La nascita di Cristo e il Natale (Prima parte)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nascita di Cristo e il Natale (Prima parte)"

Transcript

1 La nascita di Cristo e il Natale (Prima parte) 1. Luca 1:26-38: L annuncio del concepimento Per iniziare questa analisi delle cose che la Bibbia dice sulla nascita di Gesù Cristo, andiamo a leggere il primo capitolo di Luca. I versi 5-25 parlano dell annuncio della nascita di Giovanni Battista a Zaccaria suo padre e del fatto che Elisabetta, la madre di Giovanni, si nascose per cinque mesi dopo il concepimento. I versi che seguono continuano a dirci cosa accadde il sesto mese dal concepimento di Giovanni: Luca 1:26-33 Nel sesto mese *dopo il concepimento di Giovanni+, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, ad una vergine fidanzata a un uomo di nome Giuseppe, della casa di Davide; e il nome della vergine era Maria. E l angelo, entrato da lei, disse: «Salve, o grandemente favorita, il Signore è con te; tu sei benedetta fra le donne» Ma quando lo vide, ella rimase turbata alle sue parole, e si domandava cosa potesse significare un tale saluto. E l angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, tu concepirai nel grembo e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù. Egli sarà grande e sarà chiamato Figlio dell Altissimo *cioè Figlio di Dio+; e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, Page 1 of 19

2 suo padre; e regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine» Secondo questo passo, Gabriele, uno dei due arcangeli di Dio (l altro è Michele) fu mandato a Nazaret per annunciare a Maria che sarebbe diventata la madre di Gesù. Oltre a questo, l angelo le disse anche alcune cose interessanti su Gesù. Così, le disse che Gesù sarà grande e sarà chiamato Figlio dell Altissimo cioè Figlio di Dio. Le disse anche che Dio gli avrebbe dato il trono del suo padre Davide. Quest ultima dichiarazione significa ovviamente due cose: in primo luogo che Gesù era della stirpe di Davide, e in secondo luogo che avrebbe avuto diritti legali sul trono di Davide, era cioè un successore legale del re Davide. La veridicità di queste dichiarazioni viene provata dalle due genealogie di Gesù che sono date in Matteo 1:1-17 e in Luca 3: La prima di queste genealogie si riferisce al presunto padre di Gesù, Giuseppe, e indica che veniva direttamente dalla stirpe regale del re Davide. Di conseguenza, da un punto di vista legale 1 Gesù aveva diritti legali sul trono di Davide. Oltre a questa posizione legale e dato che Gesù non era realmente figlio di Giuseppe, aveva anche bisogno di una posizione fisica nella casa di Davide. E la ebbe attraverso Maria sua madre. Infatti, la genealogia di Maria data in Luca 3:23-38 mostra che 1 Secondo i costumi della terra, la posizione di Gesù nella società dipendeva dalle credenziali dell uomo che le persone ritenevano fosse suo padre, cioè Giuseppe. Page 2 of 19

3 proveniva dalla casa di Davide. Pertanto, sia legalmente sia fisicamente, Gesù era della casa di Davide con diritti diretti sul trono di Davide 2. Ovviamente tutte queste cose non erano casuali. Al contrario, erano prerequisiti per il Messia, poiché, secondo le profezie dell Antico Testamento, il Messia promesso proveniva dalla stirpe di Abramo (si veda Genesi 21:12 e Galati 3:16) e dalla stirpe di Davide (si veda Salmi 132:11 e Atti 2:29-30). Quindi, dato che Gesù era il Messia, non poteva che provenire dalla stirpe di Abramo e di Davide. Ed era così. Matteo 1:1 esprime molto questa verità con estrema chiarezza: Matteo 1:1 genealogia di Gesù Cristo, FIGLIO DI DAVIDE, FIGLIO DI ABRAHAMO Le genealogie di Gesù Cristo non sono un enumerazione storica ma sono UNA PROVA CHE GESÙ È IL MESSIA, IL CRISTO, IL PROMESSO. In Lui Dio adempì non solo la Sua promessa ad Abrahamo e a Davide (Genesi 21:12, Salmi 132:11) ma anche la Sua promessa a tutta l umanità (Genesi 3:15) che dopo la caduta aspettava colui che avrebbe rettificato la situazione: il Cristo. Ritornando all annuncio dell angelo, Maria aveva una domanda: Luca 1:34 2 Per una discussione più esaustiva su alcune cose riguardanti le genealogie di Gesù Cristo, il lettore può consultare il nostro articolo Le due genealogie di Gesù Cristo. Page 3 of 19

4 E Maria disse all angelo: «Come avverrà questo, poiché io non conosco uomo?» La frase io non conosco uomo indica che Maria non aveva avuto ancora rapporti sessuali. Questo perché allora era stata solo promessa a Giuseppe, mentre, per avere rapporti sessuali con lui, dovevano essere sposati. Tuttavia, contrariamente a tutti gli altri casi, il concepimento di questo bambino non aveva bisogno del contributo di un altro essere umano oltre a Maria. Infatti, come la spiegazione dell angelo mostra, sarebbe stato Dio a preoccuparsi di tutto il resto. Luca 1:35-37 E l angelo, rispondendo, le disse: «Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell Altissimo ti adombrerà, pertanto il santo che nascerà da te sarà chiamato figlio di Dio. Ed ecco Elisabetta, tua parente, ha anch ella concepito un figlio nella sua vecchiaia; e questo è il sesto mese per lei, che era chiamata sterile poiché nulla è impossibile con Dio». [nel testo greco: poiché nulla detto da Dio sarà privo di potere (oti ouk adunatesei para tou theou pan rema)+ Secondo le spiegazioni dell angelo, questo bambino sarebbe stato concepito come conseguenza dell attività miracolosa dell Altissimo, cioè di Dio. Ecco perché sarebbe stato chiamato Figlio di Dio o Figlio dell Altissimo. Page 4 of 19

5 Dopo che Maria ascoltò queste spiegazioni, accettò quello che l angelo le aveva detto: Luca 1:38-39 Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore; mi sia fatto secondo la tua parola». E l angelo si allontanò da lei da lei 3. Con l approvazione del piano da parte di Maria, l angelo si allontanò 2. Matteo 1:18-25: La reazione di Giuseppe Il fatto di essere promessa a Giuseppe e di avere un bambino che non fosse di Giuseppe rese la situazione di Maria molto difficile, e le reazioni di Giuseppe erano estremamente importanti. Queste reazioni sono narrate in Matteo 1:18-25 e saranno l argomento principale di questa sezione. Iniziando dal verso 18 leggiamo: Matteo 1:18 3 È interessante notare che la Parola di Dio non dica in nessun punto che l angelo diede a Maria... un giglio, o che l angelo aveva ali, o che lui o Maria o qualcun altro avevano un cerchio intorno alla testa. Ovviamente, tutto questo non è altro che pura immaginazione. Page 5 of 19

6 Or la nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo. Maria, sua madre, era stata promessa in matrimonio a Giuseppe, ma PRIMA CHE INIZIASSERO A STARE INSIEME, si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. La parola or all inizio di questo passo è la congiunzione greca de che è usata 1) per indicare il passaggio da un argomento a un altro; in questo caso potrebbe essere tradotta come e oppure ora, e 2) per contrapporre quello che viene prima e quello che viene dopo; in quest ultimo caso dovrebbe essere tradotta ma. Di volte che questa congiunzione compare, la KJV la traduce volte ma, 934 e, 166 ora, mentre 300 volte non la traduce affatto. Se deve essere tradotta ma, e, ora, è qualcosa che deve essere compreso dal contesto del rispettivo passo. Nel nostro caso, dovrebbe essere tradotta ma perché contrappone il modo in cui Gesù Cristo è stato concepito con in modi in cui sono stati concepiti coloro di cui si parla nella genealogia data nei versi precedenti (Matteo 1:1-17). Quindi, nonostante in questa genealogia leggiamo che: Abrahamo GENERÒ Isacco; Isacco GENERÒ Giacobbe, Gesù Cristo non fu generato da un padre umano. Al contrario di tutte le altre persone, il padre di Gesù era Dio, e questa congiunzione vuole chiarire questo fatto per mezzo di questo contrasto. Chiarito questo, continuiamo a leggere lo stesso passo in cui apprendiamo che prima che Giuseppe e Maria iniziassero a stare insieme, cioè prima che avessero rapporti sessuali, Maria era incinta. In queste circostanze, la posizione di Maria era veramente molto difficile e molto Page 6 of 19

7 dipendeva dalla reazione di Giuseppe. Se a causa di questo Giuseppe avesse deciso di farle una cattiva reputazione con le sue parole (Deuteronomio 22:14) allora, secondo la legge, la pena per Maria sarebbe stata la morte (Deuteronomio 22:13-21). D altra parte, se avesse deciso di non parlare pubblicamente, ma di affrontare la cosa privatamente, allora avrebbe potuto scrivere un libello di ripudio, e mandare via Maria. (Deuteronomio 24:1). Tuttavia, anche in questo caso, la posizione di Maria e del bambino sarebbe stata molto difficile poiché la società non la avrebbe accolta favorevolmente per avere avuto un bambino senza avere un marito. Il verso 19 ci dice quale di queste due scelte Giuseppe stava pensando di fare: Matteo 1:19 Allora Giuseppe, suo sposo, che era uomo giusto e non voleva esporla ad infamia, deliberò di lasciarla segretamente Giuseppe è descritto come un uomo giusto, cioè come un uomo desideroso di rispettare la legge. Delle due scelte che aveva secondo la legge, stava pensando di seguire la seconda, cioè di mandare via Maria segretamente attraverso un libello di ripudio. Tuttavia, Dio intervenne in questo momento cruciale per proteggere Maria e per proteggere allo stesso tempo Gesù: Matteo 1:20-21 Page 7 of 19

8 Ma, mentre rifletteva su queste cose, ecco che un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria come tua moglie, perché ciò che è stato concepito in lei è opera dello Spirito Santo. Ed ella partorirà un figlio e tu gli porrai nome Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai loro peccati». Con questo intervento, Dio informò Giuseppe che il bambino di Maria era Suo e lo esortò a non fare quello che stava pensando di fare. Gli disse anche il nome che avrebbero dato al bambino. Questa è la seconda volta in cui viene riferito il nome del bambino 4. Tuttavia, questo volta la Parola ci dice anche che il bambino sarebbe stato chiamato Gesù perché avrebbe salvato il suo popolo dai loro peccati. Per quanto riguarda questo nome, bisogna precisare che non è unico il nome in sé, visto che non è stato usato per la prima volta. Infatti, Giosuè il figlio di Nun (Giosuè 1:1) aveva esattamente lo stesso nome di Gesù, sebbene la traduzione in inglese li faccia sembrare diversi 5. Lo stesso accade con l uomo chiamato Iose (KJV, NKJV) o Giosuè (NIV) in Luca 3:29. Il nome di questo uomo nel testo greco è Iesous, esattamente come il nome di Gesù. Quindi, l importanza di questo nome non era nel fatto che fosse usato per la prima volta, dato che non era 4 Il primo era nell annuncio della concezione a Maria (Luca 1:31). 5 Giosuè è l equivalente ebraico del greco Iesous. I traduttori inglesi translitterano lo stesso nome dal testo ebraico nell Antico Testamento, e dal testo greco nel Nuovo Testamento. Ecco perché c è questa differenza. Nel testo greco antico della Bibbia (LXX e Nuovo Testamento) Giosuè e Gesù sono lo stesso nome: Iesous, Gesù. Page 8 of 19

9 così. La sua importanza era nel suo significato, che in ebraico è questo: il Signore (Geova) la nostra salvezza. Era davvero Gesù Cristo l unico attraverso cui il Signore, il Geova, avrebbe portato la salvezza alle persone e che avrebbe salvato il suo popolo dai loro peccati. Questa è la vera importanza di questo nome. Ritornando a Giuseppe e alla sua reazione, i versi 24 e 25 ci dicono se l intervento di Dio gli fece cambiare idea o no: Matteo 1:24 E Giuseppe, destatosi dal sonno, fece come l angelo del Signore gli aveva comandato e prese con sé sua moglie Dopo l intervento di Dio, Giuseppe decise di non mandare via Maria. In questo modo meraviglioso Dio ha protetto Maria e il suo bambino in questa situazione molto critica. In questo modo meraviglioso Dio ha sistemato le cose e ha permesso a Maria di poter avere un bambino che non era di suo marito all interno di una società in cui qualcosa di simile sarebbe stato completamente inaccettabile. In tutto questo era veramente grande il ruolo di Maria e di Giuseppe. La loro volontà di credere a quello che Dio aveva detto è davvero un esempio per noi. Sebbene da un punto di vista genealogico fossero la coppia perfetta per essere la famiglia del Messia, questo non sarebbe accaduto se uno di loro o entrambi fossero stati poco disposti a credere a Dio e a collaborare con Lui. Detto ciò, andiamo al verso 25: Page 9 of 19

10 Matteo 1:25 ma egli *Giuseppe+ non la conobbe *Maria+, FINCHÉ ella ebbe partorito il suo figlio PRIMOGENITO, al quale pose nome Gesù Sebbene questo verso non dica molte cose nuove su Gesù, dice molto su Maria. Quindi, nonostante per milioni di persone Maria rimase vergine per tutta la vita, la Parola di Dio ci dice che Giuseppe non la conobbe cioè non ebbe rapporti sessuali con lei, FINCHÉ ebbe partorito Gesù. Da questa dichiarazione, è chiaro che la conobbe, cioè ebbe rapporti sessuali con lei, DOPO la nascita di Gesù. Sicuramente non c è niente di anormale in questo: Giuseppe e Maria erano una coppia sposata e, secondo la Parola di Dio, il sesso fa parte del matrimonio (1 Corinzi 7:1-5). Oltre a questa affermazione, un altra prova contro la presunta verginità perenne di Maria è il riferimento a Gesù come suo figlio PRIMOGENITO. Se Gesù fosse l unico figlio di Maria, potrebbe essere chiamato il suo primogenito? Naturalmente no, poiché questo aggettivo presuppone l esistenza di più figli, fra cui il PRIMOGENITO. Maria quindi ebbe, dopo la nascita di Gesù, altri figli, come frutto del suo matrimonio con Giuseppe. Infatti, la Bibbia non solo ci dice questo, ma ci dice anche i nomi di quei bambini. La relativa testimonianza è in Matteo 13 dove leggiamo: Page 10 of 19

11 Matteo 13:54-55 E *Gesù+, venuto nella sua patria, li ammaestrava nella loro sinagoga, sicché essi stupivano e dicevano: «Da dove ha ricevuto costui questa sapienza e queste potenti operazioni? Non è costui il figlio del falegname? Sua madre non si chiama Maria e i suoi fratelli Giacomo, Iose, Simone e Giuda? E le sue sorelle non sono tutte fra noi? La Parola di Dio nomina 4 fratellastri di Gesù e dice anche che ebbe un numero plurale di sorellastre. Alla luce di ciò, è evidente che la tradizione, secondo cui Maria rimase vergine tutta la vita, non è biblica e quindi deve essere rifiutata. 3. Luca 2:1-20: La notte della nascita Dopo aver visto l annuncio del concepimento di Gesù a Maria e la reazione di suo marito Giuseppe, la cosa successiva che vedremo è quello che accadde la notte della nascita. Per iniziare, andiamo al secondo capitolo di Luca, in cui i versi 1-3 ci dicono: Luca 2:1-3 Ora, in quei giorni fu emanato un decreto da parte di Cesare Augusto che si compisse il censimento di tutto l impero. Questo censimento fu il primo Page 11 of 19

12 ad essere fatto quando Quirinio era governatore della Siria. E tutti andavano a farsi registrare ciascuno nella sua città. In questo passo sono fornite molte informazioni storiche che possono aiutarci a definire con precisione l anno e il periodo dell anno in cui Gesù nacque. La prima parte dell informazione riguarda il censimento di tutto l impero, cioè del mondo che era sotto l occupazione romana. Secondo le fonti storiche, questo censimento ci fu intorno al 3 a. C. La ragione per cui la Parola di Dio dica che questo censimento fosse IL PRIMO è per aiutarci a non confonderlo con un altro censimento che ci fu successivamente, intorno al 6/7 d. C. Anche ciò che è scritto in Matteo 2:1 mostra che Gesù nacque prima dell anno in cui si pensa che sia nato, poiché Matteo ci dice che, quando nacque Gesù, il re di Giudea era Erode. Di nuovo, secondo le fonti storiche, questo re morì tra il 5 a. C. e l 1 a. C. Risulta chiaro quindi che, se questa fonte è corretta, Gesù nacque sicuramente prima dell 1 a. C., e se anche l anno presunto del censimento è corretto, allora Gesù nacque introno al 3 a. C. Per quanto riguarda il periodo dell anno in cui Gesù nacque, è piuttosto improbabile che sia nato il 25 dicembre. E questo è ovvio, perché un censimento non sarebbe mai stato fatto nel cuore dell inverno, in quanto le condizioni atmosferiche avrebbero reso molto difficile lo spostamento delle persone nella città della loro famiglia 6. Infatti, anche 6 Il clima in Palestina non è molto diverso dal clima del mio paese, la Grecia. Quindi, nonostante il periodo caldo dell anno sia molto più lungo rispetto all Europa Page 12 of 19

13 nella nostra età moderna, in cui abbiamo veloci mezzi di trasporto, i censimenti sono sempre fatti in periodi in cui le condizioni climatiche non possono essere un ostacolo. Ovviamente, se questo è vero oggi, allora dovrebbe essere vero anche in quei giorni. Di conseguenza, una presunta nascita di Cristo il 25 dicembre e un censimento di tutto l impero in questo periodo non sono cose plausibili. Inoltre, il fatto che il verso 8 parli dei pastori che erano con il gregge nei campi è un ulteriore prova che Cristo non sia nato il 25 dicembre, poiché a causa del tempo, il gregge non è mai nei campi in quel periodo. Come Adam Clark ci dice in modo caratteristico: poiché questi pastori non avevano ancora portato a casa il loro gregge, si può presupporre che ottobre non fosse ancora cominciato e che, di conseguenza, il nostro Signore non fosse nato il 25 dicembre, quando non c era il gregge nei campi... Su queste basi si dovrebbe rinunciare all ipotesi della natività a dicembre. (R. E. Woodrow: Babylon Mystery Religion, Ralph Woodrow Evangelistic Association Inc., 1966, this printing 1992 p.141) Detto ciò, è chiaro che è molto improbabile che Gesù sia nato il 25 dicembre. Allora perché la sua nascita viene celebrata in questa data? Il motivo va ricercato nei costumi pagani che hanno trasformato i pagani convertiti al Cristianesimo. Come dice J. Frazer: il più grande culto religioso pagano che promosse la celebrazione del 25 dicembre come festa in tutto il settentrionale, il periodo che va da novembre a marzo non è meno freddo, con temperature che sono molto spesso sotto lo zero. Page 13 of 19

14 mondo romano e greco era il culto-mitraico pagano del sole. Questa festa invernale fu chiamata la Natività la Natività del sole (si veda J. Frazer: The Golden Bough, New York, Macmillan Co., 1935 p.471. La citazione precedente è stata estratta da R. Woodrow op.cit. p. 143). Anche una fonte così conservatrice come The Catholic Encyclopaedia ammette che fu questa festa pagana a portare la celebrazione della nascita di Cristo il 25 dicembre: la ben nota festività solare di Natalis Invicti [la Natività del Sole Invitto], celebrata il 25 dicembre, è probabilmente la responsabilità della nostra data di dicembre (si veda: The Catholic Encyclopaedia, New York, Robert Appleton Co., 1911, p.725. La citazione precedente è stata estratta da R. Woodrow, op. cit. p.143). Alla luce di quanto detto finora 7, è chiaro che il 25 dicembre non è il giorno della nascita di Cristo ma è il giorno in cui i pagani celebravano la natività del sole. Quando questi pagani si sono convertiti al Cristianesimo, hanno portato con loro le vecchie pratiche pagane. La chiesa, invece di assumere una posizione rigida e combattere quelle pratiche, ha preferito cristianizzarle. Così la natività del dio-sole è stata cambiata in la natività del Figlio di Dio. Purtroppo, questa è solo una delle tante pratiche 7 Per ulteriori prove il lettore può consultare l eccellente lavoro di Ralph Woodrow op. cit. Page 14 of 19

15 e tradizioni pagane che sono ancora seguite da un numero considerevole di cristiani. Naturalmente tutto questo non significa che dovremmo agire contro la celebrazione della nascita di Gesù il 25 dicembre o cominciare a lottare con le nostre famiglie per questo. La data in cui Gesù nacque non è più importante del fatto che EGLI NACQUE!!! Tuttavia, dovremmo tener presente la verità su tutte le cose che vediamo riguardo a questo periodo e non lasciarci trasportare credendo alle varie tradizioni create dall uomo. Dopo questa digressione sulla data della nascita di Cristo, è il momento di continuare a leggere Luca 2. Dopo che i versi 1-3 ci hanno fornito alcune informazioni storiche sul censimento, i versi 4-7 ci dicono quello che fecero Giuseppe e Maria: Luca 2:4-7 Or anche Giuseppe uscì dalla città di Nazaret della Galilea, per recarsi in Giudea nella città di Davide, chiamata Betlemme, perché egli era della casa e della famiglia di Davide, per farsi registrare con Maria, sua moglie, che aveva sposato e che era incinta. Così mentre erano là, giunse per lei il tempo del parto. Ed ella diede alla luce il suo figlio primogenito, e lo fasciò e lo pose a giacere in una mangiatoia, perché non c era posto per loro nell albergo. Anche la nascita di Gesù Cristo a Betlemme non era casuale. Secondo l Antico Testamento (Michea 5:2) il Messia sarebbe nato a Betlemme. Ed è Page 15 of 19

16 davvero stupendo il modo in cui Dio organizzò le cose per rendere possibile l adempimento di questa profezia. Giuseppe e Maria non vivevano a Betlemme. Infatti Betlemme era molto lontana da Nazaret 8 e probabilmente soltanto la costrizione di un censimento li avrebbe fatti andare fin lì in quelle condizioni (Maria era incinta). Ma al momento giusto ci fu una ragione per andare lì, e Giuseppe e Maria dovettero andare. Lì nacque Gesù e la promessa di Dio fu compiuta. Per realizzare la Sua promessa Dio non li costrinse ad andare a Betlemme. Il possesso è una strada che Dio non percorre mai. Quando qualcosa è la Sua volontà, Egli organizza le situazioni in modo da poterla eseguire. Ma andiamo avanti: Luca 2:8-14 Ora in quella stessa regione c erano dei pastori che dimoravano all aperto nei campi, e di notte facevano la guardia al loro gregge. Ed ecco, un angelo del Signore si presentò loro 9 *Greco: ephistemi che significa stare a guardare + e la gloria del Signore risplendette intorno a loro, ed essi furono presi da grande paura. Ma l angelo disse loro: «Non temete, perché vi annunzio una grande gioia che tutto il popolo avrà; poiché oggi nella città di 8 Secondo le cartine geografiche ci sono 108 chilometri di distanza. 9 L angelo del Signore non stava librando sui pastori ma era accanto a loro. Anche nel verso 13, poiché la moltitudine dell esercito celeste era CON questo angelo, significa che anche loro erano ACCANTO ai pastori. Se da questo togliete l immaginazione umana secondo cui gli angeli hanno ali, o strumenti musicali o cerchi intorno alla testa, avrete davvero una scena mozzafiato. Page 16 of 19

17 Davide è nato per voi un Salvatore, che è Cristo, il Signore E questo vi servirà di segno: Voi troverete un bambino fasciato, coricato in una mangiatoia». E ad un tratto si unì all angelo una moltitudine dell esercito celeste che lodava Dio, dicendo: «Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini, su cui si posa il suo favore» I primi a cui Dio annunciò la nascita di Suo Figlio erano quei pastori umili. E sapete perché Dio ha annunciato la notizia a loro e non a Erode o ai Farisei o alle altre autorità del tempo? Poiché i pastori CREDEVANO in Lui. Credevano che questo bambino fosse il Messia, il Cristo, come l angelo aveva detto loro. Il verso 20 ci dice che loro se ne ritornarono *dalla mangiatoia], glorificando e lodando Dio per tutte le cose che avevano udito e visto, come era stato loro detto. Credevano in quello che Dio aveva detto loro su questo bambino per mezzo del Suo angelo, e fu proprio questo credere a produrre la loro letizia. Erode, così come gli uomini religiosi di quel tempo, non ci credevano. Hanno perseguitato questo bambino e la sua venuta, che per loro erano cose che creavano solo problemi. Ecco perché Dio non annunciò la nascita di Gesù a loro. Anche oggi: Dio è pronto per rivelare il Suo Figlio a tutti coloro che hanno un cuore per CREDERE in Lui e ad ogni singola anima che si vuole saziare della Parola di Dio. D altra parte, quelli che sono nemici della Parola, quelli che disprezzano la Parola, non l avranno; i meravigliosi annunci della Parola non saranno fatti a loro o, se saranno fatti, non produrranno alcun frutto, come è accaduto con i Farisei. Ecco perché dobbiamo avere le orecchie aperte per sapere cosa vuole da Page 17 of 19

18 noi Dio, invece di decidere di annunciare la Parola a caso ai Farisei e ai pastori allo stesso modo. Se abbiamo le orecchie aperte, Dio ci manderà dai pastori, dalle persone che vogliono essere saziate dalla Parola di Dio. Se non abbiamo le orecchie aperte ma facciamo le cose di Dio basandoci sui nostri cinque sensi, probabilmente finiremo con lo sprecare tempo prezioso per noi e per Dio con i Farisei che disprezzano il cibo della Parola, mentre i pastori staranno cercando qualcuno che li sazi. Ma continuiamo: Luca 2:15-20 E avvenne che, quando gli angeli si allontanarono da loro per ritornare in cielo, i pastori dissero tra loro: «Andiamo fino a Betlemme, per vedere ciò che è avvenuto e che il Signore ci ha fatto conoscere». Andarono quindi in fretta e trovarono Maria, Giuseppe e il bambino, che giaceva in una mangiatoia. Dopo averlo visto, divulgarono quanto era stato loro detto a proposito di quel bambino. E tutti coloro che li udirono si meravigliarono delle cose raccontate loro dai pastori. Maria custodiva tutte queste parole, meditandole in cuor. E i pastori se ne ritornarono, glorificando e lodando Dio per tutte le cose che avevano udito e visto, come era stato loro detto. I pastori avevano creduto all angelo e andarono lì, dove trovarono Gesù in fasce che giaceva in una mangiatoia, esattamente come l angelo aveva detto loro. È a questo punto che, secondo la tradizione, arrivarono gli uomini saggi, i quali, sempre secondo la tradizione, erano tre. Nella Page 18 of 19

19 prossima pubblicazione vedremo se queste tradizioni sono giuste o sbagliate. Tassos Kioulachoglou Page 19 of 19

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT Adorazione Eucaristica A Gesù... per Maria Guida: In occasione della Peregrinatio della Statua della Madonna di Lourdes, lasciamoci illuminare

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Luca 2, 8-20 PREMESSA. IL TESTO di Lc 2, 8-20

Luca 2, 8-20 PREMESSA. IL TESTO di Lc 2, 8-20 1 Luca 2, 8-20 PREMESSA Luca prosegue il suo racconto di natale. Lui è uno storico, ce lo dice all'inizio del suo vangelo (Lc 1,1-4), ma il suo intento non è quello di riportarci dei fatti freddi, così

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Vi annuncio una grande gioia

Vi annuncio una grande gioia Vi annuncio una grande gioia Questo sussidio è disponibile sul sito diocesano www.diocesisansevero.it 28 NOVENA DI NATALE NELLE FAMIGLIE dicembre 2011 Natale Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Lectio divina (4) 1. L'annuncio della nascita di Giovanni Battista (1, 5-25)

Lectio divina (4) 1. L'annuncio della nascita di Giovanni Battista (1, 5-25) 1 Lectio divina (4) Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava,

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO-

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- DOV'È TUO FRATELLO? Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- RE». Poi partorì ancora Abele, fratello di lui. Abele fu pastore

Dettagli

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43)

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) Parrocchia S. M. Kolbe Viale Aguggiari 140 - Varese Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) 1. PREGHIAMO INSIEME Salmo 80 (79) 1 Al maestro del coro. Su «Il giglio della testimonianza».

Dettagli

DA NAZARETH A GERUSALEMME

DA NAZARETH A GERUSALEMME DA NAZARETH A GERUSALEMME In viaggio con Maria per riscoprire in Gesù Cristo il nuovo umanesimo Proposta di itinerario Mariano in cammino verso Firenze2015 La Chiesa italiana è in cammino verso il Convegno

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

LA PROMESSA E LA SPERANZA SECONDO LE SCRITTURE

LA PROMESSA E LA SPERANZA SECONDO LE SCRITTURE Sabato Mariano, 7 dicembre 2014 LA PROMESSA E LA SPERANZA SECONDO LE SCRITTURE P. Alberto Valentini, SMM La speranza biblica non è un vago sentimento, una semplice tensione verso un futuro, sognato migliore,

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

IV DOMENICA DEL TEMPO D AVVENTO (ANNO C)

IV DOMENICA DEL TEMPO D AVVENTO (ANNO C) IV DOMENICA DEL TEMPO D AVVENTO (ANNO C) 23 DICEMBRE 2012 Mic 5, 1-4 Dal libro del profeta Michea Così dice il Signore: «E tu, Betlemme di Èfrata, così piccola per essere fra i villaggi di Giuda, da te

Dettagli

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 Mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai poveri a promulgare l anno di misericordia del Signore PACE CON GLI UOMINI compassione e giustizia 3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 ACCOGLIENZA Nel nome

Dettagli

Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio

Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio Castel Madama, 8 novembre 2013 Il racconto In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città

Dettagli

Ma Lo Sai Tu Che...?

Ma Lo Sai Tu Che...? Ma Lo Sai Tu Che...? ...che il battesimo in acqua fatto nei titoli di Padre, Figlio e Spirito Santo (Matteo 28:19) per Dio non è valido? Tu dirai: Perché non è valido?. La risposta è semplice: Non è valido

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

MA FU PROPRIO UNA MELA?

MA FU PROPRIO UNA MELA? MA FU PROPRIO UNA MELA? Per molti anni ci è stato insegnato che nel Giardino dell Eden c era un albero di mele. Al primo uomo, Adamo, e a sua moglie Eva, Dio comandò di non mangiare il frutto di questo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

Non Io, Ma Cristo di Jim Hohnberger

Non Io, Ma Cristo di Jim Hohnberger Non Io, Ma Cristo di Jim Hohnberger Dio ha un piano di salvezza e redenzione per l'uomo caduto e Satana ha un piano per mantenere l'uomo caduto in questo stato. L'intero piano di Satana è costruito attorno

Dettagli

"In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18)

In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi (I Tessalonicesi 5:18) "In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18) Rendere grazie a Dio, sempre, in ogni circostanza, in qualsiasi momento, in qualunque

Dettagli

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio.

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. 1 È BELLO LODARTI 2 CANTERÒ IN ETERNO 5 NOI VENIAMO A TE 6 POPOLI TUTTI È bello cantare il tuo amore, è bello lodare il tuo amore, è bello cantare il tuo amore, e bello lodarti Signore, è bello cantare

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Decàpoli Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio Va nella tua casa, dai tuoi, annunzia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

GESU' CRISTO E RISORTO possiamo esserne sicuri?

GESU' CRISTO E RISORTO possiamo esserne sicuri? GESU' CRISTO E RISORTO possiamo esserne sicuri? L annuncio della resurrezione di Gesù dai morti è il cuore della buona novella (vangelo) che gli apostoli hanno diffuso attraverso il mondo e per la quale

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE

ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE Il percorso didattico dedicato al Natale ha la finalità di far vivere con maggiore consapevolezza le tradizioni natalizie, dando un significato appropriato ai simboli del

Dettagli

LA LEGGE DI CRISTO E LA LEGGE DI MOSÈ

LA LEGGE DI CRISTO E LA LEGGE DI MOSÈ GESÙ DICE: «Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica sarà paragonato a un uomo avveduto che ha costruito la sua casa sopra la roccia. La pioggia è caduta, sono venuti i torrenti, i venti

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

Vita Abbondante. Corrado Salmé. Un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l abbiano in abbondanza» (Giovanni 10:10).

Vita Abbondante. Corrado Salmé. Un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l abbiano in abbondanza» (Giovanni 10:10). Vita Abbondante Corrado Salmé Un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l abbiano in abbondanza» (Giovanni 10:10). Nessuno uomo ha mai potuto dire queste parole, perché nessun uomo

Dettagli

LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1

LA PASQUA SETTIMANALE DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 Spunti per la meditazione personale e per la riflessione agli alunni Fr. Donato Petti 1. Perché cercate tra i morti

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Abbiamo visto la sua gloria

Abbiamo visto la sua gloria DANIEL ATTINGER Abbiamo visto la sua gloria Riconoscere il Signore nella fragilità dei segni Editrice AVE Presentazione Le meditazioni qui raccolte s inseriscono nel quadro del pellegrinaggio organizzato

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Incontro del 16 Novembre 2014 in viale Ofanto 27 - Foggia dalle ore 17.30 (LETTORE) Introduzione Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità,

Dettagli

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione»

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» CONGREGATIO DE CULTO DIVINO ET DISCIPLINA SACRAMENTORUM Prot. N.1139/11/L Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» Probatum. Ex aedibus Congregationis de Cultu

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

CELEBRAZIONE DELL ANNUNCIO A MARIA INTRODUZIONE

CELEBRAZIONE DELL ANNUNCIO A MARIA INTRODUZIONE CELEBRAZIONE DELL ANNUNCIO A MARIA INTRODUZIONE 1. Con il nome di celebrazione dell'annuncio a Maria si designa qui una struttura celebrativa in cui il pio esercizio viene inquadrato in un contesto biblico-eucologico

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6

Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6 Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6 "Quand'anche camminassi nella valle dell'ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone la tua verga mi danno sicurezza".

Dettagli

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco Pagina 1 di 5 Francesco Toppi 1928-2014 di Eliseo Cardarelli PROMOSSI ALLA GLORIA Francesco Toppi 1928 2014 Il pastore Francesco Toppi era nato a Roma il 1 gennaio del 1928, da Gioacchino e Gina Gorietti,

Dettagli

LA STORIA DI GESU. Mentre si trovavano a Betlemme, Maria diede alla luce il bambino.

LA STORIA DI GESU. Mentre si trovavano a Betlemme, Maria diede alla luce il bambino. Lorenzo :ASTRO DEL CIEL, PARGOL DIVIN MITE AGNELLO REDENTOR Coro (2 VO.)TU CHE I VATI DA LUNGI SOGNAR TU CHE ANGELICHE VOCI NUNCIAR Lorenzo RIT: LUCE DONA ALLE MENTI PACE INFONDI NEL CUOR (BIS) Claudio

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO Veglia di Preghiera Guida: Il sangue dei Martiri è sangue di speranza che, caduto in terra porta frutti di vita nuova. Non c è amore più grande di questo: dare la vita

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Quell'uomo che si chiama Gesù

Quell'uomo che si chiama Gesù Parrocchia di Maerne Schema per gli Esercizi Spirituali parrocchiali 2013 Quell'uomo che si chiama Gesù Secondo Giorno Introduzione La storia della guarigione del cieco ci aiuta ad aprire gli occhi sull

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15

Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15 Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15 Venuta del Paraclito 15, 26 In quel tempo. Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre,

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

Mat.5:17: «Abolire» la Legge

Mat.5:17: «Abolire» la Legge Mat.5:17: «Abolire» la Legge (IL PRESENTE ARTICOLO È TRATTO E SVILUPPATO DAL LIBRO DI QUINTAVALLE ARGENTINO, ELEMENTI ESSENZIALI DELLA FEDE GIUDEO CRISTIANA, CAP. 9: CHE COS È LA TORAH) http://www.messiev.altervista.org/elementiessenziali.pdf

Dettagli

Ave Maria. + Bruno Forte Arcivescovo di Chieti-Vasto

Ave Maria. + Bruno Forte Arcivescovo di Chieti-Vasto + Bruno Forte Arcivescovo di Chieti-Vasto (BEATO ANGELICO, ANNUNCIAZIONE) Ave Maria Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (15,1-11)

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (15,1-11) QUATTORDICESIMO INCONTRO CRISTO È VERAMENTE RISORTO : QUESTA È LA FEDE DI PAOLO, QUESTA È LA NOSTRA FEDE 1 Cor 15,1-11 ACCOGLIENZA E PRESENTAZIONE DELL INCONTRO PREGHIERA INIZIALE Lettore: Dio nostro,

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli