Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma"

Transcript

1 Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, Roma Le gare bandite da Consip per le Convenzioni di Facility Management (FM2 e FM3) sono suddivise in 12 lotti geografici e le singole Amministrazioni emettono ordinativi sulla base delle loro necessità. La struttura di gara è stata preventivamente approvata dall Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Tutti gli edifici da Voi citati ricadono nel Lotto Roma I Municipio. Il Raggruppamento Romeo, in quanto aggiudicatario di tale lotto, attualmente svolge il servizio in 6 dei edifici oggetto della Vs. richiesta: Palazzo Madama Palazzo Chigi Palazzo delle Finanze Palazzo del Viminale Ministero della Giustizia sede centrale Via Arenula Ministero dell istruzione, università e ricerca sede centrale di Viale Trastevere Nel complesso alle due gare hanno partecipato 130 imprese, in forma singola o raggruppata, per un totale di 112 offerte. In tutti i casi di ricorso il giudice amministrativo ha sempre confermato la piena legittimità dell operato di Consip. Alleghiamo documentazione dettagliata. ***** In relazione al Mercato Elettronico della PA, di cui si accenna nella preview, precisiamo che il Mepa è un sistema telematico di negoziazione, regolato da specifiche norme e gestito da Consip per conto del Mef, a cui qualunque impresa può registrarsi gratuitamente. Il suo utilizzo risponde a finalità di standardizzazione, trasparenza e tracciabilità degli acquisti di importo inferiore alla soglia comunitaria. I prezzi esposti a catalogo non sono negoziati né imposti dalla Consip e non costituiscono un prezzo di riferimento, ma sono un prezzo di listino liberamente indicato dal Fornitore. E obbligo dell amministrazione valutare la convenienza economica dell acquisto, eventualmente negoziando ribassi con uno o più fornitori scelti dalla stessa Amministrazione. Tale modalità di operare è confermata dalla Corte dei conti e dalla Ragioneria generale dello Stato. Nel 2012 sono state effettuate sul Mepa 104mila transazioni per complessivi 360 milioni di euro.

2 ALLEGATO 1 - documento esplicativo PREMESSA Le procedure competitive bandite da Consip, ai sensi dell art. 26 legge n. 4/1 e s.m.i., per conto del Ministero dell economia e delle finanze, sono finalizzate alla stipula di Convenzioni con le quali l'impresa prescelta si impegna ad accettare, sino a concorrenza della quantità massima complessiva (cd. Massimale) stabilita dalla Convenzione, ordinativi di fornitura di beni e servizi deliberati dalle Pubbliche Amministrazioni, attraverso le Unità Ordinanti. Le Convenzioni ex art. 26 della legge n. 4/1 e s.m.i. sono riconducibili nell ambito dei cosiddetti contratti per adesione o contratti quadro ovverosia quelle figure contrattuali destinate a regolare una serie indefinita di rapporti. Il singolo rapporto contrattuale si instaura, pertanto, tra Pubblica Amministrazione e Fornitore a seguito dell emissione dell ordinativo di fornitura a valere sulla Convenzione stipulata da Consip, la quale esercita funzioni di monitoraggio in base alla normativa vigente. In dettaglio, le Pubbliche Amministrazioni - che sulla base della normativa vigente, sono legittimate ad utilizzare la Convenzione nel periodo della sua validità ed efficacia - inviano l Ordinativo di Fornitura al Fornitore secondo le modalità di adesione riportate nelle Convenzioni di riferimento pubblicate sul sito Con la ricezione dell Ordinativo da parte del Fornitore si perfeziona il cd. contratto attuativo della Convenzione che impegna il Fornitore stesso alla prestazione dei servizi e/o forniture richiesti nel rispetto delle modalità e delle specifiche nella Convenzione e relativi allegati. Il tutto fino al completo esaurimento dei quantitativi/importi massimi stabiliti nella Convenzione nel periodo di efficacia della medesima (art. 5, co. 1 della L. n. 3/2000). Premesso quanto sopra, di seguito alcune informazioni di dettaglio relative alle Convenzioni Facility Management. Le Convenzioni hanno ad oggetto i seguenti servizi agli immobili: Servizi di Governo (quali Sistema Informativo, Anagrafica Tecnica, Call Center, Preventivazione/Programmazione e Controllo operativo Attività, ecc.) Servizi Operativi o o o Servizi di manutenzione degli impianti - manutenzione impianti elettrici - manutenzione impianti idrico-sanitari - manutenzione impianti di riscaldamento - manutenzione impianti di raffrescamento - manutenzione impianti elevatori - manutenzione impianti antincendio - manutenzione impianti di sicurezza e controllo accessi - manutenzione reti - minuto mantenimento edile - reperibilità (servizio subordinato all attivazione del corrispondente servizio di manutenzione) Servizi di pulizia ed igiene ambientale: - pulizia - disinfestazione - raccolta e smaltimento rifiuti speciali - giardinaggio Altri servizi operativi:

3 - reception - facchinaggio interno - facchinaggio esterno/traslochi. La suddivisione in lotti, la durata delle Convenzioni e dei contratti attuativi, le condizioni per l eventuale proroga ed incremento del massimale delle Convenzioni sono predeterminate nelle documentazioni di gara. L attuale struttura dell iniziativa Facility Management è stata preventivamente sottoposta al vaglio dell Autorità garante della concorrenza e del mercato, che ha rilasciato parere positivo (parere Agcm ai sensi dell art. 22 L. 10/10/1, n.27, prot. n.33/2005 del 30/11/2005). Per quanto d interesse, la documentazione delle gare Facility Management 2 e 3, nonché la documentazione relativa alle Convenzioni stipulate dagli aggiudicatari con la Consip, distinte per lotti territoriali, sono disponibili sul sito nell area SEI UN AMMINISTRAZIONE? > Vetrina delle convenzioni > Facility management uffici 2 Facility managemeht uffici 3 > Documentazione. MODALITÀ DI ADESIONE ALLA CONVENZIONE L adesione ai lotti delle Convenzioni Facility Management per immobili, adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni (ed.3) dipende dalla prevalenza ad uso ufficio dell immobile/i dell Amministrazione ordinante, nonché dall ubicazione degli stessi. Il parametro della prevalenza (in mq) della destinazione ad uso ufficio, come indicato nella Convenzione (cfr. art. 4 comma 1 della Convenzione e paragrafo 3 del Capitolato Tecnico, con la nota a piè di pagina n.1), è inteso in maniera finalistica ed avulso dalla tipologia edilizia e/o dal comparto di appartenenza dell Amministrazione. Pertanto, per verificare la legittimità dell adesione alla detta Convenzione, occorre considerare l immobile o insieme di immobili oggetto dell Ordinativo Principale di Fornitura (OPF) e/o degli Atti Aggiuntivi (AAOPF) (cd. Unità di Gestione cfr. par. 2 del Capitolato Tecnico, Definizioni ) e verificare se la superficie netta delle aree praticabili ed utilizzate oggetto dell OPF e/o degli AAOPF adibita ad uso ufficio (ovvero destinata all ordinaria attività di una struttura professionale/amministrativa) superi il 50% (con esplicita esclusione dal calcolo delle aree esterne cd. spazi aperti ) e, tenuto altresì conto, contestualmente, dell eventuale (ma necessario ove esistente) rapporto di accessorietà/pertinenza delle porzioni immobiliari aventi diversa destinazione. L ubicazione dell immobile/i su cui devono essere erogati i servizi deve coincidere con il territorio di ciascun singolo lotto. Eccezione a tale criterio generale è prevista unicamente per i lotti adiacenti (I Municipio del Comune di Roma) e (Comune di Roma escluso I Municipio), per ragioni di efficienza nella gestione immobiliare. La detta clausola (cfr. par. 3.3 del Capitolato tecnico) prevede che i servizi oggetto dell OPF siano erogati per tutti gli immobili dal Fornitore aggiudicatario del lotto in cui ricade la prevalenza in termini di superficie. Le Amministrazioni, per utilizzare la Convenzione (cfr. par. 5.5 del Capitolato Tecnico), ed in particolare nella compilazione della Richiesta Preliminare di Fornitura (RPF) da inviare al Fornitore aggiudicatario, devono verificare e dichiarare la prevalenza ad uso ufficio dell immobile/i; il lotto in cui ricade l immobile/i stesso/i; nonché compilare tutti i dati di consistenza ed opzioni previste, in conformità al modello pubblicato sul portale (nello spazio dedicato alla Convenzione di riferimento). Successivamente all invio, da parte dell Amministrazione, della RPF debitamente compilata come sopra specificato: 1. il Fornitore deve controllare la RPF ricevuta, comunicandone per iscritto l esito all Amministrazione e concordando, in caso positivo, la data per l esecuzione del/i sopralluogo/i dell immobile/i finalizzato alla redazione del progetto offerta (cd. Piano Dettagliato degli Interventi - PDI); 2. il Fornitore entro i termini e con le modalità prescritte deve presentare all Amministrazione il suddetto PDI; 3. l Amministrazione deve valutare il PDI ricevuto, verificando che siano state correttamente recepite le proprie richieste, attuando un controllo sia di tipo tecnico che di tipo economico ed, eventualmente: - formulare osservazioni o richiedere modifiche al Fornitore che deve consegnare all Amministrazione una nuova versione che tenga conto delle predette osservazioni e/o richieste; ovvero, - accettarne il contenuto aderendo alla Convenzione attraverso l emissione dell OPF, nei modi e termini previsti in Convenzione. Come evidente, dalla parziale descrizione del processo di adesione alla Convenzione sopra illustrato, il Fornitore e l Amministrazione sono tenuti a dare seguito ad una valutazione/condivisione del progetto di servizi di facility management fino all emissione, da parte dell Amministrazione, dell OPF e/o AAOPF. In tale caso il Fornitore ha l obbligo di prestare i servizi ordinati nel rispetto delle prescrizioni contenute nella Convenzione e nei suoi allegati. Nel caso, invece, di mancata utilizzazione della Convenzione da parte dell Amministrazione, nulla potrà essere preteso a qualsiasi titolo dal Fornitore.

4 Si evidenzia che spetta alle Amministrazioni legittimate all adesione valutare la sussistenza dei presupposti sopra richiamati al fine di operare legittimamente la scelta di aderire alla convenzione in argomento, nulla potendo dedurre Consip, quale parte estranea al rapporto sostanziale che si instaura direttamente tra fornitore e Amministrazione, nel merito delle determinazioni assunte dalle Amministrazioni aderenti. Si riporta di seguito il flusso relativo al processo di adesione alle Convenzioni Facility Management. FORNITORE ASSUNTORE AMMINISTRAZIONI CONTRAENTI Registrazione al al sito delle Convenzioni RPF Non Valida Verifica requisiti RPF entro 7 gg gg Notifica di di non validità Predisposizione Richiesta Preliminare di di Fornitura RPF Valida Notifica di di validità e contatto con PA PA per sopralluogo Esecuzione sopralluogo entro gg gg Definizione PDI (entro 40/60/0 gg gg dal dal Verbale di di presa in in consegna) mancata approvazione / deduzioni Verifica PDI (entro gg gg dalla ricezione) Revisione PDI (entro gg gg dal ricevimento delle deduzioni) Approvazione PDI Firma PDI Sottoscrizione Verbale di di Consegna (entro gg gg dalla formalizzazione dell OPF) Firma / emissione OPF Erogazione dei Servizi (entro gg gg dall emissione dell OPF (50 gg gg se se l immobile supera i i mq)

5 CONVENZIONE PER LA FORNITURA DEI SERVIZI DI PER IMMOBILI, ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO, IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (ED. FM2) Con bando di gara, pubblicato sulla G.U.U.E. S. 34 del 1/02/200 e sulla G.U.R.I. n. 24_ del 25/02/200, Consip ha indetto una gara comunitaria a procedura aperta, ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, per conto del Ministero dell Economia e delle Finanze, per la stipula di Convenzioni, ai sensi dell art. 26 della Legge n. 4/1 e s.m.i. e dell art. 5 della Legge n. 3/2000, per la fornitura dei servizi di Facility Management per immobili, adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni, suddivisa in 12 (dodici) lotti geografici (cd. FM2). Alla gara hanno partecipato 16 operatori economici (14 Raggruppamenti temporanei e 2 società consortili), per un totale di 130 imprese. Sono pervenute complessivamente 65 offerte. La gara è stata aggiudicata come segue: Manital SCpA Società Consortile per i Servizi Integrati per Azioni Consorzio Stabile: lotti 1,, 12; RTI Siram (mandataria), CNS Consorzio Nazionale dei Servizi Soc.Coop., Combustibili Nuova Prenestina S.r.l., S.A.C.C.I.R., EXITone (mandanti): lotti 2, 4, 7; RTI Romeo Gestioni SpA (mandataria) Consorzio Romeo Facility Services (mandante): lotti, 10, 11; RTI Marco Polo Spa (mandataria), Kuadra S.r.l. (mandante): lotto 3 (CONVENZIONE RISOLTA IL 7 NOV. 2012); RTI Cofely Italia (mandataria), Bosch Energy and Building Solution Italy S.r.l., L'Operosa S.c.a.r.l., Co.l.ser. Scarl, Iprams (mandanti): lotti 5, 6. Le Convenzioni avevano una durata di 12 mesi dalla data di attivazione e potevano essere prorogate fino ad un massimo di ulteriori 12 mesi, al ricorrere delle condizioni previste contrattualmente. I singoli contratti attuativi stipulati dalle amministrazioni contraenti hanno durata quadriennale. Le Convenzioni Facility Management 2 sono scadute. I contratti attuativi stipulati dalle Amministrazioni sono ancora in buona parte in corso. Nella tabella seguente, le informazioni di dettaglio relative ai lotti stipulati: Convenzione Facility Management Uffici 2 Lotto Territorio Fornitore Data attivazione Data scadenza o esaurimento 1 Piemonte, Valle d'aosta Comune di Roma (escluso I Municipio) Manital SCpA Società Consortile per i Servizi Integrati per Azioni Consorzio Stabile 1/2/ /01/ Sicilia, Calabria 2 Lombardia RTI Siram (mandataria), CNS 27/10/200 26/10/ Emilia Romagna, Liguria Consorzio Nazionale dei Servizi Soc.Coop., Combustibili Nuova Prenestina S.r.l., 2/12/200 27/12/ Lazio (con esclusione del Comune di Roma), Sardegna S.A.C.C.I.R., EXITone (mandanti) 07/01/ /01/ Comune di Roma I Municipio RTI Romeo Gestioni SpA (mandataria) 15/06/2012 Consorzio Romeo Facility Services 16/06/2010 Campania, Basilicata (mandante) 10/01/2012

6 11 Puglia, Molise 15/06/2012 RTI Marco Polo Spa (mandataria), Kuadra 3 Veneto, Trentino A. A., Friuli V. G. S.r.l. (mandante) (CONVENZIONE RISOLTA IL 7 NOV. 2012) 01/03/2010 2/02/ Toscana, Umbria RTI Cofely Italia (mandataria), Bosch 2/12/200 27/12/ Abruzzo, Marche Energy and Building Solution Italy S.r.l., L'Operosa S.c.a.r.l., Co.l.ser. Scarl, Iprams (mandanti) 2/12/200 27/12/2011 CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PER IMMOBILI, ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO, IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (ED. FM3) Con bando di gara, pubblicato sulla G.U.U.E. S. 135 del 15/07/210 e sulla G.U.R.I. n. 1 del 16/07/2010, Consip ha indetto una gara comunitaria a procedura aperta, ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, per conto del Ministero dell Economia e delle Finanze, per la stipula di Convenzioni, ai sensi dell art. 26 della Legge n. 4/1 e s.m.i. e dell art. 5 della Legge n. 3/2000, per l affidamento dei servizi di Facility Management per immobili, adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni, suddivisa in 12 (dodici) lotti geografici (cd. FM3). Alla gara hanno partecipato 16 Raggruppamenti temporanei, per un totale di 120 imprese. Sono pervenute complessivamente 47 offerte. La gara è stata aggiudicata come segue: RTI Manital Idea SpA (mandataria), Manital Società Consortile per i Servizi Integrati per Azioni Consorzio Stabile (mandante): lotti 1,, 12; RTI Romeo Gestioni SpA (mandataria) Consorzio Stabile Romeo Facility Services 2010 (mandante): lotti 2,, 10, 11; RTI Cofely Italia SpA (mandataria), Bosch Energy & Building Solution Italy s.r.l., CO.L.SER Servizi Scarl, Consorzio Nazionale Cooperative Pluriservizi Soc.Coop.(mandanti): lotto 3; RTI Coopservice S.C.p.A. (mandataria), Euro & Promos Group S.C.p.A., CPL Concordia Soc.Coop., Cristoforetti Energia Srl, Consorzio Cooperative Costruzioni CCC So.Coop., Pulirapida Srl, Simtek SpA (mandanti): lotto 4; RTI Manutencoop Facility Management SpA (mandataria), P.F.E. SpA, Impresa di Pulizia e Sanificazione Salus Srl, Società Euroambiente a Responsabilità Limitata (mandanti): lotto 5; RTI Guerrato SpA (mandataria), C.I.C.L.A.T. Consorzio Italiano Cooperative Lavoratori Ausiliari Traffico - Società Cooperativa, Copma SCarl, C.M. Service Srl, (mandanti): lotto 6; RTI CNS Consorzio Nazionale Servizi Soc.Coop. (mandataria), Siram SpA, Combustibili Nuova Prenestina Srl, EXITone SpA, (mandanti): lotto 7. Le Convenzioni avevano una durata di 1 mesi dalla data di attivazione e potevano essere prorogate fino ad un massimo di ulteriori 12 mesi, alle condizioni previste contrattualmente. I singoli contratti attuativi stipulati dalle amministrazioni contraenti hanno durata quadriennale o settennale a scelta dell Amministrazione. Tutte le Convenzioni sono attive, eccetto la Convenzione relativa al lotto 3, che si è esaurita in data 26/07/2013. Allo stato solo la Convenzione relativa al Lotto 4 è stata prorogata per ulteriori 12 mesi decorrenti dalla data di originaria scadenza del lotto e, pertanto, fino a tutto il 21/0/2014. Nella tabella seguente, le informazioni di dettaglio relative ai lotti stipulati: Convenzione Facility Management Uffici 3 Lotto Territorio Fornitore Data attivazione Data scadenza o esaurimento

7 1 Piemonte, Valle d'aosta 17/06/2014 Comune di Roma (escluso I Municipio) RTI Manital Idea SpA (mandataria), Manital Società Consortile per i Servizi Integrati per Azioni Consorzio Stabile (mandante) 17/12/ /06/ Sicilia, Calabria 17/06/ Lombardia 21/12/ /06/2014 Comune di Roma I 1/07/2012 1/01/2014 Municipio RTI Romeo Gestioni SpA (mandataria) Consorzio Stabile Romeo Facility 10 Services 2010 (mandante) Campania, Basilicata 1/07/2012 1/01/ Puglia, Molise 16/05/ /11/ Veneto, Trentino A. A., Friuli V. G. RTI Cofely Italia SpA (mandataria), Bosch Energy and Building Solution Italy S.r.l., CO.L.SER Servizi Scarl, Consorzio Nazionale Cooperative Pluriservizi Soc.Coop.(mandanti) 21/12/ /07/ Emilia Romagna, Liguria 5 Toscana, Umbria 6 Abruzzo, Marche RTI Coopservice S.C.p.A. (mandataria), Euro & Promos Group S.C.p.A., CPL Concordia Soc.Coop., Cristoforetti Energia Srl, Consorzio Cooperative Costruzioni CCC So.Coop., Pulirapida Srl, Simtek SpA (mandanti) RTI Manutencoop Facility Management SpA (mandataria), P.F.E. SpA, Impresa di Pulizia e Sanificazione Salus Srl, Società Euroambiente a Responsabilità Limitata (mandanti) RTI Guerrato SpA (mandataria), C.I.C.L.A.T. Consorzio Italiano Cooperative Lavoratori Ausiliari Traffico - Società Cooperativa, Copma SCarl, C.M. Service Srl, (mandanti) 21/03/ /0/2014 1/07/2012 1/01/2014 1/12/2012 1/06/ Lazio (con esclusione del Comune di Roma), Sardegna RTI CNS Consorzio Nazionale Servizi Soc.Coop. (mandataria), Siram SpA, Combustibili Nuova Prenestina Srl, EXITone SpA, (mandanti) 20/11/ /05/2014

8 ALLEGATO 2 TABELLA RIEPILOGATIVA ORDINATIVI DI FORNITURA Nelle Convenzioni FM2 e FM3 il territorio del Comune di Roma, vista la particolare concentrazione di immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni, è ripartito su due lotti: lotto Comune di Roma escluso I Municipio; lotto I Municipio. Tale suddivisione risponde all esigenza di garantire competizione adeguata evitando la creazione di un Lotto di dimensioni manifestamente sproporzionate rispetto ai restanti Lotti. Per completezza nella tabella seguente si riportano i dati, aggiornati al mese di Ottobre 2013, relativi agli ordinativi emessi su tali lotti dalle Amministrazioni che hanno in uso gli edifici oggetto della vs. richiesta. Si precisa che i Ministeri riportati in tabella hanno comunque emesso altri ordinativi su altri lotti relativi a immobili di sedi periferiche. Tali dati sono stati elaborati attraverso la reportistica inviata contrattualmente dal fornitore raffrontata con i dati risultanti dal nostro sistema informatico. Consip riceve infatti dai Fornitori delle Convenzioni ex art. 26 L. n. 4/1 con cadenza mensile, come previsto contrattualmente, i dati di rendicontazione dei servizi prestati in favore delle Amministrazioni Contraenti. Si precisa che la Camera dei Deputati ed il Comune di Roma, citati nella Vs. richiesta, non hanno ad oggi aderito alle Convenzioni in argomento. Pertanto, non sono comprese nell elenco allegato alla presente nota. La Presidenza della Repubblica, invece, pur avendo aderito alle Convenzioni, non ha stipulato un ordinativo di fornitura relativamente alla sede istituzionale. Si segnala, inoltre, che gli ordinativi di fornitura attengono in genere all insieme degli edifici dell amministrazione di riferimento ubicati nel territorio del Lotto. Si evidenzia infine che i dati di dettaglio relativi agli Ordinativi emessi in adesione alle Convenzioni sono reperibili sul sito dell Autorità di Vigilanza sui contratti Pubblici, alla sezione trasparenza. *****

9 Nome Ente Convenzione Lotto Fornitore Ordinativi e immobili SENATO DELLA REPUBBLICA relativo a 17 immobili in uso al Senato della Repubblica tra cui Palazzo Madama PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI relativo a 16 immobili in uso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri tra cui Palazzo Chigi UFFICI 2 MANITAL S.C.p.A. n. 2 Ordinativi di fornitura relativi a 6 immobili in uso al Ministero dell'economia e delle Finanze MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE UFFICI 2 n. 3 Ordinativi di fornitura relativi a 3 immobili in uso al Ministero dell'economia e delle Finanze tra cui il Palazzo delle Finanze n. 2 Ordinativi di fornitura relativi a 3 immobili in uso al Ministero dell'economia e delle Finanze tra cui il Palazzo delle Finanze UFFICI 2 MANITAL S.C.p.A. relativi ad 1 immobile in uso al Ministero dell'interno MINISTERO DELL'INTERNO RTI MANITALIDEA n. 1 Ordinativi di fornitura relativo a 10 immobili in uso al Ministero dell'interno UFFICI 2 n. 3 Ordinativi di fornitura relativi a 2 immobili in uso al Ministero dell'interno tra cui il Palazzo del Viminale MINISTERO DELLA GIUSTIZIA RTI MANITALIDEA relativo ad 1 immobile in uso al Ministero della Giustizia relativo a 5 immobili in uso al Ministero della Giustizia tra cui la sede centrale in Via Arenula MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA relativo a 4 immobili in uso al Ministero dell'istruzione, Università e Ricerca tra cui la sede centrale in Viale Trastevere

CONSIP FM3 LOTTO 6 MARCHE E ABRUZZO

CONSIP FM3 LOTTO 6 MARCHE E ABRUZZO CONSIP FM3 LOTTO 6 MARCHE E ABRUZZO ABSTRACT Febbraio 2013 1 SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI, ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO, IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Un modello di governance applicato al patrimonio immobiliare della P.A. nell ambito delle Convenzioni CONSIP

Un modello di governance applicato al patrimonio immobiliare della P.A. nell ambito delle Convenzioni CONSIP Un modello di governance applicato al patrimonio immobiliare della P.A. nell ambito delle Convenzioni CONSIP Roberto Di Napoli, Direttore Operativo, Romeo Gestioni Presentazione della Consip S.p.A. Consip

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Registro generale n. 3703 del 2011 Determina con Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Oggetto Convenzione per

Dettagli

WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO

WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO N 119 TIPO DI DOCUMENTO: CAPITOLATO TITOLO: Gara per la fornitura del servizio di gestione integrata (Global Service) degli immobili in uso SOTTOTITOLO: DATI CAPITOLATO TECNICO:

Dettagli

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI CONVENZIONE CONSIP FACILITY CATEGORIE DI SERVIZI I oggetto dell appalto sono classificati nelle seguenti macro categorie e categorie di servizio così suddivise: Macro Categoria Categoria previsti dalla

Dettagli

La gestione integrata dei servizi agli immobili: la Convenzione Consip Facility Management per immobili ad uso ufficio

La gestione integrata dei servizi agli immobili: la Convenzione Consip Facility Management per immobili ad uso ufficio La gestione integrata dei servizi agli immobili: la Convenzione Consip Facility Management per immobili ad uso ufficio INTRODUZIONE ALL INIZIATIVA La Convenzione Facility Management Uffici ha per oggetto

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture. Servizio Patrimonio

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture. Servizio Patrimonio Registro generale n. 1561 del 2011 Determina con Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture Servizio Patrimonio Oggetto Servizio patrimonio. Atto aggiuntivo alla

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE A7 - CULTURA E POLITICHE GIOVANILI --- TEATRO Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 808 del 06/11/2013 Registro del Settore N. 89 del 05/11/2013 Oggetto: SERVIZI DI FACCHINAGGIO OCCORRENTI

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012 Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012 il mercato elettronico della p.a. cosa è Il Mercato Elettronico della P.A. è un mercato

Dettagli

ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO GARA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI IN USO A

ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO GARA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI IN USO A ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO GARA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO Allegato

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

ALLEGATO 5-BIS SCHEMA DI CONTRATTO ATTUATIVO

ALLEGATO 5-BIS SCHEMA DI CONTRATTO ATTUATIVO ALLEGATO 5-BIS SCHEMA DI CONTRATTO ATTUATIVO Nota: le parti riportate nel formato: o XXXXXX dovranno essere riempite al momento della stipulazione del contratto. Schema di contratto attuativo allegato

Dettagli

ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI, ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO, IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Registro generale n. 2289 del 2011 Determina con Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Oggetto Convenzione per l'affidamento

Dettagli

Atto Dirigenziale N. 3663 del 21/09/2012

Atto Dirigenziale N. 3663 del 21/09/2012 Atto Dirigenziale N. 3663 del 21/09/2012 Classifica: 005.11.05 Anno 2012 (4540924) Oggetto REVOCA DELLA DETERMINAZIONE A CONTRARRE N. 765 DEL 08/05/2012 DI APPROVAZIONE DEGLI ATTI DI GARA A "PROCEDURA

Dettagli

Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi

Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi (art. 26, comma 4, L. n. 488/99 Legge Finanziaria 2000 e successive modificazioni e integrazioni) RELAZIONE

Dettagli

Indirizzo postale: Via Isonzo 19/E Città: Roma Codice postale: 00198. Posta elettronica: Fax: +39.06.85.449.288

Indirizzo postale: Via Isonzo 19/E Città: Roma Codice postale: 00198. Posta elettronica: Fax: +39.06.85.449.288 UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo (352) 29 29 42 670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info e formulari on-line:

Dettagli

COMUNE di VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza

COMUNE di VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza COMUNE di VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza SERVIZIO TECNICO DETERMINAZIONE N. 452 DEL 27/10/2014 Oggetto: AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FACILITY MANAGEMENT DEGLI STABILI COMUNALI MEDIANTE CONVENZIONE

Dettagli

ARPAT. Decreto del Direttore Generale n del. Oggetto: Direzione - Area Patrimonio Ufficio Tecnico e provveditorato - Adesione alla

ARPAT. Decreto del Direttore Generale n del. Oggetto: Direzione - Area Patrimonio Ufficio Tecnico e provveditorato - Adesione alla Decreto del Direttore Generale n del ( 2LIÀ4 A ARPAT Vista la L.R. 22 giugno 2009 no 30 avente per oggetto Nuova disciplina dell Agenzia regionale per nominato Direttore Generale dell Agenzia Regionale

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1091 Data: 17-12-2011 SETTORE : FINANZIARIO SOCIETA' PARTECIPATE GARE E CONTRATTI

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1091 Data: 17-12-2011 SETTORE : FINANZIARIO SOCIETA' PARTECIPATE GARE E CONTRATTI Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1091-2011 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1091 Data: 17-12-2011 SETTORE : FINANZIARIO SOCIETA'

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture. Servizio Patrimonio

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture. Servizio Patrimonio Registro generale n. 1921 del 2011 Determina con Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture Servizio Patrimonio Oggetto : Servizio patrimonio. Atto aggiuntivo alla

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE n. 1458 del 29/12/2015

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE n. 1458 del 29/12/2015 Servizio Sanitario Nazionale Regione dell'umbria AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA 1 Sede Legale Provvisioria: Via Guerra 21 Perugia Codice Fiscale e Partita IVA 03301860544 DELIBERA DEL DIRETTORE

Dettagli

AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI

AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI 1/ 23 ENOTICES_Utg-Consip 27/07/2010- ID:2010-098336 Formulario standard 3 - IT UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo

Dettagli

Guida alla Convenzione Energia Elettrica 3. - lotto 2 -

Guida alla Convenzione Energia Elettrica 3. - lotto 2 - Energia Elettrica 3 - lotto 2 - INDICE 1. Premessa... 3 2. Oggetto della Convenzione... 3 2.1 Fornitura... 3 2.2 Durata... 4 3. Modalità della Fornitura... 4 4. Condizioni Economiche... 5 4.1 Determinazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1593 DEL 20/12/2012. Comune di Parma

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1593 DEL 20/12/2012. Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1593 DEL 20/12/2012 Comune di Parma Centro di Responsabilità: 13050 - S.O. ECONOMATO E LAYOUT Centro di Costo: Vari Servizi vari Determinazione n. proposta PD\2012-3305

Dettagli

Servizi di Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni adibiti prevalentemente ad uso ufficio

Servizi di Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni adibiti prevalentemente ad uso ufficio 1 Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni abiti prevalentemente ad uso ufficio Convenzione Consip Lotto 3 2 Ince Premessa................... pag. 03 Il Raggruppamento

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015

REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 Codice DB2018 D.D. 24 novembre 2014, n. 987 Impegno di Euro 6.016,00 o.f.c. sul cap. 142189/14 per la realizzazione di funzionalita' aggiuntive della Piattaforma Web per

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 8 ottobre 2014; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTO l articolo 101

Dettagli

IL MERCATO PUBBLICO DEI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT NEL LAZIO NEL 2013

IL MERCATO PUBBLICO DEI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT NEL LAZIO NEL 2013 IL MERCATO PUBBLICO DEI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT NEL LAZIO NEL 2013 Presentazione convegno "Competitività e innovazione delle PMI: nuove opportunità per crescere nel settore del Facility Management"

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO Multiservizio tecnologico per le strutture sanitarie della Regione Lazio Il presente caso studio riguarda l affidamento,

Dettagli

COMUNE DI SPILAMBERTO

COMUNE DI SPILAMBERTO COMUNE DI SPILAMBERTO PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE STRUTTURA FINANZE, RAGIONERIA E BILANCIO O R I G I N A L E SERVIZIO STRUTTURA FINANZE, RAGIONERIA E BILANCIO MATERIA DI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

CONSIP S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO FORNITURE

CONSIP S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO FORNITURE CONSIP S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO FORNITURE L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? SI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E

Dettagli

Indirizzo postale: Via Isonzo 19/E Città: Roma Codice postale: 00198. Direzione Acquisti per la Pubblica Amministrazione (DAPA)

Indirizzo postale: Via Isonzo 19/E Città: Roma Codice postale: 00198. Direzione Acquisti per la Pubblica Amministrazione (DAPA) Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Presentazione di bandi di gara on-line:

Dettagli

Italia-Roma: Benzina senza piombo 2015/S 139-256238. Bando di gara. Forniture

Italia-Roma: Benzina senza piombo 2015/S 139-256238. Bando di gara. Forniture 1/13 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:256238-2015:text:it:html Italia-Roma: Benzina senza piombo 2015/S 139-256238 Bando di gara Forniture Direttiva 2004/18/CE Sezione I:

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

Il Direttore del Servizio Territoriale del Sassarese. VISTA la Legge Regionale 8 agosto 2006, n. 13 Riforma degli enti agricoli e riordino delle

Il Direttore del Servizio Territoriale del Sassarese. VISTA la Legge Regionale 8 agosto 2006, n. 13 Riforma degli enti agricoli e riordino delle Oggetto: Determinazione a contrarre per affidamento servizio di conduzione e manutenzione periodica impianti di condizionamento uffici ARGEA Sardegna di Sassari, Bono e Pozzomaggiore. Procedura di acquisto

Dettagli

DETERMINA DEL DIRETTORE DELL ERSU DI URBINO N. 100/ERSUURB DEL 15/05/2015

DETERMINA DEL DIRETTORE DELL ERSU DI URBINO N. 100/ERSUURB DEL 15/05/2015 1 DETERMINA DEL DIRETTORE DELL ERSU DI URBINO N. 100/ERSUURB DEL 15/05/2015 Oggetto: proroga del servizio Facility Management per il periodo maggio dicembre 2015. Ditta Cofely Italia SpA, via Ostiense

Dettagli

Servizio Unico Appalti

Servizio Unico Appalti DETERMINAZIONE Servizio Unico Appalti Registro generale n. 258 del 15/11/2013 Oggetto: AGGIUDICAZIONE - APPALTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DEI SERVIZI ALLA PERSONA - LOTTO A CIG 5343392292 FORNITURA

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) definisce la procedura di Conciliazione Business secondo

Dettagli

QUESITO Si chiede conferma che, ai fini della partecipazione alla gara, non è prevista l effettuazione di un

QUESITO Si chiede conferma che, ai fini della partecipazione alla gara, non è prevista l effettuazione di un nell ipotesi che lo scrivente consorzio partecipi avvalendosi di altra impresa per il possesso di requisiti tecnico professionali (per servizi prestati con buon esito nella categoria portierato), e necessario

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE NR. 48 DEL 28.3.2013 OGGETTO: Appalto servizio pulizie Sedi Comunali 2013/2014. Determinazione a contrarre ai sensi dell

Dettagli

Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti. Prot. n. 75646 del 01/10/2014. Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti

Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti. Prot. n. 75646 del 01/10/2014. Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti Prot. n. 75646 del 01/10/2014 G328 AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA IN ECONOMIA FINALIZZATA ALLA STIPULA DI ACCORDO QUADRO

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena

Provincia di Forlì-Cesena Provincia di Forlì-Cesena PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE FABBRICATI Fascicolo n. 2013/06.06.02/000002 DETERMINAZIONE N. 1976 del 30/09/2013 OGGETTO: DETERMINA A CONTRATTARE PER SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA

Dettagli

Consip ed il programma di razionalizzazione della spesa della PA: l'approccio al mercato energetico

Consip ed il programma di razionalizzazione della spesa della PA: l'approccio al mercato energetico Concessiona Programma per la razionalizzazione della spesa della Pubblica Amministrazione per beni e servizi MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Consip ed il programma di razionalizzazione della spesa

Dettagli

ABBONAMENTI A PERIODICI, BANCHE DATI E SERVIZI CONNESSI PER LE BIBLIOTECHE DELLE AMMINISTRAZIONI E AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

ABBONAMENTI A PERIODICI, BANCHE DATI E SERVIZI CONNESSI PER LE BIBLIOTECHE DELLE AMMINISTRAZIONI E AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA ABBONAMENTI A PERIODICI, BANCHE DATI E SERVIZI CONNESSI PER LE BIBLIOTECHE DELLE AMMINISTRAZIONI E AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA GUIDA ALLA CONVENZIONE Premessa La presente Guida contiene

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 254 DEL 26/04/2013 PROPOSTA N. 42 Centro di Responsabilità: Serv. Segret., Contratti, Economato, Patr., Espropri, Soc. Part., Inf., Stat. Servizio:

Dettagli

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro Finanziamenti alle imprese ISI INAIL 2011 - INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO in attuazione dell'art. 11, comma 5, D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Dettagli

I-Roma: Lavori generali di costruzione di edifici 2011/S 131-217204 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE SETTORI SPECIALI

I-Roma: Lavori generali di costruzione di edifici 2011/S 131-217204 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE SETTORI SPECIALI Stati membri - Lavori - Avviso relativo agli appalti aggiudicati - Procedura negoziata 1/9 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:217204-2011:text:it:html I-Roma: Lavori generali

Dettagli

Nuovi incentivi ISI INAIL

Nuovi incentivi ISI INAIL Per una migliore qualità della vita Nuovi incentivi ISI INAIL IL BANDO ISI INAIL 2013 PER INTERVENTI DA AVVIARE NELL ANNO 2014 FINANZIATA ANCHE LA CERTIFICAZIONE BS OHSAS 18001 Il bando ISI INAIL 2013

Dettagli

EBAN ENTE BILATERALE AGRICOLO NAZIONALE

EBAN ENTE BILATERALE AGRICOLO NAZIONALE EBAN ENTE BILATERALE AGRICOLO NAZIONALE BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI SULLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO IN AZIENDE AGRICOLE Premessa L Ente Bilaterale Agricolo Nazionale, di seguito

Dettagli

Consip Public. Il Mercato Elettronico della PA: un obbligo per le Amministrazioni, un opportunità per le Imprese

Consip Public. Il Mercato Elettronico della PA: un obbligo per le Amministrazioni, un opportunità per le Imprese Consip Public Il Mercato Elettronico della PA: un obbligo per le Amministrazioni, un opportunità per le Imprese il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Nel 2000 il Ministero dell

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI COMO C O P I A DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N 163 DEL 20/02/2012 SETTORE Attività Economiche, Formazione Professionale, Politiche Attive del Lavoro e Università, Istruzione OGGETTO: RIPETIZIONE

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca DDG 12 del 6 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2013, n. 128, recante Misure urgenti in materia

Dettagli

Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dall Agenzia Regionale Centrale Acquisti

Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dall Agenzia Regionale Centrale Acquisti tradizionale ed ecologica e di carta in risme III edizione Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dall Agenzia Regionale Centrale Acquisti Tutta la documentazione relativa alle Convenzioni

Dettagli

Allegato A. 1. Requisiti di partecipazione

Allegato A. 1. Requisiti di partecipazione Allegato A Avviso di selezione pubblica, mediante richiesta di disponibilità, per il reperimento di un contingente di 341 operatori sociali/esperti ratione materiae per l espletamento degli adempimenti

Dettagli

CONTROLLO DELLA SPESA PUBBLICA E BISOGNO DI SALUTE. 10-11 MARZO 2016 presso la Camera di commercio di Cremona

CONTROLLO DELLA SPESA PUBBLICA E BISOGNO DI SALUTE. 10-11 MARZO 2016 presso la Camera di commercio di Cremona CONTROLLO DELLA SPESA PUBBLICA E BISOGNO DI SALUTE 10-11 MARZO 2016 presso la Camera di commercio di Cremona L ORGANIZZAZIONE DEGLI ACQUISTI NEL NUOVO CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (testo licenziato dal

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI Servizio Ec. Finanziario e Politiche Sociali C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 136 del 27/02/2014 del registro generale OGGETTO: ADESIONE

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE

DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE INFORMAZIONI SU COOPERFIDI ITALIA DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE Versione N. 9 aggiornata all 26.03.2015 Cooperfidi Italia soc. coop. Sede legale e direzione generale

Dettagli

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A., Via Fabio Filzi, n. 22, 20124, Milano,

Dettagli

Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P.O. PROVVEDITORATO-ECONOMATO ********* DETERMINAZIONE

Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P.O. PROVVEDITORATO-ECONOMATO ********* DETERMINAZIONE FIN. P.O. PROVVEDITORATO-ECONOMATO ********* DETERMINAZIONE Proposta n. STRISORS 2619/2012 Determ. n. 2167 del 25/10/2012 Oggetto: ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO MEDIANTE ADESIONE

Dettagli

Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto

Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: Lombardia Informatica S.p.A., Funzione Acquisti e Affari Generali, Via Taramelli n. 26, 20124, Milano,

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Promuovere l efficienza energetica

Promuovere l efficienza energetica Promuovere l efficienza energetica Consip e le iniziative Servizio Integrato Energia e Servizio Luce Cagliari, 05/11/2015 2 L area «Energia e Utility» di Consip ha l obiettivo di promuovere l efficientamento

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Viale della Repubblica, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fax 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI PISA COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-14 / 239 del 25/02/2013 Codice identificativo 876951

COMUNE DI PISA COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-14 / 239 del 25/02/2013 Codice identificativo 876951 COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-14 / 239 del 25/02/2013 Codice identificativo 876951 PROPONENTE Manutenzioni - Manifestazioni storiche - Sport OGGETTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE

Dettagli

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE VISTA la legge 11 febbraio 1994, n. 109, recante Legge quadro in materia di lavori pubblici, nel testo aggiornato pubblicato nel supplemento

Dettagli

Prot. n LOTTO 8 (Basilicata, Campania)

Prot. n LOTTO 8 (Basilicata, Campania) Prot. n. 148680 PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE PER LE SEDI DEGLI UFFICI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMUNICAZIONE DI AGGIUDICAZIONE LOTTI 8 (BASILICATA,

Dettagli

Consip SIE 3. Tempi rapidi e risultati garantiti di efficienza energetica con la convenzione SIE3. Servizio Integrato Energia

Consip SIE 3. Tempi rapidi e risultati garantiti di efficienza energetica con la convenzione SIE3. Servizio Integrato Energia Consip SIE 3 Servizio Integrato Energia per le Pubbliche Amministrazioni Tempi rapidi e risultati garantiti di efficienza energetica con la convenzione SIE3 La Pubblica Amministrazione è attualmente impegnata

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Registro generale n. 296 del 2012 Determina senza Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Oggetto AREA ENTRATE

Dettagli

Direzione Servizi Amministrativi 2015 03502/014 Area Servizi Civici CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Servizi Amministrativi 2015 03502/014 Area Servizi Civici CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Servizi Amministrativi 2015 03502/014 Area Servizi Civici CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 111 approvata il 4 agosto 2015 DETERMINAZIONE: AFFIDAMENTO SUL MEPA DEL SERVIZIO

Dettagli

D.L. 35 e 102/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE

D.L. 35 e 102/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE D.L. 35 e 102/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE Aggiornamento del 29 novembre 2013 Debiti P.A.: pagati più di 16mld* A disposizione degli enti debitori l 89% delle risorse stanziate per il 2013 dai

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dell Economia e delle Finanze la legge 31 dicembre 2009, n. 196 Legge di contabilità e finanza pubblica ; il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni, con particolare riguardo all articolo 3-septies

Dettagli

Prot. Gen. 50497/12 Mantova li, 15.11.2012. A mezzo fax Spett.le Ditta. A&TECH srl. ARTCO SERVIZI Soc.Coop. CICLAT Consorzio Soc.

Prot. Gen. 50497/12 Mantova li, 15.11.2012. A mezzo fax Spett.le Ditta. A&TECH srl. ARTCO SERVIZI Soc.Coop. CICLAT Consorzio Soc. PROVINCIA DI MANTOVA - SETTORE PATRIMONIO, PROVVEDITORATO, ECONOMATO, APPALTI E CONTRATTI - Via P. Amedeo n.30-32 46100 Mantova Tel. 0376/ 204232-372 Fax 0376/204280 economato@provincia.mantova.it Prot.

Dettagli

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA Il quadro di contesto e la normativa di settore in materia di Trasporto Pubblico.

Dettagli

DECRETO n. 324 del 06/06/2014

DECRETO n. 324 del 06/06/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Indice 1. Oggetto... 3 2. Caratteristiche della fornitura... 4 3. Gestione della fornitura... 5 4. Servizi connessi... 6 4.1 Call Center... 6 4.2 Responsabile della fornitura...

Dettagli

PROTOCOLLO R.e.p.i.e.

PROTOCOLLO R.e.p.i.e. PROTOCOLLO R.e.p.i.e. L innovazione per rilanciare il comparto dell edilizia WWW.R.E.P.I.E.IT 1. PARTE GENERALE 2. OPERATORI ECONOMICI 3. AFFIDAMENTO LAVORI 4. OPERATORI FINANZIARI 5. FORNITORI TECNOLOGIA

Dettagli

Il Segretario Generale,

Il Segretario Generale, Determinazione n. 117/SG del 30 giugno 2014 OGGETTO: Procedura in economia mediante cottimo fiduciario ai sensi degli artt. 125 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e s.m.i. e degli artt. 5 commi 2 e 5, 7

Dettagli

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua.

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. Art. 3. Su ciascun contenitore delle zattere di cui al precedente articolo dovranno

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014)

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014) REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014) 1 PREMESSE 1.1 La Società APAM ESERCIZIO SPA (di seguito APAM) con sede legale

Dettagli

Allegato 12 al verbale CdP 23 febbraio 2012 CHECK LIST SU APPALTI E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO GUIDA ALLA COMPILAZIONE E APPROFONDIMENTI NORMATIVI

Allegato 12 al verbale CdP 23 febbraio 2012 CHECK LIST SU APPALTI E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO GUIDA ALLA COMPILAZIONE E APPROFONDIMENTI NORMATIVI Allegato 12 al verbale CdP 23 febbraio 2012 CHECK LIST SU APPALTI E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO GUIDA ALLA COMPILAZIONE E APPROFONDIMENTI NORMATIVI 1. GUIDA ALLA COMPILAZIONE QUANDO DEVE ESSERE COMPILATA?

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1;

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1; Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO l articolo 26, comma 2, del decreto-legge n. 91 del 2014, convertito dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, (di seguito: decreto-legge n. 91 del 2014) il quale dispone

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

Deliberazione del Direttore Generale N. 030. Del 18/02/2014

Deliberazione del Direttore Generale N. 030. Del 18/02/2014 Deliberazione del Direttore Generale N. 030 Del 18/02/2014 Il giorno 18/02/2014 alle ore 10.00 nella sede Aziendale di via San Giovanni del Cantone 23, la sottoscritta Dott.ssa Mariella Martini, Direttore

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Immobili IL DIRIGENTE

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Immobili IL DIRIGENTE REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Immobili Proposta nr. 8 del 18/02/2016 - Determinazione nr. 302 del 18/02/2016 OGGETTO: Servizio di pulizia ed igienizzazione

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI AREA EDILIZIA

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI AREA EDILIZIA PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI AREA EDILIZIA Prot. Generale N. 0048192 / 2013 Atto N. 2059 OGGETTO: Appalto in Global Service di servizi integrati

Dettagli

Appalti ed Economato 2015 01019/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 12 marzo 2015

Appalti ed Economato 2015 01019/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 12 marzo 2015 Appalti ed Economato 2015 01019/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 0 approvata il 12 marzo 2015 DETERMINAZIONE: 05/303- AFFIDAMENTO DIRETTO IN ECONOMIA DEL

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Viale della Repubblica, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fax 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 DETERMINAZIONE

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO DETERMINAZIONE N. 100 DEL 17 marzo 2014 COPIA N. Proposta Settore: 34 OGGETTO: COD CIG ZA90E017AD. MANUTENZIONE ALLE APPARECCHIATURE ANTINCENDIO ED ANTINFORTUNISTICHE PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI (ESTINTORI

Dettagli

COMUNE DI MONTELEPRE LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI PALERMO

COMUNE DI MONTELEPRE LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI PALERMO COMUNE DI MONTELEPRE LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI PALERMO ORIGINALE SETTORE IV - URBANISTICA - INFRASTRUTTURE E SERVIZI ALLE IMPRESE SUAP N. Generale : 344 del 14/10/2014 DETERMINAZIONE N. 116 DEL 14 ottobre

Dettagli

Centrale Regionale Acquisti. Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dalla Centrale Regionale Acquisti

Centrale Regionale Acquisti. Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dalla Centrale Regionale Acquisti Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dalla Centrale Regionale Acquisti Tutta la documentazione relativa alle Convenzioni è disponibile sul portale www.centraleacquisti.regione.lombardia.it,

Dettagli