (Su richiesta: Test individuale e colloquio).

5 Relatori Avv. Maurizio Arena Dott. Raffaello Ascensionato Carnà Dott. Roberto Iacopetti Avv. Imma Ciarletta Ing. Ciro Alessio Strazzeri Dott. Fabio Tartaglia Vice Presidente Vicario Asso231 Presidente Osservatorio 231 Farmaceutiche Curatore Rivista on line «Reati Societari» Studio Carnà CTU e OdV Delegato Asso231 - Esperto 231 e OdV presso vari Enti e Società Associate Crowe Horwath AS - Esperto 231 e OdV Presidente Asso231 Probitas OdV, Esperto 231 Certificato Consigliere Asso231 - Probitas Componente OdV, Auditor ed Esperto 231 Dott. Guido Leonardi Probitas Componente OdV, Auditor ed Esperto 231 Esaminatore Dott. Roberto Maggi Esaminatore Bureau Veritas (Componente OdV, Auditor ed Esperto 231)

6 Probitas S.r.l. Viale Francesco Restelli, Milano Portale

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire e auditare

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire e auditare

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Specialista 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Specialista 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Specialista 231 Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire e auditare

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire e auditare

Dettagli

Seminari / Corsi / Percorsi formativi INDICE

Seminari / Corsi / Percorsi formativi INDICE INDICE Come realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità conforme alla norma ISO 9001:2008... 2 Come realizzare sistemi di gestione ambientale secondo la norma ISO 14001:2004... 3 Come realizzare sistemi

Dettagli

Corso qualificante per le figure professionali di: - Esperto e consulente Componente OdV Auditor 231

Corso qualificante per le figure professionali di: - Esperto e consulente Componente OdV Auditor 231 Corso qualificante per le figure professionali di: - Esperto e consulente 231 - Componente OdV 231 - Auditor 231 Catania - 12-13-14 Marzo 2014 Sede ODCEC Catania Via Grotte Bianche 150 95128 Catania LE

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231e componente OdV 231

Corso di qualifica per Auditor 231e componente OdV 231 Corso di qualifica per Auditor 231e componente OdV 231 Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire e auditare un modello di

Dettagli

PORTO SAN GIORGIO. Via Galliano, 200 Tel

PORTO SAN GIORGIO. Via Galliano, 200 Tel MILANO Piazza IV Novembre, 4 Tel. +39 02 87 348 104 Fax. +39 02 87 348 013 PORTO SAN GIORGIO Via Galliano, 200 Tel. +39 0734 67 79 74 www.mticonsulting.it info@mticonsulting.it PORTALE 231 Ing. Ciro Strazzeri

Dettagli

«231 Pratica» Dlgs 231/01 ed analisi dei rischi in pratica

«231 Pratica» Dlgs 231/01 ed analisi dei rischi in pratica L presenta: «231 Pratica» Dlgs 231/01 ed analisi dei rischi in pratica Ciclo di 231 Knowledge Sharing (condivisione pratica del know-how 231) Rev. 02 Corso validato da Obiettivi ATTRAVERSO UN PERCORSO

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 dedicato all Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire

Dettagli

231 Role-Play. Catania 27 Giugno 1 Luglio Sede: Confindustria Catania

231 Role-Play. Catania 27 Giugno 1 Luglio Sede: Confindustria Catania 231 Role-Play Evento per la qualificazione delle competenze di Componente l Organismo di Vigilanza ex art. 6 del Dlgs 231/01, Auditor 231 ed Esperto 231, propedeutico alla certificazione delle competenze

Dettagli

Modello Organizzativo D.Lgs 231/01. di Poste Italiane

Modello Organizzativo D.Lgs 231/01. di Poste Italiane Modello Organizzativo D.Lgs 231/01 di Poste Italiane Roma 14 dicembre 2005 Dott.ssa Dittmeier 1 Il Modello Organizzativo D.Lgs. 231 quale sistema di controllo interno Il Modello di Organizzazione Gestione

Dettagli

I sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro. La norma OHSAS 18001

I sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro. La norma OHSAS 18001 SISTEMI DI GESTIONE SICUREZZA: ISO 18001 La necessità di sviluppare un sistema di gestione della sicurezza (SGS) per garantire la corretta applicazione delle misure atte a garantire la salute e sicurezza

Dettagli

MODULO 2 ex D.Lgs. n.231/2001 MODELLO ORGANIZZATIVO

MODULO 2 ex D.Lgs. n.231/2001 MODELLO ORGANIZZATIVO MODULO 2 ex D.Lgs. n.231/2001 MODELLO ORGANIZZATIVO 1 1 Il D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 in materia di responsabilità delle imprese per reati commessi da dipendenti, amministratori o collaboratori 2 2

Dettagli

L APPLICAZIONE CONCRETA DEL D.LGS. 231/01: IL RUOLO DELLE LINEE GUIDA CONFINDUSTRIA E L ESPERIENZA DI CONFINDUSTRIA VERONA

L APPLICAZIONE CONCRETA DEL D.LGS. 231/01: IL RUOLO DELLE LINEE GUIDA CONFINDUSTRIA E L ESPERIENZA DI CONFINDUSTRIA VERONA L APPLICAZIONE CONCRETA DEL D.LGS. 231/01: IL RUOLO DELLE LINEE GUIDA CONFINDUSTRIA E L ESPERIENZA DI CONFINDUSTRIA VERONA Verona, 22 aprile 2010 PERCORSO DI VALUTAZIONE DEI CONTENUTI DEL D. LGS. 231/01

Dettagli

ICCREA BANCA La responsabilità amministrativa degli enti: D.Lgs 231/01

ICCREA BANCA La responsabilità amministrativa degli enti: D.Lgs 231/01 ICCREA BANCA La responsabilità amministrativa degli enti: D.Lgs 231/01 1 ex D.Lgs. 231 4. OdV 231 3. Sistema sanzionatorio 2. Previsione di regole dirette a programmare la formazione ed attuazione delle

Dettagli

AVV. PROF. MARIO CASELLATO

AVV. PROF. MARIO CASELLATO AVV. PROF. MARIO CASELLATO Mario Casellato è nato a Roma il 18.11.1958 e si è laureato con lode in giurisprudenza presso l Università La Sapienza di Roma; si è specializzato in diritto penale e criminologia

Dettagli

Seminari / Corsi / Percorsi formativi INDICE

Seminari / Corsi / Percorsi formativi INDICE INDICE Come realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità conforme alla norma ISO 9001:2008... 2 Come realizzare sistemi di gestione ambientale secondo la norma ISO 14001:2004... 3 Come realizzare sistemi

Dettagli

Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte

Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SISTEMI DI COMPLIANCE E DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001 Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte Stefano Bonetto e Francesco

Dettagli

Il D.Lgs. 231/2001 e l esperienza di Confindustria Bergamo. Stefano Lania Servizio Fiscale e Societario 13 Novembre 2013

Il D.Lgs. 231/2001 e l esperienza di Confindustria Bergamo. Stefano Lania Servizio Fiscale e Societario 13 Novembre 2013 Il D.Lgs. 231/2001 e l esperienza di Confindustria Bergamo Stefano Lania Servizio Fiscale e Societario 13 Novembre 2013 1 L approccio di Confindustria Confindustria ha avuto modo di fornire in diverse

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI NEW PIXEL 24 S.R.L.

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI NEW PIXEL 24 S.R.L. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI NEW PIXEL 24 S.R.L. 1 In data 29.8.2016 la società New Pixel 24 S.r.l. ha adottato un Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.lgs.

Dettagli

La predisposizione ed implementazione del M.O.G. ex d.lgs 231/2001. Roma: 20 Ottobre 2015 Corte di Cassazione

La predisposizione ed implementazione del M.O.G. ex d.lgs 231/2001. Roma: 20 Ottobre 2015 Corte di Cassazione La predisposizione ed implementazione del M.O.G. ex d.lgs 231/2001 Roma: 20 Ottobre 2015 Corte di Cassazione L esclusione di responsabilità Accertamento del reato Il reato è previsto dal d.lgs. 231/01?

Dettagli

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE www.formazione.ilsole24ore.com AMBIENTE/DIRITTO SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE VENEZIA MARGHERA 7, 8 e 18 MAGGIO 2009 7 MAGGIO 2009 Il nuovo Testo Unico sulla Sicurezza del lavoro

Dettagli

Scuola Superiore di Studi Giuridici Scuola di Specializzazione in Studi sull Amministrazione pubblica Camera penale F. Bricola di Bologna

Scuola Superiore di Studi Giuridici Scuola di Specializzazione in Studi sull Amministrazione pubblica Camera penale F. Bricola di Bologna Scuola Superiore di Studi Giuridici Scuola di Specializzazione in Studi sull Amministrazione pubblica Camera penale F. Bricola di Bologna Bologna, 1 marzo 2013 Diritto penale dell ambiente e responsabilità

Dettagli

Decreto Legislativo 231/01

Decreto Legislativo 231/01 Decreto Legislativo 231/01 Presentazione della normativa 231/01: modello di organizzazione, gestione e controllo delle attività per la prevenzione di comportamenti illeciti o contrari alle previsioni del

Dettagli

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE PER RESPONSABILI DELLA VIGILANZA EX. DLGS. 231/01

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE PER RESPONSABILI DELLA VIGILANZA EX. DLGS. 231/01 MASTER DI SPECIALIZZAZIONE PER RESPONSABILI DELLA VIGILANZA EX. DLGS. 231/01 presso UNIS&F - Piazza delle Istituzioni, 12-31100 Treviso (il venerdì pomeriggio) presso UNIS&F LAB - Via Venzone, 12 31100

Dettagli

PROCEDURE Versione 3.2 Edizione 2014

PROCEDURE Versione 3.2 Edizione 2014 231 Codice Etico - Indice dettagliato degli argomenti 231 PROCEDURE Versione 3.2 Edizione 2014 Pacchetto con manuale, codice etico, modello di organizzazione gestione e controllo, parte generale e parte

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo Parte speciale

Modello di organizzazione, gestione e controllo Parte speciale Modello di organizzazione, gestione e controllo Parte speciale Delineazione delle attività preventive con riferimento ai reati - presupposto previsti applicabili dalla parte generale del Modello Approvazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Aggiornato a marzo 2016 INFORMAZIONI PERSONALI Nome IMMACOLATA MARIA CIARLETTA Indirizzo 20122 - BUSTO ARSIZIO (VA), VIALE LOMBARDIA,

Dettagli

VALORE P.A Corso di formazione in ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA

VALORE P.A Corso di formazione in ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA VALORE P.A. 201 Corso di formazione in ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA Dipartimento di Economia e Diritto Facoltà di Economia di Sapienza Università di Roma SEDE DI SVOLGIMENTO DEL CORSO Facoltà di Economia,

Dettagli

ATTIVITA DI VIGILANZA DELL OdV E AREE CRITICHE DEL MODELLO 231

ATTIVITA DI VIGILANZA DELL OdV E AREE CRITICHE DEL MODELLO 231 Paradigma s.r.l Documento strettamente riservato E vietata la circolazione e la duplicazione in qualsiasi forma senza preventiva autorizzazione di Paradigma. L indicazione di eventuali relatori è orientativa

Dettagli

I Modelli Organizzativi 231

I Modelli Organizzativi 231 By Asso231 Rev 03 I Modelli Organizzativi 231 Il tassello mancante alla tua organizzazione. Guida alla realizzazione pratica ed all integrazione con i sistemi di gestione del rischio aziendale. Ing. Ciro

Dettagli

REV. 2015/00 Pag. 1 di 5

REV. 2015/00 Pag. 1 di 5 REV. 2015/00 Pag. 1 di 5 PROCEDURA 3 GESTIONE DEGLI INDICE: 1. OBIETTIVI 2. DESTINATARI 3. PROCESSI AZIENDALI COINVOLTI 4. PROTOCOLLI DI PREVENZIONE 4.1. DOCUMENTAZIONE INTEGRATIVA 4.2. PROCEDURE DA APPLICARE

Dettagli

Il Modello di organizzazione, gestione e controllo del CEI Comitato Elettrotecnico Italiano

Il Modello di organizzazione, gestione e controllo del CEI Comitato Elettrotecnico Italiano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO D. Lgs. 231/2001 e sue applicazioni al terzo settore Il Modello di organizzazione, gestione e controllo del CEI Comitato Elettrotecnico Italiano Roberto Bacci,

Dettagli

MODULO A PER RSPP/ASPP- MACRO SETTORE DI ATTIVITA : TUTTI

MODULO A PER RSPP/ASPP- MACRO SETTORE DI ATTIVITA : TUTTI MODULO A PER RSPP/ASPP- MACRO SETTORE DI ATTIVITA : TUTTI MODULO ORE ARGOMENTO La filosofia del D.lgs 66/94 in riferimento METODI MATERIALI DIDATTICI DOCENTI L approccio alla prevenzione attraverso il

Dettagli

Flussi Informativi da e verso l OdVl

Flussi Informativi da e verso l OdVl Flussi Informativi da e verso l OdVl A cura di: Angelo Piazzolla Circolo della Stampa Milano, 20 maggio 2009 Organismo di Vigilanza Fondazione Monte dei Paschi di Siena Gruppo di Lavoro LUCIA FANTINI ROBERTO

Dettagli

CORSO DI AUDITOR INTERNO ED ESTERNO

CORSO DI AUDITOR INTERNO ED ESTERNO CORSO DI AUDITOR INTERNO ED ESTERNO Gruppo Ecoricerche organizza il corso per Auditor Interno (Modulo 1) e Auditor Esterno (Moduli 2) per gli standard ISO 14001 e BS-OHSAS 18001. I percorsi formativi saranno

Dettagli

Sommario. Sommario. Autore... Introduzione... PARTE PRIMA MODELLI ORGANIZZATIVI E SICUREZZA SUL LAVORO

Sommario. Sommario. Autore... Introduzione... PARTE PRIMA MODELLI ORGANIZZATIVI E SICUREZZA SUL LAVORO V Autore... Introduzione... XI XIII PARTE PRIMA MODELLI ORGANIZZATIVI E SICUREZZA SUL LAVORO CAPITOLO 1 IL SISTEMA PREVISTO DAL D.LGS. N. 231/2001 E LA SICUREZZA SUL LAVORO 1.1 Il D.Lgs. n. 231/2001...

Dettagli

Corso destinato agli Incaricati per i Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso destinato agli Incaricati per i Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso destinato agli Incaricati per i Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor: Dott. Ing.

Dettagli

COMPLIANCE PENALE Adozione ed Aggiornamento del Modello 231 Approccio Operativo

COMPLIANCE PENALE Adozione ed Aggiornamento del Modello 231 Approccio Operativo COMPLIANCE PENALE Adozione ed Aggiornamento del Modello 231 Approccio Operativo Avv. Luigi Pecorario Pagina2 La Compliance nel settore del diritto Penale, intesa come conformità alle disposizioni normative,

Dettagli

Matter of Culture ISO ANTI-BRIBERY MANAGEMENT SYSTEMS. Roma Maggio 2017 Corso di formazione qualificante

Matter of Culture ISO ANTI-BRIBERY MANAGEMENT SYSTEMS. Roma Maggio 2017 Corso di formazione qualificante Roma 9 10 11 Maggio 2017 Corso di formazione qualificante ISO 37001 ANTI-BRIBERY MANAGEMENT SYSTEMS Corso per la qualificazione delle competenze di: Anti-Bribery Management Systems Consultant, Anti-Bribery

Dettagli

L attività di vigilanza dell OdV

L attività di vigilanza dell OdV L attività di vigilanza dell OdV Obiettivo del corso: fornire agli Organismi di Vigilanza delle Società (dipendenti o professionisti esterni), attraverso 4 incontri tematici ed esperienze pratiche, gli

Dettagli

Corso per la qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità nel settore agroalimentare (40 ore)

Corso per la qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità nel settore agroalimentare (40 ore) T I T O L O D E L C O R S O : Corso per la qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità nel settore agroalimentare (40 ore) Il corso è qualificato da KHC (Organismo di certificazione

Dettagli

SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATI 231, Sicurezza, Ambiente e Qualità

SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATI 231, Sicurezza, Ambiente e Qualità Convegno di studio e approfondimento SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATI 231, Sicurezza, Ambiente e Qualità Relatore: Giovanni Alibrandi ACQUI TERME, giovedì 27 novembre 2014 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 L

Dettagli

RELAZIONE DELL ORGANISMO DI VIGILANZA EX. ARTT. 6 7 DEL D.LGS. 231/2001 DI PIERREL S.P.A. SULL ANDAMENTO DELL ESERCIZIO 2010

RELAZIONE DELL ORGANISMO DI VIGILANZA EX. ARTT. 6 7 DEL D.LGS. 231/2001 DI PIERREL S.P.A. SULL ANDAMENTO DELL ESERCIZIO 2010 ************ RELAZIONE DELL ORGANISMO DI VIGILANZA EX. ARTT. 6 7 DEL D.LGS. 231/2001 DI PIERREL S.P.A. SULL ANDAMENTO DELL ESERCIZIO 2010 Signori Azionisti, Signori Consiglieri di Amministrazione, Signori

Dettagli

1. Formazione Qualità 2. Formazione Formazione Privacy 4. Audit

1. Formazione Qualità 2. Formazione Formazione Privacy 4. Audit CORSI DI FORMAZIONE PROJECT GROUP AREA COMPLIANCE 1. Formazione Qualità 2. Formazione 231 3. Formazione Privacy 4. Audit Formazione Qualità 5 moduli da 4 ore Contenuti e Finalità Condurre e valorizzare

Dettagli

Aspetti evolutivi dei sistemi di controllo: l'esperienza di BancoPosta e Poste Italiane

Aspetti evolutivi dei sistemi di controllo: l'esperienza di BancoPosta e Poste Italiane Aspetti evolutivi dei sistemi di controllo: l'esperienza di BancoPosta e Poste Italiane Milano 17 giugno 2008 Roberto Russo Responsabile Revisione Interna BancoPosta Versione:1.0. Premessa 2 L evoluzione

Dettagli

Stazione Unica Appaltante Sezione Osservatorio

Stazione Unica Appaltante Sezione Osservatorio Corso base di formazione Il Sistema di Governo del ciclo del contratto pubblico nella PA secondo la normativa internazionale UNI EN ISO 9000:2005 CATANZARO LIDO, 11 e 12 marzo 2010 Il Corso è organizzato

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI EX D.LGS. 8 GIUGNO 2001, N. 231

LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI EX D.LGS. 8 GIUGNO 2001, N. 231 LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI EX D.LGS. 8 GIUGNO 2001, N. 231 Dott. Luca Marega Bergamo, 30 settembre 2013 OPEN DOT COM SPA OPEN Dot Com Spa e CAF nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo EDOARDO RIVOLA VIA CILIEGI, 44 D, VIAREGGIO 55049 (LU) Telefono +39 0584 905327 Fax +39 0584 699968

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE (CHECK LIST E QUESTIONARI APPLICABILI E UTILI NELLA COSTRUZIONE DEL MOGC) pag. XXVII

INDICE DELLE TAVOLE (CHECK LIST E QUESTIONARI APPLICABILI E UTILI NELLA COSTRUZIONE DEL MOGC) pag. XXVII INDICE DELLE TAVOLE (CHECK LIST E QUESTIONARI APPLICABILI E UTILI NELLA COSTRUZIONE DEL MOGC) pag. XXVII PARTE I PRINCIPI DI RIFERIMENTO E STRUMENTI OPERATIVI PREMESSA pag. 3 1. ASPETTI GENERALI: I PRINCIPI

Dettagli

Perché un ente appartenente al Terzo Settore dovrebbe adottare un Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.lgs. 231/2001?

Perché un ente appartenente al Terzo Settore dovrebbe adottare un Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.lgs. 231/2001? Perché un ente appartenente al Terzo Settore dovrebbe adottare un Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.lgs. 231/2001? 1 Vantaggi Un ente appartenente al Terzo Settore si deve dotare

Dettagli

L ORGANISMO DI VIGILANZA (alcuni aspetti operativi)

L ORGANISMO DI VIGILANZA (alcuni aspetti operativi) S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SISTEMI DI COMPLIANCE E DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001 L ORGANISMO DI VIGILANZA (alcuni aspetti operativi) Michele Milano 1 18 ottobre 2013 ARGOMENTI DELLA

Dettagli

TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI

TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI PROCEDURA Sistema di gestione per la qualità TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI Rev Descrizione Data Redazione Verifica Approvazione Emissione Soggetto Staff qualità RSGQ SG 02 Terza emissione

Dettagli

D. LGS. 231/01 I MODELLI DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO

D. LGS. 231/01 I MODELLI DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO D. LGS. 231/01 RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA PENALE DELLE IMPRESE I MODELLI DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO Flavio Zelco Padova, 25 gennaio 2008 IL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE Il modello

Dettagli

Poste/Bancoposta: una trasformazione da Ispettorato a Internal Auditing Evoluto

Poste/Bancoposta: una trasformazione da Ispettorato a Internal Auditing Evoluto Poste/Bancoposta: una trasformazione da Ispettorato a Internal Auditing Evoluto Agenda Agenda 1. Poste/BancoPosta 2. La nuova organizzazione di Internal Audit 3. Risk Model Poste La riproduzione e la diffusione

Dettagli

INTERNAL AUDIT. Giorgio Ventura CETIF, 22 giugno 2004

INTERNAL AUDIT. Giorgio Ventura CETIF, 22 giugno 2004 INTERNAL AUDIT Giorgio Ventura CETIF, 22 giugno 2004 La presentazione è stata realizzata da ENI ed è riservata esclusivamente ai soci CeTIF. La riproduzione e la diffusione anche parziale della stessa

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 231/ PARTE GENERALE

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 231/ PARTE GENERALE FONDAZIONE dott. PIETRO FOJANINI di Studi Superiori Via Valeriana, 32 23100 SONDRIO Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 PARTE GENERALE Rev. Descrizione Approvazione

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2016

CALENDARIO CORSI 2016 Q U A L I T A' 625,00 + iva 741,66 + iva 762,50 904,82 A011 La norma UNI EN ISO 9001:2015: conoscere le novità per affrontare il cambiamento 27 gen 4 7 6 2 B000 Audit Interni sui Sistemi di Gestione: La

Dettagli

Profilo aziendale Profilo aziendale

Profilo aziendale Profilo aziendale Profilo aziendale Profilo aziendale INNOVA QSA è una società di consulenza aziendale costituita nel 2004 da un gruppo di professionisti con il proponimento di mettere in comune esperienze e competenze

Dettagli

Incarichi di consulenza e collaborazione Anno 2015 Art. 15 D.Lgs. 33/2013

Incarichi di consulenza e collaborazione Anno 2015 Art. 15 D.Lgs. 33/2013 Incarichi di consulenza e collaborazione Anno 2015 Art. 15 D.Lgs. 33/2013 In relazione agli incarichi di patrocinio legale si precisa che l incarico termina con la definizione del giudizio (salvi i casi

Dettagli

Cooperativa La Via e la qualità

Cooperativa La Via e la qualità Cooperativa La Via e la qualità Le qualità della Cooperativa La Via Tutti i servizi devono essere resi con qualità accettabile e accettata dai committenti, nel principio del miglioramento continuo. Noi

Dettagli

30.03.2016. REV. 2016/00 Pag. 1 di 5

30.03.2016. REV. 2016/00 Pag. 1 di 5 REV. 2016/00 Pag. 1 di 5 PROCEDURA 5 GESTIONE DEI RAPPORTI DI INDICE: 1. OBIETTIVI 2. DESTINATARI 3. PROCESSI AZIENDALI COINVOLTI 4. PROTOCOLLI DI PREVENZIONE 4.1. DOCUMENTAZIONE INTEGRATIVA 4.2. PROCEDURE

Dettagli

I consiglieri di amministrazione e Sovency II

I consiglieri di amministrazione e Sovency II I consiglieri di amministrazione e Sovency II Prof. Avv. Fabio Maniori General Counsel and Chief Compliance Officer Università di Trieste Solvency II Gestione olistica e dinamica della compagnia di assicurazioni

Dettagli

QUALITY: A SUCCESS FACTOR

QUALITY: A SUCCESS FACTOR Settore Education AICQ (Associazione Italiana Cultura Qualità) Istituto di Istruzione Superiore Pascal di Cambio di Perugia QUALITY: A SUCCESS FACTOR Innovazione dei sistemi di gestione sicurezza e salute

Dettagli

Auditing e Risk Management Banche

Auditing e Risk Management Banche ANNO ACCADEMICO 2016-2017 Hsfhjgh.jvn.xcbvmn-lòkjbfdgjwà

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. Parte Speciale

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. Parte Speciale Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime commessi con violazione delle norme antinfortunistiche

Dettagli

DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. Via Bologna 74. PERITO ELETTRONICO DIPLOMA DI SCUOLA MEDIA SUPERIORE

DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. Via Bologna 74. PERITO ELETTRONICO DIPLOMA DI SCUOLA MEDIA SUPERIORE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ruolo ricoperto Struttura Organizzativa Indirizzo Sede Lavorativa EMail Sede Lavorativa Nazionalità Data di nascita DIRETTIVO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Via Bologna

Dettagli

RELAZIONE DEL RESPONSABILE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

RELAZIONE DEL RESPONSABILE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE RELAZIONE DEL RESPONSABILE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (art. 1 Legge 190/2012) Anno 2015 Relazione Anticorruzione 2015 Pag.1 di 6 1. Premessa Con la Legge n. 190 del 06/11/2012, Disposizioni per

Dettagli

- evoluzioni normative che hanno comportato l inclusione di nuove fattispecie di reato all interno del Decreto Legislativo n.231 del 2001.

- evoluzioni normative che hanno comportato l inclusione di nuove fattispecie di reato all interno del Decreto Legislativo n.231 del 2001. Premessa [1] Rai Com ha deciso di procedere alla predisposizione e adozione del Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 (di seguito, il Modello ) in quanto consapevole che tale

Dettagli

11 febbraio Unindustria Bologna

11 febbraio Unindustria Bologna + Organizzazione del lavoro, Responsabilità Amministrativa degli Enti ed efficacia esimente ai sensi dell art. 30 D.Lgs 81/08: l importanza dell integrazione tra Sistema di Gestione OHSAS18001:2007 e Modello

Dettagli

19. Il collegio sindacale e l'organismo di vigilanza ai sensi del D.lgs. 231/2001) corso. novembre 2008

19. Il collegio sindacale e l'organismo di vigilanza ai sensi del D.lgs. 231/2001) corso. novembre 2008 Il collegio sindacale e l'organismo di vigilanza ai sensi del D.lgs. 231/2001) 19. novembre ore 14.30-19.00 Sala convegni Corso Europa, 11 Milano corso Riconosciuti 15 c.f.p. agli iscritti ODCEC e 12 c.f.p.

Dettagli

STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO LINEE GUIDA

STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO LINEE GUIDA STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO Progetto ideato con la collaborazione di Segreteria organizzativa a cura di: LINEE GUIDA PREMESSA Con la presente iniziativa la Camera di Commercio

Dettagli

CANTÙ MILANO ROMA CURRICULUM AZIENDALE

CANTÙ MILANO ROMA CURRICULUM AZIENDALE CANTÙ MILANO ROMA CURRICULUM AZIENDALE CHI SIAMO Labor Project srl nasce nel 2003 per offrire alle imprese ed alle Pubbliche Amministrazioni un servizio di assistenza di alto livello, completo e moderno

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ISMS (Information Security Management Systems) AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ISMS (Information Security Management Systems) AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ISMS (Information Security

Dettagli

Allegato al Piano triennale di Prevenzione della Corruzione anni Analisi dei rischi

Allegato al Piano triennale di Prevenzione della Corruzione anni Analisi dei rischi Allegato al Piano triennale di Prevenzione della Corruzione anni 2016-2018 Analisi dei rischi Sommario 1 PREMESSA E METODOLOGIA DI LAVORO.... Errore. Il segnalibro non è definito. 2 INDIVIDUAZIONE DEI

Dettagli

Avv. Clara Cairoli - COTRAL S.p.A. - Roma

Avv. Clara Cairoli - COTRAL S.p.A. - Roma Il Sistema integrato dei controlli Avv. Clara Cairoli - COTRAL S.p.A. - Roma O tempora o mores - Novità in materia di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche Roma, 6 giugno 2013 I PRINCIPI

Dettagli

REV. 2016/00 Pag. 1 di 5

REV. 2016/00 Pag. 1 di 5 REV. 2016/00 Pag. 1 di 5 PROCEDURA 3 GESTIONE DEGLI INDICE: 1. OBIETTIVI 2. DESTINATARI 3. PROCESSI AZIENDALI COINVOLTI 4. PROTOCOLLI DI PREVENZIONE 4.1. DOCUMENTAZIONE INTEGRATIVA 4.2. PROCEDURE DA APPLICARE

Dettagli

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it NOVACONSULT NC TEAM LA RESPONSABILITA D IMPRESA D.LGS. N 231/01 Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it www.novaconsult.it PREMESSA Il D.Lgs. n. 231/01

Dettagli

secondo il D. Lgs. 231/01

secondo il D. Lgs. 231/01 Il sistema di gestione della sicurezza e salute sul lavoro OHSAS 18001:2007 e il Modello di organizzazione e controllo secondo il D. Lgs. 231/01 Venerdì 20 marzo 2009 Centro Congressi Relaisfranciacorta

Dettagli

MONITORAGGIO COOPERATIVE, SUBAPPALTATORI E FORNITORI

MONITORAGGIO COOPERATIVE, SUBAPPALTATORI E FORNITORI Soc. Coop MONITORAGGIO COOPERATIVE, SUBAPPALTATORI E FORNITORI Procedura per la gestione delle cooperative, dei subappaltatori e dei fornitori in relazione alla responsabilità sociale secondo lo standard

Dettagli

INTEGRAZIONE E AGGIORNAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE (QUALITA, SICUREZZA, AMBIENTE)

INTEGRAZIONE E AGGIORNAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE (QUALITA, SICUREZZA, AMBIENTE) Avviso 33 del 25/05/2016 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 8/09/2016 INTEGRAZIONE E AGGIORNAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE (QUALITA, SICUREZZA,

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE (CHECK LIST E QUESTIONARI APPLICABILI E UTILI NELLA COSTRUZIONE DEL MOGC) pag. XXVII

INDICE DELLE TAVOLE (CHECK LIST E QUESTIONARI APPLICABILI E UTILI NELLA COSTRUZIONE DEL MOGC) pag. XXVII INDICE DELLE TAVOLE (CHECK LIST E QUESTIONARI APPLICABILI E UTILI NELLA COSTRUZIONE DEL MOGC) pag. XXVII PARTE I PRINCIPI DI RIFERIMENTO E STRUMENTI OPERATIVI PREMESSA pag. 3 1. ASPETTI GENERALI: I PRINCIPI

Dettagli

Piano Triennale. Anti Corruzione per il triennio

Piano Triennale. Anti Corruzione per il triennio PORTO VENERE Servizi Portuali e Turistici S.r.l. Molo Dondero, 8 19025 Porto Venere Anti Corruzione per il triennio 2014-2016 1/16 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE ORGANIZZATIVA... 3 3. IL MODELLO

Dettagli

Corso di. specializzazione. per responsabili della Vigilanza ex D.Lgs. 231/01. Edizione 2017 MILANO, dal 14 giugno ROMA, dal 29 settembre

Corso di. specializzazione. per responsabili della Vigilanza ex D.Lgs. 231/01. Edizione 2017 MILANO, dal 14 giugno ROMA, dal 29 settembre Corso di specializzazione per responsabili della Vigilanza ex D.Lgs. 231/01 Edizione 2017 MILANO, dal 14 giugno ROMA, dal 29 settembre ALTA FORMAZIONE Alta Formazione - Corso di specializzazione per responsabili

Dettagli

Il Responsabile. MODULO 1 statistica. MODULO I1 norme. MODULO II1 sgs. MODULO 1V rischio

Il Responsabile. MODULO 1 statistica. MODULO I1 norme. MODULO II1 sgs. MODULO 1V rischio docenze a cura di MODULO 1 statistica Prof. Renato Rota Direttore Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica Politecnico di Milano Prof. Pier Luigi Conti Professore Ordinario Facoltà di Statistica

Dettagli

Nino Balistreri. Percorso Professionalizzante per la Compliance in banca Modulo 2 Compliance risk management: metodologia e strumenti

Nino Balistreri. Percorso Professionalizzante per la Compliance in banca Modulo 2 Compliance risk management: metodologia e strumenti Percorso Professionalizzante per la Compliance in banca Modulo 2 Compliance risk management: metodologia e strumenti Le relazioni tra le attività di controllo svolte dalla Funzione Compliance e le attività

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 Passato, presente, e futuro del Privacy Officer. Capitolo 2 Il Privacy Officer: ruolo, compiti e responsabilità

SOMMARIO. Capitolo 1 Passato, presente, e futuro del Privacy Officer. Capitolo 2 Il Privacy Officer: ruolo, compiti e responsabilità SOMMARIO Presentazione... IX Nota sugli Autori... XI Prefazione... XIX Introduzione... XXIII Capitolo 1 Passato, presente, e futuro del Privacy Officer 1.1 La storia del Privacy Officer... 1 1.2 Il Privacy

Dettagli

Roma 30 Novembre 2011 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità

Roma 30 Novembre 2011 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità REGOLAMENTO O.D.V. ALES Roma 30 Novembre 2011 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 ORGANISMO DI VIGILANZA In osservanza dell art. 6, comma

Dettagli

consulting soluzioni per competere management

consulting soluzioni per competere management consulting management La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella

Dettagli

1. GENESI, EVOLUZIONE E PROSPETTIVE FUTURE DEL D.LGS. 231/ FATTISPECIE DI REATO INDIVIDUATE NEL D.LGS. 231/2001

1. GENESI, EVOLUZIONE E PROSPETTIVE FUTURE DEL D.LGS. 231/ FATTISPECIE DI REATO INDIVIDUATE NEL D.LGS. 231/2001 1. GENESI, EVOLUZIONE E PROSPETTIVE FUTURE DEL D.LGS. 231/2001 1.1 Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231... 15 1.2. I reati... 15 1.3 Evoluzione normativa... 16 2. FATTISPECIE DI REATO INDIVIDUATE

Dettagli

BANDO FORMAZIONE CONTINUA ANNO 2015/16 IV^ FINESTRA

BANDO FORMAZIONE CONTINUA ANNO 2015/16 IV^ FINESTRA BANDO FORMAZIONE CONTINUA ANNO 2015/16 IV^ FINESTRA TITOLO CORSO: LE NOVITA' DELLA NUOVA EDIZIONE DELLA NORMA ISO 9001:2015 OBIETTIVI: Il corso si propone di illustrare la versione definitiva dello standard

Dettagli

Studio Guggino e Newtonpartner S.r.l. un team di professionisti al servizio della Vostra Azienda

Studio Guggino e Newtonpartner S.r.l. un team di professionisti al servizio della Vostra Azienda Studio Guggino e Newtonpartner S.r.l. un team di professionisti al servizio della Vostra Azienda Per arrivare dove gli altri non arrivano dobbiamo fare cose che gli altri non fanno www.sas70.it MISSION

Dettagli

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 ( RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA D IMPRESA) La norma

Dettagli

Corso auditor di sistemi di gestione della sicurezza secondo la norma UNI 19011

Corso auditor di sistemi di gestione della sicurezza secondo la norma UNI 19011 Corso ECM Corso auditor di sistemi di gestione della secondo la norma UNI 19011 Responsabile Scientifico: Ivan Poli Medico veterinario Direttore Servizio Assistenza veterinaria Area B Azienda per l assistenza

Dettagli

Coordinamento organizzativo nazionale dei Manager didattici per la qualità

Coordinamento organizzativo nazionale dei Manager didattici per la qualità Coordinamento organizzativo nazionale dei Manager didattici per la qualità Dr. Rosso Claudio Presidente AICQ Nazionale «La Certificazione delle Competenze dei Manager Didattici per la Qualità» Indice 01.

Dettagli

2 CAMPO DI APPLICAZIONE

2 CAMPO DI APPLICAZIONE INDICE 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 SCHEMA DI AUDIT 4 QUALIFICA PER AUDIT 5 CONDUZIONE DELL AUDIT INTERNO 5.1 Audit svolto da personale dell Organizzazione 5.2 Audit svolto da Esterni all'organizzazione

Dettagli

Curriculum Vitae Maurizio Silvestri

Curriculum Vitae Maurizio Silvestri Informazioni personali Curriculum Vitae Maurizio Silvestri Nome Maurizio Silvestri Data di Nascita 04.04.1960 Indirizzo Via Sprovieri 6, 00152 Roma Telefono Cellulare 3333453614 Fax email Silvestri_maurizio@hotmail.com

Dettagli

BOLOGNA, 25 FEBBRAIO 2016 RELATORE: ING. S. STORTI LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: EGE AUDITOR ENERGETICO

BOLOGNA, 25 FEBBRAIO 2016 RELATORE: ING. S. STORTI LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: EGE AUDITOR ENERGETICO BOLOGNA, 25 FEBBRAIO 2016 RELATORE: ING. S. STORTI LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: EGE AUDITOR ENERGETICO PERSONE FISICHE: LE NUOVE PROFESSIONI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA Decreto Legislativo

Dettagli

Funzioni di Audit e Sistema Duale Workshop Cetif Il sistema dei controlli interni alla luce delle nuove prospettive di gestione del rischio

Funzioni di Audit e Sistema Duale Workshop Cetif Il sistema dei controlli interni alla luce delle nuove prospettive di gestione del rischio 1 Pag. 1 Funzioni di Audit e Sistema Duale Workshop Cetif Il sistema dei controlli interni alla luce delle nuove prospettive di gestione del rischio La presentazione è stata realizzata da Banca Popolare

Dettagli