CATALOGO FORMAZIONE 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO FORMAZIONE 2015"

Transcript

1 CATALOGO FORMAZIONE 2015

2 Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo ITIL... 8 Percorso di Specializzazione ITIL COBIT Corso COBIT 5 Foundation Area Tematica: Gestione Progetti PRINCE2 (PRINCE2 is a registered trade mark of AXELOS Limited) Corso PRINCE2 Foundation Corso PRINCE2 Practitioner Area Tematica: Internal Auditing e Compliance Internal Auditing e Compliance Percorso Formativo Governance, Risk Management & Compliance (GRC) Percorso Formativo Gestione della funzione di Internal Audit (IA) Percorso Formativo Fraud Risk Assessment e Fraud Audit Percorso Formativo ICT Audit Governance Percorso Formativo D.Lgs. 231/ Area Tematica: Legal & Privacy Legal & Privacy La privacy e i Modelli Organizzativi Privacy nel settore degli studi legali Privacy nel settore della sanità Corso su Antifrode e Impresa Corso su la cessione del quinto I controlli difensivi Tecnologie aziendali tra uso e controllo Area Tematica: Amministrazione, Finanza e Controllo Amministrazione, Finanza e Controllo Area Tematica: Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Stress lavoro-correlato: l art. 28 del D.Lgs. 81/ Il benessere organizzativo e le normative di legge: dall obbligo di legge alla cultura di sicurezza (81/08) Percorso Formativo per Lavoratori Corso per datori di Lavoro (DL) e Dirigenti Corso per Preposti Corso per Auditor Interni Area Tematica: Ambiente Ambiente

3 Percorso Formativo Sviluppo Sostenibile Percorso Formativo Rifiuti Corso di formazione sulla Tutela delle acque alla luce della normativa vigente Corso di formazione sui Modelli per la valutazione della qualità dell aria negli studi di impatto ambientale Le nostre sedi

4 Introduzione Cogitek rappresenta il Vostro Partner nella conduzione di una rilevazione e analisi dei fabbisogni finalizzata a calibrare gli interventi formativi, costituendo un piano d azione che si propone l obiettivo di colmare il gap esistente nelle competenze e di migliorare le performance aziendali, in un determinato arco temporale. Il processo proposto da Cogitek si concretizza attraverso: l identificazione dei gap di formazione; il suggerimento delle soluzioni necessari: percorsi, corsi o moduli formativi; la selezione dei formatori più adatti; la definizione insieme a Voi delle metodologie e delle tecnologie più adatte per raggiungere i risultati desiderati. Nel catalogo troverete una ricca selezione di proposte formative di qualità suddivise in 6 Aree Tematiche, ciascuna delle quali articolata in Percorsi Formativi (per un totale di 10), Corsi e Moduli. Le proposte sono state pensate per accompagnarvi nel percorso d innovazione e crescita. L ottimo rapporto qualità-prezzo, garantito dalla dinamicità di Cogitek, costituisce un prezioso supporto per tutte quelle organizzazioni aziendali che vogliono sviluppare e accrescere la propria Cultura d Impresa in termini di efficacia ed efficienza. 4

5 : Information & Communication Technology 5

6 Information & Communication Technology ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited) ITIL (Information Technology Infrastructure Library) rappresenta un insieme di linee guida, ispirate dalle best practices, di natura non proprietaria e consultabili pubblicamente, che forniscono indicazioni sulla efficace ed efficiente gestione dei servizi erogati dalle organizzazione IT (IT Service Management). Di fatto, fornisce una guida dei processi IT integrata con le direttive tecnologiche e realizza un allineamento tra i processi IT e i processi di Business dell Azienda, migliorando i servizi IT e riducendo i costi dell erogazione dei servizi. Lo schema di certificazione ITIL V3 fornisce un approccio modulare e comprende una serie di certificazioni incentrate su differenti aspetti della Best practice ITIL. ITIL prevede i seguenti livelli: Foundation Intermediate - Service Lifecycle, che prevede i seguenti moduli - Service Strategy - Service Design - Service Transition - Service Operation - Continual Service Improvement (CSI) - Managing Across the Lifecycle Intermediate - Service Capability Stream, che prevede i seguenti moduli - Release, Control and Validation - Planning, Protection and Optimization L esecuzione della serie completa dei corsi (Foundation e Intermediate), con esito positivo dei relativi esami, comporta l acquisizione di un totale di 22 crediti che danno diritto automaticamente alla certificazione ITIL Expert. Cogitek eroga inoltre i seguenti moduli del percorso di specializzazione ITIL : Change Analyst CMDB ISO/IEC (in preparazione) Cogitek inoltre, su richiesta dei clienti, progetta: Seminari di introduzione ai principi e di illustrazione delle linee guida ITIL per il CIO e le sue prime linee Aggiornamento edizione ITIL vers. 3 per chi si è certificato Foundation vecchia release Corso COS-FP Foundation - Governance dell Outsourcing 6

7 Corso ITIL CLOUD Area Tematica Information & Communication Technology Per quanto riguarda la formazione ITIL fattore distintivo di Cogitek è l accreditamento presso APMG (organismo internazionale che valuta la competenza tecnica e l'integrità delle organizzazioni che offrono formazione), che permette il sostenimento della prova d esame da parte dei partecipanti ai corsi Cogitek ed il rilascio della certificazione da parte dell Organismo stesso. 7

8 Percorso Formativo ITIL Area Tematica Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Foundation Acquisire i concetti fondamentali del ciclo di vita dei servizi Familiarizzare con la terminologia Comprendere i ruoli, i processi e le funzioni che caratterizzano le aree chiave IT Service Management in ITIL vers. 3 Creare consapevolezza delle implicazioni legate alla introduzione della metodologia ITIL Preparare l esame di certificazione ITIL v3 Foundation Prerequisiti Crediti formativi Introduzione generale La Strategia ( Service Strategy ) La Progettazione ( Service Design ) Il Passaggio in Esercizio (Service Transition ) La Gestione Operativa ( Service Operation ) Il Ciclo di Miglioramento ( Continual Service Improvement ) Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che intenda avvicinarsi ad ITIL o implicato in progetti che prevedano l introduzione di ITIL. Nessuno. Il corso assegna 2 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 8

9 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Strategy Approfondire i concetti della prima fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Strategy Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Strategy Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Strategy Prerequisiti Crediti formativi Principi fondamentali di Service Strategy e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei servizi Definizione dei servizi e del Market Space Definizione del posizionamento strategico Demand Management Service Portfolio Management Financial Management Conduzione della Strategia durante il Ciclo di Vita Fattori critici di successo e rischi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 9

10 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Design Prerequisiti Crediti formativi Approfondire i concetti della seconda fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Design Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Design Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Design Principi fondamentali di Service Design e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi Gestione e Controllo delle attività di progettazione dei servizi Service Design Coordination Service Catalogue Management Service Level Management Service Capacity Management Service Availability Management Service Continuity Management Information Security Management Supplier Management Fattori critici di successo e rischi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 10

11 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Transition Approfondire i concetti della terza fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Transition Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Transition Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Transition Principi fondamentali di Service Transition e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi Definizione delle categorie di modifiche e relativi processi e responsabilità Transition Planning e Support Service validation&testing Release and Deployment Management Service Evaluation Change Management Service Asset and Configuration Management Knowledge Management Fattori critici di successo e rischi Prerequisiti Crediti formativi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 11

12 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Service Operation Approfondire i concetti della quarta fase del Ciclo di Vita dei Servizi Service Operation Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Service Operation Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Service Operation Principi fondamentali di Service Operation e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi L organizzazione per il Service Operation I processi e le funzioni di Service Operation Incident Management Event Management Problem Management Access Management Request Fulfilment Service Desk Technical Management Application Management Fattori critici di successo e rischi Prerequisiti Crediti formativi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 12

13 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Lifecycle Stream Continual Service Improvement (CSI) Approfondire i concetti della fase di Continual Service Improvement applicata al Ciclo di Vita dei Servizi Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni specifiche della fase di Continual Service Improvement Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Continual Service Improvement Principi fondamentali di CSI e suo inquadramento nel Ciclo di Vita dei Servizi Principi base del CSI e ciclo di Deming Il processo in 7 passi del Continual Service Improvement Metodi e tecniche del Continual Service Improvement Definizione delle misurazioni L organizzazione del Continual Service Improvement Gli aspetti tecnologici Fattori critici di successo e rischi Prerequisiti Crediti formativi Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che collabori a progetti che prevedano l introduzione di ITIL o finalizzati alla certificazione ISO / IEC I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 3 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 13

14 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Managing Across the Lifecycle Approfondire i concetti generali del Ciclo di Vita dei Servizi Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni nella gestione del servizio IT su tutto il Ciclo di Vita dei Servizi Mettere la struttura IT in grado di affrontare il cambiamento organizzativo creato dall introduzione di ITIL Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Managing Across the Lifecycle Prerequisiti Crediti formativi Introduzione generale La Strategia ( Service Strategy) La Progettazione ( Service Design ) Il Passaggio in Esercizio ( Service Transition ) La Gestione Operativa ( Service Operation ) Il Ciclo di Miglioramento ( Continual Service Improvement ) Il corso prevede la durata di 4 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT che intenda avvicinarsi ad ITIL o implicato in progetti che prevedano l introduzione di ITIL. I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 5 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 14

15 Information & Communication Technology c Corso ITIL V3 Capability Stream : Release, Control and Validation Prerequisiti Crediti formativi Approfondire i concetti dei processi coinvolti nelle attività di rilascio di nuovi servizi o modifiche ai servizi esistenti Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni relative Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Release, Control and Validation Introduzione generale e inquadramento dei processi nel ciclo di vita dei servizi La gestione strategica del cambiamento ed il processo di Change Management I processi di Service validation and testing e di Service Evaluation Il controllo della messa in produzione di un servizio ed il processo di Service Release and Deployment Management Service Asset and Configuration Management Knowledge management Ruoli e responsabilità, e considerazioni sulla tecnologia Fattori critici di successo e rischi nell implementazione dei processi Il corso prevede la durata di 4 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT coinvolto nei processi trattati nel corso. che voglia approfondirne la relativa conoscenza. I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 4 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 15

16 Information & Communication Technology Corso ITIL V3 Capability Stream : Planning, Protection and Optimization Prerequisiti Crediti formativi Approfondire i concetti dei processi coinvolti nelle attività di pianificazione, progettazione e ottimizzazione dei servizi Comprendere a fondo i ruoli, i processi e le funzioni relative Sostenere l esame di certificazione ITIL V3 Intermediate: Planning, Protection and Optimization Introduzione generale e inquadramento dei processi nel ciclo di vita dei servizi La gestione strategica della capacità ed il processo di Capacity Management La gestione strategica della disponibilità ed il processo di Availability Management Service Continuity Management e Information Security Management Demand Management Ruoli e responsabilità, e considerazioni sulla tecnologia Fattori critici di successo e rischi nell implementazione dei processi Il corso prevede la durata di 4 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Personale del settore IT coinvolto nei processi trattati nel corso. che voglia approfondirne la relativa conoscenza. I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 4 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 16

17 Percorso di Specializzazione ITIL Area Tematica Information & Communication Technology Corso di Change Analyst Migliorare la consapevolezza dell importanza della valutazione delle modifiche. Prerequisiti Crediti formativi Approfondire le tematiche, le procedure e gli skill richiesti per gestire nel modo migliore l impatto delle modifiche sul sistema informativo. Il corso prevede la durata di 2 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. Responsabili della valutazione delle modifiche ( Change Manager ). I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 1,5 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 17

18 Information & Communication Technology Corso CMDB Prerequisiti Crediti formativi Approfondire la terminologia e le modalità di sviluppo e gestione del CMDB, è definito da ITIL come la fonte informativa principale per la gestione del servizio IT. Terminologia e modalità di sviluppi e gestione del CMDB. Il corso prevede la durata di 2 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. Responsabili della valutazione delle modifiche ( Change Manager ). I candidati devono possedere la certificazione ITIL v3 Foundation oppure le certificazioni ITIL v2 Foundation e ITIL v2-v3 Foundation Bridge. Il corso assegna 1,5 crediti validi per il conseguimento della certificazione ITIL Expert. 18

19 Information & Communication Technology Corso ISO / IEC Comprendere i principi delle Best Practise ed i criteri definiti per la certificazione ISO/IEC di un fornitore di servizi IT Preparare la struttura IT ad affrontare il processo di certificazione ISO/IEC ISO/IEC :2005: specifiche formali richieste per la certificazione: Prerequisiti di un sistema di gestione Predisposizione del sistema di gestione Pianificazione e realizzazione dei nuovi servizi Processi di Delivery Processi di relazione Processi di risoluzione Processi di controllo Processi di gestione dei rilasci ISO/IEC :2005: code of practice - descrive i processi, come devono essere messi in opera per affrontare una certificazione ISO/IEC Il corso prevede la durata di 4 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. Responsabili della valutazione delle modifiche ( Change Manager ). Prerequisiti Personale del settore IT che intenda prepararsi alla certificazione ISO/IEC

20 Information & Communication Technology COBIT 5 COBIT (Control Objectives for Information and related Technology) nasce nel 1996 come framework di audit e controllo dell'it e già nel 1998 viene rilasciata una seconda versione nella quale viene inserito un focus sugli obiettivi di controllo (Control Objectives). Nel 2000 con il rilascio della terza versione (COBIT 3), nella quale vengono introdotte le linee guida per la gestione (Management Guidelines), si evolve in framework per la gestione IT. Successivamente tra 2004 e 2007, vengono rilasciate due ulteriori versioni (COBIT 4.0 e COBIT 4.1) che, grazie all introduzione dei processi di Governace e di Compliance e la rimozione dei processi di Assurance, trasformano il COBIT in un framework per la Governace IT. Attualmente la nuova versione, COBIT 5, rilasciata nel 2012, integra la gestione dei rischi e la gestione del valore focalizzandosi sugli aspetti di Governance e Management dell'it. In particolare il COBIT 5 fornisce un framework di riferimento che consente alle imprese di raggiungere i propri obiettivi e creare valore attraverso un efficace governance e gestione dei sistemi informativi, mantenendo l equilibrio ottimale tra benefici attesi, rischi e utilizzo di risorse. COBIT 5 prevede i seguenti livelli: Foundation Implementation (in preparazione) Assessor (in preparazione) Certified Assessor (in preparazione) Per quanto riguarda la formazione COBIT fattore distintivo di Cogitek è l accreditamento presso APMG (organismo internazionale che valuta la competenza tecnica e l'integrità delle organizzazioni che offrono formazione), che permette il sostenimento della prova d esame da parte dei partecipanti ai corsi Cogitek ed il rilascio della certificazione da parte dell Organismo stesso. 20

21 Information & Communication Technology Corso COBIT 5 Foundation Fornire una conoscenza approfondita del Framework COBIT 5 e individuare i principali benefici derivanti dall utilizzo di tale strumento per la governance dei processi IT. Prerequisiti Introduzione e principali caratteristiche di COBIT 5 I principi di COBIT 5 I fattori abilitanti di COBIT 5 Introduzione all implementazione di COBIT 5 Process Capability Assessment Model Preparazione all Esame Esame COBIT 5 Foundation Il corso prevede la durata di 3 giorni compreso lo svolgimento dell esame finale. IT auditors, IT manager, IT Specialist, Professionisti della Qualità IT, IT leadership, IT developers, Consulenti, Internal Auditor, chiunque sia interessato ad approfondire la tematica. Nessuno. 21

22 : Gestione Progetti 22

23 Gestione Progetti PRINCE2 (PRINCE2 is a registered trade mark of AXELOS Limited) PRINCE2 (PRojects IN Controlled Environments), è una metodologia per il project management basata su un approccio per processi. È un approccio strutturato alla gestione dei progetti. Descrive le procedure per progettare e supervisionare il progetto e coordinare le persone e le attività del progetto. PRINCE2 permette un approccio scalabile in ragione dei requisiti richiesti, sia di complessità dei progetti, sia di rischi relativi che di dimensioni. PRINCE2 prevede i seguenti livelli: Foundation Practitioner Per quanto riguarda la formazione PRINCE2 fattore distintivo di Cogitek è l accreditamento presso APMG (organismo internazionale che valuta la competenza tecnica e l'integrità delle organizzazioni che offrono formazione), che permette il sostenimento della prova d esame da parte dei partecipanti ai corsi Cogitek ed il rilascio della certificazione da parte dell Organismo stesso. 23

24 Gestione Progetti Corso PRINCE2 Foundation Approfondire i concetti generali di PRINCE2 per la gestione dei progetti Comprendere i ruoli e i processi implicati nella gestione dei progetti Applicare le tecniche base previste dalla metodologia Sostenere l esame di certificazione PRINCE2 Foundation Definizione e caratteristiche generali del Progetto Introduzione a PRINCE2 : ambito e terminologia Il modello PRINCE2 dei processi I componenti di PRINCE2 Tecniche di PRINCE2 Prerequisiti Il corso prevede la durata di 3 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Project Manager, Team Leader, Supervisor, componenti di gruppi di progetto, risorse della Funzione Project Management, tutti gli interessati alla materia. Nessuno 24

25 Gestione Progetti Corso PRINCE2 Practitioner Approfondire i concetti generali di PRINCE2 per la gestione dei progetti Applicare tecniche e metodi ad un progetto Sperimentare la scalabilità di PRINCE2 per adattarlo ai progetti specifici Sostenere l esame di certificazione PRINCE2 Practitioner Prerequisiti Il corso si svolge come una full immersion dei partecipanti nella simulazione di un progetto basato su uno scenario predefinito. I partecipanti approfondiscono così il metodo e le tecniche previste dalla metodologia e si preparano a sostenere l esame di certificazione, che è strutturato nello stesso modo. Il corso prevede la durata di 2 giorni, di cui un giorno per la preparazione e lo svolgimento dell esame finale. Project Manager, Team Leader, Supervisor, componenti di gruppi di progetto, risorse della Funzione Project Management, tutti gli interessati alla materia. I candidati devono possedere la certificazione PRINCE2 Foundation. 25

26 : Internal Auditing e Compliance (IA) 26

27 Internal Auditing e Compliance Area Tematica Internal Auditing e Compliance (IA) L Internal Auditing è un attività finalizzata al miglioramento dell efficacia e dell efficienza dell organizzazione attraverso la valutazione ed il miglioramento dei processi di controllo, di gestione dei rischi e di governance aziendale. La mission dell Internal Auditing è pertanto il miglioramento continuo di tali processi al fine di aiutare l organizzazione nel conseguimento dei propri obiettivi. Il programma formativo di Cogitek, grazie alle competenze acquisite sul campo nel corso degli anni, e avvalendosi di professionisti provenienti dal mondo aziendale e accademico, comprende corsi relativi alle seguenti aree tematiche: Governance, Risk management & Compliance (GRC), che comprende i seguenti corsi: - Governance, Risk & Compliance - Compliance normativa integrata - Tecniche di Risk Management (RM) - Audit svolto con le tecniche risk-based - Control risk self-assessment (CRSA) Gestione della funzione di Internal Audit (IA), che comprende i seguenti corsi: - Come creare, condurre e ottimizzare la funzione Internal Auditing - Dal risk assessment al Piano di Internal Auditing - Internal Audit Quality Assessment (QA) Fraud Risk Assessment & Fraud Audit ICT Audit Governance Inoltre Cogitek offre un percorso formativo sul D.Lgs. 231/2001, che prevede corsi rivolti a: Componenti dell'organismo di Vigilanza Management apicale Funzioni operative 27

28 Internal Auditing e Compliance (IA) Percorso Formativo Governance, Risk Management & Compliance (GRC) Governance, Risk & Compliance Proporre una maggiore focalizzazione sull assetto del governo aziendale, sui processi di Risk Assessment e di gestione dei rischi, e sui processi di controllo. In particolare si forniranno gli elementi necessari per: ripensare le strategie aziendali con l obiettivo di creare valore per gli shareholders e tutela per gli stakeholders; dotarsi di un Modello di Corporate Governance in grado di coniugare le aspettative di sviluppo e di massimizzazione del valore per gli azionisti con le esigenze di gestione dei rischi; accrescere la fiducia del mercato; assicurare l allineamento con i crescenti obblighi di legge e con le best practice; ridurre i costi attraverso l eliminazione delle inefficienze nei processi operativi; ridurre il rischio di eventi dannosi non previsti, attraverso una maggiore consapevolezza e gestione dei rischi. Corporate Governance Integrata L evoluzione della Governance in Italia: da codice di autodisciplina alle previsione di una SOX europea Gli Standard Professionali relativi al ruolo dell Internal Auditing nell ambito della Corporate Governance e del Risk Management Ruoli e responsabilità del Board, del Management, degli Internal Auditor, dei Revisori e focus sui rischi e definizione del ruolo del Chief Compliance Officer e del Chief Risk Officer di compliance nel modello GRC La necessità di rendere il framework GRC un obiettivo strategico per l Organizzazione Il ruolo dell etica e di un adeguato antifraud program nel modello GRC Crisis management L implementazione del Chief Compliance Officer Il corso prevede la durata minima di 1 giorno. 28

29 Internal Auditing e Compliance (IA) Governance, Risk & Compliance Chief Audit Executive e Audit Manager; Chief Risk Officer / Manager; Chief Compliance Officer / Manager; Responsabili di Pianificazione e Controllo; Responsabili Affari Legali e Societari. 29

30 Internal Auditing e Compliance (IA) Compliance normative integrata Fornire le competenze sull analisi dei rischi attraverso la mappatura dei processi sensibili in relazione ai disposti legislativi e gli elementi per la stesura dei piani preventivi e correttivi a valle della Risk Analysis. I rischi di Compliance: specificità rispetto ai rischi di business e di controllo Il Sistema di Controllo Interno (SCI): la metodologia di approccio Il profilo di rischio e le relative tolleranze Le metriche di valutazione La mappatura dei processi sui disposti normativi I piani preventivi e correttivi La valutazione del SCI Il corso prevede la durata minima di un giorno. Compliance Officers, Organismi di Vigilanza, Dirigente preposto, Internal Audit. 30

31 Internal Auditing e Compliance (IA) Tecniche di Risk Management Proporre uno standard di riferimento allo scopo di condividere: la terminologia relativa utilizzata il processo di attuazione del risk management la struttura organizzativa del risk management le finalità del risk management Definizione del rischio: Il Risk management: fattori interni ed esterni, fattori di stimolo dei rischi principali e il processo di RM La verifica e l analisi del rischio: Tecniche di Identificazione: Brainstorming, Questionari, Studi di Amministrazione aziendale che analizzano ogni processo aziendale e descrivono sia i processi interni sia i fattori esterni che li possono influenzare, Analisi comparative di settore (Benchmarking), Analisi di scenario, Workshop di verifica del rischio, Indagini su incidenti avvenuti, Attività di auditing e ispezioni Tecniche di Analisi: Analisi SWOT (forze, debolezze, opportunità, minacce), Analisi dell albero degli eventi, Pianificazione della continuità dell attività, Analisi BPEST (commerciale, politica, economica, sociale, tecnologica), Scelte decisionali in condizioni di rischio e incertezza, Analisi PESTLE (politica, economica, sociale, tecnica, legale, ambientale) La valutazione del rischio Il trattamento del rischio Reporting e comunicazione del rischio Struttura e Amministrazione del RM: Politica di RM Ruolo del vertice Ruolo delle unità operative Ruolo della funzione di RM Ruolo dell audit interno Risorse ed attuazione Controllo e revisione del processo di RM Il corso prevede la durata minima di 2 giorni. 31

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Copyright protected. Use is for Single Users only via a VHP Approved License. For information and printed versions please see www.vanharen.

Copyright protected. Use is for Single Users only via a VHP Approved License. For information and printed versions please see www.vanharen. IT SERVICE MANAGEMENT BASATO SU ITIL V3 - POCKET GUIDE Libreria ITSM Le pubblicazioni della Libreria ITSM trattano delle best practices dell IT management e sono pubblicate per conto dell itsmf International.

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

EMIT Executive Master in IT Governance & Management - Franco Zuppini

EMIT Executive Master in IT Governance & Management - Franco Zuppini In collaborazione con: EMIT Executive Master in IT Governance & Management - Franco Zuppini Strumenti manageriali per la gestione del ciclo di vita dei servizi IT Gennaio 2012 Giugno 2013 II edizione formula

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane L esperienza di ATM Il Sistema di Sicurezza nell ambito del Trasporto Pubblico Locale Claudio Pantaleo Direttore Sistemi e Tecnologie Protezione

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit Protiviti s High Value Audits are a series of audits programs that provide you with better information for decision-making regarding the systems and processes that drive technology, compliance or operational

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Governo dei sistemi informativi

Governo dei sistemi informativi Executive Master Governo dei sistemi informativi > II edizione CONFINDUSTRIA VENEZIA CONFINDUSTRIA PADOVA CONFINDUSTRIA VENEZIA gennaio/luglio 2011 Obiettivi Un numero crescente di organizzazioni appartenenti

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta Corporate Governance e sistema di controllo interno Enrico Parretta Corporate Governance La Corporate Governance è il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, coniugando:

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli