natale del signore Solennità «Evangelizo vobis gaudium magnum: hodie natus est vobis Salvator, qui est Christus Dominus»

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "natale del signore Solennità «Evangelizo vobis gaudium magnum: hodie natus est vobis Salvator, qui est Christus Dominus»"

Transcript

1 santa messa della notte natale del signore Solennità «Evangelizo vobis gaudium magnum: hodie natus est vobis Salvator, qui est Christus Dominus» (versus ante evangelium in Nativitate Domini) Chiesa di san Martino d albaro mercoledì 24 dicembre 2014, ore 23.20

2 2 Introduzione introduzione alla veglia e alla celebrazione Per un antichissima tradizione che risale agli albori della Chiesa di Roma, i cristiani celebrano il mistero del Natale del Signore nel cuore della notte, per ricordare il silenzio che tutto avvolgeva quando discese la Parola divina e la luce brillò davanti ai pastori, i quali, mentre erano in veglia, accolsero il lieto annunzio della nascita del Salvatore. Imitiamo dunque il comportamento dei pastori, inconsapevoli di quanto sarebbe capitato prima dell annuncio degli angeli: restiamo stupiti, nell ascoltare questa sera l avvicendarsi della storia in attesa dell Evento, e di un Dono cosi grande che da soli non possiamo comprenderlo né capirlo, ma che ci salva solo grazie alla Fede. Celebreremo questo mistero avvicinandoci progressivamente al cuore del Natale: l annuncio e la nascita. Lo faremo attraverso il canto delle Antifone Maggiori dell Avvento e la proclamazione delle letture profetiche, intervallate dai canti che le richiamano. Durante questi momenti, saranno portati da alcuni ragazzi due segni: la luce (simbolo della progressiva presenza del Cristo) e l incenso, (segno delle nostre preghiere e della lode) fino a completare il semicerchio ideale posto davanti alla statua del Salvatore, sistemata idealmente davanti all altare (simbolo del memoriale del sacrificio). Adorando il mistero, vogliamo ricordarci di quanti, come noi, sono in attesa del Figlio dell Uomo. Vogliamo pensare a tutte quelle comunità in terre di guerra, di fame, di malattia; vogliamo pensare al Santo Padre Francesco, che celebra questa sera stessa, nella basilica di San Pietro in Vaticano la Santa Messa della Notte; vogliamo pensare a quanti soffrono in solitudine negli ospedali. La gioia e la solennità di questa celebrazione siano anche per loro. A tutti l augurio che la gloria di Dio risplenda anche nei paramenti, nei canti, nella solennità della celebrazione, ma soprattutto risplenda nei cuori e ci renda capaci, grazie alla forza di questo Bambino ( perchè un figlio è nato per noi e sulle sue spalle è il potere ), di portare a tutti l annuncio della sua nascita e la gioia del suo Vangelo. i - salutatio Saluto e introduzione allaveglia Nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo. Veglia di Attesa 3 Il sacerdote, se lo ritiene necessario, introduce la Veglia. All inizio di questo momento la chiesa è buia. Ciò ci ricorda il buio della storia prima della venuta di Cristo. A seguire, dopo ogni profezia, accenderemo le luci e le candele della Chiesa, ricordando cosi la venuta della Luce del mondo. Ascoltiamo alcuni testi profetici dell Antico Testamento che hanno annunziato in modo progressivo la venuta del Messia. ii - antiphonae et lectiones prophetarum (17 dic) O Sapienza, che esci dalla bocca dell Altissimo, ti estendi ai confini del mondo, e tutto disponi con soavità e con forza: vieni, insegnaci la via della saggezza. I - O Sapienza Ascoltate la parola di Dio: dal libro della Gènesi. O Sapientia, quae ex ore Altissimi prodiisti, attingens a fine usque ad finem, fortiter suaviter disponensque omnia: veni ad docendum nos viam prudentiae. 49, Quindi Giacobbe chiamò i figli e disse: Radunatevi, perché io vi annunzi quello che vi accadrà nei tempi futuri. Radunatevi e ascoltate, figli di Giacobbe, ascoltate Israele, vostro padre!

3 4 Veglia di Attesa Veglia di Attesa 5 Giuda, te loderanno i tuoi fratelli; la tua mano sarà sulla nuca dei tuoi nemici; davanti a te si prostreranno i figli di tuo padre. Un giovane leone è Giuda: dalla preda, figlio mio, sei tornato; si è sdraiato, si è accovacciato come un leone e come una leonessa; chi oserà farlo alzare? Non sarà tolto lo scettro da Giuda nè il ba-stone del comando tra i suoi piedi, finchè verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l obbedienza dei popoli. Come risposta ad ogni lettura ascoltata, coro e assemblea invocano la venuta del Salvatore con le parole seguenti: Il cantore e poi l assemblea: 2. Tu quando verrai, Signore Gesù, insieme vorrai far festa con noi. E senza tramonto la festa sarà: perché finalmente saremo con te. 3. Tu quando verrai, Signore Gesù, per sempre dirai: «Gioite con me!». Noi ora sappiamo che il Regno verrà: nel breve passaggio viviamo di te. II - O Signore, guida della casa d Israele Canto per la meditazione Tu quando verrai (musica di W. Croft, testo di G. F. Poma) (18 dic) O Signore, guida della casa d Israele, che sei apparso a Mosè nel fuoco del roveto, e sul monte Sinai gli hai dato la legge: vieni a liberarci con braccio potente. O Adonai, et dux domus Israël, qui Moyse in igne flammae rubi apparuisti, et ei in Sina legem dedisti: veni ad redimendum nos in brachio extento. Ascoltate la parola di Dio: dal libro del profeta Isaia. 7, Il Signore parlò ancora ad Acaz: Chiedi un segno dal Signore tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure lassù in alto. Ma Acaz rispose: Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore. Allora Isaia disse: Ascoltate, casa di Davide! Non vi basta di stancare la pazienza degli uomini, perché ora vogliate stancare anche quella del mio Dio? Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e

4 6 Veglia di Attesa Veglia di Attesa 7 partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele. Egli mangerà panna e miele finché non imparerà a rigettare il male e a scegliere il bene. Ascoltate la parola di Dio: dal libro del Profeta Isaia. 11, 1-4a Il cantore e poi l assemblea: Meditiamo insieme sulle parole del canto: Canto per la meditazione Ecce Virgo concipiet (F. Caudana, XX sec.) In quel giorno, un germoglio spunterà dal tronco di Iesse, un virgulto germoglierà dalle sue radici. Su di lui si poserà lo spirito del Signore, spirito di sapienza e di intelligenza, spirito di consiglio e di fortezza, spirito di conoscenza e di timore del Signore. Si compiacerà del timore del Signore. Non giudicherà secondo le apparenze e non prenderà decisioni per sentito dire; ma giudicherà con giustizia i poveri e prenderà decisioni eque per gli oppressi del paese. Il cantore poi l assemblea: Ecce Virgo concipiet et pariet Filium, dicit Dominus, et vocabitur nomen ejus Admirabilis, Deus Fortis. Erumpant montes iucunditatem, et colles iustitiam, quia lux mundi, Dominus, cum potentia venit. Ecco la Vergine concepirà e partorirà un Figlio, dice il Signore, e il suo nome sarà Ammirabile, Dio Forte. Prorompano i monti di gioia, e i colli di giustizia, perché la luce del mondo, il Signore, viene con potenza. Canto per la meditazione Innalzate nei cieli (mus. di A. Martorell, testo di S. Albisetti) 1. Innalzate nei cielo lo sguardo: la salvezza di Dio è vicina. Risvegliate nel cuore l attesa per accogliere il Re della gloria. III - O germoglio di Iesse (19 dic) O germoglio di Iesse, che t innalzi come segno per i popoli, tacciono davanti a te i re della terra, e le nazioni t invocano: vieni a liberarci, non tardare. O Radix Iesse, qui stas in signum populorum, super quem continebunt reges os suum, quem gentes deprecabuntur: veni ad liberandum nos, iam noli tardare.

5 8 Veglia di Attesa Veglia di Attesa 9 2. Sorgerà dalla casa di David il Messia da tutti invocato: prenderà da una vergine il corpo per potenza di Spirito Santo. (20 dic) O Chiave di Davide, scettro della casa d Israele, che apri, e nessuno può chiudere, chiudi, e nessuno può aprire: vieni, e libera l uomo prigioniero, che giace nelle tenebre e nell ombra di morte. IV - O Chiave di Davide O Clavis David, et sceptrum domus Israël, qui aperis, et nemo claudit, claudis, et nemo aperuit: veni, et educ vinctum de domo carceris, sedentem in tenebris, et umbra mortis. Ascoltate la parola di Dio: dal libro del profeta Michea 5, 1-3 E tu, Betlemme di Efrata, così piccola per essere fra i capoluoghi di Giuda, da te mi uscirà colui che deve essere il dominatore in Israele; le sue origini sono dall antichità, dai giorni più remoti. Perciò Dio li metterà in potere altrui fino a quando colei che deve partorire partorirà; e il resto dei tuoi fratelli ritornerà ai figli di Israele. Egli starà là e pascerà con la forza del Signore, con la maestà del nome del Signore suo Dio. Abiteranno sicuri perché egli allora sarà grande fino agli estremi confini della terra, e sarà la pace. L organo suona un brano strumentale. (21 dic) O Astro che sorgi, splendore della luce eterna, sole di giustizia: vieni, illumina chi giace nelle tenebre e nell ombra di morte. V - O Astro che sorgi Ascoltate la parola di Dio: dal libro del profeta Sofonia O Oriens, splendor lucis aeternae, et sol justitiae: veni, et illumina sedentes in tenebris, et umbra mortis. 3, 14-18a Gioisci, figlia di Sion, esulta, Israele, e rallegrati con tutto il cuore, figlia di Gerusalemme! Il Signore ha revocato la tua condanna, ha disperso il tuo nemico. Re d Israele è il Signore in mezzo a te, tu non vedrai più la sventura. In quel giorno si dirà a Gerusalemme: Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia! Il Signore tuo Dio in mezzo a te è un salvatore potente. Esulterà di gioia per te, ti rinnoverà con il suo amore, si rallegrerà per te con grida di gioia, come nei giorni di festa. Il cantore e poi l assemblea: Il cantore e poi l assemblea:

6 10 Veglia di Attesa Veglia di Attesa 11 Canto di attesa Già l universo (testo e musica di mons. G. Liberto) (22 dic) O Re delle Genti, atteso da tutte le nazioni, pietra angolare che riunisci i popoli in uno; vieni, e salva l uomo che hai plasmato dalla terra. VI - O Re delle Genti O Rex Gentium, et desideratus earum, lapisque angularis, qui facis utraque unum: veni, et salva hominem, quem de limo formasti Mentre l organo suona un sottofondo adatto un lettore proclama il seguente testo, tratto dagli antichi racconti della nascita di Cristo: L attesa estatica della Creazione (*) 2. Nel seno della madre, come perla, una scintilla accesa dallo Spirito riporta al mondo quell'eterna icone che senza la sua luce non si vede. 3. Bellezza senza uguali si nasconde tra povere pareti di Betlemme; chi tra di noi, nel minimo del mondo, vede il più bello tra i figli dell uomo? 4. La lode canti delle nostre labbra la lampada che schiara la caligine; si desti al canto dell'amore amante il sonno delle genti addormentate. 5. A te sia lode o Cristo Emmanuele, che sei del Padre stesso volto e cuore, sia lode al fuoco santo dell amore, nei secoli dei secoli, per sempre. Nel più grande silenzio, in quel momento si sono fermate, tremanti, tutte le cose: infatti, cessarono i venti non dando più il loro soffio, non s è più mossa alcuna foglia degli alberi, non s è più udito alcun rumore di acque, non scorsero più i fiumi, non ci fu più il flusso del mare, tacquero tutte le fonti di acqua, non risuonò più alcuna voce umana: c era un grande silenzio. In quel momento, lo stesso polo cessò l agile movimento del suo corso. Le misure delle ore erano quasi tramontate. Con timore grande, tutte le cose tacevano stupite, mentre noi eravamo nell attesa della venuta della maestà, del termine dei secoli. Il cantore e poi l assemblea: (*) cf pag. 14 del libretto.

7 12 Veglia di Attesa Veglia di Attesa 13 (23 dic) O Emmanuele, nostro re e legislatore, speranza e salvezza dei popoli: vieni a salvarci, o Signore nostro Dio. VII - O Emmanuele O Emmanuel, Rex et legifer noster, expectatio gentium, et Salvator earum: veni ad salvandum nos, Domine, Deus noster. Ci si alza in piedi per ascoltare la proclamazione del testo della Kalenda, al termine del quale il sacerdote si ritirerà in sacrestia per prepararsi alla S. Messa della Notte. Nel frattempo l organo può eseguire un altro brano strumentale. iii - de annuntiatione nativitatis Kalenda dal Martirologio Romano 25 dicembre, luna terza. Trascorsi molti secoli dalla creazione del mondo, quando in principio Dio aveva creato il cielo e la terra e aveva fatto l uomo a sua immagine; e molti secoli da quando, dopo il diluvio, l Altissimo aveva fatto risplendere l arcobaleno, segno di alleanza e di pace; Ventuno secoli dopo la partenza da Ur dei Caldei di Abramo, nostro padre nella fede; Tredici secoli dopo l uscita di Israele dall Egitto sotto la guida di Mosè; Circa mille anni dopo l unzione di Davide quale re di Israele; Nella sessantacinquesima settimana, secondo la profezia di Daniele; All epoca della centonovantaquattresima Olimpiade; Nell anno 752 dalla fondazione di Roma; nel quarantaduesimo anno dell impero di Cesare Ottaviano Augusto; quando in tutto il mondo regnava la pace, Gesù Cristo, Dio eterno e Figlio dell eterno Padre, volendo santificare il mondo con la sua venuta, essendo stato concepito per opera dello Spirito Santo, trascorsi nove mesi, nasce in Betlemme di Giuda dalla Vergine Maria, fatto uomo: (ci si inginocchia) Natale di Nostro Signore Gesù Cristo, secondo la natura umana.

8 Riti di introduzione 15 Note 1) Sul racconto dell attesa estatica della Creazione. Il testo citato ed indicato come proveniente dagli antichi racconti della nascita di Cristo è tratto da due codici inglesi: Arundel 404 (XIV sec.), attualmente al British Museum, e Hereford (XIII sec.), conservato presso la Libreria del Capitolo della cattedrale di Hereford. Il testo è noto come Liber de Infantia Salvatoris o Natività di Gesù e Maria. Entrambi i codici, nel riportare questo testo, seguono l antichissima tradizione orale del racconto riferito dall ostetrica chiamata da Giuseppe per assistere Maria partoriente. Si è scelto di inserire questo passo, benché provenga da un testo non canonico, per la sua grande potenza evocativa. Esso è anche stato talvolta proposto, in anni precedenti, nella Veglia preparatoria alla S. Messa della Notte di Natale celebrata nella Basilica Vaticana. i - introitus Mentre la processione si avvia all altare si canta: Il coro: Canto di ingresso Adeste fideles (F. Wade, 1743) 2) Sul senso della Veglia e dell attesa profetica. Il senso della veglia appena celebrata ci vuole portare a riconoscere il Figlio di Dio come il Salvatore, il dono di Dio per noi, l Emmanuele (Dio-con-noi). Navigando nel corso delle profezie, che abbiamo ascoltato nei testi proposti, ci siamo immedesimati nel popolo di Israele che, sordo ai profeti, non ha riconosciuto alla sua venuta il Figlio di Dio fatto carne; esso è stato riconosciuto solo da umili e poveri, dai pastori, e da quanti furono avvisati dal canto degli Angeli. Il nostro avvicinarsi alla statua velata del bambino con i doni della luce e dell incenso vuole ricordarci e farci conoscere che solo in Dio e nel suo Figlio vi è salvezza per il mondo: Egli è la luce del mondo (le candele) e a lui vanno il nostro onore (l incenso) e la nostra preghiera. A lui, Signore dei tempi e della storia (le Antifone Maggiori dell Avvento trattano bene questi temi), vanno la nostra fede, la nostra gloria, la nostra lode. La veglia si lega quindi alla Messa seguente nella quale tutti i testi parlano del bambino come del Re che deve venire, l Eletto di Dio, il principe della Pace e il consigliere potente, giunto per la salvezza dell uomo. 2. En grege relicto, humiles ad cunas vocati pastores adproperant; et nos ovanti gradu festinemus. Il coro e l assemblea: Venite adoremus, venite adoremus, veníte adoremus Dominum! 3. Aeterni Parentis splendorem aeternum velatum sub carne videbimus, Deum infantem, pannis involutum.

9 16 Riti di introduzione - Atto Penitenziale Riti di Introduzione Nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo. La pace, la carità e la fede da parte di Dio Padre e del Signore nostro Gesù Cristo sia con tutti voi. E con il tuo spirito. ii - actus paenitentialis Atto Penitenziale Fratelli, per celebrare degnamente i santi Misteri, riconosciamo i nostri peccati. Cfr. Ef 6, 23 Riti di introduzione - Inno di Lode 17 Kyrie Messa Adveniat Regnum Tuum (G. B. Campodonico) Kyrie, eleison. Christe, eleison. Kyrie, eleison. Signore, pietà. Cristo, pietà. Signore, pietà. Gloria Messa Adveniat Regnum Tuum (G. B. Campodonico) Il Celebrante intona l inno di lode: iii - gloria in excelsis Si sosta qualche istante in silenzio. Quindi il celebrante introduce: Confesso... e l assemblea prosegue:...a Dio onnipotente e a voi, fratelli, che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni, per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E supplico la beata sempre Vergine Maria, gli Angeli, i Santi e voi, fratelli, di pregare per me il Signore Dio nostro. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Il celebrante si reca alla Sede. Ci si può sedere. Nel frattempo le campane vengono suonate a festa. et in terra pax homínibus bonae voluntátis. Laudámus te, benedícimus te, adorámus te, glorificamus te, Gloria a Dio nell alto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona volontà. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo,

10 18 Riti di introduzione - Inno di Lode grátias ágimus tibi propter magnam glóriam tuam, Dómine Deus, Rex caeléstis, Deus Pater omnípotens. Dómine Fili unigénite, Iesu Christe, Dómine Deus, Agnus Dei, Fílius Patris. ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente, Signore Figlio unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre. iv - liturgia verbi Liturgia della Parola Prima lettura Ci è stato dato un Figlio. Liturgia della Parola 19 Il lettore: Dal libro del profeta Isaia. Is 9, 1-6 Qui tollis peccáta mundi, miserére nobis; qui tollis peccáta mundi, súscipe deprecatiónem nostram. Qui sedes ad déxteram Patris, miserére nobis. Quóniam tu solus Sanctus, tu solus Dóminus, tu solus Altíssimus, Iesu Christe, cum Sancto Spiritu in gloria Dei Patris. Orazione-Colletta Tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; tu che togli i peccati del mondo, ascolta la nostra supplica. Tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo nella gloria di Dio Padre. Preghiamo. * O Dio, che hai illuminato questa santissima notte ** con lo splendore di Cristo, vera luce del mondo, ** concedi a noi, * che sulla terra lo contempliamo nei suoi misteri, *** di partecipare alla sua gloria nel cielo. **** Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse. Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia. Gioiscono davanti a te come si gioisce quando si miete e come si esulta quando si divide la preda. Perché tu hai spezzato il giogo che l opprimeva, la sbarra sulle sue spalle, e il bastone del suo aguzzino, come nel giorno di Màdian. Perché ogni calzatura di soldato che marciava rimbombando e ogni mantello intriso di sangue saranno bruciati, dati in pasto al fuoco. Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il potere e il suo nome sarà: Consigliere mirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace. Grande sarà il suo potere e la pace non avrà fine sul trono di Davide e sul suo regno,

11 20 Liturgia della Parola Liturgia della Parola 21 che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la giustizia, ora e per sempre. Questo farà lo zelo del Signore degli eserciti. Il lettore: L assemblea: 3. Gioiscano i cieli, esulti la terra, risuoni il mare e quanto racchiude; sia in festa la campagna e quanto contiene, acclamino tutti gli alberi della foresta. 4. Davanti al Signore che viene: sì, egli viene a giudicare la terra; giudicherà il mondo con giustizia e nella sua fedeltà i popoli. Salmo Responsoriale Salmo 95 Oggi è nato per noi il Salvatore. Il salmista, poi il coro e l assemblea: Seconda lettura È apparsa la grazia di Dio per tutti gli uomini. Il lettore: Dalla prima lettera di San Paolo apostolo ai Tessalonicesi. 1 Ts 2, Figlio mio, è apparsa la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini e ci insegna a rinnegare l empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà, nell attesa della beata speranza e della manifestazione della gloria del nostro grande Dio e salvatore Gesù Cristo. Egli ha dato se stesso per noi, per riscattarci da ogni iniquità e formare per sé un popolo puro che gli appartenga, pieno di zelo per le opere buone. 1. Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore, uomini di tutta la terra. Cantate al Signore, benedite il suo nome. 2. Annunciate di giorno in giorno la sua salvezza. In mezzo alle genti narrate la sua gloria, a tutti i popoli dite le sue meraviglie. Il lettore: L assemblea:

12 22 Liturgia della Parola Liturgia della Parola 23 Alleluia, alleluia, alleluia. v - evangelium Canto al Vangelo Alleluia Tono VI Vi annunzio una grande gioia:* oggi vi è nato un Salvatore: Cristo Signore. Un concelebrante: Il Signore sia con voi. Vangelo Cf. Lc 2, Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta. Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché per loro non c era posto nell alloggio. C erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore, ma l angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia». E subito apparve con l angelo una moltitudine dell esercito celeste, che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama». L assemblea: E con il tuo spirito. Dal Vangelo secondo Matteo. Gloria a te, o Signore. Lc 2, 1-14 In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Si canta ancora una volta: Alleluia Tono VI

13 24 Professione di fede Professione di Fede 25 Omelia Il coro e l assemblea: Al termine dell omelia, tutti restano seduti e osservano qualche istante di silenzio per la preghiera personale aiutati dal suono dell organo. In questa santa notte, siamo invitati dalle parole della Professione di Fede, a riflettere e pregare sul grande Mistero che si celebra in essa. Per questo, diversamente dalle altre domeniche, durante il canto del Credo e alle parole Et incarnatus est ci inginocchieremo idealmente e fisicamente davanti al bambino Gesù, nato per noi. vi - professio fidei Professione di Fede Il celebrante si porta davanti all altare, e, rivolto verso il Crocefisso, recita insieme a tutti i presenti la prima parte del Credo. Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo. La recita si interrompe per il canto delle parole relative all incarnazione. Tutti riprendono: "E per opera dello Spirito Santo, si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo" Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le scritture; è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica. Professo un solo Battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà.

14 26 Pregh. Univer. o dei Fedeli vii - oratio universalis seu oratio fidelium Fratelli, in questa Santa Notte, riconosciamoci davvero figli dello stesso Padre. Rendiamo quindi gloria e lode a Dio, con la nostra preghiera, rendendogli grazie per la venuta del Figlio. Per questo diciamo [o cantiamo] insieme: 1. Ti preghiamo per il nostro Papa, Francesco. In questa notte sappia vivere l annuncio della nascita come forza per poter portare il Vangelo a tutti; e facendosi imitatore del canto degli Angeli, riesca ad aggiungere nuove pecore al gregge che va verso la grotta alla tua scoperta. Noi ti preghiamo. 2. Per il nostro vescovo Angelo, guida e pastore della Diocesi: perché nel suo servizio sappia avere l umilità dei pastori di Betlemme e possa, grazie al tuo aiuto, essere guida capace di portare a te quanti nelle nostre comunità sono in cerca. Noi ti preghiamo. 3. Ti preghiamo Signore, per la nostra comunità. Fa che, attraverso la passione per la tua parola, discesa dal cielo e fatta carne, possa essere un punto di riferimento per quanti sono in difficoltà. Fa che ogni azione che nasce da essa sia segno della tua presenza. Noi ti preghiamo. 4. Ti preghiamo Signore per la nostra città, ferita in questo anno difficile e per quanti sono nella sofferenza e nel dolore: tutti possano vivere nella certezza che solo nella vicinanza di preghiera e di fede con il tuo Figlio, nato, morto e risorto per noi, ci sono speranza e salvezza. Noi ti preghiamo. O Padre, che in questa Santa Notte ti sei mostrato a noi nel bambino Gesù e ti sei fatto povero per venirci incontro, donaci la forza di poterti imitare e far sì che chiunque veda noi, riconosca il tuo Figlio e giunga a te. Per Cristo nostro Signore. Tutti siedono. Hanno luogo i riti di offertorio. Liturgia Eucaristica - Riti di Offertorio 27 viii - lit. eucharistica - offertorium Laetentur caeli, et exsultet terra ante faciem Domini, quoniam venit. Liturgia Eucaristica Riti di Offertorio preparazione dell altare e dei doni Canto di Offertorio Laetentur caeli (G. Mattioli) Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre onnipotente. Si rallegrino i cieli, ed esulti la terra davanti al volto del Signore, poiché egli viene. Dopo l incensazione del celebrante, tutti si alzano in piedi per ricevere a loro volta il segno di onore. L incenso ricorda sia le preghiere che si innalzano a Dio, sia il segno della purificazione (dell altare e delle offerte perpetrate dai sacerdoti nel Tempio di Gerusalemme), sia il segno della lode che si deve al Mistero, fattosi carne e venuto ad abitare tra noi. Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio, a lode e gloria del suo nome, per il bene nostro e di tutta la sua Santa Chiesa. Orazione sulle Offerte Accetta, o Padre, la nostra offerta in questa notte di luce, e per questo misterioso scambio di doni trasformaci nel Cristo tuo Figlio, che ha innalzato l uomo accanto a te nella gloria. Per Cristo nostro Signore.

15 28 Liturgia Eucaristica - Prefazio di Natale I (de Christo Luce) Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. In alto i nostri cuori. Sono rivolti al Signore. Prefazio Cristo Luce Rendiamo grazie al Signore nostro Dio. è cosa buona e giusta. è veramente cosa buona e giusta, * nostro dovere e fonte di salvezza, ** rendere grazie sempre e in ogni luogo ** a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno. *** Nel mistero dei Verbo incarnato * è apparsa agli occhi della nostra mente ** la luce nuova del tuo fulgore, ** perché, conoscendo Dio visibilmente, ** per mezzo suo siamo rapiti all amore delle cose invisibili. *** E noi, uniti agli Angeli e agli Arcangeli, * ai Troni e alle Dominazioni ** e alla moltitudine dei Cori celesti, ** cantiamo con voce incessante l inno della tua gloria: *** Sanctus Messa Adveniat Regnum Tuum (G. B. Campodonico) Sanctus, sanctus, sanctus Dominus Deus Sabaoth. Pleni sunt caeli et terra gloria tua. Hosanna in excelsis. Benedictus qui venit in nomine Domini. Hosanna in excelsis. Santo, santo, santo il Signore Dio dell universo. I cieli e la terra sono pieni della tua gloria. Osanna nell alto dei cieli. Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Osanna nell alto dei cieli. Padre veramente santo, fonte di ogni santità, Preghiera Eucaristica II Preghiera Eucartistica II 29 ix - lit. eucharistica - Prex. Euchar. II Il celebrante esprime la lode che tutte le Creature rendono al Padre per il dono della vita: Epiclesi (invocazione per lo Spirito Santo): il celebrante invoca lo Spirito sui Doni e chiede al Padre la consacrazione. santifica questi doni con l effusione del tuo Spirito perché diventino per noi Il celebrante traccia un segno di croce sulle offerte il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore, che ci ha comandato di celebrare questi misteri. Anamnesi (Racconto dell istituzione): il celebrante rievoca il momento in cui Gesù istituisce l Eucaristia. Egli, offrendosi liberamente alla sua passione, prese il pane e rese grazie, lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli, e disse: «prendete e mangiatene tutti: questo è il mio corpo, offerto in sacrificio per voi»

16 30 Preghiera Eucartistica II Preghiera Eucartistica II 31 Il celebrante presenta al popolo l ostia consacrata, la depone sulla patena e genuflette in adorazione. Rialzatosi, prosegue: Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice e rese grazie, lo diede ai suoi discepoli, e disse: «Prendete, e bevetene tutti: questo è il calice del mio Sangue per la nuova ed eterna alleanza, versato per voi e per tutti in remissione dei peccati. Fate questo in memoria di me» Il celebrante presenta al popolo il calice, lo depone sul corporale e genuflette in adorazione. Rialzatosi, intona: Mistero della fede. Il coro e l assemblea: Celebrando il memoriale della morte e risurrezione del tuo Figlio, ti offriamo, Padre, il pane della vita e il calice della salvezza, e ti rendiamo grazie per averci ammessi alla tua presenza a compiere il servizio sacerdotale. Ti preghiamo umilmente: per la comunione al corpo e al sangue di Cristo lo Spirito Santo ci riunisca in un solo corpo. Ricordati, Padre, della tua Chiesa diffusa su tutta la terra e qui convocata nella notte in cui la Vergine Maria diede al mondo il Salvatore. Rendila perfetta nell'amore in unione con il nostro Papa Francesco, il nostro Vescovo Angelo, e tutto l'ordine sacerdotale. Ricordati dei nostri fratelli, che si sono addormentati nella speranza della risurrezione e di tutti i defunti che si affidano alla tua clemenza: ammettili a godere la luce del tuo volto. Di noi tutti abbi misericordia: donaci di aver parte alla vita eterna, insieme con la beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con san Giuseppe, suo sposo, con gli apostoli e tutti i santi, che in ogni tempo ti furono graditi: e in Gesù Cristo tuo Figlio canteremo la tua gloria.

17 32 Preghiera Eucartistica II Riti di Comunione 33 Il coro e l assemblea: x - ritus communionis Riti di Comunione Preghiera del Signore Liberaci, o Signore, da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni e con l aiuto della tua misericordia vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro Salvatore Gesù Cristo. Il coro e l assemblea: Obbedienti alla parola del Salvatore, e formati al suo divino insegnamento, osiamo dire: Il coro e l assemblea:

18 34 Riti di Comunione Riti di Comunione 35 Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi Apostoli: «Vi lascio la pace, vi do la mia pace»: non guardare ai nostri peccati, ma alla fede della tua Chiesa; e donale unità e pace, secondo la tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. La pace del Signore sia sempre con voi. E con il tuo spirito. Scambiatevi un segno di pace. Dopo lo scambio di pace, il celebrante spezza l ostia consacrata. Nel frattempo si canta l Agnus Dei. xi - agnus dei Agnello di Dio Messa Adveniat Regnum Tuum (G. B. Campodonico) Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, miserere nobis. Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, miserere nobis. Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, dona nobis pacem. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, dona a noi la pace. Il celebrante presenta all assemblea il corpo di Cristo, agnello che toglie i peccati del mondo e dice: Beati gli invitati alla cena del Signore: ecco l Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo. O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa, ma di soltanto una parola, e io sarò salvato. I fedeli si preparano a ricevere la SS. Eucaristia. xii - communicatio Comunicazione all Eucaristia Canto di Comunione Astro del ciel tit. orig. Stille nacht (F. X. Gruber, 1818) 1. Astro del ciel, pargol divin, mite Agnello redentor, tu che i vati da lungi sognâr, tu che angeliche voci nunziâr, luce dona alle menti, Pace infondi nei cuor. (2 v.) 3. Astro del ciel, pargol divin, mite Agnello redentor, tu disceso a scontare l error, tu sol nato a parlare d amor, 2. Astro del ciel, pargol divin, mite Agnello redentor, tu di stirpe regale decor, tu virgineo, mistico fior, Quando la distribuzione dell Eucaristia giunge al termine, si esegue il seguente canto dopo la Comunione.

19 36 Riti di Comunione Riti di Comunione 37 Un cantore: 1. Nell'alta notte fulgide lucean in ciel le stelle, ai betlemiti pascoli pascean le pecorelle, e nel silenzio udiasi la voce dei pastor: Il coro e l'assemblea: Ne l alta notte (D. Chiappori, 1919) Orazione dopo la Comunione Preghiamo. O Dio, che ci hai convocati a celebrare nella gioia la nascita del Redentore, fa che testimoniamo nella vita l annunzio della salvezza, per giungere alla gloria del cielo. Per Cristo nostro Signore. Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. xiii - ritus conclusionis Benedizione Solenne Ci inchiniamo per ricevere la benedizione. Dio, che nella nascita del Cristo suo Figlio ha inondato di luce questa notte santissima, allontani da voi le tenebre del male e vi illumini con la luce del bene. Dio, che nel suo Figlio fatto uomo ha congiunto la terra al cielo, vi riempia della sua pace e del suo amore. 2. Squillò improvviso un cantico di mille angioli in coro, che pel fiammante etere batteano l ali d oro, e gïan nunziando agli uomini il nato Redentor: Dio, che mandò gli angeli a recare ai pastori il lieto annuncio del Natale, vi faccia messaggeri del suo Vangelo.

20 38 Riti di Conclusione Riti di Conclusione 39 Vi benedica Dio onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo. La messa è finita: andate in pace. Rendiamo grazie a Dio. xiv - antiphona b. v. mariae xv - cantus ad processionem Tu scendi dalle stelle (S. Alfonso Maria de Liguori, 1754) Alma Redemptoris Mater 2. A te, che sei del mondo il Creatore, mancano panni e fuoco, o mio Signore! Caro eletto pargoletto, quanto questa povertà più m innamora, giacché ti fece amor povero ancora! (2 v.) La processione si dirige verso il Presepe, dove il Celebrante depone solennemente il bambino Gesù e lo incensa; quindi la processione rientra in sacrestia accompagnata dalle note dell organo.

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen.

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen. RITO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

ORDINARIO DELLA MESSA

ORDINARIO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE CANTO D'INGRESSO Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesú Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

La Messa. in rito ambrosiano. spiegata. ai bambini. e non solo

La Messa. in rito ambrosiano. spiegata. ai bambini. e non solo La Messa in rito ambrosiano spiegata ai bambini e non solo 2 3 RITI DI INTRODUZIONE! Le parti più importanti: Riti di introduzione Accoglienza Canto d ingresso Atto penitenziale Liturgia della parola Inno

Dettagli

Insieme verso Gesù. Parrocchia di San Pietro

Insieme verso Gesù. Parrocchia di San Pietro Parrocchia di San Pietro Carissimo, carissima, questo messalino ti accompagnerà lungo queste domeniche durante le quali cercheremo di capire più a fondo il significato della Messa e delle sue varie parti.

Dettagli

CANTI PER LA SANTA MESSA DI NATALE 25 Dicembre 2014

CANTI PER LA SANTA MESSA DI NATALE 25 Dicembre 2014 CANTI PER LA SANTA MESSA DI NATALE 25 Dicembre 2014 ADESTE FIDELES Adeste fideles Læti triumphantes Venite, venite in Bethlehem Natum videte Regem angelorum Venite adoremus, Venite adoremus, Venite adoremus

Dettagli

Qual è il giorno di festa per il popolo ebraico.. Cosa ricorda loro questo giorno?......

Qual è il giorno di festa per il popolo ebraico.. Cosa ricorda loro questo giorno?...... LA DOMENICA GIORNO DEL SIGNORE Per il popolo ebraico, al quale apparteneva Gesù, il giorno di festa e di riposo è il sabato che in ebraico (sabbat) significa riposo e di preghiera nel quale gli Ebrei ancora

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat NOVENA DI NATALE I testi liturgici che preparano alla Solennità del Natale del Signore sono densi di una ricchezza notevole. La tradizionale Novena di Natale sorge proprio per colmare la difficoltà dei

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo.

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. NOVENA DI NATALE NOVENA DI NATALE Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme: ecco, il Signore verrà, ed in quel giorno vi sarà

Dettagli

DOMENICA V DI PASQUA C

DOMENICA V DI PASQUA C DOPO LA COMUNIONE Assisti, Signore, il tuo popolo che hai colmato della grazia di questi santi misteri, e fa che passi dalla decadenza del peccato alla pienezza della vita nuova. Per Cristo nostro Signore.

Dettagli

Gianluca e Sabrina RITI DI COMUNIONE. Obbedienti alla parola del Salvatore e formati al suo divino insegnamento, osiamo dire:

Gianluca e Sabrina RITI DI COMUNIONE. Obbedienti alla parola del Salvatore e formati al suo divino insegnamento, osiamo dire: RITI DI COMUNIONE Obbedienti alla parola del Salvatore e formati al suo divino insegnamento, osiamo dire: P adre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome, venga il Tuo regno, sia fatta la

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE

31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE 31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE Il Direttorio su Pietà popolare e liturgia Benedici, Signore, il tuo popolo che attende i doni della tua misericordia; porta a compimento i desideri

Dettagli

San Nicola alla Valle dei Templi. RITO del MATRIMONIO

San Nicola alla Valle dei Templi. RITO del MATRIMONIO San Nicola alla Valle dei Templi RITO del MATRIMONIO RITI DI INTRODUZIONE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Il Signore sia con voi. R. E con il tuo spirito. MEMORIA DEL BATTESIMO Carissimi,

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il NATALE E LITURGIA L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il vostro Salvatore, il Cristo, il Signore.

Dettagli

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. BREVIARIO BENEDIZIONE

Dettagli

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto.

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto. GIUBILEO DELLA MISERICORDIA RITO DI APERTURA NELLE PARROCCHIE _ PREMESSE 1. L Ufficio Liturgico Diocesano in occasione del Giubileo della Misericordia ha predisposto una celebrazione di apertura per le

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE sorgente di acqua pura, con te fra noi il deserto fiorirà. PRESENTAZIONE DEL SIGNORE PARROCCHIA CATTEDRALE SS. PIETRO E PAOLO 2 Febbraio 2008 Ore 16:00 12 1 BENEDIZIONE DELLE CANDELE E PROCESSIONE Il Celebrante

Dettagli

Venite al Signore con canti di gioia!

Venite al Signore con canti di gioia! BATTESIMO DEL SIGNORE Anno C - n. 11 Festa 13 gennaio 2013 Venite al Signore con canti di gioia! 1. O terra tutta acclamate al Signore, servite il Signore nella gioia! Venite al suo volto con lieti canti!

Dettagli

BATTESIMO DEL SIGNORE B

BATTESIMO DEL SIGNORE B ORAZIONE DOPO LA COMUNIONE Dio misericordioso, che ci hai nutriti alla tua mensa, concedi a noi tuoi fedeli di ascoltare come discepoli il tuo Cristo, per chiamarci ed essere realmente tuoi figli. Per

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELL INCARNAZIONE lezionario festivo anno B Sabato 15 novembre 2014,

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Anche quest anno sarà Natale

Anche quest anno sarà Natale Anche quest anno sarà Natale I valori del messaggio cristiano, in un mondo abitato dall odio e dalla violenza, sono più che mai attuali e rispondono alle aspirazioni dell uomo di tutti i tempi. Per questo

Dettagli

Veglia di Natale. Messa della Notte. Parrocchia S. Maria delle Grazie. Cervino www.parrocchiacervino.it GUIDA:

Veglia di Natale. Messa della Notte. Parrocchia S. Maria delle Grazie. Cervino www.parrocchiacervino.it GUIDA: Parrocchia S. Maria delle Grazie Cervino www.parrocchiacervino.it Veglia di Natale Un lettore si reca all ambone e legge (si resta seduti). e Messa della Notte GUIDA: Siamo radunati nel cuore della notte

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009

Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009 Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009 Domenica delle Palme Rito della benedizione delle palme (in fondo alla navata) Canto d inizio: Hosanna (Frisina) - n.42-1 semitono Benedizione dei rami e aspersione

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE RITI DI INTRODUZIONE DELLA CHIESA STAZIONALE 1. Quando il popolo si è riunito nella Chiesa stazionale il Vescovo saluta la comunità: Nel nome del Padre e del

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELL INCARNAZIONE lezionario festivo anno C Sabato 14 novembre 2009,

Dettagli

Festa della Presentazione del Signore

Festa della Presentazione del Signore Diocesi di Como Vicariato di Sondrio Festa della Presentazione del Signore Celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo Diego Coletti Sondrio/Collegiata, 2 febbraio 2016 20ª giornata mondiale della

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

S. MESSA IN ONORE DI SANTA RITA DA CASCIA RELIGIOSA

S. MESSA IN ONORE DI SANTA RITA DA CASCIA RELIGIOSA S. MESSA IN ONORE DI SANTA RITA DA CASCIA RELIGIOSA Antifona d ingresso Quanto a me non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso

Dettagli

Parrocchia San Cataldo Chiesa Santa Maria del Popolo

Parrocchia San Cataldo Chiesa Santa Maria del Popolo Parrocchia San Cataldo Chiesa Santa Maria del Popolo Il Rito del Battesimo Il santo Battesimo è il fondamento di tutta la vita cristiana, il vestibolo d'ingresso alla vita nello Spirito e la porta che

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

CERCHIAMO DI CRESCERE VERSO DI LUI, CHE È IL CAPO, CRISTO, Ef 4, 15

CERCHIAMO DI CRESCERE VERSO DI LUI, CHE È IL CAPO, CRISTO, Ef 4, 15 Incontro di preghiera per l Avvento con le comunità delle chiese cristiane di Genova (Cattolica, Ortodossa, Protestante) CERCHIAMO DI CRESCERE VERSO DI LUI, CHE È IL CAPO, CRISTO, Ef 4, 15 Giovedì 2 Dicembre

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 18 settembre INTRODUZIONE VESPRI V. O Dio, vieni a salvarmi. R. Signore, vieni presto in mio aiuto.. Alleluia INNO San Giuseppe onoriamo: la sua virtù sublime l'ordine

Dettagli

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA GIUBILEO DELLA MISERICORDIA INIZIO DELL ANNO GIUBILARE NELLE COMUNITÀ PARROCCHIALI 13 dicembre 2015 Terza Domenica di Avvento 1 Nella terza domenica di Avvento, detta Gaudete, in ogni chiesa cattedrale

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

FESTA DELLA MADONNA DEL SANTO ROSARIO 14 ottobre 2007 - P r o c e s s i o n e

FESTA DELLA MADONNA DEL SANTO ROSARIO 14 ottobre 2007 - P r o c e s s i o n e Parrocchia Santi Pietro e Paolo - Gerenzano FESTA DELLA MADONNA DEL SANTO ROSARIO 14 ottobre 2007 - P r o c e s s i o n e CANTO DURANTE IL CANTO SI INCENSA LA MADONNA Sac.: Nel nome del Padre, del Figlio

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELL INCARNAZIONE lezionario festivo anno C Sabato 17 novembre 2012,

Dettagli

s a b a t o 1 0 g e n n a i o Tempo di Natale - II settimana del salterio

s a b a t o 1 0 g e n n a i o Tempo di Natale - II settimana del salterio s a b a t o 1 0 g e n n a i o Tempo di Natale - II settimana del salterio Introduzione la preghiera O Dio vieni a salvarmi, Signore vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre nell alto dei cieli, a suo

Dettagli

SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE. Secondi Vespri

SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE. Secondi Vespri LITURGIA DELLE ORE 14 luglio SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE V. O Dio, vieni a salvarmi. Secondi Vespri R. Signore, vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

E voi, padrini e madrine, siete disposti ad aiutare i genitori in questo compito così importante?

E voi, padrini e madrine, siete disposti ad aiutare i genitori in questo compito così importante? RITO DI ACCOGLIENZA Genitori Genitori Genitori Che nome date al vostro bambino? Per i vostri bambini che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Il Battesimo. Cari genitori, chiedendo il Battesimo per i vostri

Dettagli

Possa la strada venirvi incontro, possa il vento sospingervi dolcemente, Possa il mare lambire la vostra terra. e il cielo coprirvi di benedizioni.

Possa la strada venirvi incontro, possa il vento sospingervi dolcemente, Possa il mare lambire la vostra terra. e il cielo coprirvi di benedizioni. Possa la strada venirvi incontro, possa il vento sospingervi dolcemente, Possa il mare lambire la vostra terra e il cielo coprirvi di benedizioni. NOME SPOSA E NOME SPOSO GG/MM/ANNO Parrocchia San Corrado

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

SALMO RESPONSORIALE (Sal 33,12.18-22) Rit. Della grazia del Signore è piena la terra

SALMO RESPONSORIALE (Sal 33,12.18-22) Rit. Della grazia del Signore è piena la terra Di seguito una selezione di 10 brani per il SALMO RESPONSORIALE. Il Salmo segue la Prima Lettura. É una preghiera comunitaria che coinvolge tutta l'assemblea. Potrebbe essere uno dei vostri invitati a

Dettagli

Riti di introduzione. Memoria del battesimo

Riti di introduzione. Memoria del battesimo Riti di introduzione Sacerdote: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sacerdote: La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo, sia con

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELLA PASQUA lezionario festivo anno C Sabato 13 febbraio 2016,

Dettagli

FESTA DELLE FAMIGLIE nella festa liturgica della SACRA FAMIGLIA

FESTA DELLE FAMIGLIE nella festa liturgica della SACRA FAMIGLIA A cura del GRUPPO FAMIGLIA Parrocchia S. Teresa del B.G. - Taranto FESTA DELLE FAMIGLIE nella festa liturgica della SACRA FAMIGLIA Introduzione alla S. Messa (una coppia) Marito: oggi nella nostra parrocchia

Dettagli

Parrocchia di san Bruno NOVENA DEL SANTO NATALE DI GESÙ

Parrocchia di san Bruno NOVENA DEL SANTO NATALE DI GESÙ Parrocchia di san Bruno NOVENA DEL SANTO NATALE DI GESÙ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rit. Il Signore è vicino, venite adoriamo. Salmo invitatorio Rallegrati, figlia di Sion;

Dettagli

DIO TRINITA : comunità di amore

DIO TRINITA : comunità di amore DIO TRINITA : comunità di amore 8a domenica per anno 22.05.2005 ACCOGLIENZA Anche in questa domenica, festa della SS. Trinità, siamo invitati alla tavola del Signore ove si celebra la comunione di amore

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli

beati i poveri natale di nostro Signore Gesù Cristo 25 dicembre 2004

beati i poveri natale di nostro Signore Gesù Cristo 25 dicembre 2004 NATALE: IL BAMBINO, 8, ;0, beati i poveri natale di nostro Signore Gesù Cristo 25 dicembre 2004 ACCOGLIENZA Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo AMEN Dio, Padre di bontà, che ha tanto

Dettagli

IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA SOLENNITÀ ATTO DI VENERAZIONE ALL IMMACOLATA IN PIAZZA DI SPAGNA ROMA PIAZZA DI SPAGNA, 8 DICEMBRE 2015 Il Santo Padre: Nel nome del Padre e del Figlio e

Dettagli

ELISABETTA VENDRAMINI

ELISABETTA VENDRAMINI ORA MEDIA In onore della beata ELISABETTA VENDRAMINI vergine e fondatrice festa liturgica 27 aprile 2 INNO Nel canto celebriamo la vergine fedele che ha dato alla Chiesa una famiglia nuova. Di nobili natali,

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI Giornata di preghiera per il Bicentenario della Diocesi 1816-2016 Giubileo della Misericordia Domenica 25 ottobre 2015 PREMESSA In vista dell apertura del Bicentenario della

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA C O M U N I T A E C C L E S I A L E D I S A N C A T A L D O ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA PREGHIERA PER IL SINODO SULLA FAMIGLIA IN COMUNIONE CON IL SANTO PADRE FRANCESCO E LA CHIESA SPARSA NEL MONDO San

Dettagli

Elenco dei Ragazzini 1ª Comunione in ordine di fila. Per Processione d inizio Santa messa. 1 ALESSANDRO 1 GIOSE MARIA 2 CENDY 2 ANGELO

Elenco dei Ragazzini 1ª Comunione in ordine di fila. Per Processione d inizio Santa messa. 1 ALESSANDRO 1 GIOSE MARIA 2 CENDY 2 ANGELO PARROCCHIA San. Nicolo di Bari in Pistunina Elenco dei Ragazzini 1ª Comunione in ordine di fila Per Processione d inizio Santa messa. 1 ALESSANDRO 1 GIOSE MARIA 2 CENDY 2 ANGELO 3 LUCIANO 3 MARIA TINDARA

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

SOLENNITÀ DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO RE DELL UNIVERSO

SOLENNITÀ DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO RE DELL UNIVERSO SOLENNITÀ DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO RE DELL UNIVERSO SANTA MESSA C E L E B R A Z I O N E D I C H I U S U R A DELL ANNO DELLA FEDE DOMENICA 24 NOVEMBRE 2013 RITI DI INTRODUZIONE Prima della Santa Messa

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro

In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) ======================================================

Dettagli