AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI"

Transcript

1 AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1

2 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione (art. 2426, comma 1, n. 2) del cod. civ.) 2

3 L AMMORTAMENTO (NOZIONE ECONOMICA) l ammortamento è un fenomeno finanziario che attiene alla ricostituzione del capitale immobilizzato utilizzato per la produzione del reddito: una quota parte del reddito prodotto deve essere destinata al finanziamento della ricostituzione del capitale usurato o deperito per la sua produzione 3

4 I BENI AMMORTIZZABILI sono ammortizzabili quei beni che rappresentano la parte fissa del capitale e partecipano alla gestione per più esercizi; sono beni non destinati alla produzione, trasformazione e/o vendita, ma vengono utilizzati come strumenti di produzione del reddito della gestione tipica, indipendentemente dalle caratteristiche del bene 4

5 I BENI AMMORTIZZABILI immobilizzazioni immateriali (compresi i costi pluriennali): voce B) I art codice civile immobilizzazioni materiali: voce B) II art codice civile 5

6 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1. costi di impianto e ampliamento 2. costi di ricerca, sviluppo e pubblicità costi pluriennali 3. diritti di brevetto industriale e di utilizzazione di opere dell ingegno 4. concessioni, licenze, marchi e diritti simili 5. avviamento beni immateriali 6. immobilizzazioni in corso 7. altre 6

7 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI (definizione) sono intangibili sono spese/costi che danno benefici in più esercizi sono identificabili e soggetti a tutela sono rappresentati da diritti di sfruttamento che conferiscono benefici economici durevoli 7

8 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 1. terreni e fabbricati 2. impianti e macchinari 3 attrezzature industriali e commerciali 4 altri beni 5 immobilizzazioni in corso e acconti 8

9 (1) IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI (acquisto di marchio di impresa) - trattamento civilistico: requisiti di iscrizione ex art. 2426, comma 1, n. 5) cod. civ. con ammortamento al massimo in 5 anni; vincolo alla distribuzione di dividendi - trattamento fiscale: deducibilità ex art. 103, comma 1, tuir non superiore ad 1/18 del costo iniziale 9

10 (2) IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI (pagamento di avviamento) - trattamento civilistico: requisiti di iscrizione ex art. 2426, comma 1, n. 6) cod. civ. con ammortamento al massimo in 5 anni; possibile deroga da motivare in nota integrativa - trattamento fiscale: deducibilità ex art. 103, comma 3, tuir non superiore ad 1/18 del costo iniziale 10

11 (MARCHIO) + (AVVIAMENTO) CONSEGUENZE risultato civilistico inferiore al reddito imponibile (presenza di differenze temporanee che generano un anticipo della tassazione rispetto alla competenza economico civilistica: si pagano imposte che sono però di competenza di futuri esercizi) sussiste il problema della fiscalità anticipata (principio contabile n. 25) 11

12 (MARCHIO) + (AVVIAMENTO) ESEMPIO atto notarile di acquisto di ramo di azienda per l importo complessivo di euro ,00 di cui: - euro ,00 per marchio - euro ,00 per impianti e macchinari - euro ,00 per merci in giacenza - euro ,00 per avviamento 12

13 AMMORTAMENTO MARCHIO - importo acquisto: euro ,00 - ammortamento cod. civ. (20%): euro ,00 - ammortamento fiscale (5,56%): euro 5.000,00 - ripresa fiscale (modello Unico): euro ,00 - (imposte anticipate) 13

14 Anno Ammortamento Civile Ammortamento Fiscale Modello Unico , , , , , , , , , , , , , , , ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) ,00 (5.000,00) , ,00-14

15 AMMORTAMENTO AVVIAMENTO - importo acquisto: euro ,00 - ammortamento cod. civ. (20%): euro ,00 - ammortamento fiscale (5,56%): euro 7.500,00 - ripresa fiscale (modello Unico): euro ,00 - (imposte anticipate) 15

16 Anno Ammortamento Civile Ammortamento Fiscale Modello Unico , , , , , , , , , , , , , , , ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) ,00 (7.500,00) , ,00-16

17 (3) COSTI PLURIENNALI (spese di manutenzione) spese su beni di proprietà: - la capitalizzazione delle spese su beni di proprietà è ammessa solo nell ipotesi di effettiva natura incrementativa delle stesse (straordinarie) - la deducibilità fiscale è invece regolata dall art. 102, comma 6, del tuir (limite percentuale del costo dei beni ammortizzabili) spese su beni di terzi: - la capitalizzazione delle spese su beni di terzi è ammessa solo nell ipotesi di utilità pluriennale - la deducibilità fiscale è concessa per l intero importo nel caso di natura ordinaria (qualunque sia l importo) e per la quota imputabile a ciascun esercizio se di carattere straordinario (art. 108, comma 3, tuir) 17

18 (a) SPESE DI MANUTENZIONE SU BENI DI PROPRIETÀ (esempio) euro ,00 spese di manutenzione imputate a conto economico di cui euro 8.500,00 derivanti da contratti di manutenzione programmate euro ,00 plafond dei beni di riferimento 18

19 Limite di deducibilità delle spese di manutenzione: plafond di riferimento: euro ,00 limite plafond (5%): euro ,00 spese manutenzione a CE: euro ,00 di cui con contratto: euro 8.500,00 residuo manutenzioni: euro ,00 eccedenza rispetto a plafond (rinvio): euro 4.000,00 Bilancio Totali Variazioni in Variazioni in diminuzione suddivise negli esercizi successivi dic dic dic dic dic dic , ,00 800,00 800,00 800,00 800,00 800,00 Totale ,00 800,00 800,00 800,00 800,00 19

20 RIEPILOGO SPESE MANUTENZIONE SU BENI DI PROPRIETÀ: - importo spese nette : euro ,00 - spese massime deducibili: euro ,00 - ripresa fiscale (modello Unico): euro 4.000,00 - (imposte anticipate) 20

21 Anno Costo in Bilancio Deduzione Fiscale Modello Unico , , , ,00 (800,00) ,00 (800,00) ,00 (800,00) ,00 (800,00) ,00 (800,00) , ,00-21

22 (b) SPESE DI MANUTENZIONE SU BENI DI TERZI (esempio) rifacimento dell impianto elettrico su un immobile condotto in locazione (spesa di carattere straordinario); spesa sostenuta per il rifacimento dell impianto elettrico: euro ,00; durata del contratto di locazione: ; duplice modalità di rilevazione della spesa sostenuta e della sua deducibilità fiscale: 1. imputazione della spesa a Stato Patrimoniale ( spese sostenute su beni di terzi ) e suo ammortamento (sia civile che fiscale) per il periodo ritenuto congruo 2. imputazione della spesa a Conto Economico con deduzione della medesima spalmata sul periodo ritenuto congruo (ipotesi di scuola). 22

23 opzione 1 imputazione della spesa a Stato Patrimoniale e suo ammortamento annuo (sia civile che fiscale) per il periodo ritenuto congruo Stato Patrimoniale Conto Economico Deduzione Fiscale Modello Unico , , , , , , , , , , , , , , , ,00-23

24 opzione 2 imputazione della spesa a Conto Economico con deduzione della medesima spalmata sul periodo ritenuto congruo Stato Patrimoniale Conto Economico Deduzione Fiscale Modello Unico , , , ,00 (3.000,00) ,00 (3.000,00) ,00 (3.000,00) ,00 (3.000,00) ,00 (3.000,00) , ,00-24

25 (4) LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) il leasing finanziario è un contratto che consente all impresa (utilizzatrice) di ottenere la disponibilità di un bene strumentale a fronte del pagamento periodico di canoni, nonché di avere la possibilità, alla scadenza del contratto, di decidere se riscattare il bene stesso ovvero di restituirlo alla società di leasing contabilizzazione in bilancio con: metodo patrimoniale metodo finanziario in entrambi i casi, deducibilità fiscale consentita solo con rispetto dell art. 102, comma 7, tuir (durata del contratto minima rispetto ai coefficienti di ammortamento attenzione a regole particolari per autovetture ed immobili) 25

26 LEASING: IL METODO PATRIMONIALE - addebito dei canoni passivi di leasing (compreso il maxi canone e secondo competenza) in conto economico nella voce costi per godimento di beni di terzi (voce B8) - indicazione nei conti d ordine dell ammontare dei canoni residui da corrispondere alla società di leasing comprensivi del prezzo di riscatto finale - alla fine del contratto, se l impresa utilizzatrice opta per il riscatto, iscrive il bene nell attivo di stato patrimoniale nella voce immobilizzazioni ad un valore pari al prezzo pagato per il riscatto - successivamente al riscatto, il bene viene ammortizzato come bene usato 26

27 LEASING: IL METODO FINANZIARIO Il metodo finanziario richiede che i canoni periodici siano scomposti nella quota capitale e nella quota interessi passivi. Nello stato patrimoniale devono essere iscritti: - tra le immobilizzazioni, il bene oggetto del contratto di leasing per un valore pari al costo sostenuto dal concedente (società di leasing) - tra le passività, il debito verso la società di leasing, destinato a ridursi progressivamente per effetto del pagamento dei canoni di leasing (quota capitale) In conto economico devono essere iscritti: - nella voce ammortamenti, la quota di ammortamento del bene oggetto del contratto calcolato a partire dall esercizio di entrata in funzione - nella voce oneri finanziari gli interessi passivi pagati alla 27 società di leasing

28 Leasing: metodo patrimoniale D) (risconti attivi) Stato Patrimoniale Conto Economico B 8) (costi per godimento beni di terzi) 28

29 Leasing: metodo finanziario Stato Patrimoniale B II) (immobilizzazioni) D 5) (debiti verso società di leasing quota capitale) B 10) (ammortamenti) C 17) (interessi passivi) Conto Economico 29

30 DEDUCIBILITÀ DEL LEASING: DURATA DEI CONTRATTI (ART. 102, COMMA 7, TUIR) per i beni concessi in locazione finanziaria, l impresa utilizzatrice può dedurre i canoni a condizione che la durata del contratto non sia inferiore ai due terzi del periodo di ammortamento corrispondente al coefficiente stabilito dalle tabelle ministeriali (D.M ) per i beni immobili, qualora l applicazione della regola di cui sopra determini un risultato inferiore a 11 anni ovvero superiore a 18 anni, la deduzione è ammessa se la durata del contratto non è, rispettivamente, inferiore a 11 anni ovvero pari ad almeno 18 anni per i beni di cui all art. 164, comma 1, lett. b) tuir (autovetture aziendali non assegnate), ai fini della deduzione dei canoni, la durata del contratto, deve in ogni caso essere pari all intero periodo di ammortamento tabellare. 30

31 LEASING IMMOBILIARE Coefficiente ammortamento Ammortamento Due terzi (regola) Durata minima del contratto (deducibilità) 3% 33 anni 22 anni 18 anni 4% 25 anni 5% 20 anni 6% 16 anni e 8 mesi 7% 14 anni e 4 mesi 16 anni e 3 mesi 13 anni e 3 mesi 11 anni e 1 mese 9 anni e 5 mesi 16 anni e 3 mesi 13 anni e 3 mesi 11 anni e 1 mese 11 anni 31

32 LEASING: ESEMPIO DI DEDUCIBILITÀ Impianto industriale: - costo di acquisto: euro ,00 - coefficiente di ammortamento: 10% (anni di durata: 10) - durata del contratto di leasing: canoni di leasing a conto economico: euro ,00 - durata minima obbligatoria ex art. 102, comma 7, tuir: 6,6 anni (ossia, i 2/3 della durata naturale di ammortamento) - durata contrattuale: 5 anni (60 mesi) - ripresa fiscale (modello Unico): euro ,00 - fiscalità anticipata: no, perché è una differenza definitiva e non temporanea tra risultato civilistico e imponibile fiscale 32

33 Anno Costo in Bilancio Deduzione Fiscale Modello Unico , , , , , , , , , , , , , ,00 33

34 (5) INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILITÀ ai sensi dell art. 96 tuir gli interessi passivi sono deducibili in ciascun periodo di imposta fino a concorrenza degli interessi attivi e proventi assimilati, e comunque nel limite del 30% del risultato operativo lordo (ROL) della gestione caratteristica 34

35 VERIFICA DELL AMBITO SOGGETTIVO la società non rientra tra i casi di esclusione verifica degli interessi comunque indeducibili la società è esclusa dalle disposizioni ex art. 96 comma 5 tuir (banche, assicurazioni, finanziarie, ecc.) verifica degli interessi sempre deducibili individuazione degli interessi ex art.96 tuir interessi tutti deducibili sottrazione degli interessi attivi confronto della differenza con il 30% del ROL (continua) 35

36 INTERESSI RILEVANTI assumono rilevanza gli interessi passivi/attivi e oneri/proventi assimilati diversi da quelli compresi nel costo dei beni (art. 110, comma 1, lett. b, tuir) derivanti da: contratti di mutuo contratti di locazione finanziaria (leasing) a prescindere dalla modalità di contabilizzazione in bilancio (metodo patrimoniale o finanziario) emissione di obbligazioni e titoli similari ogni altro rapporto avente causa finanziaria (con esclusione degli interessi passivi derivanti da debiti commerciali ed inclusione degli interessi attivi derivanti da crediti della stessa natura) commissioni bancarie per finanziamenti e fideiussioni/garanzie sono comunque indeducibili gli: interessi passivi relativi agli immobili patrimonio (non strumentali né merci) con esclusione degli interessi di finanziamento (art, 90, comma 2, tuir); 36 (segue)

37 INTERESSI RILEVANTI interessi passivi derivanti da operazioni con società del gruppo non residenti che sono valutati ad un valore superiore al valore normale (art. 110, comma 7, tuir); interessi passivi derivanti da operazioni intercorse tra imprese residenti ed imprese domiciliate in Stati a regime fiscale privilegiato (art. 110, comma 10, tuir); interessi passivi su prestiti obbligazionari eccedenti la misura stabilita ex art. 3, comma 115, legge 549/1995 ( tasso soglia ); interessi passivi sui prestiti effettuati dai soci delle società cooperative per la parte che supera l ammontare degli interessi spettanti ai detentori dei buoni postali fruttiferi aumentato dello 0,90%; interessi di mora; interessi sulle liquidazioni iva trimestrali; interessi passivi relativi all acquisto di auto aziendali (deducibili al 40%) 37 (segue)

38 INTERESSI RILEVANTI sono sempre deducibili: interessi passivi impliciti su debiti di natura commerciale (non ci si riferisce invece agli interessi passivi che derivano dall ottenimento di ulteriori dilazioni di pagamento pattuite con il fornitore); interessi passivi capitalizzati, ossia compresi nel costo dei beni ex art. 110, comma 1, let. b) tuir (per i beni strumentali sono capitalizzabili solo gli interessi passivi iscritti per specifiche disposizioni di legge; per i bene merce sono capitalizzabili gli interessi passivi sui prestiti contratti per la loro costruzioni o ristrutturazione); interessi passivi relativi a finanziamenti garantiti da ipoteca su immobili destinati alla locazione. 38

39 RISULTATO OPERATIVO LORDO il ROL è dato dalla differenza tra il valore ed i costi della produzione di cui alle lettere A) e B) dell art del codice civile con esclusione delle voci relative a: - canoni di locazione finanziaria (voce B) 8) - ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali (voce B) 10 a) - ammortamenti delle immobilizzazioni materiali (voce B) 10 b) 39

40 VERIFICA DELL AMBITO SOGGETTIVO confronto della differenza con il 30% del ROL interessi passivi (al netto di quelli attivi) < 30% ROL interessi passivi (al netto di quelli attivi) > 30% ROL deducibilità totale degli interessi passivi riporto agli esercizi successivi del ROL inutilizzato deducibilità solo parziale degli interessi passivi e riporto in avanti dell eccedenza con i limiti dell art. 96, comma 4, tuir 40

41 Esempio di calcolo della deducibilità Ires degli interessi passivi (art. 96 tuir) - Caso 1) 1) Dati di partenza (+) valore della produzione ,00 (-) costi della produzione ( ,00) (=) differenza ,00 (+) canoni di leasing ,00 (+) ammortamenti immobilizzazioni immateriali ,00 (+) ammortamenti immobilizzazioni materiali ,00 (=) risultato operativo lordo (rol) ,00 2) Individuazione degli interessi attivi (+) interessi attivi su c/c bancari e postali 100,00 (+) interessi attivi su titoli e attività finanziarie - (+) interessi attivi su crediti verso clienti 900,00 (+) interessi attivi su depositi cauzionali - (+) interessi attivi diversi - (=) totale interessi attivi 1.000,00 3) Individuazione degli interessi passivi (+) interessi passivi su mutui e finanziamenti ,00 (+) interessi passivi su prestiti obbligazionari - (+) interessi passivi su c/c bancari e postali ,00 (+) interessi passivi nei canoni di leasing ,00 (+) interessi passivi su debiti verso fornitori 600,00 (+) interessi passivi su dilazioni di pagamento 2.000,00 (+) interessi passivi diversi - (+) commissioni per fideiussioni 2.400,00 (=) totale interessi passivi ,00 4) Calcolo della soglia di deducibilità risultato operativo lordo ,00 risultato operativo lordo rilevante (30%) ,00 aumento del rol ( per l'anno 2008; per l'anno 2009): 5.000,00 limite per deducibilità interessi passivi art. 96 tuir ,00 5) Verifica del rispetto della soglia di deducibilità (+) interessi passivi complessivi ,00 (-) interessi attivi complessivi (1.000,00) (=) interessi "netti" ,00 (=) interessi "eccedenti la soglia di deducibilità" (indeducibili) ,00 6) Importi da riportare agli esercizi successivi interessi extra soglia da dedurre (nei limiti della soglia anno per anno) ,00 rol inutilizzato (solo però dal rol inutilizzato dall'anno 2010 in poi) - 41

42 Esempio di calcolo della deducibilità Ires degli interessi passivi (art. 96 tuir) - Caso 2) 1) Dati di partenza (+) valore della produzione ,00 (-) costi della produzione ( ,00) (=) differenza ,00 (+) canoni di leasing ,00 (+) ammortamenti immobilizzazioni immateriali ,00 (+) ammortamenti immobilizzazioni materiali ,00 (=) risultato operativo lordo (rol) ,00 2) Individuazione degli interessi attivi (+) interessi attivi su c/c bancari e postali 100,00 (+) interessi attivi su titoli e attività finanziarie - (+) interessi attivi su crediti verso clienti 900,00 (+) interessi attivi su depositi cauzionali - (+) interessi attivi diversi - (=) totale interessi attivi 1.000,00 3) Individuazione degli interessi passivi (+) interessi passivi su mutui e finanziamenti ,00 (+) interessi passivi su prestiti obbligazionari - (+) interessi passivi su c/c bancari e postali ,00 (+) interessi passivi nei canoni di leasing ,00 (+) interessi passivi su debiti verso fornitori 600,00 (+) interessi passivi su dilazioni di pagamento 2.000,00 (+) interessi passivi diversi - (+) commissioni per fideiussioni 2.400,00 (=) totale interessi passivi ,00 4) Calcolo della soglia di deducibilità risultato operativo lordo ,00 risultato operativo lordo rilevante (30%) ,00 aumento del rol ( per l'anno 2008; per l'anno 2009): 5.000,00 limite per deducibilità interessi passivi art. 96 tuir ,00 5) Verifica del rispetto della soglia di deducibilità (+) interessi passivi complessivi ,00 (-) interessi attivi complessivi (1.000,00) (=) interessi "netti" ,00 (=) interessi "eccedenti la soglia di deducibilità" (indeducibili) - 6) Importi da riportare agli esercizi successivi interessi extra soglia da dedurre (nei limiti della soglia anno per anno) - rol inutilizzato (solo però dal rol inutilizzato dall'anno 2010 in poi) ,00 42

43 INCAPIENZA DI ROL (ESERCIZIO SUCCESSIVO) Ai sensi dell art. 96, comma 4, tuir l eccedenza non dedotta può essere recuperata nei successivi periodi di imposta a condizione che la struttura finanziaria della società evidenzi un importo di interessi passivi inferiore al 30% del ROL. Il riporto dell eccedenza non è soggetto ad alcun limite temporale: la società potrà dunque, anche dopo molti anni, recuperare l importo non dedotto a condizione di generare un reddito operativo eccedente rispetto all importo necessario per coprire gli oneri dell esercizio. Sussiste il problema dell iscrizione della fiscalità anticipata. 43

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati PROGRAMMA DEL CORSO CESPITI - TERZA PARTE Gestione dei cespiti Le immobilizzazioni materiali

Dettagli

Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai fini IRES e IRAP

Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai fini IRES e IRAP Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai In base alle risultanze del Conto Economico, e tenendo conto delle le informazioni che seguono, si determini: L imponibile IRES L IRES liquidata (l aliquota

Dettagli

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti Dott. Enrico Guarducci Dott. Domenico Ciafardoni Dott. Salvatore Marchese Ai Preg.mi Signori Clienti Loro Sedi Perugia, 23.03.2010 Approfondimento n. 1/2010 RISERVATO ALLE SOCIETA DI CAPITALI E DI PERSONE

Dettagli

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico INTERESSI PASSIVI Gli interessi passivi di qualsiasi natura vanno imputati al conto economico per competenza. Si considerano assimilati agli interessi passivi: - le commissioni passive su finanziamenti

Dettagli

COSTI BLACK-LIST IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI

COSTI BLACK-LIST IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI video FISCO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI CASO PRATICO del 20.04.2011 n. 0376-775130 www.ratiofad.it COSTI BLACK-LIST IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI Artt. 110, 166, 167, 168 e 168-bis D.P.R. 22.12.1986, n.

Dettagli

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Premessa L articolo 96, co.1, primo periodo, del

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Dott. Pasquale SAGGESE

Dott. Pasquale SAGGESE INTERESSI PASSIVI: MODALITÀ DI CONTABILIZZAZIONE E PROFILI FISCALI Dott. Pasquale SAGGESE Diretta 20 aprile 2009 SOGGETTI IRES - DISCIPLINA FISCALE COMMA 1: CRITERIO GENERALE DI DEDUCIBILITÀ DEGLI ONERI

Dettagli

ACQUISTO ED UTILIZZO DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

ACQUISTO ED UTILIZZO DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI ACQUISTO ED UTILIZZO DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Le IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI sono: FATTORI PRODUTTIVI AD UTILIZZO PLURIENNALE «STRUMENTI» DEL PROCESSO PRODUTTIVO Le immobilizzazioni incorporano

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Esercizio di attività commerciali (art. 2195 c.c.): - attività industriale diretta alla

Dettagli

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA 1 ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Le modifiche della Finanziaria 2008 Il regime IRES per l impresa utilizzatrice

Dettagli

LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI

LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI Catania, 6 maggio 2011 Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES Gli interessi passivi e gli oneri

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

Deducibilità dei canoni di leasing

Deducibilità dei canoni di leasing Circolare Monografica 11 giugno 2014 n. 1989 DICHIARAZIONI Deducibilità dei canoni di leasing Modifiche normative e gestione in UNICO 2014 di Marianna Annicchiarico, Giuseppe Mercurio La Legge 27 dicembre

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. soggetti passivi = società di capitali S.p.a., S.a.p.a., S.r.l.,

Dettagli

INTERESSI PASSIVI. 1) Primo elemento di valutazione: Individuazione interessi passivi e oneri assimilati

INTERESSI PASSIVI. 1) Primo elemento di valutazione: Individuazione interessi passivi e oneri assimilati L art. 96 del TUIR prevede, per i soggetti IRES (diversi da banche e assicurazioni), che: 1. gli interessi passivi sono integralmente deducibili fino a concorrenza degli interessi attivi; 2. l eccedenza

Dettagli

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro ALFA SPA Sede in Via Medicei 123 - MILANO (MI) 20100 Codice Fiscale 01234567890 - Rea CCIAA 211471 P.I.: 01234567890 Capitale Sociale Euro 101.400 i.v. Forma giuridica: Soc.a responsabilita' limitata A

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA Dott. Gianluca Odetto DEDUCIBILITÀ CANONI LEASING Per i contratti di leasing stipulati sino al 28.4.2012 deducibilità subordinata alla durata contrattuale Previgente

Dettagli

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani 1 Profili fiscali e opportunità in vista di Basilea 2 Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani Scuola Superiore Economia e

Dettagli

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 CIRCOLARE N.17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 INDICE Premessa... 3 1 La nuova disciplina fiscale dei

Dettagli

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento FINANZIARE IN MODO EQUILIBRATO LA CRESCITA Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento slide 1 FINANZIAMENTO CREDITO BANCARIO FINANZIAMENTO SOCI LEASING CAMBIALI FINANZIARIE PRESTITI

Dettagli

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Filodiritto.it Premessa La disciplina fiscale del leasing finanziario ha visto, nel tempo, importanti variazioni

Dettagli

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO L Alba Spa è società svolgente attività industriale e al 31/12/n prima di procedere alle scritture di assestamento di bilancio presenta le seguenti situazioni contabili:

Dettagli

-anna maria mangiapelo

-anna maria mangiapelo REDDITI DI IMPRESA - norme generali - dall utile al reddito: esame dei principali casi di deducibilità fiscale dei componenti negativi - regole per la contabilità semplificata -anna maria mangiapelo 1

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

Legge di Stabilità 2014 LA RIVALUTAZIONE DEI BENI D IMPRESA. Francesco Chiaravalle

Legge di Stabilità 2014 LA RIVALUTAZIONE DEI BENI D IMPRESA. Francesco Chiaravalle ! Legge di Stabilità 2014 LA RIVALUTAZIONE DEI BENI D IMPRESA Francesco Chiaravalle 1 Legge n. 147 del 23 dicembre 2013 Legge di stabilità 2014! Misure previste! Riallineamento dei valori fiscali ai maggiori

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre parti ognuna con un diverso interesse economico,

Dettagli

Imposte sul reddito d esercizio

Imposte sul reddito d esercizio Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 25 novembre 29 Reddito esercizio e reddito fiscale Determinazione del reddito fiscale (IRAP e IRES) Imposte sul reddito d

Dettagli

LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE

LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Circolare N. 26 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 5 aprile 2011 LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Nelle aziende, specie in quelle industriali, rivestono una notevole importanza i costi di

Dettagli

ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE

ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE INVESTIMENTI: LEASING E FINANZIAMENTI A CONFRONTO Dott. Aldo Canal e Dott. Gianluca Giacomello Mestre (VE), 30 Ottobre 2015 Agenda Parte 1 Parte 2 SCELTE DI INVESTIMENTO

Dettagli

LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986

LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986 COMMISSIONE IMPOSTE DIRETTE LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986 a cura di Stefano Coleti, Anna Gallo, Biagio Lanzillotti, Luigi Migliore, Annamaria Simonetti 1. RIFERIMENTI

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 07 11.02.2014 Il leasing per le auto A cura di Devis Nucibella Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette La disposizione di riferimento per l individuazione

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

Il leasing in Nota integrativa

Il leasing in Nota integrativa Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 18 19.05.2014 Il leasing in Nota integrativa Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Nota integrativa Le operazioni di leasing

Dettagli

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI Acquisto Il contratto di leasing è uno degli strumenti che viene comunemente utilizzato dalle imprese per procedere all acquisto di beni strumentali. Sono previste due possibili

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL Sede in VIA PALLODOLA 23 SARZANA Codice Fiscale 00148620115 - Numero Rea P.I.: 00148620115 Capitale Sociale Euro 844.650 Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 2/2016

NOTA OPERATIVA N. 2/2016 NOTA OPERATIVA N. 2/2016 OGGETTO: I Maxi ammortamenti. - Introduzione La Legge di Stabilità n. 208 del 28 dicembre 2015 (Legge di Stabilità 2016 pubblicata nella GU n. 302 del 30 dicembre 2015) ha introdotto

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009 TRA

Dettagli

730, Unico 2013 e Studi di settore

730, Unico 2013 e Studi di settore 730, Unico 2013 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 22 30.05.2014 I canoni di leasing in Unico14 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico-Società di capitali Con specifico riferimento

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE PROGETTO MERCURIO - ANNO 2013 - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento di due parti, la parte A e la parte B PARTE A - obbligatoria - ( punti 20 ) Operazioni relative

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES

LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES a cura di Sandro Cerato Come noto, l art. 1, co. 33, lettere a), b), c), d), g) n. 2, i), l) e q), L. 24.12.2007, n. 244, oltre ad aver abrogato

Dettagli

L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE

L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE Raffaele Rizzardi Bologna 14 dicembre 2004 FONTI NORMATIVE - RIFORMA DEL CODICE CIVILE - D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (applicazione facoltativa per

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio di Paolo Montinari IMPORTANTE PDF Il volume è disponibile anche in versione pdf Le istruzioni per scaricare il file sono a pag. 493 N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti

Dettagli

La valutazione delle immobilizzazioni immateriali

La valutazione delle immobilizzazioni immateriali CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle immobilizzazioni immateriali Seconda lezione 1 DEFINIZIONE condizioni produttive controllate dall impresa, utili per l esercizio della sua gestione

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano Adelante Dolmen società cooperativa sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo delle

Dettagli

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175 Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 5 Giurisprudenza... 9 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

BILANCIO 2011: LA GESTIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE NEL BILANCIO

BILANCIO 2011: LA GESTIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE NEL BILANCIO BILANCIO 2011: LA GESTIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE NEL BILANCIO Il principio contabile OIC n.25 stabilisce che i debiti per le singole imposte dell'esercizio siano imputati in bilancio al netto di eventuali

Dettagli

730, Unico 2013 e Studi di settore

730, Unico 2013 e Studi di settore 730, Unico 2013 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 50 27.05.2015 Spese di manutenzione e riparazione Profili contabili e compilazione modello Unico Categoria: Ires Sottocategoria: Determinazione

Dettagli

TOSCANA CINA INSIEME BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2009

TOSCANA CINA INSIEME BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2009 TOSCANA CINA INSIEME Codice fiscale 93057760501 PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTA, 33-56127 PISA BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2009 Gli importi presenti sono espressi in centesimi di euro STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento

Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento Legenda Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento... 1 1. Modello trattamento

Dettagli

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita C) VARIAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE -Riserve tecniche rami danni -Riserve

Dettagli

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Relatori: Andrea Scaini e Stefano Zanon

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Relatori: Andrea Scaini e Stefano Zanon ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151 Argomenti di oggi Le verifiche in azienda da parte dell amministrazione finanziaria Scadenza della registrazione

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 43 27.11.2013 Svalutazioni immobilizzazioni e deducibilità interessi passivi Deducibilità degli interessi passivi ridotta Categoria: Bilancio e contabilità

Dettagli

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Giacomo Morri Antonio Mazza Capitolo 8 IL LEASING IMMOBILIARE Introduzione al leasing Modalità per ottenere l utilizzo di un

Dettagli

Bilancio 2000 Check List

Bilancio 2000 Check List Bilancio 2000 Check List AREE DI BILANCIO ELENCO VERIFICHE E CONTROLLI CREDITI VERSO SOCI PER DECIMI RESIDUI VERIFICARE IMPORTO DEI CREDITI CHE LA SOCIETÀ VANTA VERSO SOCI PER VERSAMENTI DI CAPITALE SOCIALE

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

LURA AMBIENTE S.P.A.

LURA AMBIENTE S.P.A. LURA AMBIENTE S.P.A. Sede in VIA LAINATE 1200-21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) Codice Fiscale 02259590129 - Numero Rea VA 000000242557 P.I.: 02259590129 Capitale Sociale Euro 120.000 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Fabio Giommoni * La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti Il presente contributo

Dettagli

IL GRATICOLATO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE

IL GRATICOLATO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE IL GRATICOLATO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE Sede in SAN GIORGIO DELLE PERTICHE Codice Fiscale 02191560289 - Numero Rea PADOVA 214291 P.I.: 02191560289 Capitale Sociale Euro 72.800 Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Pagina 1 di 9 BILANCIO ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici MERCOGLIANO Denominazione: SERVIZI S.R.L. CON UNICO SOCIO PIAZZA MUNICIPIO N. Sede: 1-83013 MERCOGLIANO (AV) Capitale

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Le immobilizzazioni materiali Definizione e riferimenti Definizione: Le immobilizzazioni sono gli elementi patrimoniali destinati ad essere

Dettagli

Le immobilizzazioni immateriali

Le immobilizzazioni immateriali Le immobilizzazioni immateriali B) IMMOBILIZZAZIONI I - Immobilizzazioni immateriali 1) costi di impianto e di ampliamento; 2) costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità; 3) diritti di brevetto industriale

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 11 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO

COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO Circolare N. 28 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 14 aprile 2009 COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO Una tra le più ricorrenti problematiche inerenti la chiusura di bilancio

Dettagli

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO Sede in VIA TRIBUNALI SNC - 83031 ARIANO IRPINO (AV) Codice Fiscale 02318880644 - Numero Rea AVELLINO 150113 P.I.: 02318880644 Capitale Sociale Euro 1.067.566

Dettagli

OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario

OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario Le operazione di locazione finanziaria, nonostante la loro ampia diffusione, non hanno mai ricevuto una organica disciplina giuridica, consentendo

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 6 Giurisprudenza... 13 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

Esempio di determinazione delle imposte correnti

Esempio di determinazione delle imposte correnti Esempio di determinazione delle imposte correnti La Belvedere S.p.A. alla fine dell esercizio X presenta il seguente conto economico: Conti Saldo dare ( ) Saldo avere ( ) Rimanenze iniziali di merci 55.000

Dettagli

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara ASPETTI TRIBUTARI DEL IL BILANCIO D ESERCIZIO 2012 Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara I beni aziendali in uso ai soci Beni ai soci e spesometro

Dettagli

Informazioni generali sull'impresa

Informazioni generali sull'impresa Informazioni generali sull'impresa Denominazione Sede Codice fiscale Codice CCIAA Partita iva Numero REA Forma giuridica Capitale Sociale Settore attività prevalente (ATECO) Numero albo cooperative Appartenenza

Dettagli

ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006

ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006 ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006 1) La società a responsabilità limitata Y chiude l esercizio al 31/12/2005 con la seguente situazione

Dettagli

BILANCIO ESERCIZIO. Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: VALMONTONE. Stato patrimoniale.

BILANCIO ESERCIZIO. Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: VALMONTONE. Stato patrimoniale. Pagina 1 di 8 BILANCIO ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: VALMONTONE Sede: HOSPITAL S.P.A. PIAZZA UMBERTO PILOZZI N. 1-00038 VALMONTONE (RM) Capitale Sociale: 120.000

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti Voci di: Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.) Conto economico

Dettagli

Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33

Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33 Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33 34 COOPERLAT SOC.COOP. AGRICOLA Sede in 60035 JESI (AN) VIA PIANDELMEDICO, 74 Codice Fiscale 00807560420 - Numero Rea AN 91950

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

FONDI RUSTICI S.p.A.

FONDI RUSTICI S.p.A. FONDI RUSTICI S.p.A. Sede in Peccioli, via Marconi n 5 Capitale sociale 9.000.000,00 interamente versato Cod.Fiscale Nr.Reg.Imp. 02108740503 Iscritta al Registro delle Imprese di PISA Nr. R.E.A. PI 181649

Dettagli

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015 1 ü Rigidità dello schema e sua struttura ü Attivo B) Immobilizzazioni ü Attivo C) Attivo circolante ü Attivo D) Ratei e risconti attivi ü Passivo A) Patrimonio netto ü Passivo B) Fondi per rischi e oneri

Dettagli

ANTICA FIERA DEL SOCO SRL Società con unico socio NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31.10.2012

ANTICA FIERA DEL SOCO SRL Società con unico socio NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31.10.2012 Antica Fiera del Soco Srl - società con unico socio ANTICA FIERA DEL SOCO SRL Società con unico socio Sede in Grisignano di Zocco (VI) Capitale Sociale: Euro 235.400,00= i.v. Codice Fiscale e Numero Iscrizione

Dettagli

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 1 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES Imposta proporzionale sui redditi complessivi delle società. Risultato di bilancio

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 7/2013. OGGETTO: Spese di manutenzione su beni propri, imputazione in bilancio e deducibilità.

NOTA OPERATIVA N. 7/2013. OGGETTO: Spese di manutenzione su beni propri, imputazione in bilancio e deducibilità. NOTA OPERATIVA N. 7/2013 OGGETTO: Spese di manutenzione su beni propri, imputazione in bilancio e deducibilità. - Introduzione Nella formazione del bilancio di esercizio civilistico, bisogna porre molta

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 05 DEL 02/02/2016 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: MAXI-AMMORTAMENTI PER I BENI STRUMENTALI NUOVI ACQUISTATI NEL PERIODO 15.10.2015-31.12.2016 PAG. 2 IN SINTESI:

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO

BILANCIO CONSOLIDATO Page 1 of 9 BILANCIO CONSOLIDATO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: MEP SPA 20121 MILANO (MI) - PIAZZA DEL Sede: LIBERTY, 2 Capitale Sociale: 10.372.791 Capitale Sociale

Dettagli

STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010

STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010 Attivo 31-dic-10 31-dic-09 A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER 1.200 900 VERSAMENTO QUOTE B) IMMOBILIZZAZIONI 2.194 1.757 I - Immobilizzazioni immateriali 1.146 847 1) Costi

Dettagli

Stato patrimoniale e conto economico dell esercizio

Stato patrimoniale e conto economico dell esercizio Stato patrimoniale e conto economico dell esercizio Stato patrimoniale attivo A. Crediti verso soci per capitale sociale sottoscritto non versato di cui capitale richiamato B. Attivi immateriali 1. Provvigioni

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA. a cura di Norberto Villa

LA NOTA INTEGRATIVA. a cura di Norberto Villa LA NOTA INTEGRATIVA a cura di Norberto Villa Vecchio Codice 4 mesi 6 mesi se 2364-2 Nuovo Codice 120 giorni 180 giorni se Previsto da statuto Esigenze particolari Previsto da statuto Nel caso di... Nel

Dettagli

UTILMECCANICA COMMERCIALE SOCIETA FINANZIARIA. comprensiva dei servizi accessori gestiti dalla stessa (manutenzione, assistenza, formazione ecc.

UTILMECCANICA COMMERCIALE SOCIETA FINANZIARIA. comprensiva dei servizi accessori gestiti dalla stessa (manutenzione, assistenza, formazione ecc. L offerta di NOLEGGIO si differenzia rispetto ad altre formule come ad esempio il Leasing perché è in grado di offrire al Cliente, una serie di benefici concreti e tangibili. B fornitura del bene con servizi

Dettagli

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo

Dettagli

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE ----------------------- NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO D'ESERCIZIO 2013 PREMESSA Il Bilancio che viene sottoposto alla vostra approvazione è costituito dallo

Dettagli