DOSSIER Lunedì, 29 dicembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOSSIER Lunedì, 29 dicembre 2014"

Transcript

1 DOSSIER Lunedì, 29 dicembre 2014

2 DOSSIER Lunedì, 29 dicembre 2014 Articoli 28/12/2014 Il Piccolo (ed. ) Pagina 25 Presenza di immigrati: supera Gradisca 1 28/12/2014 Il Piccolo (ed. ) Pagina 31 «Cormons sia capofila degli altri Comuni» 3 28/12/2014 Il Piccolo (ed. ) Pagina 31 Tiare: la Provincia convoca Inter Ikea, Regione e sindaci 5 28/12/2014 Il Piccolo (ed. ) Pagina 36 Laboratorio per bimbi alla galleria Spazzapan 7 28/12/2014 Messaggero Veneto (ed. ) Pagina 30 Profughi, non basta più il gran lavoro dei volontari 8 28/12/2014 Messaggero Veneto (ed. ) Pagina 31 «Adesso Cormòns ritorni capofila» 10 27/12/2014 messaggeroveneto.it Fusione tra gli enti diversi immobili resteranno deserti 11 28/12/2014 Primorski Pepot ob robu vasi si zaslui ureditev 13 28/12/2014 Primorski Ikon z rimskim Oglejem med najboljimi oblikovalci aplikacij za mobilne... 14

3 Pagina 25 Il Piccolo (ed. ) Presenza di immigrati: supera Gradisca In città ce ne sono 220 contro i 206 richiedenti asilo ospitati dal Cara Romoli: «Siamo il capoluogo di provincia più colpito in Friuli Venezia Giulia»ACCOGLIENZA»LA CITTÀ DEI PROFUGHISpuntano nuovi rifugi di fortuna anche alla Valletta del Corno. «Scusate, c' è l' ordinanza. Dovete lasciare questi spazi immediatamente perché qui c' è il divieto di bivacco». Questa la frase tipo che un qualunque agente rivolge ai richiedenti asilo che non hanno un tetto sopra la testa. Questi, ammesso che comprendano il messaggio, se ne vanno. Ma poi, magari diverse ore dopo, vengono trovati in un' altra verde o sotto un porticato a dormire. Questa scena ci è stata raccontata confidenzialmente dalle forze dell' ordine che si sentono impotenti nel gestire la situazione. E così si scopre che l' altra sera un gruppo di profughi che si erano rifugiato al parco della Rimembranza, si è trasferito subito dopo alla... Valletta del Corno. Poi, magari, una volta scoperti si sposteranno poco più in là. E intanto l' emergenza continua e le temperature si abbassano, si abbassano, si abbassano. di Francesco Fain «Il sorpasso». No, non alludiamo al capolavoro cinematografico di Dino Risi con un ineguagliabile Vittorio Gassman nei panni del protagonista. Il sorpasso si è verificato nel campo dell' immigrazione. Sino a ieri, suo malgrado, Gradisca era indiscutibilmente "la città degli immigrati" per la presenza contemporanea del Cie (oggi chiuso) e del Cara (perfettamente funzionante) sul territorio comunale. Oggi questo poco ambito titolo va a perché nel capoluogo isontino risultano esserci più richiedenti asilo che nella città della Fortezza. Numeri e statistiche I numeri ce li fornisce il sindaco Ettore Romoli, la fonte è la Prefettura. Sono aggiornati alla riunione del 16 dicembre scorso quando il prefetto chiamò tutti i Comuni dell' Isontino per firmare la "famosa" convenzione. «Nel frattempo commenta il sindaco la situazione è persino peggiorata, visto che il flusso di immigrati non si è certamente fermato. Anzi...». Ma veniamo alle nude cifre. Al Cara, a quella data, risultavano esserci 206 ospiti. A, calcolatrice alla mano, ce ne sono 220, 14 in più rispetto alla cittadina del sindaco Tomasinsig: il timore di Romoli di vedere trasformata nella città dei profughi sta diventando fondato, aritmetico, scientifico. «All' hotel Internazionale spiega il primo cittadino ci sono 40 immigrati. Poi, fra Nazareno allargato e rifugi di fortuna in aree verdi o un po' dove capita, ci sono altre 147 persone. Non dobbiamo dimenticare, infine, i 33 posti del sistema Sprar. Il totale fa 220 che è un numero superiore rispetto ai 206 profughi accolti a Gradisca. Gli altri Comuni? Come ben sapete, soltanto San Canzian d' Isonzo si è fatta carico di 15 immigrati e di Continua > 1

4 Pagina 25 < Segue Il Piccolo (ed. ) questo ringrazio il sindaco Caruso: il resto sono soltanto impegni generici e belle parole al vento». Romoli rende noti anche i dati a sua disposizione relativi agli altri capoluoghi di provincia isontini. «Ricapitando:, che conta 34mila residenti, ospita 220 profughi. A Trieste, città di circa 200mila abitanti, ce ne sono 400. Udine, che di residenti ne ha circa 100mila, ospita 130 migranti. E Pordenone? A quanto sembra, non ne conta nemmeno uno. Mi sembra che tutti questi numeri non fanno che confermare quanto vado dicendo ormai da mesi: continua a sostenere, da sola, il peso dell' immigrazione». L' inefficacia dell' ordinanza Il sindaco interviene, poi, sull' inefficacia dell' ordinanza. Non più tardi di ieri, il nostro giornale ha dedicato un servizio sui bivacchi notturni al Parco della Rimembranza che continuano, nonostante il "giro di vite" impresso dall' amministrazione comunale. «Ho già dato disposizioni al comandante della Polizia municipale Marco Muzzatti affinché si intensifichino i controlli. Del resto, sin dal momento della firma del provvedimento, sapevo che il problema non si risolveva così. inizierà a respirare nel momento in cui queste persone verranno allontanate dalla città e ospitate in altre località della regione e del resto d' Italia». Infatti, la vicenda rischia di diventare come un cane che si morde la coda: le forze dell' ordine invitano i profughi a lasciare il Parco della Rimembranza e, qualche ora più tardi, li ritrovano accampati da qualche altra parte. C' è poi l' ostacolo linguistico. Se un agente conosce l' inglese, bene. Altrimenti, come andarlo a spiegare a un afghano o a un pakistano che lì c' è il divieto di bivacco? RIPRODUZIONE RISERVATA. 2

5 Pagina 31 Il Piccolo (ed. ) «Cormons sia capofila degli altri Comuni» Puia (Pd) invita il sindaco a rompere gli indugi alla luce della nuova legge sul riassetto degli enti locali. CORMONS «Cormons torni ad essere promotore e capofila di progetti sinergici con altri Comuni». L' invito viene formulato dal Partito Democratico cormonese, già più volte intervenuto in passato sul tema della riforma istituzionale e sui futuri assetti delle municipalità presenti in regione. L' appello di avviarsi su questa strada viene ora ripetuto dalla capogruppo in consiglio comunale Patrizia Puia dopo l' approvazione della nuova legge regionale in materia di riassetto degli enti locali. Ecco il suo pensiero: «Da sempre ritenevamo fosse necessario coinvolgere gli altri Comuni del mandamento, poiché questo è un aspetto fondamentale per lo sviluppo territoriale, per la realizzazione di progetti, per il reperimento di finanziamenti regionali, nazionali ed europei evidenzia la portavoce Pd. Abbiamo sempre ritenuto che Cormòns debba riconquistare il ruolo di Comune capofila della Destra Isonzo, che aveva rivestito in passato e che aveva contribuito a dare centralità al nostro territorio». Chiaro il riferimento all' Aster, voluto dalla giunta regionale allora guidata da Riccardo Illy. «Gli inviti rivolti al nostro sindaco di farsi promotore di questo percorso di aggregazione purtroppo non però è mai stato accolto, mentre invece altri Comuni come Farra d' Isonzo, San Lorenzo Isontino e Capriva del Friuli si stavano unendo per creare un polo comunale competitivo (l' Unione dei Comuni "Friuli Isontina", ndr), scardinando la posizione privilegiata di Cormons ed al contempo si perdeva l' occasione di aprire un ragionamento con gli altre municipalità come ad esempio Mariano del Friuli, Moraro e Medea, di intraprendere il medesimo cammino comune». Continua Patrizia Puia: «Intanto il sindaco ha più volte dichiarato che confidava in una legge regionale che obbligasse i Comuni a fare sistema. Ora, la riforma degli enti locali è stata approvata, il rassetto delle autonomie locali è divenuto legge e si pone il problema di "dover" fare squadra con gli alti Comuni, pena il rischio di perdere importanti opportunità di finanziamento da parte degli enti sovraordinati». E ora quindi secondo la Puia la giunta Patat non può più nascondersi: «Riteniamo conclude l' esponente Pd che Cormons debba riappropriarsi della sua capacità di attore principale e propositivo nei confronti degli altri Comuni del territorio, perché è stato perso tempo prezioso ed in tutto questo percorso arriva in ritardo, impreparata e isolata rispetto agli altri, con il rischio che a farne le spese siano i cittadini, le imprese e l' economia di tutto il territorio comunale». Continua > 3

6 Pagina 31 < Segue Il Piccolo (ed. ) Matteo Femia. 4

7 Pagina 31 Il Piccolo (ed. ) Tiare: la Provincia convoca Inter Ikea, Regione e sindaci L' incontro (a porte chiuse) si svolgerà domani. L' assessore Cecot: «Parleremo dei crediti verso le ditte che hanno costruito il Parco». Il prefetto non ci sarà. di Francesco Fain wvillesse Dalle parole ai fatti. Dalle proteste alle proposte. La Provincia torna a scendere in campo nella palude della vicenda delle ditte non pagate che hanno contribuito alla realizzazione del Parco commerciale "Tiare shopping". Lunedì (domani) alle 10.30, il presidente Enrico Gherghetta ha convocato un tavolo al quale parteciperanno istituzioni e attori della poco edificante questione. «Alla luce degli ultimi avvenimenti concernenti il centro commerciale villessino scrive l' assessore provinciale al Lavoro Ilaria Cecot nella lettera accompagnatoria è convocata una riunione al fine di affrontare i problemi degli insoluti, dei mancati pagamenti delle ditte addette alla costruzione della struttura e della mancata ultimazione delle infastrutture». Gli inviti sono stati rivolti al prefetto Vittorio Zappalorto, alla presidente della Regione Debora Serracchiani, all' assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro, all' assessore all' Ambiente Sara Vito, al presidente della Camera di commercio Gianluca Madriz, ai sindaci dei Comuni della provincia di, a Inter Ikea e ad Arco Immobiliare. È chiaro che, trattandosi di inviti, non saranno presenti tutte le autorità e gli "attori" interessati, a vario titolo, alla vicenda ma la Provincia è ottimista. «Semplificando al massimo parleremo essenzialmente di quattro argomenti. Partiremo dall' analisi della situazione dei crediti verso le ditte spiega Ilaria Cecot. Quindi, il secondo tema affrontato dal tavolo riguarderà la surroga di Inter Ikea verso Immobiliare Arco. Vogliamo verificare se vi è ancora la possibilità dei pagamenti diretti da parte di Inter Ikea: cosa che risulterebbe possibile solo se quest' ultima non avesse pagato Arco. Poi, parleremo dell' ultimazione delle infrastrutture e, quarto punto, analizzeremo l' occupazione portata da Tiare shopping». Ma perché la Provincia di non ha partecipato alla manifestazione che s è svolta all' esterno e all' interno di Tiare? «Abbiamo ritenuto fosse opportuno un confronto sul piano istituzionale», spiega l' assessore Ilaria Cecot. Che precisa anche un altro aspetto: «Il tavolo che andiamo a convocare non si sostituisce agli impegni assunti dalla presidente Serracchiani per tramite dell' assessore Vito ma vuole essere propedeutico. Quindi, non c' è alcuna sovrapposizione ma procediamo di pari passo». L' amministrazione regionale, molto probabilmente, sarà rappresentata dall' assessore Sara Vito che, Continua > 5

8 Pagina 31 < Segue Il Piccolo (ed. ) nei giorni scorsi, è intervenuta sulla questione. «È stata, poi, confermata la presenza dei rappresentanti di Iter Ikea e mi auguro possano prendere parte al tavolo anche i rappresentanti di Arco immobiliare: questa è la nostra speranza ma non ci facciamo illusioni». Ha invece già comunicato che non ci sarà il prefetto: Vittorio Zappalorto ha dei concomitanti impegni a Venezia e non potrà prendere parte al tavolo della Provincia. RIPRODUZIONE RISERVATA. 6

9 Pagina 36 Il Piccolo (ed. ) Laboratorio per bimbi alla galleria Spazzapan Oggi alle alla galleria Spazzapan di Gradisca è in programma un Laboratorio creativo per i bambini. 7

10 Pagina 30 Messaggero Veneto (ed. ) Profughi, non basta più il gran lavoro dei volontari Nazareno e Internazionale sono ormai pieni, ma non cessano gli arrivi Lettera a sindaco e prefetto: stiamo supplendo alle carenze delle istituzioni. di Vincenzo Compagnone Nazareno ormai prossimo alla saturazione (145 posti letto occupati dopo l' ampliamento della convenzione da 80 a 150 unità), hotel Internazionale sempre al completo (40 persone ospitate), la rete d' accoglienza diffusa sul territorio promossa dalla Prefettura, con la Provincia come ente di coordinamento, che non decolla (l' unico Comune che accoglie immigrati, a parte ovviamente gli oltre 200 del Cara di Gradisca, è San Canzian con 15 richiedenti asilo nell' ex centro per tossicodipendenti di Terranova). È questo il quadro, preoccupante, dell' emergenza profughi a e nell' Isontino quando con l' arrivo del grande freddo soltanto l' encomiabile sforzo delle associazioni di volontariato riesce a dare una faticosa risposta al flusso di afghani e pakistani che non si arresta. La consistenza degli arrivi in città dove, è il caso di ricordarlo, opera l' unica commissione per tutto il Triveneto che esamina, con tempi biblici, le domande dei richiedenti asilo: ci si augura che nei primi mesi del 2015 sia attivato un nuovo organismo a Verona non è più quella dell' estate scorsa. ma 4 5 immigrati al giorno, mediamente, continuano a giungere in città. E vanno a ingrossare il gruppo di profughi che, dopo l' ordinanza anti bivacco emanata dal sindaco Romoli (su input del Dipartimento di prevenzione dell' Ass. che aveva lanciato l' allarme igienico sanitario) vaga nei luoghi pubblici e nelle strade goriziane in attesa che qualcuno si prenda cura di loro. Ieri erano 35 i profughi accolti in sistemazione di fortuna: 8 nella parrocchia di San Rocco, i rimanenti alla Comunità Arcobaleno. In serata, 22 di essi sono stati trasportati (ma solo per la notte: alle 8 del mattino sono obbligati a lasciare la struttura) nel dormitorio della Caritas di Piazzutta, dove sono stati ricavati ulteriori spazi. Per queste persone, che ogni giorno aumentano di alcune unità, il "soggiorno" a, aspettando che vengano espletate le formalità burocratiche per essere autorizzati a essere ospitati al Nazareno (peraltro vicinissimo, come detto, al "tutto esaurito") avviene, come è facile intuire, in condizioni di grave disagio e precarietà. È solo grazie ai volontari, i quali quotidianamente si organizzano grazie a contatti telefonici e al tam tam su Facebook, che tutte le sere possono ritrovarsi nella sede della Caritas, attigua alla chiesa dei Cappuccini, per consumare un pasto caldo. A prepararlo, e a portare, oltre ai viveri, anche altri generi di conforto e medicinali sono gli stessi volontari, dei quali si è fatta portavoce Martina Luciani ieri sul blog Continua > 8

11 Pagina 30 < Segue Messaggero Veneto (ed. ) "Piazza Travnik". Lo ha fatto con una lettera aperta al Prefetto e al sindaco, sottolineando che la situazione è ormai al limite e anche il prodigarsi del volontariato, che di fatto supplisce alle carenze delle istituzioni, non potrà durare all' infinito. La Luciani ha stigmatizzato «le provocazioni da parte di facinorosi durante le cene alla Caritas», sottolineando la preoccupazione per le sorti dei profughi «extraconvenzioni», con l' arrivo del gelo. Sono stati segnalati altri due casi di scabbia. Per domani è previsto un vertice alla Caritas con la Provincia e le associazioni di volontariato. RIPRODUZIONE RISERVATA. 9

12 Pagina 31 Messaggero Veneto (ed. ) «Adesso Cormòns ritorni capofila» Patrizia Puia (Pd): mentre altri Comuni si uniscono, qui si è perso il ruolo di guida. CORMÒNS «Cormòns torni a essere promotore e capofila di progetti sinergici con altri Comuni». L' invito viene dal Partito Democratico cormonese, già più volte intervenuto in passato sul tema della riforma istituzionale e sui futuri assetti delle municipalità presenti in regione. L' appello di avviarsi su questa strada viene ora ripetuto dalla capogruppo in consiglio comunale Patrizia Puia dopo l' approvazione della nuova legge regionale in materia di riassetto degli enti locali. Ecco il suo pensiero: «Da sempre ritenevamo fosse necessario coinvolgere gli altri Comuni del mandamento, poiché questo è un aspetto fondamentale per lo sviluppo territoriale, per la realizzazione di progetti, per il reperimento di finanziamenti regionali, nazionali ed europei evidenzia l' esponente del Pd. Abbiamo sempre ritenuto che Cormòns debba riconquistare il ruolo di Comune capofila della Destra Isonzo, che aveva rivestito in passato e che aveva contribuito a dare centralità al nostro territorio». Chiaro il riferimento all' Aster, voluto dalla giunta regionale allora guidata da Riccardo Illy. «Gli inviti rivolti al nostro sindaco di farsi promotore di questo percorso di aggregazione purtroppo non è mai stato accolto, mentre invece altri Comuni, come per eseempio Farra, San Lorenzo e Capriva, si stavano unendo per creare un polo comunale competitivo (l' Unione dei Comuni "Friuli Isontina": ndr), scardinando la posizione privilegiata di Cormòns e, al contempo, si perdeva l' occasione di aprire un ragionamento con gli altre municipalità come, per esempio, Mariano, Moraro e Medea, di intraprendere il medesimo cammino comune». Continua Patrizia Puia: «Intanto il sindaco ha più volte dichiarato che confidava in una legge regionale che obbligasse i Comuni a fare sistema. Ora, la riforma degli enti locali è stata approvata, il riassetto delle autonomie locali è divenuto legge e si pone il problema di "dover" fare squadra con gli alti Comuni, pena il rischio di perdere importanti opportunità di finanziamento da parte degli enti sovraordinati». E ora quindi, secondo la Puia, la giunta Patat non può più nascondersi: «Riteniamo conclude la capogruppo del Pd che Cormòns debba riappropriarsi della sua capacità di attore principale e propositivo nei confronti degli altri Comuni del territorio, perché è stato perso tempo prezioso e in tutto questo percorso arriva in ritardo, impreparata e isolata rispetto agli altri, con il rischio che a farne le spese siano i cittadini, le imprese e l' economia di tutto il territorio comunale». Matteo Femia. 10

13 27 dicembre 2014 messaggeroveneto.it Fusione tra gli enti diversi immobili resteranno deserti Trasloco in vista anche per il personale della Cciaa. L' Auditorium è ancora vuoto. Il dilemma della Provincia di Christian Seu. GORIZIA. La fusione tra la Confindustria isontina e quella giuliana è cosa fatta. E lo stesso percorso potrebbe essere compiuto a breve anche dalle Camere di commercio di e Trieste, anche se in questo caso è difficile ipotizzare un trasferimento in massa degli impiegati oggi di stanza in via Crispi. Ma non soltanto: resta silenziosamente deserto l' Auditorium della Cultura friulana di via Roma, dopo il contenzioso tra Comune e Regione, ai ferri corti pure per il Tavolare, che neanche a farlo apposta si trova nella stessa strada, a poche decine di metri. E, come ha ricordato dall' assessore alla Cultura, Gianni Torrenti, resta da capire cosa ne sarà nel 2016 del palazzo della Provincia, oggi interessato da un maxi intervento di ristrutturazione che si concluderà, verosimilmente, soltanto con la fine del prossimo anno. Rischia insomma di aumentare, progressivamente, il numero di immobili di pregio inutilizzati in città. Via degli Arcadi. Se saranno confermati gli intendimenti espressi nei mesi passati, l' elegante palazzina di via degli Arcadi, oggi sede della Confindustria goriziana, sarà alienata, per consentire alla nuova unione degli industriali della Venezia Giulia di introitare fondi utili alla fase di start up dell' inedita realtà associativa. Via da, la Confindustria isontino giuliana avrà la propria sede a Ronchi, mantenendo in ogni caso una sede di rappresentanza nel capoluogo regionale. Il nodo Cciaa. Analogo percorso potrebbe essere intrapreso dalle Camere di Commercio di Trieste e. In questo caso, tuttavia, l' iter è appena alle battute iniziali ed è dettato prevalentemente dagli indirizzi nazionali, che in attesa di possibili deroghe prevedono per il Friuli Venezia Giulia la riduzione da quattro a due degli enti camerali. A gennaio il quadro sarà più delineato: i dipendenti delle due Camere hanno già espresso preoccupazione per i possibili risvolti occupazionali dell' operazione, ma tanto il presidente della Cciaa goriziana Madriz, quanto l' omologo triestino Paoletti, hanno rassicurato sul punto. E la sede della Camera goriziana di via Crispi, costruita negli anni Trenta? Dovrebbe continuare a ospitare gli uffici che erogano servizi di prossimità per le aziende, in attesa che venga individuata una sede unica per entrambi gli enti. Il dilemma Provincia. Complice il Patto di stabilità, i tempi di consegna dei lavori che stanno interessando il palazzo di corso Italia sede della Provincia si sono dilatati a dismisura: saranno ultimati soltanto alla fine del prossimo anno, per un investimento complessivo che ha sfiorato i 4 milioni Continua > 11

14 27 dicembre 2014 < Segue messaggeroveneto.it di euro. Prima di Natale, l' assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti, ha sollevato legittime preoccupazioni sul futuro dell' edificio che nel 2016, con la scadenza del mandato dell' attuale amministrazione e con l' avvio delle procedure per il trasferimento delle competenze dell' ente intermedio, dovrebbe entrare nelle disponibilità della Regione. Difficile alienare un immobile tanto imponente, che difficilmente potrebbe peraltro essere riadattato. C' è chi vocifera ma al momento è impossibile ottenere conferme che la Regione possa decidere di concentrare proprio in corso Italia gli uffici oggi ospitati in via Roma, ai quali si aggiungerebbero le strutture organizzative (dalla scuola alla viabilità, passando per il Lavoro) che erediterà dalla stessa Provincia. Nubi sull' Auditorium. E il palazzo della Regione? Difficile oggi preconizzare il futuro. Intanto, resta desolatamente vuoto l' Auditorium di via Roma. Con una delibera di giunta, infatti, il Comune l' ha formalmente restituito alla Regione, dopo un anno di tira e molla. In ballo, lavori di adeguamento agli impianti anti incendio, che hanno reso necessaria la chiusura dell' edificio, fino allo scorso 31 dicembre gestito dall' amministrazione comunale. "Sistemiamolo e riapriamolo il prima possibile", aveva auspicato Torrenti qualche giorno fa. Un auspicio condiviso da decine di associazione che proprio in via Roma trovavano sfogo all' atavica carenza di sale dedicate alle rappresentazioni. RIPRODUZIONE RISERVATA. 12

15 Primorski Pepot ob robu vasi si zaslui ureditev V tandreu si elijo, da bi s pomojo Evropskega zdruenja za teritorialno sode lovanje (EZTS GO) za Goriko prilo do ure ditve poti za pece in kolesarje na visokem sokem bregu ob robu vasi.»januarja bomo zaprosili za sreanje z vodstvom EZTS, pre priani smo, da bi lahko res z majhnim de narjem uredili pot, ki je speljana ob robu tandrea proti Sovodnjam,«pravi Marjan Brescia, predsednik zdruenja skultura 2001, ki je naslednik nekdanjega tandrekega ra jonskega sveta. Pot, ki jo Brescia, omenja je danes v precej slabem stanju; ponekod jo zaraa rast linje, drugod je polna lukenj, ob njej je nekaj lesenih ograj, ki so delno pokodovane. Pred vsem peci jo uporabljajo za svoje sprehode, prehod kolesarjev je v poletnih mesecih te ave, saj jim vonjo ovirata grmovje in robi da. Kot razlaga Brescia, se pepot zaenja v Ulici Ticino, kjer tandreci ob zaetku po letja priigajo svoj kres, in se vije proti So vodnjam, kjer se prikljui na Ulico Ressel pri istilni napravi. Predsednik skulture pravi, da bi bilo ra vno pred istilno napravo mogoe urediti do stop do reke, ki ga danes ovira ograja ob obra tu za proizvodnjo cementa.»tam smo se ne ko kopali v Soi,«pojasnjuje Brescia in opo zarja, da je bila tudi ob koncu Ulice Ticino neko cesta speljana do Soe. Po Bresciovih besedah bi bilo pametno tudi to cesto ure diti, saj je obmoje ob Soi zelo zanimivo ta ko iz okoljskega kot zgodovinskega vidika, saj je pod visokim bregom ve kavern iz prve svetovne vojne. EZTS je za projekt ezmejnega ovred notenja reke Soe prejelo na razpolago pet milijonov evrov. Projekt zadeva ureditev ob moja med pevmskim in solkanskim mo stom, kjer je predvidena tudi gradnja nove brvi ez Soo. eprav je projekt za ovred notenje Soe v glavnih obrisih e doloen, je Brescia preprian, da bi bilo vredno nekaj po zornosti nameniti tudi tandreu. Drugae bi vsekakor veljalo opozoriti na potrebo po ureditvi poti za kolesarje in pece tudi gori ko obino in industrijski konzorcij, ki je na tem obmoju uredil nekaj zelenic in parkov, v katerih se ne ravno tre ljudi. Nedvomno bi bila ureditev poti bolj potrebna... (dr) 13

16 Primorski Ikon z rimskim Oglejem med najboljimi oblikovalci aplikacij za mobilne naprave Med oblikovalci 40 najboljih aplikacij na svetu za mobilne naprave je letos eno samo italijansko podjetje Ikon iz taranca na, ki je nagrado WSA osvojilo z aplikacijo Antica Aquileia 3D. Gre za rezultat enoletnega dela v sodelovanju s podjetjem Nude sign iz kraja Bagnaria Arsa. Da uspeh ni od muh, pria podatek, da mednarodna komisija, ki jo sestavljajo izvedenci za tehnologi jo, ocenjuje aplikacije iz 178 drav. Komisija je v utemeljitvi na grade za podjetje Ikon zapisala, da aplikacija»na preprost nain spreminja ljudem ivljenje in proizvaja realno vrednost«, odlikujejo pa jo inovativnost, ustvarjalnost in enostavnost. Aplikacijo je financirala fundacija Aquileia z namenom, da promovira v svetu oglejski arheoloki zaklad. S tehniki je sodelovala ekipa arheologov, skupaj so rekonstruirali tridimenzionalni videz kraja. Aplikacija za ios in Android omogoa turistu, da na licu mesta z mobilnim telefonom ali tablico, ki imata vgrajen GPS sprejemnik in kompas, podoivita rimski Oglej: v virtualno re konstruiranem okolju so vrnili ivljenje rimskemu loveku, anti nim poslopjem in dragocenim mozaikom.»zgledovali smo se po sodobnih trendih na podroju 3D teh nologije za potrebe turizma,«pojasnjuje Enrico Degrassi, poverje ni upravitelj podjetja Ikon:»Za turiste in tudi krajevne ljubitelje zgo dovine smo razvili aplikacijo, katere uporaba je enostavna, ki pa ima hkrati izrazito vzgojno vrednost.«aplikacija ni samo vzgojni in tu ristini pripomoek, temve tudi znanstveni doseek, dodaja direktor fundacije Aquileia, arheolog Cr istiano Tiussi:»Zdruili smo pro mocijo arheologije kot znanosti s sodobnimi naini komuniciranja.«aplikacije nagrajuje mednarodni center za nove medije iz Salz burga, ki nateaj organizira v sodelovanju s svetovnim vrhom za in formacijsko drubo (WSIS) Zdruenih narodov, z Unescom, or ganizacijo OZN za industrijski razvoj in ustanovo Global Alliance for ICT and Development (GAID). Podjetju IKON bodo nagrado izroili na svetovnem forumu WSA med 31. januarjem in 2. fe bruarjem v Abu Dabiju, kjer bo Degrassi predstavil aplikacijo osred njim proizvajalcem mobilnih vsebin 14

L'USO DI PARTICELLA»CI«( uporaba členka CI )

L'USO DI PARTICELLA»CI«( uporaba členka CI ) L'USO DI PARTICELLA»CI«( uporaba členka CI ) 1. SOSTITUISCE LA PARTICELLA AVVERBIALE (nadomesti krajevni prislov, s tem se izognemo odvečnemu ponavljanju) Vai a Roma ogni estate? Sì, CI vado ogni estate.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Ai Signori Segretari Regionali

Ai Signori Segretari Regionali Venezia, 14 GEN. 1993, prot. n. 313/SGP Oggetto: L. 7 agosto 1990, n. 241 Ai Signori Segretari Regionali Ai Signori Assistenti Alla Segreteria Generale Ai Signori Assistenti Alla Segreteria per il Territorio

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale La fase amministrativa Nella prima fase, amministrativa, le autorità competenti in materia di protezione sono la Polizia uffici di frontiera

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

O r.s.a. In form a AGGRESSIONI PDA INIZIAMO VERAMENTE A RISOLVERE IL PROBLEMA

O r.s.a. In form a AGGRESSIONI PDA INIZIAMO VERAMENTE A RISOLVERE IL PROBLEMA O r.s.a. In form a AGGRESSIONI PDA INIZIAMO VERAMENTE A RISOLVERE IL PROBLEMA L azienda mette in atto alcune iniziative che riteniamo insufficienti (antievasione/filtri a terra/affiancamenti tutor/ nuova

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI. Elena Pezzetta ARPA FVG Laboratorio Unico Multisito Anna Lutman Laboratorio Unico Multisito - Udine

QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI. Elena Pezzetta ARPA FVG Laboratorio Unico Multisito Anna Lutman Laboratorio Unico Multisito - Udine AMBIENTE, SALUTE E QUALITÀ DELLA VITA 148 QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI La maggior parte dei grandi acquedotti attingono e distribuiscono acqua di elevata qualità (nitrati inferiori a 10 mg/l). Solo alcune

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO Variazioni ecografiche- numerazione civica esterna Numerazione civica interna Riferimenti normativi: Legge 24 dicembre 1954, n. 1228 artt. 9 e 10 D.P.R.

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli