CITTA' DI GROSSETO RELAZIONE SUL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA' DI GROSSETO RELAZIONE SUL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE"

Transcript

1 CITTA' DI GROSSETO RELAZIONE SUL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2014

2 RELAZIONE SUL PEG ANNO PRESENTAZIONE E INDICE Il Decreto Legislativo n. 150/2009 stabilisce che le amministrazioni pubbliche organizzino il proprio lavoro in un ottica di miglioramento continuo con l introduzione del ciclo generale della gestione della performance, al fine di assicurare elevati standard qualitativi ed economici mediante le fasi di pianificazione, gestione, misurazione, valutazione e rendicontazione della performance organizzativa ed individuale. Con l'entrata in vigore della legge n. 114/2014 di conversione del decreto legge n. 90/2014, le competenze dell'anac, già CiVIT, relative alla misurazione e valutazione della performance sono trasferite al Dipartimento della Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In attesa dell'emanazione di apposito regolamento, mantengono la loro validità le indicazioni operative già espresse. Pertanto, la redazione del presente documento si basa sulle linee guida redatte dalla CiVIT con Delibera n. 5/2012. Essa precisa che la Relazione, concludendo il ciclo di gestione della performance, deve evidenziare a consuntivo i risultati organizzativi e individuali raggiunti rispetto ai singoli obiettivi programmati e alle risorse, con rilevazione degli eventuali scostamenti registrati nel corso dell'anno. Il concetto di performance è centrale nella gestione di un'organizzazione. Nel Regolamento sulla performance del Comune di Grosseto si ha la seguente definizione: la performance è il contributo che un soggetto (organizzazione, struttura organizzativa, gruppo di individui, singolo individuo) apporta attraverso la propria azione al raggiungimento delle finalità ed agli obiettivi e alla soddisfazione dei bisogni dei cittadini". Lo stesso Regolamento chiarisce inoltre che: "il sistema di misurazione e valutazione della performance rappresenta in modo schematico e integrato il collegamento tra le linee programmatiche di Mandato e gli altri livelli di programmazione, in modo da garantire una visione unitaria e facilmente comprensibile della performance attesa dell'ente". L'Amministrazione comunale si è dotata di un articolato "Sistema di misurazione e valutazione della performance" (Deliberazione G.C. n. 436/2013 modificata con Deliberazione G.C. n. 464/2014). Esso assume come presupposti la definizione degli obiettivi e delle fasi del ciclo di gestione della performance, nonché l'effettuazione dell'attività di misurazione della performance, sia organizzativa che individuale. Tale misurazione si avvale di apposite schede di valutazione e riguarda tutti i livelli dell'ente: dalla valutazione del segretario generale e dei dirigenti alla produttività del personale dipendente. 2 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

3 1. PRESENTAZIONE E INDICE 2. SINTESI DELLE INFORMAZIONI DI INTERESSE PER I CITTADINI E GLI STAKEHOLDER ESTERNI 2.1 Il contesto di riferimento 2.2 L amministrazione 2.3 I risultati raggiunti le criticità e le opportunità 3. OBIETTIVI: RISULTATI E SCOSTAMENTI 3.1 Obiettivi strategici ed operativi 3.2 Obiettivi individuali 3.3 Performance 2013: distribuzione del fondo per la produttività 4. RISORSE, EFFICIENZA ED ECONOMICITA 5. PARI OPPORTUNITA E BILANCIO DI GENERE 6. PROCESSO DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 6.1 Fasi, soggetti, tempi e responsabilità 6.2 Punti di forza e di debolezza del ciclo della performance ALLEGATO 1: Rendiconto della gestione Quadro generale riassuntivo delle entrate, delle spese, dei risultati differenziali Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 3

4 2. SINTESI DELLE INFORMAZIONI DI INTERESSE PER I CITTADINI E GLI STAKEHOLDER ESTERNI Relazione sul PEG anno Il contesto esterno di riferimento (fonte: Relazione Previsionale e Programmatica Sezione 1) I dati sul contesto esterno all'amministrazione comunale trovano una puntuale enumerazione nella Relazione Previsionale e Programmatica (RPP), della quale si allegano alcune tavole introduttive. Il territorio comunale di Grosseto (Tabella "Territorio" della RPP) si estende per 474 chilometri quadrati (è il più vasto comune della regione e il nono a livello nazionale), con una densità abitativa di 150 abitanti per ogni chilometro quadrato. Nella parte di Maremma racchiusa dai confini comunali scorrono porzioni di 5 fra fiumi (anzitutto l'ombrone) e torrenti, così come "scorrono": 533 chilometri di strade statali, di strade provinciali, 400 di strade comunali e 152 chilometri di strade vicinali. Circa la situazione demografica (Tabella "Popolazione"della RPP), dai dati di anagrafe si rileva che la popolazione a fine 2013 era di abitanti. Di essa, persone sono collocabili nell'età adulta (30/65 anni). Il tasso di natalità è in costante calo nel tempo e nel 2013 si è portato a soli 7 nati per ogni abitanti, mentre il tasso di mortalità è stato nello stesso anno di 10,4 morti su abitanti. Circa il livello di istruzione della popolazione, merita segnalare che l'indice di non conseguimento della scuola del primo ciclo si attesta a quasi il 6%. Esistono ancora persone analfabete: nel territorio comunale esse sono 360. Sul versante del lavoro, ad un tasso di occupazione del 48% si contrappone un tasso di disoccupazione dell'8,5% ed un tasso di disoccupazione giovanile del 30%: quasi un giovane su tre è dunque senza lavoro. Le unità di forza lavoro in cerca di occupazione sono oltre Un ulteriore contributo all'analisi del contesto esterno viene dalla pubblicazione della Camera di Commercio "Grosseto i numeri che contano" (10a edizione - anno 2014), alla quale si rinvia per la lettura di dettaglio delle relative tavole. Le imprese attive alla fine del primo semestre dello scorso anno nel territorio comunale del capoluogo erano 8.042; esse corrispondono al 31% del totale provinciale). Si nota una tendenza alla diminuzione delle imprese attive negli ultimi anni, dato che esse erano nel 2013 e nel Il "tasso di attività" (imprese attive su imprese registrate nel secondo trimestre dato comunale) è stato dell'86,3%, leggermente inferiore al dato provinciale; il "tasso di iscrizione" nello stesso periodo è stato leggermente superiore rispetto al "tasso di cessazione": 1,38% contro 1,07%. L'istantanea scattata sulle imprese grossetane alla metà dello scorso anno mostra che, delle imprese registrate, quasi (oltre il 50%) sono imprese individuali, mentre le società di persone sono quasi e le società di capitale oltre Questi ultimi due dati sono in grande aumento rispetto ai corrispondenti dell'anno precedente. Quasi il 37% delle imprese attive nel territorio comunale si sono iscritte nei registri camerali tra il 2000 e il 2009; 1/4 di esse hanno iniziato la loro attività tra il 1990 ed il 1999, mentre quasi la stessa quota di imprese ha aperto i battenti tra il 2010 ed il Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

5 IL TERRITORIO - superficie in Kmq. 474 RISORSE IDRICHE Laghi n 0 Fiumi e Torrenti n 5 STRADE Statali Km 533 Provinciali Km Comunali Km 400 Vicinali Km 152 Autostrade Km 0 POPOLAZIONE Popolazione legale al censimento 2011 n Popolazione residente alla fine del penultimo anno precedente (art. 110 D. L.vo 77/95) n di cui: maschi n femmine n nuclei familiari n comunità/convivenze n 41 Popolazione all n Nati nell anno n 578 Deceduti nell anno n 852 saldo naturale n -274 Immigrati nell anno n Emigrati nell anno n saldo migratorio n Popolazione al n di cui In età prescolare (0/6 anni) n In età scuola obbligo (7/14 anni) n In forza lavoro 1 a occupazione (15/29 anni) n In età adulta (30/65 anni) n In età senile (oltre 65 anni) n Tasso di natalità ultimo quinquennio: Anno Tasso , , , , ,0 Tasso di mortalità ultimo quinquennio: Anno Tasso , , , , ,4 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 5

6 Livello di istruzione della popolazione residente Popolazione residente per sesso e grado di istruzione (6 anni e più) analfabeta 359 alfabeta privo di titolo di studio 5066 licenza scuola elementare licenza scuola media inferiore o di avviamento professionale diploma di scuola secondaria superiore diploma terziario non universitario del vecchio ordinamento e diplomi AFAM 304 titoli universitari Indice di non conseguimento della scuola del primo ciclo per sesso maschi 5,02 femmine 6,45 totale 5,76 Indice di possesso del diploma di scuola secondaria di II grado per sesso e classi di età m f tot 19 e + 48,06 45,35 46, ,07 78,25 74, ,95 64,36 60,82 m f tot tasso occupazione 56,22 40,97 48,08 tasso attività 60,38 45,71 52,55 tasso disoccupazione 6,89 10,37 8,5 tasso disoccupazione giovanile 28,41 31,86 29,91 6 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

7 Condizione socio-economica delle famiglie Occupati totale di cui maschi agricoltura silvicoltura pesca totale industria commercio alberghi ristoranti trasporto magazzinaggio servizi di informazione e comunicazione attività finanziarie e assicurative, attività immobiliari, attività professionali, scientifiche e tecniche, noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese altro Popolazione residente per sesso e condizione professionale o non professionale m f tot forze lavoro di cui occupati in cerca di occupazione non forze lavoro percettore di una o più pensioni per efftto di attività lavorativa precedente o di redditi da capitale di cui studente casalinga altro totale Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 7

8 ECONOMIA INSEDIATA unità locali delle imprese di cui: imprenditore individuale, libero professionista e lavoratore autonomo Ateco numero unità attive numero addetti numero unità attive numero addetti agricoltura, silvicoltura e pesca estrazione di minerali da cave e miniere 4 24 attività manifatturiere fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata fornitura di acqua reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento costruzioni commercio all'ingrosso e al dettaglio riparazione di autoveicoli e motocicli trasporto e magazzinaggio attività dei servizi di alloggio e di ristorazione servizi di informazione e comunicazione attività finanziarie e assicurative attività immobiliari attività professionali, scientifiche e tecniche noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese istruzione sanità e assistenza sociale attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento altre attività di servizi Totale unità locali delle istituzioni non profit Ateco numero unità attive numero addetti agricoltura, silvicoltura e pesca 1 4 attività professionali, scientifiche e tecniche 7 0 noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese 1 5 istruzione sanità e assistenza sociale attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento altre attività di servizi Totale Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

9 settore di attività non profit numero unità attive numero addetti numero volontari Numero lavoratrori esterni cultura, sport e ricreazione istruzione e ricerca sanità assistenza sociale e protezione civile ambiente sviluppo economico e coesione sociale tutela dei diritti e attività politica filantropia e promozione del volontariato cooperazione e solidarietà internazionale religione relazioni sindacali e rappresentanza di interessi altre attività Totale unità locali delle istituzioni pubbliche Ateco numero unità attive numero addetti fornitura di acqua reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento 2 74 commercio all'ingrosso e al dettaglio riparazione di autoveicoli e motocicli 1 4 trasporto e magazzinaggio 1 11 attività professionali, scientifiche e tecniche 1 12 amministrazione pubblica e difesa assicurazione sociale obbligatoria istruzione sanità e assistenza sociale attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento 6 56 altre attività di servizi Totale Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 9

10 2.2 L Amministrazione (fonte: Relazione Previsionale e Programmatica Sezione 1) PERSONALE Q.F. PREVISTI IN PIANTA IN SERVIZIO PREVISTI IN PIANTA IN SERVIZIO Q.F. ORGANICA N. NUMERO ORGANICA N. NUMERO A 2 2 D B Ds Bs Dirig. 9 6 C Totale personale al di ruolo n 524 fuori ruolo n 0 Q.F. QUALIFICA PROF.LE AREA TECNICA N PREV. P.O. N IN SERVIZIO Q.F. AREA ECONOMICO - FINANZIARIA QUALIFICA PROF.LE N PREV. P.O. N IN SERVIZIO A Operatore 1 1 A Operatore 0 0 B Esecutore 19 8 B Esecutore Bs Collaboratore Bs Collaboratore C Istruttore C Istruttore D Istr.Direttivo D Istr.Direttivo 12 3 Ds Coord.Esperto 15 9 Ds Coord.Esperto 10 4 Dirig. Dirigente 3 3 Dirig. Dirigente 2 2 Q.F. QUALIFICA PROF.LE AREA DI VIGILANZA N PREV. P.O. N IN SERVIZIO Q.F. AREA DEMOGRAFICA / STATISTICA QUALIFICA PROF.LE N PREV. P.O. N IN SERVIZIO A Operatore 0 0 A Operatore 0 0 B Esecutore 2 2 B Esecutore Bs Collaboratore 4 3 Bs Collaboratore C Istruttore C Istruttore 6 4 D Istr.Direttivo 9 7 D Istr.Direttivo 5 3 Ds Coord.Esperto 2 2 Ds Coord.Esperto Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

11 LE STRUTTURE La Relazione Previsionale e Programmatica (RPP) permette di "fotografare" l'amministrazione comunale. Dalla Tabella "Strutture" della RPP si nota, fermando l'attenzione al dato 2014, come il Comune curi (dal punto di vista strutturale e manutentivo) i seguenti plessi scolastici: 16 Scuole dell'infanzia, 18 Scuole Primarie e 7 Scuole Secondarie di Primo grado, per un totale di posti. Le aree verdi, i parchi e i giardini coprono una superficie di 210 ettari e sono in totale ben 45, di cui 35 parchi attrezzati e 2 parchi urbani. I personal computer in dotazione al Comune di Grosseto sono 520, i quali si avvalgono di 35 server e 15 ponti radio. ESERCIZIO IN TIPOLOGIA CORSO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Scuole materne n 16 posti n posti posti posti n n n Scuole elementari n 18 posti n posti posti posti n n n Scuole medie n 7 posti n posti posti posti n n n Rete fognaria in Km. - bianca nera Aree verdi, parchi, giardini Punti luce illuminazione pubblica - mista 60 Competenza Acquedotto del Fiora 60 Competenz a Acquedotto del Fiora 60 Competenz a Acquedotto del Fiora 60 Competenz a Acquedotto del Fiora Parchi attrezzati n. 35 Parchi urbani n.2 Verde storico n. 38 n. 39 n. 40 n.1 Verde immagine n.7 hq. 210 hq. 230 hq. 240 hq. 250 n compresi Enel n compresi Enel n compresi Enel n compresi Enel Rete gas in Km Personal computer n. 520 n. 520 n. 520 n. 520 Altre strutture: n. 35 server, storage 30 TB, n. 15 ponti radio HiperLAN2. Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 11

12 ORGANISMI GESTIONALI Da un'ulteriore tabella della Relazione Previsionale e Programmatica si evince in sintesi la rete organizzativa che lega il Comune al suo territorio. I suoi "Organismi gestionali" sono: 2 consorzi (Consorzio Strade Vicinali e COeSO-Società della Salute), 1 istituzione (ISIDE) e 14 società di capitali. La maggioranza delle quote di partecipazione è detenuta per le società "Sistema Srl" (%) e "Farmacie Comunali Riunite Spa" (50,62%). NUMERO DENOMINAZIONE CONSORZI n. 2 n 2 Consorzio Strade Vicinali (Co.Stra.Vi.); COESO Società della Salute ISTITUZIONI n 1 Istituzione Servizi Educativi Infanzia Documentazione Educativa (ISIDE) SOCIETA DI CAPITALI n 14 SOCIETA' DI CAPITALI - partecipazioni DENOMINAZIONE PERCENTUALE DI PARTECIPAZIONE TIPOLOGIA DI SOCIETA' Acquedotto del Fiora 6,43 s.p.a. CO.S.EC.A. 31,57 s.p.a. Edilizia Provinciale Grossetana 37,98 s.p.a. Farmacie Comunali Riunite 50,62 s.p.a. Fidi Toscana 0 (0,003) s.p.a. Gergas 20,00 s.p.a. Grosseto Fiere 16,12 s.p.a. Grosseto Sviluppo 0,45 s.p.a. Marina di San Rocco 3,00 s.p.a. RAMA 20,25 s.p.a. FAR Maremma 4,40 s.c. a r.l. Net Spring 21,00 s.r.l. Polo Universitario Grossetano 20,62 s.c. a r.l. Sistema,00 s.r.l. 12 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

13 2.3 I risultati raggiunti - le criticità e le opportunità Il risultato complessivo relativo alla performance dell Amministrazione Comunale relativo all anno 2014 è il seguente: OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON TOTALE VALUTABILI n % Gli obiettivi inseriti nel PEG 2014 sono stati 185, in netto calo rispetto a quelli inseriti nel PEG 2013 che erano stati 242. Il risultato della performance dell Amministrazione per l anno 2014 è il 91%, leggermente inferiore a quanto ottenuto nell anno 2013 (95%). Il risultato è stato calcolato escludendo gli obiettivi proposti come non valutabili. Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 13

14 Di seguito si rappresentano in modo sintetico risultati raggiunti dai singoli Settori e dai relativi Servizi: Settore: Staff del Sindaco, affari generali, istituzionali e controlli interni OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Staff del Sindaco OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizi Demografici OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Affari legali OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Affari istituzionali OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Settore: Risorse umane ed organizzazione OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Programmazione, gestione e controllo della spesa OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

15 Servizio Formazione e reclutamento OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Settore: Tributi e provveditorato OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Tributi OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Provveditorato e appalti OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Procedure appalti OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Contratti OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Settore: Finanza, patrimonio, risorse tecnologiche e servizi alla persona OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Finanziario OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Socio Educativo OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 15

16 Servizio Infrastrutture tecnologiche e sistemi informativi OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Patrimonio OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Settore: Sviluppo economico, turismo e cultura OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Attività economiche OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizi Museali OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Cultura OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Turismo e agricoltura OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Settore: Gestione del territorio OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

17 Servizio Pianificazione urbanistica OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Edilizia privata OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Vincoli e territorio aperto OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Demanio marittimo e pianificazione ambientale OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Settore: Tecnico-manutentivo OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Edilizia sportiva, decoro urbano e verde pubblico OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Edilizia istituzionale, scolastica e beni vincolati OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Infrastrutture e opere di urbanizzazione OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Manutenzioni OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % 0 0 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 17

18 Servizio Ambiente OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Settore: Corpo di Polizia Municipale, traffico e TPL OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Polizia amministrativa OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Vigilanza territoriale OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % ISTITUZIONE: ISIDE OBIETTIVI PARZIALMENTE NON NON VALUTABILI TOTALE n % Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

19 3. OBIETTIVI: RISULTATI E SCOSTAMENTI 3.1 Obiettivi strategici ed operativi SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI STAFF DEL SINDACO N. Descrizione Risultato atteso Giudizio Valutazione (%) Art. 15 CCNL 1 Realizzazione delle fasi di attuazione previste per l'anno 2014 dal Programma Triennale per la trasparenza e l'integrità (parte Staff del Sindaco) - Definizione elenco stakeholders - Organizzazione incontri con il personale dell Ente - Organizzazione evento Giornata della trasparenza Art. 15 c5 2 Utenze private allacciate alla rete di distribuzione per l'irrigazione del verde pubblico (parte Staff del Sindaco) Dati finali relativi al censimento Obiettivi operativi FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2014 Cerimoniale e eventi Contatti con le istituzioni coinvolte (Questura, Prefettura, Amministrazioni territoriali) numero delle cerimonie espletate 12 Gestione agenda del Sindaco Illustrazione telematica del lavoro istituzionale Informazione mass-media e ufficio stampa Ordinanze e disposizioni sindacali Organizzazione dialogo con cittadino/ partecipazione Relazione ed assistenza al cittadino sulle opportunità comunitarie Relazioni con realtà sociali ed economiche della città TSO e ASO a) Organizzazione appuntamenti istituzionali; b) Organizzazione eventi istituzionali; c) Organizzazione appuntamenti con la struttura dell Ente; Aggiornamento quotidiano del sito istituzionale con notizie e comunicati stampa anche relativi a notiziari riferiti alla protezione civile Comunicati stampa, conferenze stampa, comunicazioni su sito istituzionale, aggiornamento quotidiano social forum; contatti con Uffici competenti e con assessori coinvolti nella comunicazione; produzione materiale per discorsi, convegni ed interviste Raccolta della segnalazione, contatto con l Ufficio competente, emanazione dell atto Contatti con coloro che chiedono appuntamenti al Sindaco o comunque all Amministrazione; contatti con società partecipate o Settori preposti per le risposte Contatti con associazioni, privati ed istituzioni, attraverso lo sportello Europe direct Contatti con associazioni di categoria e associazioni Raccolta della segnalazione dalle forze dell ordine o Polizia Municipale, emanazione dell atto numero eventi istituzionali; numero eventi esterni numero notizie pubblicate sul sito istituzionale numero delle conferenze stampa; Numero dei comunicati stampa conferenze stampa circa 220; comunicati stampa circa 1050 numero atti sindacali (Ordinanze o 321 disposizioni; 149 disposizioni) ordinanze numero dei contatti 1670 numero contatti 350 numero degli incontri del Sindaco 550 numero atti sindacali 1Aso; 18 Tso Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 19

20 SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZI DEMOGRAFICI N. Descrizione Risultato atteso Giudizio Valutazione (%) Art. 15 CCNL 3 Informatizzazione degli atti di Stato Civile Caricamento degli atti di nascita relativi all'anno Avviso ai cittadini della scadenza della propria Carte di Avvisi di scadenza inviati Art. 15 c5 Identità 5 Valutazione qualità del Servizio - Servizi demografici - Questionari inseriti nell'urna dai cittadini-utenti - Invio della relazione sui risultati al dirigente Art. 15 c5 6 Scansione fogli famiglia Fogli di famiglia scansionati e resi disponibili in formato digitale Obiettivi operativi FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2014 Anagrafe sportelli Rilascio certificazioni numero certificati rilasciati Rilascio carta d'identità cartacea numero carte di identità cartacee 6884 rilasciate Rilascio carta d'identità elettronica numero carte di identità elettroniche 4152 rilasciate Concessione di nulla osta agli altri comuni per numero di nulla osta rilasciati 3800 rilascio C.I. Autentiche di firme ed atti di notorietà numero di autentiche rilasciate 4500 Anagrafe variazioni Iscrizione in APR da altri comuni, da estero e da numero di iscrizioni 1581 irreperibilità Variazione e aggiornamento APR numero di variazioni 2487 Iscrizione AIRE numero di iscrizioni 69 Cancellazione AIRE numero di cancellazioni 5 Nulla osta per C.I. rilasciate dai consolati numero nulla osta 23 Rilascio attestazioni di Idoneità di Alloggio per numero rilascio attestazioni 128 ricongiungimento familiare e altri motivi Attestazione di Soggiorno Permanente numero di attestazioni di soggiorno 25 Controllo degli accessi all'anagrafe Informatizzata Nuove autorizzazioni erogate 59 Controllo degli accessi all'anagrafe Informatizzata Numero accessi registrati (hit) Accertamento residenze fittizie N. accertamenti periodici 142 Aggiornamento dello schedario dell'anagrafe numero aggiornamenti 27 Temporanea e relative comunicazioni Anagrafe Cittadini Stranieri: D.Lgs. n. 286/1998, N. Conclusioni procedimento di 84 DPR n. 394/1999, D.Lgs. n. 30/2008 cancellazione per ignota dimora Anagrafe Cittadini Stranieri: D.Lgs. n. 286/1998, N. inserimenti permessi di soggiorno 709 DPR n. 394/1999, D.Lgs. n. 30/2009 sulla procedura informatica Cancellazione APR numero di cancellazioni 88 Variazione e aggiornamento AIRE numero di variazioni e aggiornamenti 86 Mutazione dati individuali a seguito di numero mutazioni 528 comunicazioni Allineamento posizioni INA-SAIA con Anagrafe e Numero posizioni riallineate 1134 Stato Civile Accertamento residenze fittizie N. avvii di procedimento di cancellazione 63 per ignota dimora Anagrafe Cittadini Stranieri: D.Lgs. n. 286/1998, N. Avvii procedimento di cancellazione 380 DPR n. 394/1999, D.Lgs. n. 30/2007 per ignota dimora Leva Formazione e aggiornamento Ruoli Matricolari numero comunicazioni a altri enti 300 Stato Civile Autorizzazioni al trasporto e sepoltura numero autorizzazioni 1138 Autorizzazione alla dispersione delle ceneri numero autorizzazioni 55 Pubblicazioni per matrimonio numero di pubblicazioni 299 Formazione atti di nascita, relative comunicazioni e numero atti di nascita 769 annotazioni Trascrizione sentenze di divorzio da estero numero trascrizioni 6 Adozioni nazionali e internazionali minori e non numero procedimenti di adozione 14 Formazione atti di matrimonio, relative numero atti redatti 392 comunicazioni e annotazioni Autorizzazione all'affidamento delle ceneri numero autorizzazioni 43 Redazione atti di morte, relative comunicazioni e numero atti 1242 annotazioni Formazione atti di Cittadinanza ordinaria, numero attestazioni 170 Attestazioni del Sindaco e Cittadinanza Jure Sanguinis Autorizzazioni alla cremazione numero autorizzazioni Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

21 SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI - SERVIZIO AFFARI LEGALI N. Descrizione Risultato atteso Giudizio Valutazione (%) Art. 15 CCNL 7 Utilizzo del Processo Civile Telematico (PTC) Attivazione indirizzo PEC presso Ministero della Giustizia 8 Approfondimento questione mutamento Trasmissione parere destinazione d'uso RTA in civile abitazione 9 Elaborazione di una proposta per l'applicazione Invio relazione all'avv. dell'ente della Sentenza Corte di Appello di Firenze, I Sez. Civile, N. 868/2013 relativa ad esproprio aree PEEP Pizzetti 10 Attivazione procedure di confisca beni immobili in seguito a sentenze penali di condanna Elaborazione ed attivazione procedura di confisca Parzialmente Contenimento costi procedimenti penali dipendenti comunali 12 Archivio atti derivanti dallo sgombero dei locali seminterrati di via Colombo 5 13 Standardizzazione dell'oggetto e aggiornamento delle anagrafiche del protocollo informatico 190 Informazioni telefoniche agli utenti sull'iter delle certificazioni dei servizi demografici Redazione proposta di pagamento e comunicazione al coordinatore del gruppo dei legali - Comunicazione all'ufficio che ha prodotto la documentazione sulle modalità di conservazione del materiale - Comunicazione al servizio economato sui trasferimenti da effettuare - Record anagrafiche da eliminare - Persone partecipanti ai corsi formativi - Numero Informazioni anagrafiche rese dagli operatori del centralino - Corsi al personale interessato Art. 15 c5 Art. 15 c5 Obiettivi operativi FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2014 Affari Legali Procedimenti di liquidazione numero atti di liquidazione 150 Trattazione ricorsi ex art. 18 L. n. n. istruttoria e decisione /81 Redazione pareri n. pareri redatti 15 Gestione contenzioso n. giudizi conclusi che hanno comportato 3 oneri per l ente n. contenziosi avviati nell anno 88 Protocollo gen. e albo pretorio Protocollazione atti n. atti protocollati non pec in uscita n. atti protocollati pec in uscita n. atti protocollati non pec in entrata n. atti protocollati pec in entrata Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 21

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Patrimonio della PA Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Dicembre 2013 INDICE 1 Premessa e sintesi 3 2 La rilevazione delle partecipazioni detenute

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica mministrazione BEDOLLO 31/1/215 LLEGTO 1 LL DELIBER. 148/214- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/214 livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie di dati) mbito soggettivo (vedi

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

PARTE SPESA. Comune di Fano Esercizio: 2011 PEG PER VOCE E SERVIZIO ASSEGNATARIO Data: 13-04-2011 Pag. 1

PARTE SPESA. Comune di Fano Esercizio: 2011 PEG PER VOCE E SERVIZIO ASSEGNATARIO Data: 13-04-2011 Pag. 1 Comune di Fano Esercizio: 2011 PEG PER VOCE E SERVIZIO ASSEGNATARIO Data: 13-04-2011 Pag. 1 ASSEGNATARIO 15 50 10 00 U.O. GABINETTO DEL SINDACO Dott. Giuseppe De Leo 1010102 1011.203.01 SPESE PER IL FUNZIONAMENTO

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Roma, 13 dicembre 2011 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni Dirigenti dei Servizi Demografici dei Comuni Dirigenti degli Uffici di Statistica dei Comuni

Roma, 13 dicembre 2011 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni Dirigenti dei Servizi Demografici dei Comuni Dirigenti degli Uffici di Statistica dei Comuni Dipartimento per i censimenti e gli archivi amministrativi e statistici Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali Direzione centrale delle statistiche socio-demografiche e ambientali Circolare

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli