L AUTO ELETTRICA IACONA DARIO. 4 Liceo Scientifico. Istituto Alberto Moravia a.s. 2011/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L AUTO ELETTRICA IACONA DARIO. 4 Liceo Scientifico. Istituto Alberto Moravia a.s. 2011/2012"

Transcript

1 L AUTOELETTRICA IACONA DARIO Istituto AlbertoMoravia a.s.2011/ Liceo Scientifico 0

2 Indice Introduzione 2 Storiadell automobileelettrica 3 Glianniruggenti 10 L automobileelettrica 12 Ilmotoreasincronotrifase 14 Ilfuturismoel automobile 24 1

3 Introduzione L'argomentodellamiatesinariguardal automobileelettrica.hocercatoditrattareiltemadal puntodivistainterdisciplinare,toccandodiversemateriedistudio:inparticolareelettrotecnica, maanchearteeletteratura. Sullasceltadiquestoargomentohapesatomoltolamiapassioneperilmondodeimotorielamia sceltauniversitaria,chemipotràportareinfuturoalavorarenelsettoreautomobilistico. HointenzioneinfattidicoltivareilmiointeresseiscrivendomiallaFacoltàdiIngegneria dell AutoveicoloalPolitecnicodiTorino,conl intentodiraggiungerel obiettivochetutti desidererebbero: fareciòchepiace. 2

4 Storiadell automobileelettrica Leautoelettricheabatteriafuronotraleprimeautomobiliadessereinventate,sperimentatee commercializzate.laprimacarrozzaelettricafurealizzatatrail1832edil1839(l'annoesattoè pococerto). Seallafinedel1800,invecedigrandigiacimentidipetroliosifossescopertounmodoefficientedi immagazzinarel elettricità,oggiforseviaggeremmotuttisuveicolielettriciemagarisiparlerebbe delmotoreacombustioneinternacomepossibile,madifficilealternativa. All inizioilmotoreacombustioneerasporco,rumorosoedifficiledafarfunzionare.nonpuò dunquestupireilfattochelatrazioneelettricasiastatacompetitivaalmenofinoaiprimiannidel 1900.Infattiprimadellapreponderanzadelpotentemainquinantemotoreacombustione interna,leautoelettrichedetenevanomoltirecorddivelocitàedidistanzepercorseconuna carica. Iveicolielettriciabatteriaperuncertotempovendetterodipiùrispettoaiveicoliabenzina.A causaperòdeilimititecnologicidellebatterie,edellamancanzadiunaqualsiasitecnologiadi controllodellacaricaedellatrazione,lavelocitàmassimadiquestiprimiveicolielettriciera limitataacirca30km/h.inseguitoquestiveicolivennerovenduticonsuccessocome towncar (veicolidiquartiereodipaese)allepersonedelleclassiagiate.venivanospessocommercializzati comeveicoliappropriatialsessofemminile,acausadellalorooperativitàsemplice,pulitaepoco rumorosaechenonnecessitavadifrequentemanutenzione. LatecnologiadifineOttocentopermisealbelgaCamilleJenatzydisuperareperprimoiltraguardo deicentokm/hconunveicoloelettrico. Maormaierastatoraggiuntounlimiteallosviluppo:lacapacitàenergeticadellebatterie.Tantoè verochelesuccessivesperimentazionidiveicolielettricistradali,continuatefinoaglianniventi, nondiederoifruttisperatiperquantoriguardaleautomobiliprivate. Tuttavia,latrazioneelettricaconalimentazioneadaccumulatorièstatautilizzataladdovenon interessanoautonomiaevelocità,masilenziositàedassenzadigasdiscarico.ovveroperimpieghi particolari,comeicarrelliperilmovimentonellestazioniferroviarie,icarrellielevatori,lepiccole autopericampidagolfediveicoliperiserviziportaaporta. 3

5 Ultimamenteilsaltotecnologicodell elettronicahapermessodimigliorareleprestazioniinfatto divelocitàeautonomia.manoninsieme,perchéilproblemairrisoltoèquellodiavereuna batteriaconlacapacitàdiimmagazzinareenergiainquantitàsimileaquelladeicombustibili liquidi. All iniziodel1996sonosolodueitipidibatteriautilizzabilisulleautoelettriche:ilclassicotipoal piombo acidoequelloalnichel cadmio.altridispositividiaccumulochimicodienergiasonoallo studio,cosìcomel accumulomeccanicoequelloconsupercondensatori. Lasoluzionecuisitendesembraesserequelladellapropulsioneibrida:inmodalitàelettricaoffre unaridottaautonomiaazeroemissioni,mentreutilizzailmotoreacombustioneperlelunghe percorrenzeavelocitàelevate.sitrattadiuncompromesso,maforsel unicopraticabilealmeno finoaquandositrovilabatteriaideale.ilsistemaibridoapreuncapitolocompletamentenuovo, anchesenellastoriadellalocomozionestradalenonsonomancatiesperimenticonveicolidotati diquestisistemi. Inquestiultimianninumerosecasecostruttricisisonocimentatenellarealizzazionediprototipi ibridi,tuttimoltointeressantisebbeneinevitabilmentepenalizzatidall altocostoderivantedalla presenzadiunsistemaamotoretermicoediunoelettrico. ThomasEdisonedun'autoelettricanel1913 4

6 Cronologiadell automobileelettrica 1799.AlessandroVoltainventalapila Unamericano,ThomasDavenport,brevetta(eforsecostruisce)unveicoloelettrico funzionanteconunrudimentalemotorecostituitodaunaelettrocalamitaedunarpionismo Unoscozzese,RobertDavidson,costruisceunveicoloelettrico,chesecondoaltrefonti risalirebbeal IlfranceseGustaveTrouvégiraaParigiconuntricicloelettricodotatodiduemotoriperle ruoteposteriori Il29aprileaBerlinosisperimentaunautobuselettricosullaKurfürstendammtraHalenseee Charlottenburg ThomasEdisonsperimentaunveicoloelettricospintodallebatteriealcalinedisua invenzione GiuseppeCarli,diCastelnuovodiGarfagnana,costruisceuntricicloelettricoadueposti,con motoreda1cveche,completodibatteriepesavaappena140kg IlfranceseJeantaudproduceevendevettureelettricheconautonomiadi30kmevelocità massimadi20km/h ServizioditaxielettricidellaLondonElectricalCabCompanycon15vetture;ancheaNew Yorkiniziaunservizioanalogocon100vetturedellaElectricVehicleCompany Il29aprileadAchères,ilbelgaCamilleJenatzyconlasuavetturaelettricaspecialeJamais Contente,stabilisceilrecorddivelocitàperautoveicoliallamediadi105,88km/h LavetturaelettricaTorpedodiWalterBakertentadibattereilrecorddivelocitàil30maggio astatenislandpressonewyork:nonciriesceacausadiunincident pilotaedilmeccanicosi salvanograzieall uso,perlaprimavoltanellastoriadell auto,dellecinturedisicurezza NegliStatiUnitivieneeffettuataunaprovadiautonomiaperveicolielettrici,unodeiquali percorreicirca200kmtraatlanticcityenewyorkallamediadi33km/h CessalaproduzionedellaDetroitElectric,ultimaautomobileelettricaprodottainserienegli StatiUniti L Inghilterraèl unicopaesedoveprosperaun industriaproduttricediveicolielettrici industriali,conunadecinadifabbriche.leproveeseguiteconveicoliperconsegneportaaporta 5

7 mostranounsensibilevantaggiodeiveicolielettricirispettoaquelliabenzinaoatrazione animale ApartiredaglianniSessantaricomincianoaproliferareleproposte,glistudiei prototipiperlaproduzionediautoelettriche,sottolaspintadelpericolodiinquinamentocausato daigasdiscarico.tuttelegrandicaseautomobilistichepresentanoiloroprototipi,senzacontare gliinventorilacuipresenzasiinserisceinconcomitanzaconlericorrenticrisienergetiche. Ildecennioècaratterizzatodaunasempremaggiorepresenzadiprototipicostruitidallegrandi caseautomobilistiche,siaspontaneamentechesusollecitazionedellesocietàproduttricidi energiaelettrica,alloscopodivalutareilcomportamentodeiveicolielettrici,inquantoleuniche batteriedisponibilisonoquellealpiomboconunamodestacapacitàdiaccumulo.lafiat costruisceunprimoprototiponel1963sullabasedella600multipla,poinel1965unaltrosulla basedella1100d,enel1967unterzosullabasedella850.cisonoancheprototipigiapponesi (ToyotaCorona),dellaFord,dellaWestinghouse(laMarkette,forselapiùbruttaautomaivista). LaGhiadiTorinocostruisceunbellissimoprototipoperlaRowan,ungruppostatunitenseche avrebbedovutosviluppareunabatteriadalleprestazionimirabolanti.purtroppomaivista.nel 1968unamonopostodarecordcostruitadallaFord Autoliteportailrecordsulchilometrolanciato perautoelettrichea223km/h PiaggiometteinvenditalaprimaserieApecarelettrica;costruiticirca300esemplariper amministrazionipubblicheconelevatasensibilitàecologica 1990.laFiat,primagrandemarcaalmondo,metteinvenditalaPandaElettraregolarmentea catalogo LaFIATrealizzaadAreseunpolodiprogettazionediveicoliaminimoimpattoambientale, tracuila600elettra,diffusaincentinaiadiesemplariintuttaeuropa,eunaversioneibridadella Multiplacheperònonverràmaiprodottainquantitativisignificativi.Prototipiassaiinteressantie avanzativengonomessiapuntoanchedalcentroricerchefiatdiorbassano,siacontecnologia ibridaametano,siaconcelledicombustibile. Ilcrescenteinteresseperiveicoliacelledicombustibile,chealtrononsonocheveicolielettrici cheoltreallabatteria(piccola)posseggonounageneratoreelettrochimicoalimentatodaun combustibile(idrogenooaltro),assicuratuttaviaunruolocertodelmezzoelettriconellamobilità stradaledidomani.edanzi,unafortevalenzadell'attualediffusionedimezziabatteriaresta proprioquelladifarentrarenella"culturatecnica"diffusaquell'assiemediconoscenze,abitudini, 6

8 infrastrutture,chesarannoessenzialipersupportareladiffusionedidomanideimezziacelledi combustibile. LaJamaisContente CamilleJenatzye"LaJamaisContente"inparatadopoilrecord LaJamaisContenteèunaconceptcaratrazioneelettrica,costruitanel1899.E entratanellastoria peresserestatalaprimaautomobileasuperarelavelocitàdi100km/h. Allafinedel1800lamigliortipologiaditrazionepergliautoveicolieraancoramoltodibattutatrai sostenitoridelmotoreascoppioequellicheritenevanopiùadattelatrazioneelettricaoavapore. Alloscopodimettereallaprovalevarietecnologie,ilgiornale"LaFranceAutomobile"aveva decisodiindirealcunemanifestazionivelocistichesustrada,ovevenivamisuratalavelocitàdelle vetturesulladistanzadiunchilometro. Moltiipartecipanti,maduediquestisidiederobattagliaadognigara,abordodeiloroveicolia trazioneelettrica:furonoilfrancesegastondechasseloup LaubatedilbelgaCamilleJenatzy. Èil1 maggio1899quandojenatzyscendeincampoperdimostrarelasuperioritàtecnicadella suavetturaaformadisiluro.dopoillanciodi500metri,lajamaiscontentepercorreilchilometro allavelocitàmediadi105,88km/h,fermandoilcronometrosui34secondinetti.perottenere questorisultatoiduemotori,unoperciascunaruotaposteriore,vennerosurvoltatiiltempo necessarioastabilireilprimato. 7

9 LaTeslaRoadster LaTeslaRoadsterMY2008 LaTeslaRoadsterèun'autoelettrica,invenditadal2008,realizzatadallacasaautomobilistica californianateslamotors. Sitrattadiun'autovetturaroadster,ovverosiaun'automobilesportivaadueposti,munitadiun motoreelettricoasincronoatrefasicontrasmissionemonomarciaborgwarneracoppiacontinua funzionantea14.000girialminutoamassimocarico,capacediraggiungereunavelocitàmassima dipiùdi200km/h(limitataelettronicamente)edisviluppareunaaccelerazioneda0a100km/hin 3,9secondi.Ilcomputerdibordopermettedisceglieretracinquemodalitàoperative Maximum Performance,MaximumRange,Standard,Storage,Valet egovernailsistemadiricaricadelle batterieagliionidilitioindotazione.questebatteriefornisconoall'autoelettricaun'autonomia 8

10 finoa392kilometri(deltuttosimileaquelladellenormaliautoabenzina)elalororicarica completa,attraversoleappositecolonninedirifornimento,duracircatreoreemezzo,mentreper unaricaricaall'ottantapercentosonosufficientidueorecirca.l'eventualericaricaattraversoil normaleimpiantoelettricodicasanecessitainvecedi10/15ore.lateslaroadsterèunadelle primeautomobiliamontarefreniarigenerazioneelettrica.lacarrozzeriainfibradicarbonioè statarealizzataincollaborazioneconlalotuscarsesinotanolesomiglianzeconildesigndella LotusElisesecondaserie. Ilprogettoèstatoincantiereperpiùdicinqueanniperpoiessereufficialmentepresentatocome prototipoil19giugno2006.leversionisuccessivesonostatequindiesposteduranteipiù importantisaloniautomobilisticiinternazionali.l'avviodellaproduzioneèavvenutonelfebbraio IlmotoredellaTeslaRoadster Nelmarzo2008lasocietàhainiziatolaconsegnadelleprimeautomobili.NelmesediFebbraio 2009laproduzionehasuperatolaquotadicentoveicolialmese.Nonostanteilcostoelevato (attornoai dollari)lateslamotorshadichiaratodiavergiàricevutoprenotazioniper tuttalaproduzioneprevistaperil2008eperilprimosemestredel2009(circa1000pezzi);finoa Marzo2009sonostateconsegnate320vetture. L'immissionesulmercatoeuropeoèiniziatanelmaggio2009.L'ufficiocommercialeTeslain EuropaèaLondramentrel'assistenzahabasenelPrincipatodiMonaco. [1] LaTeslaMotorsha riservatoperl'italia25roadsterperil2009e90peril

11 Glianniruggenti Lacrescitadellaproduzioneedeiconsumi Trail1922eil1928gliStatiUnitisubironounanotevolecrescitaeconomicanellaqualela produzioneindustrialesalìdioltreil60%. Sitrattavadiunatrasformazionedovutaprincipalmentealdiffondersidella2^rivoluzione industriale.questosviluppodell industria,deiprocessidirazionalizzazionedellavoroe dell introduzionedinuovetecnologieriducevanoilfabbisognodimanodoperaindustrialeeportò allaproduzionedimassaintuttiisettori. Perfarfronteaquestaproduzionedimassaoccorrevacreareconsumatoridimassa,ossia occorrevachetuttiicittadiniacquistasseroiprodotti.afavorirequestofenomenoprovviderola diffusionedelleinnovativetecnichepubblicitarieeilsuccessodinuoveformedidistribuzione,tra cuiigrandimagazzinielapossibilitàdipagamentirateali,iqualirendevanol acquistodiprodotti accessibileatutti. AllafinedeglianniVenti,negliStatiUniticircolava1automobileogni5abitanti. Inoltresulmercatoapprodarononuoviprodotti,comeilcellofanelagommapiuma. Digrandeimportanzafuladiffusionedellaradio. Nel1929il63%dellapopolazioneusufruivadell energiaelettrica. Quindi,lapresenzadiquestobenesserediffondevaunentusiasmonellanazioni,infattigliStati Unitivolevanodimenticareisacrificidiguerra,desideravanodivertimentiedistrazioni,enona casotrionfaronoiljazzeinightclub.questisonoiruggentianniventi. L isolazionismo Dopolaguerra,gliStatiUnitieranodiventatilaprimapotenzamondialeequindiavevano raggiuntolivellidiricchezzamoltopiùaltidell Europa.Pertantotraicittadinicrebbeilrifiutodiun 10

12 interventopoliticoafavoredell Europa. IlrepubblicanoWarrenHardingvinseleelezionipresidenzialidel1920conunprogrammache ampliavaquesterichieste. IlSenatoavevagiàdecisodiapprovareilTrattatodiVersailles,egliStatiUnitinonentraronoafar partedellasocietàdellenazionidiwilson.pertantoilpresidentedemocraticoavevavistofallireil suoprogettodiunapresenzacostantedeglistatiunitisullascenapoliticamondiale. Successivamenteconlavittoriarepubblicana,siaffermòl isolazionismo,cheeraunmovimento secondocuiilpaesedovevabadaresoloaquestionidipoliticainternaodiaffaricheriguardavano l aeradelpacifico. Laxenofobia Glistatunitensiavevanounagrandevolontàdidifendereilbenessereraggiunto,epertantocrebbe inlorol intolleranzaneiconfrontideldiversoedeglistranieri. Tragliimmigratic eranomoltidisperatidispostiafarequalsiasicosapurdiarricchirsi,eglieuropei sbarcatineglistatiunitiavevanomoltospessoideerivoluzionarieoprogressiste.ilpregiudizio portòmoltiamericaniadidentificareglieuropeicomesovversivi. Cosìaumentòl ostilitàneiconfrontidegliimmigratienel1924unaleggestabilìchesarebberostati ammessinelpaesesolo3800italianicontroi42000dell annoprecedente. FuperòrappresentativoilcasoSaccoeVanzetti,dueanarchiciitaliani,chevennerocondannatia mortenel1921perunarapinachesiconcluseconunomicidio.leprovedimostravanolaloro innocenza,mavennerocomunquegiustiziatinel1927. AumentaronoancheiconsensidelfamigeratoKuKluxKlancheriguardòtuttigliStatiUniti. Ilproibizionismo Inquestoambitodisentimentidiintolleranzaneiconfrontidellostraniero,nérisentìanchela leggecheneglistatiunitiaprìlastagionedelproibizionismo,cioèildivietodivenderee consumarealcolici.grandibevitorieranoinfattigliirlandesieitedeschi. Ilprovvedimentofuresoesecutivodel1921dairepubblicani. Questaleggesirivelòcontroproducente,infattil alcolismononfusconfitto,maaumentòla criminalitàorganizzata,icuicapi,effettuavanoproduzioneclandestinadialcolici.traigangster 11

13 ricordiamol immigratoitalianoalcapone. Nel1933laleggevenneabolitaperchéloStatosiresecontodeidisastrosirisultatiottenuti. L automobileelettrica L'Automobileelettricaèdotatadiunmotoreelettricoalimentatodaunsistemadibatterie ricaricabili.leautomobilielettrichesonomeccanicamentepiùsempliciedurevolidiquelle alimentateabenzina,enoncontribuisconoall inquinamentoatmosferico. Comefunzionano Un automobileelettricaèdotatadiunabatteria,diuncaricabatteriadacollegarsiaunapresadi correnteediun controller,collegatoalpedaledell acceleratore,chegestisceilflussodi elettricitàfrabatterieemotore. Ilmotoreelettricoconvertel energiafornitadallabatteriainenergiacinetica.ilconducentenon devefaraltrocheaccenderel auto,selezionareilsensodimarciaconunappositoselettoree premereilpedaledell acceleratore. Comenelmotoreacombustioneinternadiun automobileconvenzionale,anchenelmotore elettricoilmovimentodiunelementorotantevienetrasmessoalleruotedaunapparato riduttore. Inoltrenonèpresentealcunsistemadifrizioneodicambioautomatico.Laretromarciasiottiene invertendoilflussodell elettricitàcircolantenelmotore:intalmodosiinverteilversodirotazione delmotorestessoequindidelriduttore,ilqualeasuavoltainvertequellodelleruote.tuttaviala velocitàmassimadelmotorenelcasodirotazionecontrariavienelimitataelettronicamenteper ovvimotivi. Leautomobilielettrichesonoinoltredotatediunsistemafrenantearecupero,notocome Re Gen.Sitrattadiunsistemacheagiscecontemporaneamenteanchedacaricabatteria:quandoil conducentetoglieilpiededall acceleratore,ilmotorediventaungeneratoreelettrico,che riconvertel energiacineticadelveicoloinelettricitàelaimmagazzinanellabatteria.la conversionedell energiacineticainenergiaelettricacausailrallentamentodell automobile.e 12

14 comunquepresenteancheunpedaledelfrenoeunsistemafrenantetradizionale,daazionarenel casoincuisianecessarioarrestareilveicoloinspaziristretti. Considerazioni L'energianecessariapercaricarelabatteriadiunavetturaelettricavienegeneralmenteprodotta nellecentralielettricheattraversolacombustionedipetrolio,gasmetanoocarbone,elabatteria permetteilfunzionamentodell automobilesenzaemettereprodottidirifiutiinquinanticome quellidiunmotoreacombustioneinternainoltresihaminoreinquinamentoacusticorispettoai motoriacombustioneinternasenzalaproduzionedifuminocivi. Quantoagliscarichidellacentraleelettrica,èpiùfacilecontrollareleemissionidisostanze inquinantidiununicoimpiantochenonquelledeltubodiscappamentodimilionidiautomobili alimentateabenzinamabisognaricordareche,sel'automobileelettricavienerifornitacon energiaprodottadafontirinnovabili,produceuninquinamentopraticamentenullo. Inquestomodo,riducendoladipendenzadalpetrolio,sipotrebberallentareilriscaldamento globale(attenuandol'effettoserra). Leautomobilielettricheodierne,ancorainfasediperfezionamento,sonoprobabilmente destinateasostituirequelleacombustioneinterna.sonoinfatticonsiderateunasoluzioneefficace persfruttarelerisorseenergetichedisponibili,dalmomentochemolteformedienergiapuò essereconvertitainelettricità. Inoltre,ladiffusionediquestotipodiautomobilinonrichiederebbenuovisistemididistribuzione delcombustibile:l elettricitàègiàdistribuitainmodocapillarepraticamenteovunque. Ilsolonuovosistemarichiestopergarantireilfunzionamentodelleautomobilielettrichesarebbe quellonecessarioperilcaricamentodellebatterie. Iveicolielettrici,nonessendodotatidimotorechebruciacombustibileliquidoedeiconseguenti apparatinecessarialsuofunzionamento,sonoenormementepiùaffidabilierichiedonouna manutenzioneestremamenteminima. 13

15 Attualmenteladiffusionedelleautomobilielettricheèancoramoltolimitata,soprattuttoacausa dellascarsapraticitàdelsistemadiricaricadellebatterie,chegarantisceun autonomia insufficiente. Eventualiaccessori,qualiunimpiantodiclimatizzazioneolaradio,causanotral altroun esaurimentoancorpiùrapidodellabatteria. Ilmotoreasincronotrifase Introduzione Imotoriasincronitrifasepossonoessereconsideratitralemacchineelettrichepiùaffidabili.Essi svolgonolafunzionediconvertirel energiaelettricainenergiameccanicapermoltiannicon interventidimanutenzioneridottiesiadattanoaprestazionidiverseinbasealleesigenze, coprendosiaapplicazionidiproduzionesiadiserviziotrovandoquindiimpiegoneisettori industrialipiùsvariati. Leapplicazioniriguardanoquellemacchineconorganiinmovimentoavelocitàfissaovariabile qualiadesempioisistemidisollevamentocomeascensoriomontacarichi,ditrasportocome nastritrasportatori,isistemidiventilazioneeclimatizzazione,senzadimenticareforseilpiù comuneimpiegocomepompeecompressori. IlMotoreAsincronoTrifase,notoanchecomeMAT,venneperlaprimavoltarealizzatodaGalileo Ferrarisnel1885.Essovienealimentatodirettamentedallaretedidistribuzione,atensionee frequenzacostanti,edèilmotoreelettricopiùsemplice,economico,robustoedaffidabilechela tecnicaconosca.èadelevatorendimento,nonrichiedelubrificazione,némanutenzione,non presentaalcunadifficoltàoparticolaritàperl avviamentoe,pertanto,èildispositivopiùdiffuso nell utilizzazionedell energiaelettricacome forzamotrice. IlMATè,generalmente,sottol aspettoelettrico,unutilizzatoretrifasecheprovvedeaconvertire energiaelettricainmeccanicaperazionaremeccanismisempliciedeconomici,vienealimentato direttamentedallarete,atensioneefrequenzacostanti,elasuavelocitàdirotazioneècostante. 14

16 Imotoriasincronipossonoesserealimentaticonunsistemapolifasesimmetricoqualunquedi tensioni,ma,poichéladistribuzionedell energiaelettricavienefattaesclusivamenteconsistemi trifasi,nellapraticavengonorealizzatisolomat. IlMATavendounfunzionamentoreversibile,cometuttelemacchineelettriche,puòfunzionare anchedageneratore,matuttaviaèpocousatoperquestoscopo. Strutturadelmotoreasincronotrifase Permegliocomprenderecomeèstrutturatounmotoreasincronotrifase,diseguitoforniamouna brevedescrizionedelleprincipalipartichecompongonolamacchinarotanteenellequalisi generanoifenomenielettricidacuinescaturisceilfunzionamento. Ilprimoelementochedescriviamoèlostatorechepuòesseredefinitocomel insiemedelleparti fissechesvolgelafunzionedisostenerealmenoparzialmentelamacchina,mafondamentalmente costituiscelapartedelcircuitomagneticochecontienegliavvolgimentiinduttorialloggiatiin appositecaveinessoricavateincorrispondenzadellasuasuperficieinterna. Lostatoreècostituitodalamieriniinlegad acciaio siliciooinacciaiomassiccio,isolatitradiloro. Dallasuastrutturadipendequantosiainteressatodaflussimagneticivariabilineltempoche provocanoperditeperisteresiepercorrentiindotteparassite. Nellecavericavatenellastrutturadeilamierinisonoinserititreavvolgimentiprimari(ognuno costituitodapiùbobinediversamentecollegatetraloro),aiqualivieneapplicatalatensionedi alimentazioneechegeneranoilcampomagnetico. Gliavvolgimentistatoricitrifasepossonoesserecollegatiastellaoppureatriangolo,lacosaè possibileconmotoridotatidimorsettieracon6morsetti,permettendodialimentarelostesso motorecontensionitrifasediretedifferenti. Ilsecondoelementoèilrotorechevieneposizionatoall internodellostatore,ecostituisceil circuitoindottodellamacchina.perunmotoreagabbiadiscoiattoloilrotoreècostituitodaun sistemadisbarreconduttrici(rameoalluminio)coassialiall assedirotazione,epressofuse direttamentenellecavericavatelungotuttalaperiferiaesternadelnucleoferromagnetico. 15

17 Lesbarrevengonochiuseincortocircuitodadueanelliconduttoripostiagliestremiche costituisconoancheunfissaggiomeccanicoperlesbarrestesse.siottienecosìunrotore estremamentecompattoerobusto,alqualesifissaanchel alberodelmotore. Ilcampomagneticoindottochecostituisceilprincipiodifunzionamentodelmotore,portaquindi inrotazionel alberodelmotoreconvertendocosìenergiaelettricainmeccanica. Sonopresentialtricomponentimeccanicichecostituisconoilmotore,iprincipalisono: iduecuscinettimontatisullostatoreconlafunzionedisorreggerel alberodelmotore; lacarcassa,checonlealettesmaltisceilcaloreprodottosoprattuttodallostatoreecontiene anchelamorsettieradiconnessione; laventola,cheprovvedealraffreddamento. Statorediunmotoreasincronotrifase 16

18 Rotorediunmotoreasincronotrifase Rappresentazioned insiemeedinsezionediunmotoreasincrono 17

19 Idatinominalielettriciemeccanicidelmotoresonoriportatisullatarghettadatimacchina,detta anchetarghettadiidentificazione. 18

20 L'allacciamentoelettricodelmotoreasincronotrifasevienerealizzatodinormamedianteuna morsettieraconseibullonidicollegamento,comesipuòvederenellapartealtadella rappresentazionegraficadelmotore. Ilmotoreasincronopresentaiseguentivantaggi: bassocostoefacilerealizzazione; bassorapportopeso potenza(aparitàdipotenzaunmotoreasincronotrifasepesacircala metàdiunoincorrentecontinua); ampiadisponibilitàdipotenzechenedeterminal'impiegoindiversicampi(dalsemplice elettrodomesticoaimacchinariutilizzatinell'industria). Percontro,ilmotoreasincronopresentaanchealcunisvantaggi: lecorrentiassorbitenellafasediavviodellamacchinarisultanomoltoelevate(spunto iniziale)tantodadeterminareinalcunicasisbalziditensionesull'interalineadi distribuzionedell'energiaelettrica; lapotenzameccanicainizialmentedisponibilerisultabassa(avolteancheinferioreaquella nominale)tantodarenderedifficoltosol'avviosottocarico; impossibilitàdiregolarelavelocitàdirotazioneintervenendosullasolatensionedi alimentazioneolimitandolacorrentenegliavvolgimenti. 19

21 Comefunziona Ilmotoreasincronoèuntipodimotoreelettricoincorrentealternataincuilavelocitàdirotazionedell' alberoèminoredellavelocitàdirotazionedelcampomagneticogeneratodagliavvolgimentidistatore, ovverononc'èsincronismotraleduevelocità;perquestosidistinguedaimotorisincroni. Lostatorecontieneingenereunnumeroparidiavvolgimentiinquanto,normalmente,cenesono 2perciascunafasedialimentazione.Unmotoreatrefasi,otrifase,avràdinormaseiavvolgimenti ovverotrecoppiepolari. Nelmotoretrifasesonodispostitreavvolgimentidifase,sfasatidi120 /p(p=numerodicoppiedi poli)l'unorispettoall'altro.applicandounatensionealternatatrifase,sfasatadi120,sigeneraun camporotantenelmotore. Larotazionedelcampomagneticodistatoreavvieneadunavelocitàfissan s legataallafrequenza dialimentazionef,dettavelocitàdisincronismo.lavelocitàdirotazionedelrotoren r saràsempre minorediquelladisincronismo.questadifferenzafasìchesulrotoreagiscauncampomagnetico cheruotaadunavelocitàn s n r,pertantoessosaràsedediforzeelettromotriciequindicorrenti indotte(perquestomotivosiparladimotoreadinduzione). Evidentementelecorrentidirotoreprodurrannoalorovoltauncampomagneticocheruotaa velocitàn s n r rispettoalrotore,ilqualeruotaavelocitàn r rispettoallostatore;ilrisultatoècheil campodirotoreruotaavelocitàn s rispettoallostatoreedèdunquesincronoconilcampodi statore. Attraversol'effettodiinduzionevengonogeneratiilcamporotanteelacoppianell'avvolgimento rotorico.ilnumerodigiridelmotoredipendedalnumerodicoppiedipoliedallafrequenzadella 20

22 tensionedialimentazione.ilsensodirotazionepuòessereinvertitocambiandoduefasidel collegamento. Illegametravelocitàdisincronismo,frequenzafdialimentazioneedilnumerodicoppiepolaripè espressodallarelazione: n s =girialminuto f=frequenzadellatensioneinhz p=numerodicoppiedipoli Dallaformulachedefinisceloscorrimentoèpossibileesprimerelavelocitàdirotazioneeffettiva delrotore(n ) : Ilvaloreeffettivodelloscorrimentodipendedalcaricoeffettivosulrotore.Ilcaricononèmainullo perchésonosemprepresentiifenomenidiattritotralepartimobilieconl'ariacheimpediscono almotorediruotareallavelocitàdisincronismo,vincendoquestacoppiameccanica. Gliavvolgimentistatoricisonoingenereinglobatiinresinechegarantisconoun'ottimaprotezione dall'acquaedagliagentiatmosferici.questimotorisonofrequentementealimentatipermezzodi inverterelettronicichepossonovariarnelavelocitàvariandoinmodocoordinatolafrequenzaela 21

23 tensionedialimentazione.l'usodiinverterpermettediazionareilmotoreancheapartiredauna correntecontinua. Gliavvolgimentistatoricitrifasepossonoesserecollegatiastellaoppureatriangolo.Inalcuni grossimotorisipreferisceavviareastellaepoicommutareatriangolo,alfinedilimitarele correntidispunto,quandononsonoutilizzatigliinverter.l'allacciamentoelettricodelmotore asincronotrifasevienerealizzatodinormamedianteseibullonidicollegamento. Esistonomotoriasincronidipotenzausualmenteinferiorea3kWalimentatianchecontensioni monofase.talimotoripossonoesseredotatidiordinariavvolgimentiaduefasi,doveper alimentarelasecondafasesiusailritardoditempointrodottodauncondensatore. Imotoriasincronioperanonormalmentecongliavvolgimentidirotorechiusiincortocircuitomail rotorepuòessereeseguitoincostruzionidifferenti. CollegamentoastellaCollegamentoatriangolo U LN = 3 U W I LN =I W U LN =U W I LN = 3 I W 22

24 Funzionamento Alimentandogliavvolgimentistatoriciconunsistemaditensionetrifasesimmetrico,siproduce,nel traferro,uncampomagneticorotante,connumerodigiri n0=(60*f)/p Dovenèespressainrpm(rotazioniperminuto)edfèespressainHertz.Peresempio,unmotorecontre coppiepolari(6politotali),alimentatoa50hzhaunavelocitàangolaredisincronismodi1000girial minuto. Lespiredell'avvolgimentorotoricosiconcatenanopertantoconunflussovariabileneltempo,generando delletensioniindottecheprovocherannolacircolazionedicorrenti. PerlaleggediLenz,ilversodellacorrenteètaledaopporsiallacausachehageneratolacorrentestessa. Lacorrenteavràunversotaledaprodurredelleforzechemettonoinmovimentoilrotoreconverso concordeaquellodirotazionedelcampomagnetico. Lavelocitàdelrotoreincondizioninominalièsempreminorediun3% 6%;èilfenomenodelloscorrimento (slip)checonsentelaproduzionedellacoppia.dallaformuladelloscorrimentopossoesprimerelavelocità dirotazioneeffettivadelrotore: S=(n0 n)/n0 Dovesrappresentaloscorrimento,n0lavelocitàdisincronismoednlavelocitàeffettiva. Ilvaloreeffettivodelloscorrimentodipendedalcaricoeffettivosulrotore.Ilcaricononèmainulloperché sonosemprepresentiifenomenidiattritotralepartimobilieconl'ariacheimpedisconoalmotoredi ruotareallavelocitàdisincronismo,vincendoquestacoppiameccanica. Lavelocitàdirotazionedelcampomagneticorotantegeneratoalimentandogliavvolgimentidellostatore conunatensionealternatadipendedalnumerodicoppiepolaripresentiedallafrequenzadellatensione dialimentazione. 23

25 Lafrequenzaelatensionedialimentazionesipossonovariareinmodocoordinatomediantel'utilizzodi alimentatoriafrequenzavariabile(inverter). TipidiM.A.T. Ilmotoreasincronotrifasepuòessereconrotoreavvoltochiamatoancheadanelli,oppure conrotoreincortocircuitoopiùcomunementedefinitocomerotoreagabbiadiscoiattolo. Laprincipaledifferenzatraiduetipirisiedenellastrutturadelrotoreepiùprecisamenteperil primotipoilrotoreècostituitodaavvolgimentiveriepropricomequellidellostatore,presenta unastrutturapiùcomplessaedelicata(spazzolechestriscianosulrotore,conpossibile interposizionediresistenzeperilcontrollodellafasediavviamento)connecessitàdi manutenzioneperiodicaedimensionid ingombroelevate,mentreilsecondotipohaunrotore costituitodasbarrechiuseincortocircuito,quindigrazieadunamaggioresemplicitàcostruttivadà origineaduntipodimotoremoltosemplice,robustoedeconomico. Grazieallosviluppodell elettronicadicontrollochepermettelaregolazionedellavelocitàinmodo moltosempliceedefficace,tuttequelleapplicazionichevedevanol impiegodimotoripiù facilmentesoggettiadaverenelpropriocomportamentointrinsecolapossibilitàdiuna regolazionedellavelocità(motoriincorrentecontinuaomotoriadanello)hannolasciatoilposto aimotoriasincroni,inparticolareaquelliagabbiadiscoiattolo. RotoreagabbiadiscoiattoloIlcircuito rotoricoècostituitodabarredialluminiopressofusedirettamentenellecavecollegatetralorodadue anellidialluminio.sitrattaquindidiuncircuitoincuiilnumerodifasièparialnumerodibarreecheèper costruzioneincortocircuito. Questotipodimotoreèanchedettomotoreconrotoreincortocircuitoedèindubbiamenteiltipodi motoreasincronopiùsempliceedaffidabile:nonpresentaspazzoleocontattistriscianti,èadattoatuttigli ambientiedoffreun'ampiagammadipotenzatantodarisultareiltipopiùutilizzatoinassoluto. Purtroppoquestotipodiavvolgimentononpermetteunelevatospuntoinizialeedassorbepercontroun' elevatacorrenteinfasediavviamentochepotrebbeprodurredeibruschiabbassamentiditensione. RotoreavvoltoIlmotorecon rotoreavvoltopresentamaggioridifficoltàcostruttive,magarantisceunmaggiorespuntoinizialeela possibilitàdiregolarelacorrentesiainfasediavviamentochedurantelamarcia. 24

Prospetto analitico organico di diritto a.s. 2015/16

Prospetto analitico organico di diritto a.s. 2015/16 UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI MILANO MOD. A1 I LICEO LINGUISTICO LI04 1^ A 26 3 26 26 26 LICEO LINGUISTICO LI04 1^ B 26 3 26 26 26 LICEO SCIENTIFICO LI02 1^ A 30 30 LICEO SCIENTIFICO LI02 1^ B 30 30

Dettagli

O 2^ Meccanica sez. O 2^ Elettronica sez. O 3^ Elettronica O 3^ Meccanica O 4^ Elettronica O 4^ Meccanica O 5^ Elettronica O 5^ Meccanica

O 2^ Meccanica sez. O 2^ Elettronica sez. O 3^ Elettronica O 3^ Meccanica O 4^ Elettronica O 4^ Meccanica O 5^ Elettronica O 5^ Meccanica Alunno /a classe sez. A.S. 2010/2011 Domanda di iscrizione Anno Scolastico 2011/2012 - Liceo Scientifico O 2^ O 3^ O 4^ O 5^ Istituto Tecnico O 2^ Meccanica sez. O 2^ Elettronica sez. O 3^ Elettronica

Dettagli

AGENZIA REG DIRITTO STUDI SUPERIORI

AGENZIA REG DIRITTO STUDI SUPERIORI AGENZIA REG DIRITTO STUDI SUPERIORI Stampa : Nome file : /home2/ascotweb/tmp/ascotweb/epa61523.ist Eseguito da : MARASGR Data della stampa : 21/04/2016 +----------------------------------------------------------+

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA - FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA - FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE N. di matricola Voto 1. 305972 23 2. 313224 25 3. 313799 (?) 22 4. 342980 20 5. 344615 Insufficiente 6. 346941 30 7. 349447 26 8. 351583 21 9. 352226 25 10. 352495 28 11. 352535 23 12. 352547 26 13. 353055

Dettagli

investire in pubblicità in tempo di crisi è come costruirsi le ali mentre gli altri precipitano.

investire in pubblicità in tempo di crisi è come costruirsi le ali mentre gli altri precipitano. investire in pubblicità in tempo di crisi è come costruirsi le ali mentre gli altri precipitano. Steve Jobs CATALOGO DEI PRODOTTI IN VENDITA SU PRESENTAZIONE AZIENDA Denominazione Azienda: Indirizzo Negozio:

Dettagli

La caratteristica meccanica rappresenta l'andamento della coppia motrice C in

La caratteristica meccanica rappresenta l'andamento della coppia motrice C in MOTORI CORRENTE ALTERNATA: CARATTERISTICA MECCANICA La caratteristica meccanica rappresenta l'andamento della coppia motrice C in funzione della velocità di rotazione del rotore n r Alla partenza la C

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI SCIENZE

CURRICOLO DISCIPLINARE DI SCIENZE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

LA RADIOATTIVITA. Nel caso degli isotopi dell idrogeno: Nel caso degli isotopi del Carbonio:

LA RADIOATTIVITA. Nel caso degli isotopi dell idrogeno: Nel caso degli isotopi del Carbonio: LA RADIOATTIVITA Gli atomi di un elemento non sono in realtà tutti uguali, una piccola percentuale di essi ha un numero di neutroni differente, questi atomi si chiamano isotopi di quell elemento. Il 99,9%

Dettagli

Indicazioni per la progettazione

Indicazioni per la progettazione HoriCell VertiCell Da inserire nel: Catalogo tecnica del riscaldamento 1, indice 15 Catalogo tecnica del riscaldamento 2, indice 25 Indicazioni per la progettazione HoriCell VertiCell senza apertura flangiata

Dettagli

Sepam Serie 10: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 10: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 10: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16 Schneider Electric - 25/02/2009

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Stradivari

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Stradivari Circolare n. 148/15-a Cremona, 02 gennaio 2015 Ai fini dell iscrizione all a.s. 2015/2016 si consegna, ai signori studenti della sezione LICEO MUSICALE il seguente materiale: 1. per merito: se si presume

Dettagli

NORMATIVE e DIRETTIVE per il calcolo del rendimento dei MOTORI asincroni

NORMATIVE e DIRETTIVE per il calcolo del rendimento dei MOTORI asincroni NORMATIVE e DIRETTIVE per il calcolo del rendimento dei MOTORI asincroni Normativa PREMESSA I motori elettrici consumano il 70% dell energia elettrica in campo industriale: si prevede inoltre negli anni

Dettagli

Definizione di Limite di esposizione professionale (Threshold Limit Value o TLV): Concentrazione della sostanza alla quale

Definizione di Limite di esposizione professionale (Threshold Limit Value o TLV): Concentrazione della sostanza alla quale Definizione di Limite di esposizione professionale (Threshold Limit Value o TLV): Concentrazione della sostanza alla quale si ritiene che la maggior parte dei lavoratori possa rimanere esposta ripetutamente

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI INGEGNERE INDUSTRIALE JUNIOR

POLITECNICO DI TORINO ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI INGEGNERE INDUSTRIALE JUNIOR POLITECNICO DI TORINO ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI INGEGNERE INDUSTRIALE JUNIOR I Sessione 2014 - Sezione B Settore Industriale Prova pratica del 24 luglio 2014

Dettagli

Liceo linguistico P. E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez. D linguistico Pagina 1

Liceo linguistico P. E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez. D linguistico Pagina 1 Liceo linguistico P. E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez. D linguistico Pagina 1 Liceo linguistico P. E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe

Dettagli

MICROCENTRIFUGHE SCILOGEX

MICROCENTRIFUGHE SCILOGEX MICROCENTRIFUGHE SCILOGEX D3024 D3024R D3024 Microcentrifuga a 24 posti Microcentrifuga da banco ad elevate prestazioni, dotata di motore ad induzione ultra silenzioso; ampio display LCD retroilluminato,

Dettagli

On conveyors with curves is suggested to position the curves as most as possible closed to idler head so SVILUPPO / DEVELOPMENT. 645 mm.

On conveyors with curves is suggested to position the curves as most as possible closed to idler head so SVILUPPO / DEVELOPMENT. 645 mm. NOTE TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DEI TRASPORTATORI ALUSIC SERIE 2000 TECHNICAL NOTES TO CARRY OUT ALUSIC CONVEYORS SERIE 2000 Lunghezze massime consigliate La lunghezza di ogni tratto dei trasportatori

Dettagli

B.U. LV MOTORS Offerta Motori ABB

B.U. LV MOTORS Offerta Motori ABB B.U. LV MOTORS Offerta Motori ABB BU LV Motors - 1 - Motori ABB Elevata affidabilità Rispetto per l ambiente Ampia disponibilità Rete di assistenza a livello mondiale La soluzione più idonea e redditizia

Dettagli

Motori Lineari Industriali

Motori Lineari Industriali Motori Lineari Industriali Sistema puramente elettrico Liberamente posizionabili lungo l intera corsa Per posizionamenti precisi e rapidi Motori lineari tecnologicamente ad alta durata Classe di protezione

Dettagli

Prot.n 800/C7 Assisi, 21/03/2014 BANDO PER IL REPERIMENTO DI DOCENTI ESPERTI PER LO SVOLGIMENTO DI CORSI DI RECUPERO ESTIVO

Prot.n 800/C7 Assisi, 21/03/2014 BANDO PER IL REPERIMENTO DI DOCENTI ESPERTI PER LO SVOLGIMENTO DI CORSI DI RECUPERO ESTIVO LICEO CLASSICO PROPERZIO ASSISI Indirizzi: CLASSICO, LINGUISTICO, SOCIALE Via Padre L. da Casoria 3 06081 ASSISI e-mail: liceoclassicoassisi@tin.it (segreteria) liceoproperzioassisi@tin.it (presidenza)

Dettagli

Se pensi che l istruzione sia costosa, prova l ignoranza.

Se pensi che l istruzione sia costosa, prova l ignoranza. Energia per l Astronave Terra Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica Giacomo Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo.it Forum Energia Rimini 24 novembre 2011 1 Se pensi che l istruzione

Dettagli

A.S. 2012/2013 CORSI RECUPERO SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO MATEMATICA 3^A -3^B MATEMATICA 3^A -3^B MATEMATICA 1^A -1^B MATEMATICA 1^A -1^B INGLESE 1^A 1^B

A.S. 2012/2013 CORSI RECUPERO SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO MATEMATICA 3^A -3^B MATEMATICA 3^A -3^B MATEMATICA 1^A -1^B MATEMATICA 1^A -1^B INGLESE 1^A 1^B A.S. 2012/2013 CORSI RECUPERO SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO 25/6 26/6 (08.00/10.00) (08.00/10.00) 27/6 28/6 SABATO 29/6 TERMINE ORE 12.00 Z:\Amministrazione\ESAMI\SCRUTINI\CORSO RECUPERO\SOSPENSIONE GIUDIZIO\

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SAN MARCO PROGETTO SALUTE E AMBIENTE

SCUOLA DELL INFANZIA SAN MARCO PROGETTO SALUTE E AMBIENTE SCUOLA DELL INFANZIA SAN MARCO PROGETTO SALUTE E AMBIENTE A.S.2012-2013 OBIETTIVI FORMATIVI Promuovere la conoscenza dell ambiente naturale per permettere al bambino di entrare in contatto con la realtà

Dettagli

N, N4. Pompe centrifughe ad aspirazione assiale normalizzate EN 733

N, N4. Pompe centrifughe ad aspirazione assiale normalizzate EN 733 N, N normalizzate EN 7 Le elettropompe serie N, -N, N, -N rispettano il Regolamento Europeo N. 7/. Materiali omponenti N, N N, N -N, -N Tenuta meccanica Tenuta a treccia Tenuta meccanica orpo pompa Ghisa

Dettagli

Alcune nozioni sui motori sincroni

Alcune nozioni sui motori sincroni Alcune nozioni sui motori sincroni Perché scegliere un motore sincrono? Per ottenere un certo numero di movimenti in un lasso di tempo ben definito. In questo caso ci si serve del prodotto come base di

Dettagli

Gli apparecchi acustici.

Gli apparecchi acustici. Gli apparecchi acustici. a cura del dott. P. Gentile Il problema della sordità è nato insieme a all uomo e, essendo un problema più sociale che corporeo, sin dai tempi più lontani si è cercato di porvi

Dettagli

inmusica Associazione no-profit PER I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME, PRIMO BIENNIO E SECONDO BIENNIO

inmusica Associazione no-profit PER I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME, PRIMO BIENNIO E SECONDO BIENNIO PER I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME, PRIMO BIENNIO E SECONDO BIENNIO E fondamentale educare all ascolto e familiarizzare con il pianeta dei suoni fin dalla più tenera età. E ampiamente dimostrato quanto una

Dettagli

O.R.M.A. S.R.L. Via Giardino 10/A - 40026 Giardino di Imola (Bo) - Italy tel. +39 0542 55095 fax +39 0542 55467 - e-mail: info@ormasrl.

O.R.M.A. S.R.L. Via Giardino 10/A - 40026 Giardino di Imola (Bo) - Italy tel. +39 0542 55095 fax +39 0542 55467 - e-mail: info@ormasrl. O.R.M.A. S.R.L. Via Giardino 10/A - 40026 Giardino di Imola (Bo) - Italy tel. +39 0542 55095 fax +39 0542 55467 - e-mail: info@ormasrl.it ORMAPIOGG & ROLLOVITESSE Per l'irrigazione di medie e grandi superfici.

Dettagli

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS)

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Come si legge un etichetta L etichetta di un agrofarmaco deriva dalla valutazione di numerosi studi effettuati sul prodotto inerenti aspetti

Dettagli

Miglioramento della mobilità articolare e dell allungamento muscolare

Miglioramento della mobilità articolare e dell allungamento muscolare PROGRAMMA D EDUCAZIONE FISICA A.S. 2013/2014 CLASSE 1 As La classe ha partecipato al progetto Corso di nuoto Meda 8 Giugno 2014 PROGRAMMA D EDUCAZIONE FISICA A.S. 2012/2013 CLASSE 2 As La classe ha partecipato

Dettagli

IL TRASFORMATORE Prof. S. Giannitto Il trasformatore è una macchina in grado di operare solo in corrente alternata, perché sfrutta i principi dell'elettromagnetismo legati ai flussi variabili. Il trasformatore

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PIANO DI LAVORO

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PIANO DI LAVORO LICEO ARTISTICO P.GOBETTI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Secondaria Superiore di II^ Grado LICEO ARTISTICO P.GOBETTI OMEGNA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO

Dettagli

Le attività che ho svolto riguardavano l organizzazione e la gestione del Sito Web del Liceo. In particolare: - curare la struttura e l aggiornamento

Le attività che ho svolto riguardavano l organizzazione e la gestione del Sito Web del Liceo. In particolare: - curare la struttura e l aggiornamento a.s. 2013-2014 Le attività che ho svolto riguardavano l organizzazione e la gestione del Sito Web del Liceo. In particolare: - curare la struttura e l aggiornamento del Sito - mantenere rapporti con la

Dettagli

PROGETTO PER L APPLICAZIONE AD UN FORNO PER PIZZERIA

PROGETTO PER L APPLICAZIONE AD UN FORNO PER PIZZERIA Depurazione - Refrigerazione - Riscaldamento Via DOSSO FAITI, 50 59100 PRATO Tel. 0574 815410 - Fax. 0574 816823 E-mail: info@mastertechnology.it Sito web: www.mastertechnology.it PROPRIETARIA DEL BREVETTO

Dettagli

ENERGIA E SOSTENIBILITA AMBIENTALE

ENERGIA E SOSTENIBILITA AMBIENTALE convegno «IL LEG NO IN EDILIZIA» VE NE R D I 04/09/2009 - C AS TR O P IG NANO (C B ) - ENERGIA E SOSTENIBILITA AMBIENTALE Ing. Vera Ianiro ARPA Molise AREA PREVENZIONE, RISCHIO TECNOLOGICO E VALORIZZAZIONE

Dettagli

Risultati del questionario sul rilevamento degli iniziali orientamenti universitari Adesioni al PLS3

Risultati del questionario sul rilevamento degli iniziali orientamenti universitari Adesioni al PLS3 Risultati del questionario sul rilevamento degli iniziali orientamenti universitari Adesioni al PLS3 Classi Quinte Area 3: Interventi e servizi per gli studenti Docente F.S. : de Candia Antonia Maria Anno

Dettagli

Alcune nozioni sui motori in corrente continua

Alcune nozioni sui motori in corrente continua Alcune nozioni sui motori in corrente continua Perché scegliere un motore in corrente continua Molte applicazioni necessitano di una coppia di spunto elevata. Il motore in corrente continua, per natura,

Dettagli

Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano?

Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano? Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano? Vediamo di conoscerli un po meglio!! Come è costituito un mezzo elettrico

Dettagli

POMPE PER RISCALDAMENTO AD ALTO RENDIMENTO HZ-LE 401 HZ-LE 601

POMPE PER RISCALDAMENTO AD ALTO RENDIMENTO HZ-LE 401 HZ-LE 601 VORTEX 90 C POMPE PER RISCALDAMENTO AD ALTO RENDIMENTO HZ-LE 401 HZ-LE 601 80 C 70 C 60 C 50 C 40 C L INGEGNOSO RISPARMIO DELLA TECNOLOGIA LOW ENERGY. POTENZA ASSORBITA da 5 WATT. 30 C 20 C RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina 1

Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina 1 Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina 1 Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina

Dettagli

A, BiCi PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE. Mario Castoldi Silvia Malaguti

A, BiCi PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE. Mario Castoldi Silvia Malaguti PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE Mario Castoldi Silvia Malaguti 1 Eppur si muove! Anche Milano, nonostante la crescente ostilità dell ambiente urbano nei confronti dei mezzi a due

Dettagli

LISTINO PREZZI 2015. senza IVA 49/2015. www.pastorino-expert.it

LISTINO PREZZI 2015. senza IVA 49/2015. www.pastorino-expert.it LISTINO PREZZI 2015 senza IVA 49/2015 www.pastorino-expert.it Indice generale CONTENITORI E ASSORTIMENTI DI UTENSILI pag. 1 Carrelli, banchi, bauli, cassette CHIAVI DI MANOVRA pag. 3 Chiavi combinate pag.

Dettagli

Circ. n 156. Oggetto: corsi di recupero del debito formativo verifiche orali e variazione calendari delle verifiche e degli scrutini finali.

Circ. n 156. Oggetto: corsi di recupero del debito formativo verifiche orali e variazione calendari delle verifiche e degli scrutini finali. LICEO SCIENTIFICO STATALE G.C.VANINI Via Reno, 34 73042 CASARANO Tel.: 0833-502219 Fax: 0833-512005 E-mail: leps03000x@istruzione.it Cod. Ist.: LEPS03000X - C. F.: 81001410752 MIUR Al Personale Docente

Dettagli

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 Prof.ssa: R. M. Dierna Materia: Scienze naturali Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 All inizio dell anno scolastico si è verificato lo stato delle conoscenze e l accertamento dei prerequisiti,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.GALILEI CATANIA A.S. 2006/2007 SIMULAZIONE DI II PROVA - A

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.GALILEI CATANIA A.S. 2006/2007 SIMULAZIONE DI II PROVA - A LICEO SCIENTIFICO STATALE G.GALILEI CATANIA A.S. 6/7 SIMULAZIONE DI II PROVA - A Tempo a disposizione: cinque ore E consentito l uso della calcolatrice non programmabile. Non è consentito uscire dall aula

Dettagli

REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale

REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale MARIA LAURA PICCININI 1. Dati Anagrafici Data di nascita 25 12 1963 Anzianità in regione 1 4 1990 Incarico attuale organizzativa Complessa - Assistenza e consulenza giuridica in materia di personale, sicurezza

Dettagli

Montecchio Emilia, 03/09/2015. Comunicato n. 02. Ai docenti indirizzo AFM. Oggetto: convocazione collegio di indirizzo

Montecchio Emilia, 03/09/2015. Comunicato n. 02. Ai docenti indirizzo AFM. Oggetto: convocazione collegio di indirizzo a a ISTITUTO SUPERIORE STA TALE Siivio D A rzo Liceo Scienl(flco, Tecnico Co,nmerciale, Tecnico Industriale, Tecnico Grafico, Professionale Elettronico, Professionale Grafico Øede Centrale - Strada S.Ilaho,

Dettagli

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Università di Catania Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile AA 1011 1 Fondamenti di Trasporti Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Giuseppe Inturri Dipartimento

Dettagli

DALLA QUALITÀ ALLA SOSTENIBILITÀ CON ENERGIA DAL 1968 AL 2020

DALLA QUALITÀ ALLA SOSTENIBILITÀ CON ENERGIA DAL 1968 AL 2020 POWERED BY WATER DALLA QUALITÀ ALLA SOSTENIBILITÀ CON ENERGIA DAL 1968 AL 2020 Il Gruppo Loccioni ha iniziato la sua avventura imprenditoriale nel 1968 occupandosi di impiantistica elettrica industriale.

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

LEZIONE 2 ( Interazione delle particelle con la materia)

LEZIONE 2 ( Interazione delle particelle con la materia) LEZIONE 2 ( Interazione delle particelle con la materia) INTERAZIONE DELLE RADIAZIONI FOTONICHE La materia viene ionizzata prevalentemente ad opera degli elettroni secondari prodotti a seguito di una interazione

Dettagli

Il mostro degli abissi

Il mostro degli abissi Guido Sgardoli Il mostro degli abissi Illustrazioni di Flaviano Armentaro Charles progetta invenzioni geniali, Henry non si tira mai indietro di fronte al pericolo, Edward è capace di far ridere chiunque

Dettagli

Le ricadute dell auto elettrica sulla domanda elettrica e sul sistema di generazione

Le ricadute dell auto elettrica sulla domanda elettrica e sul sistema di generazione Le ricadute dell auto elettrica sulla domanda elettrica e sul sistema di generazione Edgardo Curcio Presidente AIEE Roma, 26 ottobre 2010 Nell ambito di uno studio condotto per Assoelettrica lo scorso

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

DOMANDA DI MESSA A DISPOSIZIONE A.S. 2013-14

DOMANDA DI MESSA A DISPOSIZIONE A.S. 2013-14 DOMANDA DI MESSA A DISPOSIZIONE A.S. 2013-14 AL DIRIGENTE SCOLASTICO DELLA DIREZIONE DIDATTICA AVVERTENZA La compilazione del presente modulo di domanda avviene secondo le disposizioni previste dal D.P.R.

Dettagli

Scuola dell Infanzia M.Montessori. Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12

Scuola dell Infanzia M.Montessori. Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12 Scuola dell Infanzia M.Montessori Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12 Premessa Ogni bambino-a giunge alla Scuola dell Infanzia con un bagaglio di esperienze e conoscenze legate alla propria storia

Dettagli

Guida all utilizzo del servizio E Commerce MyBank

Guida all utilizzo del servizio E Commerce MyBank Guidaall utilizzodelservizioecommercemybank Nelmercatoeuropeol utilizzodeisistemidipagamentoecommerceèincontinuacrescita.lapercentuale dipopolazioneeuropeacheusainternetpereffettuareacquistionlineaumentaprogressivamente.

Dettagli

Macchina Taglierina a Nastro MTN 1650/2450

Macchina Taglierina a Nastro MTN 1650/2450 Macchina Taglierina a Nastro MTN 1650/2450 MTN 1650 MTN 2450 Note generali Le taglierine a nastro MTN-1650 e MTN-2450 sono disegnate per linee di insalate mediopiccole. La MTN-1650 è la versione standard.

Dettagli

ESABAC Esame di stato italiano Baccalauréat francese Un solo esame. Due diplomi

ESABAC Esame di stato italiano Baccalauréat francese Un solo esame. Due diplomi ESABAC Esame di stato italiano Baccalauréat francese Un solo esame. Due diplomi LICEO GIULIANO DELLA ROVERE SAVONA Via Monturbano, 8-17100 Savona Tel. 019850424 - Fax. 019814926 ESABAC Accordo intergovernativo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW Pag. 1 di 11 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW ISTITUTO :ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI-MARCONI INDIRIZZO: ISTITUTO TECNICO A INDIRIZZO TRASPORTI E LOGISTICA ARTICOLAZIONE:

Dettagli

ISTITUTO: liceo scienze applicate liceo classico Itc X I. Enogastronomia/ospitalità Liceo artistico Scuola media annessa

ISTITUTO: liceo scienze applicate liceo classico Itc X I. Enogastronomia/ospitalità Liceo artistico Scuola media annessa PIANO DI LAVORO ANNUALE ISTITUTO: liceo scienze applicate liceo classico Itc X I. Enogastronomia/ospitalità Liceo artistico Scuola media annessa INSEGNANTE: ELENA GASPARI MATERIA DI INSEGNAMENTO: MATEMATICA

Dettagli

SCELTA MOTORI ASINCRONI PER AZIONAMENTI INDUSTRIALI (EXCEL) 1

SCELTA MOTORI ASINCRONI PER AZIONAMENTI INDUSTRIALI (EXCEL) 1 Enzo Rizzi (rizzi) SCELTA MOTORI ASINCRONI PER AZIONAMENTI INDUSTRIALI (EXCEL) 15 November 2010 Abstract A disposizione della community un programma che consente di stabilire le caratteristiche del motore

Dettagli

Provincia Regionale di Trapani

Provincia Regionale di Trapani Provincia Regionale di Trapani 5 Settore Lavori Pubblici ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "F. D'AGUIRRE" LICEO CLASSICO E I.T.C. SALEMI - I.P.S.I.A. DI S. NINFA Programma Operativo FERS Sicilia 2007/2013

Dettagli

Direttive Europee. Direttive Europee

Direttive Europee. Direttive Europee Direttive Europee Direttive Europee CAMPO DI APPLICAZIONE IN ACCORDO CON LE DIRETTIVE EUROPEE APPLICAZIONE DIRETTIVA 2011/65/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO SULLA RESTRIZIONE D USO DI DETERMINATE SOSTANZE PERICOLOSE

Dettagli

Smart Grid. La nuova rete elettrica e le abitudini del consumatore. M illumino di meno ENEA - Bologna 12 Febbraio 2010

Smart Grid. La nuova rete elettrica e le abitudini del consumatore. M illumino di meno ENEA - Bologna 12 Febbraio 2010 Smart Grid La nuova rete elettrica e le abitudini del consumatore Angelo Frascella ENEA, angelo.frascella@enea.it M illumino di meno ENEA - Bologna 12 Febbraio 2010 Sommario Perché le Smart Grid? Le Smart

Dettagli

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica Il giunto idraulico Fra i dispositivi che consentono di trasmettere potenza nel moto rotatorio, con la possibilità di variare la velocità relativa fra movente e cedente, grande importanza ha il giunto

Dettagli

Ambasciatori. Rappresentano gli interessi di un area geografica. Russia Medio Oriente. Cina Sud-Est Asiatico. Nord America Fabbisogno energetico

Ambasciatori. Rappresentano gli interessi di un area geografica. Russia Medio Oriente. Cina Sud-Est Asiatico. Nord America Fabbisogno energetico Ambasciatori gli interessi di un area geografica Russia Medio Oriente Economia basata sul petrolio e sul gas naturale Cina Sud-Est Asiatico carbone, economia in forte crescita Nord America grande nazione,

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

MISSIONE RIFIUTI LE AVVENTURE DI BATTISTA LA PUZZOLA ECOLOGISTA

MISSIONE RIFIUTI LE AVVENTURE DI BATTISTA LA PUZZOLA ECOLOGISTA MISSIONE RIFIUTI LE AVVENTURE DI BATTISTA LA PUZZOLA ECOLOGISTA CIAO BAMBINI, SONO BATTISTA LA PUZZOLA ECOLOGISTA, SIETE PRONTI PER PARTIRE IN MISSIONE PER L AMBIENTE? SE FACCIAMO BENE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA,

Dettagli

Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili

Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili Castiglione dei Pepoli, 8 giugno 2015 (logo studio o azienda Club EE che cura l intervento) Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili INSIEME IN AZIONE PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO Le Fonti Rinnovabili

Dettagli

GEB01. Cuscinetti compositi multistrato autolubrificanti. Caratteristiche strutturali e applicazioni. Prestazioni fisiche e meccaniche

GEB01. Cuscinetti compositi multistrato autolubrificanti. Caratteristiche strutturali e applicazioni. Prestazioni fisiche e meccaniche GEB01 Cuscinetti compositi multistrato autolubrificanti Profi lo Strutturale PTFE+ altro polimero Strato in lega di bronzo poroso sinterizzato Strato base di acciaio Strato di placcatura GEB01 (cfr. immagine

Dettagli

Lista di controllo per la messa in servizio

Lista di controllo per la messa in servizio Sempre al tuo fianco Lista di controllo per la messa in servizio Thesi R Condensing 45 kw - 65 kw Tecnico abilitato Sede dell impianto Tecnico del Servizio di Assistenza Clienti Nome Nome Nome Via/n.

Dettagli

C) GAS PUNTO DI RACCOLTA

C) GAS PUNTO DI RACCOLTA DA INTESTARE CORRETTAMENTE CON I DATI DEL PLESSO SCUOLA Via n. 37--- (Verna) - Tel./Fax: REGISTRO VERIFICHE PERIODICHE a.s.2015/2016 PUNTO DI RACCOLTA MEZZI ESTINTORI INTERRUTTORI GENERALI LAMPADE PER

Dettagli

Decespugliatori. professionali. Serie Evolution

Decespugliatori. professionali. Serie Evolution Decespugliatori professionali Serie Evolution 23 Decespugliatori professionali i dettagli ALBERO MOTORE FRIZIONE AMMORTIZZATORI in acciaio da cementazione, dotato nelle grosse cilindrate di gabbia a rulli

Dettagli

Redditività ed ecologia. ...generando calore e corrente da una sola macchina. Il Dachs. 10.10.2006 M Grecchi SenerTec GmbH

Redditività ed ecologia. ...generando calore e corrente da una sola macchina. Il Dachs. 10.10.2006 M Grecchi SenerTec GmbH Redditività ed ecologia...generando calore e corrente da una sola macchina Il Dachs Redditività ed ecologia......si possono conciliare mediante l utilizzo efficiente e completo dell energia primaria contenuta

Dettagli

Scienze Fisiche, Chimiche e Naturali

Scienze Fisiche, Chimiche e Naturali Scienze Fisiche, Chimiche e Naturali Finalità: 1. Sviluppare un metodo di lavoro scientifico 2. Favorire lo sviluppo di capacità critiche e di autonomia di pensiero 3. Maturare il proprio senso di responsabilità

Dettagli

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene.

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. Tema 2. Corpo umano 29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. 30 Quale delle seguenti NON è una

Dettagli

OSSERVAZIONI AL PROGETTO DI IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO A BIOMASSA

OSSERVAZIONI AL PROGETTO DI IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO A BIOMASSA OSSERVAZIONI AL PROGETTO DI IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO A BIOMASSA DA REALIZZARSI IN COMUNE DI VATTARO (TN) Massimo Cerani www.energ-etica.eu QUADRO PROGETTUALE La scelta di adottare tale tipologia impiantistica

Dettagli

Sensori di Pressione Piezoresistivi

Sensori di Pressione Piezoresistivi Sensori di Pressione Piezoresistivi 1 INDICE: 1 DESCRIZIONE... 2 2 NORME DI INSTALLAZIONE... 3 2.1 Precauzioni... 3 2.2 Connessione elettrica... 3 3 SETTAGGIO DEI CANALI CON ACQUISITORI GET... 4 1 DESCRIZIONE

Dettagli

PRODOTTI MOTORIDUTTORI SERIE MR 330

PRODOTTI MOTORIDUTTORI SERIE MR 330 I motoriduttori e motoventilatori sono dispositivi per uso domestico e professionale. Altamente affidabili, i motoriduttori/motoventilatori della Milano Componenti sono disponibili in quattro serie con

Dettagli

6.1 Classi di portata carrelli elevatori a forche Si riporta stralcio della norma UNI EN 1991-1-1 agosto 2004 Delega dell UNI del 21/10/2008

6.1 Classi di portata carrelli elevatori a forche Si riporta stralcio della norma UNI EN 1991-1-1 agosto 2004 Delega dell UNI del 21/10/2008 CARRELLI ELEVATORI 6.1 Classi di portata carrelli elevatori a forche Si riporta stralcio della norma UNI EN 1991-1-1 agosto 2004 Delega dell UNI del 21/10/2008 si ritiene che le prescrizioni dell Eurocodice

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI E ESAURIBILI

ENERGIE RINNOVABILI E ESAURIBILI Energie nella storia La storia del lavoro dell uomo è caratterizzata da un continuo aumento del bisogno di energia. Solo trecento anni fa l'uomo consumava un decimo dell'energia di oggi. Allora si usavano

Dettagli

IL SONNO DELLA RAGIONE

IL SONNO DELLA RAGIONE IL SONNO DELLA RAGIONE 3 Febbraio 1989 10 medici denunciano pubblicamente l inquinamento dell aria della città di Bolzano MALATTIE RESPIRATORIE: riniti e faringolaringiti croniche, bronchiti, broncopolmoniti,

Dettagli

La Corrosione dell Alluminio I problemi in ambito nautico. L e onardo M a s sabò

La Corrosione dell Alluminio I problemi in ambito nautico. L e onardo M a s sabò La Corrosione dell Alluminio I problemi in ambito nautico Alcune brevi note per far capire al profano che si accinge all acquisto di uno scafo in alluminio, quali possono essere i problemi di questo materiale,

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO PRIMO L AMBIENTE Sommario: 1. Introduzione all economia ambientale. - 2. Il ruolo dell ambiente nell attività economica. - 3. Classificazioni delle risorse: non rinnovabili e rinnovabili. - 4.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI INGEGNERE (Lauree Specialistiche D.M. 509/99 - Lauree Magistrali D.M. 270/04 - Lauree Vecchio Ordinamento)

Dettagli

MODULO CALENDARIO VERIFICHE INIZIO ANNO SCOLASTICO

MODULO CALENDARIO VERIFICHE INIZIO ANNO SCOLASTICO MODULO CALENDARIO VERIFICHE INIZIO ANNO SCOLASTICO A.S. 2015/2016 Padova,16/9/2015 CALENDARIO VERIFICHE INIZIALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CLASSE 1L. ARGOMENTO DATA VERIFICA DOCENTE MATERIA DATA CONSEGNA

Dettagli

Introduzione alle macchine termiche

Introduzione alle macchine termiche Capitolo 1 Introduzione alle macchine termiche In questa nota 1 introduciamo il concetto di macchina termica che opera con trasformazioni cicliche per trasformare calore in lavoro. In generale questo argomento

Dettagli

pompe sommerse 4 alimentabili da fonti rinnovabili

pompe sommerse 4 alimentabili da fonti rinnovabili pompe sommerse alimentabili da fonti rinnovabili ITALIANO La tecnologia HS applicata alle fonti rinnovabili Dalla gamma di pompe HS con inverter integrato nasce la versione MultiPower per alimentazione

Dettagli

Cam era dei D eputati - 1 4 5 - S en a to della R epubblica

Cam era dei D eputati - 1 4 5 - S en a to della R epubblica Cam era dei D eputati - 1 4 5 - S en a to della R epubblica XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XCVIII N. 3 La produzione di energia da impianti fotovoltaici ha presentato un incremento

Dettagli

INCENERIMENTO DI RIFIUTI NEI CEMENTIFICI MITI E FATTI

INCENERIMENTO DI RIFIUTI NEI CEMENTIFICI MITI E FATTI Centro per la Salute Giulio A. Maccacaro via Roma 2-21053 Castellanza (VA) fax 0331/501792 - email : medicinademocratica@libero.it INCENERIMENTO DI RIFIUTI NEI CEMENTIFICI MITI E FATTI Mito 1. I CEMENTIFICI,

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

Mostre personali. CORRADO BONOMI Nato a Novara nel 1956, vive e lavora a Novara. Espone dal 1983

Mostre personali. CORRADO BONOMI Nato a Novara nel 1956, vive e lavora a Novara. Espone dal 1983 CORRADOBONOMI NatoaNovaranel1956,viveelavoraaNovara. Esponedal1983 Mostrepersonali 1984 GalleriaPanthaArte,Como 1985 StudioD Ars,Milano 1986 StudioGianniCaruso,Torino 1989 ProposteII,acuradiM.Melotti,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia CENTRO SERVIZI AMMINISTRATIVI DI BARI Prot. n. 1657/C1/2 U.O. X Bari, 28-05-06 Ai Dirigenti Scolastici

Dettagli

Irrigare il mais. Come?

Irrigare il mais. Come? Irrigare il mais Come? Prima di tutto pensiamo all ambiente e ad ottimizzare la risorsa ACQUA Come? Le alternative sono almeno due la Manichetta o l Irrigatore (con recupero indipendente a motore) Quale

Dettagli

MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI

MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI Cat Kenta ITAOK 9-03-00 :39 Pagina MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI Nell ampia gamma dei motoriduttori K 911 sono presenti versioni con motori in corrente alternata (AC) a poli spezzati e in

Dettagli