Perché dobbiamo svenarci per Alitalia? N el 2001 Alitalia trasportò 24,6 milioni di passeggeri, nel

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Perché dobbiamo svenarci per Alitalia? N el 2001 Alitalia trasportò 24,6 milioni di passeggeri, nel"

Transcript

1 RISPARMIO DIRITTI PREVIDENZA CONSUMI Aeroporto UNA BUONA SOLUZIONE: IL FALLIMENTO Perché dobbiamo svenarci per Alitalia? N el 2001 Alitalia trasportò 24,6 milioni di passeggeri, nel 2006 sono scesi a 24,1. Nello stesso periodo la compagnia low cost (a basso costo) Ryanair è cresciuta da 9,3 a 42,5 milioni di passeggeri. Attualmente Alitalia offre 762 voli settimanali tra l Italia e l Europa, Ryanair 773. Chi aveva investito cento euro in azioni DESTINAZIONE EUROPA I voli da e per l Europa di Alitalia e Ryanair Alitalia Ryanair MILANO MALPENSA MILANO LINATE 69 0 MILANO/BERGAMO ROMA FIUMICINO ROMA CIAMPINO PISA TREVISO 0 83 ALTRI AEROPORTI TOTALE Elaborazione IBL su orari 2007 Alitalia nell ottobre 2001 (dopo l attacco terroristico alle Torri Gemelle), a marzo di quest anno se ne ritrovava in tasca 16,95. Siamo di fronte a una crisi mondiale del trasporto aereo? Neanche per sogno. Chi, nello stesso periodo, avesse investito cento euro in Air France, a fine marzo 2007 ne avrebbe ricavati 266,80.Nel frattempo la compagnia francese si è fusa con l olandese Klm. Avevano complessivamente 58,9 milioni di passeggeri nel 2001, erano già saliti a 73,5 nel Diciamoci la verità:alitalia è una società decotta, forse la soluzione migliore sarebbe farla fallire senza trascinare l agonia.invece,a settembre si ricomincia con un nuovo amministratore delegato e una nuova strategia: non più una gara di vendita, ma una trattativa privata.la gara di vendita è stato un flop perché il governo imponeva troppi vincoli ai compratori. La trattativa privata farà la stessa fine se non si permetterà all acquirente di agire liberamente nella ristrutturazione secondo le regole del mercato.la demagogia politica spinge a difendere l italianità di Alitalia:una stupidaggine. Il mercato nazionale è quello europeo e Alitalia non ha alcuna funzione sociale. Gli aeroporti italiani minori sono meglio serviti da altre compagnie, l unica grande tratta appetibile di Alitalia è la Milano-Roma,che verrebbe subito coperta da altri vettori a tariffe più basse. Oggi il biglietto Alitalia costa in media euro. Con euro in meno altre compagnie portano da Roma a New York. In evidenza BANCHE Nella giungla dei conti correnti 2 Carte di pagamento: un decollo lento 3 BUROCRAZIA Altri tre miliardi per i servizi online 4 La carta d identità è sempre più elettronica 5 DIRITTI Abusi sugli anziani, una legge severa 8 ARTIGIANI Gli imprenditori extracomunitari 10 IMMOBILI Questioni di casa 11 COMMERCIO Le vendite piramidali e i facili guadagni 12 TRASLOCO Una buona idea il deposito in hotel 14 BRICOLAGE Fai da te non solo per passione 16 FINANZA Vacilla il mattone 18 Risparmio gestito 20 A CURA DI 2C EDIZIONI 1

2 C R E D I T O Nella giungla dei conti correnti OGGI IN MEDIA BASTA UN SOLO MESE PER CHIUDERLI, MA SE IL GOVERNO PARLA DI RITARDI NELLA LIBERALIZZAZIONE DEL SETTORE, LE BANCHE NICCHIANO E RIVENDICANO GLI SFORZI GIÀ COMPIUTI PER ADEGUARSI M UN OPERAZIONE RAPIDA La tempistica per chiudere un conto corrente Caratteristiche Con bancomat abilitato al solo circuito nazionale Con altri servizi di pagamento esclusi carta di credito e dossier titoli Con dossier titoli ma senza carta di credito Con carta di credito Giorni lavorativi aggiore competizione, possibilità di cambiare banca in modo semplice e rapido, contenimento delle spese di gestione: su questi aspetti da mesi si scontrano il ministro per le Attività produttive Bersani e gli istituti di credito. Il primo con decreti che fissino cambiamenti per favorire i risparmiatori, gli altri sottolineando le difficoltà di adeguarsi alle nuove regole. Il primo passo fu l eliminazione dei costi per l estinzione di un conto corrente, imposta per decreto ministeriale. Dopo di che terreno di scontro è stata l estinzione anticipata dei mutui. Ora sono le banche a farsi belle affermando che, per chiudere un conto, sono necessari solo dai 7 ai 19 giorni lavorativi. Una settimana e mezzo, pertanto, è il tempo medio per estinguere un conto con bancomat che funziona solo in Italia. Quasi un mese è richiesto se invece si ha una carta di credito.va meglio se si ha solo il dossier titoli,ma non la carta di credito: due settimane e mezzo. Si tratta, però, di tempi non rapidi,tanto più che parliamo di valori medi e quindi non si esclude che occorrano più giorni. Inoltre, sono riferiti a un campione ristretto di banche: 47 a fronte delle 167 del Consorzio PattiChiari, che comunque non riunisce tutti gli istituti di credito presenti in Italia.E gli altri? Non si sa. I tempi indicati, inoltre, riguardano la sola operazione di estinzione di un conto senza aprirne un altro:in questo secondo caso, molto più frequente, in un ottica di libero mercato in cui si passi da una banca all altra alla ricerca di costi inferiori e servizi migliori, i tempi sono decisamente più lunghi. Prima di chiudere il conto,infatti,se ne deve aprire uno nuovo, dopo di che si devono trasferire accrediti e addebiti ricorrenti e riconsegnare carte di pagamento e assegni. CARTE DI PAGAMENTO: DECOLLO A RILENTO In Italia si usano troppo contante e poco le carte di pagamento, che siano di debito, credito oppure prepagate. Una situazione che, lamentano le banche, comporta elevati costi di gestione per il sistema e di conseguenza per i risparmiatori. Tralasciando l ostilità di molti titolari di esercizi commerciali verso la moneta elettronica (per le commissioni dovute alle banche e perché rintracciabili dal fisco) va però detto che le applicazioni escogitate per una maggiore diffusione non hanno per ora riscontrato grande successo. Visa, da più di un anno, ha avviato la sperimentazione del servizio cashback: a fronte di un acquisto, per esempio di 80 euro, si può chiedere di fare una transazione di 130 euro e di ricevere 50 euro in contanti. Le banconote, insomma, non si prelevano più dagli sportelli, ma direttamente in negozio e senza commissioni. L applicazione su larga scala, però, non si sa se e quando partirà. Il Credito Emiliano, invece, è l unico che finora consente di applicare una foto di propria scelta (non solo del proprio viso) alle carte di pagamento. Infine, Poste Italiane e la Banca di credito cooperativo di Treviglio hanno annunciato due iniziative autonome per testare i pagamenti contactless, fatti senza strisciare la carta nel lettore se l importo non supera i euro. Ma, per funzionare, questi pagamenti vanno fatti con carte dotate di microchip: obbligatorie dal 2010, in Italia sono ancora una rarità perché le banche non hanno sostituito quelle vecchie. PER LE UTENZE ITER OBBLIGATORIO Per il trasferimento delle utenze, PattiChiari ha promosso una procedura agevolata in base alla quale è compito della nuova banca occuparsi di tutto. Ma vi hanno aderito solo 47 istituti di credito, riuscendo a completare l operazione in un tempo medio di 4/5 giorni lavorativi e risparmiando molti disguidi (bollette non pagate) ai clienti. Peccato però che questa iniziativa, comunque positiva, sia sorpassata da quella messa in atto da alcune banche aderenti o meno a PattiChiari. Oltre alle bollette domiciliate sul conto (i pagamenti Rid) si occupano di trasferire anche le carte di credito e gli accrediti ripetitivi (stipendi e pensioni). Insomma, chi vuole conquistare clienti ha dimostrato che si può fare di meglio, prendendosi carico di eventuali costi addebitati al cliente. Il tutto senza mettere in piedi articolate strategie, consorzi ecc. Tuttavia, la procedura promossa da PattiChiari diverrà obbligatoria, in quanto l Associazione bancaria italiana (Abi),di cui il Consorzio fa parte, ha comunicato che sarà estesa a tutti gli istituti di credito entro la fine di quest anno.il tutto all interno di un piano di autoregolamentazione concertata che già prevede altre iniziative per migliorare i rapporti con i clienti.tra cui, l indice sintetico di costo del conto corrente basato sulle dieci principali voci che rappresentano il 90% dei costi annuali del cliente, grazie a cui, insieme a un sistema di comparazione online, si potranno confrontare i conti correnti e relativi oneri.inoltre l estratto conto dovrebbe diventare di più facile comprensione. Infine, quando si preleveranno contanti da uno sportello automatico di una banca di cui non si è clienti, un messaggio informerà che l operazione è gravata da commissioni. IL ROVESCIO DELLA MEDAGLIA In ogni caso, per quanto le banche si sforzino, sono puntualmente bacchettate da fonti autorevoli. Secondo il governatore della Banca d Italia, in occasione dell assemblea annuale dell Abi, i tassi d interesse praticati sul credi- to al consumo (per lo più prestiti personali) sono sì inferiori a quelli delle finanziarie, ma superiori dell 1% a quello medio dell area europea. Un dato rilevante visto che il credito al consumo negli ultimi 5-6 anni è cresciuto a un ritmo superiore al 20% annuo,garantendo un buon margine di guadagno alle banche. Sul fronte dei conti correnti, invece, risalgono a sei mesi fa,ma sono sempre attuali, i risultati di un indagine dell Antitrust che ha verificato come la gestione di un conto in Italia sia molto più onerosa che negli altri Paesi europei: 182 euro a fronte dei 35 sufficienti in Olanda, dei 65 richiesti in Belgio e Regno Unito, dei 99 della Francia e dei 108 della Spagna. In particolare,per 9 profili di risparmiatori su 10,i conti a pacchetto sono meno convenienti di quelli a consumo.la differenza in un anno va da meno di 10 euro a più di 80 se con numero illimitato di operazioni,perché per quelli con canone e numero limitato, la situazione è peggiore.eppure le banche ribadiscono i benefici di un prodotto che a fronte di un canone fisso dà un numero predefinito di operazioni e servizi. Tuttavia le associazioni dei consumatori sottolineano come le banche non abbiano applicato i contenuti dei recenti provvedimenti di legge:dal mancato adeguamento dei tassi creditori al costo del denaro stabilito dalla Bce, avrebbero guadagnato 5 miliardi in un anno. Infine, trasferire azioni da un dossier all altro richiede fino a 90 euro per titolo. Al consorzio PattiChiari, che fa parte dell Associazione bancaria italiana, aderiscono 167 banche, che però non esauriscono tutte quelle presenti in Italia. Tuttavia l Abi, per favorire i clienti, sta promuovendo alcune iniziative nell ambito di un piano d azione concertata 2 3

3 S E R V I Z I S E R V I Z I La Pubblica amministrazione trova tre miliardi con il digitale SI PARLA SPESSO DI NUOVE TECNOLOGIE PER SNELLIRE LA BUROCRAZIA, MA IN QUALI SETTORI BISOGNA INVESTIRE PER FAVORIRE I CITTADINI E RISPARMIARE? LA GESTIONE CARTACEA DEI DOCUMENTI COSTA IL 2 PER CENTO DEL PIL P ratiche più veloci e trasparenti, meno scartoffie e code agli sportelli: si parla spesso di una nuova pubblica amministrazione e dell uso delle nuove tecnologie per snellire la burocrazia e migliorare il rapporto Stato-cittadini.Ma quali sono i servizi pubblici più utili su Internet? Ecco come orientarsi e lo stato dell arte dell informatica pubblica. IL PORTALE DEL GOVERNO Il punto di partenza è il sito il cui obiettivo è aiutare a trovare, conoscere e usare i servizi pubblici online. I numeri mostrano un alto numero di visite: 1,2 milioni di pagine viste ogni mese e 10 mila accessi al giorno. I moduli scaricabili sono oltre 1200 e rubriche come Scrivici e L esperto risponde riscuotono molto successo.gli italiani residenti all estero sono un terzo degli utenti. Ma il portale non è soltanto una vetrina per scaricare prestampati; per spingere i cittadini a partecipare è stato avviato il sondaggio Fatti sentire! Per noi conti : ogni utente può inviare opinioni su temi della vita quotidiana (per esempio,sulla possibilità di coniugare lavoro e famiglia o sull'uso dell auto). Il menù i più visitati mostra in cima alle preferenze le visure catastali: da segnalare il servizio del sito di Poste italiane (è possibile richiedere le visure via o per posta racco- ONLINE FUNZIONA MEGLIO LA SICUREZZA CHE LA SALUTE Salute e sicurezza, due priorità per i cittadini. Ma se consultando, per esempio, il sito web della Polizia di Stato si scoprono diverse opzioni per gli utenti, non sempre sul fronte della sanità l offerta di servizi online soddisfa le aspettative. Nel 2006, infatti, secondo i dati del rapporto Censis - Città digitali sulla diffusione dei servizi di e-government, erano ancora pochissime le Aziende sanitarie locali (Asl) a offrire servizi di prenotazione delle visite via Internet: solo 7 sulle 162 dotate di un sito web; 36 davano la possibilità di scaricare moduli e una sola consentiva di cambiare medico online. Quanto alle Forze dell ordine, offre notizie sulle attività di tutela della sicurezza pubblica, servizi di denuncia via web, possibilità di dialogare online con esperti e accesso a banche dati. Nelle Faq (le domande più richieste) si trovano risposte utili e indicazioni su come GLI UFFICI GIÀ IN RETE «La pubblica amministrazione con i suoi 1025 siti e portali ha detto il sottosegretario Beatrice Magnolfi dispone di un enorme patrimonio informativo, ma il numero dei servizi forniti a cittadini e imprese in modalità telematica è ancora scarso e soprattutto c è molto da fare per garantire effettiva trasparenza». Il rapporto annuale sull informatica nella Pa presentato dal Cnipa (il centro che deve diffonderla nelle amministrazioni), ha messo in luce imponenti sforzi per modernizzare ma ha mostrato alcuni problemi. Il nuovo sistema pubblico di connettività (una rete all avanguardia che connetterà gli uffici pubblici del Paese) sarà operativo entro il prossimo 30 novembre: il primo vantaggio per lo Stato sarà lo sgravio del 50% sui contratti di fornitura (da 130 a circa 65 milioni l anno). Le amministrazioni hanno così tanti server (i computer sempre connessi, che gestiscono un grande traffico di informazioni) «da occupare dieci campi di calcio», ma occorre insistere sulla sicurezza informatica per vincere le resistenmandata) e l utile sezione Servizi per il cittadino del sito che permette di accedere alla banca dati nazionale (si può richiedere la rettifica dei dati). In primo piano anche le domande e risposte su previdenza,trasporti e infrastrutture, nonché contributi e agevolazioni per i genitori (decreto per gli sgravi fiscali sulle palestre per ragazzi; moduli per gli assegni di maternità erogati dai Comuni ecc.). In evidenza, inoltre, i 54 numeri verdi delle amministrazioni: recapiti telefonici gratuiti per chiedere informazioni su argomenti come fisco, lavoro e previdenza, sanità, immigrazione, servizi per i giovani. Inoltre, dal ministero per le Innovazioni nella pubblica amministrazione, si fa sapere che entro fine legislatura sarà attivo un numero unico per il Paese, il , sul modello dello di Roma, che metta a sistema tutte le città e le Pa raggiungibili da ogni posto del mon- comportarsi in caso di furti o smarrimenti. Prima dell estate è stato attivato il sito da cui si possono scaricare contenuti da consultare sul cellulare, come il servizio dove siamo per trovare il commissariato più vicino, sfogliando il sito dal proprio telefonino. Si possono fare, inoltre, richieste alla Questura o conoscere le norme del Codice della strada. Ma al momento sono compatibili solo alcuni modelli Nokia e Sony-Ericsson. do. Nella seconda parte della home page, altre notizie utili: un benzinometro con prezzi costantemente aggiornati, info su meteo e viabilità e televideo. Completano l offerta i corsi di formazione gratuiti di informatica e lingue straniere (tra cui l arabo) di vari livelli, per i quali è sufficiente registrarsi. CARTA D IDENTITÀ SEMPRE PIÙ ELETTRONICA La carta d identità elettronica (Cie) è destinata a sostituire la versione cartacea del documento. Chi ha ancora quella vecchia, potrà riceverla al momento del rinnovo. Contiene un chip elettronico con informazioni che riguardano il cittadino e consentirà l accesso a servizi evoluti, per esempio banche dati degli uffici pubblici. Secondo il Codice dell amministrazione digitale, dal 1 gennaio del 2008 la Cie e la carta nazionale dei servizi (Cns) saranno gli unici strumenti per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione (in via provvisoria, però, è accettato anche il nome utente con la relativa password). I RECAPITI TELEFONICI DA CONOSCERE SERVIZIO ze culturali che ostacolano le nuove procedure (per esempio, la firma digitale e il protocollo informatico per i documenti). Insomma, l addio alla carta è un obiettivo ancora lontano, ma necessario per risparmiare una cifra enorme: secondo il Cnipa, la gestione cartacea dei documenti vale il 2% del Pil, convertirne solo il 10% La nuova carta conterrà info sanitarie e sul gruppo sanguigno, dati biometrici, altre notizie utili per semplificare la burocrazia e per la firma elettronica (il tutto nel rispetto delle norme sulla privacy). Della Cie si parla da dieci anni, anche se tra sperimentazioni e ritardi la distribuzione sul territorio nazionale è agli inizi. I Comuni coinvolti nei test sono stati 130. A luglio erano un milione le carte in circolazione, per esempio ad Ancona, Aosta, Imola, Siena e Parma. Ma entro il 2007 dovrebbe esserne avviato il rilascio nei capoluoghi di provincia. Il documento costa 25 euro (anziché i 5 della versione tradizionale). ENTE O SITO INTERNET NUMERO Emergenze sanitarie Ministero della Salute 1500 Per comunicare con medici Ministero della Salute e operatori del Servizio Sanitario Nazionale Prevenzione tumori della mammella, Ministero della Salute della cervice uterina e del colon retto Informazioni su efficacia, AIFA-Agenzia italiana sicurezza e disponibilità dei farmaci del farmaco Informazioni sulla liberalizzazione Autorità per l energia dei mercati dell energia elettrica e del gas elettrica e il gas Informazioni sulla tessera sanitaria Agenzia delle Entrate Informazioni su sostegno alla famiglia, Ministeri del Lavoro, all infanzia e all adolescenza, ai disabili, previdenza volontariato e associazionismo e Solidarietà sociale Informazioni generali Portale immigrazione Numero verde del portale del cittadino Italia.gov.it Informazioni sulle pensioni, INPS e INAIL gli infortuni sul lavoro e le relative pratiche Previdenza dei dipendenti pubblici INPDAP farebbe risparmiare 3 miliardi di euro l anno (160 milioni di euro rappresentano solo le spese postali). Nel frattempo qualche comune sta rendendo più tecnologici anche i cittadini meno giovani: con il progetto Nonni su Internet, promosso a Roma dalla fondazione Mondo digitale, sono stati offerti 50 corsi gratuiti di alfabetizzazione informatica agli iscritti ai centri sociali per anziani. L iniziativa, giunta alla quinta edizione e inclusa nel protocollo firmato dall ex ministro Stanca e dal sindaco Veltroni, prevede che gli studenti delle scuole della capitale facciano da tutor per il ritorno in aula di circa mille over 60. Entro il 30 novembre sarà operativo il nuovo sistema di connettività, cioè la rete che collegherà gli uffici pubblici del Paese con uno sgravio, da parte dello Stato, del 50% sulle forniture 4 5

4 D I R I T T I D I R I T T I Gli abusi sugli anziani in crescita Norme più dure contro le violenze L AUMENTO DEI MALTRATTAMENTI, PER LO PIÙ IN AMBITO FAMILIARE, HA SPINTO IL GOVERNO AD APPROVARE UN DISEGNO DI LEGGE PER SENSIBILIZZARE, PREVENIRE, MA SOPRATTUTTO REPRIMERE QUESTO FENOMENO A lzati davanti a chi ha i capelli bianchi, onora la persona dell anziano... (Lev 19,92). Contrariamente al passato, oggi la violenza sugli anziani è un fenomeno diffuso e in costante aumento. LA RICERCA DELL OMS Il primo rapporto dell Organizzazione sanitaria mondiale aveva rilevato che circa il 5% degli anziani nel mondo è vittima di abusi in ambito familiare o istituzionale. La violenza è stata definita dall Oms quale uso intenzionale di forza fisica o di potere, minaccioso, o reale, contro una persona o un gruppo di persone o una comunità, che risulta o ha un alta probabilità di produrre la lesione fisica,la morte,il danno psicologico, o un non sviluppo o anche la deprivazione. In sintesi, si evince che quelli familiari sono gli ambienti in cui i reati di maltrattamento sono più frequenti a livello mondiale, così come nei luoghi in cui si svolge la vita dell anziano, poiché è proprio la condizione di dipendenza a comportare quell inevitabile soggiacere della vittima. Le categorie più a rischio sono gli anziani disabili o con fragilità psicofisiche, in quanto il soggetto LE TRE DIVERSE FATTISPECIE DI ILLECITO Abuso fisico Abuso emotivo Abuso finanziario DANNI FISICI SOPRAFFAZIONE VERBALE FURTI PERCOSSE, SCHIAFFI UMILIAZIONI ESTORSIONI LEGATURE INTIMIDAZIONI EREDITÀ ANTICIPATE MINACCE FIRME FORZATE passivo non è in grado di percepire come illecita la condotta, né di reagire. In base al rapporto Oms le forme di abuso più riscontrate sono la trascuratezza,la violazione e la privazione. In particolare, se ne sono individuati tre tipi:fisico,emotivo e finanziario (qui sopra).la causa di fondo, per cui il maltrattamento non trova argini, sta nella mancanza di denunce. GLI AMPI CONFINI DELLA DEFINIZIONE Rientrano tutti quegli atti subiti ripetutamente dall anziano che comportino o possano provocare patologie e sofferenze fisiche, psichiche e morali. Ciò significa che l illecito penale si configura sia per azioni lesive dell integrità fisica, come le percosse, sia per comportamenti lesivi del patrimonio morale dell anziano, compresi tutti gli atti idonei a rendere abitualmente dolorosa la vita della vittima, come le minacce, ecc. Al fine di sanzionare queste condotte il nostro ordinamento prevede l articolo 571 e l articolo 572 c.p.; tuttavia queste norme non permettono di tutelare appieno e specificatamente queste ipotesi di reato del contesto familiare e degli istituti che ospitano gli anziani.ma la crescita dei casi di violenza ha evidenziato una carenza profonda della normativa nazionale. Ecco quindi che il Consiglio dei Ministri in data 22 dicembre 2006 ha proposto il disegno di legge n. 2169, riguardante le Misure di sensibilizzazione e prevenzione nonché repressione dei delitti contro la persona e nell ambito della famiglia, per l orientamento sessuale, l identità di genere e ogni altra causa di discriminazione, ora assegnato in sede referente alla II Commissione Giustizia. Il progetto di legge crea un assetto normativo nuovo, volto a stabilire un sistema integrato di prevenzione, assistenza e repressione dei reati.tra le novità proposte: l inasprimento delle pene per le violazioni dell articolo 572 c.p., l incremento del potere in capo al giudice di ordinare immediatamente l intervento della forza pubblica e l allontanamento coattivo del familiare o convivente violento, che non provveda a farlo spontaneamente. Infine l introduzione dell articolo 612 bis, atti persecutori. Questa norma, se approvata, configurerebbe come illeciti tutti i comportamenti molesti o minacciosi che possano turbare le normali condizioni di vita della vittima,costringendola in uno stato di disagio psicofisico e di soggezione. I QUESITI PIÙ FREQUENTI Chi può denunciare un reato di maltrattamento? Chiunque sia a conoscenza di episodi di violenza ai danni di un anziano. Chi è obbligato a denunciare? Sono obbligati a fare denuncia: i pubblici ufficiali, i medici, coloro che sono incaricati di un pubblico servizio e che nell esercizio delle loro funzioni hanno notizia di tali reati. Qual è il ruolo del medico? Il medico in queste particolari ipotesi di reato ha un ruolo davvero fondamentale, di screening e verifica. Infatti, l articolo 29 del codice deontologico prevede al Capo III i doveri del medico verso minori, anziani e disabili: Il medico deve contribuire a proteggere il minore, l anziano e il disabile, in particolare quando ritenga che l ambiente, familiare o extrafamiliare nel quale vivono, non IL TESTO DEL NUOVO ARTICOLO 612-BIS Atti persecutori. Chiunque ripetutamente molesta o minaccia taluno in modo tale da turbare le sue normali condizioni di vita ovvero da porre lo stesso in uno stato di soggezione o grave disagio fisico o psichico, ovvero tali da determinare un giustificato timore per la sicurezza personale propria o di persona a sé legata da stabile legame affettivo, è punito, a querela della persona sia sufficientemente sollecito alla cura della loro salute, ovvero sia sede di maltrattamenti, violenze o abusi sessuali, fatti salvi gli obblighi di referto o di denuncia all autorità giudiziaria nei casi specificatamente previsti dalla legge. Il medico deve adoperarsi, in qualsiasi circostanza, (...omissis) affinché all anziano e al disabile siano garantite qualità e dignità di vita, ponendo particolare attenzione alla tutela dei diritti degli assistiti non autosufficienti sul piano psichico e sociale, qualora vi sia incapacità manifesta di intendere e di volere, ancorché non legalmente dichiarata. Il medico, in caso di opposizione dei legali rappresentanti alla necessaria cura dei minori e degli incapaci, deve ricorrere alla competente autorità giudiziaria. offesa, con la reclusione fino a quattro anni. La pena è aumentata fino alla metà e si procede d ufficio se ricorre una delle condizioni previste dall articolo 339. Si procede altresì d ufficio se il fatto è commesso con minacce gravi ovvero nei casi in cui il fatto è connesso con altro delitto per il quale è prevista la procedibilità d ufficio. LE DISPOSIZIONI DEL CODICE PENALE TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE: IL VERO E IL FALSO VERO Il maltrattamento può essere denunciato anche se mancano testimoni. FALSO I familiari presenti durante i maltrattamenti non possono testimoniare in un processo penale. VERO Ogni persona che ha notizia di un reato di maltrattamento o abuso ex Artt. 571, 572 c.p. può sporgere denuncia presso un qualsiasi ufficio di Polizia Statale, dei Carabinieri o al Pubblico ministero presso la Procura competente. FALSO L anziano ricoverato in una struttura di accoglienza, che denuncia un operatore per maltrattamenti, viene espulso dalla struttura. Art. 571 c.p. - Abuso dei mezzi di correzione o di disciplina Chiunque abusa dei mezzi di correzione o di disciplina in danno di una persona sottoposta alla sua autorità, o a lui affidata per ragione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, ovvero per l esercizio di una professione o di un arte, è punito, se dal fatto deriva il pericolo di una malattia nel corpo o nella mente, con la reclusione fino a sei mesi. Se dal fatto deriva una lesione personale, si applicano le pene stabilite negli articoli 582 e 583, ridotte a un terzo; se ne deriva la morte, si applica la reclusione da tre a otto anni. Normativa attuale Art. 572 c.p. - Maltrattamenti in famiglia o verso i fanciulli Chiunque, fuori dei casi indicati nell articolo precedente, maltratta una persona della famiglia, o un minore degli anni quattordici, o una persona sottoposta alla sua autorità, o a lui affidata per ragione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, o per l esercizio di una professione o di un arte, è punito con la reclusione da uno a cinque anni. Se dal fatto deriva una lesione personale grave, si applica la reclusione da quattro a otto anni; se ne deriva una lesione gravissima, la reclusione da sette a quindici anni; se ne deriva la morte, la reclusione da dodici a venti anni. Disegno legge n art.10 - modifiche all art. 572 c.p. (Maltrattamenti contro familiari e conviventi) Chiunque, fuori dei casi indicati nell articolo precedente, maltratta una persona della famiglia o comunque convivente, o una persona sottoposta alla sua autorità, o a lui affidata per ragione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, o per l esercizio di una professione o di un arte, è punito con la reclusione da due a sei anni. La pena è aumentata se il fatto è commesso in danno di persona minore degli anni quattordici. Se dal fatto deriva una lesione personale grave, si applica la reclusione da quattro a nove anni; se ne deriva una lesione gravissima, la reclusione da sette a quindici anni; se ne deriva la morte, la reclusione da dodici a venti anni». 8 9

5 A R T I G I A N I Gli imprenditori immigrati sono in aumento nelle grandi città IN BASE ALL INDAGINE DEL CENTRO STUDI DI CONFARTIGIANATO, IN ITALIA NEGLI ULTIMI SETTE ANNI L 8% DELLE NUOVE ATTIVITÀ APPARTIENE A EXTRACOMUNITARI. PIÙ DELL 80% HA MENO DI CINQUANT ANNI 10 Q uando l imprenditore è immigrato. Phone center, concerie, laboratori di abbigliamento sono alcune delle attività avviate dagli stranieri in Italia. Gli immigrati che decidono di mettersi in proprio sono sempre più numerosi, tanto che l 8,1% delle nuove imprese promosse nel nostro Paese negli ultimi sette anni appartiene a extracomunitari, con percentuali più elevate in Toscana (il 10,8%), Friuli Venezia Giulia (10,6%) ed Emilia Romagna (10,1%). Confartigianato, sulla base dei dati riferiti al 2006 di Infocamere-Movimprese, evidenzia anche la giovane età di questi lavoratori: l 80,2% ha meno di cinquant anni. In particolare, il maggior numero arriva dal Marocco (47.299, pari al 12,1% degli imprenditori extracomunitari), seguito dalla Svizzera ( pari al 10,9%), Cina ( pari al 9,7%), Romania ( pari al 6,5%), Albania ( pari al 6,4%) ed Egitto ( pari al 4,6%). Le prime sei nazionalità comprendono circa la metà (50,3%) del fenomeno. L incidenza degli imprenditori e lavoratori autonomi extracomunitari supera la media nazionale del 4% nel settore delle costruzioni (6,9% e persone PRESENZA DI IMPRENDITORI EXTRACOMUNITARI PER REGIONE Anno 2006, cifre ordinate in base all incidenza sul totale degli imprenditori REGIONE IMPRENDITORI EXTRACOMUNITARI % SUL TOTALE NAZIONALE FRIULI-VENEZIA GIULIA , ,8 TOSCANA , ,2 ABRUZZO , ,8 LOMBARDIA , ,7 LAZIO , ,7 EMILIA-ROMAGNA , ,5 VENETO , ,4 LIGURIA , ,4 MARCHE , ,0 PIEMONTE , ,9 UMBRIA , ,6 CALABRIA , ,4 MOLISE , ,1 TRENTINO-ALTO ADIGE , ,8 CAMPANIA , ,5 SICILIA , ,5 VALLE D'AOSTA 629 0, ,4 SARDEGNA , ,4 PUGLIA , ,0 BASILICATA , ,9 TOTALE ITALIA , ,0 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Infocamere-Movimprese impegnate), seguito dal commercio al dettaglio e riparazioni (5,6% e ),trasporti e comunicazioni (5,5% e ) e il comparto degli alberghi e ristorazione (incidenza del 4,3% e ). Nel settore manifatturiero si rileva una significativa presenza di imprenditori extracomunitari nell ambito delle confezioni, articoli di vestiario e preparazione pellicce (con un incidenza del 12,6% e persone impegnate), concia e cuoio (6,7% e 3.612). La regione dove si registra la maggiore presenza di imprenditori extracomunitari è la Lombardia ( persone pari al 21,7%, e un incidenza sul totale del 4,7%), che è seguita a sua volta dal Lazio (41.497, pari al 10,6% del totale e un incidenza del 4,7%) e poi dal Veneto (37.992, pari al 9,7%, con un incidenza del 4,4%).In queste prime tre regioni si concentra il 43,6% del totale. PERSONE IMPIEGATE INCIDENZA % La regione con l incidenza più elevata è il Friuli Venezia Giulia, con il 5,8%. Quanto alle province, si trovano in particolare nelle città metropolitane: Milano, con persone, pari al 12,3% del totale,roma con persone pari al 8,9%,Torino con persone pari al 4,5% e Firenze persone pari al 3,1%. Seguono Brescia e Treviso,rispettivamente con e imprenditori e lavoratori autonomi.

6 I M M O B I L I S I MILLESIMI DA CALCOLARE PER UN NEGOZIO L'unica disposizione di legge che si occupa della definizione dei millesimi condominiali è l'articolo 68 delle disposizioni di attuazione del codice civile, che afferma che i millesimi debbono essere espressi in un'apposita tabella allegata al regolamento condominiale, che debbono essere proporzionali al valore (e quindi non solo ai metri quadrati) e che nella loro determinazione non si tiene conto del valore locatizio, dei miglioramenti e dello stato di manutenzione di ciascun piano o di ciascuna porzione di piano. Il successivo art. 69 regola i rari casi in cui possono essere mutati senza l'assenso di tutti i condomini. Ne consegue che, se i millesimi sono stati fissati all'inizio, dal costruttore dell'edificio, e fatti accettare a tutti i singoli acquirenti dei locali, diviene quasi sempre impossibile cambiarli, anche qualora siano evidenti stranezze nella loro determinazione. L'errore di calcolo, infatti, prevede che si sia evidenziato il metodo di calcolo stesso (cosa che non si fa mai) e ci sia stato un errore materiale in operazioni matematiche. Le opere, per giurisprudenza, prevedono di fatto l'incremento delle volumetrie esistenti (fatto raro, ma non impossibile). Quindi, a questo punto, spiegare i criteri con cui un perito giunge al calcolo dei millesimi di un negozio o di un magazzino è, purtroppo, quasi sempre inutile, se i millesimi sono già determinati e non ci sono stati ampliamenti del palazzo. Inoltre tali criteri non sono fissati dalla legge, ma dalla pratica e sono possibili metodi diversi. Indicativamente, fatto 1 il valore di un appartamento a un piano medio e in una situazione media, quello di un negozio oscillerebbe tra 1 e 1,7 e quello di magazzino sui 0,5-0,7, a seconda del valore commerciale della zona: ma sono solo parametri vaghi. LE SPESE PER LASTRICO E GRONDE L'intero lastrico solare sovrastante il mio appartamento risulta di mia proprietà, gronda compresa. Per almeno nove anni, tutte le spese incontrate, anche per la gronda, mi furono addebitate, finché un amministratore dichiarò che quelle spese, in quanto situate oltre una recinzione che mi impediva di accedere alla gronda, non mi competevano. In occasione di un intervento di manutenzione straordinaria, l'amministratore attuale, dopo 40 anni, avendo provveduto alla sostituzione della ringhiera, intende addebitarmi per intero la spesa di sostituzione (5.000 euro) ignorando che la ringhiera segna il confine fra il lastrico in mio uso esclusivo e la parte condominiale (gronda). G.G. - Firenze Nel passato si è fatta grande confusione nella ripartizione delle spese. In particolare, in difetto di diverse indicazioni del regolamento condominiale contrattuale, le spese di riparazione del lastrico andavano imputate per 1/3 a lei e per 2/3 agli altri condomini coperti dal lastrico (art del codice civile), quelle delle gronde, data la loro funzione a servizio di tutto l'edificio, in base ai millesimi condominiali e quelle della ringhiera solo a lei, perché esercita una funzione di protezione dalle cadute a chi usa il lastrico solare. Tutto il resto è questione di lana caprina. a cura di Silvio Rezzonico Questioni di Casa VOI DOMANDATE - GLI ESPERTI RISPONDONO Il contributo va versato mediante bonifico sul c/c c/o Banco Desio Ag.42 di Milano ABI CAB intestato a 2C Edizioni. Allegare al quesito questo modulo e copia del bonifico e spedire in busta chiusa a: Gli esperti di Club3 C/o 2C Edizioni, Via Albani 21, Milano. Club3 fornisce ai lettori anche un servizio di consulenza da parte dei suoi esperti. Le domande e le risposte di interesse generale potranno essere pubblicate, per gli altri quesiti la risposta sarà privata. Chi desidera usufruire di questa opportunità deve utilizzare il modulo qui a fianco versando un contributo spese di 25,82 Euro. Nome e Cognome Via (o piazza) Cap Provincia Gli esperti di Club3 rispondono ad ogni domanda di carattere economico, finanziario, fiscale, normativo e previdenziale purché sia esposta in forma breve e non si tratti di un quesito multiplo. Gli esperti di Club3 si riservano di non dare seguito a quesiti ritenuti impropri, a loro insindacabile giudizio, rimborsando il contributo spese al lettore. Città Telefono Per informazioni su questo servizio si può telefonare ogni mercoledì dalle 14 alle 15 al numero

7 C O M M E R C I O C O M M E R C I O Vendite piramidali: il trucco è promettere facili guadagni A DIFFERENZA DELLE CATENE DI SANT ANTONIO, IL PRINCIPALE INCENTIVO ECONOMICO SI FONDA SUL RECLUTAMENTO DI NUOVE RISORSE UMANE PIUTTOSTO CHE SULLA CESSIONE DI BENI E SERVIZI L e vendite piramidali rappresentano con le catene di sant Antonio, una truffa in cui sono caduti negli anni migliaia di ignari cittadini, attratti dal miraggio di facili guadagni. Promettono l inserimento in reti di vendita e guadagni a provvigione e sono così diffuse, anche via Internet e con inserzioni sui giornali, che il legislatore le ha vietate con la legge n. 173/2005. La normativa proibisce le attività di vendita in cui l incentivo economico primario dei componenti della struttura si fondi sul mero reclutamento di nuovi soggetti, piuttosto che sulla loro capacità di promuovere la vendita di beni e servizi e prevede,salvo che il fatto costituisca reato più grave, l arresto da 6 mesi a un anno o l ammenda da 100mila a 600mila euro. Si contatta un primo livello di venditori,cui viene richiesto un forte investimento iniziale per comprare della merce dallo scarso o nullo valore.li si alletta assicurando provvigioni sulle vendite che i livelli inferiori di agenti,da loro reclutati, realizzeranno con livelli ancora più bassi. Nessuno,però, ha idea dello stato dell arte e pensa perciò che più saranno i nuovi adepti e più alti saranno i profitti. L ultimo livello di venditori rimane di solito con merce invendibile e la perdita dei soldi investiti.risalendo la catena ci sono livelli che pareggiano i conti,ma hanno dato parecchio. Mentre ai piani alti i guadagni sono minimi a fronte di un capitale versato consistente. La cassa è al vertice della piramide, la detiene la società che ha commercializzato i prodotti, guadagnando senza mettere in piedi una rete di vendita e marketing con tutti i costi da affrontare del caso. DENUNCIARE SUBITO QUANTO ACCADUTO Ma cosa fare se si è rimasti intrappolati nella rete della piramide? «Il primo consiglio spiega Floro Bisello, avvocato dell Adusbef è di sporgere immediata denuncia alle autorità competenti.aspettare può voler dire veder respinta la propria istanza se siano decorsi tre mesi da quando si è avuta notizia della frode e la truffa venga considerata dal giudice nella fattispecie semplice. Inoltre, va subito inviata con racco- mandata con ricevuta di ritorno una diffida a chi ha proposto l affare,costituendolo in mora per la cifra che si è sborsata». La legge, tuttavia, esclude dalle vendite piramidali, e quindi ammette, i servizi finanziari e assicurativi basati sul multilevel marketing e le vendite fondate su questo sistema. In questa ipotesi, i componenti della catena vendono beni con un valore di mercato e pertanto i loro introiti non sono rappresentati solo dal reclutamento della forzavendita e dalle percentuali premiali (che devono essere contenute) che ottengono sugli affari fatti dai livelli inferiori, ma una parte consistente delle loro entrate deve arrivare dalla commercializzazione dei prodotti dell azienda. «Di per sé questa tecnica è lecita avverte Bisello ma di fatto alcune aziende hanno operato con spregiudicatezza, tanto da attirare le critiche delle associazioni di tutela dei consumatori,in primis dell Adusbef, e poi, l attenzione della magistratura». Infatti, di solito,«il reclutamento dei nuovi clientivenditori si fonda su promesse di ricchezza; però, secondo le stesse imprese, la gran parte delle persone percepisce redditi tra i 200 e i 300 euro al mese. Inoltre, spesso si utilizzano modalità di partecipazione simili a quelle di movimenti religiosi-culturali: convention in cui si applaude un leader, costosi corsi di formazione da frequentare, l obbligo di coinvolgere parenti e amici, monetizzando i rapporti personali e affettivi». COME FUNZIONA IL SISTEMA Supponiamo di produrre 200mila pezzi al costo di 200mila euro. Decidiamo di venderli a 4 euro ciascuno per ricavarne 800mila. Se utilizzassimo una normale struttura di marketing e di vendita dovremmo pagare stipendio e premi al direttore vendite e a quello del marketing, più stipendi e commissioni per ciascuno dei venditori. Invece, con un sistema piramidale, reclutiamo 10 persone, i distributori del primo livello. Ciascuno acquista uno start kit di 20mila pezzi a 4 euro l uno (totale 80mila per ognuno). Ciascuna di queste 10 persone al primo livello ne recluta altre 10 (in totale 100), che comporranno il secondo livello cui vendono la merce: ciascuna acquista 2mila pezzi per un totale di 8mila euro. Il primo livello non percepisce commissioni per le vendite verso il secondo, ma guadagna il 15% sulle vendite di questo verso il livello inferiore. Ogni secondo livello recluta 10 persone al livello inferiore (totale mille persone) e vende loro i pezzi. Lo strato più basso si compone di mille persone, ciascuna delle quali sborsa 800 euro per uno start kit di 200 pezzi. Il ricavo per la compagnia è dunque di 800mila euro. Il secondo livello è composto di 100 persone, andate in pari; hanno cioè venduto degli start kit, ma senza ricavarne commissioni. Il primo livello percepisce una commissione del 15% sulle vendite dei distributori sul gradino più basso della loro della piramide. Ciascuno dei 10 ha sotto di sé altre 10 persone, ognuna delle quali ha venduto 8mila euro di merce, per un totale di 80mila e così ciascun primo livello riceve 12mila euro. La compagnia ha realizzato quindi un guadagno netto di 480mila euro. I venditori al livello più alto hanno rischiato molto e ottenuto un piccolo guadagno; quelli all intermedio hanno rischiato molto e ottenuto niente; mentre il livello inferiore è costretto spesso a tenersi prodotti invendibili. La Tucker, attraverso l uso del suo prodotto, poco più che un tubo, prometteva elevati risparmi energetici dal 30 al 55% per il riscaldamento domestico e industriale. Apparato che cercava di commercializzare truffando migliaia di persone fino alla denuncia, nel novembre del 2002, del caso Tucker da parte della trasmissione televisiva Striscia la notizia. La pubblicità del prodotto su vari organi di informazione e negli stadi era stata vigorosa. E così circa 10mila persone, sottoscrivendo un contratto di pseudofranchising, versarono a Mirco Eusebi I CASI DI CRONACA PIÙ NOTI - per cui, dopo il rinvio a giudizio, per truffa e associazione a delinquere, insieme con numerose altre persone, è stata fissata la prima udienza dibattimentale per il prossimo 23 novembre almeno 7 milioni di vecchie lire. Ma sono in molti ad aver speso di più e chiesto finanziamenti. «Alcuni dei nostri assistiti hanno visto vanificati i propri ricorsi spiega l avvocato Floro Bisello per il fatto che il reato è stato derubricato da truffa aggravata a semplice, fattispecie per la quale la querela andava presentata entro tre mesi dalla scoperta della frode. E il giudice ha stabilito che, dopo le notizie apparse sulla stampa e in televisione, il fatto fosse diventato notorio». Un altro caso piuttosto noto è quello della Alpha Club Spa, in cui sono incappate circa 20mila persone e il cui giro di affari è stato calcolato intorno ai 70 milioni di euro. E catene di sant Antonio negli anni si sono diffuse via Internet, proponendo la vendita di prodotti di tutti i tipi. Sono arrivate anche dall estero, come nel caso della società tedesca Kwo-Datenwerwaltung, o si sono espanse attraverso il sistema dei piccoli annunci sui quotidiani

8 T R A S L O C O T R A S L O C O È di moda andare in hotel per depositare le cose L ANCHE IN ITALIA SI PUÒ RICORRERE ALL INNOVATIVO SERVIZIO CHIAMATO DI SELF STORAGE, CHE SI PRESENTA PARTICOLARMENTE UTILE QUANDO SI DEVE CAMBIARE ALLOGGIO MA IL TRASFERIMENTO NELLA NUOVA ABITAZIONE VA BEN ORGANIZZATO E PIANIFICATO impressione è di entrare in un grande albergo con oltre 3mila camere. Viene assegnata una stanza a cui si accede con una chiave magnetica. La camera, però, non servirà per rilassarsi, ma per ospitare per il tempo necessario oggetti personali, capi di vestiario, mobili e in generale ogni cosa di cui si è proprietari. Sono gli hotel delle cose, nati oltreoceano e sbarcati in Italia dalla fine degli anni Novanta, creati per sopperire alla mancanza di spazio fra le mura della propria abitazione e dell ufficio e che rappresentano una soluzione utile in occasione di un trasloco. DOVE PARCHEGGIARE I MOBILI E GLI ARREDI Spesso, in attesa di trasferirsi da una dimora ad un altra, sorge il problema di trovare un luogo sicuro in cui si ha la garanzia che beni personali vengano custoditi e conservati integri. Ecco allora che il rimedio si chiama Self Storage. «Il caso più frequente si verifica quando si fa trasloco e si devono temporaneamente sistemare delle cose. Un altra situazione tipica si realizza se, liberato il vecchio appartamento, la casa nuova necessita ancora, per qualche mese, di interventi di ristrutturazio- ne», spiega Luigi Carcano, presidente di Casaforte, la prima società italiana di Self Storage, nata nel 1999 dall esperienza del Gruppo Carcano Trasporti & Logistica, attiva fin dal 1920 e che oggi conta già sparsi sul territorio nazionale 24 hotels operativi a cui se ne aggiungeranno 4 in fase di realizzazione. L esigenza di spazio può derivare anche da eventi negativi, per esempio per sistemare il patrimonio ricevuto in eredità a causa della scomparsa di un familiare oppure in seguito alla separazione matrimoniale. Qualunque oggetto, che si tratti di un baule che racchiude vestiti o libri, verrà parcheggiato non in un container e nemmeno in un magazzino, ma in una stanza a tutti gli effetti. In qualunque momento, come accade quando si va in albergo, si potrà recuperare ciò di cui si ha bisogno. «Gli ambienti sono disponibili in varie metrature da scegliere secondo le proprie esigenze: si potranno acquistare dai 2 ai 30 metri quadrati, in media però una famiglia non va oltre i 20 mq. continua Carcano I prezzi che offriamo sono accessibili a chiunque, senza contare che più il periodo di deposito aumenta e più i costi si abbassano». L utilizzo del servizio, infatti, prevede il pagamento di una somma di denaro che varia in base alle dimensioni del locale occupato e della durata del deposito. Il periodo di affitto dello spazio presso Casaforte può andare da un minimo di due settimane a quanti anni si vuole. Si parte da 1,90 euro al giorno per 2 mq di spazio,che equivalgono a circa 7 metri cubi da riempire, che scendono a 1,80 euro se si protrae per sei mesi e a 1,70 per un anno. In alternativa ci si può rivolgere a imprese straniere di Self Storage operative in Italia:City Self Storage (www.cityselfstorage.it) è uno dei maggiori operatori in Europa nel settore; EasyBox (www.easybox.it) è un azienda italiana di ser- LE PRATICHE vizi self storage, finanziata da due primari investitori europei; infine, il franchising, Metrobox (www.metrobox.it). duce il rischio di danneggiamento. Ma qual è il momento dell anno più indicato per traslocare? Spesso non si ha molto margine di scelta e si è vincolati dalla scadenza del contratto di affitto o di compravendita. Se invece la data è libera e si decide di ricorrere a un operatore di traslochi, va considerato che i mesi più inflazionati sono di solito quelli estivi e perciò occorrerà richiedere il preventivo (contattando via Internet o telefono) e poi prenotare con tre o quattro mesi di anticipo se si vuole evitare di pagare di più il servizio e di doversi adattare alle soluzioni proposte. I mesi migliori sono settembre,ottobre o novembre, quando la domanda si riduce e le aziende applicano prezzi più vantaggiosi. Il preventivo di solito è gratuito e senza impegno; deve essere scritto e molto particolareggiato con elencati tutti i servizi offerti. In genere l offerta è ritenuta ferma, a seconda dei casi, dai 4 agli 8 mesi. Una volta trovato l accordo, viene siglato il contratto di trasloco che deve prevedere la quantità dei beni trasportati e le prestazioni richieste. Inoltre, occorrerebbe fare in modo che il periodo scelto sia quello più libero da impegni. Ma quanto costa traslocare? Difficile dirlo dal momento che ogni trasloco è una vicenda a sé.tuttavia, prima si prenota meglio è. Se si fissa il giorno del trasloco con meno di un mese di anticipo, infatti, le ditte di solito non applicano alcuna forma di riduzione del prezzo. «A incidere sul prezzo è innanzitutto la quantità di oggetti che dovranno essere trasportati, ma anche la loro qualità e tipologia, perché quelli preziosi dovranno essere imballati in Terminato il trasloco, il cambio di abitazione richiede l adempimento di una serie di pratiche burocratiche. Spesso recandosi presso gli uffici del Comune di residenza occorrerà l autocertificazione, per la quale è indispensabile un documento d identità valido. Utenze domestiche. Almeno 30 giorni prima del trasloco si deve domandare all azienda municipalizzata o alla società che gestisce la fornitura, la cessazione della vecchia utenza e il subentro nella nuova, presentando una disdetta del precedente cliente. Con il termine subentro si fa riferimento al passaggio di un contratto di utenza da un titolare a un altro, evitando di rifare le pratiche per la fornitura di acqua, gas e luce e diventando titolari del contratto già intestato al precedente inquilino. Linea telefonica. Il gestore va avvisato del trasferimento almeno un mese prima, ma le modalità variano a seconda dell operatore. Tarsu. Per la tassa comunale sui rifiuti solidi urbani occorre recarsi all Ufficio delle tasse del Comune per registrare il cambio di indirizzo e indicare con precisione nel modulo ad hoc la metratura e il numero dei vani della nuova casa, comprensivi di garage, verande e solai. È bene però ricordarsi di dare disdetta al Comune per la vecchia abitazione. Cambio di residenza. Va comunicato all Ufficio anagrafe del Comune di residenza entro 20 giorni dalla data del trasferimento. Domicilio fiscale. È obbligatoria anche la comunicazione relativa al cambio di domicilio fiscale, ai fini del pagamento dei tributi, che va fatta presso l agenzia provinciale delle Entrate. ATTENTI ALL ESTATE: È PIÙ COSTOSO Un trasloco, anche quando avviene nell ambito della stessa città, è comunque sempre faticoso. Tuttavia molto dipende dalla modalità di svolgimento cioè se fai da te o incaricando una ditta specializzata e dalla tempistica con cui si pianifica il trasporto. L ideale, per organizzarsi al meglio, è muoversi almeno due mesi prima della data scelta per traslocare. E per valutare l affidabilità dell azienda è senz altro titolo preferenziale che sia presente non solo la garanzia, obbligatoria per legge, sugli oggetti trasportati, ma anche la polizza assicurativa contro i danni arrecati al materiale traslocato, agli edifici e alle persone; e anche che smonti e rimonti i mobili e che ricorra all elevatore esterno che rimodo speciale affinché restino ben protetti», afferma Carcano. Inoltre, a far incrementare il prezzo è il noleggio di elevatori esterni. «In modo molto indicativo, se per un appartamento di 100 mq si spendono dai ai 2mila euro, con l aggiunta della scala mobile si toccano i 2mila euro», conclude il presidente di Casaforte, che precisa inoltrecome il suo Gruppo, allo scopo di offrire al cliente un servizio completo, abbia anche creato una società ad hoc che effettua i traslochi, comprensivo di imballaggio e sballaggio più l affiancamento del Self storage (di solito invece l operazione di imballaggio è a carico del cliente). COME SPOSTARSI Quando conviene rivolgersi a un professionista o il fai da te Sì all impresa specializzata Se si hanno molti oggetti di pregio e si vuole evitare di danneggiarli in fase di smontaggio, montaggio e trasporto; Se si vuole fare in fretta; Nel caso di traslochi a lunga distanza in quanto le aziende sono attrezzate con grandi furgoni e in grado di effettuare il trasporto in un unico viaggio; Il numero di mobili è elevato. Sì al fai da te Quando la distanza fra le due abitazioni è limitata; Le scale della casa sono abbastanza larghe da permettere di accedere in modo agevole agli appartamenti, oppure quando la casa è munita di ascensore; Il mobilio è limitato

9 B R I C O L A G E B R I C O L A G E iori di carta e tavole di legno, impalpabili fili di cotone e solide lamiere, mobili antichi e tazzine sbeccate. Da creare dal nulla, con un occhio alla funzionalità e all estetica. Benvenuti nel mondo del bricolage, con le sue possibilità infinite e le sue ferree regole.una su tutte:vietato farsi aiutare dai professionisti, ossia da restauratori e imbianchini,ceramisti e ricamatrici.verrebbe meno la definizione stessa: che racchiude in tre parole (Fai da te) la ragion d essere di un hobby. IL BRICOLEUR COME FILOSOFIA DI VITA Il termine è vecchio di trent anni e arriva da oltre oceano. Del do it yourself,tradotto nella formula Fai da te,si parla dal 1973, intendendo principalmente la realizzazione di piccoli lavori in legno: chiodi e martello come ferri del mestiere, un capanno in giardino per lavorare magari nei giorni festivi, quando le incombenze professionali si facevano da parte.e se in origine si trattava di un attività prettamente maschile, oggi anche le donne, in misura uguale rispetto agli uomini, si cimentano con attività da factotum di casa. Non è semplice dare una proporzione del fenomeno, perché quella del bricoleur è una filosofia di vita. Posto che quasi tutti abbiano in casa gli attrezzi necessari per piccole riparazioni, non è altrettanto universale la passione per il fai da te. Ma i dati di una ricerca condotta dall Istituto per gli studi sulla pubblica opinione e presentati ad aprile nel corso di Bricolare, il Salone del bricolage e della creatività hobbistica e professionale, parlano chiaro: un italiano su due pratica il fai da te a casa,in terrazzo o in giardino. Più nel dettaglio, il 10% del campione (composto da 4344 individui dai 18 anni in su) dichiara di dedicarsi spesso al bricolage,mentre il 17% si cimenta solo qualche volta con gli attrezzi del mestiere, più raramente il restante 23 per cento. Due le novità sorprendenti:l aumento della compagine femminile che arriva a sfiorare il 46% (anche se le donne si dedicano a lavori diversi). In secondo luogo, se la maggior quantità di appassionati ha un età compresa tra i 40 e i 59 anni, il 16% dei trentenni ha aumentato negli ultimi tempi il proprio ricorso al fai da te per le attività domestiche. SECONDO LA RICERCA CONDOTTA DALL ISTITUTO PER GLI STUDI SULLA PUBBLICA OPINIONE UN ITALIANO SU DUE LO PRATICA A CASA, IN TERRAZZO O IN GIARDINO. CRESCE LA PRESENZA FEMMINILE CHE SFIORA ORMAI IL 46 PER CENTO Fai da te, un hobby che si divide tra gli appassionati e i forzati F A REGOLA D ARTE O PER DOVERE «Coloro che praticano il bricolage si dividono in due categorie: appassionati e forzati» spiega Mauro Milani, direttore del portale web e autore di Brico Book, pubblicato da Font Edizioni e disponibile gratuitamente sul sito in formato elettronico, sulla memoria storica del bricolage in Italia. «I primi sono quelli che, con grande passione, dal ceppo di radica fanno uscire una pipa a regola d arte.o le signore che trovano una vecchia cassapanca in solaio e le donano vita nuova, rivestendola magari di carta colorata».e i forzati? «La loro è un attività, per così dire,più di massa: si dedicano alla manutenzione e all abbellimento della casa, ma non sempre lo fanno con gioia. Classico è l esempio della moglie che chiede al marito di appenderle le tende in salotto». Ma proprio le donne,dati alla mano, sembrano ultimamente più interessate: «È un effetto della crescita della grande distribuzione qualificata, osserva Milani i cui punti vendita sono organizzati con la logica del libero servizio, come i supermercati». Sembra che le signore, in questo contesto,si sentano più a proprio agio. Solo poco tempo fa era indispensabile andare dal ferramenta, un negozio frequentato quasi esclusivamente da uomini. E infatti, allora, solo un acquirente su dieci era una donna. Gli effetti di questo nuovo sistema di vendita si sono presto palesati e non solo in termini numerici. «Sono cambiate le attività che rientrano sotto la definizione di bricolage, con maggiore spazio per la creatività e per i lavori che si sviluppano attorno al colore e alla manualità e si può registrare anche un maggior coinvolgimento femminile nei lavori di casa più pesanti». Si parla dunque di centinaia di migliaia di appassionati: alcuni di loro sono in grado di fabbricare un tavolo partendo da un semplice pezzo di legno o di restaurare vecchi mobili, con una spesa che va dalle poche decine di euro a cifre più considerevoli,a seconda della qualità degli strumenti e dei materiali. UNO SGUARDO AL PORTAFOGLIO Il kit base per dedicarsi a lavori di falegnameria consiste in una fornita cassetta di attrezzi, contenente almeno un cacciavite, una pinza e una tenaglia. Facile a questo punto fare due conti: una cassetta per gli attrezzi base dal costo di 5-10 euro può essere riempita con un set di pinze (30 euro circa) e con almeno due cacciaviti: a stella (3,25 euro) e a taglio (3 euro). Si può aggiungere poi una tenaglia (anche questa al costo di pochi euro), chiodi e viti a volontà.a questo punto si deve poi procedere all acquisto di un trapano.attenzione al prezzo: spesso offerte allettanti, sotto i 30 euro, possono celare brutte sorprese e nascondere un oggetto di bassa qualità. Meglio spendere qualche euro in più e acquistare un trapano base (a percussione al costo di 36 euro e ad aria compressa a 42 euro) che offra più garanzie. Indispensabile un martello (dai 3 euro in su).per lavori via via sempre più accurati e impegnativi,potrebbero essere utili una sega circolare (120 euro circa) e una smerigliatrice per sverniciare superfici (dai 20 euro in su) o una levigatrice (dai 30 euro in su). Passiamo alle attività decorative, tanto amate dalle donne: il decoupage è fonte di soddisfazioni perché permette di recuperare oggetti altrimenti destinati all oblio o alla discarica. In commercio sono disponibili carte decorate dal costo contenuto e adatte a tutte le occasioni: dai fiori primaverili ai frutti estivi alle immagini caratteristiche delle festività, Natale e Pasqua.Il costo per un foglio con immagini in 3 dimensioni si aggira attorno ai 3 euro. È sufficiente poi procurarsi la colla adatta ai materiali (quella ad acqua per carta o per tessuto costa circa 7 euro) e magari un set di pennelli (al prezzo di 4 euro l uno circa). «Ma se subentra la passione,è normale che si decida l acquisto di strumenti più professionali o più sofisticati spiega ancora Mauro Milani.Anche se a volte possono succedere cose curiose: e cioè, per esempio, che utensili di altissima qualità, come quelli utilizzati addirittura dai meccanici della Ferrari, vengano acquistati da amanti del fai da te ed entrino poi nell uso comune di tutti i giorni». Se la spesa per un kit di base è quantificabile, dunque, non lo è altrettanto quella complessiva per entrare a pieno titolo tra gli appassionati bricoleur: sia perché i lavori che si possono realizzare vanno dalla verniciatura delle finestre alla costruzione di intere case, sia perché ogni adepto ha a disposizione un ampia gamma di materiali tra i quali scegliere. Pensando soltanto al legno, vi sono qualità più o meno pregiate, più o meno adatte agli scopi che si intendono perseguire. A governare la scelta delle materie prime è, perciò,la stessa passione che fa trasformare il motore di una vecchia lavatrice in un go-kart per il nipote. «Il bricolage ha un grande valore educativo conclude Milani. L abilità ma- nuale dei senior è riconosciuta dalle nuove generazioni. Le conoscenze pratiche dei nonni suscitano l ammirazione dei nipotini, sempre meno abituati a fare cose con le proprie mani». E chi non ha mai avuto modo di cimentarsi con il bricolage? Niente paura. I punti vendita della grande distribuzione specializzata organizzano spesso corsi gratuiti che partono dall abc del fai da te e che sono davvero molto utili; inoltre danno anche la possibilità di incontrare altre persone con cui discutere dei piccoli grandi dilemmi nella giornata di un bricoleur

10 F I N A N Z A F I N A N Z A Scoppierà la bolla del mattone? È ancora presto per dirlo, ma DOPO I RIALZI DEGLI ULTIMI ANNI L INVESTIMENTO NEL COMPARTO IMMOBILIARE È MENO SICURO, IN QUANTO SONO ARRIVATE LE PRIME PERDITE. PER ESPERTI E ANALISTI IL RALLENTAMENTO POTREBBE ESSERE VICINO I nvestire nel mattone sta diventando davvero rischioso. Lo conferma l andamento del mercato immobiliare degli ultimi mesi e lo ammette chi osserva l andamento dei titoli del settore in Borsa. UN MERCATO CHE È AL BIVIO Basta dare un occhiata ai rendimenti per rendersene conto: includendo anche i dividendi, l impennata del valore dei prezzi delle azioni negli ultimi tre anni ha garantito guadagni tra il 57% (Aedes) e il 255% (Uni Land), ma considerando solo il Il mercato immobiliare italiano sembra andare incontro a un momento difficile, anche se diversi operatori del settore escludono un brusco crollo. Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, ritiene possibile, nei prossimi due anni, un calo intorno al 10% sia per i prezzi delle case, sia per numero di compravendite. Le variabili in gioco, però, sono molte e spesso slegate dal settore: «Quello immobiliare vive anche in funzione degli altri mercati e quindi il suo andamento dipende innanzitutto da fattori esterni, come la periodo luglio luglio 2007 il ritmo di crescita si è dimezzato e sono comparse le prime perdite.la situazione appare in bilico anche analizzando lo stato di salute dei fondi azionari immobiliari,sebbene que- sti strumenti finanziari registrino di solito oscillazioni più contenute. Alessandro Bossi, analista finanziario di Analisi dati borsa (Adb), spiega ciò che sta succedendo: «In Borsa si sconta in anticipo IN ITALIA IL FATTURATO SUPERA I 120 MILIARDI crescita economica e l inflazione». Se il costo del denaro dovesse salire troppo, oppure se i titoli di Stato dovessero diventare molto competitivi afferma Breglia l immobiliare ne sarebbe penalizzato. Se è vero, dunque, che si tratta di un mercato abbastanza stabile, occorre calcolare il rischio di eventuali shock esterni. Comunque sia, «se crisi ci sarà, sarà sul residenziale, mentre sono da escludere problemi per gli immobili commerciali grazie alla ripresa economica in atto». Ma per ora, viste le cifre, non si può parlare di tracollo. quello che accadrà, cioè un possibile rallentamento». In sintesi, il settore immobiliare italiano, «è vicino al possibile punto di svolta e il primo campanello d allarme è che i tempi di vendita delle case «In Italia la variazione oscilla intorno allo zero conclude e anche nei maggiori Paesi europei, nel primo semestre del 2007, ci sono state piccole crescite e piccole diminuzioni, contrariamente a quanto previsto». Secondo l ultima indagine di Scenari Immobiliari, il mercato italiano ha chiuso il 2006 con un incremento del fatturato del 3,8%, superando i 120 miliardi di euro. Di questi, il giro d affari del comparto residenziale è stato di 99 miliardi e nel corso del 2007 dovrebbe crescere di un altro 3 per cento. si stanno allungando, il che significa che il mercato non è più ricettivo». Questo momento di difficoltà sta interessando diversi Paesi europei, seppure con qualche differenza. Il mercato ha già iniziato a flettere in Spagna, mentre tiene ancora, per esempio, in Germania. Una situazione che in alcuni casi può interessare da vicino anche il sali e scendi dei titoli made in Italy. Bossi promuove Pirelli Re,«perché ha aumentato gli investimenti nell area tedesca e quindi ha fatto una scelta nell ottica della diversificazione in una zona che è ancora florida». E il titolo della Bicocca finora ha dato soddisfazioni anche per i dividendi, distribuiti con regolarità e per importi crescenti.sul fronte opposto c è Risanamento, «che ha fatto oltre il 60% degli investimenti a Milano indebitandosi pesantemente». Sull andamento azionario del settore, Bossi non crede che ci sarà un crollo come quello dei tecnologici del 2000, «perché le banche centrali hanno gli strumenti per garantire che lo sgonfiamento della bolla sia soft».anche se è convinto che i prezzi attuali siano ancora troppo elevati e che si andrà incontro a una loro correzione. MENO RISCHI CON I FONDI Puntare sui fondi azionari immobiliari potrebbe essere una scelta meno rischiosa, visto che investono in più società che agiscono prevalentemente in questo settore e che in genere diversificano il ri- schio in più aree geografiche del mondo. Osservando la classifica dei fondi distribuiti in Italia (nella tabella), si nota che nell ultimo anno solo in un caso si è registrata una perdita in termini reali, anche se nei primi sei mesi e mezzo del 2007 il trend è assai peggiorato. La prudenza, quindi, è obbligatoria.arrivando da anni di rialzi elevati, l attuale sofferenza potrebbe essere letta come una sosta fisiologica, ma non va escluso che il ciclo positivo sia giunto al capolinea. «Bisogna considerare che questi sono fondi settoriali, quindi è bene puntare anche su altro, altrimenti si lega il proprio investimento a un solo comparto», spiega Sara Silano di Morningstar Italia.A proposito l analista ritiene che non si debba investire mai più del 5% del proprio portafoglio su questa tipologia di strumenti finanziari. Detto ciò, non bisogna lasciarsi spaventare dal calo del prezzo delle case. «L andamento dei fondi dipende da come va la società e dalle sue politiche d investimento, prosegue Silano quindi, i prezzi del residenziale potrebbero crollare senza che questi fondi ne risentano molto». Inoltre, il mercato immobiliare a cui fare attenzione non è quello italiano,ma è soprattutto quello statunitense,il più grande e dove i fondi puntano spesso grosse cifre. Negli Usa c è stato un rallentamento, ma finora non si è assistito a una caduta. Qualche possibilità di investimento, pare di capire, potrebbe ancora esserci, se LA CLASSIFICA DEI FONDI IMMOBILIARI pur con qualche avvertenza: evitare i fondi ultra-specializzati in una sola area geografica; controllare la commissione di gestione annua richiesta, che può andare dall 1% al 2,50% del patrimonio investito; preferire i così detti fondi hedged, che coprono il rischio di cambio ed evitano pertanto di doversi preoccupare per la crescita dell euro. Quanto ai tempi, sarà necessario mettere in conto di investire i propri soldi per un periodo di almeno 5-7 anni. E comunque, suggerisce Silano,«forse è meglio aspettare un po, prima di gettarsi sull immobiliare, per vedere come andrà il settore». Rendimenti a due cifre da luglio 2006 ma il 2007 non promette nulla di buono Fondo Reddito dichiarato ai fini IRPEG TRE ANNI DI IMMOBILIARE IN BORSA 2004 PREZZI ARDES 3,786 4,788 5,557 BASTOGI 0,1321 0,2051 0,2527 BENI STABILI 0, , ,073 BRIOSCHI 0,2463 0,3823 0,5333 GABETTI 1,839 3,708 3,012 IGD** n.d. 2,281 3,089 IMM. LOMBARDA 0, ,1847 0,2286 IPI 3,771 8,1 5,936 PIRELLI & C. R.E. 29,49 43,44 41,93 RISANAMENTO 1,467 5,831 5,041 UNI LAND 0, , , Dividendi VARIAZIONI IN %* Ultimo anno Nota: sono stati presi in considerazione tutti i titoli del settore immobiliare di Borsa Italiana. Valori in euro. * Il calcolo comprende il valore dei dividendi ** Il titolo è quotato dall 11 febbraio ,4 0 0, ,13 0, ,689 5,66 0, Schroder ISF Global Property Securities A EUR Hedged 28,83-1,88 1,50 12,32 INVESCO Global Real Estate A EUR Hedged 21,29-0,17 1,30 11,69 Schroder ISF Global Property Sector A 19,07-2,93 1,50 12,81 Sarasin Real Estate Equity Global B 16,70-2,51 1,50 11,24 Henderson Horizon Global Property Equities A2 15,74-2,81 1,20 11,70 Aviva Morley Global REIT B 10,00-11,14 1,70 14,19 Franklin Global Real Estate N Dis $ 7,20-6,32 1,00 13,31 MS SICAV US Property B 4,88-6,54 1,40 15,72 Janus Global Real Estate A2 USD 1,21-5,46 1,25 12,75 Lehman Brohers US Real Estate USD Investor -1,10-11,14 2,50 17,57 Nota: i valori sono espressi in euro e si riferiscono al 12 luglio. I rendimenti sono al lordo dell imposta sul capital gain (pari al 12,5% delle plusvalenze). La deviazione standard indica la volatilità del fondo, cioè quanto si scosta dal valore medio. Più la deviazione è elevata, maggiore è il profilo di rischio. Tre anni 21,28 57,34 23,21 91,29 43,72 82,63 39,50 116,52-16,88 79,85 36,96 n.d. 23,77 72,05-26,72 75,68 1,27 61,38-13,55 252,56-34,74 255,33 Fonte: Morningstar Direct Fonte: elaborazione a cura di Analisi Dati Borsa S.p.a

11 F I N A N Z A I MUTUI AMERICANI NON DOVREBBERO FARE PAURA L 'anno scorso ho acquistato un fondo che investe in Mbs americani. Rischio di perdere tutto con la crisi dei mutui subprime? Giovanni R.- Milano In base alle statistiche di portafoglio disponibili nella banca dati di Morningstar, i (peraltro pochi) comparti distribuiti in Italia e specializzati in titoli mortgage backed (Mbs, ossia obbligazioni su mutui ipotecari) investono in strumenti di qualità, garantiti da agenzie governative americane. Sembra, dunque, che i gestori abbiano preferito stare alla larga dal segmento dei mutui subprime, ossia quelli concessi alle persone meno abbienti. Secondo gli esperti, inoltre, l'impatto di questa crisi sul mercato dei finanziamenti di qualità sarà contenuto, in quanto presentano storicamente un basso tasso di fallimento. LA CATEGORIA DEI FONDI ISLAMICI Ho letto che Morningstar ha introdotto la categoria dei fondi islamici. In Italia, si possono comprare? Paola C.- Bologna Dal primo luglio, Morningstar ha introdotto alcune novità all'interno del sistema di classificazione dei fondi, in modo da tenere conto dell evoluzione del mercato a livello globale. Dal momento che le categorie utilizzate sono comuni all'europa e all Asia, è stato creato un apposito raggruppamento per i fondi islamici, che per il momento non sono disponibili sul mercato italiano, mentre sono presenti all'estero. Distinti in azionari, obbligazionari, bilanciati e monetari, si caratterizzano per l'investimento esclusivamente in titoli che rispettano il credo islamico. Mentre l'introduzione dei fondi islamici non tocca, almeno per ora, il mercato italiano, altre innovazioni hanno un maggior impatto, prima fra tutte la costituzione della categoria degli obbligazionari corporate che raggruppa i comparti specializzati sulle emissioni di titoli da parte delle società. CHE RISCHIO CORRE IL NON ARMONIZZATO Il mio consulente finanziario mi ha proposto un fondo non armonizzato Ucits III. Potrebbe spiegarmi quali sono le differenze rispetto a un tradizionale fondo comune di investimento? Davide S. - Casalpusterlengo IL PROMOTORE E LE REGOLE MIFID Sono un promotore finanziario. Ho letto che la Il Regolamento della Banca d'italia del 14 aprile 2005, che ha recepito la direttive comunitarie stimento, porterà significativi cambiamenti nel- Mifid, la direttiva comunitaria sui servizi di inve- 2001/107/CE e 2001/108/CE, note come Ucits III, la negoziazione degli strumenti finanziari perché cade l'obbligo di concentrazione degli scam- distingue tra fondi armonizzati e non. I secondi si caratterizzano per una maggior flessibilità nella gestione. In particolare, possono investire in Piero A. - Milano bi e nasceranno molti MTF. Cosa sono gli MTF? fondi chiusi quotati, in hedge fund italiani ed esteri (con un tetto massimo del 20% delle attività) L'acronimo MTF sta per Multilateral Trading e in strumenti finanziari non quotati (con un limite del 10%). Inoltre, il Regolamento stabilisce ti da soggetti privati, che permettono l'acquisto Facilities e indica i circuiti di negoziazione, gesti- alcune deroghe ai vincoli posti ai fondi armonizzati tra cui la possibilità di collocare fino al 15% (anposte di domanda e offerta provenienti da una e la vendita di titoli, mediante l'incontro delle proziché il 10%) in titoli quotati di uno stesso emittente. Per quanto riguarda l'investimento in hedzionali. Tali circuiti, che in passato si chiamavano pluralità di soggetti, in base a regole non discrege fund e in comparti chiusi è stato posto un vincolo del 5% del totale delle attività (20% per i tare solo strumenti finanziari già quotati presso Alternative Trading Systems (ATS) possono trat- fondi di fondi). È bene ricordare che la Ucits III altri mercati. Analogamente alle tradizionali Borse, gli MTF svolgono funzioni di organizzazione ha introdotto importanti novità anche per i fondi armonizzati, permettendogli di investire in strumenti del mercato monetario, in derivati (non so- possono decretare l'ammissione alle negoziazio- degli scambi, ma contrariamente ad esse non lo per finalità di copertura), in quote di altri Organismi di investimento collettivo del risparmio di autorizzazione all'operatività in parte diverse ni dei titoli e sono soggetti a regole e procedure (Oicr) e in depositi bancari. da quelle previste per i mercati organizzati. Risparmio gestito di Sara Silano Morningstar, società indipendente, è leader mondiale nell analisi e valutazione del risparmio gestito. Morningstar e i suoi dipendenti non forniscono alcun tipo di consulenza, né su investimenti né su specifici fondi. 20

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Rapporti fra il reato di cui all articolo 572 c.p. e altri reati

Rapporti fra il reato di cui all articolo 572 c.p. e altri reati Rapporti fra il reato di cui all articolo 572 c.p. e altri reati Molti sono i reati che confinano con quello di cui all articolo 572 del codice penale. Si tratta di fattispecie penali che possono avere

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA Volare low cost Q uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa più bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli