RICERCA STARTUP POLITICHE INDUSTRIALI BANDA ULTRALARGA SVILUPPO AUDIT ENERGETICI CERTEZZA SUI TEMPI INNOVAZIONE INVESTIMENTI IN ITC COMPETITIVITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RICERCA STARTUP POLITICHE INDUSTRIALI BANDA ULTRALARGA SVILUPPO AUDIT ENERGETICI CERTEZZA SUI TEMPI INNOVAZIONE INVESTIMENTI IN ITC COMPETITIVITÀ"

Transcript

1 R I L A N C I M P R E S A L E G G E R E G I O N A L E SVILUPPO INNOVAZIONE COMPETITIVITÀ ATTRATTIVITÀ INVESTIMENTI SOSTEGNO ALLE PMI INVESTIMENTI PER BENI STRUMENTALI AGEVOLAZIONI IMPRESE MONTANE BANDA ULTRALARGA SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA AUDIT ENERGETICI INVESTIMENTI IN ITC AGENZIA INVESTIMENTI FVG STARTUP CERTEZZA SUI TEMPI AGEVOLAZIONI FISCALI IRAP RICERCA AGGREGAZIONE DI IMPRESE AGEVOLAZIONI IMPRESE ARTIGIANE PMI

2 O B I E T T I V I D E L L A R I F O R M A SEMPLIFI CAZIONE ATTRAZIONE NUOVI INVESTIMENTI SVILUPPO SISTEMA PRODUTTIVO SVILUPPO SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI 1

3 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO AGENZIA INVESTIMENTI FVG AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE RIDUZIONE 1% IRAP 2

4 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE RIDUZIONE 1% IRAP CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO AGENZIA INVESTIMENTI FVG AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE ATTRAE INVESTIMENTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI COSTITUISCE IL PRIMO PUNTO DI RIFERIMENTO PER GLI INVESTITORI (ONE STOP SHOP) IMPRESA E P.A. ELABORA E ATTUA IL PROGRAMMA DI MARKETING LOCALIZZATIVA REGIONALE FACILITA LE PROCEDURE DI INSEDIAMENTO 3

5 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE RIDUZIONE 1% IRAP CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO AGENZIA INVESTIMENTI FVG AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE CREA LA RETE DI COMPETENZE REGIONALI: FINEST SPA FRIULIA SPA MEDIOCREDITO FVG COMUNI UNIONI TERRITORIALI INTERCOMUNALI CONSORZI DI SVILUPPO ECONOMICO LOCALE EZIT PARCHI SCIENTIFICI E TECNOLOGICI SISTEMA CAMERALE INCUBATORI DI IMPRESA 4

6 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I DEFINISCE IL PER LA RICERCA DI INVESTITORI NAZIONALI ED ESTERI PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO MAPPA LE AREE PRODUTTIVE DISPONIBILI VALORIZZA DOMANDA E OFFERTA DI MANODOPERA PROMUOVE DELLA REGIONE (ES: PORTALE DEL MARKETING TERRITORIALE) RIDUZIONE 1% IRAP AGENZIA INVESTIMENTI FVG AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE 5

7 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE RIDUZIONE 1% IRAP CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO AGENZIA INVESTIMENTI FVG AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE LOCALIZZATI NELLE AREE INDUSTRIALI D1 MIRATI ALLE MEDIE IMPRESE SOSTENUTI DA CONTRIBUTI REGIONALI CARATTERIZZATI DA: - IMPATTO OCCUPAZIONALE - INCREMENTO DI COMPETITIVITÀ - ELEVATO COFINANZIAMENTO PRIVATO - INNOVAZIONE TECNOLOGICA - IMPEGNI SOCIALI E AMBIENTALI - MIGLIORAMENTO STANDARD DI EFFICIENZA ENERGETICA 6

8 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I PRIORITÀ SU: PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO - NUOVE AREE ARTIGIANALI E INDUSTRIALI - AGGLOMERATI INDUSTRIALI GESTIONE UNITARIA INFRASTRUTTURE E SERVIZI FINALIZZATA A: AGENZIA INVESTIMENTI FVG AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE - TUTELA SALUTE, SICUREZZA E AMBIENTE - PREVENZIONE INQUINAMENTO - RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA - USO SOSTENIBILE DELLE RISORSE RIDUZIONE 1% IRAP 7

9 A T T R A Z I O N E N U O V I I N V E S T I M E N T I PROGRAMMA DI MARKETING TERRITORIALE AGENZIA INVESTIMENTI FVG CONTRATTI REGIONALI DI INSEDIAMENTO RIVOLTA A: - NUOVE IMPRESE - TRASFERIMENTI SEDI PRODUTTIVE IN FVG - IMPRESE CHE INVESTONO IN RICERCA & SVILUPPO RIDUZIONE IRAP AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE 8

10 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O CONCORSO DI IDEE START UP INNOVATIVE MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI PROGRAMMAZIONE EUROPEA

11 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O CONCORSO DI IDEE START UP INNOVATIVE MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO PROGRAMMAZIONE EUROPEA CONTIBUTI PER: - SERVIZI INNOVAZIONE - VALORIZZAZIONE ECONOMICA INNOVAZIONE - COLLABORAZIONI TRA IMPRESE E STRUTTURE SCIENTIFICHE PER R&S SPERIMENTALE - INVESTIMENTI TECNOLOGICI - PIANI DI RILANCIO DI AREE DI CRISI DIFFUSA - START-UP INNOVATIVE 10

12 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O ASSISTENZA TECNICA VENTURE CAPITAL CROWDFUNDING CONCORSO DI IDEE START UP INNOVATIVE MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI PROGRAMMAZIONE EUROPEA

13 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O AMBITI DI INTERVENTO: - IMPRESE IN DIFFICOLTÀ - COOPERATIVE DI LAVORATORI DI IMPRESE IN CRISI - ELETTRODOMESTICO E RELATIVA FILIERA - AREA DI CRISI COMPLESSA DI TRIESTE CONCORSO DI IDEE START UP INNOVATIVE MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI PROGRAMMAZIONE EUROPEA

14 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O IDEE PER NUOVI STRUMENTI DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE 13 IDEE PER FAVORIRE NUOVE IMPRESE GIOVANILI IDEE PER FAVORIRE START UP INNOVATIVE IDEE PER STIMOLARE NUOVE FORME (ES: COWORKING) MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI CONCORSO DI IDEE MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO START UP INNOVATIVE SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO PROGRAMMAZIONE EUROPEA

15 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O CONCORSO DI IDEE START UP INNOVATIVE CONTRIBUTI PER: - ACQUISIZIONE DI SERVIZI DI TEMPORARY MANAGEMENT - ASSUNZIONI DI PERSONALE QUALIFICATO PRIORITÀ A: - PROGETTI DI COACHING PROMOSSI DA FRIULIA SPA MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO PROGRAMMAZIONE EUROPEA

16 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O CONTRIBUTI PER PROGETTI INERENTI A: - INNOVAZIONE E R&S - RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA - FORMAZIONE - PROMOZIONE COMMERCIALE - INTERNAZ.NE MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA CONCORSO DI IDEE MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO START UP INNOVATIVE SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI PROGRAMMAZIONE EUROPEA

17 S V I L U P P O S I S T E M A P R O D U T T I V O SOSTEGNO AL CREDITO PER IL RILANCIO DELLA PRODUZIONE MISURE PER AFFRONTARE LA CRISI INCENTIVI PER I PROGETTI DI FILIERA CONCORSO DI IDEE MISURE DI RILANCIO DEL SISTEMA PRODUTTIVO START UP INNOVATIVE SOSTEGNO PER L ACCESSO AL CREDITO COORDINAMENTO REGIONALE DI INCENTIVI: - FRIULIASPA - MEDIOCREDITO FVG SPA - FINEST SPA - FRIE - CONFIDI SUPPORTO MANAGERIALE ALLE PMI PROGRAMMAZIONE EUROPEA

18 S E M P L I F I C A Z I O N E B U R O C R A T I C A AGGIORNAMENTO REGOLE E VINCOLI PER I BENEFICIARI SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE INSEDIATIVE GESTIONE DEI CONTRIBUTI SEMPLIFICATA 17

19 S E M P L I F I C A Z I O N E B U R O C R A T I C A POTENZIAMENTO SUAP (SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE) PROMOZIONE ACCORDI REGIONE-P.A. AGGIORNAMENTO REGOLE E VINCOLI PER I BENEFICIARI AVVIO DEI CONTRATTI DI INSEDIAMENTO SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE INSEDIATIVE GESTIONE DEI CONTRIBUTI SEMPLIFICATA 18

20 S E M P L I F I C A Z I O N E B U R O C R A T I C A FINALITÀ: SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE INSEDIATIVE AGGIORNAMENTO REGOLE E VINCOLI PER I BENEFICIARI GESTIONE DEI CONTRIBUTI SEMPLIFICATA - SALVAGUARDIA ALLEGGERIMENTO DEI VINCOLI DEI BENEFICIARI P. ES: - SOSPENSIONE EROGAZIONI CONTRIBUTI IN CASO DI PROCEDURE CONCORSUALI - GRADUAZIONE ONERI AMMINISTRATIVI: RATEAZIONI E CALCOLO INTERESSI 19

21 S E M P L I F I C A Z I O N E B U R O C R A T I C A SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE INSEDIATIVE AGGIORNAMENTO REGOLE E VINCOLI PER I BENEFICIARI GESTIONE DEI CONTRIBUTI SEMPLIFICATA CERTEZZA SUI TEMPI CATALOGO INCENTIVI CONCENTRAZIONE SELETTIVITÀ INFORMATIZZAZIONE ACCELERAZIONE PAGAMENTI IMPEGNO PER LO SVILUPPO 20

22 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I CONFERMA RUOLO DISTRETTI FILIERE PRODUTTIVE CLUSTER RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT 21

23 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I CONFERMA AREE DI COMPETENZA A LIVELLO REGIONALE E INTERREGIONALE CONFERMA DEI CRITERI DI RICONOSCIMENTO: - DENSITÀ IMPRENDITORIALE - SPECIALIZZAZIONE PRODUTTIVA CONFERMA DEL DISTRETTO QUALE BACINO DI SPECIALIZZAZIONE PRODUTTIVA TRASFORMAZIONE ASDI CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT 22

24 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I CONDIVISIONE DI RISORSE, ATTIVITÀ E CONOSCENZE CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT INDIVIDUAZIONE FILIERE CON DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE BANDI PER ASSEGNARE I CONTRIBUTI CONTRIBUTI PER AGGREGAZIONI DI ALMENO 5 IMPRESE 23

25 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I ECONOMIE DI RETE SINERGIE MIGLIORAMENTI COMPETITIVITÀ DEL TERRITORIO CLUSTER AGROALIMENTARE E RUOLO PARCO AGROALIMENTARE DI SAN DANIELE CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT 24

26 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I ACCORPAMENTI CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT CONSORZI DI SVILUPPO ECONOMICO LOCALE MANAGERIALIZ- ZAZIONE ORGANI AMM.VI PIANI TERRITORIALI INFRAREGIONALI PIANO INDUSTRIALE AGEVOLAZIONI ALLE INFRASTRUTTURE RIACQUISTO AREE E STABILIMENTI DISMESSI CONTRIBUTI ALLE PMI INSEDIATE 25

27 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 26 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT DESTRA TAGLIAMENTO: IPOTESI 1: ZIPR NIP CSI IPOTESI 2: UN CONSORZIO TAGLIAMENTO UN CONSORZIO PER IL RESTANTE TERRITORIO DELLA DESTRA TAGLIAMENTO

28 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 27 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT FRIULI E ISONTINO: IPOTESI 1: ZIU CIPAF ZIAC CSIM CSIA COSINT

29 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 28 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT FRIULI E ISONTINO: IPOTESI 2: ZIU CIPAF ZIAC CSIM CSIA COSINT

30 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 29 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT FRIULI E ISONTINO: IPOTESI 3: ZIU CIPAF ZIAC CSIM CSIA COSINT

31 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 30 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT FRIULI E ISONTINO: IPOTESI 4: ZIU CIPAF ZIAC CSIM CSIA COSINT

32 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 31 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT FRIULI E ISONTINO: IPOTESI 5: ZIU CIPAF ZIAC CSIM CSIA COSINT

33 S V I L U P P O S I S T E M I P R O D U T T I V I L O C A L I LEGENDA: ZIPR CONSORZIO PER LA ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PONTE ROSSO NIP NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELLA PROVINCIA DI PORDENONE CSI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ECONOMICO E SOCIALE DELLO SPILIMBERGHESE ZIU CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL FRIULI CENTRALE CIPAF CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE ED ECONOMICO DELLA ZIAC CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE CSIM CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE CSIA CONSORZIO DI SVILUPPO INDUSTRIALE E ARTIGIANALE DI GORIZIA COSINT CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DI TOLMEZZO 32 CONFERMA RUOLO DISTRETTI CLUSTER FILIERE PRODUTTIVE RIORDINO CONSORZI INDUSTRIALI ED EZIT PROVINCIA DI TRIESTE: EZIT ENTE ZONA INDUSTRIALE DI TRIESTE

Obiettivi della Riforma

Obiettivi della Riforma Rilancimpresa FVG 1 Obiettivi della Riforma Introdurre misure per l attrazione di nuovi investimenti, per attrarre investimenti nazionali e internazionali per l insediamento di nuove iniziative imprenditoriali;

Dettagli

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI Convegno «LE PMI INNOVATIVE - LEGGE SULLE AGEVOLAZIONI» Pordenone, 28 aprile 2015 1 Obiettivi della Riforma

Dettagli

Roadshow Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente I CLUSTER REGIONALI: S3, POR E RIFORMA DELLE POLITICHE INDUSTRIALI

Roadshow Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente I CLUSTER REGIONALI: S3, POR E RIFORMA DELLE POLITICHE INDUSTRIALI Roadshow Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente I CLUSTER REGIONALI: S3, POR E RIFORMA DELLE POLITICHE INDUSTRIALI San Vito al Tagliamento, 07/11/2016 L.R. 3/2015 RilancimpresaFVG Attrattività

Dettagli

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR 2014-2020 Ferrara, 26 febbraio 2015 Giorgio Moretti Regione Emilia-Romagna Servizio Politiche di Sviluppo Economico, Ricerca Industriale e Innovazione

Dettagli

10 meeting nazionale ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

10 meeting nazionale ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza 10 meeting nazionale ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza Professionisti oltre la crisi: istituzioni, imprese e consulenza a confronto Morena Diazzi Direttore Generale Attività Produttive Regione

Dettagli

La strategia regionale di ricerca e innovazione: nuove traiettorie di sviluppo per le imprese e possibili sinergie fra i Fondi strutturali

La strategia regionale di ricerca e innovazione: nuove traiettorie di sviluppo per le imprese e possibili sinergie fra i Fondi strutturali La strategia regionale di ricerca e innovazione: nuove traiettorie di sviluppo per le imprese e possibili sinergie fra i Fondi strutturali 2014-2020 Dott. Antonio Bonaldo Direttore Sezione Ricerca e Innovazione

Dettagli

POR FESR FVG Udine, 13 ottobre 2015

POR FESR FVG Udine, 13 ottobre 2015 POR FESR FVG 2014-2020 Udine, 13 ottobre 2015 Obiettivi Concentrazione Ob. tematico 1 Ricerca, sviluppo, innovazione Ob. tematico 3 - Promuovere la competitività delle PMI Ob. tematico 4 Efficienza energetica

Dettagli

FOCUS: POR FESR VENETO

FOCUS: POR FESR VENETO Bando 1.4.1 - Sostegno alla creazione di start-up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca Beneficiari Start up innovative venete - Promotori

Dettagli

INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI. Conferenza di presentazione

INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI. Conferenza di presentazione INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI Conferenza di presentazione Parma, 16 aprile 2009 Il DUP e la Politica Regionale Unitaria 2007-2013 Una sintesi di diverse programmazioni: europee,

Dettagli

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Antonello Piras Coordinatore Gruppo di lavoro Politiche per le imprese e la competitività Centro Regionale di Programmazione

Dettagli

Reti per la promozione dell innovazione. Forum P.A. - Roma Scienza 12 maggio 2006

Reti per la promozione dell innovazione. Forum P.A. - Roma Scienza 12 maggio 2006 Rete Italiana per la Diffusione dell Innovazione e il Trasferimento Tecnologico alle imprese Reti per la promozione dell innovazione Forum P.A. - Roma Scienza 12 maggio 2006 Mauro Mallone Dipartimento

Dettagli

Intervento Regione Marche per lo sviluppo delle aree di crisi

Intervento Regione Marche per lo sviluppo delle aree di crisi Intervento Regione Marche per lo sviluppo delle aree di crisi FONTI NORMATIVE D.G.R. 1143 del 21/12/2015 SCHEDA M.A.P.O. 7.1 D.G.R. 1166 del 21/12/2015 AREE DI CRISI PESARO REG. UE 651/2014 DISCIPLINA

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PRESENTAZIONE DELLA CALL PROMOSSA DA INVITALIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PRESENTAZIONE DELLA CALL PROMOSSA DA INVITALIA ACCORDO DI PROGRAMMA PRESENTAZIONE DELLA CALL PROMOSSA DA INVITALIA Rosignano Marittimo - 13 maggio 2016 L'ACCORDO DI PROGRAMMA Il Comune di Rosignano Marittimo ha sottoscritto, in data 8 maggio 2015,

Dettagli

Programma Operativo Regionale Campania FESR Carlo Neri

Programma Operativo Regionale Campania FESR Carlo Neri Programma Operativo Regionale Campania FESR 2007-2013 Carlo Neri Il Programma Operativo FESR si articola in: 7 Assi di intervento (di cui 5 settoriali, 1 territoriale e 1 di assistenza tecnica) 17 Obiettivi

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE REPUBBLICA ITALIANA

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE REPUBBLICA ITALIANA COMITATO DI SORVEGLIANZA POR Calabria FESR 2007-2013 AGENDA DEI LAVORI Sibari, 23 giugno 2009 Asse Prioritario VII Sistemi Produttivi: Piano Regionale per le Infrastrutture Produttive, PISR Piano Regionale

Dettagli

Il processo di riconversione delle aree crisi in Sardegna

Il processo di riconversione delle aree crisi in Sardegna delle aree crisi in Sardegna 1 2 Inquadramento normativo della procedura L Amministrazione Regionale intende intervenire nelle Aree di Crisi con lo strumento dei Progetti di Filiera e Sviluppo Locale (L.R.

Dettagli

Ricerca e innovazione per la competitività dei territori: come orientare la politica di sviluppo

Ricerca e innovazione per la competitività dei territori: come orientare la politica di sviluppo Ricerca e innovazione per la competitività dei territori: come orientare la politica di sviluppo Roberto Pasca di Magliano Direttore Generale Coordinamento Incentivi alle Imprese MAP Roma, 11 luglio 2005

Dettagli

EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA

EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA 2007-2013 Lo stato di attuazione del PON Ricerca e Competitività 2007-2013, la crisi economica europea e le nuove opportunità di crescita per il Mezzogiorno Lecce,

Dettagli

3 Laboratorio. Laboratorio del Credito. CAMERA HUB un programma per le imprese ad alto potenziale di sviluppo

3 Laboratorio. Laboratorio del Credito. CAMERA HUB un programma per le imprese ad alto potenziale di sviluppo 3 Laboratorio del Credito CAMERA HUB un programma per le imprese ad alto potenziale di sviluppo Roberto Calugi Consorzio camerale per il credito e la finanza Genova, 4 luglio 2013 1 Due priorità strategiche

Dettagli

STARTUP METRO TORINO *Campo obbligatorio

STARTUP METRO TORINO *Campo obbligatorio STARTUP METRO TORINO *Campo obbligatorio Indicazioni per la compilazione Vi chiediamo cortesemente di compilare il seguente questionario, tenendo conto che: > l oggetto di indagine è l ecosistema locale

Dettagli

LAVORO e SVILUPPO City Act per Cerignola ---> sviluppo di un sistema d impresa Senza crescita e sviluppo non c è lavoro un nuovo patto sociale tra imprenditori e lavoratori, Dal Job Act di Matteo Renzi

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI FORUM TEMATICO Ricerca, Trasferimento Tecnologico, Innovazione Taranto, 25 Luglio 2008 1 LE NOSTRE PROPOSTE 1. FONDAZIONE PER LA R&S 2. PROGETTO TARANTO WIRELESS 2 LE NOSTRE PROPOSTE

Dettagli

Presentazione POR FESR 2014-2020

Presentazione POR FESR 2014-2020 Presentazione POR FESR 2014-2020 Marco Sessa, Marco De Capitani Struttura Programmi a supporto dell'export come fattore di competitività per le imprese D.G. Sviluppo Economico Regione Lombardia La Strategia

Dettagli

D.lgs. n. 152/ LR 34/2004. Adesione alla "Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA)" in Italia.

D.lgs. n. 152/ LR 34/2004. Adesione alla Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) in Italia. REGIONE PIEMONTE BU49 10/12/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 16 novembre 2015, n. 15-2419 D.lgs. n. 152/2006 - LR 34/2004. Adesione alla "Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente

Dettagli

numero data oggetto spesa prevista

numero data oggetto spesa prevista DETERMINAZIONI SEGRETARIO GENERALE II semestre 2015 numero data oggetto spesa prevista 91/15 01.07.2015 Rettifica della Determinazione del Segretario Generale n. 41/15 dd. 14/4/15 L.R. 4/2013, titolo II,

Dettagli

Come orientare gli investimenti verso il territorio di Monza e Brianza

Come orientare gli investimenti verso il territorio di Monza e Brianza Come orientare gli investimenti verso il territorio di Monza e Brianza Vittorio Biondi Direttore Competitività territoriale, Ambiente ed Energia Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza 27 maggio

Dettagli

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI 2014-2020 ACCORDO DI PARTENARIATO 2014-2020 Obiettivo Tematico 1 - Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione Obiettivo Tematico 10 - Istruzione e Formazione Obiettivo

Dettagli

11 APQ Ricerca Scientifica e Sviluppo Tecnologico

11 APQ Ricerca Scientifica e Sviluppo Tecnologico 11 APQ Ricerca Scientifica e Sviluppo Tecnologico 9 - APQ Aree Urbane Centro Regionale di Programmazione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 Stato attuazione interventi11

Dettagli

Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività. Dario De Pascale Responsabile Funzione Valutazione

Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività. Dario De Pascale Responsabile Funzione Valutazione Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Dario De Pascale Responsabile

Dettagli

Miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano: pubblicato un bando

Miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano: pubblicato un bando NOVITA' DAL SITO WWW.FINANZIAMENTIECREDITO.IT Il numero di aprile 2015 della rivista è on line REGIONALI BASILICATA Miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano: pubblicato un bando Del. 27

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Nuove imprese con

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE. 1 supplemento ORDINARIO n. 8 DEL 25 febbraio 2015 AL BOLLETTINO UFFICIALE N. 8 DEL 25 febbraio 2015. Anno LII S.O. n.

BOLLETTINO UFFICIALE. 1 supplemento ORDINARIO n. 8 DEL 25 febbraio 2015 AL BOLLETTINO UFFICIALE N. 8 DEL 25 febbraio 2015. Anno LII S.O. n. BOLLETTINO UFFICIALE 1 supplemento ORDINARIO n. 8 DEL 25 febbraio 2015 AL BOLLETTINO UFFICIALE N. 8 DEL 25 febbraio 2015 Anno LII S.O. n. 8 Il Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia

Dettagli

Misura 3. Azioni per il trasferimento di conoscenze e competenze tecnologiche

Misura 3. Azioni per il trasferimento di conoscenze e competenze tecnologiche Schema del PRRIITT Misura 1. Azioni per lo sviluppo del sistema produttivo regionale verso la ricerca industriale e strategica Azione A Progetti di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo Azione

Dettagli

Uno sguardo al Programma Operativo Regionale parte FESR Pietro Cecchinato. Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR

Uno sguardo al Programma Operativo Regionale parte FESR Pietro Cecchinato. Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR Uno sguardo al Programma Operativo Regionale parte FESR 2014-2020 2020 Pietro Cecchinato Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR I PRINCIPI BASILARI Il Programma Operativo Regionale (POR), finanziato

Dettagli

Economia sociale e crescita condivisa L esperienza di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo

Economia sociale e crescita condivisa L esperienza di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo Economia sociale e crescita condivisa L esperienza di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo Renato Galliano Direttore Generale Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo LA MISSIONE Marketing territoriale promozione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE

PROGRAMMA TRIENNALE Per concorrere allo sviluppo territoriale ed economico dell area vasta di Ferrara occorre che si definiscano delle prospettive per indirizzare gli sforzi comuni dei diversi soggetti, pubblici e privati,

Dettagli

I TECNOPOLI IN EMILIA-ROMAGNA Il caso dell Ex Manifattura Tabacchi a Bologna

I TECNOPOLI IN EMILIA-ROMAGNA Il caso dell Ex Manifattura Tabacchi a Bologna I TECNOPOLI IN EMILIA-ROMAGNA Il caso dell Ex Manifattura Tabacchi a Bologna Barbara Busi Evento Strategie logistiche e tattiche operative per l innovazione esperienze a confronto Bologna 30 aprile 2010

Dettagli

Sezione I Identificazione della misura

Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 3.17 - Sostegno ai programmi di ricerca, di innovazione e di trasferimento tecnologico promossi dal tessuto imprenditoriale regionale 2. Fondo strutturale

Dettagli

Gli interventi della Regione Emilia-Romagna per la competitività delle imprese

Gli interventi della Regione Emilia-Romagna per la competitività delle imprese Gli interventi della Regione Emilia-Romagna per la competitività delle imprese Morena Diazzi Direttore Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Regione Emilia-Romagna Quali prospettive per il Distretto

Dettagli

Il Progetto PMI di Torino Wireless

Il Progetto PMI di Torino Wireless Il Progetto PMI di Torino Wireless Alessia Costa IL DISTRETTO ICT PIEMONTESE: capacità di innovazione, dinamiche di sviluppo e ruolo della Fondazione Torino Wireless Torino, 4 maggio 2005 AGENDA ACCELERAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 46/6 DEL

DELIBERAZIONE N. 46/6 DEL Oggetto: Agenzia Sardegna Ricerche. Programma delle attività per il Parco Scientifico e Tecnologico ex art. 26 L.R. n. 37/1998. Annualità 2015. L Assessore della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto

Dettagli

Verso una Taranto turistica: a quali risultati ambiamo

Verso una Taranto turistica: a quali risultati ambiamo Verso una Taranto turistica: a quali risultati ambiamo I PRINCIPALI RISULTATI ATTESI DEL PROGETTO TARAS Nuova impresa: creazione di minimo 5 start-up di settore; Una rete solida: costruzione della Rete

Dettagli

Workshop H Impianti fotovoltaici: opportunità e strategie di sviluppo (Ravenna Provincia del Sole) Ravenna, 29 settembre 2010

Workshop H Impianti fotovoltaici: opportunità e strategie di sviluppo (Ravenna Provincia del Sole) Ravenna, 29 settembre 2010 Workshop Workshop H Impianti fotovoltaici: opportunità e strategie di sviluppo (Ravenna Provincia del Sole) Ravenna, 29 settembre 2010 Il fotovoltaico nel nuovo piano triennale di attuazione del Piano

Dettagli

Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti LL.RR. n. 13/1997 e n. 24/2003

Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti LL.RR. n. 13/1997 e n. 24/2003 COSTITUZIONE DPR 27.09.1965, n. 1383 DGR n. 1052 del 29.11.2005 (BURL n. 9 del 30.03.2006, STATUTO SO n. 9) Promozione dell industrializzazione e dell insediamento OBIETTIVI DI COSTITUZIONE delle attività

Dettagli

SARDINIA. LAND OF INNOVATION LA REGIONE SARDEGNA E LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE INNOVATIVE

SARDINIA. LAND OF INNOVATION LA REGIONE SARDEGNA E LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE INNOVATIVE SARDINIA. LAND OF INNOVATION LA REGIONE SARDEGNA E LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE INNOVATIVE Fondo europeo di sviluppo regionale Progettare il futuro STRATEGIA EUROPA 2020 La strategia di crescita

Dettagli

INCONTRO ILLUSTRATIVO BANDI POR FESR FVG 14-20. Pordenone 26 maggio 2016

INCONTRO ILLUSTRATIVO BANDI POR FESR FVG 14-20. Pordenone 26 maggio 2016 INCONTRO ILLUSTRATIVO BANDI POR FESR FVG 14-20 Pordenone 26 maggio 2016 Argomenti Presentazione dello sportello Filosofia di base dei programmi europei di finanziamento Tipologia di programmi europei di

Dettagli

La ricerca fa bene alla salute

La ricerca fa bene alla salute Conferenza stampa La ricerca fa bene alla salute 8 aprile 2015 Principali tappe del percorso di sostegno e valorizzazione della ricerca biomedica in Regione Toscana (2010-2015) Bando POR CReO FESR 2007-2013:

Dettagli

WORKSHOP OPPORTUNITA E STRUMENTI PER IL FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA LOCALE MARZO 2014 Intervento dott. Sandro Di Cicco

WORKSHOP OPPORTUNITA E STRUMENTI PER IL FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA LOCALE MARZO 2014 Intervento dott. Sandro Di Cicco WORKSHOP OPPORTUNITA E STRUMENTI PER IL FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA LOCALE 28 29 MARZO 2014 Intervento dott. Sandro Di Cicco Responsabile Agevolazioni Iccrea BancaImpresa 1 AGEVOLAZIONI : UN SUPPORTO ALLE

Dettagli

Allegato e) al Rendiconto - Spese per macroaggregati REGIONE BASILICATA N BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA Parte I

Allegato e) al Rendiconto - Spese per macroaggregati REGIONE BASILICATA N BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA Parte I 6000 N. 30 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA - 5-8-24 Parte I 11 MISSIONE Servizi istituzionali e generali, di gestione e di controllo Gestione economica, finanziaria, programmazione e provveditorato Gestione

Dettagli

Reti di Impresa. Una nuova dimensione per le Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo

Reti di Impresa. Una nuova dimensione per le Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Reti di Impresa Una nuova dimensione per le Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo maggio 2011 Sommario Introduzione alle Reti di Impresa L approccio del gruppo Intesa Sanpaolo

Dettagli

Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY

Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY Gli elemnti chiave per la nuova programmazione Orientamenti generali Integrazione

Dettagli

Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia

Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia Primi Orientamenti Comitato permanente di promozione del turismo in Italia Riunione del 13 gennaio 2016, Roma Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo

Dettagli

Fare impresa: gli strumenti di Invitalia

Fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Fare impresa: gli strumenti di Invitalia Sabina de Dominicis Finanza e Impresa Pistoia, 12/12/2011 Mission e obiettivi

Dettagli

Giovani e Lavoro: orientamento, competenze e start up di impresa 25 gennaio Le opportunità offerte dalla Camera di commercio di Reggio Emilia

Giovani e Lavoro: orientamento, competenze e start up di impresa 25 gennaio Le opportunità offerte dalla Camera di commercio di Reggio Emilia Giovani e Lavoro: orientamento, competenze e start up di impresa 25 gennaio 2013 Le opportunità offerte dalla Camera di commercio di Reggio Emilia Compiti e funzioni delle Camere di commercio d.lgs. 23

Dettagli

e, p.c. Alle restanti Federazioni degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati LORO SEDI e, p.c. Ai Consiglieri Nazionali LORO SEDI

e, p.c. Alle restanti Federazioni degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati LORO SEDI  e, p.c. Ai Consiglieri Nazionali LORO SEDI Roma, 2 gennaio 2017 LA CORRISPONDENZA DEVE ESSERE INVIATA PRESSO L UFFICIO DI PRESIDENZA Prot. n. 0001 /ARA GL/fs Oggetto: Regione Lazio. Bandi a sostegno del riposizionamento competitivo dei sistemi

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito Art. 1 Finalità R E G O L A M E N TO La Camera di Commercio di Como, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011 2013 II PARTE INTERVENTI IV) PROGETTI PER L OCCUPAZIONE 68 A) INTERVENTI A FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITÀ 68 8. AUTOIMPIEGO 69 9. SOSTEGNO ALLO

Dettagli

Bando Efficienza Energetica DM 5 Dicembre 2013

Bando Efficienza Energetica DM 5 Dicembre 2013 Bando Efficienza Energetica DM 5 Dicembre 2013 Agenda Invitalia: gruppo e attività Bando Efficienza Energetica Agenda Invitalia: gruppo e attività Bando Efficienza Energetica Invitalia chi siamo Invitalia

Dettagli

autonomielocali srl unipersonale La società di consulenza per l internazionalizzazione delle imprese italiane

autonomielocali srl unipersonale La società di consulenza per l internazionalizzazione delle imprese italiane 1 Incentivi regionali a tutto campo Fondi per rinnovabili, macchinari e consolidare la passività Abruzzo: possibile consolidare le passività a breve. In Abruzzo, le pmi possono ancora accedere a una particolare

Dettagli

L esperienza di Invest in Lombardy 22 luglio INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved.

L esperienza di Invest in Lombardy 22 luglio INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved. L esperienza di Invest in Lombardy 22 luglio 2013 2013 INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved. COSA STIAMO OSSERVANDO 2013 INVESTIN LOMBARDY - All Rights served. 2 L IMMAGINE CHE DIAMO ALL ESTERO È SEMPRE

Dettagli

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate Il concetto di sviluppo rurale declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate necessità/opportunità di integrare

Dettagli

Il Polo di Innovazione AGRIFOOD. Incontro Confindustria Poli di Innovazione, Gennaio 2016

Il Polo di Innovazione AGRIFOOD. Incontro Confindustria Poli di Innovazione, Gennaio 2016 Il Polo di Innovazione AGRIFOOD Incontro Confindustria Poli di Innovazione, Gennaio 2016 Polo di Innovazione Agroalimentare 2009-2015 Dal 2009 è attivo il Polo di Innovazione Agroalimentare della Regione

Dettagli

Poli di innovazione regionali (Decreti Regione Toscana n del 24/12/2008 e n del 18/03/2010, PRSE , linea 1.2)

Poli di innovazione regionali (Decreti Regione Toscana n del 24/12/2008 e n del 18/03/2010, PRSE , linea 1.2) INFORMATIVA N.8/2011 IL POLO DI INNOVAZIONE PER LA FILIERA DELLA MODA DELLA REGIONE TOSCANA Su iniziativa della Regione Toscana, a sostegno della competitività del sistema produttivo regionale, sono nati

Dettagli

(1) Pubblicata nel B.U. Friuli-Venezia Giulia 25 febbraio 2015, n. 8, S.O. n. 8. IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

(1) Pubblicata nel B.U. Friuli-Venezia Giulia 25 febbraio 2015, n. 8, S.O. n. 8. IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE Page 1 of 80 Leggi Regionali d'italia Friuli-Venezia Giulia L.R. 20-2-2015 n. 3 RilancimpresaFVG - Riforma delle politiche industriali. Pubblicata nel B.U. Friuli-Venezia Giulia 25 febbraio 2015, n. 8,

Dettagli

Ripresa Italia. Nuova Iniziativa UniCredit - Associazioni a supporto della economia reale. Small Business and Medium Enterprises Clients Italy

Ripresa Italia. Nuova Iniziativa UniCredit - Associazioni a supporto della economia reale. Small Business and Medium Enterprises Clients Italy Ripresa Italia Nuova Iniziativa UniCredit - Associazioni a supporto della economia reale Global F&SME Marketing and Segments Small Business and Medium Enterprises Clients Italy Bologna, 20 Gennaio 2011

Dettagli

Le strategie per la sostenibilità ambientale della Regione Sardegna Il GPP: tra esperienza e visione del futuro Roma, MATTM 23 febbraio 2016

Le strategie per la sostenibilità ambientale della Regione Sardegna Il GPP: tra esperienza e visione del futuro Roma, MATTM 23 febbraio 2016 Le strategie per la sostenibilità ambientale della Regione Sardegna Il GPP: tra esperienza e visione del futuro Roma, MATTM 23 febbraio 2016 ing. Gianluca Cocco Direttore Servizio Sostenibilità Ambientale

Dettagli

Programmazione FSC

Programmazione FSC Percorso formativo PAR FSC 2007-2013: attuazione, controllo, programmazione seminario conclusivo Programmazione FSC 2014-2020 Presidenza del Consiglio dei Ministri Dott.ssa Daniela Labonia Programmazione

Dettagli

SARDINIA. LAND OF INNOVATION LA REGIONE SARDEGNA E LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE INNOVATIVE

SARDINIA. LAND OF INNOVATION LA REGIONE SARDEGNA E LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE INNOVATIVE SARDINIA. LAND OF INNOVATION LA REGIONE SARDEGNA E LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE INNOVATIVE Fondo europeo di sviluppo regionale Progettare il futuro Il sostegno alle imprese STRATEGIA EUROPA 2020

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 final del 24 settembre 2015 Convegno Lo sviluppo

Dettagli

Start-up, PMI innovative, Industria 4.0. Gli strumenti normativi a supporto dell innovazione. La Legge di Stabilità 2017

Start-up, PMI innovative, Industria 4.0. Gli strumenti normativi a supporto dell innovazione. La Legge di Stabilità 2017 Start-up, PMI innovative, Industria 4.0 Gli strumenti normativi a supporto dell innovazione. La Legge di Stabilità 2017 Luca Scarani Dottore Commercialista CBA Studio Legale e Tributario Bergamo, 19 October

Dettagli

Il distretti agricoli

Il distretti agricoli Il distretti agricoli Paolo Lassini 28 novembre 2012 Pavia Sistema rurale milanese SAU 2010 Autosufficienza alimentare : Lavoratori aziendali : 1 lavoratore ogni 13 ha 64.757 ha 41,00 % 65 gg/anno 0,5

Dettagli

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia AZIONE 2020 Sintesi Piano di Sviluppo Locale 2014 2020 Gal GardaValsabbia Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 di Regione Lombardia è il principale strumento di programmazione e finanziamento degli

Dettagli

Dr. Alessandro Drago Regione Lazio Ufficio Europa

Dr. Alessandro Drago Regione Lazio Ufficio Europa Dr. Alessandro Drago Regione Lazio Ufficio Europa Conferenza finale di capitalizzazione dei risultati del PROGETTO PR.I.ME (PRomoting Intergenerational Learning in MEditerranean Countries) Venerdì 11 Dicembre

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI LIVORNO COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO

PROTOCOLLO DI INTESA. tra REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI LIVORNO COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Allegato A) PROTOCOLLO DI INTESA tra REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI LIVORNO COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI COMUNE DI CECINA per il rilancio

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 55/15 DEL

DELIBERAZIONE N. 55/15 DEL Oggetto: Istruzione e formazione tecnica superiore. Esercizio finanziario 2016. Approvazione nuovi corsi e riparto fondi. Assegnazione contributi regionali. L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni

Dettagli

Il sostegno all internazionalizzazione delle PMI in America Latina Gli strumenti di Regione Lombardia

Il sostegno all internazionalizzazione delle PMI in America Latina Gli strumenti di Regione Lombardia Il sostegno all internazionalizzazione delle PMI in America Latina Gli strumenti di Regione Lombardia Finanziare l investimento estero delle PMI in America Latina: il ruolo delle banche multilaterali Indice

Dettagli

Cassino, 14 luglio 2015

Cassino, 14 luglio 2015 Il progetto Open Data e l'agenda Digitale Regionale Luisa Romano Programmazione strategica, armonizzazione delle basi dati e agenda digitale Regione Lazio Cassino, 14 luglio 2015 L Agenda Digitale della

Dettagli

Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività

Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Alessandro Palmitelli Funzione Business Development Rimini,

Dettagli

Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna

Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna 1 STRATEGIA EUROPA 2020 http://ec.europa.eu/europe2020/index_it.htm 2 EMILIA ROMAGNA: 2.457 MILIONI DI EURO Fondo

Dettagli

Schede di sintesi interventi nazionali

Schede di sintesi interventi nazionali MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO d intesa con Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schede di sintesi interventi nazionali Giugno 2009 INDICE

Dettagli

Il credito d imposta a favore della ricerca ed innovazione

Il credito d imposta a favore della ricerca ed innovazione Il credito d imposta a favore della ricerca ed innovazione Nicoletta Amodio - Ancona, 30 Ottobre 2015 STRUMENTI ADATTI ALLE DIVERSE TIPOLOGIE 2 Un sistema di finanza per R&I CREDITO D IMPOSTA 2,34 bn INDUSTRIA

Dettagli

Un Polo a servizio del mondo delle imprese e della ricerca: il nuovo programma del MESAP

Un Polo a servizio del mondo delle imprese e della ricerca: il nuovo programma del MESAP Un Polo a servizio del mondo delle imprese e della ricerca: il nuovo programma del MESAP 6 ottobre 2016 Open day della ricerca MESAP - Polo di Innovazione Smart Products and Manufacturing Mesap oggi sul

Dettagli

I fabbisogni degli imprenditori giovani e donne in agricoltura

I fabbisogni degli imprenditori giovani e donne in agricoltura I fabbisogni degli imprenditori giovani e donne in agricoltura Barbara Zanetti Roma, 22 maggio 2013 Motivazione Analisi dei fabbisogni imprenditoriali per definire interventi e mettere a punto strumenti

Dettagli

Fondo di garanzia PMI: online la pagina dedicata alle garanzie sulle operazioni di microcredito

Fondo di garanzia PMI: online la pagina dedicata alle garanzie sulle operazioni di microcredito NOVITA' DAL SITO WWW.FINANZIAMENTIECREDITO.IT NAZIONALI Fondo di garanzia PMI: online la pagina dedicata alle garanzie sulle operazioni di microcredito Il MiSE ha pubblicato online la pagina dedicata all'intervento

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pagina 1 di 5 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 marzo 2015 Modalita' di chiusura degli interventi di agevolazione alle imprese cofinanziati dai Fondi strutturali dell'unione europea, nel periodo

Dettagli

PROGETTO INTEGRATO E CONDIVISO PER DOTARE LA VALLE SERIANA

PROGETTO INTEGRATO E CONDIVISO PER DOTARE LA VALLE SERIANA PROGETTO INTEGRATO E CONDIVISO PER DOTARE LA VALLE SERIANA DI UNA STRUTTURA PERMANENTE DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO DELLE FILIERE DEL TERRITORIO CONFINDUSTRIA BERGAMO Guido Venturini - Direttore Generale

Dettagli

Regione Abruzzo - POR FESR 2014-2020

Regione Abruzzo - POR FESR 2014-2020 Regione Abruzzo - POR FESR 2014-2020 Presentazione del Piano finanziario (riportato nella Sezione 3 del POR FESR) evidenziando l'ammontare delle risorse per Asse prioritario assegnato con la nuova proposta

Dettagli

NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IL NUOVO BANDO FESR

NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IL NUOVO BANDO FESR Provincia autonoma di Trento Dipartimento sviluppo economico e lavoro NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IL NUOVO BANDO FESR Rovereto, 28 ottobre 2016 Claudio Moser IL PROGETTO NUOVA IMPRENDITORIALITÀ Obiettivi 1.

Dettagli

Risparmio energetico e fonti rinnovabili: stimoli per l innovazione nelle imprese

Risparmio energetico e fonti rinnovabili: stimoli per l innovazione nelle imprese Risparmio energetico e fonti rinnovabili: stimoli per l innovazione nelle imprese Guglielmo Ferrari Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per lo Sviluppo Produttivo e la Competitività Camera

Dettagli

Distretti rurali. L.R. 5 Aprile 2004, n. 21. Nigro Elisabetta Gravano. Marisa Nigro. Direzione Generale Sviluppo Economico REGIONE TOSCANA

Distretti rurali. L.R. 5 Aprile 2004, n. 21. Nigro Elisabetta Gravano. Marisa Nigro. Direzione Generale Sviluppo Economico REGIONE TOSCANA Campotizzoro 9 maggio 2009 Distretti rurali L.R. 5 Aprile 2004, n. 21 Marisa Nigro Nigro Elisabetta Gravano Direzione Generale Sviluppo Economico REGIONE TOSCANA Riferimenti Normativi D.lgs n. 228 del

Dettagli

L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1)

L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1) L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1) SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e finalità Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Requisiti per l individuazione

Dettagli

LE IDEE DI FORZA ITALIA PER LE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI

LE IDEE DI FORZA ITALIA PER LE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI 911 LE IDEE DI FORZA ITALIA PER LE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI II PUNTATA Le azioni per ridare fiato alle imprese 13 aprile 2015 CONTINUA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza

Dettagli

L esperienza della programmazione LEADER in Toscana. GAL Start

L esperienza della programmazione LEADER in Toscana. GAL Start L applicazione della MISURA 124 a livello locale L esperienza della programmazione LEADER in Toscana Leonardo Romagnoli Tommaso Neri GAL Start Firenze, 13 settembre 2013 Le Strategie Integrate di Sviluppo

Dettagli

I TURISMI IL MANAGEMENT DELLA FILIERA

I TURISMI IL MANAGEMENT DELLA FILIERA I TURISMI IL MANAGEMENT DELLA FILIERA con il Patrocinio di 1 IL SIGNIFICATO DE I TURISMI LA MISSION "I TURISMI" è un'iniziativa interregionale per la promozione di un nuovo modello di management della

Dettagli

FUNZIONI DI AREA VASTA IN PROVINCIA DI PAVIA ALLA LUCE DELLA LEGGE 56 / 2014

FUNZIONI DI AREA VASTA IN PROVINCIA DI PAVIA ALLA LUCE DELLA LEGGE 56 / 2014 FUNZIONI DI AREA VASTA IN PROVINCIA DI PAVIA ALLA LUCE DELLA LEGGE 56 / 2014 Pavia, 27 giugno 2014 Lombardia 1544 comuni in 12 province, Piemonte 1207, Veneto 581, Emilia-Romagna 348, Toscana 287, Liguria

Dettagli

Camera di Commercio di Milano INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009

Camera di Commercio di Milano INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009 Camera di Commercio di Milano INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009 INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009 2 milioni di euro per

Dettagli

Strumenti a sostegno delle Start-up innovative. Giuseppe Marinelli Specialista Prodotti Finanziari Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo

Strumenti a sostegno delle Start-up innovative. Giuseppe Marinelli Specialista Prodotti Finanziari Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Strumenti a sostegno delle Start-up innovative Giuseppe Marinelli Specialista Prodotti Finanziari Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Università di Ferrara, 18 aprile 2013 AVVERTENZA Questo documento

Dettagli

provincia di mantova

provincia di mantova provincia di mantova Fare clic Ruolo per modificare dei Distretti gli Agricoli stili del testo dello nell ambito schema dei prossimi P.S.R. Terzo livello Daniele Lanfredini Responsabile Servizio Competitività

Dettagli

DECRETO N Del 10/10/2016

DECRETO N Del 10/10/2016 DECRETO N. 9934 Del 10/10/2016 Identificativo Atto n. 725 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto PROROGA AL 15/12/2016 DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A VALERE SUL BANDO CONTRIBUTI

Dettagli

24 febbraio 2015 Cineporto, Bari

24 febbraio 2015 Cineporto, Bari 24 febbraio 2015 Cineporto, Bari LE ATTIVITA PREVISTE PER 2015 LE ATTIVITA PREVISTE PER IL 2015 CAMPAGNA ASSOCIATIVA DAL 1 MARZO AL 30 GIUGNO, RINNOVO DELLA QUOTA ASSOCIATIVA DI 150,00 DAL 30 GIUGNO, DECADENZA

Dettagli