Titolo I NORME PROCEDURALI. CAPO I L iniziativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Titolo I NORME PROCEDURALI. CAPO I L iniziativa"

Transcript

1 I Titolo I NORME PROCEDURALI CAPO I L iniziativa Soggetti art. 1 - Provvedimenti abilitativi e denuncia di inizio attività pag. 01 art. 2 - Autorizzazione paesaggistica pag. 02 art. 3 - Autorizzazione riguardante il vincolo idrogeologico pag. 02 art. 4 - Piani Attuativi pag. 03 art. 5 - Certificato di abitabilità e agibilità pag. 03 Sezione II - Contenuti dell'istanza art.6 - Domanda di concessione o di autorizzazione edilizia pag. 03 art. 7 - Domanda di voltura pag. 04 art. 8 - Modalità di presentazione della denuncia di inizio attività Istituto previsto dall art.2, comma 60 della Legge n.662 del 23/12/96, esteso dalla L.R. n.22 del 19/12/1999 pag. 04 art. 9 - Procedimento per le opere interne Istituto previsto dall art.26 della Legge 47/85 pag. 06 art Domanda di autorizzazione paesaggistica pag. 07 art Domanda di autorizzazione riguardante il vincolo idrogeologico pag. 07 art.12 - Proposte di Piani Attuativi di iniziativa privata pag. 08 art Richiesta diabitabilità e agibilità pag. 08 Sezione III - Documenti ed elaborati da allegare alle istanze art Documenti ed elaborati da allegare alle istanze pag. 09 art Concessione edilizia pag. 09 art Autorizzazione edilizia Istituto previsto dall art.49 della L.457/78 e dall art.7 della L.94/82 pag. 10 art Certficato di abitabilità e agibilità pag. 10 art Autorizzazione paesaggistica pag. 11 art Autorizzazione riguardante il vincolo idrogeologico pag. 13 art Piani Attuativi pag. 14

2 II Sezione IV - Autocertificazione ed asseverazione art Autocertificazione pag. 16 art Asseverazione pag. 17 CAPO II Le fasi del procedimento amministrativo Fase di avvio art Presentazione dell istanza pag. 17 art Responsabilità del procedimento pag. 18 Sezione II - Fase istruttoria art Denuncia di Inizio Attività pag. 18 art Comunicazione ex art. 26 L. 47/85 pag. 19 art Concessione edilizia pag. 19 art Autorizzazione edilizia pag. 20 art.29 - Autorizzazione paesaggistica pag. 20 art Autorizzazione riguardante il vincolo idrogeologic pag. 21 art Piani Attuativi pag. 22 Sezione III - Fase decisionale art Concessione edilizia pag. 22 art Autorizzazione edilizia pag. 23 art Autorizzazione paesaggistica pag. 24 art Autorizzazione riguardante il vincolo idrogeologico pag. 24 art Piani Attuativi pag. 24 Sezione IV - Provvedimento finale art Provvedimento di Concessione edilizia pag. 25 art Termine di inizio e ultimazione dei lavori pag. 26 art Autorizzazione edilizia pag. 27 art Rilascio del certificato di abitabilità o di agibilità pag. 27

3 III Sezione V - Fase integrativa dell efficacia art Comunicazione del provvedimento pag. 28 art Pubblicazione del provvedimento pag. 28 art Autorizzazione paesaggistica pag. 28 CAPO III Semplificazione dei procedimenti amministrativi Conferenza dei servizi art Conferenza dei servizi tra amministrazioni diverse pag. 29 Sezione II - Sportello unico art Ambito di applicazione pag. 29 art Definizione di impianti a struttura semplice pag. 30 art Struttura organizzativa pag. 30 art Procedimento mediante Conferenza dei servizi pag. 31 art Procedimento mediante autocertificazione pag. 32 art Verifica pag. 33 art Procedura di collaudo pag. 34 Sezione III - Collaborazione tra privati e Comune art Parere preventivo pag. 35 art Indicazioni interpretative pag. 36 CAPO IV L accesso ai documenti Fonti normative art Norme applicabili pag. 36 art Casi di esclusione pag. 37 art Differimento dell accesso ai documenti pag. 37 Sezione II - Procedimento di accesso

4 IV art Modalità di accesso ai documenti pag. 38 art Richiesta di accesso pag. 38 art Conclusione del procedimento pag. 39 Sezione III - Rilascio di copie art Esame del documento pag. 39 art Estrazione di copia del documento pag. 39 CAPO V Vigilanza e sanzioni Fonti normative art Sanzioni edilizie pag. 40 art Sanzioni paesaggistiche pag. 41 Sezione II - Attività di vigilanza art Modalità di controllo pag. 41 art Verifiche e visite tecniche di controllo pag. 41 Sezione III - Fasi del procedimento sanzionatorio art Avvio del procedimento pag. 42 art Fase istruttoria pag. 43 art Fase decisionale pag. 43 art Fase integrativa dell efficacia pag. 43 art Fase di esecuzione d ufficio pag. 44 Titolo II LA COMMISSIONE EDILIZIA CAPO I Composizione e nomina Composizione

5 V art Composizione pag. 44 Sezione II - Nomina e durata art Nomina e designazione pag. 45 art Scadenza pag. 45 Sezione III - Casi di incompatibilità art Incompatibilità pag. 45 art Conflitto d interessi pag. 46 Sezione IV - Casi di decadenza dei commissari art Incompatibilità sopravvenuta pag. 46 art Assenze ingiustificate pag. 46 CAPO II Le attribuzioni Individuazione delle attribuzioni art Attribuzioni della Commissione pag. 47 art Pareri obbligatori ex lege pag. 47 art Altri pareri obbligatori pag. 48 Sezione II - Casi di esclusione del parere art Casi di esclusione del parere pag. 48 Sezione III - Ambito di valutazione art Modalità di valutazione della Commissione Edilizia pag. 49 art Modalità di valutazione ai fini della autorizzazione paesaggistica pag. 49 CAPO III Funzionamento

6 VI Modalità di convocazione art Convocazione pag. 50 art Ordine del giorno pag. 50 Sezione II - Validità delle sedute e delle decisioni art Validità delle sedute e delle decisioni pag. 51 art Relazione degli esperti in materia di tutela paesistico-ambientale pag. 51 art Pubblicità delle sedute pag. 52 art Verbalizzazione pag. 52 art Sopralluogo pag. 52 Sezione III - Rapporto con le strutture organizzative del Comune art Rapporto tra Commissione Edilizia e strutture organizzative comunali pag. 53 Titolo III DISPOSIZIONI SULL ATTIVITA EDILIZIA CAPO I Tipologia degli interventi e Ambiente Urbano Tipologia art Tipologia degli interventi edilizi pag. 53 art Manutenzione ordinaria pag. 54 art Manutenzione straordinaria pag. 56 art Restauro e risanamento conservativo pag. 57 art Ristrutturazione edilizia pag. 59 art Sopralzo pag. 60 art Ampliamento pag. 60 art Demolizione pag. 60 art Ricostruzione edilizia pag. 61 art Nuova costruzione pag. 61 Sezione II - Spazi pubblici o ad uso pubblico

7 VII art Disciplina del verde su aree pubbliche pag. 62 art Decoro degli spazi pubblici o ad uso pubblico pag. 63 art Insegne e mezzi pubblicitari pag. 63 art Chioschi, cabine telefoniche, edicole pag. 64 art Passaggi pedonali pag. 64 art Percorsi ciclabili pag. 65 art Spazi porticati pag. 65 art Occupazione degli spazi pubblici pag. 66 art Disciplina d uso del sottosuolo pag. 66 art Reti di servizi pubblici pag. 67 art Volumi tecnici ed impiantistici pag. 68 art Intercapedini e griglie di aerazione pag. 68 Sezione III - Spazi privati art Norme di comportamento degli operatori a tutela dell ambiente urbano pag. 69 art Accessi e passi carrabili pag. 69 art Strade private pag. 70 art Allacciamento alle reti fognarie pag. 71 art Allacciamento alle reti impiantistiche pag. 72 art Recinzioni e muri di sostegno pag. 72 art Spazi inedificati pag. 74 art Sistemazioni esterne ai fabbricati pag. 74 art Toponomastica e segnaletica pag. 75 art Numeri civici pag. 75 art Cassette per la corrispondenza pag. 76 CAPO II Requisiti delle costruzioni in rapporto all ambiente e allo spazio urbano Inserimento ambientale delle costruzioni art Decoro delle costruzioni pag. 76 art Allineamenti pag. 77 art Spazi conseguenti ad arretramenti pag. 78 art Prospetti su spazi pubblici pag. 78 art Sporgenze e aggetti pag. 79 art Tende aggettanti su suolo pubblico pag. 80 art Portici e gallerie pag. 80 art Disciplina del colore pag. 81

8 VIII art Disciplina dell uso dei materiali di finitura pag. 81 art Disciplina del verde su aree private pag. 82 Sezione II - Manutenzione ed interventi di adeguamento delle costruzioni art Manutenzione e revisione periodica delle costruzioni pag. 83 CAPO III Realizzazione degli interventi Disciplina delle opere art Requisiti delle costruzioni pag. 84 art Richiesta e consegna dei punti fissi pag. 84 art Inizio dei lavori pag. 85 art Disciplina del cantiere pag. 85 art Occupazione del suolo pubblico e recinzioni provvisorie pag. 86 art Sicurezza del cantiere pag. 87 art Scavi e demolizioni pag. 87 art Conferimento dei materiali di risulta pag. 89 art Rinvenimenti pag. 89 art Ultimazione dei lavori pag. 89 CAPO IV Modalità di predisposizione dei progetti Unificazione grafica art Modalità di rappresentazione grafica pag. 90 Sezione II - Criteri di rappresentazione dell inserimento ambientale art Rappresentazione del contesto ambientale pag. 91 Sezione III - Elenco degli elaborati grafici e degli elementi di dimensionamento soggetti a verifica tecnica

9 IX art Documentazione tecnica pag. 92 Sezione IV - Indice dei capitoli della relazione illustrativa e degli allegati di calcolo art Relazione illustrativa pag. 95 Titolo IV NORME FINALI E TRANSITORIE CAPO I Durata del Regolamento Edilizio art Modifiche al Regolamento Edilizio pag. 97 art Testi coordinati pag. 97 CAPO II Rapporti tra Regolamento Edilizio, N.T.A. del P.R.G., Regolamento di Igiene art Correlazione tra Regolamento Edilizio e Regolamento di Igiene pag. 97 art Prevalenza tra Regolamento Edilizio ed N.T.A. del P.R.G. pag. 98 CAPO III Validità e Deroghe art Decorrenza della validità pag. 98 art Casi in cui è applicabile la deroga pag. 98

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI LURANO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO EDILIZIO Redatto in conformità ai criteri ed indirizzi generali di cui alla D.G.R. Lombardia 25.09.1998 n. 6/38573 Adottato dal Consiglio Comunale con

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO-TIPO

REGOLAMENTO EDILIZIO-TIPO REGOLAMENTO EDILIZIO-TIPO Dott.ssa Sandra Zappella RL - D.G. Territorio Urbanistica Ing. Michele Pezzagno Università degli Studi di Brescia Cremona 3 marzo 2017 Gazzetta Ufficiale n. 268 del 16 novembre

Dettagli

PROSPETTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA

PROSPETTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PROSPETTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA EDILIZIA E TERRITORIO MODULO DESCRIZIONE TIPOLOGIA TE PRECEDENTE TARIFFA NUOVA TARIFFA IMPOSTA DI BOLLO PERMESSO DI COSTRUIRE (ANCHE IN SANATORIA) / F.E.R. - P.A.S.*

Dettagli

Città di Lecce. Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL COMUNE

Città di Lecce. Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL COMUNE Città di Lecce Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio REGOLAMENTO PER IL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL COMUNE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 79 DEL 21/09/2009

Dettagli

(Provincia di Mantova)

(Provincia di Mantova) TITOLO I - NORME PROCEDURALI CAPO I - L iniziativa Sezione I - Soggetti Articolo 1 - Provvedimenti abilitativi, Denuncia di Inizio Attività e Segnalazione Certificata di Inizio Attività Articolo 2 - Autorizzazione

Dettagli

Titolo I NORME PROCEDURALI. CAPO I L iniziativa

Titolo I NORME PROCEDURALI. CAPO I L iniziativa 1 Titolo I NORME PROCEDURALI CAPO I L iniziativa Sezione I - Soggetti art. 1 - Provvedimenti abilitativi e denuncia di inizio attività pag. 10 art. 2 - Autorizzazione paesaggistica pag. 11 Istituto previsto

Dettagli

CHIEDE l autorizzazione edilizia per l esecuzione dei lavori di cui alla seguente categoria: Impianti tecnologici (al servizio di edifici esistenti)

CHIEDE l autorizzazione edilizia per l esecuzione dei lavori di cui alla seguente categoria: Impianti tecnologici (al servizio di edifici esistenti) Marca da Bollo 16,00 Al Sindaco del Comune di Quartu Sant Elena Al Dirigente del Settore Pianificazione e Edilizia Privata OGGETTO: Richiesta di autorizzazione edilizia (art. 39 del Regolamento Edilizio)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COMMISSIONE COMUNALE PER IL PAESAGGIO

REGOLAMENTO PER LA COMMISSIONE COMUNALE PER IL PAESAGGIO REGOLAMENTO PER LA COMMISSIONE COMUNALE PER IL PAESAGGIO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 DEL 13.11.2008 1 ART. 1 COMPOSIZIONE La Commissione per il paesaggio, più oltre chiamata

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... p. XV

INDICE. Schemi. Prefazione... p. XV Prefazione... Schemi p. XV 1 La nozione di procedimento amministrativo... 3 2A I principi generali del procedimento amministrativo (art. 1)... 4 2B I principi sovranazionali... 5 2C I principi della C.E.D.U....

Dettagli

INTERVENTI REALIZZABILI SENZA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

INTERVENTI REALIZZABILI SENZA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA INTERVENTI REALIZZABILI SENZA AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA 1 Opere interne che non alterano l aspetto esterno del fabbricato, anche ove comportino mutazione della destinazione d uso. Interventi sui prospetti

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI. pag. Prefazione alla Sesta edizione. Prefazioni alle precedenti edizioni. Principali abbreviazioni

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI. pag. Prefazione alla Sesta edizione. Prefazioni alle precedenti edizioni. Principali abbreviazioni INDICE Prefazione alla Sesta edizione Prefazioni alle precedenti edizioni Principali abbreviazioni XIII XV XXV PARTE PRIMA PRINCIPI, FUNZIONI, SOGGETTI CAPITOLO I NOZIONI GENERALI 1. Cosa si intende per

Dettagli

SETTORE EDILIZIA CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO

SETTORE EDILIZIA CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO SETTORE EDILIZIA SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 FUNZIONI DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA - Attività di

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO EDiliZIO COMUNALE

NUOVO REGOLAMENTO EDiliZIO COMUNALE COMUNE DI LISSONE NUOVO REGOLAMENTO EDiliZIO COMUNALE 1982 Redatto a cura della del Comune di Lissone sezione urbanistica Comunale e dell'ufficiale Sanitario, la Commissione Edilizia esprime obbtigatoriamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81, COMMA 1 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005,

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81, COMMA 1 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005, REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81, COMMA 1 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005, N. 12 Approvato con deliberazione consiliare n. 55 del

Dettagli

NUOVA NORMATIVA EDILIZIA DAL TITOLO ABILITATIVO AL PROCESSO PENALE : una visione interdisciplinare

NUOVA NORMATIVA EDILIZIA DAL TITOLO ABILITATIVO AL PROCESSO PENALE : una visione interdisciplinare NUOVA NORMATIVA EDILIZIA DAL TITOLO ABILITATIVO AL PROCESSO PENALE : una visione interdisciplinare Novità normativa e giurisprudenziali in tema di interventi edilizi in modo particolare a seguito dell'emanazione

Dettagli

diritti L. 68/ ,38 1,50 1,00 0,52 3,00 141,40 16,00 2,00 159,40 114,18 1,50 1,00 3,00 119,68 2,00 121,68

diritti L. 68/ ,38 1,50 1,00 0,52 3,00 141,40 16,00 2,00 159,40 114,18 1,50 1,00 3,00 119,68 2,00 121,68 Tabella atti e procedure edilizie (deliberazioni istitutive: tariffe G.C. 94 03698/02; C.C. 97 00615/20; aggiornamenti cfr. colonna "") Tipo di / attività istruttoria L. a legge 68/93 art. 10 comma 10

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale n. 12 del 11 marzo 2005 e s.m.i.

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale n. 12 del 11 marzo 2005 e s.m.i. Spett.le Responsabile del Settore Territorio e Ambiente presso COMUNE DI BREMBATE SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO PROTOCOLLO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale

Dettagli

Regolamento Edilizio Comunale

Regolamento Edilizio Comunale Regolamento Edilizio Comunale REGOLAMENTO EDILIZIO Titolo I NORME PROCEDURALI CAPO I L iniziativa Sezione I Soggetti pag. 1 art. 1 - Provvedimenti abilitativi e denuncia di inizio attività pag. 1 art.

Dettagli

E dilizia P rivata/servizi U rbanistici RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA D.I.A. PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A.

E dilizia P rivata/servizi U rbanistici RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA D.I.A. PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A. Comune di Tradate E dilizia P rivata/servizi U rbanistici RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA D.I.A. PRATICA EDILIZIA n. INTESTATA A I Sottoscritt nato/a a prov. il con studio a via/p.zza

Dettagli

Legge provinciale per il governo del territorio 2015 novellata. Regolamento urbanistico- edilizio provinciale I PARTE

Legge provinciale per il governo del territorio 2015 novellata. Regolamento urbanistico- edilizio provinciale I PARTE Legge provinciale per il governo del territorio 2015 novellata Regolamento urbanistico- edilizio provinciale I PARTE dott.ssa Lucia Frenguelli dott. Corrado Braito Trento, 27 giugno 2017 4 luglio 2017

Dettagli

ART. 1 Commissione per il paesaggio Composizione

ART. 1 Commissione per il paesaggio Composizione ART. 1 Commissione per il paesaggio Composizione 1. La Commissione per il paesaggio è composta da tre membri, tutti con diritto di voto, esperti in progettazione architettonica, progettazione bio-edilizia,

Dettagli

COMUNE DI CESANO BOSCONE (Provincia di Milano)

COMUNE DI CESANO BOSCONE (Provincia di Milano) COMUNE DI CESANO BOSCONE (Provincia di Milano) REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE COMUNE DI CESANO BOSCONE Provincia di Milano -Settore Territorio e Ambiente- REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Adozione delibera

Dettagli

Regolamento Edilizio Comunale

Regolamento Edilizio Comunale Comune di Asola Provincia di Mantova Regolamento Edilizio Comunale IL SINDACO IL SEGRETARIO EDIZIONE: 20 DICEMBRE 2005 AGGIORNAMENTO: 05 NOVEMBRE 2008 TITOLO I - NORME PROCEDURALI... 1 CAPO I - L iniziativa...

Dettagli

COMUNE DI RIMINI CF/P.IVA

COMUNE DI RIMINI CF/P.IVA COMUNE DI RIMINI CF/P.IVA 00304260409 DIREZIONE PIANIFICAZIONE E GESTIONE TERRITORIALE Settore Pianificazione Attuativa ed Edilizia Residenziale Pubblica U.O. Piani Attuativi Privati NORME TECNICHE DI

Dettagli

Comune di Sesto ed Uniti Provincia di Cremona REGOLAMENTO EDILIZIO. Luglio 2004

Comune di Sesto ed Uniti Provincia di Cremona REGOLAMENTO EDILIZIO. Luglio 2004 Comune di Sesto ed Uniti Provincia di Cremona REGOLAMENTO EDILIZIO Luglio 2004 via Casentino 8 20159 Milano tel. 02/66803318 fax 02/6688337 e-mail: favolep@tiscali.it INDICE Titolo I - Norme procedurali

Dettagli

INDICE CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI. 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa...

INDICE CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI. 1. Premessa Cenni sull evoluzione normativa... Premessa........................................... V CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa........................................ 1 1.1. Cenni sull

Dettagli

Regolamento Edilizio modificato ai sensi dell art. 28 della L.R. 12/05

Regolamento Edilizio modificato ai sensi dell art. 28 della L.R. 12/05 COMUNE DI CASTIGLIONE OLONA Provincia di Varese Regolamento Edilizio modificato ai sensi dell art. 28 della L.R. 12/05 Castiglione Olona, Ottobre 2007 Marzo 2008 Redazione: UFFICIO TECNICO COMUNALE 0 REGOLAMENTO

Dettagli

AGGIORNAMENTO TARIFFE DIRITTI DI SEGRETERIA IN AMBITO EDILIZIO-URBANISTICO LA GIUNTA COMUNALE

AGGIORNAMENTO TARIFFE DIRITTI DI SEGRETERIA IN AMBITO EDILIZIO-URBANISTICO LA GIUNTA COMUNALE Oggetto: AGGIORNAMENTO TARIFFE DIRITTI DI SEGRETERIA IN AMBITO EDILIZIO-URBANISTICO LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: -l art. 10, comma 10 della Legge 19.03.1993 n. 68 così come modificato dall art.2, comma

Dettagli

4.4. 4.4.6 Linee guida per un regolamento edilizio di tipo regionale. Lo scenario strategico. Linee guida regionali

4.4. 4.4.6 Linee guida per un regolamento edilizio di tipo regionale. Lo scenario strategico. Linee guida regionali Lo scenario strategico 4 4.4 Linee guida regionali 4.4.6 Linee guida per un regolamento edilizio di tipo regionale REGIONE PUGLIA - Assessorato all Assetto del Territorio 4 LINEE GUIDA* DESCRIZIONE Nome

Dettagli

Adempimenti specifici dell ufficio Edilizia Privata e Urbanistica

Adempimenti specifici dell ufficio Edilizia Privata e Urbanistica UNITA' ORGANIZZATIVA RESPONSABILE ; Servizio Urbanistica, Edilizia Privata e Lavori Pubblici : Geom. Alessandro Salmoiraghi Tel. 0321/996284 E-mail: tecnico@comune.vapriodagogna.no.it Adempimenti specifici

Dettagli

SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO, INFRASTRUTTURE E POLITICHE DELL'AMBIENTE

SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO, INFRASTRUTTURE E POLITICHE DELL'AMBIENTE SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO, INFRASTRUTTURE E POLITICHE DELL'AMBIENTE PROGETTO SERVIZIO TECNICO'" - Attività gestionale ordinaria Responsabile del N. settore Obiettivo dettagliato Pesatura dell'obiettivo

Dettagli

Tariffe relative alle prestazioni di competenza del Suap

Tariffe relative alle prestazioni di competenza del Suap Tariffe relative alle prestazioni di competenza del Suap n Tipo di atto Specifiche/Attività istruttoria 1 Parere preventivo 2 3 Dichiarazione di inizio attività produttiva - segnalazione certificata di

Dettagli

Modalità di consegna: - via fax - firma digitale - al Protocollo generale o dell ufficio ricevente - posta ordinaria REVISIONI

Modalità di consegna: - via fax - firma digitale - al Protocollo generale o dell ufficio ricevente - posta ordinaria REVISIONI Istruzioni per l interessato: Modello per la presentazione della comunicazione di ultimazione dei lavori e relativa attestazione di conformità delle opere al progetto. Il modello deve essere sottoscritto

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÁ PRODUTTIVE Comune di Sabaudia - Provincia di Latina

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÁ PRODUTTIVE Comune di Sabaudia - Provincia di Latina Protocollo generale Comune di Sabaudia Provincia di Latina N del Sportello Unico Attività Produttive SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÁ PRODUTTIVE Comune di Sabaudia - Provincia di Latina Marca Da Bollo.14,62

Dettagli

COMUNE DI MONTAGNA IN VALTELLINA PROVINCIA DI SONDRIO

COMUNE DI MONTAGNA IN VALTELLINA PROVINCIA DI SONDRIO GIAN ANDREA MASPES PIETRO MASPES Via Alessi nº 12 architetto ingegnere 23100 SONDRIO 0342 515 388 - fax 0342 571 037 e-mail: studio.maspes@tiscalinet.it COMUNE DI MONTAGNA IN VALTELLINA PROVINCIA DI SONDRIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005.

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005. REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005. ART. 1 FINALITA 1. Il presente regolamento disciplina l istituzione,

Dettagli

Parere Concessione Edilizia 45 giorni Dipartimento IX Ufficio Concessioni Edilizie INTERVENTI SOGGETTI A CONCESSIONE

Parere Concessione Edilizia 45 giorni Dipartimento IX Ufficio Concessioni Edilizie INTERVENTI SOGGETTI A CONCESSIONE PROTOCOLLO DI SERVIZIO, FRA LE DIVERSE STRUTTURE COINVOLTE, PER LA SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA E LA REALIZZAZIONE DELLO SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO TEMPI Ufficio competente Parere

Dettagli

COMUNE DI TERNATE Provincia di Varese

COMUNE DI TERNATE Provincia di Varese COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO COMUNE DI TERNATE Provincia di Varese REGOLAMENTO Approvato con deliberazione consiliare n.26 del 30.09.2008 Normativa di Riferimento articolo 148 del D. Lgs. 22 gennaio 2004

Dettagli

COMUNE DI ORVIETO. SETTORE SERVIZI URBANISTICI Servizio Edilizia Privata

COMUNE DI ORVIETO. SETTORE SERVIZI URBANISTICI Servizio Edilizia Privata ALLEGATO A DIRITTI DI SEGRETERIA IN MATERIA DI URBANISTICA ED EDILIZIA ANNO 2013 Delibera di G.C. N. 121 del 26/09/2013 N. ordine Tipo atto Importo A. Certificazioni di destinazione urbanistica ed attestazioni

Dettagli

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di Comune di Villata Provincia di Vercelli Sportello Unico edilizia P.G. Marca da bollo da euro 10,33 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinario per interventi

Dettagli

RISPETTO DEI TEMPI (media percentuale) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO. arch. Maria Grazia Chiusa ing. Mario Provenzano

RISPETTO DEI TEMPI (media percentuale) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO. arch. Maria Grazia Chiusa ing. Mario Provenzano SETTORE 3 SERVIZI AL TERRITORIO Risultati monitoraggio del rispetto tempi procedimenti 20 dicembre 2016 (ex D. Lgs n. 33/2013, art. 24, c. 2 previsto dle linee guida ANAC) n. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 PEEP

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA E PROCEDIMENTI COMUNE DI STAZZEMA AREA TECNICA E DELL INNOVAZIONE TECNOCLOGIA SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

FUNZIONIGRAMMA E PROCEDIMENTI COMUNE DI STAZZEMA AREA TECNICA E DELL INNOVAZIONE TECNOCLOGIA SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA FUNZIONIGRAMMA E PROCEDIMENTI COMUNE DI STAZZEMA AREA TECNICA E DELL INNOVAZIONE TECNOCLOGIA SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA RESPONSABILE Geom. Simone Lorenzi Tel. +39 0584.775208 Mail: lorenzisimone@comune.stazzema.lu.it

Dettagli

DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI

DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI TESTO UNICO PER L EDILIZIA DPR 380/01 E SUE SUCCESSIVE MODIFICHE ED NTEGRAZIONI PARTE I Attività edilizia TITOLO I - Disposizioni generali Capo I - Attività edilizia Art. 1 (L) - Ambito di applicazione

Dettagli

EDILIZIA ATTESTAZIONE DI ABITABILITÀ/AGIBILITÀ

EDILIZIA ATTESTAZIONE DI ABITABILITÀ/AGIBILITÀ EDILIZIA ATTESTAZIONE DI ABITABILITÀ/AGIBILITÀ Comune di Pietrasanta U.O. Edilizia Privata Via Martiri di Sant'Anna n.10 CAP 55045 Pietrasanta Fax 0584 795372 2 copie in carta semplice PRATICA EDILIZIA

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI CANEGRATE Provincia di Milano REGOLAMENTO EDILIZIO 1 TITOLO I - NORME PROCEDURALI...7 CAPO I - L'INIZIATIVA...7 Sezione I Soggetti...7 Articolo 1 Permesso di costruire Denuncia di Inizio Attività

Dettagli

TESTO DI RAFFRONTO TRA L.P. 1/2008 E L.P. 22/1991

TESTO DI RAFFRONTO TRA L.P. 1/2008 E L.P. 22/1991 TESTO DI RAFFRONTO TRA L.P. 1/2008 E L.P. 22/1991 CRONOLOGIA DELLE 17 marzo 2008 prima versione pubblicata sul sito internet 27 marzo e' stata tolta l'evidenziazione con sfondo grigio dell'articolo 116,

Dettagli

diritti L. 68/93. 135,38 1,50 1,00 0,52 3,0 141,40 16,00 2,00 159,40 114,18 1,50 1,00 0,52 3,0 120,20 16,00 2,00 138,20

diritti L. 68/93. 135,38 1,50 1,00 0,52 3,0 141,40 16,00 2,00 159,40 114,18 1,50 1,00 0,52 3,0 120,20 16,00 2,00 138,20 Tabella atti e procedure edilizie (deliberazioni istitutive: tariffe G.C. 94 03698/02; C.C. 97 00615/20; aggiornamenti cfr. colonna "") Tipo di / attività istruttoria L. a legge 68/93 art. 10 comma 10

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI SAREZZO REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Allegato alla deliberazione C.C. n. 85 del 19.12.2007, modificato con deliberazione C.C. n. 49 del 16/09/2013 e con

Dettagli

Regione Lazio. Leggi Regionali

Regione Lazio. Leggi Regionali 03/07/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 25 Pag. 19 di 510 Regione Lazio Leggi Regionali Legge Regionale 22 giugno 2012, n. 8 Conferimento di funzioni amministrative ai comuni in materia

Dettagli

Mod. B2 PROTOCOLLO GENERALE DICHIARANTE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ NON ONEROSA

Mod. B2 PROTOCOLLO GENERALE DICHIARANTE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ NON ONEROSA Mod. B2 PROTOCOLLO GENERALE CITTA DI CASERTA Area generale di coordinamento territoriale, ambientale e delle attività produttive Settore Urbanistica Ecologia - Cave Ufficio Edilizia Privata RIFERIMENTO

Dettagli

EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI

EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI Premessa... V CAPITOLO I EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA URBANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa... 1 1.1. Cenni sull evoluzione normativa... 1 1.2. Il Testo Unico.... 3 1.3. La legge 443/2001...

Dettagli

Procedimento: Certificato di destinazione urbanistica

Procedimento: Certificato di destinazione urbanistica Procedimento: Certificato di destinazione urbanistica TITOLO DEL PROCEDIMENTO Certificato di destinazione urbanistica (C.D.U.) DESCRIZIONE Verifica domanda, istruttoria, redazione di certificato con allegato

Dettagli

Il nuovo condono edilizio

Il nuovo condono edilizio Il nuovo condono edilizio Legge provinciale 8 marzo 2004, n. 3 Disposizioni in materia di definizione degli illeciti edilizi (condono edilizio) entrata in vigore il 10 marzo 2004 Piergiorgio Mattei Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI LOCATE Provincia di Milano REGOLAMENTO EDILIZIO - Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 26.06.2002. (In vigore dal 24.07.2002) - Variante approvata in data 27/09/06 con delibera

Dettagli

COMUNE DI POGGIO TORRIANA Provincia di Rimini

COMUNE DI POGGIO TORRIANA Provincia di Rimini ORIGINALE Seduta del 06/02/2014 n. 17 (CON POTERI SPETTANTI ALLA GIUNTA) Oggetto: AGGIORNAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PER PRATICHE, ATTI E CERTIFICAZIONI IN MATERIA DI EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA

Dettagli

COMUNE DI GIARDINI NAXOS

COMUNE DI GIARDINI NAXOS Spazio riservato all ufficio MARCA DA BOLLO COMUNE DI GIARDINI NAXOS Sigla Suap in entrata PROT. SUAP. N DEL SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE D.P.R. 447/98 e successive modificazioni ed integrazioni

Dettagli

DIRITTI DI SEGRETERIA Euro 20,00 C/c Bancario Codice IBAN IT62Q BNL Gruppo Paribas - Agenzia di Corso Mazzini Cosenza

DIRITTI DI SEGRETERIA Euro 20,00 C/c Bancario Codice IBAN IT62Q BNL Gruppo Paribas - Agenzia di Corso Mazzini Cosenza LINEA DI INTERVENTO 7.1.1.2 AZIONI PER SEMPLIFICARE GLI ITER PROCEDURALI CONNESSI ALLA LOCALIZZAZIONE ED ALL OPERATIVITÀ DELLE IMPRESE (SUAP) ASSE VII SISTEMI PRODUTTIVI DEL POR CALABRIA FESR 2007-2013.

Dettagli

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA Il Servizio Edilizia privata si occupa di atti abilitativi e di controllo sui lavori edili eseguiti da parte di privati ed imprese su tutto il territorio cittadino, suddiviso

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA CARNIA tra i Comuni di ARTA TERME, LIGOSULLO, PAULARO e ZUGLIO Comune Capofila: PAULARO

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA CARNIA tra i Comuni di ARTA TERME, LIGOSULLO, PAULARO e ZUGLIO Comune Capofila: PAULARO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA CARNIA tra i Comuni di ARTA TERME, LIGOSULLO, PAULARO e ZUGLIO Comune Capofila: PAULARO Allegato alla delibera C.C. n. 15 del 28.05.2009 IL SEGRETARIO COMUNALE Dott. Martino

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI MULAZZANO REGOLAMENTO EDILIZIO APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 45 DEL 28.11.2006 032-Regolamento Edilizio.doc REGOLAMENTO EDILIZIO INTRODUZIONE pag. 1 Titolo I NORME PROCEDURALI CAPO I L iniziativa

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.)

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO Spett.le UFFICIO EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO VIA G. VACCARI 2 31053 PIEVE DI SOLIGO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) La sottoscritta Ditta: (nel caso di

Dettagli

TITOLO I - NORME GENERALI

TITOLO I - NORME GENERALI TITOLO I - NORME GENERALI - CAPO I - GENERALITÀ Art. 1 - Natura, scopi, contenuti e riferimenti del PRG pag. 1 Art. 2 - Modalità generali di attuazione, piani attuativi pag. 1 Art. 3 - Effetti e cogenza

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO CITTA di ALBA (Provincia di Cuneo) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO (L.R. 01 Dicembre 2008 n.32) Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE GESTIONE DELLE ISTANZE DI CONDONO EDILIZIO MASTER EXECUTIVE GCE

PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE GESTIONE DELLE ISTANZE DI CONDONO EDILIZIO MASTER EXECUTIVE GCE PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE Allegato 2 GESTIONE DELLE ISTANZE DI CONDONO EDILIZIO MASTER EXECUTIVE GCE MODULO A: URBANISTICA E PRATICHE EDILIZIE Cenni generali sul quadro normativo in

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA SETTORE PIANIFICAZIONE Dati relativi alla struttura organizzativa attualmente previsti: : Arch. Olimpio Di Martino - Sede: C.so Resina n. 39, Palazzo di Città Piano secondo - e.mail: olimpio.dimartino@comune.ercolano.na.it

Dettagli

Procedimenti Amministrativi SETTORE TECNICO

Procedimenti Amministrativi SETTORE TECNICO Procedimenti Amministrativi SETTORE TECNICO PROCEDIMENTO PERMESSO DI COSTRUIRE TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEL UFFICIO PROCEDIMENTO DI LEGGE D'UFFICIO ED. PRIV. 60 gg. per la redazione della 15 gg. per

Dettagli

EDLIZIA E URBANISTICA. SERVIZIO N PROCEDIMENTO P I LIVELLO DI RISCHIO (Px I) TIPOLOGIA DI RISCHIO NOTE

EDLIZIA E URBANISTICA. SERVIZIO N PROCEDIMENTO P I LIVELLO DI RISCHIO (Px I) TIPOLOGIA DI RISCHIO NOTE EDLIZIA E URBANISTICA SERVIZIO N PROCEDIMENTO P I LIVELLO DI RISCHIO (Px I) TIPOLOGIA DI RISCHIO NOTE Sue -Commercio 1 Permesso di costruire 2,5 3 7,5 minimo Sue -Commercio 2 Segnalazione certificata inizio

Dettagli

SETTORE TECNICO - UFFICIO EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA

SETTORE TECNICO - UFFICIO EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA SETTORE TECNICO - UFFICIO EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA Procedimento Unità organizzativa responsabile istruttoria Breve descrizione procedimenti Normativa Dove ottenere le informazioni Per i procedimenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA DELL AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, TRASFERIMENTO ED AMPLIAMENTO

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA DELL AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, TRASFERIMENTO ED AMPLIAMENTO CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, TRASFERIMENTO ED AMPLIAMENTO DELLE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

-1- IN BASE ALL ART. 9 DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 1/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI, SONO ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO:

-1- IN BASE ALL ART. 9 DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 1/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI, SONO ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO: PROVA N. 2-1- IN BASE ALL ART. 9 DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 1/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI, SONO ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO: IL PIANO REGIONALE DI INDIRIZZO TERRITORIALE, IL PIANO

Dettagli

Comune di Brunate Provincia di Como

Comune di Brunate Provincia di Como Comune di Brunate Provincia di Como Area Tecnica REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005. Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005 (All.1) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE 12/2005 ART. 1 FINALITA 1. Il presente regolamento disciplina l istituzione,

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE Ai sensi art. 33 della Legge Regionale n. 12

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE Ai sensi art. 33 della Legge Regionale n. 12 Settore Governo del Territorio Marca da Bollo Euro 16,00 Mod PdC_06 / 02.2015 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE Ai sensi art. 33 della Legge Regionale 11.03.2005 n. 12 ( Da presentarsi DOPO l ottenimento

Dettagli

P.G. Al Responsabile dell Area tecnica del Comune di

P.G. Al Responsabile dell Area tecnica del Comune di Comune di BORNASCO Provincia di PAVIA Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001 e L.R 12/2005)

Dettagli

Copia per: Comune Denunciante PRATICA EDILIZIA INTESTATA A: ... (ai sensi della L.R. n.1/05)

Copia per: Comune Denunciante PRATICA EDILIZIA INTESTATA A: ... (ai sensi della L.R. n.1/05) Al Comune di... Provincia di... Sportello unico per l Edilizia o Servizio Edilizia Pubblica e Privata (n.1 copia in carta bollata e n.1 copia in carta semplice) Sportello Unico per le Attività Produttive

Dettagli

ACQUISIRE ELEMENTI SUL SITO

ACQUISIRE ELEMENTI SUL SITO TITOLO CORSO: ACQUISIRE ELEMENTI SUL SITO SEDE: VIA DELLE GRAZIE, PORDENONE SETTORE: APPRENDISTATO DURATA: 32 ORE DOCENTI: geom. EMANUELE CIOT, geom. SANDRO BUZZI, arch. ERICA BALLERINI, dott. DAVIDE PASINI

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) SEGNALA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) SEGNALA Comune di Cantalice Area Tecnica Edilizia Privata ed Urbanistica Sportello Unico per l Edilizia Piazza della Repubblica 1, 02014 Cantalice SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) Per interventi

Dettagli

REGOLAMENTO PASSI CARRABILI

REGOLAMENTO PASSI CARRABILI REGOLAMENTO PASSI CARRABILI (Artt. 22, 26 e 27 del codice della strada Art.46 del relativo regolamento di esecuzione) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 21 APRILE 1997, N 15 Art. 1 Art.

Dettagli

`ljjfppflkb=mbo=fi=m^bp^ddfl= abii^=molsfk`f^=af=ib``l

`ljjfppflkb=mbo=fi=m^bp^ddfl= abii^=molsfk`f^=af=ib``l `ljjfppflkb=mbo=fi=m^bp^ddfl= abii^=molsfk`f^=af=ib``l E~êíK=UN=ÇÉää~=iÉÖÖÉ=oÉÖáçå~äÉ=åK=NOLOMMR=ëKãKáKF= = obdli^jbkql= E~ééêçî~íç=Åçå=aK`KmK=åK=TR=ÇÉä=PMKMVKOMMRI= áåíéöê~íç=åçå=ak`kmk=åk=sm=çéä=otknmkommu==

Dettagli

Titolo II ATTIVITA EDILIZIA pag. 14. CAPO I Norme procedurali pag. 14. Sezione I Generalità pag. 14

Titolo II ATTIVITA EDILIZIA pag. 14. CAPO I Norme procedurali pag. 14. Sezione I Generalità pag. 14 INDICE Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI pag. 11 CAPO I - I PRINCIPI pag. 11 Sezione I Ambito di applicazione pag. 11 Articolo 1 - Oggetto del regolamento pag. 11 Sezione II Tipologie di intervento pag. 11

Dettagli

INDICE SOMMARIO. URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli

INDICE SOMMARIO. URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli INDICE SOMMARIO Presentazione........................................... V URBANISTICA, EDILIZIA, GOVERNO DEL TERRITORIO di Rosario Mario Morelli 1. Il governo del territorio nel riparto competenziale

Dettagli

Comune di Stienta (RO) Tempi medi di erogazione dei servizi. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio

Comune di Stienta (RO) Tempi medi di erogazione dei servizi. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Comune di Stienta (RO) Tempi medi di erogazione dei servizi Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Attestazione regolarità di soggiorno Demografici cittadini comunitari Iscrizione anagrafica

Dettagli

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (Per interventi edilizi di cui all art. 6 del D.P.R. n. 380/01 così come modificato dalla Legge 73/2010) DENUNCIANTE 1

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (Per interventi edilizi di cui all art. 6 del D.P.R. n. 380/01 così come modificato dalla Legge 73/2010) DENUNCIANTE 1 Timbro Ufficio Protocollo COMUNE DI LATINA ALL UFFICIO DENUNCIA INIZIO ATTIVITA C/o Ufficio Antiabusivismo COMUNE DI LATINA 04100 LATINA) ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (Per interventi edilizi di cui all art.

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE AGGIORNATO ALL ANNO 2013 ALLEGATO D INCENTIVAZIONE PER L EDILIZIA SOSTENIBILE

NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE AGGIORNATO ALL ANNO 2013 ALLEGATO D INCENTIVAZIONE PER L EDILIZIA SOSTENIBILE NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE AGGIORNATO ALL ANNO 2013 ALLEGATO D INCENTIVAZIONE PER L EDILIZIA SOSTENIBILE Elaborazione: Arch.tto Simona del Bianco Coordinamento : Servizio Urbanistica-Ambiente

Dettagli

Comune di TROMELLO RELAZIONE ISTRUTTORIA E SPORTELLO UNICO EDILIZIA PROPOSTA DI PROVVEDIMENTO. costruire D.I.A N. Protocollo n.

Comune di TROMELLO RELAZIONE ISTRUTTORIA E SPORTELLO UNICO EDILIZIA PROPOSTA DI PROVVEDIMENTO. costruire D.I.A N. Protocollo n. Comune di TROMELLO RELAZIONE ISTRUTTORIA E SPORTELLO UNICO EDILIZIA PROPOSTA DI PROVVEDIMENTO Permesso Domanda del costruire D.I.A N. Protocollo n. - al RESPONSABILE S.U.E. 1 VERIFICA DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

Protocollo. Residente in Comune Via/Piazza Civico CAP Provincia. Titolare: Legale rappresentante: Per conto di:

Protocollo. Residente in Comune Via/Piazza Civico CAP Provincia. Titolare: Legale rappresentante: Per conto di: Modello H926SCIA (07/01/2014) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 5 COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO SETTORE TECNICO - URBANISTICO AMBIENTE - PATRIMONIO Protocollo Esente da bollo Cod. Fisc.

Dettagli

DATO ATTO che le tabelle di cui sopra sono determinate applicando la variazione ISTAT degli indici dei prezzi al consumo Dicembre 2004/2007 ;

DATO ATTO che le tabelle di cui sopra sono determinate applicando la variazione ISTAT degli indici dei prezzi al consumo Dicembre 2004/2007 ; RICHIAMATA la Deliberazione di G.C. n 19/07.03.2008 con la quale venivano approvate le TABELLE DEI DIRITTI DI SEGRETERIA da versare a favore del Comune per atti di natura edilizia ed urbanistica, disponendo

Dettagli

COMUNE DI CASTELSEPRIO

COMUNE DI CASTELSEPRIO COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 17 Del 30-03-2016 Oggetto: APPROVAZIONE TARIFFE COSTO FOTOCOPIE E DIRITTI DI SEGRETERIA ANNO 2016 L'anno duemilasedici il giorno trenta del mese di marzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE N.

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE N. COMUNE DI BOSISIO PARINI Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81 DELLA LEGGE REGIONALE N. 12/2005 Approvato con deliberazione

Dettagli

Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia

Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Modena, 4/03/2010 Protocollo generale n. 28296/2010 DO/do A tutto il personale del Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Agli Ordini e Collegi

Dettagli

C O M U N E D I V A L L E D O R I A

C O M U N E D I V A L L E D O R I A C O M U N E D I V A L L E D O R I A Provincia di Sassari A r e a E d i l i z i a P r i v a t a e d U r b a n i s t i c a ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI 1) Impianti produttivi autorizzazione unica: normale e in

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE INDICE GENERALE TITOLO I - NORME PROCEDURALI p. 8 TITOLO II - LA COMMISSIONE EDILIZIA p.23 TITOLO III - DISPOSIZIONI SULL ATTIVITA EDILIZIA p.27 TITOLO IV - DEFINIZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA)

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA) COMUNE DI CRESPINA LORENZANA (Provincia di PISA) timbro e data di arrivo AREA 3 PIANIFICAZIONE E ASSETTO DEL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA (SUE) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (SUAP)

Dettagli

Parte riservata all Ufficio

Parte riservata all Ufficio Al Sig. Sindaco del Comune di LECCE Marca da bollo Oggetto: richiesta di certificato di abitabilità agibilità dell immobile sito in Lecce Alla via n. piano Il sottoscritto nato a il E residente a via _n.

Dettagli

Modulistica Numero M 65 Edilizia attestazione di abitabilità/agibilità (TOSCANA) Pag. 1 di 9

Modulistica Numero M 65 Edilizia attestazione di abitabilità/agibilità (TOSCANA) Pag. 1 di 9 Edilizia attestazione di abitabilità/agibilità (TOSCANA) Pag. 1 di 9 Istruzioni per l interessato: Modello per la presentazione della attestazione di abitabilità/agibilità ai sensi della L.R. 1/2005. Art.

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 SOMMARIO CAPITOLO 1 EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA DISCIPLINA UR- BANISTICA E PRINCIPI GENERALI 1. Premessa... 1 2. Cenni sull evoluzione normativa... 2 3. Il testo unico... 3 4. La legge n. 443/2001... 5

Dettagli

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Giugno 2016 Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28 luglio

Dettagli

Regolamento Edilizio Comunale ( approvato con Del. di C.C. n.147 del )

Regolamento Edilizio Comunale ( approvato con Del. di C.C. n.147 del ) Regolamento Edilizio Comunale ( approvato con Del. di C.C. n.147 del 20.09.2001) I REGOLAMENTO EDILIZIO Titolo I NORME PROCEDURALI CAPO I L iniziativa Sezione I Soggetti pag. 1 art. 1 - Provvedimenti abilitativi

Dettagli

Pratiche edilizie prec. Al Sig. Sindaco del Comune di Brescia. Il richiedente (*), C.F. (il legale rappresentante Sig.

Pratiche edilizie prec. Al Sig. Sindaco del Comune di Brescia. Il richiedente (*), C.F. (il legale rappresentante Sig. Sportello Unico delle Imprese Via Marconi, 12 Brescia - 030/29771 http://sportellounico.brescia.it sportellounico@comune.brescia.it Pratiche edilizie prec. Boll. n. P.G. n. [Marca da bollo] Al Sig. Sindaco

Dettagli

COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso )

COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso ) COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso ) Via Don. G. Minzoni, 12 31057 Silea Tel. 0422/365731 Fax 0422/460483 e-mail: urbanistica@comune.silea.tv.it- sito internet: www.comune.silea.tv.it AREA 4^ - GESTIONE

Dettagli