OGGETTO IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC. APPROVAZIONE DELLE ALIQUOTE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) PER L ANNO 2016

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OGGETTO IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC. APPROVAZIONE DELLE ALIQUOTE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) PER L ANNO 2016"

Transcript

1 DELIBERAZIONE N. 4 SEDUTA DEL 21/03/2016 OGGETTO IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC. APPROVAZIONE DELLE ALIQUOTE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) PER L ANNO 2016 E presente in men rispett all appell iniziale l assessre Geri Simna: il ttale dei presenti e di n.12 cnsiglieri; IL CONSIGLIO COMUNALE Premess che la legge di stabilità 2014 (art. 1, cmmi , legge 27 dicembre 2013, n. 147), nell ambit di un disegn cmplessiv di rifrma della tassazine immbiliare lcale, ha istituit l Impsta Unica Cmunale (IUC), cmpsta da tre distinti prelievi: l impsta municipale prpria (IMU) relativa alla cmpnente patrimniale; la tassa sui rifiuti (TARI) destinata alla cpertura dei csti del servizi di gestine dei rifiuti; il tribut sui servizi indivisibili (TASI), destinata alla cpertura dei csti dei servizi indivisibili ergati dai cmuni; Ricrdat che la TASI: è destinata a sstituire dal 2014 il caric fiscale cnness all IMU sull abitazine principale e la maggirazine TARES di 0,30 centesimi al mq., quest ultima pagata nel 2013 direttamente a favre dell Stat, entrambe sppresse; ha cme presuppst impsitiv il pssess la detenzine a qualsiasi titl di fabbricati, ivi cmpresa l abitazine principale cme definita ai fini IMU e di aree edificabili, ad eccezine dei terreni agricli; è dvuta da chiunque pssieda detenga le unità immbiliari di cui spra, cn vincl di slidarietà tra i pssessri da un lat e gli utilizzatri dall altr. Nel cas in cui l unità immbiliare sia ccupata da sggett divers dal pssessre, il cmune, nell ambit del reglament, deve stabilire la percentuale di tribut dvuta dall utilizzatre, tra un minim del 10% ed un massim del 30%. La restante parte è dvuta dal pssessre; è calclata cme maggirazine dell impsta municipale prpria, in quant cndivide cn la stessa la base impnibile e l aliquta; Richiamata inltre la legge 28 dicembre 2015, n. 208, la quale, in attesa della rifrma della tassazine lcale immbiliare, cn riferiment alla TASI, ha previst: l esenzine dall impsta a favre delle unità immbiliari adibite ad abitazine principale del prprietari e/ dell utilizzatre, a cndizine che nn sian accatastate nelle categrie A/1, A/8 A/9; la riduzine del 75% a favre degli immbili lcati a canne cncrdat; 1

2 Tenut cnt che le mdifiche alla disciplina della TASI intrdtte dalla legge n. 208/2015 cmprtan una perdita di gettit, stimata per l ente in ,00, alla quale il legislatre ha fatt frnte attravers un increment del Fnd di slidarietà cmunale ergat in base alle riscssini cnseguite nel 2015; Richiamati in particlare i cmmi 676 e 677 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, cme da ultim mdificati dall articl 1, cmma 679, della legge n. 190/2014, i quali testualmente recitan: 676. L'aliquta di base della TASI è pari all'1 per mille. Il cmune, cn deliberazine del cnsigli cmunale, adttata ai sensi dell'articl 52 del decret legislativ n. 446 del 1997, può ridurre l'aliquta fin all'azzerament 677. Il cmune, cn la medesima deliberazine di cui al cmma 676, può determinare l'aliquta rispettand in gni cas il vincl in base al quale la smma delle aliqute della TASI e dell'imu per ciascuna tiplgia di immbile nn sia superire all'aliquta massima cnsentita dalla legge statale per l'imu al 31 dicembre 2013, fissata al 10,6 per mille e ad altre minri aliqute, in relazine alle diverse tiplgie di immbile. Per il 2014 e 2015, l'aliquta massima nn può eccedere il 2,5 per mille. Per gli stessi anni 2014 e 2015, nella determinazine delle aliqute TASI pssn essere superati i limiti stabiliti nel prim e nel secnd perid, per un ammntare cmplessivamente nn superire all 0,8 per mille a cndizine che sian finanziate, relativamente alle abitazini principali e alle unità immbiliari ad esse equiparate di cui all'articl 13, cmma 2, del decret-legge 6 dicembre 2011, n. 201, cnvertit, cn mdificazini, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, detrazini d'impsta altre misure, tali da generare effetti sul caric di impsta TASI equivalenti inferiri a quelli determinatisi cn riferiment all'imu relativamente alla stessa tiplgia di immbili, anche tenend cnt di quant previst dall'articl 13 del citat decret-legge n. 201, del Vist inltre l articl 1, cmma 28, della legge n. 208/2015, il quale stabilisce che Per l'ann 2016, limitatamente agli immbili nn esentati ai sensi dei cmmi da 10 a 26 del presente articl, i cmuni pssn mantenere cn espressa deliberazine del cnsigli cmunale la maggirazine della TASI di cui al cmma 677 dell'articl 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, nella stessa misura applicata per l'ann 2015 ; Attes che la disciplina TASI spra individuata, per quant riguarda le aliqute, prevede: a) un aliquta di base dell 1 per mille, che i cmuni pssn ridurre sin all azzerament (cmma 676); b) la pssibilità di incrementare l aliquta di base, ferm restand che: per l ann 2015 l aliquta nn può superare il 2,5 per mille (cmma 677); la smma delle aliqute IMU e TASI per gli immbili adibiti ad abitazine principale e altri immbili nn può essere superire all aliquta massima IMU cnsentita dalla legge statale al 31 dicembre Tale limite può essere aumentat, per l ann 2016, dell 0,8 per mille, qualra il cmune si sia avvals di tale facltà nell ann 2015; per i fabbricati rurali strumentali l aliquta nn può in gni cas superare l 1 per mille (cmma 678); c) la pssibilità di differenziare le aliqute in ragine del settre di attività nnché della tiplgia e destinazine degli immbili (cmma 683); Vist l articl 1, cmma 26, della legge n. 208/2015, il quale ha sspes, per l ann 2016, l efficacia delle deliberazini di aument delle aliqute e tariffe dei tributi lcali, stabilend che: 26. Al fine di cntenere il livell cmplessiv della pressine tributaria, in cerenza cn gli equilibri generali di finanza pubblica, per l ann 2016 è sspesa l efficacia delle leggi reginali e delle deliberazini degli enti lcali nella parte in cui prevedn aumenti dei tributi e delle addizinali attribuiti alle regini e agli enti lcali cn legge dell Stat rispett ai livelli di aliqute tariffe applicabili per l ann Sn fatte salve, per il settre sanitari, le dispsizini di cui 2

3 all articl 1, cmma 174, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, e all articl 2, cmmi 79, 80, 83 e 86, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, nnché la pssibilità di effettuare manvre fiscali incrementative ai fini dell access alle anticipazini di liquidità di cui agli articli 2 e 3 del decret-legge 8 aprile 2013, n. 35, cnvertit, cn mdificazini, dalla legge 6 giugn 2013, n. 64, e successivi rifinanziamenti. La sspensine di cui al prim perid nn si applica alla tassa sui rifiuti (TARI) di cui all articl 1, cmma 639, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, né per gli enti lcali che deliberan il predissest, ai sensi dell articl 243-bis del test unic di cui al decret legislativ 18 agst 2000, n. 267, il dissest, ai sensi degli articli 246 e seguenti del medesim test unic di cui al decret legislativ n. 267 del Rilevat dunque, sulla base della nrma spra richiamata, che il cmune, per l ann di impsta 2016, può unicamente a) ridurre l aliquta della TASI; b) cnfermare la maggirazine dell 0,8 per mille applicata nel 2015 sugli immbili diversi da quelli esnerati; Cnsiderat che il gettit TASI incassat per l ann 2015 ammnta a indicativi ,00; Rilevat che Il cmma 683 della predetta Legge prevede che il cnsigli cmunale deve apprvare, entr il termine fissat da nrme statali per l'apprvazine del bilanci di previsine le aliqute della TASI, in cnfrmità cn i servizi indivisibili individuati cn l'indicazine analitica, per ciascun di tali servizi, dei relativi csti alla cui cpertura la TASI e' diretta; per servizi indivisibili s intendn i servizi, prestazini, attività ed pere frniti dal Cmune a favre della cllettività, nn cperte da alcun tribut tariffa, la cui utilità ricade mgeneamente sull intera cllettività del Cmune senza pssibilità di quantificare specifica ricaduta e benefici a favre di particlari sggetti; Dat att che, in base a quant previst dal vigente Reglament TASI, i servizi indivisibili alla cui cpertura è finalizzat il gettit TASI sn i seguenti: viabilità (identificata cme bilancin 10 strade); illuminazine pubblica (identificata cme bilancin 18 illuminazine pubblica); sicurezza (identificata cme bilancin 12 plizia municipale); manutenzine del verde (identificata cme bilancin 20 verde); prtezine civile ed edilizia (identificata cme bilancin 19 edilizia); Visti i csti dei servizi indivisibili di cui spra, risultanti dalle schede allegate al presente prvvediment dal, di cui si riprtan le risultanze finali: Bilancin PM , , ,62 10 STRADE , , ,78 18 ILLUMINAZIONE PUBBLICA , , ,87 19 EDILIZA , , ,09 20 VERDE , , ,29 Ttale cmplessiv , , ,65 Richiamat cme per l ann 2015, fsse stata deliberata la TASI limitatamente all abitazine principale in quant le altri fattispecie impsitive cncrrevan già in maniera più che cnsistente al reperiment delle risrse per il finanziament dei servizi indivisibili mediante la cmpnente IMU della IUC; 3

4 Richiamate le aliqute ai fini del pagament della TASI per l ann 2015 apprvate cn delibera di CC 9 del 20/03/2015: Fattispecie Abitazine principale e relative pertinenze (sl categrie A/1, A/8 e A/9) Abitazine principale e relative pertinenze (escluse categrie A/1, A/8 e A/9) Fabbricati rurali strumentali Altri immbili Aliquta 2,0 2,5 Ritenut necessari, per l ann 2016, di cnfermare le vigenti aliqute; Ritenut di prvvedere in merit; Visti: a) l articl 172, cmma 1, lettera c), del decret legislativ 18 agst 2000, n. 267, il quale prevede che gli enti lcali alleghin al bilanci di previsine le deliberazini cn le quali sn determinate, per l esercizi di riferiment, le tariffe, le aliqute d impsta e le eventuali maggiri detrazini, le variazini dei limiti di reddit per i tributi lcali e per i servizi lcali, nnché, per i servizi a dmanda individuale, i tassi di cpertura in percentuale del cst di gestine dei servizi stessi ; b) l art. 53, cmma 16, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, cme sstituit dall art. 27, cmma 8, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, il quale stabilisce che il termine per deliberare le aliqute e le tariffe dei tributi lcali, cmpresa l aliquta dell addizinale cmunale all IRPEF di cui all art. 1, cmma 3, del d.lgs. 28 settembre 1998, n. 360 e le tariffe dei servizi pubblici lcali cincide cn la data fissata da nrme statali per la deliberazine del bilanci di previsine; c) l articl 1, cmma 169, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) il quale dispne che Gli enti lcali deliberan le tariffe e le aliqute relative ai tributi di lr cmpetenza entr la data fissata da nrme statali per la deliberazine del bilanci di previsine. Dette deliberazini, anche se apprvate successivamente all inizi dell esercizi purché entr il termine innanzi indicat, hann effett dal 1º gennai dell ann di riferiment. In cas di mancata apprvazine entr il suddett termine, le tariffe e le aliqute si intendn prrgate di ann in ann ; Vist infine l articl 1, cmma 174, del d.lgs. n. 267/2000, il quale fissa al 31 dicembre il termine per l apprvazine del bilanci di previsine dell esercizi di cmpetenza; Vist il DM del Minister dell intern in data 28 ttbre 2015 (pubblicat sulla Gazzetta Ufficiale n. 254 in data 31/10/2015), ha prrgat al 31 marz 2016 il termine per l apprvazine del bilanci di previsine dell esercizi 2016; Vist l articl 13, cmma 15, del decret legge 6 dicembre 2011, n. 201, cnv. in legge n. 214/2011, il quale testualmente recita: 15. A decrrere dall'ann d'impsta 2012, tutte le deliberazini reglamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti lcali devn essere inviate al Minister dell'ecnmia e delle finanze, Dipartiment delle finanze, entr il termine di cui all'articl 52, cmma 2, del decret legislativ n. 446 del 1997, e cmunque entr trenta girni dalla data di scadenza del termine previst per l'apprvazine del bilanci di previsine. Il mancat invi delle predette deliberazini nei termini previsti dal prim perid è sanzinat, previa diffida da parte del Minister dell'intern, cn il blcc, 4

5 sin all'adempiment dell'bblig dell'invi, delle risrse a qualsiasi titl dvute agli enti inadempienti. Cn decret del Minister dell'ecnmia e delle finanze, di cncert cn il Minister dell'intern, di natura nn reglamentare sn stabilite le mdalità di attuazine, anche graduale, delle dispsizini di cui ai primi due peridi del presente cmma. Il Minister dell'ecnmia e delle finanze pubblica, sul prpri sit infrmatic, le deliberazini inviate dai cmuni. Tale pubblicazine sstituisce l'avvis in Gazzetta Ufficiale previst dall'articl 52, cmma 2, terz perid, del decret legislativ n. 446 del Vist infine l articl 1, cmma 688, della legge n. 147/2013, il quale prevede che in cas di mancata pubblicazine delle aliqute TASI entr il 28 ttbre dell ann di riferiment, si applican quelle previste nell esercizi precedente. A tal fine il cmune è tenut ad inviare le aliqute al Minister entr il 14 ttbre (termine perentri); Viste: la nta del Minister dell ecnmia e delle finanze prt. n in data 6 aprile 2012, cn la quale è stata resa nta l attivazine, a decrrere dal 16 aprile 2012, della nuva prcedura di trasmissine telematica dei reglamenti e delle delibere di apprvazine delle aliqute attravers il prtale ; la nta del Minister dell ecnmia e delle finanze prt. n in data 28 febbrai 2014, cn la quale sn state rese nte le mdalità di pubblicazine delle aliqute e dei reglamenti inerenti la IUC sul citat prtale; Vist il D.Lgs. n. 267/2000 ed in particlare l articl 42, cmma 1, lettera f); Vist l Statut Cmunale; Vist il D.Lgs. n. 267/2000 ed in particlare l articl 42, cmma 1, lettera f); Precisat che l svilupp della discussine relativa al presente dg è cntenut nel verbale n. 2 dell dierna seduta; Premess che sulla prpsta della presente deliberazine ha espress parere favrevle, ai sensi dell'art.49, cmma 1º del D.Lgs. n.267/2000, il respnsabile del servizi interessat (Sig. Bernardni) per quant cncerne la reglarità tecnica e cntabile; Cn vti favrevli n. 8, cntrari n. 4 (Cnsiglieri: Indell, Biagini, Santini, Turra) ed astenuti n. zer, espressi per alzata di man D E L I B E R A 1) di cnfermare, per le mtivazini espste in premessa ed alle quali integralmente si rinvia, le seguenti aliqute della TASI per l ann 2016: Fattispecie Abitazine principale e relative pertinenze (sl categrie A/1, A/8 e A/9) Abitazine principale e relative pertinenze (escluse categrie A/1, A/8 e A/9) Fabbricati rurali strumentali Altri immbili Aliquta 2,0 5

6 2) di dare att del rispett della clausla di salvaguardia di cui all articl 1, cmma 677, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, cme mdificat dall articl 1, cmma 1, lettera a) del decret legge 6 marz 2014, n. 16; 3) di stimare in. 0,00. il gettit della TASI derivante dall applicazine delle aliqute/detrazini di cui spra; 4) di stabilire in ,32 i csti dei servizi indivisibili alla cui cpertura è finalizzat il gettit della TASI, cme analiticamente illustrati nelle schede allegate al presente prvvediment di cui si riprtan le risultanze finali: Bilancin PM , , ,62 10 STRADE , , ,78 18 ILLUMINAZIONE PUBBLICA , , ,87 19 EDILIZA , , ,09 20 VERDE , , ,29 Ttale cmplessiv , , ,65 5) di trasmettere telematicamente la presente deliberazine al Minister dell ecnmia e delle finanze per il tramite del prtale entr 30 girni dalla data di esecutività e cmunque entr 30 girni dal termine ultim di apprvazine del bilanci, ai sensi dell articl 13, cmma 15, del decret legge 6 dicembre 2011, n (L. n. 214/2011); 6) di pubblicare le aliqute TASI sul sit internet del Cmune; 7) Infine, stante l urgenza di prvvedere, cn vti favrevli n. 8, cntrari n. 4 (Cnsiglieri: Indell, Biagini, Santini, Turra) ed astenuti n. zer, espressi per alzata di man, di dichiarare il presente prvvediment immediatamente eseguibile, ai sensi dell articl 134, cmma 4, del d.lgs. n. 267/

COMUNE DI TREPUZZI PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI TREPUZZI PROVINCIA DI LECCE COMUNE DI TREPUZZI PROVINCIA DI LECCE Prt. N... Spedita al CO.RE.CO. il.. ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 26 DEL 09/09/2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC. APPROVAZIONE DELLE

Dettagli

COMUNE DI NOVARA. IL CONSIGLIO COMUNALE Su proposta della Giunta Comunale

COMUNE DI NOVARA. IL CONSIGLIO COMUNALE Su proposta della Giunta Comunale COMUNE DI NOVARA OGGETTO: I.U.C. ANNO 2014; Aliquta Tributi Servizi Indivisibili -TASI. IL CONSIGLIO COMUNALE Su prpsta della Giunta Cmunale Premess che: l art. 1 della Legge del 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Comune di SAN ROMANO IN GARFAGNANA

Comune di SAN ROMANO IN GARFAGNANA Cmune di SAN ROMANO IN GARFAGNANA rvincia di Lucca DELIBERAZIONE N. 16 in data: 09.06.2015 COIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ALIQUOTE IMOSTA MUNICIALE UNICA (IMU). DETERMINAZIONI

Dettagli

COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (PROVINCIA DI MILANO)

COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (PROVINCIA DI MILANO) COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (PROVINCIA DI MILANO) Cn la rifrma del federalism fiscale dal 2012 è entrata in vigre l Impsta Municipale Prpria (IMU), la nuva tassa sugli immbili che prende il pst dell'ici

Dettagli

COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO

COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 12 del registr Data 21-03-2016 OGGETTO: Impsta Unica Cmunale (I.U.C.). Apprvazine delle tariffe per l'applicazine

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE

COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE (Provincia di Bologna) C O P I A N. 25 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE Adunanza in prima convocazione - Seduta pubblica - OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC).

Dettagli

COMUNE DI ASSAGO Provincia di Milano

COMUNE DI ASSAGO Provincia di Milano COMUNE DI ASSAGO Provincia di Milano PROPOSTA di deliberazione del CONSIGLIO COMUNALE N 27 del 26/06/2015 OGGETTO: DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2015. IL

Dettagli

Comune di Battaglia Terme

Comune di Battaglia Terme COIA Cmune di Battaglia Terme rvincia di adva Verbale lett, apprvat e sttscritt. IL RESIDENTE F.t MOMOLO MASSIMO IL SEGRETARIO COM.LE F.t MALARTE STEFANIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU INFORMATIVA TASI ACCONTO 2015 ATTENZIONE: COS E E PER COSA E DOVUTA

COMUNE DI DECIMOMANNU INFORMATIVA TASI ACCONTO 2015 ATTENZIONE: COS E E PER COSA E DOVUTA COMUNE DI DECIMOMANNU INFORMATIVA TASI ACCONTO 2015 ATTENZIONE: CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 44 DEL 4.06.2015, IL TERMINE PER IL VERSAMENTO DELLA PRIMA RATA DELLA TASI È STATO DIFFERITO AL 30

Dettagli

Comune di Battaglia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 13. Eseguito l appello risultano: ZABARELLA DIEGO GURINOV CARMEN DELIA

Comune di Battaglia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 13. Eseguito l appello risultano: ZABARELLA DIEGO GURINOV CARMEN DELIA Cmune di Battaglia COIA Terme rvincia di adva VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Verbale lett, apprvat e sttscritt. IL RESIDENTE F.t MOMOLO MASSIMO IL SEGRETARIO COM.LE F.t Nrti Marialuisa

Dettagli

Comune di Castelnovo di Sotto Provincia di Reggio Emilia

Comune di Castelnovo di Sotto Provincia di Reggio Emilia Cmune di Castelnv di Stt Prvincia di Reggi Emilia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 IN SEDUTA DEL 29/04/2016 L ann duemilasedici il girn ventinve del mese di aprile, alle re 19:3030, nella Residenza

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. Determinazione

PROVINCIA DI UDINE. Determinazione C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE Determinazine Prpsta nr. 14 del 03/03/2015 Determinazine nr. 132 del 3.03.2015 Servizi Bibliteca, Cultura e Prmzine Sprt OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI SOVERIA SIMERI Provincia di Catanzaro

COMUNE DI SOVERIA SIMERI Provincia di Catanzaro COMUNE DI SOVERIA SIMERI Provincia di Catanzaro N. 22 del 06.09.2014 0 ORIGINALE 0 - COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Approvazione delle aliquote della tassa sui servizi indivisibili

Dettagli

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI Medaglia d Argent al Merit Civile Cd. Fisc. 00827390725 ----------- Cpia Deliberazine Cnsigli Cmunale Numer 34 Del 28-09-2012 OGGETTO: MODIFICA ALIQUOTE

Dettagli

COMUNE DI MONTALCINO

COMUNE DI MONTALCINO ORIGINALE COMUNE DI MONTALCINO D ELIBER AZ IONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 24/07/2014 re 21:15 press il palazz stric di Piazza del Ppl Sessine seduta rdinaria Presiede FRANCESCHELLI SILVIO Presidente

Dettagli

COMUNE DI SANT URBANO Provincia di Padova. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale

COMUNE DI SANT URBANO Provincia di Padova. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale ORIGINALE COMUNE DI SANT URBANO Provincia di Padova C.C. N. 26 del 25-06-2015 Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE UNICA (I.M.U.) PER L'ANNO

Dettagli

C O M U N E DI O D E R Z O Città Archeologica (Provincia di Treviso)

C O M U N E DI O D E R Z O Città Archeologica (Provincia di Treviso) C O M U N E DI O D E R Z O Città Archeologica (Provincia di Treviso) Proposta di Deliberazione del Consiglio Comunale N /2014 del Oggetto: IMU - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO

Dettagli

C O M U N E d i PALLAGORIO B a s h k i a e Puheriut

C O M U N E d i PALLAGORIO B a s h k i a e Puheriut C O M U N E d i PALLAGORIO B a s h k i a e Puheriut Provincia di Crotone - Provinça e Kutronit N. 13 del 10.09.2014 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Approvazione aliquote del Tributo per i

Dettagli

SERVIZIO AUTONOMO RISORSE UMANE E FORMAZIONE PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N.

SERVIZIO AUTONOMO RISORSE UMANE E FORMAZIONE PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N. Pag. 1 / 7 cmune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.cmune.trieste.it partita iva 00210240321 SERVIZIO PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N. 3927

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 Dipartiment Lavri Pubblici - Uffici Tecnic - Lavri Pubblici Determinazine n. 161 del 13/02/2014 Oggett: CIG. Z940D93ED2

Dettagli

COMUNE DI RUVIANO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Adottato nella seduta del 04/06/2015

COMUNE DI RUVIANO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Adottato nella seduta del 04/06/2015 COMUNE DI RUVIANO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adottato nella seduta del 04/06/2015 N. 17 Reg. Data 04/06/2015 Oggetto: IMPOSTA UNICA COMUNALE-IUC. APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO

COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 39 del registr Data 29-05-2015 OGGETTO: Impsta Unica Cmunale (I.U.C.). Apprvazine delle tariffe per l'applicazine

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 DOCUMENTO FIRMATO DIGITALMENTE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.20

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.20 Copia PROVINCIA DI VERCELLI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.20 OGGETTO: DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE RELATIVE ALLA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. ANNO 2014 L anno duemilaquattordici addì

Dettagli

CITTA DI CHERASCO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14

CITTA DI CHERASCO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14 CITTA DI CHERASCO Copia Provincia di Cuneo VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14 OGGETTO: ANNO 2015 - IMPOSTA COMUNALE UNICA (I.U.C.) - TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) - ALIQUOTE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CMUNE DI FRANCAVILLA DI SICILIA PRVINCIA DI MESSINA DELIBERAZINE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Reg. n. 167 Dei 2411212012 GGETT: ART.222 DEL D. L.Gs N. 267/20.DISCIPLINA DELLE ANTICIPAZINI DI TESRERIA PER L'ESER=

Dettagli

COMUNE DI DENNO Via G. Ossanna 1 DENNO (TN) GUIDA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

COMUNE DI DENNO Via G. Ossanna 1 DENNO (TN) GUIDA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA COMUNE DI DENNO Via G. Ossanna 1 DENNO (TN) GUIDA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA GUIDA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA Dal 1 gennai 2012 è in vigre

Dettagli

C O M U N E D I A R T E N A PROVINCIA DI ROMA ***

C O M U N E D I A R T E N A PROVINCIA DI ROMA *** C O M U N E D I A R T E N A PROVINCIA DI ROMA *** Deliberazione Originale del Commissario Straordinario con i poteri di Consiglio Comunale N. 6 del 22-05-2014 OGGETTO: DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE AI

Dettagli

COMUNE DI CALOPEZZATI (PROV. DI COSENZA)

COMUNE DI CALOPEZZATI (PROV. DI COSENZA) COMUNE DI CALOPEZZATI (PROV. DI COSENZA) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SOGGETTA AL CONTROLLO PREVENTIVO AI SENSI DEL D. LGS N. 267/2000 NON SOGGETTA N. 18 DEL 14/04/2016 OGGETTO: Imposta

Dettagli

INFORMATIVA ANNO 2016 Imposta Municipale Propria

INFORMATIVA ANNO 2016 Imposta Municipale Propria INFORMATIVA ANNO 2016 Impsta Municipale Prpria ESENZIONE IMU SU: ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE cn esclusine delle unità immbiliari classificate nelle categrie catastali A/1, A/8 e A/9 che dvrann versare

Dettagli

AREA SERVIZI ALLA PERSONA

AREA SERVIZI ALLA PERSONA COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Prvincia di Bergam N. 95 DATA 06-11-2012 COPIA AREA SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DI AREA OGGETTO: Pian Diritt all Studi 2012/13 Trasferiment fndi alle

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 23 DEL 13/02/2017 OGGETTO: Aggiudicazine prcedura sttsglia per la frnitura di sstituzine del sistema di prduzine acqua calda per riscaldament e sanitaria della mensa Le Grazie

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O

COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O COIA DELL ORIGINALE Deliberazine n 82 in data 18/06/2015 COMUNE DI VERBANIA ROVINCIA DEL V.C.O Verbale di Deliberazine di Cnsigli Cmunale Oggett: AROVAZIONE TRIBUTO ER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) - DELIBERAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Determinazine n. 4821 del 29 ttbre 2013 PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prt. Generale N.

Dettagli

CITTA DI AULLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI AULLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI AULLA Medaglia d Oro al Merito Civile rovincia di Massa Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Determinazione tariffe T.A.S.I. Anno 2014 N. 25 Data 02/09/2014 L anno 2014,il giorno

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA TASI NOTA INFORMATIVA 2014

COMUNE DI RAVENNA TASI NOTA INFORMATIVA 2014 COMUNE DI RAVENNA TASI NOTA INFORMATIVA 2014 Dal 1 gennai 2014 cn la legge 147 del 27/12/2013 è istituita la TASI Tribut per i Servizi Indivisibili. Il Cmune di Ravenna, cn delibera del Cnsigli Cmunale

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 18 Reg. Delib. N. Reg. Pubblic.

COMUNE DI CARNAGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 18 Reg. Delib. N. Reg. Pubblic. COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 Reg. Delib. N. Reg. Pubblic. OGGETTO: APPROVAZIONE DELLE ALIQUOTE TASI (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI)

Dettagli

COMUNE DI VERRAYES. n. 42 del 27/12/2012. OGGETTO: Adozione variante non sostanziale al P.R.G.C.: aggiornamento parziale tab.

COMUNE DI VERRAYES. n. 42 del 27/12/2012. OGGETTO: Adozione variante non sostanziale al P.R.G.C.: aggiornamento parziale tab. Originale REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA RÉGION AUTONOME VALLÉE D AOSTE COMUNE DI VERRAYES Verbale di deliberazine del Cnsigli cmunale n. 42 del 27/12/2012 OGGETTO: Adzine variante nn sstanziale al P.R.G.C.:

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 657 del 22/06/2016

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 657 del 22/06/2016 REGIONE TOSCANA AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 657 del 22/06/2016 OGGETTO: ADOZIONE DELLO SCHEMA DI STATUTO E DELLA PROPOSTA DI REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco COPIA COMUNE DI CIVATE Prvincia di Lecc ZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 628 Reg. Pubblicazini N. 106 Registr Deliberazini del 24-09-2015 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON L'ALER DI LECCO PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

COMUNE DI COLONNA. Provincia di ROMA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale DELIBERAZIONE N. 28 DEL 05/05/2015

COMUNE DI COLONNA. Provincia di ROMA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale DELIBERAZIONE N. 28 DEL 05/05/2015 ORIGINALE COMUNE DI COLONNA Provincia di ROMA 00030 PIAZZA VITTORIO EMANUELE II, 5 Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale DELIBERAZIONE N. 28 DEL 05/05/2015 OGGETTO: Imposta Unica Comunale IUC.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. COPIA N 28 del 29/07/2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. COPIA N 28 del 29/07/2014 COMUNE DI MARUDO Provincia di Lodi VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA N 28 del 29/07/2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTE I.M.U. PER L'ANNO 2014. L'anno 2014, addì ventinove del mese di luglio

Dettagli

COMUNE DI ARCOLE Provincia di Verona - Piazza Marconi, Arcole

COMUNE DI ARCOLE Provincia di Verona - Piazza Marconi, Arcole COMUNE DI ARCOLE rvincia di Verna - iazza Marcni,1 37040 Arc.I.01844780237 - C.F. 83002270235 Tel. 045 7639611 fax 045 7635532 - @mail: segreteria@cmune.arc.vr.it R. D. n.47 COIA VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. municipale unica (IMU) Determinazioni.

Provincia di Reggio Calabria DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. municipale unica (IMU) Determinazioni. Delibera n. 1 1 Cpia C O M U N E D I R O C C E L L A I O N I C A Prvincia di Reggi Calabria DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggett: Impsta I municipale unica (IMU) 2013. Determinazini. L ann duemilatredici

Dettagli

COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì - Cesena

COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì - Cesena COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì - Cesena C O P I A DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 36 Data 30/07/2015 Prot. N. 6888 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI

Dettagli

CITTA DI CHERASCO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11

CITTA DI CHERASCO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 CITTA DI CHERASCO Copia Provincia di Cuneo VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 OGGETTO: ANNO 2016 - IMPOSTA COMUNALE UNICA (IUC) - TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) - ALIQUOTE -

Dettagli

COMUNE ROSASCO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE ROSASCO PROVINCIA DI PAVIA COPIA COMUNE ROSASCO PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 DEL 08.04.2014 OGGETTO:TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI). DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE E DELLE SCADENZE DELLE RATE

Dettagli

Comune di Ragalna. Tributo servizi indivisibili - TASI. Prov. di Catania. Chi è tenuto al pagamento. Gli immobili soggetti a TASI INDICE:

Comune di Ragalna. Tributo servizi indivisibili - TASI. Prov. di Catania. Chi è tenuto al pagamento. Gli immobili soggetti a TASI INDICE: Cmune di Ragalna Prv. di Catania INDICE: 1. Chi è tenut al pagament 2. Gli immbili sggetti a Tasi Tribut servizi indivisibili - TASI La Tasi è il tribut per i servizi indivisibili intrdtt dalla Legge 27

Dettagli

COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO

COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO COMUNE DI BADESI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 7 del registro Data 30-01-2017 OGGETTO: Imposta unica comunale IUC. approvazione delle aliquote del tributo

Dettagli

Comune di Chamois Commune de Chamois

Comune di Chamois Commune de Chamois REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME DE LA VALLEE D AOSTE Cmune di Chamis Cmmune de Chamis Determinazine nr. 53 Del 23/04/2011 DETERMINAZIONI DEL SEGRETARIO COMUNALE OGGETTO: PROGETTI MOBILITA'/ENERGIE

Dettagli

C O M U N E D I C I N Q U E F R O N D I (Provincia di Reggio Calabria)

C O M U N E D I C I N Q U E F R O N D I (Provincia di Reggio Calabria) C O M U N E D I C I N Q U E F R O N D I (Provincia di Reggio Calabria) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE N. 15 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE PER LA DISCIPLINA DELLA TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI

Dettagli

Il Sindaco introduce il punto all o.d.g. illustrando la proposta di seguito riportata.

Il Sindaco introduce il punto all o.d.g. illustrando la proposta di seguito riportata. Il Sindaco introduce il punto all o.d.g. illustrando la proposta di seguito riportata. Al termine dell illustrazione, constatato che non vi sono interventi o richieste di chiarimenti pone ai voti la proposta.

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale N. 5 DEL 22 GENNAIO 2015 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

NUOVA TASSAZIONE LOCALE

NUOVA TASSAZIONE LOCALE NUOVA TASSAZIONE LOCALE LEGGE 27/12/2013 N. 147 LEGGE DI STABILITA 2014 ART.1 639 - IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) Due presupposti impositivi: possesso di immobili, collegato alla loro natura e valore

Dettagli

Tributo servizi indivisibili - TASI

Tributo servizi indivisibili - TASI Tribut servizi indivisibili - TASI INDICE: La Tasi è il tribut per i servizi indivisibili intrdtt dalla Legge 27 dicembre 2013, n. 147 Legge di stabilità 2014 e il cui pagament è a caric sia del pssessre

Dettagli

COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA DELIBERAZIONE N. 23 in data: 28-05-2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA Straordinaria DI Prima CONVOCAZIONE - SEDUTA Pubblica OGGETTO:

Dettagli

OGGETTO: Atto di indirizzo e norme organizzative e procedurali per l assunzione delle spese in economia.

OGGETTO: Atto di indirizzo e norme organizzative e procedurali per l assunzione delle spese in economia. Deliberazine della Giunta Cmunale n. 44/2016 dd. 28.04.2016 OGGETTO: Att di indirizz e nrme rganizzative e prcedurali per l assunzine delle spese in ecnmia. Premess e rilevat che: cn l'articl 10 (Armnizzazine

Dettagli

Servizio Presidenza, Cultura e scuola per la pace Presidenza - U.O.S. Attività e beni culturali

Servizio Presidenza, Cultura e scuola per la pace Presidenza - U.O.S. Attività e beni culturali Servizi Presidenza, Cultura e scula per la pace Presidenza - U.O.S. Attività e beni culturali DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CON IMPEGNO DI SPESA Determinazine n 348 del 24/01/2012 Oggett: PROGETTO INERENTE

Dettagli

COMUNE DI COLLARMELE Provincia di L Aquila

COMUNE DI COLLARMELE Provincia di L Aquila COMUNE DI COLLARMELE Provincia di L Aquila C.F. e Part ita IVA 00212670665 - te l.0863/78126 fax 0863/789331 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 10 del 20-05-14 Oggetto: IMPOSTA

Dettagli

Pensionati. Come. modulo va inviato. Trattamento giuridico e fiscale delle prestazioni

Pensionati. Come. modulo va inviato. Trattamento giuridico e fiscale delle prestazioni Pensinati I Cme mdul va inviat scegliere sl un di questi mdi Trattament giuridic e fiscale delle prestazini 851 Attenzine: quest mdul va utilizzat per cmunicare un'eventuale variazine di dati che sn stati

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazine n. DD-2015-256 esecutiva dal 16/02/2015 Prtcll Generale n. PG-2015-16136 del 13/02/2015

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 170 del 11/03/2015 Registr del Settre N. 30 del 09/03/2015 Oggett: Acquist del servizi di access ai dati del

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE

COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE (Provincia di Bologna) C O P I A N. 34 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE Adunanza in prima convocazione - Seduta pubblica - OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC).

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimen t o Agric o lt u ra, Sport, Tu rism o e Cult u ra Politiche Agricole e della Pesca - Settore

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimen t o Agric o lt u ra, Sport, Tu rism o e Cult u ra Politiche Agricole e della Pesca - Settore REGIONE LIGURIA - Giunta Reginale Dipartimen t Agric lt u ra, Sprt, Tu rism e Cult u ra Plitiche Agricle e della Pesca - Settre O GG E TTO : Reglament (UE) n. 1308/2013 del Parlament Eurpe e del Cnsigli

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Determinazine n. 4704 del 24 nvembre 2014 PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prt. Generale

Dettagli

COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza)

COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza) COMUNE DI TRECCHINA (Prvincia di Ptenza) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA NR. 9 OGGETTO: APPROVAZIONE RENDICONTO DELLA GESTIONE ESERCIZIO 2015 (29 aprile 2016) L ann DUEMILASEDICI,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI TAVENNA PROVINCIA DI CAMPOBASSO COPIA DELIBERAZIONE N. 12 Del 29.04.2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE - IUC. CONFERMA DELLE ALIQUOTE DEL TRIBUTO

Dettagli

Comune di Vasanello PROVINCIA DI VT VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Comune di Vasanello PROVINCIA DI VT VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia Albo Comune di Vasanello PROVINCIA DI VT VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 6 DATA: 22/05/2014 Oggetto: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI PER L'ANNO 2014 L anno duemilaquattordici addì ventidue

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN IETRO IN CASALE ROVINCIA DI BOLOGNA DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N. 10 del 31/03/2015 OGGETTO: IMOSTA UNICA COMUNALE IUC. AROVAZIONE DELLE ALIQUOTE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

Dettagli

CITTA' DI MATERA SETTORE: SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO

CITTA' DI MATERA SETTORE: SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO N PAP-2564-26 Si attesta che il presente att è stat affiss all'alb Pretri n-line dal 6/6/26 al /7/26 L'incaricat della pubblicazine ANGELA STIFANO CITTA' DI MATERA SETTORE: SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

C O M U N E D I C H I G N O L O P O

C O M U N E D I C H I G N O L O P O C O M U N E D I C H I G N O L O P O C.C. 23 05/08/2015 APPROVAZIONE ALIQUOTE I.U.C. (IMPOSTA UNICA COMUNALE) PER LE TRE COMPONENTI IMU,TARI E TASI PER L ANNO 2015 SEDUTA ORDINARIA - DI PRIMA CONVOCAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE MANIFESTI SU IMPIANTI DI PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNALI E LA DEFISSIONE DI MANIFESTI AFFISSI ABUSIVAMENTE.

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE MANIFESTI SU IMPIANTI DI PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNALI E LA DEFISSIONE DI MANIFESTI AFFISSI ABUSIVAMENTE. REGISTRO GENERALE N 1194 del 07/08/2015 SETTORE TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE REGISTRO SETTORE N 33 DEL 07/08/2015 INDIZIONE GARA PER L`AFFIDAMENTO IN COTTIMO FIDUCIARIO DEL SERVIZIO DI MATERIALE

Dettagli

- Comune di Perugia - DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 48 del Pagina volume N. Ver. 9.4

- Comune di Perugia - DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 48 del Pagina volume N. Ver. 9.4 COMUNE DI PERUGIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 48 DEL 27.05.2013 L'ann DUEMILATREDICI il girn VENTISETTE del mese di MAGGIO, alle re 17,59, nella cnsueta sala delle adunanze del Palazz dei Priri,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. COPIA N 26 del 29/07/2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. COPIA N 26 del 29/07/2014 COMUNE DI MARUDO Provincia di Lodi VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA N 26 del 29/07/2014 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI PER L'anno 2014, addì ventinove del

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO COMUNE di BELLANTE DETERMINAZIONE N. 294 Prvincia di Teram (Data 25 LUG 2014 ) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA TECNICA UFFICIO LAVORI PUBBLICI\URBANISTICO N. 120 OGGETTO: Manutenzine

Dettagli

COMUNE DI MELE CITTA METROPOLITANA DI GENOVA

COMUNE DI MELE CITTA METROPOLITANA DI GENOVA COMUNE DI MELE CITTA METROPOLITANA DI GENOVA Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale DELIBERA N 24 DEL 29.04.2016 ORIGINALE OGGETTO: PROPOSTA AL CONSIGLIO COMUNALE DI CONFERMA DELLE ALIQUOTE DELL'IMPOSTA

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE COP IA COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Prvincia di Cune DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE Settre LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE N. 5 del 21/01/2011 Il Respnsabile del Servizi: Gem. Luigi BIESTRO

Dettagli

D E L I B E R A Z I O N E D E L S I N D A C O F. F. con i poteri della Giunta Comunale N. 35 del 11/09/2014

D E L I B E R A Z I O N E D E L S I N D A C O F. F. con i poteri della Giunta Comunale N. 35 del 11/09/2014 COMUNE DI SAN PROCOPIO 89020 (PROV. DI REGGIO CALABRIA) D E L I B E R A Z I O N E D E L S I N D A C O F. F. con i poteri della Giunta Comunale N. 35 del 11/09/2014 OGGETTO PROPOSTA AL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COS'È L'IMU NOVITA 2016

COS'È L'IMU NOVITA 2016 COMUNE DI STRA UFFICIO TRIBUTI COS'È L'IMU L'Imu è l'impsta municipale prpria che, dall'1 gennai 2012, ha sstituit, per la cmpnente immbiliare l'ici - Impsta cmunale sugli immbili; NOVITA 2016 Queste le

Dettagli

COMUNE DI TERRUGGIA Provincia di Alessandria Via Marconi 9 tel.0142/ fax.0142/ c.f

COMUNE DI TERRUGGIA Provincia di Alessandria Via Marconi 9 tel.0142/ fax.0142/ c.f ORIGINALE PUBBLIC. CONTAB. TECNICO PRATICA COMUNE DI TERRUGGIA Provincia di Alessandria Via Marconi 9 tel.0142/401400 fax.0142/401471 c.f.00458160066 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza

Dettagli

C O M U N E D I F I A M I G N A N O Provincia di Rieti

C O M U N E D I F I A M I G N A N O Provincia di Rieti C O M U N E D I F I A M I G N A N O Provincia di Rieti Deliberazione Originale del Consiglio Comunale N. 08 Del Registro OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE UNICA ( I.M.U.) DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI

Dettagli

IL DECRETO ANTI CRISI Le misure di sostegno al reddito di lavoratori dipendenti e pensionati

IL DECRETO ANTI CRISI Le misure di sostegno al reddito di lavoratori dipendenti e pensionati IL DECRETO ANTI CRISI Le misure di sstegn al reddit di lavratri dipendenti e pensinati Le misure a sstegn del reddit dei lavratri e dei pensinati intrdtte dal gvern cn il Decret Legge 185/2008 rappresentan

Dettagli

OGGETTO: VALORI DI RIFERIMENTO AI FINI DEL CALCOLO DEL TRIBUTO I.M.U. RELATIVO ALLE AREE FABBRICABILI PER L ANNO 2012

OGGETTO: VALORI DI RIFERIMENTO AI FINI DEL CALCOLO DEL TRIBUTO I.M.U. RELATIVO ALLE AREE FABBRICABILI PER L ANNO 2012 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 58 DEL 21/04/2012 OGGETTO: VALORI DI RIFERIMENTO AI FINI DEL CALCOLO DEL TRIBUTO I.M.U. RELATIVO ALLE AREE FABBRICABILI PER L ANNO 2012 L'ann Duemiladdici e quest

Dettagli

DELIBERAZIONE N.183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE N.183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI QUINZANO D'OGLIO Prvincia di Brescia DELIBERAZIONE N.183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO PER PRESTAZIONI DI RIABILITAZIONE FISICA PER ANNO 2010- L ann

Dettagli

CITTÀ DI MODUGNO PROVINCIA DI BARI

CITTÀ DI MODUGNO PROVINCIA DI BARI CITTÀ DI MODUGNO PROVINCIA DI BARI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 13 del 26/09/2014 RIFERIMENTI Proponente Entrate OGGETTO Determinazione aliquote e detrazioni relative all'imposta Municipale Propria (IMU)

Dettagli

Tutti gli iscritti all Enpam Quota A Fondo di previdenza generale

Tutti gli iscritti all Enpam Quota A Fondo di previdenza generale Tutti gli iscritti all Enpam Quta A Fnd di previdenza generale PRESTAZIONI Istruzini per la dmanda di pensinament al 65 ann per la Quta A 1. Chi può chiedere la pensine? L iscritt/a che pssiede tutti i

Dettagli

COPIA Verbale di deliberazione del Giunta Comunale n. 32

COPIA Verbale di deliberazione del Giunta Comunale n. 32 CODICE ENTE COMUNE DI DELIBERAZIONE N. 32 CERVA DATA 28/04/2016 PROVINCIA DI CATANZARO COPIA Verbale di deliberazione del Giunta Comunale n. 32 OGGETTO: TARIFFE TRIBUTI COMUNALI T.O.S.A.P., PUBBLICITA'

Dettagli

Comune di Vessalico PROVINCIA DI IMPERIA

Comune di Vessalico PROVINCIA DI IMPERIA Comune di Vessalico PROVINCIA DI IMPERIA COPIA VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 17 OGGETTO: I.U.C. (Imposta Unica Comunale) - Disciplina TASI Determinazione Aliquote e detrazioni anno 2015. Nell anno DUEMILAQUINDICI

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 531 del 13/08/2015 Registr del Settre N. 69 del 07/08/2015 Oggett: Acquist del servizi di assistenza e manutenzine

Dettagli

COMUNE DI ROSORA (Provincia Ancona)

COMUNE DI ROSORA (Provincia Ancona) COMUNE DI ROSORA (Provincia Ancona) COPIA DI DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 del Reg. Data 28-04-2016 Oggetto: DETERMINAZIONE ALIQUOTE TRIBUTO SERVIZI INDIVISI= BILI (TASI) - ANNO

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI TERRITORIALI (S) MANUTENZIONI

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI TERRITORIALI (S) MANUTENZIONI COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI TERRITORIALI (S) MANUTENZIONI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1857 / 2014 OGGETTO: CIG 6048522640 - SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI Provincia di Siracusa

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI Provincia di Siracusa COMUNE DI CANICATTINI BAGNI Provincia di Siracusa Deliberazione di Consiglio Comunale Copia (Numero 24 del 08-09-2014 ) Oggetto: DETERMINAZIONE ALIQUOTE TASI PER L'ANNO 2014 - L'anno duemilaquattordici,

Dettagli

CONFERMA ALIQUOTE I.M.U. ANNO 2016 IL CONSIGLIO COMUNALE

CONFERMA ALIQUOTE I.M.U. ANNO 2016 IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 3 SEDUTA DEL OGGETTO CONFERMA ALIQUOTE I.M.U. ANNO 2016 21/03/2016 IL CONSIGLIO COMUNALE Vista la legge di stabilità 2014 (Legge n. 147/2013), la quale ai commi da 639 a 731 dell articolo

Dettagli

Comune di Alseno Provincia di Piacenza (Delibera C.C. n. 18 del )

Comune di Alseno Provincia di Piacenza (Delibera C.C. n. 18 del ) Comune di Alseno Provincia di Piacenza (Delibera C.C. n. 18 del 29.04.2016) IL CONSIGLIO COMUNALE Illustra l argomento il Sindaco Diminuzione del costo di smaltimento di circa 10 mila euro Diminuzione

Dettagli

COMUNE DI PIETRALUNGA Prov. di Perugia

COMUNE DI PIETRALUNGA Prov. di Perugia Ufficio: I SETTORE COMUNE DI PIETRALUNGA Assessorato: PROPOSTA DI DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 16-07-15 N.35 Oggetto: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) - APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI

Dettagli

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P cod Fisc: Partita IVA

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P cod Fisc: Partita IVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO Delibera n. 22 del 17/01/2013 Oggetto: Determinazione aliquote per l applicazione dell imposta municipale propria IMU Anno 2013. L anno 2013 il giorno

Dettagli

CITTA DI CERNOBBIO. Provincia di Como DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI CERNOBBIO. Provincia di Como DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI CERNOBBIO Provincia di Como DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 55 di Registro N. di Prot. Gen. Nella seduta del 05-09-2014 alle ore 19:40, previa notifica degli inviti personali, avvenuta

Dettagli

Iscritti che esercitano la libera professione - Quota B Fondo di previdenza generale

Iscritti che esercitano la libera professione - Quota B Fondo di previdenza generale Iscritti che esercitan la libera prfessine - Quta B Fnd di previdenza generale PRESTAZIONI Istruzini per la dmanda di pensine anticipata (Quta B) 1. Chi può chiedere la pensine anticipata? L iscritt che

Dettagli