Edizione Aut. SMA/CN/RE 0409/2009. Valida dal 16/06/2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Edizione 2010. Aut. SMA/CN/RE 0409/2009. Valida dal 16/06/2009"

Transcript

1 Registro Aziende Cremona Edizione 2010 AGLI OPERATORI ECONOMICI - n. 28 del Registro imprese del comune - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/ Prop. Società Editrice Europea Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio ISI POSTE ITALIANE Aut. SMA/CN/RE 0409/2009 Valida dal 16/06/2009

2 Traslochi & Traslochi MONTAGGIO MOBILI Tel

3 introduzione Palazzo Cittanova (Foto: Archivio SEE) Rispettare con precisione e puntualità gli obblighi fiscali è il nostro dovere. Pagare le tasse significa contribuire alle spese dello Stato, per migliorare i servizi che questo offre alla comunità: contribuire, ognuno nella misura che gli spetta, è uno dei principali doveri di un cittadino. Questa pubblicazione vuole essere uno strumento a fianco di cittadini ed imprenditori per aiutarli ad adempiere al meglio ai loro doveri di contribuenti. Il sistema fiscale dello Stato è complesso e spesso risulta difficile districarsi tra scadenze, metodi di pagamento, terminologia specifica. Il Registro Aziende, grazie ad una grafica di immediata lettura, consente di addentrarsi nella complessa macchina burocratica di scadenze e pagamenti con facilità. Ci auguriamo che questa pubblicazione, patrocinata dalla nostra Associazione, possa dimostrarsi un valido aiuto per tutti i contribuenti. CNA di Cremona Chiesa di Sant Agata (Foto: Archivio SEE) 1

4 BAR - RISTORANTE SELF SERVICE - PIZZERIA COOP AVANTI PIZZERIA Lunedì sera chiuso Castelvetro Piacentino (PC) Via Bernini, 19 Tel Ampio parcheggio, campo di bocce. Convenzioni speciali per lavoratori dipendenti. Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica sera torta fritta e spalla di S. Secondo. Nei giorni feriali menù a prezzo fisso: 11. Supermercato: Tel Castelvetro Piacentino (PC) - Via Stazione, 9 Supermercato: Tel Busseto (PR) - Via Monteverdi, 32 Negozio Alimentari: Tel Castelvetro Piacentino (PC) - S. Giuliano Impianti aspirapolvere centralizzati vendita - installazione - assistenza CONCESSIONARIO D.E.P. DEMOLIZIONI EDILI PALETTI SI ESEGUONO CAROTAGGI E TAGLI PER QUALSIASI MATERIALE EDILE APERTURE PORTE, FINESTRE, PORTONI, TAGLI SCALE E BALCONI 335/ Via Gazzino, Castelvetro P.no (PC) Cell VOI PENSATE A COSTRUIRE......A MODIFICARE CI PENSIAMO NOI...

5 Direttore Responsabile: Alessandro Bettelli Licenziatario del marchio/format: Società Editrice Europea srl con il Patrocinio di: indice Editore: Società Editrice Europea srl Via Della Fonte di Fauno, Roma Fax Milano Bologna Firenze Ancona Perugia Treviso P. Iva cna cremona: attività e servizi pagina 5 Testata: Registro imprese del comune Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 788 del 20/02/1991 In copertina: Veduta del Duomo di Cremona Parrocchia di Sant Omobono il comune informa pagina 11 Foto: Archivio SEE Testi ed immagini relativi a Cna Cremona forniti dallo stesso. Testi ed immagini relativi a Associazione forniti dalla stessa. Testi relativi allo Scadenziario Fiscale elaborati dal sito internet dell Agenzia delle Entrate. Segnaliamo che le date indicate sono passibili di modifiche da parte dell Autorità competente. Per informazioni aggiornate si rimanda al sito: Altri testi tratti dal sito internet dell Agenzia delle Entrate, sezione Glossario e pubblicazione Annuario del Contribuente Registro Aziende: Copyright 2010 scadenziario fiscale pagina 13 numeri di pubblica utilità pagina 41 Questo Periodico è iscritto all Unione Stampa Periodica Italiana Diffusione: Gratuita alle attività economiche del Territorio Comunale di Cremona Distribuzione a cura di: Poste Italiane Spa Stampa: Febbraio 2010 elenco telefonico aziende pagina 51 Tipografia: Arti Grafiche Soncini - Guastalla (RE) TIRATURA: COPIE Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs n. 196 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Società Editrice Europea Srl. pagina 95 mappa stradale inserto

6

7 La CNA è un associazione di artigiani, di piccoli e medi imprenditori che: - associa circa imprese a livello nazionale e oltre nella provincia di Cremona; - rappresenta e tutela sindacalmente i propri associati e si batte per affermare e difendere gli interessi dell artigianato, delle piccole e medie imprese e promuovere lo sviluppo; - offre alle imprese qualificanti servizi di consulenza e assistenza in ogni campo. Con il suo impegno, vuol dare al mondo dell artigianato e della piccola e media impresa la forza per pesare di più nella vita del paese. Perché associarsi alla CNA? Associandoti alla CNA non sei mai solo nell affrontare i problemi della tua impresa e puoi contare su una grande associazione fatta e diretta da artigiani e imprenditori come te. Una grande organizzazione che: - conosce bene i problemi tuoi e del tuo mestiere; - ti difende e ti rappresenta in ogni sede; - ti dà la sicurezza di operare esclusivamente nel tuo interesse. Associarsi vuol dire rendere più forte la CNA e metterla in grado di far valere di più gli interessi della categoria e quindi anche i tuoi interessi. Puoi associarti alla CNA presso ognuna delle nostre sedi, telefona alla sede CNA più vicina: un collega verrà nella tua impresa a conoscerti. Il gruppo CNA Giovani Imprenditori Il gruppo Giovani Imprenditori della CNA di Cremona è un comitato organizzato orizzontalmente all interno dell associazione, accomunato dal criterio anagrafico di avere meno di 40 anni, che punta a rimanere trasversale rispetto ai diversi mestieri rappresentati nel sistema. Il gruppo è nato per incentivare e valorizzare le risorse imprenditoriali più giovani, consapevoli che il fattore decisivo per il successo, la qualificazione e l innovazione della cultura imprenditoriale futura, passa da caratteristiche come la creatività e lo spirito d iniziativa. Il gruppo CNA PMI CNA PMI è un comitato che intende occuparsi in maniera specifica di tutelare e rappresentare gli interessi delle piccole e medie imprese associate alla CNA, il cui numero è in continua crescita. Le imprese artigiane strutturate e le PMI, infatti, presentano caratteristiche, problematiche e necessità comuni diverse da quelle della grande indu- Chiesa di S. Luca (Foto: Archivio SEE) stria, che meritano una rappresentanza e servizi specifici. In particolare, le piccole imprese hanno bisogno di un soggetto che al tempo stesso ne rappresenti gli interessi e promuova opportunità di sviluppo. Le unioni Al fine di rappresentare e tutelare gli interessi delle imprese nei diversi settori produttivi, la CNA si è articolata in diverse Unioni, le principali sono: - CNA Alimentare: Alimentare; Agricoltura, Erboristeria e le altre attività connesse della filiera alimentare. - CNA Artistico e Tradizionale: Lavorazione metalli e pietre preziose; Ceramica; Restauro beni culturali mobili; Ferro battuto; Strumenti musicali tradizionali; attività connesse. - CNA FITA: Autotrasporto merci e persone. - CNA Costruzioni: Edilizia ed affini; Lapidei; Restauro e conservazione di beni architettonici. - CNA Installazione e Impianti: Installazione e manutenzione impianti. - CNA Federmoda: Tessile; Abbigliamento; Calzature; Pellicceria; Sartoria; attività connesse. - CNA Produzione: Meccanica; Legno, Mobili, Arredamento; Chimica; Nautica; Produzioni varie. - CNA Benessere e Sanità: Odontotecnici; Podologi; Ottici; Ortopedici; Estetica; Acconciatura; Fitness; attività connesse ed affini. CNA: attività e servizi 5

8 6CNA: attività e servizi

9 - CNA Servizi alla Comunità: Autoriparatori; Lavanderie; Imprese Pulizia; Servizi vari alla Comunità. - CNA Comunicazione e terziario avanzato: Grafica; Immagine; Stampa; Informatica; Tecnologia dell informazione e della comunicazione; attività connesse. Servizi Fiscali Assistenza contabile e amministrativa in azienda Per le imprese con contabilità gestita al proprio interno (manuale o informatizzata) che abbisognano di un supporto maggiormente consulenziale è previsto il servizio di assistenza e di consulenza, che ha l obiettivo primario di sviluppare l autonomia contabile-amministrativa dell impresa, in condizione di tranquillità fiscale. La tenuta della contabilità in azienda consente di poter ottenere immediatamente le informazioni relative alla liquidazione IVA, alla situazione contabile/fiscale, alla situazione dei crediti e debiti e all andamento economico dell esercizio. CNA è in grado di fornire all impresa anche la tecnologia ed i programmi amministrativi e gestionali nonché la relativa assistenza, assicurando così la soluzione complessiva dei problemi dell impresa. L esperto CNA interviene presso l azienda per svolgere l attività di assistenza e consulenza necessaria ad assicurare una regolare tenuta della contabilità e ad individuare le forme più convenienti di risparmio fiscale, nel rispetto della normativa vigente. Servizio contabilità ordinaria e dichiarazione dei redditi Per tutte le imprese che hanno l obbligo di tenuta della contabilità ordinaria e che desiderano delegare tale adempimento per concentrarsi sugli aspetti più operativi della propria attività, CNA offre il servizio di tenuta contabilità e assistenza fiscale. Usufruendo di questo servizio, l impresa delega la tenuta della contabilità, assicurandosi il corretto adempimento degli obblighi di legge evitando di svolgere internamente un attività complessa, che comporta conoscenze non diffuse che richiedono inoltre un continuo aggiornamento. CNA è convenzionata con tutti gli Istituti di credito per l uso del servizio di tesoreria ed è in grado di offrire il servizio compensazione debiti/crediti (modello F24) in modo competente e sollecito, integrando gli adempimenti burocratici tra tutti i professionisti di cui si avvale l impresa. Il servizio garantisce una completa assistenza per l espletamento degli adempimenti in materia fiscale e la corretta tenuta della contabilità. Contabilità semplificata e dichiarazione dei redditi La CNA Servizi offre un servizio di tenuta della con- tabilità semplificata di assistenza e consulenza fiscale per tutte le imprese che svolgono una attività di prestazioni servizi con ricavi inferiori a Euro ,14 (pari a 600 milioni di vecchie lire) o che svolgono un attività di produzione con ricavi inferiori a Euro ,90 (pari a 1 miliardo di vecchie lire) e che sono interessate a delegare ogni aspetto delle gestione contabile. Usufruendo di questo servizio l impresa raggiunge un duplice vantaggio: risparmia i tempi relativi a questa attività e si assicura che la contabilità venga svolta correttamente nel pieno rispetto degli obblighi di legge. La discussione di bilanci periodici, forniti nel corso dell anno, consente di verificare la situazione fiscale proiettandola su base annua, di valutare i carichi fiscali conseguenti e le eventuali opportunità di risparmio fiscale, nel rispetto della normativa vigente. Assistenza e consulenza in materia di contenzioso tributario Un servizio di assistenza per il contenzioso tributario è rivolto alle imprese soggette a verifiche di controllo da parte degli organi pubblici preposti alle ispezioni di tipo fiscale. Il servizio di norma interviene nel momento in cui l azienda subisce delle contestazioni, CNA Servizi offre assistenza all azienda che è costantemente seguita in fase di accertamento, contestazione, conciliazione, contenzioso e ricorso. CAF CNA e assistenza fiscale Il Centro di Assistenza Fiscale offre ai contribuenti, lavoratori dipendenti e pensionati, assistenza fiscale per elaborazione e presentazione dei modelli 730, Unico, ICI, ISEE, RED e relativi acconti d imposta. Il CAF Pensionati CNA, autorizzato a svolgere l attività di assistenza fiscale con decreto del Ministro delle finanze del 31 marzo 1993 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n 83 del 9/4/1993, appone, infine, il visto di conformità su tutte le dichiarazioni. Il CAF Pensionati CNA assicura riservatezza, professionalità ed efficienza. Un idonea copertura assicurativa, secondo quanto prescritto dalla legge, garantisce, inoltre, contro ogni danno o errore che dovesse essere causato nelle fasi di elaborazione, controllo e trasmissione all Amministrazione finanziaria delle dichiarazioni. Servizi Paghe Assistenza ed elaborazione paghe Un servizio di assistenza ed elaborazione paghe che accompagna l imprenditore in tutte le fasi del rapporto con i dipendenti e gli uffici competenti è ciò che può offrire CNA SERVIZI a tutte le imprese con dipendenti o collaboratori. CNA: attività e servizi 7

10 CNA: attività e servizi 8 CNA ASSOCIAZIONE è, inoltre, firmataria di contratti di lavoro per l artigianato e applica ed interpreta i CCNL con assoluta sicurezza. Elaborazione cedolini paghe on-line Si chiama I-Publisher ed è un componente aggiuntivo del servizio elaborazioni paghe effettuato dalla CNA. Consentirà di stampare direttamente dalla ditta i cedolini paghe con la relativa stampa riepilogativa, la nota contabile e il modello F24 da noi elaborati. In una apposita area riservata verranno pubblicati i cedolini relativi ai dipendenti dell impresa. Si tratta di un servizio innovativo che permetterà di risparmiare tempo e velocizzare le procedure perchè non sarà più necessario passare dalle nostre sedi per le operazioni di ritiro. Consulenza sulla legislazione del lavoro e sulla contrattualistica Un servizio personalizzato di consulenza è in grado di supportare l imprenditore associato nella gestione del personale e nelle relazioni sindacali in funzione agli obblighi ed alle opportunità fornite dalla legislazione del lavoro e dagli accordi sindacali. Il servizio è rivolto a chi ha o intende inserire in organico personale dipendente, collaboratori, familiari e lavoratori a domicilio. Servizi per l avvio d Impresa - Consulenza per l avvio di nuove attività - Iscrizioni CCIAA, variazioni, cessazioni e pratiche varie Patronato Epasa Consulenza previdenziale e assistenziale Per tutti coloro che vogliono presentare domanda di pensione, supplemento di pensione e ricostituzione e/o che vogliono avere una ricognizione della loro posizione contributiva, per gli artigiani che hanno subito infortuni sul lavoro per i soggetti a malattie professionali è possibile rivolgersi al patronato EPASA. Il patronato EPASA, ente di emanazione della CNA, opera gratuitamente per la tutela di tutti i cittadini in materia di pensioni, malattie professionali, infortuni sul lavoro, maternità ed assegni familiari, assistenza sanitaria, assistenza sociale e diritti sociali degli artigiani all estero. Credito Assistenza, consulenza finanziaria e creditizia FIDIMPRESA LOMBARDIA si è costituita il 18 dicembre 2007 in seguito alla fusione tra 5 Confidi CNA della Lombardia: Fidimpresa Cremona, Fidimpresa Brescia, Artigianfidi di Como, Confiart di Lecco e Fidimpresa Pavia. Fidimpresa Cremona e le altre società che hanno dato origine a Fidimpresa Lombardia operavano da oltre trent anni nella prestazione delle garanzie fidejussorie a favore delle imprese artigiane e PMI. Oggi FIDIMPRESA LOMBARDIA sviluppa una diffusa presenza territoriale: sfruttando, infatti, la presenza capillare degli uffici CNA può operare su tutto il territorio della Lombardia con circa 70 uffici attrezzati. FIDIMPRESA LOMBARDIA è costituita da un elevato numero di associati, circa imprese, con la possibilità di attingere in un bacino - quello delle cinque province Cremona, Brescia, Como, Lecco e Pavia - dove operano circa imprese artigiane. Lo sviluppo delle conoscenze acquisite di cui dispone Fidimpresa Lombardia sulle piccole imprese, sono rilevanti nel processo di valutazione del merito creditizio per aumentare la concessione del credito alle imprese, secondo criteri di efficienza e di sostanza dei progetti imprenditoriali. FIDIMPRESA LOMBARDIA grazie al nuovo assetto, può proporre una garanzia maggiore (il credito garantito è del 50%) operando e ampliando il portafoglio a molti istituti bancari prestigiosi che operano su tutto il territorio. Oggi un imprenditore artigiano che si rivolge a Fidimpresa ha quindi la certezza di affidarsi a un operatore nel mondo del credito più forte e più in grado di metterlo nelle condizioni ideali per ricevere un finanziamento. Servizi Consulenziali - Sportello CNA WORLD - Servizi per ambiente, sicurezza e prevenzione sui luoghi di lavoro - Consulenza aziendale - Consulenza legale - Sistema qualità aziendale - Gestione della privacy - Servizio successioni e diritto di famiglia Servizi per l Autotrasporto Il Centro Servizi Autotrasporto CNA è un punto di riferimento specializzato per le imprese, i consorzi e le cooperative del settore dell autotrasporto che eroga una serie di servizi rispondenti ai bisogni e ai problemi delle imprese di autotrasporto sia esso di persone o di merci. Soddisfare in unico punto le esigenze delle imprese del settore del trasporto, elevando le competenze e garantendo un servizio globale efficiente ed efficace.

11 Scuola di formazione e specializzazione per l autotrasporto Corsi di formazione e specializzazione per titolari, imprenditori, dipendenti autisti del settore dell autotrasporto merci ripetuti annualmente. I corsi sono diversi: di preparazione all esame di consulente della sicurezza, di patentino CFP ADR, di accesso alla professione di trasportatore merci conto terzi, per tecnico gestione rifiuti, per responsabile sicurezza, di aggiornamento professionale per autisti, per recupero punti patente di guida. Pratiche autoveicoli Servizio di alta specializzazione nella consulenza e nell assistenza alle imprese per lo svolgimento di pratiche per autoveicoli con particolare attenzione a tutto il settore dell autotrasporto professionale. Si tratta di un servizio ad alta specializzazione nella consulenza ed assistenza per le imprese dell autotrasporto professionale di merci e di persone, obbligato per legge ad ottemperare norme e scadenze per svolgere in regola l attività. Servizi per la difesa e la valorizzazione ambientale Consulenza specifica per il trasporto, carico e scarico di merci pericolose. Consulenza specifica per le imprese che gestiscono i rifiuti. Servizi per l Edilizia Un servizio specializzato nell assistenza alle imprese appartenenti al settore edilizio. Fornisce diversi servizi e consulenze che vanno dalla completa assistenza per la predisposizione della documentazione relativa alle agevolazioni fiscali (36%) per le manutenzioni in edilizia, alla consulenza per la certificazione di qualità, alla verifica dei bandi delle gare d appalto con la predisposizione dei documenti e definizione dei preventivi, alla attestazione SOA al servizio di banca dati appalti, per essere sempre informati sugli appalti banditi dalle pubbliche amministrazioni. Servizio Insediamenti Produttivi Un servizio rivolto ai titolari di impresa che devono ampliare le proprie strutture, a chi vuole o deve trasferire la propria attività, a chi desidera intraprendere una nuova attività produttiva a costi vantaggiosi e con la consulenza di personale specializzato e qualificato che segue costantemente gli stati di avanzamento fino alla completa realizzazione dell insediamento. CNA attraverso il suo Consorzio, denominato Progetto Impresa, favorisce e sostiene le attività produttive, si occupa delle autorizzazioni burocratico-amministrative, della progettazione e della realizzazione degli insediamenti: dalle opere di urbanizzazione primaria (strade, parcheggi, reti di distribuzione ed impianti di illuminazione pubblica), secondaria e di costruzione edilizia alla consegna di un prodotto chiavi in mano. Servizi innovativi Formazione e aggiornamento professionale e manageriale Un servizio innovativo volto a realizzare corsi, conferenze e progetti formativi specifici per le imprese artigiane e le piccole imprese. La maggior parte dei corsi di formazione che vengono organizzati beneficiano di finanziamenti locali, regionali, nazionali e comunitari, permettendo o la totale gratuità ai partecipanti o una notevole riduzione dei costi a carico degli stessi. Formazione e aggiornamento tecnico continuo sono fattori strategici per tutte le imprese non solo per mantenersi sul mercato, ma anche e soprattutto per crescere e svilupparsi. Corsi di formazione per area L approccio seguito dalla CNA per la realizzazione dei corsi di formazione tiene conto delle particolari caratteristiche dei suoi utenti, allo scopo di abbinare al meglio il contenuto formativo all effettivo utilizzo nella pratica aziendale degli strumenti acquisiti. Il programma formativo prevede corsi nelle seguenti aree: area informatica, area sicurezza, area ambiente (responsabile tecnico gestione rifiuti), E.C.M. formazione per odontotecnici, aggiornamenti tecnici per categorie, apprendistato. Sportello internazionalizzazione L informazione e il supporto tecnico per l espansione in nuovi mercati è uno dei servizi in crescita. CNA SERVIZI si è attrezzata per rispondere alla crescente e diversificata richiesta di servizi commerciali per l export. Con il collegamento a banche dati nazionali ed internazionali è possibile ottenere informazioni relative a ricerche di mercato, di clienti e di partners commerciali. Information technology Un servizio in grado di fornire la consulenza, l assistenza e la realizzazione del sistema informativo aziendale per raggiungere efficienza interna e per aprirsi al mondo esterno rappresentato dal potenziale di internet. Sportello convenzioni Un servizio volto ad offrire agli associati agevolazioni, sconti, partnership e convenzioni come password per aprire le porte dell impresa a vantaggi di altissima qualità. Ogni convenzione è resa disponibile ed accessibile esclusivamente al sistema CNA e viene calibrata sulle specifiche esigenze dell impresa artigiana e delle PMI. CNA: attività e servizi 9

12 S.r.l. Costruzioni Metalliche Sospiresi Via Giuseppina, SOSPIRO (CR) Tel Fax Web: IMPIANTI DI ALLARME SISTEMI ANTINCENDIO TV CIRCUITO CHIUSO Emmedue Impianti di Mauro Maffi Via Garibotti, 16 CREMONA Cell

13 Sportello Unico Sportello Unico per le Attività Produttive Via Geromini, 7-2 piano - Tel Orario di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30; il mercoledì dalle 8.30 alle Si consiglia di prendere appuntamento. Cos è Il SUAP è un servizio istituito dal Comune per la semplificazione del rapporto tra impresa e Pubblica Amministrazione. Lo scopo è favorire il fare impresa, creare un facile accesso dei cittadini e degli imprenditori all Amministrazione Pubblica, favorire la valorizzazione e la promozione del territorio. Cosa fa Il SUAP esercita funzioni amministrative, facendosi carico dell intera gestione del procedimento unificato, fino all atto conclusivo del rilascio dell autorizzazione unica. Lo sportello raccoglie infatti la domanda per il rilascio delle autorizzazioni necessarie ai procedimenti di realizzazione, ampliamento, localizzazione, riconversione e ristrutturazione delle attività produttive. Lo sportello SUAP fornisce anche servizi informativi di assistenza e orientamento alle imprese e ai cittadini, anche al fine di diffondere una migliore conoscenza delle potenzialità di sviluppo dell area di interesse. L attività di consulenza si esplica inoltre nell offrire informazioni relative agli adempimenti necessari all avvio dell attività, offrendo anche pareri sulle possibili criticità dell intervento e sulle modalità più opportune atte a risolverle. Vantaggi Il SUAP è nato con l obiettivo di semplificare la macchina burocratica dello Stato ed agevolare il far impresa. La sua funzione principale è coordinare i vari soggetti coinvolti, semplificare l iter burocratico, eliminare le duplicazioni di procedure ed adempimenti, garantire trasparenza per modi e tempi. La nascita dei SUAP inoltre ha incentivato la collaborazione tra gli Enti (Pubblici e privati) e la condivisione della documentazione e delle risorse di ognuno. Con la nascita dei SUAP l impresa deve presentare una sola domanda ad un solo ente, che produrrà un solo atto: non è quindi più necessario rivolgersi a più uffici o presentare documentazioni a più soggetti. È infatti il SUAP che si occuperà di chiedere ai soggetti coinvolti nei procedimenti tutte le pratiche necessarie. A chi è rivolto Il SUAP è l unico interlocutore al quale devono rivolgersi le imprese per tutti i procedimenti di richieste di autorizzazioni e concessioni e per variazione in seno all attività (apertura, cessazione, cessione, ecc.). Le attività produttive a favore delle quali si attiva la consulenza dello sportello sono quelle: artigianali; industriali; commerciali; agricole; turistiche ed alberghiere; dei servizi; banche e intermediari finanziari; servizi di telecomunicazione. Il procedimento unico Come già riportato, il SUAP apre un procedimento unico per ogni istanza che viene presentata dalle aziende. Vi possono essere diversi tipi di richieste, più o meno complesse, quindi diversi tipi di procedimento unico: da quello ordinario (semplificato) a quello mediante autocertificazione, da quelli complessi che richiedono la Conferenza di Servizi a quelli di collaudo. La Conferenza dei Servizi È convocata dal responsabile del procedimento unico e vi partecipano i rappresentati designati dagli Enti coinvolti nel procedimento (Provincia, ASL, Regione, solo per fare qualche esempio) che si andrà ad esaminare. Viene convocata quando, trascorsi 90 giorni dalla presentazione dell istanza, uno degli attori coinvolti nel procedimento non abbia fatto pervenire allo Sportello Unico per le Attività Produttive la documentazione di assenso o comunque il parere di competenza; oppure è convocata da chi ha presentato l istanza in caso un Ente si pronunci negativamente. In questo secondo caso la Conferenza dei Servizi ha come scopo capire quali sono le mosse opportune per superare il diniego, mentre nel primo caso serve per capire dove si è verificato un disguido. La Conferenza dei Servizi può essere convocata anche nel caso di procedimenti particolarmente complessi, quando le richieste dell impresa comportano una variazione urbanistica, ad esempio. Normativa di riferimento: Lo Sportello Unico è stato previsto dal D.Lgs. 112/98 e regolamentato dal D.P.R. 447/98 modificato dal D.P.R. 440 del 7 dicembre 2000, in attuazione della legge 59/97. servizi del comune 11

14 Palazzo Trecchi (Foto: Archivio SEE)

15 L editore, così come i suoi fornitori di servizi/informazioni, commenti e contenuti, declina ogni responsabilità sull affidabilità, correttezza e precisione dei dati forniti, distribuiti e proposti nella presente pubblicazione e messi a disposizione dell utente e, con particolare riguardo alle singole scadenze fiscali indicate che, anche per legge, sono soggette a modifiche di cui l utente, pertanto, curerà la verifica. L editore non potrà, in alcun caso, considerarsi responsabile per errori e/o ritardi nella pubblicazione dei dati anche che vengano acquisiti mente alla pubblicazione. Si precisa, pertanto, che la presente pubblicazione è stata realizzata esclusivamente a scopo informativo e di ausilio tecnico e viene aggiornata occasionalmente e, cioè, qualora gli editori lo ritengano utile/opportuno, sicché, per i contenuti, non viene prestata alcuna garanzia. L utente si assume, di conseguenza, l intero rischio derivante dall utilizzo dei materiali pubblicati nel presente prodotto. L editore declina ogni responsabilità in relazione ad errori e/o omissioni riservandosi la facoltà, con espressa esclusione di ogni obbligo, della correzione degli eventuali errori/omissioni in qualunque momento, senza obbligo di avviso ed a propria esclusiva discrezione. L editore esclude ogni garanzia sia implicita sia espressa, in relazione alle informazioni contenute nella pubblicazione e l utente è obbligato a verificare ogni informazione. L editore non potrà essere considerato responsabile per eventuali errori, omissioni, imprecisioni, contenute nelle informazioni e ciò a prescindere dalla causa che le abbia determinate, né per i danni diretti, né per i danni indiretti o conseguenti, punibili e/o sanzionabili che dagli stessi siano discesi. I testi pubblicati sono soggetti a variazioni periodiche. Ricordiamo al lettore che i pagamenti che cadono in un giorno festivo sono posticipati automaticamente al primo giorno lavorativo successivo. Inoltre i termini di presentazione delle dichiarazioni che scadono di sabato sono prorogati al primo giorno feriale successivo. Per quanto riguarda gli elenchi Instrastat, se la scadenza del termine cade in un giorno festivo la presentazione è prorogata al primo giorno lavorativo successivo, mentre il sabato è considerato giorno lavorativo. GENNAIO Entro il giorno 15 Sostituti d imposta che prestano assistenza fiscale Richiesta ai lavoratori dipendenti e pensionati di comunicare preventivamente al proprio sostituto di imposta di volersi avvalere dell assistenza fiscale nel 2010 Soggetti IVA Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti Soggetti esercenti il commercio al minuto e assimilati Registrazione, anche cumulativa, delle operazioni nel mese solare Entro il giorno 16 Nel calendario 2010 il giorno 16 Gennaio è festivo, quindi il pagamento è automaticamente posticipato a lunedì 18 Gennaio. Sostituti d imposta Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente ed assimilati corrisposti nel mese Versamento in unica soluzione dell addizionale regionale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di dicembre 2009 a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro Versamento in unica soluzione dell addizionale comunale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di dicembre 2009 a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro Versamento ritenute alla fonte su redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su rendite AVS corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da riscatti di polizze vita corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su contributi, indennità e premi vari corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su interessi e redditi di capitale vari corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su premi e vincite corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su cessione scadenziario fiscale 13

16 scadenziario fiscale 14 titoli e valute corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi di capitale diversi corrisposti o maturati nel mese Condomini in qualità di sostituti d imposta Versamento delle ritenute sugli importi corrisposti nel mese relativi a prestazioni su contratti di appalto di opere o servizi effettuate nell esercizio di impresa Contribuenti IVA mensili Versamento dell IVA dovuta per il mese al netto dell acconto versato Contribuenti IVA mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall art. 1, comma 3, DPR 100/98 Versamento dell IVA dovuta per il secondo mese Contribuenti Iva che hanno ricevuto le dichiarazioni d intento rilasciate da esportatori abituali nonché intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni Presentazione della comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute nel mese Soggetti obbligati al pagamento dell accisa Versamento dell accisa sui prodotti ad essa assoggettati immessi in consumo nel mese Entro il giorno 20 Operatori intracomunitari con obbligo mensile Presentazione elenchi intrastat delle cessioni e/o acquisti intracomunitari effettuati nel mese Fabbricanti di misuratori fiscali e laboratori di verificazione periodica abilitati Trasmissione dei dati identificativi delle operazioni di verificazione periodica effettuate nel trimestre solare Entro il giorno 28 Contribuenti IVA mensili e trimestrali Ultimo giorno utile per la regolarizzazione del versamento dell acconto IVA relativo all anno 2009 non effettuato (o effettuato in misura insufficiente) entro il 28 dicembre 2009 (ravvedimento) Entro il giorno 30 Nel calendario 2010 il giorno 30 Gennaio è festivo, quindi il pagamento è automaticamente posticipato a lunedì 1 Febbraio. Titolari di contratti locazione Versamento imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 01/01/2010 Entro il giorno 31 Nel calendario 2010 il giorno 31 Gennaio è festivo, quindi la presentazione è automaticamente posticipata a lunedì 1 Febbraio. Operatori intracomunitari con obbligo trimestrale Presentazione elenchi intrastat delle cessioni intracomunitarie effettuate nel quarto trimestre 2009 (operatori trimestrali) Operatori intracomunitari con obbligo annuale Presentazione elenchi intrastat delle cessioni e/o acquisti intracomunitari effettuati nell anno 2009 (operatori annuali) note

17 FEBBRAIO Entro il giorno 1 Questi adempimenti si riferiscono al 31 Gennaio: nel 2010 è un giorno festivo, quindi sono automaticamente spostati al primo giorno lavorativo successivo, lunedì 1 Febbraio Titolari di abbonamento alla radio o alla televisione Versamento del canone annuale o della rata trimestrale o semestrale Soggetti tenuti al versamento dell Imposta Comunale sulla Pubblicità e sulle Affissioni Versamento dell Imposta comunale sulla pubblicità e sulle affissioni in un unica soluzione o come 1^ rata trimestrale per l anno 2010 Proprietari di autoveicoli con oltre 35 Kw con bollo scadente a dicembre 2009 e di ciclomotori, residenti in Regioni che non hanno stabilito termini diversi Pagamento tasse automobilistiche (bollo auto) Soggetti che occupano spazi pubblici Versamento dell imposta totale o della prima rata sull occupazione di spazi ed aree pubbliche (Tosap) Soggetti IVA Fatturazione degli imballaggi non restituiti nel corso dell anno Titolari di reddito dei terreni Denuncia delle variazioni del reddito dominicale Entro il giorno 15 Soggetti IVA Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti Soggetti esercenti il commercio al minuto e assimilati Registrazione, anche cumulativa, delle operazioni nel mese solare Entro il giorno 16 Sostituti d imposta Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente ed assimilati corrisposti nel mese Versamento imposta sostitutiva sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese, in relazione a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza legati all andamento economico delle imprese (art. 5 D.L. n. 185/2008) Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente corrisposti nel 2009 ed operate nel mese di gennaio 2010, ai sensi dell art.23, c. 3, D.P.R. 600/73 Versamento della rata dell addizionale regionale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di gennaio 2010 a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno Versamento in unica soluzione dell addizionale regionale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di gennaio 2010 a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro Versamento della rata dell addizionale comunale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di gennaio 2010 a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno Versamento in unica soluzione dell addizionale comunale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di gennaio 2010 a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro Versamento ritenute alla fonte su redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su rendite AVS corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale corrisposti nel mese scadenziario fiscale 15

18 scadenziario fiscale Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da riscatti di polizze vita corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su contributi, indennità e premi vari corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su interessi e redditi di capitale vari corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su premi e vincite corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su cessione titoli e valute corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi di capitale diversi corrisposti o maturati nel mese Condomini in qualità di sostituti d imposta Versamento delle ritenute sugli importi corrisposti nel mese relativi a prestazioni su contratti di appalto di opere o servizi effettuate nell esercizio di impresa Contribuenti IVA mensili Versamento IVA dovuta per il mese Contribuenti IVA mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall art. 1, comma 3, DPR 100/98 Versamento dell IVA dovuta per il secondo mese al netto dell acconto versato Sostituti d imposta Versamento del saldo dell imposta sostitutiva, al netto dell acconto versato, sulle rivalutazioni dei fondi per il trattamento di fine rapporto maturate nell anno 2009 Entro il giorno 20 Operatori intracomunitari con obbligo mensile Presentazione elenchi intrastat delle cessioni e/o acquisti intracomunitari effettuati nel mese Entro il giorno 28 Nel calendario 2010 il giorno 28 Febbraio è festivo, quindi il pagamento è automaticamente posticipato a lunedì 1 Marzo. Sostituti d imposta Consegna CUD e certificazione dei compensi corrisposti e delle ritenute effettuate nel 2009 Consegna certificazione degli utili e dei proventi ad essi equiparati corrisposti e delle ritenute effettuate nel 2009 Soggetti Iva Comunicazione annuale dati IVA note Contribuenti Iva che hanno ricevuto le dichiarazioni d intento rilasciate da esportatori abituali nonché intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni Presentazione della comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute nel mese Soggetti obbligati al pagamento dell accisa Versamento dell accisa sui prodotti ad essa assoggettati immessi in consumo nel mese 16

19 MARZO Entro il giorno 1 Questi adempimenti si riferiscono al 28 Febbraio: nel 2010 è un giorno festivo, quindi sono automaticamente spostati al primo giorno lavorativo successivo, lunedì 1 Marzo Titolari di contratti di locazione Versamento imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 1/2/2010 Contribuenti Iva tenuti a presentare la comunicazione annuale dei dati Iva, nonché intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni Presentazione della comunicazione dati IVA per l anno 2009 Società di persone e imprese individuali in regime di contabilità ordinaria Comunicazione dell opzione per determinare il valore della produzione netta ai fini IRAP con le stesse modalità utilizzate dalle società di capitali Soggetti autorizzati a corrispondere l imposta di bollo in maniera virtuale Versamento della 1^ rata bimestrale relativa all anno 2010 al netto dell acconto versato Proprietari di autoveicoli fino a 35 Kw con bollo scadente a gennaio 2010 e di motocicli residenti in Regioni che non hanno stabilito termini diversi Pagamento tasse automobilistiche (bollo auto) Titolari di contratti di locazione di fondi rustici Versamento imposta di registro sui contratti di locazione di fondi rustici posti in essere nell anno Entro il giorno 15 Soggetti IVA Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti Soggetti esercenti il commercio al minuto e assimilati Registrazione, anche cumulativa, delle operazioni nel mese solare Entro il giorno 16 Società di capitali Versamento della tassa annuale di Concessione Governativa per la bollatura e numerazione dei registri in misura forfettaria Sostituti d imposta Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente ed assimilati corrisposti nel mese Versamento imposta sostitutiva sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese, in relazione a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza legati all andamento economico delle imprese (art. 5 D.L. n. 185/2008) Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente corrisposti nel 2009 ed operate nel mese di febbraio 2010, ai sensi dell art.23, c.3, D.P.R. 600/73 Versamento della rata dell addizionale regionale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di febbraio 2010 a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno Versamento in unica soluzione dell addizionale regionale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di febbraio 2010 a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro Versamento della rata dell addizionale comunale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di febbraio 2010 a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno Versamento in un unica soluzione dell addizionale comunale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di febbraio 2010 a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro Versamento della rata dell acconto dell addizionale comunale all IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze di febbraio 2010 scadenziario fiscale 17

20 scadenziario fiscale 18 Versamento ritenute alla fonte su redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su rendite AVS corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto corrisposte nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da riscatti di polizze vita corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su contributi, indennità e premi vari corrisposti nel mese Versamento ritenute alla fonte su interessi e redditi di capitale vari corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su premi e vincite corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su cessione titoli e valute corrisposti o maturati nel mese Versamento ritenute alla fonte su redditi di capitale diversi corrisposti o maturati nel mese Condomini in qualità di sostituti d imposta Versamento ritenute operate dai condomini sui corrispettivi corrisposti nel mese per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi effettuate nell esercizio di impresa Contribuenti Iva che hanno ricevuto le dichiarazioni d intento rilasciate da esportatori abituali nonché intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni Presentazione della comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute nel mese Contribuenti IVA mensili Versamento dell IVA dovuta per il mese Contribuenti IVA mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall art. 1, comma 3, DPR 100/98 Versamento dell IVA dovuta per il secondo mese Contribuenti IVA Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell IVA relativa al 2009 risultante dalla dichiarazione annuale senza maggiorazione di interessi Soggetti obbligati al pagamento dell accisa Versamento dell accisa sui prodotti ad essa assoggettati immessi in consumo nel mese Entro il giorno 20 Operatori intracomunitari con obbligo mensile Presentazione elenchi intrastat delle cessioni e/o acquisti intracomunitari effettuati nel mese Entro il giorno 30 Titolari di contratti di locazione Versamento imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 1/3/2010 Entro il giorno 31 Soggetti tenuti al versamento dell Imposta comunale sulla pubblicità e sulle affissioni Versamento della 2^ rata trimestrale anticipata dell Imposta comunale sulla pubblicità e sulle affissioni Datori di lavoro che sono stati ammessi a beneficiare del credito d imposta sulle assunzioni Presentazione comunicazione annuale che attesta il mantenimento del livello occupazionale

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. Premessa 1 1. Soggetti obbligati all invio 1 2. Modalità e termini di presentazione del flusso 1 3. Frontespizio

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92)

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) REGOLAMENTO RECANTE APPROVAZIONE DELLE DELIBERAZIONI IN DATA 16 MAGGIO

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 6/E Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa 1.1 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Chiarimenti interpretativi relativi a quesiti posti in occasione degli eventi Videoforum

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Domanda di partecipazione alla Fiera:

Domanda di partecipazione alla Fiera: Domanda di partecipazione alla Fiera: ARTI & MESTIERI EXPO -Roma, Fiera di Roma, 12 15 dicembre 2013 MODULO DA RESTITUIRE DEBITAMENTE COMPILATO ENTRO E NON OLTRE L 11 NOVEMBRE 2013 a: FIERA ROMA SRL SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli