Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo"

Transcript

1 No meodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel empo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenivi di ui quelli desini l consumo finle delle fmiglie preseni sul erriorio economico nzionle e cquisili sul merco rverso rnszioni monerie (sono escluse, quindi, le rnszioni iolo gruio, gli uoconsumi, i fii figurivi, ecc.). Gli indici dei prezzi l consumo sono clcoli uilizzndo l indice cen del ipo Lspeyres in cui si il pniere si il sisem dei pesi vengono ggiorni nnulmene. Gli indici mensili vengono clcoli con riferimeno l mese di dicemre dell nno precedene (se di clcolo) e sono successivmene conceni sul periodo scelo come se di riferimeno l fine di poer misurre l dinmic dei prezzi su un periodo di empo più lungo di un nno. L s produce re diversi indici dei prezzi l consumo: l ndice Nzionle dei prezzi l consumo per l ner Colleivià (NC); l ndice dei prezzi l consumo per le Fmiglie di Operi e mpiegi (FO); l ndice dei Prezzi l Consumo Armonizzo per i pesi dell Unione Europe (PCA). Finlià, cmpo di osservzione, conceo di prezzo re indici hnno finlià differeni. l NC è uilizzo come misur dell inflzione livello dell inero sisem economico; in lre prole consider l colleivià nzionle come se fosse un unic grnde fmigli di consumori, ll inerno dell qule le iudini di spes sono ovvimene molo differenzie. l FO si riferisce i consumi dell insieme delle fmiglie che fnno cpo un lvorore dipendene. E l indice generlmene uso per degure periodicmene i vlori moneri, d esempio gli ffii o gli ssegni dovui l coniuge sepro. L PCA è so sviluppo per ssicurre un misur dell inflzione comprile livello europeo. nfi, viene ssuno come indicore per verificre l convergenz delle economie dei pesi memri dell Unione Europe. Tle indice viene clcolo e pulico dll s e invio ll Euros mensilmene secondo un clendrio prefisso. L Euros, su vol, diffonde gli indici rmonizzi dei singoli pesi dell UE ed elor e diffonde l indice sineico europeo, clcolo sull se dei primi. re indici hnno in comune i segueni elemeni: l rilevzione dei prezzi; l meodologi di clcolo; l se erriorile; l clssificzione del pniere, ricolo in 12 divisioni di spes. re indici differiscono per lri specifici spei. n pricolre, NC e FO si sno sullo sesso pniere e si riferiscono i consumi finli individuli indipendenemene se l spes si ole crico delle fmiglie o, in misur przile o ole, dell Pulic Amminisrzione o delle isiuzioni non veni fini di lucro (SP). l peso riuio ogni ene o servizio è diverso nei due indici, second dell impornz che i diversi prodoi ssumono nei consumi dell popolzione di riferimeno. Per il NC l popolzione di riferimeno è l iner popolzione; per il FO è l insieme di fmiglie che fnno cpo un operio o un impiego. L PCA h in comune con il NC l popolzione di riferimeno, m si differenzi dgli lri due indici poiché si riferisce ll spes moneri per consumi finli sosenu esclusivmene dlle fmiglie (Household finl monery consumpion expendiure); esclude, inolre, sull se di regolmeni comuniri, lcuni prodoi come, d esempio, le loerie, il loo e i concorsi pronosici. Un uleriore differenzizione fr i re indici rigurd il conceo di prezzo considero: il NC e il FO considerno sempre il prezzo pieno di vendi. L PCA si riferisce invece l prezzo effeivmene pgo dl consumore. Ad esempio, nel cso dei medicinli, menre per gli indici nzionli viene considero il prezzo pieno del prodoo, per quello rmonizzo il prezzo di riferimeno è rppreseno dll quo effeivmene crico delle fmiglie. nolre, l PCA iene cono nche delle riduzioni empornee di prezzo (sldi, sconi e promozioni). Tle crerisic può deerminre in lcuni mesi dell nno ndmeni congiunurli significivmene diversi d quelli 1

2 degli indici NC e FO. Gli indici nzionli NC e FO sono prodoi nche nell versione che esclude dl clcolo i cchi, i sensi dell legge n.81 del Bse di riferimeno degli indici Le serie degli indici nzionli NC e FO hnno se di riferimeno 2010=100. L indice PCA è clcolo e diffuso con se di riferimeno 2005=100, in line con gli lri pesi dell Unione europe e in conformià l Regolmeno (CE) n. 1708/2005 del 20 oore Clssificzione dell spes per consumi, pniere dei prodoi L clssificzione dei prodoi do per gli indici dei prezzi l consumo si s sull COCOP (Clssificion of ndividul Consumpion y Purpose), l cui sruur gerrchic prevede i segueni re livelli di disggregzione: divisioni di spes, gruppi e clssi di prodoo. Di di di gennio 2011, gli indici sono clcoli secondo un più ricolo schem di clssificzione dei consumi che recepisce, con lcuni dmeni, l propos di revisione dell COCOP, in discussione in mio europeo, per i livelli di disggregzione inferiori lle clssi di prodoo. Lo schem clssificorio, doo per ui e re gli indici, si crerizz per due uleriori livelli di disggregzione inferiore, le sooclssi di prodoo e i segmeni di consumo, che rppresenno il mssimo deglio di insiemi di prodoi omogenei dl puno di vis del soddisfcimeno di specifici isogni. Per gli indici NC e FO, il primo livello dell clssificzione consider 12 divisioni di spes; il secondo è cosiuio d 43 gruppi di prodoo e il erzo è formo d 101 clssi di prodoo. Le 101 clssi si suddividono uleriormene in 233 sooclssi di prodoo e, ques ulime, in 324 segmeni di consumo. segmeni di consumo, sono loro vol rppreseni d un insieme definio e limio di eni e servizi denomini posizioni rppresenive, sceli sull se di un plurlià di foni e r le ipologie mggiormene consume. Nel 2014 le posizioni rppresenive degli indici NC e FO sono 614. Di quese, lcune sono di nur composi, cioè forme d più prodoi (d esempio, l posizione rppreseniv Pesce fresco di mre di pesc comprende 15 diversi ipi di pesce, l posizione Cffeeri l r f riferimeno l servizio di consumzione l r di 6 diverse evnde clde, ecc.). Con riferimeno specifico gli indici NC, i numeri indici vengono diffusi con un livello di deglio che giunge i 324 segmeni di consumo; sono, inolre, diffusi i numeri indici per ipologi di prodoo (un clssificzione dei eni e servizi del pniere divers dll COCOP), con il deglio relivo lle diverse ipologie di Beni e Servizi, per Prodoi regolmeni e non e per Prodoi divers frequenz di cquiso. Per gli indici FO il livello di deglio dell diffusione giunge lle 12 divisioni di spes. Nel 2014 le posizioni rppresenive degli indici PCA sono 619. Per li indici, il livello di deglio dell diffusione giunge lle clssi di prodoo dell clssificzione COCOP-PCA, conformemene ll diffusione effeu d Euros per gli indici PCA dei singoli pesi dell Unione europe e per quelli elori per il complesso dei pesi dell Ue e dell Uem. nolre, sono diffusi gli indici PCA per ggregi specili (PCA-AS), si, nlogmene lle ipologie di prodoo del NC, su schemi clssificori lernivi ll clssificzione COCOP-PCA. Gli PCA-AS vengono elori dondo lo sesso meodo di clcolo uilizzo dll Euros (diverso, perno d quello uilizzo per le ipologie di prodoo del NC), l fine di permeere un pien comprilià r gli indici ilini e quelli elori d Euros per l Ue, l zon euro e gli lri pesi europei 1. 1 L puliczione degli indici PCA-AS è s vvi prire di di di ferio L descrizione delle cegorie merceologiche che definiscono i diversi ggregi specili è disponiile sul sio we dell Euros ll indirizzo: hp://ec.europ.eu/euros/rmon/nomenclures/index.cfm?trgeurl=lst_nom_dtl&srnom=hcp_2000&srlngugecode=en&npckey= &SrLyouCode=HERARCHC. Per l meodologi uilizz per l sinesi degli indici, si ved invece il Compendio dell PCA scricile ll indirizzo: hp://epp.euros.ec.europ.eu/cche/ty_offpub/ks-ao /en/ks-ao en.pdf. 2

3 Gli indici NC, FO e PCA ggiorni sono pulici, in concominz con l diffusione del comunico smp, su.s, il d-wrehouse delle sisiche prodoe dll siuo, ll inerno del em Prezzi, sooem Prezzi l consumo (hp://di.is.i/). Sul d wrehouse, olre gli indici nzionli, sono pulici gli indici NC per cpoluogo di provinci, regione e riprizione geogrfic e quelli FO per cpoluogo di provinci. Meodologi di rilevzione e clcolo degli indici dei prezzi dei prodoi sgionli L meodologi di rilevzione e clcolo 2 degli indici dei prezzi dei prodoi sgionli è conforme lle norme previse dl Regolmeno (CE) n. 330/2009 del 22 prile 2009, per i prodoi sgionli ppreneni i gruppi e clssi di prodoi Fru, Vegeli, Aiglimeno e Clzure. Secondo il cio Regolmeno si definisce prodoo sgionle il ene o servizio non cquisile o cquiso in volumi modesi o irrilevni di consumori, in lcuni periodi dell nno (lmeno un mese). L s h definio un clendrio mensile per uo il 2014, che silisce qundo ciscuno specifico prodoo, pprenene i gruppi o lle clssi sopr indice, deve essere considero in sgione oppure fuori sgione. L dozione di un clendrio dell sgionlià compor l effeuzione dell rilevzione erriorile dei prezzi l consumo solo nei mesi in cui il prodoo in quesione è definio in sgione e, di conseguenz, l sim degli indici dei prezzi dei prodoi fuori sgione sull se di un meodologi coerene con le indiczioni conenue nel Regolmeno europeo. Bse erriorile, grdo di coperur dell indgine Nel 2014 l se erriorile dell rilevzione è cosiui d 80 comuni (19 cpoluoghi di regione e 61 cpoluoghi di provinci), che concorrono l clcolo degli indici per ue le posizioni rppresenive incluse nel pniere, e d 11 nuovi comuni cpoluogo di provinci 3 che precipno l clcolo degli indici per un sooinsieme di prodoi riferio lle riffe locli (forniur cqu, rccol rifiui, rccol cque reflue, gs, rspori urni, xi, rsferimeno proprieà uo, mense scolsiche, nido d infnzi comunle, ecc.) e d lcuni servizi locli (operio edile, prie di clcio, cine specoli erli, isruzione secondri superiore, mense universirie, ecc.). L coperur dell indice, misur in ermini di popolzione residene nelle province i cui cpoluoghi precipno ll rilevzione dei prezzi di ui i prodoi del pniere, è pri ll 83,3%. Per il sooinsieme del pniere relivo lle riffe locli e d lcuni servizi, il cui peso sul pniere complessivo dell indice NC è del 6,2%, con l precipzione di lri 11 comuni cpoluogo di provinci l coperur dell indgine, in ermini di popolzione provincile, sle l 91,5%. prezzi dei prodoi componeni il pniere vengono rilevi presso più di unià di rilevzione (r puni vendi, imprese e isiuzioni), lle quli si ggiungono qusi izioni per l rilevzione dei cnoni d ffio, per un numero medio complessivo di quozioni mensili, di cui rccole sul erriorio e rileve cenrlmene dll s. Per quel che rigurd l rilevzione erriorile, l rilevzione dei prezzi l consumo viene effeu nei primi 15 giorni lvorivi del mese; per quel che rigurd l rilevzione cenrlizz, nel periodo compreso fr i giorni 1 e 21 del mese l qule i di si riferiscono, eccezione dei servizi urisici, ricreivi e culurli (ngresso i prchi di diverimeno, Silimeno lnere, mpini di risli, ecc.) per i quli si rilevno i prezzi dell inero mese. Le serie prire d gennio 2001 sono disponiili su.s, il d-wrehouse delle sisiche prodoe dll siuo, ll inerno del em Prezzi (hp://di.is.i). 2 Ess è s do prire di di relivi gennio Si r dei comuni di Asi, Monz, Svon, Pro, Fermo, Frosinone, Chiei, Slerno, Foggi, Mer e Rgus. 3

4 Sruur di ponderzione Nel prospeo 1 è ripor l sruur dei pesi per divisione uilizz per il clcolo dei re indici dei prezzi l consumo (NC, PCA e FO). PROSPETTO 1. PES UTLZZAT PER L CALCOLO DEGL NDC NAZONAL DE PREZZ AL CONSUMO Anno 2014, vlori percenuli Divisioni Pesi NC PCA FO Prodoi limenri e evnde nlcoliche 16, , ,8362 Bevnde lcoliche e cchi 3,1690 3,3588 3,5202 Aiglimeno e clzure 7,9726 9,1398 8,6180 Aizione, cqu, elericià e comusiili 10, , ,9034 Moili, ricoli e servizi per l cs 7,9214 8,4314 7,3571 Servizi sniri e spese per l slue 7,6988 3,5444 6,4896 Trspori 14, , ,8594 Comuniczioni 2,2992 2,4406 2,4840 Ricrezione, specoli e culur 8,0176 6,3379 8,6894 sruzione 1,1481 1,2188 1,2855 Servizi riceivi e di risorzione 11, , ,5895 Alri eni e servizi 8,9490 9,5211 8,3677 ndice generle 100, , ,0000 Nel prospeo 2. sono ripori i pesi delle regioni sull spes complessiv uilizzi per l sim dell ponderzione dell indice NC. PROSPETTO 2. PES REGONAL PER L CALCOLO DELL NDCE NC Anno 2014, vlori percenuli Regioni Pesi Regioni Pesi Regioni Pesi Regioni Pesi Piemone 8,2266 Vlle d Aos 0,2840 Lomrdi 19,2138 Trenino-A.Adige 2,2276 Veneo 9,0125 Friuli-V. Giuli 2,3404 Liguri 3,0007 Emili-Romgn 8,7272 Toscn 6,9669 Umri 1,3615 Mrche 2,5315 Lzio 9,8370 Aruzzo 1,8879 Molise 0,4248 Cmpni 6,9549 Pugli 5,0096 Bsilic 0,6780 Clri 2,5519 Sicili 6,4819 Srdegn 2,2813 () Seene l regione Molise non i, nel 2014, cpoluoghi di provinci che precipno ll indgine, il peso dell regione viene comunque clcolo perché necessrio, in se gli lgorimi di clcolo doi, ll elorzione delle sinesi nzionli. ndice rmonizzo dei prezzi l consumo sszione cosne L ndice dei Prezzi l Consumo Armonizzo Tsszione Cosne (PCA-TC) 4, eloro secondo gli sndrd previsi dl Regolmeno (CE) n. 119/2013 dell 11 ferio 2013, si differenzi dll PCA per l uilizzo di indici dei prezzi clcoli sszione cosne. Gli indici dei prezzi sszione cosne vengono simi depurndo quelli usulmene pulici degli effei dovui d evenuli cmimeni delle liquoe delle impose indiree (d esempio VA e ccise) regisri nel mese correne rispeo quelle in vigore nel mese di dicemre dell nno precedene (se di clcolo dell indice). Le impose considere per l cosruzione dell PCA-TC sono quelle diremene college i consumi finli delle fmiglie, quli VA, ccise e impose su specifici prodoi (per esempio, 4 L puliczione di le indicore è s vvi prire di di di mrzo

5 uoveure e ssicurzioni). Non sono invece consideri i sussidi e le impose pge nelle fsi inermedie relive ll produzione e l rsporo. Per definizione, nel clcolo dell PCA-TC dovreero essere incluse e mnenue cosni nel corso dell nno ue le impose che incidono sui consumi finli; uvi, per evideni considerzioni di nur pric, possono essere escluse quelle che comporno enre errili molo ridoe. Nel deglio, secondo le indiczioni ripore nel Mnule PCA-TC dell Euros, possono essere escluse le impose che comporno enre errili inferiori l 2% del ole. Nel complesso, le impose incluse devono coprire lmeno il 90% del ole enre. Quindi, nel clcolo dell indice PCA-TC ilino sono mnenue cosni le segueni impose: l VA, le ccise sui cchi e sui eni energeici (crurni, gsolio per il riscldmeno, gs nurle, elericià, ecc.), le principli impose locli su elericià e gs nurle, l impos sull ssicurzione di responsilià civile (RC) e il conriuo l Servizio Snirio Nzionle per quno rigurd le ssicurzioni sui mezzi di rsporo. Sull se dei di dell Conilià Nzionle, sono escluse le impose che comporno enre errili inferiori ll 1% del ole e nel complesso le impose considere coprono più del 97% delle enre errili oli derivni dll sszione sui consumi finli delle fmiglie iline. L PCA-TC consider gli sessi eni e servizi consideri dll indice PCA, h l su sess sruur di ponderzione (Prospeo 1) e sess se di riferimeno 2005=100. L indicore PCA-TC offre un sim dell impo eorico delle vrizioni delle impose indiree sull inflzione misur medine l PCA. nfi, poiché nell su cosruzione si ssume un rsferimeno ole e isnneo delle modifiche di impos sui prezzi pgi di consumori, l differenz r il sso di vrizione dell PCA e quello dell PCA-TC fornisce un misur del mssimo impo poenzile delle modifiche di impos indire sull inflzione PCA. Si precis che, nel corso dell nno, l indice PCA-TC può essere soggeo revisione per effeo di modifiche nel clcolo richiese d evenuli cmimeni nel sisem di imposizione fiscle indire. di divenno definiivi l nno successivo quello di riferimeno. Per quno rigurd infine l diffusione, il livello di mggior deglio di le indice è quello delle 12 divisioni di spes 5. Clcolo delle vrizioni degli indici Di seguio si riporno le formule 6 per il clcolo delle vrizioni mensili e di periodo (rimesri, semesri, nni, ecc.), uilizze per i re indici NC, FO, PCA. Per gli indici PCA-TC vlgono le sesse regole degli indici PCA. Le prime re formule rigurdno il clcolo di vrizioni nel cso in cui gli indici sono espressi nell sess se di riferimeno: Vrizione percenule r indici mensili (NC, FO, PCA) (1) Vr( m, ; n, ) n, Arr dove m, rppresen l indice, rroondo l primo decimle, del mese m dell nno, n, rppresen l indice, rroondo l primo decimle, del mese n dell nno e Arr 1 l operore di rroondmeno l primo decimle. 5 Le serie prire d gennio 2002 sono disponiili su.s, ll inerno del em Prezzi (hp://di.is.i). 6 Nelle formule gli esremi dell inervllo emporle sono indici in ordine cronologico prire dl più remoo [d esempio, per quno rigurd il riferimeno nnule] l più recene [d esempio, sempre per quno rigurd il riferimeno nnule]. 5

6 Vrizione r l indice medio dell nno e l indice medio dell nno (NC e FO) (2) Vr( ; ) Arr dove rppresen l indice medio, rroondo l primo decimle, dell nno, rppresen l indice medio, rroondo l primo decimle, dell nno. Vrizione r l indice medio dell nno e l indice medio dell nno (PCA) (3) Vr( ; ) Arr1 12 m1 12 m Come si può nore, per gli indici PCA (e PCA-TC), diversmene dgli indici NC e FO, le vrizioni di periodo sono clcole prendo dl rpporo r l somm degli indici mensili dei periodi che si vogliono meere confrono e rroondndo il risulo finle del clcolo ll prim cifr decimle. Tle meodo, pplico in conformià con quno indico d Euros, ssicur un mggiore comprilià inernzionle dei di. Si f presene che i risuli dell su ppliczione possono essere diversi d quelli che si oengono seguendo il crierio sndrd, ovvero rpporndo diremene gli indici medi di periodo rroondi d un cifr decimle. L formul di seguio ripor descrive il clcolo delle vrizioni r indici mensili in se divers; le formul può essere uilizz nche per il clcolo di vrizioni r indici di periodi più mpi di quelli mensili: Vrizione percenule r indici mensili con se di riferimeno divers (4) 1 n, Vr( m, ; n, ) Arr1 R( ; 1 ) R( 1 ; 2 ) R( 2 ; 1 ) dove rppresen l indice, rroondo l primo decimle, del mese m dell nno, espresso nell se più remo 1, n, rppresen l indice, rroondo l primo decimle, del mese n dell nno, espresso nell se più recene, e R ( i ; i 1) (per i=2 ) sono i coefficieni di rccordo r si conigue. Quesi, pri ll indice medio dell nno corrispondene ll nuov se espresso nell se immedimene precedene diviso 100, sono numeri con l mssimo re cifre decimli. coefficieni uilizzi sono ni quni sono i cmimeni di se verificisi nell inervllo di empo considero. 6

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Not metodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel tempo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenttivi di tutti quelli destinti l consumo finle delle fmiglie presenti sul

Dettagli

Regime dell interesse composto.

Regime dell interesse composto. Regime dell ineresse composo Formule d usre : M = monne ; I = ineresse ; C = cpile ; r = fore di cpilizzzione K = somm d sconre ; s = sso di scono unirio ; i = sso di ineresse unirio V = vlore ule ; ν

Dettagli

Glossario Altri beni Beni alimentari Beni durevoli Beni non durevoli Beni semidurevoli Beni energetici regolamentati

Glossario Altri beni Beni alimentari Beni durevoli Beni non durevoli Beni semidurevoli Beni energetici regolamentati Glossrio Alri eni: comprendono i eni di consumo d esclusione dei eni limenri, dei eni energeici e dei cchi. Beni limenri: comprendono olre i generi limenri (come, d esempio, il pne, l crne, i formggi)

Dettagli

ITEC/REF E L Indice di Costo Termoelettrico. Formula

ITEC/REF E L Indice di Costo Termoelettrico. Formula ITC/RF L Indice di Coso Termoelerico Formul L formul dell indice ITC/RF è: ITC/RF (euro/mw) L formul di ITCccg/RF è: ITCccg/RF dove: i. è il mese di riferimeno dell indice ii. iii. e rppresenno le quoe

Dettagli

LS-DYNA3D ABAQUS-explicit PAMCRASH RADIOSS. Vediamo come si sviluppa la soluzione esplicita del problema

LS-DYNA3D ABAQUS-explicit PAMCRASH RADIOSS. Vediamo come si sviluppa la soluzione esplicita del problema Anlisi rnsiori L'nlisi dinmic rnsiori (de nche nlisi emporle) è un ecnic che consene di deerminre l rispos dinmic di un sruur sogge d un generic eccizione emporle Gli eei emporli sono li d rendere imporni

Dettagli

VALUTAZIONE ECONOMICA E VALORE DI OPZIONE: IL CASO DEL TRASPORTO FERROVIARIO

VALUTAZIONE ECONOMICA E VALORE DI OPZIONE: IL CASO DEL TRASPORTO FERROVIARIO VALUTAZIONE ECONOMICA E VALORE DI OPZIONE: IL CASO DEL TRASPORTO FERROVIARIO di Psqule Lucio Scndizzo Universià degli Sudi di Rom Tor Verg. VALUTAZIONE ECONOMICA E VALORE DI OPZIONE: IL CASO DEL TRASPORTO

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendie mensili di shampoo Mese y 1 266,0 2 145,9 3 183,1 4 119,3 5 180,3 6 168,5 7 231,8 8 224,5 9 192,8 10 122,9 11 336,5 12 185,9 1 194,3 2 149,5 3 210,1

Dettagli

Equazioni e disequazioni logaritmiche ed esponenziali. Sintesi delle teoria e guida alla risoluzione di esercizi

Equazioni e disequazioni logaritmiche ed esponenziali. Sintesi delle teoria e guida alla risoluzione di esercizi Equzioni e disequzioni rimiche ed esponenzili Sinesi delle eori e guid ll risoluzione di esercizi Esponenzile Definizione: si definisce funzione esponenzile, con come vlori l qunià elev ll poenz. è l rgomeno

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

Nota. Talvolta, quando non occorre mettere in evidenza il vettore v, si può indicare una

Nota. Talvolta, quando non occorre mettere in evidenza il vettore v, si può indicare una Cpiolo Le rslzioni. Richimi di eori Definizione. Si do un eore del pino. Si chim rslzione di eore (che si indic con il simolo ) l corrispondenz dl pino in sé che d ogni puno P ssoci il puno (P) = P le

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti:

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti: Analisi degli Invesimeni Obieivo: Sviluppare una meodologia di analisi per valuare la convenienza economica di un nuovo invesimeno, enendo cono di alcuni faori rilevani: 1. Dimensione emporale. 2. Grado

Dettagli

Novità ADR 2013. Francesca Belinghieri. AssICC Milano, 13 marzo 2014

Novità ADR 2013. Francesca Belinghieri. AssICC Milano, 13 marzo 2014 Novià ADR 2013 Frncesc Belinghieri AssICC Milno, 13 mrzo 2014 Agend Novià ADR 2013 ADR spei pplicivi: - movimenzione e sivggio merci (crgo securing); - responsbilià dei soggei coinvoli nel rsporo di merci

Dettagli

METODO TARIFFARIO IDRICO - MTI - Schemi regolatori

METODO TARIFFARIO IDRICO - MTI - Schemi regolatori Allego A METODO TARIFFARIO IDRICO - MTI - Schemi regolori \ 1 Allego A INDICE TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 Aricolo 1 Definizioni... 4 Aricolo 2 Ambio di ppliczione... 10 Aricolo 3 Deerminzione delle

Dettagli

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo 1 Raddrizzaore - Generalià I circuii raddrizzaori uilizzano componeni come i Diodi che presenano la caraerisica di unidirezionalià, cioè permeono il passaggio della correne solo in un verso. In figura

Dettagli

Delibera 643/2013/R/IDR. Approvazione del metodo tariffario idrico e delle disposizioni di completamento. Torino, 27 gennaio 2014

Delibera 643/2013/R/IDR. Approvazione del metodo tariffario idrico e delle disposizioni di completamento. Torino, 27 gennaio 2014 Deliber 643/2013/R/IDR Arovzione del meodo riffrio idrico e delle disosizioni di comlemeno Torino, 27 gennio 2014 Deliber 643/2013/R/IDR Sinesi Disosiivo Allego A Form 2 Sinesi L Deliber rigurd l discilin

Dettagli

ECONOMIA POLITICA II - ESERCITAZIONE 8 Curva di Phillips Legge di Okun - AD

ECONOMIA POLITICA II - ESERCITAZIONE 8 Curva di Phillips Legge di Okun - AD ECOOMIA POLITICA II - ESERCITAZIOE 8 Curv di Phillips Legge di Okun - AD Esercizio 1 Sino β = 0.5, α = 1, u = u n = 6%, λ = 0.5, g y = 0.03. Supponee che nell nno 0 l disoccupzione si 6% e che l bnc cenrle

Dettagli

Equazioni e disequazioni logaritmiche ed esponenziali. Guida alla risoluzione di esercizi

Equazioni e disequazioni logaritmiche ed esponenziali. Guida alla risoluzione di esercizi Equzioni e disequzioni rimiche ed esponenzili Guid ll risoluzione di esercizi Esponenzile Definizione: si definisce funzione esponenzile, con come vlori l qunià elev ll poenz. è l rgomeno dell esponenzile,

Dettagli

Nicola De Rosa, Liceo scientifico Americhe sessione ordinaria 2010, matematicamente.it. si determini quella che passa per il punto di coordinate 1

Nicola De Rosa, Liceo scientifico Americhe sessione ordinaria 2010, matematicamente.it. si determini quella che passa per il punto di coordinate 1 Nicol De Ros, Liceo scienifico Americhe sessione ordinri, memicmene.i PROBLEMA Nel pino riferio coordine cresino Oy:. si sudi l funzione f e se ne rcci il grfico.. Si deermini l mpiezz degli ngoli individui

Dettagli

I confronti alla base della conoscenza

I confronti alla base della conoscenza I confroni alla ase della conoscenza Un dao uaniaivo rae significao dal confrono con alri dai Il confrono è la prima e più immediaa forma di analisi dei dai I confroni Daa una grandezza G, due suoi valori

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

Stato quasi stabile: il circuito rimane in questo stato per un tempo prestabilito per poi passare nell altro stato.

Stato quasi stabile: il circuito rimane in questo stato per un tempo prestabilito per poi passare nell altro stato. MULIIBRAORI i dice muliirore un circuio che può ere solo due possiili si dell usci. li si possono essere di due ipi: so sile, so qusi sile. o sile: il circuio rimne in queso so finché non si ineriene dll

Dettagli

τ yz =τ zx =0 (14.3)

τ yz =τ zx =0 (14.3) G. Perui Leioni di Cosruione di Mine 14. MECCANCA DELLA FRATTURA Spesso gli elemeni sruurli sono soggei roure improvvise per solleiioni sie inferiori ll ensione di rour del merile sen e si verifiino deformioni

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova dell 8 febbraio 2008. Esercizio 1 (6 punti)

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova dell 8 febbraio 2008. Esercizio 1 (6 punti) MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 007 008 Prova dell 8 febbraio 008 Nome Cognome Maricola Esercizio (6 puni) La vendia raeale di un bene di valore 000 prevede il pagameno di rae mensili posicipae cosani calcolae

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

Studia e progetta attrezzature, impianti, macchine utensili speciali. Di regola si occupa anche della loro manutenzione.

Studia e progetta attrezzature, impianti, macchine utensili speciali. Di regola si occupa anche della loro manutenzione. TMPI MTO Ogni ziend deve copiere ui gli sudi necessri per l fbbriczione di un do prodoo si per conferirgli i requisii desideri, si per oenere l produzione col inio coso. L UFFICIO PODUZIO sudi l fbbriczione

Dettagli

Biblioteca di Telepass + 2 biennio TOMO 4. Il portafoglio salvo buon fine: accreditato diretto in c/c e gestione mediante il Conto Anticipi

Biblioteca di Telepass + 2 biennio TOMO 4. Il portafoglio salvo buon fine: accreditato diretto in c/c e gestione mediante il Conto Anticipi Biblioeca di Telepass + biennio TOMO UNITÀ I I prodoi bancari: il fi do e i fi nanziameni alla clienela Il porafoglio salvo buon fine: accrediao direo in c/c e gesione mediane il Cono nicipi Tuorial ESERCIZIO

Dettagli

Catalogo Interregionale dell Alta Formazione Edizione 2013 Adeguamento monetario delle tabelle di riferimento per il calcolo dei costi forfettari

Catalogo Interregionale dell Alta Formazione Edizione 2013 Adeguamento monetario delle tabelle di riferimento per il calcolo dei costi forfettari Allegto B) Ctlogo Interregionle dell Alt Formzione Edizione 2013 Adegumento monetrio delle tbelle di riferimento per il clcolo dei costi forfettri Nell mbito del Ctlogo Interregionle Alt Formzione, per

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

Trasformazioni di Galileo

Trasformazioni di Galileo Principio di Relaivià Risrea (peciale) e si sceglie un dr rispeo al uale le leggi della fisica sono scrie nella forma più semplice (dr ineriale) allora le sesse leggi valgono in ualunue alro dr in moo

Dettagli

REGIONE MARCHE LA FORMAZIONE IN E-LEARNING

REGIONE MARCHE LA FORMAZIONE IN E-LEARNING REGONE MARCHE LA FORMAZONE N E-LEARNNG 17 LUGLO 2009 - ANCONA Aessi Bducci Progeis di formzione coneso Europeo L Europ deve, enro i 2010, divenre economi bs su conoscenz, in grdo di reizzre un cresci economic

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio Economia Indusriale Capiolo 7 Differenziazione di prodoo e qualià in monopolio Beoni Michela Gallizioli Giorgio Gaverina Alessandra Rai Nicola Signori Andrea AGENDA Concei di differenziazione vericale

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità Economia e gesione delle imprese - 07 Obieivi: Descrivere i processi operaivi della gesione finanziaria nel coneso aziendale. Analizzare le decisioni di invesimeno. Analizzare le decisioni di finanziameno.

Dettagli

temperatura; Trasporto di massa, calore e quantità di moto, relazioni di bilancio; La viscosità; Cenni di

temperatura; Trasporto di massa, calore e quantità di moto, relazioni di bilancio; La viscosità; Cenni di FISICA-TECNICA Ki Gllucci ki.gllucci@univq.i kgllucci@unie.i Progr del corso Dinic dei fluidi: Regii di oo; Moo szionrio di un fluido idele; Moo szionrio di un fluido rele; Il eore di Bernoulli; Perdie

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Universià di isa - olo della Logisica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sisemi Logisici Anno Accademico: 03/4 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docene: Marino Lupi

Dettagli

1 REGOLE DI INTEGRAZIONE

1 REGOLE DI INTEGRAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA - Fcolà di Frmci e Medicin - Corso di Lure in CTF REGOLE DI INTEGRAZIONE. REGOLA DI INTEGRAZIONE PER PARTI f(x)g (x)dx = f(x)g(x) g(x)f (x)dx f(x)dg(x) = f(x)g(x)

Dettagli

INTEGRALE IN SENSO IMPROPRIO E INTEGRALE DI LEBESGUE

INTEGRALE IN SENSO IMPROPRIO E INTEGRALE DI LEBESGUE INTEGRALE IN SENSO IMPROPRIO E INTEGRALE DI LEBESGUE OSSERVAZIONI ED ESEMPI Si f : [,+ ) : R inegrbile in senso improprio. Se,, f() llor f è inegrbile secondo Lebesgue, e i due inegrli coincidono. Infi

Dettagli

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie Operazioni finanziarie Una operazione finanziaria è uno scambio di flussi finanziari disponibili in isani di empo differeni. Disinguiamo ra: operazioni finanziarie in condizioni di cerezza, quando ui gli

Dettagli

11 DIMENSIONAMENTO DEL PIANO DI CODA ORIZZONTALE

11 DIMENSIONAMENTO DEL PIANO DI CODA ORIZZONTALE 11 DIMENSIONAMENTO DEL PIANO DI CODA ORIZZONTALE Avendo già fo un dimensionmeno preliminre del pino di cod orizzonle, riporimo i di oenui d le sim: S.7m b 3.7m profilo: NACA 0006 AR 5.15 Per effeure il

Dettagli

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZNAR INTERBANCA 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR 250.000.000 Ar. 1 - TITOLI Il presio obbligazionario Inerbanca 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

2. Politiche di gestione delle scorte

2. Politiche di gestione delle scorte deerminisica variabile nel empo Quando la domanda viaria nel empo, il problema della gesione dell invenario divena preamene dinamico. e viene deo di lo-sizing. Consideriamo il caso in cui la domanda pur

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

Analisi di Mercato. Facoltà di Economia. La pubblicità. Creare la conoscenza di un prodotto. Creare l'immagine di marca. Influenzare gli atteggiamenti

Analisi di Mercato. Facoltà di Economia. La pubblicità. Creare la conoscenza di un prodotto. Creare l'immagine di marca. Influenzare gli atteggiamenti Obieivi della pubblicià Creare la conoscenza di un prodoo Analisi di Mercao Facolà di Economia francesco mola La pubblicià Creare l'immagine di marca Influenzare gli aeggiameni Rafforzare la fedelà alla

Dettagli

Dinamica: Applicazioni delle leggi di Newton

Dinamica: Applicazioni delle leggi di Newton Fisic Fcolà di Scienze MM FF e, Uniesià Snnio Dinmic: Appliczioni delle leggi di ewon Gionni Filell (filell@unisnnio.i) Il poblem genele dell dinmic Quindi se conoscimo ue le foze che giscono su un oggeo

Dettagli

di cui: - Vincolato - Finanziamento Investìment - Fondo- Ammortamento - Non Vincolato

di cui: - Vincolato - Finanziamento Investìment - Fondo- Ammortamento - Non Vincolato BILNCIO PLORIENNLE / 2015 1 RISORS ccertameti Previsioi i corso PREVISIONI DEL BILNCIO PLURIENNLE - 2015 2014 2015 OLE VNZO DI MMINISRZIONE di cui: - Vicolato - Fiaziameto Ivestìmet - Fodo- mmortameto

Dettagli

Tassi di Cambio, Prezzi e Tassi di Interesse. Giuseppe De Arcangelis 2016 Economia Internazionale

Tassi di Cambio, Prezzi e Tassi di Interesse. Giuseppe De Arcangelis 2016 Economia Internazionale Tssi di Cmbio, Prezzi e Tssi di Ineresse Giuseppe De Arcngelis 2016 Economi Inernzionle 1 Premess L relzione r l ndmeno del livello generle dei prezzi e i ssi di cmbio: l Prià dei Poeri di Acquiso Le relzione

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

Terminologia relativa agli aggregati

Terminologia relativa agli aggregati N. 17 I/10 Terminologia relaiva agli aggregai Schede ecniche Edilizia Genio civile 1 Presupposi Con l'inroduzione delle Norme europee (EN) riguardani gli aggregai, la erminologia finora uilizzaa è saa

Dettagli

1. Indicare se le seguenti affermazioni sono VERE o FALSE VERO FALSO

1. Indicare se le seguenti affermazioni sono VERE o FALSE VERO FALSO 1. Indicre se le seguenti ffermzioni sono VERE o FALSE VERO FALSO Nel codice civile non sono presenti principi contbili. Per correttezz tecnic come clusol generle di formzione del bilncio si intende conoscenz

Dettagli

(segue): Le scritture di assestamento

(segue): Le scritture di assestamento Esercitzione Le scritture di ssestmento 1 Testo esercizio: In sede di ssestmento l 31/12/t si rilevno (sul libro giornle e libro mstro) le seguenti operzioni: 1. Accntont indennità di fine rpporto per

Dettagli

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Not metodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel tempo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenttivi di tutti quelli destinti l consumo finle delle fmiglie presenti sul

Dettagli

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management La vischiosià dei deposii a visa durane la recene crisi finanziaria: implicazioni in una prospeiva di risk managemen Igor Gianfrancesco Camillo Gilibero 31/01/1999 31/07/1999 31/01/2000 31/07/2000 31/01/2001

Dettagli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli FOCUS TECNICO IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMIANTI IDROSANITARI asi d espansione e accumuli RODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA Due sono i sisemi normalmene uilizzai per produrre acqua calda saniaria: quello

Dettagli

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO Sergio Rech Diparimeno di Ingegneria Indusriale Universià di Padova Mercai energeici e meodi quaniaivi: un pone ra Universià

Dettagli

La previsione della domanda nella supply chain

La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda 1 Linea guida Il ruolo della prerevisione nella supply chain Le caraerisiche della previsione Le componeni della previsione ed

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE Isruzioni e manuenzione nuovo grado +, con poraa maggioraa del 5% rispeo al radizionale grado ; allungameno minimo a roura

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100.

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100. Soluzione dell Esercizio 1: Assicurazioni a) In un mercao perfeamene concorrenziale, deve valere la condizione di profii aesi nulli: E(P)=0. E possibile mosrare che ale condizione implica che l impresa

Dettagli

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica ar. 64686 olla ad elica cicilindrica Eserciazione n 9 In figura è rappresenao un basameno sospeso anivibrane di una macchina nella quale viene originaa una forza perurbane alernaa sinusoidale di inensià

Dettagli

La volatilità delle attività finanziarie

La volatilità delle attività finanziarie 4.30 4.5 4.0 4.5 4.0 4.05 4.00 3.95 3.90 3.85 3.80 3.75 3.70 3.65 3.60 3.55 3.50 3.45 3.40 3.35 3.30 3.5 3.0 3.5 3.0 3.05 3.00.95.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00.95.90.85.80.75.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00

Dettagli

Cenni di Matematica Finanziaria

Cenni di Matematica Finanziaria Cenni di Maemaica Finanziaria M.Leizia Guerra Facolà di Economia Universià di Urbino Carlo Bo Leggi e regimi finanziari Operazioni finanziarie elemenari Un conrao finanziario ra due soggei Alfa e Bea prevede

Dettagli

= 1,4 (rischiosità sistematica)

= 1,4 (rischiosità sistematica) Analisi degli invesimeni n.b.: ui i valori moneari sono in euro Nel corso del 4 al managemen della socieà MPRESA vengono proposi due invesimeni alernaivi. Nel seguio vengono fornie informazioni in merio

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato OSSERVATORIO collegameno ferroviario Torino-Lione Collegameno ferroviario Torino-Lione I possibili schemi di Parenariao Pubblico Privao Torino, 30 Oobre 2007 Unià Tecnica Finanza di Progeo 1 PPP: analisi

Dettagli

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez.

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez. Fcoltà di Economi - Università di Sssri Anno Accdemico 2004-2005 Dispense Corso di Econometri Docente: Lucino Gutierrez Algebr Linere Progrmm: 1.1 Definizione di mtrice e vettore 1.2 Addizione e sottrzione

Dettagli

Buono Fruttifero Postale P70

Buono Fruttifero Postale P70 Foglio Informaivo delle principali caraerisiche dei Buoni Fruiferi Posali e Regolameno del presio Pare I - Informazioni sull'emiene e sul Collocaore Emiene: Cassa deposii e presii socieà per azioni (di

Dettagli

q= idt= dt= R dt R a) Determinare la f.e.m. indotta nella bacchetta dt -BLv=-0.62 V

q= idt= dt= R dt R a) Determinare la f.e.m. indotta nella bacchetta dt -BLv=-0.62 V Esercizi 6 Legge di Frdy 1. Si consideri un spir ll qule si conceno un flusso mgneico vribile nel empo, il Φ, Φ. Clcolre l cric ole che e flui nell cui vlore due isni = e si ( ) () resisenz dell spir fr

Dettagli

TORSIONE SEMPLICE. 1 Analisi della torsione semplice. 2 Sezione circolare piena. 8 Sollecitazioni semplici

TORSIONE SEMPLICE. 1 Analisi della torsione semplice. 2 Sezione circolare piena. 8 Sollecitazioni semplici 8 Sollecizioni semplici TORSIONE SEMPLICE 1 1 Anlisi dell orsione semplice Si verific l sollecizione di orsione semplice qundo l risulne delle forze eserne reliv qulunque sezione è null e le forze eserne

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Esercizi di Maemaica Finanziaria Copyrigh SDA Bocconi Faori nanziari Classi care e rappresenare gra camene i segueni faori nanziari per : (a) = + ; 8 (b) = ( + ; ) (c) = (d) () = ; (e) () = ( + ; ) (f)

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (disposizioni di trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le condizioni

Dettagli

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valuazione degli invesimeni 9 1-2 Argomeni raai Coso del capiale aziendale e di progeo Misura del bea Coso del capiale e imprese diversificae Rischio e flusso di

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 01

Economia e gestione delle imprese - 01 Economia e gesione delle imprese - 01 L impresa come organizzazione che crea valore Leve di creazione di ricchezza e responsabilià sociale Prima pare : L impresa che crea valore 1. L impresa 2. L evoluzione

Dettagli

Questioni di Economia e Finanza

Questioni di Economia e Finanza Quesioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) La grande disribuzione organizzaa e l indusria alimenare in Ialia di Eliana Viviano (coordinaore), Luciana Aimone Gigio, Emanuela Ciapanna, Daniele Coin,

Dettagli

INFO LINE 051 6270554 329 9072804 acquafitness@hydrorider.com www.hydrorider.com. Centro Sportivo Maco Via E. Rota 6

INFO LINE 051 6270554 329 9072804 acquafitness@hydrorider.com www.hydrorider.com. Centro Sportivo Maco Via E. Rota 6 HYDRORIDER INFO LINE 051 6270554 329 9072804 cquness@hydrorider.com www.hydrorider.com convenion Rom 7-8 mio 2005 Cenro Sporivo Mco Vi E. Ro 6 CENTRO SPORTIVO MACO 1985 / 2005 Veni nni di spor per ui.

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

Stabilità dei sistemi di controllo in retroazione

Stabilità dei sistemi di controllo in retroazione Stbilità dei sistemi di controllo in retrozione Criterio di Nyquist Il criterio di Nyquist Estensione G (s) con gudgno vribile Appliczione sistemi con retrozione positiv 2 Criterio di Nyquist Stbilità

Dettagli

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti Circolre n. 36 del 16 settembre 2014 Oggetto: Borse di studio per i figli studenti e provvidenze fvore dei Dipendenti studenti Serie: PERSONALE Argomento: Società interesste: Ambito: CONDIZIONI CONTRATTUALI

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A.

CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A. CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A. L Ordine degli Architetti Pinifictori Pesggisti Conservtori dell Provinci

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (sposizioni trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le conzioni

Dettagli

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007)

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007) INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornao il 2-2-2007). Obievi della rilevazione Negli anni 60 Mediobanca avviò la rilevazione sisemaca dei corsi delle azioni quoae in Borsa, ideando un indice con

Dettagli

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO Nel dominio del empo le variabili sono esaminae secondo la loro evoluzione emporale. Normalmene si esamina la risposa del sisema a un segnale di prova canonico, cioè si sollecia

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA SIMULAZIONE PRIMA PROVA INTERMEDIA A

RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA SIMULAZIONE PRIMA PROVA INTERMEDIA A RGIONERI GENERLE ED PPLICT SIMULZIONE PRIM PROV INTERMEDI COGNOME: NOME: N MTRICOL: L presente prov const di?? quesiti - Il tempo disposizione è di?? minuti ) Utilizzndo il solo Libro Giornle si proced

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2007-2013 in applicazione del Regolameno Comunià Europea n. 1698 del 2005, aricolo 43 1. DEFINIZIONE 2.

Dettagli

3. Componenti adinamici

3. Componenti adinamici 3. Comonen dnmc Ssem rsolene d un crcuo. elzone cosu d un comonene. Clssfczon: comonene lnere/non lnere, dnmco/dnmco, con memor/senz memor, emo nrne/emo rne, omogeneo/non omogeneo, mresso/non mresso, sso,

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO EDIFICI

RISPARMIO ENERGETICO EDIFICI RISPARMIO ENERGETICO EDIFICI COME FACCIO A RISPARMIARE ENERGIA? COME FACCIO AD AVERE AGEVOLAZIONI? COME UTILIZZARE LE ENERGIE ALTERNATIVE? INSERTO A CURA DI CONFCONSUMATORI DELL EMILIA ROMAGNA Decreto

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

DI IDROLOGIA TECNICA PARTE III

DI IDROLOGIA TECNICA PARTE III FCOLT DI INGEGNERI Laurea Specialisica in Ingegneria Civile N.O. Giuseppe T. ronica CORSO DI IDROLOGI TECNIC PRTE III Idrologia delle piene Lezione XVII: I meodi indirei per la valuazione delle porae al

Dettagli

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Nota metodologica numeri indici dei prezzi al consumo misurano le variazioni nel tempo dei prezzi di un paniere di eni e servizi rappresentativi di tutti quelli destinati al consumo finale delle famiglie

Dettagli

Adottando il metodo più corretto (in riferimento al Manuale di Meccanica, Hoepli) verificare la resistenza strutturale del dente.

Adottando il metodo più corretto (in riferimento al Manuale di Meccanica, Hoepli) verificare la resistenza strutturale del dente. 1) Risolvere i segueni due esercizi (empo assegnao 2h) a) Un riduore cosiuio da una coppia di ruoe nae a ni drii a proporzionameno normale ve rasmeere una poenza di 5kW. Inolre si hanno i segueni dai:

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli