INFORTUNIO SUL LAVORO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORTUNIO SUL LAVORO"

Transcript

1 INFORTUNIO SUL LAVORO CONCETTI GENERALI ED ESAME DI PARTICOLARI FATTISPECIE Dott. Uliano Battisti Sovrintendente Sanitario Regione Abruzzo 1

2 INFORTUNIO: ogni evento accidentale che, ripercuotendosi dall esterno in tempi assai brevi sull organismo, determina un danno al corpo o alla salute. INFORTUNIO SUL LAVORO (art. 2 T.U. 1124/1965 ): evento avvenuto per causa violenta, in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o una inabilità permanente, assoluta o parziale, ovvero una inabilità temporanea assoluta che comporti l astensione dal lavoro per più di tre giorni. 2

3 ELEMENTI DEFINITORI DELL INFORTUNIO a) Evento dannoso alla capacità lavorativa b) Causa violenta c) Occasione di lavoro 3

4 E l accidente lesivo EVENTO DANNOSO - involontario ( non deve essere voluto da chi lo subisce ) - abnorme ( che turba il normale svolgimento del lavoro ) - improvviso - imprevisto ( o imprevedibile ) - esteriore ( la causa, l avvenimento, l agente materiale è esteriore all organismo ) che interrompe lo svolgimento ordinario del lavoro 4

5 CAUSA VIOLENTA La causa del danno deve essere esterna, acuta, di forza efficiente, rapida e concentrata in breve spazio di tempo ( non superiore alla durata di un turno di lavoro ) e cronologicamente determinabile. Il concetto di causa violenta è ampio e comprensivo di cause di varia natura che non sono sempre facili da individuare ( es. colpo di calore, squilibrio psichico, sforzo ). 5

6 Può essere di natura: CAUSA VIOLENTA - Meccanica ( tagli, traumi schiacciamenti ) - Termica ( conduttore di calore, assideramento ) - Elettrica ( scosse, folgorazione ) - Elettromagnetica - Chimica - Fattori microbici e virali ( epatite da puntura d ago o contaminazione organica malattie infettive, carbonchio, tetano, brucellosi, leptospirosi, morva ecc ) - Fattori psichici ( rapina, minacce ecc ) 6

7 OCCASIONE DI LAVORO E un concetto più ampio rispetto a sul luogo di lavoro o durante il lavoro. L evento deve essere concretamente connesso al perseguimento delle finalità lavorative. Non solo la semplice correlazione topografica ( luogo di lavoro ) o temporale (orario di lavoro ) tra l evento dannoso ed il lavoro ma deve sussistere un RAPPORTO ETIOLOGICO ( per il lavoro ). 7

8 TIPI DI RISCHIO a) Rischio generico b) Rischio specifico c) Rischio generico aggravato d) Rischio elettivo 8

9 RISCHIO GENERICO Grava sull operaio come in ogni altra persona allo stesso modo. RISCHIO SPECIFICO Proprio dello svolgimento della prestazione lavorativa o inerente a un attività connessa con la prestazione lavorativa RISCHIO GENERICO AGGRAVATO Pur essendo generico, subisce un incremento qualitativo/quantitativo in dipendenza dell attività lavorativa RISCHIO ELETTIVO Determinato da una scelta arbitraria del lavoratore 9

10 INFORTUNIO INDENNIZZABILE Quando deriva da: a) Rischio specifico b) Rischio generico aggravato c) Comportamento anche colposo del lavoratore 10

11 INFORTUNIO NON INDENNIZZABILE Quando deriva da: a) Rischio generico b) Rischio elettivo c) Comportamento doloso del lavoratore 11

12 PRESUPPOSTI PER IL RICONOSCIMENTO DELL INFORTUNIO L arrivo di un certificato medico all INAIL non comporta automaticamente il riconoscimento dell infortunio. Dal punto di vista formale occorre: a) Certificato medico b) Denuncia del datore di lavoro ( correttamente compilati ed esaustivi ) 12

13 PRESUPPOSTI PER IL RICONOSCIMENTO DELL INFORTUNIO Da un punto di vista sostanziale occorre si tratti di: a) Soggetto tutelato b) Evento tutelato Inoltre occorre che sia ammesso il nesso causale ( medico - legalmente inteso ) tra evento denunciato e lesioni riportate. 13

14 NESSO CAUSALE Applicazione al caso concreto di una specifica criteriologia da lungo tempo collaudata dalla dottrina e dalla prassi Medico-Legale: a) Criterio cronologico b) Criterio topografico c) Criterio della efficienza lesiva d) Criterio di continuità fenomenologica e) Criterio di esclusione di altre cause 14

15 NESSO CAUSALE CAUSA: condizione necessaria e sufficiente nella produzione dell evento ( causa adeguata ). CONCAUSA: condizione necessaria ma non sufficiente alla produzione dell evento, estranea al comportamento dell agente, onde questo risulta diverso da quello che era attendibile. Può essere: preesistente, contemporanea, sopravvenuta. COINCIDENZA: circostanza di luogo o di tempo indifferente alla messa in azione della causa ed alla produzione dell evento. 15

16 Occorre la finalità di lavoro. EVENTO TUTELATO Esclusione della copertura assicurativa nel caso di litigi o alterchi per motivi futili o che comunque non rilevano le finalità di lavoro ( compagni che litigano per tifo calcistico ecc ) 16

17 PARERE DI REGOLARITA Esaustivo e puntuale solo in presenza di esaurienti elementi atti a delineare l evento lesivo, le cosi dette Cause e Circostanze quali si evincono: a) Dalla dichiarazione dell infortunato al Medico che ha effettuato le prime cure, riportata sui certificati. b) Dalla dichiarazione del Datore di Lavoro in denuncia di infortunio. c) Altri elementi ( verbali completi di Pronto Soccorso, cartelle cliniche, referti di Polizia, testimonianze ecc ) 17

18 PARERE DI REGOLARITA Importantissima è la attendibilità della descrizione dell evento, prevista in una specifica sezione della denuncia, dove il Datore di Lavoro deve dire se ritiene o meno che la descrizione dell evento riferita dal lavoratore risponda o no a verità, e dove è previsto apposito campo nel caso di risposta negativa. Anche inviando la denuncia entro i termini stabiliti dal T.U., il Medico INAIL può formulare una risposta interlocutoria, riservandosi eventualmente di comunicare gli esiti di indagine interna, acquisizione di testimonianze ecc 18

19 CONSEGUENZE PRATICHE NON RICONOSCIMENTO DELL INFORTUNIO: lavoratore intento alla sua occupazione abituale ( quindi in occasione di lavoro ), accusa una patologia ( lipotimie, perdite di coscienza imputabili a condizioni costituzionali o patologiche preesistenti, crisi ipoglicemiche in soggetti diabetici, infarto del miocardio, algie varie ecc ) in assenza di causa violenta come sopra delineata. Oppure comparsa di lombalgia in assenza di sforzo. Ciò comporta la definizione per non competenza e, se esiste stato di malattia e il soggetto è tutelato dall INPS, viene trasmesso per competenza a tale istituto ai sensi delle convenzioni stipulate tra i due Enti. 19

20 TERMINI DELLA DENUNCIA Al verificarsi di un infortunio: IL LAVORATORE deve dare subito notizia al proprio datore di lavoro di qualsiasi incidente, anche lieve, altrimenti perde il diritto all indennizzo per i giorni antecedenti. Il DATORE DI LAVORO deve denunciare all INAIL tutti gli infortuni con prognosi superiore a tre giorni, entro due giorni dalla data di ricevimento del certificato medico, indipendentemente da ogni sua valutazione. 20

21 PRESCRIZIONE Il diritto alle prestazioni INAIL si prescrive nel termine di tre anni e 150 giorni e decorre dal momento in cui il diritto può essere fatto valere ossia: Dal momento della manifestazione della malattia stessa, che si ritiene verificata quando la persona ha la consapevolezza circa l esistenza della malattia, della sua origine professionale ed il suo grado invalidante si sia consolidato in misura non inferiore al minimo indennizzabile, per conseguire la rendita per inabilità permanente o l indennizzo. 21

22 COSA VIENE INDENNIZZATO 1) INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA 2) INABILITA PERMANENTE 3) MORTE 22

23 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA Corrisponde alla prognosi indicata in un certificato di infortunio INAIL ( Primo certificato medico, continuativo, definitivo, riammissione in temporanea ). L ITA deve essere tale da comportare l astensione assoluta dal lavoro per più di tre giorni; nei casi di durata inferiore provvede il DL. L INAIL corrisponde l ITA a decorrere dal 4 giorno successivo all evento e fino a quando dura l inabilità assoluta che impedisca totalmente e di fatto all infortunato di attendere al lavoro. 23

24 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA A norma dell art. 71 T.U., il giorno in cui avviene l infortunio non è compreso tra quelli da computare per la determinazione della durata delle conseguenze dell infortunio stesso; dunque il computo inizia dal giorno successivo a quello dell infortunio. In pratica sotto il profilo Medico-Legale, il periodo di Inabilità Temporanea Assoluta corrisponde alla durata della malattia, della convalescenza e della eventuale riabilitazione funzionale. 24

25 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA Nel computo del periodo della temporanea assoluta è compresa una franchigia di tre giorni ( a carico del Datore di Lavoro ) e un eventuale successivo periodo di ITA a carico dell INAIL. 25

26 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA A) RECIDIVA B) RICADUTA 26

27 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA A) RECIDIVA: riprodursi di un evento patologico ( quindi nella stessa sede di lesione ) già verificatosi per altro evento infortunistico. Costituisce un fatto nuovo, causato da un momento etiologico nuovo, non necessariamente simile al precedente. In tale evenienza viene avvalorata l esistenza di una nuova causa violenta. In ambito infortunistico tale evento costituisce un nuovo infortunio. 27

28 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA Esempio di recidiva: soggetto dichiarato guarito dal Medico per una distorsione del ginocchio e che, in seguito ad urto dello stesso ginocchio riporta idrarto e deficit funzionale articolare. Se l urto avviene in ambito lavorativo è un nuovo infortunio. 28

29 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA B) RICADUTA: la riacutizzazione sintomatologica di menomazioni non legate ad una nuova causa violenta. Perché si parli di ricaduta è necessario che permangano nell individuo quelle condizioni ( anatomopatologiche, batteriche, tossiche ecc ) idonee a determinare una riacutizzazione dello stato inabilitante del soggetto e che si verifichi quindi la riaccensione di un processo patologico apparentemente guarito. Non ha franchigia ed è dovuta entro i termini di revisione. 29

30 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA Esempio di ricaduta: un soggetto dichiarato clinicamente guarito per una distorsione di ginocchio, alla ripresa del lavoro accusa ( senza un trauma contusivo-distorsivo ) la comparsa di idrarto e deficit funzionale articolare. 30

31 INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA La riammissione in temporanea si configura solo se siamo di fronte ad una riacutizzazione di un processo patologico ( ricaduta ) come sopra specificato, in assenza di una nuova causa violenta ( recidiva ). 31

32 INABILITA PERMANENTE EVENTI OCCORSI PRIMA DEL : gli eventi che abbiano provocato una diminuzione della capacità lavorativa superiore al 10% danno diritto ad una rendita. La rendita commisurata alla retribuzione ed alla gravità del danno, è soggetta a variazioni nel caso di peggioramento o miglioramento attuando la revisione attiva ( INAIL ) o la revisione passiva ( lavoratore ) 32

33 INABILITA PERMANENTE CAPITALIZZAZIONE DELLA RENDITA: se in sede di ultima revisione, risulta una grado di inabilità tra 11% e 15% l INAIL liquida il valore capitale della rendita. L ultima revisione si attua dopo 10 anni dalla data di costituzione per infortunio, oppure dopo 15 anni dalla data di costituzione, per la malattia professionale. 33

34 2) INABILITA PERMANENTE EVENTI OCCORSI SUCCESSIVAMENTE AL ( art. 13 DL 38/2000 ): a copertura del Danno Biologico ovvero dell integrità psico-fisica subita dal lavoratore, per gli infortuni e le MP denunciate dal è stato previsto un indennizzo. - In conto capitale se il D.B. è compreso tra 6% e 15%. - In rendita per danni superiori al 15% Nessun indennizzo per danni inferiori al 6% ( franchigia ) 34

35 2) INABILITA PERMANENTE DANNO BIOLOGICO: l indennizzo è a) Areddituale in quanto la menomazione produce lo stesso pregiudizio per tutti gli esseri umani. b) Crescente al crescere della gravità del danno c) Variabile in funzione dell età ( decresce al crescere dell età ) d) Variabile in funzione del sesso ( tiene conto della maggiore longevità femminile ). 35

36 REVISIONE RENDITA Con il D.L. 38/2000 in caso di aggravamento ( entro 10 anni dalla data di infortunio o entro 15 anni dalla MP ), si può chiedere la revisione una sola volta per i danni inferiori al 16%. Resta ammessa la possibilità di ulteriori domande di aggravamento per raggiungere il diritto alla rendita ( almeno il 16% ). Le revisioni per gli infortuni sono scadenzate per legge ed avvengono, nei primi 4 anni, ogni anno. Successivamente al 7 e infine al 10 anno. Per le MP, fino al 15 anno, possono avere cadenza annuale. Per silicosi, asbestosi, neoplasia, malattie infettive o parassitarie, malattie da raggi, non hanno scadenza. 36

37 REVISIONE RENDITA REVISIONE ATTIVA: ATTIVATA DALL INAIL REVISIONE PASSIVA: ATTIVATA DA PARTE DELL ASSICURATO ( vi possono accedere anche i non titolare di rendita ) 37

38 DISCIPLINA DELLE PREESISTENZE NON LAVORATIVE Le menomazioni preesistenti derivanti da fatti estranei al lavoro, assumono rilevanza solo se concorrenti ed aggravanti quelle di origine lavorativa. 38

39 DISCIPLINA DELLE PREESISTENZE LAVORATIVE a) PREESISTENZE INDENNIZZATE IN RENDITA: il grado del nuovo infortunio viene valutato senza tenere conto delle preesistenze ( il lavoratore continuerà a percepire anche la precedente rendita ). b) PREESISTENZE NON INDENNIZZATE IN RENDITA: le preesistenze assumono rilevanza solo se concorrenti ed aggravanti. 39

40 MORTE In caso di infortunio mortale o in caso di decesso di titolare di rendita causata dalla patologia per la quale la rendita viene erogata, i superstiti possono fare domanda all INAIL per ottenere la rendita di reversibilità. L Inail è comunque tenuto a comunicare ai superstiti del titolare di rendita di questa possibilità. Il termine per la richiesta, pena la decadenza, è di 90 giorni dalla ricezione della suddetta comunicazione. 40

41 ASSICURAZIONE INAIL A CHI SVOLGE LAVORO DOMESTICO ( Legge n 493 del ) Attuabile per chi ha un età compresa tra i 18 e i 65 anni. Svolge in via esclusiva e senza vincolo di subordinazione, lavoro domestico. Non ha altra attività per la quale sussista obbligo di iscrizione ad altro Ente o Cassa Previdenziale. Ha riportato un infortunio cui consegue una inabilità uguale o superiore al 27% per eventi accaduti dopo l Precedentemente a tale data superiore o uguale al 33%. Non è reversibile. 41

42 ASSICURAZIONE INAIL A CHI SVOLGE LAVORO DOMESTICO ( Legge n 493 del ) La valutazione dei postumi avviene secondo il regime di valutazione previsto dal T.U. 1124/65. Non è prevista la revisione per modifica delle condizioni fisiche. Estesa l assicurazione anche agli infortuni mortali. Invio del certificato medico a ITA stabilizzata. Prevista erogazione per assegno funerario. Non riconosciuta nessuna indennità per ITA e non vige il principio della automaticità delle prestazioni. 42

43 43

44 SPORTIVI PROFESSIONISTI L INAIL con il DL 38/2000, in attuazione della delega contenuta nella L. 144 del 1999, ha esteso la copertura assicurativa anche ad alcune categorie di lavoratori che prima erano escluse, quali i dipendenti appartenenti all area dirigenziale, i lavoratori parasubordinati e gli sportivi professionisti dipendenti. 44

45 SPORTIVI PROFESSIONISTI Sono sportivi professionisti dipendenti gli atleti, gli allenatori, i direttori tecnici-sportivi ed i preparatori atletici che svolgono attività a titolo oneroso con carattere di continuità a favore di società sportive operanti nell ambito delle discipline regolamentate dal CONI di tipo professionistico. 45

46 STUDENTI E INSEGNANTI Gli studenti sono assicurati esclusivamente: a) Nello svolgimento di esercitazioni tecnico-scientifiche. b) Esperienze di lavoro c) Esercitazioni pratiche Gli insegnanti sono assicurati: a) Se per lo svolgimento della loro attività fanno uso in modo non occasionale di macchine elettriche ( computer, fotocopiatrici ) b) Se sono adibiti ad esperienze tecnico-scientifiche, esercitazioni fisiche ed esercitazioni di lavoro 46

47 PARTICOLARI TIPOLOGIE DI INFORTUNIO A) INFORTUNIO IN ITINERE B) MALATTIA INFORTUNIO C) SFORZO INFORTUNIO 47

48 A) INFORTUNIO IN ITINERE E tutelato l infortunio occorso: a) Durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione al luogo di lavoro o tra due luoghi di lavoro. b) Durante il normale percorso di andata e ritorno da luogo di lavoro a quello di consumazione dei pasti nel caso in cui non sia presente la mensa aziendale. Non è tutelato l infortunio occorso: a) Evento causato da abuso di sostanze alcoliche, psicofarmaci e uso non terapeutico di stupefacenti. b) Interruzioni o deviazioni dal percorso non dipendenti dal lavoro, ossia non necessitate 48

49 INFORTUNIO IN ITINERE SITUAZIONI NECESSITATE a) Cause di forza maggiore b) Esigenze essenziali ed improrogabili c) Adempimenti di obblighi penalmente rilevanti 49

50 USO DEL MEZZO PRIVATO Copertura in caso di: INFORTUNIO IN ITINERE a) Mezzo usato unico a disposizione del lavoratore b) Percorso diretto o deviazioni necessitate c) Orario imposto dall organizzazione del lavoro da rispettare che costringe il lavoratore ad affrontare un rischio della strada più grave. d) A causa del tipo di percorso o del buio e) A causa delle avverse condizioni atmosferiche f) Utensili scomodi e ingombranti da trasportare 50

51 B) MALATTIA INFORTUNIO In ambito INAIL la causa virulenta è equiparata alla causa violenta per cui malattie infettive e parassitarie possono essere considerate Malattie Infortuni. CAUSA VIOLENTA = CAUSA VIRULENTA 51

52 C) SFORZO INFORTUNIO Atto lavorativo caratterizzato da un dispendio improvviso, imprevisto ed abnorme di energia muscolare. Vanno considerate le alterazioni preesistenti che possono concorrere alla definizione del nesso causale con criterio quantitativo e cronologico. 52

53 GRAZIE PER L ATTENZIONE 53

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Premessa: La Costituzione Italiana garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute sul luogo di lavoro. Lo Stato stabilisce l obbligo di assicurare

Dettagli

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro)

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) Cos è l INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) E l Istituto che in Italia gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. In Italia

Dettagli

L assicurazione contro gli infortuni in Italia

L assicurazione contro gli infortuni in Italia INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI L assicurazione contro gli infortuni in Italia L obbligo dell assicurazione contro gli infortuni sul lavoro nasce con la legge 80/1898 come forma di tutela per i rischi

Dettagli

INAIL ATTIVITA L INAIL

INAIL ATTIVITA L INAIL COSA E L INAIL? INAIL ATTIVITA L INAIL Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro è un ente pubblico non economico, erogatore di servizi a carattere nazionale, con personalità giuridica e autonomia

Dettagli

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA CAMPAGNA EUROPEA 2014 E LO STRESS LAVORO CORRELATO Lo stress

Dettagli

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL INAIL Direzione Regionale Lombardia Le prestazioni INAIL 1 LE PRESTAZIONI ASSICURATIVE A FRONTE DEL PAGAMENTO DEL PREMIO ASSICURATIVO QUANDO SI VERIFICA UN EVENTO INDENNIZZABILE L INAIL EROGA DUE TIPI

Dettagli

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI INPS 1) ASSICURAZIONE PER L INVALIDITA, LA VECCHIAIA E I SUPERSTITI 2) ASSICURAZIONE CONTRO LA TIBERCOLOSI 3) ASSICURAZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA 4) PROVVEDIMENTI PER LA TUTELA FISICA ED

Dettagli

L assicurazione INAIL si applica ai lavoratori dipendenti, agli autonomi, ai lavoratori italiani all estero e a chi svolge un lavoro in ambito

L assicurazione INAIL si applica ai lavoratori dipendenti, agli autonomi, ai lavoratori italiani all estero e a chi svolge un lavoro in ambito COS E L INAIL L INAIL assiste i lavoratori vittime di infortuni e malattie professionali ( Istituto Nazionale per l assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) Deve garantire l assistenza sanitaria

Dettagli

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 INCA PIEMONTE - 2010 1 L ASSICURAZIONE INAIL LA CAUSA VIOLENTA - L OCCASIONE DI LAVORO L INFORTUNIO IN ITINERE GLI OBBLIGHI DEL LAVORATORE

Dettagli

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 INAIL Aree di intervento Oggetto dell Assicurazione (infortunio sul lavoro, infortunio

Dettagli

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Nozione Si considera infortunio, ai fini della tutela assicurativa obbligatoria, ogni evento avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro,

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO (DA CUI SUCCESSIVAMENTE NASCE L INAIL) DPR 547/1955 NORME PER LA PREVENZIONE

Dettagli

CONVEGNO Università di Pavia

CONVEGNO Università di Pavia DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA CONVEGNO Università di Pavia 29 gennaio 2008 1 L Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro e le malattie professionali 2 L assicurazione contro gli infortuni - trova il

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E

INFORTUNIO SUL LAVORO E I CONCETTI DI INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE Centro per la Cultura della Prevenzione nei luoghi di lavoro e vita Convegno di studio e approfondimento: «Quando lo studente è un lavoratore.

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE

MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE MILANO BONCOMPAGNI Il mutato quadro normativo intervenuto in tempi

Dettagli

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Assicurazione Infortuni e Malattie Professionali PREVENZIONE e TUTELA ASSICURAZIONE INFORTUNI ASSICURARE I LAVORATORI CONTRO IL RISCHIO

Dettagli

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Ennio Savino Dirigente Medico INAIL Il medico di Medicina Generale rappresenta spesso il primo riferimento per il paziente vittima

Dettagli

Ruolo e compiti dell INAIL

Ruolo e compiti dell INAIL Ruolo e compiti dell INAIL Nuovo Polo Salute e Sicurezza NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.P.R. 1124/65 TESTO UNICO delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO Silvana Amico INAIL Treviso GESTIONE PER CONTO INSEGNANTI E ALUNNI Relazione 21 marzo 2007 INTRODUZIONE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

Dettagli

INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA

INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA PER GL ENT D PATRNAT 1 NABLTA TEMPRANEA ASSLUTA ASPETT D RLEVANZA AMMNSTRATVA: STRUTTRA E DCUMENTAZNE Relatore: Dott.ssa liva Caterina SANSNE DREZNE CENTRALE PRESTAZN NABLTA TEMPRANEA ASSLUTA 2 NABLTA

Dettagli

TUTELA SOCIALE. Lo STATO. garantisce a tutti i cittadini, in base agli articoli 32 e 38 della Costituzione, prestazioni di ordine

TUTELA SOCIALE. Lo STATO. garantisce a tutti i cittadini, in base agli articoli 32 e 38 della Costituzione, prestazioni di ordine TUTELA SOCIALE Lo STATO garantisce a tutti i cittadini, in base agli articoli 32 e 38 della Costituzione, prestazioni di ordine ASSISTENZIALE (assistenza sociale) PREVIDENZIALE (previdenza sociale) Gli

Dettagli

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino La tutela assicurativa Inail dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino 1 I.N.A.I.L. ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO persegue una pluralità

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015:

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: PROCEDURE, RETRIBUZIONE E PAGAMENTO dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, gennaio 2015 L infortunio sul lavoro INAIL 2015 è un incidente che avviene in occasione dell

Dettagli

Si occupa di una serie di prestazioni:

Si occupa di una serie di prestazioni: 1 Si occupa di una serie di prestazioni: 2 L INCA si occupa anche di un settore specifico 3 L INCA ha una struttura organizzata uffici amministrativi con personale competente servizio medico con consulenti

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 11 aprile

Dettagli

Attività svolta ai sensi dell'art.24 D.Lgs. 626

Attività svolta ai sensi dell'art.24 D.Lgs. 626 1 ECONOMICHE SANITARIE INTEGRATIVE Indennità per inabilità temporanea assoluta Rendita per inabilità permanente Assegno per assistenza personale continuativa Rendita di passaggio Rendita ai superstiti

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA

LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA Certificazioni con carattere di urgenza INAIL INPS MORTE (constatazione di decesso) Altri certificati (morso di animale, certificato di vaccinazione antitetanica)

Dettagli

INDICE. Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... PARTE PRIMA PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI

INDICE. Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... PARTE PRIMA PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI XV Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... IX PARTE PRIMA DEFINIZIONE, DATI STATISTICI, PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI 1. Infortunio, infortunio sul lavoro e infortunio in itinere....

Dettagli

COME COMPORTARSI IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO.

COME COMPORTARSI IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO. COME COMPORTARSI IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO. ECCO LE ISTRUZIONI: L INFORTUNIO SUL LAVORO Obbligo assicurativo I datori di lavoro sono obbligati ad assicurare contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

4. La tutela assicurativa INAIL

4. La tutela assicurativa INAIL 4. La tutela assicurativa INAIL L infortunio sul lavoro Che cos è l infortunio sul lavoro: l evento lesivo che produce danno al lavoratore la cui causa, sia violenta, cioè acuta, di forza efficiente e

Dettagli

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO Questa guida descrive le prestazioni INAIL dirette al lavoratore che subisce un infortunio o contrae una malattia a causa dell'attività lavorativa. Il

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA INAIL DI INFORTUNIO E DI MALATTIA PROFESSIONALE

CERTIFICAZIONE MEDICA INAIL DI INFORTUNIO E DI MALATTIA PROFESSIONALE F.LE.PAR. ASSOCIAZIONE AVVOCATI E PROFESSIONISTI TECNICI E SANITARI in collaborazione con Associazione DocGether, Giovani medici insieme Infortunio e malattia professionale: Certificazione medica Inail

Dettagli

Le parole chiave della sicurezza CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 1.3

Le parole chiave della sicurezza CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 1.3 Le parole chiave della sicurezza Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 1.3 SALUTE Stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un assenza

Dettagli

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Questo documento vuole essere un ausilio a tutti i lavoratori si trovassero nella necessità di denunciare un infortunio, una malattia professionale, un danno

Dettagli

Paolo Mascagni 21-06-14

Paolo Mascagni 21-06-14 Paolo Mascagni 21-06-14 EVENTI LESIVI DA CAUSA LAVORATIVA INFORTUNIO Evento avvenuto per causa violenta (concentrata nel tempo), in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente

Dettagli

Riepilogo Copertura Infortuni. Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica

Riepilogo Copertura Infortuni. Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica Riepilogo Copertura Infortuni Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica Indice INFORTUNI... 2 Oggetto della copertura... 3 Capitali assicurati... 3 Principali garanzie... 4 Principali esclusioni...

Dettagli

ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione

ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione Menomazione della capacità lavorativa o morte provocata da causa violenta in occasione dei lavori CAUSA VIOLENTA ELEMENTO DETERMINANTE IN

Dettagli

L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO

L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO Evoluzione normativa negli anni 1990/2001 Ampliamento dei soggetti assicurati Estensione del rischio assicurato Nuovo sistema di tutela del danno

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione degli infortuni

Istruzioni operative per la gestione degli infortuni Istruzioni operative per la gestione degli infortuni SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura si applica a tutti gli eventi definiti infortuni che si verificano a carico dei lavoratori dipendenti,

Dettagli

PERICOLO o FATTORE DI RISCHIO

PERICOLO o FATTORE DI RISCHIO Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Definizione parole-chiave MODULO B Unità didattica A3-1 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03 PERICOLO o FATTORE DI

Dettagli

Alcuni dati su Infortuni e Malattie Professionali denunciate nella regione Piemonte.

Alcuni dati su Infortuni e Malattie Professionali denunciate nella regione Piemonte. n. 6 A cura dell Inca Piemonte Settore Infortuni e M.P. marzo 2009 Un infortunio o una Malattia Professionale può determinare un danno permanente per il quale è possibile essere risarciti. Alcuni dati

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali a favore del Personale appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Aprile 2008 Regole in materia di coperture

Dettagli

IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo

IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo Maria GULLO INAIL Piemonte 17 ottobre 2013 IIS A. Volta Spalto Marengo 42 Alessandria

Dettagli

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Graziano Frigeri Medico Competente, Presidente Assoprev Il Sistema Assicurativo L'INAIL è l'ente assicuratore di diritto pubblico competente per l'assicurazione

Dettagli

La responsabilità civile

La responsabilità civile La responsabilità civile Responsabilità contrattuale (art. 1218 cc) Scaturisce da qualsiasi rapporto obbligatorio già precostituito. Il Medico generalista si obbliga ad eseguire una prestazione professionalmente

Dettagli

ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI E LE MALATTIE PROFESSIONALI DC PRESTAZIONI

ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI E LE MALATTIE PROFESSIONALI DC PRESTAZIONI PASSAGGI TRA LE AREE E ALL INTERNO DELLE AREE Materiale Didattico ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI E LE MALATTIE PROFESSIONALI PRESTAZIONI DC PRESTAZIONI SERVIZIO FORMAZIONE 2 Redattore Aggiornamenti

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 164 del 31 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Missione e trasferta: quando è infortunio in itinere? Gentile cliente, desideriamo informarla che l INAIL, con la

Dettagli

VADEMECUM IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO

VADEMECUM IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO VADEMECUM IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO. Per esempio: in caso di caduta specificare se il pavimento era sconnesso o bagnato, al fine di evitare il non riconoscimento dell infortunio per rischio generico

Dettagli

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Lezione n.2 LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali E' l'assicurazione sociale

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione degli infortuni

Istruzioni operative per la gestione degli infortuni Istruzioni operative per la gestione degli infortuni SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura si applica a tutti gli eventi definiti infortuni che si verificano a carico dei lavoratori dipendenti,

Dettagli

INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL. dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro

INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL. dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro L INAIL Ente pubblico non economico a carattere nazionale Con personalità giuridica e gestione

Dettagli

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in base al D.Lgs 81/08 riceve le informazioni e la documentazione

Dettagli

FUNZIONE SOCIALE E COMPITI ISTITUZIONALI DELL INAIL

FUNZIONE SOCIALE E COMPITI ISTITUZIONALI DELL INAIL FUNZIONE SOCIALE L INAIL gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali in maniera esclusiva. Con D.L. 31/5/2010 n.78 in via di conversione sono stati soppressi l Ipsema

Dettagli

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi L obbligo della denuncia infortunio e malattia professionale Il registro infortuni LA TUTELA ASSICURATIVA SUI LUOGHI DI LAVORO IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001 STUDIO CONSICUR dott. Luca

Dettagli

FATTI GIURIDICI UMANI: LECITI ILLECITI: A) PENALI B) CIVILI C) AMMINISTRATIVI

FATTI GIURIDICI UMANI: LECITI ILLECITI: A) PENALI B) CIVILI C) AMMINISTRATIVI Corso di MEDICINA LEGALE prof. MAURO BACCI NOZIONI GENERALI DI DIRITTO FATTO O FENOMENO GIURIDICO perdita, acquisto o modificazione di un diritto FATTO GIURIDICO NATURALE indipendente dalla volontà FATTO

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni 00143 Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 casellario@inail.it http://casellario.inail.it INAIL

Dettagli

RISCHIO nelle professioni sanitarie Definizioni

RISCHIO nelle professioni sanitarie Definizioni RISCHIO nelle professioni sanitarie Definizioni RISCHIO risco = scoglio (spagn.) periculum = pericolo discrimen = situazione pericolosa alea = esito incerto, repentaglio (lat.) azzardo, evento pericoloso,

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA

SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA Definizione e obiettivi Negli anni '80, nel corso di una riunione della Comunità Economica Europea, la sorveglianza sanitaria è stata definita come "la valutazione

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO. di Gesuele Bellini - Cultore di diritto del lavoro presso l Università dell Insubria. Lavoro & Previdenza

L INFORTUNIO SUL LAVORO. di Gesuele Bellini - Cultore di diritto del lavoro presso l Università dell Insubria. Lavoro & Previdenza 09) Bellini - 17-03-2010 18:47 Pagina 52 L INFORTUNIO SUL LAVORO di Gesuele Bellini - Cultore di diritto del lavoro presso l Università dell Insubria Quando un infortunio è qualificabile «infortunio sul

Dettagli

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del CONVENZIONE TRA L INAIL E L INPS PER L EROGAZIONE DELLA INDENNITA PER INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA DA INFORTUNIO SUL LAVORO, DA MALATTIA PROFESSIONALE E DA MALATTIA COMUNE NEI CASI DI DUBBIA COMPETENZA

Dettagli

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE CORSO 2010/2013 SEDE DI REGGIO EMILIA Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali Dr. Gianni Gilioli Medico Competente

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 DISCIPLINA DELL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI E NOZIONE DI SOGGETTO ASSICURATO

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 DISCIPLINA DELL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI E NOZIONE DI SOGGETTO ASSICURATO INDICE SOMMARIO Introduzione... Elenco delle principali abbreviazioni... XVII XIX Capitolo 1 DISCIPLINA DELL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI E NOZIONE DI SOGGETTO

Dettagli

LE MALATTIE PROFESSIONALI

LE MALATTIE PROFESSIONALI LE MALATTIE PROFESSIONALI Sono malattie professionali tutte quelle patologie causate o concausate dalla propria attività lavorativa per azione di agenti nocivi di natura fisica, biologica o chimica. Anche

Dettagli

aprile 2009 Con il Decreto Legislativo n. 38 articolo 12 del 2000, finalmente l infortunio in itinere viene riconosciuto per legge.

aprile 2009 Con il Decreto Legislativo n. 38 articolo 12 del 2000, finalmente l infortunio in itinere viene riconosciuto per legge. n. 7 A cura dell Inca Piemonte Settore Infortuni e M.P. aprile 2009 Che cos è - un inforunio in itinere Quando è - considerato tale Cosa fare - per il suo riconoscimento Nella normativa del Testo Unico

Dettagli

Corso di Aggiornamento Sulla Sicurezza per DIRIGENTI SCOLASTICI Individuati Datori di Lavoro

Corso di Aggiornamento Sulla Sicurezza per DIRIGENTI SCOLASTICI Individuati Datori di Lavoro Corso di Aggiornamento Sulla Sicurezza per DIRIGENTI SCOLASTICI Individuati Datori di Lavoro Potenza 18 febbraio 2008 Giuseppe Satriani- Sovrintendente Medico INAIL Regione Basilicata Normativa sull Assicurazione

Dettagli

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA. diretti da Roberto GAROFOLI

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA. diretti da Roberto GAROFOLI I MANUALI DEL PROFESSIONISTA diretti da Roberto GAROFOLI DANIELE IARUSSI Manuale di infortuni sul lavoro e malattie professionali Indice Premessa VII - I - GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Il documento che segue è diretto a orientare il medico nell assolvimento degli obblighi di legge ai quali deve

Dettagli

La malattia e l infortunio

La malattia e l infortunio La malattia e l infortunio Comunicazione all Azienda La malattia Lo stato di malattia, che è considerato dalla legge causa sopravvenuta di impossibilità parziale della prestazione, non determina la risoluzione

Dettagli

SALUTE. Stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un assenza di malattia o di infermità (OMS 1946 e D.Lgs.

SALUTE. Stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un assenza di malattia o di infermità (OMS 1946 e D.Lgs. Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Formazione generale degli insegnanti M2 FORMAZIONE DEI LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011 CONCETTI GENERALI

Dettagli

CERTIFICAZIONE I.N.A.I.L.

CERTIFICAZIONE I.N.A.I.L. CERTIFICAZIONE I.N.A.I.L. IL CERTIFICATO CONTINUATIVO DI INABILITA TEMPORANEA IL CERTIFICATO DI MALATTIA PROFESSIONALE Autore : Dr. Alessandro Ferrara -Dirigente Medico II livello I.N.A.I.L Catania INTRODUZIONE

Dettagli

ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE OBBLIGATORIA

ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE OBBLIGATORIA ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE OBBLIGATORIA 11 UN OBBLIGO O UN OPPORTUNITA? LINEE GUIDA PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE Vicenza, 13 giugno 2012 AGENDA DELL INCONTRO 22 NOVITA LEGISLATIVE IL NUOVO OBBLIGO DI

Dettagli

GESTIONE SANITARIA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI E DELL INFORTUNISTICA SUL LAVORO E ADEMPIMENTI OBBLIGATORI DI SICUREZZA SUL LAVORO

GESTIONE SANITARIA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI E DELL INFORTUNISTICA SUL LAVORO E ADEMPIMENTI OBBLIGATORI DI SICUREZZA SUL LAVORO Conforme per progettazione ed erogazione di eventi formativi in ambito socio-sanitario Organizzatore: J&B S.r.l. U. Indirizzo: VIA PIEMONTE 12 Città: 87036 RENDE Telefono: 0984/837852 Fax: 0984/830987

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

MANUALE OPERATIVO Gestione infortuni e rendite INAIL

MANUALE OPERATIVO Gestione infortuni e rendite INAIL MANUALE OPERATIVO Gestione infortuni e rendite INAIL REPLY S.p.A corso Francia, 110-10143 Torino tel. +39.011.7711594 - fax. +39.011.7495416 www.reply.it e-mail info@reply.it SOMMARIO1 Contenuti... 3 Collegamento

Dettagli

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale CALCOLO DELL INFORTUNIO di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale RIFERIMENTI NORMATIVI DPR 30 giugno 1965, n.1124 (c.d. Testo Unico / T.U.) L infortunio è l evento

Dettagli

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali a favore del Personale appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Emittente: Direzione Centrale Personale

Dettagli

Nel primo semestre 2004, tra le ditte collaboranti, sono stati rilevati 457 infortuni con prognosi superiore a 3 giorni

Nel primo semestre 2004, tra le ditte collaboranti, sono stati rilevati 457 infortuni con prognosi superiore a 3 giorni sul lavoro Nel primo semestre, tra le, sono stati rilevati 457 infortuni con prognosi superiore a 3 giorni L indice di frequenza infortunistica è pari a 16 infortuni ogni cento addetti, decisamente superiore

Dettagli

FG1 FORMAZIONE DEI. Formazione generale del personale scolastico. SiRVeSS. LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011

FG1 FORMAZIONE DEI. Formazione generale del personale scolastico. SiRVeSS. LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011 Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Formazione generale del personale scolastico FG1 FORMAZIONE DEI LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011 PREMESSA

Dettagli

Genesi e comportamenti

Genesi e comportamenti Genesi e comportamenti DANNO ISTANTANEO PROVOCATO DA CAUSA VIOLENTA IN OCCASIONE DI LAVORO (taglio, ferita, contusione...) L'Infortunio sul lavoro 2 2012 1 mortale 10 INV. PERMAN. 50 INFORTUNI 500 OCCASIONI

Dettagli

REVISIONE DELLE RENDITE E DEI CASI LIQUIDATI IN CAPITALE- RETTIFICA PER ERRORE RETTIFICA PER ERRORE

REVISIONE DELLE RENDITE E DEI CASI LIQUIDATI IN CAPITALE- RETTIFICA PER ERRORE RETTIFICA PER ERRORE PER GLI ENTI DI PATRONATO 1 REVISIONE DELLE RENDITE E DEI CASI LIQUIDATI IN CAPITALE- ASPETTI DI RILEVANZA MEDICO-LEGALE Relatore: Dott.ssa Angela GOGGIAMANI SOVRINTENDENZA MEDICA GENERALE Settore III

Dettagli

Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti

Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti 1 di 5 GLOSSARIO Accentramenti contributivi Addetti (INAIL) Agente materiale Codice di tariffa Inail Comparti Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti ESAW/3 Un'azienda, con più Unità produttive dislocate

Dettagli

Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati

Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati La Responsabiilliità Verso ii Prestatorii d Opera Studio Assicurativo Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati La copertura R.C.O. La Ratio della Garanzia RCO Non sempre è chiaro per

Dettagli

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 ECONOMICHE SANITARIE INTEGRATIVE Indennità per inabilità temporanea assoluta Rendita per inabilità permanente Assegno per assistenza personale

Dettagli

alle prestazioni Edizione 2010

alle prestazioni Edizione 2010 GUIDA alle prestazioni Edizione 2010 realizzato dall INAIL Direzione Centrale Comunicazione in collaborazione con Direzione Centrale Prestazioni Direzione Centrale Riabilitazione e Protesi Sovrintendenza

Dettagli

CERTIFICAZIONI DEL PRONTO SOCCORSO

CERTIFICAZIONI DEL PRONTO SOCCORSO LA CERTIFICAZIONE: costruire consapevolezza di ruolo insieme al giovane professionista che lavora sul territorio e in ospedale CERTIFICAZIONI DEL MEDICO OSPEDALIERO E DI PRONTO SOCCORSO Dott. Matteo d

Dettagli

Contratto di Infortuni

Contratto di Infortuni Contratto di Infortuni Edizione 2012 NOTA INFORMATIVA POLIZZA INFORTUNI ISCRITTI AL SI. R. BO (Sindacato Ragionieri Commercialisti di Bologna) appartenenti alle categorie commercialisti e praticanti. La

Dettagli

MALATTIA E LAVORO. La certificazione medica e le prestazioni INPS Dott.ssa V. LOMBARDO

MALATTIA E LAVORO. La certificazione medica e le prestazioni INPS Dott.ssa V. LOMBARDO MALATTIA E LAVORO La certificazione medica e le prestazioni INPS Dott.ssa V. LOMBARDO SICUREZZA SOCIALE Rappresenta forme di intervento pubblico dirette al benessere dei cittadini. ASSISTENZA SOCIALE PREVIDENZA

Dettagli

Il sistema di tutela sociale

Il sistema di tutela sociale Il sistema di tutela sociale IL SISTEMA DI TUTELA SOCIALE Il sistema di TUTELA SOCIALE si riferisce a quel complesso di servizi con cui lo Stato fornisce a tutti i cittadini prestazioni di ordine assistenziale

Dettagli

Infortuni sul lavoro: conceptual framework

Infortuni sul lavoro: conceptual framework Progetto Gli infortuni (mortali) sul lavoro: Efficacia degli interventi Seminario dell Altana Calenzano 5-6 Marzo 2007 Infortuni sul lavoro: conceptual framework Definizione di campo Progetto di ricerca

Dettagli

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE INAIL Direzione regionale Lombardia REGIONE LOMBARDIA Direzione Generale Sanità OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE A cura di Inail Direzione Regionale Lombardia e Regione

Dettagli

I TERMINI MEDICO LEGALI DI INIDONEITÀ, INVALIDITÀ E INABILITÀ

I TERMINI MEDICO LEGALI DI INIDONEITÀ, INVALIDITÀ E INABILITÀ I TERMINI MEDICO LEGALI DI INIDONEITÀ, INVALIDITÀ E INABILITÀ CONVEGNO HOTEL SAN FRANCESCO 22-23 FEBBRAIO 2014 I TERMINI MEDICO LEGALI DI INIDONEITÀ, INVALIDITÀ E INABILITÀ TERMINOLOGIA Idoneità: è il

Dettagli

LAVORATORI PARASUBORDINATI

LAVORATORI PARASUBORDINATI LAVORATORI PARASUBORDINATI 1.1 INDENNITÀ UNA TANTUM A FINE CONTRATTO Anche per il 2013 è stata prevista una indennità una tantum. Per quanti termineranno il contratto nel 2013, i requisiti per l accesso

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 )

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 ) EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 ) Epidemiologia degli Infortuni lavorativi nella Ulss 12 Veneziana

Dettagli

Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara

Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara Edizione Special e 2 Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara PRESENTAZIONE Del dott. Bruno Di Lascio Presidente dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della

Dettagli

della SICUREZZA e della SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO

della SICUREZZA e della SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO M. LEPORE della SICUREZZA e della SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO Manuale ad uso dei lavoratori Informazione dei lavoratori ai sensi dell art. 36 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i. della SICUREZZA DEFINIZIONI...5

Dettagli

Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI. Capo I Soggetti assicurati IL MINISTRO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LE ATTIVITÀ SPORTIVE.

Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI. Capo I Soggetti assicurati IL MINISTRO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LE ATTIVITÀ SPORTIVE. RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. IV, Fasc. 2, 2008 DECRETO 16 APRILE 2008, ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER GLI SPORTIVI Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per

Dettagli