Qualità e Internet mobile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Qualità e Internet mobile"

Transcript

1 IQUADERNIDI Qalità e Internet mobile Le verità nascoste? A cra di Gido Riva La Qalità di Servizio (Qality of Service - QoS) è diventa negli ltimi anni n tema di primaria importanza, e non solo nel settore delle comnicazioni, in qanto, da n lato, sta a fondamento di n corretto rapporto fra tenti e operatori e, dall altro, determina le posizioni dei diversi soggetti operanti sl mercato, stimolandone la competitività. Qando la QoS viene poi specificata ai sistemi mobili, essa viene a rappresentare no degli argomenti più stimolanti ed impegnativi. La ragione di ciò è da individare in tre ordini di fattori: - nella rilevanza assnta dalle comnicazioni mobili per la vita qotidiana delle persone; - nell intrinseca variabilità delle sitazioni, dinamicità delle condizioni di tilizzo e qindi scarsa riprodcibilità in senso scientifico; - nell elevato nmero di fattori che concorrono a determinarne la statistica complessiva. La complessità di tali problematiche rta invece con qelli che dovrebbero essere i principi ispiratori nella valtazione della QoS, qali fra gli altri: offrire parametri di QoS facilmente compresi da parte del pbblico ed essere tili e significativi nei confronti degli tenti; poter essere verificati da organizzazioni indipendenti; avere n accratezza dei valori di QoS ad n livello coerente con i metodi di misra e al contempo il più possibile semplice, con costi il più possibile contenti; avere statistiche tali che i valori di QoS di differenti operatori possano essere facilmente confrontate tra di loro dagli tenti e dai clienti. Qeste opposte esigenze richiedono di procedere con metodo, distingendo qanto più è possibile fra le tre diverse componenti che determinano la percezione finale della qalità da parte dell tente: terminali, reti e servizi. I primi legati a scelte, anche molto personali, degli tenti; le seconde, costitite da na infrastrttra nazionale (intesa anche come risorsa); i terzi, che invece possono essere anche di tipo sovranazionale, qali molti dei cosiddetti fornitori di servizi over the top.

2 INDICE QUALITÀ E INTERNET MOBILE: LE VERITÀ NASCOSTE? t Introdzione 33 La sitazione eropea 35 Qalità delle reti o dei servizi 35 Terminali, reti e servizi 37 La QoS delle reti mobili 38 L esperienza spagnola 40 L esperienza francese 41 L esperienza britannica 42 La sitazione eropea L accesso ad Internet da rete mobile è no dei settori a più rapida espansione da alcni mesi a qesta parte. Nei momenti di crescita tmltosa, il tema della qalità emerge immediatamente come no dei fattori fondamentali per evitare all tente disorientamenti e incertezze e per offrire pnti di riferimento saldi. Cercheremo dnqe di fare chiarezza sgli scopi e si termini della qestione, perché, riprendendo Seneca, come si cerchi di fornire n qadro dell accesso ad Internet da reti mobili nei rispettivi Paesi. In Italia, la tematica è di stretta attalità; recentemente, con la delibera 25/11/CONS, l Agcom ha istitito n tavolo tecnico per l aggiornamento della precedente normativa slla qalità delle reti mobili (che era per lo più relativa al servizio voce) e la definizione di na attività di misra obiettiva della qalità del servizio di accesso a Internet da postazione mobile. SONO USCITI NEL 2009/2010/2011: Tv digitale terrestre in Sardegna: ecco i primi bilanci Dicembre 2008 / Gennaio 2009 E-Inclsion: accessibilità nella società dell informazione Febbraio Tecnologia e disabilità: de mondi non ancora globali Marzo non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa in qale porto condrre la nave. L espressione Qalità di Servizio pò assmere n niverso di possibili significati; riprendiamo, in Figra 1, no schema presente all interno di n docmento, emanato dall organismo di standardizza- Qalità delle reti o dei servizi? In ottica qalità, si possono assmere de pro- Il ftro di Internet: Ipv6 n indirizzo per ttti e ttto Aprile Il ftro di Internet: Ipv6 n indirizzo per ttti e ttto Maggio Intelligenza artificiale: mito o realtà? Ttti pazzi per la ghigliottina, anche i compter Gigno La sostenibilità energetica come nova sfida tecnologica Dicembre 2009 / Gennaio 2010 zione eropeo, l ETSI, che rigarda specificamente le qestioni della qalità, il TS (Parte 1). Come si vede, da parte dell tente si viene a creare na certa aspettativa, determinata sia dalle tendenze del mercato, che dalle campagne pbblicitarie spettive, differenti ed in qalche misra complementari. La prima è qella relativa alla cosiddetta end-to-end QoS, cioè la qalità esistente fra n pnto sorgente ed n pnto destinazione, di solito misrata mediante osservazione diretta del traffico Reti sociali s Internet e Sentiment Analysis 1 Aprile / Maggio Reti sociali s Internet e Sentiment Analysis 2 Gigno Le frontiere dell intrattenimento domestico Lglio / Agosto / Settembre (Re)visioni: alcne tracce per interpretare le mtazioni televisive Ottobre Qanto è larga la banda? Oggi l tente pò misrarla Dicembre / Gennaio 2011 Come misrarsi la banda, contestare gli Operatori e vivere felici Febbraio 2011 Il qaderno di Telèma è stato realizzato dalla Fondazione Ugo Bordoni. Presidente Enrico Manca Direttore delle Ricerche Mario Frllone Cratore del Qaderno Gido Riva o dalle dinamiche tariffarie. A tale aspettativa cercano di offrire risposta le caratteristiche di qalità del servizio, che possono essere sia di tipo tecnico che di tipo non tecnico. Qesto insieme di caratteristiche concorre a formare la complessiva cstomer satisfaction ; alcni di qesti pnti di vista, in particolare qelli non tecnici, eslano però dal nostro interesse attale. Le esperienze nazionali cercano di adegarsi a tali principi di carattere generale, ma ognna di esse con proprie specificità ed originalità, ottenendo risltati non sempre facilmente comparabili. Di segito sono state riassnte alcne notizie s qanto accade in Francia, Spagna e Gran Bretagna e s in tempo reale fra qei de pnti. Poiché relativa a qanto il generico tente potrebbe effettivamente percepire, spesso ci si riferisce ad essa con l espressione Qalità dell Esperienza (QoE, Qality of Experience). La seconda prospettiva è qella che invece fornisce informazioni s come si segmenta tale QoE; ovviamente l attenzione permane slla Qalità, sebbene ora riferita ai diversi segmenti di rete coinvolti nel flsso di traffico considerato, ad ognno dei qali possono risltare associati differenti livelli di qalità, che ora classificheremo con l espressione Qalità del Servizio (QoS, Qality of Service). Tale approccio pò essere ad esempio necessario qalora si intenda fotografare la qalità 34 35

3 QUALITÀ E INTERNET MOBILE: LE VERITÀ NASCOSTE? trends QoS (technical) advertising tariffs, costs cstomer expectation of QoS cstomer satisfaction QoS (non-technical) Mobile Network QoS QoE Over The Top Figra 1. Network Performance Terminal performance Point of Sale Cstomer Care Figra 2. Internet Relazione fra Soddisfazione d Utente, QoS e Prestazioni di Rete Le principali componenti nella QoE (Qality of Experience) della sola rete mobile, estraendone perciò il com- ve sperimentali, nelle qali si cerca di riprodrre al- vamo in condizioni analoghe? Il carico che era pre- l tente na certa qalità complessiva nell esperire portamento e le prestazioni dallo scenario com- cni comportamenti tipici dell tente, ad esempio sente slle reti era confrontabile? Il grado di richie- n servizio mediante l accesso mobile. plessivo, che vede da n lato la presenza di n il browsing di alcni siti web particolarmente get- ste che stavano arrivando al sito Tal-dei-Tali era In particolare, chiariamo da sbito, che la parte del terminale mobile (la ci scelta e le ci prestazioni tonati oppre lo streaming video da siti come Yo- paragonabile nei de casi? Si comprende come leone, in positivo ed in negativo, viene svolta dalla sono del ttto indipendenti dalla volontà dei singoli Tbe, o ancora il download di file adio Mp3 da siti tali e tanti sono i parametri che inflenzano qel rete mobile; accedere ai servizi Internet ad esempio operatori mobili) e dall altro il mondo della cosid- podcast. I risltati che si ottengono sono sicra- tipo di misra che, in fin dei conti, la risposta fornita da rete 2G o da rete 3G offre immediatamente na detta big Internet (anch esso del ttto indipen- mente di lettra più immediata, in qanto danno non solo offre scarsa informazione aggintiva, ma percezione diversa all tente mobile; allo stesso tem- dente dalla bontà della rete mobile), che vede l impressione di fornire na risposta diretta alle do- neppre dà maggiore trasparenza per l tente. Pò, po, come vedremo, l accesso mobile richiede di non l affacciarsi sl mercato di grosse realtà mltina- mande che l tente si pone; sono risltati del tipo: anzi, fargli credere che è vera n affermazione, ragionare in modo identico all accesso da rete fissa, zionali, qali Google ed Apple, mediante i servizi Per scaricare n file di tot Mbyte dal sito Tal-dei- mentre a ben vedere sarebbe stato più aderente e qesto non solo per qestioni di prestazioni. offerti globalmente agli tenti (YoTbe, itnes e Tali abbiamo impiegato xxx secondi con l operatore alla realtà delle cose l affermazione contraria. La nostra attenzione perciò si concentrerà princi- più in generale, il mondo delle Apps) solitamente definiti come servizi over the top, cioè che stanno al di sopra delle reti di trasporto (siano esse fisse XXX, mentre con l operatore YYY abbiamo impiegato yyy secondi. A ben vedere però, n tale approccio solitamente Terminali, reti e servizi palmente slla Qalità di Servizio (QoS) offerta dagli operatori di rete mobile, con l obiettivo di cercare di evidenziare e di isolare qella parte di loro com- oppre mobili). fa nascere più problemi di qelli che cerca di risol- Con qesto ovviamente non si intende avallare na petenza nella complessiva esperienza in termini di Freqentemente, invece, si mescolano qesti tre aspetti (terminale, rete, servizio) la ci proprietà, e dnqe anche responsabilità, compete ad entità vere; nel voler semplificare la risposta, si semplificano (e qindi si nascondono) i reali problemi che ci sono e si danno risposte che hanno na validità sorta di rassegnazione del tipo: cosa voi stare lì a misrare la qalità, tanto si pò dire ttto ed il contrario di ttto, perché alla fine non ci si capisce qalità (QoE) che l tente fa nell accedere a servizi Internet da rete mobile. Rislta infatti evidente (Figra 2) che l aspetto di del ttto separate. Ciò accade talora per mancanza di informazione slle effettive problematiche che intervengono nel definire la qalità di frizione nell accesso mobile ad n certo servizio. In altri casi, invece, ciò scatrisce da na scelta cosciente che intende descrivere in modo più diretto ciò che accade all tente mobile, cioè la sa QoE. Per ottenere qesto scopo, si realizzano pro- (e qindi n tilità per l tente) estremamente limitata. Basta infatti chiedersi: ma in qali condizioni sono state fatte qeste prove? E sbito ci si accorge di particolari, di ci nell immediato non ci si dà pensiero, ma che a ben vedere sono determinanti: il terminale è lo stesso? La posizione geografica è dello stesso tipo cioè, se eravamo sotto l antenna della Stazione base di XXX, con YYY era- niente!! L intenzione di qesto contribto (e del prossimo) è esattamente qella opposta: delineare n percorso, sicramente complesso e irto di difficoltà, non breve ma nemmeno inesaribile, che possa condrre ad identificare con chiarezza e con la maggiore oggettività possibile qali sono gli attori in gioco, qale responsabilità portano e come si combinano le loro capacità tecniche nel fornire al- qalità collegato alla rete mobile, pr se di fondamentale e decisiva importanza, non è l nico. Da n lato, infatti, i servizi che vengono offerti tramite la rete mobile sono collocati all esterno di essa e sono accessibili solo transitando anche per la cosidetta big Internet, di ci la parte mobile costitisce na parte, pr se con n rolo ed na importanza via via crescente. La frizione di tali servizi da parte 36 37

4 QUALITÀ E INTERNET MOBILE: LE VERITÀ NASCOSTE? UE Traffico dati Rete radiomobile BTS BSC SGSN MSC GGSN PLMN PSTN ISDN 1. Individare cosa andare a misrare (in modo che sia sfficientemente oggettivo: parametri di misra). 2. Individare i confini della rete mobile (dove inizia e dove finisce: modalità di misra). Uno dei confini della rete mobile sembra facilmente individabile: è il celllare oppre la chiavetta USB per dotare di connettività mobile n compter portatile. In realtà, il terminale d tente è anche l nico modo con ci ci si pò collegare alla rete mobile, cioè viene a coincidere con la t Figra 3. Strttra schematica di na rete celllare Internet I parametri di misra È ora necessario definire alcni parametri tecnici (KPI, Key Performance Indicator), che consentano di descrivere nel modo più generale ed accrato sonda stessa con ci si effetta la misra. In qesto senso, tilizzare n terminale pittosto che n altro non è la stessa cosa; tttavia, l impiego di no stesso tipo di terminale per le varie reti possibile, le caratteristiche delle reti mobili di ac- mobili pò consentire di deprare le valtazioni cesso; sarà poi a partire da tali parametri tecnici effettate dalla sa inflenza. Ovviamente, si trat- dell tente mobile risentirà dnqe anche di aspetti esso offre, sia in termini di capacità tecniche of- che sarà possibile effettare na lteriore caratte- terà di valtazioni comparative e non assolte, esterni alla rete dell operatore mobile: congestioni ferte. È esperienza condivisa infatti il rilevare che rizzazione degli aspetti di qalità inerenti sia i ter- ma qesto al momento costitisce già n primo di rete (fissa) o satrazione dei server predisposti nelle stesse condizioni geografiche e nello stesso minali d tente, sia la frizione dei servizi s Internet. elemento portante. Qalora si volesse estendere per offrire qel certo servizio, ad esempio, non pos- istante di tempo con n tipo di celllare sia pos- Infatti, il nostro interesse è rivolto al QoS oggettivo le valtazioni ad altri terminali (finanche ttti), si sono infatti venire imptati alla rete mobile. Va d al- sibile fare o ricevere chiamate qando invece con (metriche direttamente misrabili, qali la velocità, dovrebbe considerare il loro comportamento in tra parte evidenziato che le caratteristiche della rete n altro tipo esse risltano degradate o addirittra il ritardo e la sa variabilità o la perdita di pacchetti) riferimento a qello tilizzato ed effettare na mobile possono mettere a dra prova la frizione preclse. Nell ambito dei servizi Internet da mobile che a qello soggettivo (come l tente percepisce sorta di rinormalizzazione o taratra dei risltati di tali servizi, in qanto la difficoltà e l ostilità am- tale aspetto rislta ancora più amplificato e da te- il livello di servizio di na certa applicazione di rete in base alle differenze fra il terminale tilizzato bientale che na rete mobile deve essere in grado nere in forte considerazione. o di n certo servizio). Passare dall no all altro non nelle misre e qello specifico di interesse. di sperare possono imporre vincoli alla comnicazione, che ne limitano il pieno dispiegarsi. Dall altro lato, qello proprio dell tente, è consen- La QoS delle reti mobili è immediato, ma non è nemmeno impraticabile, dovendo chiarire le dipendenze fnzionali dei livelli di qalità delle applicazioni da qeste metriche og- Come noto, l attale evolzione delle reti mobili vede al loro interno la coesistenza, ed anzi la sinergia, di diversi sistemi o standard e di diverse tito accedere alla rete mobile solo mediante ap- Di novo, anche se s na scala più limitata, qanto gettive. Come ambiti preliminari, si possono definire bande di freqenze di lavoro, con caratteristiche parati che dispongono di precise caratteristiche precede non deve però condrci a concldere che dei livelli minimi che i KPI devono rispettare perché e prestazioni in termini di KPI chiaramente distinti. tecniche (in accordo ai vari standard radiomobili, andare a caratterizzare la QoS della sola rete mobile la qalità di qel certo servizio o applicazione (qindi Qesto fatto rende lteriormente complessa qali il GSM, l UMTS e la sa evolzione HSPA, l LTE e la sa evolzione LTE-Advanced) e che lavorano s ben definite bande di freqenza, peraltro sia operazione intile o forviante. La rilevanza dell accesso tramite rete mobile ne rislta invece ancora più evidenziato: proprio la presenza di tali aspetti da n lato browsing, streaming, , e così via e dall altro YoTbe, Facebook, Google, ecc.) non rislti compromesso. Allo stesso modo, è possibile l analisi della QoS per il generico tente, in qanto essa dipende fortemente dalla tipologia di terminale che si pò astrattamente ipotizzare che egli in contino aggiornamento ed espansione a casa del rapido espandersi dei servizi fribili da rete mobile e della consegente fame di risorse spettrali che ne consege. Pr essendo presente all interno di tali terminali anche na parte di specifica competenza dell operatore mobile, la SIM, il complesso dell apparato rislta però esterno alla rete stessa, sia in termini di sabilità e di praticità d so che mostra come sia determinante na rete mobile che sappia offrire al variegato panorama dei terminali ed alla plralità di servizi Internet no strmento da n lato affidabile e dall altro tecnologicamente adegato, come è la rete mobile nel so complesso. Per encleare le caratteristiche della rete mobile per qanto attiene alla QoS, si pongono ora de ordini di problemi: ipotizzare la definizione di certe soglie per i KPI oltre le qali si pò ritenere che il livello di qalità di qel certo servizio o applicazione rislti di bon livello. Le modalità di misra Facciamo riferimento alla strttra schematica di na rete mobile, come mostrato in Figra 3, per capire meglio dove essa inizi e dove essa finisca. stia tilizzando. Si possono immaginare diversi approcci: da qello che evidenzia i valori limite o di picco che la rete pò offrire in termini di KPI; a qello che considera il terminale d tente medio o più tilizzato; a qello, per certi versi opposto, che cerca di sintetizzare in n nico valore il comportamento medio della singola rete mobile (slla base dei KPI globali di rete e considerando come 38 39

5 QUALITÀ E INTERNET MOBILE: LE VERITÀ NASCOSTE? Per i motivi esposti è qindi tile considerare l ipotesi di collocare i server di misra per la qalità gli tenti si distribiscono fra i vari servizi ed applicazioni), ossia il grado di soddisfazione globale dell tente medio. dell accesso a Internet da rete mobile presso i NAP L altro confine della rete mobile è costitito dal so pnto di connessione alla rete Internet. In Figra 3 è schematizzata in modo estremamente sintetico e semplificato la strttra di n sistema celllare allo (tilizzando qindi na strttra analoga a qella della misra s rete fissa e riportata a pag. 46 del nmero 277 di Media Demila). Ciascn nodo GGSN, infatti, instrada il traffico dati verso la rete IXP INTERNET Generic representation of three operators GGSN scopo di identificare qali sono le interfacce logiche Internet, avvalendosi di na infrastrttra di rete che si possono considerare per collocare i server di propria dell operatore che li collega ai NAP. Si de- misra e ottenere misre di qalità dell accesso a Internet corrette ed accrate; come si vede dalla Figra 3, le reti radiomobili dei diversi operatori sono connesse alle reti a pacchetto esterne, cioè in sostanza linea perciò la strttra del sistema di misra riportata in Figra 4, dove si nota come ttto il traffico scambiato tra il NAP e i terminali d tente transiti esclsivamente slla rete dell operatore sotto test. Figra 4. Possibile architettra del sistema di valtazione della qalità dell accesso a Internet da rete mobile alla rete Internet con ci scambiano i flssi di infor- All interno dei nodi di interscambio (NAP), i server mazione, attraverso nodi chiamati GGSN (Gateway potrebbero essere direttamente connessi slla LAN GPRS Spport Node). Una prima ipotesi potrebbe di peering, garantendo n collegamento diretto tra almeno l 85% del totale degli tenti dei servizi di accesso a Internet, fra ci ricadono le tecnologie di essere qella di collocare i server di misra proprio gli apparati di misra e le reti mobili misrate e qin- accesso basate s HSDPA. in corrispondenza di qesti nodi. Va tttavia sottoli- di l effettazione dei test di misra esclsivamente Il Ministero ITC pbblica trimestralmente n Report di monitoraggio dei livelli di QoS - Servizio telefonico neato che i nodi GGSN sono a ttti gli effetti parte slle reti (o si segmenti di rete) di responsabilità mobile, che contiene i dati aggregati trimestrali dei parametri di QoS, forniti dai maggiori operatori. integrante della rete di ciascn operatore e, come tali, ad esso appartengono. Inoltre il nmero com- degli operatori. Con ciò, si pò limitare il nostro obbiettivo a foto- L ESPERIENZA FRANCESE plessivo di nodi GGSN da prendere in considerazione grafare la qalità della sola rete mobile; si intende L indagine slla qalità del servizio, svolta e pb- gli operatori, na specifica con i dettagli della sl territorio nazionale potrebbe essere non trasc- però mantenere il foco slla dipendenza di qesta blicata annalmente dall Atorità per la Regola- metodologia per lo svolgimento delle valtazioni rabile, con n consegente amento delle difficoltà dalla tipologia di terminale, dalle applicazioni o servizi mentazione delle Comnicazioni Elettroniche e sia per servizio voce che per servizio dati nonché realizzative e dei costi da sostenere. friti, nonché dalla pianificazione di rete in termini delle Poste (ARCEP) a partire dal 1997, intende la pbblicazione dei relativi risltati. L ESPERIENZA SPAGNOLA Le condizioni relative alla Qalità del Servizio nella fornitra dei servizi di comnicazione elettronica, come prevede il Real Decreto 424/2005, sono oggetto dell ORDEN ITC/912/2006 del Ministerio de Indstria, da n lato fornire, s base comparativa, al mercato e ai consmatori na percezione della qalità del servizio delle reti mobili (2G e 3G) per condizioni di tilizzo vicine all so qotidiano e, Le misre di servizio dati sono effettate: A - nelle 12 città più popolate; B - in 20 città di media grandezza; Oltre a sms ed mms (circa 400 per A e 350 per Trismo y Comercio (MITyC). Col medesimo Orden è stata inoltre istitita na Commissione per il monitoraggio della qalità nella fornitra dei servizi di telecomnicazione. A partire dal gennaio 2009, tale Commissione ha definito come tecnologie rilevanti per il servizio di accesso a Internet qelle che: n considerate individalmente, siano impiegate almeno dal 10% del totale degli tenti dei servizi di accesso a Internet; n appartengano al grppo di tecnologie più impiegate che, considerate nel loro complesso, incldano dall altro, verificare che gli operatori raggingano gli obiettivi fissati dalle proprie specifiche in materia di qalità del servizio. Le atorizzazioni degli operatori di telefonia mobile prevedono infatti la realizzazione di n rapporto slla QoS di ci sostengono i costi. ARCEP prepara per qesto scopo, in consltazione con B), viene valtata la QoS per accesso WAP (circa 800 per A e 700 per B) e per videochiamate (circa 250 in indoor e in otdoor solo per A) mediante terminali, mentre per FTP si tilizza n portatile con chiavetta USB (circa 800 sia in Download che in Upload per A; circa 700, Down e Upload, per B)

6 QUALITÀ E INTERNET MOBILE: LE VERITÀ NASCOSTE? L ESPERIENZA BRITANNICA Fin dal 2000, la società britannica Epitiro ha pbblicato con regolarità rapporti sll indice di prestazione della rete Internet (IPI - Internet Performance Index), ottenti dalla valtazione di nmerosi KPI, che inflenzano l esperienza degli tenti. Nell atnno 2008 Epitiro ha avviato n progetto di ricerca, finalizzato alla valtazione della QoE (Qality of Experience) sperimentata dagli tenti dei servizi mobili a banda larga, con particolare riferimento alle reti celllari in tecnologia HSDPA: i dati raccolti da dicembre 2008 fino a maggio 2009 sono presenti in n rapporto di gigno I dati sono stati raccolti principalmente attraverso n applicazione gratita che consente agli tenti di classificare il livello effettivo del servizio di ci godono e di confrontarlo con qello di altri ISP nella medesima area. In agginta, sono stati raccolti dati anche attraverso l impiego di sonde hardware e Pc opportnamente configrati, che hanno consentito di ottenere, attraverso drive tests, valori di riferimento ci riportare le misre ottente dagli agenti sofware. L approccio segito nel Regno Unito da Epitiro privilegia la valtazione della QoE, anziché qella della QoS. I servizi indicativi per le valtazioni delle prestazioni della rete a banda larga sono identificati in: Web browsing, , Download di file adio e/o video, Streaming e Gaming. Nel settembre del 2010, Epitiro è stata incaricata da OFCOM di valtare la qalità dei servizi offerti dai gestori radiomobili britannici. In qesto progetto di ricerca, da settembre 2010 fino a gennaio 2011, Epitiro misrerà, attraverso n proprio software, diversi KPI crciali per la valtazione della qalità sperimentata dagli tenti, tra ci l accessibilità, l affidabilità e la velocità di trasmissione dati. I dati raccolti serviranno a determinare le variazioni degli indicatori in fnzione dell operatore, del tempo, delle aree geografiche e di altri nmerosi fattori. L infrastrttra di misra dispiegata vedrà l tilizzo di tre differenti modalità di misra: n Sonde fisse (statiche) per esaminare le prestazioni di rete in aree con bona copertra 3G. n Misre sia in movimento che statiche in n certo nmero di scenari sia rbani che rrali per ottenere misre di riferimento in qattro particolari regioni. n Software installato direttamente s apparati mobili (schede e chiavette) di n grppo selezionato di tenti finali per acqisire la reale percezione del fritore di servizi mobili a larga banda. Nel giro di alcni mesi (aprile 2011) dovrebbe venire pbblicato il resoconto finale di tale progetto. di standard e banda di freqenza. A tali problematiche è necessario dare risposta mediante n opportno progetto dell architettra del sistema di misra della QoS, sapendo qali sono le tecniche s ci contare ed i parametri che si vole misrare. Nel prossimo nmero cercheremo di evidenziare da n lato le possibili criticità, legate alle caratteristiche delle reti mobili ed alle modalità di misra dei KPI di interesse, e dall altro le possibili tecniche che è possibile mettere in campo. Accanto agli aspetti comni a qanto già intrapreso per la misra della qalità di servizio slla rete fissa, è perciò opportno evidenziare le specificità, senza nascondere le difficoltà e le differenze, anche sostanziali, esistenti. n 42

Qualità e Internet mobile

Qualità e Internet mobile IQUADERNIDI Qalità e Internet Le verità nascoste? 2 A cra di Gido Riva L accesso ad Internet in mobilità ha sbìto negli ltimi mesi n esplosione raggardevole; se escldiamo i primi tempi della loro diffsione,

Dettagli

La qualità dell accesso mobile

La qualità dell accesso mobile La qualità dell accesso mobile L accesso mobile ad Internet Guido Riva Area Sistemi Radio Sviluppi recenti dei sistemi mobili Stiamo assitendo a sostanziali modifiche nelle comunicazioni mobili, sia per

Dettagli

bintec RV Robusti router LTE per applicazioni a banda larga sui veicoli

bintec RV Robusti router LTE per applicazioni a banda larga sui veicoli bintec RV Robsti roter LTE per applicazioni a banda larga si veicoli Networking mobile per veicoli di ttti i tipi La connessione permanente ad Internet è diventata oggi na ovvietà. Sia nel privato, che

Dettagli

L attenzione verso le cose del passato è sempre più

L attenzione verso le cose del passato è sempre più La gestione della geometria tridimensionale di n oggetto È fondamentale per ogni simlazione nmerica Antonio Giogoli Agiotech Le capacità odierne dell ingegneria inversa aprono novi confini all analista

Dettagli

Campi elettromagnetici

Campi elettromagnetici IQUADERNIDI Campi elettromagnetici in ambiente di lavoro A cra di Marina Barbiroli Doriana Gidcci e Simona Valbonesi Il contesto normativo in materia di protezione dei lavoratori dall esposizione ai campi

Dettagli

Newsletter n. 02-30 giugno 2015. On line il nuovo sito web di I-TOWN

Newsletter n. 02-30 giugno 2015. On line il nuovo sito web di I-TOWN On line il novo sito web di I-TOWN É on line il sito web del progetto Bild Up Skills I-TOWN http://www.bs-itown.e/ Un sito interattivo e dinamico, ricco di notizie, informazioni tecniche e di settore.

Dettagli

Una nuova generazione di sportelli automatici

Una nuova generazione di sportelli automatici IQUADERNIDI Una nova generazione di sportelli atomatici accessibili e sabili da ttti A cra di Raffaele Nicolssi Il problema delle barriere tecnologiche è stato affrontato spesso anche slle pagine di Telèma

Dettagli

Teoria normativa della politica economica

Teoria normativa della politica economica Teoria normativa della politica economica La teoria normativa si occpa di indicare il metodo e, di consegenza, le scelte che n atorità pbblica (policy maker) razionale dovrebbe assmere per persegire il

Dettagli

INTRODUZIONE: IL CONTESTO DEI SISTEMI

INTRODUZIONE: IL CONTESTO DEI SISTEMI INTRODUZIONE: IL CONTESTO DEI SISTEMI Il mondo reale è per sa natra complesso e le organizzazioni mane lo sono in modo particolare. Per potere comprendere e gestire la realtà è indispensabile svilppare

Dettagli

PANDORA: IQUADERNIDI. l ICT per il Crisis Management

PANDORA: IQUADERNIDI. l ICT per il Crisis Management IQUADERNIDI PANDORA: l ICT per il Crisis Management A cra di Michele Cornacchia, Chiara Rossetti Il Crisis Management è n approccio sistematico adottato nelle sitazioni di emergenza, essenzialmente per

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE Dottorato di Ricerca in Ingegneria Economico-Gestionale XVIII Ciclo TESI DI DOTTORATO

Dettagli

A VVISI E DICHIARAZIONI DI LEGGE

A VVISI E DICHIARAZIONI DI LEGGE A VVISI E DICHIARAZIONI DI LEGGE Copyright 2002 by ScanSoft, Inc. Ttti i diritti riservati. Nessna parte di qesta pbblicazione pò essere trasmessa, trascritta, riprodotta, memorizzata in alcn sistema compterizzato

Dettagli

NUMERO in SECONDA, addizioni e sottrazioni

NUMERO in SECONDA, addizioni e sottrazioni NUMERO in SECONDA, addizioni e sottrazioni Anna Dallai, Monica Falleri, Antonio Moro, 2013 Decina e abaco a scatole Se nel precedente anno non è stato introdotta la decina lavoriamo si raggrppamenti, diamo

Dettagli

Modulo 8 - Reti di reti

Modulo 8 - Reti di reti Modulo 8 - Reti di reti Modulo 8 - Reti di reti Nelle precedenti lezioni abbiamo parlato dei tipi elementari di topologia di rete: a bus, ad anello, a stella. Si è detto anche che le reti vengono tradizionalmente

Dettagli

Dialog 4106 Basic/Dialog 4147 Medium. Manuale d'uso. Telefoni analogici per il sistema di comunicazione MD110

Dialog 4106 Basic/Dialog 4147 Medium. Manuale d'uso. Telefoni analogici per il sistema di comunicazione MD110 Dialog 4106 Basic/Dialog 4147 Medim Telefoni analogici per il sistema di comnicazione MD110 Manale d'so Cover Page Graphic (Grafica di copertina) Place the graphic directly on the page, do not care abot

Dettagli

VRM Video Recording Manager

VRM Video Recording Manager Video VRM Video Recording Manager VRM Video Recording Manager www.boschsecrity.it Memorizzazione distribita e bilanciamento del carico configrabile Failover del disk array iscsi per n'affidabilità estrema

Dettagli

Introduzione. Algoritmi Link-State. Principi. Adiacenze OSPF (2) Adiacenze OSPF (1) Open Shortest Path First Protocol (OSPF)

Introduzione. Algoritmi Link-State. Principi. Adiacenze OSPF (2) Adiacenze OSPF (1) Open Shortest Path First Protocol (OSPF) Introdzione Open Shortest Path First Protocol (OSPF) Svilppo inizia nel 987 OSPF Working Grop (parte di IETF) OSPFv2 emanato nel 99 OSPFv2 aggiornato nel RFC 278 Principi OSPF è n protocollo di roting

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

AMPLIFICATORI PER GRANDI SEGNALI (o DI POTENZA)

AMPLIFICATORI PER GRANDI SEGNALI (o DI POTENZA) OLO 6 MLFO E GND SEGNL (o D OENZ) 6. ntrodzione Finora si è parlato di amplificatori lineari che, se pr progettati a diverse freqenze, erano comnqe amplificatori a piccoli segnali. Lo stdio dell'elaborazione

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Università degli Stdi di Siena Facoltà di Economia Esercizi di Matematica Finanziaria relativi ai capitoli XI-XIII del testo Cladio Pacati a.a. 998 99 c Cladio Pacati ttti i diritti riservati. Il presente

Dettagli

Supporti fotografici KODAK PROFESSIONAL ENDURA

Supporti fotografici KODAK PROFESSIONAL ENDURA J.D. Wacker Spporti fotografici KODAK PROFESSIONAL ENDURA Gida alle applicazioni VOI CHIEDETE STAMPE DI QUALITÀ. NOI ABBIAMO SUPPORTI FOTOGRAFICI PROFESSIONALI PROGETTATI PER DARVI PRESTAZIONI ECCEZIONALI.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. La Misura dell attività ospedaliera. Prof. Giovanni CAPELLI Dott. Bruno FEDERICO Cattedra di Igiene

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. La Misura dell attività ospedaliera. Prof. Giovanni CAPELLI Dott. Bruno FEDERICO Cattedra di Igiene Corso di Larea ORGANIZZAZIONE SANITARIA La Misra dell attività ospedaliera Prof. Giovanni CAPELLI Dott. Brno FEDERICO Cattedra di Igiene 1 Corso di Larea La classificazione internazionale delle malattie

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

ALLEGATO 5.1 IL SITO WEB SUI CEM DI ARPA EMILIA-ROMAGNA

ALLEGATO 5.1 IL SITO WEB SUI CEM DI ARPA EMILIA-ROMAGNA ALLEGATO 5.1 IL SITO WEB SUI CEM DI ARPA EMILIA-ROMAGNA Il sito di Arpa è il mezzo più utilizzato dall agenzia per rendere disponibile al pubblico le informazioni sui cem Attualmente il sito sui Cem (www.arpa.emr.it/cem)

Dettagli

Progetto DSA Matematica

Progetto DSA Matematica Classe a Progetto DSA Matematica Come le insegnanti ben sanno, all interno della classe ogni bambino ha le se caratteristiche pecliari, i soi tempi e le se molità di apprendimento. Appare qindi necessario

Dettagli

Partnership di canale

Partnership di canale white paper gennaio.2015 Partnership di canale Il trst mediator e n novo concetto di filiera corta iteam:lorena Cottone e x c e l l e n c e i n e x e c t i o n white paper 2 exective smmary introdzione

Dettagli

MC170 HD / MC190 HD 12 730 465 / 12 730 520. u Software Leica 11 541 544 0.55. Microscopio ottico. Telecomando

MC170 HD / MC190 HD 12 730 465 / 12 730 520. u Software Leica 11 541 544 0.55. Microscopio ottico. Telecomando LEICA MC170 HD & MC190 HD SEMPLICE. RAPIDA. BRILLANTE. Schema di configrazione MC170 HD / MC190 HD 12 730 465 / 12 730 520 Schermo HD Cavo HDMI, 2.5 m Modalità PC (con compter) Windows PC/Mac Cavo USB

Dettagli

EMC BACKUP AND RECOVERY OPTIONS FOR VSPEX VIRTUALIZED ORACLE 11GR2

EMC BACKUP AND RECOVERY OPTIONS FOR VSPEX VIRTUALIZED ORACLE 11GR2 EMC BACKUP AND RECOVERY OPTIONS FOR VSPEX VIRTUALIZED ORACLE 11GR2 Versione 1.3 Gida alla progettazione e H12347.3 Copyright 2013-2014 EMC Corporation. Ttti i diritti riservati. Pbblicato Maggio, 2014

Dettagli

DIVAR IP 7000 1U. Video DIVAR IP 7000 1U. www.boschsecurity.it. Soluzione completa di gestione video in grado di supportare fino a 64 canali

DIVAR IP 7000 1U. Video DIVAR IP 7000 1U. www.boschsecurity.it. Soluzione completa di gestione video in grado di supportare fino a 64 canali Video DIVAR IP 7000 1U DIVAR IP 7000 1U www.boschsecrity.it Solzione completa di gestione video in grado di spportare fino a 64 canali Solzione di gestione video IP pronta all'so, con capacità di archiviazione

Dettagli

DIVAR IP 7000 2U. Video DIVAR IP 7000 2U. www.boschsecurity.it

DIVAR IP 7000 2U. Video DIVAR IP 7000 2U. www.boschsecurity.it Video DIVAR IP 7000 2U DIVAR IP 7000 2U www.boschsecrity.it Solzione di gestione video completa, all-in-one, con protezione RAID-5, per n massimo di 128 canali Solzione di gestione video IP pronta all'so,

Dettagli

L INK L INK NEW NEW listino 2011/ 2012

L INK L INK NEW NEW listino 2011/ 2012 NEWL INK NEWL INK scheda tecnica Com'è? formato mm 240 x 335 (rivista) pagine 24 + 4 carta gr. 80 somano (cover in cartoncino da 150 g/mq) stampa in qadricromia tiratra 10.000 copie distribzione gratita.

Dettagli

Capitolo 2 ELEMENTI BASE DI INGEGNERIA SISMICA

Capitolo 2 ELEMENTI BASE DI INGEGNERIA SISMICA Capitolo ELEMENTI BASE DI INGEGNERIA SISMICA 1. Premessa La crescita di importanza della dinamica delle strttre rislta evidente a chinqe abbia segito l evolzione delle problematiche connesse alla progettazione

Dettagli

RETI DI COMPUTER Reti Geografiche. (Sez. 9.8)

RETI DI COMPUTER Reti Geografiche. (Sez. 9.8) RETI DI COMPUTER Reti Geografiche (Sez. 9.8) Riepilogo Reti lez precedente reti locali o LAN (Local Area Network): connette fisicamente apparecchiature su brevi distanze Una LAN è solitamente interna a

Dettagli

Optima CG / Optivent CG. Soluzioni innovative a flusso laminare per sale operatorie

Optima CG / Optivent CG. Soluzioni innovative a flusso laminare per sale operatorie Optima CG / Optivent CG Solzioni innovative a flsso laminare per sale operatorie Optima CG / Optivent CG Solzioni innovative a flsso laminare per sale operatorie Applicazioni Clean Air Power Generation

Dettagli

Sistemi Interconnessi

Sistemi Interconnessi Corso di Fondamenti di Atomatica Università di Roma La Sapienza Sistemi Interconnessi L. Lanari Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Roma, Ital Ultima modifica Ma 29,

Dettagli

I.T.C.G. E. Fermi - Tivoli PROGRAMMA SVOLTO DI TECNOLOGIE INFORMATICHE. Anno Scolastico 2014 / 2015. Classe IF TECNOLOGICO

I.T.C.G. E. Fermi - Tivoli PROGRAMMA SVOLTO DI TECNOLOGIE INFORMATICHE. Anno Scolastico 2014 / 2015. Classe IF TECNOLOGICO I.T.C.G. E. Fermi - Tivoli PROGRAMMA SVOLTO DI TECNOLOGIE INFORMATICHE Anno Scolastico 2014 / 2015 Classe IF TECNOLOGICO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO 1/5 MODULO 1: FONDAMENTI DI INFORMATICA U.A. 1

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Psicologia dei Nuovi Media. Andrea Farinet

Psicologia dei Nuovi Media. Andrea Farinet Psicologia dei Nuovi Media Andrea Farinet 1. Psicologia dei nuovi media: riferimenti teorici e oggetti di analisi 2. Comprendere i nuovi media: da Internet all embodiment 3. Applicare la psicologia dei

Dettagli

I. Generalità, definizioni, classificazioni. MACCHINA A FLUIDO

I. Generalità, definizioni, classificazioni. MACCHINA A FLUIDO I. eneralità, definizioni, classificazioni. I.1 Definizioni rigardanti: macchine motrici ed operatrici e loro classificazione. Una macchina è n insieme di organi fissi e mobili, vincolati tra loro cinematicamente,

Dettagli

la nuova cooperazione italiana Un mondo in comune: solidarietà, sviluppo documento di programmazione triennale (2015 2017)

la nuova cooperazione italiana Un mondo in comune: solidarietà, sviluppo documento di programmazione triennale (2015 2017) La nova cooperazione italiana Un mondo in comune: solidarietà, partnership, sviluppo la nuova cooperazione italiana documento di programmazione triennale (2015 2017) Un mondo in comune: solidarietà, partnership,

Dettagli

Impaginato_2_2_Layout 1 01/10/12 08:45 Pagina 1 IL MITO E LA SUA IMMAGINE DI META TURISTICA NEL MONDO

Impaginato_2_2_Layout 1 01/10/12 08:45 Pagina 1 IL MITO E LA SUA IMMAGINE DI META TURISTICA NEL MONDO Impaginato_2_2_Layot 1 01//12 08:45 Pagina 1 IL MITO E LA SUA IMMAGINE DI META TURISTICA NEL MONDO Impaginato_2_2_Layot 1 01//12 08:45 Pagina 2 Nell ambito della programmazione PO FESR 07-13, qesto Dipartimento

Dettagli

43 18 agosto 2007. IBL Briefing Paper. La riforma del trasporto aereo Un balzo all indietro di dieci anni di Andrea Giuricin

43 18 agosto 2007. IBL Briefing Paper. La riforma del trasporto aereo Un balzo all indietro di dieci anni di Andrea Giuricin 43 IBL Briefing Paper La riforma del trasporto aereo Un balzo all indietro di dieci anni di Andrea Giricin I. Lo svilppo aeroportale in segito alla liberalizzazione I.1. Premessa. Il trasporto aereo, grazie

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

EMC BACKUP AND RECOVERY OPTIONS FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT SQL SERVER 2012

EMC BACKUP AND RECOVERY OPTIONS FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT SQL SERVER 2012 EMC BACKUP AND RECOVERY OPTIONS FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT SQL SERVER 2012 Versione 1.3 Gida alla progettazione e all'implementazione H12307.3 Copyright 2013-2014 EMC Corporation. Ttti i diritti

Dettagli

Impaginato_2_2_Layout 1 01/10/12 08:45 Pagina 1 IL MITO E LA SUA IMMAGINE DI META TURISTICA NEL MONDO

Impaginato_2_2_Layout 1 01/10/12 08:45 Pagina 1 IL MITO E LA SUA IMMAGINE DI META TURISTICA NEL MONDO Impaginato_2_2_Layot 1 01//12 08:45 Pagina 1 IL MITO E LA SUA IMMAGINE DI META TURISTICA NEL MONDO Il fatto che la Sicilia sia na regione che gode di n forte appeal tristico è n fatto ben conoscito tra

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

EMC BACKUP AND RECOVERY FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT EXCHANGE 2013

EMC BACKUP AND RECOVERY FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT EXCHANGE 2013 EMC BACKUP AND RECOVERY FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT EXCHANGE 2013 Versione 1.3 Gida alla progettazione e all'implementazione H12306.3 Copyright 2013-2014 EMC Corporation. Ttti i diritti riservati.

Dettagli

Introduzione. Introduzione

Introduzione. Introduzione Introduzione L uomo sin dalla preistoria ha sempre cercato, per necessità e per comodità, di comunicare con altri individui; con l andare del tempo questa esigenza è cresciuta sempre più, si è passati

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004.

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. Presentazione del Presidente dell Autorità. Roma, 6 luglio 2004. Orientamenti per l azione futura. Considerate la dinamica e la complessità

Dettagli

Rete a Larga Banda GRANDE MANTOVA Il progetto GRANDE MANTOVA Obbiettivi : affrontare insieme problematiche comuni per il bene del territorio e dei cittadini Temi : viabilità e mobilità, sicurezza, piani

Dettagli

3 Caratteristiche del servizio

3 Caratteristiche del servizio 3 Caratteristiche del servizio Il GPRS offre all utente la possibilità di inviare e ricevere dati in modalità a commutazione di pacchetto, con diverse modalità e qualità. Il servizio di trasporto è particolarmente

Dettagli

Problemi sul parallelogramma con le incognite

Problemi sul parallelogramma con le incognite Problemi sl parallelogramma con le incognite Qante altezze ha n parallelogramma Il concetto di altezza rimanda direttamente a qello della distanza di in pnto da na retta La distanza di n pnto da na retta

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it Informazioni legali L istitto Speriore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per conto dell Istitto non sono responsabili per l so che pò essere fatto delle informazioni

Dettagli

La garanzia del miglior prezzo

La garanzia del miglior prezzo white paper settembre.2015 La garanzia del miglior prezzo Come arginare la crescita della pressione promozionale nel grocery e contrastare lo show rooming nell elettronica di consmo - Gianpiero Lgli -

Dettagli

MisuraInternet : sviluppo e aggiornamento dell architettura di rete e del software di misura Mario Frullone

MisuraInternet : sviluppo e aggiornamento dell architettura di rete e del software di misura Mario Frullone MisuraInternet : sviluppo e aggiornamento dell architettura di rete e del software di misura Mario Frullone Outline I metodi e le metriche di misura del progetto MisuraInternet per la rete fissa Le metriche

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

COMUNE DI VILLAPERUCCIO

COMUNE DI VILLAPERUCCIO COMUNE DI VILLAPERUCCIO Provincia di Carbonia-Iglesias SETTORE : Responsabile: AREA TECNICA Crreli Elvio DETERMINAZIONE N. in data 109 25/03/2014 OGGETTO: Approvazione Relazione Tecnica e Impegno di Spesa

Dettagli

I NUMERI NATURALI. Per cominciare impariamo a leggere alcuni numeri naturali e dopo prova a scriverli nella tua lingua:

I NUMERI NATURALI. Per cominciare impariamo a leggere alcuni numeri naturali e dopo prova a scriverli nella tua lingua: I NUMERI NATURALI Per cominciare impariamo a leggere alcni nmeri natrali e dopo prova a scriverli nella ta linga: NUMERI ITALIANO LA TUA LINGUA 1 UNO 2 DUE 3 TRE 4 QUATTRO 5 CINQUE 6 SEI 7 SETTE 8 OTTO

Dettagli

Manuale Intel su reti Wireless

Manuale Intel su reti Wireless Manuale Intel su reti Wireless Una rete basata su cavi non e sempre la soluzione piu pratica, spesso una connettivita wireless risolve i problemi legati alla mobilita ed alla flessibilita che richiediamo

Dettagli

MultiMath. Matematica finanziaria CONTENUTI INTEGRATIVI ZONA MATEMATICA

MultiMath. Matematica finanziaria CONTENUTI INTEGRATIVI ZONA MATEMATICA Paolo Baroncini Roberto Manfredi MltiMath Matematica finanziaria LIBRO MISTO E-BOOK CONTENUTI INTEGRATIVI ZONA MATEMATICA MltiMath Matematica finanziaria Ambiente edcativo Digitale Libro digitale sfogliabile

Dettagli

FCS-320-TP rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320-TP rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di rivelazione incendio FCS-320-TP rivelatori di fmo ad aspirazione convenzionali FCS-320-TP rivelatori di fmo ad aspirazione convenzionali www.boschsecrity.it Collegabili a centrali di rivelazione

Dettagli

VoIP - Voice over Internet Protocol. 1 Introduzione alla Telefonia su Internet Network.

VoIP - Voice over Internet Protocol. 1 Introduzione alla Telefonia su Internet Network. VoIP - Voice over Internet Protocol. 1 Introduzione alla Telefonia su Internet Network. La trasmissione di voce in tempo reale su di una rete IP (Internet Protocol), conosciuta anche come Voice over IP

Dettagli

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Dopo l 11 settembre l esigenza relativa a progetti di videosorveglianza digitale in qualunque tipo di organizzazione e installazione è aumentata

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

Roma, 24 Novembre 2014

Roma, 24 Novembre 2014 Roma, 24 Novembre 2014 Piano di rete Comune di GUARDIAGRELE (CH) Piano 2015 Indice dei contenuti INTRODUZIONE 1 ACCENNI SUL SISTEMA CELLULARE 1.1 UMTS E HSDPA: LA NUOVA TECNOLOGIA E LA SUA EVOLUZIONE 1.2

Dettagli

Obiettivi zoom motorizzati auto iris

Obiettivi zoom motorizzati auto iris Video Obiettivi motorizzati ato iris Obiettivi motorizzati ato iris www.boschsecrity.it Ottica di alta qalità Strttra affidabile e solida Formato da 1/3" DC iris Formato da 1/2" Video iris Zoom 6x, 10x,

Dettagli

FAS 420 rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS 420 rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di rivelazione incendio FAS 420 rivelatori di fmo ad aspirazione FAS 420 rivelatori di fmo ad aspirazione www.boschsecrity.it Collegabili alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200

Dettagli

EMC BACKUP AND RECOVERY FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT SHAREPOINT 2013

EMC BACKUP AND RECOVERY FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT SHAREPOINT 2013 EMC BACKUP AND RECOVERY FOR VSPEX FOR VIRTUALIZED MICROSOFT SHAREPOINT 2013 Versione 1.3 Gida alla progettazione e all'implementazione H12308.3 Copyright 2013-2014 EMC Corporation. Ttti i diritti riservati.

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

Algoritmi di visita di un grafo

Algoritmi di visita di un grafo Algoritmi di isita di n grafo Ilaria Castelli castelli@dii.nisi.it Uniersità degli Stdi di Siena Dipartimento di Ingegneria dell Informazione A.A. 2009/2010 I. Castelli Visita di n grafo, A.A. 2009/2010

Dettagli

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive 12 Giugno 2013 Prof. Maurizio Dècina Qualità dell accesso ad Internet - Attori e prospettive di interesse nel mercato italiano Associazione

Dettagli

QoS e Traffic Shaping. QoS e Traffic Shaping

QoS e Traffic Shaping. QoS e Traffic Shaping QoS e Traffic Shaping 1 Introduzione In questa mini-guida illustreremo come configurare il FRITZ!Box per sfruttare al massimo la banda di Internet, privilegiando tutte quelle applicazioni (o quei dispositivi)

Dettagli

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive 12 Giugno 2013 Prof. Maurizio Dècina Qualità dell accesso ad Internet - Attori e prospettive di interesse nel mercato italiano Associazione

Dettagli

DSA disk array iscsi serie E

DSA disk array iscsi serie E Video DSA disk array serie E DSA disk array serie E www.boschsecrity.it Solzione di archiviazione in rete a scalabilità orizzontale: nità dotata di rigidi interni, con n massimo di 96 dischi rigidi implementabili

Dettagli

AMAX 3000 EN. Sistemi di allarme antintrusione AMAX 3000 EN. www.boschsecurity.it. 32 zone presenti sulla scheda/8 aree/64 codici utente

AMAX 3000 EN. Sistemi di allarme antintrusione AMAX 3000 EN. www.boschsecurity.it. 32 zone presenti sulla scheda/8 aree/64 codici utente Sistemi di allarme antintrsione AMAX 3000 EN AMAX 3000 EN www.boschsecrity.it Il sistema di allarme intrsione AMAX 3000 EN è concepito per le abitazioni e le piccole e medie attività commerciali. Dispone

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet Le reti telematiche e Internet Lezione 6 1 Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro computer distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate

Dettagli

Informazioni Statistiche

Informazioni Statistiche Informazioni Statistiche Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Aprile 2015 I CITTADINI TOSCANI E LE NUOVE TECNOLOGIE- ANNO 2014 In sintesi: Il 67% delle

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

CAMERA DEI DEPUTATI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO Camera dei Deputati 1 Senato della Repubblica CAMERA DEI DEPUTATI Doc. XII N. 595 RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO APPROVATA NELLA SEDUTA DI GIOVEDÌ 3 MAGGIO 2001 Risoluzione del Parlamento europeo sull

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA SICUREZZA: IL FIREWALL

INTRODUZIONE ALLA SICUREZZA: IL FIREWALL INTRODUZIONE ALLA SICUREZZA: IL FIREWALL Fino a qualche anno fa la comunicazione attraverso le reti di computer era un privilegio ed una necessità di enti governativi e strutture universitarie. La sua

Dettagli

DAITEM, SOLUZIONI E SISTEMI DI SICUREZZA SENZA FILI WWW. DAITEM.IT LE APPLICAZIONI GARANZIE E CERTIFICAZIONI MODULARI DINAMICI. SISTEMI SENZA fili

DAITEM, SOLUZIONI E SISTEMI DI SICUREZZA SENZA FILI WWW. DAITEM.IT LE APPLICAZIONI GARANZIE E CERTIFICAZIONI MODULARI DINAMICI. SISTEMI SENZA fili 8 IL SISTEMA DI SICUREZZA DAITEM DAITEM, SOLUZIONI E SISTEMI DI SICUREZZA SENZA FILI DAITEM è da oltre 20 anni il marchio guida per il mercato europeo degli allarmi senza fili grazie ai suoi evoluti Sistemi

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

LINEE GUIDA RIGUARDO LA SCELTA E L IMPIEGO DELLA FUNZIONALITA DI LOCALIZZAZIONE NELL AMBITO DELLA RETE RADIOMOBILE REGIONALE ERretre

LINEE GUIDA RIGUARDO LA SCELTA E L IMPIEGO DELLA FUNZIONALITA DI LOCALIZZAZIONE NELL AMBITO DELLA RETE RADIOMOBILE REGIONALE ERretre LINEE GUIDA RIGUARDO LA SCELTA E L IMPIEGO DELLA FUNZIONALITA DI LOCALIZZAZIONE NELL AMBITO DELLA RETE RADIOMOBILE REGIONALE ERretre Pagina 1 di 9 1.Introduzione. La rete Tetra ERretre permette di realizzare

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

Tutto il meglio di BecomeGeek - Giugno 2009. Ecco come eliminare la pubblicità da Msn Messenger

Tutto il meglio di BecomeGeek - Giugno 2009. Ecco come eliminare la pubblicità da Msn Messenger Tutto il meglio di BecomeGeek - Giugno 2009 Ecco come eliminare la pubblicità da Msn Messenger Oggi quasi tutti i servizi di messaggistica istantanea, come ad esempio Msn Messenger o Yahoo Messenger, fanno

Dettagli

ORIEME ITALIA SpA Viale Sarca, 45 Telefono +39 02.64.41.16.1 Orieme Italia S.p.A. I-20125 Milano Telefax +39 02.64.36.990 www.orieme.

ORIEME ITALIA SpA Viale Sarca, 45 Telefono +39 02.64.41.16.1 Orieme Italia S.p.A. I-20125 Milano Telefax +39 02.64.36.990 www.orieme. Visio Wifi Setup - Windows Rev. 1.0.0 Prerequisiti: Prima di procedere con l installazione assicurarsi di avere pieno accesso alla configurazione del router Wifi. Attenzione: non tutti i router risultano

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera Internet Presentato da N. Her(d)man & Picci Fabrizia Scorzoni Illustrazioni di Valentina Bandera Titolo: Internet Autore: Fabrizia Scorzoni Illustrazioni: Valentina Bandera Self-publishing Prima edizione

Dettagli

Cos è. Protocollo TCP/IP e indirizzi IP. Cos è. Cos è

Cos è. Protocollo TCP/IP e indirizzi IP. Cos è. Cos è Protocollo TCP/IP e indirizzi IP Il protocollo TCP/IP è alla base dei sistemi di trasmissione dati impiegati sulle reti locali e su Internet. Nato nel Gennaio 1983 negli Stati Uniti come sistema di comunicazione

Dettagli

P. Apostoli 1, G. Bazzini 2, E. Sala 1, M. Imbriani 3. 1. Premessa

P. Apostoli 1, G. Bazzini 2, E. Sala 1, M. Imbriani 3. 1. Premessa G Ital Med Lav Erg 2002; 24:1, 3-25 PI-ME, Pavia 2002 P. Apostoli 1, G. Bazzini 2, E. Sala 1, M. Imbriani 3 La versione italiana OREGE (Otil de Repérage et d Evalation des Gestes) dell INRS (Institt national

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca Principali risultati della ricerca INTRODUZIONE Principali risultati della ricerca 1. Descrizione Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare i comportamenti di consumo degli utenti internet italiani

Dettagli

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT http://www.sinedi.com ARTICOLO 8 GENNAIO 2007 I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT In uno scenario caratterizzato da una crescente competitività internazionale si avverte sempre di più la necessità di una

Dettagli

L ENERGIA EOLICA CAPITOLO 2

L ENERGIA EOLICA CAPITOLO 2 CAPITOLO L ENERGIA EOLICA Come noto, l tilizzo dell energia eolica nella sa forma attale rappresenta il perfezionamento di na tecnologia di prodzione energetica già impiegata dall omo nel corso di molti

Dettagli

Sistema isolatore della linea altoparlanti

Sistema isolatore della linea altoparlanti Sistemi di comnicazione Sistema isolatore della linea altoparlanti Sistema isolatore della linea altoparlanti www.boschsecrity.it Offre loop di altoparlanti ridondanti per sistemi di comnicazione al pbblico

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Martedì 1-04-2014 1 Applicazioni P2P

Dettagli

Pompe peristaltiche industriali

Pompe peristaltiche industriali Pompe peristaltiche indstriali Manale operativo Dra 5, 7, 10, 15, 25, 35 Versione 5.1v-02/2015 Stampa n. 01 Versione 5.1v-02/2015 Stampa n. 01 Dra 5, 7, 10, 15, 25, 35 Le informazioni contente in qesto

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 606/07/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 606/07/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla Delibera n. 606/07/CONS ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 606/07/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla Delibera n 606/07/CONS 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

Dettagli

Bosch Video Management System v.4.5

Bosch Video Management System v.4.5 Video Bosch Video Management System v.4.5 Bosch Video Management System v.4.5 www.boschsecrity.it Sistema di gestione video basato s client/server di classe Enterprise Gestione avanzata degli allarmi con

Dettagli

L effetto osservatore costellatore

L effetto osservatore costellatore L effetto osservatore costellatore Uno degli elementi costituenti il campo collettivo di una Costellazione, è il campoologramma del costellatore. Il suo campo morfogenetico contiene in-formazioni multidimensionali

Dettagli