Catalogo Corsi 2010 v.1.0. Pagina 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Catalogo Corsi 2010 v.1.0. Pagina 2"

Transcript

1

2 Area e Percorso Codice Nome del corso Il Project Management Il Percorso Fondamentale Metodologie Durata gg Pagina PMSTART Fondamenti di Project Management 3 15 PM-A La gestione di integration, scope, time and cost nei progetti 5 16 PM-B La gestione di procurement, quality and risk nei progetti 4 17 PM-C Human Resources, Communications and Integration nei progetti 3 18 Corsi REP (Registered Education Provider) PMI in partnership con Qualità e CMM-I PPM Portfolio Management (REP001) 2 20 PMPCOM Analisi Funzionale e di Business La gestione della comunicazione all'interno dei progetti secondo lo standard PMI NN E EWW 2 21 PROMNG Program Management NN E EWW 2 22 APM Agile project management NN E EWW 2 23 SQENG Sistema Qualità Gruppo Engineering nella gestione delle commesse 3 25 SCOAN Sial e contabilità analitica: strumenti per la gestione dei progetti 4 26 AF10 Metodi per la rapida individuazione e valorizzazione delle soluzioni da adottare 3 29 AF20 Definizione di soluzioni innovative e determinazione rapida dei requisiti nascosti 3 31 AF30 Analisi dei processi di creazione del valore 3 33 AF33 Gestione del processo di relazione con il cliente 3 35 Pagina 2

3 Area e Percorso Codice Nome del corso Progettazione ed analisi tecnica Function Point Durata gg Pagina MASS Metodologie Agili di Sviluppo di Applicazioni 3 38 UML Unified Modeling Language 3 39 DP Design Pattern 4 41 AIW Architettura dell'informazione per il web 5 42 AT10 Metodi di analisi tecnica per la risoluzione delle criticità tecnico-operative 3 44 AT13 Le specificità dell analisi nei progetti di adeguamento a nuove normative NN E EWW 2 46 Certificazioni IFPUG COSMIC COSMIC Function Point v3.0.1 NN E EWW 2 49 FP La dimensione funzionale di un progetto software: misurazione e stima mediante la tecnica dei Function Point 3 50 FPCERT Corso di preparazione all esame di Certificazione IFPUG CFPS 3 53 ITIL in partnership con Exin Accredited Examination Center ITILCERT Corso di preparazione alla certificazione ITIL Foundation V ITILSSD Corso di preparazione alle certificazioni ITIL v3 Service Strategy & ITIL v3 Service Design NN E EWW 5 57 ITILSO Corso di preparazione alla certificazione ITIL v3 Service Operation NN E EWW 3 59 CobiT in partnership con Software Testing COBITCERT Corso di preparazione alla certificazione CobiT Foundation 3 62 TEST-AC Test di usabilità ed accessibilità 3 64 Pagina 3

4 Durata Area e Percorso Codice Nome del corso Pagina gg TEST Il Processo di Test 3 65 UTJ2EE Project automation e test in tecnologia J2EE 3 67 OPAW Ottimizzazione e prestazioni Web 3 68 Business Process Management in partnership con BPM Fondamenti di Business Process Management 3 70 BPMFIN Business Process Management in ambito bancario 2 71 BPMIND Business Process Management in ambito Industry 2 72 Aris Platform ARISBASE Corso Base di Aris Platform 3 74 ARISADV Corso Avanzato di Aris Platform 2 76 Data management e Business Intelligence M4 Modello dei dati 4 78 BS Balanced Scorecard in partnership con NN EWW E 2 80 DWH Progettazione di Data Warehouse 4 81 ETL Tecniche di integrazione dati in ambito data warehouse 3 82 Spago BI SPAGOBI SpagoBI - Suite (versione 2.x) 3 84 SPAGOBI-IC SpagoBI Installazione e configurazione 2 86 SPAGOBI-BE SpagoBI - Basic Engines 5 87 SPAGOBI-AE SpagoBI - Advanced Engines 5 88 Crystal Reports 2008 CRYREP Crystal Reports 2008: Report Design NN EWW E 5 90 Pagina 4

5 Area e Percorso Codice Nome del corso SAP Business Object Durata gg Pagina SAPBO SAP B.O. Enterprise XI 3.0/ 3.1: Amministrazione e Sicurezza in Windows NN E EWW 5 92 SAPBO-DU SAP BusinessObjects Universe Designer XI 3.0/3.1: Disegno Universi NN E EWW 5 94 SAPBO-RD SAP BusinessObjects Web Intelligence XI 3.0/3.1: Report Design NN E EWW 3 96 Pagina 5

6 Area e Percorso Codice Nome del corso Gestione Risorse Umane Comunicazione ed Empowerment Sviluppo Manageriale Durata gg Pagina GESEL La gestione del colloquio di selezione 2 99 SVCENG Sistema di valutazione e sviluppo delle risorse umane in Engineering GEGRU La gestione del gruppo di lavoro nella conduzione dei progetti COM01 Fondamenti di comunicazione efficace COM02 Progettazione del processo di comunicazione PSLAB Laboratorio di Public Speaking PPTLAB Laboratorio di Power Point BWRLAB Laboratorio di Business Writing GERIU Organizzazione e gestione delle riunioni GETEMP La gestione della risorsa tempo nella conduzione di progetti Consultant development skills in partnership con CONBASE Consultant development skills Tecniche e strumenti di base dell approccio consulenziale CONADV Consultant development skills - Laboratorio avanzato Lingua Inglese in partnership con FULLING Corso di Inglese livello base INGCONV English Conversation livello base INGBSN Business English INGPS English Public Speaking Pagina 6

7 Area e Percorso Codice Nome del corso Area DBMS Sviluppatori Laboratori Approfondimenti Amministratori Area Java Il percorso base Framework Tecnologie e Prodotti Durata gg Pagina ORAPRO1 Oracle Professional Corso Base ORAPRO2 Oracle Professional Corso Avanzato ORAPRO3 Oracle Professional Corso di Specializzazione NN E EWW ORATEXT Laboratorio Oracle Unstructured Data & Text Mining NN E EWW ORAOLAP Laboratorio Oracle Analisi dei dati OLAP NN E EWW ORA11g Oracle Database 11g New Features MYSQLDEV MySQL developer ORADBA1 Oracle10g Database administrator base ORADBA2 Oracle10g Database administrator avanzato RAC Real Application Cluster for Oracle database administrator JPB Java Base: Object Oriented Programming in Java JPA Java: programmazione avanzata JPW Java programmazione Web PORTLET Sviluppo di Portlet in Java Pagina 7

8 Durata Area e Percorso Codice Nome del corso Pagina gg STRUTS Il framework Struts SPRING Il framework Spring HIBERNATE Il framework Hibernate JSF20 Il framework JSF 2.0 NN EWW E SPAGO30 Spago Approfondimenti EJB Java Tecnologia EJB 3.x J2EEDP Core J2EE Design Patterns NN EWW E JSEC Java security Certificazioni SUN SCJP JAVACERT Corso di preparazione alla certificazione SUN SCJP NN EWW E Area Microsoft (Sviluppatori) in partnership con Visual Studio 2005 Visual Studio 2008 MC# Introduzione alla programmazione in C# con Microsoft.Net (MOC4995) MCDAC Data access with Microsoft Visual Studio 05 (MOC ) MCWA Web applications technologies with Microsoft Visual Studio 05 (MOC ) MCVS Windows form technologies with Microsoft Visual Studio 05 (MOC ) MCDAP Distribuited applications development with Microsoft Visual Studio 05 (MOC ) MCWCF Windows Communication Foundation with Microsoft Visual Studio 2008 (MOC 6461) NN E EWW MCWWF Windows Workflow Foundation with Microsoft Visual Studio 2008 (MOC 6462) NN E EWW Pagina 8

9 Area e Percorso Codice Nome del corso Certificazioni Microsoft MCTS MCWPF Windows Presentation Foundation with Microsoft Visual Studio 2008 (MOC 6460) NN E EWW MCTSCERT Area Microsoft (Sistemisti) Sistemi operativi Client Sistemi operativi Server Approfondimenti Area VMWARE Certificazioni Core and Advanced Foundations of.net 2.0 Development (MOC ) e Preparazione all'esame di certificazione MCTS NN E EWW Durata gg Pagina MWXP Configurazione e Supporto di Microsoft Windows XP Professional MWVISTA Installare e Configurare Microsoft Windows VISTA WIN7 Introduzione a Windows 7 NN E EWW MWS03-A Gestione e Manutenzione di Microsoft Windows Server MWS03-B Gestione e Manutenzione di Microsoft Windows Server servizi di rete MWS03-C MWS08 Pianificazione, Implementazione e Gestione di un Infrastruttura Active Directory con Microsoft Windows Server 2003 Gestione e Manutenzione di Windows Server Aggiornamenti e novità della nuova versione NN E EWW MEXS07 Configurazione e Gestione di Microsoft Exchange Server 2007 NN E EWW VMICM VMware vsphere: Install, Configure, Manage [V4] NN E EWW VMVCP4 Corso di preparazione alla Certificazione VMware Certified Professional con vsphere 4 (VCP4) NN E EWW Pagina 9

10 Area e Percorso Codice Nome del corso Area CISCO Routing & Swicthing Certificazioni CCNA Area PHP Area WEB 2.0 Enterprise Area Linux Amministrazione Sviluppo Percorso SOA Durata gg Pagina ICND1 Interconnecting CISCO Networking Device - Primo Modulo NN E EWW ICND2 Interconnecting CISCO Networking Device - Secondo Modulo NN E EWW CCNA Corso di preparazione alle Certificazione CCNA NN E EWW PHPWEB Sviluppo di siti e portali con linguaggio PHP NN E EWW WEB20ENT Enterprise 2.0: il Web 2.0 all interno delle Aziende JSCRIPT Programmazione Javascript AJAX Ajax e Web LINUX1 Fondamenti di LINUX LINUX2 Gestione del sistema LINUX LINUXSW Unix/Linux per programmatori e utenti avanzati NN E EWW SOA Service Oriented Architecture OSGi Introduzione ad OSGi WSJ Sviluppo di Web Services con Java SPAGIC Progettazione di applicazioni SOA con Spagic WSSPH Web Services sulla piattaforma IBM WebSphere 7.0 NN E EWW Pagina 10

11 Area e Percorso Codice Nome del corso Sicurezza e reti Durata gg Pagina TCP-IP TCP/IP Networking SECRI Crittografia e Sicurezza Informatica NN E EWW SECUR IP Security SECAD Advanced security management SECOD Secure Coding Pagina 11

12 Area e Percorso Codice Nome del corso Practice Trasversale Amministrazione e controllo Direzionale Risorse Umane Ospedaliero Territoriale Prodotti, Organizzazione e Processi - Area Sanità Durata gg Pagina GENP01 Ordinamento, organizzazione e sistemi informativi nel SSN NN E EWW AMCP01 Contabilità e Bilancio nelle aziende sanitarie (Modulo Base) NN E EWW AMCP02 Contabilità e Bilancio nelle aziende sanitarie (Modulo Avanzato) NN E EWW DIRP01 Programmazione e Controllo di Gestione in Sanità NN E EWW DIRP02 La Balanced Scorecard nelle aziende sanitarie NN E EWW HRP02 HRP03 Il lavoratore dipendente e la busta paga: Elementi Giuridico-Economici delle ASL, Aziende Sanitarie, Policlinici e IRCCS NN E EWW Il sistema Previdenziale ed Assicurativo nel settore Sanitario Pubblico. L assicurazione generale obbligatoria (A.G.O.). Il fisco, il TFR e l'indennità equipollenti NN E EWW HRP04 Fisco, TFR, Assenteismo e CCNL: corso avanzato NN E EWW SANP01 La Cartella Clinica, le SDO i DRG e la Cartella Clinica Elettronica tra EMR, EPR, EHR, FSE NN E EWW SANP03 Gestione e organizzazione del reparto NN E EWW TERP01 Il Distretto e il Dipartimento di Prevenzione: profili legislativi, operativi e di funzionamento NN E EWW TERP02 Il PUA, l'assistenza Domiciliare e l'integrazione sociosanitaria NN E EWW Pagina 12

13 Area e Percorso Codice Nome del corso Areas Go on Trasversale Amministrazione e controllo Ospedaliero Risorse Umane Territoriale Durata gg Pagina GENA01 La metodologia AREAS Go On: allineare organizzazione - processi e tecnologie NN E EWW AMCA01 SANA01 HRA01 TERA02 La metodologia AREAS Go On (Progettazione): Analisi e disegno dei processi dell'area amministrativa NN E EWW La metodologia AREAS Go On (Progettazione): Analisi e disegno dei processi dell'area ospedaliera NN E EWW La metodologia AREAS Go On (Progettazione) : Analisi e disegno dei processi dell'area del personale NN E EWW La metodologia AREAS Go On (Progettazione): Analisi e disegno dei processi dell'area territoriale NN E EWW Pagina 13

14 Metodologie Il Project Management Il Percorso Fondamentale Corsi REP (Registered Education Provider) PMI Qualità e CMM-I Analisi Funzionale e di Business Progettazione ed analisi tecnica Function Point Certificazioni IFPUG ITIL CobiT Software Testing Business Process Management Aris Platform Data management e Business Intelligence Spago BI Cristal Reports 2008 SAP Business Object Catalogo Scuola 2010 v.1.0 Pagina 14

15 Corso PMSTART Fondamenti di Project Management Codice: PMSTART Durata (gg): 3 Obiettivi didattici: Acquisire le definizioni di base del Project Management Comprendere le diverse tipologie di strutture organizzative e la loro influenza su ruolo e responsabilità del Project Manager La gestione degli stakeholder nei progetti: fattore critico di successo Introduzione al testo PMBOK del Project Management Institute Knowledge Area: Integration, Scope, Time, Cost, Quality, Human Resources, Communications, Risk, Procurement Gruppi di Processi Initiating, Planning, Executing, Monitoring & Controlling, Closing Strumenti e tecniche Engineering di supporto al Project Management Metodologia didattica: Definizioni coerenti con quelle del PMBOK e degli altri standard del Project Management Institute L ultima giornata prevede la presenza di un testimone aziendale che esporrà un CASE STUDY tratto dalla propria esperienza professionale e dialogherà con la classe. Destinatari: Il corso è il punto di partenza per tutti coloro che abbiano interesse o stiano per avviarsi alla gestione della attività di un progetto, ed è propedeutico all inserimento nel percorso specialistico (PMA, PMB, PMC) Prerequisiti: Motivazione ad acquisire conoscenze sul profilo professionale di Project Manager avendo già svolto, per almeno un anno, attività all interno di un gruppo di progetto Conoscenze in uscita: Fondamenti di Project Management che supportano l orientamento o meno del singolo verso la professionalità Terminologia di Project Management sufficiente a comprendere testi specialistici della disciplina e riviste specializzate Nozioni sufficienti a sostenere una generica discussione sulla materia Nozioni sufficienti a comprendere ed interpretare comportamenti di Project Management all interno dei progetti propri o di altre strutture Max corsisti: 15 Programma didattico: Definizioni di Project Management Definizioni di Project Management Diversi tipi di organizzazioni e ruolo e responsabilità del Project Manager Stakeholders e loro gestione Certificazioni di Project Management ed organizzazioni di Project Management internazionali e nazionali Introduzione al PMBOK, Knowledge Area e Gruppi di Processi Procedure, Linee Guida, templates, e strumenti in uso presso Engineering a supporto delle attività di Project Management Testi di riferimento: Dispense e documenti di lavoro specifici sugli argomenti trattati Pagina 15

16 Corso PM-A La gestione di integration, scope, time and cost nei progetti Codice: PM-A Durata (gg): 5 Obiettivi didattici: Fornire conoscenze della disciplina di Project Management - PMBOK Preparare alla gestione di progetti sia nell ambito dell Application Area dello sviluppo software, sia in altre Application Areas IT (integrazioni, migrazioni, ) Focalizzare l attenzione dei partecipanti sulla importanza della pianificazione di progetto, con particolare attenzione a Scope, Time e Cost Illustrare le specificità: - Del prodotto software e del suo processo di sviluppo - Alcuni aspetti applicativi dei metodi di stima e di pianificazione - Fornire una visione sintetica, con riferimenti specifici alla realtà Engineering su: - Ciclo di vita di una commessa IT - Gestione di una commessa IT Metodologia didattica: Giornate in aula (spiegazioni + esercitazioni) L ultima giornata prevede la presenza di un testimone aziendale che esporrà un CASE STUDY tratto dalla propria esperienza professionale e dialogherà con la classe. Destinatari: Team leader, Consulenti, Capo progetto Prerequisiti: Il corso è il primo step del percorso specialistico di Project Management (propedeutico a PM-B e PM-C) Per accedere al corso è obbligatorio aver frequentato il corso PMSTART o possedere conoscenze equivalenti. L iscrizione al corso sarà consolidata previa somministrazione di apposito test di ammissione on line Conoscenze in uscita: Terminologia di Project Management Gruppi di Processi di Avvio, Pianificazione, Esecuzione, Monitoraggio e Controllo, Chiusura Knowledge Area di Integration, Scope, Time, Cost Specificità di un progetto SW Possibili metodi adottabili nell ambito dei processi di stima e pianificazione Nozioni sulla Gestione di una Commessa IT ed, in particolare, di una Commessa Engineering Max corsisti: 15 Programma didattico: Presentazione del Project Management Body of Knowledge Processi di Avvio, Pianificazione, Esecuzione, Monitoraggio e Controllo, Chiusura di Progetto e principali deliverables di Project Management associati Scope Work Breakdown Structure: importanza per il Progetto; tecniche di definizione della WBS Time Identificazione attività, reticoli e schedulazione delle attività. Definizione di una Baseline per la schedulazione; riferimenti ai prodotti software a supporto della schedulazione; Monitoraggio e controllo della Schedulazione Cost Definizione di un Baseline dei Costi, Tecnica dell Earned Value; Monitoraggio e Controllo dei Costi Progetti IT, Stima, Pianificazione e Gestione Commesse Engineering: - Il prodotto SW, il suo Ciclo di Vita ed i possibili modelli di sviluppo - Metodi di stima dell impegno e dei costi, loro caratteristiche Progetti IT, Stima, Pianificazione e Gestione Commesse Engineering: - Processo di pianificazione delle attività di progetto (scheduling): fasi e regole generali da seguire - Il Ciclo di Vita di una Commessa IT - La Gestione di una Commessa Engineering: 1. ruolo e responsabilità del Capo Progetto 2. riferimenti al SGQ ed al CMM (reperibili su intranet aziendale) 3. la gestione delle riunioni 4. gli strumenti di supporto Testimonianza e discussione - Presentazione di una testimonianza aziendale sui processi di stima e pianificazione di un Progetto Sono previste esercitazioni a supporto di quanto esposto da effettuarsi sia singolarmente sia in gruppo Testi di riferimento: Dispense e documenti di lavoro specifici sugli argomenti trattati PMBOK Pagina 16

17 Corso PM-B La gestione di procurement, quality and risk nei progetti Codice: PM-B Durata (gg): 4 Obiettivi didattici: Fornire conoscenze della disciplina di Project Management - PMBOK Preparare alla gestione di progetti sia nell ambito dell Application Area dello sviluppo software, sia in altre Application Areas IT (integrazioni, migrazioni ) Focalizzare l attenzione dei partecipanti sull importanza della pianificazione di progetto, con particolare attenzione a Quality, Risk e Procurement Fornire la contestualizzazione aziendale per la Knowledge Area Process del PMBOK, illustrando i principali aspetti del sistema procedurale aziendale che integra aspetti gestionali con Sistema Gestione Qualità e strumenti del CMM-I Metodologia didattica: Giornate in aula (spiegazioni + esercitazioni) L ultima giornata sarà dedicata ad un "CASE STUDY" con la presenza di un testimone aziendale che dialogherà con la classe, anche alla luce degli elementi conoscitivi appresi nei giorni precedenti. Destinatari: Team leader, Consulenti, Capo progetto Prerequisiti: Il corso è il secondo step del percorso specialistico di Project Management (successivo al PM-A e propedeutico al PM-C), è pertanto obbligatorio aver frequentato in precedenza il corso PM-A per partecipare. L iscrizione al corso sarà consolidata previa somministrazione di apposito test di ammissione on line Conoscenze in uscita: Conoscenza delle Knowledge Area di Risk, Quality,Procurement Conoscere le principali indicazioni aziendali (Procedure amministrativo gestionali di gruppo, SGQ, CMM-I) sui processi/strumenti da utilizzare per una efficace conduzione di una Commessa Max corsisti: 15 Programma didattico: Ripresa degli argomenti trattati in PM-A: terminologia, il Project Management Body of Knowledge ; Avvio, Pianificazione, Esecuzione, Monitoraggio e Controllo, Chiusura di Progetto e principali deliverable di Project Management associati Quality La Pianificazione della Qualità nei Progetti, Gli strumenti del controllo di qualità Risk Pianificazione della gestione dei Rischi, Identificazione dei Rischi, Valutazione Qualitativa dei Rischi, Valutazione Quantitativa dei Rischi, La risposta ai rischi Procurement L approvvigionamento dal punto di vista di Fornitore di Progetti e dal punto di vista di acquirente nei Progetti. La gestione delle gare Procedure amministrativo gestionali, SGQ e CMM-I: - Le regole per la gestione dei progetti in Azienda (Procedure amministrativo gestionali) - Certificazioni e processi aziendali di supporto, con particolare riferimento alla Gestione della Qualità aziendale e di progetto - Gestione commesse e i modelli per la formalizzazione delle stime (C12) e per la pianificazione delle attività (piani di qualità e di lavoro) - Cenni a Gestione dei contratti di vendita e di acquisizione, strumenti per la formalizzazione della analisi offerta contratto, cenni ai processi di realizzazione - Gestione dei rischi - Gestione dei contratti di acquisizione forniture e standard aziendali di riferimento Testimonianza e discussione - Presentazione di una testimonianza aziendale sulla conduzione di un progetto, con particolare riferimento ai processi Quality,Risk e Procurement Sono previste esercitazioni a supporto di quanto esposto da effettuarsi sia singolarmente sia in gruppo Testi di riferimento: Dispense e documenti di lavoro specifici sugli argomenti trattati PMBOK Letture varie (si darà indicazione direttamente ai discenti) Pagina 17

18 Corso PM-C Human Resources, Communications and Integration nei progetti Codice: PM-C Durata (gg): 3 Obiettivi didattici: Fornire conoscenze della disciplina di Project Management - PMBOK Preparare alla gestione di progetti sia nell ambito dell Application Area dello sviluppo software, sia in altre Application Areas IT (integrazioni, migrazioni ) Focalizzare l attenzione dei partecipanti sull importanza della pianificazione di progetto, con particolare attenzione a Human Resources e Communications nei progetti Fornire indicazioni di immediata utilità pratica inerenti identificazione e classificazione degli stakeholders e la successiva gestione delle comunicazioni nell ambito della gestione dei rapporti con gli Stakeholders del progetto Metodologia didattica: Giornate in aula (spiegazioni + esercitazioni) L ultima giornata prevede la presenza di un testimone aziendale che esporrà un CASE STUDY tratto dalla propria esperienza professionale e dialogherà con la classe. Destinatari: Team leader, Consulenti, Capo progetto che abbiano già svolto, per almeno un anno nei corso dei precedenti 2 anni, attività inerenti il Project Management Prerequisiti: Il corso è il terzo step del percorso specialistico di Project Management (successivo a PM- A e PM-B) ), è pertanto obbligatorio aver frequentato in precedenza i corsi PM-A e PM-B per partecipare. L iscrizione al corso sarà consolidata previa somministrazione di apposito test di ammissione on line Conoscenze in uscita: Conoscenza delle Knowledge Area di Human Resources, Communications Consapevolezza degli aspetti critici insiti nella gestione dei processi di Human Resources e Communications Conoscenza di una best practice inerente la presentazione al Cliente di uno Stato Avanzamento Lavori Max corsisti: 15 Programma: Ripresa degli argomenti trattati in PM-A: terminologia, il Project Management Body of Knowledge ; Avvio, Pianificazione, Esecuzione, Monitoraggio e Controllo, Chiusura di Progetto e principali deliverable di Project Management associati Human Resources Pianificazione delle Risorse Umane nei Progetti, Acquisizione e Gestione dei Team Communications - Gestione degli stakeholder, Il Piano di Comunicazione di Progetto, Il Reporting di Progetto Approfondimenti sugli strumenti i metodi e le best practice in uso in Azienda Testimonianza e discussione - Presentazione di una testimonianza aziendale Sono previste esercitazioni a supporto di quanto esposto da effettuarsi sia singolarmente sia in gruppo Testi di riferimento: Dispense e documenti di lavoro specifici sugli argomenti trattati PMBOK Letture varie (si darà indicazione direttamente ai discenti) Pagina 18

19 Metodologie Il Project Management Il Percorso Fondamentale Corsi REP (Registered Education Provider) PMI in partnership con Qualità e CMM-I Analisi Funzionale e di Business Progettazione ed analisi tecnica Function Point Certificazioni IFPUG ITIL CobiT Software Testing Business Process Management Aris Platform Data management e Business Intelligence Spago BI Cristal Reports 2008 SAP Business Object Pagina 19

20 Corso PPM Portfolio Management (REP001) in partnership con Codice: PPM Durata (gg): 2 Obiettivi didattici: Consentire ai partecipanti l acquisizione di 13 PDU (Professional Development Unit) per il mantenimento della certificazione PMP Illustrare il modello e le best practise di portfolio management definito dal Project Management Institute (PMI ) Introdurre Val IT, il modello di value management definito dall IT Governance Institute (ITGI ) Presentare la soluzione applicativa di portfolio management della suite Cardinis Metodologia didattica: Giornate in aula (spiegazioni ed esercitazioni teoriche) Proiezione di slide predisposte in lingua inglese e contenuto basato su quanto definito dagli standard di riferimento. Il materiale proiettato sarà consegnato in formato elettronico ai partecipanti al termine del corso Demo della soluzione applicativa di portfolio management della suite Cardinis Destinatari: Project Manager, Program Manager Prerequisiti: Certificazione PMP Conoscenze in uscita: Conoscenza del modello di portfolio management di PMI (processi, input, output e strumenti) Conoscenza del framework Val IT di value management di ITGI (domini e processi) e relazione con le tematiche di portfolio management Conoscenza delle principali funzionalità e delle potenzialità in campo di portfolio management offerte dello strumento Cardinis Max corsisti: 16 Programma didattico: il modello di portfolio management di PMI : teoria ed esercizi il modello di value management Val IT di ITGI demo della soluzione applicativa di portfolio management Cardinis Testi di riferimento: The Standard for Portfolio Management - 2nd Edition (PMI ) The Val IT Framework 2.0 (ITGI ) Catalogo Scuola 2010 v.1.0 Pagina 20

21 Corso PMPCOM Gestione Comunicazioni Progetto NN E EWW in partnership con Codice: PMPCOM Durata (gg): 2 Obiettivi didattici: Consentire ai partecipanti l acquisizione di 13 PDU (Professional Development Unit) per il mantenimento della certificazione PMP Trasferire conoscenze dettagliate in tema di tecniche di comunicazione da applicare in ambito progettuale. Focalizzare l attenzione dei partecipanti sull importanza della corretta comunicazione nei confronti dei diversi stakeholder di progetto. Fornire ai partecipanti un metodo e delle tecniche da utilizzare nella gestione della comunicazione nei propri progetti Spiegare e convincere ad adottare una corretta strategia di comunicazione al fine di supportare il successo Metodologia didattica: Giornate in aula (spiegazioni + esercitazioni) Destinatari: Project Manager, Program Manager Prerequisiti: Certificazione PMP Conoscenze in uscita: Tecniche e metodologie di comunicazione in ambito progettuale Max corsisti: 15 Programma didattico: Introduzione alla comunicazione ed alla comunicazione di progetto Legame tra Governance e tipi di comunicazioni all interno di un progetto Gestione degli stakeholder - Identificazione e mappatura - Comunicazione e gestione Definizione di un processo di comunicazione Organizzazione e gestione degli Status Report Meeting Tecniche specifiche di comunicazione: - Preparazione delle presentazioni - Facilitation skills - Sviluppo di un social network di progetto Testi di riferimento: PMBOK Dispense e documenti specifici Letture varie (si darà indicazione direttamente ai discenti) Pagina 21

22 Corso PROMNG Program Management NN E EWW in partnership con Codice: PROMNG Durata (gg): 2 Obiettivi didattici: Consentire ai partecipanti l acquisizione di 13 PDU (Professional Development Unit) per il mantenimento della certificazione PMP Acquisire conoscenze in tema di best practise internazionalmente riconosciute in ambito di program management Comprendere e sapere utilizzare il framework di program management proposto dal Project Management Institute (PMI ) Comprendere e sapere utilizzare il framework di program management PRINCE 2 Metodologia didattica: Giornate in aula (spiegazioni ed esercitazioni teoriche) Proiezione di slide predisposte in lingua inglese e contenuto basato su quanto definito dagli standard di riferimento. Il materiale proiettato sarà consegnato in formato elettronico ai partecipanti al termine del corso Destinatari: Project Manager, Program Manager Prerequisiti: Certificazione PMP Conoscenze in uscita: Conoscenza del modello e delle best practise di program management del framework definito dal Project Management Institute (PMI ) Conoscenza del modello e delle best practise di program management PRINCE 2 Max corsisti: 16 Programma didattico: Il framework di program management proposto dal Project Management Institute (PMI ) Il framework di program management PRINCE 2 Esercitazioni teoriche finalizzate alla verifica dell apprendimento delle nozioni Testi di riferimento: The Standard for the Program Management - 2 nd Edition (PMI ) Pagina 22

23 Corso APM Agile Project Management NN E EWW in partnership con Codice: APM Durata (gg): 2 Obiettivi didattici: Consentire ai partecipanti l acquisizione di 13 PDU (Professional Development Unit) per il mantenimento della certificazione PMP Fornire la conoscenza di base dei principali strumenti e delle più conosciute metodologie di APM Contestualizzare il modello nelle diverse realtà aziendali, adattandolo, dove necessario, alle necessità specifiche dei progetti Offrire un modello di gestione di un progetto secondo le tecniche di APM e le buone prassi esistenti Favorire il cambio di paradigma mentale, cruciale per la transizione verso l APM, ed integrare il più possibile i modelli agili con quelli già esistenti Metodologia didattica: Interattiva con alternanza di docenze, analisi guidate, esercitazioni in sottogruppo Destinatari: Project Manager interessati a comprendere quali siano le basi teoriche dell'agile Project Management ed approfondire la metodologia per gestirne in modo strutturato le diverse fasi Prerequisiti: Certificazione PMP Conoscenze in uscita: Conoscenza di base dei principali strumenti e delle più conosciute metodologie di APM Valori e principi teorici, benefici e problemi, ruoli e campi di applicazione dell'apm Capacità di comprendere quando e se le tecniche e gli strumenti di APM si adattano al proprio progetto. Max corsisti: 15 Programma didattico: l Agile Revolution ed il suo impatto sull'ambiente di progetto i valori ed i principi che guidano l'apm i benefici, i problemi ed i fattori critici determinati dalla rivoluzione dell Agile Project Management; un modello di riferimento in cinque fasi la transizione dal Project Management tradizionale all APM il passaggio dal piano valoriale al piano operativo quando applicare l APM e quando no il "minimal-set" di strumenti e di pratiche la scelta e la personalizzazione degli strumenti e delle pratiche più adatte al proprio contesto le strategie per implementare e diffondere l APM all interno della propria realtà aziendale Testi di riferimento: Lucidi e materiale forniti dal docente Pagina 23

ACADEMY ENRICO DELLA VALLE INFORMATION TECHNOLOGY & MANAGEMENT CORSI 2014

ACADEMY ENRICO DELLA VALLE INFORMATION TECHNOLOGY & MANAGEMENT CORSI 2014 ACADEMY ENRICO DELLA VALLE INFORMATION TECHNOLOGY & MANAGEMENT CORSI 2014 265 CORSI A CATALOGO PROJECT & SERVICE MANAGEMENT METODOLOGIE & STRUMENTI TECNOLOGIE & PRODOTTI SVILUPPO COMPORTAMENTALE & MANAGERIALE

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management.

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management. Stefano Perna Informazioni Personali Residenza Viale Spartaco, 91 00174 Roma Telefono (+39) 320 6974861 (+39) 340 2267281 Email perna.stefano@gmail.com Sito http://www.stefanoperna.it Luogo e Data di nascita

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROJECT MANAGEMENT PROFESSIONAL CON LA SUPERVISIONE SCIENTIFICA DI XVIII Edizione / Formula weekend 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 Z1099 2015 Project

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nazionalità Italiana Data di nascita Giugno 1973 Qualifica CONSULENTE DI BUSINESS INTELLIGENCE ESPERIENZE LAVORATIVE

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli