Fiscal Approfondimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fiscal Approfondimento"

Transcript

1 Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N Il leasing per le auto A cura di Devis Nucibella Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette La disposizione di riferimento per l individuazione dei mezzi di trasporto che danno diritto ad una deducibilità limitata dell ammontare delle spese di acquisto, ad essi relative è l art. 164, comma 1, lett. b), del T.U.I.R. Tra le varie forme di acquisto del bene, figura il contratto di locazione finanziaria, con il quale l'impresa si procura la disponibilità dell'automezzo, obbligandosi a pagare alla società di leasing, un canone periodico per tutto il periodo di durata del contratto. Nel corso degli ultimi anni, diverse novità hanno influenzato la disciplina fiscale del leasing per le autovetture. Con le chiusura del 2013 è arrivato il momento di fare un riepilogo del trattamento fiscale delle autovetture acquisite mediante tale formula contrattuale. Premessa Una delle alternative all acquisto diretto di un autoveicolo, da parte dell azienda, è la possibilità di acquisire l autoveicolo tramite un contratto di leasing finanziario. Per definire il leasing finanziario è utile fare riferimento al Documento OIC 1, il quale afferma che: Le operazioni di leasing finanziario sono rappresentate dai contratti di locazione di beni materiali (mobili e immobili) o immateriali (ad esempio, software), acquistati o fatti costruire dal locatore su scelta o indicazione del conduttore che ne assume tutti i rischi e con facoltà di quest ultimo di divenire proprietario dei beni locati al termine della locazione, dietro versamento di un prezzo prestabilito (riscatto) [...]. 1

2 Il leasing finanziario è, pertanto, in generale un contratto che comporta il trasferimento, in capo al locatario (od utilizzatore), della maggior parte dei rischi e benefici inerenti al contratto. Iva I canoni di leasing rappresentano un corrispettivo per la prestazione di un servizio (art. 3, D.P.R. n. 633/72) e pertanto sono soggetti ad Iva. L aliquota da utilizzare è quella propria del bene oggetto del contratto, quindi per l acquisizione di un autoveicolo, l aliquota da utilizzare è quella del 22% (21% fino al ). L art. 19-bis1, comma 1, lettera c), D.P.R. n. 633/1972 prevede che, a decorrere dal 28 giugno 2007, l Iva relativa ai canoni di leasing sostenuti per l acquisizione di un veicolo non utilizzato esclusivamente nell esercizio dell impresa, è detraibile nella misura del 40%. Pertanto, l impresa che corrisponde canoni di leasing su un veicolo con limitazioni fiscali, può beneficiare della detraibilità del 40% dell Iva esposta in fattura. La Beta S.p.a. riceve a settembre 2013 la fattura della rata relativa ad un autoveicolo acquisito in leasing. L importo della rata è pari ad 1.815,00 ( 1.500, ,00 Iva). Essendo la percentuale di detraibilità dell Iva pari al 40%, l Iva detraibile ammonta ad 126,00. Uso Ai fini delle imposte sui redditi l art. 164, comma 1, lettera b), TUIR, dispone che: i costi sostenuti per i canoni di leasing relativi all acquisizione dei veicoli non esclusivamente strumentali e non adibiti ad uso pubblico, sono deducibili nella misura del 20%. La Legge 24 dicembre 2012, n. 228, ha, infatti, ridotto al 20% la percentuale di deducibilità dei costi dei mezzi di trasporto, di cui all art. 164, comma 1, lett. b), TUIR. Si evidenzia fin da subito che di seguito verrà trattata la disciplina delle autovetture individuate dalla lettera b) dell art. 164 comma 1 del Tuir, mentre verrà esclusa la normativa disposta per gli automezzi in uso promiscuo ai dipendenti. 2

3 Per quest ultimi infatti come confermato nel corso di Telefisco 2014, si applicano le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2014, secondo cui il periodo minimo di deduzione è pari a quello previsto per gli altri beni mobili (ora pari alla metà del periodo di ammortamento) e non al periodo di ammortamento così come previsto per i mezzi di trasporto parzialmente deducibili (ancora in vigore anche dopo la legge di stabilità 2014). La disciplina dell art. 164, TUIR ha ad oggetto l intero ammontare del canone di leasing, ed è pertanto applicabile sia alla quota capitale, sia alla quota interessi. L Amministrazione Finanziaria con Circolare n. 47/2008 ha, infatti, chiarito che, in deroga alla disciplina generale, l art. 102, comma 7, TUIR trova applicazione per tutti i componenti negativi relativi agli autoveicoli aziendali, di cui all art. 164, TUIR. Anche ai canoni di locazione, nella loro integrità, deve essere dunque applicata la limitazione in esame. Ciò premesso, va considerato che la deducibilità dei canoni di leasing, è vincolata anche al tetto massimo di spesa agevolabile e al costo d acquisto sostenuto dal concedente. L art. 164, comma 1, lettera b), TUIR, impone, infatti, il rispetto di limiti assoluti di deducibilità del costo del veicolo. Ai fini della limitata deducibilità al 20% dei canoni di leasing, infatti: [...] Non si tiene conto: [...] dell ammontare dei canoni proporzionalmente corrispondente al costo di detti veicoli che eccede i limiti indicati, se i beni medesimi sono utilizzati in locazione finanziaria; [...].. In altre parole, i canoni fiscalmente riconosciuti, sono determinati in proporzione del costo deducibile del veicolo rispetto al costo totale. Si ricorda che, i tetti massimi di deducibilità, distinti per tipologia di veicoli, sono i seguenti: autovetture e autocaravan ,99 euro, motocicli 4.131,66 euro, ciclomotori 2.065,83 euro. 3

4 In definitiva, la percentuale di deducibilità dei canoni corrisponde alla seguente formula: ,99/ 4.131,66/ 2.065,83 (costo sostenuto dal concedente + IVA indetraibile per l utilizzatore L ammontare dell Iva indetraibile da considerare nel rapporto, è quella derivante dalla percentuale di indetraibilità Iva applicata nell anno di riferimento (ad esempio per il 2013, 60%). Conseguentemente, un eventuale variazione della percentuale di detraibilità dell Iva sui canoni leasing, comporterà una rideterminazione della percentuale di deducibilità degli stessi ai fini delle imposte sui redditi. I valori sopra indicati devono essere ragguagliati ad anno e possono essere modificati dal Ministero tenendo conto delle variazioni dell indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e di impiegati verificatesi nell anno precedente. Trattamento fiscale del maxicanone iniziale L Amministrazione Finanziaria, con Risoluzione n. 9/1740/1984, ha chiarito che il maxicanone iniziale deve essere incluso nel totale dei costi per canoni da ripartire in modo uniforme sull intera durata del contratto. L imputazione del maxicanone esclusivamente al primo esercizio, non è ammessa, in quanto operazione potenzialmente elusiva: in tale ipotesi, infatti, il soggetto potrebbe realizzare un differimento dell imposizione con la fissazione di un canone iniziale molto elevato, da pagare solo in un momento successivo. ESEMPIO La Beta S.R.L sottoscrive, in data 30 settembre 2013, un contratto di leasing per l acquisto di un autovettura del valore di ,00 + Iva. Il contratto di leasing è strutturato nel seguente modo: Condizioni contrattuali Iva indetraibile Costo effettivo Durata del contratto Mesi di competenza mesi 3 mesi 4

5 Canone mensile anticipato 700 Maxi-canone iniziale Prezzo di riscatto x 21% = 147, x 60% = 88, x 21% = x 60% = x 21% = x 60% = ,20 = 788, = = Percentuale IVA detraibile 40 % Si consideri inoltre il seguente ulteriore dato: Costo sostenuto dalla società di leasing (Detraibilià Iva: 40%) Valore Iva indetraibile Costo effettivo x 21% = x 60% = = Per determinare la quota fiscalmente deducibile è necessario considerare i costi effettivamente sostenuti (e pertanto aumentati dell Iva indetraibile) dal contribuente e dalla società di leasing ed operare poi come segue: 1. calcolare il rapporto di deducibilità nel seguente modo: limite fiscal. Deducibile x 100 = costo compl. canoni ,99 x 100 = ( 788,20 x 48) , ,99 x 100 = 45,09% ,60 5

6 2. ragguagliare i canoni sostenuti nel periodo d imposta (3 mesi nel 2013) al coefficiente di deducibilità sopra calcolato: 788,20 x 3 = 2.364, ,60 x 45,09% = 1.066,20 quota deducibile: 20% x 1.066,20 = 213,24 Annualmente, deve essere inoltre compresa anche la quota di maxicanone di competenza dell esercizio. Per il 2013 tale quota è di 140,75 (2.252 x 3/48); la parte fiscalmente deducibile è quindi pari a: 140,75 x 45,09% x 20% = 12,69. Per il 2013, la quota dei canoni (compreso maxicanone di competenza) fiscalmente deducibile è quindi pari a: 213, ,69 = 225,93. Data di stipula del contratto e relativa disciplina fiscale L art. 4-bis, D.L. 2 marzo 2012, n. 16, riformulando il comma 2, art. 54 e il comma 7, art. 102 TUIR, ha apportato modifiche alla disciplina di deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette. La disposizione normativa elimina la condizione della durata minima contrattuale, prima prevista ai fini della deducibilità dei canoni di locazione. La nuova disciplina trova applicazione per la deduzione di canoni di leasing relativi ai contratti di leasing stipulati: a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e, quindi, per la deduzione di canoni relativi ai contratti di leasing stipulati dal 29 aprile Si illustrano di seguito le condizioni alle quali è possibile dedurre i canoni di leasing, relativi ai contratti stipulati fino al 28 aprile 2012; il nuovo regime di deducibilità applicabile ai canoni dei contratti stipulati a decorrere dal 29 aprile 2012 alla luce anche dei recenti chiarimenti forniti dall Amministrazione Finanziaria con Circolare 29 maggio 2013 n. 17. Contratti di leasing stipulati fino al 28 aprile 2012 Per i contratti stipulati tra il 12 agosto 2006 ed il 28 aprile 2012 rimane in vigore la previgente disciplina che prevede la deducibilità fiscale entro i limiti dell art. 164, TUIR, se il contratto ha una durata almeno pari al periodo di ammortamento corrispondente ai coefficiente ministeriali. 6

7 Diversamente, per i contratti stipulati fino all 11 agosto 2006 la deduzione dei canoni di leasing è ammessa, a condizione che la durata minima del contratto sia almeno pari alla metà del periodo di ammortamento corrispondente all applicazione dei coefficienti ministeriali. Considerando che per le autovetture è generalmente previsto il coefficiente di ammortamento del 25%, la durata minima del contratto di leasing è quindi pari a: 4 anni (48 mesi), per i contratti stipulati dal 12 agosto 2006 al 28 aprile 2012; 2 anni (24 mesi), per i contratti stipulati in data precedente. Nella tavola di sintesi, che segue, si evidenziano i limiti ed il periodo di efficacia della norma, tenendo sempre presente che la verifica deve essere effettuata prendendo a riferimento la data di stipulazione di ogni singolo contratto. TAVOLA GENERALE DI RIEPILOGO IMPRESA UTILIZZATRICE TIPO DI BENE STIPULAZIONE CONTRATTO DEDUCIBILITÀ I canoni sono deducibili nei limiti previsti dal TUIR, se la durata del contratto è pari o superiore all intero Dal 12 agosto 2006 al periodo di 28 aprile 2012 ammortamento risultante in base Autoveicoli a all applicazione del deducibilità limitata coefficiente (art. 164, comma 1, lett. ministeriale. b), TUIR) I canoni sono deducibili se la durata del Dal 1 gennaio 1988 all 11 agosto 2006 contratto è pari o superiore alla metà del periodo fiscale di ammortamento. Fino al 31 dicembre 1987 Canoni comunque deducibili 7

8 Contratti di leasing stipulati dal 29 aprile 2012 Come detto, l art. 4-bis, D.L. n. 16/2012 è intervenuto sul comma 7 dell art. 102, TUIR, il quale dispone che: Art. 102, comma 7, TUIR Fino al 28 aprile 2012 Dal 29 aprile 2012 [ ] Per l impresa utilizzatrice che [ ] Per l impresa utilizzatrice che imputa a conto economico i canoni imputa a conto economico i canoni di locazione finanziaria, la di locazione finanziaria, a deduzione è ammessa a condizione prescindere dalla durata che la durata del contratto non sia contrattuale prevista, la deduzione è inferiore ai due terzi del periodo di ammessa per un periodo non ammortamento corrispondente al inferiore ai due terzi del periodo di coefficiente stabilito [ ]; in caso di ammortamento corrispondente al beni immobili, qualora l applicazione coefficiente stabilito [ ]; in caso di della regola di cui al periodo beni immobili, qualora l applicazione precedente determini un risultato della regola di cui al periodo inferiore a undici anni ovvero precedente determini un risultato superiore a diciotto anni, la inferiore a undici anni ovvero deduzione è ammessa se la durata superiore a diciotto anni, la del contratto non è, rispettivamente, deduzione è ammessa per un inferiore a undici anni ovvero pari periodo, rispettivamente, non almeno a diciotto anni. Per i beni di cui all articolo 164, comma 1, lettera b), la deducibilità dei canoni di locazione finanziaria è ammessa a inferiore a undici anni ovvero pari almeno a diciotto anni. Per i beni di cui all articolo 164, comma 1, lettera b), la deducibilità dei canoni di condizione che la durata del locazione finanziaria è ammessa per contratto non sia inferiore al periodo di ammortamento corrispondente al coefficiente stabilito [ ]. un periodo non inferiore al periodo di ammortamento corrispondente al coefficiente stabilito [ ]. La diretta conseguenza della modifica normativa è che per i contratti di leasing aventi ad oggetto i mezzi di trasporto di cui all art. 164, comma 1, lett. b), TUIR stipulati a decorrere dal 29 aprile 2012, la deducibilità dei canoni è ammessa: senza alcun vincolo circa la durata minima del contratto; solo per un periodo non inferiore al periodo di ammortamento corrispondente al coefficiente ministeriale stabilito. 8

9 CANONI DI LEASING Deducibilità fiscale del 20% con limiti di spesa ,99 x auto 4.131,66 x motocicli 2.065,83 x ciclomotori Durata del contratto Irrilevante - contratti stipulati dal 29/04/ mesi contratti stipulati dal 12/08/2006 al 28/04/ mesi contratti stipulati fino all 11/08/2006 Con Circolare 29 maggio 2013, n. 17, l Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla nuova disciplina, disponendo innanzitutto i soggetti destinatari e i soggetti esclusi dalle modifiche dettate dal D.L. n. 16/2012: Come esplicitato dalla relazione tecnica, la norma prevede una riformulazione della disciplina fi scale del leasing in capo all utilizzatore, vincolando la deduzione dei canoni al periodo di ammortamento degli stessi in luogo della durata contrattuale e, in tal senso, non determina effetti diretti sul gettito, non generando cambiamenti fiscali per l utilizzatore. La modifica in esame ha effetto nei confronti delle imprese utilizzatrici che redigono il bilancio secondo i principi contabili nazionali, ossia che imputano i canoni di locazione finanziaria a conto economico. Invariata è, invece, la disciplina per i soggetti IAS adopter che utilizzano il metodo di contabilizzazione previsto dallo IAS 17 per il leasing finanziario, i quali imputano a conto economico (e deducono) le quote di ammortamento relative al bene e gli interessi impliciti, prescindendo, dunque, la deducibilità delle quote di ammortamento dalle vicende contrattuali. Inoltre, come evidenziato dall Agenzia delle Entrate nella citata Circolare n. 17/2013, a seguito della modifica in esame, invece, venuta meno la necessaria coincidenza tra la durata contrattuale e quella minima fiscale, si possono verificare le ipotesi di seguito descritte. durata contratto = periodo minimo di deducibilità durata contratto > periodo minimo di deducibilità I canoni sono deducibili con la stessa cadenza con cui sono imputati a Conto economico. I canoni sono deducibili sulla base dell imputazione a Conto economico. 9

10 durata contratto < periodo minimo di deducibilità I canoni sono deducibili in un periodo maggiore rispetto a quello di imputazione a Conto economico. In tal caso: si determina un disallineamento tra i valori civili e fiscali delle quote di competenza di ciascun esercizio e pertanto, nel periodo di imputazione dei canoni a Conto economico, è necessario operare le variazioni in aumento nel mod. UNICO per la parte non deducibile fiscalmente; i canoni di leasing non dedotti alla scadenza del contratto sono deducibili extracontabilmente mediante variazioni in diminuzione nel mod. UNICO. Come accennato, qualora la durata del contratto sia inferiore al periodo minimo di deducibilità, il canone imputato a Conto economico risulta superiore rispetto a quanto fiscalmente deducibile; infatti, essendo il periodo di deducibilità fiscale più lungo, il canone ammesso in deduzione ogni anno è inferiore. I canoni non dedotti nel corso della durata del contratto, ripresi a tassazione mediante variazioni in aumento nel mod. UNICO, saranno dedotti tramite variazioni in diminuzione fino alla scadenza della durata fiscale del contratto. ESEMPIO Il 2 maggio 2013, la Beta S.R.L ha stipulato un contratto di leasing per un autovettura, con scadenza 2 maggio 2015 (la durata del contratto è quindi di 24 mesi), ad un canone mensile di 2.000,00 + Iva 21%; il costo sostenuto dalla società concedente è di ,00 + Iva 21%. Considerato che il coefficiente di ammortamento è pari al 25%, il relativo periodo di ammortamento risulta pari a 4 anni, ovvero 48 mesi. 10

11 La spesa sostenuta per detti canoni è deducibile in un periodo non inferiore a 48 mesi, ancorché i canoni siano imputati a Conto economico in 24 mesi. Inoltre, in considerazione che il costo sostenuto dal concedente è di e l Iva indetraibile è pari ad 5.418,00 ( x 21% x 60%), il costo della concedente da considerare ai fini della deducibilità prevista dall art. 164, TUIR, è pari ad ,00 ( , ,00). Conseguentemente, per: il 2013, è stato contabilizzato un costo pari a ,00 [( x 21% x 60%) x 8 mesi]; per il 2014, è stato contabilizzato un costo di ,00 [( x 21 x 60%) x 12 mesi]; per il 2015, è stato contabilizzato un costo di 9.008,00 [( x 21% x 60%) x 4 mesi]. Anno Mesi di contratto Mesi relativi Valore civilistico Importo deducib nell anno al ile ex periodo d ammortamento art. 164, TUIR (20% x nell anno , 99/ ) , , , ,7 8 Importo Variazi deducib oni in ile ex aumento art. 102 e 164, TUIR (rappor to 24/48) 672, , , , ,00 672, , ,11 Variazioni in diminuzione , , ,30 336,30 TOTALE , , , , ,19 Si noti che dal 2015 si inizia a recuperare la deduzione della quota di canoni precedentemente non dedotta, fino al termine del periodo di deduzione fiscale (2017). Riscatto alla scadenza e cessione del contratto Vanno considerate, inoltre, alcune vicende che possono verificarsi alla scadenza contrattuale. 11

12 In particolare, l utilizzatore del bene in leasing può: A. esercitare il diritto di riscatto; B. non esercitare il diritto di riscatto; C. cedere a terzi il contratto di leasing. Più precisamente Esercizio del diritto di riscatto Qualora l utilizzatore, al termine del contratto, eserciti il diritto di riscatto, i canoni non dedotti nel periodo di imputazione degli stessi a Conto economico sono deducibili extracontabilmente, mediante una variazione in diminuzione, per l importo fiscalmente consentito, comprensivo sia della quota capitale che della quota interessi. Di fatto, quindi, si determina la continuazione della deduzione dei canoni relativi ad un bene oramai dell impresa, fino al riassorbimento dei valori sospesi. Con riguardo alla quota interessi, considerato che gli stessi sono deducibili nei limiti di cui all art. 96, TUIR (ossia, relativamente alla parte eccedente gli interessi attivi, nel limite del 30% del ROL), potrebbe emergere la necessità di effettuare una variazione in aumento per la relativa parte indeducibile. Successivamente al riscatto del bene, oltre alla deducibilità dei canoni sospesi, l utilizzatore ha diritto di procedere all ammortamento dello stesso, sulla base del valore di riscatto. Anche in caso di cessione, prima del termine della durata fiscale del contratto, del bene riscattato, l impresa cedente continua a dedurre i canoni non dedotti fino al totale riassorbimento degli stessi. Non esercizio del diritto di riscatto Qualora l utilizzatore non eserciti il diritto di riscatto al termine del contratto, lo stesso continua a dedurre extracontabilmente i canoni in precedenza non dedotti mediante una variazione in diminuzione nel mod. UNICO, per l importo fiscalmente consentito, comprensivo sia della quota capitale che della quota interessi. Anche in tal caso relativamente agli interessi, va verificata la deducibilità ex art. 96, TUIR e pertanto, potrebbe emergere la necessità di effettuare una variazione in aumento per la relativa parte indeducibile. Cessione a terzi del contratto. Qualora il contratto di leasing sia ceduto a terzi, con Circolare n. 17/2013 in esame, l Agenzia delle Entrate, richiamando quanto già 12

13 chiarito con Circolare 3 maggio 1996, n. 108, ha ricordato che il valore normale del bene, che costituisce una sopravvenienza attiva, deve essere considerato al netto dei canoni relativi alla durata residua del contratto e del prezzo di riscatto. In tal caso, i canoni non dedotti durante la vita del contratto, attualizzati alla data della cessione, nonché il prezzo di riscatto, riducono la sopravvenienza attiva determinata, ai sensi dell art. 88, comma 5, TUIR. Individuazione interessi impliciti La quota di interessi impliciti compresa nel canone di leasing può essere determinata, come confermato dall Agenzia delle Entrate con Circolare n. 17/2013, sulla base del criterio di individuazione forfetaria previsto ai fini Irap, ossia ripartendo gli interessi impliciti desunti dal contratto per la relativa durata. In merito, è stato precisato che è necessario fare riferimento alla durata fiscale del leasing e non a quella contrattuale, con la conseguenza che la formula per l individuazione degli interessi risulta essere la seguente: Canoni di competenza del periodo (costo sostenuto dalla soc. concedente (*) x gg periodo d imposta) gg durata fiscale del leasing (*) al netto del prezzo di riscatto Come accennato, l ammontare degli interessi così individuato, è soggetto alle regole di deducibilità, ex art. 96, TUIR. In particolare è stato precisato che, ai fini delle imposte dirette: alla scadenza del contratto (a prescindere dal riscatto o meno del bene) i canoni non dedotti in precedenza sono deducibili extracontabilmente, operando una variazione in diminuzione nel mod. UNICO; gli interessi impliciti vanno individuati considerando la durata fiscale del contratto. Trattamento ai fini Irap Ai sensi degli art. 5, comma 3, e 5-bis, comma 1, D.Lgs. n. 446/1997, come modificati dalla L. n. 244/2007, a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, ai fini della determinazione della base 13

14 imponibile Irap delle società di capitali, enti commerciali, società di persone ed imprese individuali, la quota interessi dei canoni di locazione finanziaria desunta dal contratto non è ammessa in deduzione. Si noti che la deducibilità della quota degli interessi non è ammessa né nel caso di determinazione del valore della produzione netta con il metodo da bilancio (art. 5, D.Lgs. n. 446/1997), né nel caso di determinazione dello stesso valore con il metodo fiscale (art. 5-bis, D.Lgs. n. 446/1997). Ai fini Irap, pertanto, il canone relativo ai contratti di locazione finanziaria è ammesso in deduzione, limitatamente, alla parte riferibile al rimborso del capitale. Non è ammessa in deduzione la parte di canone riferibile agli interessi passivi, che, a seguito della L. n. 244/2007, devono essere assunti per il valore distintamente ed espressamente previsto nel contratto (art. 5, comma 3 e art. 5- bis, comma 1, D.Lgs. n. 446/1997). Nel caso di determinazione del valore della produzione netta con il metodo fiscale, le regole di deducibilità, relativamente alla quota capitale, previste ai fini delle imposte sui redditi, risultano applicabili anche ai fini Irap; quindi, si devono considerare la percentuale di deducibilità del 20% ed i limiti in valore assoluto (ad esempio, ,99 per le autovetture) previsti dal TUIR. Diversamente, nel caso di determinazione del valore della produzione netta con il metodo da bilancio, i canoni leasing (solo quota capitale) sono deducibili per intero, così come risultanti dal conto economico (non si applicano le limitazioni alla deducibilità previste dal TUIR). Per quanto riguarda le nuove disposizioni, per la determinazione della base imponibile ai fini Irap è necessario, pertanto, distinguere a seconda del metodo (da bilancio o fiscale) utilizzato. Metodo da bilancio Per le società di capitali e le ditte individuali e società di persone che determinano la base imponibile Irap ex art. 5, D.Lgs. n. 446/97 (metodo c.d. da bilancio ), le nuove disposizioni non producono effetti e, pertanto, come precisato dall Agenzia delle Entrate con Circolare n. 17/2013 in commento: rileva il canone di leasing imputato a Conto economico, individuato sulla base della durata contrattuale; ai fini della determinazione degli interessi impliciti (indeducibili), diversamente da quanto previsto ai fini delle imposte dirette, è necessario avere riguardo alla durata contrattuale e non all eventuale diversa durata fiscale. A tal fine, va quindi utilizzata la seguente formula: 14

15 Canoni di competenza del periodo (costo sostenuto dalla soc. concedente (*) x gg periodo d imposta) gg durata fiscale del leasing Metodo fiscale Per le imprese individuali e le società di persone che applicano il metodo c.d. fiscale per la determinazione della base imponibile Irap, ex art. 5-bis, D.Lgs. n. 446/97, l Agenzia ha confermato quanto già precisato con Circolare 28 ottobre 2008, n. 60, ovvero che i costi relativi al leasing dei beni strumentali materiali, vanno assunti per l importo deducibile ai sensi dell art. 102, comma 7, TUIR. L ammontare deducibile corrisponde alla sola quota capitale, essendo gli interessi indeducibili per espressa previsione normativa. Per tali soggetti quindi, in presenza di un contratto avente una durata più breve di quella fiscale, si determina quindi un disallineamento tra canone civilistico e canone fiscale, con la necessità di gestire le differenze anche ai fini Irap. Con riferimento ai contratti stipulati a decorrere dal 29 aprile 2012, è possibile individuare le tre seguenti situazioni: 1. durata del contratto di leasing, pari al periodo minimo di deducibilità; 2. durata del contratto di leasing, superiore al periodo minimo di deducibilità; 3. durata del contratto di leasing, inferiore al periodo minimo di deducibilità. Nel dettaglio: nel primo e nel secondo caso non vi sono problemi di deducibilità fiscale: i relativi canoni saranno deducibili nel periodo di sostenimento nel rispetto del principio di competenza; nel terzo caso, ovvero quando la durata del contratto di leasing è inferiore al periodo minimo di deducibilità, l ammontare annuo contabilizzato (risultante dal Conto economico) non sarà interamente deducibile, in quanto la spesa sostenuta va suddivisa in un periodo più lungo rispetto a quello di maturazione dei canoni. 15

16 L importo deducibile in ciascun anno risulta quindi inferiore rispetto al costo effettivamente sostenuto (ossia di competenza), a fronte del recupero della differenza successivamente al termine del contratto. Ciò comporta la necessità di effettuare, in sede di dichiarazione dei redditi, una variazione in aumento nei periodi di sostenimento dei canoni (in parte non deducibili) e una variazione in diminuzione nei periodi in cui risulta recuperabile la differenza non dedotta in precedenza. Ne deriva che le quote di variazione in diminuzione, saranno ridotte in via extracontabile solo al termine del contratto, nei limiti dell importo massimo deducibile annualmente. - Riproduzione riservata - 16

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 CIRCOLARE N.17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 INDICE Premessa... 3 1 La nuova disciplina fiscale dei

Dettagli

Deducibilità dei canoni di leasing

Deducibilità dei canoni di leasing Circolare Monografica 11 giugno 2014 n. 1989 DICHIARAZIONI Deducibilità dei canoni di leasing Modifiche normative e gestione in UNICO 2014 di Marianna Annicchiarico, Giuseppe Mercurio La Legge 27 dicembre

Dettagli

Giugno 2013. I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulla deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette

Giugno 2013. I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulla deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette Giugno 2013 I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulla deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette Avv. Prof. Stefano Loconte e Avv. Gabriella Antonaci, Studio Legale e Tributario

Dettagli

730, Unico 2013 e Studi di settore

730, Unico 2013 e Studi di settore 730, Unico 2013 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 22 30.05.2014 I canoni di leasing in Unico14 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico-Società di capitali Con specifico riferimento

Dettagli

DEDUCIBILITA' LEASING - CANONI LEASING - DEDUCIBILITA' PER AUTONOMI - DIRITTO DI RISCATTO - CESSIONE A TERZI DI CONTRATTO DI LEASING

DEDUCIBILITA' LEASING - CANONI LEASING - DEDUCIBILITA' PER AUTONOMI - DIRITTO DI RISCATTO - CESSIONE A TERZI DI CONTRATTO DI LEASING www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Agenzia delle Entrate Circolare 29 maggio 2013, n.17/e Deducibilità dei canoni di leasg - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 DEDUCIBILITA' LEASING - CANONI LEASING -

Dettagli

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Filodiritto.it Premessa La disciplina fiscale del leasing finanziario ha visto, nel tempo, importanti variazioni

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre parti ognuna con un diverso interesse economico,

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 05 DEL 02/02/2016 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: MAXI-AMMORTAMENTI PER I BENI STRUMENTALI NUOVI ACQUISTATI NEL PERIODO 15.10.2015-31.12.2016 PAG. 2 IN SINTESI:

Dettagli

ART. 164 DEL T.U.I.R.

ART. 164 DEL T.U.I.R. API NOTIZIE N. 16 DEL 07/09/2012 OGGETTO: LA NUOVA DEDUCIBILITÁ DEI COSTI DELLE AUTO AZIENDALI DAL 2013 Riferimenti: Legge 92/2012 Riforma del Lavoro (Legge Fornero) art. 4 commi 72 e 73. La Riforma del

Dettagli

Circolare N.147 del 23 Ottobre 2012. Legge di stabilità. Stretta sui veicoli aziendali, deducibilità dimezzata

Circolare N.147 del 23 Ottobre 2012. Legge di stabilità. Stretta sui veicoli aziendali, deducibilità dimezzata Circolare N.147 del 23 Ottobre 2012 Legge di stabilità. Stretta sui veicoli aziendali, deducibilità dimezzata Legge di stabilità: stretta sui veicoli aziendali, deducibilità dimezzata Gentile cliente,

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

Novità per imprese e professionisti

Novità per imprese e professionisti Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 07 10.01.2014 Deducibilità canoni di leasing dopo la Legge di Stabilità Novità per imprese e professionisti Categoria: Finanziaria Sottocategoria:

Dettagli

Circolare Informativa n. 2/2013

Circolare Informativa n. 2/2013 Dr. Carmelo Grillo Dottore commercialista Revisore contabile Dr. Santi Grillo Consulente del lavoro - Dottore commercialista Revisore contabile Circolare Informativa n. 2/2013 Olivarella, 14.01.2013 Ai

Dettagli

N. 269. La circolare di aggiornamento professionale. 19.07.2012 La nuova deducibilità delle auto aziendali

N. 269. La circolare di aggiornamento professionale. 19.07.2012 La nuova deducibilità delle auto aziendali La circolare di aggiornamento professionale N. 269 19.07.2012 La nuova deducibilità delle auto aziendali Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette Con la modifica dell art. 164, comma 1, TUIR da

Dettagli

Oggetto di cosa si tratta. Ambito Soggettivo soggetti beneficiari. Beni Agevolabili ambito oggettivo

Oggetto di cosa si tratta. Ambito Soggettivo soggetti beneficiari. Beni Agevolabili ambito oggettivo Agevolazioni fiscali 2016 Oggetto di cosa si tratta Un importante beneficio fiscale è stato introdotto dalla legge di Stabilità 2016 per gli acquisti di beni strumentali NUOVI effettuati nel periodo compreso

Dettagli

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Disciplina fiscale e relativi effetti contabili Ambito temporale di applicazione della nuova disciplina Art. 1, comma 163, della

Dettagli

Il leasing in Nota integrativa

Il leasing in Nota integrativa Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 18 19.05.2014 Il leasing in Nota integrativa Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Nota integrativa Le operazioni di leasing

Dettagli

FISCALITÀ DEI MEZZI DI TRASPORTO

FISCALITÀ DEI MEZZI DI TRASPORTO FISCALITÀ DEI MEZZI DI TRASPORTO SCHEMA DI SINTESI - DISCIPLINA DAL 2007 TRATTAMENTO FISCALE LIMITI DI IMPORTO VEICOLI A MOTORE ALTRI VEICOLI AMMORTAMENTO PARTICOLARITÀ PER AGENTI DI COMMERCIO DISCIPLINA

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare n. 11 del 28 marzo 2008 Spese auto IVA (art. 19 bis 1 DPR 633/72) Il regime di detraibilità dell Iva afferente le autovetture è stato modificato dalla Legge n. 244/2007 (Finanziaria 2008), alla

Dettagli

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero 43/2013 Pagina 1 di 10 Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero : 43/2013 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IMPOSTE DIRETTE DEDUCIBILITÀ AUTO AZIENDALI ART. 164, COMMA 1, LETT. B),

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 283 03.11.2015 Finanziaria 2016: super ammortamento anche per le auto Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette Il disegno di Legge di Stabilità

Dettagli

CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014

CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014 Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 26 Del 13 novembre 2014 CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014

Dettagli

Anno 2013 N.RF018. La Nuova Redazione Fiscale AUTO AZIENDALI - NUOVA DEDUCIBILITÀ DAL2013

Anno 2013 N.RF018. La Nuova Redazione Fiscale AUTO AZIENDALI - NUOVA DEDUCIBILITÀ DAL2013 Anno 2013 N.RF018 ODCEC VASTO OGGETTO La Nuova Redazione Fiscale AUTO AZIENDALI - NUOVA DEDUCIBILITÀ DAL2013 www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 10 RIFERIMENTI ART. 164 TUIR; ART. 4 C. 72 L. 92/2012; ART.

Dettagli

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA 1 ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Le modifiche della Finanziaria 2008 Il regime IRES per l impresa utilizzatrice

Dettagli

26.11.2013 La cessione dell autovettura

26.11.2013 La cessione dell autovettura Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 325 26.11.2013 La cessione dell autovettura Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette Le modifiche che sono intervenute negli ultimi anni

Dettagli

LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE

LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE INFORMATIVA N. 094 09 APRILE 2013 IMPOSTE DIRETTE LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE Art. 102, comma 6, TUIR Art. 3, comma 16-quater, DL n. 16/2012 Dal 2012 ai fini

Dettagli

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani 1 Profili fiscali e opportunità in vista di Basilea 2 Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani Scuola Superiore Economia e

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA Dott. Gianluca Odetto DEDUCIBILITÀ CANONI LEASING Per i contratti di leasing stipulati sino al 28.4.2012 deducibilità subordinata alla durata contrattuale Previgente

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 2/2016

NOTA OPERATIVA N. 2/2016 NOTA OPERATIVA N. 2/2016 OGGETTO: I Maxi ammortamenti. - Introduzione La Legge di Stabilità n. 208 del 28 dicembre 2015 (Legge di Stabilità 2016 pubblicata nella GU n. 302 del 30 dicembre 2015) ha introdotto

Dettagli

UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF

UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF Seminario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE SOCIETÀ Arezzo 20 maggio 2008 Firenze 22 maggio 2008 Pisa 28 maggio 2008 UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF Dott. Fabio Giommoni Le novità della dichiarazione

Dettagli

Il caso della settimana

Il caso della settimana N. 17 A.L Servizi s.r.l. Via Bergamo n. 25 24035 Curno (Bg) Maggio 05.05.2010 P.Iva e C.F. 03252150168 Tel. 035.4376262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi MODIFICHE ALLA DEDUCIBILITA DEI COSTI DELLE AUTOVETTURE DAL 01/01/2013 EX LEGGE 92/2012 - LEGGE 228/2012 (STABILITA 2013) : EFFETTI SUGLI ACQUISTI E SULLE VENDITE 1 Deducibilità costi autovetture art.

Dettagli

NOVITÀ FISCALI PER IL LEASING LEGGE DI STABILITÀ 2014

NOVITÀ FISCALI PER IL LEASING LEGGE DI STABILITÀ 2014 NOVITÀ FISCALI PER IL LEASING LEGGE DI STABILITÀ 2014 Pietrasanta, 12 maggio 2014 Rosaria de Michele Responsabile tributario Iccrea BancaImpresa Responsabile fiscale corporate Gruppo Bancario Iccrea 2

Dettagli

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI Il leasing finanziario a cura di Roberto Protani IL LEASING FINANZIARIO Il leasing finanziario è un contratto atipico non disciplinato dal Codice civile che consente all'impresa

Dettagli

IL REDDITO DEI PROFESSIONISTI

IL REDDITO DEI PROFESSIONISTI Le Guide professionalità quotidiana IL REDDITO DEI PROFESSIONISTI a cura di Valerio Artina Leasing immobiliare Spese: - vitto e alloggio - rappresentanza ed omaggi - manutenzione ed ammodernamento - lavoro

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. soggetti passivi = società di capitali S.p.a., S.a.p.a., S.r.l.,

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Trattamento contabile dell'imposta sostitutiva su Leasing Immobiliare Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Fabiano Falasconi GENERALITA

Dettagli

L USCITA DAL REGIME DEI MINIMI DAL 2012: RIFLESSI IVA E REDDITUALI

L USCITA DAL REGIME DEI MINIMI DAL 2012: RIFLESSI IVA E REDDITUALI INFORMATIVA N. 253 10 NOVEMBRE 2011 IMPOSTE DIRETTE - IVA L USCITA DAL REGIME DEI MINIMI DAL 2012: RIFLESSI IVA E REDDITUALI Art. 1, commi 96 e seguenti, Legge n. 244/2007 Circolari Agenzia Entrate 21.12.2007,

Dettagli

AUTO AZIENDALI E DETERMINAZIONE DEL REDDITO

AUTO AZIENDALI E DETERMINAZIONE DEL REDDITO AUTO AZIENDALI E DETERMINAZIONE DEL REDDITO Come è noto, l articolo 4, commi 72 e 73, della Legge 28-6-2012 n. 92, in vigore dal 12 agosto 2012, ha abbassato la soglia di deducibilità delle spese e degli

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista DISCIPLINA FISCALE DEGLI AUTOVEICOLI AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE E DELLE IMPOSTE INDIRETTE

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista DISCIPLINA FISCALE DEGLI AUTOVEICOLI AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE E DELLE IMPOSTE INDIRETTE 1/5 OGGETTO DISCIPLINA FISCALE DEGLI AUTOVEICOLI AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE E DELLE IMPOSTE INDIRETTE CLASSIFICAZIONE DT ART. 164 TUIR RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 19 BIS1, COMMA 1, D.P.R. 26 OTTOBRE

Dettagli

Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi. Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing

Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi. Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing AGENDA Novità per imprese utilizzatrici Ammortamento terreni (regole generali)

Dettagli

Canoni leasing per lavoratori autonomi e imprese

Canoni leasing per lavoratori autonomi e imprese Lelio Cacciapaglia (Pubblicista) Canoni leasing per lavoratori autonomi e imprese 1 Apportate modifiche alla disciplina della deducibilità dei canoni di leasing per i lavoratori autonomi e le imprese.

Dettagli

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara ASPETTI TRIBUTARI DEL IL BILANCIO D ESERCIZIO 2012 Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara I beni aziendali in uso ai soci Beni ai soci e spesometro

Dettagli

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo

Dettagli

CONTRATTO di LEASING NOVITÀ del DECRETO SEMPLIFICAZIONI

CONTRATTO di LEASING NOVITÀ del DECRETO SEMPLIFICAZIONI Circolare informativa per la clientela n. 19/2012 del 7 giugno 2012 CONTRATTO di LEASING NOVITÀ del DECRETO SEMPLIFICAZIONI In questa Circolare 1. Imposte sui redditi 2. Irap 3. Iva 4. Altre imposte indirette

Dettagli

Circolare N. 9/2006 LE NOVITA FISCALI IN MATERIA DI VEICOLI AZIENDALI

Circolare N. 9/2006 LE NOVITA FISCALI IN MATERIA DI VEICOLI AZIENDALI Via G. Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.consulentiassociati.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott.

Dettagli

La tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori si articola in diverse questioni e temi.

La tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori si articola in diverse questioni e temi. a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 01 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 02.01.2012 Tariffe Aci per il 2012 Categoria Sottocategoria Auto Imposte

Dettagli

nel reddito di lavoro autonomo Dottori commercialisti

nel reddito di lavoro autonomo Dottori commercialisti TRATTAMENTO DEGLI IMMOBILI nel reddito di lavoro autonomo RRI GAVELLI ZAVATTA & Associati Dottori commercialisti RRI GAVELLI ZAVATTA & Associati Dottori commercialisti Ammortamenti e canoni di leasing

Dettagli

RIDUZIONE DEL CAPITALE PER PERDITE

RIDUZIONE DEL CAPITALE PER PERDITE RIDUZIONE DEL CAPITALE PER PERDITE Tesi della dottrina Nozione di perdita e modalità di calcolo Teorie: aziendalista, nominalistica, maggioritaria Giurisprudenza Corte di Cassazione RIDUZIONE DEL CAPITALE

Dettagli

L ACQUISTO AUTONOMO DELL AREA NEL LEASING IMMOBILIARE

L ACQUISTO AUTONOMO DELL AREA NEL LEASING IMMOBILIARE L ACQUISTO AUTONOMO DELL AREA NEL LEASING IMMOBILIARE - a cura dello studio Tributario Gigliotti & Associati - Se il terreno viene acquistato autonomamente, e successivamente la società di leasing procede

Dettagli

INFORMAZIONI SUL LEASING

INFORMAZIONI SUL LEASING INFORMAZIONI SUL LEASING CHE COS'È IL LEASING Il leasing, o locazione finanziaria, è un contratto con il quale un soggetto (Utilizzatore) richiede ad una società finanziaria (Concedente) di acquistare

Dettagli

AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA

AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) 1. Premessa Nel corso del 2012, il Legislatore è intervenuto sulla deducibilità

Dettagli

Auto in uso ai dipendenti

Auto in uso ai dipendenti Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 23 23.01.2014 Auto in uso ai dipendenti Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette La tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei

Dettagli

LA RILEVAZIONE DELLE SPESE TELEFONICHE ALLA LUCE DELLE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA FINANZIARIA

LA RILEVAZIONE DELLE SPESE TELEFONICHE ALLA LUCE DELLE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA FINANZIARIA Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 13/2007 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 6 Giurisprudenza... 13 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

Tariffe Aci per il 2014

Tariffe Aci per il 2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 08 10.01.2014 Tariffe Aci per il 2014 Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette In base a quanto disposto dall art. 3, comma 1 del D.Lgs.

Dettagli

Fiscalità delle auto aziendali N 04/2016 DISPENSA. A cura del Settore. Fisco e Diritto d'impresa

Fiscalità delle auto aziendali N 04/2016 DISPENSA. A cura del Settore. Fisco e Diritto d'impresa Fiscalità delle auto aziendali DISPENSA N 04/2016 A cura del Settore Fisco e Diritto d'impresa 22/04/16 Indice Contenuti 1.1 Veicoli a deducibilità integrale 4 1.2 Veicoli a deducibilità limitata 5 1.3

Dettagli

Le novità della dichiarazione dei redditi 2014

Le novità della dichiarazione dei redditi 2014 Le novità della dichiarazione dei redditi 2014 4 di Efrem Carlo Longoni Anche quest anno saranno numerose le novità di cui tenere conto in sede di determinazione del carico fiscale e di compilazione dei

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art.72 161 D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art.72 161 D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art.72 161 D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. ha sostituito l I.R.P.E.G. si applica a S.p.a.,S.a.p.a.,S.r.l.,cooperative,

Dettagli

Finanziaria 2007 professionisti

Finanziaria 2007 professionisti Finanziaria 2007 professionisti Dopo le numerose modifiche apportate dal D.L. n.223/06, convertito con modificazioni dalla L. n.248/06, la Finanziaria interviene nuovamente da un lato per introdurre la

Dettagli

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI

BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI D I S C I P L I N A E Q U E S T I O N I A P E R T E STUDIO ASSOCIATO TRIBUTARIO E SOCIETARIO BELLINI SECCHI SAVIOTTI FLORITA 20121 MILANO - PIAZZA CASTELLO,

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE

LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Circolare N. 26 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 5 aprile 2011 LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Nelle aziende, specie in quelle industriali, rivestono una notevole importanza i costi di

Dettagli

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati PROGRAMMA DEL CORSO CESPITI - TERZA PARTE Gestione dei cespiti Le immobilizzazioni materiali

Dettagli

L IMU 2013 PER GLI IMMOBILI CATEGORIA D

L IMU 2013 PER GLI IMMOBILI CATEGORIA D L IMU 2013 PER GLI IMMOBILI CATEGORIA D Art. 13, comma 3, DL n. 201/2011 Art. 5, comma 3, D.Lgs. n. 504/92 DM 18.4.2013 Circolari MEF 18.5.2012, n. 3/DF e 23.5.2013, n. 2/DF Sentenza Corte Cassazione 9.2.2011,

Dettagli

Le novità fiscali 2013 sulle auto: deducibilità e detraibilità IVA

Le novità fiscali 2013 sulle auto: deducibilità e detraibilità IVA Le novità fiscali 2013 sulle auto: deducibilità e detraibilità IVA Il rapporto fra il fisco italiano e le auto non è certo dei più semplici e tranquilli. Le modifiche normative alla deducibilità dei costi

Dettagli

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 La legge Finanziaria 2007 è nuovamente intervenuta sulla disciplina delle società non operative, già oggetto di modifiche da parte del Decreto

Dettagli

CIRCOLARE N. 50/E. Roma,28 novembre 2005

CIRCOLARE N. 50/E. Roma,28 novembre 2005 CIRCOLARE N. 50/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,28 novembre 2005 Oggetto: Chiarimenti in merito all ammortamento dei beni strumentali per l esercizio di alcune attività regolate. Articolo

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 25 del 16 dicembre 2011 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI NATALIZI L avvicinarsi delle festività natalizie rappresenta l occasione da parte di aziende

Dettagli

che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell attività esercitata; del soggetto destinatario degli stessi (clienti / dipendenti).

che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell attività esercitata; del soggetto destinatario degli stessi (clienti / dipendenti). Ai Gentili Clienti Gli omaggi natalizi Considerato l avvicinarsi delle festività natalizie, in occasione delle quali costituisce una prassi diffusa tra gli operatori economici effettuare omaggi a clienti

Dettagli

CIRCOLARE N. 23 /E. Roma, 26 maggio 2016

CIRCOLARE N. 23 /E. Roma, 26 maggio 2016 CIRCOLARE N. 23 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 26 maggio 2016 OGGETTO: Articolo 1, commi da 91 a 94 e 97, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 - Maggiorazione del 40 per cento del costo di acquisizione

Dettagli

Studio Sarragioto Dottori commercialisti * Revisori contabili Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Padova

Studio Sarragioto Dottori commercialisti * Revisori contabili Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Padova Gianni Sarragioto giannisarragioto@sarragioto.it Riccardo Gavassini riccardogavassini@sarragioto.it Filippo Carraro filippocarraro@sarragioto.it Alberto Riondato albertoriondato@sarragioto.it Alessandra

Dettagli

ALLA DIREZIONE GENERALE DI TUTTE LE ASSOCIATE CIRCOLARE SERIE AUTO N. 18/2015 SERIE FISCALE N. 25/2015. Roma, 29 ottobre 2015

ALLA DIREZIONE GENERALE DI TUTTE LE ASSOCIATE CIRCOLARE SERIE AUTO N. 18/2015 SERIE FISCALE N. 25/2015. Roma, 29 ottobre 2015 CIRCOLARE SERIE AUTO N. 18/2015 SERIE FISCALE N. 25/2015 ALLA DIREZIONE GENERALE DI TUTTE LE ASSOCIATE Roma, 29 ottobre 2015 Oggetto: Ddl Stabilità 2016. Il Super-ammortamento nel leasing auto e strumentale.

Dettagli

I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73

I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73 I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73 4. I brevetti: trattamento fiscale Le quote di ammortamento relative al costo sostenuto per acquisizione di marchi di impresa,

Dettagli

Leasing e Super Ammortamento

Leasing e Super Ammortamento Leasing e Super Ammortamento Gianluca De Candia Direttore Assilea Associazione Italiana Leasing Leasing - Favorire la ripresa attraverso gli investimenti Mercoledì 16 dicembre 2015 DAL 1 GENNAIO 2014 IMPORTANTI

Dettagli

Il trattamento civilistico e contabile del leasing

Il trattamento civilistico e contabile del leasing ? INQUADRAMEN TEMA 9 - IL TRATTAMENTO CIVILISTICO E CONTABILE DEL LEASING TEMA 9 Il trattamento civilistico e contabile del leasing Dopo aver illustrato le diverse finalità del leasing finanziario rispetto

Dettagli

OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario

OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario Le operazione di locazione finanziaria, nonostante la loro ampia diffusione, non hanno mai ricevuto una organica disciplina giuridica, consentendo

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 14/2013 GENNAIO/14/2013 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 14/2013 GENNAIO/14/2013 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 14/2013 GENNAIO/14/2013 (*) 31 Gennaio 2013 LA RIDUZIONE DELLA DEDUCIBILITÀ

Dettagli

Istruzioni Quadro G. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014

Istruzioni Quadro G. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro G Il contribuente, per la compilazione di questo

Dettagli

I L T R A T T A M E N T O F I S C A L E D E G L I A U T O V E I C O L I A Z I E N D A L I

I L T R A T T A M E N T O F I S C A L E D E G L I A U T O V E I C O L I A Z I E N D A L I I L T R A T T A M E N T O F I S C A L E D E G L I A U T O V E I C O L I A Z I E N D A L I MONOGRAFIA IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI AUTOVEICOLI AZIENDALI INDICE 1.1 PREMESSE 3 1.2 VEICOLI CON COSTI INTEGRALMENTE

Dettagli

TREMONTI-TER. art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09. Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com. Studio De Vito & Associati

TREMONTI-TER. art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09. Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com. Studio De Vito & Associati TREMONTI-TER art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09 Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com 1 D.L. 01-07-2009, n. 78 Art. 5 - Detassazione degli investimenti in macchinari (testo in vigore dal 5

Dettagli

GLI APPROFONDAMENTI WE DRIVE: FISCALITA 2013 PER LE AUTO IMPOSTE DIRETTE (IRPEF IRES IRAP)

GLI APPROFONDAMENTI WE DRIVE: FISCALITA 2013 PER LE AUTO IMPOSTE DIRETTE (IRPEF IRES IRAP) GLI APPROFONDAMENTI WE DRIVE: FISCALITA 2013 PER LE AUTO LA NORMATIVA DÌ BASE Le principali IMPOSTE che gravano sulle auto, sono: (IRPEF, IRES, IRAP) disciplinate dall art. 164 del TUIR (DPR 917/86, così

Dettagli

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Premessa L articolo 96, co.1, primo periodo, del

Dettagli

GUIDA ALLA DEDUCIBILITA' DELLE SPESE DI RIPARAZIONE : ASPETTI CIVILI E FISCALI

GUIDA ALLA DEDUCIBILITA' DELLE SPESE DI RIPARAZIONE : ASPETTI CIVILI E FISCALI GUIDA ALLA DEDUCIBILITA' DELLE SPESE DI RIPARAZIONE : ASPETTI CIVILI E FISCALI MANUTENZIONE E a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Ai fini della chiusura del Bilancio d'esercizio il tema oggetto

Dettagli

IMMOBILI dei PROFESSIONISTI

IMMOBILI dei PROFESSIONISTI Imposte dirette IMMOBILI dei PROFESSIONISTI DEDUCIBILITÀ delle QUOTE di AMMORTAMENTO e dei CANONI di LEASING MODIFICHE dal 2010 di Pierpaolo Ceroli e Claudio Sabbatini QUADRO NORMATIVO L art. 1, co. 334

Dettagli

Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali

Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali A. Detraibilità Iva La normativa sulla detraibilità dell Iva pagata al momento dell acquisto di veicoli

Dettagli

RISOLUZIONE N. 98/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 98/E QUESITO RISOLUZIONE N. 98/E Direzione Centrale Normativa Roma, 19 dicembre 2013 OGGETTO: Interpello - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Trattamento fiscale della svalutazione civilistica di beni materiali

Dettagli

SUPER AMMORTAMENTI PREMESSA SOGGETTI BENEFICIARI BENI AGEVOLABILI. Super Ammortamenti

SUPER AMMORTAMENTI PREMESSA SOGGETTI BENEFICIARI BENI AGEVOLABILI. Super Ammortamenti SUPER AMMORTAMENTI PREMESSA La legge di stabilità per il 2016 (art. 1 commi 91-94 L. 208/2015), ha introdotto un agevolazione sugli investimenti in beni strumentali nuovi che interviene sulla disciplina

Dettagli

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI Anno 2013 N. RF160 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 12/07/2013 CONTRIBUENTI E MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI ART.

Dettagli

- Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i

- Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i LE NOVITÀ DEL LEASING - Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i professionisti e per le imprese - Sale & lease back: opportunità e cautele -Analisi comparativa e di convenienza dei

Dettagli

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 DL Sblocca Italia: le novita dopo la conversione in legge (DL n. 133/2014 convertito con legge n. 16/2014) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Imposte sul reddito d esercizio

Imposte sul reddito d esercizio Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 25 novembre 29 Reddito esercizio e reddito fiscale Determinazione del reddito fiscale (IRAP e IRES) Imposte sul reddito d

Dettagli

prot. n. 31.23 Spett.le LORO SEDI

prot. n. 31.23 Spett.le LORO SEDI Roma 4 settembre 2007 prot. n. 31.23 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI LEGA PROFESSIONISTI DI SERIE C LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si trasmette, in allegato,

Dettagli

Roma, 25 febbraio 2005

Roma, 25 febbraio 2005 RISOLUZIONE N. 27/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 febbraio 2005 Oggetto: Istanza di interpello. X S.r.l. Deducibilità dei canoni derivanti da un contratto di sale and lease back avente

Dettagli

Le novità fiscali sul Leasing Legge di stabilità

Le novità fiscali sul Leasing Legge di stabilità sul Leasing Legge di stabilità 1 Fonte: Sole 24 ore - 31 dicembre 2013 2 Riduzione della durata fiscale per imprese e professionisti/lavoratori autonomi Reintrodotta la possibilità, per il professionista,

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

Fiscal News N. 32. Amministratori: uso promiscuo dell auto. La circolare di aggiornamento professionale 29.01.2014. Uso. Amministratori collaboratori

Fiscal News N. 32. Amministratori: uso promiscuo dell auto. La circolare di aggiornamento professionale 29.01.2014. Uso. Amministratori collaboratori Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 32 29.01.2014 Amministratori: uso promiscuo dell auto Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette In base a quanto disposto dall art. 3, comma

Dettagli