Il personale dello studio tecnico Pegaso Le ricorda che è a Sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il personale dello studio tecnico Pegaso Le ricorda che è a Sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento."

Transcript

1 Lo studio tecnico Pegaso, certo di offrire un utile servizio e nella convinzione che la chiarezza e la consapevolezza siano elementi dovuti nei confronti di chi decide di investire il proprio denaro e la propria fiducia nei nostri confronti, ha realizzato una sorta di manuale di istruzioni per l uso, ovvero appunti per una buona ristrutturazione. Si tratta di uno strumento che consente di seguire l andamento dei lavori, dalla firma del preventivo alla riconsegna delle chiavi, ed aiuta ad orientarsi tra fornitori, operai, idraulici ed elettricisti. E questo solo il primo passo di una collaborazione che è comunque imprescindibile per la buona riuscita dei lavori. Il personale dello studio tecnico Pegaso Le ricorda che è a Sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento. 1

2 2

3 APPUNTI PER UNA BUONA RISTRUTTURAZIONE Ristrutturare un appartamento è un operazione piuttosto complessa per effettuare la quale occorrono dalle venti alle trenta persone. Assistenti di cantiere, muratori, idraulici, elettricisti, imbianchini, falegnami, trasportatori, ecc. Tale personale deve essere coordinato ed istruito al fine di ottenere il miglior risultato possibile. Un risultato che non può prescindere anche dal rapporto di collaborazione e fiducia che si instaurerà con il committente. Vediamo ora quali sono i punti essenziali che deve conoscere chi si appresta a ristrutturare il proprio appartamento: COSA ACCADE PRIMA DELL EFFETTIVO INIZIO DEI LAVORI? DOMANI INIZIANO I LAVORI. NON CI SARANNO PROBLEMI PERCHÉ... LA PROGETTAZIONE CHI CHIAMARE SE LE VARIANTI IN CORSO D OPERA IL PROCEDERE DEI LAVORI I MONTAGGI L AVANZAMENTO DEI LAVORI IN RIFERIMENTO AI PAGAMENTI GLI IMPREVISTI L IMPORTANZA DI ESSERE ASSICURATI LE FINITURE, LA CONSEGNA DEL CANTIERE, IL COLLAUDO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PREVISTE PER CHI RISTRUTTURA IL PROPRIO APPARTAMENTO PER FINIRE, DUE PAROLE SU... 3

4 COSA ACCADE PRIMA DELL EFFETTIVO INIZIO DEI LAVORI? Dal punto di vista burocratico: E innanzitutto importante sapere se per effettuare i lavori nel proprio appartamento è necessaria una autorizzazione da parte del comune. Se si tratta di lavori di manutenzione ordinaria (tinteggiatura, rifacimento impianti, sostituzione di pavimenti) basta una semplice comunicazione, indicando i lavori che saranno effettuati. Non c è bisogno di alcuna autorizzazione. Se si effettuano interventi definiti di manutenzione straordinaria (spostamento di mura, ridefinizione di ambienti, realizzazione di soppalchi) è invece necessaria la presentazione presso gli uffici comunali della Denuncia di Inizio Attività (DIA) (allegato n 1), ovvero una dichiarazione da parte del proprietario in cui vengono descritti i lavori che verranno realizzati, accompagnata da una relazione tecnica a firma di un professionista abilitato (architetto, geometra) nonché dalle piante ante e post operam dell intervento. La pratica deve essere inoltrata a firma del committente e controfirmata dal professionista che assume la direzione dei lavori. Deve inoltre indicare il nominativo della ditta che eseguirà i lavori. Tale ditta deve a sua volta produrre il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) ovvero una certificazione che attesta il regolare versamento di contributi previdenziali e assistenziali. Il committente deve infine produrre la documentazione che attesti la proprietà (rogito notarile) e la legittimità delle preesistenze (certificato di abitabilità o numero di concessione edilizia). La presentazione della DIA prevede il pagamento presso gli uffici comunali di una tassa di circa 150 euro. Nell eventualità che si presenti l esigenza di iniziare i lavori prima che sia stato effettuato il rogito notarile, è il venditore che deve concedere l autorizzazione ad iniziare i lavori. Con tale autorizzazione gli uffici tecnici accettano dichiarazioni di inizio attività firmate dal promissario acquirente, purchè l atto preliminare (compromesso) venga registrato. La mancata presentazione della DIA, se riscontrata, comporta l immediato blocco dei lavori, oltre al pagamento di una multa. L attuale normativa (Testo Unico dell edilizia) prevede che trascorra un periodo di 30 giorni dalla presentazione (e dalla accettazione) presso gli uffici comunali della DIA; è il tempo necessario ai tecnici comunali per controllare che il progetto presentato sia conforme alle leggi vigenti. Trascorso tale periodo senza che ci sia stato pronunciamento negativo è possibile dare inizio ai lavori (silenzio assenso). N.B. L inoltro della pratica non implica automaticamente accettazione della stessa. Può accadere che richieste di modifiche facciano slittare l accettazione della dichiarazione e di conseguenza la data di inizio lavori.si ricorda inoltre che all atto della presentazione della DIA è necessario allegare il DURC, che viene a sua volta rilasciato entro 30 giorni solari dalla richiesta. 4

5 Dal punto di vista tecnico: Una volta definito l accordo con uno studio tecnico o con una impresa edile, il primo adempimento è il sopralluogo all appartamento. In tale occasione saranno effettuate delle misurazioni accurate e saranno verificate le lavorazioni con i tecnici. A decorrere dalla data del sopralluogo occorrono circa 30 giorni solari per la preparazione del cantiere. Tale periodo è necessario: all appaltatore, per organizzare il personale necessario, definire il progetto esecutivo, verificare le scelte dei materiali con il committente e preparare gli ordinativi con i quantitativi necessari; al committente, attraverso una adeguata assistenza progettuale, per definire nel dettaglio l impianto elettrico, scegliere e ordinare i materiali (che devono essere disponibili dai fornitori per la data di inizio lavori), effettuare i contratti della luce e dell acqua, necessari per lo svolgimento dei lavori. Vediamo ora cosa occorre definire a livello tecnico per poter dare inizio ai lavori: 1. l ordine delle forniture. Bisogna innanzitutto dire che i tecnici incaricati di seguire i lavori dovrebbero essere disponibili ad offrire la propria consulenza anche presso fornitori di fiducia del committente. Di norma si occupano comunque di contattare le ditte prescelte per fornire le giuste quantità di materiale da ordinare. L ordine delle forniture è comunque pertinenza del committente. Prima dell inizio dei lavori le forniture (maioliche, sanitari, ecc.) devono comunque essere state ordinate e verificata la loro disponibilità. E importante prevedere una prima spedizione dei seguenti materiali: piatto doccia e vasca, gruppi (rubinetti) e cassette di scarico ad incasso. Altrettanto importante ottenere le schede tecniche dei sanitari e le caratteristiche dei rivestimenti. I fornitori in generale conoscono la tipologia dei materiali necessari per l inizio dei lavori e sono comunque i soli responsabili degli ordini effettuati. Accertarsi infine che nel preventivo di un fornitore sia presente anche il materiale tecnico (sifoname, rubinetti filtro ecc.). Può infatti accadere che alcuni fornitori, diciamo distratti, omettano di inserire tale materiale che è comunque necessario. E altrettanto importante far pervenire all impresa una copia dell ordine, così che possa essere controllato. 2. La corrente elettrica, l acqua, il gas. Un cantiere non può aver inizio in assenza di corrente elettrica e acqua. Attenzione quindi ad effettuare i contratti prima dell inizio dei lavori. Le utenze relative agli appartamenti sono generalmente contraddistinte da una potenza di 1,5/3 KW; prima di rinnovare il contratto verifichiamo se l installazione di apparecchi che assorbono molta energia (condizionatori, forni elettrici) non richiedano un potenziamento della potenza erogata. L allaccio del gas non è necessario per l inizio di un cantiere, ma anche in questo caso è meglio prevedere con largo anticipo il contratto. 5

6 3. Il mobilio presente nell appartamento. Per iniziare i lavori è necessario che l appartamento sia sgombro. Esistono numerosi artigiani che effettuano lo sgombero gratis in cambio degli oggetti rimossi. Premesso che lasciare oggetti in cantiere è pericoloso per gli oggetti stessi e rallenta le lavorazioni è sempre sconsigliabile lasciare oggetti fragili o di valore. 4. Il condominio. E sempre importante avvisare l amministratore (oltre ai condomini) dell inizio dei lavori; si tratta di una apprezzata forma di cortesia ed è anche l occasione per poter richiedere l autorizzazione per quei lavori che hanno bisogno del suo assenso (lavori su facciate, canne fumarie per impianti di riscaldamento a gas, lavori sui termosifoni, possibilità di carico e scarico materiali su pertinenze condominiali, ecc.). Avvertire anche quei condomini che possono essere a rischio, per così dire, di disturbo comunicando gli orari di lavoro e i tempi previsti (ricordando che il periodo più rumoroso sono le prime due settimane). Particolare attenzione andrà rivolta ai condomini che abitano sotto il Vostro appartamento, i più soggetti a tali disagi. 5. Le comunicazioni. Durante il procedere dei lavori si presenta spesso la necessità di comunicazioni scritte tra appaltatore e committente. A tal riguardo è pertanto consigliabile la disponibilità di un fax o di un indirizzo di posta elettronica. DOMANI INIZIANO I LAVORI. NON CI SARANNO PROBLEMI PERCHÉ...: Abbiamo consegnato le chiavi dell appartamento al responsabile dell impresa. Abbiamo trasmesso per tempo la DIA alla Circoscrizione competente. Abbiamo avvisato l amministratore del condominio. Abbiamo definito ed approvato tutte le lavorazioni. Abbiamo ordinato per tempo le forniture necessarie per l inizio dei lavori. Abbiamo fatto sgomberare l appartamento dal mobilio esistente. Abbiamo provveduto all allaccio delle utenze relative a corrente elettrica e acqua. LA PROGETTAZIONE Lo studio tecnico Pegaso si occupa della progettazione e della direzione dei lavori; collabora inoltre con ditte selezionate che si occupano della realizzazione dei lavori. Attraverso un accurata preparazione dei lavori ed il continuo controllo degli stessi è spesso possibile prevenire e risolvere le svariate problematiche che possono verificarsi in corso d opera. 6

7 CHI CHIAMARE SE Lo studio tecnico Pegaso è strutturato per potere fornire risposte rapide ed efficienti a tutte le situazioni che possono presentarsi nel corso dei lavori. Le figure di riferimento in una ristrutturazione sono essenzialmente tre: un architetto progettista, un geometra di cantiere e un responsabile dell impresa. La direzione dei lavori, quando necessaria, può essere assunta sia dall architetto che dal geometra. L architetto definisce il progetto di massima, i computi metrici ed i preventivi di spesa. Il geometra di cantiere redige i disegni esecutivi e controlla qualità e tempi delle lavorazioni. Ambedue seguono il committente nella scelta e nell ordine dei materiali e collaborano nella definizione di eventuali variazioni progettuali. Il responsabile dell impresa mette in pratica le indicazioni di progetto, coordina e organizza il personale. Il committente ha come riferimenti l architetto ed il geometra. Non sono previsti rapporti con il responsabile dell impresa né con gli operai, che devono attenersi esclusivamente agli ordini di servizio dei tecnici. LE VARIANTI IN CORSO D OPERA In generale la realizzazione di lavori non compresi nel preventivo stesso potrà avvenire solo dopo la accettazione di un nuovo preventivo riguardante gli stessi. In tal modo il cliente è esattamente informato su quanto tali lavori incideranno, sia economicamente, sia sui tempi di consegna dei lavori. Detto ciò, ridefinire alcune scelte progettuali durante la lavorazione è un fatto piuttosto comune, ma vanno fatte alcune precisazioni: le variazioni in corso d opera comportano spesso inevitabili e comprensibili rallentamenti oltre a spese aggiuntive; è buona norma cercare di limitarle al massimo ed avvertire comunque al più presto il progettista della volontà di modifica (si ricorda che comunque né gli operai né il responsabile dell impresa sono autorizzati a variare il progetto). In linea generale, prima si comunica la necessità, meno inconvenienti ci saranno nel protrarsi dei lavori. IL PROCEDERE DEI LAVORI Come accennato, ristrutturare un appartamento è un impegno che coinvolge numerose figure professionali, in cantiere e nei laboratori; è importante sapere che le lavorazioni non procedono tutte alla stessa velocità ed ancora che alcune lavorazioni appaiono più visibili di altre. Questo non significa che vi siano dei rallentamenti, semplicemente che alcuni giorni le lavorazioni avvengono più in cantiere, altri giorni in laboratorio; bisogna inoltre considerare che, ad esempio, l impressione di velocità di una demolizione è più rilevante di una tinteggiatura. La buona riuscita è data dall equilibrio di tutte queste componenti. Proviamo a descrivere un cantiere tipo: I primi giorni si organizza il cantiere, vengono asportate le carte da parati, smontate le porte, preparati i materiali e gli ordini, verificate alcune problematiche. Normalmente durante questi giorni si ha l impressione che il 7

8 cantiere proceda a rilento; iniziano quindi le demolizioni delle murature e dei pavimenti. Questa è una fase molto sporca e rumorosa ma, per fortuna, piuttosto veloce. Segue la fase delle ricostruzioni murarie, in cui si tirano su i muri. A questo punto solitamente subentra l esigenza di un incontro tra il committente e il progettista in cantiere; ciò allo scopo di osservare insieme la posizione degli impianti elettrico ed idraulico ed il confronto sulle soluzioni da adottare per risolvere eventuali problemi sorti. Inizia a questo punto la fase impiantistica, fase che apparirà piuttosto lenta. La lavorazione avanza infatti a piccoli passi collegati uno con l altro ed è impossibile saltarne alcuno, è una fase senza scorciatoie. Finita questa fase e solo dopo un altro incontro per verificare disposizioni e tinte, inizia quella delle maiolicature e della pittura. Questa fase è abbastanza rapida e dà molte soddisfazioni in quanto dà modo di apprezzare il risultato finito. Il cantiere sta volgendo al termine quando ha inizio la fase delle rifiniture, la più delicata di tutte: le lavorazioni hanno una ben determinata tempistica che prevede pause anche prolungate. Infine la fase dei ritocchi : riguarda il pittore che interviene al termine di tutte le lavorazioni (compreso il trasloco) per effettuare piccoli aggiustamenti; di solito l operazione non supera la singola giornata lavorativa. I MONTAGGI Considerata la varia natura ed il diverso grado di difficoltà dei montaggi di apparecchi illuminanti (faretti, applique, plafoniere), accessori per il bagno (box doccia, porta asciugamani, mensole, specchi, ecc.) o complementi di arredo non è possibile preventivare a priori il costo, ma è necessario effettuare un conteggio del tempo occorrente alle operazioni. Vediamo alcuni consigli per risparmiare: Fateci fare i montaggi tutti insieme; si risparmia tempo e quindi denaro. Indicate con chiarezza dove montare gli accessori. Spesso soprattutto nei bagni gli accessori hanno delle posizioni assolutamente personali e voi siete gli unici a saperlo. Verificate sempre che il materiale acquistato sia completo dei kit di montaggio. Non è raro accorgersi della mancanza di stop, viti e connessioni al momento del montaggio. Avvertiteci con quanto più anticipo è possibile. Parlandone insieme riusciremo ad ottimizzare i tempi ed i costi. L AVANZAMENTO DEI LAVORI IN RIFERIMENTO AI PAGAMENTI Come specificato nel preventivo, l avanzamento dei lavori corrisponde ai saldi che avvengono ogni 15 giorni tramite rilascio di fattura. Con una tale programmazione il cliente è a conoscenza fin da subito dei tempi e delle somme da saldare. Si trova così agevolato nella pianificazione dei pagamenti. 8

9 GLI IMPREVISTI A questo punto risulta già piuttosto evidente quanto sia impegnativo, sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista organizzativo, ristrutturare il Vs. appartamento. Affidarsi a tecnici che offrano garanzie di professionalità è il primo determinante passo per evitare spiacevoli sorprese in cantiere. Detto ciò, è inutile nascondere che possono sempre accadere degli imprevisti in corso d opera, in alcuni casi prevedibili, in altri casi, no. Ad esempio è solo nella fase delle demolizioni delle murature e dei pavimenti che vengono alla luce e si risolvono i problemi riguardanti intonaci fatiscenti, colonne di scarico nascoste, passaggio di tubazioni, ecc. Altri imprevisti che una buona organizzazione di cantiere può spesso attenuare riguardano il reperimento delle forniture ordinate dal committente. Capita non di rado che il materiale che arriva presso il Vs. appartamento non sia il medesimo che è stato ordinato, che siano sbagliate le quantità, o semplicemente che non siano rispettati i tempi di consegna. L IMPORTANZA DI ESSERE ASSICURATI Consigliamo vivamente a quanti si apprestano a ristrutturare il proprio appartamento di verificare che l impresa che si occupa di realizzare i lavori sia assicurata contro danni a cose e persone. Ricordiamo che il cliente è comunque responsabile civilmente e che non è raro causare danni, anche limitati, all appartamento sottostante a quello ove si svolgono i lavori. Può anche accadere che si infortuni il personale impegnato nelle lavorazioni; anche in questo caso, forse ancor di più, si sottolinea l importanza di essere coperti da una polizza assicurativa. LE FINITURE, LA CONSEGNA DEL CANTIERE, IL COLLAUDO Le finiture vanno sempre considerate con la dovuta importanza, perché sono spesso proprio queste che fanno la differenza. E innanzitutto necessario porre la propria attenzione con il dovuto anticipo nei riguardi di quelle opere che vengono realizzate al termine di altre lavorazioni. E ad esempio importante sapere per tempo se si preferisce la carta da parati o la tinteggiatura; se la tinteggiatura deve essere realizzata a spugnato, a spatolato o semplice. Se il parquet deve essere trattato a lucido, semilucido o a cera; se la disposizione degli accessori bagno è quella definitiva. Una volta terminate tutte le lavorazioni concordate avviene, contestualmente alla riconsegna delle chiavi, il cosiddetto collaudo. In tale occasione, di concerto con la committenza, si analizza che tutto sia stato realizzato nei termini concordati. E cura dell appaltatore riconsegnare l appartamento sgombro da materiale di risulta delle lavorazioni e pulito da scarti di cantiere, pronto per l inizio di eventuali traslochi. E in occasione dell avvenuto collaudo che il committente effettua il saldo del dovuto. 9

10 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PREVISTE PER CHI RISTRUTTURA IL PROPRIO APPARTAMENTO. La Legge 449/97 e successive modificazioni prevede notevoli sgravi fiscali per chi ristruttura il proprio appartamento. Si tratta della possibilità di detrarre dalla dichiarazione dei redditi il 36% delle spese sostenute per la ristrutturazione (fino al limite di euro). Inoltre è stata prorogata l aliquota IVA agevolata al 10%. Lo studio tecnico Pegaso, per dar modo di orientarsi sull argomento, allega (allegato n 2) uno stampato con indicazioni utili in materia. PER FINIRE, DUE PAROLE SU... I punti luce. Il punto luce è, per così dire, l unità di misura dell elettricista quando dimensiona un impianto elettrico. Purtroppo non è un unità di misura oggettivamente riconosciuta, cioè standardizzata. Possono per questo motivo nascere delle incomprensioni. Generalmente si intende per singolo punto luce: una presa elettrica; un interruttore e l attacco per l apparecchio illuminante da esso comandato (fino a due apparecchi); la suoneria (buzzer); un uscita per l antenna televisiva; una presa telefonica; una presa comandata da interruttore equivale a circa un punto luce e mezzo. Un apparecchio illuminante comandato da due differenti interruttori (deviatori) corrisponde a circa due punti luce Le porte, smontaggi e rimontaggi. Nel caso vengano mantenute le porte presenti nell appartamento, le mostre devono sempre essere smontate, accantonate e rimontate. Tale prassi è resa necessaria dalle opere di pittura e dalle opere di maiolicatura nei bagni e nella cucina. Ci è sembrato doveroso sottolineare questo aspetto perché non raramente le cattive condizioni del materiale (quasi sempre legno) comportano dei danneggiamenti comunque difficilmente preventivabili. Quando poi vi è una richiesta di riverniciatura delle porte avviene spesso che dopo il rimontaggio la chiusura delle stesse comporta delle difficoltà; ciò perché essendo il legno un materiale naturale, all atto della verniciatura tende ad ingrossare. Inoltre le operazioni di smontaggio e rimontaggio vanno a modificare una situazione di adeguamento che si è sviluppata negli anni e che a volte solo un intervento del falegname può ripristinare. Infine una doverosa annotazione sul fatto che la ritinteggiatura delle porte raramente consente un livello di finitura perfetto, essendo strettamente dipendente dalle condizioni preesistenti (spesso assai precarie). 10

11 La maiolicatura. Il risultato finale della posa dei rivestimenti può a volte dipendere dal tipo di maiolica scelta e anche dal tipo di fuga - cioè lo spazio tra le maioliche - previsto. La pulizia delle fughe avviene generalmente in un secondo tempo, quando, una volta asciugata la malta cementizia presente tra le maioliche, diviene possibile perfezionare la finitura. I termosifoni. per tinteggiare le pareti è necessario smontare i termosifoni, sostituire valvole e detentori ed infine rimontarli. Tale operazione, così come spostamenti, integrazioni o sostituzioni di elementi appartenenti ad un impianto centralizzato, può essere effettuata solo dopo lo svuotamento dell'impianto centralizzato da parte della ditta titolare della manutenzione e pertanto necessita di autorizzazione da parte del condominio. Quando si decide di sostituire i termosifoni, bisogna che i nuovi modelli abbiano lo stesso passo di quelli sostituiti altrimenti si rendono necessarie lavorazioni sull'impianto. 11

12 12

13 ALLEGATI 13

14 ALLEGATO N 1 Comune di Roma - Municipio I - Unità Organizzativa Tecnica Denuncia di inizio attività ai sensi del art. 22 del D.P.R. n 380 del 6/6/2001 e successive integrazioni e modificazioni ai sensi dell art. 37 del D.P.R n 380 del 6/6/2001 Il sottoscritto.., residente a. in via., codice fiscale., in qualità di proprietario dell immobile sito in via n, scala piano, int., destinato a uso abitativo denuncia l inizio dei lavori descritti nella relazione tecnica asseverata allegata a firma di iscritto all Albo.. con il n.... codice fiscale Il sottoscritto dichiara sotto la propria responsabilità che le opere da eseguirsi sono quelle descritte nella relazione e che l immobile non risulta vincolato ai sensi del decreto legislativo n 490/99. Il sottoscritto dichiara inoltre che l impresa incaricata dell esecuzione dei lavori è: codice fiscale Si allegano: Relazione asseverata di conformità Elaborati progettuali Dimostrazione della legittimità delle preesistenze Atto di proprietà con identificazione catastale Documento unico di regolità contributiva della ditta incaricata dei lavori. 14

15 Roma, li ALLEGATO N 2 In fede Estratto da Le agevolazioni IRPEF per le ristrutturazioni edilizie edito dall Agenzia delle Entrate ufficio relazioni esterne ADEMPIMENTI PER OTTENERE LA DETRAZIONE DEL 36% DELLE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE (DAL REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL ART. 1 DELLA LEGGE 449/97, PUBBLICATO SU GAZZETTA UFFICIALE IL 13 MARZO 1998). Trasmettere, prima dell inizio dei lavori, al centro di servizi delle imposte dirette e delle imposte indirette, mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno: comunicazione dell inizio dei lavori redatta su apposito modello fornito dal Ministero delle Finanze (acquistabile da Registri Buffetti); copia della denuncia di inizio attività (DIA), rilasciata dalla Circoscrizione di competenza; dati catastali identificativi dell immobile (reperibili sull atto notarile); copia delle ricevute di pagamento dell imposta comunale sugli immobili a decorrere dall anno 1997 (se dovuta); se però il contribuente è un soggetto diverso da quello tenuto al pagamento dell ICI non è necessario trasmettere le copie delle ricevute; Trasmettere inoltre alla ASL (Azienda Sanitaria Locale) territorialmente competente prima dell inizio dei lavori una raccomandata con ricevuta di ritorno con le seguenti informazioni: il luogo dove vengono realizzati i lavori; i dati anagrafici del committente; la tipologia delle opere da realizzare; la data di inizio lavori; il nome della ditta che esegue i lavori (che fornirà un autocertificazione attestante di essere in regola con la normativa vigente in materia di sicurezza e di contribuzione del lavoro). Il contribuente ripartisce la detrazione in 10 quote annuali costanti e di pari importo a partire dalla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d imposta in 15

16 cui la spesa è stata sostenuta. Il pagamento delle spese detraibili è disposto mediante bonifico bancario dal quale risulti la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di partita IVA ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato. La domanda va indirizzata a: AGENZIA DELLE ENTRATE CENTRO OPERATIVO DI PESCARA VIA RIO SPARTO PESCARA Per ulteriori informazioni: Ministero delle Finanze - call center - numero verde Sito internet (in particolare si consiglia di prendere visione dell opuscolo Le agevolazioni IRPEF per le ristrutturazioni edilizie, scaricabile gratuitamente dal sito stesso). 16

LE AGEVOLAZIONI FISCALI: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E RISPARMIO ENERGETICO S T U D I O D I S P I R I T O CONSULENZA FISCALE SOCIETARIA E CONTABILE MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma Circolare n. 4 del 22/02/2012

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA DEI LAVORI PREVISTI CONTRASSEGNATE CON "X" LE LAVORAZIONI COMPRESE

SCHEDA RIASSUNTIVA DEI LAVORI PREVISTI CONTRASSEGNATE CON X LE LAVORAZIONI COMPRESE Roma 04 Aprile 2011 SCHEDA RIASSUNTIVA DEI LAVORI PREVISTI CONTRASSEGNATE CON "" LE LAVORAZIONI COMPRESE Cliente: LAVORI EDILI ED IMPIANTISTICI: Lavoro: Piazza Euclide 31 piano terra con balcone 75 mq.

Dettagli

La manovra governativa antielusione AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

La manovra governativa antielusione AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 1 AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE Normativa - Art. 35, comma 19 D.L. 223/2006 - Art. 35, comma 20 D.L. 223/2006 - Art. 35, comma

Dettagli

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali.

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali. Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali Antonio Piccolo Milano, 19 marzo 2015 AGEVOLAZIONI FISCALI Ristrutturazioni Edilizie

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI Detrazioni del 36% e 55% Saisi Dott. Daniele daniele.saisi@gmail.com

AGEVOLAZIONI FISCALI Detrazioni del 36% e 55% Saisi Dott. Daniele daniele.saisi@gmail.com Detrazioni del 36% e 55% Saisi Dott. Daniele daniele.saisi@gmail.com DETRAZIONI FISCALI 36% 1 Le agevolazioni fiscali, introdotte dalla legge 449/97, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio,

Dettagli

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008 Pagina 1 di 5 L OPUSCOLO HA CARATTERE PURAMENTE INFORMATIVO, POTREBBE CONTENERE ERRORI O ESSERE MANCANTE DI EVENTUALI AGGIORNAMENTI. Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e

Dettagli

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le detrazioni relative alle spese su manutenzioni e ristrutturazioni

Dettagli

Guida alla Ristrutturazione

Guida alla Ristrutturazione Guida alla Ristrutturazione Un primo approccio alla ristrutturazione Nel momento in cui decidiamo di ristrutturare la nostra abitazione, le considerazioni e le problematiche da affrontare sono molte. L

Dettagli

GUIDA RAPIDA DETRAZIONE 50% RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

GUIDA RAPIDA DETRAZIONE 50% RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA Service plus di Turati Antonio Via degli ulivi, 12/a 23827 Lierna -LC- P.I. 02818790137 Cell. 338/1274787 Tel. uff. 0341/710241 Fax 0341/710241 serviceplus.lc@gmail.com www.serviceplus.lc.it GUIDA RAPIDA

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato

Dettagli

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate -

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate - STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 25.9.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Tutto quello che c è da sapere per orientarsi fra permessi e agevolazioni fiscali. www.obi-italia.it

Tutto quello che c è da sapere per orientarsi fra permessi e agevolazioni fiscali. www.obi-italia.it www.obi-italia.it Tutto quello che c è da sapere per orientarsi fra permessi e agevolazioni fiscali. Richiedi la tua copia al Box Informazioni del Punto Vendita o scaricala dal sito www.obi-italia.it.

Dettagli

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI 1 RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI ESISTENTI Legge finanziaria 2007 (L.296/2006 art. 1 comma 344-348); prorogata dalla Finanziaria 2008 (ART. 1, COMMA 20 e 24, 286, L.244 del 24 dicembre 2007) DM del

Dettagli

FINANZIARIA 2007 VADEMECUM

FINANZIARIA 2007 VADEMECUM FINANZIARIA 2007 VADEMECUM 1 Riqualificazione energetica edifici: come richiedere le detrazioni. Le agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici sono pienamente operative dal 1

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici MAGGIO 2014 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

GUIDA 50% alla detrazione fiscale del. per la ristrutturazione degli edifici

GUIDA 50% alla detrazione fiscale del. per la ristrutturazione degli edifici GUIDA alla detrazione fiscale del 50% per la ristrutturazione degli edifici CLASSE A srl V. Mazzini, 17 Noceto (PR) P.IVA 02718150341 tel. 0521.627904 www.classearl.com SOMMARIO 1. LA DETRAZIONE FISCALE

Dettagli

CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI

CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI Legge n. 13 del 09/01/1989 e circolare ministeriale Ministero dei Lavori Pubblici n. 1669 del 22/06/1989 La Legge n. 13

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 La legge finanziaria per il 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244)

Dettagli

Il bonus arredi per il 2015

Il bonus arredi per il 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 132 23.04.2015 Il bonus arredi per il 2015 Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% Come noto la Legge di Stabilità 2015 ha prorogato fino

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE Periodo in cui sono sostenute le spese Fino al 25/06/2012 Dal 26/06/2012 al 31/12/2012 Dal 01/01/2013 al 30/06/2013 Dal 01/07/2013 Opere finalizzate al risparmio

Dettagli

dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare. Dal 1 gennaio 2012, la detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie non ha più scadenza. L agevolazione, introdotta fin dal 1998 e prorogata più volte, è stata resa permanente dal decreto legge n.

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2016 I quesiti più frequenti aggiornamento marzo 2016 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

DOCUMENTO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DELLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DELLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DELLE ANTICIPAZIONI (ALLEGATO ALLA NOTA INFORMATIVA) Il presente documento disciplina i requisiti di accesso, la misura, la casistica prevista, la documentazione da

Dettagli

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia Bonus energia PREMESSA La Finanziaria per il 2007 ha previsto una serie di interventi piuttosto ampia a favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano investimenti volti a ridurre il consumo

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici Dicembre 2013 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

CONDOMINIO E FISCO Parte terza

CONDOMINIO E FISCO Parte terza PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte terza Le agevolazioni fiscali Introduzione Proroga della detrazione del 50% dall Irpef fino al 31.12.2014

Dettagli

Tassazione Immobili e attività all estero dopo le istruzioni dell Agenzia delle Entrate

Tassazione Immobili e attività all estero dopo le istruzioni dell Agenzia delle Entrate Torino, Giovedì 20 settembre 2012 Tassazione Immobili e attività all estero dopo le istruzioni dell Agenzia delle Entrate Ristrutturazioni edilizie Luca Asvisio 1 Intro La detrazione IRPEF connessa agli

Dettagli

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti LINEE GUIDA ALLEGATE AL BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA Premessa Il presente

Dettagli

Le detrazioni fiscali al 36% ed al 55%

Le detrazioni fiscali al 36% ed al 55% LA CREAZIONE DI VALORE NEL SETTORE IMMOBILIARE: LE NUOVE OPPORTUNITA PER GLI INGEGNERI GESTIONALI Le detrazioni fiscali al 36% ed al 55% Ordine degli Ingegneri di Napoli Napoli Via del Chiostro 8 SISTEMA

Dettagli

CONTRATTO 1. DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO 1. DISPOSIZIONI GENERALI CONTRATTO tra il Sig... codice fiscale... residente in... proprietario di (*)...di cui dispone dei libero uso, sito in... e il Sig... residente in... nella qualifica di... dell impresa... codice fiscale...

Dettagli

La riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica La riqualificazione energetica Come funzionano le detrazioni CASA DOLCE CASA è un progetto realizzato con il contributo di Che cos è la riqualificazione energetica Si parla di riqualificazione energetica

Dettagli

DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007

DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007 DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007 Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF DEL 50% IN COSA CONSISTE? Limitatamente al settore della climatizzazione, l agevolazione consiste nel riconoscimento

Dettagli

IL MANUALE PER LE FAMIGLIE

IL MANUALE PER LE FAMIGLIE IL MANUALE PER LE FAMIGLIE MANUTENZIONE ORDINARIA Intonaci e tinteggiature con Iva ridotta per i privati - Bonus se si interviene nelle parti comuni Per gli interventi di manutenzione ordinaria effettuati

Dettagli

Davide Bonori Unione Installazione Impianti CNA Bologna 07/11/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI

Davide Bonori Unione Installazione Impianti CNA Bologna 07/11/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Progetto 20-20-20 Traguardo Condomini Con il contributo di: Sponsor dell iniziativa: Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Bologna, 5 novembre 2012 Davide Bonori Unione

Dettagli

DA OGGI È FACILE DAVVERO. RISTRUTTURA! PICCOLI INTERVENTI GRANDI RISULTATI

DA OGGI È FACILE DAVVERO. RISTRUTTURA! PICCOLI INTERVENTI GRANDI RISULTATI TUTTO COMPRESO 585mq iva inclusa E CON LE DETRAZIONI INVESTI LA METÀ! PICCOLI INTERVENTI GRANDI RISULTATI RESTYLING FACILE TI PERMETTE DI DARE UNA NUOVA IMMAGINE ALLA TUA CASA SENZA MODIFICARNE GLI SPAZI.

Dettagli

IntegrazionePensionisticaAurora

IntegrazionePensionisticaAurora IntegrazionePensionisticaAurora Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Il presente documento costituisce parte integrante della Nota informativa

Dettagli

Elenco di massima delle opere per la realizzazione del progetto di restyling richiesto

Elenco di massima delle opere per la realizzazione del progetto di restyling richiesto COMPUTO METRICO DI MASSIMA _ REDESIGN APPARTAMENTO Elenco di massima delle opere per la realizzazione del progetto di restyling richiesto Committente: Descrizione U.M. Quantità Prezzo unitario Prezzo complessivo

Dettagli

http://www.facebook.com/idearinnovo

http://www.facebook.com/idearinnovo http://www.facebook.com/idearinnovo CHI SIAMO Realizziamo interventi di ristrutturazione edilizia low cost nell innovativa formula chiavi in mano tutto compreso Idea Rinnovo è un network di professionisti

Dettagli

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Soggetti beneficiari Per gli interventi di cui all art. 1, commi da 2 a 5 del Decreto 19 febbraio 2007, la detrazione dall imposta

Dettagli

DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI Walter Cerioli 18 dicembre

Dettagli

Detrazione IRPEF 65% per la tua casa in legno GUIDA PRATICA

Detrazione IRPEF 65% per la tua casa in legno GUIDA PRATICA Detrazione IRPEF 65% per la tua casa in legno GUIDA PRATICA Detrazione del 65% ex Legge 296/2006 art. 1 co. 344 e s.m.i. Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, per gli interventi

Dettagli

Circolare N.49 del 02 Aprile 2014

Circolare N.49 del 02 Aprile 2014 Circolare N.49 del 02 Aprile 2014 Bonus mobili. Agevolazione ancorata alle spese della ristrutturazione Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che, per effetto della mancata conversione

Dettagli

agevolazioni-fiscali.txt SICUREZZA: AGEVOLAZIONI PER AZIENDE E PRIVATI

agevolazioni-fiscali.txt SICUREZZA: AGEVOLAZIONI PER AZIENDE E PRIVATI SICUREZZA: AGEVOLAZIONI PER AZIENDE E PRIVATI Agevolazioni fiscali a favore delle piccole e medie imprese (DETRAZIONE D IMPOSTA DI 3000 EURO) La legge finanziaria 2008 n.244 all articolo 1 (commi dal 228

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 130 del 8 Ottobre 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Il punto sul Bonus Arredi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente l Agenzia delle

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT-PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT-PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT- FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT-PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT- DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE SEZIONE I: NORME GENERALI Articolo 1. Oggetto 1.1

Dettagli

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale Prot. 173/2013 Milano, 30-09-2013 Circolare n. 94/2013 AREA: Circolari, Fiscale Interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia - Acquisto di mobili: Detrazione Circolare dell Agenzia

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Il presente documento disciplina le modalità di liquidazione anticipata dell ammontare della posizione pensionistica individuale da parte del Fondo (di seguito, Anticipazione),

Dettagli

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Edison DG Spa Società a socio unico Sede Legale - Via Pelosa, 20 35030 Selvazzano Dentro PD Tel. +39 049 8739444 ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Richiedere l allaccio è semplice È sufficiente presentare la

Dettagli

R. NO. Le suddette detrazioni sono previste per ipotesi diverse e non sono cumulabili. (circolare 13/E del 06.02.01)

R. NO. Le suddette detrazioni sono previste per ipotesi diverse e non sono cumulabili. (circolare 13/E del 06.02.01) D. La detrazione del 36% è cumulabile con quella del 19% relativamente alle spese sostenute per i mezzi necessari alla deambulazione di chi ha difficoltà motorie? R. NO. Le suddette detrazioni sono previste

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA SEZIONE I: NORME GENERALI

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA SEZIONE I: NORME GENERALI Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE SEZIONE I: NORME GENERALI Articolo 1. Oggetto 1.1 Il presente documento disciplina le

Dettagli

OGGETTO: Ristrutturazioni: i bonus a confronto a pochi mesi dal ritorno al 36%

OGGETTO: Ristrutturazioni: i bonus a confronto a pochi mesi dal ritorno al 36% OGGETTO: Ristrutturazioni: i bonus a confronto a pochi mesi dal ritorno al 36% Premessa Con la detrazione fiscale per le ristrutturazioni aumentata dal 36% al 50% fino alla fine di giugno 2013, e la detrazione

Dettagli

TaxBenefitNew TAXBENEFIT NEW. Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione. Documento sulle Anticipazioni FONDO PENSIONE

TaxBenefitNew TAXBENEFIT NEW. Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione. Documento sulle Anticipazioni FONDO PENSIONE TaxBenefitNew FONDO PENSIONE Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW Documento sulle Anticipazioni 2/8 3/8 SEZIONE I: NORME GENERALI Art. 1. Oggetto Il presente

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. Staff Infoenergia

AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. Staff Infoenergia AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Staff Infoenergia Detrazioni fiscali in campo edilizio RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Il Dl 4 giugno 2013, n. 63 (convertito con modifiche in Legge 90/2013)

Dettagli

Detrazione per box auto

Detrazione per box auto Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 59 25.10.2013 Detrazione per box auto Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% Tra i lavori sulle unità immobiliari residenziali e sugli

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI

ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, 17 20135 MILANO Tel. 02/54.100.190 (R.A.) Fax 02/54.100.511 www.studiobuscemi.it e-mail: studiobuscemi@legalmail.it Prot. Circolare n. 14/2013 Milano, 04

Dettagli

FINANZIARIA 2007: INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO IRPEF 36% E IVA 10%

FINANZIARIA 2007: INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO IRPEF 36% E IVA 10% FINANZIARIA 2007: INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO IRPEF 36% E IVA Premessa Con l art. 1, comma 387, della Legge n. 296/2006 (Finanziaria 2007) sono state prorogate al 31 dicembre 2007 le

Dettagli

Risparmio energetico detrazione del 55% novità del decreto «anticrisi»

Risparmio energetico detrazione del 55% novità del decreto «anticrisi» Detrazione del 55% Risparmio energetico detrazione del 55% novità del decreto «anticrisi» Mario Jannaccone, La Settimana Fiscale, Il Sole24 Ore, 12 febbraio 2009, n. 6, p. 18 QUADRO NORMATIVO L art. 1,

Dettagli

DETRAZIONI E CONTRIBUTI Opportunità per l'accessibilità. Ti migliora la vita. ThyssenKrupp. Rev.07

DETRAZIONI E CONTRIBUTI Opportunità per l'accessibilità. Ti migliora la vita. ThyssenKrupp. Rev.07 DETRAZIONI E CONTRIBUTI Opportunità per l'accessibilità Rev.07 2 1) Quali sono le agevolazioni? L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video Quinto video 1 Nel secondo video abbiamo parlato dei lavori per i quali spetta l agevolazione In questo terzo video parleremo invece di: 1. Gli adempimenti richiesti 2. Come fare i pagamenti 3. La ritenuta

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65%

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% OGGETTO: Circolare 7.2014 Seregno, 14 marzo 2014 AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del Dl 63/2013) al 31 dicembre 2014, per

Dettagli

IntegrazionePensionisticaAurora

IntegrazionePensionisticaAurora IntegrazionePensionisticaAurora Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5034 IntegrazionePensionisticaAurora Documento sulle anticipazioni

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

DETRAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE DETRAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE Per effetto del DL 201/2011 la detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie diventa una detrazione a regime (permanente). LA MISURA DELLA DETRAZIONE

Dettagli

INCENTIVI FISCALI Detrazioni 36%

INCENTIVI FISCALI Detrazioni 36% INCENTIVI FISCALI Detrazioni 36% Air Conditioning IN COSA CONSISTE? L agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d imposta d nella misura del 36 % delle spese sostenute entro il 2010 per: l

Dettagli

1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA 1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA IN COSA CONSISTE L agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d imposta nella misura del 55 per cento delle spese sostenute entro il 2007,

Dettagli

Circolare N.170 del 19 Novembre 2013

Circolare N.170 del 19 Novembre 2013 Circolare N.170 del 19 Novembre 2013 La detrazione del 50 per cento per gli interventi di recupero edilizio. Le faq dell Agenzia delle entrate Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

Documenti delle Commissioni di Studio

Documenti delle Commissioni di Studio Documenti delle Commissioni di Studio GIUGNO 4, 2013 ANNO 1, NUMERO 4 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative COMMISSIONE FISCALITA Edilizia: Proroga delle detrazioni sulle ristrutturazioni e per gli

Dettagli

Cos è Risolvo Casa. titolo 01119445073 PREVENTIVO GRATUITO. info@risolvocasa.it

Cos è Risolvo Casa. titolo 01119445073 PREVENTIVO GRATUITO. info@risolvocasa.it titolo info@risolvocasa.it 01119445073 PREVENTIVO GRATUITO Cos è Risolvo Casa Siamo un agenzia di servizi che si occupa di tutti gli aspetti relativi la cura del vostro immobile. Considerate le difficoltà

Dettagli

1. INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA

1. INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1. INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1.1 La proroga al 31 dicembre 2013 riguarda tutte le tipologie di interventi di efficienza energetica di seguito indicati: - interventi di riqualificazione energetica

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE. Si ricorda che prima dell emanazione del Decreto Sviluppo, per l acquisto dei prodotti, esistevano due regimi di agevolazioni:

PRIMA DI INIZIARE. Si ricorda che prima dell emanazione del Decreto Sviluppo, per l acquisto dei prodotti, esistevano due regimi di agevolazioni: PRIMA DI INIZIARE Il presente documento vuole essere un aiuto per tutti i Clienti Daikin Italy, siano essi professionisti del settore oppure utenti finali, a comprendere meglio i meccanismi legati agli

Dettagli

Il decreto legge n.63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica.

Il decreto legge n.63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica. 1 Il decreto legge n.63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica. Lo stesso decreto ha innalzato dal 55% al 65% la percentuale

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI

AGEVOLAZIONI FISCALI AGEVOLAZIONI FISCALI Con tale documento Vi informiamo in modo sintetico le principali procedure da seguire per detrarre le spese d intervento su edifici residenziali. Premessa In origine, prima del 2012,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Proroga del bonus arredi fino al 31.12.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che la legge di stabilità 2015 ha prorogato

Dettagli

Regolamento per la richiesta di anticipazioni a valere sulla posizione individuale maturata, ai sensi dell art. 31 dello Statuto del Fondo Pensione

Regolamento per la richiesta di anticipazioni a valere sulla posizione individuale maturata, ai sensi dell art. 31 dello Statuto del Fondo Pensione Regolamento per la richiesta di anticipazioni a valere sulla posizione individuale maturata, ai sensi dell art. 31 dello Statuto del Fondo Pensione Regolamento per la richiesta di anticipazioni 1 Fonti

Dettagli

semplificazione ed attuazione

semplificazione ed attuazione ANNA GIACOMONI mercoledì, giovedì, 18 26 settembre giugno 2014 2013 6 mesi dopo il decreto del fare: bilancio, G i o r n a ta d e l D e c r e to del fare semplificazione ed attuazione RIFLESSI FISCALI

Dettagli

La Legge finanziaria 2007

La Legge finanziaria 2007 La Legge finanziaria 2007 Prevede detrazioni dall imposta lorda per una quota pari al 55% delle spese effettivamente rimaste a carico del contribuente, da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

Dettagli

Quaderni di fiscalità immobiliare

Quaderni di fiscalità immobiliare Quaderni di fiscalità immobiliare Massimo Pipino Guida alle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie 2014 Guida completa alla disciplina attuale Situazione pregressa anno per anno 102 casi

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI DETRAZIONI FISCALI Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014 (termine

Dettagli

La detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione e per il risparmio energetico. Palmanova (UD) - 12 Novembre 2010 dott. Alessandro Bergamaschi

La detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione e per il risparmio energetico. Palmanova (UD) - 12 Novembre 2010 dott. Alessandro Bergamaschi La detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione e per il risparmio energetico Palmanova (UD) - 12 Novembre 2010 dott. Alessandro Bergamaschi Le spese di ristrutturazione Normativa di riferimento Art.

Dettagli

Agevolazioni per la riqualificazione energetica degli Agevolazioni edifici ANCE PARMA Unione Parmense degli I ndustriali Industriali-Sezione Edile

Agevolazioni per la riqualificazione energetica degli Agevolazioni edifici ANCE PARMA Unione Parmense degli I ndustriali Industriali-Sezione Edile Agevolazioni per la riqualificazione energetica degli edifici ANCE PARMA Unione Parmense degli Industriali-Sezione Edile 18 settembre 2007 pag. 1 NORMATIVA Art.1, commi 344-349, 349, Legge 27 dicembre

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW. Documento sulle Anticipazioni

Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW. Documento sulle Anticipazioni Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW Documento sulle Anticipazioni è un prodotto di Distribuito da Retro di copertina 2/6 SEZIONE I: NORME GENERALI Art. 1.

Dettagli

RISTRUTTURARE CASA: GUIDA AGLI INCENTIVI

RISTRUTTURARE CASA: GUIDA AGLI INCENTIVI RISTRUTTURARE CASA: GUIDA AGLI INCENTIVI cosa c è da sapere quali interventi sono detraibili le opere agevolabili conto termico RISTRUTTURARE CASA: GUIDA AGLI INCVENTIVI Dalla sostituzione degli infissi

Dettagli

Le detrazioni fiscali del 55% per l efficienza energetica

Le detrazioni fiscali del 55% per l efficienza energetica Le detrazioni fiscali del 55% per l efficienza energetica Tivoli Villa Adriana,14 aprile 2011 relatori Dott. Paolo Marongiu Ing. Enrico Mancini 1 PRINCIPALI CONTENUTI: Detrazioni fiscali sull IRPEF ( persone

Dettagli

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI IMPOSTE E TASSE IMPOSTE DIRETTE SOMMARIO schema di sintesi approfondimenti video FISCO del 23.10.2013 n. 0376-775130 www.ratiofad.it DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI D.L. 4.06.2013,

Dettagli

Ristrutturare: come procedo?

Ristrutturare: come procedo? Ristrutturare: come procedo? Quando si deve fare una ristrutturazione è importante partire con il piede giusto. Agire a norma e stabilire patti chiari è fondamentale. Chiedi in comune quali sono gli obblighi

Dettagli