M a nu a le p er l a sic urezz a e d il c orre tto tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li n el C o nsiglio N a zio n a le d elle Ric erc h e

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "M a nu a le p er l a sic urezz a e d il c orre tto tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li n el C o nsiglio N a zio n a le d elle Ric erc h e"

Transcript

1 M a nu a le p er l a sic urezz a e d il c orre tto tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li n el C o nsiglio N a zio n a le d elle Ric erc h e (D.lgs. 196/2003) 1

2 SOMMARIO PREMESSA OBBLIGHI DI SICUREZZA SCOPO DEL MANUALE DEFINIZIONI NORMATIVE TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PROFILI ORGANIZZATIVI TITOLARE DEL TRATTA MENT O DEI D ATI PERSO N ALI RESP O NSABILI DEL TRATTA MENT O DEI D ATI PERS O N ALI E RELATIVI C O MPITI IN C ARI C ATI DEL TRATTA MENTO DEI D ATI PERS O N ALI A N A G RA FE DEL TRATTA MENTO DEI D ATI PERS O N ALI PROFILI TECNICI LA SI C UREZZA LE MISURE MINIME DI SI C UREZZA TRATTA MENTI EFFETTUATI C O N STRUMENTI ELETTR O NI CI TRATTA MENTI EFFETTUATI SENZA L A USILI O DI STRUMENTI ELETTR O NI CI (D ATI SU SUPP O RTO C ARTA C E O) APPENDICE ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INCARICATI LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE DEI VIRUS LA SCELTA DELLE PASSWORD 2

3 PREMESSA D a l 1 g e nn a io 2004 è e ntra to in vig ore il D e cre to Le gisl a tiv o 30 giu g n o 2003 n. 196, n oto c o m e C o dic e in m a t eri a di prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li. Il nu o v o c o dic e riunisc e in un solo c orp us n orm a tiv o l a gra n d e v ariet à di pro vv e dim e nti in m a t eri a stra tific a tisi n el t e m p o a liv ello n a zio n a le e c o m unit ario, pro vv e d e n d o a ll a loro ra zio n a lizz a zio n e e sist e m a tizz a zio n e e migliora n d o c osì di m olto l a fruibilit à d e gli st essi d a p art e d ell int erpre t e. Il m e d esim o in oltre se m plific a e sn ellisc e gli a d e m pim e nti in pre c e d e nz a pre visti (elimin a n d o m olt e in c o m b e nze a c ara tt eristic a pre tt a m e nt e form a le ) a c aric o d ei titol ari d el tra tt a m e nto di d a ti p erso n a li re n d e n d o a l t e m p o st esso tutt a vi a più strin g e nti e c o g e nti i c o m p ort a m e nti e gli o b blig hi rim asti, a l fin e di assic urare c h e l a circ ol a zio n e d ei d a ti e d elle inform a zio ni rel a tiv e a lle p erso n e, fisic h e e giuridic h e, or a m a i in elimin a bile n ell a o diern a so ciet à d ell inform a zio n e, a vv e n g a n el m assim o risp e tto d ei diritti e d elle lib ert à fo n d a m e nt a li, q u a li so pra ttutto il diritto a ll a riserv a t ezz a e d a ll a id e ntit à p erso n a le. E n e c essario p ert a nto c h e o g ni o p era tore svilu p pi se m pre più un a c o nsa p e v ole c ultura circ a l a pre ziosit à e d elic a t ezz a d elle inform a zio ni c h e q u otidi a n a m e nt e è c hi a m a to a tra tt are e c o nserv are, e c h e si a d o p eri a ffin c h é v e n g a n o c o m piut a m e nt e risp e tt a t e, n el su o se ttore di a ttivit à, tutt e le misure di sic urezz a pre vist e a prot ezio n e d ei d a ti st essi, a n c h e p er e vit are di in c orrere n elle p esa nti sa nzio ni, a v olt e a n c h e di c ara tt ere p e n a le, pre vist e d a l le gisl a tore a tut el a d ell a disciplin a di rif erim e nto. OBBLIGHI DI SICUREZZA Il diritto a ll a prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li mira a g ara ntire c h e il tra tt a m e nto d elle inform a zio ni si sv olg a n el risp e tto d ei diritti e d elle lib ert à fo n d a m e nt a li, n o n c h é d ell a dig nit à d ell int eressa to, c o n p artic ol are rif erim e nto a ll a riserv a t ezz a, a ll id e ntit à p erso n a le e a l diritto a ll a prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li (art. 1 TU). Il prin cipio g uid a d ell a zio n e a m ministra tiv a in q u esto se ttore è ra p prese nt a to p ert a nto d a l prin cipio di n e c essit à d el tra tt a m e nto, il q u a le, assie m e a i c orrel a ti prin cipi di p ertin e nz a e n o n e c c e d e nz a, ra p prese nt a un presu p p osto di lic eit à d el tra tt a m e nto m e d esim o. I d a ti p erso n a li o g g e tto di tra tt a m e nto d e v o n o essere c usto diti e c o ntroll a ti, a n c h e in rel a zio n e a lle c o n osc e nze a c q uisit e in b ase a l pro gresso t e c nic o, a ll a n a tura d ei d a ti e a lle sp e cific h e c ara tt eristic h e d el tra tt a m e nto, in m o d o d a rid urre a l minim o, m e di a nt e l a d ozio n e di id o n e e e pre v e ntiv e misure di sic urezz a, i risc hi di distruzio n e o p erdit a, a n c h e a c cid e nt a le, d ei d a ti st essi, di a c c esso n o n a utorizz a to o di tra tt a m e nto n o n c o nse ntito o n o n c o nform e a lle fin a lit à d ell a ra c c olt a. N ell a m bito d el pre d e tto o b blig o g e n erale di c o nt e n ere n ell a misura più a m pi a p ossibile d e t ermin a i risc hi, i titol ari d el tra tt a m e nto so n o t e nuti in o g ni c aso a d assic urare un liv ello minim o di prot ezio n e d ei d a ti m e di a nt e l a d ozio n e d elle misure minim e di sic urezz a in divid u a t e n el Titolo V, C a pi I e II d el C o dic e. 3

4 SCOPO DEL MANUALE N ell ottic a di un e ffic a c e tut el a d elle inform a zio ni e d ei d a ti p erso n a li g estiti d a l C NR, il prese nt e M a nu a le p er l a Sic urezz a h a lo sc o p o di fornire le prescrizio ni e le istruzio ni di m assim a circ a il c o m plesso d elle misure org a nizz a tiv e, lo gistic h e, t e c nic h e, e d inform a tic h e d a a d ott are in tutt e le strutture, a ffin c h é il liv ello di prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li o g g e tto di tra tt a m e nto si a il più p ossibile c o nform e a q u a nto pre visto, n el q u a dro d ei più g e n erali o b blig hi di sic urezz a, d a l C o dic e in m a t eri a di prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li, e si a t a le in o g ni c aso d a g ara ntire il liv ello minim o di sic urezz a pre visto d a l le gisl a tore. DEFINIZIONI NORMATIVE Ai se nsi di q u a nto pre visto d a l C o dic e si int e n d e p er: trattamento: q u a lun q u e o p era zio n e o c o m plesso di o p era zio ni, e ff e ttu a ti a n c h e se nz a l'a usilio di stru m e nti ele ttro nici, c o n c ern e nti l a ra c c olt a, l a re gistra zio n e, l'org a nizz a zio n e, l a c o nserv a zio n e, l a c o nsult a zio n e, l'el a b ora zio n e, l a m o dific a zio n e, l a selezio n e, l'estra zio n e, il ra ffro nto, l'utilizzo, l'int erc o nn essio n e, il blo c c o, l a c o m unic a zio n e, l a diffusio n e, l a c a n c ell a zio n e e l a distruzio n e di d a ti, a n c h e se n o n re gistra ti in un a b a n c a di d a ti; dati personali: q u a lun q u e inform a zio n e rel a tiv a a p erso n a fisic a, p erso n a giuridic a, e nt e o asso ci a zio n e, id e ntific a ti o id e ntific a bili, a n c h e in dire tt a m e nt e, m e di a nt e rif erim e nto a q u a lsi asi a ltra inform a zio n e, ivi c o m preso un nu m ero di id e ntific a zio n e p erso n a le. dati sensibili: d a ti p erso n a li id o n ei a riv el are l origin e ra zzi a le e d e tnic a, le c o nvinzio ni religiose, filosofic h e o di a ltro g e n ere, le o pinio ni p olitic h e, l a d esio n e a p artiti, sin d a c a ti, asso ci a zio ni o d org a nizz a zio ni a c ara tt ere religioso, filosofic o, p olitic o o sin d a c a le, n o n c h é d a ti p erso n a li id o n ei a riv el are lo st a to di sa lut e e l a vit a sessu a le. dati giudiziari: i d a ti p erso n a li id o n ei a riv el are pro vv e dim e nti di c ui a ll'artic olo 3, c o m m a 1, le tt ere d a a ) a o) e d a r) a u), d el D.P.R. 14 n o v e m bre 2002, n. 313, in m a t eri a di c asell ario giu dizi a le, di a n a gra f e d elle sa nzio ni a m ministra tiv e dip e n d e nti d a re a to e d ei rel a tivi c aric hi p e n d e nti, o l a q u a lit à di im p ut a to o di in d a g a to a i se nsi d e gli artic oli 60 e 61 d el c o dic e di pro c e d ura p e n a le. comunicazione: il d are c o n osc e nz a d ei d a ti p erso n a li a un o o più so g g e tti d e t ermin a ti div ersi d a ll'int eressa to, d a l ra p prese nt a nt e d el titol are n el t erritorio d ello St a to, d a l resp o nsa bile e d a gli in c aric a ti, in q u a lun q u e form a, a n c h e m e di a nt e l a loro m essa a disp osizio n e o c o nsult a zio n e. diffusione: il d are c o n osc e nz a d ei d a ti p erso n a li a so g g e tti in d e t ermin a ti, in q u a lun q u e form a, a n c h e m e di a nt e l a loro m essa a disp osizio n e o c o nsult a zio n e. 4

5 TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Alle Pubbliche Amministrazioni è c o nse ntito: a ) il trattamento di dati comuni (div ersi d a q u elli se nsibili e giu dizi ari) se n e c essario p er il p erse g uim e nto d ei fini istituzio n a li. Sa lv o q u a nto pre visto p er gli eserc e nti le prof essio ni sa nit arie e gli org a nismi sa nit ari p u b blici (p art e II d el C o dic e), le PA n o n d e v o n o p ert a nto a c q uisire il c o nse nso d ell int eressa to. E tutt a vi a n e c essario fornire a gli int eressa ti un a a d e g u a t a informativa, in c ui si sp e cific hin o fin a lit à e m o d a lit à d el tra tt a m e nto d ei d a ti, l e v e ntu a le o b blig a torie t à d el loro c o nf erim e nto, le c o nse g u e nze rel a tiv e l a rifiuto di fornire i d a ti, i diritti esercit a bili d a ll int eressa to, n o n c h é i d a ti id e ntific a tivi d el titol are e d el resp o nsa bile. b) il trattamento dei dati sensibili e giudiziari se a utorizz a to d a espressa disp osizio n e di le g g e n ell a q u a le si sp e cific hin o i tipi di d a ti c h e p osso n o essere tra tt a ti, le o p era zio ni ese g uibili e le rile v a nti fin a lit à di int eresse p u b blic o p erse g uit e. N ei c asi in c ui un a disp osizio n e di le g g e sp e cific hi le fin a lit à di rile v a nt e int eresse p u b blic o, m a n o n i tipi di d a ti se nsibili e di o p era zio ni ese g uibili, le a m ministrazio ni so n o t e nut e a d a d ott are un a p p osito re g ol a m e nto c o n il q u a le id e ntific are e re n d ere p u b blici i tipi di d a ti utilizz a bili e le o p era zio ni ese g uibili, in rel a zio n e a i fini istituzio n a li p erse g uiti e n el risp e tto d ei prin cipi a ff erm a ti d a l C o dic e. In o g ni c aso, il tra tt a m e nto d ei d a ti se nsibili e giu dizi ari d a p art e d elle Pu b blic h e A m ministrazio ni è re tto d a l prin cipio di in disp e nsa bilit à, ossi a p osso n o essere tra tt a ti solt a nto i d a ti se nsibili e giu dizi ari in disp e nsa bili a llo sv olgim e nto di funzio ni istituzio n a li c h e n o n p otre b b ero essere a d e m piut e a ltrim e nti (m e di a nt e il ric orso a d a ti a n o nimi o p erso n a li di div ersa n a tura ). c) la comunicazione di dati personali - a priv a ti o e nti p u b blici e c o n o mici solt a nto se pre vist a d a un a n orm a di le g g e o di re g ol a m e nto - a d a ltri so g g e tti p u b blici se pre vist a d a un a n orm a di le g g e o di re g ol a m e nto o vv ero, in m a n c a nz a, se n e c essari a p er il p erse g uim e nto d ei fini istituzio n a li pre vi a a p p osit a c o m unic a zio n e a l G ara nt e p er l a prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li. N o n è in o g ni c aso c o nse ntit a la diffusio n e d ei d a ti id o n ei a rile v are lo st a to di sa lut e. 5

6 PROFILI ORGANIZZATIVI TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI A t ermini di n orm a tiv a è titol are d el tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li il so g g e tto (fisic o o giuridic o) c ui c o m p e to n o, n ell a m bito d el tra tt a m e nto m e d esim o, le d e cisio ni in ordin e a lle fin a lit à, a lle m o d a lit à d el tra tt a m e nto e a gli stru m e nti utilizz a ti, ivi c o m preso il profilo d ell a sic urezz a. L art. 28 d el C o dic e pre cisa in oltre c h e, n el c aso di tra tt a m e nto eff e ttu a to d a un a p u b blic a a m ministra zio n e, titol are d el tra tt a m e nto è l e ntit à n el su o c o m plesso. Pert a nto titolare del trattamento dei dati effettuato nell ambito di questo Consiglio è il CNR, nella persona del suo legale rappresentante pro tempore, il Presidente. RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI E RELATIVI COMPITI So n o resp o nsa bili d el tra tt a m e nto, a i se nsi di q u a nto disp osto d a l vig e nt e Re g ol a m e nto di org a nizz a zio n e e funzio n a m e nto d el C o nsiglio N a zio n a le d elle Ric erc h e i, i responsabili pro-tempore delle strutture amministrative, scientifiche e di servizio in cui si articola il CNR, con riferimento ai dati trattati nell ambito delle Unità Organizzative (comunque denominate) alla cui direzione gli stessi sono preposti. Le Unit à org a nizz a tiv e di rif erim e nto so n o: - p er l A m ministra zio n e c e ntrale: Uffici d elle Direzio ni C e ntrali e d a ltre e v e ntu a li Unit à O rg a nizz a tiv e sp e cific a t a m e nt e in divid u a t e in q u a nto n o n in c ardin a t e n e gli Uffici; - i Dip artim e nti; - gli Istituti - le Are e d ell a Ric erc a La n o min a a resp o nsa bile è e ff e ttu a t a, in se d e di prim a a p plic a zio n e d ell a n orm a tiv a di rif erim e nto, c o n a p p osito pro vv e dim e nto. A re gim e, l a n o min a a resp o nsa bile d el tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li sarà c o nt estu a le a l d e cre to (o a ltro pro vv e dim e nto) di n o min a a ll a direzio n e d ell a struttura. L a m bito di resp o nsa bilit à si est e n d e a l tra tt a m e nto d ei d a ti e ff e ttu a ti, si a c o n l a usilio di stru m e nti ele ttro nici c h e in m a niera c art a c e a, n ell a m bito d ell Unit à O rg a nizz a tiv a a ll a c ui direzio n e il so g g e tto è pre p osto, e si rif erisc e a lle tip olo gie di d a ti e di tra tt a m e nti in dic a ti d a l resp o nsa bile m e d esim o n ell a p p osit a sc h e d a di rile v a zio n e fornit a, in se d e di prim a a p plic a zio n e, in risp ost a a ll a circ ol are p os. 6.9 prot d el 16 G iu g n o 2005, e, su c c essiv a m e nt e in dic a ti n ell a c ostitu e n d a a n a gra f e elettro nic a d ei tra tt a m e nti. Il C NR si riserv a di e ff e ttu are, c o m un q u e, ult eriori n o min e di resp o nsa bili, l a d d o v e si re n d esse n e c essario, p er lo sv olgim e nto di a ttivit à istituzio n a li, d ele g are a so g g e tti t erzi est erni a l C NR il tra tt a m e nto di a lc uni d a ti. Il resp o nsa bile eff e ttu a il tra tt a m e nto a tt e n e n d osi a lle istruzio ni im p artit e d a l titol are e c o nt e nut e n el prese nt e M a nu a le (e n ei su c c essivi a g giorn a m e nti). So n o c o m piti d el resp o nsa bile d el tra tt a m e nto: 6

7 ! assic urarsi c h e n ell Unit à O rg a nizz a tiv a v e n g a n o risp e tt a t e le misure minim e di sic urezz a pre vist e d a ll a n orm a tiv a vig e nt e, n o n c h é le a ltre misure di sic urezz a pre vist e d a l C NR e ri assunt e n el prese nt e M a nu a le. Per l a ttu a zio n e d elle misure di sic urezz a in ci asc un a unit à org a nizz a tiv a è assic ura to il su p p orto p er q u a nto rig u ard a il tra tt a m e nto d ei d a ti, d ell Ufficio Sist e mi Inform a tivi, e p er q u a nto rig u ard a le misure di sic urezz a d ell a re t e d ell Ufficio Re ti e Tele c o m unic a zio ni. E p ossibile c o nt a tt are i so g g e tti di rif erim e nto in dic a ti a ll a p a gin a w e b w w w. c nr.it Per il su p p orto circ a l a d ozio n e di misure di sic urezz a c h e n o n riv est a n o c ara tt ere inform a tic o è p ossibile c o nt a tt are l Ufficio IV d ell a Direzio n e G e n erale.! pro c e d ere a ll a g giorn a m e nto d ell a n a gr a f e ele ttro nic a d ei tra tt a m e nti d ei d a ti p erso n a li o g ni q u a lv olt a si v erific hi l esist e nz a di un nu o v o tra tt a m e nto, l a c essa zio n e di un o pre c e d e nt e, l a m o dific a d elle c ara tt eristic h e di un tra tt a m e nto, o vv ero il nu o v o in gresso, l a c essa zio n e o il c a m bi a m e nto di m a nsio ni di un o d e gli in c aric a ti. L a g giorn a m e nto d ell a n a gra f e, n ell a p art e rel a tiv a a i so g g e tti in c aric a ti, assolv e gli o b blig hi pre visti d a ll a n orm a tiv a rel a tiv a m e nt e a ll in divid u a zio n e scritt a d el p erso n a le in c aric a to c h e a ff erisc e (p erso n a le t e c nic o-a m ministra tiv o o ric erc a tore ) o risult a asse g n a to (p erso n a le a c o ntra tto) a ll a struttura. Q u a lora il resp o nsa bile, n ello sv olgim e nto d elle su e funzio ni istituzio n a li, rit e n g a n e c essario a utorizz are so g g e tti div ersi d a i pre c e d e nti a l tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li in ere nti l a su a struttura, d o vrà pro vv e d ere a d esig n are in divid u a lm e nt e p er iscritto i m e d esimi(alle g a to A).! c o m unic are a l c o m p e t e nt e Ufficio d ell A m ministra zio n e C e ntrale l e v e ntu a le est ern a lizz a zio n e (a ffid a m e nto a ll est ern o) di tra tt a m e nti di d a ti p erso n a li a l fin e d ell a pre disp osizio n e d ell a n o min a a resp o nsa bili di t a li so g g e tti.! c o m unic are a l c o m p e t e nt e Ufficio d ell A m ministra zio n e C e ntrale o g ni c o m unic a zio n e di d a ti p erso n a li a d a ltri so g g e tti p u b blici, e ff e ttu a t a in q u a lsi asi m o d o a n c h e tra mit e c o nv e nzio n e, n o n pre vist a d a n orm e di le g g e o di re g ol a m e nto a i fini d elle n e c essarie c o m unic a zio ni in m erito a l G ara nt e! pro c e d ere a ll a ric hiest a di ril ascio e re v o c a d elle a utorizz a zio ni a ll a c c esso a b a n c h e d a ti ele ttro nic h e a uto m a tizz a t e. Per le b a n c h e d a ti d ell A m ministra zio n e c e ntrale è n e c essario pro vv e d ere a d in oltrare l a ric hiest a a l c o m p e t e nt e Ufficio, il q u a le p oi in oltrerà l a st essa a l c o m p e t e nt e p erso n a le inform a tic o.! im p artire istruzio ni a gli in c aric a ti circ a il c orre tto tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li, d a n d o id o n e a divulg a zio n e presso gli st essi d el prese nt e M a nu a le p er l a sic urezz a, c o n p artic ol are rif erim e nto a ll a p p e n dic e rel a tiv a a lle istruzio ni o p era tiv e p er gli in c aric a ti.! d are id o n e a diffusio n e presso i so g g e tti im p e g n a ti in a ttivit à di ric erc a d el C o dic e di d e o ntolo gi a e b uon a c o n d ott a p er i tra tt a m e nti di d a ti p erso n a li p er sc o pi st a tistici e scie ntifici, a ffin c h é le a ttivit à m e d esim e si a n o sv olt e n el risp e tto d ei prin cipi e c o n l osserv a nz a d ei crit eri ivi in dic a ti.! fornire, a l m o m e nto d ell a c q uisizio n e d ei d a ti, p er il tra mit e d e gli in c aric a ti, o vv ero m e di a nt e a ffissio n e n ei lo c a li a p erti a l p u b blic o o a n c ora m e di a nt e l inserim e nto in m o d uli o form ul ari, l inform a tiv a di c ui a ll art. 13 d el C o dic e a gli int eressa ti (Alle g a to B). Il m o d ello di inform a tiv a a lle g a to c o ntie n e le inform a zio ni g e n erali e d esse nzi a li v a lid e p er tutti i tra tt a m e nti eff e ttu a ti a ll int ern o d el C NR. 7

8 Il su d d e tto d o vrà p ert a nto essere o p p ortun a m e nt e int e gra to q u a lora l a sp e cificit à d ei tra tt a m e nti e ff e ttu a ti n ell a sin g ol a struttura re n d a n e c essarie ult eriori pre cisa zio ni.! e v a d ere, le e v e ntu a li d o m a n d e di a c c esso, re ttific a, int e gra zio n e, c a n c ell a zio n e e blo c c o su ist a nz a d e gli int eressa ti a l tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li a i se nsi d e gli artt d el C o dic e, pre vi a c o nsult a zio n e, o v e lo si rit e n g a n e c essario, c o n l ufficio c o m p e t e nt e in m a t eri a di disciplin a circ a il tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li (Ufficio Sist e mi Inform a tivi)! vigil are a ffin c h é l a c c esso a i d a ti d a tra tt are d a p art e d e gli in c aric a ti si a limit a to a q u ello stre tt a m e nt e n e c essari a llo sv olgim e nto d elle m a nsio ni loro asse g n a t e. INCARICATI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai se nsi di q u a nto disp osto d a ll a n orm a tiv a, gli in c aric a ti d el tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li so n o le p erso n e fisic h e a utorizz a t e a c o m piere o p era zio ni di tra tt a m e nto d a l titol are o d a l resp o nsa bile. La d esig n a zio n e v a e ff e ttu a t a p er iscritto e d e v e in divid u are p untu a lm e nt e l a m bito d el tra tt a m e nto c o nse ntito. Si c o nsid era t a le tutt a vi a a n c h e l a d o c u m e nt a t a pre p osizio n e d ell a p erso n a fisic a a ll Unit à O rg a nizz a tiv a p er l a q u a le è st a to in divid u a to p er iscritto, l a m bito d el tra tt a m e nto c o nse ntito a gli a d d e tti d ell a m e d esim a. N ell a m bito d el C NR si c o nsid era d o c u m e nt a t a pre p osizio n e l in dic a zio n e d e gli in c aric a ti pre p osti a d o g ni sp e cific o tra tt a m e nto a ll int ern o d elle sc h e d e di rile v a zio n e d ei tra tt a m e nti invi a t e in risp ost a a ll a circ ol are n.4/05 d el 16 G iu g n o 2005, o vv ero, a re gim e, in dic a ti n ell a n a gra f e ele ttro nic a d ei tra tt a m e nti. Si considerano incaricati pertanto nell ambito del CNR il personale di ruolo (personale tecnico-amministrativo e ricercatore,) e personale operante ad altro titolo (personale a contratto, dottorandi, titolari di assegni di ricerca) nell Unità Organizzativa medesima, sulla base di provvedimento o atto formale. Q u a lora il resp o nsa bile, n ello sv olgim e nto d elle su e funzio ni istituzio n a li, rit e n g a n e c essario a utorizz are so g g e tti div ersi d a i pre c e d e nti a l tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li in ere nti l a su a struttura, d o vrà pro vv e d ere a d esig n are p er iscritto i m e d esimi c o nse g n a n d o a gli st essi il m o d ello di n o min a (ALLE G AT O ) O ltre c h e a lle prescrizio ni e d istruzio ni di c ara tt ere g e n erale c o nt e nut e n el prese nt e M a nu a le o g ni in c aric a to d e v e a tt e n ersi a lle istruzio ni im p artit e d a l resp o nsa bile d ell Unit à O rg a nizz a tiv a c ui a ff erisc e o d è asse g n a to rel a tiv a m e nt e a ll a sp e cificit à d el tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li eff e ttu a to n ell Unit à O rg a nizz a tiv a m e d esim a. ANAGRAFE DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI L a n a gra f e ele ttro nic a d ei tra tt a m e nti d ei d a ti p erso n a li, c o ntie n e i d a ti rel a tivi a lle tip olo gie e d a lle c ara tt eristic h e di tutti i tra tt a m e nti sv olti a ll int ern o d el C NR, c osì c o m e c o m unic a ti d a lle strutture in risp ost a a ll a circ ol are n.4/05 d el 16 G iu g n o 2005 rel a tiv a a l c e nsim e nto g e n erale d ei tra tt a m e nti. L a n a gra f e c ostituisc e l unic o rif erim e nto circ a i tra tt a m e nti sv olti n el C NR e d i rel a tivi in c aric a ti. La st essa è im ple m e nt a t a e / o m o dific a t a, d a p art e di ci asc un a struttura, o g ni q u a lv olt a si v erific hi l esist e nz a di un nu o v o tra tt a m e nto, l a c essa zio n e di un o pre c e d e nt e, l a m o dific a d elle c ara tt eristic h e di un tra tt a m e nto, o vv ero il nu o v o in gresso, l a c essa zio n e o il c a m bi a m e nto di m a nsio ni di un o d e gli in c aric a ti. 8

9 PROFILI TECNICI LA SICUREZZA N ell a m bito inform a tic o, c o m un e m e nt e, il t ermin e sic urezz a si rif erisc e a tre asp e tti distinti: Riservatezza: Pre v e nzio n e c o ntro l a c c esso n o n a utorizz a to a lle inform a zio ni; Integrità: Le inform a zio ni n o n d e v o n o essere a lt era bili d a in cid e nti o a b usi; Disponibilità Il sist e m a d e v e essere prot e tto d a int erruzio ni im pre vist e. Il TU sull a priv a c y p o n e un a p artic ol are a tt e nzio n e, a gli artic oli 31 e se g u e nti, a lle t e m a tic h e d ell a sic urezz a d ei d a ti e sist e mi. In pro p osito le misure di sic urezz a d a a d ott are v e n g o n o distint e in:! misure id o n e e e pre v e ntiv e v olt e a rid urre a l minim o i risc hi di distruzio n e o p erdit a, a n c h e a c cid e nt a le, d ei d a ti st essi, i risc hi di a c c esso n o n a utorizz a to o di tra tt a m e nto n o n c o nse ntito o n o n c o nform e a lle fin a lit à d ell a ra c c olt a.! misure minim e, in dic a t e n e gli artic oli 34 e 35 e a n a litic a m e nt e sp e cific a t e n el Disciplin are Te c nic o e div ersific a t e a se c o n d a c h e il tra tt a m e nto si a e ff e ttu a to o m e n o c o n stru m e nti ele ttro nici. C o n l a p pro v a zio n e d el C o dic e i titol ari di tra tt a m e nto di d a ti (q uin di a n c h e il C NR) so n o t e nuti a d adottare, quanto meno, le cd misure minime di sicurezza, ossi a gli a c c orgim e nti, in divid u a ti n e gli artt e n el Disciplin are Te c nic o d el C o dic e, t esi a d assic urare un liv ello minim o di prot ezio n e d ei d a ti p erso n a li. La m a n c a t a osserv a nz a di q u a nto st a bilito in m a t eri a di misure minim e di sic urezz a e sa nzio n a t a p e n a lm e nt e (arresto fin o a d u e a nni o a m m e n d a d a die cimil a a cin q u a nt a mil a e uro). L a d ozio n e d elle misure minim e di sic urezz a n o n eso n era tutt a vi a d a resp o nsa bilit à civile q u a lora l e v e ntu a le d a nn e g gi a to dim ostri c h e, in b ase a ll e v oluzio n e t e c n olo gic a ra g giunt a, era p ossibile e ra c c o m a n d a bile l utilizzo di misure di sic urezz a ult eriori (le c d misure id o n e e ). Per l a ttu a zio n e d elle misure di sic urezz a in ci asc un a unit à org a nizz a tiv a è assic ura to il su p p orto d ell Ufficio Sist e mi Inform a tivi. Sara nn o c o n c ord a ti, presso ci asc un a struttura, a p p ositi in c o ntri c o n p erso n a le t e c nic o - inform a tic o, a l fin e di e vid e nzi are e v e ntu a li criticit à e pre disp orre un pi a n o di a d e g u a m e nto. Per il su p p orto circ a l a d ozio n e di misure di sic urezz a c h e n o n riv est a n o c ara tt ere inform a tic o è assic ura to il su p p orto d ell Ufficio.IV d ell a Direzio n e G e n erale. 9

10 LE MISURE MINIME DI SICUREZZA! Trattamenti effettuati con strumenti elettronici Trattamento dati comuni So n o obbligatorie le se g u e nti misure: a ) a ut e ntic a zion e inform a tic a. Il sist e m a inform a tic o d e v e essere d ot a to di m ezzi (le c d. cre d e nzi a li di a ut e ntic a zio n e) d e p ut a ti a ll a v erific a e d a ll a c onv a lid a zio n e d ell id e ntit à d el so g g e tto c h e vi a c c e d e Le cre d e nziali di a ut e ntic a zio n e c o nsisto n o in un c o dic e p er l id e ntific a zio n e (user id) d ell in c aric a to asso ci a to a un a p arol a c hi a v e riserv a t a (p assw ord), c o n osciut a sol a m e nt e d a l m e d esim o o p p ure in un disp ositiv o di a ut e ntic a zio n e in p ossesso e uso esclusiv o d ell in c aric a to, e v e ntu alm e nt e asso ci a to a un c o dic e id e ntific a tiv o o a un a p arol a c hi a v e, o p p ure in un a c ara tt eristic a bio m e tric a d ell in c aric a to, e v e ntu a lm e nt e asso ci a t a a un c o dic e id e ntific a tiv o o a un a p arol a c hi a v e.. b) a d ozio n e di pro c e d ure di g estio n e d elle cre d e nzi a li di a ut e ntic a zio n e; A d o g ni in c aric a to so n o asse g n a t e o asso ci a t e in divid u a lm e nt e un a o più cre d e nzi a li p er l a ut e ntic a zio n e. C o n le istruzio ni im p artit e a gli in c aric a ti è prescritto di a d ott are le n e c essarie c a ut ele p er assic urare l a se gre t ezz a d ell a c o m p o n e nt e riserv a t a d ell a cre d e nziale e l a dilig e nt e c usto di a d ei disp ositivi in p ossesso e d uso esclusiv o d ell in c aric a to. La p arol a c hi a v e, q u a n d o è pre vist a d a l sist e m a di a ut e ntic a zio n e, è c o m p ost a d a a lm e n o otto c ara tt eri o p p ure, n el c aso in c ui lo stru m e nto ele ttro nic o n o n lo p erm e tt a, d a un nu m ero di c ara tt eri p ari a l m assim o c o nse ntito; essa n o n c ontie n e rif erim e nti a g e v olm e nt e ric o n d u cibili a ll in c aric a to e d è m o dific a t a d a q u est ultim o a l prim o utilizzo e, su c c essiv a m e nt e, a lm e n o o g ni sei m esi. In c aso di tra tt a m e nto di d a ti se nsibili e di d a ti giu dizi ari l a p arol a c hi a v e è m o dific a t a a lm e n o o g ni tre m esi. Le cre d e nzi a li di a ut e ntic a zio n e n on utilizz a t e d a a lm e n o sei m esi so n o disa ttiv a t e, sa lv o q u elle pre v e ntiv a m e nt e a utorizz a t e p er soli sc o pi di g estio n e t e c nic a. Le cre d e nziali so n o disa ttiv a t e a n c h e in c aso di p erdit a d ell a q u a lit à c h e c o nse nt e a ll in c aric a to l a c c esso a i d a ti p erson a li c) utilizz a zio n e di un sist e m a di a utorizz a zio n e; E il sist e m a c h e, d o p o l a ut e ntic a zion e, p erm e tt e a gli in c aric a ti di tra tt are e ff e ttiv a m e nt e i d a ti. I profili di a utorizz a zio n e, p er ci asc un in c aric a to o p er cl assi o m o g e n e e di in c aric a ti, so n o in divid u a ti e c o nfig ura ti a nt eriorm e nt e a ll inizio d el tra tt a m e nto, in m o d o d a limit are l a c c esso a i soli d a ti n e c essari p er e ff e ttu are le o p era zio ni di tra tt a m e nto. Perio dic a m e nt e, e c o m un q u e a lm e n o a nnu a lm e nt e, è v erific a t a l a sussist e nz a d elle c o n dizio ni p er l a c o nserv a zio n e d ei profili di a utorizz a zio n e d) a g giorn a m e nto p erio dic o d ell in divid u a zio n e d ell a m bito d el tra tt a m e nto c o nse ntito a i sin g oli in c aric a ti e a d d e tti a ll a g estio n e o a ll a m a nut e nzio n e d e gli stru m e nti ele ttronici; E e ff e ttu a t a tra mit e l a g giorn a m e nto, a lm e n o a nnu a le, d ell a n a gra fe d el tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li. e) prot ezio n e d e gli stru m e nti ele ttro nici e d ei d a ti risp e tto a tra tt a m e nti ille citi di d a ti, a d a c c essi n o n c o nse ntiti e a d e t ermin a ti pro gra m mi inform a tici; Utilizzo di a ntivirus a g giorn a ti alm e n o se m estralm e nt e (giorn a lm e nt e) e a d ozio n e di misure a tt e all a prot ezio n e d a gli a c c essi d a ll a re t e (fire w a ll e t c) 10

11 f) a d ozio n e di pro c e d ure p er l a c usto di a di c o pie di sic urezz a, il ripristin o d ell a disp o nibilit à d ei d a ti e d ei sist e mi; Utilizzo di b a c k u p e stra t e gie di disast er re c ov ery g) t e nut a di un a g giorn a to d o c u m e nto pro gra m m a tic o sull a sic urezz a (re d a tto a nnu a lm e nt e d a l C NR). Trattamento dati sensibili o giudiziari Ult eriori misure: h) A d ozio n e di id o n e e misure p er g ara ntire il ripristin o d ell a c c esso a i d a ti in c aso di d a nn e g gi a m e nto d e gli st essi o d e gli stru m e nti ele ttro nici, in t e m pi c erti c o m p a tibili c o n i diritti d e gli int eressa ti e n on su p eriori a se tt e giorni i) D e v ono essere c o n c ord a t e c o n l Ufficio Sist e mi Inform a tivi le misure org a nizz a tiv e e t e c nic h e p er l a c usto di a e l uso d ei su p p orti rim o vibili su c ui so n o m e m orizz a ti i d a ti a l fin e di e vit are a c c essi n o n a utorizz a ti e tra tt a m e nti n o n c o nse ntiti. I su p p orti rim ovibili c o nt e n e nti d a ti se nsibili o giu dizi ari se n o n utilizz a ti so n o distrutti o resi inutilizz a bili, o vv ero p osso n o essere riutilizz a ti d a a ltri in c aric a ti, n o n a utorizz a ti a l tra tt a m e nto d e gli st essi d a ti, se le inform a zio ni pre c e d e nt e m e nt e in essi c o nt e nut e n on so n o int elligibili e t e c nic a m e nt e in a lc un m o d o ric ostruibili.! Trattamenti effettuati senza l ausilio di strumenti elettronici (dati su supporto cartaceo) Trattamento dati comuni So n o obbligatorie le se g u e nti misure: a ) L a g giorn a m e nto p erio dic o d ei d a ti il c ui tra tt a m e nto è c onse ntito a gli in c aric a ti (tra mit e l a g giorn a m e nto d ell a n a gra f e d ei tra tt a m e nti) b) Istruzio ni circ a un id o n e a c usto di a d e gli a tti e d ei d o c u m e nti a ffid a ti a gli in c aric a ti p er lo sv olgim e nto d ei rel a tivi c o m piti; E c o m pito di ci asc un resp onsa bile fornire istruzio ni a gli in c aric a ti d el tra tt a m e nto a ffin c h é a i d o c u m e nti c o nt e n e nti d a ti p erson a li n o n a c c e d a n o p erso n e priv e di a utorizz a zio n e, d a n d o id o n e a divulg a zio n e presso gli st essi d el prese nt e M a nu ale p er l a sic urezz a, p er q u a nto rig u ard a le prescrizio ni di c ara tt ere g e n erale, n o n c h é im p art e n d o le istruzioni d el c aso rel a tiv a m e nt e a ll a sp e cificit à d el tra tt a m e nto d ei d a ti p erso n a li e ff e ttu a to n ell Unit à O rg a nizz a tiv a m e d esim a. Trattamento dati sensibili o giudiziari Ult eriori misure: L arc hivi a zio n e d ei d o c u m e nti c art a c ei c o nt e n e nti d a ti se nsibili e / o giu dizi ari d e v e a vv e nire in lo c a li a d a c c esso c o ntroll a to, p ossibilm e nt e utilizz a n d o arm a di o c o nt e nitori c hiusi a c hi a v e Per a c c e d ere a gli arc hivi c o nt e n e nti d a ti se nsibili e / o giu dizi ari fu ori d a ll orario di l a v oro è n e c essario ott e n ere un a pre v e ntiv a a utorizz a zio n e d a p art e d el Resp o nsa bile o p p ure f arsi id e ntific are e re gistrare su a p p ositi re gistri. 11

12 APPENDICE ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INCARICATI A) Tra tt a m e nti se nz a l a usilio di stru m e nti ele ttro nici 1. UTILIZZATE LE CHIAVI! Il prim o liv ello di prot ezio n e di q u a lun q u e sist e m a è q u ello fisic o; è v ero c h e un a p ort a c hiusa p u ò in m olti c asi n o n c ostituire un a prot ezio n e sufficie nt e, m a è a n c h e v ero c h e p o n e se n o n a ltro un prim o ost a c olo, e ric hie d e c o m un q u e un o sforzo v olo nt ario n o n b a n a le p er l a su a rim ozio n e. È fin tro p p o f a cile p er un estra n e o e ntrare in un ufficio n o n c hiuso a c hi a v e e sbirci are i d o c u m e nti p osti su un a scriv a ni a ; p ert a nto, c hiu d e t e a c hi a v e il v ostro ufficio q u a n d o l ultim a unit à di p erso n a le l asci a il lo c a le e, c o m un q u e, a ll a fin e d ell a giorn a t a e c hiu d e t e i d o c u m e nti a c hi a v e n e gli arm a di o g ni v olt a c h e p ot e t e. 2. NON COMUNICATE DATI PERSONALI A SOGGETTI NON LEGITTIMATI L utilizzo d ei d a ti p erso n a li d e v e a vv e nire in b ase a l c d prin cipio di n e c essit à, è cio è essi n o n d e v o n o essere c o n divisi, c o m unic a ti o invi a ti a p erso n e c h e n o n n e n e c essit a n o p er lo sv olgim e nto d elle pro prie m a nsio ni l a v ora tiv e. I d a ti n o n d e v o n o essere c o m unic a ti a ll est ern o d el C NR e c o m un q u e a so g g e tti t erzi, se n o n pre vi a a utorizz a zio n e d el Resp o nsa bile n elle ip ot esi c o nse ntit e d a ll a n orm a tiv a vig e nt e. 3. FATE ATTENZIONE A COME DISTRUGGETE I DOCUMENTI Q u a lor a si a n e c essario distru g g ere i d o c u m e nti c o nt e n e nti d a ti p erso n a li, q u esti d e v o n o essere distrutti utilizz a n d o gli a p p ositi a p p are c c hi distru g gi d o c u m e nti o, in asse nz a, d e v o n o essere sminuzz a ti in m o d o d a n o n essere più ric o m p o nibili. I d o c u m e nti origin a li n o n p osso n o in a lc un c aso essere distrutti se nz a l a pre vi a a utorizz a zio n e d ell a So print e n d e nz a Arc hivistic a. 4. RADDOPPIATE LE ATTENZIONI SE I DOCUMENTI CONTENGONO DATI SENSIBILI O GIUDIZIARI I d o c u m e nti c o nt e n e nti d a ti se nsibili e / o giu dizi ari d e v o n o essere c o ntroll a ti e c usto diti m olto a tt e nt a m e nt e in m o d o c h e n o n vi a c c e d a n o p erso n e priv e di a utorizz a zio n e. A d ese m pio, l a c o nsult a zio n e di d o c u m e nti o c ertific a ti p er l inserim e nto in pro c e d ure inform a tic h e di g estio n e / a m ministra zio n e d el p erso n a le di d a ti rel a tivi a p erm essi sin d a c a li, asse nze p er m a l a tti a, e c c., d e v e a vv e nire p er il t e m p o stre tt a m e nt e n e c essario a ll a digit a zio n e st essa e, su bito d o p o, i d o c u m e nti d e v o n o essere arc hivi a ti. L arc hivi a zio n e d ei d o c u m e nti c art a c ei c o nt e n e nti d a ti se nsibili e / o giu dizi ari d e v e a vv e nire in lo c a li a d a c c esso c o ntroll a to, utilizz a n d o p ossibilm e nt e arm a di o c o nt e nitori c hiusi a c hi a v e Per a c c e d ere a gli arc hivi c o nt e n e nti d a ti se nsibili e / o giu dizi ari fu ori d a ll orario di l a v oro è n e c essario ott e n ere un a pre v e ntiv a a utorizz a zio n e d a p art e d el Resp o nsa bile o p p ure f arsi id e ntific are e re gistrare su a p p ositi re gistri. Rip o n e t e i d o c u m e nt e c o nt e n e nti d a ti se nsibili o giu dizi ari n e gli a p p ositi c o nt e nitori o sc a ff a li a l t ermin e d elle o p era zio ni a ffid a t e e c o m un q u e a fin e giorn a t a. In o g ni c aso di a llo nt a n a m e nto d a l pro prio p osto di l a v oro, d o c u m e nti d e v o n o essere rip osti n e gli arm a di o n ei c asse tti, p ossibilm e nt e c hiusi a c hi a v e. 12

13 B) Tra tt a m e nti c o n stru m e nti ele ttro nici 1. CONSERVATE I DISCHETTI (FLOPPY DISK) OVVERO I COMPACT DISC IN UN LUOGO SICURO Per i disc h e tti e i c o m p a c t disc si a p plic a n o gli st essi crit eri c h e p er i d o c u m e nti c art a c ei. Rip o n e t eli n e gli arm a di o n ei c asse tti n o n a p p e n a a v e t e finito di usarli. 2. UTILIZZATE LE PASSWORD Vi so n o sv ari a t e c a t e g orie di p assw ord, o g nun a c o n il pro prio ru olo pre ciso: a) La p assw ord di a c c esso a l c o m p ut er im p e disc e l utilizzo im pro prio d ell a v ostra p ost a zio n e, q u a n d o p er un m otiv o o p er l a ltro n o n vi tro v a t e in ufficio. b) La p assw ord di a c c esso a ll a re t e im p e disc e c h e l e v e ntu a le a c c esso n o n a utorizz a to a un a p ost a zio n e re n d a disp o nibili tutt e le risorse d ell Ufficio. c) La p assw ord d ei pro gra m mi sp e cifici p erm e tt e di restrin g ere l a c c esso a i d a ti a l solo p erso n a le a utorizz a to. d) La p assw ord d el sa lv asc h erm o, infin e, im p e disc e c h e un a v ostra asse nz a m o m e nt a n e a p erm e tt a a un a p erso n a n o n a utorizz a t a di visu a lizz are il v ostro l a v oro. Im p ara t e a utilizz are q u esti q u a ttro tipi fo n d a m e nt a li di p assw ord, e m a nt e n e t e distint a a lm e n o q u ell a di tip o a, c h e p u ò d o v er essere resa n ot a, a lm e n o t e m p ora n e a m e nt e, esclusiv a m e nt e a i t e c nici a c cre dit a ti in c aric a ti d ell assist e nz a. Sc e glie t e le p assw ord se c o n d o le in dic a zio ni d ell a sezio n e su c c essiv a. 3. ATTENZIONE ALLE STAMPE DI DOCUMENTI RISERVATI N o n l asci a t e a c c e d ere a lle st a m p e p erso n e n o n a utorizz a t e; se l a st a m p a nt e n o n si tro v a sull a v ostra scriv a ni a re c a t e vi q u a nto prim a a ritirare le st a m p e. 4. PRESTATE ATTENZIONE ALL UTILIZZO DEI PC PORTATILI I P C p ort a tili so n o un f a cile b ersa glio p er i furti. Se a v e t e n e c essit à di g estire d a ti riserv a ti su un p ort a tile, f a t e vi inst a ll are un b u o n pro gr a m m a di cifra tura d el disc o rigid o, e utilizz a t e un a pro c e d ura di b a c ku p p erio dic o. 5. NON FATEVI SBIRCIARE QUANDO STATE DIGITANDO LE PASSWORD A n c h e se m olti pro gra m mi n o n rip e to n o in c hi aro l a p assw ord sullo sc h erm o, q u a n d o digit a t e l a v ostra p assw ord, q u est a p otre b b e essere le tt a g u ard a n d o i t asti c h e st a t e b a tt e n d o, a n c h e se a v e t e b u o n e c a p a cit à di d a ttiloscrittura. 6. CUSTODITE LE PASSWORD IN UN LUOGO SICURO N o n scriv e t e l a v ostra p assw ord, m e n o c h e m a i vicin o a ll a v ostra p ost a zio n e di l a v oro. L unic o a ffid a bile disp ositiv o di re gistra zio n e è la v ostra m e m ori a. Se a v e t e n e c essit à di c o nserv are tra c ci a d elle p assw ord p er scritto, n o n l asci a t e in giro i fo gli utilizz a ti. 7. NON UTILIZZATE APPARECCHI NON AUTORIZZATI L utilizzo di m o d e m su p ost a zio ni di l a v oro c olle g a ti a ll a re t e di e dificio offre un a p ort a d a c c esso d a ll est ern o n o n solo a l v ostro c o m p ut er, m a a tutt a l a re t e, e d è q uin di viet a t a. Per l utilizzo di a ltri a p p are c c hi, c o nsult a t e vi c o n l Ufficio Sist e mi Inform a tivi. 13

14 8. NON INSTALLATE PROGRAMMI NON AUTORIZZATI Solo i pro gra m mi istituzio n a li o a c q uist a ti d a ll A m ministra zio n e c o n re g ol are lic e nz a so n o a utorizz a ti. Se il v ostro l a v oro ric hie d e l utilizzo di pro gra m mi sp e cifici, c o nsult a t e vi c o n l Ufficio Sist e mi Inform a tivi. 9. APPLICATE CON CURA LE LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE DA INFEZIONI DI VIRUS La pre v e nzio n e d a lle inf ezio ni d a virus sul v ostro c o m p ut er è m olto più f a cile e c o m p ort a un o spre c o di t e m p o m olto min ore d ell a c orrezio n e d e gli e ff e tti di un virus; tra l a ltro, p otrest e in c orrere in un a p erdit a irre p ara bile di d a ti. Linee guida per la prevenzione dei virus Un virus è un pro gra m m a in gra d o di trasm e tt ersi a uto n o m a m e nt e e c h e p u ò c a usare e ff e tti d a nn osi. Alc uni virus si limit a n o a ripro d ursi se nz a ult eriori e ff e tti, a ltri si limit a n o a ll a se m plic e visu a lizz a zio n e di m essa g gi sul vid e o, i più d a nn osi arriv a n o a distru g g ere tutto il c o nt e nuto d el disc o rigid o. COME SI TRASMETTE UN VIRUS: 1. Attra v erso pro gra m mi pro v e nie nti d a fo nti n o n uffici a li; 2. Attra v erso le m a cro d ei pro gra m mi di a uto m a zio n e d ufficio. COME NON SI TRASMETTE UN VIRUS: 1. Attra v erso file di d a ti n o n in gra d o di c o nt e n ere m a cro (file di t esto, html, p df, e c c.); 2. Attra v erso m a il n o n c o nt e n e nti a lle g a ti. QUANDO IL RISCHIO DA VIRUS SI FA SERIO: 1. Q u a n d o si inst a ll a n o pro gra m mi; 2. Q u a n d o si c o pi a n o d a ti d a disc h e tti; 3. Q u a n d o si sc aric a n o d a ti o pro gra m mi d a Int ern e t. QUALI EFFETTI HA UN VIRUS? 1. Eff e tti so n ori e m essa g gi sc o n osciuti a p p a io n o sul vid e o; 2. N ei m e nù a p p a io n o funzio ni extra fin ora n o n disp o nibili; 3. Lo sp a zio disc o resid u o si rid u c e inspie g a bilm e nt e; COME PREVENIRE I VIRUS: 1. USATE SOLTANTO PROGRAMMI PROVENIENTI DA FONTI FIDATE C o pie sosp e tt e di pro gra m mi p osso n o c o nt e n ere virus o a ltro softw are d a nn oso. O g ni pro gra m m a d e v e essere sotto p osto a ll a sc a nsio n e prim a di essere inst a ll a to. N o n utilizz a t e pro gra m mi n o n a utorizz a ti. 2. ASSICURATEVI DI NON FAR PARTIRE ACCIDENTALMENTE IL VOSTRO COMPUTER DA DISCHETTO Inf a tti se il disc h e tto fosse inf e tt a to, il virus si trasf erire b b e n ell a m e m ori a RA M e p otre b b e esp a n d ersi a d a ltri files. 3. PROTEGGETE I VOSTRI DISCHETTI (O COMPACT DISK) DA SCRITTURA QUANDO POSSIBILE In q u esto m o d o e vit ere t e le scritture a c cid e nt a li, m a g ari t e nt a t e d a un virus c h e t e nt a di pro p a g arsi. I virus n o n p osso n o in o g ni c aso a g girare l a prot ezio n e m e c c a nic a. 14

15 4. ASSICURATEVI CHE IL VOSTRO SOFTWARE ANTIVIRUS SIA AGGIORNATO La t e m p estivit à n ell a zio n e di b o nific a è esse nzi a le p er limit are i d a nni c h e un virus p u ò c a usare ; in oltre è vit a le c h e il pro gra m m a a ntivirus c o n osc a gli ultimi a g giorn a m e nti sulle im pro nt e digit a li d ei nu o vi virus. Q u esti file di id e ntific a tivi so n o ril asci a ti, di solito, c o n m a g giore fre q u e nz a risp e tto a lle nu o v e v ersio ni d ei m otori di ric erc a d ei virus. Inform a t e vi c o n l Ufficio Sist e mi Inform a tivi p er m a g giori d e tt a gli. 5. NON DIFFONDETE MESSAGGI DI PROVENIENZA DUBBIA Se ric e v e t e m essa g gi c h e a vvisa n o di un nu o v o virus p eric olosissim o, ig n ora t elo: i m a il di q u esto tip o so n o d e tti c o n t ermin olo gi a a n glosasso n e h o a x (t ermin e sp esso tra d otto in it a li a n o c o n b uf a l a ), l e q uiv a le nt e d elle le g g e n d e m e tro p olit a n e d ell a re t e. 6. NON PARTECIPATE A CATENE DI S. ANTONIO E SIMILI A n a lo g a m e nt e, tutti i m essa g gi c h e vi invit a n o a diffo n d ere l a n otizi a q u a nto più p ossibile so n o h o a x, a v e nti sp esso sc o pi m olto simili a q u elli d ei virus, cio è utilizz are in d e bit a m e nt e le risorse inform a tic h e. SCELTA DELLE PASSWORD Il più se m plic e m e to d o p er l a c c esso ille cito a un sist e m a c o nsist e n ell in d o vin are l a p assw ord d ell ut e nt e le gittim o. In m olti c asi so n o st a ti pro c ur a ti seri d a nni a l sist e m a inform a tiv o a c a usa di un a c c esso prot e tto d a p assw ord d e b oli. La sc elt a di p assw ord forti è, q uin di, p art e esse nzi a le d ell a sic urezz a inform a tic a. COSA NON FARE 1. N O N dit e a n essun o l a V ostra p assw ord. Ric ord a t e c h e lo sc o p o prin cip a le p er c ui usa t e un a p assw ord è assic urare c h e n essun a ltro p ossa utilizz are le V ostre risorse o p ossa f arlo a V ostro n o m e 2. N O N scriv e t e l a p assw ord d a n essun a p art e c h e p ossa essere le tt a f a cilm e nt e, so pra ttutto vicin o a l c o m p ut er. 3. Q u a n d o im m e tt e t e l a p assw ord N O N f a t e sbirci are a n essun o q u ello c h e st a t e b a tt e n d o sull a t astiera. 4. N O N usa t e il V ostro n o m e ut e nt e. È l a p assw ord più se m plic e d a in d o vin are 5. N O N usa t e p assw ord c h e p ossa n o in q u a lc h e m o d o essere le g a t e a V oi c o m e, a d ese m pio, il V ostro n o m e, q u ello di V ostra m o glie / m arito, d ei figli, d el c a n e, d a t e di n ascit a, nu m eri di t elefo n o e t c. COSA FARE 1. C a m bi are l a p assw ord a int erv a lli re g ol ari. 2. Usare p assw ord lun g h e a lm e n o otto c ara tt eri c o n un misto di le tt ere, nu m eri e se g ni di int erp unzio n e. 15

TRIBUNALE DI MARSALA

TRIBUNALE DI MARSALA TRIBUNALE DI MARSALA RAPPORTO DI STIMA FASCICOLO N 17 LOTTO 17 PROCEDIMENTO ESECUTIVO: n. 194/2011 R. G.E. d el Trib un al e di M a rsal a, pro m osso d a C o o p era tiv a M ura tori Riuniti C.M.R. So

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

FATTI SENTIRE S C RIVI AI RESP O NSABILI DELL EUR O PA

FATTI SENTIRE S C RIVI AI RESP O NSABILI DELL EUR O PA FATTI SENTIRE S C RIVI AI RESP O NSABILI DELL EUR O PA 1 IL PROGETTO N el 1999 d u e ra g a zzi d ell a G uin e a C o n a kry, Y a g uin e Koit a e Fo d è To unk ara, scrissero un a le tt era Alle loro

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

PRANZO DI FERRAGOSTO

PRANZO DI FERRAGOSTO MATTEO GARRONE prese nt a PRANZO DI FERRAGOSTO un film di GIANNI DI GREGORIO c o n Valeria De Franciscis, Marina Cacciotti, Maria Calì, Grazia Cesarini Sforza, Alfonso Santagata e Gianni Di Gregorio un

Dettagli

TRIBUNALE DI MARSALA

TRIBUNALE DI MARSALA TRIBUNALE DI MARSALA RAPPORTO DI STIMA FASCICOLO N 13 LOTTO 13 PROCEDIMENTO ESECUTIVO: n. 194/2011 R. G.E. d el Trib un al e di M a rsal a, pro m osso d a C o o p era tiv a M ura tori Riuniti C.M.R. So

Dettagli

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI 1 Indice generale A n a li si di c o n t e s t o p a g. 3 L off e rt a d i f or m a z

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1 1 Consultazione con il mondo del lavoro Proposta della Facoltà Nucleo di Valutazione Senato accademico Comitato di coordinamento regionale Consiglio di amministrazione 2 Raggiungere un MODELLO EUROPEO

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA

IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA Luana Gasparini Michela Soldati Multicentro CEAS RA21 Comune di Ravenna C è un m o ndo m is te rio s o c he è pre s e nte

Dettagli

Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Ministero della Giustizia

Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Ministero della Giustizia 1. Che c os è? La Po sta Ele ttro nic a Ce rtific a ta (PEC) è un siste ma di po sta e le ttro nic a (c he utilizza i pro to c o lli sta nda rd de lla po sta e le ttro nic a tra dizio na le ) me dia nte

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

te re, s u l p ro p rio te rrito rio, l e s e rc iz io d e ll a ttiv ità d i te c -

te re, s u l p ro p rio te rrito rio, l e s e rc iz io d e ll a ttiv ità d i te c - 1 7 D IC EM B RE 2 0 0 4 B OLLETTINO UF F IC IALE D ELLA REGIONE M ARC H E ANNO X X X V N. 1 3 3 Deliberazione n. 1408 del 23/11/2004. Lege 26/10/1995 n. 447, art. 2, commi 6, 7, 8 - D.P.C.M. 3 1/03 /1998.

Dettagli

P re m e s s a L a g e s tio n e d e lle ris o rs e u m a n e Il S is te m a In fo rm a tiv o D o g a n a le...

P re m e s s a L a g e s tio n e d e lle ris o rs e u m a n e Il S is te m a In fo rm a tiv o D o g a n a le... 211 BILANCIO DI ESERCIZIO IN D IC E 2 IN D IC E G E N E R A L E I. R e la z io n e s u lla G e s tio n e II. S ta to p a tr im o n ia le e C o n to e c o n o m ic o III. N o ta in te g r a tiv a IV. R

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

ppunti ed esercizi del corso di I nf orm a tica B I ng eg neria M ecca nica, P ia cenza I nf orm a tica C I ng eg neria dei T ra sporti, P ia cenza lg eb ra di B ool, b locch i f unziona li, ta b ella

Dettagli

REGOLAMENTO - SERIE D2 MASCHILE 2015

REGOLAMENTO - SERIE D2 MASCHILE 2015 Federazione Italiana Tennis Comitato Regionale Siciliano REGOLAMENTO - SERIE D2 MASCHILE 2015 Per la stagione agonistica 2015 hanno confermato la loro partecipazione al campionato di Serie "D2" maschile

Dettagli

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013 Il degli Alberghi e delle SPA più belle del mondo isola d Ischia 8-13 luglio HOTEL MEANS LIFESTYLE bando di concorso 2013 Il P re m io Is c h ia In te rn a z io n a le d i A rc h ite ttu ra è fru tto d

Dettagli

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA ROBERTO MEDEGHINI - Pedagogista Gruppo di Ricerca Inclusione e Disability Studies gridsitaly.com milieu.it IN S E G N A

Dettagli

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

Guida per l utente di BookDB. Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da:

Guida per l utente di BookDB. Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da: Guida per l utente di BookDB Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da: Zerg Productions p u b blica anche: U lteriori infor m a zio ni sul sito: http://randor

Dettagli

ADEMPIMPRESA TUTELA E SALVAGUARDIA DELLA TUA IMPRESA

ADEMPIMPRESA TUTELA E SALVAGUARDIA DELLA TUA IMPRESA LA STRUTTURA DEL T.U. DLGS 81/2008 306 articoli e XIII Titoli. 51 Allegati: Titolo I: 1-61, Principi Comuni Titolo II: 62-68, Luoghi Lavoro Titolo III: 69-87, Attrezzature/DPI Titolo IV: 88-160, Cantieri

Dettagli

MANUTENZIONE DEI MANUFATTI IMBOTTITI ESCLUSIVAMENTE CON PIUMUNI E/ O PIUME

MANUTENZIONE DEI MANUFATTI IMBOTTITI ESCLUSIVAMENTE CON PIUMUNI E/ O PIUME MANUTENZIONE DEI MANUFATTI IMBOTTITI ESCLUSIVAMENTE CON PIUMUNI E/ O PIUME Genera lità La ma nutenzione d egli a rtic oli imb ottiti in p iumino e/ o p iuma p uò essere d efinito c ome il tra tta mento

Dettagli

I l m o ndo s i pres enta s o tto form a di c o ntra ri. S ec c o Freddo. C a ldo P a s s ività. A ttività C ons erva zione

I l m o ndo s i pres enta s o tto form a di c o ntra ri. S ec c o Freddo. C a ldo P a s s ività. A ttività C ons erva zione C ONDIV IS ION E I l m o ndo s i pres enta s o tto form a di c o ntra ri Fem m inile M a s c hile U m ido S ec c o Freddo C a ldo P a s s ività A ttività C ons erva zione M uta m ento C ontra zio ne E

Dettagli

Istruzioni operative per gli Incaricati del trattamento dei dati personali

Istruzioni operative per gli Incaricati del trattamento dei dati personali Istruzioni operative per gli Incaricati del trattamento dei dati personali Pagina 1 di 5 Introduzione Il presente documento costituisce un manuale con istruzioni operative per il corretto utilizzo dei

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - C om une di P a rm a B a ri, 18 febbra io 2011 P a rm a c ittà a m is ura di fa m ig lia O b ie ttiv o

Dettagli

(.91.(11 U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I C A T A N I A. 11/t-e Pie

(.91.(11 U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I C A T A N I A. 11/t-e Pie Ver bale n. 8/ 2 0 1 7 " 4 4 3 t i U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I C A T A N I A C O L L E G I O D E I R E V I S O R I D E I C O N T I S E D U T A D E L 5 S E T T E M B R E 2 0 1 7 V E R B A L

Dettagli

PRE ME S SO CHE CO N SI DERATO CHE S I CO NVIE NE E STI P ULA QUA NTO S EG UE:

PRE ME S SO CHE CO N SI DERATO CHE S I CO NVIE NE E STI P ULA QUA NTO S EG UE: CO NVE NZIO NE TRA IL COR SO DI MA STER DI I LIVELLO I N E N DOCRI NOLOGIA, DIA BETOLOGIA E MALATTIE DEL M ETA BOLIS MO DELL U NIVER SITA DEGLI ST U DI DI TORI NO E L AZIE N DA O S PEDALIERA MA URIZIA

Dettagli

M O D E L L O C R O C E LAB G REEN 90 S T M O D E L L O C R O C E LAB G REEN 1 20 HD MO D ELLO C RO C E LAB G REEN 160HD CATALOGO

M O D E L L O C R O C E LAB G REEN 90 S T M O D E L L O C R O C E LAB G REEN 1 20 HD MO D ELLO C RO C E LAB G REEN 160HD CATALOGO C ROCI GRAFICH E M O N O CO LO R E MODELLO C RO C E LAB G REEN 60ST 4096 S fu m a tu r e d i V e r d e P asso m i l l i m e tr i 1 2 Nume r o L E D 2 5 6 0 Lumi n o s i tà s u p e r i o r e a 9 0 0 0 CD

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

FACSIMILE. Manuale per la Sicurezza AD USO DEGLI INCARICATI STUDIO TECNICO: RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI:

FACSIMILE. Manuale per la Sicurezza AD USO DEGLI INCARICATI STUDIO TECNICO: RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI: FACSIMILE Manuale per la Sicurezza AD USO DEGLI INCARICATI STUDIO TECNICO: RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI: Introduzione Questo documento fornisce agli incaricati del trattamento una panoramica sulle

Dettagli

IL MONDO INTER S O G G E T T I V O DEL BAM B I N O

IL MONDO INTER S O G G E T T I V O DEL BAM B I N O IL MONDO INTER S O G G E T T I V O DEL BAM B I N O Cogliere la sua unicità per ideare un progetto terapeutico globale Giorn a t e di appr of o n d i m e n t o sullo svilup p o affettivo del ba m b i n

Dettagli

Le politiche di coesione territoriale RAPPORTO DI FINE MANDATO

Le politiche di coesione territoriale RAPPORTO DI FINE MANDATO Lepolitichedicoesione territoriale RAPPORTODIFINEMANDATO 3Aprile2013 INDICE SINTESI...5 1. FONDICOMUNITARIPERLACOESIONE...7 2. FONDOPERLOSVILUPPOELACOESIONE:LOSBLOCCOEICONTRATTIDI SVILUPPO...35 3. ILCIPE:EFFICIENTAMENTO...43

Dettagli

CITTA DI MANDURIA PROVINCIA DI TARANTO

CITTA DI MANDURIA PROVINCIA DI TARANTO CITTA DI MANDURIA PROVINCIA DI TARANTO VERBALE N. 2 DELLA GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI CONNETTIVITÀ DELLA CN RUPAR-SPC, PER LA DURATA DI 48 MESI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA DI RILANCIO DEL CONFRONTO

Dettagli

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica POR FESR 2 0 0 7-2 0 1 3 A r t.ii.1.1 Prod e n e r g ie rinn (M isura 2 ) "INCENTIVAZIONI ALL'INSEDIAMENTO DI LINEE DI PRODUZIONE DI SISTEM I E COMPONENTI

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca La delocalizzazione delle università statali italiane Presentazione dei risultati della ricerca Obiettivi conoscitivi Descrivere il fenomeno della delocalizzazione universitaria; Analizzare il processo

Dettagli

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile V a lte r C a n tin o 1 7 n o v e m b re 2 0 1 0 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: mission

Dettagli

BOMBOLO UNOTEATRO IL DOTTOR BOSTIK. testo e regia. con. musiche. scenografie. disegno luci. collaborazione allestimento. tecnico luci/suono.

BOMBOLO UNOTEATRO IL DOTTOR BOSTIK. testo e regia. con. musiche. scenografie. disegno luci. collaborazione allestimento. tecnico luci/suono. BOMBOLO UNOTEATRO IL DOTTOR BOSTIK testo e regia Dino Arru con Dino e Raffaele Arru musiche Bruno Pochettino scenografie Raffaele Arru disegno luci Marco Zicca collaborazione allestimento Stefano Dell

Dettagli

Vademecum per la sicurezza dei dati personali dell Università di Catania

Vademecum per la sicurezza dei dati personali dell Università di Catania UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Vademecum per la sicurezza dei dati personali dell Università di Catania D.Lgs. 196/2003 - Codice della Privacy Introduzione La privacy e l applicazione del D.Lgs. 196/2003

Dettagli

T E R A P IA IN S U L IN IC A IN. D r.s s a F ra n c a G ia c o n

T E R A P IA IN S U L IN IC A IN. D r.s s a F ra n c a G ia c o n T E R A P IA IN U L IN IC A IN O P E D A L E T A R G E T G L IC E M IC I N E L P A Z IE N T E D IA B E T IC O D I T IP O 2 R IC O V E R A T O G li a n a lo g h i d e ll'in s u lin a C o n e g lia n o,

Dettagli

S v i l u p p o e s i m u l a z i o n e d i d i s p o s i t i v i p e r i f e r i c i

S v i l u p p o e s i m u l a z i o n e d i d i s p o s i t i v i p e r i f e r i c i S v i l u p p o e s i m u l a z i o n e d i d i s p o s i t i v i p e r i f e r i c i I n q u e s t o c a p i t o l o v i e n e i m p o s t a t o i l p r ob l e m a d a r i s ol v e r e c o n q u e s t

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Sci en zapert u tti im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Luigi Benussi (lu ig i.b e n u s s i@ ln f.in fn.it) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Laboratori Nazionali di Frascati

Dettagli

STEFANO PASTINE Via Cerc hi o, 10 Orto n o v o (SP)

STEFANO PASTINE Via Cerc hi o, 10 Orto n o v o (SP) C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI No m e Indirizz o STEFANO PASTINE Via Cerc hi o, 10 Orto n o v o (SP) E- m a il stepastine@libero.it Nazio n a lit à Italiana Data di nas cita Profe

Dettagli

Parro c c hia Prep o siturale C ollegiata S. Vittore Martire C orb etta Dio c e si di Milan o. C o munità pla s mata dal Van gel o

Parro c c hia Prep o siturale C ollegiata S. Vittore Martire C orb etta Dio c e si di Milan o. C o munità pla s mata dal Van gel o Parro c c hia Prep o siturale C ollegiata S. Vittore Martire C orb etta Dio c e si di Milan o Indirizzata pro prio a te! C o munità pla s mata dal Van gel o C i a o! S o n o L A TUA PA R RO C CHI A. N

Dettagli

S U L L A V I A D E L L A S E L C E

S U L L A V I A D E L L A S E L C E S U L L A V I A D E L L A S E L C E Dopo aver fatto la c o n osc e n z a d e l l esp era n to, il ca l amaio per l a pa c e s i avvicina a l l a c os id d etta l i n - gua fra n c a ( l a l i n gua utilizzata

Dettagli

La Programmazione regionale delle politiche per la prima infanzia

La Programmazione regionale delle politiche per la prima infanzia La Programmazione regionale delle politiche per la prima infanzia Lug lio 2010 A rea politic he per la prom ozione della s a lute, delle pers one e delle pa ri opportunità S ervizio P olitic he di B enes

Dettagli

s tru m e n ti pe r la s o s te n ibilità am bie n tale de l te rrito rio C onvegno I l fu tu ro e n e rg e tic o de lla P ro vin c ia di

s tru m e n ti pe r la s o s te n ibilità am bie n tale de l te rrito rio C onvegno I l fu tu ro e n e rg e tic o de lla P ro vin c ia di + P rogetto C onvegno I l fu tu ro e n e rg e tic o de lla P ro vin c ia di B e llu n o A zio n i c o n g iu n te e s tru m e n ti pe r la s o s te n ibilità e n e rg e tic a e am bie n tale de l te rrito

Dettagli

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P. BOZZA D.P.S. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.iva Documento Programmatico sulla Sicurezza Indice finalità del documento inventario dei beni in dotazione

Dettagli

Mansionario del trattamento dei dati

Mansionario del trattamento dei dati Allegato 9 Mansionario del trattamento dei dati CRITERI GENERALI DI COMPORTAMENTO E NORME PROCEDURALI In questo documento si forniscono alcune regole sulle modalità più convenienti per l attuazione delle

Dettagli

CURRICULUM VITÆ INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME NOME

CURRICULUM VITÆ INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME NOME CURRICULUM VITÆ INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME NOME Nat o/a a il prov. sess o M F Nazi o n a lità Indiriz z o resid e n z a Indiriz z o do mi cilio Tel abita zio n e Tel ufficio Cell Fax e-mail Pat e nt

Dettagli

CURRI C U L U M VITAE DEL SEGRETARIO GENERALE DEL COMUN E DI ROGLIA NO (CS)

CURRI C U L U M VITAE DEL SEGRETARIO GENERALE DEL COMUN E DI ROGLIA NO (CS) CURRI C U L U M VITAE DEL SEGRETARIO GENERALE DEL COMUN E DI ROGLIA NO (CS) RIFERI M E N T I ISTITUZIO N A L I -N Telefonico dell'ufficio: 0984/961001 (tra m i t e c e n tr ali no) -Fax del Comune: 0984/961178

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE Manuale per la sicurezza ed il corretto trattamento dei dati personali nell Università degli studi di Trieste (D.lvo 196/2003) SOMMARIO PREMESSA OBBLIGHI DI SICUREZZA

Dettagli

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003.

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. $OOHJDWRQ Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. Io Sottoscritto nato il sesso M F codice fiscale in qualità di della Società intendo aderire con effetto dalle ore 00 del al program

Dettagli

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Carlo Bald assi (Ud in e, 1 9 5 1 ) d o p o la la u r ea in Scien ze Po lit ich e a ll Un iver sit à d i Mila n o (1 1 0 / 1 1 0 ), h a svilu p p a t

Dettagli

Riviste della prevenzione ABBONANTO 2013 RT P X III Trimestre 2012 anno XXV n 99 25 Abbonamento a: 1987-2012 carta riciclata 100% *ISSN 1825-5396 Direttore Rino Pavanello Trimestrale della Associazione

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva L esperienza del Comune di Cesena Camillo Acerbi Resp.le Servizio Informativo Gestionale Comune di Cesena acerbi_c@comune.cesena.fc.it Robert Ridolfi

Dettagli

XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Piercarlo Salari

XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Piercarlo Salari XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale Piercarlo Salari P E D IA T R A C O N S U LT O R IA L E M ila n o V ig e v a n o (P V )) Siena, 1 giugno 2009 L errore in Pediatria

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

La tutela della Privacy. Annoiatore: Stefano Pelacchi

La tutela della Privacy. Annoiatore: Stefano Pelacchi La tutela della Privacy Annoiatore: Stefano Pelacchi 1 Appunti Le organizzazioni del volontariato possono assumere qualsiasi forma giuridica prevista dal Libro I del Codice Civile compatibile con il proprio

Dettagli

Provincia di Cuneo - Settore Tutela Flora e Fauna

Provincia di Cuneo - Settore Tutela Flora e Fauna Provincia di Cuneo - Settore Tutela Flora e Fauna Monitorag gio dei siti di resenza del Gambero di fiume (Austrootamobius allies) in Provincia di Cuneo e loro caratterizzazione Provincia di Cuneo - Settore

Dettagli

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica L.R 7 / 1 9 8 8 in se d ia m e n ti p ro d u ttiv i In c e n tiv i a c o n so r z i di im p r e se in d u stria li ed a r tig ia n e o p e r a n ti

Dettagli

QUATTRO PASSI PER RISCOPRIRE LA CITTÀ Percorsi ed itinerari per una Firenze in forma

QUATTRO PASSI PER RISCOPRIRE LA CITTÀ Percorsi ed itinerari per una Firenze in forma u / h O Iu u h ff, u Nu 00 I ION I HI IN UTOU yz - T Tu 0//9 O u - I u u u T -u/ - Nu INTOOI u O INTITUT u u, Nu 00 T 0/099 @u wwwu QUTTO I IOI ITTÀ u f QUTTO I IOI ITTÀ u f I T ONI, UN IO INZ N f j? h

Dettagli

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 (C.D. CODICE PRIVACY)

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 (C.D. CODICE PRIVACY) INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 (C.D. CODICE PRIVACY) Accedendo al portale www.agos4ideas.it (di seguito anche il Sito o Agos4Ideas), di proprietà

Dettagli

Assistente Sociale sez. A

Assistente Sociale sez. A Assistente Sociale sez. A Requisiti per l ammissione Per l ammissione all esame di Stato è richiesto il possesso della laurea nella classe 57/S Programmazione e gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORM A ZIO N I PER SONALI Cog n o m e No m e Indirizzo FRACCHIA FAUSTO RE S I D E N Z A : L OCALITÁ V IATOSTO 53/A 14100 A STI D O

Dettagli

SPE S E DI RAPPRE S E N T A N Z A

SPE S E DI RAPPRE S E N T A N Z A SPE S E DI RAPPRE S E N T A N Z A Il trattamento tributario delle spese di rappresentanza ha subito rilevanti modifiche che trovano applicazione a decorrere da periodo di imposta 2008. Le fonti che han

Dettagli

Regolamento informatico

Regolamento informatico Regolamento informatico Premessa La progressiva diffusione delle nuove tecnologie informatiche ed, in particolare, il libero accesso alla rete Internet dai Personal Computer, espone Ismea ai rischi di

Dettagli

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita CURRICULUM VITAE IN FORMATO EUROPEO I n f o r m a z io n i pe r s o n a l i Nome Indirizzo Cozzo D a c ia Telefono Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita E s p e r ie n z a l a v o r a t iv a

Dettagli

INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO INFORMAZIONI SULL USO

INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO INFORMAZIONI SULL USO INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO L a p p a re c c h io S w a tc h C o rd le ss II IS D N è u n c o rd le ss c h e c o m b in a le fu n z io n i tip ic h e d e lla te le fo n ia se n z a fili c o n il c o

Dettagli

P a r m a e P i a c e n z a

P a r m a e P i a c e n z a F o n d i t o r e E p o c a S e d e f o n d e r i a N o t e A l e s s i B IB L IO G R A F IA : S c a r a b e l l i Z u n t i ; E n r i c o D a l l ' O l i o. La campana grossa della torre della piazza,

Dettagli

Campi elettromagnetici e salute

Campi elettromagnetici e salute Campi elettromagnetici e salute F r Pol pol @t n. t 1 Introduzione ``El ttrosmo '': nqu n m nto pro otto mp l ttr m n t n r t ll r z on pp rt n nt ll s z on non on zz nt (NIR) llo sp ttro l ttrom n t o;

Dettagli

Scritto da Super Administrator Lunedì 08 Ottobre 2012 15:55 - Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 08:27

Scritto da Super Administrator Lunedì 08 Ottobre 2012 15:55 - Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 08:27 Modalità e condizioni di utilizzo del sito web istituzionale Chiunque acceda o utilizzi questo sito web accetta senza restrizioni di essere vincolato dalle condizioni qui specificate. Se non le accetta

Dettagli

I numeri del pubblico impiego

I numeri del pubblico impiego I numeri del pubblico impiego! "$#%'&()*)+-, Fonte: elaborazione Dipartimento della Funzione Pubblica su dati OCSE/PUMA22 I numeri del pubbl i co i mpi ego Occu pazione nel settore pubblico in alcuni paes

Dettagli

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e Linee guida per il TRATTAMENTO E GESTIONE DEI DATI PERSONALI Articolo 1 Oggetto e ambito di applicazione e principi di carattere generale 1. Il presente documento disciplina le modalità di trattamento

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero Competenza/e da sviluppare GIOCO: SCARABEO CON SILLABE OCCORRENTE: MATERIALE ALLEGATO E UN SACCHETTO PER CONTENERE LE SILLABE RITAGLIATE. ISTRUZIONI Saper cogliere/usare i suoni della lingua. Saper leggere

Dettagli

C O M U N E D I O T T A V I A N O

C O M U N E D I O T T A V I A N O C O M U N E D I O T T A V I A N O Città di Pace Provincia di Napoli C O P I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 31 del 29/04/2016 Oggetto: Addizionale comunale Irpef anno 2016 Conferma

Dettagli

PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA "'

PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA ' DIRITTO SOCIETARIO varie SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PERDITA DELLA MUTUALITA PREVA LENTE BILANCIO STRAORDINARIO RIACQUI SIZIONE DELLE CONDIZIO NI DI PREVALE NZA PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA "'

Dettagli

NON ESISTE NEI MANUALI DIAGNOSTICI (DSM; ICD): PERCHE?

NON ESISTE NEI MANUALI DIAGNOSTICI (DSM; ICD): PERCHE? Irene C. Mammarella Università degli Studi di Padova NON ESISTE NEI MANUALI DIAGNOSTICI (DSM; ICD): PERCHE? irene.mammarella@unipd.it Johnson & Myklebust, 1967 Rourke, 1989; 1995 Disturbo non-verbale dell

Dettagli

Formazione del Dirigente, dei Responsabili e degli Incaricati del trattamento

Formazione del Dirigente, dei Responsabili e degli Incaricati del trattamento Formazione del Dirigente, dei Responsabili e degli Incaricati del trattamento Le regole così integrate sono nell ALLEGATO B. DISCIPLINARE TECNICO IN MATERIA DI MISURE MINIME DI SICUREZZA (in applicazione

Dettagli

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative - brochure - i n i z i a t i v a r i f o r m a d a l b a sso.blogspot.it - i n i z i at i

Dettagli

BANCHETTO DI NATALE 8-9 DICEMBRE 2013

BANCHETTO DI NATALE 8-9 DICEMBRE 2013 A CURA DELL ASSOCIAZIONE GENITORI DELL I.I.S. C. PESENTI BERGAMO NOTIZIARIO N. 19 GENNAIO FEBBRAIO 2014 BANCHETTO DI NATALE 8-9 DICEMBRE 2013 Grazie alla generosità di molte persone ( genitori, insegnanti,

Dettagli

Altre misure di sicurezza

Altre misure di sicurezza Altre misure di sicurezza Prevenzione dei danni e backup Ombretta Pinazza Altre misure di sicurezza Prevenzione dei danni e backup : Strumenti di protezione hardware Sistemi anti intrusione Backup: supporti

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Palermo, 14 giugno 2007 AGENDA 15.15 Apertura dei lavori Moderatore dei

Dettagli

Dal Curare al Prendersi Cura. Dr. Pietro La Ciura S.O.C. Cure Palliative e Hospice ASL CN1 - Cuneo

Dal Curare al Prendersi Cura. Dr. Pietro La Ciura S.O.C. Cure Palliative e Hospice ASL CN1 - Cuneo Dal Curare al Prendersi Cura Dr. Pietro La Ciura S.O.C. Cure Palliative e Hospice ASL CN1 - Cuneo La cura& & nella mitologia Mentre C ura stava attraversando un certo fiume, vide del fango argilloso. Lo

Dettagli

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Rivanazzano Terme Via XX Settembre n. 45-27055 - Rivanazzano Terme - Pavia Tel/fax. 0383-92381 Email pvic81100g@istruzione.it

Dettagli

ESULTI IL CORO DEGLI ANGELI (Praeconium Paschale - Exultet)

ESULTI IL CORO DEGLI ANGELI (Praeconium Paschale - Exultet) Voce Organo Anno: 2002 Album: Veglia pasquale Solenne qd = 60 E sul ti il co ro de ESULTI IL CORO DEGLI ANGELI (Praeconium Paschale - Exultet) gliian ge li, e sul ti l'as-sem ble a ce Musica di: Marco

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

Comune di MARIGLIANELLA Area Metropolitana di Napoli

Comune di MARIGLIANELLA Area Metropolitana di Napoli 2016 Comune di MARIGLIANELLA Are Metropolitn di Npoli PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA LUDOTECA NELL'AREA DI PERTINENZA DELLA SCUOLA MEDIA "ISTITUTO COMPRENSIVO GIOSUÈ CARDUCCI" IN VIA TORINO progettzione

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA N. 39 Parma, 10/10/2012

COMUNICAZIONE INTERNA N. 39 Parma, 10/10/2012 DIREZIONE DIDATTICA DI VIA F.LLI BANDIERA Via F.lli Bandiera n. 4/a 43125 PARMA Tel. 0521/984604 - Fax 0521/1910846 - E-mail corazza@scuole.pr.it C.F. n.. 92144100341 - Cod. Min.: PREE020007 COMUNICAZIONE

Dettagli

GESTIONE INFORMATIZZATA DEL MACROPROCESSO CHIRURGICO/INTERVENTISTICO: dalla lista d attesa alla Sala Operatoria

GESTIONE INFORMATIZZATA DEL MACROPROCESSO CHIRURGICO/INTERVENTISTICO: dalla lista d attesa alla Sala Operatoria GESTIONE INFORMATIZZATA DEL MACROPROCESSO CHIRURGICO/INTERVENTISTICO: dalla lista d attesa alla Sala Operatoria Dr. Laura Morando - Dr.Donatella De Nardo Nelle Aziende Sanitarie la gestione del paziente

Dettagli