COMUNE DI TREVENZUOLO Provincia di Verona

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI TREVENZUOLO Provincia di Verona"

Transcript

1 COMUNE DI TREVENZUOLO Provincia di Verona Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Copia N 29 del 26/09/2012 OGGETTO: BILANCIO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E RICOGNIZIONE DEGLI EQULIBIRI FINANZIARI. ART. 193 D. LGS. 18/08/2000, N. 267 L'anno duemiladodici, addì ventisei del mese di settembre alle ore 20.30, nella Sala "Tre Cime di Lavaredo", a Roncolevà, in seguito a convocazione disposta con invito scritto e relativo ordine del giorno si è riunito il Consiglio Comunale in seduta pubblica, di prima convocazione, in sessione straordinaria. Fatto l'appello nominale risultano presenti:. N Cognome e Nome ZOCCATELLI Dott. Osvaldo RIGONI Roberto CARRERI Cesare SEGHETTI Stefano GAZZANI Roberto SARTI Nicola CAZZOLA Valentino CESTARO Stefania TREVISANI Massimo MENEGHELLO Fabio MINOZZI Gianfranco PEDROTTI Paola BONVICINI Carlo P A TOTALE PRESENTI: TOTALE ASSENTI: 2 Assiste IL SEGRETARIO COMUNALE Sambugaro Dott. Umberto Constatato il numero legale degli intervenuti, assume la presidenza nella sua qualità di Sindaco ed espone gli oggetti inscritti all'ordine del giorno e su questi il Consiglio Comunale adotta la seguente deliberazione:

2 IL CONGLIO COMUNALE GAZZANI: Questa delibera fa parte dell'iter del Bilancio, che nasce con l'approvazione della previsione, poi entro il prevede una ricognitiva con i riequilibri ed una seconda ricognitiva, l'assestamento entro Novembre. La presente delibera deve dire se c'è l'equilibrio di bilancio. L'equilibrio di bilancio c'è. Lo stato di attuazione dei programmi riguarda principalmente l'area Tecnica, per cui dopo la lettura della parte finanziaria darò la parola all'assessore Rigoni per l'illustrazione della parte tecnica. Legge la proposta. RIGONI: è stata affidata presso la scuola materna, la fornitura delle derrate alimentari compreso il sistema HACCP. Sono stati emessi: 21 permessi di costruire; 7 certificati agibilità 9 richieste integrazione documenti; 4 cementi armati 18 Pratiche ambientali con il comune di Vigasio; 24 ordinanze; 24 sopralluoghi edilizi 18 Certificati di destinazione urbanistica; E' stato approvato il Regolamento per le Alienazioni Immobiliari; Sono stati acquistati ed installati i Pannelli informativi; E' stata realizzata la ristrutturazione dei locali delle Scuole e della parrocchia di Fagnano per il trasferimento delle scuole. E' stata firmata la proposta di PAT con l'avvio della procedura. E' stato affidato l'incarico per il collaudo di una lottizzazione. E' stato determinato il valore delle aree fabbricabili C'è stata l'approvazione del progetto preliminare per la famosa bretellina. Sono stati acquisiti parte dei terreni per ciclabile a Roncolcvà, più precisamente 3 su 5 terreni. E' stata affidata l'integrazione informatica delle tavole di PRG con le varianti succedutesi; Sono stati assegnati 11 alloggi di ERP Non sono state ancora firmate le convenzioni con Agroalimentare e Motor City; E' stato istituito l'elenco dei progettisti per affidamento con procedure negoziate. E' stato istituito l'elenco delle ditte per affidamento lavori con procedure negoziate E' stata affidata la realizzazione di impianti fotovoltaici sul tetto della palestra. E' stato realizzalo il superamento delle barriere architettoniche presso il municipio Sono stati collocati nuovi giochi in tutte le aree verdi E' stata affidata la ristrutturazione cimiteriale GAZZANI: legge il dispositivo del provvedimento. BONV1CINI: i pannelli informativi sono spenti da un mese, e prima avevano notizie vecchie di 40 gg, vorrei sapere perché? Ristrutturazione loculi cimitero comunale: l'assessore ha detto che entro fine ottobre saranno agibili i nuovi loculi. Lampade cimiteriali, credo che noi abbiamo una ditta cui diamo l'appalto, vorrei sapere se otteniamo dei soldi od è gratuito; Chiedo se da lunedì nelle aule parrocchiali di Fagnano ci sarà una sola una classe. Qual è il motivo? Perché comunque sono stati spesi euro, che sono una spesa importante? RIGONI: J pannelli informativi sono comandanti con M, abbiamo dovuto cambiare il gestore delle M perché la legge ci ha obbligato ad adeguarci agli acquisti Consip. Comune di Trevenzuolo, via Roma, 5 - Provincia di Verona - Tei- 045/ Fax 045/

3 BONVICINI: Ci saranno notizie di feste; ma non ho mai letto del Consiglio Comunale. RIGONI: ci saranno notizie di carattere generale. C'è stato anche il Consiglio, le assicuro. SEGRETARIO: Per quanto riguarda le lampade votive, il comune di Trevenzuolo conclude al una convenzione con una ditta privata, che comprende il compito di portare il filo, accendere e tenere accesa la lampadina, cambiare quando si rompe, pagare la bolletta dell'e.e., il comune introita euro annui. La scelta che deve fare il Comune entro fine anno consiste nel rinnovare tale affidamento, eventualmente rivedendo l'importo ovvero svolgere tale attività in economia, ovvero affidare ad una ditta esterna l'onere di gestire l'impianto fatturando direttamente agli utenti. Ho seguito l'esperienza di Sorga ed è stata positiva, comportando un investimento per i primi due anni, là i cimiteri sono quattro, è stata bonificata la banca dati, sono stati legati i dati delle concessioni ai paganti le lampade votive. Il problema è far carico alla responsabile degli uffici finanziari, che non ha disponibilità di tempo, di un ulteriore onere, ovvero trovare una soluzione esterna da adottare per sollevarla dagli oneri manuali, quali la fatturazione e gli imbustamenti, dopo di che si potrà portare all'interno la gestione. RIGONI: Le classi della scuola di Fagnano: il trasferimento delle scuole a Fagnano doveva seguire punti precisi concordati con la direzione didattica: le scuole dovevano essere vicine, con due maestre sono stati presi degli accordi e sulla base di questi accordi fatte le opere necessarie. Le maestre, in particolare una, ha sollevato delle obiezioni e proprio per spirito di collaborazione, abbiamo deciso di spostare la classe dall'altra parte. Avremmo dovuto fare i duri, dire "avete deciso una cosa e questa deve restare". I lavori erano necessari, sia che sia una, sia che fossero state cinque classi. E' stato rifatto un bagno indecente. Le altre aule, sono comunque utilizzate per attività di sostegno. CESTARO: Non era possibile portare tutte le aule nell'altra Scuola, a pena di cessare le attività formative, quali corsi di informatica, etc. Votazioni: FAVOREVOLI 9 ASTENUTI: (Minozzi e Bonvicini) Visto l'allegato parere favorevole reso in ordine alla regolarità tecnica e regolarità contabile, resa ai sensi e per gli effetti dell'ari. 49 del Dlgs 267 del 18/08/2000; DELIBERA DI APPROVARE, per quanto premesso la proposta come sopra presentata, nella parte narrativa e dispositiva, i cui punti, 1), 2), 3), 4), 5), formano la parte dispositiva del presente provvedimento. Votazione per la proposta di delibera FAVOREVOLI 9 ASTENUTI 2 (Minozzi e Bonvicini). DELIBERA DI DICHIARARE la presente immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma, 4 del decreto legislativo n. 267/2000.

4 IL CONGLIO COMUNALE Bozza di Consiglio Comunale n. 32 del 18/09/2012 L'ASSESSORE AL BILANCIO Visto l'art. 193 del D. L.vo 18 agosto 2000, n. 267 ed il vigente regolamento di contabilità, il quale dispone che almeno una volta, entro il 30 settembre di ogni anno, il Consiglio provveda ad effettuare la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi ed in tale sede adotta contestualmente con delibera i provvedimenti necessari: - per il ripiano di eventuali debiti di eui ari. 194; - per il ripiano dell'eventuale disavanzo di amministrazione risultante dal rendiconto approvato; e adottare tutte le misure necessarie a ripristinare il pareggio qualora i dati della gestione finanziaria in corso facciano prevedere che la stessa possa concludersi con un disavanzo di amministrazione o di gestione, per squilibrio della gestione di competenza ovvero della gestione dei residui; Vista la relazione presentata dal Responsabile del servizio finanziario, nella quale si attesta che la gestione finanziaria attuale fa prevedere che l'esercizio in corso potrà concludersi con un risultato di equilibrio; Rilevato comunque che le eventuali necessarie variazioni di bilancio per l'esercizio in corso, successive all'adozione della deliberazione consiliare sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio, possono essere effettuate con deliberazione dell'organo competente entro il 30/11/2012 ai sensi del comma 3 dell'ari. 175 del D. LGS 267/2000; Preso atto che il Conto del Bilancio (Conto Consuntivo) per l'esercizio finanziario 2011 si è chiuso con un avanzo di amministrazione e che non sussistono debiti fuori bilancio da ripianare; Preso atto della situazione cconomico-fmanziara attuale ed in particolare che non sussiste l'esigenza di ripristinare il pareggio in quanto già rispettato; Considerato che lo stato di attuazione dei programmi, valutato rispetto alle previsioni di bilancio, evidenzia quanto segue: a) gli accertamenti delle entrate coprono alla data odierna le previsioni programmate; b) gli impegni relativi alle spese correnti di competenza, fanno ritenere che il fabbisogno effettivo preventivato sia sufficiente a garantire i servizi; e) gli impegni relativi alla spesa in conto capitale, danno la seguente situazione: PROGRAMMA 1: "MANTENIMENTO DELLE STRUTTURE E DEI SERVIZI GENERALI" Gestione scuola materna: E' stata svolta la procedura di affidamento del Servizio di fornitura derrate alimentari: dopo la rinuncia alla fornitura della ditta selezionata da Consip, si è provveduto a preparazione capitolato, offerta, documenti gara, comunicazioni, determine ecc., affidamento finale. Liquidate le fatture ^_^ ~

5 delle forniture per l'anno 2011/2012. E' in corso l'affidamento dell'adeguamento del sistema di Autocontrollo HACCP per l'allergene glutine (celiachia) e per l'analisi di laboratorio per il controllo del rispetto del sistema. Si sono svolti interventi di manutenzione e riparazione dei elettrodomestici, si è provveduto ad integrare e sostituire attrezzature della cucina rovinate e/o desuete, sono state comprate apposite attrezzature per cucinare specificatamente per persone affette da celiachia. Si sta provvedendo a far eseguire un trattamento antitarlo sulla copertura in legno: richiesta preventivo, tracciabilità e requisiti di qualificazione alla ditta esecutrice, richiesta cig e dure, determina di affidamento. Gestione pulizia immobili: 11 contratto del servi/io pulizia degli edifìci comunali, coordinamento con il personale e la ditta per la gestione ordinaria e straordinaria del servizio firmato nel 2010 è in vigore fino a settembre Sono stati noleggiati degli igienizzatori nei servizi igienici della sede comunale e si è provveduto alla fornitura di materiale di pulizia presso le scuole materna ed elementare. Si è affidato l'incarico per la pulizia profonda della scala d'ingresso della sede municipale. Edilizia privata: Ad oggi l'ufficio ha curato l'istruttoria, richiesto eventuale documentazione integrativa, calcolato eventuale contributo di costruzione per: permessi di costruire :n. 21, di cui rilasciati n. 9 più 3 per piano casa; dia n. 14 di cui 4 per piano casa ed 1 in sanatoria; scia n. 8 autorizzazioni D. Lgs. 259/03 n. 2; attività edilizia libera n. 16 autorizzazione paesaggistiche n. 5. E' stata inoltre curata l'istruttoria per la parte di competenza in sede di conferenza di servizi relativa al rilascio dell'autorizzazione regionale per la realizzazione di un impianto di biogas. Sono stati emessi: certificati di agibilità n. 7; richieste integrazione documenti n. 9. Sono stati depositati: tipo frazionamenti n. 9; cementi armati n. 4. Comune di Vigasio: sono state istruite n. 18 pratiche ambientali per il Comune di Vigasio in conformità di quanto stabilito dalla Delibera di Giunta Comunale n. Ili del Si è assolto a n. 10 richieste di accesso agli atti. Sono state emesse n. 24 ordinanze. Sono stati effettuati oltre una decina di sopralluoghi per il controllo edilizio con la polizia municipale in seguito alle segnalazioni pervenute con il conseguente iter. Per alcuni di questi è in corso la comunicazione di avvio del procedimento.

6 L'ufficio si è munito di programma di gestione delle pratiche edilizie ( richiesta preventivo, richiesta tracciabilità, possesso requisiti, DURC, determina di affidamento...ecc); sono state inserite nel nuovo programma le pratiche archiviate. Attualmente si sta completando la formazione del personale dell'ufficio per l'uso del programma. PROGRAMMA 2: "TERRITORIO" Urbanistica /Patrimonio: Sono stali emessi: certificati di destinazione urbanistica n. 18; Si sta concludendo la fase di concertazione per la successiva firma della proposta di P.A.T. da cui partire con la procedura di adozione e approvazione. E' stato affidato l'incarico di collaudo per la "Lottizzazione residenziale Martini" per la successiva cessione delle aree a favore del Comune di Trevenzuolo. E' stato redatto e approvato in Consiglio il Regolamento di Alienazione del patrimonio immobiliare del Comune. Sono state determinate il valore delle aree fabbricabili ai fini dell'applicazione delfi.m.u. Con l'approvazione da parte del Consiglio del progetto preliminare relativo alla viabilità di collegamento S.P. 50B eia S.P. 3 è stata adottata la variante parziale al P.R.G. e apposto vincolo preordinato all'esproprio. Sono stati acquisiti parte dei terreni per la realizzazione della pista ciclabile di collegamento tra Trevenzuolo e Roncolevà. Si sta procedendo all'acquisizione dei terreni non ancora di proprietà del Comune che sono stati oggetto di lavori di allargamento della sede stradale in Via Bel fante nel F/ stata depositata la richiesta di lottizzazione per Staffalo -ambito 2. Si sta affidando l'incarico per l'aggiornamento cartografico delle tavole del P.R.G. vigente con le varianti approvate nel corso degli anni. In collaborazione con ATER di Verona ed il Settore Servizi Sociali dell'unione Veronese Tartaro Tione sono state assegnati n. 11 alloggi di edilizia residenziale pubblica. Per quanto riguarda il "Centro Agroalimentare e produttivo di Trevenzuolo" e "Autodromo del Veneto - Motorcity", i due grossi interventi che interessano il territorio del Comune di Trevenzuolo e che ne determinano lo sviluppo ad oggi non sono ancora state firmate le relative convenzioni. Con delibera Giunta Comunale n. 69 del 11/07/2011 e n. 30 del 30/03/2011 l'utilizzo edifici comunali è gestito dall'area Amministrativa: di conseguenza diventa di tale area la competenza relativa ai proventi derivali dal loro utilizzo. Lavori Pubblici: elenco progettisti per affidamenti procedure negoziate sotto i : è in fase di predisposizione la procedura per l'aggiornamento dell'elenco istituilo nel 2011; elenco ditte per affidamenti procedure negoziate: è in fase di predisposizione la procedura per l'aggiornamento dell'elenco istituito nel 2011 ; Realizzazione marciapiedi e arredo urbano in località Fagnano: completata la fase di progettazione si è proceduto all'affidamento attraverso procedura negoziata (lettera d'invito, modelli per l'offerta, determina di approvazione, attestazioni sopralluoghi, seduta di gara, redazione verbale di gara, determina di affidamento), alle verifiche e comunicazioni di legge previste per l'aggiudicatario e non aggiudicatari, alla redazione del contratto, alla sua sottoscrizione. In fase esecutiva è stato necessario procedere alla stesura ^

7 dì una perizia di variante ed alla progettazione di lavori complementari: coordinamento con professionista; dopo l'approvazione del progetto è stato redatto e stipulato il contratto integrativo. Si è eseguita l'intera procedura per l'allacciamento della nuova utenza all'acquedotto per irrigazione del verde. E' stato liquidato un primo stato di avanzamento, attualmente i lavori sono praticamente terminati e si sta procedendo con la redazione della contabilità finale; Lavori di Asfaltatura Via A. Moro: completata la fase di progettazione si è proceduto all'affidamento attraverso procedura negoziata (lettera d'invito, modelli per l'offerta, determina di approvazione, attestazioni sopralluoghi, seduta di gara, redazione verbale di gara, determina di affidamento), alle verifiche e comunicazioni di legge previste per l'aggiudicatario e non aggiudicatari, alla redazione del contratto, alla sua sottoscrizione. E' stato liquidato un primo stato di avanzamento, il progettista sta redigendo una perizia di variante; Viabilità di collegamento tra la S.P. 50B e la S.P. 3 (circonvallazione): affidato incarico di progettazione preliminare (richiesto preventivo progettista, richiesto cig e tracciabilità, determina e disciplinare d'incarico); coordinamento con professionista durante la redazione del progetto, validazione del progetto preliminare. Liquidazione onorario professionista. Predisposizione e spedizione comunicazione avvio procedimento ai proprietari delle aree interessate dall'opera. Predisposizione delibera di adozione in Consiglio; Realizzazione impianti fotovoltaici palestra di Trevenzuolo: affidato incarico di progettazione, direzione lavori e accatastamento della palestra e degli impianti sportivi (richiesto preventivo progettista, richiesto cig e tracciabilità, determina e disciplinare d'incarico); coordinamento con professionista durante la redazione del progetto, validazione ed approvazione del progetto. Liquidazione parte onorario professionista. Procedura di affidamento dei lavori (lettera d'invito, modelli per l'offerta, determina di approvazione, attestazioni sopralluoghi, seduta di gara, redazione verbale di gara, comunicazioni ad aggiudicatario e altri offerenti, verifiche ad aggiudicatario), redazione del contratto e sua stipula. I lavori inizieranno prossimamente. Ristrutturazione esterna ed impiantistica scuola elementare di Trevenzuolo: affidato incarico di progettazione preliminare/definitiva (richiesto preventivo progettista, richiesto cig e tracciabilità, determina e disciplinare d'incarico); coordinamento con professionista durante la redazione del progetto. Ottenimento pareri dagli enti esterni. Liquidazione parte onorario professionista. Affidato incarico di progettazione esecutiva, direzione lavori, sicurezza in fase di progetto ed esecutiva, accatastamento e pratica vigili del fuoco; coordinamento con professionista durante la redazione del progetto. Procedura di affidamento dei lavori (lettera d'invito, modelli per l'offerta, determina di approvazione, attestazioni sopralluoghi, seduta di gara, redazione verbale di gara, comunicazioni ad aggiudicatario e altri offerenti, verifiche ad aggiudicatario), redazione del contratto e stipula del contratto. Predisposizione ed invio documentazione per richiesta contributo regionale. Consegna lavori che attualmente sono in fase esecutiva. Sono stati eseguiti dei lavori presso la scuola media e l'ex asilo di Fagnano nonché presso la ex canonica di Fagliano per il trasferimento della scuola elementare durante i lavori di ristrutturazione della propria sede a Trevenzuolo, è stato svolto il trasloco (vedi punto successivo). Pista ciclabile di collegamento Trevenzuolo-Roncolevà: presa d'atto sottoscrizione verbali di cessione volontaria ed acccttazione indennità provvisorie di esproprio; affidato l'incarico al notaio per la redazione degli atti di compravendita, coordinamento con il notaio per la ricerca e consegna dei documenti necessari alla redazione degli atti, rapporti con i cittadini per la sottoscrizione, acquisizione di parte delle aree.

8 Ristrutturazione interna ed impiantistica scuola media di Fagnano: predisposizione progetto preliminare e documentazione per richiesta contributo regionale. In fase di affidamento l'incarico di progettazione. L'intervento sarà inserito nel programma triennale delle opere 2012/2014. Accatastamento corte Torsi: completato e liquidato l'onorario al professionista. Superamento barriere architettoniche municipio di Trevenzuolo: completata la fase di progettazione si è proceduto all'affidamento dei lavori, determina di affidamento, redazione e sottoscrizione scrittura privata, redazione modulo di consegna, redazione e approvazione perizia di variante, fine lavori, contabilità e determina di liquidazione. 1 lavori sono terminati. Opere di smaltimento delle acque meteoriche e piantumazione rotonda strada Dcmorta, aiuola Via Roma e Via C. Battisti: richiesto parere su progetto alla Provincia, validazione ed approvazione progetto, affidamento lavori e determina di affidamento, redazione e sottoscrizione scrittura privata. Approvazione perizia di variante, fine lavori e determina di liquidazione. Liquidati anche i compensi al progettista e direttore lavori. L'intervento è terminato. Consolidamento cigli e ripristini stradali: sono stati eseguiti interventi di realizzazione caditoie, scavi e ripristini stradali di modeste dimensioni, stesa di terreno, la modifica della viabilità in uscita di Via Tione, opere di segnaletica e recinzione. Determina di incarico, redazione e sottoscrizione scrittura privata. Liquidazione acconti. Consolidamento sponde e cigli stradali: in collaborazione con il Consorzio di Bonifica veronese è stato ricostruito e consolidato i ciglio del Fosso Allegro in località Corte Braette di Trevenzuolo. Determina di incarico, coordinamento con Consorzio. Il lavoro è terminato. Fornitura e posa pannelli informativi: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata, sottoscrizione verbali e modulistica di legge, affidamento dei lavori complementari (scavi per posa tubazioni e collegamenti elettrici). Chiusura lavori e fornitura, liquidazione. L'intervento e terminato. Fornitura e posa di pannelli fonoassorbenti: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata, sottoscrizione verbali e modulistica di legge. Chiusura lavori e fornitura, liquidazione. L'intervento è terminato. Fornitura pannelli scuola materna: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, determina di affidamento. La fornitura è conclusa. Modifica marciapiede Via Venezia e realizzazione piastra presso Arena verde: richiesta offerte, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata, sottoscrizione verbali e modulistica di legge. Contabilità di chiusura lavori, determina di liquidazione. L'intervento è terminato. Fornitura giochi e panchine aree verdi comunali: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata, sottoscrizione verbali e modulistica di legge, affidamento dei lavori complementari (scavi per basi e pavimentazione in sabbia). Posa e chiusura lavori complementari. L'intervento è terminato. Prove di carico e perizia copertura palestra: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata, sottoscrizione verbali e modulistica di legge, affidamento delle forniture complementari (fornitura acqua). Assistenza e coordinamento durante l'esecuzione delle prove. Perizia consegnata, prestazione e lavori complementari liquidati. L'intervento è terminato.

9 - Ristrutturazione loculi cimitero di Trevenzuolo: affidato incarico di progettazione, direzione lavori e sicurezza in fase progettuale ed esecutiva (richiesto preventivo progettista, richiesto cig e tracciabilità, determina e disciplinare d'incarico); coordinamento con professionista durante la redazione del progetto. Richiesta parere agli enti esterni, validazione e approvazione del progetto. Liquidazione parte onorario professionista. E' in corso la procedura di affidamento dei lavori. Sono state affidate ed eseguite le analisi sui materiali esistenti per determinarne la precisa classificazione come rifiuti speciali. Manutenzione bagni scuole medie di Fagnano e sede municipale: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata, sottoscrizione verbali e modulistica di legge. Chiusura lavori e fornitura, liquidazione. L'intervento è terminato. - Lavori di manutenzione straordinaria dei locali dell'ex baby parking, della scuola media e dell'ex canonica di Fagnano utilizzati per il trasloco della scuola elementare durante i lavori di ristrutturazione della sua sede di Trevenzuolo: redazione convenzione di comodato d'uso con parrocchia di Fagnano e relativa stipula. Richiesta preventivi, richieste tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, dctcrminc di affidamento, redazione e stipula scritture private, sottoscrizione verbali e modulistica di legge. Attività di verifica e controllo. E' in fase di redazione la contabilità finale. Trasloco scuola elementare presso ex baby parking, scuola media ed ex canonica di Fagnano: richiesta preventivi, richiesta tracciabilità e requisiti di qualificazione, DURC, determina di affidamento, redazione e stipula scrittura privata. Spostamento linea telecom. Attività di coordinamento con insegnanti, di rilievo e organizzazione degli spazi e degli arredi. Attività di coordinamento durante le fase di esecuzione del trasloco. Attività eseguite dal Consorzio di Bonifica Veronese conseguenti l'allagamento di Fagnano del giugno 2011: il consorzio ha alzato la sponda della fossa Giona in Zona industriale a Trevcnzuolo, ha eseguito interventi di messa in sicurezza nel punto di collegamento tra Tione-Tioncello a Trevenzuolo e in loc. Serraglio a Fagnano. Altri interventi: l'ufficio inoltre ha provveduto ad: affidare incarico per la fornitura e la posa di transenne durante le manifestazioni ciclistiche a svolgere la procedura per la fornitura di corrente elettrica durante la sagra di Santa Maria Maddalena ed ad affidare i lavori richiesti da ENEL per detta fornitura - a noleggiare ad affidare il servizio di pulizia degli spazi di Fagnano a seguito degli interventi di manutenzione straordinaria e prima dei traslochi della scuola elementare. Ad ottenere il parere della provincia per l'installazione di un impianto semaforico presso Roncolevà. In atti amministrativi ciò ha comportato la redazione di: determine n. 100 di cui 35 alla fine del 2011; atti di liquidazione n. 41; - delibere di giunta n. 28 di cui 10 alla fine del 2011; - delibere di consiglio n. 6 di cui 3 alla fine del PROGRAMMA 3: "TUTELA DELL'AMBIENTE" Ecologia:

10 Si è concluso l'affidamento in housc ad Esa Com (ex Eco Cisi S.p.A.), società ad intero capitale pubblico di cui il Comune di Trevenzuolo è socio, del servizio di raccolta porta a porta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani ed assimilati, conferimento spazzamento stradale, gestione del centro di raccolta e smaltimento, comprensivo della gestione, accertamento e riscossione della tariffa dei rifiuti solidi urbani rifiuti sul territorio del Comune di Trevenzuolo. Si è proceduto ad affidare il servizio di trattamento mosche ed insetti sul territorio comunale e si sono gestiti i rapporti con la ditta per tempi e luoghi di svolgimento del servizio. Ciò ha comportato: richiesta preventivo, tracciabilità e requisiti di qualificazione alla ditta esecutrice, richiesta cig e dure, determina di affidamento, redazione e sottoscrizione scrittura privata, coordinamento e accordi per i singoli interventi. Previe analisi dei materiali, si sta affidando l'incarico per l'asportazione dei sedimenti depositati a seguito dei lavori di escavazione dell'alveo del fosso Gamandone. Si è partecipato a sopralluoghi congiunti con Asl e Settore Ambiente della Provincia di Verona nell'ambito delle procedure per il rinnovo di autorizzazioni A.I.A.. Si è partecipalo ad una conferenza di servizi in provincia per il rinnovo di un'autorizzazione agli scarichi in atmosfera. Si è proceduto ad inviare comunicazioni di avvio del procedimento ed emettere ordinanze agli interessati nei casi di segnalazioni di situazioni che compromettessero l'igiene pubblica. Si ritiene pertanto di evidenziare con riferimento all'anno 2012 il buono stato di attuazione del piano triennale, data la consistenza degli interventi realizzati ed in fase di realizzazione, in confronto a quelli previsti dal programma triennale 2012/2014. VISTI i pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e contabile, ai sensi dell'ari. 49 del D. Lgs. 267/2000 VISTO il parere espresso dal revisore del conto Calabrese Dr Michele allegalo alla presente deliberazione a formarne parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; VISTO l'ari. 42, comma 4 del Decrelo Legislativo n. 267/2000; PROPONE 1) DI CONDERARE le premesse parte inlegranle della presente proposta e del sottoslanlc disposilivo. 2) DI DARE ATTO che la situazione della gestione finanziaria del Bilancio 2012 risulta tale da far ritenere che l'esercizio si concluda con un risultato di equilibrio conlabile. Non vi sono particolari misure da adottare per riprislinare un pareggio soslanziale già esislenle. 3) DI DARE ATTO CHE: - il Conio del Bilancio (Conio Consuntivo) dell'esercizio finanziario 2011 si è chiuso con un avanzo di amministrazione e che alla data odierna non sussistono debili fuori bilancio da ripianare. 4)DI TRASMETTERE la presente deliberazione al Responsabile dell'ufficio di ragioneria. 5) DI DICHIARARE il presente allo, con dislinla volazione unanime e palese, immedialamenle eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D. Lgs. 267/00. L'ASSESSORE AL BILANCIO F.lo Gazzani Dr Roberto ^ ^_

11 COMUNE DI TMZUOLO PROT. N. 5as 2 1 SET CAT. CO CL. Oli COMUNE DI TREVENZUOLO PROVINCIA DI VERONA PARERE DEL REVISORE IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE SULLA SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO E RICOGNIZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI (art. 193 DLgs. 267/2000) ANNO 2012 jht** II sottoscritto Calabrese Dott. Michele, Revisore dei Conti del Comune di Trevenzuolo, in ottemperanza a quanto disposto dall'art. 4 del D.M. 04/10/1991 e successive modifiche pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 18/10/1991, visto l'art. 239 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267; - Constatato che l'ufficio di ragionerìa di questo Comune, sulla scorta dell'ari. 193 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267, ha provveduto alla verifica dell'equilibrio di gestione (residui e competenza), il sottoscritto revisore prende atto di quanto segue: RICOGNIZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI. Lo stato di attuazione dei programmi è stato valutato rispetto alle previsioni del bilancio di esercizio in corso. In merito allo stesso la ricognizione effettuata ha posto in evidenza quanto segue:

12 Accertamento delle entrate rispetto alle previsioni: conforme alle previsioni di bilancio Impegni di spesa relativi alla gestione corrente: in linea con gli stanziamenti dì bilancio; Impegni di spesa relativi alla gestione in conto capitale: in linea con il piano annuale delle opere pubbliche e nei limiti degli stanziamenti di bilancio. GESTIONE FINANZIARIA GESTIONE DI COMPETENZA II sottoscritto revisore del conto da atto che la gestione finanziaria, con riferimento alle previsioni del bilancio d'esercizio in corso, aggiornate con le variazioni autorizzate fino alla data odierna, non presentano condizioni dì squilibrio in relazione sia alle entrate, sia alle spese correnti ed in conto capitale. GESTIONE DEI REDUI Per quanto riguarda la gestione dei residui attivi e passivi non sono presenti residui attivi ai titoli 1D e 3 dell'entrata con anzianità superiore ai 5 anni, pertanto non si è provveduto alla creazione dell'apposito fondo di svalutazione crediti di cui altart. 6 comma 17 del D.L. 6 luglio 2012 n. 95. Più in generale, per quanto riguarda la realizzazione dei residui attivi de passivi, aggiornati sulla base delle risultanze del conto consuntivo 2011, non presentano particolari problematiche in merito al loro realizzo (parte entrata) o alla corrispondenza con i requisiti per il loro mantenimento (parte spesa).

13 Dato atto che nelle verifiche effettuate non sono emerse discordanze con i principi contabili che presiedono alla redazione del bilancio, nonché alla verifica degli equilibri di bilancio, lo scrivente revisore esprime parere favorevole alla proposta di delibera di controllo degli equilibri di bilancio, prevista dall'art. 193 del Dlgs. 267/2000, così come predisposti dall'amministrazione comunale. Roverbella, lì 20 settembre 2012 II Revisore dei Conti

14 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE Oggetto : BILANCIO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E RICOGNIZIONE DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI. ART. 193 D. LGS. 18/08/2000, N PARERE DI REGOLARITÀ1 TECNICA Si esprime parere favorevole di regolarità tecnica espresso ai sensi dell'ari. 49 del T.U. - D.Lgs. 18 Agoslo 2000 n. 267, in quanto la proposta che precede è conforme alle norme legislative e tecniche che regolamentano la materia. COMUNE DI TREVENZUOLO, li 19/09/2012 IL RESPONSABILE AREA CONTABILE F.to Baraldo Silvana PARERE DI REGOLARITÀ1 CONTABILE E COPERTURA FINANZIARIA Si esprime parere parere favorevole in riguardo alla regolarità contabile di cui sopra, parere espresso ai sensi dell'ari. 49, del T.U. - D.Lgs. 18 Agosto 2000 n COMUNE DI TREVENZUOLO, li 19/09/2012 IL RESPONSABILE AREA CONTABILE F.to BARALDO LVANA

15 Letto, confermato e sottoscritto IL NACO F.to Zoccatelli Dott. Osvaldo IL SEGRETARIO COMUNALE F.to Sambugaro Dott. Umberto ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA PUBBLICAZIONE Si attesta: [ ] che copia della presente deliberazione viene pubblicata all'albo On-Line del sito di questo Comune, all'indirizzo il : 24/10/2012 ed ivi rimarrà per 35 giorni consecutivi, ai sensi del Pari. 124, comma I, T.U. - D. Lgs. 18/08/2000 n IL SEGRETARIO COMUNALE F.to Sambugaro Dott. Umberto La presente deliberazione è divenuta esecutiva: CERTIFICATO DI ESECUTIVITÀ' [ ] Decorsi 10 giorni dalla pubblicazione all'albo On-Line del sito di questo Comune, all'indirizzo ai sensi dell'ari. 134, comma 3, del T.U. - D.Lgs. 18 agosto 2000 n [ ] Per decorrenza dei termini ai sensi dell'ari. 134, comma 1, del T.U. - D.Lgs. 18 agosto 2000 n Trevenzuolo Li, IL RESPONSABILE AREA AMMINISTRATIVA F.to Sambugaro Dott. Umberto Copia conforme all'originale. Trevenzuolo 24/10/2012 IL RESPONS Sa TI VA

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale N. 87 DEL 14 MAGGIO 2015 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Tecnico Cirina Sergio NUMERAZIONE GENERALE N. 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 in data 29/10/2013 OGGETTO: CIG: Z660B2D707 LIQUIDAZIONE ACCONTO FATTURA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE COAWYE PERC,1 (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. i Registro Delibere OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 12 contratti di lavoro di diritto privato a tempo determinato

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

STATUTO DEL CONSORZIO TRA I COMUNI DI BORGARO TORINESE E CASELLE TORINESE

STATUTO DEL CONSORZIO TRA I COMUNI DI BORGARO TORINESE E CASELLE TORINESE STATUTO DEL CONSORZIO TRA I COMUNI DI BORGARO TORINESE E CASELLE TORINESE ART. 1- DENOMINAZIONE E NATURA DEL CONSORZIO 1. Il Consorzio già esistente tra i Comuni, nel cui territorio ricade la Frazione

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Ordinaria Seduta di Prima convocazione Comune di Finale Ligure Provincia di Savona Numero progressivo 56 OGGETTO Determinazione delle aliquote e detrazioni

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N.

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N. SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA E SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE A CONFRONTO Nell articolo vengono messe in luce le differenze radicali tra il procedimento disciplinato dal DPR 447/1998, per

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 DETERMINAZIONE: 005/301. SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA PRESSO

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI. Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI. Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013 Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DPR N 380 DEL 06/06/2001 (TUE) Il Testo Unico per l Edilizia

Dettagli