CATALOGO FORMAZIONE 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO FORMAZIONE 2015"

Transcript

1 CATALOGO FORMAZIONE 2015

2 Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo ITIL... 8 Percorso di Specializzazione ITIL COBIT Corso COBIT 5 Foundation Area Tematica: Gestione Progetti PRINCE2 (PRINCE2 is a registered trade mark of AXELOS Limited) Corso PRINCE2 Foundation Corso PRINCE2 Practitioner Area Tematica: Internal Auditing e Compliance Internal Auditing e Compliance Percorso Formativo Governance, Risk Management & Compliance (GRC) Percorso Formativo Gestione della funzione di Internal Audit (IA) Percorso Formativo Fraud Risk Assessment e Fraud Audit Percorso Formativo ICT Audit Governance Percorso Formativo D.Lgs. 231/ Area Tematica: Legal & Privacy Legal & Privacy La privacy e i Modelli Organizzativi Privacy nel settore degli studi legali Privacy nel settore della sanità Corso su Antifrode e Impresa Corso su la cessione del quinto I controlli difensivi Tecnologie aziendali tra uso e controllo Area Tematica: Amministrazione, Finanza e Controllo Amministrazione, Finanza e Controllo Area Tematica: Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Stress lavoro-correlato: l art. 28 del D.Lgs. 81/ Il benessere organizzativo e le normative di legge: dall obbligo di legge alla cultura di sicurezza (81/08) Percorso Formativo per Lavoratori Corso per datori di Lavoro (DL) e Dirigenti Corso per Preposti Corso per Auditor Interni Area Tematica: Ambiente Ambiente

3 Percorso Formativo Sviluppo Sostenibile Percorso Formativo Rifiuti Corso di formazione sulla Tutela delle acque alla luce della normativa vigente Corso di formazione sui Modelli per la valutazione della qualità dell aria negli studi di impatto ambientale Le nostre sedi

4 Introduzione Cogitek rappresenta il Vostro Partner nella conduzione di una rilevazione e analisi dei fabbisogni finalizzata a calibrare gli interventi formativi, costituendo un piano d azione che si propone l obiettivo di colmare il gap esistente nelle competenze e di migliorare le performance aziendali, in un determinato arco temporale. Il processo proposto da Cogitek si concretizza attraverso: l identificazione dei gap di formazione; il suggerimento delle soluzioni necessari: percorsi, corsi o moduli formativi; la selezione dei formatori più adatti; la definizione insieme a Voi delle metodologie e delle tecnologie più adatte per raggiungere i risultati desiderati. Nel catalogo troverete una ricca selezione di proposte formative di qualità suddivise in 6 Aree Tematiche, ciascuna delle quali articolata in Percorsi Formativi (per un totale di 10), Corsi e Moduli. Le proposte sono state pensate per accompagnarvi nel percorso d innovazione e crescita. L ottimo rapporto qualità-prezzo, garantito dalla dinamicità di Cogitek, costituisce un prezioso supporto per tutte quelle organizzazioni aziendali che vogliono sviluppare e accrescere la propria Cultura d Impresa in termini di efficacia ed efficienza. 4

5 : Information & Communication Technology 5

6 Information & Communication Technology ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited) ITIL (Information Technology Infrastructure Library) rappresenta un insieme di linee guida, ispirate dalle best practices, di natura non proprietaria e consultabili pubblicamente, che forniscono indicazioni sulla efficace ed efficiente gestione dei servizi erogati dalle organizzazione IT (IT Service Management). Di fatto, fornisce una guida dei processi IT integrata con le direttive tecnologiche e realizza un allineamento tra i processi IT e i processi di Business dell Azienda, migliorando i servizi IT e riducendo i costi dell erogazione dei servizi. Lo schema di certificazione ITIL V3 fornisce un approccio modulare e comprende una serie di certificazioni incentrate su differenti aspetti della Best practice ITIL. ITIL prevede i seguenti livelli: Foundation Intermediate - Service Lifecycle, che prevede i seguenti moduli - Service Strategy - Service Design - Service Transition - Service Operation - Continual Service Improvement (CSI) - Managing Across the Lifecycle Intermediate - Service Capability Stream, che prevede i seguenti moduli - Release, Control and Validation - Planning, Protection and Optimization L esecuzione della serie completa dei corsi (Foundation e Intermediate), con esito positivo dei relativi esami, comporta l acquisizione di un totale di 22 crediti che danno diritto automaticamente alla certificazione ITIL Expert. Cogitek eroga inoltre i seguenti moduli del percorso di specializzazione ITIL : Change Analyst CMDB ISO/IEC (in preparazione) Cogitek inoltre, su richiesta dei clienti, progetta: Seminari di introduzione ai principi e di illustrazione delle linee guida ITIL per il CIO e le sue prime linee Aggiornamento edizione ITIL vers. 3 per chi si è certificato Foundation vecchia release Corso COS-FP Foundation - Governance dell Outsourcing 6

7 Corso ITIL CLOUD Area Tematica Information & Communication Technology Per quanto riguarda la formazione ITIL fattore distintivo di Cogitek è l accreditamento presso APMG (organismo internazionale che valuta la competenza tecnica e l'integrità delle organizzazioni che offrono formazione), che permette il sostenimento della prova d esame da parte dei partecipanti ai corsi Cogitek ed il rilascio della certificazione da parte dell Organismo stesso. 7

8 Percorso Formativo ITIL Area Tematica Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Foundation Acquisire i concetti fondamentali del ciclo di vita dei servizi Familiarizzare con la terminologia Comprendere i ruoli, i processi e le funzioni che caratterizzano le aree chiave IT Service Management in ITIL vers. 3 Creare consapevolezza delle implicazioni legate alla introduzione della metodologia ITIL Preparare l esame di certificazione ITIL v3 Foundation Prerequisiti Crediti formativi Introduzione generale La Strategia ( Service Strategy ) La Progettazione ( Service Design ) Il Passaggio in Esercizio (Service Transition ) La Gestione Operativa ( Service Operation ) Il Ciclo di Miglioramento ( Continual Service Improvement ) Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che intenda avvicinarsi ad ITIL o implicato in progetti che prevedano l introduzione di ITIL. Nessuno. Il corso assegna 2 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 8

9 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Strategy Approfondire i concetti della prima fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Strategy Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Strategy Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Strategy Prerequisiti Crediti formativi Principi fondamentali di Service Strategy e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei servizi Definizione dei servizi e del Market Space Definizione del posizionamento strategico Demand Management Service Portfolio Management Financial Management Conduzione della Strategia durante il Ciclo di Vita Fattori critici di successo e rischi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 9

10 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Design Prerequisiti Crediti formativi Approfondire i concetti della seconda fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Design Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Design Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Design Principi fondamentali di Service Design e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi Gestione e Controllo delle attività di progettazione dei servizi Service Design Coordination Service Catalogue Management Service Level Management Service Capacity Management Service Availability Management Service Continuity Management Information Security Management Supplier Management Fattori critici di successo e rischi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 10

11 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Transition Approfondire i concetti della terza fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Transition Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Transition Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Transition Principi fondamentali di Service Transition e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi Definizione delle categorie di modifiche e relativi processi e responsabilità Transition Planning e Support Service validation&testing Release and Deployment Management Service Evaluation Change Management Service Asset and Configuration Management Knowledge Management Fattori critici di successo e rischi Prerequisiti Crediti formativi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 11

12 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Operation Approfondire i concetti della quarta fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Operation Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Operation Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Operation Principi fondamentali di Service Operation e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi L organizzazione per il Service Operation I processi e le funzioni di Service Operation Incident Management Event Management Problem Management Access Management Request Fulfilment Service Desk Technical Management Application Management Fattori critici di successo e rischi Prerequisiti Crediti formativi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 12

13 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Continual Service Improvement (CSI) Approfondire i concetti della fase di Continual Service Improvement applicata al Ciclo di Vita dei Servizi Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Continual Service Improvement Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Continual Service Improvement Principi fondamentali di CSI e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi Principi base del CSI e ciclo di Deming Il processo in 7 passi del Continual Service Improvement Metodi e tecniche del Continual Service Improvement Definizione delle misurazioni L organizzazione del Continual Service Improvement Gli aspetti tecnologici Fattori critici di successo e rischi Prerequisiti Crediti formativi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 13

14 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Managing Across the Lifecycle Approfondire i concetti generali del Ciclo di Vita dei Servizi Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni nella gestione del servizio IT su tutto il Ciclo di Vita dei Servizi Mettere la struttura IT in grado di affrontare il cambiamento organizzativo creato dall introduzione di ITIL Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Managing Across the Lifecycle Prerequisiti Crediti formativi Introduzione generale La Strategia ( Service Strategy) La Progettazione ( Service Design ) Il Passaggio in Esercizio ( Service Transition ) La Gestione Operativa ( Service Operation ) Il Ciclo di Miglioramento ( Continual Service Improvement ) Il corso prevede la durata di 4 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che intenda avvicinarsi ad ITIL o implicato in progetti che prevedano l introduzione di ITIL. I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 5 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 14

15 Information & Communication Technology c Corso ITIL V3 Capability Stream : Release, Control and Validation Prerequisiti Crediti formativi Approfondire i concetti dei processi coinvolti nelle attività di rilascio di nuovi servizi o modifiche ai servizi esistenti Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni relative Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Release, Control and Validation Introduzione generale e inquadramento dei processi nel ciclo di vita dei servizi La gestione strategica del cambiamento ed il processo di Change Management I processi di Service validation and testing e di Service Evaluation Il controllo della messa in produzione di un servizio ed il processo di Service Release and Deployment Management Service Asset and Configuration Management Knowledge management Ruoli e responsabilità, e considerazioni sulla tecnologia Fattori critici di successo e rischi nell implementazione dei processi Il corso prevede la durata di 4 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT coinvolto nei processi trattati nel corso. che voglia approfondirne la relativa conoscenza. I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 4 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 15

16 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Capability Stream : Planning, Protection and Optimization Prerequisiti Crediti formativi Approfondire i concetti dei processi coinvolti nelle attività di pianificazione, progettazione e ottimizzazione dei servizi Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni relative Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Planning, Protection and Optimization Introduzione generale e inquadramento dei processi nel ciclo di vita dei servizi La gestione strategica della capacità ed il processo di Capacity Management La gestione strategica della disponibilità ed il processo di Availability Management Service Continuity Management e Information Security Management Demand Management Ruoli e responsabilità, e considerazioni sulla tecnologia Fattori critici di successo e rischi nell implementazione dei processi Il corso prevede la durata di 4 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT coinvolto nei processi trattati nel corso. che voglia approfondirne la relativa conoscenza. I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 4 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 16

17 Percorso di Specializzazione ITIL Area Tematica Information & Communication Technology Corso di Change Analyst Migliorare la consapevolezza dell importanza della valutazione delle modifiche. Prerequisiti Crediti formativi Approfondire le tematiche, le procedure e gli skill richiesti per gestire nel modo migliore l impatto delle modifiche sul sistema informativo. Il corso prevede la durata di 2 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. Responsabili della valutazione delle modifiche ( Change Manager ). I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 1,5 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 17

18 Information & Communication Technology Corso CMDB Prerequisiti Crediti formativi Approfondire la terminologia e le modalità di sviluppo e gestione del CMDB, è definito da ITIL come la fonte informativa principale per la gestione del servizio IT. Terminologia e modalità di sviluppi e gestione del CMDB. Il corso prevede la durata di 2 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. Responsabili della valutazione delle modifiche ( Change Manager ). I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 1,5 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 18

19 Information & Communication Technology Corso ISO / IEC Comprendere i principi delle Best Practise ed i criteri definiti per la certificazione ISO/IEC di un fornitore di servizi IT Preparare la struttura IT ad affrontare il processo di certificazione ISO/IEC ISO/IEC :2005: specifiche formali richieste per la certificazione: Prerequisiti di un sistema di gestione Predisposizione del sistema di gestione Pianificazione e realizzazione dei nuovi servizi Processi di Delivery Processi di relazione Processi di risoluzione Processi di controllo Processi di gestione dei rilasci ISO/IEC :2005: code of practice - descrive i processi, come devono essere messi in opera per affrontare una certificazione ISO/IEC Il corso prevede la durata di 4 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. Responsabili della valutazione delle modifiche ( Change Manager ). Prerequisiti Personale del settore IT che intenda prepararsi alla certificazione ISO/IEC

20 Information & Communication Technology COBIT 5 COBIT (Control Objectives for Information and related Technology) nasce nel 1996 come framework di audit e controllo dell'it e già nel 1998 viene rilasciata una seconda versione nella quale viene inserito un focus sugli obiettivi di controllo (Control Objectives). Nel 2000 con il rilascio della terza versione (COBIT 3), nella quale vengono introdotte le linee guida per la gestione (Management Guidelines), si evolve in framework per la gestione IT. Successivamente tra 2004 e 2007, vengono rilasciate due ulteriori versioni (COBIT 4.0 e COBIT 4.1) che, grazie all introduzione dei processi di Governace e di Compliance e la rimozione dei processi di Assurance, trasformano il COBIT in un framework per la Governace IT. Attualmente la nuova versione, COBIT 5, rilasciata nel 2012, integra la gestione dei rischi e la gestione del valore focalizzandosi sugli aspetti di Governance e Management dell'it. In particolare il COBIT 5 fornisce un framework di riferimento che consente alle imprese di raggiungere i propri obiettivi e creare valore attraverso un efficace governance e gestione dei sistemi informativi, mantenendo l equilibrio ottimale tra benefici attesi, rischi e utilizzo di risorse. COBIT 5 prevede i seguenti livelli: Foundation Implementation (in preparazione) Assessor (in preparazione) Certified Assessor (in preparazione) Per quanto riguarda la formazione COBIT fattore distintivo di Cogitek è l accreditamento presso APMG (organismo internazionale che valuta la competenza tecnica e l'integrità delle organizzazioni che offrono formazione), che permette il sostenimento della prova d esame da parte dei partecipanti ai corsi Cogitek ed il rilascio della certificazione da parte dell Organismo stesso. 20

21 Information & Communication Technology Corso COBIT 5 Foundation Fornire una conoscenza approfondita del Framework COBIT 5 e individuare i principali benefici derivanti dall utilizzo di tale strumento per la governance dei processi IT. Prerequisiti Introduzione e principali caratteristiche di COBIT 5 I principi di COBIT 5 I fattori abilitanti di COBIT 5 Introduzione all implementazione di COBIT 5 Process Capability Assessment Model Preparazione all Esame Esame COBIT 5 Foundation Il corso prevede la durata di 3 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. IT auditors, IT manager, IT Specialist, Professionisti della Qualità IT, IT leadership, IT developers, Consulenti, Internal Auditor, chiunque sia interessato ad approfondire la tematica. Nessuno. 21

22 : Gestione Progetti 22

23 Gestione Progetti PRINCE2 (PRINCE2 is a registered trade mark of AXELOS Limited) PRINCE2 (PRojects IN Controlled Environments), è una metodologia per il project management basata su un approccio per processi. È un approccio strutturato alla gestione dei progetti. Descrive le procedure per progettare e supervisionare il progetto e coordinare le persone e le attività del progetto. PRINCE2 permette un approccio scalabile in ragione dei requisiti richiesti, sia di complessità dei progetti, sia di rischi relativi che di dimensioni. PRINCE2 prevede i seguenti livelli: Foundation Practitioner Per quanto riguarda la formazione PRINCE2 fattore distintivo di Cogitek è l accreditamento presso APMG (organismo internazionale che valuta la competenza tecnica e l'integrità delle organizzazioni che offrono formazione), che permette il sostenimento della prova d esame da parte dei partecipanti ai corsi Cogitek ed il rilascio della certificazione da parte dell Organismo stesso. 23

24 Gestione Progetti Corso PRINCE2 Foundation Approfondire i concetti generali di PRINCE2 per la gestione dei progetti Comprendere i ruoli e i processi implicati nella gestione dei progetti Applicare le tecniche base previste dalla metodologia Sostenere l esame di certificazione PRINCE2 Foundation Definizione e caratteristiche generali del Progetto Introduzione a PRINCE2 : ambito e terminologia Il modello PRINCE2 dei processi I componenti di PRINCE2 Tecniche di PRINCE2 Prerequisiti Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Project Manager, Team Leader, Supervisor, componenti di gruppi di progetto, risorse della Funzione Project Management, tutti gli interessati alla materia. Nessuno 24

25 Gestione Progetti Corso PRINCE2 Practitioner Approfondire i concetti generali di PRINCE2 per la gestione dei progetti Applicare tecniche e metodi ad un progetto Sperimentare la scalabilità di PRINCE2 per adattarlo ai progetti specifici Sostenere l esame di certificazione PRINCE2 Practitioner Prerequisiti Il corso si svolge come una full immersion dei partecipanti nella simulazione di un progetto basato su uno scenario predefinito. I partecipanti approfondiscono così il metodo e le tecniche previste dalla metodologia e si preparano a sostenere l esame di certificazione, che è strutturato nello stesso modo. Il corso prevede la durata di 2 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Project Manager, Team Leader, Supervisor, componenti di gruppi di progetto, risorse della Funzione Project Management, tutti gli interessati alla materia. I candidati devono possedere la certificazione PRINCE2 Foundation. 25

26 : Internal Auditing e Compliance (IA) 26

27 Internal Auditing e Compliance Area Tematica Internal Auditing e Compliance (IA) L Internal Auditing è un attività finalizzata al miglioramento dell efficacia e dell efficienza dell organizzazione attraverso la valutazione ed il miglioramento dei processi di controllo, di gestione dei rischi e di governance aziendale. La mission dell Internal Auditing è pertanto il miglioramento continuo di tali processi al fine di aiutare l organizzazione nel conseguimento dei propri obiettivi. Il programma formativo di Cogitek, grazie alle competenze acquisite sul campo nel corso degli anni, e avvalendosi di professionisti provenienti dal mondo aziendale e accademico, comprende corsi relativi alle seguenti aree tematiche: Governance, Risk management & Compliance (GRC), che comprende i seguenti corsi: - Governance, Risk & Compliance - Compliance normativa integrata - Tecniche di Risk Management (RM) - Audit svolto con le tecniche risk-based - Control risk self-assessment (CRSA) Gestione della funzione di Internal Audit (IA), che comprende i seguenti corsi: - Come creare, condurre e ottimizzare la funzione Internal Auditing - Dal risk assessment al Piano di Internal Auditing - Internal Audit Quality Assessment (QA) Fraud Risk Assessment & Fraud Audit ICT Audit Governance Inoltre Cogitek offre un percorso formativo sul D.Lgs. 231/2001, che prevede corsi rivolti a: Componenti dell'organismo di Vigilanza Management apicale Funzioni operative 27

28 Internal Auditing e Compliance (IA) Percorso Formativo Governance, Risk Management & Compliance (GRC) Governance, Risk & Compliance Proporre una maggiore focalizzazione sull assetto del governo aziendale, sui processi di Risk Assessment e di gestione dei rischi, e sui processi di controllo. In particolare si forniranno gli elementi necessari per: ripensare le strategie aziendali con l obiettivo di creare valore per gli shareholders e tutela per gli stakeholders; dotarsi di un Modello di Corporate Governance in grado di coniugare le aspettative di sviluppo e di massimizzazione del valore per gli azionisti con le esigenze di gestione dei rischi; accrescere la fiducia del mercato; assicurare l allineamento con i crescenti obblighi di legge e con le best practice; ridurre i costi attraverso l eliminazione delle inefficienze nei processi operativi; ridurre il rischio di eventi dannosi non previsti, attraverso una maggiore consapevolezza e gestione dei rischi. Corporate Governance Integrata L evoluzione della Governance in Italia: da codice di autodisciplina alle previsione di una SOX europea Gli Standard Professionali relativi al ruolo dell Internal Auditing nell ambito della Corporate Governance e del Risk Management Ruoli e responsabilità del Board, del Management, degli Internal Auditor, dei Revisori e focus sui rischi e definizione del ruolo del Chief Compliance Officer e del Chief Risk Officer di compliance nel modello GRC La necessità di rendere il framework GRC un obiettivo strategico per l Organizzazione Il ruolo dell etica e di un adeguato antifraud program nel modello GRC Crisis management L implementazione del Chief Compliance Officer Il corso prevede la durata minima di 1 giorno. 28

29 Internal Auditing e Compliance (IA) Governance, Risk & Compliance Chief Audit Executive e Audit Manager; Chief Risk Officer / Manager; Chief Compliance Officer / Manager; Responsabili di Pianificazione e Controllo; Responsabili Affari Legali e Societari. 29

30 Internal Auditing e Compliance (IA) Compliance normative integrata Fornire le competenze sull analisi dei rischi attraverso la mappatura dei processi sensibili in relazione ai disposti legislativi e gli elementi per la stesura dei piani preventivi e correttivi a valle della Risk Analysis. I rischi di Compliance: specificità rispetto ai rischi di business e di controllo Il Sistema di Controllo Interno (SCI): la metodologia di approccio Il profilo di rischio e le relative tolleranze Le metriche di valutazione La mappatura dei processi sui disposti normativi I piani preventivi e correttivi La valutazione del SCI Il corso prevede la durata minima di un giorno. Compliance Officers, Organismi di Vigilanza, Dirigente preposto, Internal Audit. 30

31 Internal Auditing e Compliance (IA) Tecniche di Risk Management Proporre uno standard di riferimento allo scopo di condividere: la terminologia relativa utilizzata il processo di attuazione del risk management la struttura organizzativa del risk management le finalità del risk management Definizione del rischio: Il Risk management: fattori interni ed esterni, fattori di stimolo dei rischi principali e il processo di RM La verifica e l analisi del rischio: Tecniche di Identificazione: Brainstorming, Questionari, Studi di Amministrazione aziendale che analizzano ogni processo aziendale e descrivono sia i processi interni sia i fattori esterni che li possono influenzare, Analisi comparative di settore (Benchmarking), Analisi di scenario, Workshop di verifica del rischio, Indagini su incidenti avvenuti, Attività di auditing e ispezioni Tecniche di Analisi: Analisi SWOT (forze, debolezze, opportunità, minacce), Analisi dell albero degli eventi, Pianificazione della continuità dell attività, Analisi BPEST (commerciale, politica, economica, sociale, tecnologica), Scelte decisionali in condizioni di rischio e incertezza, Analisi PESTLE (politica, economica, sociale, tecnica, legale, ambientale) La valutazione del rischio Il trattamento del rischio Reporting e comunicazione del rischio Struttura e Amministrazione del RM: Politica di RM Ruolo del vertice Ruolo delle unità operative Ruolo della funzione di RM Ruolo dell audit interno Risorse ed attuazione Controllo e revisione del processo di RM Il corso prevede la durata minima di 2 giorni. 31

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013 Catalogo Corsi Aggiornato il 16/09/2013 KINETIKON SRL Via Virle, n.1 10138 TORINO info@kinetikon.com http://www.kinetikon.com TEL: +39 011 4337062 FAX: +39 011 4349225 Sommario ITIL Awareness/Overview...

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

A PROPOSITO DI ITIL IT SERVICE MANAGEMENT. Dove si trova ITIL...nel framework delle Best Practice?

A PROPOSITO DI ITIL IT SERVICE MANAGEMENT. Dove si trova ITIL...nel framework delle Best Practice? A PROPOSITO DI ITIL ITIL fornisce un framework di linee guida best practice per l IT Service Management. Fornisce un framework per la governance dell IT e si focalizza sulla continua misurazione e miglioramento

Dettagli

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Page 1 of 11 IL CERTIFICATO ITIL FOUNDATION IN IT SERVICE MANAGEMENT La

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

The ITIL Foundation Examination

The ITIL Foundation Examination The ITIL Foundation Examination Esempio di Prova Scritta A, versione 5.1 Risposte Multiple Istruzioni 1. Tutte le 40 domande dovrebbero essere tentate. 2. Le risposte devono essere fornite negli spazi

Dettagli

IT governance & management. program

IT governance & management. program IT governance & management Executive program VI EDIZIONE / GENNAIO - maggio 2016 PERCHÉ QUESTO PROGRAMMA Nell odierno scenario competitivo l ICT si pone come un fattore abilitante dei servizi di business

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site La Tecnologia evolve velocemente ed anche gli esperti IT più competenti hanno bisogno di una formazione costante per tenere il passo Come

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea. Aggiornato al 13/11/2013

Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea. Aggiornato al 13/11/2013 Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea Aggiornato al 13/11/2013 1 Il sistema dei controlli adottato da Iccrea Holding Le attività, i processi, l assetto organizzativo, la gestione del rischio,

Dettagli

L importanza di ITIL V3

L importanza di ITIL V3 6HUYLFH'HOLYHU\DQG3URFHVV$XWRPDWLRQ L importanza di ITIL V3 IBM - IT Strategy & Architecture Claudio Valant Le Migliori Prassi (Best Practice) ITIL ƒ ƒ ƒ ƒ,7,/ VWDSHU,QIRUPDWLRQ7HFKQRORJ\,QIUDVWUXFWXUH

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2011-2012 Università di Macerata Facoltà di Economia 1 Obiettivo della lezione QUALITY ASSESSMENT REVIEW I KEY PERFORMANCE INDICATORS

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

MASTER GESTIONE INTEGRATA

MASTER GESTIONE INTEGRATA MASTER GESTIONE INTEGRATA ESPERTI in SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA ISO serie 9000, ISO serie 14000, OHSAS 18001, OHSAS 18002, ISO 22000, ISO 27001, Reg. EMAS, ISO 19011,

Dettagli

Informazioni di controllo del documento

Informazioni di controllo del documento Dettagli del documento Informazioni di controllo del documento Nome del documento Obiettivo del documento ITIL_v3_Foundation_Bridge_Certificate_Syllabus_v4.1 Syllabus per il corso Bridge di aggiornamento

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici L esperienza DNV come Ente di Certificazione ISO 20000 di Cesare Gallotti e Fabrizio Monteleone La ISO/IEC 20000-1:2005 (che recepisce la BS 15000-1:2002

Dettagli

http://it.linkedin.com/in/marialberto Napoli 07/06/2013 - Alberto Mari (Sicev 265 - Apco CMC 0512-A)

http://it.linkedin.com/in/marialberto Napoli 07/06/2013 - Alberto Mari (Sicev 265 - Apco CMC 0512-A) 1 Seminario Aggiornamento Valutatori SICEV Intervento Dai Sistemi di Gestione al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo secondo il DLgs. 231/2001 Napoli 07/06/2013 - Alberto Mari (Sicev 265 -

Dettagli

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 27000 La sicurezza delle

Dettagli

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY.

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING PROCESS OPTIMIZATION Mappatura as is dei processi, definizione dello stato to be, gap analysis, definizione ed implementazione

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli L attività dell Internal Audit G.M. Mirabelli Milano 13 ottobre 2006 Obiettivi della presentazione Evidenziare i compiti che nel nuovo Codice di autodisciplina sono assegnati all Internal Auditing, se

Dettagli

Gestione Operativa e Supporto

Gestione Operativa e Supporto Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A6_1 V1.0 Gestione Operativa e Supporto Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per

Dettagli

2.1 L associazione professionale 19. 2.2 Gli Standard professionali dell internal auditing 23. 2.3 Le competenze professionali 29

2.1 L associazione professionale 19. 2.2 Gli Standard professionali dell internal auditing 23. 2.3 Le competenze professionali 29 Prefazione di Vittorio Mincato XIII Introduzione 1 Ringraziamenti 5 Parte prima LA PROFESSIONE DI INTERNAL AUDITING 1 La definizione di internal auditing 9 2I riferimenti della professione 19 2.1 L associazione

Dettagli

Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA

Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA Company Management System Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA Scopo del documento: Redatto da: Verificato da: Approvato da: Codice documento: Classificazione: Dominio di applicazione:

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015)

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) 1 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE E FINALITA DEL DOCUMENTO 2. MISSIONE 3. AMBITO 4. PROFESSIONALITA

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

Esercizi per la redazione del Business Plan

Esercizi per la redazione del Business Plan Esercizi per la redazione del Business Plan Una società intende iniziare la sua attività l 1/1/2010 con un apporto in denaro di 20.000 euro. Dopo aver redatto lo Stato Patrimoniale iniziale all 1/1/2010

Dettagli

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE 22 aprile 2015 ore 14:30 / 18:30 Sala della Fondazione Forense Bolognese Via del Cane, 10/a Presiede e modera Avv. Federico Canova Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Bologna ANALISI,REVISIONEEIMPLEMENTAZIONEDIUNMODELLO

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia Obiettivo della lezione ERM - Enterprise Risk Manangement Per eventuali comunicazioni:

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

Corso ed esame Foundation Certificate

Corso ed esame Foundation Certificate Training Partner Corso ed esame Foundation Certificate MILANO E ROMA Autunno 2015 Docenti qualificati grazie ai quali Quasi il 100% dei partecipanti ai nostri corsi ha superato l esame, con punteggi oltre

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI. Sintesi presentazione società

CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI. Sintesi presentazione società CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI Sintesi presentazione società Indice Chi siamo pag. 3 I professionisti pag. 4 I servizi professionali pag. 5 Metodologia per modelli organizzativi ex 231/01 pag.

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

02-18 luglio 2014 I Edizione Z1085

02-18 luglio 2014 I Edizione Z1085 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICA

ATTESTATO DI QUALIFICA PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA PSS LINEA ECONOMIA DEL MARE PROGETTO IL GOLFO FA RETE NEL BLU AZIONE FORMATIVA: ADDETTO AI SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA CODICE ISTAT: 2.5.1.2.0 Ente realizzatore:

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

È costituito dagli atteggiamenti e dalle azioni del board e del management rispetto all'importanza del controllo all'interno.

È costituito dagli atteggiamenti e dalle azioni del board e del management rispetto all'importanza del controllo all'interno. Glossario Internal Auditing Fonte: Associazione Italiana Internal Audit (AIIA) www.aiiaweb.it Adeguato controllo Un controllo è adeguato se viene pianificato e organizzato (progettato) dal management in

Dettagli

Offerta formativa AIEA per il 2014

Offerta formativa AIEA per il 2014 Training Partner Offerta formativa AIEA per il 2014 ESCLUSIVA AIEA Corsi con focus pratico ed interattivo Numero chiuso per favorire il confronto diretto Possibilità di organizzare corsi COBIT in base

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER UN SERVIZIO DI MANUTENZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE DELLA COMPONENTE AUTOGOVERNO DEL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli

MANDATO DI AUDIT DI GRUPPO

MANDATO DI AUDIT DI GRUPPO MANDATO DI AUDIT DI GRUPPO Data: Ottobre, 2013 UniCredit Group - Public MISSION E AMBITO DI COMPETENZA L Internal Audit è una funzione indipendente nominata dagli Organi di Governo della Società ed è parte

Dettagli

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale;

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale; Presentazione Blu Consulting è una società di consulenza direzionale certificata ISO 9001:2008, fondata da Mauro Masciarelli nel 2009, specializzata nella revisione delle strategie di business, adeguamento

Dettagli

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it IS Governance Francesco Clabot Consulenza di processo francesco.clabot@netcom-srl.it 1 Fondamenti di ISO 20000 per la Gestione dei Servizi Informatici - La Norma - 2 Introduzione Che cosa è una norma?

Dettagli

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE Sviluppare competenze manageriali innovative per il mondo della Sanità Health Care Management School Il Sistema Sanitario rappresenta uno dei settori

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

Il Decreto Legislativo 231/01: Impatti sulla Governance aziendale

Il Decreto Legislativo 231/01: Impatti sulla Governance aziendale Il D.Lgs 231/01 : riflessi sul ruolo dell' OdV e del Collegio Sindacale ndacale Il Decreto Legislativo 231/01: Impatti sulla Governance aziendale 27 febbraio 2012 Prof. Daniele Gervasio Università degli

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

ZeroUno Executive Dinner

ZeroUno Executive Dinner L ICT per il business nelle aziende italiane: mito o realtà? 30 settembre 2008 Milano, 30 settembre 2008 Slide 0 I principali obiettivi strategici delle aziende Quali sono i primi 3 obiettivi di business

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Banche e Sicurezza 2015

Banche e Sicurezza 2015 Banche e Sicurezza 2015 Sicurezza informatica: Compliance normativa e presidio del rischio post circolare 263 Leonardo Maria Rosa Responsabile Ufficio Sicurezza Informatica 5 giugno 2015 Premessa Il percorso

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Le attività OASI per la sicurezza dei dati e dei sistemi, e per la compliance alle normative. Servizi Consulenza Formazione Prodotti

Le attività OASI per la sicurezza dei dati e dei sistemi, e per la compliance alle normative. Servizi Consulenza Formazione Prodotti Le attività OASI per la sicurezza dei dati e dei sistemi, e per la compliance alle normative Servizi Consulenza Formazione Prodotti L impostazione dei servizi offerti Le Banche e le altre imprese, sono

Dettagli

Corso di specializzazione Internal & Financial Auditing (IFA)

Corso di specializzazione Internal & Financial Auditing (IFA) Corso di specializzazione Internal & Financial Auditing (IFA) operari s.r.l. 2013 tutti i diritti riservati www.operari.it Segreteria 02 4695687 segreteria.corsi@operari.it . chi siamo Per il 10 anniversario

Dettagli

Insight. Gli scettici della qualità.

Insight. Gli scettici della qualità. Insight N. 30 Febbraio 2010 Gli scettici della qualità. Una fotografia della Quality Assurance Review in Italia: una pratica ancora poco diffusa, spesso a causa di preconcetti su costi e tempi di realizzazione,

Dettagli

In collaborazione con HSPI SpA

In collaborazione con HSPI SpA Master Universitario di I livello in IT Governance II edizione Alto Apprendistato 2012-2014 Docente: In collaborazione

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici ITSM

Dettagli

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA Fondato a New York nel 1941 Presente in 160 paesi, conta ora più di 110.000 membri Ha sede negli USA ma la sua Governance è Globale Globali sono pure il

Dettagli

SENAPA CONSULTING CATALOGO FORMAZIONE EDIZIONE 2014. True Partnership, True Prevention, True Protection

SENAPA CONSULTING CATALOGO FORMAZIONE EDIZIONE 2014. True Partnership, True Prevention, True Protection SENAPA CONSULTING True Partnership, True Prevention, True Protection CATALOGO FORMAZIONE EDIZIONE 2014 2 SENAPA CONSULTING Senapa Consulting si avvale di consulenti esperti nel campo della Formazione e

Dettagli

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer»

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» La security: esperienza vs conoscenza didattica Cosa può capitare avendone solo una delle due? Esperienza pregressa Conoscenza

Dettagli

Il modello ERM come strumento trasversale per la gestione dei rischi e le sue implicazioni operative e gestionali. Roma, 6 giugno 2013 1

Il modello ERM come strumento trasversale per la gestione dei rischi e le sue implicazioni operative e gestionali. Roma, 6 giugno 2013 1 Il modello ERM come strumento trasversale per la gestione dei rischi e le sue implicazioni operative e gestionali Roma, 6 giugno 2013 1 Fondata nel 1972 142 soci 50 associati Fatturato complessivo dei

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 4 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT Obiettivi del CobiT (Control Objectives

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E 08/02/2011 Pag. 1 di 7 GESTIONE DELLA FORMAZIONE E DELL ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli / Istruzioni... 2 4.

Dettagli

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

SERVIZI PMI. Project management outsourcing. Business Impact Analysis (BIA) Disaster Recovery Plan Design (DRP)

SERVIZI PMI. Project management outsourcing. Business Impact Analysis (BIA) Disaster Recovery Plan Design (DRP) SERVIZI PMI Project management outsourcing La vita (dell IT) è quella cosa che succede mentre siamo impegnati a fare tutt altro e quindi spesso capita di dover implementare una nuova piattaforma applicativa,

Dettagli

La certificazione delle competenze professionali nell IT Service Management. Chiara Mainolfi

La certificazione delle competenze professionali nell IT Service Management. Chiara Mainolfi La certificazione delle competenze professionali nell IT Service Management Chiara Mainolfi EXIN AGENDA Quadro delle metodologie Percorsi di certificazione Schemi di certificazione A chi rivolgersi per

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE

PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 289 del 28.12.2011 1 INDICE SEZIONE I - CONTESTO

Dettagli

AUDIT DEI SISTEMI DI GESTIONE ISO/IEC 27001 E ISO/IEC 20000-1: PECULIARITÀ, APPROCCI POSSIBILI, INTEGRAZIONE, FORMAZIONE DEGLI AUDITOR

AUDIT DEI SISTEMI DI GESTIONE ISO/IEC 27001 E ISO/IEC 20000-1: PECULIARITÀ, APPROCCI POSSIBILI, INTEGRAZIONE, FORMAZIONE DEGLI AUDITOR Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legati agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce agli Audit dei Sistemi di Gestione

Dettagli

L internal auditing nell Agenzia delle Entrate: una realtà in evoluzione. Dott. Salvatore Di Giugno Direttore Centrale Audit e Sicurezza

L internal auditing nell Agenzia delle Entrate: una realtà in evoluzione. Dott. Salvatore Di Giugno Direttore Centrale Audit e Sicurezza L internal auditing nell Agenzia delle Entrate: una realtà in evoluzione Dott. Salvatore Di Giugno Direttore Centrale Audit e Sicurezza Forum P.A. 24 maggio 2007 Missione e Organizzazione Le competenze

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER IL PROFILO DI SAFETY MANAGER E DOCENTE FORMATORE SSL

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER IL PROFILO DI SAFETY MANAGER E DOCENTE FORMATORE SSL CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER IL PROFILO DI SAFETY MANAGER E DOCENTE FORMATORE SSL DESCRIZIONE L ambito della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro è particolarmente sensibile, in quanto va ad

Dettagli

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 FIRMA: RIS DATA DI EMISSIONE: 13/3/2015 INDICE INDICE...2 CHANGELOG...3 RIFERIMENTI...3 SCOPO E OBIETTIVI...4 CAMPO DI APPLICAZIONE...4 POLICY...5

Dettagli

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo IX Convention ABI L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo BPR e BCM: due linee di azione per uno stesso obiettivo Ing. Alessandro Pinzauti Direttore

Dettagli

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010 Oggetto: Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina, promosso da Borsa Italiana S.p.A., approvato dal Comitato per la corporate governance nel marzo 2006 e successivamente modificato

Dettagli

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione RATE SERVIZI Srl Via Santa Rita da Cascia, 3-20143 Milano Tel 0287382838

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

Evoluzione della definizione di Internal Auditing 1941 V.Z. Brink 1957 Statement sull Internal Auditing

Evoluzione della definizione di Internal Auditing 1941 V.Z. Brink 1957 Statement sull Internal Auditing Evoluzione della definizione di Internal Auditing Nel 1941 V.Z. Brink, Presidente del Dipartimento di Ricerca dell Institute of Internal Auditors statunitense l Internal Auditing come attività organizzata

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

attività indipendente obiettiva assurance consulenza miglioramento approccio professionale sistematico valore aggiunto

attività indipendente obiettiva assurance consulenza miglioramento approccio professionale sistematico valore aggiunto MASTER AMLP 1 DEFINIZIONE L Internal Auditing è un'attività indipendente ed obiettiva di assurance e consulenza, finalizzata al miglioramento dell'efficacia e dell efficienza dell'organizzazione. Assiste

Dettagli

IT Governance: scelte e soluzioni. Cesare Gallotti, Indipendent Consultant Roma, 18 novembre 2010

IT Governance: scelte e soluzioni. Cesare Gallotti, Indipendent Consultant Roma, 18 novembre 2010 IT Governance: scelte e soluzioni Cesare Gallotti, Indipendent Consultant Roma, 18 novembre 2010 Agenda 1. Presentazione 2. IT Governance 3. I quadri di riferimento 4. Le attività di controllo 5. Privacy

Dettagli