Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza. Parte 5. Bari Ottobre 2011 Clara Poletti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza. Parte 5. Bari Ottobre 2011 Clara Poletti"

Transcript

1 Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza Parte 5 Bari Ottobre 2011 Clara Poletti IEFE - UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI

2 1) Introduzione Outline 2) La regolazione del servizio di distribuzione dell energia elettrica 3) Le smart grid: aspetti regolatori 4) La vendita al dettaglio di energia elettrica 5) Il data management: una nuova attività nei mercati liberalizzati? 2

3 Parte 4 1) La vendita al dettaglio di energia elettrica Do we believe in retail competition? Possibili organizzazioni del servizio Le obbligazioni di servizio universale Il quadro regolatorio vigente Il contesto italiano 3

4 ll CONTESTO ITALIANO

5 La normativa nazionale - La liberalizzazione della domanda Criteri di idoneità (*) 2004 (**) 2007 (**) (GWh) Soglia di consumo per clienti con consumi in un unico punto di prelievo Soglia di consumo per i singoli clienti partecipanti a consorzi Soglia di consumo per clienti multisito totali 1 per sito Dal 1 luglio tutti i 0,1 clienti non domestici Dal 1 luglio tutti i clienti (*) Collegato alla legge finanziaria Entro 90 giorni dalla data di cessione dell ultima GenCo da parte di ENEL S.p.A. sono considerati idonei tutti i clienti aventi consumi annui superiori a 0,1 GWh/anno (**) In conseguenza del recepimento della Direttiva 2003/54/CE. 5

6 ALTRI ELEMENTI DI CONTESTO STRUTTURA 1. Separazione distribuzione/vendita CONDIZIONI DI SISTEMA 1. Disponibilità di energia per trader: CIP 6 e import 1. Load profiling e aggregazione delle misure 2. Nuova attività: data management 1. Sistema di tutele: mercato vincolato prima, maggior tutela e salvaguardia poi 2. Gestione della morosità 6 data

7 SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA - art. 3, comma 3, Direttiva 2003/54/CE COSA CHI COME Direttiva dl 7 3 / 0 7 gli Stati membri devono garantire ai clienti tutelati la fornitura di energia elettrica di una qualità specifica, a prezzi ragionevoli, facilmente comparabili utenti domestici e piccole imprese selezione di fornitore di ultima istanza AEEG indica condizioni standard di erogazione del servizio e definisce, in base ai costi effettivi del servizio, prezzi di riferimento per le forniture di energia elettrica ai clienti tutelati da parte degli esercenti utenti domestici e piccole imprese distributori o loro venditori come fornitori di ultima istanza e AU approvvigionamento (*) dal 1 luglio 2007 la distribuzione di energia elettrica per le imprese con almeno clienti è svolta in regime di separazione societaria rispetto alla 7 data vendita art.1, comma 1, dl 73/07)

8 IL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA MERCATO E SISTEMA ENERGIA ELETTRICA (MATERIA PRIMA+DISPACCIAMENTO) ACQUIRENTE UNICO: Si approvvigiona liberamente nel mercato all ingrosso e cede energia elettrica all esercente la maggior tutela. ESERCENTE LA MAGGIOR TUTELA: Se < clienti: impresa di distribuzione. Se > clienti: società di vendita separata dalla distribuzione. L esercente può vendere anche nel mercato libero, ma l energia elettrica per i clienti del servizio di maggior tutela deve essere acquistata da Acquirente unico. CLIENTI FINALI in maggior tutela 8 data

9 Definizione delle condizioni economiche di fornitura OBIETTIVI GENERALI 1. MINIMIZZAZIONE DELLE DISTORSIONI TRA SERVIZI DI TUTELA E MERCATO LIBERO 2. COERENZA CON I PREZZI DEL MERCATO ALL INGROSSO 3. CERTEZZA DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE 4. CONTENIMENTO DELLA VOLATILITA DEI CORRISPETTIVI 5. SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA E GESTIONALE 6. COPERTURA DEI COSTI

10 Definizione delle condizioni economiche di fornitura ACQUISTO E DISPACCIAMENTO Acquirente unico trasferisce i costi sostenuti per l approvvigionamento (acquisto e dispacciamento) dell energia elettrica sugli esercenti la maggior tutela prezzo di cessione. L esercente la maggior tutela applica ai clienti i corrispettivi definiti e aggiornati trimestralmente dall AEEG. I corrispettivi definiti dall AEEG sono differenziati in base al: cliente finale domestico, illuminazione pubblica, altri usi; tipo di misuratore installato corrispettivi monorari, articolati per fasce (biorari per i domestici, multiorari per i non domestici), per mese/raggruppamenti di mese. E già definito un piano per l applicazione a tutti i clienti finali serviti in maggior tutela di corrispettivi differenziati nel tempo, se il misuratore lo consente.

11 Definizione delle condizioni economiche di fornitura COMMERCIALIZZAZIONE Il corrispettivo pagato dal cliente finale a copertura dei costi di commercializzazione è determinato a partire dai costi sostenuti dall operatore nuovo entrante nel mercato. Agli esercenti la maggior tutela è riconosciuta la remunerazione dei costi sostenuti per l attività di commercializzazione. La differenza positiva tra il corrispettivo pagato dal cliente in maggior tutela e quanto riconosciuto a titolo di copertura dei costi è versata ad un apposito fondo presso CCSE e ridistribuita a tutti i clienti aventi diritto alla maggior tutela (anche se serviti nel mercato libero).

12 SERVIZIO DI SALVAGUARDIA- art. 3, comma 5, Direttiva 2003/54/CE COSA 12 data Direttiva dl 7 3 / 0 7 Domestici e piccole imprese: tutele normate nel servizio di maggior tutela Altri: MSE emana indirizzi e adotta disposizioni per assicurare il servizio di salvaguardia per i clienti che non scelgono un fornitore o che non riescono a trovarlo CH I tutti tutti COME gli Stati membri devono adottare misure per tutelare i clienti, in particolare quelli vulnerabili, anche al fine di: evitare l interruzione della fornitura, assicurare la trasparenza contrattuale ed una corretta informazione Il servizio deve essere assegnato attraverso un offerta competitiva tra vari operatori (art. 3, comma 2) Per i clienti non inclusi nella maggior tutela il servizio è assegnato attraverso procedure concorsuali per aree, a condizioni che incentivino il passaggio al mercato libero, secondo criteri di gradualita'

13 LA STRUTTURA DEL SETTORE

14 MERCATO LIBERO E MERCATO VINCOLATO /TUTELATO (Quote)-fonte AEEG mercato libero mercato vincolato/tutelato data

15 MERCATO LIBERO E MERCATO VINCOLATO/TUTELATO PER REGIONE (AEEG) 15 data

16 VENDITE NEL MERCATO LIBERO IN GWh (AEEG) data

17 QUOTE DI MERCATO NEL MERCATO LIBERO (AEEG) data

18 ASTE PER SERVIZIO DI SALVAGUARDIA (AEEG) omega /MWh % morosi tà tot clienti salvaguardi a I asta Piemonte, Valle d Aosta e LiguriaExergia -0, Lombardia Exergia 0, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia Exergia -0, Trentino-Alto-Adige, Exergia 0, Emilia Romagna Exergia -0, Toscana Enel 4, Umbria, Marche Enel 4, Sardegna Enel 4, Lazio, Abruzzo Enel 4, Molise Enel 4, Puglia Enel 4, Basilicata Enel 4, Calabria Enel 4, Campania Enel 4, Sicilia Enel 4, data

19 ASTE PER SERVIZIO DI SALVAGUARDIA (AEEG) omega /MWh % moro sità tot clienti salvaguardia II asta Piemonte, Valle d Aosta e Liguria Enel 16, Lombardia Enel 17, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia Exergia 2, Trentino-Alto-Adige, Exergia 2, Emilia Romagna Exergia 1, Toscana Hera 3, Umbria, Marche Hera 2, Sardegna Enel 16, Lazio, Abruzzo Enel 23, Molise Enel 23, Puglia Enel 19, Basilicata Enel 19, Calabria Enel 26, Campania Enel 24, Sicilia Enel 26, data

20 ASTE PER SERVIZIO DI SALVAGUARDIA (AEEG) omega III asta /MWh Piemonte, Valle d Aosta e Liguria Exergia 12 Lombardia Hera 12,89 Veneto, Friuli-Venezia-Giulia Exergia 8,9 Trentino-Alto-Adige, Exergia 8,9 Emilia Romagna Exergia 4,75 Toscana Hera 9,6 Umbria, Marche Enel 44,3 Sardegna Enel 41,7 Lazio, Abruzzo Hera 17,24 Molise Hera 17,36 Puglia Hera 17,36 Basilicata Enel 70,5 Calabria Enel 70,5 Campania Enel 78,3 Sicilia Enel 83,3 20 data

21 IL DATA MANAGEMENT E LO SWITCHING

22 Ingredienti perchèla ricetta della liberalizzazione funzioni 1. di sistema Strumenti per la gestione dei dati e dei processi Load profiing ed allocazione dei consumi Bilanciamento non penalizzante per entranti 2. di offerta Condizioni di entrata Non discriminazione tra operatori 3. di domanda Consumatori consapevoli. e attivi 22

23 Ingredienti perchèla ricetta della liberalizzazione funzioni 1. di sistema Strumenti per la gestione dei dati e dei processi Load profiing ed allocazione dei consumi Bilanciamento non penalizzante per entranti 2. di offerta Condizioni di entrata Non discriminazione tra operatori 3. di domanda Consumatori consapevoli. e attivi 23

24 Gestione dei processi e dei dati Elementi comuni all esperienza Italiana, del Regno Unito e dei Paesi Bassi primo approccio basato sul coordinamento decentralizzato successiva creazione di istituzioni ad hoc I processi gestiti centralmente sono diversi: 24 Switching/attivazione/disattivazione Misura Monitoraggio

25 Gestione dei processi e dei dati Differenze nazionali UK: modello con gestore centrale delle comunicazioni + agente centrale delle misure Paesi Bassi: evoluzione da modello con gestore centrale delle comunicazioni a modello con agente centrale Spagna: decentralizzazione con monitoraggio a livello di transazione e possibilità di evoluzione a modello con Agente centrale 25

26 Gestione dei processi e dei dati In Italia: AU gestore del Sistema Informativo Integrato (L. 129/10) Processi prima fase (DCO 35/11) pre-check energia elettrica (ee), procedure di switching ee, attivazione e la disattivazione di punti di prelievo ee gestione del sistema indennitario e eventuali altri Processi connessi alla gestione della morosità ee Futuro: gas 26

27 Gestione dei processi e dei dati La centralizzazione tra l altro consente: di assicurare neutralità nel rapporto tra distributore e venditore di monitorare i processi, assegnando responsabilità ai singoli operatori di standardizzare modalità e tempi di accesso alle informazioni da parte dei consumatori finali di migliorare la regolazione 27

28 LO SWITCHING OGGI - Richiesta di Switching - Fase di verifica EdV subentrante comunica sottoscrizione contratto fornitura Distributore -Aggiornamento contratti di distribuzione Aggiornamento -Misura prelievi contratti di: Trasmissione Dispacciamento Terna Comunicazione avvenuto Switching e dati tecnici EdV uscente terminazione contratto di fornitura Comunicazione avvenuto switching 28 data 28

29 LO SWITCHING DOMANI EdV subentrante Siinterfacciacon ilsii per lo switching EdV uscente Comunicazione avvenuto switching Sistema Informativo Integrato SII Terna Aggiornamento contratti di: Distribuzione Trasmissione Dispacciamento 29 data Distributore -Aggiornamento contratti di distribuzione -Misura prelievi

30 Modifica della regolazione post SII L INTRODUZIONE DEL SII MODIFICA: le modalità di identificazione ed aggiornamento del soggetto responsabile di ciascun punto di prelievo nei contratti di sistema le responsabilità assegnate a ciascun operatore. Registro Ufficiale del SII: diventerà il riferimento ufficiale per l identificazione dei responsabili dei punti nei contratti di sistema, sostituendo i registri di Anagrafica dei punti di prelievo tenuti dai distributori ai fini del dispacciamento Quindi: Il venditore entrante utilizzerà il SII per attivare lo spostamento del punto (switching) 30 data

31 Ingredienti lato domanda EC punta molto su abilitazione del consumatore (Terzo Pacchetto): Tempi di switching Qualità e tempestività delle informazioni sui consumi fornite dal DSO Trasparenza delle informazioni sulle condizioni sia economiche che contrattuali Sistemi di misura intelligenti Politiche di utilizzo del marchio Anche per questo servono nuovi sistemi informativi 31

32 Riflessioni conclusive Condizioni necessarie (non sufficienti) per un buon funzionamento del mercato retail: gestione efficiente dei processi di swiching disponibilità tempestiva di dati ed informazioni sia ai clienti finali che ai venditori Il SII è uno strumento importante perché questo si possa realizzare Nel futuro le sue funzionalità potrebbero essere estese ad alcune attività oggi incluse nel servizio di misura 32

33 Riflessioni conclusive Servizio di tutela per i clienti domestici Interazioni con le dinamiche concorrenziali Tuttavia ancora necessario perché gli ingredienti non sono ancora facilmente disponibili Va quindi gestita una transizione facendo attenzione a non togliere troppi spazi al mercato There ain t no such a think as a free lunch: La qualità e l intelligenza costano. Non sempre di più è meglio non tutti i consumatori guadagneranno (effetti redistributivi) 33

Le regole del libero mercato e i meccanismi di tutela: una chiave di lettura per i consumatori

Le regole del libero mercato e i meccanismi di tutela: una chiave di lettura per i consumatori Le regole del libero mercato e i meccanismi di tutela: una chiave di lettura per i consumatori Andrea Rosazza Autorità per l energia elettrica e il gas - Direzione Mercati UNAE Veneto - Padova 26 settembre

Dettagli

Il ruolo di Acquirente Unico nel mercato: attività e prospettive

Il ruolo di Acquirente Unico nel mercato: attività e prospettive Il ruolo di Acquirente Unico nel mercato: attività e prospettive Ing. Nicolò Di Gaetano Responsabile Relazioni Esterne ed Analisi di Mercato Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema

Dettagli

PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA

PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Tariffazione dell energia elettrica Classificazione dei costi dell energia elettrica Costi di generazione (oneri finanziari, costi di smantellamento, costi d esercizio,

Dettagli

La liberalizzazione dei mercati dell energia: rischi ed opportunità

La liberalizzazione dei mercati dell energia: rischi ed opportunità Conferenza Europea CECODHAS La liberalizzazione dei mercati dell energia: rischi ed opportunità Guido Bortoni Direttore Mercati Autorità per l energia elettrica e il gas DIREZIONE MERCATI Ancona, 21 aprile

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Il mercato elettrico retail

Il mercato elettrico retail Il mercato elettrico retail Autorità per l energia elettrica e il gas Valeria Contin DIREZIONE MERCATI 10 marzo 2010 Autorità per l Energia Elettrica e il Gas, Direzione Mercati 1 Indice Assetto mercato

Dettagli

WORKSHOP Liberalizzazione del mercato elettrico italiano e comportamento dei consumatori. attività di AU

WORKSHOP Liberalizzazione del mercato elettrico italiano e comportamento dei consumatori. attività di AU WORKSHOP Liberalizzazione del mercato elettrico italiano e comportamento dei consumatori I I risultati dell attivit attività di AU Dott. Nando Pasquali Presidente Acquirente Unico Spa Bologna, 22 gennaio

Dettagli

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori)

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori) Consumo annuo (kwh) Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di energia elettrica Corrispettivi previsti dall offerta free di eni alla data del 01/02/2011, valida fino alla data del 15/04/2011

Dettagli

LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE

LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE Prof. Massimo Beccarello Autorità per l energia elettrica e il gas Direzione Strategie, Studi e Documentazione 22 dicembre 2004 Questa presentazione non è un documento

Dettagli

INDICE. CAPITOLO I LE POLITICHE COMUNITARIE IN CAMPO ENERGETICO di Barbara Pozzo

INDICE. CAPITOLO I LE POLITICHE COMUNITARIE IN CAMPO ENERGETICO di Barbara Pozzo INDICE Introduzione di Achille Cutrera...................................... XI CAPITOLO I LE POLITICHE COMUNITARIE IN CAMPO ENERGETICO di Barbara Pozzo Introduzione... 2 I. Gli aspetti istituzionali........................................

Dettagli

3. Ruoli ed attività dei soggetti coinvolti

3. Ruoli ed attività dei soggetti coinvolti La missione dell Autorita per l Energia Elettrica e il Gas Autorità per l Energia Elettrica e il Gas Garantire la promozione della concorrenza e dell efficienza, assicurare adeguati livelli di qualità

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

eni3 scheda introduttiva alle Condizioni Economiche

eni3 scheda introduttiva alle Condizioni Economiche eni3 scheda introduttiva alle Condizioni Economiche eni3 è il primo pacchetto integrato gas, luce e carburanti di eni per chi vuole gestire le spese per la casa e avere ulteriori vantaggi per l auto blocchi

Dettagli

Documento per la consultazione Mercati di incidenza: energia elettrica

Documento per la consultazione Mercati di incidenza: energia elettrica DCO 24/11 MECCANISMO DI REINTEGRAZIONE DEGLI ONERI NON RECUPERABILI SOSTENUTI DAGLI ESERCENTI LA SALVAGUARDIA PER LE FORNITURE AI CLIENTI NON DISALIMENTABILI E MODALITÀ DI RECUPERO E GESTIONE DEL CREDITO

Dettagli

Approvvigionamenti di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamenti di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Roma, 24 novembre 2015 Sommario Struttura dei prezzi per i clienti finali Clienti ed energia nel servizio di maggior tutela Quotazioni dei prodotti energia Portafoglio di AU 2 Sistema elettrico nel contesto

Dettagli

Ipotesi di scenario dopo il superamento del Servizio di Maggior Tutela

Ipotesi di scenario dopo il superamento del Servizio di Maggior Tutela Ipotesi di scenario dopo il superamento del Servizio di Maggior Tutela DDL Concorrenza Art. 19 - Energia Milano, 14/01/2014 1 Tempistica superamento Maggior Tutela (art.19 ddl Concorrenza) 01/01/2016:

Dettagli

Fattura di energia elettrica. Quadro normativo

Fattura di energia elettrica. Quadro normativo Workshop 1 Quadro normativo Con legge n. 481 del 14 novembre 1995 è stata istituita l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (www.autorita.energia.it) che ha il compito di tutelare gli interessi dei

Dettagli

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università degli

Dettagli

Scatti al 30 giugno 2014

Scatti al 30 giugno 2014 Scatti al 30 giugno 2014 1 Il mercato dell energia elettrica in Italia 2013 Bilancio anno 2013-4,4% Previsione anno 2014 Domanda Energia Elettrica 298 TWh (totale) 233 TWh al mercato non domestico www.consulenzaenergetica.it

Dettagli

La bolletta elettrica: quanto e cosa paghiamo?

La bolletta elettrica: quanto e cosa paghiamo? La bolletta elettrica: quanto e cosa paghiamo? Maria Rosalia Cavallaro Area Analisi Economico Finanziarie Indice La filiera elettrica Approvvigionamento Infrastruttura Vendita Sistema tariffario Sistema

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 21 febbraio 2008 - ARG/elt 18/08 Perequazione dei costi di approvvigionamento dell energia elettrica per il servizio di maggior tutela e definizione dei meccanismi di conguaglio tra l Acquirente

Dettagli

Il mercato dell energia elettrica in Italia

Il mercato dell energia elettrica in Italia Il mercato dell energia elettrica in Italia Ing. Giacomo Trupia 1 parte Il mercato elettrico in Italia Indice 1 parte OBIETTIVI FONTI BIBLIOGRAFICHE OGGETTO LEGGI FONDAMENTALI TAPPE EVOLUZIONE MERCATO

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004.

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. Presentazione del Presidente dell Autorità. Roma, 6 luglio 2004. Orientamenti per l azione futura. Considerate la dinamica e la complessità

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 TELEFONO 47531 1000 BRUXELLES TELEX 622425 TELEFONO 00322 / 2178838

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Memoria per il seguito dell audizione presso la X Commissione Industria,

Dettagli

Electra Italia S.p.A.

Electra Italia S.p.A. Electra Italia S.p.A. Il trading come facilitator delle PMI nella gestione della efficienza del mercato Andrea Chinellato Milano 18 Ottobre 2010 page 1 Electra Italia S.p.A. Electra Italia è una società

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN

DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI MERCATI DELLA VENDITA AL DETTAGLIO DELL ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS NATURALE Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 10 giugno

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI

MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI Dott. Marco Merler, Presidente Trenta S.p.A. Trento, Lunedì 4 giugno 2007 Sala Conferenze, Facoltà di Economia INDICE Il Gruppo Trentino Servizi Struttura

Dettagli

CONOSCI LA TUA BOLLETTA? Come funziona il libero mercato dell energia elettrica

CONOSCI LA TUA BOLLETTA? Come funziona il libero mercato dell energia elettrica CONOSCI LA TUA BOLLETTA? Come funziona il libero mercato dell energia elettrica Informativa in base Decreto Legislativo n. 79 del 16 marzo 1999 (Attuazione della direttiva 96/92/CE norme per il mercato

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Fabio Leoncini - Presidente Il Trader nel panorama energetico italiano 5 dicembre 2000 - Università Bocconi Agenda... Il ruolo del trader nel panorama

Dettagli

Open Data & Energia. Patrizia Saggini. Bologna, 24 ottobre 2014

Open Data & Energia. Patrizia Saggini. Bologna, 24 ottobre 2014 Open Data & Energia Patrizia Saggini Bologna, 24 ottobre 2014 Chi sono: Direttore Area Amministrativa e Innovazione del Comune di Anzola dell Emilia LinkedIn: http://www.linkedin.com/in/patriziasaggini

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

TITOLO II REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI DISPACCIAMENTO E DI TRASPORTO NEI CASI DI MOROSITA DEI CLIENTI FINALI DISALIMENTABILI...

TITOLO II REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI DISPACCIAMENTO E DI TRASPORTO NEI CASI DI MOROSITA DEI CLIENTI FINALI DISALIMENTABILI... REGOLAZIONE DEL SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO E DEL SERVIZIO DI TRASPORTO (TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA) DELL ENERGIA ELETTRICA NEI CASI DI MOROSITÀ DEI CLIENTI FINALI O DI INADEMPIMENTO DA PARTE

Dettagli

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte II

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte II Corso di Formazione ESTATE La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte II Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università degli Studi di

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

Delibera ARG/elt 37/08

Delibera ARG/elt 37/08 Delibera ARG/elt 37/08 Aggiornamento per il trimestre aprile - giugno 2008 delle condizioni economiche del servizio di vendita di energia elettrica di maggior tutela L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA

Dettagli

FINALI NON DOMESTICI AVENTI DIRITTO AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

FINALI NON DOMESTICI AVENTI DIRITTO AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA DCO 19/10 ADOZIONE DI NUOVE PROCEDURE PER L IDENTIFICAZIONE DEI CLIENTI FINALI NON DOMESTICI AVENTI DIRITTO AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA Documento per la consultazione Mercato di incidenza: energia elettrica

Dettagli

Valido dall 1 gennaio 2015

Valido dall 1 gennaio 2015 Allegato A TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS IN ORDINE ALLA REGOLAZIONE DELLE PARTITE FISICHE ED ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO (SETTLEMENT) Valido

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

La situazione delle energie rinnovabili. Il bilancio del Conto Energia. MEF (Ministero dell Economia e delle Finanze)

La situazione delle energie rinnovabili. Il bilancio del Conto Energia. MEF (Ministero dell Economia e delle Finanze) Il gruppo GSE MSE (Ministero dello Sviluppo Economico) Direttive MEF (Ministero dell Economia e delle Finanze) Proprietà 100% AEEG (Autorità per l Energial Elettrica ed il Gas ) Delibere Fiera di Verona,

Dettagli

La generazione di energia elettrica in Italia a 10 anni dal Decreto Bersani Risultati raggiunti e agenda futura

La generazione di energia elettrica in Italia a 10 anni dal Decreto Bersani Risultati raggiunti e agenda futura La generazione di energia elettrica in Italia a 10 anni dal Decreto Bersani Risultati raggiunti e agenda futura Clara Poletti IEFE Università Bocconi Assemblea annuale Assoelettrica 4 maggio 2011 Obiettivo

Dettagli

FAC-SIMILE. (*) I corrispettivi sopra riportati si applicano ai quantitativi di Gas prelevati dal Cliente.

FAC-SIMILE. (*) I corrispettivi sopra riportati si applicano ai quantitativi di Gas prelevati dal Cliente. Modulo offerta economica validità dell offerta fino al 31/05/2013, prezzi fissi per 12 mesi della data di attivazione della fornitura. HOME ENERGY GAS WEB (*) I corrispettivi sopra riportati si applicano

Dettagli

Serena Rugiero. Coordinatrice Osservatorio Energia e Innovazione Ires. Presentazione n.5/2013

Serena Rugiero. Coordinatrice Osservatorio Energia e Innovazione Ires. Presentazione n.5/2013 La trasformazione dei settori dell energia elettrica e del gas e del servizio idrico: sviluppo dei profili professionali e implicazioni per la formazione Serena Rugiero Coordinatrice Osservatorio Energia

Dettagli

Garanzia Giovani PON Iniziativa Occupazione Giovani. Valentina Curzi

Garanzia Giovani PON Iniziativa Occupazione Giovani. Valentina Curzi Garanzia Giovani PON Iniziativa Occupazione Giovani Valentina Curzi Garanzia Giovani (2013) Raccomandazione del Consiglio (22/4/2013) Entro 4 mesi i giovani < 25 anni devono ricevere un offerta qualitativamente

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

La Domanda Elettrica dell Acquirente Unico: Minimizzazione dello Scostamento tra Previsioni e Consumo

La Domanda Elettrica dell Acquirente Unico: Minimizzazione dello Scostamento tra Previsioni e Consumo La Domanda Elettrica dell Acquirente Unico: Minimizzazione dello Scostamento tra Previsioni e Consumo Santino Mazzaferri Acquirente Unico, Direzione Operativa Energia santino.mazzaferri@acquirenteunico.it

Dettagli

Come operare nel mercato elettrico

Come operare nel mercato elettrico Come operare nel mercato elettrico Alberto POTOTSCHNIG Confindustria Roma, 19 giugno 2001 Assetto del settore - Struttura del mercato Impianti con contratto GRTN Impianti senza contratto Contratti bilaterali

Dettagli

Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili

Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa Convegno FederUtility Fonti rinnovabili ed efficienza energetica Le prospettive per le Aziende

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE

ATTI PARLAMENTARI XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE ATTI PARLAMENTARI XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. CXLI n. 2 RELAZIONE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA DALL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS (Al 31 marzo 2007) (Articolo

Dettagli

Efficienza Energetica: la soluzione 55%

Efficienza Energetica: la soluzione 55% Efficienza Energetica: la soluzione 55% Ing. GIAMPAOLO VALENTINI Coordinatore Gruppo di Lavoro Efficienza Energetica La Villa, 29 marzo 2009 L OBIETTIVO 20-20 20-20 La proposta della Commissione Europea

Dettagli

Indice. III. La determinazione del prezzo dell energia elettrica

Indice. III. La determinazione del prezzo dell energia elettrica Indice III. La determinazione del prezzo dell energia elettrica Il prezzo dell energia elettrica Normativa di riferimento Il ruolo della tariffa Tariffa elettrica per il mercato libero Principi di regolazione

Dettagli

MODALITA PER IL RIMBORSO AI GESTORI USCENTI DEGLI IMPORTI EQUIVALENTI AL CORRISPETTIVO UNA TANTUM PER LA COPERTURA DEGLI ONERI DI GARA

MODALITA PER IL RIMBORSO AI GESTORI USCENTI DEGLI IMPORTI EQUIVALENTI AL CORRISPETTIVO UNA TANTUM PER LA COPERTURA DEGLI ONERI DI GARA DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 190/2014/R/GAS MODALITA PER IL RIMBORSO AI GESTORI USCENTI DEGLI IMPORTI EQUIVALENTI AL CORRISPETTIVO UNA TANTUM PER LA COPERTURA DEGLI ONERI DI GARA Documento per la consultazione

Dettagli

Senato della Repubblica X Commissione Industria

Senato della Repubblica X Commissione Industria Senato della Repubblica X Commissione Industria Memoria Anigas in ordine allo schema di decreto legislativo recante attuazione delle direttive europee 2009/72/CE, 2009/73/CE e 2008/92/CE relative a norme

Dettagli

UNIACQUE S.p.A. ALLEGATO A Capitolato Speciale di Appalto

UNIACQUE S.p.A. ALLEGATO A Capitolato Speciale di Appalto UNIACQUE S.p.A. BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA APPALTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 01.01.2013-31.12.2013 PER LE UTENZE DELLA SOCIETA UNIACQUE S.P.A. (ai sensi degli artt. 54

Dettagli

La tutela dell economia e della finanza: il ruolo della Guardia di Finanza e delle Autorità garanti nella prospettiva dell Unione europea

La tutela dell economia e della finanza: il ruolo della Guardia di Finanza e delle Autorità garanti nella prospettiva dell Unione europea La tutela dell economia e della finanza: il ruolo della Guardia di Finanza e delle Autorità garanti nella prospettiva dell Unione europea Federico Luiso Direzione Osservatorio, Vigilanza e Controlli Autorità

Dettagli

Banca dati per il monitoraggio dei consumi e degli acquisti L esperienza della Regione Emilia Romagna

Banca dati per il monitoraggio dei consumi e degli acquisti L esperienza della Regione Emilia Romagna Banca dati per il monitoraggio dei consumi e degli acquisti L esperienza della Regione Emilia Romagna Daniela Carati Servizio Politica del Farmaco Assessorato alla Sanità e Politiche Sociali 1 Il sistema

Dettagli

Retailing di energia elettrica e Gas Naturale

Retailing di energia elettrica e Gas Naturale Retailing di energia elettrica e Gas Naturale Seminario IEFE- Università Bocconi Milano, 27 ottobre 2009 Guido Cervigni Eileen Fumagalli Clara Poletti Simone Spalletta Sommario 1. Oggetto e Finalità della

Dettagli

Guida alla Convenzione. per la fornitura di Energia Elettrica. Lotti 1 e 2

Guida alla Convenzione. per la fornitura di Energia Elettrica. Lotti 1 e 2 Guida alla Convenzione per la fornitura di Energia Elettrica Lotti 1 e 2 1 Premessa... 2 2 Oggetto della Convenzione... 2 2.1 Durata della Convenzione e dei contratti... 2 2.2 Fornitura di energia elettrica...

Dettagli

Misure per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo della geotermia in Italia

Misure per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo della geotermia in Italia Misure per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo della geotermia in Italia Tommaso Franci Roma, 7 Luglio 2011 PER UN NUOVO MANIFESTO DELLA GEOTERMIA - Prospettive di sviluppo della geotermia in

Dettagli

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA Il quadro di contesto e la normativa di settore in materia di Trasporto Pubblico.

Dettagli

Sistema elettrico, gestione e aspetti regolatori

Sistema elettrico, gestione e aspetti regolatori Sistema elettrico, gestione e aspetti regolatori I Parte Vanna Gualandi vanna.gualandi@terna.it AGENDA Un excursus sull assetto del settore elettrico Gli organi di supervisione del settore elettrico Il

Dettagli

Convegno Billing 2015

Convegno Billing 2015 Convegno Billing 2015 5 MARZO 2015 Relatore Federica Pignatti Criticità del mercato L apertura dei mercati dell energia elettrica e del gas naturale alla clientela di massa, domestica e commerciale, ha

Dettagli

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE VISTA la legge 11 febbraio 1994, n. 109, recante Legge quadro in materia di lavori pubblici, nel testo aggiornato pubblicato nel supplemento

Dettagli

La Borsa elettrica: principi e funzionamento. Roma, 31 marzo 2004

La Borsa elettrica: principi e funzionamento. Roma, 31 marzo 2004 La Borsa elettrica: principi e funzionamento Roma, 31 marzo 2004 Parte I : i principi del mercato Prof. Bollino Parte II : il mercato dell energia energia Prof. SzegÖ / Avv. Agosta Parte III : le attività

Dettagli

Osservazioni e suggerimenti ANIGAS

Osservazioni e suggerimenti ANIGAS DCO 23/09 STRUMENTI VOLTI AL CONTENIMENTO DEL RISCHIO CREDITIZIO PER I VENDITORI DEL MERCATO DELL ENERGIA ELETTRICA E PROPOSTE DI MODIFICA DELLA DELIBERAZIONE ARG/ELT 4/08 IN TEMA DI CLIENTI NON DISALIMENTABILI

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli 1 - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 717 del 19-09-2012 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 744 del 19-09-2012 Determinazione n. 170 del 19-09-2012 Settore

Dettagli

Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza. Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A.

Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza. Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. Premessa La spesa per consumi intermedi costituisce una parte rilevante delle uscite

Dettagli

Energia. Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione. ref. Osservatorio Energia

Energia. Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione. ref. Osservatorio Energia ww Energia 2 0 0 5 Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione ref. Osservatorio Energia A cura di: Claudia Checchi Il Rapporto è stato realizzato dal gruppo di lavoro dell Osservatorio Energia sotto

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

Allegato A. Valido dall 1 marzo 2013. Versione modificata con deliberazioni nn. 565/2012/R/EEL, 583/2012/R/EEL, 456/2013/R/EEL e 508/2013/R/EEL

Allegato A. Valido dall 1 marzo 2013. Versione modificata con deliberazioni nn. 565/2012/R/EEL, 583/2012/R/EEL, 456/2013/R/EEL e 508/2013/R/EEL TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo

L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo Festival della Soft Economy - Symbola Università degli Studi di Camerino 25 Giugno 2014 L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo Andrea Zaghi Responsabile

Dettagli

Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di gas naturale

Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di gas naturale FC-VECA.A-I_SW_DOM_ DOM_DUAL - All.8 Sconta prezzo gas sul valore della componente commercializzazione all'ingrosso (componente relativa alla materia prima Materia Prima Gas (CCI) /Smc 0,414734 L offerta

Dettagli

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio Fisica Sanitaria Roma, 17 Febbraio 2012 Michele Belluscio Fisica Sanitaria: Attività La Fisica Sanitaria svolge attività connesse, in modi e misure diverse, con: -Radioterapia oncologica -Medicina nucleare

Dettagli

Le azioni di Italia Lavoro a supporto dell allargamento della rete dei servizi

Le azioni di Italia Lavoro a supporto dell allargamento della rete dei servizi Area Servizi per il Lavoro Progetto PON Qualificazione dei servizi per il lavoro e supporto alla governance regionale Le azioni di Italia Lavoro a supporto dell allargamento della rete dei servizi Paola

Dettagli

LE STRATEGIE DEL CONSORZIO CEV PER RIDURRE IL COSTO DELL ENERGIA. Dott. Alessandro Crescini

LE STRATEGIE DEL CONSORZIO CEV PER RIDURRE IL COSTO DELL ENERGIA. Dott. Alessandro Crescini LE STRATEGIE DEL CONSORZIO CEV PER RIDURRE IL COSTO DELL ENERGIA Dott. Alessandro Crescini 1 INTRODUZIONE: IL CONTESTO Il Decreto Legislativo 79/99 (c.d. Decreto Bersani) sancisce l avvio e le tappe del

Dettagli

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2 CONTESTO NORMATIVO 1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2 3) DELIBERE DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS RILEVANTI AI FINI DELLA

Dettagli

Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza. Parte 2. Bari Ottobre 2011

Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza. Parte 2. Bari Ottobre 2011 Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza Clara Poletti IEFE - Bocconi University Parte 2 Bari Ottobre 2011 IEFE - UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Morosità nell attuale quadro regolatorio Autorità per l energia elettrica e il gas Marta Chicca Responsabile Unità Mercato Retail DIREZIONE MERCATI 9 Ottobre 2008 Autorità per l Energia Elettrica e il

Dettagli

Struttura dell industria liberalizzata

Struttura dell industria liberalizzata Struttura dell industria liberalizzata GENERATORI Sono aperte alla concorrenza le fasi di generazione e fornitura ai clienti finali. Le MERCATO ALL INGROSSO GME GRTN AU attività di trasmissione e distribuzione

Dettagli

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 18 Giugno 2007, n. 73 Testo del decreto-legge 18 giugno 2007, n. 73 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 139 del 18 giugno 2007), coordinato con la legge di conversione

Dettagli

LA TUTELA DEI CONSUMATORI IN MERCATI RETAIL LIBERALIZZATI

LA TUTELA DEI CONSUMATORI IN MERCATI RETAIL LIBERALIZZATI LA TUTELA DEI CONSUMATORI IN MERCATI RETAIL LIBERALIZZATI Alberto Grossi Direttore Consumatori e qualità del servizio Autorità per l energia elettrica e il gas Questa presentazione non è un documento ufficiale

Dettagli

DCO 13/09 OPZIONI PER L ARMONIZZAZIONE E LA TRASPARENZA DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS. Osservazioni ANIGAS

DCO 13/09 OPZIONI PER L ARMONIZZAZIONE E LA TRASPARENZA DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS. Osservazioni ANIGAS DCO 13/09 OPZIONI PER L ARMONIZZAZIONE E LA TRASPARENZA DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS Osservazioni ANIGAS Roma 7 agosto 2009 1 Osservazioni Generali ANIGAS condivide

Dettagli

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI...

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI... TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia detiene la rappresentanza, a

1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia detiene la rappresentanza, a Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia SOMMARIO 1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo 2. Evoluzione della struttura dell Industria molitoria italiana 3. L approvvigionamento

Dettagli

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Le componenti tariffarie. Vicenza, 18 maggio 2012

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Le componenti tariffarie. Vicenza, 18 maggio 2012 ENERGINDUSTRIA Il mercato dell energia elettrica e la contrattualistica Le componenti tariffarie Vicenza, 18 maggio 2012 Marco Busin 2012 IL MERCATO TUTELATO Il contesto normativo previsto dal decreto

Dettagli

Mario Porzio & Carlo Spampatti. Bergamo a.a. 09/10

Mario Porzio & Carlo Spampatti. Bergamo a.a. 09/10 Mario Porzio & Carlo Spampatti Università degli studi di Università degli studi di Bergamo a.a. 09/10 Catena elettrica Produzione:costruzione e gestione degli impianti mirati a produrre energia elettrica

Dettagli

Introduzione al mercato dell energia Enrico Villa CNA FC

Introduzione al mercato dell energia Enrico Villa CNA FC BC1 Introduzione al mercato dell energia Enrico Villa CNA FC Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting Diapositiva 1 BC1 inserire i propri riferimenti Nome e Cognome relatore

Dettagli

Il senso di una analisi storica sui trasferimenti dallo Stato ai Comuni

Il senso di una analisi storica sui trasferimenti dallo Stato ai Comuni I TRASFERIMENTI ERARIALI COME LEVA DI GOVERNO NEI RAPPORTI STATO COMUNI Copyright SDA Copyright Bocconi 2005 SDA Bocconi 2005 SDA Bocconi per Anci Veneto 1 Il senso di una analisi storica sui trasferimenti

Dettagli

FOCUS NORMATIVO. Il Testo Integrato della regolazione della Qualità dei Servizi di Distribuzione e Misura dell Energia Elettrica

FOCUS NORMATIVO. Il Testo Integrato della regolazione della Qualità dei Servizi di Distribuzione e Misura dell Energia Elettrica Sommario FOCUS NORMATIVO... 3 AGGIORNAMENTI NORMATIVI... 4 ANDAMENTO MERCATO ENERGIA ELETTRICA... 5 ANDAMENTO ASTE ENERGETICHE... 6 ADDIO AL MERCATO TUTELATO... 7 FOCUS NORMATIVO Il Testo Integrato della

Dettagli

Progetto TE Ticket elettronico

Progetto TE Ticket elettronico Progetto TE Ticket elettronico L idea: Sostituire progressivamente sul territorio nazionale il ticket restaurant cartaceo con il Ticket Elettronico. L introduzione del Ticket elettronico consente di dematerializzare

Dettagli

Media Tensione codice CIG 3351958B3C:

Media Tensione codice CIG 3351958B3C: Alla cortese attenzione dei soci della Società Consortile Energia Toscana Firenze, 21/12/11 Oggetto: Esito procedura per la fornitura di energia elettrica per l anno 2012 alla Società Consortile Energia

Dettagli

FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 01/01/2016 31/12/2016 PER LA SOCIETA ACQUAMBIENTE MARCHE S.R.L. http://www.acquambientemarche.

FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 01/01/2016 31/12/2016 PER LA SOCIETA ACQUAMBIENTE MARCHE S.R.L. http://www.acquambientemarche. FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 01/01/2016 31/12/2016 PER LA SOCIETA ACQUAMBIENTE MARCHE S.R.L. http://www.acquambientemarche.it/ CAPITOLATO FORNITURA 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA GARA...

Dettagli

IL MERCATO DEL GAS NATURALE: PROSPETTIVE DI SVILUPPO ED INTERVENTO DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA ED IL GAS. Ing.

IL MERCATO DEL GAS NATURALE: PROSPETTIVE DI SVILUPPO ED INTERVENTO DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA ED IL GAS. Ing. IL MERCATO DEL GAS NATURALE: PROSPETTIVE DI SVILUPPO ED INTERVENTO DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA ED IL GAS Ing. Claudio DI MACCO LA FILIERA DEL GAS NATURALE Importazione/produzione nazionale Rigassificazione

Dettagli