DATI SUGLI INFORTUNI: TABELLE PER IL GRUPPO DI LAVORO B) (materiali di lavoro a cura di NuovaQuasco) Indice Tabelle

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DATI SUGLI INFORTUNI: TABELLE PER IL GRUPPO DI LAVORO B) (materiali di lavoro a cura di NuovaQuasco) Indice Tabelle"

Transcript

1 Filca Cisl Feneal UIl PROGRAMMA ANNUALE NUOVAQUASCO DELIBERA G.R. 2457/2008 PROGETTO C5 FLC: Assistenza Tecnica alla collaborazione tra Fillea-Cgil Filca-Cisl Feneal-Uil Emilia-Romagna e Amministrazione Regionale DATI SUGLI INFORTUNI: TABELLE PER IL GRUPPO DI LAVORO B) (materiali di lavoro a cura di NuovaQuasco) Indice Tabelle Tabella 1: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende, settore Costruzioni...4 Tabella 2: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per tipologia Inail delle aziende, settore costruzioni, anno 2008, E-R...4 Tabella 3: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende artigiane, settore Costruzioni...4 Tabella 4: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende non artigiane, settore Costruzioni...4 Tabella 5: Infortuni mortali denunciati, settore Costruzioni per anno...4 Tabella 6: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende artigiane, per settore Costruzioni e classe di addetti dell azienda, anno 2008, E-R...4 Tabella 7: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende artigiane, per settore Costruzioni e classe di addetti dell azienda, anno 2008, Italia...4 Tabella 8: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende non artigiane per settore costruzioni e classi di addetti dell azienda, anno 2008, E-R...5 Tabella 9: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende non artigiane per settore costruzioni e classi di addetti dell azienda, anno 2008, Italia...5 Tabella 10: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail ed anno di evento...5 Tabella 11: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e tipologia Inail delle aziende. Anno 2008, Italia...5 Tabella 12: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e tipologia Inail delle aziende. Anno 2008, E-R...6 Tabella 13: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende nel settore delle Costruzioni e classi di età. Anno Tabella 14: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e classe di età. Anno 2008, Italia...6 Tabella 15: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e classe di età. Anno 2008, E-R...7 Tabella 16: Frequenze relative d infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia...8 Tabella 17: Frequenze relative d infortunio in Italia per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, E-R...9 1

2 Tabella 18: Numeri indici e posizione nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio in Italia per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate Tabella 19: Numeri indici e posizione nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R...11 Tabella 20: Frequenze relative di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia12 Tabella 21: Frequenze relative di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, E-R.12 Tabella 22: Numeri indici e posizioni nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio in Italia per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate Tabella 23: Numeri indici e posizioni nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R...13 Tabella 24: Frequenze relative nelle aziende artigiane per settore di attività economica e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti). Regione E-R...14 Tabella 25: Frequenze relative nelle aziende artigiane in Italia, per settore di attività economica e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti)...15 Tabella 26: Frequenze relative nelle aziende artigiane, per codice di tariffa Inail e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti). Regione E-R...16 Tabella 27: Frequenze relative nelle aziende artigiane, per codice di tariffa Inail e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti). Italia...16 Tabella 28: Frequenze relative nelle aziende non artigiane in Italia per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio 2004/2006 (per mille addetti). Aziende monolocalizzate e plurilocalizzate, Italia...17 Tabella 29: Frequenze relative nelle aziende non artigiane in Italia per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio 2004/2006 (per mille addetti). Aziende monolocalizzate, Italia.18 Tabella 30: Frequenze relative nelle aziende non artigiane in Italia per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio 2004/2006 (per mille addetti). Aziende monolocalizzate, E-R..19 Tabella 31: Frequenze relative nelle aziende non artigiane per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per mille addetti). Aziende monolocalizzate e plurilocalizzate, Italia20 Tabella 32: Frequenze relative nelle aziende non artigiane monolocalizzate in Italia per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per mille addetti)...20 Tabella 33: Frequenze relative nelle aziende non artigiane monolocalizzate per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per mille addetti). Regione E-R...21 Tabella 34: Rapporti di gravità di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia...22 Tabella 35: Rapporti di gravità di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R...23 Tabella 36: Numeri indici e posizione nella graduatoria dei rapporti di gravità di infortunio in Italia per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate...24 Tabella 37: Numeri indici e posizione nella graduatoria dei rapporti di gravità di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R...25 Tabella 38: Rapporti di gravità di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia

3 Tabella 39: Rapporti di gravità di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E- R...26 Tabella 40: Numeri indici e posizione nella graduatoria dei rapporti di gravità di infortunio in Italia per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate...27 Tabella 41: Numeri indici e posizione nella graduatoria dei rapporti di gravità di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R...27 Tabella 42: Rapporti di gravità nelle aziende artigiane per settore di attività economica e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per addetto), Italia...28 Tabella 43: Rapporti di gravità nelle aziende artigiane per settore di attività economica e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per addetto), E-R...29 Tabella 44: Rapporti di gravità nelle aziende artigiane per codice di tariffa Inail e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per addetto), Italia...30 Tabella 45: Rapporti di gravità nelle aziende artigiane per codice di tariffa Inail e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per addetto), E-R...30 Tabella 46: Rapporti di gravità nelle aziende non artigiane per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio (per addetto). Aziende monolocalizzate e plurilocalizzate, Italia...31 Tabella 47: Rapporti di gravità nelle aziende non artigiane per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio (per addetto). Aziende monolocalizzate, Italia...32 Tabella 48: Rapporti di gravità nelle aziende non artigiane per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio (per addetto). Aziende monolocalizzate, E-R...33 Tabella 49: Rapporti di gravità nelle aziende non artigiane per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per addetto). Aziende monolocalizzate e plurilocalizzate, Italia...34 Tabella 50: Rapporti di gravità nelle aziende non artigiane per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per addetto). Aziende monolocalizzate, Italia...34 Tabella 51: Rapporti di gravità nelle aziende non artigiane monolocalizzate per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per addetto), E-R

4 Infortuni denunciati al Tabella 1: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende, settore Costruzioni E-R Italia Tabella 2: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per tipologia aziende, settore costruzioni, anno 2008, E-R Settori di Infortuni Denunciati dalle Aziende Attività Economica Artigiane Non artigiane Non determinate Tot 2008 F - costruzioni In complesso Tabella 3: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende artigiane, settore Costruzioni E-R Italia Tabella 4: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende non artigiane, settore Costruzioni E-R Italia Tabella 5: Infortuni mortali denunciati, settore Costruzioni per anno E-R Italia Tabella 6: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende artigiane, per settore Costruzioni e classe di addetti dell azienda, anno 2008, E-R Infortuni Riferiti a Lavoratori Settori di Attività Dipendenti per Classi di Addetti dell'azienda Economica Autonomi Oltre 30 Totale Totale F - costruzioni In complesso Tabella 7: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende artigiane, per settore Costruzioni e classe di addetti dell azienda, anno 2008, Italia Infortuni Riferiti a Lavoratori Settori di Attività Dipendenti per Classi di Addetti dell'azienda Economica Autonomi Oltre 30 Totale Totale F - costruzioni In complesso Dato ricostruito con il supporto dei Rapporti Annuali Regionali 2005, 2006, 2007 di Inail Emilia-Romagna. 4

5 Tabella 8: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende non artigiane per settore costruzioni e classi di addetti dell azienda, anno 2008, E-R Settore di Classi di Addetti delle Aziende attività economica Oltre 250 Totale F - costruzioni In complesso Tabella 9: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende non artigiane per settore costruzioni e classi di addetti dell azienda, anno 2008, Italia Settore di Classi di Addetti delle Aziende attività economica Oltre 250 Totale F - costruzioni In complesso Tabella 10: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail ed anno di evento Emilia-Romagna Italia Codici di Tariffa I.N.A.I.L costr. edili costr. idraul strade, ferrov linee, condut fond. speciali impianti costr., impianti in complesso Tabella 11: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e tipologia Inail delle aziende. Anno 2008, Italia Infortuni Denunciati dalle Aziende Codici di Tariffa I.N.A.I.L. Artigiane Non artigiane Non determinate In complesso 31 costr. edili costr. idraul strade, ferrov linee, condut fond. speciali impianti costr., impianti totale att. non det in complesso

6 Tabella 12: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e tipologia Inail delle aziende. Anno 2008, E-R Infortuni Denunciati dalle Aziende Codici di Tariffa I.N.A.I.L. Artigiane Non artigiane Non determinate In complesso 31 costr. edili costr. idraul strade, ferrov linee, condut fond. speciali impianti costr., impianti totale att. non det in complesso Tabella 13: infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende nel settore delle Costruzioni e classi di età. Anno 2008 Classi di Età Fino a Oltre 64 Non determinata Totale E-R - costruzioni E-R in complesso IT - costruzioni IT in complesso Tabella 14: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e classe di età. Anno 2008, Italia Codici di Classi di Età Tariffa I.N.A.I.L. Fino a Oltre 64 Non determinata Totale 31 costr. edili costr. idraul strade, ferrov linee, condut fond. speciali impianti costr., impianti totale att. non det in complesso

7 Tabella 15: Infortuni sul lavoro denunciati dalle aziende per codice di tariffa Inail e classe di età. Anno 2008, E-R Codici di Classi di Età Tariffa I.N.A.I.L. Fino a Oltre 64 Non determinata Totale 31 costr. edili costr. idraul strade, ferrov linee, condut fond. speciali impianti costr., impianti totale att. non det in complesso

8 Indicatori di rischio Frequenze relative Tabella 16: Frequenze relative d infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 26,81 2,10 0,07 28,98 B Pesca 23,16 2,30-25,46 C Estraz.Minerali 39,39 4,41 0,42 44,22 Da Ind. Alimentare 31,58 1,78 0,04 33,41 Db Ind. Tessile 15,92 0,80 0,02 16,73 Dc Ind. Conciaria 14,53 0,77 0,01 15,31 Dd Ind. Legno 47,58 4,11 0,09 51,78 De Ind. Carta 21,60 1,12 0,02 22,74 Df Ind. Petrolio 13,25 0,98 0,09 14,32 Dg Ind. Chimica 15,72 0,75 0,04 16,51 Dh Ind. Gomma 41,16 1,76 0,06 42,98 Di Ind.Trasformaz. 49,89 3,24 0,14 53,27 Dj Ind. Metalli 52,94 2,87 0,11 55,92 Dk Ind. Meccanica 35,13 1,45 0,04 36,62 Dl Ind. Elettrica 16,97 0,82 0,04 17,83 Dm Ind.Mezzi Tras. 40,47 1,39 0,02 41,88 Dn Altre Industrie 33,79 2,03 0,07 35,89 * D Tot.Ind.Manif. 33,59 1,77 0,06 35,42 E Elet. Gas Acqua 22,25 1,23 0,01 23,49 F Costruzioni 44,14 4,75 0,20 49,09 G50 Comm. Rip. Auto 26,12 1,81 0,07 28,00 G51 Comm. Ingrosso 16,78 1,09 0,05 17,93 G52 Comm. Dettaglio 21,34 1,07 0,02 22,43 * G Tot. Commercio 20,55 1,22 0,04 21,80 H Alberg. E Rist. 30,94 1,32 0,04 32,30 I Trasporti 36,22 2,95 0,19 39,35 J Interm. Finanz. 2,66 0,23 0,02 2,91 K Att.Immobiliari 14,78 0,86 0,04 15,68 L Pubblica Ammin. 16,52 0,90 0,02 17,44 M Istruzione 8,54 0,47.. 9,02 N Sanita' 23,34 0,81 0,02 24,17 O Serv. Pubblici 24,05 1,38 0,03 25,46 X Att. Non Deter. 41,57 1, ,68 - Totale 27,67 1,77 0,07 29,52 8

9 Tabella 17: Frequenze relative d infortunio in Italia per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, E-R Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 37,61 2,67 0,03 40,32 B Pesca 60, ,11 C Estraz.Minerali 42,73 3,51-46,24 Da Ind. Alimentare 44,12 2,17 0,05 46,34 Db Ind. Tessile 12,03 0,72 0,02 12,76 Dc Ind. Conciaria 21,01 0,59-21,60 Dd Ind. Legno 60,91 3,90 0,03 64,83 De Ind. Carta 26,06 1,15 0,08 27,28 Df Ind. Petrolio 20, ,54 Dg Ind. Chimica 18,91 0,99-19,90 Dh Ind. Gomma 55,32 2,32-57,64 Di Ind.Trasformaz. 59,16 2,04 0,04 61,24 Dj Ind. Metalli 60,76 2,81 0,05 63,62 Dk Ind. Meccanica 41,42 1,44 0,05 42,91 Dl Ind. Elettrica 22,78 0,97 0,06 23,82 Dm Ind.Mezzi Tras. 38,34 1,12-39,46 Dn Altre Industrie 40,91 1,86 0,02 42,79 * D Tot.Ind.Manif. 41,82 1,78 0,04 43,64 E Elet. Gas Acqua 27,98 1,08-29,06 F Costruzioni 54,78 4,67 0,20 59,65 G50 Comm. Rip. Auto 35,66 1,84 0,08 37,58 G51 Comm. Ingrosso 22,01 1,33 0,05 23,38 G52 Comm. Dettaglio 25,24 1,16 0,01 26,41 * G Tot. Commercio 26,02 1,37 0,04 27,43 H Alberg. E Rist. 47,15 1,77 0,05 48,97 I Trasporti 46,72 3,60 0,18 50,50 J Interm. Finanz. 3,75 0,37-4,13 K Att.Immobiliari 18,91 1,03 0,04 19,98 L Pubblica Ammin. 25,22 1,14-26,36 M Istruzione 14,99 0,33-15,32 N Sanita' 48,45 1,12 0,03 49,60 O Serv. Pubblici 24,21 1,19 0,02 25,42 X Att. Non Deter. 24,86 1,14-26,01 - Totale 36,56 1,93 0,06 38,54 9

10 Tabella 18: Numeri indici e posizione nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio in Italia per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 97 (14) 119 (8) 100 (8) 98 (14) B Pesca 84 (18) 130 (7) - 86 (16) C Estraz.Minerali 142 (8) 249 (2) 600 (1) 150 (5) Da Ind. Alimentare 114 (12) 101 (11) 57 (13) 113 (12) Db Ind. Tessile 58 (25) 45 (27) 29 (20) 57 (25) Dc Ind. Conciaria 53 (28) 44 (28) 14 (27) 52 (28) Dd Ind. Legno 172 (3) 232 (3) 129 (6) 175 (3) De Ind. Carta 78 (20) 63 (18) 29 (20) 77 (20) Df Ind. Petrolio 48 (29) 55 (22) 129 (6) 49 (29) Dg Ind. Chimica 57 (26) 42 (29) 57 (13) 56 (26) Dh Ind. Gomma 149 (6) 99 (12) 86 (11) 146 (6) Di Ind.Trasformaz. 180 (2) 183 (4) 200 (4) 181 (2) Dj Ind. Metalli 191 (1) 162 (6) 157 (5) 189 (1) Dk Ind. Meccanica 127 (10) 82 (13) 57 (13) 124 (10) Dl Ind. Elettrica 61 (22) 46 (25) 57 (13) 60 (23) Dm Ind.Mezzi Tras. 146 (7) 79 (14) 29 (20) 142 (8) Dn Altre Industrie 122 (11) 115 (9) 100 (8) 122 (11) E Elet. Gas Acqua 80 (19) 70 (17) 14 (27) 80 (19) F Costruzioni 160 (4) 268 (1) 286 (2) 166 (4) G50 Comm. Rip. Auto 94 (15) 102 (10) 100 (8) 95 (15) G51 Comm. Ingrosso 61 (23) 62 (20) 71 (12) 61 (22) G52 Comm. Dettaglio 77 (21) 61 (21) 29 (20) 76 (21) H Alberg. E Rist. 112 (13) 75 (16) 57 (13) 109 (13) I Trasporti 131 (9) 167 (5) 271 (3) 133 (9) J Interm. Finanz. 10 (31) 13 (31) 29 (20) 10 (31) K Att.Immobiliari 53 (27) 49 (24) 57 (13) 53 (27) L Pubblica Ammin. 60 (24) 51 (23) 29 (20) 59 (24) M Istruzione 31 (30) 27 (30).. 31 (30) N Sanita' 84 (17) 46 (26) 29 (20) 82 (18) O Serv. Pubblici 87 (16) 78 (15) 43 (19) 86 (16) X Att. Non Deter. 150 (5) 63 (19) (7) - Totale

11 Tabella 19: Numeri indici e posizione nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 103 (15) 138 (6) 50 (13) 105 (14) B Pesca 164 (3) (4) C Estraz.Minerali 117 (11) 182 (4) (11) Da Ind. Alimentare 121 (10) 112 (8) 83 (6) 120 (10) Db Ind. Tessile 33 (30) 37 (26) 33 (16) 33 (30) Dc Ind. Conciaria 58 (25) 31 (27) - 56 (25) Dd Ind. Legno 167 (1) 202 (2) 50 (13) 168 (1) De Ind. Carta 71 (18) 60 (17) 133 (3) 71 (18) Df Ind. Petrolio 56 (26) (26) Dg Ind. Chimica 52 (27) 51 (24) - 52 (28) Dh Ind. Gomma 151 (5) 120 (7) (6) Di Ind.Trasformaz. 162 (4) 106 (9) 67 (11) 159 (3) Dj Ind. Metalli 166 (2) 146 (5) 83 (6) 165 (2) Dk Ind. Meccanica 113 (12) 75 (13) 83 (6) 111 (12) Dl Ind. Elettrica 62 (23) 50 (25) 100 (5) 62 (23) Dm Ind.Mezzi Tras. 105 (14) 58 (20) (15) Dn Altre Industrie 112 (13) 96 (10) 33 (16) 111 (13) E Elet. Gas Acqua 77 (17) 56 (22) - 75 (17) F Costruzioni 150 (6) 242 (1) 333 (1) 155 (5) G50 Comm. Rip. Auto 98 (16) 95 (11) 133 (3) 98 (16) G51 Comm. Ingrosso 60 (24) 69 (14) 83 (6) 61 (24) G52 Comm. Dettaglio 69 (19) 60 (16) 17 (19) 69 (19) H Alberg. E Rist. 129 (8) 92 (12) 83 (6) 127 (9) I Trasporti 128 (9) 187 (3) 300 (2) 131 (7) J Interm. Finanz. 10 (31) 19 (28) - 11 (31) K Att.Immobiliari 52 (27) 53 (23) 67 (11) 52 (27) L Pubblica Ammin. 69 (19) 59 (18) - 68 (20) M Istruzione 41 (29) 17 (29) - 40 (29) N Sanita' 133 (7) 58 (20) 50 (13) 129 (8) O Serv. Pubblici 66 (22) 62 (15) 33 (16) 66 (22) X Att. Non Deter. 68 (21) 59 (18) - 68 (21) - Totale

12 Tabella 20: Frequenze relative di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia Tipo di conseguenza Codici di Tariffa Inabilità Inabilità I.N.A.I.L. temporanea permanente Morte Totale gg1 lav.agr.alim. 40,11 2,53 0,06 42,70 gg2 chim.carta,cuoi 34,17 1,56 0,04 35, ,02 5,36 0,19 52, ,07 5,94 0,54 63, ,54 4,80 0,30 54, ,50 5,77 0,35 62, ,79 8,12 0,75 92, ,95 3,30 0,11 46,36 gg3 costr.,impianti 46,48 4,75 0,19 51,42 gg4 energia, com. 31,52 1,73 0,05 33,31 gg5 legno, affini 48,45 3,67 0,07 52,19 gg6 metalli, macc. 44,30 2,10 0,06 46,45 gg7 min,rocce,vetro 58,05 3,83 0,18 62,06 gg8 tessile, conf. 17,12 0,86 0,01 17,99 gg9 trasporti,magaz 44,61 3,49 0,20 48,29 gg0 attivita' varie 17,38 0,94 0,04 18,36 - totale 27,66 1,77 0,07 29,51 Tabella 21: Frequenze relative di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per mille addetti). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, E-R Tipo di conseguenza Codici di Tariffa Inabilità Inabilità I.N.A.I.L. temporanea permanente Morte Totale gg1 lav.agr.alim. 56,04 2,78 0,05 58,87 gg2 chim.carta,cuoi 43,80 1,83 0,02 45, ,42 5,30 0,20 63, ,50 5,42 0,21 79, ,86 5,11 0,34 75, ,92 7,51 0,34 74, ,35 5,05-99, ,47 3,80 0,12 61,39 gg3 costr.,impianti 59,52 4,86 0,19 64,57 gg4 energia, com. 41,47 2,61-44,08 gg5 legno, affini 65,31 3,53 0,02 68,86 gg6 metalli, macc. 53,60 2,08 0,05 55,73 gg7 min,rocce,vetro 78,11 2,87 0,03 81,01 gg8 tessile, conf. 16,70 0,87 0,01 17,58 gg9 trasporti,magaz 55,03 4,11 0,23 59,37 gg0 attivita' varie 22,52 1,08 0,03 23,63 - totale 36,55 1,92 0,06 38,53 12

13 Tabella 22: Numeri indici e posizioni nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio in Italia per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Tipo di conseguenza Codici di Tariffa Inabilità Inabilità I.N.A.I.L. temporanea permanente Morte Totale 3100 Costr. Edili 170 (16) 303 (7) 271 (8) 178 (15) 3200 Costr. Idraul. 206 (10) 336 (3) 771 (1) 215 (9) 3300 Strade,Ferrov. 179 (14) 271 (8) 429 (4) 185 (13) 3400 Linee, Condut. 204 (11) 326 (5) 500 (3) 212 (10) 3500 Fond. Speciali 303 (4) 459 (1) 71 (22) 314 (2) 3600 Impianti 155 (18) 186 (13) 157 (12) 157 (19) Gg1 Lav.Agr.Alim. 145 (6) 143 (5) 86 (5) 145 (6) Gg2 Chim.Carta,Cuoi 124 (7) 88 (8) 57 (8) 121 (7) Gg3 Costr.,Impianti 168 (3) 268 (1) 271 (2) 174 (3) Gg4 Energia, Com. 114 (8) 98 (7) 71 (7) 113 (8) Gg5 Legno, Affini 175 (2) 207 (3) 100 (4) 177 (2) Gg6 Metalli, Macc. 160 (5) 119 (6) 86 (5) 157 (5) Gg7 Min,Rocce,Vetro 210 (1) 216 (2) 257 (3) 210 (1) Gg8 Tessile, Conf. 62 (10) 49 (10) 14 (10) 61 (10) Gg9 Trasporti,Magaz 161 (4) 197 (4) 286 (1) 164 (4) Gg0 Attivita' Varie 63 (9) 53 (9) 57 (8) 62 (9) - Totale Tabella 23: Numeri indici e posizioni nella graduatoria delle frequenze relative di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R Tipo di conseguenza Codici di Tariffa Inabilità Inabilità I.N.A.I.L. temporanea permanente Morte Totale 3100 Costr. Edili 160 (15) 276 (4) 333 (5) 166 (15) 3200 Costr. Idraul. 201 (10) 282 (3) 350 (4) 205 (9) 3300 Strade,Ferrov. 191 (11) 266 (6) 567 (1) 196 (11) 3400 Linee, Condut. 183 (12) 391 (2) 567 (1) 194 (12) 3500 Fond. Speciali 258 (4) 263 (7) (5) 3600 Impianti 157 (16) 198 (13) 200 (8) 159 (16) Gg1 Lav.Agr.Alim. 153 (4) 145 (5) 83 (3) 153 (5) Gg2 Chim.Carta,Cuoi 120 (7) 95 (8) 33 (7) 119 (7) Gg3 Costr.,Impianti 163 (3) 253 (1) 317 (2) 168 (3) Gg4 Energia, Com. 114 (8) 136 (6) (8) Gg5 Legno, Affini 179 (2) 184 (3) 33 (7) 179 (2) Gg6 Metalli, Macc. 147 (6) 108 (7) 83 (3) 145 (6) Gg7 Min,Rocce,Vetro 214 (1) 150 (4) 50 (5) 210 (1) Gg8 Tessile, Conf. 46 (10) 45 (10) 17 (9) 46 (10) Gg9 Trasporti,Magaz 151 (5) 214 (2) 383 (1) 154 (4) Gg0 Attivita' Varie 62 (9) 56 (9) 50 (5) 61 (9) - Totale

14 Tabella 24: Frequenze relative nelle aziende artigiane per settore di attività economica e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti). Regione E-R Lavoratori Dipendenti per classe di ampiezza delle aziende Settori di Attività Economica AUTONOMI OLTRE 30 TOTALE TOTALE A Agrindustria 72,99 150, ,15 82,18 B Pesca C Estraz.Minerali 38,47 41, ,67 40,00 Da Ind. Alimentare 23,89 50,38 52,82-50,47 32,73 Db Ind. Tessile 13,66 13,55 14,40-13,51 13,59 Dc Ind. Conciaria 17,56 19,66 28,64-21,26 19,58 Dd Ind. Legno 60,03 100,69 90,23-100,26 74,07 De Ind. Carta 14,92 33,22 43,83-34,12 24,32 Df Ind. Petrolio Dg Ind. Chimica 12,03 33,34 70,42-35,81 23,81 Dh Ind. Gomma 19,65 64,12 58,90-63,80 44,03 Di Ind.Trasformaz. 43,91 126,64 90,09-124,26 79,05 Dj Ind. Metalli 39,31 86,83 76,66-86,33 63,27 Dk Ind. Meccanica 40,23 86,15 58,91-84,73 60,65 Dl Ind. Elettrica 16,47 30,67 33,97-30,75 21,46 Dm Ind.Mezzi Tras. 40,70 93,46 134,57-97,11 70,70 Dn Altre Industrie 34,16 61,65 59,75-61,53 44,72 * D Tot.Ind.Manif. 30,47 64,83 56,05-64,27 45,32 E Elet. Gas Acqua F Costruzioni 45,67 106,37 87,25 178,45 106,14 58,75 G50 Comm. Rip. Auto 40,79 70,16 56,81-69,74 48,61 G51 Comm. Ingrosso 39,43 75, ,16 49,44 G52 Comm. Dettaglio 26,76 47, ,98 29,44 * G Tot. Commercio 36,45 67,23 48,91-66,70 43,53 H Alberg. E Rist. 18,52 52, ,45 21,98 I Trasporti 48,35 82,25 60,78-81,29 56,09 J Interm. Finanz K Att.Immobiliari 21,95 50,54 38,31-49,98 29,34 L Pubblica Amministrazione M Istruzione N Sanità O Serv. Pubblici 13,56 20,32 15,05-20,21 14,59 X Att. Non Deter Totale 36,47 73,94 57,97 84,32 73,26 47,51 14

15 Tabella 25: Frequenze relative nelle aziende artigiane in Italia, per settore di attività economica e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti) Lavoratori Dipendenti per classe di ampiezza delle aziende Settori di Attività Economica AUTONOMI OLTRE 30 TOTALE TOTALE A Agrindustria 57,51 127,41 29,41-125,99 65,09 B Pesca C Estraz.Minerali 22,18 52,07 17,48-50,58 37,68 Da Ind. Alimentare 15,76 37,43 47,53 66,89 37,88 23,19 Db Ind. Tessile 12,30 12,50 12,36 5,60 12,48 12,38 Dc Ind. Conciaria 11,33 15,21 20,11-15,44 13,53 Dd Ind. Legno 43,83 70,18 61,88-69,84 53,07 De Ind. Carta 9,53 25,50 27,60 13,16 25,60 16,58 Df Ind. Petrolio 21,51 86, ,13 53,82 Dg Ind. Chimica 11,42 35,99 66,67-36,49 22,48 Dh Ind. Gomma 15,55 45,47 43,68-45,39 31,96 Di Ind.Trasformaz. 26,53 81,03 82,49-81,08 49,20 Dj Ind. Metalli 30,72 73,14 59,72 39,35 72,46 51,00 Dk Ind. Meccanica 30,46 66,96 46,77 23,07 65,67 46,63 Dl Ind. Elettrica 11,84 26,35 21,27-26,20 16,43 Dm Ind.Mezzi Tras. 26,47 86,86 122,22-88,87 55,94 Dn Altre Industrie 25,21 47,22 41,14-46,92 33,55 * D Tot.Ind.Manif. 22,89 49,10 44,19 20,07 48,83 33,92 E Elet. Gas Acqua F Costruzioni 34,01 78,45 73,69 78,44 78,34 46,77 G50 Comm. Rip. Auto 27,78 50,28 56,59-49,11 33,44 G51 Comm. Ingrosso 23,47 60,78 35,19 125,31 60,34 34,05 G52 Comm. Dettaglio 20,37 36,03 31,35-35,92 22,81 * G Tot. Commercio 25,34 48,19 46,43 2,16 47,28 30,53 H Alberg. E Rist. 14,07 37,84 73,77-38,37 17,83 I Trasporti 32,12 64,39 60,40 39,43 64,09 41,08 J Interm. Finanz K Att.Immobiliari 17,11 44,38 43,53-44,35 23,73 L Pubblica Amministrazione M Istruzione N Sanità O Serv. Pubblici 9,75 17,02 42,08-17,46 10,81 X Att. Non Deter. 1,02 6, ,49 2,05 - Totale 26,20 57,73 51,37 22,43 57,40 36,08 15

16 Tabella 26: Frequenze relative nelle aziende artigiane, per codice di tariffa Inail e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti). Regione E-R Lavoratori dipendenti per classe di ampiezza delle aziende Codici di Tariffa I.N.A.I.L. AUTONOMI OLTRE 30 TOTALE TOTALE Gg1 Lav.Agr.Alim. 30,41 54,47 52,46-54,40 37,78 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 19,87 46,79 44,57-46,61 31, Costr. Edili 45,92 119,11 93,63 145,24 118,93 58, Costr. Idraul. 40,88 105,06 129,03-105,89 71, Strade,Ferrov. 49,05 99,01 65,29-97,50 66, Linee, Condut. 50,56 104,14 145,91-107,51 82, Fond. Speciali 44,17 69,11 74,07-70,26 60, Impianti 46,02 89,32 66,38-88,53 58,82 Gg3 Costr.,Impianti 46,03 106,04 75,35 145,24 105,4 59,19 Gg4 Energia, Com. 6, ,07 Gg5 Legno, Affini 56,24 92,40 99,11-92,70 67,84 Gg6 Metalli, Macc. 36,80 76,43 69,57-76,12 52,69 Gg7 Min,Rocce,Vetro 48,14 126,32 88,54-124,16 79,75 Gg8 Tessile, Conf. 16,02 16,02 17,40-16,04 16,03 Gg9 Trasporti,Magaz 48,78 78,52 54,14-77,40 55,91 Gg0 Attività Varie 17,02 55,79 67, ,42 26,50 - Totale 36,41 73,85 58,16 84,32 73,17 47,43 Tabella 27: Frequenze relative nelle aziende artigiane, per codice di tariffa Inail e classe di ampiezza delle aziende. Media triennio (per mille addetti). Italia Lavoratori dipendenti per classe di ampiezza delle aziende Codici di Tariffa I.N.A.I.L. AUTONOMI OLTRE 30 TOTALE TOTALE Gg1 Lav.Agr.Alim. 22,67 40,18 43,99 66,89 40,36 28,03 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 12,80 34,12 32,75 13,16 34,05 21, Costr. Edili 34,25 82,43 75,39 79,45 82,30 47, Costr. Idraul. 34,15 80,71 86,62-81,01 58, Strade,Ferrov. 34,84 72,18 64,16 60,96 71,75 50, Linee, Condut. 24,13 81,32 91,94-82,48 59, Fond. Speciali 27,28 94,76 121,97-96,60 61, Impianti 32,86 69,58 63,30 15,13 69,35 44,04 Gg3 Costr.,Impianti 33,87 78,03 70,97 66,83 77,83 46,53 Gg4 Energia, Com. 11,11 61, ,39 23,80 Gg5 Legno, Affini 41,78 64,64 55,42-64,25 49,62 Gg6 Metalli, Macc. 25,88 60,88 51,88 4,52 60,17 38,46 Gg7 Min,Rocce,Vetro 27,21 78,84 78,06-78,81 48,08 Gg8 Tessile, Conf. 12,93 13,49 13,94 2,33 13,47 13,15 Gg9 Trasporti,Magaz 31,39 62,81 54,82 48,53 62,33 40,15 Gg0 Attività Varie 12,04 42,31 67,04 134,56 43,09 19,11 - Totale 26,14 57,67 51,31 22,42 57,34 36,01 16

17 Tabella 28: Frequenze relative nelle aziende non artigiane in Italia per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio 2004/2006 (per mille addetti). Aziende monolocalizzate e plurilocalizzate, Italia CLASSI DI ADDETTI Settori di Attività 101- Oltre Economica Totale A Agrindustria 55,47 29,66 20,39 11,63 14,84 21,51 B Pesca 29,76 16,45 9, ,95 C Estraz.Minerali 46,33 53,99 36,08 22,06 3,05 25,15 Da Ind. Alimentare 29,52 39,19 46,31 41,39 33,48 37,94 Db Ind. Tessile 11,11 17,66 25,67 24,94 22,27 19,06 Dc Ind. Conciaria 12,00 16,61 19,28 26,22 28,34 17,33 Dd Ind. Legno 40,62 49,00 70,18 62,29 52,87 50,54 De Ind. Carta 14,71 24,63 35,03 31,61 16,12 23,67 Df Ind. Petrolio 24,23 23,63 7,72 8,45 3,67 10,94 Dg Ind. Chimica 16,20 19,29 20,17 16,24 9,02 15,58 Dh Ind. Gomma 27,17 44,25 52,55 61,67 39,59 43,77 Di Ind.Trasformaz. 44,81 58,67 63,30 54,07 35,88 53,29 Dj Ind. Metalli 40,85 58,24 68,01 67,12 89,63 58,72 Dk Ind. Meccanica 29,45 35,26 37,84 39,02 37,36 35,62 Dl Ind. Elettrica 14,45 19,09 20,68 21,81 12,10 17,33 Dm Ind.Mezzi Tras. 41,90 46,21 55,35 49,10 31,26 40,72 Dn Altre Industrie 29,13 39,66 43,69 46,89 47,43 37,59 * D Tot.Ind.Manif. 27,90 37,51 42,07 39,46 30,06 35,39 E Elet. Gas Acqua 25,32 23,05 27,09 28,89 10,96 17,50 F Costruzioni 49,75 64,46 62,43 44,74 62,24 55,43 G50 Comm. Rip. Auto 21,98 27,40 24,91 15,70 13,21 23,02 G51 Comm. Ingrosso 17,66 19,30 17,13 11,14 13,42 17,31 G52 Comm. Dettaglio 17,77 28,01 33,38 29,76 45,45 25,68 * G Tot. Commercio 18,24 23,34 24,32 19,77 37,57 21,91 H Alberg. E Rist. 28,75 38,94 51,93 63,31 87,62 37,33 I Trasporti 38,17 46,40 37,35 36,62 30,16 33,99 J Interm. Finanz. 2,88 2,38 2,51 3,32 3,01 2,96 K Att.Immobiliari 12,78 21,50 21,46 17,88 18,04 17,17 L Pubblica Ammin. 22,27 17,92 16,38 12,19 15,75 16,24 M Istruzione 11,52 7,62 8,16 6,66 6,95 8,93 N Sanita' 16,55 35,46 36,07 28,62 21,50 25,09 O Serv. Pubblici 21,78 32,91 40,11 40,48 29,92 30,60 X Att. Non Deter. 20,29 25,01 28,55 45,76 54,19 42,96 - Totale 24,20 33,91 34,13 29,90 23,75 27,64 17

18 Tabella 29: Frequenze relative nelle aziende non artigiane in Italia per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio 2004/2006 (per mille addetti). Aziende monolocalizzate, Italia CLASSI DI ADDETTI Settori di Attività 101- Oltre Economica Totale A Agrindustria 55,12 28,67 18,58 11,12 15,82 23,58 B Pesca 29,76 16,45 5, ,46 C Estraz.Minerali 46,20 53,65 39,35 35,15 21,39 45,18 Da Ind. Alimentare 29,45 39,34 47,44 42,54 40,55 39,22 Db Ind. Tessile 11,06 17,69 25,29 25,53 21,95 18,73 Dc Ind. Conciaria 12,01 16,60 19,68 25,11 9,67 16,22 Dd Ind. Legno 40,34 48,56 70,69 61,95 52,87 50,00 De Ind. Carta 14,66 24,66 35,17 32,94 14,88 24,10 Df Ind. Petrolio 23,98 21,57 8,57 10,70 5,76 14,19 Dg Ind. Chimica 16,21 19,11 20,87 17,25 9,26 16,38 Dh Ind. Gomma 27,05 44,57 54,81 68,95 41,99 44,55 Di Ind.Trasformaz. 44,15 57,72 63,48 56,35 58,34 54,49 Dj Ind. Metalli 40,47 57,41 67,61 69,24 100,22 58,17 Dk Ind. Meccanica 29,23 34,96 37,96 39,72 35,98 35,23 Dl Ind. Elettrica 14,37 18,63 20,88 21,64 16,80 18,22 Dm Ind.Mezzi Tras. 41,84 46,05 55,66 48,19 31,19 41,21 Dn Altre Industrie 29,05 39,43 44,11 45,34 55,12 37,28 * D Tot.Ind.Manif. 27,68 37,13 42,34 40,38 34,05 35,91 E Elet. Gas Acqua 23,30 22,71 26,91 24,63 17,51 23,49 F Costruzioni 48,62 61,44 58,84 32,07 74,77 52,80 G50 Comm. Rip. Auto 21,91 27,39 25,62 14,69 18,81 23,15 G51 Comm. Ingrosso 17,61 19,26 17,07 9,43 20,01 17,67 G52 Comm. Dettaglio 17,72 28,01 33,40 26,31 36,22 22,39 * G Tot. Commercio 18,18 23,31 24,37 17,79 32,68 20,49 H Alberg. E Rist. 28,71 38,69 51,27 57,87 70,88 33,21 I Trasporti 38,31 46,30 38,98 34,40 33,61 38,70 J Interm. Finanz. 2,78 2,22 2,26 2,69 3,52 2,91 K Att.Immobiliari 12,66 21,12 20,27 15,24 6,76 15,01 L Pubblica Ammin. 22,27 17,83 16,17 11,68 17,98 17,44 M Istruzione 11,53 7,48 8,20 6,59 6,88 9,02 N Sanita' 16,40 35,32 35,33 26,14 20,27 24,17 O Serv. Pubblici 21,74 32,85 40,52 41,85 31,98 31,16 X Att. Non Deter. 21,84 28,26 33,85 42,68 51,38 42,83 - Totale 23,90 33,11 33,85 28,99 24,60 27,84 18

19 Tabella 30: Frequenze relative nelle aziende non artigiane in Italia per settore di attività economica e classe di addetti. Media triennio 2004/2006 (per mille addetti). Aziende monolocalizzate, E-R CLASSI DI ADDETTI Settori di Attività 101- Oltre Economica Totale A Agrindustria 75,54 50,79 36,80 9,43 20,14 33,36 B Pesca 60, ,11 C Estraz.Minerali 49,07 52,36 35, ,74 Da Ind. Alimentare 36,32 49,05 64,88 58,06 62,04 52,70 Db Ind. Tessile 10,59 13,77 12,98 11,29 12,67 12,20 Dc Ind. Conciaria 17,35 26,02 21,99 33,35-22,73 Dd Ind. Legno 49,56 62,65 61,38 67,78 41,11 57,03 De Ind. Carta 20,16 28,52 45,54 23,25 0,30 28,15 Df Ind. Petrolio 17,22 27,38 17, ,54 Dg Ind. Chimica 18,56 27,08 25,58 15,50 11,11 19,76 Dh Ind. Gomma 31,40 56,76 78,96 112,06-60,39 Di Ind.Trasformaz. 51,07 52,82 58,71 63,63 72,86 59,48 Dj Ind. Metalli 49,51 65,99 75,94 85,76-63,83 Dk Ind. Meccanica 32,90 40,13 42,29 55,57 35,94 40,85 Dl Ind. Elettrica 17,95 20,57 31,18 38,28 16,00 24,51 Dm Ind.Mezzi Tras. 44,26 44,44 58,57 42,08 17,71 37,30 Dn Altre Industrie 41,24 43,84 40,27 38,49-41,57 * D Tot.Ind.Manif. 34,10 43,58 49,22 53,97 32,55 43,12 E Elet. Gas Acqua 32,86 27,73 26,54 37,68 22,93 29,06 F Costruzioni 61,49 66,41 49,41 37,77 116,82 61,81 G50 Comm. Rip. Auto 26,13 31,46 40, ,71 G51 Comm. Ingrosso 20,85 25,57 23,30 16,85 57,21 22,93 G52 Comm. Dettaglio 20,85 35,17 35,16 36,00 61,49 26,11 * G Tot. Commercio 21,52 29,23 30,05 29,13 59,36 24,96 H Alberg. E Rist. 38,99 52,07 87,01 160,69 176,47 50,49 I Trasporti 41,93 54,79 52,46 39,47 43,20 46,89 J Interm. Finanz. 4,44 4,10 5,10 3,13 3,22 4,13 K Att.Immobiliari 13,64 24,86 30,98 21,00 7,95 18,73 L Pubblica Ammin. 32,71 22,68 23,71 17,76 28,60 26,36 M Istruzione 13,19 8,27 23,74 28,22-15,32 N Sanita' 20,94 60,29 68,33 71,13 40,88 49,60 O Serv. Pubblici 28,20 39,39 32,44 36,06 26,98 31,30 X Att. Non Deter. 28,85 36,47 36,59 45,44 15,02 26,05 - Totale 28,91 39,85 43,54 44,06 32,72 35,83 19

20 Tabella 31: Frequenze relative nelle aziende non artigiane per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per mille addetti). Aziende monolocalizzate e plurilocalizzate, Italia Tabella 32: Frequenze relative nelle aziende non artigiane monolocalizzate in Italia per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per mille addetti) CLASSI DI ADDETTI Codici di Tariffa I.N.A.I.L Oltre 250 Totale Gg1 Lav.Agr.Alim. 50,08 52,27 57,38 50,44 60,70 53,89 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 32,75 42,38 45,77 39,26 21,90 38, Costr. Edili 63,91 73,16 74,86 54,67 107,82 67, Costr. Idraul. 64,80 81,66 70,06 59,92 84,62 71, Strade,Ferrov. 60,58 66,07 60,54 50,63 63,41 61, Linee, Condut. 65,14 76,08 73,68 59,38 77,09 71, Fond. Speciali 98,16 108,96 119,32 67,74 79,46 100, Impianti 49,73 53,56 50,70 45,12 38,57 49,91 Gg3 Costr.,Impianti 60,10 66,71 63,12 51,34 59,34 61,86 Gg4 Energia, Com. 34,10 34,54 38,41 37,81 15,38 21,07 Gg5 Legno, Affini 53,89 53,15 60,32 56,43 83,73 56,12 Gg6 Metalli, Macc. 45,87 51,80 53,44 49,73 43,03 48,96 Gg7 Min,Rocce,Vetro 64,95 70,78 69,68 62,19 37,51 64,26 Gg8 Tessile, Conf. 15,03 19,58 27,02 27,43 29,55 22,08 Gg9 Trasporti,Magaz 46,22 58,57 61,22 58,35 36,85 46,63 Gg0 Attivita' Varie 15,85 20,00 21,02 19,51 20,39 18, Att. Non Det Totale 24,20 33,90 34,12 29,90 23,75 27,64 CLASSI DI ADDETTI Codici di Tariffa I.N.A.I.L Oltre 250 Totale Gg1 Lav.Agr.Alim. 49,93 52,60 58,55 51,11 77,98 55,13 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 32,70 42,58 47,20 41,09 23,95 39, Costr. Edili 63,41 71,61 69,34 41,43 69,67 65, Costr. Idraul. 63,20 77,27 61,99 31,81 96,25 65, Strade,Ferrov. 58,84 61,98 55,53 42,75 48,80 56, Linee, Condut. 64,28 70,35 65,27 29,50 33,17 63, Fond. Speciali 95,08 95,18 138,71 16,58-99, Impianti 49,50 53,57 50,52 43,90 29,52 49,92 Gg3 Costr.,Impianti 59,38 64,36 58,90 41,48 43,86 59,49 Gg4 Energia, Com. 32,40 35,65 38,71 37,15 21,10 33,38 Gg5 Legno, Affini 53,85 53,05 60,46 54,42 69,38 55,54 Gg6 Metalli, Macc. 45,71 51,55 54,16 51,53 48,31 50,35 Gg7 Min,Rocce,Vetro 64,68 70,37 71,11 63,11 57,51 67,23 Gg8 Tessile, Conf. 14,99 19,56 26,87 27,87 29,68 21,77 Gg9 Trasporti,Magaz 46,29 58,53 62,73 51,81 49,97 52,40 Gg0 Attivita' Varie 15,80 19,83 20,96 18,13 20,20 18, Att. Non Det Totale 23,90 33,10 33,85 28,99 24,60 27,84 20

21 Tabella 33: Frequenze relative nelle aziende non artigiane monolocalizzate per codice di tariffa Inail e classe di addetti. Media triennio (per mille addetti). Regione E-R CLASSI DI ADDETTI Codici di Tariffa I.N.A.I.L Oltre 250 Totale Gg1 Lav.Agr.Alim. 65,24 74,17 76,95 66,83 81,23 71,99 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 42,99 54,18 61,20 49,58 12,88 50, Costr. Edili 89,15 97,02 93,60 44, , Costr. Idraul. 97,43 67,51 90, , Strade,Ferrov. 83,05 72,75 68,58 67,64 103,32 79, Linee, Condut. 107,52 80,06 76,94 39,45-73, Fond. Speciali , , Impianti 69,36 69,48 64,06 51,90 10,68 67,66 Gg3 Costr.,Impianti 82,76 79,05 70,78 59,84 96,32 79,90 Gg4 Energia, Com. 46,43 34,36 43,51 39,65 76,20 44,06 Gg5 Legno, Affini 70,12 67,69 75,37 86,33 33,25 70,15 Gg6 Metalli, Macc. 57,85 58,51 62,20 63,96 34,09 57,13 Gg7 Min,Rocce,Vetro 90,78 87,71 83,15 77,26 72,49 81,19 Gg8 Tessile, Conf. 15,90 20,00 24,60 14,48 14,28 19,33 Gg9 Trasporti,Magaz 55,86 70,69 83,32 43,24 50,53 61,89 Gg0 Attivita' Varie 19,38 23,39 25,93 27,77 29,62 23, Att. Non Det Totale 28,91 39,85 43,54 44,06 32,97 35,85 21

22 Rapporti di gravità Tabella 34: Rapporti di gravità di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 0,67 2,03 0,52 3,22 B Pesca 0,59 2,53-3,12 C Estraz.Minerali 1,07 5,66 3,15 9,87 Da Ind. Alimentare 0,77 1,72 0,34 2,83 Db Ind. Tessile 0,38 0,76 0,12 1,26 Dc Ind. Conciaria 0,32 0,79 0,07 1,18 Dd Ind. Legno 1,23 4,12 0,66 6,01 De Ind. Carta 0,53 1,15 0,16 1,84 Df Ind. Petrolio 0,32 1,05 0,69 2,06 Dg Ind. Chimica 0,35 0,82 0,30 1,47 Dh Ind. Gomma 0,91 1,91 0,44 3,26 Di Ind.Trasformaz. 1,19 3,68 1,08 5,95 Dj Ind. Metalli 1,18 3,18 0,81 5,17 Dk Ind. Meccanica 0,74 1,54 0,30 2,58 Dl Ind. Elettrica 0,37 0,87 0,29 1,54 Dm Ind.Mezzi Tras. 0,91 1,46 0,18 2,56 Dn Altre Industrie 0,77 1,99 0,52 3,28 * D Tot.Ind.Manif. 0,77 1,87 0,43 3,07 E Elet. Gas Acqua 0,57 1,12 0,11 1,80 F Costruzioni 1,19 5,46 1,52 8,18 G50 Comm. Rip. Auto 0,65 1,76 0,49 2,90 G51 Comm. Ingrosso 0,40 1,17 0,37 1,94 G52 Comm. Dettaglio 0,50 1,04 0,18 1,72 * G Tot. Commercio 0,49 1,22 0,31 2,02 H Alberg. E Rist. 0,68 1,22 0,27 2,16 I Trasporti 1,00 3,15 1,42 5,57 J Interm. Finanz. 0,06 0,23 0,11 0,40 K Att.Immobiliari 0,38 0,90 0,27 1,55 L Pubblica Ammin. 0,42 0,74 0,13 1,28 M Istruzione 0,19 0,41 0,03 0,63 N Sanità 0,57 0,66 0,13 1,35 O Serv. Pubblici 0,62 1,28 0,23 2,13 X Att. Non Deter. 0,95 0,83 0,01 1,79 - Totale 0,68 1,87 0,50 3,04 22

23 Tabella 35: Rapporti di gravità di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 0,93 2,48 0,24 3,65 B Pesca 2, ,12 C Estraz.Minerali 1,11 3,14-4,25 Da Ind. Alimentare 1,01 2,21 0,38 3,61 Db Ind. Tessile 0,32 0,57 0,14 1,03 Dc Ind. Conciaria 0,45 0,41-0,86 Dd Ind. Legno 1,48 3,56 0,19 5,23 De Ind. Carta 0,65 1,13 0,59 2,37 Df Ind. Petrolio 0, ,50 Dg Ind. Chimica 0,40 1,28-1,67 Dh Ind. Gomma 1,21 2,23-3,44 Di Ind.Trasformaz. 1,38 2,07 0,30 3,76 Dj Ind. Metalli 1,31 3,02 0,38 4,71 Dk Ind. Meccanica 0,87 1,40 0,38 2,66 Dl Ind. Elettrica 0,50 1,04 0,45 2,00 Dm Ind.Mezzi Tras. 0,80 1,02-1,82 Dn Altre Industrie 0,92 1,58 0,14 2,65 * D Tot.Ind.Manif. 0,93 1,79 0,31 3,02 E Elet. Gas Acqua 0,72 1,10-1,82 F Costruzioni 1,42 5,14 1,51 8,07 G50 Comm. Rip. Auto 0,84 1,79 0,58 3,22 G51 Comm. Ingrosso 0,49 1,39 0,35 2,23 G52 Comm. Dettaglio 0,62 0,96 0,10 1,68 * G Tot. Commercio 0,61 1,31 0,30 2,22 H Alberg. E Rist. 1,05 1,59 0,37 3,01 I Trasporti 1,23 3,84 1,38 6,45 J Interm. Finanz. 0,09 0,29-0,38 K Att.Immobiliari 0,47 1,08 0,28 1,83 L Pubblica Ammin. 0,63 0,90-1,53 M Istruzione 0,29 0,27-0,56 N Sanità 1,26 0,87 0,19 2,32 O Serv. Pubblici 0,62 1,11 0,17 1,91 X Att. Non Deter. 0,59 0,78-1,38 - Totale 0,87 1,95 0,44 3,26 23

24 Tabella 36: Numeri indici e posizione nella graduatoria dei rapporti di gravità di infortunio in Italia per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 99 (14) 109 (8) 104 (8) 106 (9) B Pesca 87 (17) 135 (7) (10) C Estraz.Minerali 157 (5) 303 (1) 630 (1) 325 (1) Da Ind. Alimentare 113 (10) 92 (12) 68 (13) 93 (12) Db Ind. Tessile 56 (24) 41 (27) 24 (25) 41 (28) Dc Ind. Conciaria 47 (28) 42 (26) 14 (28) 39 (29) Dd Ind. Legno 181 (1) 220 (3) 132 (7) 198 (3) De Ind. Carta 78 (20) 62 (18) 32 (22) 61 (19) Df Ind. Petrolio 47 (28) 56 (20) 138 (6) 68 (17) Dg Ind. Chimica 52 (27) 44 (25) 60 (14) 48 (25) Dh Ind. Gomma 134 (8) 102 (10) 88 (11) 107 (8) Di Ind.Trasformaz. 175 (2) 197 (4) 216 (4) 196 (4) Dj Ind. Metalli 174 (4) 170 (5) 162 (5) 170 (6) Dk Ind. Meccanica 109 (12) 82 (13) 60 (14) 85 (13) Dl Ind. Elettrica 54 (26) 47 (23) 58 (16) 51 (24) Dm Ind.Mezzi Tras. 134 (8) 78 (14) 36 (20) 84 (14) Dn Altre Industrie 113 (10) 106 (9) 104 (8) 108 (7) E Elet. Gas Acqua 84 (18) 60 (19) 22 (26) 59 (20) F Costruzioni 175 (2) 292 (2) 304 (2) 269 (2) G50 Comm. Rip. Auto 96 (15) 94 (11) 98 (10) 95 (11) G51 Comm. Ingrosso 59 (23) 63 (17) 74 (12) 64 (18) G52 Comm. Dettaglio 74 (21) 56 (21) 36 (20) 57 (22) H Alberg. E Rist. 100 (13) 65 (16) 54 (17) 71 (15) I Trasporti 147 (6) 168 (6) 284 (3) 183 (5) J Interm. Finanz. 9 (31) 12 (31) 22 (26) 13 (31) K Att.Immobiliari 56 (24) 48 (22) 54 (17) 51 (23) L Pubblica Ammin. 62 (22) 40 (28) 26 (23) 42 (27) M Istruzione 28 (30) 22 (30) 6 (29) 21 (30) N Sanita' 84 (18) 35 (29) 26 (23) 44 (26) O Serv. Pubblici 91 (16) 68 (15) 46 (19) 70 (16) X Att. Non Deter. 140 (7) 44 (24) 2 (30) 59 (21) - Totale

25 Tabella 37: Numeri indici e posizione nella graduatoria dei rapporti di gravità di infortunio per settore di attività economica e tipo di conseguenza. Base: totale=100. Media triennio Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R Tipo di conseguenza Settori di Attività Inabilità Inabilità Economica temporanea permanente Morte Totale A Agrindustria 107 (12) 127 (6) 55 (13) 112 (7) B Pesca 244 (1) (17) C Estraz.Minerali 128 (9) 161 (4) (5) Da Ind. Alimentare 116 (11) 113 (8) 86 (6) 111 (8) Db Ind. Tessile 37 (29) 29 (26) 32 (17) 32 (27) Dc Ind. Conciaria 52 (27) 21 (27) - 26 (28) Dd Ind. Legno 170 (2) 183 (3) 43 (14) 160 (3) De Ind. Carta 75 (18) 58 (16) 134 (3) 73 (14) Df Ind. Petrolio 58 (23) (30) Dg Ind. Chimica 46 (28) 66 (15) - 51 (24) Dh Ind. Gomma 139 (8) 114 (7) (9) Di Ind.Trasformaz. 159 (4) 106 (9) 68 (11) 115 (6) Dj Ind. Metalli 151 (5) 155 (5) 86 (6) 145 (4) Dk Ind. Meccanica 100 (14) 72 (13) 86 (6) 82 (12) Dl Ind. Elettrica 58 (23) 53 (20) 102 (5) 61 (18) Dm Ind.Mezzi Tras. 92 (16) 52 (21) - 56 (21) Dn Altre Industrie 106 (13) 81 (12) 32 (17) 81 (13) E Elet. Gas Acqua 83 (17) 56 (18) - 56 (21) F Costruzioni 163 (3) 264 (1) 343 (1) 248 (1) G50 Comm. Rip. Auto 97 (15) 92 (10) 132 (4) 99 (10) G51 Comm. Ingrosso 56 (25) 71 (14) 80 (10) 68 (16) G52 Comm. Dettaglio 71 (20) 49 (22) 23 (19) 52 (23) H Alberg. E Rist. 121 (10) 82 (11) 84 (9) 92 (11) I Trasporti 141 (7) 197 (2) 314 (2) 198 (2) J Interm. Finanz. 10 (31) 15 (28) - 12 (31) K Att.Immobiliari 54 (26) 55 (19) 64 (12) 56 (20) L Pubblica Ammin. 72 (19) 46 (23) - 47 (25) M Istruzione 33 (30) 14 (29) - 17 (29) N Sanita' 145 (6) 45 (24) 43 (14) 71 (15) O Serv. Pubblici 71 (20) 57 (17) 39 (16) 59 (19) X Att. Non Deter. 68 (22) 40 (25) - 42 (26) - Totale

26 Tabella 38: Rapporti di gravità di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate, Italia Tipo di conseguenza Codici di Tariffa Inabilità Inabilità I.N.A.I.L. temporanea permanente Morte Totale Gg1 Lav.Agr.Alim. 0,97 2,49 0,48 3,95 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 0,77 1,59 0,27 2, Costr. Edili 1,29 6,10 1,44 8, Costr. Idraul. 1,52 7,49 4,05 13, Strade,Ferrov. 1,36 5,47 2,26 9, Linee, Condut. 1,54 7,13 2,61 11, Fond. Speciali 2,34 9,77 5,61 17, Impianti 1,08 3,51 0,84 5,44 Gg3 Costr.,Impianti 1,25 5,36 1,41 8,02 Gg4 Energia, Com. 0,82 1,66 0,38 2,85 Gg5 Legno, Affini 1,21 3,55 0,50 5,26 Gg6 Metalli, Macc. 0,99 2,16 0,44 3,59 Gg7 Min,Rocce,Vetro 1,41 4,27 1,35 7,03 Gg8 Tessile, Conf. 0,42 0,80 0,10 1,32 Gg9 Trasporti,Magaz 1,21 3,68 1,48 6,37 Gg0 Attivita' Varie 0,42 0,96 0,29 1,66 - Totale 0,68 1,87 0,50 3,04 Tabella 39: Rapporti di gravità di infortunio per codice di tariffa Inail e tipo di conseguenza. Media triennio (per addetto). Aziende artigiane e non artigiane monolocalizzate. Regione E-R Tipo di conseguenza Codici di Tariffa Inabilità Inabilità I.N.A.I.L. temporanea permanente Morte Totale Gg1 Lav.Agr.Alim. 1,29 2,78 0,39 4,46 Gg2 Chim.Carta,Cuoi 0,99 1,89 0,16 3, Costr. Edili 1,57 5,66 1,51 8, Costr. Idraul. 1,76 8,57 1,55 11, Strade,Ferrov. 1,85 5,62 2,56 10, Linee, Condut. 1,73 8,91 2,57 13, Fond. Speciali 1,98 5,25-7, Impianti 1,40 4,00 0,89 6,29 Gg3 Costr.,Impianti 1,55 5,22 1,43 8,20 Gg4 Energia, Com. 1,06 3,07-4,13 Gg5 Legno, Affini 1,62 3,07 0,17 4,85 Gg6 Metalli, Macc. 1,15 2,05 0,37 3,58 Gg7 Min,Rocce,Vetro 1,83 2,87 0,19 4,89 Gg8 Tessile, Conf. 0,43 0,72 0,06 1,21 Gg9 Trasporti,Magaz 1,42 4,23 1,70 7,36 Gg0 Attivita' Varie 0,54 1,06 0,24 1,83 - Totale 0,87 1,94 0,44 3,25 26

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 )

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 ) EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 ) Epidemiologia degli Infortuni lavorativi nella Ulss 12 Veneziana

Dettagli

Report sugli infortuni professionali in provincia di Ravenna

Report sugli infortuni professionali in provincia di Ravenna Report sugli infortuni professionali in provincia di Ravenna a cura del Dipartimento di Sanità Pubblica: Staff di Epidemiologia e Comunicazione Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro.

Dettagli

Infortuni sul lavoro denunciati 1 all' INAIL per tipo di gestione. Anni 2004-2009.

Infortuni sul lavoro denunciati 1 all' INAIL per tipo di gestione. Anni 2004-2009. Infortuni sul lavoro denunciati 1 all' INAIL per tipo di gestione. Anni 2004-2009. 2004 2005 2006 2007 2008 2009 VICENZA 22.464 21.312 21.499 21.341 20.279 16.604 - Industria e servizi 21.175 20.074 20.273

Dettagli

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL Tav.1 Infortuni sul lavoro avvenuti nel periodo 2005-2007 per anno, gestione e sesso Tav. 2 Infortuni sul lavoro avvenuti

Dettagli

TASSI INFORTUNI INDENNIZZATI PER GRUPPO ATECO (2004) Tasso grezzo

TASSI INFORTUNI INDENNIZZATI PER GRUPPO ATECO (2004) Tasso grezzo 120 100 80 60 40 20 0 TASSI INFORTUNI INDENNIZZATI PER GRUPPO ATECO (2004) DJ Industria metalli F Costruzioni I Trasporti DC Industria conciaria DI Industria non metalliferi A Agrindustria E Elettricità

Dettagli

Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro

Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro SICUREZZA SUL LAVORO: L analisi dei dati a supporto delle azioni di prevenzione e di tutela Per la sicurezza nei

Dettagli

Infortuni sul lavoro e malattie professionali nel Lazio Maggio 2011

Infortuni sul lavoro e malattie professionali nel Lazio Maggio 2011 Infortuni sul lavoro e malattie professionali nel Lazio Maggio 2011 A cura di: Daniele Di Nunzio Coordinatore Osservatorio Salute e Sicurezza dell Ires-Cgil Daniele Ranieri Responsabile Salute e Sicurezza

Dettagli

REGIONE ABRUZZO PIANO REGIONALE PREVENZIONE Progetto Piano di Prevenzione infortuni sul lavoro

REGIONE ABRUZZO PIANO REGIONALE PREVENZIONE Progetto Piano di Prevenzione infortuni sul lavoro A- PREMESSE 1-EPIDEMIOLOGIA REGIONE ABRUZZO PIANO REGIONALE PREVENZIONE Progetto Piano di Prevenzione infortuni sul lavoro La regione Abruzzo nel 2004 presentava 479.000 occupati con un lieve incremento

Dettagli

Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni

Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni Indicatore sintetico: frequenza e gravità degli infortuni Analisi delle variabili ESAW negli infortuni Utilizzo

Dettagli

GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE

GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE INDICE Quadro generale PAG. Graf. 1 - Andamento degli infortuni nelle Marche e in Italia - Anni 1999-2003 1 Tab.1 - Infortuni sul lavoro denunciati all'

Dettagli

Capitolo 4 Lavoratori Parasubordinati Infortuni sul lavoro

Capitolo 4 Lavoratori Parasubordinati Infortuni sul lavoro Capitolo 4 Lavoratori Parasubordinati Infortuni sul lavoro 4.1 Lavoratori Parasubordinati La legge n. 335 del 1995, ha istituito, all art. 2 comma 26, una Gestione separata presso l INPS, con la finalità

Dettagli

Accordi Stato-Regioni per la formazione 21 dicembre 2011

Accordi Stato-Regioni per la formazione 21 dicembre 2011 Lavorat (+ art. 21 comma 1: componenti dell'impresa familiare [ ], i lavoratori autonomi [ ], i coltivatori diretti del fondo, i soci delle società semplici operanti nel sett agricolo, gli artigiani e

Dettagli

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole I NUOVI OBBLIGHI PER LA SCUOLA DERIVANTI DAL D.LGS. 81/08 e succ. mod. Prevenzione degli infortuni e sicurezza nelle scuole Maria Gullo, INAIL Direzione

Dettagli

Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti

Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti dell accordo Rep. 221 del 21/12/2011 e 223 del 21/12/2011 Stato/Regione Sono obbligate a possedere tutte le

Dettagli

DECRETO FORMAZIONE NUOVI ACCORDI STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO SULLA FORMAZIONE

DECRETO FORMAZIONE NUOVI ACCORDI STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO SULLA FORMAZIONE CUREZZA DECRETO FORMAZIONE pressmaster - Fotolia.com NUOVI ACCORDI STATO, REGIONI E PROVINCE AUTOME DI TRENTO E BOLZA SULLA FORMAZIONE Gli Accordi Stato-Regioni, pubblicati in G.U. l 11 Gennaio 2012, stabiliscono

Dettagli

P R O G R A M M A Z I O N E D I D A T T I C A C A L E N D A R I O 2 0 1 5-2 0 1 6 A R E A F O R M A T I V A S I C U R E Z Z A M O D U L I

P R O G R A M M A Z I O N E D I D A T T I C A C A L E N D A R I O 2 0 1 5-2 0 1 6 A R E A F O R M A T I V A S I C U R E Z Z A M O D U L I P R O G R A M M A Z I O N E D I D A T T I C A C A L E N D A R I O 2 0 1 5-2 0 1 6 AGGIORNATO AL.01.2015 A R E A F O R M A T I V A S I C U R E Z Z A A B3 B4 B5 B6 Modulo formazione base L'approccio alla

Dettagli

Il fenomeno infortunistico in provincia di Rimini

Il fenomeno infortunistico in provincia di Rimini Il fenomeno infortunistico in provincia di Rimini Aggiornamento 2011 Indice 1 - Le dinamiche generali e la crisi economica pag. 2 2 - Una prospettiva settoriale pag. 5 3 - I lavoratori stranieri pag. 7

Dettagli

Allegato A. Allegato statistico. Interruzione di sezione (pagina dispari)

Allegato A. Allegato statistico. Interruzione di sezione (pagina dispari) Allegato A. Allegato statistico Interruzione di sezione (pagina dispari) Tabella 58 Titolari e soci per attività economica, sesso e anno valori assoluti (A) 2001 2000 Attività Titolari Soci Titolari Soci

Dettagli

Come le imprese chimiche perseguono concretamente lo sviluppo sostenibile

Come le imprese chimiche perseguono concretamente lo sviluppo sostenibile 3 Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH Come le imprese chimiche perseguono concretamente lo sviluppo sostenibile Cosimo Franco Presidente Commissione Direttiva Responsible Care di Federchimica Roma

Dettagli

ALLEGATO A 2. Accordo Conferenza Stato Regioni del 29/9/05 per Corsi RSPP ASPP

ALLEGATO A 2. Accordo Conferenza Stato Regioni del 29/9/05 per Corsi RSPP ASPP ALLEGAT A 2 Il MDUL B di specializzazione, è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia

Dettagli

NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura

NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura Berna, 2002 Informazioni: Realizzazione: Diffusione: Esther Nagy, BFS Tel. ++41 32 713 66 72 / E-Mail: esther.nagy@bfs.admin.ch Jean Wiser,

Dettagli

LA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE

LA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE LA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE Si informa che la modulistica per presentare all INAIL la denuncia di malattia professionale è disponibile sul sito dell INAIL www.inail.it www.inail.it/cms/assicurazione/modulistica/moduliprestazioni/101bis_007.pdf

Dettagli

ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE

ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE Rischio BASSO Rischio MEDIO Rischio ALTO ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE Ruolo Adempimenti Contenuti: Validità * Verifica Finale Disposizioni Transitorie e Esoneri * Tempi Lavorat (art.21 comma1:

Dettagli

Criteri e metodi per l analisi del contesto produttivo e di rischio nel settore della metalmeccanica.

Criteri e metodi per l analisi del contesto produttivo e di rischio nel settore della metalmeccanica. Allegato 1 al ddg del Criteri e metodi per l analisi del contesto produttivo e di rischio nel settore della metalmeccanica. a cura del Laboratorio di Approfondimento Metalmeccanica 1 Premessa I dati contenuti

Dettagli

Docenti: Esperti in legislazione sul lavoro, sicurezza sul lavoro, tecniche di comunicazione.

Docenti: Esperti in legislazione sul lavoro, sicurezza sul lavoro, tecniche di comunicazione. Corso di formazione per R.S.P.P. e A.S.P.P. in materia di Prevenzione e Protezione D.Lgs 81/2008 Art. 32 Comma 2 Conferenza Stato-Regione 26 Gennaio 2006 La frequenza del corso è obbligatoria per i soggetti

Dettagli

ESTRATTO Catalogo sicurezza 2012

ESTRATTO Catalogo sicurezza 2012 ESTRATTO Catalogo sicurezza 2012 1 REBIS LA SICUREZZA REBIS si pone al fianco delle Aziende, con due obiettivi fondamentali: Incrementare la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro per la prevenzione

Dettagli

REGIONE CAMPANIA. INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9, COMMA 3 Azioni di formazione aziendale PROPOSTA DI PIANO

REGIONE CAMPANIA. INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9, COMMA 3 Azioni di formazione aziendale PROPOSTA DI PIANO ALLEGATO C A CURA DELL AMMINISTRAZIONE Data e numero di Protocollo: Numero progressivo di arrivo: 1. Dati identificativi Proposta REGIONE CAMPANIA INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9,

Dettagli

Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali nel Lazio. Rapporto 2009 OSSERVATORIO REGIONALE SULLA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali nel Lazio. Rapporto 2009 OSSERVATORIO REGIONALE SULLA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO OSSERVATORIO REGIONALE SULLA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali nel Lazio Rapporto 2009 Giugno 2011 Osservatorio

Dettagli

Atlante degli infortuni sul lavoro nella Regione Veneto

Atlante degli infortuni sul lavoro nella Regione Veneto Atlante degli infortuni sul lavoro nella Regione Veneto Anni 1990-2001 Nedda Visentini Direzione sistema statistico regionale 6 Gli autori Direzione prevenzione Centro operativo regionale per l epidemiologia

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP G.QUATTRO SERVIZI S.R.L. via San Rocco, 7 35028 Piove di Sacco (PD) C.F e P.IVA 0348078 02 81 N R.E.A. PD 315121 www.gquattroservizi.it Tel. 049970 127 3 Fax 049 97 117 28 E-mail: info@gquattroservizi.it

Dettagli

All interno degli infortuni

All interno degli infortuni All interno degli infortuni Numerosità Addetti Numerosità Aziende Settori e comparti prevalenti 9 Confronto Addetti e Aziende (anno 2003) e distribuzione infortuni definiti positivamente* anni 2001-2004

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 19 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE INDAGINE ANNUALE SUL SISTEMA DEI CONTI DELLE IMPRESE L indagine sul Sistema dei Conti delle Imprese (SCI) condotta dall ISTAT, già indagine sul prodotto lordo, fornisce

Dettagli

Rapporto Annuale 2007

Rapporto Annuale 2007 Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Rapporto Annuale 2007 Statistiche Rapporto Annuale 2007 Questo volume è stato realizzato su dati elaborati dalla Consulenza Statistico

Dettagli

Rapporto Annuale Regionale 2006

Rapporto Annuale Regionale 2006 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Rapporto Annuale Regionale 2006 Emilia Romagna Rapporto Annuale 2006 Comitato di redazione regionale Referente: Aude Cucurachi Sandra

Dettagli

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 6 febbraio 2007 L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 Ufficio della comunicazione Tel. +39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673.3106 Informazioni

Dettagli

Tutto quello che c'è da sapere sull'rspp (Responsabile del servizio prevenzione e protezione))

Tutto quello che c'è da sapere sull'rspp (Responsabile del servizio prevenzione e protezione)) Tutto quello che c'è da sapere sull'rspp (Responsabile del servizio prevenzione e protezione)) Chi è l RSPP in azienda, quando è obbligatorio, che titoli di studio deve avere, quali corsi e quali aggiornamenti

Dettagli

IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI

IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI Premessa Presso l Inail è attivo un sistema informativo per la raccolta e l archiviazione di informazioni relative all esposizione professionale

Dettagli

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Rischio BASSO (Datore di lavoro R.S.P.P. 16 ore - Formazione per i Dipendenti 4 ore modulo generale + 4 ore modulo

Dettagli

Indice della produzione industriale Dicembre 2008

Indice della produzione industriale Dicembre 2008 1 febbraio 9 Indice della produzione industriale Dicembre 8 In conformità con i requisiti del programma SDDS del Fondo monetario internazionale, l'istat diffonde un calendario annuale dei comunicati stampa

Dettagli

Corso di Formazione obbligatorio per RSPP/ASPP Modulo specialistico B e Modulo di Aggiornameto

Corso di Formazione obbligatorio per RSPP/ASPP Modulo specialistico B e Modulo di Aggiornameto Promimpresa srl Corso di formazione per ASPP e RSPP modulo specialistico B Macrosettori Ateco B3- Edilizia.. B4- Produzioni.. B7- Sanità.. B8- Istruzione & Pubblica Amministrazione.. B9- Alberghi, Ristoranti

Dettagli

Gli infortuni dei lavoratori interinali nei Rapporti INAIL dal 2003 al 2005

Gli infortuni dei lavoratori interinali nei Rapporti INAIL dal 2003 al 2005 Gli infortuni dei lavoratori interinali nei Rapporti INAIL dal 2003 al 2005 1. Premessa Con il Rapporto per il 2005 l INAIL pubblica per la terza volta, dopo gli anni 2003 e 2004, i dati relativi agli

Dettagli

15 Rapporto Annuale Responsible Care: I due obiettivi strategici: la Sicurezza sul lavoro e la riduzione della CO 2.

15 Rapporto Annuale Responsible Care: I due obiettivi strategici: la Sicurezza sul lavoro e la riduzione della CO 2. 15 Rapporto Annuale Responsible Care: I due obiettivi strategici: la Sicurezza sul lavoro e la riduzione della CO 2. Milano, 26 ottobre 2009 Struttura della presentazione La rappresentatività dei ~ 750

Dettagli

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2015

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2015 Imola sede centrale Viale Amendola 56/d Tel 0542-42112 Bologna Centro Via delle Lame 102 Tel 051-5288601 www.assimprese.bo.it info@assimprese.bo.it Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro

Dettagli

Guida ai corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014

Guida ai corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014 Guida ai corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014 FORMAZIONE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO SOGGETTO FORMATORE ABILITATO Rev. 03 del 15/10/2014 Corsi di Formazione per RSPP - RLS - LAVORATORI

Dettagli

La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro

La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro Modena, 7 ottobre 2010 Workshop La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro Gravità e dimensione del fenomeno a cura di Claudio Calabresi (Inail) 1953 1977 1979 1981 1983 1985

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 21 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE I dati presentati in questo capitolo provengono dalle rilevazioni annuali sui risultati economici delle imprese, condotte in base a quanto disposto dal Regolamento UE N.

Dettagli

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre

Dettagli

SINTESI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN AMBITO DI SICUREZZA

SINTESI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN AMBITO DI SICUREZZA SINTESI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN AMBITO DI SICUREZZA ACCORDI STATOREGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA rep. 221 (lavoratori, preposti, dirigenti) e 223 (DdL=Rspp) del 21.12.2011 pubblicati

Dettagli

2.1 L andamento infortunistico

2.1 L andamento infortunistico 2.1 L andamento infortunistico Anche nel 2012, in Toscana, prosegue l andamento infortunistico in diminuzione. Infatti, le denunce di infortunio pervenute, ammontano a 53.286 casi con una differenza di

Dettagli

Analisi degli infortuni e delle malattie professionali per programmare interventi preventivi basati sui Sistemi di Gestione della Sicurezza

Analisi degli infortuni e delle malattie professionali per programmare interventi preventivi basati sui Sistemi di Gestione della Sicurezza Analisi degli infortuni e delle malattie professionali per programmare interventi preventivi basati sui Sistemi di Gestione della Sicurezza Verona 15 dicembre 2008 dott. Franco Sarto dott. Raffaele Polato

Dettagli

Aspetti epidemiologici nella regione del Veneto

Aspetti epidemiologici nella regione del Veneto Lavoratore Autonomo SANO SICURO INFORMATO Padova 23 novembre 2012 Aspetti epidemiologici nella regione del Veneto Roberto Agnesi Michela Veronese Lucia Calciano La crisi economica - PIL La crisi economica

Dettagli

CORSO PER RSPP - MODULO B (per tutti i codici ATECO di riferimento) cod. 8362 8362h

CORSO PER RSPP - MODULO B (per tutti i codici ATECO di riferimento) cod. 8362 8362h CORSO PER RSPP - MODULO B (per tutti i codici ATECO di riferimento) cod. 8362 8362h Il modulo B di specializzazione, è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo

Dettagli

ATTIVITA' ECONOMICHE E RISCHIO INFORTUNISTICO IN PROVINCIA DI MODENA

ATTIVITA' ECONOMICHE E RISCHIO INFORTUNISTICO IN PROVINCIA DI MODENA Agricoltura, Silvicoltura, Pesca ATTIVITA' ECONOMICHE E RISCHIO INFORTUNISTICO IN PROVINCIA DI MODENA NUMERO UNITA' LOCALI NUMERO ADDETTI C.C. % INAIL % C.C % INAIL % 1999 1999 1998 1999 Frequenza relativa

Dettagli

Presentazione dell Atlante della struttura produttiva e delle malattie professionali nel Veneto

Presentazione dell Atlante della struttura produttiva e delle malattie professionali nel Veneto Presentazione dell Atlante della struttura produttiva e delle malattie professionali nel Veneto Franco Sarto, Michela Veronese, Sara Roberti COREO Armando Olivieri, Luca Benacchio, Spisal ULSS 15 Le fonti

Dettagli

INFORTUNI: DATI SINTETICI

INFORTUNI: DATI SINTETICI INFORTUNI: DATI SINTETICI Nel 2009 viene introdotta una importante novità per la ASL di Milano e cioè l allargamento del territorio di competenza ad altri sei comuni: Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Provincia autonoma di Bolzano. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Provincia autonoma di Bolzano. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Provincia autonoma di Bolzano Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 30 settembre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni

Dettagli

ACCORDI STATO-REGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA

ACCORDI STATO-REGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA ACCORDI STATOREGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA rep. 221 (lavoratori, preposti, dirigenti) e 223 (DdL=Rspp) del 21.12.2011 pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 dell 11 gennaio 2012 Entrata

Dettagli

BREVE ANALISI DEL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI DEI DIRIGENTI E DEI DATORI DI LAVORO CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RSPP

BREVE ANALISI DEL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI DEI DIRIGENTI E DEI DATORI DI LAVORO CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RSPP BREVE ANALISI DEL NUOVO ACCORDO SULLA DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI DEI DIRIGENTI E DEI DATORI DI LAVORO CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RSPP Nella seduta del 21 dicembre 2011 la Conferenza permanente per i rapporti

Dettagli

Il comparto delle fonderie. E storicamente comparto ad alto rischio di infortuni e malattie professionali

Il comparto delle fonderie. E storicamente comparto ad alto rischio di infortuni e malattie professionali Il comparto delle fonderie E storicamente comparto ad alto rischio di infortuni e malattie professionali Codici di Tariffa Inail Inabilità Permanente (x 1.000) indici 2011-13 1100 Lavorazioni meccanico-agricole

Dettagli

D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e frequenza

D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e frequenza ISO 9001 : 2000 Certificato n. 97039 Settore Territorio Area Ambiente Energia e Sicurezza D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Piemonte. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Piemonte. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Regione Piemonte Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 30 settembre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

R e g i o n e L a z i

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i Titolo del Progetto o del programma: E possibile rendere sicure le sostanze pericolose Identificativo della Linea o delle Linee di intervento generale/i : Prevenzione degli eventi

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Lombardia. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Lombardia. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Regione Lombardia Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 31 gennaio 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro SEDE DI MANTOVA

Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro SEDE DI MANTOVA Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro SEDE DI MANTOVA INVESTIRE IN SICUREZZA. L INFORTUNIO COSTA Intervento al convegno La sicurezza partecipata nell Artigianato. Ruolo

Dettagli

Parte seconda AVVERTENZE

Parte seconda AVVERTENZE Parte seconda Infortuni sul lavoro e malattie professionali definiti e indennizzati dall INAIL AVVERTENZE In questa sezione sono riportate le statistiche relative ai casi di infortunio avvenuti e le malattie

Dettagli

GUIDA ALLA FORMAZIONE DELLE PRINCIPALI FIGURE IMPIEGATE IN AMBITO SICUREZZA AZIENDALE

GUIDA ALLA FORMAZIONE DELLE PRINCIPALI FIGURE IMPIEGATE IN AMBITO SICUREZZA AZIENDALE GUIDA ALLA FORMAZIONE DELLE PRINCIPALI FIGURE IMPIEGATE IN AMBITO SICUREZZA AZIENDALE La presente ha come scopo quello di riassumere i principali profili normativi individuati dal D.lgs. 81/2008 focalizzando

Dettagli

INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 4 Chiavarese

INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 4 Chiavarese S.C. PSAL PREVENZIONE E SICUREZZA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO SEDE DI CHIAVARI INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 4 Chiavarese RAPPORTO 2010 (Analisi eventi al 2009) Settore

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale Su dati amministrativi INAIL e INPS [Digitare il nome della società] Aprile 2007 Avvertenza Il dettaglio regionale dei

Dettagli

Capitolo 4. Struttura produttiva

Capitolo 4. Struttura produttiva Capitolo 4 Struttura produttiva Variabili e indicatori utilizzati: Numero di per settori di attività economica Numero di alle per sezioni di attività economica Quoziente di zzazione delle Dimensione media

Dettagli

I sistemi di gestione della sicurezza come fattore di efficienza e gli sconti sui premi INAIL

I sistemi di gestione della sicurezza come fattore di efficienza e gli sconti sui premi INAIL I sistemi di gestione della sicurezza come fattore di efficienza e gli sconti sui premi INAIL INAIL CONTARP Direzione Generale - Roma IL FENOMENO INFORTUNISTICO In Italia Infortuni denunciati al giorno

Dettagli

OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA (Decreto Legislativo 81/2008) Catalogo generale

OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA (Decreto Legislativo 81/2008) Catalogo generale OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO IN MATERIA DI SALUTE E CUREZZA (Decreto Legislativo 81/2008) Catalogo generale modulo totale Obbligo di verifica apprendimento? % Frequenza minima Formazione per Datore

Dettagli

info@swg.it Conoscere chi viene

info@swg.it Conoscere chi viene trieste 34133, via s. francesco 24 telefono +39.040.362525 fax +39.040.635050 milano 20144, via solari 8 telefono +39.02.43911320 fax +39.02.4986773 divisione comunicazione telefono +39.02.43911320 fax

Dettagli

CORSI: R.L.S. R.S.P.P.

CORSI: R.L.S. R.S.P.P. Prof. Francesco Di Cosmo info@studiodicosmo.it CORSI: R.L.S. R.S.P.P. 1 Corso R.L.S. (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è una persona eletta

Dettagli

IL PRIMO SOCCORSO IN CANTIERE. ed TU. Titolo IV. Cantieri temporanei o mobili PRIMO SOCCORSO IN CANTIERE. il titolo IV del Dl.gs 81/2008+106/2009

IL PRIMO SOCCORSO IN CANTIERE. ed TU. Titolo IV. Cantieri temporanei o mobili PRIMO SOCCORSO IN CANTIERE. il titolo IV del Dl.gs 81/2008+106/2009 IL PRIMO SOCCORSO IN CANTIERE ed TU Titolo IV Cantieri temporanei o mobili 1 PRIMO SOCCORSO IN CANTIERE il titolo IV del Dl.gs 81/2008+106/2009 dove parla del primo soccorso 2 Dlgs 81/2008+106/2009 allegato

Dettagli

I requisiti professionali richiesti per svolgere il ruolo di Responsabile e di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione

I requisiti professionali richiesti per svolgere il ruolo di Responsabile e di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione CAPITOLO 1. I requisiti professionali richiesti per svolgere il ruolo di Responsabile e di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione Introduzione Il DLgs 23 giugno 2003, n. 195 modifica in modo sostanziale

Dettagli

Area Formazione. Ettore Romanò Responsabile Area Formazione

Area Formazione. Ettore Romanò Responsabile Area Formazione FORMAZIIONE OBBLIIGATORIIA IIN MATERIIA DII SIICUREZZA E SALUTE NEII LUOGHII DII LAVORO (art. 34 D. Lgs. 81/08 art. 37, comma 2, D. Lgs. 81/08) Caro imprenditore, i nuovi Accordi Stato Regioni hanno radicalmente

Dettagli

CORSO PER RSPP E ASPP

CORSO PER RSPP E ASPP Area tematica Sicurezza sul lavoro CORSO PER RSPP E ASPP Il D.Lgs. 195/2003 ha riformato il D.Lgs. 626/94 e stabilito le capacità e i requisiti professionali richiesti ai Responsabili (RSPP) e agli Addetti

Dettagli

G COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI

G COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI Commercio ingrosso e dettaglio Attività artigianali non assimilabili alle precedenti(carrozzerie, riparazione veicoli, lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri, ecc.) RISCHIO BASSO G G COMMERCIO

Dettagli

Nuovo accordo Stato Regioni sulla Formazione dei Dirigenti, dei Preposti, dei Lavoratori e dei Datori di lavoro/rspp

Nuovo accordo Stato Regioni sulla Formazione dei Dirigenti, dei Preposti, dei Lavoratori e dei Datori di lavoro/rspp Nuovo accordo Stato Regioni sulla Formazione dei Dirigenti, dei Preposti, dei Lavoratori e dei Datori di lavoro/rspp Il 21 dicembre 2011, la Conferenza Stato Regioni ha approvato gli accordi per la formazione

Dettagli

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2016

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2016 Imola sede centrale Viale Amendola 56/d Tel 0542-42112 Bologna Centro Via delle Lame 102 Tel 051-5288601 www.assimprese.bo.it www.bolognaimprese.com Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B Essendo un modulo di specializzazione, esso tratta la natura dei rischi presenti nei luoghi di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia

Dettagli

FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO Corsi obbligatori di formazione generale e specifica secondo: D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. Provv. 16/03/2006 - Provv. 30/10/2007 DM 04/05/1998 Accordo Stato-Regioni

Dettagli

Gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali nel comparto Industria del LEGNO Regione del Veneto Anni 2000-2007

Gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali nel comparto Industria del LEGNO Regione del Veneto Anni 2000-2007 Gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali nel comparto Industria del LEGNO Regione del Veneto Anni 2000-2007 Cavallo Ligneo (particolare) - Palazzo della Ragione - Padova Gli infortuni sul

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PER LA LOMBARDIA. Nuovi flussi informativi INAIL ISPESL REGIONI

DIREZIONE REGIONALE PER LA LOMBARDIA. Nuovi flussi informativi INAIL ISPESL REGIONI DIREZIONE REGIONALE PER LA LOMBARDIA Nuovi flussi informativi INAIL ISPESL REGIONI Dicembre 2006 1 I N D I C E Introduzione pag. 3 Terminologia 5 Descrizione della realtà territoriale lombarda 12 Descrizione

Dettagli

SEDE DELLA SPEZIA. INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 5 SPEZZINO RAPPORTO 2008

SEDE DELLA SPEZIA. INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 5 SPEZZINO RAPPORTO 2008 SEDE DELLA SPEZIA INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 5 SPEZZINO RAPPORTO 28 Premessa Grazie all iniziativa dei Flussi Informativi attivati dal 22 da INAIL, ISPESL e Regioni,

Dettagli

Allegato I. La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro. Premessa

Allegato I. La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro. Premessa Allegato I La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro Premessa La formazione alla sicurezza svolta in aula ha rappresentato tradizionalmente il modello di formazione in grado di garantire

Dettagli

Gli infortuni lavorativi nella USL 2 dell Umbria nel triennio

Gli infortuni lavorativi nella USL 2 dell Umbria nel triennio NOVEMBRE2005 Azienda Sanitaria Locale n.2 dell Umbria Gli infortuni lavorativi nella USL 2 dell Umbria nel triennio 2000-2002 1 2 3 4 5 7 8 9 fumo di tabacco Come cambia la popolazione della USL2 Le straniere

Dettagli

OCCUPATI EQUIVALENTI CESSAZIONI TOTALI. Anno9 /Trimestre. Descrizione ASSUNZIONI TOTALI OCCUPATI NETTI. Descrizione Informazione ANNO

OCCUPATI EQUIVALENTI CESSAZIONI TOTALI. Anno9 /Trimestre. Descrizione ASSUNZIONI TOTALI OCCUPATI NETTI. Descrizione Informazione ANNO ASSICURATI - INTERINALI - OCCUPATI NETTI, OCCUPATI EQUIVALENTI, ASSUNZIONI TOTALI, ASSUNZIONI NETTE, NUOVI ASSUNTI, CESSAZIONI TOTALI, CESSAZIONI NETTE Distribuzione per Anno,Trimestre - Italia, Macroregione,

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione S.C. Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro

Dipartimento di Prevenzione S.C. Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro PARTIAMO BENE! La sicurezza sul lavoro comincia da giovani Dipartimento di Prevenzione S.C. Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro Dipartimento Giuridico Amministrativo S.S. Formazione e Aggiornamento

Dettagli

àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative

àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative D. Lgs. 195 / 2003 Requisiti e Formazione Addetti e Responsabili dei SPP interni o esterni Paola Magneschi Settore Prevenzione e Sicurezza Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarieta

Dettagli

3.7 Consumi energetici

3.7 Consumi energetici 3.7 Consumi energetici L impiego principale dell energia da parte dei cittadini nel territorio provinciale avviene: 1) per usi domestici e produttivi (agricoltura, industria, terziario) - Energia elettrica

Dettagli

ISO 9001:2008 Certificato n. 4530

ISO 9001:2008 Certificato n. 4530 ISO 9001:2008 SICUREZZA SUL LAVORO CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI FORMAZIONE GENERALE (4 ORE) FORMAZIONE SPECIFICA (4-8-12 ORE) I nostri corsi forniscono ai Lavoratori la formazione Generale e la formazione

Dettagli

Via Usciana n 132 Castelfranco di Sotto (PI) Tel 0571/1962649 Fax 0571/1962651 e-mail: info@professionistisicurezza.com INFORMATIVA OTTOBRE 2012

Via Usciana n 132 Castelfranco di Sotto (PI) Tel 0571/1962649 Fax 0571/1962651 e-mail: info@professionistisicurezza.com INFORMATIVA OTTOBRE 2012 INFORMATIVA OTTOBRE 2012 1) NUOVO SITO PROFESSIONISTISICUREZZA Vi invitiamo a visitare il nuovo sito di PROFESSIONISTISICUREZZA Studio di Consulenza & Formazione : www.professionistisicurezza.com dove

Dettagli

Indice della produzione industriale Ottobre 2005

Indice della produzione industriale Ottobre 2005 1 dicembre Indice della produzione industriale Ottobre Nel mese di ottobre, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale con base =1 è risultato pari a 1, con una

Dettagli

REGIONE CALABRIA. Dipartimento tutela della Salute, Politiche sanitarie e sociali PROGETTO: SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO

REGIONE CALABRIA. Dipartimento tutela della Salute, Politiche sanitarie e sociali PROGETTO: SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO REGIONE CALABRIA Dipartimento tutela della Salute, Politiche sanitarie e sociali PROGETTO: SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO ANALISI DEL FENOMENO INFORTUNISTICO La sorveglianza del

Dettagli

GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA ATLANTE E ANALISI PREVENTIVA (2001-2006)

GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA ATLANTE E ANALISI PREVENTIVA (2001-2006) GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA ATLANTE E ANALISI PREVENTIVA (2001-2006) AGENZIA REGIONALE DELLA SANITÀ 2 Agenzia regionale della Sanità della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia GLI

Dettagli

DATI SULL ATTIVITÀ DI VIGILANZA IN AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI ROMA TDP ELIO GALESSO. Tarquinia 27 Aprile 2012

DATI SULL ATTIVITÀ DI VIGILANZA IN AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI ROMA TDP ELIO GALESSO. Tarquinia 27 Aprile 2012 DATI SULL ATTIVITÀ DI VIGILANZA IN AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI ROMA ASL RM G TDP ELIO GALESSO Tarquinia 27 Aprile 2012 LE ORIGINI Il Piano Straordinario Regionale del triennio 2005/2007 aveva previsto

Dettagli

Indice della produzione industriale Settembre 2008

Indice della produzione industriale Settembre 2008 1 novembre 8 Indice della produzione industriale Settembre 8 Nel mese di settembre 8, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale con base =1 è risultato pari a,5

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP

CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP Report sull accordo raggiunto tra i rappresentanti del Governo e degli Assessorati regionali alla Sanità nella riunione del 13 aprile 2005 sulla attuazione dei commi 2,

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI IN EMILIA-ROMAGNA

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI IN EMILIA-ROMAGNA ASSESSORATO POLITICHE PER LA SALUTE INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI IN EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale di Coordinamento (D.P.C.M. 21 dicembre 2007) Anno 2010 Volume 3 2 Infortuni e malattie

Dettagli