SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE"

Transcript

1 SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE Popolazione residente 2006 migl Popolazione residente 2005 migl Var 3,6 1,9 0,6 Densità di popolazione 2006 ab. per kmq 318,7 197,7 196, migl Popolazione residente nei comuni capoluogo di provincia 2005 migl Var , , ,7 Numero di comuni 2006 N 378 di comuni sul totale , , di persone che vive nei comuni capoluogo ,2 41,6 29,6 di persone che vive in comuni con meno di abitanti ,4 10,9 17,6 di persone che vive in comuni con più di abitanti ,3 33,8 23, La struttura della popolazione Indice di vecchiaia (1) ,6 Indice di dipendenza (2) ,3 Indice di ricambio (3) ,5 Numero di famiglie 2006 migl Dimensione media delle famiglie 2006 N di famiglie di single ,3 di coppie con figli , Caratteristiche della popolazione Distribuzione della popolazione secondo la condizione professionale: Occupati ,6 161,8 52,3 80, ,4 26,8 54,8 40,0 139,9 51,1 92, ,0 57,2 38,3 di cui dipendenti 2005 di cui indipendenti ,0 29,0 28,1 9,7 11,0 10,2 In cerca di occupazione ,2 Inattivi ,5 Giovani fino a 14 anni , Le dinamiche demografiche Saldo naturale per abitanti 2006 x ab. 0,7 Saldo migratorio per abitanti 2006 x ab. 33,6 Saldo totale per abitanti 2006 x ab. 34, La presenza straniera (4) Stranieri soggiornanti 2005 N Stranieri soggiornanti per abitanti 2005 x ab. 56,3 Var. degli stranieri soggiornanti ,6 2,7 44,3 13,0-0,7 19,7 19, ,7-0,8 3,2 44,5 14,1 0,0 6,4 6, ,7 3,7 Incidenza dei cittadini extra-comunitari sul totale ,6 86,6 89,9 (1) Rapporto della popolazione di 65 anni ed oltre su quella di 0-14 anni (2) Rapporto della popolazione di 0-14 anni più quella di 65 anni ed oltre sulla popolazione in età anni (3) Rapporto della popolazione di anni sulla popolazione di anni (4) Stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno rilasciato dalle Questure Fonte: elaborazioni Isfort su dati Istat, Ministero dell'interno

2 SCHEDA 2 - STRUTTURA E DINAMICA ECONOMICA La produzione Prodotto interno lordo (PIL) Quota del PIL sul totale Variazione del PIL (prezzi 1995) 2004 mln di euro Var ,00 10,6 PIL per abitante 2004 mgl di euro 20,7 PIL per occupato PIL per abitante (=100) 2004 mgl di euro 2004 N.I. 3,6 58,7 114,8 Distribuzione del Valore Aggiunto per settore: - Agricoltura, silvicoltura e pesca ,5 - Industria ,0 - Servizi alle imprese ,8 - Altri servizi ,7 Totale Il commercio con l'estero Indice di apertura economica (1) ,9 Quota di export sul totale (valore) ,0 Quota di import sul totale (valore) ,8 Quota di import e export sul totale (valore) ,9 Quota di import e export sul totale (quantità) ,1 Variazione dell'export (quantità) Var 18,4 Variazione dell'import (quantità) Var 4,9 Variazione dell'export (valore) Var 4,2 Variazione dell'import (valore) Var -1, Le imprese Imprese attive 2006 N Distribuzione delle imprese attive per settore (2) - Agricoltura, silvicoltura e pesca ,2 - Industria, energia e costruzioni ,0 - Servizi ,8 Totale ,00 21,3 2,4 19,7 55,7 109,6 1,7 23,5 53,0 21,8 30,3 16,0 15,6 15,8 12,1 5,4-0,3 3,8 0, ,1 28,3 55, ,00 1,2 18,0 55,3 3,0 27,9 50,4 18,7 40,9 4,2 4,6 5, Imprese attive per abitanti 2005 x ab. 70,1 85,9 88,0 Tasso di sviluppo delle imprese (3) ,2 1,3 0,8 di imprese del settore trasporti e comunicazioni L'occupazione Tasso di attività 18,5 27,2 54, ,1 4,1 3, ,3 Tasso di occupazione ,4 Tasso di occupazione anni ,7 Tasso di occupazione anni ,9 76,2 72,2 Tasso di disoccupazione ,7 6,4 7,7 Tasso di disoccupazione anni ,5 21,1 24,0 Distribuzione degli occupati per settore - Agricoltura ,5 - Industria di cui: trasformazione industriale Servizi ,4 47,2 25,3 49,0 45,3 25,5 2,8 4,2 18,7 26,7 30,8 7,1 7,7 8,5 79,8 70,5 65,0 - Totale 2005 (1) Rapporto tra la somma di import+export sul PIL (2) La legge 29/93 prevede l'obbligo di iscrizione per tutti coloro che esercitano attività imprenditoriali, compresi gli imprenditori agricoli e i coltivatori diretti. Pertanto il peso dell'agricoltura si è incrementato a partire dal (3) Imprese iscritte meno cessate sulle imprese registrate al 31/12 dell'anno per 100 Fonte: elaborazioni Isfort su dati Istat, Infocamere

3 SCHEDA 3 - CONSUMI E REDDITI DELLE FAMIGLIE Il bilancio delle famiglie Famiglie povere residenti (1) 2005 N di individui poveri sul totale (3) ,4 10,3 Incidenza di povertà relativa (2) ,8 6,0 11,1 Consumo medio mensile pro-capite 2004 euro 925,79 956,70 952, La percezione economica delle famiglie Distribuzione del giudizio sulla situazione economica rispetto all'anno precedente - Migliorata ,6 5,3 5,7 - Invariata ,9 49,9 50,6 - Un pò peggiorata ,5 33,7 33,3 - Molto peggiorata ,0 11,1 10,5 - Totale 2006 Distribuzione del giudizio sulle risorse economiche negli ultimi 12 mesi - Ottime ,5 0,8 0,8 - Adeguate ,8 56,1 55,8 - Scarse ,3 37,2 37,6 - Insufficienti ,4 5,9 5,8 - Totale La struttura dei consumi Distribuzione dei consumi per categoria - Consumi alimentari ,5 19,0 19,0 - Consumi non alimentari ,5 81,0 81,0 di cui - Trasporti e comunicazioni ,8 16,1 16,3 - Ricreazione, spettacoli, istruzione e cultura ,9 4,9 4,8 - Sanità ,0 3,3 3,8 Spesa media mensile pro-capite per categoria - Consumi alimentari 2004 euro 180,58 181,82 181,16 - Consumi non alimentari 2004 euro 745,21 774,88 771,27 di cui - Trasporti e comunicazioni 2004 euro 146,24 154,19 155,48 - Ricreazione, spettacoli, istruzione e cultura 2004 euro 45,18 46,56 45,94 - Sanità 2004 euro 27,58 31,60 36, Il possesso di strumenti di mobilità Distribuzione delle famiglie secondo il possesso di automobili - Nessuna ,7 21,5 22,9 - Una ,3 35,8 33,1 - Due o più ,0 42,6 44,0 Famiglie che possiedono biciclette ,2 50,7 57,3 (1) Le famiglie considerate povere sono quelle che spendono mensilmente per consumi un importo inferiore o uguale alla soglia di povertà relativa (2) L'incidenza di povertà si ottiene dal rapporto tra il numero di famiglie con spesa per consumi pari o al di sotto della soglia di povertà e il totale delle famiglie residenti (3) Gli individui poveri sono tutti gli individui che vivono in famiglie povere, cioé in quelle famiglie che presentano una spesa media per consumi inferiore o uguale alla linea di povertà relativa Fonte: elaborazioni Isfort su dati Istat

4 SCHEDA 4 - LA MOBILITA' DEGLI INDIVIDUI - "AUDIMOB" Dati di base Popolazione residente in età compresa tra 14 e 80 anni popolazione sul totale (14-80 anni) Persone che sono uscite di casa un giorno feriale) (in 2007 mgl ,4 19, mgl di persone che sono uscite di casa ,8 83,0 81,5 Tempo medio pro-capite dedicato alla mobilità Diario di mobilità Spostamenti 2007 minuti 77,1 68,8 65,5 N. medio di spostamenti giornalieri 2007 N 3,11 3,14 3,11 di spostamenti per tipo di attività (con esclusione di quelli verso la propria abitazione) - lavoro/sutdio ,9 34,7 35,4 - gstione familiare/personale ,9 31,7 31,2 - tempo libero/intrattenimento ,2 33,6 33,5 di tempo dedicato a spostamenti per tipo di attività (con esclusione di quelli verso la propria abitazione) - lavoro/sutdio ,6 42,4 43,4 - gstione familiare/personale ,3 26,5 24,7 - tempo libero/intrattenimento ,1 31,1 31,9 Durata media totale dello spostamento 2007 minuti 24,8 21,9 21,0 Lunghezza media dello spostamento 2007 km 11,1 11,5 11,8 di spostamenti effettuati almeno una volta al giorno ,8 46,9 48,4 Velocità media dello spostamento 2007 km/h 26,2 30,6 29,3 di spostamenti che non si generano o non terminano nella propria abitazione ,7 11,7 10, Modalità utilizzate di spostamenti per modalità utilizzate: - a piedi o in bicicletta ,3 17,8 20,5 - mezzi di trasporto a motore ,7 82,2 79,5 di cui: - moto/scooter/ciclomotore ,9 7,5 5,6 - auto privata (come conducente) ,2 69,8 72,6 - auto privata (come passeggero) ,5 8,8 9,5 - mezzo pubblico ,9 7,9 7,3 - combinazione di mezzi ,5 5,9 4,9 - altro ,1 0,1 0,1 di tempo dedicato alla mobilità: - a piedi o in bicicletta ,1 11,4 13,5 - mezzi di trasporto a motore ,9 88,6 86,5 di cui: - moto/scooter/ciclomotore ,5 4,5 3,4 - auto privata (come conducente) ,3 60,8 63,3 - auto privata (come passeggero) ,5 9,7 9,0 - mezzo pubblico ,0 11,1 11,5 - combinazione di mezzi ,6 13,7 12,8 - altro ,1 0,1 0,1 Fonte: indagine ISFORT "Audimob: Osservatorio sulla mobilità degli italiani"

5 SCHEDA 4 - LA MOBILITA' DEGLI INDIVIDUI - "AUDIMOB" Orari di spostamenti che iniziano: - prima delle ,4 2,7 - tra le 7.00 e le ,2 18,9 18,9 - tra le 9.00 e le ,3 26,8 26,1 - tra le e le ,6 7,8 8,4 - tra le e le ,9 16,3 15,6 - tra le e le ,2 2 22,6 - dopo le ,3 5,2 5, Frequenza di utilizzo dei mezzi Moto, ciclomotore o scooter - tutti i giorni ,5 7,6 5,6 - qualche volta a settimana ,9 6,8 6,6 - qualche volta al mese ,6 5,4 5,4 - mai ,1 80,2 82,4 Auto privata - tutti i giorni ,2 51,6 52,1 - qualche volta a settimana ,6 36,1 35,8 - qualche volta al mese ,2 8,5 8,4 - mai ,9 3,8 3,8 Autobus o tram - tutti i giorni ,3 7,7 6,2 - qualche volta a settimana ,2 13,0 10,2 - qualche volta al mese ,4 16,5 - mai ,9 60,0 67,1 Pullman o autobus extra-urbano - tutti i giorni ,8 2,1 2,6 - qualche volta a settimana ,0 1,9 - qualche volta al mese ,0 8,6 10,3 - mai ,2 87,4 84,6 Treno locale o regionale - tutti i giorni ,0 2,0 2,0 - qualche volta a settimana ,7 4,5 3,2 - qualche volta al mese ,6 17,5 16,0 - mai ,8 79,0 Treno intercity o eurostar - tutti i giorni ,0 0,0 0,0 - qualche volta a settimana ,0 0,0 0,0 - qualche volta al mese ,7 12,2 10,8 - mai ,2 87,6 88,5 Fonte: indagine ISFORT "Audimob: Osservatorio sulla mobilità degli italiani"

6 SCHEDA 5 - LA DOTAZIONE DI MEZZI, RETI E INFRASTRUTTURE La dotazione di reti Lunghezza totale delle strade (1) 2004 km Km di strade per abitanti 2004 km x 1000 ab 0,2 0,3 0,3 di autostrade sul totale ,7 3,5 3,8 Strade per 100 kmq di superficie 2004 x 100 kmq 57,4 55,4 57,2 Lunghezza totale della rete ferroviaria 2005 km Rete ferroviaria per 100 kmq di sup x 100 kmq 7,9 6,6 6, Il posizionamento infrastrutturale Rete stradale 2001 N.I. 90,0 102,1 Rete ferroviaria 2001 N.I. 129,9 126,1 Porti (e bacini di ut.) 2001 N.I. 55,7 89,5 Aeroporti (e bacini di ut.) 2001 N.I. 264,3 150,6 Impianti e reti energetico-ambientali 2001 N.I. 103,0 96,4 Strutture e reti di telefonia e telematica 2001 N.I. 148,7 117, La dotazione di mezzi Autoveicoli circolanti (2) 2005 mgl Var. degli autoveicoli circolanti ,6 2,9 2,8 Autoveicoli circolanti per 100 abitanti 2005 x 100 ab 86,2 85,6 77,1 Distribuzione degli autoveicoli per tipologia - Autovetture in servizio privato ,3 76,1 76,7 - Autobus ,2 0,2 0,2 - Veicoli per trasporto merci (2) ,8 11,0 11,4 - Motoveicoli (3) ,7 12,6 11,7 Totale TPL: autolinee urbane Posti-km offerti per abitanti 2003 per ab 3.371, , ,2 Var. dei posti-km offerti ,0 24,7 9,8 Var. dei passeggeri trasportati ,3 10,2 3, TPL: autolinee extra-urbane Posti-km offerti per abitanti 2003 per ab Var. dei posti-km offerti ,2-8,4 0,4 Var. dei passeggeri trasportati ,7 8,7 5,1 (1) Comprende le strade statali, le strade provinciali e le autostrade (2) Compresi i rimorchi (3) Non sono compresi ciclomotori Fonte: elaborazioni Isfort su dati Istat, Istituti G. Tagliacarne, Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 320 20.756 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 321 20.760 58.752 2005-2006 Var -0,3 0,6 Densità

Dettagli

INFRASTRUTTURE, INDUSTRIA E SERVIZI DI TRASPORTO E LOGISTICA IN CAMPANIA. secondo rapporto annuale

INFRASTRUTTURE, INDUSTRIA E SERVIZI DI TRASPORTO E LOGISTICA IN CAMPANIA. secondo rapporto annuale INFRASTRUTTURE, INDUSTRIA E SERVIZI DI TRASPORTO E LOGISTICA IN CAMPANIA secondo rapporto annuale Dario Gentile Responsabile sa e Centro Studi 12 febbraio 2009 Alcuni dei principali dati emersi dal rapporto

Dettagli

STILI E COMPORTAMENTI DI MOBILITA IN VENETO

STILI E COMPORTAMENTI DI MOBILITA IN VENETO STILI E COMPORTAMENTI DI MOBILITA IN VENETO Relatore: dott.ssa Linda Vegro Direzione Sistema Statistico Regionale Regione del Venezia, 29 maggio 2012 Grado di urbanizzazione dei comuni italiani Anno 2001

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA TERRITORIO POPOLAZIONE RESIDENTE LAVORO POPOLAZIONE ATTIVA. (dati in migliaia)

PROVINCIA DI VERONA TERRITORIO POPOLAZIONE RESIDENTE LAVORO POPOLAZIONE ATTIVA. (dati in migliaia) PROVINCIA DI VERONA TERRITORIO Montagna 18,9% SUPERFICIE TERRITORIALE...Kmq 3.121 ZONE ALTIMETRICHE Montagna...... Kmq 589 Collina.... Kmq 715 Pianura...... Kmq 1.818 Pianura 58,2% Collina 22,9% POPOLAZIONE

Dettagli

Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni

Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni Verso il il nuovo PRIT: tra bilanci e prospettive Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni Carlo Carminucci ccarminucci@isfort.it Bologna, 8 febbraio 2010 Sommario 1. La mobilità

Dettagli

Aspetti della mobilità a Milano: l uso della bicicletta

Aspetti della mobilità a Milano: l uso della bicicletta Aspetti della mobilità a Milano: l uso della bicicletta I dati qui presentati sono il risultato di elaborazioni su dati ISTAT Censimento della Popolazione 2001 e riguardano i mezzi di trasporto utilizzati

Dettagli

CONTIENE il report sul LAVORO DOMESTICO 2015 per la Liguria

CONTIENE il report sul LAVORO DOMESTICO 2015 per la Liguria CONTIENE il report sul LAVORO DOMESTICO 2015 per la Liguria Lavoro domestico in Liguria nel 2015 in calo per il terzo anno di fila, badanti e colf ormai in pari; più italiani e meno stranieri 29.452 i

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale Analisi per Cluster

Rapporto Economia Provinciale Analisi per Cluster Rapporto Economia Provinciale 2008 271 Analisi per Cluster Analisi per Cluster 273 Quadro generale Per trarre qualche informazione dall andamento degli indicatori economici che ormai da sei anni vengono

Dettagli

ABRUZZO PIL. Export (milioni di euro) 6.931,0 Export (var. % ) 2,9 Quota % delle esportazioni verso l'ue 28 (2014) 74,5

ABRUZZO PIL. Export (milioni di euro) 6.931,0 Export (var. % ) 2,9 Quota % delle esportazioni verso l'ue 28 (2014) 74,5 ABRUZZO Pil 2014 (var. % rispetto all'anno precedente su valori concatenati, anno di rif. 2010) -1,7 PIL 2014 (in milioni di euro correnti) 30.567,5 PIL pro capite (euro correnti) 22.927 PIL pro capite

Dettagli

Indice delle tavole. Anno Tavola Imprese e addetti di trasporto passeggeri per attività economica -

Indice delle tavole. Anno Tavola Imprese e addetti di trasporto passeggeri per attività economica - Indice delle tavole 1.1 - Unità di lavoro e valore aggiunto ai prezzi di mercato dei trasporti e dell economia nazionale Anni 1995-2003. Pag. 24 1.2 Normativa Eurostat sulle statistiche dei trasporti..

Dettagli

Indice delle tavole e dei grafici

Indice delle tavole e dei grafici INDICI DELLE TAVOLE E DEI GRAFICI Indice delle tavole 1. DEMOGRAFIA Tav.1 - TASSI DI NATALITA' E DI MORTALITA' NELLA PROVINCIA DI BIELLA, IN PIEMONTE ED IN ITALIA (valori per 1.000 residenti) 2 Tav.2 -

Dettagli

La provincia di Pisa negli ultimi anni in base ad alcuni dati statistici

La provincia di Pisa negli ultimi anni in base ad alcuni dati statistici Provincia di Pisa Servizio sist.informativo e affari gen. Ufficio di Statistica La provincia di Pisa negli ultimi anni in base ad alcuni dati statistici Popolazione. I residenti in provincia di Pisa sono

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Basilicata

Bollettino Mezzogiorno Basilicata Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Basilicata INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Basilicata Occupazione e disoccupazione in Basilicata LE IMPRESE 2.1 Struttura

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

STATISTICHE DELLA REGIONE SARDEGNA ELENCO TAVOLE AGGIORNATE

STATISTICHE DELLA REGIONE SARDEGNA ELENCO TAVOLE AGGIORNATE STATISTICHE DELLA REGIONE SARDEGNA ELENCO TAVOLE AGGIORNATE Territorio e ambiente Ambiente, territorio e climatologia Tavola A.3 Aree comprese nelle zone di protezione speciale (zps), siti di importanza

Dettagli

CONSULTA LE STATISTICHE

CONSULTA LE STATISTICHE CONSULTA LE STATISTICHE LISTA DEGLI INDICATORI DICEMBRE 2011 AMBIENTE E TERRITORIO Elenco dei nuovi indicatori e di quelli aggiornati suddivisi per tema con l indicazione del territorio minimo di riferimento

Dettagli

Sicurezza stradale in città Vincenzo Leanza Automobile Club d Italia

Sicurezza stradale in città Vincenzo Leanza Automobile Club d Italia Sicurezza stradale in città Vincenzo Leanza Automobile Club d Italia Bologna, 5 dicembre 2011 Uno sguardo ai dati generali per l anno 2010 e il bilancio nella decade 2001-2010 Nel 2010 Nel 2001 211.404

Dettagli

Trattori o motrici. Figura 77 Variazione del parco veicoli dal 1991 al 2001 e densità dei mezzi su abitante e su territorio.

Trattori o motrici. Figura 77 Variazione del parco veicoli dal 1991 al 2001 e densità dei mezzi su abitante e su territorio. 7 TRASPORTI 7.1 VEICOLI Nella tabella sottostante sono riportati il numero di mezzi circolanti suddivisi per tipologia e per provincia relativamente all anno 2002, per un totale di più di 3 milioni di

Dettagli

E. ROMAGNA DATI REGIONALI. Osservatorio dei consumi 2016 E. ROMAGNA

E. ROMAGNA DATI REGIONALI. Osservatorio dei consumi 2016 E. ROMAGNA Osservatorio dei consumi 2016 E. ROMAGNA E. ROMAGNA Buone prospettive di ripresa e un reddito pro capite inferiore solo a quello della Valle d Aosta supportano la crescita dei consumi delle famiglie. Il

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Provincia di Pordenone Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.5 Pordenone MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO

Dettagli

Lazio DATI REGIONALI. Panorama economico

Lazio DATI REGIONALI. Panorama economico Lazio L aumento del reddito pro capite nel 2014 è in linea con la media nazionale, ma cresce meno di quanto faccia in Italia la spesa complessiva per beni durevoli, che, sebbene sostenuta dall auto, è

Dettagli

Bundesland Tirol Raumordnung - Statistik. Provincia Autonoma di Bolzano Istituto provinciale di statistica

Bundesland Tirol Raumordnung - Statistik. Provincia Autonoma di Bolzano Istituto provinciale di statistica Edizione 2000 Tirolo Alto Adige Trentino Bundesland Tirol Raumordnung - Statistik Provincia Autonoma di Bolzano Istituto provinciale di statistica Provincia Autonoma di Trento Servizio Statistica TERRITORIO

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Molise

Bollettino Mezzogiorno Molise Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Molise INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil nel Mezzogiorno 1.2 Occupazione e disoccupazione nel Mezzogiorno LE IMPRESE 2.1 Struttura

Dettagli

IL TRASPORTO PUBBLICO

IL TRASPORTO PUBBLICO 1 IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN CALABRIA DOTT. EMANUELE PROIA CONDIRETTORE GENERALE ASSTRA Cosenza, 26 febbraio 2016 AGENDA 2 FINALITA, STRUTTURA E METODOLOGIA DI ANALISI; CONTESTO DI RIFERIMENTO; LA

Dettagli

ROMA OGGI MAGGIO Dipartimento XV

ROMA OGGI MAGGIO Dipartimento XV ROMA OGGI MAGGIO 2009 Dipartimento XV LA POPOLAZIONE E IL TERRITORIO 2 LA POPOLAZIONE E IL TERRITORIO Il confronto con altre città italiane COMUNI KM2 Roma 1.290 Milano 181 Bologna 140 Torino 130 Genova

Dettagli

Tirolo Alto Adige Trentino

Tirolo Alto Adige Trentino Edizione 2009 Tirolo Alto Adige Trentino Bundesland Tirol Raumordnung - Statistik Provincia Autonoma di Bolzano Istituto provinciale di statistica Provincia Autonoma di Trento Servizio Statistica TERRITORIO

Dettagli

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico Lombardia L andamento del PIL è migliore rispetto a quello delle altre regioni, il reddito per abitante aumenta e sale anche la spesa complessiva per i beni durevoli. Milano continua a detenere il primato

Dettagli

Le tabelle di questo capitolo riguardano le diverse tipologie di trasporto aereo, marittimo e su strada con un breve

Le tabelle di questo capitolo riguardano le diverse tipologie di trasporto aereo, marittimo e su strada con un breve T r a s p o r t i 8 Le tabelle di questo capitolo riguardano le diverse tipologie di trasporto aereo, marittimo e su strada con un breve cenno sull incidentalità stradale. I dati inseriti sono stati selezionati

Dettagli

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Fondazione Ordine degli Ingegneri, 8 giugno 2016 Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Principali risultati della Matrice Regionale O/D 2014 Roberto Spagnolo, Responsabile Area Service

Dettagli

capitolo 9 trasporti

capitolo 9 trasporti capitolo 9 trasporti Tavola 9.1 - Parco circolante (a) a Roma per categoria ed omologazione antinquinamento - Anno 2013 OMOLOGAZIONE ANTINQUINAMENTO CATEGORIA EURO 0 EURO 1 EURO 2 EURO 3 EURO 4 EURO 5

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

Figura 26 Indicatori di dotazione infrastrutturale (Fonte: elaborazione ISTAT) strutture per l'istruzione

Figura 26 Indicatori di dotazione infrastrutturale (Fonte: elaborazione ISTAT) strutture per l'istruzione 3 STRUTTURE TERRITORIALI 3.1 DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI Qui di seguito vengono riportati alcuni indicatori elaborati dall ISTAT su scala nazionale in grado di esprimere in modo relativo la dotazione strutturale

Dettagli

Le tariffe nel TPL in Italia. Emanuele Proia Direttore ASSTRA

Le tariffe nel TPL in Italia. Emanuele Proia Direttore ASSTRA Le tariffe nel TPL in Italia Tendenze evolutive e principali evidenze Emanuele Proia Direttore ASSTRA Bari, 7 Luglio 2016 1 150 140 130 120 110 100 90 Le tariffe e il tasso di inflazione Biglietto a tempo

Dettagli

Allegato 1 CONTESTO DI RIFERIMENTO CARATTERISTICHE GENERALI DEL TERRITORIO E DELLA RETE DEI TRASPORTI IN REGIONE CAMPANIA

Allegato 1 CONTESTO DI RIFERIMENTO CARATTERISTICHE GENERALI DEL TERRITORIO E DELLA RETE DEI TRASPORTI IN REGIONE CAMPANIA CONTESTO DI RIFERIMENTO CARATTERISTICHE GENERALI DEL TERRITORIO E DELLA RETE DEI TRASPORTI IN REGIONE CAMPANIA Caratteristiche territoriali e dati macroeconomici La regione Campania ha una popolazione

Dettagli

I dati della XXVI edizione. Roberto Camagni. Presidente Comitato Tecnico MeglioMilano Docente di Economia Urbana Politecnico di Milano

I dati della XXVI edizione. Roberto Camagni. Presidente Comitato Tecnico MeglioMilano Docente di Economia Urbana Politecnico di Milano I dati della XXVI edizione Roberto Camagni Presidente Comitato Tecnico MeglioMilano Docente di Economia Urbana Politecnico di Milano L anno 15 e l anno in corso assistono a due eventi/processi importanti

Dettagli

la pedonalizzazione del Centro Storico e futura estensione alle aree decentrate;

la pedonalizzazione del Centro Storico e futura estensione alle aree decentrate; 2.1 I servizi erogati tramite Aziende e Istituzioni 2.2.1 Mobilità e trasporti Il tema della mobilità (pubblica e privata) sul territorio cittadino è affidato al Dipartimento Mobilità e trasporti che si

Dettagli

Occupazione - Disoccupazione

Occupazione - Disoccupazione Occupazione - Disoccupazione I dati sugli ultimi 10 anni (fonte ISTAT) Elaborazione grafica a cura Paolo Peluso Segretario Organizzativo CGIL Taranto con delega al Mercato del Lavoro TARANTO Tasso di disoccupazione

Dettagli

(aprile 2010) L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA

(aprile 2010) L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA (aprile 2010) Ad aprile il tasso d inflazione a livello nazionale è salito al +1,5% spinto dalla dinamica tendenziale dei prezzi sia dei beni, in particolare

Dettagli

Ilterritorio, l economia, le imprese

Ilterritorio, l economia, le imprese Ilterritorio, l economia, le imprese Ilterritorioe la sua popolazione La regione marchigiana si trova nella zona centroorientale della penisola e si estende per poco meno di 9.700 chilometri quadrati,

Dettagli

La domanda di mobilità in Italia e le preferenze dei cittadini per i diversi mezzi di trasporto. Carlo Carminucci, Isfort

La domanda di mobilità in Italia e le preferenze dei cittadini per i diversi mezzi di trasporto. Carlo Carminucci, Isfort La domanda di mobilità in Italia e le preferenze dei cittadini per i diversi mezzi di trasporto Carlo Carminucci, Isfort La fonte dei dati: l Osservatorio «Audimob» di Isfort 1. Il progetto dell Osservatorio

Dettagli

Figura 7: popolazione regione Emilia Romagna - Istat 2001

Figura 7: popolazione regione Emilia Romagna - Istat 2001 PC FE PR RE MO BO RA Popolazione 2001 140-9435 9435-25892 25892-64348 64348-175502 175502-371217 FC RN Figura 7: popolazione regione Emilia Romagna - Istat 2001 PC FE PR RE MO BO RA Addetti 2001 0-1729

Dettagli

Indice delle tavole e dei grafici

Indice delle tavole e dei grafici INDICI DELLE TAVOLE E DEI GRAFICI Indice delle tavole 1. DEMOGRAFIA Tav.1 - TASSI DI NATALITA' E DI MORTALITA' NELLA PROVINCIA DI BIELLA, IN PIEMONTE ED IN ITALIA 2 Tav.2 - POPOLAZIONE RESIDENTE NELLA

Dettagli

Analisi preliminare di fattibilità della fusione fra i Comuni di Calto Castelmassa e Ceneselli 1. Analisi del territorio

Analisi preliminare di fattibilità della fusione fra i Comuni di Calto Castelmassa e Ceneselli 1. Analisi del territorio Università degli Studi di Padova Associazione M.a.s.ter. Analisi preliminare di fattibilità della fusione fra i Comuni di Calto Castelmassa e Ceneselli 1. Analisi del territorio Prof. Mauro Salvato Introduzione

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 2.1 Alto Isontino MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE

Dettagli

Mobilità e trasporti. Panoramica

Mobilità e trasporti. Panoramica Mobilità e trasporti Panoramica Traffico passeggeri: tempo libero e automobile a farla da padrona Nel 21, ogni abitante della Svizzera ha percorso 2 5 chilometri, due terzi dei quali sul territorio nazionale

Dettagli

CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI

CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI 8 CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI Nel 2005, in termini reali, il PIL ha avuto una crescita, a livello nazionale, pari allo zero (rispetto all'anno precedente), La staticità del PIL a livello

Dettagli

Cifre della Catalogna

Cifre della Catalogna 22 22 2 2 1 1 2 2 2 2 1 1 6 2 2 1 1 1 1 1 1 22 22 2 2 2 2 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 22 22 2 2 2 2 1 1 2 2 2 2 Generalitat de Catalunya Governo della www.idescat.cat 22 22 2 2 2 2 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2

Dettagli

(agosto 2010) L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA

(agosto 2010) L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA (agosto 2010) Il tasso d inflazione a livello nazionale registra un rallentamento ad agosto, scendendo al +1,6% grazie alla lieve flessione congiunturale

Dettagli

Occupati e forze di lavoro in provincia di Bergamo nel Primi risultati medi annui provinciali dell Indagine sulle forze di lavoro

Occupati e forze di lavoro in provincia di Bergamo nel Primi risultati medi annui provinciali dell Indagine sulle forze di lavoro Occupati e forze di lavoro in provincia di Bergamo nel 2011 Primi risultati medi annui provinciali dell Indagine sulle forze di lavoro Servizio Documentazione economica della Camera di Commercio di Bergamo

Dettagli

Quadro socio-economico dell area di Follonica spunti di analisi e di proposta FOLLONICA

Quadro socio-economico dell area di Follonica spunti di analisi e di proposta FOLLONICA PIANO STRUTTURALE Forum CITTA FUTURA Quadro socio-economico dell area di Follonica spunti di analisi e di proposta FOLLONICA COMUNE DI FOLLONICA FOLLONICA E COLLINE METALLIFERE 1 Alta densità in poco spazio

Dettagli

Emilia Romagna. a) performance e caratteristiche strutturali

Emilia Romagna. a) performance e caratteristiche strutturali a) performance e caratteristiche strutturali ) Il quadro strutturale : presenta nel 29 una densità demografica di circa 97 abitanti per kmq (contro una densità di popolazione in Italia pari a 2 abitanti

Dettagli

ALLEGATO N. 2 PIANO DI ZONA Profilo demografico

ALLEGATO N. 2 PIANO DI ZONA Profilo demografico ALLEGATO N. 2 PIANO DI ZONA 2013-2015 Profilo demografico Azzano Decimo Dicembre 2012 INDICE Graf. 1 Mappa popolazione residente nell ambito distrettuale 6.3 Azzano Decimo al 1 gennaio 2011... 4 Tab. 1

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2013. Selezione degli indicatori chiave. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE 2013. Selezione degli indicatori chiave. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE 2013 La situazione del Paese Selezione degli indicatori chiave Selezione degli indicatori chiave Macroeconomia Anni 2007-2012 (valori assoluti e percentuali) 2007 2008 2009 2010 2011 2012

Dettagli

VERSO UNA MOBILITÀ 2.0:

VERSO UNA MOBILITÀ 2.0: ROMA 5 LUGLIO 2016 VERSO UNA MOBILITÀ 2.0: LA GESTIONE DEL CAMBIAMENTO MARCO BALDI - FONDAZIONE CENSIS Le ragioni di una perdurante centralità dell auto negli scenari della mobilità nazionale Elementi

Dettagli

PUMS per Milano Gli scenari economici

PUMS per Milano Gli scenari economici PUMS per Milano Gli scenari economici Andrea Boitani PIANO URBANO MOBILITÀ SOSTENIBILE MILANO Milano, 3 Luglio 2013 Il Pil in Lombardia 2008 2009 2010 2011 2012 Pil 0,5-6,2 4,3 0,6-2,0 Pil pro-capite -0,6-7,1

Dettagli

B r e s c i a. V e r o n a. C r e m o n a. R e g g i o E m i l i a. M o d e n a. ") ") ") ") ") ") ") ") ") ") ") ") ") ") Roncoferraro ") ") ") ") ")

B r e s c i a. V e r o n a. C r e m o n a. R e g g i o E m i l i a. M o d e n a. ) ) ) ) ) ) ) ) ) ) ) ) ) ) Roncoferraro ) ) ) ) ) B r e s c i a C r e m o n a Porto no San Giorgio di R e g g i o E m i l i a V e r o n a M o d e n a Mappa 00 Area pilota 16 comuni della Distribuzione della popolazione nell'area pilota al 2013 la maglia

Dettagli

LA SPESA SANITARIA IN VENETO

LA SPESA SANITARIA IN VENETO LA SPESA SANITARIA IN LUCA ROMANO Centro Culturale Altinate - San Gaetano 14 maggio 2016 IL QUADRO DEMOGRAFICO Struttura della popolazione residente 2015* Com. % Var. % '02 / '15 * Dati al 1 gennaio **

Dettagli

Capitolo 1. Ambiente e Territorio Capitolo 2. Popolazione e Famiglie Capitolo 3. Lavoro Capitolo 4. Sanità e Salute

Capitolo 1. Ambiente e Territorio Capitolo 2. Popolazione e Famiglie Capitolo 3. Lavoro Capitolo 4. Sanità e Salute INDICE DELLE TAVOLE Capitolo 1. Ambiente e Territorio 1. 1 Classificazione del territorio per zona altimetrica e sismicità 1. 2 Classificazione del territorio per zona altimetrica e provincia 1. 3 Precipitazioni

Dettagli

(maggio 2010) L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA

(maggio 2010) L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA L ANDAMENTO DEI PREZZI AL CONSUMO IN LOMBARDIA (maggio 2010) A maggio il tasso d inflazione a livello nazionale è sceso al +1,4%, principalmente a causa della flessione dei prezzi dei servizi. All opposto

Dettagli

Local Area Network s.r.l. Sede legale: via Festari, Valdagno (VI). Sede operativa: p.tta Gasparotto, Padova P.I. e C.F.

Local Area Network s.r.l. Sede legale: via Festari, Valdagno (VI). Sede operativa: p.tta Gasparotto, Padova P.I. e C.F. Luca Romano Direttore Local Area Network Verona 30 marzo 2011 Sala Marani Borgo Trento, Verona Local Area Network s.r.l. Sede legale: via Festari, 15 36078 Valdagno (VI). Sede operativa: p.tta Gasparotto,

Dettagli

Capitolo 1. Ambiente e Territorio Capitolo 2. Popolazione e Famiglie Capitolo 3. Lavoro Capitolo 4. Sanità e Salute

Capitolo 1. Ambiente e Territorio Capitolo 2. Popolazione e Famiglie Capitolo 3. Lavoro Capitolo 4. Sanità e Salute INDICE DELLE TAVOLE Capitolo 1. Ambiente e Territorio 1. 1 Classificazione del territorio per zona altimetrica e sismicità Anno2005 1. 2 Classificazione del territorio per zona altimetrica e provincia

Dettagli

scenari per la Mobilità Francesco Sportelli Federico Calogiuri Jacopo Fasciolo

scenari per la Mobilità Francesco Sportelli Federico Calogiuri Jacopo Fasciolo scenari per la Mobilità Francesco Sportelli Federico Calogiuri Jacopo Fasciolo mezzi ad energie alternative auto elettriche idrogeno tram e bus elettrici integrazione dei sistemi Curitiba London Bridge

Dettagli

Stato dell arte e tendenze evolutive delle tariffe nel TPL. Elisa Meko Servizio Economico Finanziario ASSTRA

Stato dell arte e tendenze evolutive delle tariffe nel TPL. Elisa Meko Servizio Economico Finanziario ASSTRA Stato dell arte e tendenze evolutive delle tariffe nel TPL Elisa Meko Servizio Economico Finanziario ASSTRA Bari, 8 Luglio 2016 1 Struttura tariffaria Offerta tariffaria per ripartizione dimensionale in

Dettagli

Luca Romano. Local Area Network s.r.l.

Luca Romano. Local Area Network s.r.l. Luca Romano Local Area Network s.r.l. 17 aprile 2014 Hotel ViEst (VI) Local Area Network s.r.l. Sede legale: via Festari, 15 36078 Valdagno (VI). Sede operativa: p.tta Gasparotto, 8 35131 Padova P.I. e

Dettagli

Vi proponiamo un abstract delle sezioni dedicate a:

Vi proponiamo un abstract delle sezioni dedicate a: L'Istat ha pubblicato l edizione 2011 di Noi Italia. Il sito offre un quadro d insieme dei diversi aspetti socio economici del nostro Paese, della sua collocazione nel contesto europeo e delle differenze

Dettagli

Dati economici dei paesi dell Unione Europea

Dati economici dei paesi dell Unione Europea Sito INTERNET euro Dati economici dei paesi dell Unione Europea 1. Parametri di competitività Aree esaminate 1. Metodologia Nel documento vengono confrontati i Paesi della UE rispetto ai seguenti parametri:

Dettagli

PROFILO MERCATO DEL LAVORO Ambito 1.2 Trieste MERCATO DEL LAVORO... 2

PROFILO MERCATO DEL LAVORO Ambito 1.2 Trieste MERCATO DEL LAVORO... 2 Sommario PROFILO MERCATO DEL LAVORO Ambito 1.2 Trieste MERCATO DEL LAVORO... 2 Tab. 1 Indicatori del mercato del lavoro in Provincia di Trieste e in Regione FVG: anni 2008-2011. Variazione 2010-2011 e

Dettagli

Giornata dell Economia Pistoia Indice delle tavole

Giornata dell Economia Pistoia Indice delle tavole Giornata dell Economia 2009 - Pistoia Indice delle tavole Pistoia, 8 maggio 2009 1) La demografia delle imprese Andamento serie storica a livello provinciale 1.1 Imprese registrate, attive, iscrizioni

Dettagli

1. La popolazione residente

1. La popolazione residente 1. La popolazione residente La popolazione residente in Italia al 31/12/2009 è pari a 60.340.328 unità, con un incremento di 295.260 unità (+0,5%) rispetto al 31 dicembre dell anno precedente dovuto prevalentemente

Dettagli

SCIENZE ECONOMICHE E GESTIONALI

SCIENZE ECONOMICHE E GESTIONALI Studenti e laureati in Scienze economiche e gestionali dell Università di Torino Gli immatricolati Fonte: Miur Nuovi iscritti nell area di Scienze economiche gestionali 1.820 2.020 2.098 2012 2013 2014

Dettagli

(immagini di pubblico dominio e tratte da Wikipedia enciclopedia libera)

(immagini di pubblico dominio e tratte da Wikipedia enciclopedia libera) (immagini di pubblico dominio e tratte da Wikipedia enciclopedia libera) 1 2 Gli anni della crisi 2008 28 aprile 2015 3 ANDAMENTO DEL PIL IN ITALIA 2008 AI PREZZI DI MERCATO Prodotto Interno Lordo Valori

Dettagli

Popolazione, offerta di lavoro, valore aggiunto, consumi e demografia delle imprese a L Aquila

Popolazione, offerta di lavoro, valore aggiunto, consumi e demografia delle imprese a L Aquila Popolazione, offerta di lavoro, valore aggiunto, consumi e demografia delle imprese a L Aquila Aprile 2016 UFFICIO STUDI 1 1. La popolazione residente nella regione Abruzzo attualmente supera 1,3 milioni

Dettagli

STATISTICHE SULL INCIDENTALITÀ STRADALE

STATISTICHE SULL INCIDENTALITÀ STRADALE STATISTICHE SULL INCIDENTALITÀ STRADALE 1 L incidentalità stradale in Sardegna Le strade, le persone e un confronto storico Premessa Le statistiche sugli incidenti stradali sono costruite dall Istat a

Dettagli

I NUOVI SENZA LAVORO OVER 50. Caratteristiche prevalenti di coloro che hanno perso il lavoro tra il 2011 ed il 2012

I NUOVI SENZA LAVORO OVER 50. Caratteristiche prevalenti di coloro che hanno perso il lavoro tra il 2011 ed il 2012 DATALAVORO I NUOVI SENZA LAVORO OVER 50 Caratteristiche prevalenti di coloro che hanno perso il lavoro tra il 2011 ed il 2012 DATALAVORO P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444

Dettagli

Welfare previdenziale tra equità e sostenibilità

Welfare previdenziale tra equità e sostenibilità CONVEGNO FEDERMANAGER Welfare previdenziale tra equità e sostenibilità Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali 12 dicembre, Fondazione Cariplo, Milano DAL 3 RAPPORTO

Dettagli

4. CENTRO PER L IMPIEGO DI MINERBIO. Comuni di riferimento:

4. CENTRO PER L IMPIEGO DI MINERBIO. Comuni di riferimento: 4. CENTRO PER L IMPIEGO DI MINERBIO Comuni di riferimento: Minerbio, Argelato, Baricella, Bentivoglio, Budrio, Castel Maggiore, Galliera, Granarolo Emilia, Malalbergo, Molinella, San Giorgio di Piano,

Dettagli

FAMIGLIA E CRESCITA ECONOMICA. Luigi Campiglio Milano 21 maggio 2012 Università Cattolica del S. Cuore

FAMIGLIA E CRESCITA ECONOMICA. Luigi Campiglio Milano 21 maggio 2012 Università Cattolica del S. Cuore FAMIGLIA E CRESCITA ECONOMICA Luigi Campiglio Milano 21 maggio 2012 Università Cattolica del S. Cuore Le conseguenze macroeconomiche delle difficoltà economiche delle famiglie 1. La popolazione e il potenziale

Dettagli

Toscana. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali

Toscana. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Toscana Dopo una crescita molto debole nel 2011, la Toscana ha subito una fl essione del PIL di poco più contenuta della media nazionale

Dettagli

Il Benessere Equo Sostenibile nella provincia di Ravenna anno 2015

Il Benessere Equo Sostenibile nella provincia di Ravenna anno 2015 Il Benessere Equo Sostenibile nella provincia di Ravenna anno 2015 Servizio Statistica Roberta Cuffiani 3 dicembre 2015 Il Bes delle province Anno 2015 82 indicatori per 11 dimensioni per 25 province aderenti,

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Ottobre 2008 Conti economici territoriali Anno 2008 I dati resi noti dall ISTAT relativamente ai principali aggregati dei conti economici regionali

Dettagli

L ANNUARIO STATISTICO REGIONALE COMPIE 20 ANNI: ON LINE TUTTI I DATI SU

L ANNUARIO STATISTICO REGIONALE COMPIE 20 ANNI: ON LINE TUTTI I DATI SU L ANNUARIO STATISTICO REGIONALE COMPIE 20 ANNI: ON LINE TUTTI I DATI SU WWW.PIEMONTEINCIFRE.IT Unioncamere Piemonte traccia un bilancio del 2011 e dei primi mesi del 2012 attraverso le principali statistiche

Dettagli

I Comuni italiani 2015

I Comuni italiani 2015 I Comuni italiani 2015 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati statistici

Dettagli

SISTEMA AV/AC: CONFRONTI ED EVOLUZIONI EFFETTI INTRODUZIONE AV SU ALTRE RETI EUROPEE

SISTEMA AV/AC: CONFRONTI ED EVOLUZIONI EFFETTI INTRODUZIONE AV SU ALTRE RETI EUROPEE Nota per la stampa SISTEMA AV/AC: CONFRONTI ED EVOLUZIONI Bologna, 16 dicembre 2007 IL RAFFRONTO CON FRANCIA E GERMANIA FS AV DB ICE SNCF TGV Velocità max 300 km/h 300 km/h 320 km/h kmq 331.336 357.030

Dettagli

VII Rapporto sul settore delle costruzioni in Sardegna

VII Rapporto sul settore delle costruzioni in Sardegna VII Rapporto sul settore delle costruzioni in Sardegna ANCE SARDEGNA ANCE - Direzione Affari Economici e Centro Studi 17 febbraio 2015 L economia italiana verso la ripresa 3,0 PIL Var.% rispetto allo stesso

Dettagli

MOBILITA URBANA E IMPATTO AMBIENTALE Le opportunità del PUMS

MOBILITA URBANA E IMPATTO AMBIENTALE Le opportunità del PUMS MOBILITA URBANA E IMPATTO AMBIENTALE Le opportunità del PUMS Mario Zambrini Ambiente Italia srl PIANO URBANO MOBILITÀ SOSTENIBILE MILANO Milano, 20.01.2012 Obiettivi e strategie Obiettivi di qualità ambientale

Dettagli

Incontri con gli studenti sulle principali funzioni della Banca d Italia

Incontri con gli studenti sulle principali funzioni della Banca d Italia Incontri con gli studenti sulle principali funzioni della Banca d Italia Università Kore Enna, aprile - maggio 2016 L economia siciliana e la lunga crisi Giuseppe Ciaccio Divisione Analisi e ricerca economica

Dettagli

rapporto sull economia rimini 1 aprile 2008 della provincia di Rimini

rapporto sull economia rimini 1 aprile 2008 della provincia di Rimini rapporto sull economia rimini 1 aprile 2008 della provincia di Rimini 2007-2008 riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività e

Dettagli

Figura 134. Iscrizioni e saldo 'avviamenti/cessazioni': circoscrizione di Sesto S. Giovanni,

Figura 134. Iscrizioni e saldo 'avviamenti/cessazioni': circoscrizione di Sesto S. Giovanni, 2.15. di Sesto San Giovanni L'analisi della struttura socio-economica della circoscrizione di Sesto San Giovanni presenta le seguenti caratteristiche: la densità della popolazione residente è molto elevata

Dettagli

Città a confronto 2008

Città a confronto 2008 Comune di - Servizio Statistica e Ricerca a confronto 2008 un analisi sulle 14 maggiori città italiane Novembre 2009 Studi ed elaborazione dati per la programmazione Servizio Statistica e Ricerca Comune

Dettagli

CITTA DI VENTIMIGLIA RILEVAZIONE SUL TRASPORTO LOCALE

CITTA DI VENTIMIGLIA RILEVAZIONE SUL TRASPORTO LOCALE CITTA DI VENTIMIGLIA RILEVAZIONE SUL TRASPORTO LOCALE Marzo aprile 2016 Città di Ventimiglia Rilevazione sul trasporto locale E doveroso precisare che questa rilevazione non è una rilevazione statistica.

Dettagli

le famiglie QUANTO SPENDONO OGNI MESE COME PAGANO DOVE E COSA ACQUISTANO

le famiglie QUANTO SPENDONO OGNI MESE COME PAGANO DOVE E COSA ACQUISTANO le famiglie QUANTO SPENDONO OGNI MESE COME PAGANO DOVE E COSA ACQUISTANO Grazie alla collaborazione degli intervistati, l Indagine sui Consumi informa sul livello e la struttura della spesa delle famiglie

Dettagli

DISTRIBUZIONE % DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE PER NAZIONALITÀ

DISTRIBUZIONE % DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE PER NAZIONALITÀ DISTRIBUZIONE % DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE PER NAZIONALITÀ - 31.12.2007 Asia 8,6% Americhe 25,8% Europa 46,5% Africa 19,2% Fonte: Istat 2 MERCATO DEL LAVORO Nel secondo trimestre 2008 l'offerta

Dettagli

LA RESISTIBILE ASCESA DELLA MOTO

LA RESISTIBILE ASCESA DELLA MOTO LA RESISTIBILE ASCESA DELLA MOTO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Luglio 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 11 Esplode il parco veicolare, ma le due

Dettagli

Le trasformazioni familiari

Le trasformazioni familiari Prosegue il processo di semplificazione delle strutture : diminuiscono le famiglie a due o più generazioni, passando dal 58,8 del 1993-1994 al 53,2 per cento del 2003; all opposto aumentano le famiglie

Dettagli

Immigrati in Toscana: quale cittadinanza economica?

Immigrati in Toscana: quale cittadinanza economica? I R P E T I R P E T Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana Immigrati in Toscana: quale cittadinanza economica? Teresa Savino Il processo di immigrazione in Toscana: per una nuova cittadinanza

Dettagli

Rapporto sull economia. della provincia di Rimini Massimo Guagnini. Rimini 27 marzo 2009

Rapporto sull economia. della provincia di Rimini Massimo Guagnini. Rimini 27 marzo 2009 Rapporto sull economia Rimini 27 marzo 2009 della provincia di Rimini 2008-2009 Massimo Guagnini riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

IMQ 2013 Indagine sulla Mobilità delle persone e sulla Qualità dei trasporti Analisi sul Comune di Volpiano

IMQ 2013 Indagine sulla Mobilità delle persone e sulla Qualità dei trasporti Analisi sul Comune di Volpiano IMQ 2013 Indagine sulla Mobilità delle persone e sulla Qualità dei trasporti Analisi sul Comune di COMUNE DI VOLPIANO Le Indagini campionarie sulla Mobilità delle persone e sulla Qualità dei trasporti

Dettagli

Comuni: 115 Superficie: 1770,57 Kmq Popolazione residente (1.1.2006): 348.367. Fonte: Comuni (dati aggiornati all 1.1.2006)

Comuni: 115 Superficie: 1770,57 Kmq Popolazione residente (1.1.2006): 348.367. Fonte: Comuni (dati aggiornati all 1.1.2006) Territorio La provincia di Cremona si estende a sud della Lombardia al confine con l Emilia Romagna. E completamente pianeggiante, appena digradante verso il Po, con un altitudine che oscilla mediamente

Dettagli

Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. 75 e più.

Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. 75 e più. Dati sulla popolazione. La popolazione legale di Borgomanero alla data del censimento (20 ottobre 2001) è di 19.315 unità. Tra queste 238 persone sono residenti in convivenze: in particolare 3 in istituti

Dettagli

Il dossier sulla qualità della vita 2006 del Sole 24 Ore

Il dossier sulla qualità della vita 2006 del Sole 24 Ore Comune di Palermo Ufficio Statistica Statistica flash (18/12/2006) Il dossier sulla qualità della vita 2006 del Sole 24 Ore I RISULTATI DEL DOSSIER 2006 DEL SOLE 24 ORE Palermo è al 99 posto (quint ultima)

Dettagli