Gestione separata GESAV

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione separata GESAV"

Transcript

1 Gestione separata GESAV 1/10

2 GESAV: caratteristiche La Gestione separata GESAV, costituita nel 1979, è la prima Gestione separata rivalutabile del mercato Italiano. GESAV vanta un track record e una storicità di rendimenti unici. La dimensione e la composizione della GESAV consente: un ampia diversificazione degli investimenti; livelli minimi dei rischi collegati ai singoli titoli in portafoglio; un adeguato turnover del portafoglio e dell attività di trading. Le caratteristiche legate alla sua struttura consentono di realizzare prodotti con la garanzia di restituzione di almeno il capitale alla scadenza quindi i capitali investiti in GESAV non possono diminuire di valore. I contratti collegati alla GESAV prevedono il meccanismo di consolidamento dei rendimenti conseguiti annualmente: gli incrementi di valore vengono capitalizzati quindi sono sempre garantiti al Cliente e non possono essere ridotti da eventuali minori rendimenti nel futuro*. * In base al prodotto prescelto, possono essere presenti penali di riscatto o di somma ridotta. 2/10

3 GESAV: la filosofia di gestione La filosofia di gestione tende a massimizzare i rendimenti nel medio-lungo termine, con un costante monitoraggio del profilo di rischio/rendimento dei portafogli, attraverso un processo volto a: analizzare le variabili macroeconomiche per le decisioni di asset allocation; diversificare attentamente gli investimenti; selezionare singoli titoli azionari basandosi sia sull analisi di dati macroeconomici (ciclo economico, andamento dei tassi di interesse e delle valute, politiche monetarie e fiscali) sia sullo studio dei fondamentali delle singole società (dati reddituali, potenzialità di crescita e posizionamento sul mercato), privilegiando comunque l investimento in titoli ad elevato dividendo in modo da garantire redditività corrente alla Gestione. mantenere un adeguato turnover del portafoglio e dell attività di trading; cogliere, per la componente obbligazionaria, differenziali di rendimento sulla curva dei tassi di interesse offerti dai titoli corporate rispetto ai titoli governativi, sempre nel rispetto della durata degli impegni delle passività; 3/10

4 GESAV: consistenza patrimoniale L elevata consistenza patrimoniale è garanzia di solidità economica ed è tale da consentire ampi margini di operatività nella gestione e nella diversificazione del portafoglio. Patrimonio gestito al 31/12/2009: ,5 milioni di euro , , , , , , , , , ,0 Dic-00 Dic-01 Dic-02 Dic-03 Dic-04 Dic-05 Dic-06 Dic-07 Dic-08 Dic-09 4/10

5 GESAV: performance Anno GESAV Rendimento medio dei titoli di Stato e delle obbligazioni Inflazione 8,00% 7,00% 6,00% 7,66% 6,27% GESAV Rendimento medio dei titoli di Stato e delle obbligazioni Inflazione ,66% 6,27% 5,03% 5,01% 4,95% 4,97% 5,03% 5,57% 4,93% 4,67% 3,73% 3,59% 3,16% 3,86% 2,60% 2,70% 2,50% 2,50% 2,00% 1,70% 2,00% 5,00% 4,00% 3,00% 2,00% 5,57% 2,60% 4,93% 2,70% 5,03% 5,01% 4,95% 4,97% 5,03% 4,67% 3,73% 3,86% 3,59% 3,16% 2,50% 2,50% 2,00% 1,70% 2,00% 5,40% 1,70% 4,46% 3,20% 3,54% ,40% 4,46% 1,70% 3,20% 1,00% ,54% 0,75% 0,00% 0,75% GESAV I rendimenti al lordo dei prelievi disciplinati dalle condizioni di polizza sono relativi al periodo gennaio-dicembre e sono applicati alle rivalutazioni del mese di marzo immediatamente successivo. Inflazione Indice ISTAT prezzi al consumo per le famiglie italiane di operai ed impiegati. 5/10

6 GESAV: rendimenti mensilizzati La possibilità di monitorare mensilmente l andamento dei tassi di rendimento conseguiti dalla GESAV consente al Cliente una costante valutazione dei risultati del proprio investimento. 4,80% 4,60% 4,54% 4,78% 4,74% 4,68% 4,67% 4,54% 4,50% 4,48% 4,40% 4,43% 4,20% 4,18% 4,13% 4,00% Nov-09 Dic-09 Gen-10 Feb-10 Mar-10 Apr-10 Mag-10 Giu-10 Lug-10 Ago-10 Set-10 Ott-10 NB: il rendimento GESAV, al lordo dei prelievi secondo le condizioni di polizza, è riferito al mese di ricorrenza dei contratti, in particolare il rendimento di marzo (che si riferisce al periodo gennaio-dicembre) rappresenta il rendimento ufficiale dell anno precedente. 6/10

7 GESAV: Asset Allocation (aggiornata al 30/06/2010) Titoli di stato Corporate Azioni Fondi Comuni 50,25% 30,53% 12,93% 4,56% 1,73% 7/10

8 GESAV: la componente azionaria (aggiornata al 30/06/2010) Diversificazione per paese Diversificazione per settore Italia 73,71% Paesi Bassi 8,38% Francia 7,39% Svizzera 3,19% Germania 3,14% Stati Uniti 2,25% 1,93% Financial: Banks Telecommunication Services Industrials Utilities Financials: Non-banks Energy Consumer Discretionary Healt Care Consumer Staples Materials 22,86% 16,97% 16,86% 15,87% 13,57% 3,17% 3,12% 2,95% 1,88% 1,77% 0,98% 8/10

9 GESAV: la componente obbligazionaria (aggiornata al 30/06/2010) Titoli di stato Diversificazione per tipologia Corporate Diversificazione per settore BTP 87,82% Altri titoli di stato 6,59% BOT 2,55% Enti pubblici 1,12% Enti sovranazionali 1,07% 0,84% Financial: Banks 41,75% Utilities 16,13% Financial: Non-banks 8,24% Telecommunication Services Industrials Asset Backed Consumer Discretionary Covered Bonds Materials Consumer Staples Energy 6,49% 5,62% 4,37% 3,73% 3,39% 3,27% 2,81% 2,19% 2,01% 9/10

10 GESAV: la componente obbligazionaria (aggiornata al 30/06/2010) Titoli di stato e Corporate Diversificazione per Rating AAA AA A BBB BB B 5,19% 56,91% 22,15% 14,22% 1,04% 0,42% 0,07% 84,25% 10/10

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 Benchmark: 100% Benchmark NP Bilanciato 2 Categoria Assogestioni: Bilanciato Nextam Partners Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 % Patrimonio Netto 1 BTP ITALIA 1.65%

Dettagli

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report mensile al 30/01/2015

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report mensile al 30/01/2015 Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa Informazioni anagrafiche Portafoglio n. 676057 Benchmark Data inizio mandato 22/11/2013 Banca d'appoggio Service amministrativo

Dettagli

desideriamo comunicarle i dati relativi alla Sua polizza aggiornati al 31/12/2015.

desideriamo comunicarle i dati relativi alla Sua polizza aggiornati al 31/12/2015. SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Sede operativa: Via C.Ederle, 45 37126 Verona VR CPSC - 2218 - MILANO CP - 03804 GENT. SIG.RA LOREDANA CESARE VIA TRIPOLI 16 10060 CASTAGNOLE PIEMONTE TO Verona, 09 marzo

Dettagli

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report al 30 set 2014

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report al 30 set 2014 Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa Report al 30 set 2014 Sommario Sezione 1. Visione sintetica del portafoglio pag. 2 Sezione 2. Performance e indicatori

Dettagli

SPECIALE FONDI INTERNI - EUROQUOTA DICEMBRE 13

SPECIALE FONDI INTERNI - EUROQUOTA DICEMBRE 13 dic-12 gen-13 feb-13 apr-13 mag-13 lug-13 ago-13 ott-13 nov-13 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 Categoria Fondo Prodotti assicurativi legati al Fondo Obiettivo Asset Allocation

Dettagli

FINDOMESTIC MIX. Report al 31 gen 2011

FINDOMESTIC MIX. Report al 31 gen 2011 FINDOMESTIC MIX Report al 31 gen 2011 Sommario Sezione 1. Visione sintetica del portafoglio pag. 2 Sezione 2. Performance e indicatori di rischio pag. 4 Sezione 3. Analisi del portafoglio pag. 7 Sezione

Dettagli

LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI

LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI Modulo di Formazione per Neo Intermediari Assicurativi LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI VERSIONE Giugno 2010 Le linee di investimento Nelle forme di assicurazione rivalutabili

Dettagli

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report al 31 dic 2014

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report al 31 dic 2014 Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa Report al 31 dic 2014 Sommario Sezione 1. Visione sintetica del portafoglio pag. 2 Sezione 2. Performance e indicatori

Dettagli

Gestione Separata Auris

Gestione Separata Auris Gestione Separata Auris Investment pack gennaio 2010 Rendimento certificato 2009: 5,11% Gestione Separata Auris Prodotti collegati Nome Prodotto Durata Tipo premio Caratteristiche principali Valore Plus

Dettagli

INFORMAZIONI SU COSTI, SCONTI, REGIME FISCALE

INFORMAZIONI SU COSTI, SCONTI, REGIME FISCALE INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

Il presente Fascicolo informativo, contenente. Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di polizza Glossario Modulo di proposta

Il presente Fascicolo informativo, contenente. Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di polizza Glossario Modulo di proposta Assicurazione sulla vita a premio unico di un capitale espresso in quote assicurate di fondi interni abbinata ad un assicurazione sulla vita di un capitale rivalutabile Il presente Fascicolo informativo,

Dettagli

POPOLARE VITA PREVIDENZA

POPOLARE VITA PREVIDENZA POPOLARE VITA S.p.A. Gruppo Assicurativo Unipol POPOLARE VITA PREVIDENZA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO (PIP) DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE (Tariffa n 537) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 87 - Luglio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

European Investment Consulting

European Investment Consulting European Investment Consulting Fondo Eurofer Gestione finanziaria Andamento e view Milano, 5 ottobre 2015 Economia mondiale: situazione e prospettive I mercati finanziari nel 2015 L andamento delle gestioni

Dettagli

ALM & Innovazione Finanziaria: Just Play Simple!

ALM & Innovazione Finanziaria: Just Play Simple! ALM & Innovazione Finanziaria: Just Play Simple! Arnaud Ganet Amministratore Delegato Alberico Potenza Direttore Generale Groupama Asset Management Sgr Indice Groupama Asset Management Gli eccessi dell

Dettagli

SPECIALE FONDI INTERNI - RAIFFPLANET MARZO15

SPECIALE FONDI INTERNI - RAIFFPLANET MARZO15 mar-14 apr-14 mag-14 lug-14 ago-14 ott-14 nov-14 gen-15 feb-15 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 set-13 dic-13 mar-14 Categoria Fondo Prodotti assicurativi legati al Fondo Obiettivo Asset Allocation

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 8 - Maggio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Febbraio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

Fondo Pensione Alifond Funzione Finanza Assemblea del 7/05/2013 GIAMPAOLO CRENCA

Fondo Pensione Alifond Funzione Finanza Assemblea del 7/05/2013 GIAMPAOLO CRENCA Fondo Pensione Alifond Funzione Finanza Assemblea del 7/05/2013 GIAMPAOLO CRENCA 1 Caratteristiche dei comparti di Alifond Si riporta una breve descrizione dei diversi comparti di investimento di Alifond:

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Regulated by RICS IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO dagli anni 60 al 31/12/2015 (con ipotesi di andamento del mercato sino al 2027) Copyright Marzo 2016 Reddy s Group srl- Real Estate Advisors

Dettagli

MEDIOLANUM FLESSIBILE SVILUPPO ITALIA Andrea Buragina Portfolio Manager

MEDIOLANUM FLESSIBILE SVILUPPO ITALIA Andrea Buragina Portfolio Manager MEDIOLANUM FLESSIBILE SVILUPPO ITALIA Andrea Buragina Portfolio Manager Il portafoglio NAV : 552 milioni di Euro ESPOSIZIONE AZIONARIA: BREAKDOWN SETTORIALE Numero titoli Duration 80 2.9 Obbligazioni Corporate

Dettagli

I vantaggi di Astri (e dei fondi pensione negoziali) rispetto al Tfr. Riccardo Cesari (Università di Bologna) 22 Aprile 2009

I vantaggi di Astri (e dei fondi pensione negoziali) rispetto al Tfr. Riccardo Cesari (Università di Bologna) 22 Aprile 2009 I vantaggi di Astri (e dei fondi pensione negoziali) rispetto al Tfr Riccardo Cesari (Università di Bologna) 22 Aprile 2009 1 La nuova configurazione multicomparto di Astri Comparto Garantito: 95-5 (Cattolica)

Dettagli

RELAZIONE ALLA GESTIONE I QUADRIMESTRE 2016

RELAZIONE ALLA GESTIONE I QUADRIMESTRE 2016 Migliaia RELAZIONE ALLA GESTIONE I QUADRIMESTRE 2016 Nei primi quattro mesi del 2016 (di seguito periodo di riferimento ) la crescita del patrimonio in gestione è stata significativa, si è passati dai

Dettagli

PER INVESTIRE SULLA GIUSTA ROTTA.

PER INVESTIRE SULLA GIUSTA ROTTA. PRODOTTI CON CEDOLA ubi SICAV obiettivo stabilità ubi SICAV obiettivo controllo PER INVESTIRE SULLA GIUSTA ROTTA. UBI Sicav Obiettivo Stabilità e UBI Sicav Obiettivo Controllo UBI Sicav Obiettivo Stabilità

Dettagli

Sommario Commento Macroeconomico A cura di: Paolo Bosani e Francesco Castelli. Kairos Partners Fund A cura di: Fabrizio Carlini e Francesco Zantoni

Sommario Commento Macroeconomico A cura di: Paolo Bosani e Francesco Castelli. Kairos Partners Fund A cura di: Fabrizio Carlini e Francesco Zantoni FUND REPORT 06 Giugno 2007 Sommario Commento Macroeconomico A cura di: Paolo Bosani e sco Castelli Kairos Partners Fund A cura di: Fabrizio Carlini e sco Zantoni Promosso da Il Sole 24 Ore Miglior Fondo

Dettagli

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012 Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Benzina verde con servizio alla pompa Ago-08 Set-08 Ott-08 Nov-08 Dic-08 Firenze 1,465

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine maggio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.800 miliardi di euro

Dettagli

Astri. Assemblea dei delegati del 23 aprile Riccardo Cesari, Università di Bologna

Astri. Assemblea dei delegati del 23 aprile Riccardo Cesari, Università di Bologna Astri Assemblea dei delegati del 23 aprile 2012 Riccardo Cesari, Università di Bologna 1 Sintesi Uno sguardo ai mercati nel 2011 I risultati dei comparti di Astri assoluti e comparati L aggiornamento 2012

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine giugno 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,5 miliardi di euro

Dettagli

Open Fund Nuova Tirrena Fondo pensione aperto a contribuzione definita

Open Fund Nuova Tirrena Fondo pensione aperto a contribuzione definita Open Fund Nuova Tirrena Fondo pensione aperto a contribuzione definita INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati storici sono aggiornati al 31/12/2006 Ramo 65 (senza rivalutazione annua ) Ramo

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine aprile 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.799,6 miliardi di euro

Dettagli

ARCA Strategia Globale Strategie di investimento per un mondo che cambia

ARCA Strategia Globale Strategie di investimento per un mondo che cambia ...Le risposte devono essere strategiche Arca SGR gestisce una gamma di fondi con strategie specializzate nel costante controllo del rischio, con un approccio di investimento multi-asset e globale, capace

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine marzo 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

Berica Doppia Formula: la nuova polizza vita multiramo

Berica Doppia Formula: la nuova polizza vita multiramo Berica Doppia Formula: la nuova polizza vita multiramo Un prodotto al passo con il trend di mercato Uno strumento per un investimento personalizzato, diversificato e flessibile Una polizza innovativa che

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine gennaio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,7 miliardi di

Dettagli

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. TURNI FARMACIE APRILE 2016 Sab. 2 apr. Dom. 3 apr. Sab. 9 apr. Dom. 10 apr. Sab. 16 apr. Dom. 17 apr. Sab. 23 apr. Dom. 24 apr. Lun. 25 apr. Sab. 30 apr. Dom. 1 mag. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

Dettagli

Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia

Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Roma, 14 dicembre 2012 Alcuni fatti Le imprese in Italia - attive: 5.300.000 - con debiti bancari > 30.000 euro: 1.900.000

Dettagli

Gestione Separata Ri.Alto

Gestione Separata Ri.Alto Gestione Separata Ri.Alto Investment pack Rendimento Certificato 2011 4,40% Gestione Separata Ri.Alto Prodotti collegati Nome Prodotto Durata Tipo premio Caratteristiche principali New Security ed. 05/11

Dettagli

Report Statistico Quarto trimestre 2014

Report Statistico Quarto trimestre 2014 Report Statistico Quarto trimestre 2014 2014 n.4 Sommario Nota metodologica... 3 Tab. 1 e al 31 dicembre 2014... 4 Tab. 2 Linee di investimento, iscritti e per tipologia di... 4 Tab. 3 e per tipologia

Dettagli

Caratteristiche dei Fondi e modalità di partecipazione

Caratteristiche dei Fondi e modalità di partecipazione Parte I del Prospetto Informativo Caratteristiche dei Fondi e modalità di partecipazione Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni mobiliare di diritto italiano armonizzati alla direttiva 85/611/CE di

Dettagli

GLOBAL CURRENCIES. Fausto Artoni, Stefano Mach, Luca Lionetti. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Giugno 2012.

GLOBAL CURRENCIES. Fausto Artoni, Stefano Mach, Luca Lionetti. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Giugno 2012. GLOBAL CURRENCIES Fausto Artoni, Stefano Mach, Luca Lionetti Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Giugno 2012 1 PERCHE INVESTIRE IN UN PRODOTTO IN VALUTA EX EURO Diversificazione sia rispetto

Dettagli

Asset class: Fondi Cedola & Reddito Multivalore Speaker: Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Riccardo Ceretti -

Asset class: Fondi Cedola & Reddito Multivalore Speaker: Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Riccardo Ceretti - Asset class: Fondi Cedola & Reddito Multivalore Speaker: Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Riccardo Ceretti - Responsabile Investimenti Azionari Moderatore: Marco Parmiggiani

Dettagli

BOND TARGET 2015. settembre 2011. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2011

BOND TARGET 2015. settembre 2011. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2011 Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2011 1 : LA PREMESSA Nei prossimi 12 mesi scadono in Italia: 100 mld di obbligazioni bancarie 200 mld di titoli di Stato non è un prodotto

Dettagli

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18 ESER. POL AGEN. POL RAMO POL NUM. POL. ESER. SIN AGEN. SIN. NUM. SIN RAMO SIN. ISPETTORATO DATA AVVENIM. DATA CHIUSURATIPO DEN. TIPO CHIUSTP RESP ASSICURATO PREVENTIVO PAGATO DA RECUPERARE 2007 1467 130

Dettagli

Report Statistico Terzo trimestre 2013

Report Statistico Terzo trimestre 2013 Report Statistico Terzo trimestre 2013 2013 n. 3 Sommario Nota metodologica... 3 Tab. 1 e al 30 settembre 2013... 4 Tab. 2 Linee di investimento, iscritti e per tipologia di comparto... 4 Tab. 3 e per

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani - Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani - Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani - Responsabile Pianificazione Commerciale e Sviluppo Rete Arca Fund

Dettagli

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Sentiment Index MAGGIO 17 CFA Italy Radiocor Financial Business Survey Maggio 17 Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con

Dettagli

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Sentiment Index GIUGNO 217 CFA Italy Radiocor Financial Business Survey Giugno 217 Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Aggregati monetari e creditizi dell area dell euro: le componenti italiane Nuova serie Anno XII Numero 29-3 Giugno 2002 BANCA D ITALIA

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.807,7 miliardi di euro (cfr.

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) 1. A novembre 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.813,3 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è

Dettagli

Gestione Separata Ri.Alto in $

Gestione Separata Ri.Alto in $ Gestione Separata Ri.Alto in $ Investment pack Rendimento Certificato 2011 6,36% Gestione Separata Ri.Alto $ Prodotti collegati Nome Prodotto Durata Tipo premio Caratteristiche principali InDollari 5 40

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 12 Anno XXI - 8 Marzo 2011 Avviso AVVISO A partire dal Supplemento n. 7 dell'8 febbraio 2011, vengono pubblicate

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA

I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2011-2012 Sergio Desantis Statistiche e Studi Attuariali Milano, 16 luglio 2012 agenda

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani - Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani - Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella - Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani - Responsabile Pianificazione Commerciale e Sviluppo Rete Arca Fund

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 7 Anno XXIII - 8 Febbraio 2013 Avviso AVVISO Il Supplemento è articolato in tre sezioni: 1. Statistiche

Dettagli

Piano Investimento Italia. 31 Agosto 2017

Piano Investimento Italia. 31 Agosto 2017 Piano Investimento Italia 31 Agosto 2017 Indice Piano Investimento Italia Commento mensile Piano Bilanciato Italia 30 Classe A Piano Bilanciato Italia 30 Classe B Piano Bilanciato Italia 50 Classe A Piano

Dettagli

Assemblea degli Azionisti. Milano, 28 Ottobre 2011

Assemblea degli Azionisti. Milano, 28 Ottobre 2011 Assemblea degli Azionisti Milano, 28 Ottobre 2011 Sommario 1. Bilancio al 30 Giugno 2011 2. Risultati trimestrali al 30 Settembre 2011 2 Buon andamento penalizzato dalle svalutazioni Risultati normalizzati

Dettagli

Asset class: Fondi Cedola Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo

Asset class: Fondi Cedola Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Asset class: Fondi Cedola Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Cedola 18 NOVEMBRE

Dettagli

SMART REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Il presente Regolamento costituisce parte integrante delle condizioni di assicurazione

SMART REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Il presente Regolamento costituisce parte integrante delle condizioni di assicurazione SMART REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Il presente Regolamento costituisce parte integrante delle condizioni di assicurazione 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti,

Dettagli

Il portafoglio modello in oggetto supporta una linea GPF Absolute Return con investimento azionario flessibile tra 0-100%.

Il portafoglio modello in oggetto supporta una linea GPF Absolute Return con investimento azionario flessibile tra 0-100%. L offerta di prodotti a ritorno assoluto punta su proporre un buon equilibrio tra risultati e rischi corsi, sfruttando tipicamente la capacità di gestire attivamente il trade-off rendimento-rischio. Il

Dettagli

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Sentiment Index SETTEMBRE 217 CFA Italy Radiocor Financial Business Survey Settembre 217 Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione

Dettagli

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Sentiment Index APRILE 17 CFA Italy Radiocor Financial Business Survey Aprile 17 Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con

Dettagli

METODOLOGIA TICHE. SEZIONE 1 Costruzione e monitoraggio del portafoglio azionario SEZIONE 2 Risultati del portafoglio azionario dal 2000 al 2016

METODOLOGIA TICHE. SEZIONE 1 Costruzione e monitoraggio del portafoglio azionario SEZIONE 2 Risultati del portafoglio azionario dal 2000 al 2016 www.tiche.net info@tiche.net METODOLOGIA TICHE SEZIONE 1 Costruzione e monitoraggio del portafoglio azionario SEZIONE 2 Risultati del portafoglio azionario dal 2000 al 2016 SEZIONE 1 Costruzione del portafoglio

Dettagli

PER INVESTIRE SULLA GIUSTA ROTTA.

PER INVESTIRE SULLA GIUSTA ROTTA. PRODOTTI CON CEDOLA UBI PRAMERICA OBIETTIVO STABILITÀ UBI PRAMERICA OBIETTIVO CONTROLLO PER INVESTIRE SULLA GIUSTA ROTTA. UBI PRAMERICA OBIETTIVO STABILITÀ E UBI PRAMERICA OBIETTIVO CONTROLLO UBI Pramerica

Dettagli

INTERNATIONAL BOND TARGET GIUGNO 2016

INTERNATIONAL BOND TARGET GIUGNO 2016 INTERNATIONAL BOND TARGET GIUGNO 2016 Fausto Artoni, Stefano Mach, Luca Lionetti Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Febbraio 2012 1 CARATTERISTICHE DELL EMISSIONE Periodo di collocamento

Dettagli

SPECIALE FONDI INTERNI - EUROQUOTA MARZO 15

SPECIALE FONDI INTERNI - EUROQUOTA MARZO 15 mar-14 apr-14 mag-14 lug-14 ago-14 ott-14 nov-14 gen-15 feb-15 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 set-13 dic-13 mar-14 Categoria Fondo Prodotti assicurativi legati al Fondo Obiettivo Asset Allocation

Dettagli

In questi giorni, la società di revisione ha certificato i rendimenti delle gestioni separate Montepaschi Vita per il 2006.

In questi giorni, la società di revisione ha certificato i rendimenti delle gestioni separate Montepaschi Vita per il 2006. ASS ERVATRI MNTEPASCHIVITA MNTEPASCHI ASSICURAZINI DANNI MNTEPASCHI LIFE FCUS GESTINI SEPARATE In questi giorni, la società di revisione ha certificato i rendimenti delle gestioni separate Montepaschi

Dettagli

AZIMUT SGR SpA FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO

AZIMUT SGR SpA FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO AZIMUT SGR SpA SISTEMA FORMULA 1 FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO,

Dettagli

Identità ed evoluzione di un fondo

Identità ed evoluzione di un fondo Identità ed evoluzione di un fondo Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori dell industria metalmeccanica, dell installazione di impianti e dei settori affini Universo Cometa Nucleo Organi

Dettagli

PreviNext Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione

PreviNext Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Lombarda Vita S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni PreviNext Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione (ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre

Dettagli

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA 6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA Monica Cellerino, Responsabile Territorio Lombardia Giugno 2012 AGENDA LE BANCHE ITALIANE: ESPOSIZIONE VERSO I PAESI IN DIFFICOLTÀ, RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE BASILEA

Dettagli

Lisbona, 1 ottobre Matteo Biancofiore Presidente. Fondo Pensione Fon.Te. Albo Covip 123 FONDO PENSIONE FON.TE.

Lisbona, 1 ottobre Matteo Biancofiore Presidente. Fondo Pensione Fon.Te. Albo Covip 123 FONDO PENSIONE FON.TE. Lisbona, 1 ottobre 2013 Matteo Biancofiore Presidente Fondo Pensione Fon.Te. Albo Covip 123 1 Cos è Fon.Te.? Fondo Pensione complementare a capitalizzazione per i lavoratori del commercio, del turismo

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Gianfranco Torriero Agenda 1 > Roe: determinanti della redditività 2 > La qualità del credito e l adeguatezza patrimoniale 3 > Attivi

Dettagli

GP GOLD Brochure_GPGold_210x250.indd /04/

GP GOLD Brochure_GPGold_210x250.indd /04/ GP GOLD UNA GESTIONE DINAMICA E DIVERSIFICATA GP Gold è una gestione patrimoniale che investe in titoli, fondi, comparti di sicav ed etf, attraverso diverse linee di investimento definite in funzione delle

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A novembre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 8 - Marzo PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

I contributi netti raccolti sono stati quindi investiti nel tempo in diverse Gestione separate, che sono:

I contributi netti raccolti sono stati quindi investiti nel tempo in diverse Gestione separate, che sono: Alla Cortese attenzione dei Membri del Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione dei dipendenti delle Società del Gruppo Generali Relazione di cui al Documento sulle Politiche di Investimento - esercizio

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) 1. A febbraio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.826,8 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Le soluzioni di Arca Portafogli in strumenti Finanziari PIR

Le soluzioni di Arca Portafogli in strumenti Finanziari PIR Le soluzioni di Arca Portafogli in strumenti Finanziari PIR Valorizzazione INVESTIMENTO Politica di investimento La soluzione proposta nasce per investire in ottica di lungo periodo (almeno 57 anni) in

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI GENERALI

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI GENERALI SCHEDA SINTETICA 1 di 4 INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni

Dettagli

Elaborazione: Ufficio Statistica CCIAA Bologna

Elaborazione: Ufficio Statistica CCIAA Bologna INDICI RACCORDATI (BASE 2010=100) DEI PREZZI AL CONSUMO PER LE FAMIGLIE DI OPERAI E IMPIEGATI (FOI) INDICE GENERALE, AL NETTO DEI CONSUMI DI TABACCHI - ITALIA - ANNO GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET

Dettagli

Titoli di Stato in circolazione suddivisi per anno di scadenza

Titoli di Stato in circolazione suddivisi per anno di scadenza Ministero dell'economia e delle Finanze Debito Pubblico Titoli di Stato in circolazione suddivisi per anno di scadenza ( Dati aggiornati al 30 Novembre 2011 ) TITOLI IN SCADENZA NEL 2011 IT0004565344 BOT

Dettagli

Gruppo Generali - Relazione Annuale Integrata e Bilancio Consolidato di Gruppo 2015

Gruppo Generali - Relazione Annuale Integrata e Bilancio Consolidato di Gruppo 2015 Investimenti Nella sotto riportata tabella gli investimenti di Gruppo sono suddivisi nelle quattro categorie contabili IAS, come presentati nello Stato patrimoniale, nonché per asset class strumenti di

Dettagli

ANTELAO PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE B CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ANTELAO PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE B CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Modifiche al Regolamento Unico degli OICVM non riservati gestiti da SOFIA SGR S.p.A. (ex ADVAM) Le parti oggetto di modifica sono evidenziate in giallo. TESTO PRECEDENTE NUOVA FORMULAZIONE PARTE A - SCHEDA

Dettagli

BG Stile Garantito Per rimanere sempre a galla: Facile, Sicuro, Redditizio Product Pack

BG Stile Garantito Per rimanere sempre a galla: Facile, Sicuro, Redditizio Product Pack BG Stile Garantito Per rimanere sempre a galla: Facile, Sicuro, Redditizio Product Pack AGENDA A chi si rivolge Caratteristiche tecniche Prestazioni di base Riscatto Opzioni Rendita La gestione separata

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Marzo PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 7 - Febbraio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

Crescere attraverso la rete di vendita e le attività commerciali Le attività commerciali

Crescere attraverso la rete di vendita e le attività commerciali Le attività commerciali Crescere attraverso la rete di vendita e le attività commerciali Le attività commerciali Antonio Catalani Indice dai problemi alle soluzioni come individuare le opportunità di crescita nell ambito commerciale

Dettagli

Denuncia ex articolo 2408 del Codice Civile del 7. Integrazione denuncia ex art cod. civ. presentata in data 7 marzo 2016 del 21 settembre

Denuncia ex articolo 2408 del Codice Civile del 7. Integrazione denuncia ex art cod. civ. presentata in data 7 marzo 2016 del 21 settembre Analisi conclusiva in merito alla Denuncia ex articolo 2408 del Codice Civile del 7 marzo 2016 e alla Integrazione denuncia ex art. 2408 cod. civ. presentata in data 7 marzo 2016 del 21 settembre 2016

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) 1. A giugno 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825,9 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) 1. A maggio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.817,6 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Prevedibile evoluzione. (in milioni di euro) 31/12/ /12/2015 Totale valore di Composizione (%) Totale valore di Composizione (%)

Prevedibile evoluzione. (in milioni di euro) 31/12/ /12/2015 Totale valore di Composizione (%) Totale valore di Composizione (%) 191 Investimenti Nella sotto riportata tabella gli investimenti di Gruppo sono suddivisi nelle quattro categorie contabili IAS, come presentati nello Stato patrimoniale, nonché per asset class strumenti

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A ottobre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

SERIE STORICA PRINCIPALI INDICI E PARAMETRI

SERIE STORICA PRINCIPALI INDICI E PARAMETRI TASSO LEGALE La determinazione del TASSO LEGALE è prevista dall'articolo 1284 C.C. Sino alla fine del 1997 la misura di detto tasso è stata fissata con provvedimento legislativo. A partire dalla fine del

Dettagli

L INVESTIMENTO A BREVE TERMINE CHE METTE IN MOTO I TUOI RISPARMI.

L INVESTIMENTO A BREVE TERMINE CHE METTE IN MOTO I TUOI RISPARMI. PRODOTTO CON CEDOLA UBI PRAMERICA START L INVESTIMENTO A BREVE TERMINE CHE METTE IN MOTO I TUOI RISPARMI. Un contesto economico caratterizzato da tassi bassi e da una sempre maggiore complessità nella

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) 1. A marzo 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.820 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

10 novembre 2015 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

10 novembre 2015 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 10 novembre 2015 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO

Dettagli

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008 Bollettino Economico Appendice statistica Numero 51 Gennaio 2008 AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli