Catechiste e catechisti capaci di Vangelo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Catechiste e catechisti capaci di Vangelo"

Transcript

1 1 Catechiste e catechisti capaci di Vangelo La modifica operata sul titolo della lettera pastorale che il Vescovo Francesco ha indirizzato alle nostre Comunità: Donne e uomini capaci di Vangelo non è arbitraria, perché l identità del/la catechista può definirsi soltanto in stretto rapporto all identità del cristiano. È a partire dalla fede, dalla sua singolare forma evangelica, che siamo invitati a riflettere sul dono e sulla responsabilità di essere oggi catechiste/i nella nostra Chiesa. 1. La fede è una cosa per pochi o è una cosa da poco? (7) È un interrogativo che dà molto da pensare. A giudicare dai numeri forniti dalle indagini statistiche, il panorama della pratica religiosa e delle forme dell appartenenza ecclesiale appare profondamente mutato. Già il vescovo Roberto e le Costituzioni sinodali del 2007 ( 312; cfr. anche 17 e 99) avevano richiamato l attenzione a questo fenomeno: i grandi rivolgimenti storico-culturali che presiedono alla secolarizzazione hanno accelerato l erosione di quel catecumenato sociale e familiare che favoriva un appartenenza religiosa quasi spontanea e pubblicamente riconoscibile. In una cultura rurale, la trasmissione della visione della vita legata al Vangelo poteva contare su di una tradizione che garantiva la grammatica fondamentale dell esperienza cristiana, in termini di ritmi di preghiera, calendario di celebrazioni e regole di comportamento. Alla comunità cristiana non si chiedeva di iniziare alla fede, ma di coltivare ed irrobustire una scoperta già avvenuta, in un contesto di profonda osmosi tra le istituzioni civili e l appartenenza ecclesiale. Oggi quel legame si è spezzato. Ciò che, sul piano pedagogico, viene diagnosticata come una generale crisi della trasmissione di stili e di valori, trova conferma nel difetto di persuasività delle parole e dei gesti della fede e, più in generale, nel ridimensionamento della simbolica religiosa. Le ricadute nella pratica catechistica ci sono ben note. Probabilmente anche a noi è capito di condividere l amarezza di un lavoro che sembra sia cosa da poco, perché conta poco, dato che ci viene concesso un credito a tempo, come una parentesi stretta in un agenda sovraffollata. Per non dire poi dell esito frustrante di alcune richieste di collaborazione, che hanno suscitato la reazione stupita da parte di chi pensava di avvalersi soltanto di una prestazione di servizio Non è questa la sede per impegnarci nella diagnosi puntuale di alcune caratteristiche salienti della cultura occidentale contemporanea, riconoscibili al fondo delle dinamiche citate (pensiamo, in particolare, all individualismo e all ideale dell auto-realizzazione, alla seduzione consumistica ed alla riduzione funzionale dei legami). Tantomeno vogliamo crogiolarci in rimpianti o nostalgie (che distorcono anche le memorie più preziose) o sognare la costruzione di un mondo alternativo: rifuggiamo dalla controffensiva ostile e dalla militanza intonata al risentimento. Però non vogliamo nemmeno peccare di ingenuità, dissimulando alcune insidie rivolte specificamente agli aspiranti credenti di oggi. Penso alla seduzione estetica ed alla riduzione psicologica. Riguardo alla prima, in una maniera come al solito diretta e salace, papa Francesco, lo scorso 27 giugno, commentando il brano di Mt 7,21-29, si esprimeva così: «[Tra i cristiani senza Cristo abbiamo] il cristiano light, che invece di amare la roccia, ama le parole belle, le cose belle e si rivolge verso un dio spray, con atteggiamento di superficialità e leggerezza». Quando la valorizzazione della bellezza (che trova grande ispirazione nelle immagini e nei testi della tradizione credente) rimane disgiunta dalla passione per la verità, la fede si riduce a suggestione ornamentale, perché non raggiunge

2 2 il piano della decisione e non si dedica alla plasmazione delle pratiche concrete. Quanto alla riduzione psicologica, dobbiamo riconoscere che la disgregazione delle identità sociali forti, così come l accresciuta competizione e la privatizzazione dei sentimenti e degli ideali, hanno accresciuto l esigenza di nuove forme di aggregazione, nelle quali l intensità e la gratificazione assurgono a criteri decisivi per l adesione credente. Senza sminuire le nuove opportunità, dobbiamo ammettere che la strategia del contagio non costituisce rimedio autentico all anonimato, così come il criterio del proprio sentire non è titolo sufficiente per certificare la validità obiettiva di un esperienza di fede. Nell interrogazione da cui siamo partiti è rimasta in sospeso una domanda: dunque la fede è una cosa per pochi?. Tenendo conto della condizione di minoranza del cristianesimo nelle società postmoderne, dobbiamo rassegnarci ad una concezione elitaria della fede, soltanto un po più blasonata di un avventura settaria? Al cuore del Vangelo di Gesù c è un offerta di grazia per tutti, la proposta di un alleanza che dal punto di vista del desiderio di Dio non esclude nessuno. Ecco perché anche quando la Chiesa non è più di tutti come accadeva invece nel regime della societas christiana, deve essere per tutti: non può mancare di rivolgere a tutti la testimonianza della speranza che riceve dall incontro con il Signore. Precisato questo, si può comunque dire che la fede è una cosa per pochi, perché non possiamo (più) adagiarci nell abitudine: non possiamo accontentarci di un cristianesimo di facciata, non più motivato da convinzioni personali e non più in grado di parlare in modo significativo al cuore delle persone (cfr. Costituzioni sinodali 19). I margini di tolleranza nei confronti della mediocrità si stanno sempre più riducendo: il nostro mondo già Gesù ci aveva avvisato, parlando del sale scipito (cfr. Mt 5,13) non sa che farsene di cristiani tiepidi, tanto meno di ipocriti. C è bisogno di donne e di uomini che non prendono la fede come pretesto per la loro meschinità e i loro intrallazzi, ma che proprio dalla fede in Gesù attingano forza per testimoniare una bontà che guarisce ed una speranza che infonde coraggio. 2. Fare della fede non un abito da esibire, ma la sorgente viva della propria esistenza (2) Di fronte a questa raccomandazione la prima reazione è che si tratta di un impresa è impossibile. Non per le presunte condizioni sfavorevoli del nostro tempo, ma per una ragione fondamentale: che non si può avere Dio senza Dio! Solo per arroganza potremmo pensare che la fede ci spetta come premio per le nostre prestazioni. Chi pretende di scalare il Cielo di Dio, nel caso migliore, finisce per compiacersi della propria immagine. La fede è piuttosto una questione spirituale, cioè è sospesa alla benevolenza di Dio che mediante il suo Spirito ci lega a Gesù e ci introduce nella comunione con Lui. Dunque, l impresa di fare della fede la sorgente viva della nostra esistenza diviene possibile a condizione che lasciamo zampillare in noi lo Spirito che il Signore riversa nei nostri cuori (cfr. Rom 5,5). Con il tuo amore rendimi capace di amarti : potrebbe suonare così la preghiera che deve valere come cantus firmus delle nostre giornate. La fede può scaturire ed alimentarsi soltanto in un intima relazione con il Signore (con Colui che ci ha conquistati: cfr. Fil 3,12) Qualche giorno fa il 31 ottobre 2013, commentando il brano di Rom 8,31ss, papa Francesco si esprimeva così: «[ ] Senza l amore di Cristo, senza vivere di questo amore, riconoscerlo, nutrirci di quell amore, non si può essere cristiano». Il cristiano «si sente guardato dal Signore con quello sguardo tanto bello, amato dal Signore e amato sino alla fine». Incontro relazione amore : sono parole forti. Magari in un

3 3 tempo come il nostro, in cui sembra che i segni della presenza di Dio si siano rarefatti e molti nemmeno ne provano nostalgia, qualcuno le considera esagerate. Eppure è proprio in questi termini che il Vaticano II, in particolare il primo capitolo della Dei Verbum, racconta l identità della nostra fede: Gesù è colui che ci narra gli intima Dei (DV 4); mediante lui il Dio invisibile, nel suo grande amore, parla agli uomini come ad amici e si intrattiene con essi per invitarli ed ammetterli alla comunione con sé (DV 2). Noi potremo diventare uomini e donne capaci di Vangelo nella misura in cui ci lasciamo modellare da Lui. Dove e come tutto questo può accadere anche per me? L interrogativo è vitale e le risposte si compendiano in un ritmo scandito nel testo dei vangeli da due verbi inseparabili: dimorare e seguire. Del primo, di spiccato sapore giovanneo (cfr. Gv 15), offre una rappresentazione efficace proprio l immagine scelta per l anno pastorale diocesano. La Chiesa ci indica alcuni luoghi privilegiati per vivere di questa confidente intimità: la Scrittura («Il cristianesimo», infatti, «non comincia dicendo agli uomini quello che devono fare, ma quello che Dio ha fatto per loro in Cristo Gesù» R. CANTALAMESSA, Prima predica d Avvento alla presenza di Benedetto XVI, 5 dicembre 2008) e i sacramenti, disposti su di un arco che ha come pilastri il Battesimo (il sacramento dell inserzione nel Mistero pasquale) e l Eucaristia (il banchetto dello Sposo con lo Sposo). Ecco perché la celebrazione eucaristica è per ogni cristiano una questione di identità e di sopravvivenza: Sine Dominico vivere non possumus. Al riguardo sono decisamente più convincenti le parole che papa Francesco ha rivolto proprio ai catechisti il 27 settembre 2013: Prima di tutto, ripartire da Cristo significa avere familiarità con Lui, avere questa familiarità con Gesù: Gesù lo raccomanda con insistenza ai discepoli nell Ultima Cena, quando si avvia a vivere il dono più alto di amore, il sacrificio della Croce. Gesù utilizza l immagine della vite e dei tralci e dice: rimanete nel mio amore, rimanete attaccati a me, come il tralcio è attaccato alla vite. Se siamo uniti a Lui possiamo portare frutto, e questa è la familiarità con Cristo. Rimanere in Gesù! È un rimanere attaccati a Lui, dentro di Lui, con Lui, parlando con Lui: rimanere in Gesù. La prima cosa, per un discepolo, è stare con il Maestro, ascoltarlo, imparare da Lui. E questo vale sempre, è un cammino che dura tutta la vita. [ ] Ma tu ti lasci guardare dal Signore? Lasciarci guardare dal Signore. Lui ci guarda e questa è una maniera di pregare. Ti lasci guardare dal Signore? Ma come si fa? Guardi il Tabernacolo e ti lasci guardare è semplice! È un po noioso, mi addormento... Addormentati, addormentati! Lui ti guarderà lo stesso, Lui ti guarderà lo stesso. Ma sei sicuro che Lui ti guarda! E questo è molto più importante del titolo di catechista: è parte dell essere catechista. Questo scalda il cuore, tiene acceso il fuoco dell amicizia col Signore, ti fa sentire che Lui veramente ti guarda, ti è vicino e ti vuole bene. Ciò significa che, soprattutto un catechista, non può presumere di conoscere il suo Signore (cfr. Fil 3,8). Quando cediamo a questa tentazione, per pigrizia o magari soltanto per la fretta, coloro che ci sono affidati hanno immediatamente la sensazione che stiamo sbrigando una faccenda pedante e noiosa anzitutto per noi, che non merita troppa passione. Mancheremmo di rispetto a Dio e non saremmo capaci di educare alla pazienza necessaria con Lui. Avere rispetto per Dio esige che, come catechisti, confezioniamo delle proposte serie, affinché Lui non venga ridicolizzato dal nostro dilettantismo. La serietà si misura appunto nel lasciarsi condurre per mano dalla Scrittura e nell avere cura dell arte del celebrare. Quando viviamo la preghiera comunitaria e personale come uno stare con il Signore, come un lasciarci guardare da Lui, ci tocca un esperienza curiosa, simile a quella di Zaccheo (Lc 19,1-10): l esperienza di essere ospitati da Colui che ospitiamo! L anno liturgico ci offre proprio questa opportunità: nel ritmo delle stagioni, la liturgia dischiude accessi sempre nuovi all unico, delicato, mistero di Gesù.

4 4 È rimasto in sospeso il secondo verbo: dimorare con Gesù per seguire Gesù. Già, ma dove ci porta? L essere ospitati da Lui dove ci spinge? Per rispondere dobbiamo invertire il titolo della lettera pastorale. 3. Un Vangelo capace dell uomo In Gesù abbiamo scoperto un Dio capace per intero della nostra umanità, anche di coloro che lo rifiutano e lo osteggiano. Ecco perché, se segui Gesù, Lui ti conduce dentro la storia effettiva, nella trama concreta delle persone che incontri. È lì che siamo chiamati a testimoniare che nel Vangelo di Gesù si trova la verità dell uomo e che il cuore del Vangelo è la passione per l uomo. Secondo il Vangelo di Gesù, la storia ha una dignità divina: Dio vuol costruire il Suo futuro dal/col nostro presente. L Incarnazione non designa soltanto una parte circoscritta della storia della salvezza; piuttosto rivela la forma, il modo in cui Dio è sempre con noi. Come l Emanuele, appunto. Sullo sfondo della variegata offerta religiosa del mondo globalizzato suona quasi scandalosa questa confessione che sta al cuore del Vangelo: Dio salva la storia da dentro, perché Gli sta troppo a cuore la nostra libertà, anche quando ne paga il prezzo. Quindi, non sarebbe degno dell uomo un dio che ti porti fuori dal mondo, che istilli disprezzo per l umanità, che induca la fuga dalla responsabilità per la casa comune che è il mondo. Sull intreccio tra la fedeltà a Dio e la fedeltà alla terra il Vaticano II ci ha consegnato pagine memorabili. Ricordiamo alcuni brani di Gaudium et Spes 22: «In Lui [in Gesù] la natura umana è stata assunta, senza per questo venire annientata, per ciò stesso essa è stata anche in noi innalzata a una dignità sublime. Con l incarnazione il Figlio di Dio si è unito in certo modo ad ogni uomo» [EV 1/1386]. «Cristo [...] è morto per tutti e la vocazione ultima dell uomo è effettivamente una sola, quella divina; perciò dobbiamo ritenere che lo Spirito Santo dia a tutti la possibilità di venire associati, nel modo che Dio conosce, al mistero pasquale» [EV 1/1389]. Tutto ciò che è umano ci interessa, non è soltanto uno slogan, tanto meno ci autorizza ad un adesione acritica al nostro tempo. Piuttosto è una questione di fedeltà alle scelte del nostro Signore: nella logica evangelica l umanità non viene mai relegata al ruolo di spettatrice defilata dell agire di Dio, dato che il Dio di Gesù Cristo trova gloria proprio nel suscitare la nostra corrispondenza (ecco perché non c è nulla di autenticamente umano che sia estraneo al Mistero di Cristo). Sopra si diceva che non si può avere Dio senza Dio (se non è il suo Spirito ad ammetterci alla comunione con Lui). Ora dobbiamo specificare: non possiamo avere Dio ponendoci sopra il mondo, dato che la Chiesa ha bisogno del mondo per imparare quel Vangelo che gli annuncia. Sempre nel Concilio, ancora nella Gaudium et spes, leggiamo infatti: «[ ] La Chiesa non ignora quanto essa abbia ricevuto dalla storia e dall evoluzione del genere umano. [ ] Essa sente con gratitudine di ricevere, nella sua comunità non meno che nei suoi figli singoli, vari aiuti dagli uomini di qualsiasi grado e condizione» [EV 1/ ]. Il linguaggio ci sembra forse troppo prudente. Però a noi catechisti fornisce un criterio per misurare la qualità evangelica della missione che svolgiamo: quanto impariamo dai bambini, dai ragazzi, dai giovani che incontriamo? Chi pensa di non ricevere mai nulla e di avere soltanto da dare deve preoccuparsi molto, perché vuol dire che si è spezzato l equilibrio evangelico dell admirabile commercium. Di fronte alla sfiducia e perfino al nichilismo che nella nostra società affliggono non soltanto le nuove generazioni, è impellente la responsabilità di risvegliare un idea di uomo all altezza di un Dio che ci prende così sul serio. Si tratta della questione educativa, a più riprese evocata nei

5 5 documenti dei vescovi italiani. Perché il Vangelo di Gesù possa sprigionare il Suo fascino abbiamo bisogno di educare ad uno sguardo sapienziale sulla vita, che comincia nel cogliere lo spessore reale delle cose di ogni giorno. Un esempio attualissimo e doloroso? Il lavoro non è soltanto uno strumento per fare soldi, ma un requisito di dignità. Potremmo proseguire parlando dell amore, che non è uno scherzo, perché tocca le corde fondamentali della vita: l alleanza e il perdono, l attesa e la consolazione, la fiducia e il coraggio. È in questa direzione che, in particolare tra noi adulti, possiamo risvegliare il gusto della libertà e disporre alla sorpresa di un Dio che non ti prende di peso, usando violenza, ma che ti cerca rimanendo come in sospeso di fronte alla tua decisione. A mo di epilogo Nei confronti delle nuove generazioni e di tutti coloro che se ne prendono cura, in primo luogo le famiglie, la catechesi è la proposta più importante delle nostre comunità, proprio perché offre la possibilità di scoprire la storia di Gesù, di affezionarsi a Lui, e di entrare nel mondo con la Sua amicizia. L iniziazione alla fede delle nuove generazioni è, pertanto, per la parrocchia «non uno tra i tanti settori della pastorale, ma ne è il momento fondamentale. Dovrebbe infatti fungere da modello ispiratore di tutte le attività della comunità ecclesiale e, plasmando il tratto iniziale della vita cristiana, ne determina l intero itinerario» (Costituzioni sinodali 308). a) La catechesi è un esperienza Nel dopo Concilio, sulla scia del Documento base (Il rinnovamento della catechesi, pubblicato il 2 febbraio 1970), siamo abituati a dirlo, per superare una concezione nozionistica della trasmissione della fede (non dimentichiamoci, però, che quando ciò avveniva, provvedeva il contesto a colmare il gap esperienziale). Ora, però, affinché l incontro di catechesi assuma la fisionomia di un esperienza di fede, deve essere costruito con tutti i sensi: non solo con l udito, ma anche con la vista, l olfatto, il tatto e il gusto. Nell appellarci ai cinque sensi non facciamo altro che riconoscere che la proposta della fede ha bisogno di concretezza: proprio perché ha come centro l annuncio di una salvezza della/nella carne (la gloria pasquale coinvolge e trasfigura la vita del Crocifisso), vive di carne, di una umanità non dimidiata, ma valorizzata anche nella sua dimensione sensibile. Una nozione magari la dimentichi, ma una carezza mai. Di qui l importanza di far passare con il corpo l annuncio di un Dio che ha a cuore l uomo. b) da vivere insieme È un avverbio scomodo perché conosciamo bene le fatiche del muoverci coordinati, come un corpo armonico che ha molte membra. La catechesi come esperienza di fede esige il protagonismo di coloro che ne ricevono il mandato; vuol contare sulla loro creatività. Però non può mai ridursi ad un avventura individuale o di piccoli gruppetti isolati; dobbiamo trovare modi e forme per crescere nella consapevolezza di far parte di un unica comunità e di muoverci in comunione con la Chiesa, che è la custode e garante della nostra esperienza di fede sempre originale. Un modo semplice per vivere l ecclesialità ed esercitare la responsabilità profetica che il battesimo ci assegna è la verifica dei nostri cammini di catechesi (per condividere dobbiamo però superare anche le invidie e le gelosie ).

6 Nella prima parte di questa riflessione, parlando della condizione di minoranza del cristianesimo ho scansato di proposito un interrogativo: nel nostro tempo la fede potrà ancora assumere una dimensione popolare? Non sono in grado di diramare una prognosi. Però oso dire che non è questo il problema centrale. Ciò di cui dobbiamo preoccuparci è di vivere la missione catechistica come un esperienza ecclesiale. Il riscontro che siamo sulla buona strada ci viene da un duplice retrogusto: quello della gratitudine e del coraggio. Nel fare catechesi le fatiche si sprecano e gli utili si azzerano; però, la consapevolezza di essere scelti come mediatori del desiderio di Gesù di incontrare i figli dell uomo riesce ad accendere la nostra riconoscenza? La gratitudine alimenta il coraggio, perché se il Vangelo ci testimonia un Dio che educa e nutre il suo popolo mettendo in conto persino di pagare del suo, vuol dire che non dobbiamo avere paura quando diamo fiducia al nostro mondo e ci incoraggiamo a vicenda nel costruire fraternità. Nei bambini, il desiderio di scoprire e lo stupore sono di casa. Quando li trovi negli adulti rimani spiazzato, perché vuol dire che ti trovi di fronte ad una donna, ad un uomo che non si sono seduti, ma che, proprio perché conquistati, diventano cercatori insaziabili. Dio non se ne dispiace: non è forse Colui che è e rimane nuovo per eccellenza? Soltanto chi ha rispetto per Lui mette in conto, ad ogni età, di lasciarsi sorprendere. 6

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA

ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA Conferenza Episcopale Italiana Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l annuncio e la catechesi ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA Lettera alle comunità, ai presbiteri e ai catechisti

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

la comunità educante

la comunità educante la comunità educante angelo Scola cardinale arcivescovo di milano la comunità educante Nota sulla proposta pastorale del triennio 2011-2014 isbn 978-88-6894-017-1 Il bene della famiglia Per confermare

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI 1. Il rinnovamento della catechesi, pubblicato nel 1970 sotto la spinta del Concilio Vaticano II, ha segnato decisamente,

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

ANN PASTORALE 2014 2015 LE 100 CASE DEL SIGNORE CONVOCAZIONE DELLA FOLLA EVANGELII GAUDIUM COME FUNZIONA UNA CHIESA IN USCITA

ANN PASTORALE 2014 2015 LE 100 CASE DEL SIGNORE CONVOCAZIONE DELLA FOLLA EVANGELII GAUDIUM COME FUNZIONA UNA CHIESA IN USCITA ANN PASTORALE 2014 2015 LE 100 CASE DEL SIGNORE CONVOCAZIONE DELLA FOLLA EVANGELII GAUDIUM COME FUNZIONA UNA CHIESA IN USCITA La spinta, il coraggio, lo spunto alla Chiesa per vivere in uscita, evangelizzatrice,

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione

Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione Arcidiocesi di Salerno Campagna Acerno CONVEGNO PASTORALE DIOCESANO 16-17-18 giugno 2015 Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione STRUMENTO DI LAVORO alla

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA

IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA Numeri 5/6 1 luglio 2004 IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA Nota pastorale dell Episcopato italiano Introduzione Pag. 129 I. Comunicare e vivere il Vangelo tra la gente in un

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi dal Notiziario n. 21/2010 del Pontificio Consiglio per i Laici Negli ultimi mesi il Santo Padre è intervenuto ripetutamente a proposito dei

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE Documento preparatorio Città del Vaticano 2013 I Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

Dettagli

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Decàpoli Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio Va nella tua casa, dai tuoi, annunzia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la

Dettagli

L amore più grande I II III. Anno Pastorale 2014-2015

L amore più grande I II III. Anno Pastorale 2014-2015 L amore più grande Anno Pastorale 2014-2015 I II III Arcidiocesi di Torino Curia Metropolitana via Val della Torre, 3 10149 Torino (To) Tel. 011 5156300 www.diocesi.torino.it L amore più grande Anno Pastorale

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

La santità al femminile

La santità al femminile Chiavari, 25 settembre 2010. La santità al femminile Introduzione Prima di parlare di santità al femminile, vorrei dedicare la prima parte della nostra riflessione alla santità e alla sua condizione nella

Dettagli

La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015

La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015 La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015 «La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare

Dettagli

LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1

LA PASQUA SETTIMANALE DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 Spunti per la meditazione personale e per la riflessione agli alunni Fr. Donato Petti 1. Perché cercate tra i morti

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata portare vita piena agli altri Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata del Terz Ordine Regolare di San Francesco d Assisi Luglio 2013 #2 La Missione di Gesù Carissime/i, dopo aver presentato

Dettagli

Beati gli invitati alla Cena del Signore Educare alla fede i ragazzi dai 7 ai 12 anni.

Beati gli invitati alla Cena del Signore Educare alla fede i ragazzi dai 7 ai 12 anni. + GIUSEPPE MERISI Vescovo di Lodi Beati gli invitati alla Cena del Signore Educare alla fede i ragazzi dai 7 ai 12 anni. Lettera pastorale 2009-2010 Introduzione Carissimi, il Santo Padre Benedetto XVI

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Mons. Vincenzo Paglia Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia Tra pochi mesi si riunirà a Roma il Sinodo Ordinario dei Vescovi su La Vocazione

Dettagli

CAPITOLO I LA RIVELAZIONE

CAPITOLO I LA RIVELAZIONE COSTITUZIONE DOGMATICA Dei Verbum SULLA DIVINA RIVELAZIONE PROEMIO 1. In religioso ascolto della parola di Dio e proclamandola con ferma fiducia, il santo Concilio fa sue queste parole di san Giovanni:

Dettagli

Diocesi di Gubbio In Gesù Cristo uomini nuovi

Diocesi di Gubbio In Gesù Cristo uomini nuovi Diocesi di Gubbio In Gesù Cristo uomini nuovi In cammino verso l Assemblea Diocesana 1 PRESENTAZIONE Dal 9 al 13 novembre 2015 si celebrerà a Firenze il 5 Convegno della Chiesa Italiana dal tema In Gesù

Dettagli

Chiunque beve di quest acqua don GIACOMINO PIANA

Chiunque beve di quest acqua don GIACOMINO PIANA approfondimenti biblici 07 Chiunque beve di quest acqua don GIACOMINO PIANA In verità, in verità vi dico, se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio Quel che è nato dalla

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

UNITALSIAMO, voce del verbo pregare

UNITALSIAMO, voce del verbo pregare INDICE UNITALSIAMO, voce del verbo prendere l iniziativa La gioia della missione nell Associazione e nella comunità ecclesiale a cura di Salvatore Pagliuca, Presidente Nazionale U.N.I.T.A.L.S.I. Parte

Dettagli

Cristo, tu ci sei necessario! La responsabilità dei battezzati nell annuncio di Gesù Cristo

Cristo, tu ci sei necessario! La responsabilità dei battezzati nell annuncio di Gesù Cristo DIOCESI DI ROMA Convegno pastorale 2013 Cristo, tu ci sei necessario! La responsabilità dei battezzati nell annuncio di Gesù Cristo Relazione del Cardinale Vicario Basilica di San Giovanni in Laterano,

Dettagli

Cos è? I CONTENUTI. Progetto culturale orientato in senso cristiano

Cos è? I CONTENUTI. Progetto culturale orientato in senso cristiano Progetto culturale orientato in senso cristiano Cos è? I CONTENUTI Per una mappa dei contenuti Il punto di partenza forse può essere l obiettivo indicato nel n. 85 di Fides et ratio, che definisce un compito

Dettagli

Ascensione del Signore: testimoni del Risorto nel mondo

Ascensione del Signore: testimoni del Risorto nel mondo ISM - Incontro di discernimento vocazionale (Roma, 30 maggio-1 giugno 2014) Ascensione del Signore: testimoni del Risorto nel mondo «Quelli dunque che erano con lui gli domandavano: Signore, è questo il

Dettagli

ENTRÒ PER RIMANERE CON LORO (Lc 24,29)

ENTRÒ PER RIMANERE CON LORO (Lc 24,29) QUARESIMA-PASQUA 2015 ENTRÒ PER RIMANERE CON LORO (Lc 24,29) Tutte le opere dell'uomo proseguono inesorabilmente condotte dal tempo che mai si arresta. Anche l'anno pastorale corre veloce sui binari della

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 INTRODUZIONE

Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 INTRODUZIONE Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 L ATTEGGIAMENTO DELLA CHIESA DI FRONTE AI SEGUACI DI ALTRE RELIGIONI (Riflessioni e orientamenti su dialogo e missione) Una tappa nuova INTRODUZIONE 1.

Dettagli

SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO

SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO DIOCESI DI ROMA CONVEGNO DIOCESANO 2009 SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO APPARTENENZA ECCLESIALE E CORRESPONSABILITÀ PASTORALE RELAZIONI DI SINTESI 1 SINTESI DELLE RELAZIONI

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

CROCIFISSO, 17 - RIMINI - VIA DEL. www.crocifisso.rimini.it. oi viviamo sperimentando continuamente la morte, ma

CROCIFISSO, 17 - RIMINI - VIA DEL. www.crocifisso.rimini.it. oi viviamo sperimentando continuamente la morte, ma ANNO PASTORALE 2014/2015 N 7 - VIA DEL CROCIFISSO, 17 - RIMINI - TEL. 0541 770187 www.crocifisso.rimini.it SS. MESSE IN PARROCCHIA ORARIO (in vigore dal 29 Marzo) Feriali: ore 8 Venerdì ore 8-18 Prefestiva:

Dettagli

SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA

SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA 1 INCONTRO LA PAROLA: dal Vangelo secondo Luca 23, 33-49 La domanda che nasce spontanea dalla lettura del testo sembra quasi banale: Ma come puoi tu portare salvezza, portare

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana

Conferenza Episcopale Italiana Conferenza Episcopale Italiana EDUCARE ALLA VITA BUONA DEL VANGELO Orientamenti pastorali dell Episcopato italiano per il decennio 2010-2020 PRESENTAZIONE Gli Orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020

Dettagli

Ad gentes 1 www.olir.it

Ad gentes 1 www.olir.it DECRETO Ad gentes SULL ATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA PROEMIO 1. Inviata per mandato divino alle genti per essere «sacramento universale di salvezza» la Chiesa, rispondendo a un tempo alle esigenze

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli