RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA"

Transcript

1 RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA PRESENTAZIONE Marco Mena - Between 1

2 CONTENUTI 1. ANALISI DELLA DOMANDA NELLA PROVINCIA DI ROMA 2. INFRASTRUTTURE E SERVIZI A BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA 3. IL DIGITAL DIVIDE NELLA PROVINCIA DI ROMA 4. CONCLUSIONI 2

3 I TRE ASSI DI INTERVENTO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Il ruolo del rapporto banda larga provincia di Roma Utilizzo e interesse da parte della domanda CONTENUTI E SERVIZI INFRASTRUTTURE Mappa dell offerta e della copertura banda larga ALFABETIZZAZIONE E DOTAZIONE TECNOLOGICA UTENTE Alfabetizzazione e dotazione domanda famiglie, imprese e PA 3

4 1. 1. ANALISI DELLA DOMANDA NELLA PROVINCIA DI DI ROMA 4

5 FAMIGLIE E BANDA LARGA - LE VARIABILI ESAMINATE LA TRAIETTORIA VERSO LA BANDA LARGA ALFABETIZ- ZAZIONE PC INTERNET BANDA LARGA PENETRAZIONE DOTAZIONE UTILIZZO CARATTERISTICHE DELLE FAMIGLIE STIMOLI E VINCOLI 5

6 ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA E TELEMATICA Famiglie (%) Provincia di Roma Roma esclusa Roma inclusa Centro Italia Banda larga 13% 23% 23% 18% Internet 38% 42% 43% 37% PC domestico 45% 47% 48% 45% Alfabetizzate * 62% 65% 62% 59% Non alfabetizzate 38% 35% 38% 41% * Almeno un componente della famiglia sa utilizzare un PC Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Base: TOTALE famiglie La provincia di Roma (esclusa Roma) è allineata in termini di alfabetizzazione ma evidenzia un forte ritardo rispetto alla penetrazione della banda larga. 6

7 Provincia Roma/Italia +5 LE ATTIVITA SVOLTE IN RETE * Utilità Transazioni Intrattenimento Comunicazione % famiglie Internet 37% 28% 19% 41% 41% 81% 55% 49% esclusa Roma 35% 94% 35% 14% egovernment * Negli ultimi 3 mesi ehealth elearning ecommerce Home Banking News Streaming audio/video Gaming Forum e Chat Telefono Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Utilizzatrici Italia Utilizzatrici Centro Utilizzatrici Provincia di Roma Le attività svolte in rete riguardano principalmente l utilizzo dell e la lettura delle news, mentre lo streaming audio/video (per il quale la banda larga è quasi una necessità) è utilizzato da poco più di metà delle famiglie. 7

8 L INTERESSE PER I SERVIZI A BANDA LARGA Prov.Roma /Italia Entertainment Comunicazione Comfort Utilità Transattivi % famiglie (Base: 1,5 milioni) 37% 31% 20% 15% 30% 49% 47% 23% 15% 23% 34% Entertainment News Videocomunication VoIP Confort egovernment Interessate Italia Interessate Provincia di Roma ehealth elearning ecommerce Teleworking ebanking Interessate Centro Interessate Provincia senza Roma 8 Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 In generale le famiglie della Provincia di Roma si rilevano più interessate della media nazionale ai servizi a banda larga (es. egovernment). Anche escludendo Roma l interesse non si distacca dai valori nazionali e provinciali.

9 % famiglie a banda stretta 5% 14% 81% L ADOZIONE DELLA BANDA LARGA Previsione di adozione 5% 17% 78% 9% 14% 77% 5% 21% 75% Italia Centro Provincia Provincia senza Roma di Roma % famiglie a banda stretta Motivo non adozione Famiglie NB che adotteranno il BB nei prossimi 6 mesi Famiglie NB che stanno valutando il BB Famiglie NB che non adotteranno il BB Italia Centro Prov.Roma Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, % Inutilità Mancanza copertura % -3 7% Costo Accesso ufficio -4 2% 1% Limitata conoscenza -2 20% esclusa Roma Complessità Prov.Roma/ +6 Italia 8% Tra i motivi di non adozione molto elevata risulta essere la percezione di inutilità del servizio mentre la mancanza di copertura si colloca al secondo posto. Escludendo Roma tra le famiglie a banda stretta il 20% dichiara di non adottare la banda larga per motivi di copertura, mentre il 9% prevede di adottarla in futuro (valore quasi doppio rispetto alle altre aree analizzate). 9

10 FAMIGLIE - CONSIDERAZIONI DI SINTESI (1/2) La penetrazione della banda larga Mentre per Roma tutti i dati evidenziano una penetrazione molto avanzata, il resto della provincia è in parte allineato ai dati nazionali, ma evidenzia un forte ritardo rispetto alla penetrazione della banda larga. Alfabetizzazione come elemento di divisione Anche a Roma e provincia l alfabetizzazione informatica divide in due gruppi le famiglie: quelle interessate all ICT, e quelle refrattarie. Nel medio periodo occorre intervenire sul livello di alfabetizzazione informatica, che rappresenta un aspetto critico per garantire a tutti l accesso ai servizi in rete PC based. L interesse per la banda larga L interesse delle famiglie per i servizi in rete rimane incentrato sugli aspetti funzionali e individuali (servizi pubblica utilità, comfort), anche se cresce l attenzione ai servizi di intrattenimento e comunicazione. L interesse resta elevato anche nelle aree fuori Roma, dove si concentrano maggiormente i problemi di copertura. 10

11 FAMIGLIE - CONSIDERAZIONI DI SINTESI (2/2) Criticità Permane un forte divario territoriale tra Roma e la sua provincia nella penetrazione della banda larga e l assenza di copertura è tra i motivi maggiori nella non adozione della banda larga. Conclusioni Poiché la banda larga è ormai un fenomeno di massa consolidato che coinvolge oltre la metà delle famiglie Internet e poiché esiste il rischio di forti divari territoriali tra Roma ed il resto della provincia occorre evitare l incremento dei divari. 11

12 LA DOTAZIONE DELLE IMPRESE Imprese (%) Prov. Roma Centro Italia Intranet 22% 20% 26% Sito 54% 66% 64% Banda larga 57% 62% 64% Internet 91% 95% 94% Base: Imprese iformatizzate con 3 e più addetti Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Ad eccezione della penetrazione delle Intranet la provincia di Roma evidenzia un leggero ritardo per ciò che concerne la penetrazione di Internet, banda larga e sito. 12

13 Prov.Roma/ Italia +6 LE ATTIVITA SVOLTE IN RETE * % imprese Internet 71% 49% 33% di queste imprese il 56% effettua pagamenti on-line 17% 12% 10% di queste imprese il 35% riceve pagamenti on-line 19% egovernment ebanking eprocurement Customer Care Teleworking Extranet ecommerce Utilizzatrici Italia Utilizzatrici Centro Utilizzatrici Provincia di Roma * Negli ultimi 3 mesi Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 L uso dei servizi di egovernment risulta molto alto e leggermente superiore alla media Italia, al di sopra della quale si collocano anche i servizi di eprocurement e di ecommerce: attività evidentemente strettamente connesse tra di loro. 13

14 IL LIVELLO DI INTERATTIVITA e- Government LIVELLO DI INTERATTIVITA 30% 25% 23% 58% 60% % imprese Internet 65% 70% 71% 42% 19% 14% % imprese Internet Italia Centro Provincia Non utilizza siti della PA di Roma Prevede di utillizare siti della PA Utilizza siti della PA Ottenere informazioni Scaricare moduli Compilare moduli online Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Controllare procedimenti Effettuare pagamenti online Oltre il 70% delle imprese della provincia di Roma utilizza i siti della PA (superiore alla media Italia); le attività svolte da queste imprese sono tipicamente informative (ottenere informazione e scaricare moduli) anche se oltre metà delle imprese che utilizza i siti della PA compila moduli on-line. 14

15 Prov.Roma /Italia L INTERESSE PER I SERVIZI A BANDA LARGA -4 51% Comunicazione Remotizzazione Sicurezza % imprese 28% 17% 16% 18% 12% 19% 29% 28% 30% 15% Comunicazione integrata VoIP Videocomunicazione Videostreaming Accesso Remoto elearning ASP Servizi PA Back-up Gestione on-line sicurezza Videosorveglianza Interessate Italia Interessate Centro Interessate Provincia di Roma Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Rispetto alla media italiana l interesse verso i servizi è superiore o allineato, sotto la media invece l interesse per i servizi relativi alla Pubblica Amministrazione (egovernment). 15

16 INIBITORI ALL UTILIZZO DEI SERVIZI E DRIVER DI AUMENTO DELLA BANDA Prov.Roma/ Italia % imprese INIBITORI % 40% 34% 35% +3 65% Scarsità d'offerta Costo dei servizi Costo dei collegamenti Complessità Limitata conoscenza Non rispondenza alle esigenze Prov. Roma Centro Italia - 22% 16 Prov.Roma/ Italia +5 45% Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 DRIVER -4-37% 38% 39% +4 47% Aumento velocità Internet Miglioramento accesso sito Sviluppo interazione clienti Sviluppo interazione fornitori Sviluppo interazioni partner Utilizzo nuovi servizi % Prov. Roma Centro Italia Il maggiore freno all utilizzo dei servizi a banda larga risulta essere la non rispondenza del servizio alle esigenze aziendali. Il 57% delle imprese ritiene che l aumento della velocità di navigazione sia la principale motivazione all incremento di banda.

17 L ADOZIONE DELLA BANDA LARGA Previsione di adozione Motivo non adozione 5% 13% 4% 13% 7% 10% Prov.Roma/ Italia -1 % imprese 82% 83% 83% % imprese 33% 35% Italia Centro Provincia di Roma Imprese NB che adotteranno il BB nei prossimi 6 mesi Imprese NB che stanno valutando il BB Imprese NB che non adotteranno il BB Inutilità Mancanza copertura Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, % Costo Mancanza proposte Limitata conoscenza 0% 0% 4% Complessità Italia Centro Prov. Roma Le aziende a banda stretta che dimostrano una forte apertura verso la larga banda (che stanno valutando oppure hanno già deciso l adozione) sono il 17% del totale (il 20% se si esclude Roma). Le principali motivazioni alla non adozione dalla banda larga sono l inutilità del servizio e la mancanza di copertura. 17

18 IMPRESE - CONSIDERAZIONI DI SINTESI (1/2) La penetrazione dell ICT Le imprese della provincia di Roma mostrano dati di penetrazione della dotazione ICT inferiori alla media nazionale. La penetrazione della banda larga scende ulteriormente nel territorio fuori Roma. L utilizzo dei servizi Nell utilizzo dei servizi in rete, le imprese della provincia di Roma mostrano invece un generale più elevato utilizzo, e con livelli di interattività decisamente più elevati rispetto alle imprese italiane. Il ruolo della PA L egovernment appare come l applicazione più diffusa, per cui il ruolo della PA nell offerta di servizi può essere trainante. 18

19 IMPRESE - CONSIDERAZIONI DI SINTESI (2/2) L evoluzione verso la larga banda Lo sviluppo prospettico dei servizi in rete appare legato a funzionalità e semplicità, mentre permangono forti rigidità all utilizzo di soluzioni complesse (elearning, ASP, ecc.) o altre soluzioni con forti implicazioni organizzative. Il maggiore freno all utilizzo dei servizi a banda larga risulta essere la non rispondenza del servizio alle esigenze aziendali mentre la motivazione di crescita è ancora strettamente legata all aumento della velocità di navigazione. La percezione del rischio del digital divide è sensibile e il 35% delle imprese senza banda larga cita l assenza di copertura come il principale fattore inibitore. 19

20 LA DOTAZIONE DEI COMUNI Comuni (%) Prov. Roma Centro Italia WLAN 23% 27% 19% Intranet 36% 51% 45% Sito 68% 72% 68% Banda larga 74% 61% 47% Internet 100% 100% 98% Base: TOTALE Comuni Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 La penetrazione della banda larga in provincia di Roma risulta essere superiore alla media Centro e Italia. Dall'indagine risulta che il 46% dei comuni con Internet utilizza un collegamento in HDSL (e non in ADSL). L'unica altra zona d'italia ove è presente un così alto utilizzo delle soluzioni HDSL è il Nord Est. 20

21 Prov.Roma/ Italia L INNOVAZIONE INFORMATICA % 90% % comuni 28% 29% 17% 14% 18% 4% Anagrafica informatizzata Protocollo Informatico Gestione documentale Sistema Cartografico Firma digitale Gare on-line Archiviazione ottica documenti Carta d'identità elettronica Comuni Italia Comuni Centro Comuni Provincia di Roma Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Le innovazioni maggiormente diffuse nei comuni della provincia di Roma risultano essere il protocollo informatico (con 7 punti percentuali in più rispetto ai comuni del resto d Italia) e l anagrafe informatizzata. Il resto delle innovazioni sono ancora adottate in maniera marginale. 21

22 Prov.Roma/ Italia % SERVIZI OFFERTI ON LINE % comuni con sito 56% 62% 25% 17% 36% 6% 11% Download moduli Ricerca Atti Spazi segnalazioni Attivazione procedimenti Controllo procedimenti Forum Pagamenti Iscrizioni Comuni Italia Comuni Centro Comuni Provincia di Roma Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 Tra gli altri servizi disponibili tramite sito web il più diffuso è la possibilità di scaricare modulistica, seguito dalla presenza di spazi per la segnalazione di suggerimenti e/o reclami. I comuni della Provincia di Roma presentano valori sopra la media Italia per tutti i servizi e in particolare per i forum. 22

23 SERVIZI OFFERTI ON- LINE - Il livello di interattività % comuni con sito I siti web dei comuni della Provincia di Roma presentano un livello di interattività maggiore rispetto all Italia ed al Centro. In particolare i settori per i quali sono veicolati servizi on-line diversi dalle sole informazioni (ad esempio attivazione di procedure, pagamenti ) sono la cultura, i tributi e lo sportello unico per le imprese. 70% 67% 30% 33% 42% 58% Italia Centro Provincia di Roma Solo informazioni o download Servizi interattivi Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, % 11% 6% 6% Trasporti e mobilità Sociale Scuola ed Università Lavoro e Formazione 22% 26% 26% Cultura Tributi Sportello unico

24 VINCOLI ALL ADOZIONE DELLA BANDA LARGA Previsione di adozione Motivo non adozione % Comuni con banda stretta 10% 8% 82% 18% 2% 80% 20% 80% Italia Centro Provincia di Roma Comuni NB che adotteranno il BB nei prossimi 12 mesi Comuni NB che stanno valutando il BB Comuni NB che non adotteranno il BB Italia Centro Provincia di Roma Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 % Comuni Mancanza copertura +2 70% Inutilità % 0% +9 Costo Mancanza proposte 10% Prov.Roma/ Italia Il principale vincolo all adozione della banda larga è la mancanza di copertura del servizio nel territorio, nella Provincia di Roma, i comuni che stanno valutando l adozione della banda sono circa il 20%. 24

25 Prov.Roma/ Italia ESIGENZA DI COLLEGAMENTI PIÙ VELOCI % 36% 52% 19% 17% Servizi online forniti dal comune Collegamento con PAC Collegamento con PAL Collegamento con centri servizi esterni % Comuni Aumento velocità Internet Italia Lazio Provincia di Roma Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 La maggiore motivazione alla banda larga è rappresentata dall esigenza di collegamenti Internet più veloci. Per la Provincia di Roma una motivazione importante è anche rappresentata dai servizi on-line forniti dal Comune, per i quali mostra un interesse di 23 punti percentuali più alto rispetto all Italia 25

26 COMUNI - CONSIDERAZIONI DI SINTESI La penetrazione dell ICT I Comuni della provincia di Roma mostrano dati di penetrazione della dotazione ICT e delle principali applicazioni superiori alla media nazionale. La penetrazione della banda larga è alta, ma con tecnologie a costi molto elevati. I servizi offerti on-line I Comuni della provincia di Roma offrono molti servizi on-line e molto interattivi, più della media nazionale. Stimoli e vincoli Navigare in Internet più velocemente ed aumentare la banda del sito sono le principali esigenze di banda larga, mentre l assenza di copertura il maggior vincolo all adozione. 26

27 2. 2. INFRASTRUTTURE E SERVIZI A BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI DI ROMA 27

28 BACKBONE COPERTURA, COMPETIZIONE E CONFRONTO Prov. Roma Centro ITALIA Prov. Roma Centro ITALIA COPERTURA 2004 Km di fibra COMPETIZIONE 2004 Num. Operatori Var. 2004/2003 2% 2% 4% Var. 2004/ Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, CONFRONTO COPERTURA 2004 (km fibra ottica/km2 superficie) Densità fibra ottica Prov. Roma Prov. Milano Prov. Torino In provincia di Roma si registra un estensione di dorsale in fibra pari a circa Km (+2% rispetto al 2003); gli operatori attivi sono 10 senza variazioni tra il 2003 e il Nella provincia di Roma si registra un valore di densità (30 km/km2) di fibra circa pari alla metà rispetto a quello registrato nella provincia di Milano (69 km/km2) e in linea con il valore di Torino (27 km/km2) 28

29 MAN COPERTURA, COMPETIZIONE E CONFRONTO COPERTURA 2004 Km di fibra Var. 2004/2003 CONFRONTO COPERTURA 2004 (km fibra ottica/km 2 superficie) Densità fibra ottica Prov. Roma Centro ITALIA % 9% 8% Prov. Roma Centro COMPETIZIONE 2004 Numero Operatori Var. 2004/ Prov. di Roma Prov. di Milano Prov. di Torino ITALIA 33-1 Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 In provincia di Roma si registra un estensione di MAN pari a circa Km (14% rispetto al 2003); gli operatori attivi sono 11 (uno in più rispetto al 2003). Nella provincia di Roma si registra un valore di densità (99 km/km2) di fibra circa un terzo rispetto a quello registrato nella provincia di Milano (339 km/km2) ed il triplo del valore di Torino (34 km/km2) 29

30 SERVIZI: COPERTURA PER TIPOLOGIA DI ACCESSO COPERTURA aprile 2005 (% popolazione coperta) Apr 05/Dic % % 98% 94% HDSL ITALIA 88% 80% 69% ADSL 86% 60% 40% 20% 0% 9% FO ULL SHDSL ADSL HDSL SHDSL 75% ULL 26% FO 7% Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 La provincia di Roma fa registrare un valore di copertura ADSL pari al 97%, di molto superiore al dato nazionale (86%). 30

31 SERVIZI: COPERTURA ADSL PER DIMENSIONE DI COMUNE numero di comuni % 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% copertura popolazione ADSL > Fascie di popolazione numero comuni percentuale di popolazione coperta Fonte: Osservatorio Banda Larga Between, 2005 La quasi totalità dei comuni della provincia di Roma sono equi-distribuiti in una fascia di popolazione che va da 0 a abitanti. Il tasso di copertura cresce al crescere della dimensione dei comuni: sopra i abitanti la copertura è prossima al 100%. 31

32 3. 3. IL IL DIGITAL DIVIDE NELLA PROVINCIA DI DI ROMA 32

33 IL DIGITAL DIVIDE NELLA PROVINCIA DI ROMA Popolazione (%) Imprese (%) Popolazione (Migliaia) Imprese (Migliaia) Satellite 3% 2% 102 3,6 PROVINCIA DI ROMA ADSL Wholesale ULL 28% 69% 97% 21% 77% 98% PROVINCIA MENO ROMA Satellite ADSL Wholesale ULL 9% 82% 9% 91% 7% 83% 10% 93% ,5 49 Fonte: Osservatorio Banda Larga Between 2005 Se si esclude il comune di Roma la copertura della popolazione diminuisce del 60% relativamente alla disponibilità di ULL mentre il digital divide aumenta fino al 9% 33

34 DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEL DIGITAL DIVIDE Satellite ADSL Wholesale* ULL * Compresi i Comuni coperti parzialmente Fonte: Osservatorio Banda Larga Between 2005 Il digital divide evidenzia delle concentrazioni territoriali 34

35 IL DIGITAL DIVIDE DEI COMUNI Numero di Comuni Percentuale di Comuni Satellite 58 48% ADSL Wholesale* ULL % 4% 52 53% * Compresi i Comuni coperti parzialmente Fonte: Osservatorio Banda Larga Between 2005 il digital divide riguarda quasi la metà dei comuni 35

36 IL DIGITAL DIVIDE DI LUNGO E DI MEDIO PERIODO Considerando i servizi a banda larga attraverso tecnologia ADSL (la soluzione più diffusa con circa il 95% di tutti gli accessi) dal punto di vista tecnico l impossibilità di accedere a servizi di connettività a banda larga (digital divide) dipende da problematiche inerenti le centrali telefoniche: nel mancato collegamento ad alta velocità delle centrali (che abilità gli ulteriori interventi necessari su centrali e rete in rame). Senza interventi mirati questo vincolo non troverà risoluzione neanche nel lungo periodo ed in alcune centrali già collegate ad alta velocità, nella mancata installazione di apparati di centrale necessari all attivazione del servizio di connettività a banda larga (Digital Divide di Medio Periodo) 36

37 IL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE* IN PROVINCIA DI ROMA Il problema del medio periodo e del lungo periodo POPOLAZIONE (migliaia, % su totale) Digital Divide di Lungo Periodo Digital Divide di Medio Periodo ,8% COMUNI IN CUI SI TROVANO CENTRALI CON PROBLEMI INFRASTRUTTURALI CON CENTRALE NO FIBRA E NO DSLM 23 19% CON CENTRALE NO DSLM 41 34% 20 2,2% 0 DDLP DDMP * Assenza del collegamento veloce per la centrale e/o degli apparati di centrale (DSLM) Fonte: Between 2005, Osservatorio Banda Larga 37

38 PROVINCIA DI ROMA SIMULAZIONE DEGLI INVESTIMENTI PER COLMARE IL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE IPOTESI 1. IPOTESI 2. INTERVENTO SU INFRASTRUTTURE ESISTENTI (WIRED) COLLEGAMENTO DELLE CENTRALI* APPARATI DI CENTRALE** mln 1,5-2,5 mln Collegamento in fibra ottica (non considerati collegamenti radio) Inclusi apparati per centrali non collegate ad alta velocità. NUOVE INFRASTRUTTURE DI TIPO WIRELESS RETE DI ACCESSO WIRELESS* 2,5-5,0 mln Considerando tutta la popolazione dell area COLLEGAMENTO RETE DI ACCESSO 0,5-1,0 mln Considerando l uso di collegamenti in ponte radio In una situazione di normalità tali costi sarebbero sostenuti dagli operatori ma ciò non accade nelle aree marginali. Enti locali territoriali che sviluppano reti per il collegamento di proprie sedi Occorre identificare dei modelli per l intervento sul territorio Es. INFRATEL o Protocollo d intesa Lombardia - Operatori Intervento solo sulle aree marginali (collegamento delle centrali in digital divide di lungo periodo) L implementazione avviene spesso in partnercon i fornitori di tecnologia Es. Bandi regionali per la copertura wireless ship * Stime su parametri medi (distanza e costo scavo). ** I lavori di adeguamento del sito non sono compresi Occorre valutare il mix di interventi idoneo Fonte: Between, CNIPA 2005 per le stime su rete wireless 38 * Non sono considerati gli eventuali costi delle licenze

39 CONCLUSIONI Il divario territoriale La situazione della provincia di Roma, se nel suo complesso appare positivamente influenzata dalla presenza della metropoli, non deve far dimenticare che nel resto del territorio la situazione è meno positiva Il gap infrastrutturale Il digital divide infrastrutturale è meno grave che in altre aree del paese, ma appare concentrato territorialmente e riguarda circa la metà dei comuni. La domanda La domanda famiglie e imprese esprime un potenziale non ancora sfruttato, frenato da aspetti culturali (non alfabetizzazione), di carenza di offerta ( non serve, costa troppo, è complesso ), infrastrutturali (mancanza di copertura). La dinamicità della PAL (Comuni) può qualificare della domanda TLC nelle aree in digital divide. Il ruolo della PA nell offerta dei servizi La PA romana, in particolare quella locale, gioca già un ruolo positivo (offerta di molti servizi interattivi, l egovernment è la tipologia di servizi più usata dalle imprese, e di maggior interesse per le famiglie) e può continuare a giocarlo. 39

40 I TRE ASSI DI INTERVENTO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Esigenze di intervento per la provincia di Roma Stimolo dell offerta di servizi di egovernment locale CONTENUTI E SERVIZI Iniziativa per il superamento del digital divide infrastrutturale INFRASTRUTTURE 40 ALFABETIZZAZIONE E DOTAZIONE TECNOLOGICA UTENTE Esigenza di iniziative di alfabetizzazione delle famiglie e di stimolo della dotazione ICT delle imprese

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

Indagine sulla Banda larga nel segmento business in Italia. Indagine promossa da Federcomin e Assinform e realizzata con:

Indagine sulla Banda larga nel segmento business in Italia. Indagine promossa da Federcomin e Assinform e realizzata con: Indagine sulla Banda larga nel segmento business in Italia Indagine promossa da Federcomin e Assinform e realizzata con: IL MERCATO DELL OFFERTA 23 gennaio 2003 Slide 1 L estensione della fibra ottica

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Il Digital Divide nella micro e piccola impresa italiana. Milano, 20 Marzo 2007 1

Il Digital Divide nella micro e piccola impresa italiana. Milano, 20 Marzo 2007 1 Il Digital Divide nella micro e piccola impresa italiana Valeria Severini, Freedata S.r.l. Milano, 20 Marzo 2007 1 La Ricerca Obiettivo definire le caratteristiche del divario digitale in Italia nelle

Dettagli

La Liguria all interno del contesto nazionale

La Liguria all interno del contesto nazionale La Liguria all interno del contesto nazionale François de Brabant Between 24 Novembre 2009 La banda: tra l uovo e la gallina sistema paese infrastrutture servizi mercato 2 Il cruscotto regionale della

Dettagli

SOMMARIO. TITOLO TESI: e- GOVERNMENT E SOCIETA DELL INFORMAZIONE

SOMMARIO. TITOLO TESI: e- GOVERNMENT E SOCIETA DELL INFORMAZIONE SOMMARIO TITOLO TESI: e- GOVERNMENT E SOCIETA DELL INFORMAZIONE CAPITOLO PRIMO LE ORIGINI DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE 1. Introduzione 1.1 La definizione di società dell informazione 1.2 La Società

Dettagli

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita 1 Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita L Osservatorio semestrale della Società dell Informazione, realizzato da Federcomin, analizza semestralmente lo stato e le dinamiche

Dettagli

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Federcomin/MIT Osservatorio permanente della Società dell Informazione Sintesi a cura del Centro Studi Giugno 2005 Sommario 1. Il settore ICT in Italia...

Dettagli

Lepida@Unife: Rete e Servizi

Lepida@Unife: Rete e Servizi Direzione Generale Centrale Organizzazione, Personale,Sistemi Informativi e Telematica Lepida@Unife: Rete e Servizi Polo Scientifico e Tecnologico, Università di Ferrara 22 gennaio 2007 Regione Emilia-Romagna/

Dettagli

Roma, 20 dicembre 2010. Principali evidenze

Roma, 20 dicembre 2010. Principali evidenze Roma, 20 dicembre 2010 Principali evidenze Indice 2 Capitolo 1: Rapporto cittadino-pa: principali evidenze Capitolo 2: Sanità digitale: principali evidenze e Capitolo 3: Scuola e Università digitale: principali

Dettagli

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda Digitale Italiana Agostino Ragosa Forum PA 2013 Palazzo dei Congressi - Roma, 28 Maggio 2013 Il contesto L economia digitale italiana Ha registrato un

Dettagli

Infrastrutture a banda larga ed evoluzione della domanda di servizi innovativi nelle regioni italiane

Infrastrutture a banda larga ed evoluzione della domanda di servizi innovativi nelle regioni italiane 1 FORUM REGIONALE SULLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Infrastrutture a banda larga ed evoluzione della domanda di servizi innovativi nelle regioni italiane Cristoforo Morandini Ancona, 2 aprile 2004 2 APRILE

Dettagli

Osservatorio Italia Digitale 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER IL PAESE. Executive summary

Osservatorio Italia Digitale 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER IL PAESE. Executive summary Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l innovazione tecnologica Osservatorio Italia Digitale 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER IL PAESE Executive

Dettagli

LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA NEL PAESE

LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA NEL PAESE LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA NEL PAESE FORUM P.A. - 12 maggio 2005 François de Brabant BETWEEN 1 SUPERATA LA VETTA DEI 4,5 MILIONI DI ACCESSI IN ITALIA (Dic. 2004) Milioni accessi 5,0 4,5 4,0 3,5 3,0

Dettagli

Banda Ultra Larga Sardegna. Piero Berritta Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione

Banda Ultra Larga Sardegna. Piero Berritta Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione Banda Ultra Larga Sardegna Piero Berritta Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione D.G. Affari Generali e Società dell Informazione Servizio Infrastrutture Tecnologiche per

Dettagli

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Il Rapporto sull innovazione nelle regioni d Italia Ad oggi, citate, ma mai approfondite

Dettagli

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS Il Costo dell Impreparazione Informatica nella Pubblica Amministrazione Locale e le sfide dell Agenda Digitale Milano, 17 Maggio 2011 Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS La governance interregionale Le

Dettagli

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Il contesto Il 49% del Pil dell UE è frutto dei servizi innovativi

Dettagli

A SERVIZIO DEGLI ENTI LOCALI E DEL TERRITORIO PER IL CITTADINO

A SERVIZIO DEGLI ENTI LOCALI E DEL TERRITORIO PER IL CITTADINO LA LARGA BANDA TRA PRESENTE E FUTURO LA LARGA BANDA TRA PRESENTE E FUTURO Le nuove reti tecnologiche a servizio dell innovazione, dello sviluppo e del territorio Mercoledì 18 marzo 2009 SOCIETA INFORMATICA

Dettagli

INTERNET WIRELESS VELOCE

INTERNET WIRELESS VELOCE INTERNET WIRELESS VELOCE EOLO porta internet a banda ultra-larga ovunque, senza fili né contratto telefonico, anche dove gli altri non arrivano. Con EOLO navighi veloce, senza complicazioni e senza sorprese.

Dettagli

sistemapiemonte Mappa ragionata dei fabbisogni di banda nelle province piemontesi 2008 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Mappa ragionata dei fabbisogni di banda nelle province piemontesi 2008 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Mappa ragionata dei fabbisogni di banda nelle province piemontesi 2008 sistemapiemonte.it WI-PIE LINEA STRATEGICA 1- CONOSCERE IL TERRITORIO OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE MAPPA RAGIONATA

Dettagli

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro La banda larga tra presente e futuro Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della Banda Larga. Le iniziative nella provincia di Belluno Villa Patt di Sedico Belluno,18 marzo 2009 A cura di:

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione. 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano

Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione. 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano 1 Italia Digitale oggi: Le Famiglie La penetrazione della

Dettagli

Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia. Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013

Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia. Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013 Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013 IL PROGETTO BANDA LARGA 2 Il progetto di Banda Larga 95 M Investimento totale 41 M 918 Contributo pubblico (FESR)

Dettagli

APPALTI e CONCESSIONI

APPALTI e CONCESSIONI DOTAZIONE INFRASTRUTTURE: DATI UE E NAZIONALI L ISPO (Istituto per gli studi sulla Pubblica opinione) ha reso noti i dati di una ricerca comparata sulle infrastrutture, sia a livello comunitazio che nazionnale.

Dettagli

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA 1 IL QUADRATO DELLA RADIO Le nuove realtà del mondo ICMT: la rete, gli operatori e l l industria L' IMPIEGO DELLE TECNOLOGIE WIRELESS PER

Dettagli

La banda larga nelle regioni italiane

La banda larga nelle regioni italiane La banda larga nelle regioni italiane a cura di Osservatorio Banda Larga, Between Il Consiglio europeo ad ottobre 2003 1 ha sottolineato l importanza di un rapido sviluppo di reti europee dei trasporti,

Dettagli

Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio

Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio Alberto Calcagno Roma, 12 giugno 2013 Il mondo always on e la broadband equation

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Il Digital Divide nella micro e piccola impresa milanese

Il Digital Divide nella micro e piccola impresa milanese Progetto della Organizzato da Indagine realizzata da Il Digital Divide nella micro e piccola impresa milanese Milano, 22 gennaio 2008 1 La Ricerca >> Obiettivo: definire le caratteristiche del divario

Dettagli

Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale

Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale A. Pesaro 19 Giugno 2003 Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

La società dell informazione e della conoscenza in Toscana Rapporto 2014 SINTESI

La società dell informazione e della conoscenza in Toscana Rapporto 2014 SINTESI Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica La società dell informazione e della conoscenza in Toscana Rapporto 2014 SINTESI La società dell informazione e della

Dettagli

Agenda digitale europea

Agenda digitale europea Agenda digitale europea A cura di: Giancarlo Cervino Dottore Commercialista Politecnico di Torino - 25 novembre 2011 Comunicazione COM (2010) 245 definitivo/2 del 26 agosto 2010 Lo scopo generale dell

Dettagli

Laboratorio Ancitel S.p.A. dall identificazione in rete al coinvolgimento dei cittadini Roma,3 febbraio 2010

Laboratorio Ancitel S.p.A. dall identificazione in rete al coinvolgimento dei cittadini Roma,3 febbraio 2010 Laboratorio Ancitel S.p.A. dall identificazione in rete al coinvolgimento dei cittadini Roma,3 febbraio 2010 Le ICT nei Comuni: il Rapporto Ancitel 2009 Paolo Teti, Ancitel Spa Roma, 3 Febbraio 2010 Ancitel

Dettagli

Alessandro Musumeci. Consigliere del Ministro per le politiche di innovazione tecnologica. Roma, 9 maggio 2002 Forum della Pubblica Amministrazione

Alessandro Musumeci. Consigliere del Ministro per le politiche di innovazione tecnologica. Roma, 9 maggio 2002 Forum della Pubblica Amministrazione Alessandro Musumeci Consigliere del Ministro per le politiche di innovazione tecnologica Roma, 9 maggio 2002 Forum della Pubblica Amministrazione Agenda Alcuni dati di comparazione fra mondo della scuola

Dettagli

Infrastrutture per la banda larga

Infrastrutture per la banda larga Infrastrutture per la banda larga Pier Luca Montessoro Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine 2009 - DIEGM - Università di Udine 1 Servizi di rete Cos è la

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE

NUOVE TECNOLOGIE SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE NUOVE TECNOLOGIE SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE DIREZIONE ORGANIZZAZIONE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA Premessa Le azioni intraprese dalla

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010 OSSERVATORIO SULLA DIFFUSIONE DELLE RETI TELEMATICHE E DEI SERVIZI ON LINE IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES Roma, 20 aprile 2010

Dettagli

Progetto banda larga e ultra larga per le imprese del territorio di Ravenna

Progetto banda larga e ultra larga per le imprese del territorio di Ravenna 2014 Progetto banda larga e ultra larga per le imprese del territorio di Ravenna in collaborazione con Intervento del Segretario Generale della CCIAA di Ravenna Paola Morigi Ravenna 1 L impegno della CCIAA

Dettagli

Le Reti a larga banda, una grande opportunità per lo sviluppo cittadino. Esperienza del cablaggio cittadino a Reggio Calabria

Le Reti a larga banda, una grande opportunità per lo sviluppo cittadino. Esperienza del cablaggio cittadino a Reggio Calabria Le Reti a larga banda, una grande opportunità per lo sviluppo cittadino. Esperienza del cablaggio cittadino a Reggio Calabria Servizi innovativi ai cittadini con l utilizzo delle nuove infrastrutture telematiche.

Dettagli

Tecnologie e potenzialità della banda larga

Tecnologie e potenzialità della banda larga Tecnologie e potenzialità della banda larga Unione degli Industriali di Pordenone 1 febbraio 2010 Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine Pier Luca Montessoro

Dettagli

Audizione al Parlamento. ViceMinistro On. Paolo Romani

Audizione al Parlamento. ViceMinistro On. Paolo Romani Audizione al Parlamento ViceMinistro On. Paolo Romani 1 L Italia per la sua crescita economica, in tutti i settori, ha bisogno di un infrastruttura di rete elettronica a banda larga. Le misure di policy

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

Luca Zanetta Uniontraspor ti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria

Luca Zanetta Uniontraspor ti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Luca Zanetta Uniontraspor ti Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Reti a banda larga e ultralarga Le reti di telecomunicazione ad alta velocità sono un infrastruttura strategica

Dettagli

REGIONE SICILIANA - Dipartimento Bilancio e Tesoro Ragioneria Generale della Regione

REGIONE SICILIANA - Dipartimento Bilancio e Tesoro Ragioneria Generale della Regione Repubblica Italiana Regione Siciliana ASSESSORATO BILANCIO E FINANZE Dipartimento Bilancio e Tesoro- Ragioneria Generale della Regione Catania 18 Marzo 2008 REGIONE SICILIANA - Dipartimento Bilancio e

Dettagli

Wireless IP e Digital Divide

Wireless IP e Digital Divide Wireless IP e Digital Divide una promessa da mantenere Enrico Carlin I-Tec S.r.l. La Mappa del Digital Divide Definizione di Digital Divide Nella Società dell informazione, il divario, la disparità o la

Dettagli

Piemonte in focus. Piemonte in focus 06/2009

Piemonte in focus. Piemonte in focus 06/2009 OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE DINAMICHE DI PENETRAZIONE DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE: 1) LO STATO DELLA COPERTURA ED UN CONFRONTO CON L EUROPA Piemonte in focus Indice GIUGNO 2009 La situazione della

Dettagli

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Divisione Banca dei Territori Roma, 8-9 Aprile 2014 Intesa Sanpaolo, come tutti

Dettagli

Il Digital Divide nella micro e piccola impresa milanese

Il Digital Divide nella micro e piccola impresa milanese Il Digital Divide nella micro e piccola impresa milanese Milano, 4 luglio 2005 1 La Ricerca >> Obiettivo: definire le caratteristiche del divario digitale in Milano e provincia nelle piccole imprese (fino

Dettagli

sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE DINAMICHE DI PENETRAZIONE DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE: 1) LO STATO DELLA COPERTURA ED UN CONFRONTO CON

Dettagli

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Pres. Egidio Cadamuro Pag. 1 La mancata disponibilità di servizi di comunicazione in banda larga

Dettagli

Rapporto sull ICT nella Pubblica Amministrazione

Rapporto sull ICT nella Pubblica Amministrazione Rapporto sull ICT nella Pubblica Amministrazione 1. Introduzione 2. Quadro informativo nazionale sulle ICT nelle pubbliche amministrazioni 2.1 L ICT nella pubblica amministrazione centrale 2.2 L ICT nella

Dettagli

POSTER SESSION @ FORUM PA 2013

POSTER SESSION @ FORUM PA 2013 POSTER SESSION @ FORUM PA 2013 I punti di accesso pubblici P3@ Roma, 28 maggio 2013 Dott. Chiaranda Tranquillo Regione del Veneto Giunta Regionale Direzione Sistemi Informativi #poster #forumpa2013 Il

Dettagli

Focus sul Rapporto di Benchmarking sulla società dell informazione in Emilia-Romagna Edizione 2015

Focus sul Rapporto di Benchmarking sulla società dell informazione in Emilia-Romagna Edizione 2015 Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Focus sul Rapporto di Benchmarking sulla società dell informazione in Emilia-Romagna Edizione 2015 Bologna, 27 agosto

Dettagli

Misura 321 Azione 4 Reti tecnologiche di informazione e comunicazione (ICT)

Misura 321 Azione 4 Reti tecnologiche di informazione e comunicazione (ICT) Misura 321 Motivazioni dell intervento Nel panorama regionale esistono alcune aree, soprattutto quelle più marginali, dove la copertura di banda larga non è ancora presente, o in larga parte insufficiente

Dettagli

Analisi del Primo Rapporto ASSINFORM sull ICT nella Pubblica Amministrazione Locale in Italia:

Analisi del Primo Rapporto ASSINFORM sull ICT nella Pubblica Amministrazione Locale in Italia: Analisi del Primo Rapporto ASSINFORM sull ICT nella Pubblica Amministrazione Locale in Italia: Le Province all avanguardia nell innovazione tecnologica! Premesse Lunedì 15 Novembre è stato presentato a

Dettagli

L uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Anni 2003-2004

L uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Anni 2003-2004 9 giugno 2005 L uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Anni 2003-2004 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel.

Dettagli

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956)

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956) Allegato B BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956) In risposta all obiettivo dell UE di garantire a tutti i cittadini

Dettagli

Scuola Digitale Distretto scolastico 2.0

Scuola Digitale Distretto scolastico 2.0 N.1 Scuola Digitale Distretto scolastico 2.0 Potenza, 11th March 2015 Salvatore Panzanaro Regione Basilicata -Ufficio Società dell informazione N.2 L Agenda Digitale della Regione Basilicata superamento

Dettagli

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1 E-BUSINESS IN CIFRE 1. PREMESSA Valutare il grado di penetrazione dell e-business nelle Pmi significa analizzare qual è il ruolo che le tecnologie sono chiamate a svolgere all interno delle aziende: nelle

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi Concetti generali sull informatica aziendale Copyright 2011 Pearson Italia Prime definizioni Informatica Scienza che studia i principi di rappresentazione

Dettagli

2. Intervista confronto L IT e l ITC nel sistema paese: parlano i presidenti delle Regioni

2. Intervista confronto L IT e l ITC nel sistema paese: parlano i presidenti delle Regioni 2. Intervista confronto L IT e l ITC nel sistema paese: parlano i presidenti delle Regioni 2.2 Intervista al Presidente della Regione Toscana, On. Claudio Martini di Elisabetta Zuanelli* ESTRATTO: L innovazione

Dettagli

Gli interventi della Regione del Veneto per l accesso a reti e servizi a banda larga, con particolare riferimento alle aree montane

Gli interventi della Regione del Veneto per l accesso a reti e servizi a banda larga, con particolare riferimento alle aree montane Gli interventi della Regione del Veneto per l accesso a reti e servizi a banda larga, con particolare riferimento alle aree montane 1 Indice Il problema L individuazione delle aree d intervento Obiettivi

Dettagli

IL BUSINESS WIMAX: LE POSSIBILITA SECONDO NOKIA SIEMENS NETWORKS

IL BUSINESS WIMAX: LE POSSIBILITA SECONDO NOKIA SIEMENS NETWORKS IL BUSINESS WIMAX: LE POSSIBILITA SECONDO NOKIA SIEMENS NETWORKS Il business di WiMax si basa sull incontro tra una domanda variegata di servizi, sia destinati al consumatore che per le aziende, ed un

Dettagli

Si tratta di dati superiori alla media pari a 52,2% e 52,1%.

Si tratta di dati superiori alla media pari a 52,2% e 52,1%. L uso del personal computer e la connettività per imprenditori, lavoratori in proprio, liberi professionisti e dirigenti che utilizzano internet è elevata: rispettivamente 71,9% e 72,0% dei casi. Si tratta

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

Informazioni Statistiche

Informazioni Statistiche Informazioni Statistiche Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Aprile 2015 I CITTADINI TOSCANI E LE NUOVE TECNOLOGIE- ANNO 2014 In sintesi: Il 67% delle

Dettagli

Le Politiche di Sostegno al Cambiamento e all'innovazione per il Territorio Digitale. Gianluca Mazzini LepidaSpA

Le Politiche di Sostegno al Cambiamento e all'innovazione per il Territorio Digitale. Gianluca Mazzini LepidaSpA Le Politiche di Sostegno al Cambiamento e all'innovazione per il Territorio Digitale Gianluca Mazzini LepidaSpA Legge Regionale 11/2004 Information Communication Technology (ICT) Promuovere e diffondere

Dettagli

Rapporto Innovazione nell Italia delle Regioni 2012 LUCAI. Lucia Pasetti - Milano, 21 gennaio 2013

Rapporto Innovazione nell Italia delle Regioni 2012 LUCAI. Lucia Pasetti - Milano, 21 gennaio 2013 LUCAI 2012 Il CISIS CPSI Comitato Permanente Sistemi Informatici CPSS Comitato Permanente Sistemi Statistici CPSG Comitato Permanente Sistemi Geografici La cooperazione interregionale Il CISIS opera come

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLE RETI DI CONNESSIONE, DEI SERVIZI A BANDA LARGA E DEI SERVIZI ICT

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLE RETI DI CONNESSIONE, DEI SERVIZI A BANDA LARGA E DEI SERVIZI ICT PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BENTIVOGLIO E GO INTERNET S.P.A. PER LO SVILUPPO DELLE RETI DI CONNESSIONE, DEI SERVIZI A BANDA LARGA E DEI SERVIZI ICT Premessa Il Comune di BENTIVOGLIO, al fine di consentire

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA L Agenda Digitale Europea e l Emilia-Romagna Banda Larga

Dettagli

VoIP nelle PMI. Microsoft Corporation

VoIP nelle PMI. Microsoft Corporation VoIP nelle PMI Microsoft Corporation Obiettivi E stato implementato un questionario ad hoc al fine di rilevare: Profilo dell azienda Infrastrutture Hardware utilizzate in azienda Piattaforma telefonica

Dettagli

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente.

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. Il nome Lepida Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. La banda larga in Emilia-Romagna PIACENZA prima di Lepida (2003) PARMA FERRARA REGGIO EMILIA

Dettagli

Rete a Banda Ultra Larga della città di Cremona (e comuni limitrofi) AEMCOM

Rete a Banda Ultra Larga della città di Cremona (e comuni limitrofi) AEMCOM Rete a Banda Ultra Larga della città di Cremona (e comuni limitrofi) AEMCOM - 1 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO AEM Cremona e AEMCOM AEM di Cremona è una Società per Azioni posseduta interamente dal Comune

Dettagli

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE Giampio Bracchi Presidente Fondazione Politecnico di Milano Convegno ABI Internet e la Banca Roma,1 dicembre 2003 Economia della rete nel mondo, trasformazione e crescita:

Dettagli

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012 La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo Novembre 2012 Agenda Digitale Europea 2 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte

Dettagli

Anteprima del Rapporto 2014

Anteprima del Rapporto 2014 Anteprima del Rapporto 2014 Conferenza Stampa Elio Catania - Presidente di Assinform Giancarlo Capitani - Presidente NetConsulting Milano, 2 Aprile 2014 Milano, 2 Aprile 2014 0 Anteprima del Rapporto 2014

Dettagli

UNA SOLUZIONE COMPLETA

UNA SOLUZIONE COMPLETA P! investimento UNA SOLUZIONE COMPLETA La tua azienda spende soldi per l ICT o li investe sull ICT? Lo scopo dell informatica è farci lavorare meglio, in modo più produttivo e veloce, e questo è l obiettivo

Dettagli

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra soci effettivi e soci aggregati) 62 Sezioni Territoriali (presso le Unioni Provinciali di Confindustria) Oltre 1 milione

Dettagli

La Larga Banda della Pubblica Amministrazione. AlexCurti.it

La Larga Banda della Pubblica Amministrazione. AlexCurti.it AlexCurti.it problema Oggi internet rappresenta uno strumento imprescindibile per l'economia e lo sviluppo di un paese, ed è l'unico media attraverso il quale è ancora possibile fare e avere informazione

Dettagli

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici.

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici. Digital divide Una questione di competenze, costi o fiducia? Roma 10 maggio 2004 La PA on line 100 90 80 Roma 10 maggio 2004 La diffusione quantitativa dei siti dal 1996 ad oggi 95 L anno del raddoppio

Dettagli

Introduzione. Servizio programmazione, pianificazione strategica, controllo di gestione e statistica 3

Introduzione. Servizio programmazione, pianificazione strategica, controllo di gestione e statistica 3 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Presidenza della Regione Piazza Unità d'italia 1 34100 Trieste telefono: 040 3772228 e-mail: pianificazionestrategica@regione.fvg.it Dirigente: Gianluca Dominutti

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

Banda larga e ultra larga: presente e futuro per la comunicazione veloce delle imprese

Banda larga e ultra larga: presente e futuro per la comunicazione veloce delle imprese in collaborazione con 2012 Banda larga e ultra larga: presente e futuro per la comunicazione veloce delle imprese Cristoforo Morandini, Associated Partner Between Spa Ascoli Piceno 30 11 2012 30-11-2012

Dettagli

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Fabrizio Gianneschi Regione Autonoma della ardegna Alcuni dati Circa 1.700.000 abitanti 377 Comuni 83% sotto i 5.000 abitanti 30% ha una intranet

Dettagli

La Banda Larga nella Regione Puglia

La Banda Larga nella Regione Puglia La Banda Larga nella Regione Puglia (2005 2013) 60 Milioni di Euro per la Banda Larga in Puglia Tra il 2005 ed oggi la Regione Puglia, il MISE ed Infratel Italia hanno intrapreso numerose iniziative volte

Dettagli

Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati.

Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati. Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati. Marzo 2002 - Paolo Sensini 00 XX 1 Tipologie servizi (1) Servizi vetrina Esempio tipo Struttura Pregi e difetti Servizi

Dettagli

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione School of Management Politecnico di Milano 20 Giugno 2012 Agenda Task 1 Il monitoraggio della diffusione Le attività e gli obiettivi La metodologia

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

L EVOLUZIONE. Investimento strategico della Regione Piemonte per una rete telematica diffusa (Piemonteinrete)

L EVOLUZIONE. Investimento strategico della Regione Piemonte per una rete telematica diffusa (Piemonteinrete) L EVOLUZIONE 1996 1998 2001 Investimento strategico della Regione Piemonte per una rete telematica diffusa (Piemonteinrete) Convenzione Aipa Regione Piemonte: Piemonteinrete diventa Rete Unitaria della

Dettagli

IL VALORE DELLE PREDISPOSIZIONI NEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI

IL VALORE DELLE PREDISPOSIZIONI NEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI IL VALORE DELLE PREDISPOSIZIONI NEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI Relatore: dott. ing. Oscar Trevisan (membro CEI Confartigianato Imprese) NUOVE TECNOLOGIE IMPIANTISTICHE Home e Building automation Spesso, tale

Dettagli

Lunedì 4 marzo 2002. Amministratore Delegato E-Venture

Lunedì 4 marzo 2002. Amministratore Delegato E-Venture Seminario Lunedì 4 marzo 2002 Amedeo Levorato Amministratore Delegato E-Venture Embedded Internet Da Media a Mezzo Chi guarda le auto che passano? 1 Lo scenario macroeconomico L economia europea ha vissuto

Dettagli

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA Il Trentino Territorio d innovazione Mario Groff mario.groff@trentinonetwork.it L infrastrutturazione in larga banda ed in fibra ottica sono elementi abilitanti allo sviluppo imprenditoriale, dei servizi

Dettagli

UTILIZZO E LIVELLO DI SODDISFAZIONE VERSO I PRINCIIPALI STRUMENTI DI E-GOVERNEMENT TRA I CONSUMATORI ITALIANI.

UTILIZZO E LIVELLO DI SODDISFAZIONE VERSO I PRINCIIPALI STRUMENTI DI E-GOVERNEMENT TRA I CONSUMATORI ITALIANI. 29 marzo 2012 Anno 2011 USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE L Istat, in collaborazione con il Dipartimento per l innovazione tecnologica (Dit), ha svolto nel 2011 un indagine sull utilizzo

Dettagli

Le applicazioni e i disabili: Osservatori su tecnologie e applicazioni

Le applicazioni e i disabili: Osservatori su tecnologie e applicazioni www.osservatori.net Le applicazioni e i disabili: Osservatori su tecnologie e applicazioni Raffaello Balocco Milano, 1 Dicembre 2006 La School of Management del Politecnico di Milano La School of Management

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli