Breve nota deil curriculum profess ionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Breve nota deil curriculum profess ionale"

Transcript

1 I Breve nota deil curriculum profess ionale di Dott. Lorenzo Norcia - Segreúario Comunale Generale. Avvocato - Revisore Contabile. 1) - Carriera Nato a Rocca d'evandro (CE) l' , dopo gli studi ginnasialipresso le scuole del Collegio S. Benedetto di Montecassino, consegue il diploma di maturità c/asslca nel Liceo G.Carduccl di Cassino e, quindi, la Laurea in Giurisprudenza all'universita Federico ll" di Napoli nell'anno Maturato il biennio quale Praticante Procuratore Legale presso il Tribunale di Cassino, viene ammesso a sosfenere gli esami di Stato e consegue I'abilitazione alla Professione Forense nel 1978 e nel 1979 ottiene I'iscrizione al Consiglio dell'ordine degli Awocati e Procuratori di Cassino, operando nel Distretto della Corie di Appello di Roma. Nello sfesso anno 1978 concorre per l'ammissione al Corso di studi per il conseguimento dell'abilitazione alle funzioni di Segretario Comunale indetto dal Ministero dell'lnterno con D.M e ne consegue il Diploma con la votazione di 60/60" e lode in data , al termine delcorso teorico-pratico svolto presso /a LUISS di Roma. Con Decreto del Prefetto di Frosinone n.415 del viene nominato Segretario Comunale di S. Apollinare in qualità di supplente continuativo, ove rimane nella qualifica fino alla nomina a Segretario Comunale titolare. Con Decreto del Ministro dell'lnterno n del , infatti, viene nominato titolare della Segreteria del suddetto Comune, ove presta servizio nella qualifica fino alla nomina a Segretario Comunale Capo, conseguita con Decreto del Prefetto di Frosinone n.468/1 984,con decorrenza dal Durante tale periodo viene incaricato anche delle funzioni di Segretario del Consorzio Veterinario Intercomunale tra i Comuni di S. Apollinare, S. Andrea del Garifliano, S. Ambrogio sul Garigliano e Vallemaio, fino allo scioglimento delle condotte sanitarie (giugno 1980), nonché le funzioni di cancelliere di conciliazione, funzione svolta a seguito di successivi decreti del Presidente del Tribunale di Cassrno anche presso altri Comuni fino alla data del Pur avendo conseguito la nomina a Segretario Comunale Capo nell'aprile del 1984, continua a prestare servizio presso il Comune di S. Apollinare, ove rimane impegnato nell'opera di soccorso e ricostruzione dovuta ai gravi danni provocati nel Comune pedemontano dagli eventisismici del 7 ed 11 maggio del Cessa, infatti, il suo servizio presso tale Comune solo nel dicembre del 1991, a seguito della sua nomina a Segretario Comunale Capo presso il Comune di Esperia, come da Decreto del Prefetto di Frosinone n. 762 del

2 2 Durante il lungo periodo di seruizio nel Comune di S. Apollinare è stato più volte chiamato dalla Prefettura a svolgere seruizio di scavalco presso i seguenti altri Comuni: Castelnuovo Parano, S. Ambrogio sul Garigliano, S. Andrea del Garigliano, Coreno Ausonio, S. E a F.R., XVll' Comunità Montana di Esperia, Vallerotonda, Esperia, San Giovanni lncarico. ln data con decreto del Prefetto di Frosinone n. 208 veniva nominato Segretario Comunale Capo del Comune di Castrocielo, ove rimaneva fino al , data in cui con decreto prefettizio veniva incaricato delle sfesse funzioni presso / Comune di S.Giovanni lncarico. ln data , dichiarato vincitore di concorso contemporaneamente in 19 nuove sedi comunali su 21 /nesse a concorso dal Ministero dell' lnterno sce/se la nomina quale Segretario Capo del Comune di Villanova di Camposampiero, in provincia di Padova, ove rimaneva in seruizio fino al , data del suo trasferimento a Segretario Capo del Comune di Aquino. Nel frattempo partecipava al concorso per titoli ed esami a Segretario Generale, indetto dal Ministero dell'lnterno con D.M. del , terminato il quale, nel gennaio del 1994 con Decreto Ministeriale del veniva dichiarato vincitore nell'ambito del suddetto concorso ed assegnato al Comune di S. Pietro in Cariano (VR) ove prendeva servizio in data ln data presentava istanza di trasferimento al Ministero dell'lnterno e, quindi, con D. M. n. 58 del veniva nominato titolare della Segreteria Generale del Comune di S. Marcellino,( CE) ove assumeva seruizio in data , awiando e por-tando a completa attuazione il risanamento finanziario del suddetto Comune dell'agro aversano, Comune che era stato dichiarato dissesfafo nel 1992 e non aveva ancora ottenuto il decreto di approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato, approvazione poi ottenuta appunto nel giugno del Contemporaneamente fu incaricato anche del servizio a scavalco, con diversi Decreti, in altri Comuni della Provincia di Caserta, quali Mignano Montelungo, S.Pietro lnfine, Trentola Ducenta, Portico di Caserta. Completata la riorganizzazione finanziaria e gestionale del suddetto Comune di S. Marcellino con l'approvazione del Bilancio stabilmente riequilibrato da parte dell'apposita Commissione del Ministero dell'lnterno nel giugno del 1995, in data' chiedeva ed otteneva il suo trasferimento al Comune di Pontecorvo come da D.M. n del Anche in tale Comune si vedeva costretto a riorganizzare gli Uffici ed i Seruizi a causa del caos amministrativo derivato da lunghi periodi di non collaborazione tra Segretario Generale - Sindaco ed altri Organi lstituzionali- Dipendenti comunali. Nel marzo del 1998 ottiene la iscrizione nella fascia "D" ( quarta fascia professionale) ai sensl dell'art. 12 del D.P.R. n 465 del con decorrenza giuridica dal , corrispondente alla fascia A di cui all'aft. 31 del C.C.N.L. per la nomina negli Enti aventi una popolazione superiore ai abitanti, ora riunificata come c/asse A) con il CCNL del 16 maggio 2001, con conseguente abilitazione alla titolarità negli Enti con popolazione superiore ai abitanti.

3 J Nell' agosto del 1998, il Ministero di Grazia e Giustizia bandisce un concorso pubblico per il conseguimento della professione e la conseguente iscrizione nel Registro dei Revisori Contabili, professione senz'altro ritenuta attinente a quella di Segretario Comunale, per cui partecipa al suddetto concorso ai sensl dell'art. 13 della legge istitutiva n. 132 del 13 maggio 1997 e ne consegue I'abilitazione e I'iscrizione con Decreto Ministeriale n pubblicato sulla G.U. n. 17 del Entrata in vigore Ia Riforma cosiddetta Bassanini con la conseguente "politicizzazione" dei segretari comunali riceveva i seguenti rinnovi: - confermato Segretario Generale del Comune di Pontecorvo a seguito del rinnovo del Consiglio Comunale del maggio 1998; - confermato Segretario Generale del Comune di Pontecoruo a seguito delle elezioni anticipate del novembre 1998; - confermato Segretario Generale del Comune di Pontecoruo dal Commissario prefettizio nel luglio del 2000; - confermato Segretario Generale del Comune di Pontecoruo a seguito delle elezioni anticipate del maggio 2001; - confermato Segretario Generale del Comune di Pontecorvo a seguito delle elezioni del maggio Con l'entrata in vigore della L. R. Lazio n.4 del , soprawenuta novella sulla riorganizzazione delle Comunità Montane del Lazio, ebbe I'incarico di curare la effettiva attivazione ed entrata in esercizio della neoistituita XVI' Comunità Montana di Pico (Fr), mediante /a scissione Ente Montano di Lenola, per cui porfo a termine anche tale incarico iniziato nel 2001 e concluso con le proprie irrevocabili dimissioni presentate il In data , a causa della ennesima crisi politica, il Comune viene di nuovo affidato ad un Commissario Prefettizio. ln data riceve dal Commissario una lettera di encomio per il lungo e meritorio lavoro svolto presso il medesimo Comune ininterrottamente dal lnfatti nel lungo periodo ivi trascorso (dicembre dicembre 2009) si occupa della totale riorganizzazione degli Uffici Comunali e del risanamento finanziario dell'ente compromessi dalla continua instabilita politica degli Organi Istituzionali creando una autonomia di gestione amministrativa che consentiva al Comune di gestire i seruizi anche in presenza delle ben note crisi istituzionali. La razionalizzazione dell'apparato amministrativo ha consentito al Comune di poter risanare i -debiti fuori bilancio accumulatisi in maniera abnorme durante i periodi La creazione di un Ufficio Contenzioso organizzato e gestito con professionalità ha poi consentito di interrompere il circolo vizioso delle sentenze di condanna, causa prima dei debiti fuori bilancio, invertendo il trend dei procedimenti giudiziari da sisfematica condanna del Comune a progressivo riconoscimento delle ragioni dell'ente, con conseguente desistenza dei ricorrenti e drastica riduzione del/e spese di giustizia. ln data , il Commissario Straordinario del Comune di Pontecoruo ne dispone la /nessa in disponibilità presso I'Agenzia Segretari Comunali del Lazio. ln data viene nominato reggente della Segreteria Comunale di Aquino (FR), ove presta servizio fino all'

4 4 L'attività svolta presso il suddetto Comune è particolarmente gravosa ed impegnativa perche fin dal primo giorno di servizio, a causa della profonda crisi di gestione in cui versava tale Comune, viene nominato dal Sindaco quale Funzionario Responsabile di tutti i Settori Funzionali del Comune, ad eccezione del Uffbb Tecnico Comunale, in palese, ma ordinaria violazione dell'art.29, comma 4, della legge n.448 del che consente tale forma di gestione so/o nei Comuni aventi popolazione inferiore ai abitanti. lndotto, piu per sfida professionale che per convinzione gestionale, ad accettare tale incarico di Funzionario Responsabile dei Settori l' - lll' - lv' - V" - Vl", fissafi gli obiettivi con I'Amministrazione Comunale, impegna il Comune nel risanamento finanziario, facendone, per la prima volta, rientrare il bilancio preventivo nei limiti del rispetto del patto di stabilità (Seff. lll"), organizzando una rete di procedure di accertamento fiscale per il recupero degli ultimi cinque anni di tributi non pagati, rimodulando le fasce e gli accertamenti contributivi per i seruiziscolasfici ed assisfenziali (Seff. V"), creando I'Uffbb per Ie depenalizzazione, per gli accertamenti e per le risoluzioni delle problematiche connesse ai processi contrawenzionali (Seff. Vl"), regolamentando le procedure in materia i Commercio, attività produttive, Suap ed Urp (Seff. lv) ed istituendo un efficiente Ufficio Contenzioso nell'ambito della Segreteria ed Affari Generali (Seff. l"), il tutto in funzione di una più razionale riorganizzazione e riduzione dei Settori sfessi al fine di poterne restituire la gestione ai Funzionari Comunali, facendo rientrare il Comune sfesso nel rispetto anche del citato art. 29, comma 4, della legge n. 448/2001. ln data , pur continuando a prestare seruizio ad Aquino, viene incaricato dall'agenzia anche del servizio a scavalco presso il Comune di Ceprano. In data viene nominato Titolare della Segreteria Generale del Comune di Ceprano, pur continuando a prestare seruizio a scavalco presso il Comune di Aquino fino al Nel Comune di Ceprano, preso atto della gestione confusionaria iviesisfenfe in materia di contenzioso, prowede a creare un Ufficio Legale cui fa confluire tutti i procedimenti al fine di curarne una gestione razionale e professionale, i cui risultati si fanno presto apprezzare,ribaltando anche in tale Comune il trend estremamente negativo degli esiti giudiziali. Viene saldato il pesante accumulo'di debiti fuori bilancio derivante da sentenze, quasi sempre di condanna del Comune e viene awiato un nuovo metodo di gestione dell'ufficio Contenzioso, il cuipeso finanziario sul bilancio comunale, per sole spese legali, passa dagli oltre ,00 euro della gestione 2010, ai ,00 euro del ln data , in esecuzione del Decreto n. 1140/13. R.G. GlP, viene nominato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone Custode Giudiziario del complesso industriale noto come Selvapiana, a seguito delsequesfro penale cha ha dato poi adito agli sviluppi penali divenuti di pubblico dominio per gli innumerevoli articoli di stampa (Proc. Pen. N.7699/12 RGNR). lncarico ricoperto fino al , avendo in data assunfo la titolarità del Comune di lsola del Liri., questo, che detiene ancora adesso, pur avendone chiesto la revoca a causa delle pesanti incombenze correlate. ln data con decreto sindacale n. Sviene nominatoanche Responsabile della Prevenzione della Corruzione nel Comune di Ceprano in esecuzione della deliberazione di G.C. n.99 del , incarico ricoperto fino al , data di trasferimento al Comune di lsola del Liri.

5 ln data prende servizio quale titolare della Segreteria Generale del Comune di lsola del Liri, ove presta attualmente seruizio. ll presente curriculum cosfifuisce aggiornamento al Curriculum istituzionale in data depositafo presso il Dipartimento della Funzione Pubblica ai sensi del Decreto Brunetta sui dirigenti pubblici. 2) - Corsi ed aggiornamento professionale. ln aggiunta ai già citatititoli di studio della laurea in Giurisprudenza, della Abilitazione alla Professione Forense, del conseguimento del Diploma dí abilitazione alle funzioni di Segretario Comunale presso /a LUISS di Roma per conto del Ministero dell'lnterno ed al superamento del relativo concorso pubblico quale primo nella relativa graduatoria nazionale di merito, lo scrivente ha curato altresi I'aggiornamento professionale costante, mediante la frequenza di tutti i corsi di aggiornamento indetti dal Ministero dell'lnterno ed in particolare: - Seminario sulle politiche comunitarie indetto dalla Presidenza della Giunta Regionale del Lazio e svo/fosi nel Corso di Perfezionamento per Segretari Comunali e Provinciali indetto con D.M , il cui diploma veniva conseguito in data a seguito di esami finali. - Corso di Perfezionamento per Segretari Comunali e Provinciali indetto con D.M , il cui diploma veniva conseguito a seguito di esami finali in data 22 dicembre Corso di Perfezionamento per Segretari Comunali e Provinciali indetto con D.M , il cui diploma veniva conseguito nello sfesso anno 1989, sempre a seguito di esamifinali. - Corso di pertezionamento per Segretari Comunali e Provinciali indetto con D.M ed il cui diploma veniva conseguito nello sfesso anno 1993, previo superamento degli esami finali. - Corso di Aggiornamento interprovinciale per Segretari Comunali e Provinciali indetto con D. M. del ed il cui Diploma veniva conseguito in data , previo superamento degli esamifinali,sempre con il massimo dei voti. - Corso di Formazione Permanente per Segretari Comunali e Provinciali indetto con D.M ed il cui Diploma veniva conseguito sempre a seguito di superamento degli esamifinali e sempre con il massimo dei voti in data ln data chiedeva ed otteneva I'iscrizione alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale, con diritto a frequentarne i relativi corsi di agg i orn a me nto pe rm a n e nte. - ln data chiedeva ed otteneva la iscrizione all'irfod - Lazio ( lstituto Regionale di Formazione) frequentandone i relativi corsi monotematici di a g g i orn a m e nto p rofessionale. - ln data 7 aprile 2000 iniziava la paftecipazione al 1" Corso della suddetta Scuola ed in data 4 luglio 2000 conseguiva l'attestato di awenuta parlecipazione. - Ne/ 2005 ha concluso il Modulo Formativo "La Comunicazione e le relazioni sociali negli Enti Locali", sempre gesfifo dalla suddeffa SSPAL.presso la sede decentrata di Formia; nel/o sfesso anno ha concluso Ia partecipazione al Corso di aggiornamento permanente 2002/2003 indetto dalla SSPAL presso la sede centrale di Roma con frequenza di due giorni per ognilnese su tutte le materie di rnferesse degli Enti Locali.

6 3) lncarichi speciali e servizi particolari ll curriculum formativo dello scrivente non si limita ai soli titoli scolastici, accademici, abilitazioni e di formazione ed aggiornamento permanente, ma si completa con incarichi speciali e seruizi particolari, che, ne comportano un arricchimento professionale non indifferente per la concreta soluzione delle problematiche specifiche della realta comunale di qualunque livello. Molto utile a tal fine si è rivelato I'esercizio, pltr se per breve periodo, della professione forense, da cui non è solo derivato il diritto all'utilizzo del titolo di Awocato, ai sensi dell'1 del R.d , cosi come modificato dall'art.6 della L n.27 nonché il concreto espletamento della difesa dell'ente, consentita all'epoca e fino al 2007 sra nella materiale istruttoria e redazione degli atti difensionali, sra nella possibite rappresentanza in giudizio dell'ente sfesso, previa adozione di specifica deliberazione di autorizzazione alla titolarità dell'ufficio legale, (ora non più possóile a seguito della sentenza della Suprema Corte di Cassazione, Sez. Lav., n del e della interpretazione fornita all'art.3, ultimo comma, lett. b, R.D n dal Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana in data che riprende la sentenza n.7 del TAR Puglia-Lecce- e, soprattutto, Cass. Civ., Sez. Unite, n del ), ma anche un diverso modo di affrontare le problematiche del lavoro. Tale formazione, infatti, cosfifuisce elemento essenziale per affrontare le problematiche del lavoro non con il profilo basso dell'adempimento burocratico, ma con I'obbiettivo del fine da raggiungere con la massima efficienza e la giusta tempistica. Essa specifica competenza professionale si è poi rivelata di enorme importanza per I'Ente Comunale perche la degenerazione della lotta politica in guerra giudiziaria ha esposto gli Amministratori, i funzionari dirigenti e /o sfesso Segretario Generale al conseguente "trasloco" delle problematiche comunali e politiche nelle aule della Procura della Repubblica ed in quelle della Procura Regionale della Corte dei Conti, nei cui giudizi essa preparazione professionale ha consentito di ottenere che tutti i processi ultimati si srano sempre conclusi o con l'archiviazione dell'inchiesta o con il non luogo a procedere perché il fatto non sussisfe o con /'assoluzione per insussistenza del reato e/o della responsabilità contabile precedentemente imputata. Non a caso, quindi, in tutti i vari Enti Locali ove ha prestato servizio si è sempre attivato per la creazione dell'uffbb legale e contenzioso, avente lo scopo di fornire in via preventiva all'amministrazione Comunale i suggerimenti tecnici per evitare o superare Ie liti ed in via successiva quello di curare nei minimi particolari le procedure del contenzioso sia a livello civile, sia a livello amministrativo, sia a livello penale: la conseguenza tangibile è sempre stata quella di ridurre al minimo le chiamate in causa degli Enti o dei relativi Amministratori e Funzionari ed ottenere ragione nelle procedure giudiziarie tutte le volte che gli Enti siano stati comunque citati in giudizio, innescando quel circolo virtuoso che deriva alle Amministrazioni dalla consapevolezza che un Ente che vince la cause giudiziarie sempre meno facilmente viene trascinato in giudizio dai cittadini, anche i più riottosi. La massima espressione di tale professionalità si è concretizzata nei Comuni di Pontecorvo e di Ceprano di cui ha curato tutte le procedure giudiziarie lavorando in stretta collaborazione con tutti i legali individuati dalla Giunta Comunale in tutte Ie materie del contenzioso sfesso, sia di ordine penale, sia civile, sia amministrativo, sia arbitrale. Gli altri principali incarichi e servizipossono, inoltre, cosi nassu mersi:

7 7 Componente del Collegio Arbitràle per Ie controversie di lavoro per i dipendenti comunalipresso la sezione lavoro dell' U.P.L.M.O. di Frosinone. Componente effettivo del Consiglio di Amministrazione del personale dei Segretari Comunali : nominato per la prima volta con Decreto Prefettizio del 1986, ne è stato poi ininterrottamente confermato per tutti gli anni successivr, fino al , acquisendo particolare conoscenza e tecnica di gestione delle rlsorse umane con particolare riferimento all'ottimizzazione nell'utilizzo delle diversità professionali e caratteriali in funzione della problematiche locali. Componente di numerose Commissioni esaminatrici nei concorsi pubblici per I'accesso ai livelli medio- alti di vari Enti Territoriali nelle Province di Frosinone, Latina e Caserta, oltre che nel Comune di Pontecoruo, nella cui veste ha acquisito elevata padronanza dei parametri di valutazione delle attitudini e delle capacità professionali dei vari candidati. Ha ricoperto I'incarico di Presidente di varie Commissioni per l'appalto dei servizi di progettazione e per I'aggiudicazione di appalto-concorso di lavori pubblici, oltre al normale svolgimento dell'incarico di Presidente della Commissione di aggiudicazione degli appalti pubblici, incarichi gestionali ora non più espletabili dal Segretario Generale ai sensi della sentenza della Suprema Corfe di Cassazione, Sez. Lav., n del ). ln data 6/4/1999 con deliberazione n 84, parlecipata al Agenzb Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali quale Ente datore di lavoro, viene nominato Direttore Generale del Comune di Pontecorvo ai sensi della legge n. 127, esercitandone le relative funzioni fino alla data odierna, mettendo a disposizione del citato Comune tutta la propria esperienza professionale acquisita non solo come Segretario Generale, inteso quale mero garante della legittimità amministrativa, ma soprattutto come Dirigente della metodica gestionale dell'ente, inteso come massimo responsabile della traduzione in termini operativi degli obiettivi politico-programmatici approvati dagli Organi lstituzionali dell'ente Locale. ln tale veste ha cosi potuto continuare ad esercitare quelle funzioni di Presidente di gara negli appalti più complessi, fornendo ai responsabili comunali ancora poco esperti in materia di lavori pubblici e di procedure delle gare quella esperienza e preparazione che ha sempre consentito di evitare tutti i tradizionali contenziosi che attivano Ie ditte seconde classificate e di avere piena vittoria giudiziaria tutte le volte che le suddette ditte comunque hanno voluto attivare contenziosi contro I'Ente appaltante. Ma I'espletamento delle funzioni di Direttore Generale sono seruite soprattutto per evitare la creazione all'interno dell'ente di compartimenti-stagno ove ogni dirigente persegue gli obiettivi assegnafi senza avere mai la consapevolezza della organicità corale dell'azione amministrativa del htero Comune: il potere -di redigere il P.E.G. comporta anche l'onere di controllarne la generale coerenza della gestione, essendo deleterio per ogni Comune il concetto spesso dominante che autonomia gestionale significhi anche gestione svincolata da ogni coordinamento fattuale: Ie Ripartizioni, le Aree ed i Settori sono e devono rimanere delle articolazioni operative di un unico Ente la cui azione complessiva deve potersi presentare al cittadino con asso/ufa coerenza, perché proveniente da un unico interlocutore: il Comune. ln data 17.12,1999 con deliberazione Giunta Comunale n.426 viene nominato Presidente del nucleo di valutazione e controllo strategico, istituito in conformità all'art.1, cm.21 - D. Lgs.vo n.286/1999 e dell'arf.39, cm.2 - D. Lgs.vo n.77/!995, incarico poi annualmente riconfermato fino a tutto il 2003, data in cui avendo dovuto assumere le funzioni di controllo e di denuncia al.nucleo di Valutazione di tutte le discrasie, disfunzioni ed altri fatti rilevanti ai fini della valutazione dei Funzionari, ha

8 8 presentato le proprie dimissioni iítenendole non compatibili con quelle di Presidente del/o sfesso Nucleo. - Nel giugno del 1999 cura la istituzione nel Comune di Pontecorvo dello Sportello Unico per le attivita produttive con relativa regolamentazione delle procedure interne ed esterne. - Ne/ 2000 cura la istituzione dell'ufficio Relazioni con il Pubblico con relativa regolamentazione interna ed esterna. - Nel 2003 cura la istituzione nel Comune di Pontecorvo dello Sportello Unico per I'Edilizia (SUE). - Ne/ 2004 cura, con i dirigenti dell'uffbb Provinciale del Territorio, Ia istituzione nel Comune di Pontecorvo dello Sportello Decentrato Catastale e la sua successiva trasformazione in Spoftello Catastale Autogestito a cura del Comune sfesso. - Nell'anno 2003 cura, con idirigenti dell'agenzia delle Entrate,la istituzione nel Comune di Pontecorvo, dello Sportello Decentrato delle Entrate. - Ne/ gennaio 2014 e sfafo nominato di nuovo quale Segretario Generale Reggente a scavalco nel Consorzio Acquedotti Riuniti degli Aurunci in Liquidazione, incarico che gli era stato gia affidato nel 2012, ma dal quale si era dimesso per divergenze giuridiche sulla natura del Consorzio sfesso e sui poteri del Collegio di Liquidazione. L'accettazione del hcarbo è awenuta nel febbraio 2014, previo riconoscimento formale della natura del Consorzio sfesso. - Negli anni 2005 e 2006 accetta anche, previo espresso parere favorevole dell'amministrazione Comunale,gli incarichi di docente in corsi di specializzazione per dirigenti e funzionari comunali e degli altri Enti Locali tenuti rispettivamente a Roma sia per conto del Comune di Roma su incarico della B&B Consulting di Roma, sia del Ministero dei Beni Ambientali e Culturalipresso il Polo Didattico del Formez su incarico della DMD ltalia, ed a Sora per conto di Camera di Commercio, Amministrazione Provinciale e vari Comuni della zona, su progetto congiunto "Progettare e comunicare i seruizi pubblici locali" su incarico della DMD ltalia. - Negli sfessi anni e fino al 2014 lo scrivenfe è sfafo poi anche più volte nominato Consulente del CTU presso il Tribunale di Cassrno quale Esperto in Contabilità di Sfafo, in variprocessi civili di importi estremamente rilevanti (oltre i cinque milioni di euro) concernenti lavori pubblici ; alcuni incarichi sono ancora rn essere, ma non riguardano i Comuni della Provincia di Frosinone. ll Curriculum suesposfo è owiamente finalizzato solo ad una prima valutazione della proposta candidatura alla titolarità della Sede Comunale di Sora, fermo restando che ove I' lll.mo S/9. Sindaco del Comune citato ritenga di considerare Ia presente candidatura come congrua con le problematiche specifiche del suddetto Comune, è comunque utile approfondire Ia conoscenza delle competenze e delle problematiche anche attraverso un colloquio. Per ogni eventuale comunicazione lo scrivente è raggiungibile ai seguenti recapiti: - Via Giunture, 1, Sant' Apollinare (FR)- propria residenza; - tel. 0776/ ; Sant'Apollinare, Aw. Lorenzo Norcia Segretario Comu nale Generale

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE AUSL DI FROSINONE

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE AUSL DI FROSINONE ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE AUSL DI FROSINONE Esito monitoraggioal 30/09/2013 (ai sensi dell'art. 14, comma 4, lettera a ), del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.150) 1 30.09.2013 PREMESSA

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica mministrazione BEDOLLO 31/1/215 LLEGTO 1 LL DELIBER. 148/214- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/214 livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie di dati) mbito soggettivo (vedi

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' BESTA CARLO ISTITUTO ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4

REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' BESTA CARLO ISTITUTO ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4 ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4 ISTITUTO NSUROLÓCIC* CARLO BESTA REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' Fond*eione I.R.C.C.S. l*tituto Heumlogica Carlo Besta Vi'r Ceior"ra i Ì,?*i;3

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5 L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994): Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione. Art. 1 (Iscrizione delle imprese

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

Art. 1. Art. 2. Art. 3.

Art. 1. Art. 2. Art. 3. L. 20-3-1865 n. 2248. Legge sul contenzioso amministrativo (All. E) (2) (3). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 27 aprile 1865. (2) Vedi, anche, la L. 6 dicembre 1971, n. 1034. (3) Con riferimento al presente

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli