La nascita di Cristo e il Natale (Prima parte)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nascita di Cristo e il Natale (Prima parte)"

Transcript

1 La nascita di Cristo e il Natale (Prima parte) 1. Luca 1:26-38: L annuncio del concepimento Per iniziare questa analisi delle cose che la Bibbia dice sulla nascita di Gesù Cristo, andiamo a leggere il primo capitolo di Luca. I versi 5-25 parlano dell annuncio della nascita di Giovanni Battista a Zaccaria suo padre e del fatto che Elisabetta, la madre di Giovanni, si nascose per cinque mesi dopo il concepimento. I versi che seguono continuano a dirci cosa accadde il sesto mese dal concepimento di Giovanni: Luca 1:26-33 Nel sesto mese *dopo il concepimento di Giovanni+, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, ad una vergine fidanzata a un uomo di nome Giuseppe, della casa di Davide; e il nome della vergine era Maria. E l angelo, entrato da lei, disse: «Salve, o grandemente favorita, il Signore è con te; tu sei benedetta fra le donne» Ma quando lo vide, ella rimase turbata alle sue parole, e si domandava cosa potesse significare un tale saluto. E l angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, tu concepirai nel grembo e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù. Egli sarà grande e sarà chiamato Figlio dell Altissimo *cioè Figlio di Dio+; e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, Page 1 of 19

2 suo padre; e regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine» Secondo questo passo, Gabriele, uno dei due arcangeli di Dio (l altro è Michele) fu mandato a Nazaret per annunciare a Maria che sarebbe diventata la madre di Gesù. Oltre a questo, l angelo le disse anche alcune cose interessanti su Gesù. Così, le disse che Gesù sarà grande e sarà chiamato Figlio dell Altissimo cioè Figlio di Dio. Le disse anche che Dio gli avrebbe dato il trono del suo padre Davide. Quest ultima dichiarazione significa ovviamente due cose: in primo luogo che Gesù era della stirpe di Davide, e in secondo luogo che avrebbe avuto diritti legali sul trono di Davide, era cioè un successore legale del re Davide. La veridicità di queste dichiarazioni viene provata dalle due genealogie di Gesù che sono date in Matteo 1:1-17 e in Luca 3: La prima di queste genealogie si riferisce al presunto padre di Gesù, Giuseppe, e indica che veniva direttamente dalla stirpe regale del re Davide. Di conseguenza, da un punto di vista legale 1 Gesù aveva diritti legali sul trono di Davide. Oltre a questa posizione legale e dato che Gesù non era realmente figlio di Giuseppe, aveva anche bisogno di una posizione fisica nella casa di Davide. E la ebbe attraverso Maria sua madre. Infatti, la genealogia di Maria data in Luca 3:23-38 mostra che 1 Secondo i costumi della terra, la posizione di Gesù nella società dipendeva dalle credenziali dell uomo che le persone ritenevano fosse suo padre, cioè Giuseppe. Page 2 of 19

3 proveniva dalla casa di Davide. Pertanto, sia legalmente sia fisicamente, Gesù era della casa di Davide con diritti diretti sul trono di Davide 2. Ovviamente tutte queste cose non erano casuali. Al contrario, erano prerequisiti per il Messia, poiché, secondo le profezie dell Antico Testamento, il Messia promesso proveniva dalla stirpe di Abramo (si veda Genesi 21:12 e Galati 3:16) e dalla stirpe di Davide (si veda Salmi 132:11 e Atti 2:29-30). Quindi, dato che Gesù era il Messia, non poteva che provenire dalla stirpe di Abramo e di Davide. Ed era così. Matteo 1:1 esprime molto questa verità con estrema chiarezza: Matteo 1:1 genealogia di Gesù Cristo, FIGLIO DI DAVIDE, FIGLIO DI ABRAHAMO Le genealogie di Gesù Cristo non sono un enumerazione storica ma sono UNA PROVA CHE GESÙ È IL MESSIA, IL CRISTO, IL PROMESSO. In Lui Dio adempì non solo la Sua promessa ad Abrahamo e a Davide (Genesi 21:12, Salmi 132:11) ma anche la Sua promessa a tutta l umanità (Genesi 3:15) che dopo la caduta aspettava colui che avrebbe rettificato la situazione: il Cristo. Ritornando all annuncio dell angelo, Maria aveva una domanda: Luca 1:34 2 Per una discussione più esaustiva su alcune cose riguardanti le genealogie di Gesù Cristo, il lettore può consultare il nostro articolo Le due genealogie di Gesù Cristo. Page 3 of 19

4 E Maria disse all angelo: «Come avverrà questo, poiché io non conosco uomo?» La frase io non conosco uomo indica che Maria non aveva avuto ancora rapporti sessuali. Questo perché allora era stata solo promessa a Giuseppe, mentre, per avere rapporti sessuali con lui, dovevano essere sposati. Tuttavia, contrariamente a tutti gli altri casi, il concepimento di questo bambino non aveva bisogno del contributo di un altro essere umano oltre a Maria. Infatti, come la spiegazione dell angelo mostra, sarebbe stato Dio a preoccuparsi di tutto il resto. Luca 1:35-37 E l angelo, rispondendo, le disse: «Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell Altissimo ti adombrerà, pertanto il santo che nascerà da te sarà chiamato figlio di Dio. Ed ecco Elisabetta, tua parente, ha anch ella concepito un figlio nella sua vecchiaia; e questo è il sesto mese per lei, che era chiamata sterile poiché nulla è impossibile con Dio». [nel testo greco: poiché nulla detto da Dio sarà privo di potere (oti ouk adunatesei para tou theou pan rema)+ Secondo le spiegazioni dell angelo, questo bambino sarebbe stato concepito come conseguenza dell attività miracolosa dell Altissimo, cioè di Dio. Ecco perché sarebbe stato chiamato Figlio di Dio o Figlio dell Altissimo. Page 4 of 19

5 Dopo che Maria ascoltò queste spiegazioni, accettò quello che l angelo le aveva detto: Luca 1:38-39 Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore; mi sia fatto secondo la tua parola». E l angelo si allontanò da lei da lei 3. Con l approvazione del piano da parte di Maria, l angelo si allontanò 2. Matteo 1:18-25: La reazione di Giuseppe Il fatto di essere promessa a Giuseppe e di avere un bambino che non fosse di Giuseppe rese la situazione di Maria molto difficile, e le reazioni di Giuseppe erano estremamente importanti. Queste reazioni sono narrate in Matteo 1:18-25 e saranno l argomento principale di questa sezione. Iniziando dal verso 18 leggiamo: Matteo 1:18 3 È interessante notare che la Parola di Dio non dica in nessun punto che l angelo diede a Maria... un giglio, o che l angelo aveva ali, o che lui o Maria o qualcun altro avevano un cerchio intorno alla testa. Ovviamente, tutto questo non è altro che pura immaginazione. Page 5 of 19

6 Or la nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo. Maria, sua madre, era stata promessa in matrimonio a Giuseppe, ma PRIMA CHE INIZIASSERO A STARE INSIEME, si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. La parola or all inizio di questo passo è la congiunzione greca de che è usata 1) per indicare il passaggio da un argomento a un altro; in questo caso potrebbe essere tradotta come e oppure ora, e 2) per contrapporre quello che viene prima e quello che viene dopo; in quest ultimo caso dovrebbe essere tradotta ma. Di volte che questa congiunzione compare, la KJV la traduce volte ma, 934 e, 166 ora, mentre 300 volte non la traduce affatto. Se deve essere tradotta ma, e, ora, è qualcosa che deve essere compreso dal contesto del rispettivo passo. Nel nostro caso, dovrebbe essere tradotta ma perché contrappone il modo in cui Gesù Cristo è stato concepito con in modi in cui sono stati concepiti coloro di cui si parla nella genealogia data nei versi precedenti (Matteo 1:1-17). Quindi, nonostante in questa genealogia leggiamo che: Abrahamo GENERÒ Isacco; Isacco GENERÒ Giacobbe, Gesù Cristo non fu generato da un padre umano. Al contrario di tutte le altre persone, il padre di Gesù era Dio, e questa congiunzione vuole chiarire questo fatto per mezzo di questo contrasto. Chiarito questo, continuiamo a leggere lo stesso passo in cui apprendiamo che prima che Giuseppe e Maria iniziassero a stare insieme, cioè prima che avessero rapporti sessuali, Maria era incinta. In queste circostanze, la posizione di Maria era veramente molto difficile e molto Page 6 of 19

7 dipendeva dalla reazione di Giuseppe. Se a causa di questo Giuseppe avesse deciso di farle una cattiva reputazione con le sue parole (Deuteronomio 22:14) allora, secondo la legge, la pena per Maria sarebbe stata la morte (Deuteronomio 22:13-21). D altra parte, se avesse deciso di non parlare pubblicamente, ma di affrontare la cosa privatamente, allora avrebbe potuto scrivere un libello di ripudio, e mandare via Maria. (Deuteronomio 24:1). Tuttavia, anche in questo caso, la posizione di Maria e del bambino sarebbe stata molto difficile poiché la società non la avrebbe accolta favorevolmente per avere avuto un bambino senza avere un marito. Il verso 19 ci dice quale di queste due scelte Giuseppe stava pensando di fare: Matteo 1:19 Allora Giuseppe, suo sposo, che era uomo giusto e non voleva esporla ad infamia, deliberò di lasciarla segretamente Giuseppe è descritto come un uomo giusto, cioè come un uomo desideroso di rispettare la legge. Delle due scelte che aveva secondo la legge, stava pensando di seguire la seconda, cioè di mandare via Maria segretamente attraverso un libello di ripudio. Tuttavia, Dio intervenne in questo momento cruciale per proteggere Maria e per proteggere allo stesso tempo Gesù: Matteo 1:20-21 Page 7 of 19

8 Ma, mentre rifletteva su queste cose, ecco che un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria come tua moglie, perché ciò che è stato concepito in lei è opera dello Spirito Santo. Ed ella partorirà un figlio e tu gli porrai nome Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai loro peccati». Con questo intervento, Dio informò Giuseppe che il bambino di Maria era Suo e lo esortò a non fare quello che stava pensando di fare. Gli disse anche il nome che avrebbero dato al bambino. Questa è la seconda volta in cui viene riferito il nome del bambino 4. Tuttavia, questo volta la Parola ci dice anche che il bambino sarebbe stato chiamato Gesù perché avrebbe salvato il suo popolo dai loro peccati. Per quanto riguarda questo nome, bisogna precisare che non è unico il nome in sé, visto che non è stato usato per la prima volta. Infatti, Giosuè il figlio di Nun (Giosuè 1:1) aveva esattamente lo stesso nome di Gesù, sebbene la traduzione in inglese li faccia sembrare diversi 5. Lo stesso accade con l uomo chiamato Iose (KJV, NKJV) o Giosuè (NIV) in Luca 3:29. Il nome di questo uomo nel testo greco è Iesous, esattamente come il nome di Gesù. Quindi, l importanza di questo nome non era nel fatto che fosse usato per la prima volta, dato che non era 4 Il primo era nell annuncio della concezione a Maria (Luca 1:31). 5 Giosuè è l equivalente ebraico del greco Iesous. I traduttori inglesi translitterano lo stesso nome dal testo ebraico nell Antico Testamento, e dal testo greco nel Nuovo Testamento. Ecco perché c è questa differenza. Nel testo greco antico della Bibbia (LXX e Nuovo Testamento) Giosuè e Gesù sono lo stesso nome: Iesous, Gesù. Page 8 of 19

9 così. La sua importanza era nel suo significato, che in ebraico è questo: il Signore (Geova) la nostra salvezza. Era davvero Gesù Cristo l unico attraverso cui il Signore, il Geova, avrebbe portato la salvezza alle persone e che avrebbe salvato il suo popolo dai loro peccati. Questa è la vera importanza di questo nome. Ritornando a Giuseppe e alla sua reazione, i versi 24 e 25 ci dicono se l intervento di Dio gli fece cambiare idea o no: Matteo 1:24 E Giuseppe, destatosi dal sonno, fece come l angelo del Signore gli aveva comandato e prese con sé sua moglie Dopo l intervento di Dio, Giuseppe decise di non mandare via Maria. In questo modo meraviglioso Dio ha protetto Maria e il suo bambino in questa situazione molto critica. In questo modo meraviglioso Dio ha sistemato le cose e ha permesso a Maria di poter avere un bambino che non era di suo marito all interno di una società in cui qualcosa di simile sarebbe stato completamente inaccettabile. In tutto questo era veramente grande il ruolo di Maria e di Giuseppe. La loro volontà di credere a quello che Dio aveva detto è davvero un esempio per noi. Sebbene da un punto di vista genealogico fossero la coppia perfetta per essere la famiglia del Messia, questo non sarebbe accaduto se uno di loro o entrambi fossero stati poco disposti a credere a Dio e a collaborare con Lui. Detto ciò, andiamo al verso 25: Page 9 of 19

10 Matteo 1:25 ma egli *Giuseppe+ non la conobbe *Maria+, FINCHÉ ella ebbe partorito il suo figlio PRIMOGENITO, al quale pose nome Gesù Sebbene questo verso non dica molte cose nuove su Gesù, dice molto su Maria. Quindi, nonostante per milioni di persone Maria rimase vergine per tutta la vita, la Parola di Dio ci dice che Giuseppe non la conobbe cioè non ebbe rapporti sessuali con lei, FINCHÉ ebbe partorito Gesù. Da questa dichiarazione, è chiaro che la conobbe, cioè ebbe rapporti sessuali con lei, DOPO la nascita di Gesù. Sicuramente non c è niente di anormale in questo: Giuseppe e Maria erano una coppia sposata e, secondo la Parola di Dio, il sesso fa parte del matrimonio (1 Corinzi 7:1-5). Oltre a questa affermazione, un altra prova contro la presunta verginità perenne di Maria è il riferimento a Gesù come suo figlio PRIMOGENITO. Se Gesù fosse l unico figlio di Maria, potrebbe essere chiamato il suo primogenito? Naturalmente no, poiché questo aggettivo presuppone l esistenza di più figli, fra cui il PRIMOGENITO. Maria quindi ebbe, dopo la nascita di Gesù, altri figli, come frutto del suo matrimonio con Giuseppe. Infatti, la Bibbia non solo ci dice questo, ma ci dice anche i nomi di quei bambini. La relativa testimonianza è in Matteo 13 dove leggiamo: Page 10 of 19

11 Matteo 13:54-55 E *Gesù+, venuto nella sua patria, li ammaestrava nella loro sinagoga, sicché essi stupivano e dicevano: «Da dove ha ricevuto costui questa sapienza e queste potenti operazioni? Non è costui il figlio del falegname? Sua madre non si chiama Maria e i suoi fratelli Giacomo, Iose, Simone e Giuda? E le sue sorelle non sono tutte fra noi? La Parola di Dio nomina 4 fratellastri di Gesù e dice anche che ebbe un numero plurale di sorellastre. Alla luce di ciò, è evidente che la tradizione, secondo cui Maria rimase vergine tutta la vita, non è biblica e quindi deve essere rifiutata. 3. Luca 2:1-20: La notte della nascita Dopo aver visto l annuncio del concepimento di Gesù a Maria e la reazione di suo marito Giuseppe, la cosa successiva che vedremo è quello che accadde la notte della nascita. Per iniziare, andiamo al secondo capitolo di Luca, in cui i versi 1-3 ci dicono: Luca 2:1-3 Ora, in quei giorni fu emanato un decreto da parte di Cesare Augusto che si compisse il censimento di tutto l impero. Questo censimento fu il primo Page 11 of 19

12 ad essere fatto quando Quirinio era governatore della Siria. E tutti andavano a farsi registrare ciascuno nella sua città. In questo passo sono fornite molte informazioni storiche che possono aiutarci a definire con precisione l anno e il periodo dell anno in cui Gesù nacque. La prima parte dell informazione riguarda il censimento di tutto l impero, cioè del mondo che era sotto l occupazione romana. Secondo le fonti storiche, questo censimento ci fu intorno al 3 a. C. La ragione per cui la Parola di Dio dica che questo censimento fosse IL PRIMO è per aiutarci a non confonderlo con un altro censimento che ci fu successivamente, intorno al 6/7 d. C. Anche ciò che è scritto in Matteo 2:1 mostra che Gesù nacque prima dell anno in cui si pensa che sia nato, poiché Matteo ci dice che, quando nacque Gesù, il re di Giudea era Erode. Di nuovo, secondo le fonti storiche, questo re morì tra il 5 a. C. e l 1 a. C. Risulta chiaro quindi che, se questa fonte è corretta, Gesù nacque sicuramente prima dell 1 a. C., e se anche l anno presunto del censimento è corretto, allora Gesù nacque introno al 3 a. C. Per quanto riguarda il periodo dell anno in cui Gesù nacque, è piuttosto improbabile che sia nato il 25 dicembre. E questo è ovvio, perché un censimento non sarebbe mai stato fatto nel cuore dell inverno, in quanto le condizioni atmosferiche avrebbero reso molto difficile lo spostamento delle persone nella città della loro famiglia 6. Infatti, anche 6 Il clima in Palestina non è molto diverso dal clima del mio paese, la Grecia. Quindi, nonostante il periodo caldo dell anno sia molto più lungo rispetto all Europa Page 12 of 19

13 nella nostra età moderna, in cui abbiamo veloci mezzi di trasporto, i censimenti sono sempre fatti in periodi in cui le condizioni climatiche non possono essere un ostacolo. Ovviamente, se questo è vero oggi, allora dovrebbe essere vero anche in quei giorni. Di conseguenza, una presunta nascita di Cristo il 25 dicembre e un censimento di tutto l impero in questo periodo non sono cose plausibili. Inoltre, il fatto che il verso 8 parli dei pastori che erano con il gregge nei campi è un ulteriore prova che Cristo non sia nato il 25 dicembre, poiché a causa del tempo, il gregge non è mai nei campi in quel periodo. Come Adam Clark ci dice in modo caratteristico: poiché questi pastori non avevano ancora portato a casa il loro gregge, si può presupporre che ottobre non fosse ancora cominciato e che, di conseguenza, il nostro Signore non fosse nato il 25 dicembre, quando non c era il gregge nei campi... Su queste basi si dovrebbe rinunciare all ipotesi della natività a dicembre. (R. E. Woodrow: Babylon Mystery Religion, Ralph Woodrow Evangelistic Association Inc., 1966, this printing 1992 p.141) Detto ciò, è chiaro che è molto improbabile che Gesù sia nato il 25 dicembre. Allora perché la sua nascita viene celebrata in questa data? Il motivo va ricercato nei costumi pagani che hanno trasformato i pagani convertiti al Cristianesimo. Come dice J. Frazer: il più grande culto religioso pagano che promosse la celebrazione del 25 dicembre come festa in tutto il settentrionale, il periodo che va da novembre a marzo non è meno freddo, con temperature che sono molto spesso sotto lo zero. Page 13 of 19

14 mondo romano e greco era il culto-mitraico pagano del sole. Questa festa invernale fu chiamata la Natività la Natività del sole (si veda J. Frazer: The Golden Bough, New York, Macmillan Co., 1935 p.471. La citazione precedente è stata estratta da R. Woodrow op.cit. p. 143). Anche una fonte così conservatrice come The Catholic Encyclopaedia ammette che fu questa festa pagana a portare la celebrazione della nascita di Cristo il 25 dicembre: la ben nota festività solare di Natalis Invicti [la Natività del Sole Invitto], celebrata il 25 dicembre, è probabilmente la responsabilità della nostra data di dicembre (si veda: The Catholic Encyclopaedia, New York, Robert Appleton Co., 1911, p.725. La citazione precedente è stata estratta da R. Woodrow, op. cit. p.143). Alla luce di quanto detto finora 7, è chiaro che il 25 dicembre non è il giorno della nascita di Cristo ma è il giorno in cui i pagani celebravano la natività del sole. Quando questi pagani si sono convertiti al Cristianesimo, hanno portato con loro le vecchie pratiche pagane. La chiesa, invece di assumere una posizione rigida e combattere quelle pratiche, ha preferito cristianizzarle. Così la natività del dio-sole è stata cambiata in la natività del Figlio di Dio. Purtroppo, questa è solo una delle tante pratiche 7 Per ulteriori prove il lettore può consultare l eccellente lavoro di Ralph Woodrow op. cit. Page 14 of 19

15 e tradizioni pagane che sono ancora seguite da un numero considerevole di cristiani. Naturalmente tutto questo non significa che dovremmo agire contro la celebrazione della nascita di Gesù il 25 dicembre o cominciare a lottare con le nostre famiglie per questo. La data in cui Gesù nacque non è più importante del fatto che EGLI NACQUE!!! Tuttavia, dovremmo tener presente la verità su tutte le cose che vediamo riguardo a questo periodo e non lasciarci trasportare credendo alle varie tradizioni create dall uomo. Dopo questa digressione sulla data della nascita di Cristo, è il momento di continuare a leggere Luca 2. Dopo che i versi 1-3 ci hanno fornito alcune informazioni storiche sul censimento, i versi 4-7 ci dicono quello che fecero Giuseppe e Maria: Luca 2:4-7 Or anche Giuseppe uscì dalla città di Nazaret della Galilea, per recarsi in Giudea nella città di Davide, chiamata Betlemme, perché egli era della casa e della famiglia di Davide, per farsi registrare con Maria, sua moglie, che aveva sposato e che era incinta. Così mentre erano là, giunse per lei il tempo del parto. Ed ella diede alla luce il suo figlio primogenito, e lo fasciò e lo pose a giacere in una mangiatoia, perché non c era posto per loro nell albergo. Anche la nascita di Gesù Cristo a Betlemme non era casuale. Secondo l Antico Testamento (Michea 5:2) il Messia sarebbe nato a Betlemme. Ed è Page 15 of 19

16 davvero stupendo il modo in cui Dio organizzò le cose per rendere possibile l adempimento di questa profezia. Giuseppe e Maria non vivevano a Betlemme. Infatti Betlemme era molto lontana da Nazaret 8 e probabilmente soltanto la costrizione di un censimento li avrebbe fatti andare fin lì in quelle condizioni (Maria era incinta). Ma al momento giusto ci fu una ragione per andare lì, e Giuseppe e Maria dovettero andare. Lì nacque Gesù e la promessa di Dio fu compiuta. Per realizzare la Sua promessa Dio non li costrinse ad andare a Betlemme. Il possesso è una strada che Dio non percorre mai. Quando qualcosa è la Sua volontà, Egli organizza le situazioni in modo da poterla eseguire. Ma andiamo avanti: Luca 2:8-14 Ora in quella stessa regione c erano dei pastori che dimoravano all aperto nei campi, e di notte facevano la guardia al loro gregge. Ed ecco, un angelo del Signore si presentò loro 9 *Greco: ephistemi che significa stare a guardare + e la gloria del Signore risplendette intorno a loro, ed essi furono presi da grande paura. Ma l angelo disse loro: «Non temete, perché vi annunzio una grande gioia che tutto il popolo avrà; poiché oggi nella città di 8 Secondo le cartine geografiche ci sono 108 chilometri di distanza. 9 L angelo del Signore non stava librando sui pastori ma era accanto a loro. Anche nel verso 13, poiché la moltitudine dell esercito celeste era CON questo angelo, significa che anche loro erano ACCANTO ai pastori. Se da questo togliete l immaginazione umana secondo cui gli angeli hanno ali, o strumenti musicali o cerchi intorno alla testa, avrete davvero una scena mozzafiato. Page 16 of 19

17 Davide è nato per voi un Salvatore, che è Cristo, il Signore E questo vi servirà di segno: Voi troverete un bambino fasciato, coricato in una mangiatoia». E ad un tratto si unì all angelo una moltitudine dell esercito celeste che lodava Dio, dicendo: «Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini, su cui si posa il suo favore» I primi a cui Dio annunciò la nascita di Suo Figlio erano quei pastori umili. E sapete perché Dio ha annunciato la notizia a loro e non a Erode o ai Farisei o alle altre autorità del tempo? Poiché i pastori CREDEVANO in Lui. Credevano che questo bambino fosse il Messia, il Cristo, come l angelo aveva detto loro. Il verso 20 ci dice che loro se ne ritornarono *dalla mangiatoia], glorificando e lodando Dio per tutte le cose che avevano udito e visto, come era stato loro detto. Credevano in quello che Dio aveva detto loro su questo bambino per mezzo del Suo angelo, e fu proprio questo credere a produrre la loro letizia. Erode, così come gli uomini religiosi di quel tempo, non ci credevano. Hanno perseguitato questo bambino e la sua venuta, che per loro erano cose che creavano solo problemi. Ecco perché Dio non annunciò la nascita di Gesù a loro. Anche oggi: Dio è pronto per rivelare il Suo Figlio a tutti coloro che hanno un cuore per CREDERE in Lui e ad ogni singola anima che si vuole saziare della Parola di Dio. D altra parte, quelli che sono nemici della Parola, quelli che disprezzano la Parola, non l avranno; i meravigliosi annunci della Parola non saranno fatti a loro o, se saranno fatti, non produrranno alcun frutto, come è accaduto con i Farisei. Ecco perché dobbiamo avere le orecchie aperte per sapere cosa vuole da Page 17 of 19

18 noi Dio, invece di decidere di annunciare la Parola a caso ai Farisei e ai pastori allo stesso modo. Se abbiamo le orecchie aperte, Dio ci manderà dai pastori, dalle persone che vogliono essere saziate dalla Parola di Dio. Se non abbiamo le orecchie aperte ma facciamo le cose di Dio basandoci sui nostri cinque sensi, probabilmente finiremo con lo sprecare tempo prezioso per noi e per Dio con i Farisei che disprezzano il cibo della Parola, mentre i pastori staranno cercando qualcuno che li sazi. Ma continuiamo: Luca 2:15-20 E avvenne che, quando gli angeli si allontanarono da loro per ritornare in cielo, i pastori dissero tra loro: «Andiamo fino a Betlemme, per vedere ciò che è avvenuto e che il Signore ci ha fatto conoscere». Andarono quindi in fretta e trovarono Maria, Giuseppe e il bambino, che giaceva in una mangiatoia. Dopo averlo visto, divulgarono quanto era stato loro detto a proposito di quel bambino. E tutti coloro che li udirono si meravigliarono delle cose raccontate loro dai pastori. Maria custodiva tutte queste parole, meditandole in cuor. E i pastori se ne ritornarono, glorificando e lodando Dio per tutte le cose che avevano udito e visto, come era stato loro detto. I pastori avevano creduto all angelo e andarono lì, dove trovarono Gesù in fasce che giaceva in una mangiatoia, esattamente come l angelo aveva detto loro. È a questo punto che, secondo la tradizione, arrivarono gli uomini saggi, i quali, sempre secondo la tradizione, erano tre. Nella Page 18 of 19

19 prossima pubblicazione vedremo se queste tradizioni sono giuste o sbagliate. Tassos Kioulachoglou Page 19 of 19

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

Anche quest anno sarà Natale

Anche quest anno sarà Natale Anche quest anno sarà Natale I valori del messaggio cristiano, in un mondo abitato dall odio e dalla violenza, sono più che mai attuali e rispondono alle aspirazioni dell uomo di tutti i tempi. Per questo

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

Natale DIO è diventato uomo

Natale DIO è diventato uomo Natale DIO è diventato uomo Quando Elisabetta fu al sesto mese, Dio mandò l angelo Gabriele a Nazaret, un villaggio della Galilea, ad una vergine, di nome Maria, fi danzata con un certo Giuseppe, discendente

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

AVVENTO NATALE 2015 EVENTO INSIEME DI TUTTI I GRUPPI DEL CATECHISMO NELLE PARROCCHIE

AVVENTO NATALE 2015 EVENTO INSIEME DI TUTTI I GRUPPI DEL CATECHISMO NELLE PARROCCHIE AVVENTO NATALE 2015 EVENTO INSIEME DI TUTTI I GRUPPI DEL CATECHISMO NELLE PARROCCHIE PROGRAMMA: 01. In ogni Parrocchia i gruppi del catechismo potrebbero esse suddivisi in cinque aggruppamenti corrispondenti

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Racconto dell infanzia di Gesù (solo su Lc e Mt) Parabola Racconto di segni-miracoli Racconto di risurrezione

Racconto dell infanzia di Gesù (solo su Lc e Mt) Parabola Racconto di segni-miracoli Racconto di risurrezione 3) ANALISI DI UN TESTO BIBLICO Scegli uno tra i due testi biblici qui sotto proposti e completa la tabella 1. Lc 2,1-20 La nascita di Gesù Chi è l evangelista? In quale lingua ha redatto il vangelo? Per

Dettagli

Un uomo mandato da Dio

Un uomo mandato da Dio Bibbia per bambini presenta Un uomo mandato da Dio Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: E. Frischbutter; Sarah S. Tradotta da: Eliseo Guadagno Prodotta da: Bible for

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

Quarta Domenica del Tempo di Avvento / b

Quarta Domenica del Tempo di Avvento / b sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 18 dicembre 2011 Liturgia delle ore della quarta settimana Quarta Domenica del Tempo di Avvento / b Il Vangelo nella tua casa-luca:

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI

I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI MERCOLEDÌ ore 14,30 Via M. Grappa 51 (Moscolari) Marisa M./ Loredana P MERCOLEDÌ ore 14,30 salone card Testa... Ornella R./Raffaella GIOVEDÌ ore 20,30 oratorio...

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Gabriele Battocchio, Filippo Celeghini, Giulio Iazzetta, Ottavia Persanti, Manuela Pisa, don Enrico

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

per il solo crimine di desiderare che la Bibbia fosse tradotta nella lingua del suo paese. Dio ha sempre protetto la Sua Parola. Studiamola!

per il solo crimine di desiderare che la Bibbia fosse tradotta nella lingua del suo paese. Dio ha sempre protetto la Sua Parola. Studiamola! Che cos'è la Chiesa Gesù disse: "Edificherò la mia chiesa" (Matteo 16:18).Cosa intendeva dire parlando di "chiesa"? Che significato aveva questa parola per i discepoli? Avrete notato che la parola chiesa

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

AVVENTO 2015: «Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo» (Mt 28,20)

AVVENTO 2015: «Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo» (Mt 28,20) SESTA SETTIMANA 20 dicembre Domenica della divina maternità (Lc 1, 26-38a) In quel tempo. L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA ***********

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** Classe Prima 1. Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. 2. Gesù di Nazareth, l Emmanuele, Dio con noi. 3. La Chiesa,

Dettagli

PREGHIAMO. Caro Gesù, aiutami ad essere ogni giorno della mia vita sempre più uguale a te!

PREGHIAMO. Caro Gesù, aiutami ad essere ogni giorno della mia vita sempre più uguale a te! PREGHIAMO Caro Gesù, aiutami ad essere ogni giorno della mia vita sempre più uguale a te! Buon Compleanno Gesù Ci siamo, fra qualche giorno festeggeremo il Natale. Quale Natale? Quello che sentiamo dentro

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Lezione 2 Il Tabernacolo - dove incontriamo Dio

Lezione 2 Il Tabernacolo - dove incontriamo Dio Lezione 2 Il Tabernacolo - dove incontriamo Dio INTRODUZIONE: andare dove Dio è veramente adorato 1. DIO VIENE AD INCONTRARE NOI (Adamo ed Abramo) Adamo: Abramo: Genesi 12:6,7 (Sichem) - Genesi 14:8 (Bethel)

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Tutti i diritti riservati. Printed in Italy.

Tutti i diritti riservati. Printed in Italy. Laura Lattughini, nata nel 1961, insegna nella scuola primaria. Vincitrice di premi di narrativa, ha già pubblicato un gioco biblico e da anni collabora con il Servizio Istruzione e Educazione della Federazione

Dettagli

Pretendi il tuo raccolto

Pretendi il tuo raccolto Domenica, 11 marzo 2012 Pretendi il tuo raccolto Galati 6:7-10- Non vi ingannate, non ci si può beffare di Dio; perchè quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. Perchè chi semina per la sua

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. BREVIARIO BENEDIZIONE

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

a. Legga questo primo brano e scelga il titolo corretto tra i tre proposti:

a. Legga questo primo brano e scelga il titolo corretto tra i tre proposti: Recupero TVI per matricole straniere a.a. 2010-11 Rosella Bozzone Costa - Lingua Italiana (13049 e 92020) Materiale 1b (Rg) TEST D INGRESSO Data Nome Cognome Matr.: Risultato della prova: PROVA DI COMPRENSIONE

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE

PARROCCHIA SACRO CUORE PARROCCHIA SACRO CUORE VEGLIA MISSIONARIA 2013 1 ARCIDIOCESI DI CAPUA PARROCCHIA SACRO CUORE VEGLIA MISSIONARIA 30 OTTOBRE 2013 SULLE STADE DEL MONDO PRESIEDE DON CARLO IADICICCO MISSIONARIO FIDEI DONUM

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo.

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La parola BIBBIA deriva da una parola greca (biblia) che vuol dire I LIBRI. Possiamo dire, infatti che la Bibbia è una BIBLIOTECA perché raccoglie 73 libri.

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne Enzo Bianchi Raccontare l amore Parabole di uomini e donne Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06573-3 Prima edizione: maggio 2015 Le traduzioni dei testi classici,

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELL INCARNAZIONE lezionario festivo anno B Sabato 15 novembre 2014,

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Corso di Cultura Biblica LE PROFEZIE DELLA BIBBIA

Corso di Cultura Biblica LE PROFEZIE DELLA BIBBIA Corso di Cultura Biblica LE PROFEZIE DELLA BIBBIA LE PROFEZIE DELLA BIBBIA IL CARATTERE PROFETICO DELLA BIBBIA La Bibbia è un libro essenzialmente profetico in quanto annunzia il progetto di Dio per il

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE LEONARDO DA VINCI Via Virgilio, 1 Mestre (VE) Tel. 041/614863 Fax 041/5346917 Cod. Fisc. 82011580279 * * * * * PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI CIRCOLO L. DA VINCI

Dettagli

GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO

GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO PROPOSTA PER UN ADORAZIONE EUCARISTICA DI UN ORA* 1 SETTEMBRE 2015 * Prepared by Pontifical Council for Justice and Peace, translated by Franca Silvestri

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

QUELLO CHE E' NATO DA DIO VINCE IL MONDO

QUELLO CHE E' NATO DA DIO VINCE IL MONDO Domenica 9 dicembre 2012 QUELLO CHE E' NATO DA DIO VINCE IL MONDO 1 GIOVANNI 5:4 Tutto quello che è nato da Dio vince il mondo, e questa è la vittoria che ha vinto il mondo, la nostra fede. Giovanni sta

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE

CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE Competenze in uscita per la classe prima U.A. : Io con gli altri U.A. :Il mondo, dono di Dio. O.S.A. Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini (Conoscenza) O.S.A. Scoprire

Dettagli

(a partire dal 15 Dicembre, ogni sera un racconto...)

(a partire dal 15 Dicembre, ogni sera un racconto...) La Casa di Natale Per raccontare il vero Natale ai bambini (a partire dal 15 Dicembre, ogni sera un racconto...) www.cantogesu.it La Casa di Natale Per raccontare il vero Natale ai bambini (a partire dal

Dettagli