CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010"

Transcript

1 CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 SINDACO BOVI ROBERTO: Buonasera. Innanzitutto mi fa piacere che finalmente abbiamo dei microfoni che mi auguro, senz altro, anzi sono certo che funzioneranno meglio di quelli che avevamo prima. Prima di iniziare i lavori del Consiglio, vorrei lasciare un attimo la parola signor Borgonovo, Camponovo chiedo scusa, il signor Camponovo che ha provveduto a fare l installazione affinché brevemente ci dia due istruzioni a tutti quanti. Prego signor Camponovo. SIGNOR CAMPONOVO: Buonasera, grazie. E molto semplice il funzionamento: le postazioni sono una ogni due Consiglieri indicativamente e in centro alla base vedete che c è un grosso pulsante con stilizzato il viso di una persona che parla. Schiacciando questo pulsante si attiva la singola base microfonica ed c è anche l indicazione luminosa. Il sistema è limitato a due interventi contemporanei, quindi due Consiglieri possono parlare contemporaneamente. Chi volesse intervenire successivamente può benissimo schiacciare il proprio pulsante, mettendosi quindi in prenotazione, cioè appena uno dei due Consiglieri precedenti terminano, subito, in ordine di prenotazione, si attiva il microfono del successivo Consigliere e basta, è molto semplice. Vedete il sistema può funzionare sia che io parli in piedi, sia che io mi avvicini, chiaramente se sto vicino si ha un audio un pochino più presente. Molto semplice, vi auguro buon lavoro. Grazie. SINDACO BOVI ROBERTO: Grazie a Lei signor Camponovo. A questo punto passo il microfono a signor Segretario per l appello. SEGRETARIO COMUNALE DOTTOR FERRANTE EMILIO: Buonasera. Bovi, Bernasconi, Santelia, Galleri, Roncoroni Maria Grazia, Fontana, Pina, Palermo, Mascetti, Ghizzoni, Bertani per il momento... SINDACO BOVI ROBERTO: Bertani è in ritardo. 1

2 SEGRETARIO COMUNALE DOTTOR FERRANTE EMILIO: Bertani è in ritardo, Fumagalli, Alfieri, Pisani, Livio, Gabaglio, Bernasconi Mariella, Cilio, Cesana, Crimeni, Castelli. Venti presenti, prego Sindaco possiamo iniziare. SINDACO BOVI ROBERTO: Possiamo iniziare i lavori, ha alzato la mano credo il dottor Pina. Prego intervenga pure. CONSIGLIERE PINA LUIGI EUGENIO: Sì. Buonasera, sono Luigi Pina. Noi, visto l argomento importante che andiamo a trattare stasera per quanto riguarda la SISME, il nostro gruppo chiede che, visto che è all ultimo punto del giorno, venisse trasferito al primo punto e si cominciasse subito la discussione; anche perché mi pare che ci siano diversi lavoratori della SISME e quindi non vorremmo tenerli qui fino all una di notte. Noi poniamo questo punto all ordine..., cioè questa richiesta all ordine del giorno e chiediamo un voto positivo da parte positivo da parte dei Consiglieri. Grazie. SINDACO BOVI ROBERTO: Io ritengo che nessuno abbia niente in contrario, se qualcuno, non vi chiedo chi sono i favorevoli, se c è qualcuno in contrario all anticipazione di questo punto all ordine del giorno, mi auguro che nessuno... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Scusi Sindaco. SINDACO BOVI ROBERTO: Nessuno sia..., prego Livio. CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Noi siamo logicamente d accordo, ma volevamo unire a questa richiesta anche un altra, cioè quella di anticipare anche il punto riguardante l autostrada, perché anche questo è un argomento che crediamo possa interessare i cittadini che sono stasera anche presenti numerosi. Quindi a seguire il punto della SISME, il punto sull autostrada, grazie. SINDACO BOVI ROBERTO: Rinnovo la preghiera se qualcuno è contrario di farlo sapere. CONSIGLIERE GABAGLIO IVANO: Sindaco. 2

3 SINDACO BOVI ROBERTO: Da parte mia... prego Gabaglio. CONSIGLIERE GABAGLIO IVANO: Volevo anche fare un ulteriore richiesta: visto che c è anche presente in sala il rappresentante sindacale, se non fosse problematico chiederei magari che potesse dire due parole, velocissime magari, sulla situazione attuale, in modo che aggiorni anche su cosa sta succedendo, se ci sono degli elementi di novità rispetto a quello che la stampa ha pubblicato in questo periodo, mi sembra abbastanza... SINDACO BOVI ROBERTO: Allora magari sarà il caso che il rappresentante sindacale parli prima dei nostri interventi eventualmente, non lo so. Siamo d accordo? C è qualcuno che è contrario a questa procedura? Allora, va bene, io ripeto..., chiudiamo giustamente! Il capogruppo Galleri che durante l intervento del rappresentante sindacale sospendiamo il tempo necessario il Consiglio Comunale. Siamo d accordo tutti? 3

4 VERBALE DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 19 DEL 12/05/2010 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA AL PROTOCOLLO COMUNALE IN DATA 16/04/2010 AL N DAL GRUPPO CONSILIARE MISTO RELATIVA AL PIANO INDUSTRIALE DELLA DITTA SISME E ALLE SCELTE URBANISTICHE CHE IL COMUNE INTENDE PROPORRE PER TALE COMPARTO SINDACO BOVI ROBERTO: Ok, prego dunque illustrare la mozione sulla... no, no, niente, sto facendo confusione. Prego allora sospendiamo... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: C è il rappresentante della CISL, il signor Alberto Zappa. SINDACO BOVI ROBERTO: D accordo, allora prego signor Alberto Zappa di presentare al microfono, alla postazione microfonica. Il Segretario è pregato di sospendere, c è anche quello portatile. Può anche utilizzare quello, stando seduto in prima fila. Va bene, allora sospendiamo momentaneamente i lavori del Consiglio. Prego il signor Zappa. SIGNOR ZAPPA ALBERTO: Buonasera. E grazie per aver concesso questo intervento. Sono Zappa, il Presidente della FIN CISL, il sindacato dei metalmeccanici, qui con me c è Giuseppe Donghi, il Segretario della FIOM CGIL, credo che sia un occasione utile perlomeno di chiarimento, quindi per presentare quello che sta accadendo alla SISME. In poche parole è un po complicato perché è una vicenda che non nasce oggi insomma. E, oltre a noi, sono presenti i rappresentanti dei lavoratori e una delegazione di lavoratori. Per quanto riguarda la SISME: la SISME ha in corso un processo di riorganizzazione con un trasferimento di attività produttiva, come è noto. Questa attività è stata oggetto e soggetto di discussioni e di trattative che erano iniziate nel 2007, noi abbiamo concluso e realizzato un accordo in sede ministeriale a Roma nel dicembre del 2008 perché era nota la decisione di SISME, giustificata secondo la proprietà, da richieste di clienti di servire la produzione presso uno 4

5 stabilimento creato ad hoc nella Repubblica Ceca dove SISME ha insediato uno stabilimento produttivo e, difatti, ha trasferito tre linee produttive. Di fatto il trasferimento si è completato e noi abbiamo garantito per mezzo di questo accordo una gestione, diremmo positiva, rispetto ad una ricaduta occupazione molto significativa perché impattava ed impatta rispetto a centotrenta posti di lavoro. Oltre a questo, mentre noi discutevamo nel 2008 con SISME, si è aggiunto un problema con cliente, la BOSCH, che ha annunciato la necessità volontà di dismettere la produzione di un motore tradizionale e, pertanto, un esubero, diciamo così, definito in centotrenta lavoratori si è aggiunta un ulteriore situazione molto delicata, per cui a dicembre del 2008 abbiamo realizzato appunto un accordo che è di due anni ed è stata garantita una copertura per mezzo della cassa integrazione guadagni straordinaria. Oggi, tra l altro, c è una notizia positiva perché è stato approvato anche il secondo anno di cassa integrazione guadagni straordinario da parte del Ministero a Roma e la causale è quindi parziale cessazione dell attività produttiva, un accordo complicato, ma anche un accordo, diciamo così, che ha aperto politicamente la gestione di quello che poi è successo dal settembre 2008 in avanti su tutto il territorio comasco nelle principali aziende metalmeccaniche. La cassa integrazione straordinaria è stata gestita in maniera corretta e positiva perché vi è una rotazione utile e verificata dalle rappresentanze sindacali e dalle organizzazioni sindacali; è subentrato un problema serio e non prevedibile, ovvero quello di una crisi internazionale che ha comportato la perdita del per cento del fatturato di SISME. Pertanto, noi ci siamo trovati a dover gestire in questi due anni, oltre alla cassa integrazione guadagni straordinaria, e quindi all uscita positiva con gli strumenti appunti della mobilità volontaria per i volontari o di accesso per mezzo della mobilità al pensionamento, una ricaduta di lavoro significativa, pertanto si è ricorsi anche alla cassa integrazione guadagni ordinaria. Quindi tutti gli strumenti, diciamo così, di ammortizzatori sociali sono stati messi in campo. L accordo di SISME ha previsto un impegno da parte della proprietà di circa milioni e mezzo di euro in termini di risorse per evitare un trauma e una ricaduta reddituale rispetto ai lavoratori. Noi abbiamo, a settembre, come 5

6 organizzazione sindacale, presentato una piattaforma che insisteva su tre punti: uno, appunto, il ricorso a questo tipo di ammortizzatore sociale che evitasse i licenziamenti e ad oggi questo è avvenuto perché al 30 aprile del 2010 sono usciti volontariamente novanta lavoratori e lavoratrici, ottanti operai e dieci impiegati. Si faceva conto in questi due anni che un turnover classico di quattro cinque lavoratori mese si potesse valutare anche per mezzo della mobilità e anche strumenti quali, c è un lavoratore presente, la rioccupazione per mezzo di percorsi formativi garantiti anche di finanziamenti a livello provinciale, si potessero ottenere nell ambito dei due anni degli strumenti che permettessero una gestione e una risoluzione positiva di un numero significativo di esuberi. La crisi ha complicato i problemi, la nostra piattaforma insisteva appunto su tre punti: uno che si è realizzato, altri due che non si sono realizzati. Ovvero scelte strategiche in termini di investimento perché noi riteniamo, affermiamo e sosterremo che SISME è stata, è e sarà un azienda a vocazione manifatturiera che garantisce il posto di lavoro, ha oltre settecento lavoratori e lavoratrici, che ha avuto, che ha svolto e svolgerà un ruolo determinante sulle politiche industriali del territorio. Necessita di capire che cosa succede in Cina, Olgiate non ha mai perso motore ad oggi, ma questo sta avvenendo, potrebbe succedere perché ci sono multinazionali, ad esempio la DANFAS francese che decide di trasferire la produzione in Cina e il rapporto quindi tra la Cina, la Slovacchia e Olgiate Comasco e quali strategie industriali la proprietà intende adottare per rilanciare le produzioni su motori a maggior contenuto dal punto di vista tecnologico e la migliore performance dal punto di vista dell utilizzo energetico e, pertanto, sia attendevano investimenti significativi in questo senso, che ad oggi non sono stati realizzati. Per motivi anche giustificati nella serie di incontri, noi teniamo incontri a cadenza mensile, bene o male, a livello di azienda ed è evidente che siamo a maggio del 2010, c è una copertura fino a gennaio del 2011, è ragionevole pensare che non si potrà mai raggiungere un obiettivo così, di gestione dei centosettanta esuberi annunciati. E per quello che riguarda le organizzazioni sindacali abbiamo detto, ribadito e anche in questo contesto riaffermiamo, in modo tale che sia chiaro, che quello che succederà succederà da punto di vista delle uscite 6

7 e manterremo le uscite su base volontaria e intraprenderemo in questi mesi una gestione e verifica della richiesta di intervento se ci saranno ancora condizioni di esubero dei contratti di solidarietà. E cioè rispetto al lavoro che ci sarà lo faremo bastare per i lavoratori che ci saranno e, pertanto, chi uscirà uscirà solo volontariamente. Non basta gestire con gli ammortizzatori sociali una realtà industriale come SISME, è necessario capire quali sono le scelte strategiche da un punto di vista industriale. Non sto ad entrare in polemiche, però appunto ritengo che non è mai mancato e il metodo adottato a Como dalle organizzazioni sindacali è sempre stato quello e quindi oggi pensiamo che sia una ragione per partire, ma un percorso che sconta il fatto che non abbiamo fatto questa discussione per sedici mesi. Quindi non è oggi che vi è il problema di SISME, vi è da molto tempo e laddove vi sono state crisi molto significative c è sempre stato un rapporto molto stretto tra le organizzazioni sindacali e la loro competenza, la loro pertinenza e l ambito istituzionale e il contesto anche di chi ha la rappresentanza politica sul territorio. Questo non perché il Comune di Olgiate Comasco possa fare o risolvere dei problemi che si devono risolvere ovviamente da altre parti, ma almeno per capire il contesto e perché poi ci sono dei riflessi evidenti sui cittadini e sulle condizioni reddituali delle personali e su quello che ne consegue anche in termini di servizi o recesso di servizi. Il nostro pezzo l abbiamo fatto e lo faremo, ci sarà una discussione che dovrà essere portata riteniamo a livello provinciale e in collegamento con il ministero della attività produttive, non tanto il ministero del lavoro, perché il ministero del lavoro quello che doveva fare l ha fatto. Ci siamo trovati, abbiamo verificato l applicazione di uno strumento, ci è stato concesso uno strumento che doveva realizzare l uscita perlomeno di cinquantacinque lavoratori nel primo anno, ne sono usciti un numero superiore, pertanto, l obiettivo è stato raggiunto, il secondo anno di cassa è stato concesso, pertanto il ministero del lavoro quello che doveva fare l ha fatto. Adesso si tratta di capire dal punto di vista strategico sulle politiche industriale uno la proprietà deve manifestare pur nella difficoltà, un impegno di politica industriale serio; nonché sia mancato, ma è evidente che così non può continuare perché stanno aumentando i debiti e non gli 7

8 investimenti. E serio, perché se c è un problema su un azienda di venti dipendenti, immaginiamoci su un azienda di settecento dipendenti che perde il trenta - trentacinque per cento di fatturato, quindi il problema esiste. Ci sono però delle condizioni, credo che sia opportuno che in Italia si capisca anche che non possiamo perdere colpo a colpo la nostra capacità manifatturiera perché ad oggi ci troviamo anche in una situazione, diciamo così, un po paradossale, in cui gli slovacchi sono venuti in Italia, hanno appreso il lavoro dagli italiani, gli italiani sono là a fare il lavoro che gli slovacchi non sono in grado di fare, i motori finiti in Slovacchia ritornano ad Olgiate per la visita finale; quindi diciamo che ci sono anche un po di costi logistici e industriali che fanno dire che forse si poteva fare anche dell altro dal punto di vista strategico. Ormai quello è andato e non si recupera, ci sono i motori con tecnologie diverse che possono essere sviluppati, e qui probabilmente c è un percorso che la politica può sostenere sia a livello regionale che a livello centrale e nazionale. Questo penso che debba essere fatto per primo la proprietà con il suo sindacato, che è la Confindustria, che insomma dovrebbe giocare anche il ruolo ogni tanto dal punto di vista strategico per sostenere le aziende italiane e quelle comasche, se lo sta facendo bene, penso che il tempo che ci è stato dato in due anni avrebbe dovuto comportare delle azioni diverse che non sono avvenute non per nostra mancanza, diciamo che quando c è un incendio ti occupi di salvare le persone e poi decidi di sistemare la casa, abbiamo fatto una cosa e anche l altra. Quindi se da oggi c è la necessità di decidere insieme una strategia a tavolo, un contesto dove portare delle istanze chiare e magari condividere e trovare un sostegno comune ben venga. Credo che questo dovrà avvenire in una sede propria, che è appunto la Provincia e il ministero delle attività produttive. Lascio la parola magari al mio collega se deve aggiungere. SINDACO BOVI ROBERTO: Prego, mi scusi, mi sfugge il nome. SIGNOR DONGHI GIUSEPPE: Sono Donghi, sono il segretario della FIOM CGIL di Como. SINDACO BOVI ROBERTO: Ecco, prima di... 8

9 SIGNOR DONGHI GIUSEPPE: Credo che il collega abbia illustrato esattamente quella che è la situazione. Quindi a noi, almeno per quanto ci compete, ci resta un percorso ancora tutto da fare rispetto a quello che, come organizzazione sindacale dovremmo fare nei prossimi mesi, già a partire dalle prossime settimane, per costruire un percorso che ci porti a fare in modo che nessuno venga espulso dall azienda e questo credo che sia un intento che ci dovrebbe comunque vedere coinvolti tutti, nel senso che l obiettivo che tutti quanto ci dobbiamo dare è come cercare sia da un punto di vista nostro, di organizzazione sindacale, sia da un punto di vista vostro, insomma si cerca di fare in modo che venga mantenuta l occupazione nella fabbrica di Olgiate, perché la prima cosa che va fatta è questa e questo credo che sia l obiettivo che ci dovremo dare da un punto di vista della discussione delle trattative che comunque noi faremo a partire già dalle prossime settimane per vedere di costruire un percorso che porti ad una garanzia da un punto di vista occupazionale. SINDACO BOVI ROBERTO: Deve aggiungere qualcosa? Bene, allora possiamo riprendere i lavori del Consiglio. A loro naturalmente adesso daremo delle risposte, signor Zappa se vuole dare delle risposte, visto che vi siete alzati pensavo che... no, no, prego, prego, si sieda dove vuole. Signor Segretario prenda nota che riprendiamo i lavori del Consiglio, diamo atto innanzitutto dell arrivo dell Assessore Bertani. Se posso intervenire io per primo, a meno che qualcuno voglia dire qualche cosa prima di me, però dovrei dare... CONSIGLIERE FONTANA FLAVIO: Non è il caso che leggiamo la mozione? SINDACO BOVI ROBERTO: Sì, sì, allora leggiamo la mozione. leggiamo la mozione, prego Pina. CONSIGLIERE PINA LUIGI EUGENIO: Ci fa piacere che la nostra mozione abbia finalmente risvegliato anche l amministrazione per parlare di questo tipo di problema, visto che è stato due anni fermo, e l altra volta non si è accettato, ero anch io in maggioranza, ho dovuto obtortocollo accettare la decisione di non 9

10 fare un Consiglio Comunale aperto già due anni fa. Comunque leggo la mozione. I sottoscritti Consiglieri comunali: Fontana Flavio, Mascetti Mario e Pina Luigi, avendo appreso dalla stampa che sta proseguendo la riduzione di posti di lavoro presso la SISME di Olgiate Comasco in conseguenza di una ventilata ulteriore delocalizzazione di parte della produzione dell azienda ritengono che questa amministrazione non possa esimersi dal chiedere un confronto con i rappresentanti della SISME per una verificare del piano industriale che intende sviluppare, non solo per il dovere morale di stare a fianco dei lavoratori che perderanno il posto di lavoro e sostenerli con tutti gli strumenti possibili, almeno con lo stesso impegno che da questa giunta viene dedicato alla pista di pattinaggio per pochi bambini e quant altro. Ma anche perché agli atti del P.G.T. c è una domanda di ampliamento della zona industriale che l amministrazione si accinge ad accogliere con l intento e l illusione di salvaguardare o incrementare i posti di lavoro nel nostro Comune. Alla luce delle vicende aziendali SISME, come sono prefigurate dalla stampa, temono che l operazione urbanistica nel comparto SISME possano tradursi semplicemente in una buonuscita regalata dal Comune per dotare di un valore aggiunto sul mercato un area industriale in eventuale dismissione. Sarebbe gravissimo se l amministrazione comunale, pur in tutta buona fede, si ritrovasse a fare semplicemente la figura dell utile idiota. Pertanto chiedono al Consiglio che il Consiglio approvi la seguente mozione: il Consiglio Comunale di Olgiate Comasco impegna il Sindaco e la Giunta a seguire l evoluzione della crisi, ovvero della riconversione o riqualificazione dell azienda SISME e ad acquisire tutte le informazioni sul piano industriale effettivo adottato dall azienda stessa e riferirne al Consiglio stesso, anche in relazione alle scelte urbanistiche che si andranno a proporre nel P.G.T.. I sottoscritti chiedono che la presente mozione venga iscritta all ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. SINDACO BOVI ROBERTO: Grazie Pina. Allora vorrei innanzitutto fare delle comunicazioni a proposito della vicenda SISME. Io ho già contattato i dirigenti della SISME per parlare di questa questione. Tra l altro, ho scoperto una cosa che ci tengo a dire, che quel terreno famoso di cui si fa citazione nella mozione non è di 10

11 proprietà della SISME, ma è di proprietà di un privato e su quel terreno la SISME ha solamente un diritto di prelazione, qualora il privato dovesse vendere chiaramente loro sono i primi che potrebbero acquistarlo se lo ritenessero opportuno. Ma non è questa forse la parte più importante. La parte più importante, il signor Zappa credo che forse sia già a conoscenza del fatto che ho avuto anche contatti chiaramente con i miei referenti politici eccetera, e nei prossimi giorni probabilmente dovremmo incontrarci con Lei ed altri rappresentanti sindacali proprio per stabilire insieme quelle che potranno essere le azioni che si potranno svolgere non tanto a livello di Olgiate Comasco perché purtroppo non è che noi come Comune possiamo fare qualche cosa direttamente, ma per poter interessare della vicenda e quindi della situazione della SISME sia il governo regionale e il governo centrale. Questo mi sentivo di dire subito. Se adesso qualcuno dovesse fare ulteriori interventi li faccia pure, poi eventualmente per quanto riguarda la situazione urbanistica lasceremo la parola anche all Assessore all urbanistica che è il più competente in materia. Pina si era prenotato, vuole intervenire ancora? CONSIGLIERE PINA LUIGI EUGENIO: Sì, certo. Mi sembrava corretto anche dare un senso alla mozione, cioè noi abbiamo visto che nel P.G.T. e prendiamo spunto da lì, si è introdotta questa parte che, come dice il Sindaco, non è di proprietà della SISME, lo sappiamo bene, ma comunque la SISME ha un diritto di prelazione. Noi intanto chiediamo che gli incontri eventuali e queste cose qua sia messo assolutamente la cittadinanza e il Consiglio Comunale sia informato su questi tipi di iniziativa perché, come diceva il rappresentante della FIN CISL e poi della FIOM CGIL, tanti passi sono stati fatti. Noi riteniamo che la situazione sia estremamente complicata, la dismissione, scusate il termine di dismissione, di lavoratori dal posto di lavoro in questi momenti comporta assolutamente una diminuzione anche per chi è in cassa integrazione dallo stipendio ed io certe volte, visto il lavoro che faccio, ne parlo anche con qualche dipendente della SISME. Noi non riteniamo che il Comune di Olgiate Comasco si possa esimere dal continuare gli incontri ed informare la cittadinanza e la popolazione, va bene che il Sindaco vada, ma forse è meglio che anche il Consiglio Comunale 11

12 partecipi a questi tipi di decisioni. E poi, visto che chiede un ampliamento della zona industriale, noi vorremmo vedere un piano industriale che consenta il mantenimento dei posti di lavoro per prima cosa e se chiede un ampliamento della zona industriale, che i posti di lavoro quantomeno vengano incrementati, non è mica possibile che si chieda di realizzare un altra parte e qui mi dispiace, ma tra virgolette mi sembra una manovra speculativa, quando vengono allontanati dal posto di lavoro centosettanta, scusate, forse non ho preso..., centosettanta lavoratori. E anche vero che con la mobilità qualche lavoratore, per sua scelta, ha scelto il prepensionamento, però ci sono altri lavoratori che quello è l unico posto di lavoro. Conosco anche dei lavoratori che da soli mantengono la famiglia perché o sono divorziati o comunque non sono assieme ai mariti e da soli devono mantenere i figli e il peso della famiglia. Io credo che non possiamo esimerci dal seguire giorno per giorno, passo per passo questo tipo di situazione, abbiamo un attimo perso il treno, come dicevo prima, due anni fa. Due anni fa era stata fatta una proposta ed io, come ho detto prima, non ho potuto accettarla, anche se l avevo caldeggiata e comunque sostenuta, da parte dei Consiglieri comunali di minoranza, di seguire giorno per giorno la situazione, due anni fa. A me invece pare che in questo periodo l amministrazione si stia occupando di tutt altro, la battuta sulla pista d atletica non era solo una battuta, noi vediamo... scusate, la pista di pattinaggio! SINDACO BOVI ROBERTO: Pattinaggio. CONSIGLIERE PINA LUIGI EUGENIO: Non era solo una battuta, noi vediamo che l amministrazione si dà del gran da fare per fare le movide, le feste, queste cose qui e tutto per quello che riguarda il SUAP, per lo sportello unico e quindi dall ultima convenzione firmata circa due anni fa per la promozione industriale sul territorio, promozione industriale io sul territorio in questo momento qui non ne vedo! Teniamo conto che per fare le feste e poi bisogna avere la gente e se la gente è a casa e tira la cinghia non credo che poi alla fine possa andare alle feste. Per questo, ribadisco ancora che questo problema va seguito dal Consiglio Comunale e non solo dal Sindaco giorno per giorno e che vengano assolutamente salvaguardati i 12

13 posti di lavoro, visto che la situazione della SISME si sta ripetendo in qualche altra fabbrica dell Olgiatese. Non vorremmo che tra qualche anno diventiamo una bella struttura di terziario e non abbiamo più neanche un industria sul nostro territorio. SINDACO BOVI ROBERTO: Grazie Pina. Sì, d accordo. Prima di cedere la parola all Assessore all urbanistica, prima ancora un attimo il Vice Sindaco che fornire un chiarimento. Io prima ho parlato di aver preso contatti come Sindaco, ma chiaramente questi contatti sono stati presi a nome di tutta l amministrazione comunale scusate. Quindi i discorsi che si faranno da oggi in avanti anche con i contatti con i rappresentanti sindacali eccetera, verranno fatti con un gruppo di persone, di rappresentanti che potranno essere anche i capigruppo eccetera, per poi riferire tutti quanti insieme in Consiglio Comunale. Sia chiaro questo, perché se si è perso tempo diciamo che abbiamo perso tempo d accordo, però da questo momento in avanti ho detto che soprattutto a livello politico, oltre che con i rappresentanti sindacali si stanno intrattenendo dei contatti che spero, mi auguro possano portare a dei risultati positivi. Allora adesso vorrei un attimo lasciare chiaro per un flash che mi è stato chiesto, diamo la parola al Vice Sindaco, dopodiché all Assessore all urbanistica, del quale già vi anticipo che eventualmente nel P.G.T. saranno posti dei paletti tali, giusto professor Santelia? Dei paletti tali all eventuale trasformazione dell area in modo tale che non possa essere assolutamente utilizzata a livello speculativo. Prego Crimeni. VICE SINDACO ASSESSORE CRIMERI ROBERTO: No, volevo dire al dottor Pina e a chi ha presentato l interpellanza che invece di apparire sui giornali, con il Sindaco sono andato anch io, sia all ITALPLASTICA e sia alla SISME per capire bene la situazione; quindi non è così semplice, né la possiamo risolvere noi, abbiamo dato il nostro impegno per impegnarci a livelli superiori. Ad esempio la SISME parla di Regione, in quell ambito lì si possono avere dei sostegni. Il dottor Costantini era amareggiato per la situazione di tutti questi dipendenti. E allora se la situazione è questa, noi non possiamo fare altro che cercare di dare... e allora... 13

14 SINDACO BOVI ROBERTO: Vi prego non... il pubblico. Sì, io capisco, però! VICE SINDACO ASSESSORE CRIMERI ROBERTO: Noi ci impegneremo a livello superiore per ottenere qualche... se poi vengono fatte le battute sulla pista e su altre sciocchezze, va bene, allora vogliamo l applauso, va benissimo così. Ma noi non siamo stati inattivi, noi siamo andati per capire qual è la questione. La questione del terreno che state mettendo tanto in evidenza è l ultima cosa che interessa alla SISME. Quello del terreno non gli interessa, è l ultima cosa, avevano fatto questa domanda tempo fa, se noi diamo che non diventa edificabile, non c è nessun problema, il problema della SISME è potere andare avanti. Quindi, con il Sindaco si è detto: si cercherà a livelli superiori di vedere di fare degli incontri per vedere quello che è possibile dare a questa società e limitare possibilmente i danni, ma non buttiamola su sciocchezze. SINDACO BOVI ROBERTO: Grazie Crimeni, prego Assessore Santelia. VICE SINDACO ASSESSORE CRIMERI ROBERTO: Sono sciocchezze, è inutile che... vabbè. SINDACO BOVI ROBERTO: Santelia prego. ASSESSORE SANTELIA PIETRO: Se devono intervenire anche gli altri. SINDACO BOVI ROBERTO: Chiedo scusa per cortesia. Forniamo tutte le notizie in nostro possesso, per questo ho detto che lascio la parola al Assessore all urbanistica, dopodiché se ci sono altri interventi mi sembra che si sia prenotata la Livio. Facciamo parlare un attimo il professor Santelia e poi interviene Lei o vuole... prego. ASSESSORE SANTELIA PIETRO: Permettete un attimo. Santelia. Dunque, intanto è scontato che un amministrazione, che è qui per il bene pubblico, sia vicino ai lavoratori, ma alla ditta, alla SISME e tutto perché è una perdita non solo dal punto di vista economico per una comunità complessa come la nostra, ma come diceva giustamente Lei, avere dei cittadini che 14

15 devono stringere la cinghia, in un certo senso bisogna intervenire, bisogna soccorrerli e non solo con le parole. Ecco perché si era detto due anni fa facciamo un Consiglio Comunale aperto, ci saranno i problemi, sì, ma l amministrazione può dare in questo momento soltanto una solidarietà; anche perché, come ha detto il Sindaco, già da due anni fa i contatti con i vostri dirigenti ci sono stati e le pressioni dal punto di vista politico di nostra competenza ugualmente. Quindi non c è bisogno perché noi vediamo che il ministero del lavoro è abbastanza sensibile in tutte le realtà come è stato, però se ci sono probabilmente i rappresentanti istituzionali che dicono una parola, anche attraverso i loro politici, qualcosa si può fare. Dicevo i risvolti economici ci sono lo stesso e chi, come noi, anche nel mondo della scuola e del sociale vede quotidianamente che i problemi ci sono, tant è vero che in questi due comparti quest amministrazione sta facendo il massimo, indirettamente si aiutano anche i lavoratori. Quindi è scontata la nostra solidarietà e la sensibilità. Questo, e tutto quello che si potrà fare lo si farà. Il Vice Sindaco indica le strade, che possono essere quelle della Regione, qualcuno ci dirà è stato troppo tardi, ma in realtà in un passaggio il nostro rappresentante sindacale ha detto: dopotutto l amministrazione comunale cosa può fare concretamente. Ed ecco concretamente cosa può fare. Concretamente, oltre a quello che ho accennato, che è un aiuto e non serve, ci vogliono invece... cioè serve, serve a tamponare, ci vogliono delle cose costruttive. Quindi il discorso del P.G.T. cosa può fare un amministrazione? Se una ditta presenta intanto un P.G.T. programma il territorio nei prossimi non cinque anni, ma io direi nei prossimi dieci anni, quando noi auspichiamo che la situazione economica sia completamente diversa. E, infatti, già oggi le notizie sul P.I.L. italiano sono migliori, quindi tutto lascia intravvedere positive evoluzioni della situazione economica europea e, in particolare, quella italiana, bisogna essere anche un po ottimisti. Se la SISME chiede alla sua amministrazione comunale che nel prossimo futuro o quello che verrà ci potrebbe essere un espansione industriale in quella zona e fa una richiesta specifica, io penso che la sensibilità di un amministrazione sia quella di valutare ed eventualmente venire incontro. Se ci fate caso, colleghi della maggioranza o della minoranza, la 15

16 mozione del Gruppo Misto strumentalizza la questione SISME e, in realtà, sfonda una porta aperta, chi non può essere solidale con i lavorati? Con tutti i lavoratori, non solo quelli della SISME, anche della SODEGOR oppure dell ITALPASTIC? Tutti siamo solidali. In realtà, loro dove vanno a parare? Dice non andate a fare dei regali nel prossimo P.G.T... sì, rispondo a loro, però voglio anche far capire la mozione com è perché per me viene strumentalizzato il discorso SISME per dire non andate a fare dei regali all azienda perché può darsi che poi dismettono e fanno nascere supermercati e così via. No, perché, l ha detto il Sindaco... Cerchiamo di capire la questione. Colleghi, anche cittadini se vogliamo solo parlare della questione industriale, ma noi stiamo facendo un Consiglio Comunale e dobbiamo anche vedere che cosa ci chiedono. Cioè in realtà, loro ci chiedono, prima di rendere, di fare questa trasformazione produttiva, che per essere concreta e dire i numeri si tratta di metri quadrati per un estensione poi futura di capannoni per dice pensateci bene, valutate il loro programma industriale. Il programma industriale al momento è in crisi... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Ma come è in crisi! Non è in crisi... SINDACO BOVI ROBERTO: Allora, per cortesia... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Ma cosa sta dicendo? ASSESSORE SANTELIA PIETRO:...è tutto da valutare. Allora, noi nella seconda V.A.S. per il momento abbiamo detto un sì, però ciò non toglie che qualora ci dovessero essere delle, come la parola che è stata usata, una riconversione non sarà mai possibile nel senso solo un espansione, noi potremmo anche eliminare questo che viene definito un regalo e si tenga ben presente che questa espansione era strettamente, questo regalo era strettamente legato ad un espansione della ditta e lo si scriverà nella scheda urbanistica. CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Basta! ASSESSORE SANTELIA PIETRO: Per quanto riguarda..., quindi questo è quello di competenza dell amministrazione comunale, se c è altro da fare io 16

17 penso che in questi momenti non esistano minoranze e maggioranze, si collabora tutti insieme, è un mozione tralasciando eventualmente il P.G.T., ma una mozione a sostegno dell azienda e dei lavoratori, anche con un impegno concreto da parte di tutti e venti i Consiglieri, non solo del Sindaco, in questa condizione io sono disponibile a votare e spero che venga votata a maggioranza una cosa del genere. Tralasciamo, colleghi, il discorso P.G.T., che è solo un fronzolo, un fatto relativo, visto che siamo in questa sede facciamo delle proposte, Sindaco ascoltiamo anche gli altri colleghi delle minoranza e che ci sia una collegialità. SINDACO BOVI ROBERTO: D accordo. Io sono senz altro d accordo, ma chiedo scusa, si sente in sala? Perfetto! Allora adesso aveva chiesto la parola la professoressa Livio e poi ci sono due prenotazioni, non so chi, non ho l ordine di prenotazione, però mi diceva prima che... d accordo, allora prego. Prego Livio. CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Si sente? Sì. SINDACO BOVI ROBERTO: Chiaramente... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Ho capito! SINDACO BOVI ROBERTO: No, dicevo chiaramente è chiaro che i tempi del regolamento sono andati a farsi benedire, però non me ne frega niente e parliamo tutto il tempo necessario che c è da parlare. Prego Livio. CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Vorrei anche vedere che in una situazione di questo tipo, la presenza dei lavoratori della SISME Lei ci chieda di contingentare i tempi. SINDACO BOVI ROBERTO: Non ho detto questo. Ho detto... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Va bene! SINDACO BOVI ROBERTO: Ho fatto solamente notare, non facciamo polemiche... CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Che ci fa un regalo! SINDACO BOVI ROBERTO:...che non servono a niente. 17

18 CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA: Va bene. SINDACO BOVI ROBERTO: Ho fatto solamente presente che avremmo dovuto rispettare dei tempi, che non ritengo opportuno assolutamente che vengano rispettati per questo argomento. Prego Livio. CONSIGLIERE LIVIO MARIA RITA:...la ringraziamo. Ho sentito dire delle cose che sinceramente ho trovato un po fuori luogo. Intanto vorrei dire all Assessore Santelia che se il P.G.T. ha una validità o potrebbe avere una validità di dieci anni, la questione occupazionale della SISME si risolve o non si risolve entro sei mesi! I lavoratori della SISME oggi non guardano ad una distanza di dieci anni. Il problema è diverso. D accordo quello che c è diciamo nel preambolo della mozione, sul quale poi possiamo anche discutere se vogliamo, però io penso che la priorità della discussione di questa sera sia una priorità che riguarda l amministrazione, i rapporti dell amministrazione con il mondo del lavoro e il mondo del lavoro di Olgiate Comasco che è in crisi. La SISME è un esempio emblematico di questa crisi, la SISME ci preoccupa moltissimo come cittadini olgiatesi, perché noi siamo cittadini olgiatesi, perché la SISME è la più grossa, è stata fino ad oggi la più grossa azienda metalmeccanica della provincia. Se si ferma la SISME, se fallisce il piano, l intento, il tentativo chiamiamolo come vogliamo, di frenare questa emorragia di lavoro e di riprendere una produzione significativa, fallisce Olgiate. Questo è il punto! E non è vero che questa amministrazione è così stata attenta perché in realtà mi dispiace dirlo, ma lo dico in tono serio, se volete anche con una vena di polemica, però lo dico in tono serio, perché stasera non bisogna prendere in giro nessuno, non bisogna prendere in giro nessuno. Questa amministrazione non ha avuto rapporti col mondo del lavoro, oppure se vogliamo metterla in un altro, il rapporto di quest amministrazione con la gente che lavora è inesistente, è stato inesistente. Noi abbiamo portato, noi, il nostro gruppo ha portato in questa sede una mozione due anni fa, non mi ricordo di preciso se era settembre od ottobre, ma era il 2008, con la richiesta di un Consiglio Comunale aperto alle maestranze, alle rappresentanze sindacali ed anche agli imprenditori, perché bisognava e bisognerebbe comunque ascoltare tutti, noi come amministratori dobbiamo 18

19 ascoltare tutti, abbiamo discusso una sera su questa cosa, con la maggioranza in una posizione di assoluta chiusura perché non lo voleva fare il Consiglio Comunale. Alla fine siamo riusciti a far passare questa cosa perché io mi ricordo perfettamente vi avevo detto è andato anche il vescovo in SISME e voi non volete fare il Consiglio Comunale aperto! questa cosa è rimasta agli atti. Quindi, anche se ci vogliamo rifare la verginità, la verginità è persa. E persa! Questa amministrazione non ha fatto nulla. Poi è stato il momento del passaggio di un componente della minoranza alla maggioranza, c erano altre cose in ballo, quindi della SISME poi ci si è dimenticata. Colpa anche nostra! Non sto dicendo solo colpa vostra, colpa anche nostra che poi non vi abbiamo più pungolato su questa cosa, vi abbiamo pungolato su cinquantamila altre, ma non su questa. Nel frattempo, la SISME, grazie all intervento del sindacato, aveva trovato una situazione di minimo di ordine dello status quo, perché chiaramente la cassa integrazione straordinaria ha portato almeno un certo respiro, ma è un respiro temporale perché il problema sostanzialmente c è, c è ancora, tant è che ce l abbiamo ancora qui dopo due anni. Adesso ci è stato detto ed io sono contenta di questa cosa che è stata rinnovata la cassa straordinaria, benissimo, ma se noi non ci occupiamo almeno per vedere qual è il piano industriale, il piano industriale deve essere una cosca che deve essere messa in atto oggi per garantire il lavoro, perché il lavoro va garantito oggi, non fra anni, adesso. E adesso che Olgiate sta perdendo la ricchezza del lavoro, Olgiate è diventata ricca solo per quello! Non riguarda solo la SISME questo problema, riguarda anche altre aziende, lo sappiamo, però ripeto, la SISME è in questo momento intanto magari l esempio emblematico che può fare da apripista anche perché questa maggioranza che si guarda sempre nel proprio ombelico, possa un attimo avere uno sguardo più aperto e guardare al di là dei problemi che ci sono in questo palazzo. Il Sindaco dice: mi sono mosso! A parte che io personalmente non ho sentito, ma se la risposta alla richiesta quando siete andati è quella che mi si dice essere arrivata dal Vice Sindaco, che cosa ti interessa?, vuol dire che ancora non ci siamo, ancora non ci siamo, perché vuol dire che non c è ancora il rispetto delle persone e non c è nemmeno il rispetto per il problema che stasera stiamo trattando, perché noi non dobbiamo giocare stasera sui 19

20 dipendenti della SISME, noi come olgiatesi dobbiamo farci carico di un problema perlomeno per conoscerlo. E certo che le soluzioni non possono venire da noi che non abbiamo la possibilità di far girare un azienda, né di dare degli ordini ad un azienda, però magari possiamo far intervenire qualcun altro, magari oltre che naturalmente dimostrare la solidarietà e la vicinanza come amministratori olgiatesi ai lavoratori della SISME e alle famiglie che sicuramente vivono un disagio fortissimo. Un disagio che peraltro si ripercuote di nuovo sull amministrazione perché poi noi sappiamo perfettamente quanto la crisi ha aumentato le richieste per i servizi sociali. E molte delle richieste che arrivano ai servizi sociali arrivano da persone che mai avrebbero pensato di dover fare questi passi e questi passi si fanno, io sono assolutamente convinta, con grande dignità da una parte, ma con anche grande tristezza, una gran morte nel cuore perché quando bisogna bussare alla porta degli altri per chiedere aiuto c è una gran morte nel cuore. Ma cosa ha fatto questa amministrazione che stasera ci dice che si è sempre interessata della SISME. Per due volte, per due volte in due bilanci di previsione ha bocciato l emendamento della minoranza che chiedeva la costituzione di un fondo di euro per le famiglie in difficoltà per la perdita di lavoro! Questo è stato l interesse dell amministrazione. Quindi adesso sono contenta se è cambiata la rotta e personalmente, Sindaco, sono contenta che la minoranza di Olgiate Comasco ogni tanto la svegli perché ogni tanto Lei s accorge che ci sono dei problemi e si muove, ne avremo la dimostrazione anche dopo, si muove quando arrivano le interpellanze e le mozioni della minoranza. E forse anche un segnale che il Consiglio Comunale di stasera sia praticamente fatto solo di mozioni e interpellanze della minoranza, perché, signori, forse bisognava fare anche qualcosa d altra. E ha ragione il Consigliere Pina quando dice che: vi occupate solo di cose di poco conto. Per carità, c era uno slogan nel movimento operaio socialista dell Ottocento: il pane e le rose. Serve prima il pane però, prima di avere le rose, serve il pane! E un amministratore dovrebbe fare una lista di priorità e prima guardare al pane, poi al resto. Invece noi abbiamo i volantini con scritto: si avvera un sogno, abbiamo la pista di pattinaggio, che doveva essere su ghiaccio, è su rotelle, ma non fa niente, però si è avverato un sogno! 20

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Lui. Onroignoub! Lei. Come dice, scusi? Lui. Ouroignoub. Ah, mi perdoni. Buongiorno. Credevo che si fosse tutti d accordo a parlare

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO ESTRATTO COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI COMUNICAZIONI INTERROGAZIONI INTERPELLANZE. L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di settembre alle ore 21:00 nella Sala delle adunanze

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo:

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo: CHE LAVORO FAI? Rachid: Rachid: Rachid: Rachid: Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Che lavoro fai? Io lavoro in fabbrica. E tu? Io faccio il muratore. Anche lui è muratore. Si chiama Rachid. Lui

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!!

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! SEZIONE PROGETTI AVAB Amici del Volo Aeromodellistico di Bovolone Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! Di Federico Fracasso In questo articolo spiegherò a grandi passi

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli