Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM"

Transcript

1 Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

2 INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la scuola I rapporti con le aziende Dentro EXPO MILANO 2015 Visibilità per le aziende Il web Premessa L esposizione universale Expo Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita rappresenta un opportunità impareggiabile per favorire la crescita culturale, sociale ed economica del Paese e promuoverne lo sviluppo. Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015, Expo ospiterà più di 140 Paesi partecipanti e oltre 20 milioni di visitatori. Expo Milano 2015 costituisce anche un importante occasione di crescita per le nuove generazioni che potranno essere sensibilizzate sui temi dell alimentazione, dell ambiente e dello sviluppo sostenibile. Per promuovere la partecipazione delle scuole il MIUR ha lanciato due bandi - La Scuola per Expo 2015 e Together in Expo Quest'ultimo bando, oltre al concorso si esplica attraverso il sito una piattaforma interattiva in italiano, inglese e francese che raccoglie e aggrega la community delle scuole caratterizzando il portale come il punto informativo per gli studenti e docenti. Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Il Protocollo Adotta una Scuola per l Expo 2015, siglato dal Presidente Squinzi e dal Ministro Giannini il , si inserisce in questo contesto. Esso intende mobilitare l intero sistema associativo di Confindustria e, attraverso questo, le imprese 2

3 associate per consentire alle scuole di organizzare la visita ad Expo Milano Contestualmente alle visite, il Protocollo si propone di evidenziare i possibili percorsi didattici proposti da Padiglione Italia per i giovani. Together in Expo 2015 alla quale è possibile registrarsi sino al 31 ottobre Il bando del concorso e le modalità di registrazione sono reperibili sul sito del MIUR dedicato al progetto 1) Tipologie di scuole Il Protocollo intende favorire la partecipazione a EXPO Milano 2015 delle scuole elementari, medie e superiori per far conoscere al mondo della scuola le soluzioni innovative nel campo della sostenibilità agroalimentare attraverso il contributo che scienza e tecnologia assicurano nel corso di tutta la filiera. 2) La procedura di selezione delle scuole Occorre individuare le scuole con trasparenza, valorizzando i rapporti che l Associazione e/o l Impresa intrattiene già con le scuole. In particolare l Associazione e/o l Impresa individuerà le scuole del territorio che possono partecipare all iniziativa sulla base della loro adesione ad almeno uno dei due bandi emanati dal MIUR ( La Scuola per Expo 2015, termini di iscrizione già scaduti e Together in Expo 2015, termine di iscrizione al concorso 30 marzo 2015) oppure attraverso la partecipazione alle Missioni, attività digitali proposte all'interno della community N.B. Gli elenchi delle scuole registrate saranno aggiornati settimanalmente dal MIUR e resi consultabili con la stessa regolarità sulla sezione riservata del sito Confindustria. 3) Le modalità per adottare la scuola L Associazione condividerà con le imprese l elenco degli istituti scolastici sopra menzionato lasciando alle stesse la scelta di coinvolgere le scuole di primo e/o secondo grado. Le scuole designeranno la rappresentanza di studenti che prenderà parte alla visita ad EXPO. Saranno particolarmente incoraggiate le adozioni di scuole del Sud da parte di imprese del Nord nell ottica di costruire ponti di dialogo e collaborazione. Le Associazioni si occuperanno di sensibilizzare scuole ed imprese favorendone il matching. La community Together in Expo potrà supportare le Associazioni e le scuole a individuare istituti esteri o di altre Regioni per realizzare il gemellaggio. Le adozioni delle scuole potranno avvenire sia da parte delle imprese che direttamente da parte delle Associazioni. I rapporti con le scuole saranno gestiti, per conto delle imprese, dalle Associazioni del Sistema Confindustria. 3

4 4) I rapporti con le aziende Sarà compito dell Associazione coinvolgere le proprie aziende associate interessate a sostenere l iniziativa. Le imprese saranno libere di aderire al progetto scegliendo il budget, la formula di spesa, sostegno economico e/o i servizi a loro più idonei. Per venire incontro alle esigenze spesso manifestate dalle imprese delle regioni meridionali, sarà possibile mettere insieme i contributi provenienti da più PMI. Le Associazioni possono stimolare l adozione di una stessa scuola da parte di più imprese congiuntamente, ad esempio da parte di rappresentanze associative (es. sezioni merceologiche, Gruppo Giovani etc.), singole aziende che decidono di collaborare all adozione di uno stesso istituto, reti di impresa e così via. Il contributo delle aziende non è da intendersi solo in forma economica ma anche nel supporto alla progettualità dell iniziativa. 5) Dentro EXPO Milano 2015 Le scuole che parteciperanno all'iniziativa "Adotta una scuola per l'expo 2015" durante la loro permanenza nel sito espositivo visiteranno la Mostra sull alimentazione industriale sostenibile realizzata da Confindustria all interno di Padiglione Italia. mostra si sviluppa su una superficie di circa 900 metri quadri nel cardo sud-est e vede la collaborazione delle Associazioni della filiera agroalimentare Federalimentare, Federchimica, Anima, La Assolombarda, Acimit, Anie, Assica, Assocomaplast, Federunacoma e Ucimu. Si ricorda che i temi oggetto di EXPO Milano 2015 sono legati alle sfide per un alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutti, quindi sicurezza alimentare, salute, benessere, sostenibilità ambientale, green economy, tecnologie di produzione, efficienza energetica, lotta agli sprechi, mercato equo e solidale, educazione alimentare, ecc.. 6) Visibilità per le aziende E importante che l Associazione garantisca la tracciabilità e l individuazione certa delle scuole e delle imprese che hanno preso parte all iniziativa in modo da sapere con esattezza gli effetti prodotti dal Protocollo Confindustria-MIUR Adotta una scuola per l Expo 2015, in termini di crescita della collaborazione tra scuola e impresa e del valore formativo del progetto. Le Associazioni comunicheranno in progress a Confindustria il nome delle aziende e scuole partecipanti e il numero degli studenti coinvolti dal progetto. Le imprese partecipanti riceveranno uno speciale bollino e verranno incluse nell albo delle Imprese amiche - Adotta una scuola per l Expo 2015 visibile sul sito di Confindustria e su quello del MIUR. Sarà uno strumento per far conoscere le imprese che hanno fornito il loro contributo alla realizzazione di questa opportunità formativa per molti studenti. 4

5 7) Le testimonianze di scuole e imprese Tutti gli studenti che parteciperanno al progetto durante e dopo la loro visita a Expo Milano 2015 potranno raccontare la propria testimonianza come singolo o come classe, partecipando alle Missioni e alle attività suggerite su E importante che il contributo sia accompagnato dall'indicazione della scuola di provenienza e dall'azienda che l ha adottata. Le testimonianze possono essere le più varie: fotografie, video, testi, disegni, opportunamente digitalizzati. 8) Tariffe e convenzioni speciali Il MIUR sta lavorando ad un pacchetto di tariffe convenzionate a favore delle scuole che potranno agevolare le imprese e le Associazioni che si faranno carico dei costi della visita. Numero Verde dall'italia: Skype: togetherinexpo ) Il web Si consiglia di consultare frequentemente il sito di Confindustria nella sezione dedicata Confindustria per EXPO nella quale sono pubblicate tutte le news inerenti la partecipazione di Confindustria all Esposizione Universale. N.B. Sono in corso di definizione accordi con Ferrovie dello Stato, Alitalia e alcune catene alberghiere per ottenere un regime agevolato. Tutte le informazioni relative a tariffe e listini prezzi convenzionati saranno resi disponibili online il primo possibile. 9) Il Contact Point Per i quesiti di diretta pertinenza delle scuole, il MIUR ha messo a disposizione il Contact point del progetto Together in Expo 2015 che fornirà tutte le informazioni necessarie attraverso un indirizzo mail e Skype dedicato e un numero verde: 5

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Acquisti sociali. Una guida alla considerazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici

Acquisti sociali. Una guida alla considerazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Acquisti sociali Una guida alla considerazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Questa pubblicazione è sostenuta nell ambito del programma comunitario per l occupazione e la solidarietà sociale

Dettagli

la buona scuola Sintesi linee guida

la buona scuola Sintesi linee guida la buona scuola Sintesi linee guida A cura del Gruppo PD VII Commissione della Camera dei deputati Settembre 2014 Indice La buona scuola in 12 punti...3 Introduzione...4 Capitolo 1 Assumere tutti i docenti...5

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

RAPPORTO DI SOSTENIBILITÀ EXPO MILANO 2015

RAPPORTO DI SOSTENIBILITÀ EXPO MILANO 2015 EXPO MILANO 2015 Siamo consapevoli che l organizzazione di una Esposizione Universale comporta interazioni con l ambiente, i territori, le comunità e le risorse ambientali e umane coinvolte. Siamo altrettanto

Dettagli

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3)

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere riconoscibile

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) Servizio Civile Nazionale Provincia di Foggia SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PROVINCIA DI FOGGIA Piazza XX Settembre

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

PER UN PUGNO DI SEMI

PER UN PUGNO DI SEMI GREEN CROSS ITALIA Tel. 06.36004300-06.45597291 SEGRETERIA PERMANENTE DEL CONCORSO Immagini per la Terra Sito web www.immaginiperlaterra.i 00192 Roma Via dei Gracchi, 187 e-mail concorso@immaginiperlaterra.it

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

IL PATTO PER EXPO 2015

IL PATTO PER EXPO 2015 PATTO PER EXPO 2015 IL PATTO PER EXPO 2015 [1] Introduzione: verso Expo Expo 2015 rappresenta un passaggio rilevante per Milano sia durante i sei mesi dell esposizione internazionale, sia nella fase successiva

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE LIBRO VERDE. Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE LIBRO VERDE. Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 18.7.2001 COM(2001) 366 definitivo LIBRO VERDE Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese (presentato dalla Commissione) INDICE

Dettagli

Con l'europa, il Lazio cambia e riparte 45 progetti per lo sviluppo, il lavoro e la coesione sociale

Con l'europa, il Lazio cambia e riparte 45 progetti per lo sviluppo, il lavoro e la coesione sociale Con l'europa, 45 progetti per lo sviluppo, il lavoro e la coesione sociale 1 2 INDICE INTRODUZIONE 6 PARTE A - Quadro unitario della programmazione delle risorse finanziarie per le politiche di sviluppo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

Linee Guida OCSE destinate alle Imprese Multinazionali. OECD Guidelines for Multinational Enterprises

Linee Guida OCSE destinate alle Imprese Multinazionali. OECD Guidelines for Multinational Enterprises Linee Guida OCSE destinate alle Imprese Multinazionali OECD Guidelines for Multinational Enterprises 2011 Linee Guida OCSE destinate alle Imprese Multinazionali 2011 La qualità della versione italiana

Dettagli

Alleanze formative tra scuole, imprese e istituzioni: best practice e prospettive future. Edizione maggio 2014. best practice e prospettive future

Alleanze formative tra scuole, imprese e istituzioni: best practice e prospettive future. Edizione maggio 2014. best practice e prospettive future Alleanze formative tra scuole, imprese e istituzioni: best practice e prospettive future Alleanze formative tra scuole, imprese e istituzioni: best practice e prospettive future www.istruzione.it www.istruzionepiemonte.it

Dettagli

Gioventù in Azione Guida al Programma

Gioventù in Azione Guida al Programma Gioventù in Azione Guida al Programma Valida dal 1 gennaio 2013 Sommario INTRODUZIONE... 1 SEZIONE A INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA GIOVENTÙ IN AZIONE... 3 1. Quali sono gli obiettivi, le priorità

Dettagli

Premessa: obiettivi del documento

Premessa: obiettivi del documento Proposte della Commissione consultiva permanente per una strategia nazionale di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali Premessa: obiettivi del documento Il presente documento

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Una Crescita Possibile

Una Crescita Possibile Accordo 2014/2015 Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria Una Crescita Possibile INTESA SANPAOLO S.p.A. in seguito denominata Intesa Sanpaolo o "Banca" con sede in Torino, Piazza San Carlo 156,

Dettagli

Il lavoro a Verona in tempo di crisi

Il lavoro a Verona in tempo di crisi Lavoro & Società COSP Verona - Comitato Provinciale per l Orientamento Scolastico e Professionale MAG Servizi Società Cooperativa Verona Innovazione Azienda Speciale C.C.I.A.A. VR Il lavoro a Verona in

Dettagli