ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI:"

Transcript

1 ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI: La cella solare è un spositivo per la trasformazione energia luminosa in energia elettrica. L applicazione più nota questi tipi spositivi sono i pannelli solari per la produzione domestica energia elettrica. Un altro esempio è costituito dai lampioni fotovoltaici, che si usano lungo le strade in zone non elettrificate. Tali spositivi si avvalgono delle proprietà un importantissimo semiconduttore intrinseco come il silicio monocristallino Altri semiconduttori, anche se meno efficaci del silicio, possono essere impiegati allo stesso scopo. Un semiconduttore intrinseco è un materiale struttura cristallina, che a temperatura ambiente si comporta come un isolante e pende molto dalla temperatura (l orne grandezza della resistenza un semiconduttore va da 10-2 a 10 9 ohm cm, intermea fra quella dei buoni conduttori 10-6 ohm cm- e quella degli isolanti - da10 14 a ohm cm - ). La caratteristica questo tipo sostanza è che, qualora sottoposta all azione una raazione elettromagnetica o ionizzante in generale, si comporta come un conduttore. Inserendo nella struttura cristallina un semiconduttore impurità particolari elementi (per esempio atomi boro nel cristallo silicio), si aumenta molto la sua conducibilità, e si avrà un semiconduttore non più intrinseco, ma drogato. Il semiconduttore che sarà impiegato in questa esperienza è l ossido rame Cu 2 O, che è possibile produrre sotto gli occhi degli studenti. Il spositivo attraverso il quale si avrà la trasformazione energetica (raante elettrica) è una cella elettrochimica. L'esperienza che ci proponiamo effettuare si occupa del principio fisico che determina il funzionamento una cella solare ed ha il vantaggio poter essere realizzata interamente dall'esecutore, senza doversi avvalere spositivi già tarati e funzionanti, il cui utilizzo non permetterebbe all'allievo addentrarsi sufficientemente nelle problematiche relative alla descrizione dei fenomeni fisici che costituiscono i fondamenti e la spiegazione del loro funzionamento. Essa è costituita da due elettro immersi in una soluzione elettrolitica. Uno dei due elettro è costituito da un film Cu 2 O (depositato su un substrato rame); il secondo elettrodo che ha la funzione chiudere il circuito elettrico è costituito da una lamina rame. Questa particolare cella solare produrrà una fferenza potenziale elettrico tale da generare un'intensità corrente che va da qualche µa a qualche centinaia µa. Ciò pende, tra gli altri fattori, dall intensità della luce e dalla superficie dell elettrodo semiconduttore esposta alla luce. La figura mostra un esempio cella ottenuta con gli elementi sopra menzionati. OCCORRENTE PER L'ESPERIENZA mezza bottiglia plastica contenente acqua e sale due elettro rame cui uno preparato con uno strato Cu 2 O un microamperometro cavetti collegamento tra elettro e microamperometro

2 PREPARAZIONE Ci serviremo due elettro costituiti da due lamine rame, una delle quali sarà riscaldata ad una temperatura almeno 500 C per creare uno strato ossido rameoso Cu 2 O. Per ottenere la giusta ossidazione è necessario fare uso un forno a piastra elettrica riscaldante, che raggiunga temperature elevate, oppure un fornello da campeggio, o in alternativa, una muffola, che può trovarsi forse in istituti tecnici. L'ossidazione del rame porta alla formazione sulla superficie della lamina non solo Cu 2 O, ma anche ossido rameico CuO che è un isolante, assoluta inutilità per il nostro lavoro. Tale ossido va rimosso molto delicatamente con le mani anche sotto l'acqua corrente, oppure con carta vetrata granulometria fine. La soluzione elettrolitica è essenzialmente costituita NaCl, il sale cucina, facilmente reperibile in drogheria. Gli elettro saranno collegati con i cavetti e si potranno misurare contemporaneamente la tensione (con un voltmetro) e l'intensità corrente con un microamperometro. In assenza adeguata illuminazione la corrente che passa nel circuito elettrico sarà molto bassa; in presenza versa illuminazione, a partire dall'ombra, e aumentandola ponendo la lampada a stanze verse dalla cella, si otterranno verse quantità corrente elettrica. Ecco uno schema del semplicissimo circuito cui si farà uso: V - +

3 COSA SI FA A SCUOLA: descrizione del funzionamento della cella ossidazione della lamina rame qualora la scuola sia provvista un forno adeguato preparazione del semplice spositivo misura delle tensioni e delle correnti tra gli elettro al variare : profontà immersione degli elettro, intensità della luce orientata sulla cella ricerca una eventuale relazione quantitativa fra corrente generata e grandezze variate COSA SI PUÒ FARE ALL'UNIVERSITÀ: Esame al microscopio elettronico a scansione: si può osservare la morfologia superficiale dello strato Cu 2 O e delle zone contenenti CuO. Verificare la composizione dello strato superficiale con una microanalisi chimica FUNZIONAMENTO DELLA CELLA SOLARE: La chiave del fenomeno è la funzione da semiconduttore del Cu 2 O. La struttura elettronica quest'ossido è tale che esiste un gap energetico (nel caso pari a 2.1eV 1 tra la banda valenza e quella conduzione. Tale separazione energetica viene comunemente superata da una percentuale minima elettroni per effetto termico. Tuttavia, il non utilizzo della separazione carica generata, fa si che gli elettroni successivamente tendano a ricombinarsi con le lacune formatesi inizialmente per effetto del loro passaggio in banda conduzione. Qualora l'ossido venga investito da una luce lunghezza d'onda corrispondente ad un'energia almeno 2.1 ev, il gap energetico potrà essere superato da una percentuale più elevata elettroni. Gli elettroni che giungono alla banda conduzione, se opportunamente convogliati da un campo elettrico, fornito dalla cella elettrolitica nella quale è presente l'altro elettrodo, generano una corrente notevolmente superiore a quella fondo, rendendo trascurabile il fenomeno della ricombinazione elettrone-lacuna. Nella cella solare dell'immagine l intensità corrente passa da 6 a 33 microampère alla luce del sole, mentre orientando opportunamente la lampada si può trovare una fferenza anche maggiore tra la corrente nell ombra e quella nella luce. 1 Introduzione alla fisica dello stato solido Charles Kittel, 1971 Bollati Boringhieri a pag. 315, in cui compare una tabella con i valori del gap energetico fra bande valenza e conduzione per versi semiconduttori a temperatura ambiente.

4 Dopo aver lavato gli elettro rame e averli passati con acetone si mettono a scaldare in due mo versi per osservare la versa formazione degli ossi. Contemporaneamente si prepara una soluzione NaCl in acqua ( rubinetto) e si monta il circuito prima mostrato. Dopo aver esposto la cella alla luce della lampada magari in due verse posizioni, si possono eseguire le seguenti misure: Misure da effettuare Tensione fondo fondo luce vicina Tensione luce vicina luce lontana Tensione luce lontana rame Cu2O fornello elettrico sul Cu2O sul fornello a gas Elettro con superficie mezzata Cu2O fornello elettrico sul Cu2O sul fornello a gas

Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande

Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande Obiettivi - Descrivere il comportamento quantistico di un elettrone in un cristallo unidimensionale - Spiegare l origine delle bande di

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

Studio dei LED organici e loro applicazioni per display

Studio dei LED organici e loro applicazioni per display Università degli Studi di Padova Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Tesi di laurea triennale in Ingegneria dell Informazione Studio dei LED organici

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti elettrici

Corrente elettrica e circuiti elettrici La corrente elettrica Come già detto nell'atomo i protoni hanno una carica elettrica di segno positivo e gli elettroni di segno negativo. Questi ultimi inoltre non sfuggono alle loro orbite ellittiche

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI DIPARTIMENTO DI FISICA MASTER DI 1 LIVELLO VERIFICA DI QUALITA IN RADIODIAGNOSTICA MEDICINA NUCLEARE E RADIOTERAPIA TESI

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA SINTERCRISTALLIZZAZIONE DI VETROCERAMICHE A BASE DI NEFELINA RAFFORZATE PER TEMPRA CHIMICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA SINTERCRISTALLIZZAZIONE DI VETROCERAMICHE A BASE DI NEFELINA RAFFORZATE PER TEMPRA CHIMICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA SETTORE MATERIALI TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA DEI MATERIALI SINTERCRISTALLIZZAZIONE DI VETROCERAMICHE A BASE

Dettagli

Isomax/Terra-Sol tecnologia per edifici

Isomax/Terra-Sol tecnologia per edifici Isomax/Terra-Sol tecnologia per edifici SOMMARIO Pagina 1. Introduzione 2 2. Utilizzo dell energia terrestre superficiale e sostenuta dal sole 2 per risparmiare energia in edifici 3. Indagine geotecnica

Dettagli

I PANNELLI SOLARI AUTOCOSTRUITI LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO

I PANNELLI SOLARI AUTOCOSTRUITI LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO ACQUA CALDA DAL S LE LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO MANUALE N 1 A cura dell Ing. Natale Sartori KOSMÒS scarl Versione 1 del 28 febbraio 2004 KOSMÒS scarl Via Feldi, 7 38030 Roverè della Luna (TN) Tel.

Dettagli

Concentratore solare parabolico ad inseguimento automatico

Concentratore solare parabolico ad inseguimento automatico Concentratore solare parabolico ad inseguimento automatico Lavoro di Maturità di Janina Kick, Chiara Knecht, Matteo Nicoli Sotto la supervisione del prof. N. Cretton Anno scolastico 2012-2013 Indice INDICE...

Dettagli

CAP.VII Conduzione e Scarica nei DIELETTRICI SOLIDI

CAP.VII Conduzione e Scarica nei DIELETTRICI SOLIDI CAP.II Conduzione e Scarica nei DIELETTRICI SOLIDI II.1 Introduzione Il comportamento di un materiale solido isolante, con riferimento alle sollecitazioni di tipo elettromagnetico, dipende da fattori ben

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

ELETTROTECNICA applicata ai servizi Antincendi

ELETTROTECNICA applicata ai servizi Antincendi ELETTROTECNICA applicata ai servizi Antincendi DIREZIONE CENTRALE PREVENZIONE e SICUREZZA TECNICA Dispense redatte dall Ing. M. D ADDATO Dirigente Superiore Area VI Stampato dal servizio Documentazione

Dettagli

Cristian Secchi Pag. 1

Cristian Secchi Pag. 1 Ingegneria e Tecnologie dei Sistemi di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccatronica SENSORI E TRASDUTTORI Tel. 0522 522235 e-mail: secchi.cristian@unimore.it Sensori e Trasduttori I dispositivi di misura

Dettagli

IL FENOMENO DELLA RISONANZA

IL FENOMENO DELLA RISONANZA IL FENOMENO DELLA RISONANZA Premessa Pur non essendo possibile effettuare una trattazione rigorosa alle scuole superiori ritengo possa essere didatticamente utile far scoprire agli studenti il fenomeno

Dettagli

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio Radioastronomia Come costruirsi un radiotelescopio Come posso costruire un radiotelescopio? Non esiste un unica risposta a tale domanda, molti sono i progetti che si possono fare in base al tipo di ricerca

Dettagli

LO SPETTRO. c ν. Sono da tener presente i seguenti parametri:

LO SPETTRO. c ν. Sono da tener presente i seguenti parametri: LO SPETTRO Se si fa passare un fascio luminoso prima attraverso una fenditura e poi attraverso un prisma si ottiene la scomposizione della luce nei colori semplici, cioè otteniamo lo spettro della luce.

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

O4 - LO SPETTRO OTTICO

O4 - LO SPETTRO OTTICO O4 - LO SPETTRO OTTICO Non parliamo di fantasmi, lenzuoli e catene. In fisica, uno spettro è una successione di radiazioni, della stessa natura, di lunghezza d onda compresa fra un minimo ed un massimo.

Dettagli

BENINATTO RICCARDO MICROSCOPIA OTTICA ED ELETTRONICA prof. POLIZZI STEFANO STCCR A.A. 2005/2006

BENINATTO RICCARDO MICROSCOPIA OTTICA ED ELETTRONICA prof. POLIZZI STEFANO STCCR A.A. 2005/2006 BENINATTO RICCARDO MICROSCOPIA OTTICA ED ELETTRONICA prof. POLIZZI STEFANO STCCR A.A. 2005/2006 INDICE INTRODUZIONE PAG. 3 L OTTICA GEOMETRICA PAG. 9 MICROSCOPIA OTTICA PAG. 16 DIFFRAZIONE DA UNA FENDITURA

Dettagli

Acciai speciali e al carbonio

Acciai speciali e al carbonio Acciai speciali e al carbonio Special and carbon steels Sonder- und Kohlenstoffstähle On CD-ROM Domenico Surpi INDICE INTRODUZIONE...5 NOZIONI DI BASE...6 Lavorazione a CALdo dell acciaio...8 Lavorazione

Dettagli

sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre

sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre Informazione tecnica 827600 Valido da marzo 2008 Salvo modifiche tecniche www.rehau.com Edilizia Automotive Industria INDICE Pag. 1......Campo di

Dettagli

Il radon in Italia: guida per il cittadino

Il radon in Italia: guida per il cittadino QUADERNI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DIPARTIMENTO DI MEDICINA DEL LAVORO Osservatorio Epidemiologico Nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di vita Il radon in Italia: guida per

Dettagli

Risparmiare energia ogni giorno

Risparmiare energia ogni giorno Risparmiare energia ogni giorno Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige Indice Prefazione pag. 1 1. Introduzione pag. 2 2. Gli elettrodomestici pag. 4 3. Il riscaldamento pag. 10 4. La mobilità pag. 14

Dettagli