RELAZIONIBILANCI 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONIBILANCI 2007"

Transcript

1 RELAZIONIBILANCI 2007

2 Indice LETTERA DEL PRESIDENTE 2 ORGANI SOCIALI 6 INFORMAZIONI SUL GRUPPO GEWISS 7 PRINCIPALI DATI ECONOMICI, FINANZIARI E PATRIMONIALI DEL CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI 11 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE Situazione macroeconomica e settore di riferimento 13 Attività del GRUPPO GEWISS nel Investimenti, attività di ricerca e sviluppo e nuovi prodotti 17 Comunicazione e Promozione 18 Risorse umane e Sistemi informativi 19 Qualità ed Ambiente 20 Commento ai risultati economico-finanziari e patrimoniali nel Analisi dei fattori di rischio finanziario 34 Informazioni settoriali 35 Altre informazioni 35 Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell esercizio ed evoluzione prevedibile della gestione 41 Proposta del Consiglio di Amministrazione di approvazione del bilancio e di destinazione dell utile di esercizio 2007 della Capogruppo GEWISS SPA 42 BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO GEWISS GRUPPO GEWISS Bilancio consolidato al 31 Dicembre Note al bilancio consolidato 48 Attestazione ai sensi dell art. 154 bis del D.Lgs. 58/98 sul bilancio consolidato 88 Relazione della Società di Revisione 89 BILANCIO SEPARATO DI GEWISS SPA GEWISS SPA Bilancio al 31 Dicembre Note al bilancio separato al 31 Dicembre Attestazione ai sensi dell art. 154 bis del D.Lgs. 58/98 sul bilancio separato GEWISS SPA 135 Allegato 1 prospetto delle partecipazioni GEWISS in società non quotate 136 Allegato 2 prospetto dei corrispettivi della società di revisione ai sensi dell art. 149 duodecies del R.E. 137 Relazione del Collegio Sindacale all assemblea degli azionisti della GEWISS SPA 138 Relazione della Società di Revisione 140 Il presente Fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo INDICE 1

3 Lettera agli azionisti Egregi azionisti, Gentili lettori, l esercizio appena trascorso e questo inizio di 2008 mostrano evidentemente i due volti del nostro settore e della sua potenziale evoluzione dei prossimi anni; da una parte una forte crisi del modello economico-finanziario che partendo dall evento subprime ha minato la liquidità del settore bancario, la capacità di spesa delle famiglie e conseguentemente la solidità della crescita del settore delle costruzioni, con una decelerazione internazionale marcata già nel IV trimestre 2007; dall altra una costante trasformazione del settore che sempre più combina elettrotecnica, elettronica, informatica, meccanica attraverso applicazioni tecnologiche con crescente sofisticazione, integrazione e specializzazione degli operatori del mercato. La crescente complessità del settore elettrotecnico indotta dalla forte competizione internazionale, dai nuovi scenari geo-economici, dalla globalizzazione delle fonti di approvigionamento e, più in generale, l evoluzione dei mercati mondiali verso i quali siamo rivolti, rappresentano una sfida molto seria ma allo stesso tempo entusiasmante per il nostro Gruppo. Infatti, nella nostra visione strategica del settore, avanzeranno le società che oggi posseggono le alchimie per vincere queste sfide: capacità innovativa, portafoglio prodotti tecnologicamente avanzati, design e qualità, capitale umano adeguato, reti di vendita efficaci, offerta di formazione tecnico-specialistica e solidità economico-patrimoniale; tutte caratteristiche di eccellenza sulle quali si poggia oggi più che mai la forza, il dinamismo e la reattività del nostro Gruppo. Il 2007, che deve essere visto come parte di questo processo di evoluzione societaria, è stato un anno particolarmente impegnativo per il Gruppo che, oltre alle complessità della gestione internazionale del business, ha dovuto affrontare importanti piani di azione in ambito di sviluppo di nuovi prodotti innovativi, rafforzamento dell organizzazione di vendita e promozione commerciale. Particolare attenzione è stata posta alle applicazioni domotiche (sistema integrato Chorus), ai sistemi di comando, controllo e protezione degli impianti elettrici complessi (sistemi DIN) e illuminotecnica (catalogo LITE) che rappresentano i drivers di sviluppo del nostro piano strategico triennale, unitamente ai cataloghi core sui quali sono attivati importanti progetti di rilancio e recupero di quote di mercato. Questi sforzi hanno permesso di chiudere un esercizio 2007 con un fatturato in crescita del 7% e con un alta redditività nonostante i forti investimenti sui prodotti, in pubblicità/promozione, in risorse umane, che hanno pesato in modo rilevante sull esercizio e per i quali ci aspettiamo benefici già dal LETTERA AGLI AZIONISTI

4 Il percorso non è certamente completato, molte sono ancora le azioni che dobbiamo intraprendere, importanti sono gli obiettivi, le sfide e le difficoltà che ci aspettano, ma l offerta ad alto valore tecnologico dei nostri cataloghi, l infrastruttura, l organizzazione, il management ci danno serenità su un futuro da protagonisti nel mondo della Domotica, dell Energia e dell Illuminotecnica. E per queste ragioni, ed i primi dati del 2008 ci confortano, che guardiamo al futuro con positività, certi che i nostri valori aziendali, l eccellenza delle risorse umane, il modello di business e, più in generale, l indiscutibile potenziale di crescita del GRUPPO GEWISS sono elementi distintivi che danno sostanza e credibilità ai nostri progetti di crescita. Senza alcuna retorica ma spinto da un inesauribile orgoglio, esprimo il mio personale ringraziamento a tutto il personale del Gruppo e a Voi tutti, Azionisti, Clienti, Fornitori, Professionisti, rinnovando la mia convinzione che, in un contesto competitivo quale quello in cui viviamo, le nuove idee, la passione, la professionalità, il lavoro di squadra ed il potenziale di prodotto sono elementi che non ci mancano e che dobbiamo nutrire per affrontare le sfide del cambiamento e per guardare ad un futuro generoso. Cenate Sotto, 19 marzo IL PRESIDENTE Cav. Lav. Domenico Bosatelli LETTERA AGLI AZIONISTI 3

5 Il GRUPPO GEWISS I costanti investimenti finalizzati alla ricerca e sviluppo, alla preparazione di tutto il personale e al potenziamento delle strutture produttive hanno permesso a GEWISS di affermarsi come interlocutore di riferimento per il mercato nella produzione di soluzioni per la domotica, l'energia e l illuminotecnica. Da sempre attenta alle esigenze del consumatore, GEWISS ha scelto di rispondere alla crescente richiesta di SICUREZZA, COMFORT, RISPARMIO ENERGETICO E COMUNICAZIONE, sviluppando Il sistema domotico CHORUS che coniuga le più avanzate soluzioni tecnologiche con le forme e lo stile inconfondibile del design italiano. 4 IL GRUPPO GEWISS

6 GEWISS SPA GEWISS GROUP GEWISS 100% IBERICA SA 100% (Spain) GEWISS FRANCE SA (France) 100% GEWISS UK LTD (UK) 100% GEWISS DEUTSCHLAND GMBH (Germany) 100% GEWISS ISTANBUL E.T.M.T. LTD S. 100% GEWISS PORTUGAL LDA (Portugal) 100% GEWISS O.O.O. RUSSIA 100% GEWISS ELECTRICAL DEVICES (SUZHOU) CO LTD (China) 100% GEWISS CHILE LIMITADA 50% C&S GEWISS INDIA (P) LTD (India) 100% GEWISS GULF FZE 100% GEWISS ROMANIA SRL SOCIETÀ COMMERCIALI SERVICE SOCIETÀ INDUSTRIALI COMMERCIALI IL GRUPPO GEWISS 5

7 Organi Sociali CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE (GEWISS SPA) triennio Presidente Domenico Bosatelli (1) Vice Presidenti Fabio Bosatelli (2) Luca Bosatelli (2) Consiglieri Lorenzo Folio (3) / (4) Nicodemo Pezzella (5) Roberto Ruozi (3) / (4) / (6) Giovanni Sala (4) / (7) Giovanna Terzi Angelo Vibi (7) COLLEGIO SINDACALE (GEWISS SPA) (8) triennio Presidente Riccardo Perotta Sindaci effettivi Riccardo Ronchi Attilio Torracca Sindaci supplenti Giovanni Maria Garegnani Paolo Antonio Ranieri Tullio Fumagalli REVISORI CONTABILI INDIPENDENTI (GEWISS SPA) triennio Società di revisione RECONTA ERNST & YOUNG SPA NOTE: (1) Il Presidente riunisce nella propria persona anche le cariche di Amministratore Delegato e Direttore Generale. (2) Amministratore nominato Vice Presidente in data 21 marzo (3) Amministratore non esecutivo ed indipendente. (4) Amministratore membro del Comitato per il Controllo Interno e del Comitato per la Remunerazione. (5) Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari. (6) Lead Indipendent Director. (7) Amministratore non esecutivo. (8) Il Collegio Sindacale è stato nominato con l Assemblea degli Azionisti del 9 maggio 2007 per il triennio ORGANI SOCIALI

8 Informazioni sul GRUPPO GEWISS Il Gruppo multinazionale che opera nel settore elettrotecnico è specializzato nella produzione e commercializzazione di sistemi e componenti per impianti elettrici di bassa tensione e trasmissione dati (civile, terziario, industriale) ed apparecchiature per illuminazione con impieghi nell industria, nelle applicazioni stradali, nel decorativo per interni/esterni e nell emergenza. Un portafoglio prodotti che comprende oltre referenze, la più ampia gamma per l "Impianto Elettrico Integrato che testimonia la capacità innovativa dell azienda. La Capogruppo GEWISS SPA è quotata alla Borsa Italiana dal 3 novembre GEWISS DEUTSCHLAND GMBH GEWISS FRANCE SA OOO GEWISS RUSSIA GEWISS UK LTD GEWISS IBERICA SA GEWISS PORTUGAL LDA GEWISS SPA GEWISS ELEC. DEVICES CO LTD GEWISS ROMANIA SRL GEWISS GULF FZE GEWISS CHILE LTDA C&S GEWISS INDIA (P) LTD GEWISS ISTANBUL LTD La Capogruppo GEWISS SPA ha sede legale a Cenate Sotto (BG) e stabilimenti a Cenate Sotto (BG), Cenate Sopra (BG) e Castel San Giovanni (PC) oltre ad un centro logistico sito a Calcinate (BG). Gli altri siti produttivi del Gruppo sono localizzati in Germania, Francia, Portogallo, India e Cina. INFORMAZIONI SUL GRUPPO GEWISS 7

9 I rapporti di partecipazione delle società appartenenti all area di consolidamento sono illustrati nel grafico seguente: GEWISS SPA COMMERCIALI/SERVIZI INDUSTRIALI/COMMERCIALI 100% GEWISS IBERICA SA GEWISS FRANCE SA 100% 100% GEWISS UK LTD GEWISS DEUTSCHLAND GMBH 100% 100% GEWISS ISTANBUL E.T.M.T. LTD S. GEWISS PORTUGAL LDA 100% 100% OOO GEWISS RUSSIA GEWISS ELEC. DEVICES CO LTD 100% 100% GEWISS ROMANIA SRL (*) C&S GEWISS INDIA (P) LTD 50% 100% GEWISS CHILE LTDA (**) 100% GEWISS GULF FZE (***) (*) GEWISS ROMANIA SRL è stata costituita in data 21 marzo 2007 con capitale sociale pari a RON (pari a 500 Migl ) interamente versato. (**) GEWISS CHILE LTDA è stata costituita in data 21 giugno 2007 con capitale sociale pari a CLP (pari a 500 Migl ) interamente versato. (***) GEWISS GULF FZE è stata costituita in data 15 luglio 2007 con capitale sociale pari a AED (pari a 600 Migl ) interamente versato. 8 INFORMAZIONI SUL GRUPPO GEWISS

10 GEWISS Principali dati economici, finanziari e patrimoniali (*) In migliaia di EURO GRUPPO GEWISS GEWISS SPA (CAPOGRUPPO) % % VAR. % % % VAR. % DATI ECONOMICI Fatturato ,0% ,0% +7,0% ,0% ,0% +6,7% EBITDA (margine operativo lordo) ,1% ,1% -12,1% ,2% ,3% -4,2% EBIT (margine operativo netto) ,3% ,7% -16,0% ,5% ,5% -7,3% Proventi (oneri) finanziari netti 923 0,3% 459 0,1% +101,1% ,6% ,5% +36,4% Utile prima delle imposte ,5% ,7% -15,1% ,0% ,9% -6,0% Utile netto ,3% ,4% -16,7% ,5% ,1% +0,2% Cash-flow (Utile netto+amm.ti) ,2% ,8% -10,9% ,2% ,9% +1,6% DATI PATRIMONIALI-FINANZIARI Attività Immobilizzate Nette Capitale Circol.te Oper.vo Netto Posizione finanziaria netta Patrimonio netto TFR, fondi rischi/oneri e imposte differite/anticipate PERSONALE E INVESTIMENTI Personale a fine periodo - n unità Fatturato procapite (fatt./ n dip. medi) Costo medio del personale Investimenti in immobilizzazioni ,7% ,6% ,1% ,1% Spese di Ricerca e Sviluppo ,1% ,7% ,4% ,0% INDICI REDDITUALI-FINANZIARI EBITDA / Fatturato 18,1% 22,1% 19,2% 21,3% Utile prima delle imposte / Fatturato 12,5% 15,7% 14,0% 15,9% Investimenti / Fatturato 8,7% 6,6% 5,1% 6,1% Proventi (oneri) finanziari netti / EBITDA 1,5% 0,6% 3,0% 2,1% ROI (EBIT / Cap. investito netto) 17,5% 22,1% 17,9% 20,7% ROE (Utile netto / PN) 9,5% 12,0% 10,2% 10,7% (*) Per quanto concerne la definizione degli indicatori alternativi di performance si rimanda a quanto indicato nella relazione sulla gestione. PRINCIPALI DATI ECONOMICI, FINANZIARI E PATRIMONIALI 9

11 ,6% 57,4% 55,9% ,4% 42,6% 44,1% GRUPPO GEWISS GEWISS SPA Italia 2006 Estero 2007 (Euro/000) FATTURATO (Euro/000) FATTURATO CONSOLIDATO ,8% 7,5% 22,7% EBITDA (margine operativo lordo) 2007 EBIT (margine operativo netto) Energia Domotica Illuminotecnica (Euro/000) EBITDA - EBIT CONSOLIDATI GRUPPO GEWISS - VENDITE PER COMPARTO ,9% 7,2% 55,9% Cash-Flow Investimenti PFN Italia Europa Resto del mondo (Euro/000) GRUPPO GEWISS (CASH-FLOW - INVESTIMENTI - POSIZIONE FINANZIARIA NETTA) GRUPPO GEWISS - FATTURATO PER AREA (Euro/000) n dipendenti Incidenza per categoria GRUPPO GEWISS GEWISS SPA PERSONALE 43% 10% 2% Dirigenti Quadri Impiegati Operai PERSONALE 45% 10 PRINCIPALI DATI ECONOMICI, FINANZIARI E PATRIMONIALI

12 GEWISS SPA PRODUZIONE MATERIALE ELETTRICO Via A. Volta, CENATE SOTTO - (Bergamo) - Italy Tel Fax Capitale Sociale Euro interamente versato Registro Imprese di Bergamo - REA BG n C.F./P.IVA (IT) CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea Ordinaria presso la Sede Legale in Cenate Sotto (Bergamo), Via Alessandro Volta n. 1, per il giorno 28 aprile 2008, alle ore 11:00, in prima convocazione ed occorrendo, in seconda convocazione, per il giorno 7 maggio 2008, stesso luogo ed ora, per deliberare in merito al seguente ORDINE DEL GIORNO 1.- Presentazione del Bilancio separato di Gewiss S.p.A. chiuso al 31 dicembre 2007; Relazione degli Amministratori sulla gestione dell'esercizio 2007; Relazione del Collegio Sindacale; Relazione della Società di Revisione; deliberazioni inerenti e conseguenti. 2.- Nomina del Consiglio d Amministrazione per il triennio , previa fissazione del numero dei suoi componenti, e determinazione dei compensi spettanti ai suoi membri. 3.- Conferimento ai sensi del D. Lgs 24 febbraio 1998, n. 58 dell incarico di revisione contabile del bilancio d esercizio e del bilancio consolidato per gli esercizi con chiusura dal 31 dicembre 2008 al 31 dicembre 2016, della revisione contabile limitata della relazione semestrale per i semestri con chiusura dal 30 giugno 2008 al 30 giugno 2016 e della verifica nel corso dei medesimi esercizi della regolare tenuta della contabilità sociale e della corretta rilevazione dei fatti di gestione nelle scritture contabili. Come previsto dall art. 12 dello Statuto Sociale, hanno diritto ad intervenire in Assemblea i Soci cui spetta il diritto di voto purchè nel termine di due giorni non festivi precedenti la data dell assemblea, l intermediario che tiene i conti abbia provveduto all invio della comunicazione da cui risulta la titolarità delle relative azioni. Per la rappresentanza in Assemblea, valgono le norme di legge e le disposizioni del Regolamento Assembleare. La relazione degli amministratori sulle materie all ordine del giorno, redatta ai sensi del D.M. 5 novembre 1998, n. 437, unitamente al Bilancio separato di GEWISS S.p.A. e al Bilancio consolidato al 31 dicembre 2007, resteranno depositati presso la sede sociale e la sede di Borsa Italiana S.p.A. nei termini di legge, a disposizione di coloro che ne faranno richiesta, con facoltà di ottenerne copia. Sarà, altresì, messa a disposizione del pubblico, con le stesse modalità e nei medesimi termini, la Relazione sulla Corporate Governance relativa all esercizio Tutta la predetta documentazione sarà resa disponibile sul sito internet della società all indirizzo NOMINA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Come previsto dall art. 16 dello Statuto Sociale, le liste per la nomina degli Amministratori possono essere presentate soltanto dagli Azionisti che da soli o insieme ad altri siano complessivamente titolari di almeno un quarantesimo del capitale sociale. Le liste, sottoscritte da coloro che le presentano, e corredate dalle informazioni sulle caratteristiche dei candidati, devono essere depositate presso la sede legale della Società (Direzione Affari Legali e Societari), almeno quindici giorni prima di quello fissato per l'assemblea in prima convocazione. Cenate Sotto, 19 marzo 2008 Il Consiglio di Amministrazione L avviso di convocazione è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 35 del 22 marzo CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA 11

13 12

14 Relazione degli Amministratori sulla gestione

15 Relazione degli Amministratori sulla gestione Situazione macroeconomica e settore di riferimento 1. Il giudizio delle performance di GEWISS ottenute nel corso dell esercizio 2007 non può prescindere dall analisi del contesto macroeconomico e del settore di riferimento in cui il Gruppo opera. In Italia, principale mercato di riferimento, il 2007 si è rilevato un anno di complessiva crescita economica anche se gli ultimi mesi hanno mostrato pericolosi segnali di contrazione che lasciano serie perplessità sul La crescita del Pil si è attestata su valori di poco inferiori al 2% confermando di fatto il trend di crescita del precedente anno. La produzione industriale a partire da settembre ha registrato un progressivo calo (come non accadeva da fine 2004); i consumi delle famiglie restano decisamente poco brillanti, riflettendo la dinamica stagnante del reddito disponibile; lo scenario inflazionistico ha subito un brusco impulso rialzista trainato dai rincari tariffari legati al costo del petrolio e dell energia; l accresciuto rischio di recessione negli USA rende il contesto internazionale meno favorevole per l export anche se i dati 2007 evidenziano ancora un contributo sostanzialmente positivo alla crescita del PIL. L economia europea ha chiuso il 2007 in rallentamento, frenata da un prezzo del petrolio elevato e dalla congiuntura mondiale indebolita dalla crisi USA. I dati statistici mostrano un PIL del +2,7% e previsioni per il 2008 inferiori al +2% con la minaccia sempre più concreta di ripercussioni negative derivanti dalla crisi dei mercati finanziari. A colpire, in modo particolare, il rallentamento tedesco che dopo un inizio d anno di elevate performance sta vivendo una congiuntura sfavorevole caratterizzata da bassi consumi e incremento dei prezzi: l anno nel suo complesso si chiude comunque con una crescita in linea con la media europea. Situazione ancora peggiore per la Francia che evidenzia un andamento simile a quello dell Italia; buona la crescita della Spagna con un PIL che si attesta su un incremento di quasi il 4% nonostante il rallentamento causato dal calo del settore immobiliare, principale motore della crescita economica degli ultimi anni. Principale causa scatenante delle turbolenze che si sono abbattute sull economia mondiale, gli USA chiudono un 2007 all insegna dell incertezza e con la performance peggiore dal La crisi del settore immobiliare ha contagiato i mercati finanziari e sta minacciando seriamente i consumi delle famiglie e l occupazione; resistono gli investimenti, l export e parzialmente la produttività sebbene sia reale il rischio di una fase economica recessiva. Le economie emergenti dei Paesi asiatici per il momento sembrano essere le sole immuni da immediati rischi di recessione: la Cina anche nel 2007 ha registrato una crescita superiore alle due cifre mentre l India si è attestata su valori leggermente inferiori. (1) Fonti: Il Sole 24 ore, ANIE e CABOTO. 14 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE

16 Il settore elettrotecnico, oltre a risentire delle sopra menzionate incertezze che stanno minacciando l attuale congiuntura economica internazionale, è influenzato in misura preponderante dell andamento del settore delle costruzioni. L effetto SUBPRIME, che ha generato tensione di liquidità nel sistema bancario e finanziario, sta influenzando negativamente il settore immobiliare prevalentemente USA ma anche quello europeo; il più importante mercato delle costruzioni europeo, quello spagnolo, ha evidenziato un importante frenata pur mantenendosi su valori positivi; anche in Italia si sta confermando il progressivo esaurirsi del ciclo d investimento immobiliare anche se resta molto dinamico il segmento delle ristrutturazioni. In Italia il settore continua a scontare il ritardo nell innovazione e nell adeguamento delle infrastrutture e per una sua crescita diventano fondamentali quegli interventi strutturali decisi e duraturi che sino ad oggi sono mancati. I dati disponibili del 2007 evidenziano una produzione industriale in significativo calo; il fatturato cresce nel suo complesso di circa 6 punti percentuali ma principalmente per un effetto prezzi e non in volume; gli ordini si mantengono sugli stessi livelli del Ciò che più preoccupa è comunque l andamento complessivamente negativo degli ultimi mesi del 2007 che di fatto ha eroso la discreta performance di inizio anno e ridimensionato le buone performance del 2006 che potevano far presagire ad una inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni caratterizzati da staticità. Se a questi elementi di incertezza si aggiungono le oramai consolidate tensioni sul lato dei costi che stanno minacciando la redditività del settore, l andamento sfavorevole del tasso di cambio con il dollaro che si ripercuote negativamente sulle esportazioni, si delinea un quadro che desta preoccupazione in tutti gli operatori della filiera. Nonostante il contesto macroeconomico incerto nei principali mercati di riferimento e nonostante il settore confermi un andamento non soddisfacente il Gruppo anche nel 2007 ha mostrato segnali di forte vitalità: il fatturato cresce in misura superiore rispetto alla media di settore e i principali indicatori di performance si mantengono su livelli di eccellenza e si riducono rispetto al 2006 esclusivamente per gli ingenti investimenti operati in ambito commerciale a supporto del lancio dei nuovi prodotti innovativi e nella struttura organizzativa a supporto della crescita dimensionale e dell internazionalizzazione. RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE 15

17 Attività del GRUPPO GEWISS nel Nel corso dell esercizio 2007 GEWISS ha sviluppato numerose attività indirizzate a perseguire il percorso strategico di crescita pianificato. In particolare il 2007 ha visto il Gruppo operare principalmente nelle seguenti aree d azione: Ricerca e Sviluppo: sono proseguite le attività legate al completamento dell innovativo sistema domotico Chorus e delle sue applicazioni più avanzate e internazionali. Nel comparto Energia la protezione si arricchisce dei dispositivi differenziali con rinnovata meccanica di riarmo ReStart PRO e versione PRO 4P, dei terminali per la distribuzione di energia Q-MC 63X, dei quadri CVX mentre l Illuminotecnica vede il completamento della gamma destinata alle installazioni stradali AVENUE e dei sistemi di illuminazione SATURNO e MERCURIO che utilizzano sorgenti luminose innovative in tema di rendimento e di risparmio energetico. Rete commerciale: gli obiettivi di sviluppo internazionale sono proseguiti con la costituzione delle società GEWISS GULF FZE (Emirati Arabi Uniti), GEWISS ROMANIA SRL E GEWISS CHILE LTDA. Promozione commerciale e comunicazione: a supporto e sostenimento del lancio commerciale dei prodotti innovativi dell offerta GEWISS sono stati sviluppati numerosi progetti di comunicazione e formazione caratterizzati da un rinnovato approccio al mercato e al consolidamento dei rapporti con l intera filiera elettrotecnica. La promozione commerciale ha visto GEWISS partecipare ai principali eventi fieristici internazionali: particolarmente significativa in termini di investimento e risorse dedicate la Fiera biennale Internazionale LivinLuce tenutasi a Milano nel mese di febbraio; è stato inoltre inaugurato Spazio Chorus, la casa domotica permanente che consente di presentare l innovativo prodotto ai visitatori del polo fieristico di Fiera Milano. Con l obiettivo di far conoscere agli utenti finali i benefici derivanti dalle soluzioni domotiche per la casa nel mese di ottobre è stata svolta una importante campagna promozionale su una primaria rete televisiva nazionale. Produzione e logistica: nell ottica del miglioramento costante dell efficienza industriale e dell internazionalizzazione della produzione sono stati completati rispettivamente i progetti di ampliamento e efficientamento del sito produttivo di Castel S. Giovanni (Italia) e Liernais (Francia). In particolare l ampliamento della struttura produttiva di Castel S. Giovanni ha portato ad una parziale ridefinizione e riorganizzazione produttiva del Gruppo con l accentramento della produzione di tubi e canaline e la chiusura del sito di Ardea (Roma) in cui si svolgevano analoghe produzioni. Si segnala infine che è in corso la riorganizzazione del sito produttivo di Ottfingen (Germania) con il completamento dei processi di automazione e relativa riduzione della forza lavoro. 16 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE

18 Risorse Umane: rafforzamento della struttura con l inserimento di nuove risorse (+4% negli ultimi 12 mesi); sono stati inoltre avviati importanti progetti in ambito organizzativo con l impiego anche di primari consulenti specialisti; è stato rivisto l organigramma aziendale per renderlo più confacente alla crescita internazionale del Gruppo. Investimenti, attività di ricerca e sviluppo, nuovi prodotti. Investimenti. Gli investimenti del Gruppo sono riepilogati nella tabella che segue: INVESTIMENTI - GRUPPO GEWISS (Migl ) Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Nel 2007 sono stati effettuati investimenti per un totale di 30,4 Mil che hanno riguardato in modo particolare la ricostruzione del sito produttivo di Liernais (Francia) nonché l ampliamento del sito produttivo di Castel San Giovanni (Italia) e lo sviluppo della progettazione/industrializzazione del sistema domotico Chorus. Attività di R&S e nuovi prodotti. Le attività di R&S continuano ad essere considerate da GEWISS al centro della mission aziendale e come elemento costante della propria gestione del business. Le risorse finanziarie impiegate a supporto del team di sviluppo (composto di risorse interne e di collaboratori di società esterne) anche per il 2007 hanno rappresentato oltre il 4% del fatturato. I progetti più importanti realizzati nel corso del 2007 hanno interessato il comparto dell Energia con i nuovi sistemi per la gestione più efficiente e sicura degli impianti elettrici in ambito residenziale e terziario (Chorus ed il dispositivo P-Comfort) nonché i prodotti volti a dare una risposta alle nuove sollecitazioni del mercato in ambito impiantistico (ReStart PRO 4P, i terminali Q-MC 63X, i quadri CVX 160E/630K e 46 Fast&Easy). Nel comparto dell Illuminotecnica sono da menzionare inoltre gli studi volti alla realizzazione di sorgenti luminose innovative in tema di rendimento e di risparmio energetico. Si segnala infine che ai sensi della Legge 296/06 art. 1 c e successive modifiche di cui alla Legge 244/07 art 1 c. 53 e 66 GEWISS SPA si intende avvalere del credito d imposta relativamente ad alcuni progetti RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE 17

19 di elevato contenuto innovativo, quali in particolare i progetti del comparto Domotica serie civile Chorus, del comparto Energia con Restart 4P e Restart 2P motorizzato, Blindo Luce, gli interruttori magnetotermici MTNA e del comparto Illuminotecnica con le lampade di emergenza STARTEC ed il proiettore SATURNO, Gamma polifunzionale. Per lo sviluppo dei progetti sopra indicati (le cui attività proseguiranno per alcuni di essi anche nel 2008) GEWISS ha sostenuto nell esercizio costi agevolabili per un importo di Migl Comunicazione e promozione. Nel corso del 2007 GEWISS ha sviluppato progetti di comunicazione e formazione che hanno permesso di consolidare il rapporto con i professionisti della filiera elettrotecnica e favorire la notorietà del marchio anche nei confronti degli utenti finali. L incontro con gli addetti del settore si è concretizzato in occasione delle manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali, con spazi espositivi che hanno presentato l offerta secondo le tre anime che la caratterizzano: domotica, energia e illuminotecnica. In particolare, in occasione dell'edizione 2007 di LivinLuce, la nuova INTEL, sono stati più di gli ospiti che hanno visitato i metri quadrati dello stand GEWISS. Il dialogo con il mercato si è ulteriormente consolidato grazie ai 500 corner espositivi installati in altrettanti punti di vendita del paese. Il sistema domotico internazionale Chorus e gli innovativi sistemi di protezione del comparto Energia sono stati protagonisti indiscussi anche della comunicazione affidata ai periodici d informazione specialistica, attraverso una campagna presente sulle riviste più lette di elettrotecnica, design/architettura ed istituzionali. Inoltre nel corso dell anno ha preso il via il Chorus & Din tour, il ciclo di incontri formativi/promozionali organizzati su tutto il territorio nazionale, in collaborazione con CEI e Confartigianato. Complessivamente GEWISS ha offerto nel corso dell anno più di 300 incontri formativi ai quali hanno partecipato più di professionisti fra installatori, distributori, progettisti, architetti e addetti all edilizia. Inoltre, per far conoscere agli utenti finali i benefici derivanti dalle soluzioni domotiche per la casa, nel mese di ottobre GEWISS è stata protagonista su una primaria rete televisiva nazionale. 18 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE

20 Risorse umane e sistemi informativi. Risorse umane. Dirigenti Quadri Impiegati Operai Personale in formazione impiegati Personale in formazione operai organico Media GRUPPO GEWISS GEWISS SPA VAR VAR. Età media Il GRUPPO GEWISS continua nella crescita del proprio patrimonio umano considerato l elemento chiave per la realizzazione ed il consolidamento delle proprie strategie di business con un organico che si attesta a persone (+4% sia il numero finale che il numero medio di dipendenti). Particolare attenzione viene posta allo sviluppo di questa risorsa intangibile attraverso il continuo aggiornamento delle politiche di gestione coerentemente con le esigenze di sviluppo aziendale. In termini di formazione professionale nel corso del 2007 sono proseguiti gli interventi di tipo manageriale rivolta a giovani neolaureati con l obiettivo di rafforzare le specifiche competenze, la crescita interna aziendale nonché le competenze linguistiche. In particolare nella direzione commerciale è stato realizzato un progetto specifico volto al rafforzamento delle competenze manageriali e tecniche sulla gestione del processo di vendita. Sono continuati gli ormai consolidati rapporti di collaborazione con il mondo scolastico ed universitario ed in particolare la partecipazione alle manifestazioni Synesis e la presentazione della nostra Società al Politecnico di Milano. RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE 19

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014 Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppoo Dada al 311 dicembre 2014 PROGETTO BILANCIO SEPARATO DADAA S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2014 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete.

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete. Comunicato Stampa aii sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 212: : Ricavi consolidati a 43,6 mln (+ 8% vs 1 semestre 211 1 ) MOL 2 a 6,1

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012 Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 311 dicembre 2012 BILANCIO SEPARATO DADA A S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2012 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione TXT e-solutions Group Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015 TXT e-solutions S.p.A. Sede legale, direzione e amministrazione: Via Frigia, 27 20126 Milano Capitale sociale: Euro 5.911.932 interamente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

ACEL Service S.r.l. BILANCIO D ESERCIZIO al 31.12.2014

ACEL Service S.r.l. BILANCIO D ESERCIZIO al 31.12.2014 Sede in Lecco - Via Amendola, n 4 Capitale Sociale 2.473.194 interamente versato Registro Imprese di Lecco n 02686430139 Rea C.C.I.A.A. di Lecco n 295486 BILANCIO D ESERCIZIO al 31.12.2014 Bilancio 2014

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014 MAILUP S.P.A. Reg. Imp. 01279550196 Rea 1743733 Sede in VIALE FRANCESCO RESTELLI 1-20124 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 200.000,00 i.v. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1 IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO dott.ssa Annaluisa Palma 1 Indice Il budget: documenti amministrativi in cui si estrinseca; Forma e contenuti del budget degli investimenti; Gli scopi

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli