Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, maggio L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile"

Transcript

1 Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA

2 Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa Rappresentanza delle imprese del settore nell ambito di Federchimica Confindustria

3 Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa Detergenti (superf. dure, tessuti, stoviglie, wc, ecc), saponi da bucato e coadiuvanti di lavaggio (ammorbidenti, sbiancanti, appretti, ecc)

4 Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa Prodotti di manutenzione (calzature e pelli, deodoranti ambientali smacchiatori, coloranti domestici, ecc), disinfettanti, disinfestanti (insetticidi, antitarme, ratticidi, ecc)

5 Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa Prodotti di manutenzione (calzature e pelli, deodoranti ambientali smacchiatori, coloranti domestici, ecc), disinfettanti, disinfestanti (insetticidi, antitarme, ratticidi, ecc) Presidi Medici Chirurgici (PMC)

6 Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa Settore I&I Industriale (impianti alimentari, ecc) e Istituzionale (Scuole, Ospedali, HORECA, ecc)

7 Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa Settore dei beni di largo consumo

8 I prodotti rappresentati (1) Detergenti: detergenti per bucato a mano detergenti per bucato in lavatrice detergenti per lavaggio stoviglie a mano detergenti per lavaggio stoviglie a macchina detergenti per lavaggio indumenti delicati detergenti per vetri e specchi detergenti per altre superfici dure detergenti abrasivi pulitori per metalli pulitori per moquette pulitori per forno prodotti per w.c. e sanitari altri Saponi da bucato n.b. le categorie segnate in rosso includono alcuni prodotti registrati come PMC

9 I prodotti rappresentati (2) Coadiuvanti di lavaggio: ammorbidenti brillantanti sbiancanti chimici anticalcare appretti per lavatrici altri Prodotti per la manutenzione: prodotti per calzature e pelli prodotti per pavimenti prodotti per mobili deodoranti per ambienti disgorganti smacchiatori formulati per tessuti coloranti domestici antistatici appretti prodotti per auto

10 I prodotti rappresentati (3) Preparati disinfettanti: disinfettanti-detergenti per uso non personale disinfettanti ambientali per uso generale disinfettanti per pelle integra altri Preparati disinfestanti: insetticidi per insetti striscianti insetticidi per insetti volanti insettifughi ed insetticidi ambientali ad emanazione preparati antitarmici preparati antitarlo insettifughi per uso sulla persona topicidi e ratticidi altri

11 Assocasa - alcuni dati Numero di aziende associate ad oggi: 95 Multinazionali Nazionali Oltre l 80% di PMI Numero di addetti: Fatturato del settore: 3 Miliardi di Euro 80% uso domestico 20% I&I

12 Il Network Media Ass. industriali Ass. consumatori

13 I due ambiti di lavoro Attività Regulatory Attività Volontarie

14 Attività Regulatory

15 Normative Nazionali Legge 12 maggio 1950, n 308: Disciplina della produzione e del commercio dei saponi e dei detersivi Circolare ministeriale della Sanità n 239 del 12 dicembre 1968, riguardante i saponi neutri e la determinazione dell alcale libero Decreto legislativo 14 /3/2003 n 65: attuazione delle direttive 1999/45/CE e 2001/60/CE relative alla classificazione e all imballaggio dei preparati pericolosi. Questo decreto richiede che le formule dei preparati pericolosi siano comunicate all Istituto Superiore di Sanità (ISS) Decreto legislativo 25 febbraio 2000 n 174 di attuazione della direttiva 1998/8/CE relativa ai biocidi Decreto del Presidente della Repubblica 6 febbraio 2009, n 21. Regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui al Reg. (CE) 648/2004 relativo ai detergenti Normative Comunitarie Direttiva 1999/45/CE e successivi adeguamenti al progresso tecnico concernenti il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla classificazione, all imballaggio e all etichettatura dei preparati pericolosi Direttiva 1998/8/CE relativa all immissione sul mercato dei prodotti biocidi sotto cui ricadranno tutti i PMC, secondo un programma decennale stabilito dai regolamenti attuativi. Regolamenti attuativi della Direttiva 1998/8/CE relativa alla immissione sul mercato dei prodotti biocidi: regolamenti 1986/200/CE 2032/2003/CE 1048/2005/CE 1849/2006/CE Regolamento 648/2004/CE e regolamento 907/2006 relativi ai detergenti

16 Lo sportello tecnico per le imprese Circa 600 quesiti tecnici/anno

17 Attività Volontarie diffondere informazioni e stimolare la consapevolezza sul corretto utilizzo di detergenti e affini nell ambito domestico e di lavoro sensibilizzare alla riduzione dell impatto ambientale con l ottimizzazione dei processi di fabbricazione tutelare la salute e la sicurezza dell utilizzatore, che deve comprendere la natura, le funzioni e gli usi specifici di detersivi, detergenti e altri prodotti affini dialogare con le Istituzioni, per la condivisione di questi principi

18 Attività Volontarie La sostenibilità quale pilastro fondamentale per Assocasa

19 L approccio del settore Ambiente Sicurezza & Salute

20 Il Charter A.I.S.E., Assocasa e le altre Associazioni Nazionali in Europa promuovono il Programma volontario A.I.S.E. Charter per una pulizia sostenibile, che impegna le aziende all adozione di procedure per il continuo miglioramento della sostenibilità del prodotto in tutte le fasi del suo ciclo di vita. Il Charter rappresenta l impegno a 360 delle aziende: dalla formula, alla produzione fino all utilizzo da parte del consumatore

21 Attività Volontarie La tutela dell ambiente

22 Washright Dal 1999 A.I.S.E. e le Associazioni Nazionali hanno sostenuto il Codice di Buona Pratica Ambientale con una campagna pubblicitaria televisiva e di PR pan- Europea, per informare ed educare i consumatori su come fare il bucato in lavatrice in modo sostenibile. Oggi milioni di confezioni di detersivi per lavatrice riportano in etichetta un panel armonizzato di informazioni per il consumatore.

23 Laundry Sustainability Project 2 Il progetto ha come scopo quello di incoraggiare l ulteriore riduzione dell impatto ambientale del lavaggio del bucato attraverso la compattazione dei detersivi in polvere per il bucato casalingo. Obiettivi: dosaggio non superiore a quello raccomandato (85g/bucato e 135ml/bucato) riduzione dell uso di materiali da imballaggio per i nuovi prodotti (la percentuale di riempimento effettiva non dovrà essere inferiore al 70% della massima percentuale teorica di riempimento) informazione ai consumatori circa l uso corretto dei prodotti compatti attraverso apposite etichette sul packaging.

24 Risparmia energia e acqua Progetto di sostenibilità per il lavaggio automatico delle stoviglie lanciato nel giugno Le aziende che aderiscono al progetto si impegnano a comunicare al consumatore la convenienza ad usare dei programmi di lavaggio a 50, 55 C o automatici. Ciò viene realizzato con l'uso del logo Risparmia Energia Elettrica e Acqua sugli imballaggi dei detergenti ed additivi per lavastoviglie per uso domestico e attraverso delle campagne di comunicazione.

25 Attività Volontarie La tutela del consumatore

26 Airfresheners product stewardship Un progetto per la promozione della produzione e l uso responsabile dei deodoranti ambientali A.I.S.E. con le aziende associate si impegna ad applicare regole severe ben oltre le norme vigenti per quanto riguarda i componenti utilizzati e ad informare adeguatamente gli utilizzatori sulla composizione e sull uso corretto di questi prodotti. In particolare: migliorare la visibilità delle frasi di rischio e consigli di sicurezza e aggiungere indicazioni specifiche attraverso alcune frasi standard; fornire gli ingredienti attraverso il sito web aziendale - con le medesime modalità richieste dal Regolamento Detergenti (impegno a fornire la lista delle fragranze allergizzanti contenute in quantitativo maggiore di 0,01%) mettere a disposizione del personale medico le informazioni dettagliate della composizione evitare l utilizzo di scene in cui compaiano alcune categorie che sono state identificate essere a rischio

27 Le ICONE di sicurezza Nel 2005, A.I.S.E. ha sviluppato un set di nuovi pittogrammi per dare ai consumatori europei delle informazioni, semplici e dirette, su come usare i detergenti ed i prodotti per la pulizia in modo sicuro. Lo sviluppo è stato fatto in cooperazione con rilevanti stakeholder e validato con studi e ricerche con i consumatori in vari paesi europei.

28 La collaborazione con i CAV Centri Antiveleni Italiani Assocasa ha instaurato da tempo un rapporto di collaborazione con i CAV Centri Antiveleni dell Ospedale Ca Granda del Niguarda di Milano e quello del Policlinico Umberto I di Roma valido apporto nell aggiornamento professionale del personale sanitario per il primo soccorso, in modo da ridurre i danni delle intossicazioni riconducibili ai prodotti per la pulizia. Tale rapporto di collaborazione si è recentemente concretizzato nella pubblicazione di due libretti che raccolgono le formule tipiche dei prodotti delle aziende di Assocasa e le indicazioni del CAV per gli interventi in caso di incidenti: in questo modo il personale medico ha direttamente ed immediatamente le indicazioni per il primo soccorso per la grande maggioranza dei prodotti del settore.

29 GRAZIE

Codice Europeo di buona pratica ambientale

Codice Europeo di buona pratica ambientale Codice Europeo di buona pratica ambientale Diminuire l impatto ambientale del processo di lavaggio del bucato Assocasa ha aderito al Codice Europeo di Buona Pratica Ambientale per i detersivi per il bucato

Dettagli

Le prime esperienze di Life Cycle Analysis nel mondo della detergenza

Le prime esperienze di Life Cycle Analysis nel mondo della detergenza Le prime esperienze di Life Cycle Analysis nel mondo della detergenza 7 Conferenza Annuale Responsible Care Giuseppe Abello ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità. I Pilastri della sostenibilità: Ambiente Sicurezza Sviluppo ASSOCASA. FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010

Master La pulizia sostenibile come opportunità. I Pilastri della sostenibilità: Ambiente Sicurezza Sviluppo ASSOCASA. FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 I Pilastri della sostenibilità: Ambiente Sicurezza Sviluppo ASSOCASA Assocasa e la sostenibilità La sostenibilità è un approccio

Dettagli

CHARTER 2010: PROFILI DI SOSTENIBILITÀ AVANZATA PER I DETERSIVI LIQUIDI PER BUCATO PER USO DOMESTICO - 10 FEBBRAIO 2011 -

CHARTER 2010: PROFILI DI SOSTENIBILITÀ AVANZATA PER I DETERSIVI LIQUIDI PER BUCATO PER USO DOMESTICO - 10 FEBBRAIO 2011 - CHARTER 2010: PROFILI DI SOSTENIBILITÀ AVANZATA PER I DETERSIVI LIQUIDI PER BUCATO PER USO DOMESTICO - 10 FEBBRAIO 2011 - Introduzione Il presente documento definisce i requisiti proposti per i profili

Dettagli

CHARTER 2010: PROFILI DI SOSTENIBILITÀ AVANZATA PER GLI AMMORBIDENTI PER USO DOMESTICO - 10 FEBBRAIO 2011 -

CHARTER 2010: PROFILI DI SOSTENIBILITÀ AVANZATA PER GLI AMMORBIDENTI PER USO DOMESTICO - 10 FEBBRAIO 2011 - CHARTER 2010: PROFILI DI SOSTENIBILITÀ AVANZATA PER GLI AMMORBIDENTI PER USO DOMESTICO - 10 FEBBRAIO 2011 - Introduzione Il presente documento definisce i requisiti proposti per i profili di sostenibilità

Dettagli

CARTELLA STAMPA. http://assocasa.federchimica.it http://it.cleanright.eu

CARTELLA STAMPA. http://assocasa.federchimica.it http://it.cleanright.eu CARTELLA STAMPA http://assocasa.federchimica.it http://it.cleanright.eu 1 1. CHE COS È ASSOCASA Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l Industria e per la Casa L Associazione in numeri Assocasa,

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

STUDIO DI SETTORE TD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER STUDIO DI SETTORE TD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER USO DOMESTICO E PER

Dettagli

CHARTER A.I.S.E. PER LA PULIZIA SOSTENIBILE

CHARTER A.I.S.E. PER LA PULIZIA SOSTENIBILE CHARTER A.I.S.E. PER LA PULIZIA SOSTENIBILE Spiegazione dettagliata delle CSP (Versione 1.1, 7.11.2006) I. Condizioni generali Il presente documento contiene una serie di procedure di sostenibilità del

Dettagli

presenta I DETERSIVI PER LA CASA SANA AURO AWALAN - Distributore per l Italia Ventamar

presenta I DETERSIVI PER LA CASA SANA AURO AWALAN - Distributore per l Italia Ventamar presenta I DETERSIVI PER LA CASA SANA AURO AWALAN - Distributore per l Italia Ventamar 475 - DETERSIVO LAVASTOVIGLIE (Concentrato) Confezione da 3,00 kg Descrizione: per l alto contenuto di sostanze naturali

Dettagli

Web e pulizia della casa: cosa cercano i consumatori e come ne parla la rete

Web e pulizia della casa: cosa cercano i consumatori e come ne parla la rete Web e pulizia della casa: cosa cercano i consumatori e come ne parla la rete ANALISI QUANTITATIVA FONTI Contenuti totali presi in esame: 4.908 Periodo: dal 15 Gennaio 2013 al 15 Marzo 2013 RIPARTIZIONE

Dettagli

DISINFETTANTI CON PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO CATALOGO

DISINFETTANTI CON PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO CATALOGO DISINFETTANTI CON PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO CATALOGO 2 INDICE METAFORM PROFESSIONAL 3 AMBIENTI 4-6 TAYFORM 4 METASTERIL 5 KATIOSTERIL 6 STOVIGLIE 7 TAYSTOVIGLIE 7 BAGNO 8 TAY WC 8 BUCATO 9 TAY BUCATO

Dettagli

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti Detergenti per stoviglie HalaGastro F11 Detersivo per stoviglie con cloro attivo. Concentrazione d uso: 0.3 0.5 %, ph all 1.0 %: 11.7 10600410-0002 10600410-0004 10600410-0007 Tanica 25 kg Fusto 140 kg

Dettagli

Presentazione del nuovo sistema di notifica on line

Presentazione del nuovo sistema di notifica on line Convegno Aggiornamento informatico dell Archivio Preparati Pericolosi e prospettive di armonizzazione europea Presentazione del nuovo sistema di notifica on line Istituto Superiore di Sanità Roma, 19 febbraio

Dettagli

FEDERCHIMICA ASSOCASA

FEDERCHIMICA ASSOCASA INFORMAZIONI E SERVIZI PER LE IMPRESE FEDERCHIMICA ASSOCASA Via Giovanni da Procida 11-20149 Milano Telefono: 02.34565.236/237 Fax: 02.34565.320 assocasa@federchimica.it http://assocasa.federchimica.it

Dettagli

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti Detergenti per stoviglie HalaGastro F11 Detersivo per stoviglie con cloro attivo. Concentrazione d uso: 0.3 0.5 %, ph all 1.0 %: 11.7 10600410-0002 10600410-0004 10600410-0007 Tanica 25 kg Fusto 140 kg

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VD31U ATTIVITÀ 20.41.10 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI (ESCLUSI I PRODOTTI PER TOLETTA) ATTIVITÀ 20.41.20 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

Dettagli

Dr.ssa Raffaella Perrone

Dr.ssa Raffaella Perrone L APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO (UE) N. 528/2012 IN ITALIA Dr.ssa Raffaella Perrone Ministero della Salute Direzione Generale dei Dispositivi Medici, del Servizio Farmaceutico e della Sicurezza delle Cure

Dettagli

IGIENE DOMESTICA. Uso corretto dei detersivi, dei prodotti per la pulizia e manutenzione della casa e dei biocidi A. I. S. E

IGIENE DOMESTICA. Uso corretto dei detersivi, dei prodotti per la pulizia e manutenzione della casa e dei biocidi A. I. S. E IGIENE DOMESTICA Uso corretto dei detersivi, dei prodotti per la pulizia e manutenzione della casa e dei biocidi A. I. S. E IGIENE DOMESTICA Uso corretto dei detersivi, dei prodotti per la pulizia e manutenzione

Dettagli

PRODOTTI DI PULIZIA - Consegna giovedì mattina

PRODOTTI DI PULIZIA - Consegna giovedì mattina PRODOTTI DI PULIZIA - Consegna giovedì mattina ALLEGATO "D" - LOTTO XII PRODOTTO Detergente sgrassante per pulizie cucina Confezioni richieste Quantità totale (tipo LAV CUCINA) Canestri da lt. 5 40 Detergente

Dettagli

RISPETTANO LA SALUTE DELLA PERSONA E L'AMBIENTE:

RISPETTANO LA SALUTE DELLA PERSONA E L'AMBIENTE: OFFICINA NATURAE produce e commercializza detersivi naturali, ecologici ed efficaci, con un ciclo di produzione e distribuzione etico ed eco-sostenibile. I detersivi naturali OFFICINA NATURAE sono stati

Dettagli

Aggiornamento delle etichette e delle schede di sicurezza per i produttori di sostanze e a cascata per tutti gli utilizzatori a valle.

Aggiornamento delle etichette e delle schede di sicurezza per i produttori di sostanze e a cascata per tutti gli utilizzatori a valle. Aggiornamento delle etichette e delle schede di sicurezza per i produttori di sostanze e a cascata per tutti gli utilizzatori a valle. Salve,Dottore/ssa il mese di dicembre vede l entrata in vigore del

Dettagli

La posizione dell industria. I.Malerba Area Sicurezza Prodotti Direzione Tecnico Scientifica

La posizione dell industria. I.Malerba Area Sicurezza Prodotti Direzione Tecnico Scientifica La posizione dell industria I.Malerba Area Sicurezza Prodotti Direzione Tecnico Scientifica Roma, 16 Dicembre 2011 Chi siamo Federchimica è la denominazione abbreviata di: Federazione Nazionale dell Industria

Dettagli

L A V A N D E R I A L A V A N D E R I A DETERSIVI IN POLVERE DETERGENTI LIQUIDI SBIANCANTI AMMORBIDENTI ADDITIVI

L A V A N D E R I A L A V A N D E R I A DETERSIVI IN POLVERE DETERGENTI LIQUIDI SBIANCANTI AMMORBIDENTI ADDITIVI L A V A N D E R I A L A V A N D E R I A DETERSIVI IN POLVERE DETERGENTI LIQUIDI SBIANCANTI AMMORBIDENTI ADDITIVI D e t e r s i v i i n p o l v e r e a t o m i z z a t o KLEREN detersivo atomizzato 20 kg

Dettagli

Le prescrizioni ambientali sono in parte comuni a tutte le attività, in parte specifiche per i singoli prodotti che interessano le varie attività.

Le prescrizioni ambientali sono in parte comuni a tutte le attività, in parte specifiche per i singoli prodotti che interessano le varie attività. BANDO TIPO E CAPITOLATO TIPO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA RICETTIVITA NELLE STRUTTURE DEL PARCO XXX A BASSO IMPATTO AMBIENTALE. NOTA TECNICA Il Capitolato Tipo Speciale d Appalto

Dettagli

I Prodotti Fitosanitari alla luce dei Regolamenti REACH e CLP

I Prodotti Fitosanitari alla luce dei Regolamenti REACH e CLP DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA Corso di aggiornamento PESTICIDI RISCHI OCCUPAZIONALI E AMBIENTALI Reggio Emilia 25 gennaio 2014 I Prodotti Fitosanitari alla luce dei Regolamenti REACH e CLP Patrizia Ferdenzi

Dettagli

Etichettatura energetica ed Ecodesign

Etichettatura energetica ed Ecodesign 1 Steering Committee nazionale Etichettatura energetica ed Ecodesign Milena Presutto / Patrizia Pistochini co-finanziato da: Le etichette comunitarie Etichette volontarie Etichette obbligatorie L Etichettatura

Dettagli

q.tà fabbisogno lavaggio 1200000

q.tà fabbisogno lavaggio 1200000 LOTTO 1 - Detersivi per biancheria Ospedaliera Valtellina e Vlachiavenna 1 KG Prodotti per permettere di lavare biancheria ospedaliera diversa (materiale per c.o. - biancheria piana, divise, effetti e

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro

Dettagli

Rischio chimico dei prodotti detergenti

Rischio chimico dei prodotti detergenti Rischio chimico dei prodotti detergenti I detergenti L uso di prodotti detergenti, detersivi, sgrassatori e disinfettanti fa parte della quotidianità, senza contare che ci sono persone che utilizzano questi

Dettagli

Che cos è un detersivo?

Che cos è un detersivo? Che cos è un detersivo? Miscela di sostanze chimiche che mischiate all acqua sono in grado di rimuovere lo sporco Agiscono sulle sostanze che non si sciolgono facilmente in acqua (idrofobe) I principali

Dettagli

DETERGENTI DEODORANTI DISINCROSTANTI

DETERGENTI DEODORANTI DISINCROSTANTI DETERGENTI DEODORANTI DISINCROSTANTI ACIDO MURIATICO GRIFO in flaconi da lt. 1. Contenuto collo: 15 flaconi. Cod. 85034 ACQUA DISTILLATA GRIFO in flaconi da lt. 4. Contenuto collo: 4 flaconi. Cod. 85041

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. Nato/a il, in qualità di legale. Rappresentante della Ditta. Con sede legale in Via

Il/la sottoscritto/a. Nato/a il, in qualità di legale. Rappresentante della Ditta. Con sede legale in Via (da regolarizzare ai fini dell imposta di bollo) MODULO - OFFERTA per la fornitura di PRODOTTI IN CARTA, IN PLASTICA, PER LA PULIZIA, PER L IGIENE DELLA PERSONA: LOTTO N. 6 La fornitura sarà aggiudicata

Dettagli

IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA

IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA Igiene, norme e sostenibilità: profilo di un settore in continua trasformazione assocasa.federchimica.it Indice 1. Introduzione al settore pag. 3 2. Le

Dettagli

Benvenuti in DetNet. Network dell industria della detergenza per la classificazione CLP. Un iniziativa A.I.S.E.

Benvenuti in DetNet. Network dell industria della detergenza per la classificazione CLP. Un iniziativa A.I.S.E. Det Net Benvenuti in DetNet Network dell industria della detergenza per la classificazione CLP Un approccio collettivo dell industria per la classificazione e l etichettatura del vostro detersivo (per

Dettagli

Regolamento CLP ricadute sulla normativa per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Regolamento CLP ricadute sulla normativa per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Regolamento CLP ricadute sulla normativa per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Ludovica Malaguti Aliberti Centro Nazionale Sostanze Chimiche Istituto Superiore di Sanità Protezione da sostanze

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE PER L IGIENE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE

IL DIRETTORE GENERALE PER L IGIENE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE DECRETO 6 maggio 2015. Ri-registrazione del prodotto Þ tosanitario, a base di etofon, sulla base del dossier UVP 05927277 di Allegato III, alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l autorizzazione

Dettagli

Consigli di lavaggio

Consigli di lavaggio Consigli per indumenti puliti e un ambiente migliore. Consigli sul lavaggio Selezionare i capi Tipo di tessuto: non lavare insieme tessuti delicati, ad esempio lana e seta, e tessuti robusti, ad esempio

Dettagli

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI E GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE Dr. Maurizio Mangelli Responsabile Sicurezza PRINCIPALI NORME DI RIFERIMENTO PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI

Dettagli

il nostro progetto: FARE DEL PULITO LA NOSTRA IMPRONTA.

il nostro progetto: FARE DEL PULITO LA NOSTRA IMPRONTA. il nostro progetto: FARE DEL PULITO LA NOSTRA IMPRONTA. 2 MASTER P 8 Detersivo in polvere per lavatrici. Prodotto in polvere per lavatrice attivo su ogni tipo di sporco. Ottimo risultato a 80 90. MASTER

Dettagli

Decreto Legislativo 152/2006 e Direttiva 94/62/CE, requisiti essenziali degli imballaggi in acciaio

Decreto Legislativo 152/2006 e Direttiva 94/62/CE, requisiti essenziali degli imballaggi in acciaio Decreto Legislativo 152/2006 e Direttiva 94/62/CE, requisiti essenziali degli imballaggi in acciaio Simona Fontana Responsabile Centro Studi - Area Prevenzione Rimini, 5 novembre 2014 Il Sistema CONAI,

Dettagli

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI Cos è il regolamento CLP e perché è stato definito? Sistema mondiale armonizzato di classificazione

Dettagli

Campagna federale per la verifica delle ditte attive nel settore delle disinfestazioni risultati per il Ticino

Campagna federale per la verifica delle ditte attive nel settore delle disinfestazioni risultati per il Ticino Campagna federale per la verifica delle ditte attive nel settore delle disinfestazioni risultati per il Ticino Introduzione La lotta a organismi infestanti quali roditori o insetti, viene spesso eseguita

Dettagli

CATALOGO DETERGENTI - DISINFETTANTI. Shark Italia S.r.l. a Socio Unico tel. 0522 667011 - fax 0522 667053 info@sharksrl.it - www.sharksrl.

CATALOGO DETERGENTI - DISINFETTANTI. Shark Italia S.r.l. a Socio Unico tel. 0522 667011 - fax 0522 667053 info@sharksrl.it - www.sharksrl. CATALOGO Shark Italia S.r.l. a Socio Unico tel. 0522 667011 - fax 0522 667053 SEDE LEGALE: Via per Modena, 28 I-42015 Correggio RE SEDE OPERATIVA: Via della Costituzione, 63 I-42015 Correggio RE Azienda

Dettagli

Allegato G. Regione Piemonte Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria

Allegato G. Regione Piemonte Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria Allegato G Regione Piemonte Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria A cura del Gruppo di lavoro regionale per la disciplina dei controlli in materia di materiali destinati a venire a contatto

Dettagli

E. Monica Russo. Integratori alimentari e novel food

E. Monica Russo. Integratori alimentari e novel food E. Monica Russo Integratori alimentari e novel food enza.russo@lab-to.camcom.it Isernia, 2 aprile 2014 1 MINISTERO DELLA SALUTE www.salute.gov.it TEMI E PROFESSIONI ALIMENTI ALIMENTI PARTICOLARI integratori

Dettagli

LUIGI DAL TROZZO 1- IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA. 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi consigliati

LUIGI DAL TROZZO 1- IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA. 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi consigliati LUIGI DAL TROZZO 1- IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Denominazione commerciale 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi consigliati Descrizione/utilizzo: 1.3 Informazioni

Dettagli

Valutazione dell efficacia dei prodotti disinfettanti"

Valutazione dell efficacia dei prodotti disinfettanti Aspetti tecnici e applicativi nella valutazione di un prodotto biocida Valutazione dell efficacia dei prodotti disinfettanti" Ida Luzzi Istituto Superiore di Sanità Biocidi" Sostanze attive e preparati

Dettagli

Uso del prodotto Adesivo per carta e cartone. Chiamate urgenti Centro Antiveleni Ospedale Niguarda Milano Tel. 0266101029

Uso del prodotto Adesivo per carta e cartone. Chiamate urgenti Centro Antiveleni Ospedale Niguarda Milano Tel. 0266101029 3M ITALIA S.P.A. VIA SAN BOVIO 1/3 I20090 SEGRATE MI ITALY ======================================================================== Scheda di dati di sicurezza ========================================================================

Dettagli

FONDAZIONE CA' D INDUSTRIA O.N.L.U.S. Istituto Geriatrico Via Brambilla 61-22100 Como C.F. 80004470136 R.E.A. 279726 MODULO DELL OFFERTA ECONOMICA

FONDAZIONE CA' D INDUSTRIA O.N.L.U.S. Istituto Geriatrico Via Brambilla 61-22100 Como C.F. 80004470136 R.E.A. 279726 MODULO DELL OFFERTA ECONOMICA MODULO DELL OFFERTA ECONOMICA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI PRODOTTI PER LA PULIZIA Il sottoscritto....... nato a... il...... nella sua qualità di............ e come tale in

Dettagli

Scheda di Sicurezza secondo normativa (UE) No. 453/2010

Scheda di Sicurezza secondo normativa (UE) No. 453/2010 Sezione 1 identificazione della sostanza/miscela e della società 1.1 Identificazione del prodotto/miscela 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza e usi sconsigliati pannello coibente in fibre di

Dettagli

SCHEDA FESTA. Il sottoscritto in qualità di legale rappresentante dell Ente/Proloco/Associazione con sede in via n. C.A.P. codice fiscale p.

SCHEDA FESTA. Il sottoscritto in qualità di legale rappresentante dell Ente/Proloco/Associazione con sede in via n. C.A.P. codice fiscale p. SCHEDA FESTA Il sottoscritto in qualità di legale rappresentante dell Ente/Proloco/Associazione con sede in via n. C.A.P. codice fiscale p. IVA riguardo la seguente iniziativa organizzata sul territorio

Dettagli

Charter A.I.S.E. per la pulizia sostenibile. Aggiornamento 2010: REGOLE OPERATIVE Versione 2 marzo 2011

Charter A.I.S.E. per la pulizia sostenibile. Aggiornamento 2010: REGOLE OPERATIVE Versione 2 marzo 2011 Charter A.I.S.E. per la pulizia sostenibile Aggiornamento 2010: REGOLE OPERATIVE Versione 2 marzo 2011 Il Charter per la pulizia sostenibile è un iniziativa volontaria dell'associazione europea dei saponi,

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

STUDIO DI SETTORE SD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER STUDIO DI SETTORE SD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER USO DOMESTICO E PER

Dettagli

Lavorazione di carne, pollame e pesce

Lavorazione di carne, pollame e pesce Lavorazione di carne, pollame e pesce Pulizia mediante schiuma DURA 631 10010631-0003 Detergente schiumoso alcalino a film sottile, con cloro attivo. Concentrazione d uso: 2.0-3.0 %. 10010631-0006 1 DURA

Dettagli

FORMULA. sgrassante. Igiene casa. nuova formula potenziata

FORMULA. sgrassante. Igiene casa. nuova formula potenziata nuova formula potenziata Igiene casa FORMULA sgrassante H5 FORMULA SGRASSANTE 750ml c/spruzz. Formula sgrassante, per lo sporco ostinato. Adatto anche come pretrattante da bucato. Grazie alla sua speciale

Dettagli

Riconoscimento delle etichette energetiche ed ecologiche e del loro significato

Riconoscimento delle etichette energetiche ed ecologiche e del loro significato Riconoscimento delle etichette energetiche ed ecologiche e del loro significato Le etichette sono necessarie per informare i consumatori sulle caratteristiche tecniche dei prodotti che acquistano. Le etichette

Dettagli

Come nasce VIM Professional

Come nasce VIM Professional Come nasce VIM Professional Da oltre 100 anni il marchio VIM è conosciuto da generazioni di consumatori sia in Italia che in Europa come sinonimo di qualità pulente ed igienizzante. Per questo motivo nasce

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ROMA CAPITALE UFFICIO EXTRADIPARTIMENTALE PROTEZIONE CIVILE

PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ROMA CAPITALE UFFICIO EXTRADIPARTIMENTALE PROTEZIONE CIVILE PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO (di seguito denominato U.S.R. Lazio) E ROMA CAPITALE UFFICIO EXTRADIPARTIMENTALE PROTEZIONE CIVILE (di seguito denominato Protezione Civile)

Dettagli

* RISCHIO CHIMICO alcune definizioni

* RISCHIO CHIMICO alcune definizioni * * RISCHIO CHIMICO alcune definizioni Ai sensi dell art. 222 del D.Lgs. 81/08 e smi si intendono per agenti chimici: tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato

Dettagli

Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità

Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità Fare impresa con l efficienza energetica: il decreto legislativo 102/2014. Smart Energy Expo Verona -8 ottobre 2014 Mauro

Dettagli

LINEA LAVANDERIA Il lavaggio efficace per le lavanderie professionali.

LINEA LAVANDERIA Il lavaggio efficace per le lavanderie professionali. LINEA LAVANDERIA Il lavaggio efficace per le lavanderie professionali. Unica è la linea di prodotti creata dal Gruppo ICA System e dedicata al canale HO.RE.CA. Specifica per la pulizia degli ambienti cucina

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Scheda Dati di Sicurezza BLATTOXUR GEL - GIUGNO 2010 PAGINE TOTALI 5 - Pagina 1 /5 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDETIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA Nome: BLATTOXUR GEL Presidio medico chirurgico

Dettagli

Scopri i prodotti LG che ti offrono: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA FAMIGLIA

Scopri i prodotti LG che ti offrono: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA FAMIGLIA Scopri i prodotti LG che ti offrono: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA FAMIGLIA LG: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA TUA FAMIGLIA ASPIRAPOLVERE KOMPRESSOR LAVABIANCHERIA DIRECT DRIVE A VAPORE Da sempre LG è

Dettagli

Nuovi obiettivi per l export dell industria agroalimentare italiana

Nuovi obiettivi per l export dell industria agroalimentare italiana FORUM FOOD & MADE IN ITALY NUOVI SCENARI PER L'AGROALIMENTARE Milano, 30 GIUGNO 2015 Nuovi obiettivi per l export dell industria agroalimentare italiana AGENDA Introduzione Etichettatura: l evoluzione

Dettagli

Gli acquisti ecologici per le strutture alberghiere. Dr. Enrico Camurati IITD International Institute for Tourism and Development

Gli acquisti ecologici per le strutture alberghiere. Dr. Enrico Camurati IITD International Institute for Tourism and Development Gli acquisti ecologici per le strutture alberghiere Dr. Enrico Camurati IITD International Institute for Tourism and Development L ecologico sul mercato Marchi ecologici di prodotto Certificazioni ambientali

Dettagli

Attività di informazione sul regolamento CLP: gli accordi di collaborazione

Attività di informazione sul regolamento CLP: gli accordi di collaborazione Attività di informazione sul regolamento CLP: gli accordi di collaborazione Susanna Lupi Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione per le valutazioni e le autorizzazioni

Dettagli

Pulizia caserme e servizi aggiuntivi - Criteri di sostenibilità

Pulizia caserme e servizi aggiuntivi - Criteri di sostenibilità Pulizia caserme e servizi aggiuntivi - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa L iniziativa ha per oggetto l affidamento dei Servizi di Pulizia e, qualora richiesti, dei Servizi di Disinfestazione,

Dettagli

La Normativa attuale: aggiornamenti ed ambiti di intervento

La Normativa attuale: aggiornamenti ed ambiti di intervento La Normativa attuale: aggiornamenti ed ambiti di intervento 11 dicembre 2015 GERARDO CARICATO Responsabile Registrazioni SOMMARIO Panoramica sulle normative in vigore CLP: cosa è cambiato nelle nostre

Dettagli

Soluzioni per l igiene di pavimenti e superfici

Soluzioni per l igiene di pavimenti e superfici Soluzioni per l igiene di pavimenti e superfici Applicare l etichetta relativa al prodotto sul contenitore spray Sicuro, veloce, e semplice da usare, grazie ad un innovativo sistema di dosaggio Riempire

Dettagli

Cliccando appare il seguente testo e indice di sottocapitoli, cliccando su ognuno di essi compaiono i relativi testi di seguito presentati:

Cliccando appare il seguente testo e indice di sottocapitoli, cliccando su ognuno di essi compaiono i relativi testi di seguito presentati: Testi per sito assovernici IL PUNTO SULLE NORME DI SETTORE Cliccando appare il seguente testo e indice di sottocapitoli, cliccando su ognuno di essi compaiono i relativi testi di seguito presentati: Assovernici,

Dettagli

CRITERI FACOLTATIVI: VERSO L ECOLABEL EUROPEO

CRITERI FACOLTATIVI: VERSO L ECOLABEL EUROPEO CRITERI FACOLTATIVI: VERSO L ECOLABEL EUROPEO Il Progetto SeA Sostenibilità e Accoglienza nel Parco nazionale del Circeo prevede l identificazione concordata e partecipata con gli aderenti al progetto

Dettagli

SIMBOLOGIA E LEGISLAZIONE PER ETICHETTE E PACKAGING

SIMBOLOGIA E LEGISLAZIONE PER ETICHETTE E PACKAGING SIMBOLOGIA E PER ETICHETTE E PACKAGING SIMBOLOGIA E PER ETICHETTE E PACKAGING Questo marchio non ha particolare significato in Italia, perché si riferisce a un sistema di gestione dei rifiuti di imballaggio

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO: IL NUOVO MODELLO INFORIK della Regione Piemonte

VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO: IL NUOVO MODELLO INFORIK della Regione Piemonte VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO: IL NUOVO MODELLO INFORIK della Regione Piemonte L impatto del REACh e del CLP nel modello di valutazione Torino, 16 Novembre 2013 Claudia Sudano Registration, Evaluation,

Dettagli

Gli Sportelli Informativi Territoriali REACH: Best Practice della Rete italiana EEN

Gli Sportelli Informativi Territoriali REACH: Best Practice della Rete italiana EEN Gli Sportelli Informativi Territoriali REACH: Best Practice della Rete italiana EEN Paolo Guazzotti Confindustria Piemonte EEN - Enterprise Europe Network Protocollo d intesa tra il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Panoramica sugli obblighi REACH. Stefano Arpisella

Panoramica sugli obblighi REACH. Stefano Arpisella Panoramica sugli obblighi REACH Stefano Arpisella 25 marzo 2015 CENTRO REACH v Il Centro Reach è una Società a responsabilità limitata costituita il 20 febbraio 2007, su iniziativa di Federchimica e di

Dettagli

DETERSIVO LAVATRICE. Ingredienti: Sapone in Scaglie, Acqua. 1 Kg. di sapone = 160 lavaggi. Dosi per 1 litro:

DETERSIVO LAVATRICE. Ingredienti: Sapone in Scaglie, Acqua. 1 Kg. di sapone = 160 lavaggi. Dosi per 1 litro: DETERSIVO LAVATRICE Ingredienti: Sapone in Scaglie, Acqua 1 Kg. di sapone = 160 lavaggi Dosi per 1 litro: - Fate bollire 1l. di acqua - Aggiungete 45gr. di sapone in scaglie e mescolate sino al completo

Dettagli

MINIMASTER IN REDAZIONE DI SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA

MINIMASTER IN REDAZIONE DI SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA MINIMASTER IN REDAZIONE DI SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA Corso di aggiornamento RSPP ASPP Date Sabato 02 Aprile 2016 Orari Dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Durata 4 ore Sede C.F.A. Normachem srl, via Roma 14

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 207 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori SALVATO e CARCARINO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 9 MAGGIO 1996 Norme

Dettagli

DETERGENTI PROFESSIONALI catalogo sprint

DETERGENTI PROFESSIONALI catalogo sprint DETERGENTI PROFESSIONALI catalogo sprint 3 PIÙ VALORE AL LAVORO ALLA COMPETENZA ALLA QUALITÀ ALL AFFIDABILITÀ. Dal 1987 sviluppiamo e realizziamo detergenti e sistemi per la pulizia professionale. Insieme

Dettagli

PIATTI AGRUMI GEL PIATTI LIMONE VERDE STOVIL POWER

PIATTI AGRUMI GEL PIATTI LIMONE VERDE STOVIL POWER K 400 ultrasgrassante ad alta concentrazione PIATTI AGRUMI GEL gel agli agrumi con antibatterico PIATTI LIMONE VERDE concentrato a ph neutro cf. ml. 1000 x 12 pz. PIATTI GEL CON DISPENSER gel-sgrassante

Dettagli

Un passo avanti verso l ambiente.

Un passo avanti verso l ambiente. Un passo avanti verso l ambiente. SCOPRI LA NUOVA LINEA È COSÌ DI PRODOTTI BIOLOGICI CERTIFICATI Il pulito è un servizio alla persona. Perché una linea di prodotti biologici? Perché la pulizia professionale

Dettagli

Agenti chimici: il regolamento CLP

Agenti chimici: il regolamento CLP Informazioni sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori Gennaio 2013 Pillole di sicurezza A cura del RSPP e dell Unità Organizzativa a Supporto del Servizio di Prevenzione e Protezione

Dettagli

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi Pagina 1 di 5 APPENDICE SETTORE COSMESI 1 - Obiettivo Il presente documento

Dettagli

Charter A.I.S.E. per la pulizia sostenibile

Charter A.I.S.E. per la pulizia sostenibile Charter A.I.S.E. per la pulizia sostenibile Guida alla verifica di ammissione e alle verifiche delle CSP aggiuntive (Versione 1.0, 23 aprile 2010) 1. Introduzione... 2 2. Oggetto delle verifiche CSP...

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA

SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA (In accordo alla direttiva 91/155/CE e s.m.i.) P016 Intonaco Cementizio Fibrorinforzato 1/8 1. Identificazione del preparato e del produttore 1.1 Identificazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: TAPPATUTTO BEIGE Monocomponente 1.2 Uso: Usi sconsigliati: Pasta fibrorinforzata a base di resine acriliche, per sigillature impermeabili.

Dettagli

DETERSIVO IN POLVERE pl 6/7sc SCHEDA DI SICUREZZA

DETERSIVO IN POLVERE pl 6/7sc SCHEDA DI SICUREZZA DETERSIVO IN POLVERE pl 6/7sc SCHEDA DI SICUREZZA 01. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA' pag. 1/4 Nome commerciale Detersivo in polvere per lavatrice con scaglie di sapone. Impieghi Detersivo

Dettagli

CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA

CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI UN FINANZIAMENTO DI 25.000 EURO A SOSTEGNO DI ATTIVITA DI COMUNICAZIONE LOCALE Il punto 9 dell Accordo Anci Conai prevede

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1.Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1.Identificatore del prodotto New Algin 1.2.Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela alginato per impronte dentali

Dettagli

SERVIZIO PULIZIA LOCALI CRITERI AMBIENTALI ED ENERGETICI V01 MAGGIO 2015

SERVIZIO PULIZIA LOCALI CRITERI AMBIENTALI ED ENERGETICI V01 MAGGIO 2015 SERVIZIO PULIZIA LOCALI CRITERI AMBIENTALI ED ENERGETICI V01 MAGGIO 2015 PREMESSA Guida alla lettura del documento: I criteri ambientali di seguito suggeriti sono estratti dal DM 24 maggio 2012 (G.U. n.

Dettagli

Osservatorio Assocasa. Milano, 27 Marzo 2012

Osservatorio Assocasa. Milano, 27 Marzo 2012 Osservatorio Assocasa Milano, 27 Marzo 2012 Il comparto Casa: Le promozioni Sopra media la pressione promozionale del comparto casa, in lieve flessione Intensità delle promozioni nei Super+Iper % vendite

Dettagli

Scheda dati di sicurezza conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1

Scheda dati di sicurezza conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1 Scheda dati di sicurezza conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1 SDS n.: 27618 WWEU09000481 revisione: 06.11.2009 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Identificazione della

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI Ai sensi del Reg. (CE) 1907/2006 e Reg. (CE) 453/2010 SCHEDA SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: DET. PIATTI LIMONE FLEUR. ML. 1250 CODICE

Dettagli

ART. 1 Oggetto. Il presente capitolato ha per oggetto la fornitura dei seguenti prodotti detergenti e disinfettanti:

ART. 1 Oggetto. Il presente capitolato ha per oggetto la fornitura dei seguenti prodotti detergenti e disinfettanti: Allegato A) ART. 1 Oggetto Il presente capitolato ha per oggetto la fornitura dei seguenti prodotti detergenti e disinfettanti: TIPOLOGIA PREZZO OFFERTO a) detersivo per lavastoviglie in polvere, confezione

Dettagli

LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE

LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE Annalisa Oddone, Confindustria Confindustria Sardegna Meridionale 12 giugno 2012 CARTA DEI PRINCIPI

Dettagli

Fattori di rischio a scuola 2 a parte CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 2.1

Fattori di rischio a scuola 2 a parte CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 2.1 Fattori di rischio a scuola 2 a parte Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 2.1 Rischio nelle attività di pulizia I prodotti chimici Sono da considerare potenzialmente

Dettagli

Premessa. L assessore all Urbanistica, Ambiente ed Energia. Dr. Michl Laimer

Premessa. L assessore all Urbanistica, Ambiente ed Energia. Dr. Michl Laimer Premessa La presente pubblicazione vuole offrire ai privati consumatori e alle imprese una breve introduzione e una guida alla scelta e all utilizzo di prodotti detergenti che rispettino l ambiente. Vengono

Dettagli

Attuazione e applicazione del regolamento REACH: sfide e prospettive Milano, 21 maggio 2010

Attuazione e applicazione del regolamento REACH: sfide e prospettive Milano, 21 maggio 2010 Attuazione e applicazione del regolamento REACH: sfide e prospettive Milano, 21 maggio 2010 Ruolo della Commissione Europea, degli Stati membri e delle Regioni Dott. Carlo Zaghi Dirigente Divisione VII

Dettagli

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare:

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: Aspetti generali Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: la progettazione dei locali e delle strutture l organizzazione

Dettagli