ESTRATTO DEL DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESTRATTO DEL DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE"

Transcript

1 Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate GUGLIELMO MARCONI Gorgonzola (Milano) Via Adda 1 Tel. 02/ Fax 02/ Codice fiscale n ESTRATTO DEL DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE 5^A Informatica a.s. 2014/2015 1

2 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Materia: Insegnante: RELIGIONE FRIGERIO CLAUDIO Testo in uso: Andare oltre Moduli per il triennio Marinoni G. Cassinotti C. - Ed. Marietti scuola OBIETTIVI DIDATTICI CIRCA LA REALTA DELLA CHIESA: Conoscere: - cosa la Chiesa dice di sé circa le proprie origini ed il senso attribuito al proprio esistere; - l identità della Chiesa e il senso della sua struttura gerarchica; - le ragioni storiche e teologiche che hanno portato alle divisioni nella Chiesa tra Cattolici, Protestanti e Ortodossi; Saper sviluppare: - un giudizio critico che permetta di giungere ad una comprensione della Chiesa basata non sul si dice ma sui fatti, cioè nel maggior rispetto possibile degli uomini e della storia. CIRCA LE REALTA ULTIME (NOVISSIMI) Conoscere: - l'insegnamento della Chiesa Cattolica circa l'esito dell'esistenza umana; - gli elementi di logicità circa l'esistenza di inferno purgatorio e paradiso; - il significato esistenziale ed antropologico delle realtà ultime. CIRCA LA DIMENSIONE DEL DEMONIACO Conoscere: - la affermazione di esistenza data dalle religioni mediorientali (Ebraismo, Cristianesimo e Islam) delle realtà spirituali positive (angeli) e negative (diavoli); - l origine biblica delle figure angeliche e demoniache; - le differenti cause attribuite dalle religioni sopracitate all originarsi del Male in rapporto a Dio - conoscere la classificazione delle varie azioni demoniache indicate dalla religione cristiana cattolica (infestazione, vessazione, ossessione, possessione) e loro caratteristiche/significati. Saper sviluppare: - una coscienza critica ma aperta alla possibilità che la realtà superi il mondo manifesto e che il vero non si limiti al dimostrabile (verità scientifica). CONTENUTI DIDATTICI LE REALTA ULTIME (NOVISSIMI) Il senso della vita terrena secondo l'insegnamento della Chiesa Cattolica; L inferno, il purgatorio ed il paradiso non sono luoghi fisici ma situazioni esistenziali; Il significato di inferno, purgatorio e paradiso; L uomo è figlio adottivo di Dio, in Gesù Cristo, chiamato a corrispondere liberamente all amore di Dio (che è Padre). 2

3 LA REALTA DELLA CHIESA Perché la Chiesa: - Origine (Gesù) e fini (battezzare e annunciare il Vangelo) della Chiesa; Chi è la Chiesa: - Formata da uomini battezzati (popolo di Dio); - Il popolo si divide in clero e laici (christifideles laici); - Clero e laici: pari dignitas battesimale ma differenti responsabilità di servizio; - La dimensione gerarchica della Chiesa è dimensione di servizio (ministeriale); Cosa la Chiesa dice di se stessa: - Dimensione umana e divina; - La Chiesa una, santa, cattolica, apostolica : significato dei termini e confronto con la storia e la situazione attuale della Chiesa; Le differenti realtà della grande famiglia cristiana: - Una famiglia divisa in Cattolici, Protestanti e Ortodossi; - Le differenze principali a livello teologico; - Le motivazioni teologiche e storiche delle divisioni; - Il volere di Gesù (la Chiesa una e unica) e lo scandalo della divisione tra cristiani. LA DIMENSIONE DEL DEMONIACO Il rapporto stretto tra l affermazione della rivoluzione scientifica e il relegamento dello spirituale nella sfera del personale e del mondo dell irrazionale; La figura del diavolo nelle religioni dell uomo e suo significato; La ridicolizzazione della figura del diavolo e suo significato; Il duplice Principio divino nel Manicheismo; Il diavolo nell Ebraismo e nell Islam; Il diavolo nella religione cristiana: nomi e origine semantica; Il diavolo nella religione cristiana: origine angelica e motivi della sua caduta, identità, caratteristiche ed attività; Il Satanismo: - le differenti classificazioni (Luciferismo, Occultista, Razionalista) e loro caratteristiche; - Il significato antropologico del satanismo; - la figura del satanista; - satanismo e possessione. 3

4 Materia: Insegnante: ITALIANO CAROTI Elisabetta Libro di testo utilizzato: Cataldi, Angioloni, Panichi L esperienza della letteratura, vol. 3, tomi A e B, compresa Antologia della Divina Commedia, editore Palumbo. DIVINA COMMEDIA dal Paradiso : integrali il Canto I il Canto III e il XXXIII Parziali i Canti: XI, XV, XVII. Per il resto della Cantica si sono fatte brevi sintesi tematiche. LETTERATURA ROMANZI integralmente letti in estate a scelta tra: 1984 di G. Orwell, La coscienza di Zeno di Svevo Un anno sull altipiano di E. Lussu TRA 800 E 900: NATURALISMO E SIMBOLISMO QUADRO STORICO E CULTURALE pag 4 / 13 Focus Il dandy pag 13; Focus Estetismo pag 26 Scelta di autori e brani: D6 / 16 A. COMTE Gli stadi della conoscenza umana D3/ 18 C.DARWIN La bellezza della natura e la selezione naturale I MOVIMENTI E I GENERI LETTERARI DI FINE 800 pag 22 / 27 La Scapigliatura (pag 14 e pag 23) Il Naturalismo e il Verismo O. WILDE lettura integrale del romanzo Il ritratto di Dorian Grey (estetismo, edonismo, il dandy) IL ROMANZO E LA NOVELLA: la narrativa francese T1 / 39 G. FLAUBERT I comizi agricoli T2 / 44 E. ZOLA L inizio dell ammazzatoio Il Verismo e G. VERGA. Vita, opere, poetica. Il ciclo dei Vinti. Le nuove tecniche narrative. Da Vita dei campi, la novella Rosso Malpelo (da pag 115) Lettura integrale del romanzo Il Mastro Don Gesualdo LA POESIA IN EUROPA Simbolismo e Decadentismo (pag 25) L opera I fiori del male di C. BAUDELAIRE: pag 194 / 6 T2 / 199 L albatro T3 / 201 Corrispondenze La poesia decadente in Italia: G. D ANNUNZIO. Vita, opere, poetica. Superuomo, il vate e l esteta, il poeta-soldato, la vita come un opera d arte, panismo e Natura nell Alcyone. (pag 306 / 314) Focus il poeta-vate/il superuomo pag 14 Il Piacere: scheda pag 315 Brani T1 / 316 Andrea Sperelli, l eroe dell estetismo 4

5 T2 / 319 La conclusione del romanzo Poesie: dalle Laudi, Alcyone: scheda pag 326 T5 / 331 La pioggia nel pineto Dal Notturno : T7 / 337 Visita al corpo di Giuseppe Miraglia G. PASCOLI. Vita, opere, poetica: la poetica del nido, il fanciullino, il nazionalismo pascoliano (pag 270 / 4) Myricae: scheda pag 276 Brani in prosa: Il fanciullino ; La grande proletaria s è mossa (in fotocopie) Poesie: da Myricae: T2 / 277 Lavandare T3 / 279 X (10) Agosto T4 / 281 Temporale T5 / 282 Novembre T7 / 285 Il tuono LA CULTURA E L ARTE NEL PRIMO 900 Le Avanguardie artistiche e letterarie: lo sperimentalismo (soprattutto appunti + pag 16/9 Calligrammi e Futurismo: nuovi modi di espressione che portano alla grafica pubblicitaria Testo D1/20 T.F. MARINETTI Il manifesto del Futurismo La crisi della civiltà : la perdita delle certezze nel mondo moderno industriale. Influsso delle nuove scienze: Einstein e il relativismo, Freud e la psicanalisi, Bergson e il tempo come durata soggettiva per l uomo (soprattutto appunti + pag 27/8 Gli scrittori fondamentali: L. PIRANDELLO: vita, opere, poetica e visione della realtà. Novella: T6 / 121 Il treno ha fischiato e la focalizzazione multipla In teatro al Carcano di Milano spettacolo: La vita che ti diedi T1 / 104 brano dal saggio L umorismo : La differenza tra umorismo e comicità Il romanzo Il Fu Mattia Pascal : sintesi dei temi principali e appunti da pag 107 I. SVEVO: vita, opere, visione della realtà. La figura dell inetto, l antieroe del 1900 (pag 158 / 161) Brani: dal romanzo Una vita : T1 / 164 Le ali del gabbiano e il cervello dell inetto Dal romanzo Senilità : T2 / 169 Inettitudine e senilita L opera principale: La coscienza di Zeno (alcuni ragazzi l hanno scelta come lettura estiva). Schema sintetico a pag 175 / 7 Brani letti: T4 / 183 La proposta di matrimonio T6 / 196 La vita è una malattia La grande poesia del 900. Scelta di autori che hanno caratterizzato il secolo. In particolare, di ciascuno si è tracciato il percorso biografico e stilistico, soffermandosi solo su alcune poesie tra le più celebri. UNGARETTI: vita, opere e poetica. (pag 282 / 5) La sua dolorosa ma solidale visione dell uomo nella realtà. In particolare L allegria : scheda sintesi pag 286 / 7 Da Allegria di naufragi : 5

6 T1 / 288 In memoria T3 / 296 San Martino del Carso T6 / 301 Veglia MONTALE: vita, opere e poetica. Il male di vivere e il varco. (pag 360 / 5) Da Ossi di seppia le poesie: T1 / 366 I limoni T2 / 369 Meriggiare pallido e assorto T3 / 371 Non chiederci la parola T4 / 374 Spesso il male di vivere Da Satura / sezione Xenia : T 11 / 398 Ho sceso, dandoti il braccio, milioni di scale Da questo punto seguono alcuni argomenti che verranno affrontati dopo il giorno della pubblicazione di questo documento (12 maggio 2015). Si tratta di autori, brani, poesie e correnti culturali da considerare in modo veloce e meno approfondito, per sintesi e accenni, con letture sommarie. In particolare si cercherà di conoscere qualche testo del poeta Saba, i significati e le caratteristiche del Neorealismo (Unità 20), infine qualcosa su Letteratura e Industria (dall Unità 22). Qualora gli impegni di quest ultimo periodo dell anno impedissero la presente programmazione, non saranno richiesti nell orale. 6

7 Materia: Insegnante: STORIA CAROTI Elisabetta Libro di testo: Brancati Pagliarani Voci della storia e dell attualità, La Nuova Italia volume 3 Unità 1 Dal volume2: seconda metà 800 L imperialismo nel mondo Cenni all Italia dopo l Unità I tentativi delle colonie, il governo Crispi e la crisi di fine secolo Unità 2 Dal volume 3: L età di Giolitti La prima guerra mondiale La rivoluzione bolscevica in Russia Unità 3 Il primo dopoguerra: la crisi dello stato liberale italiano La crisi del 29 La nascita di una dittatura: il Fascismo in Italia Il dopoguerra in Germania: da Weimar al nazionalsocialismo La nascita del Nazismo, il regime totalitario di Hitler L Unione Sovietica: il socialismo reale, il regime totalitario di Stalin Unità 4 L Europa dal 1935 al 1939: verso il conflitto La seconda guerra mondiale La guerra degli Italiani, all interno del secondo conflitto mondiale Unità 5 Il secondo dopoguerra: superpotenze, bipolarismo e guerra fredda ; i momenti di crisi; la cortina di ferro in Europa, divisione della Germania e di Berlino, il muro Da questo punto seguono alcuni argomenti che verranno affrontati dopo il giorno della pubblicazione di questo documento (12 maggio 2015). Si tratta di argomenti del secondo 900, da considerare in modo veloce e meno approfondito, per sintesi e accenni. In particolare si cercherà di conoscere qualcosa su:. La decolonizzazione: aspetti principali del problema, alcuni casi particolari L Italia del dopoguerra, Costituzione, Repubblica parlamentare, governi e miracolo economico, il 1968 L Europa: nascita e sviluppo di un nuovo sistema economico politico Qualora gli impegni di quest ultimo periodo dell anno impedissero la presente programmazione, non saranno richiesti nell orale. 7

8 Materia: Insegnante: INGLESE CONTI Maurizio Testi in uso: Totally Connected Autore: C. Matassi M. Menchetti Editore: Clitt Eyewitness Autore: Redaelli - Invernizzi Editore: Pearson Module 3 The Information superhighway - The World Wide Web - ISP (Internet Service Provider) - Downloading software Module 5 - Operating System Module 6 - Languages - Main functions of Operating System - An Overview of Operating System - Types of Operating Systems - UNIX - Programming languages - Low level languages - The first generation: machine code - The second generation: assembly language - High level languages: the third generation: people-oriented programs Dal testo: Eyewitness Section 5 Europe : Ireland ( pag ) - Green Island - The mythical origins of the Irish (pag 36) - The Tuatha De Danann - The Celts - The Romans - Through the ages A timeline of Irish history - The middle ages (pag 38) - The potato famine and emigration - Independence and the republic - The Troubles ( pag. 39) - Hands across the divide (distribuzione fotocopie su questione irlandese). 8

9 Section 7 This land is my land (pag ) - The Us (pag.50) - Geography basics - A diverse population (pg. 51) Section 11 Colonial times (pag ) - The British Empire (pg. 96) - British India the jewel in the crown ( pg. 97) - Gandhi Section 13 The European Union ( pg ) - Motto: United in diversity ( pag. 120) - EU 27 - European citizens - European market: Historical overview ( pag. 121) - Further Information - Council of Europe Grammar Ripasso e consolidamento delle principali strutture grammaticali della lingua. 9

10 Materia: Insegnante: MATEMATICA CASAPOLLO LUCIA Testo in uso: LINEAMENTI DI MATEMATICA - Re Fraschini Grazzi Ed. ATLAS GEOMETRIA NELLO SPAZIO Rette e piani nello spazio perpendicolarità, parallelismo Teorema delle tre perpendicolari Poliedri regolari Principio di Cavalieri CALCOLO INTEGRALE Integrale definito di una funzione continua Integrale indefinito Funzione integrale e teorema fondamentale del calcolo formula di Newton Leibniz Calcolo di aree e volumi utilizzando gli integrali Integrazione numerica: metodo dei rettangoli metodo dei trapezi PROBABILITA E INFERENZA STATISTICA Fenomeni aleatori: spazio degli esiti ed eventi Probabilità e sue proprietà: probabilità contraria, totale, composta Legge delle alternative e teorema di Bayes Distribuzioni di probabilità discrete e continue - Funzione di ripartizione Valore atteso (speranza matematica) e varianza Distribuzione di Gauss Distribuzione campionaria Teorema del limite centrale 10

11 Materia: SISTEMI E RETI Insegnanti: RAVALLI Vittorio - PATTI Massimiliano Testi in uso: E. Baldino, R. Rondano, A. Spano Internetworking Juvenilia Scuola UNITA 1: LA CONFIGURAZIONE DEI SISTEMI IN RETE Il Bootstrap dei sistemi Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP): o Protocollo standard per l assegnazione dinamica degli indirizzi IP o Configurazione dinamica dell host o Molteplicità DHCP server o Gli stati del DHCP client o DHCP relay agent o DHCP for IPv6 (DHCPv6) o Modalità di comunicazione tra DHCPv6 Client e Server o La non sicurezza di DHCP UNITA 2: LE RETI PRIVATE VIRTUALI (VPN) Caratteristiche di una VPN Tipi di VPN o Remote-access VPN o Site-to-site VPN La sicurezza nella VPN o Autenticazione dell identità o Crittografia o Tunneling Protocolli per la sicurezza nelle VPN o IP Security (IPsec) o SSL/TLS (Secure Socket Layer / Transport Layer Security) o Confronto tra IPsec e SSL/TLS VPN di fiducia e VPN sicure o Trusted VPN o Secure VPN o Hybrid VPN UNITA 3: LA GESTIONE DELLA RETE E DEI SISTEMI La gestione delle reti o Il network management o La documentazione di rete o Gli strumenti per la gestione della rete o Traffic shaping Leaky bucket Token bucket La gestione di reti TCP/IP o La gestione a livello application o Il modello architetturale o Il protocollo SNMP o Le caratteristiche di SNMP 11

12 o o Il paradigma Fetch-store Le caratteristiche di SNMPv3 UNITA 4: LA SICUREZZA DELLE RETI E DEI SISTEMI La sicurezza dei sistemi informatici o Controllo degli accessi o Password o Sicurezza in rete o Crittografia a chiave simmetrica o Crittografia a chiave asimmetrica Gateway e servizi integrati: o Proxy server o Firewall o NAT o DMZ UNITA 5: PROGETTARE STRUTTURE DI RETE La struttura della rete o Topologia fisica o Mezzi trasmissivi o Apparati di rete Il cablaggio strutturato delle LAN o Lo standard ISO/IEC o I centro stella e le dorsali La collocazione dei server virtuali e dedicati o I data center interni ed esterni all azienda o Le server farm e i servizi offerti o La virtualizzazione dei server UNITA 6: PROGETTARE INFRASTRUTTURE DI RETE Le soluzioni server di windows server 2012 L architettura cloud o Le caratteristiche del cloud computing o I modelli di servizio del cloud computing o I modelli di distribuzione del cloud computing 12

13 Materia: INFORMATICA Insegnante TIRITICCO Lolita PATTI Massimiliano Testo in uso: Jacobelli, Ajme, Marrone - EPROGRAM Juvenilia Scuola Dal Tomo B del libro di testo: Dall Unità 12 HTML I comandi HTML: liste, tabelle, link ipertestuali, frame I Form; casella di testo, pulsante di comando Casella di controllo Radio button, listbox Javascript Gli script Definizione, attivazione ed altre modalità di uno script I moduli: pulsanti, casella di testo, password Checkbox, pulsanti opzione, elenchi a discesa. Dal libro di testo Unità 1 Basi di dati Il sistema EDP Eliminazione delle ridondanze e delle inconsistenze Integrità dei dati Architettura: modello ANSI/SPARC Indipendenza logica e fisica Linguaggi ed utenti: DDL, DML, gli utenti I modelli: classificazione, modello a grafo, gerarchico, reticolare, relazionale e object oriented. Sicurezza nelle basi di dati: privatezza ed integrità logica. Unità 2 Progettare una basi di dati La progettazione di un DB: dati ed informazioni, fasi della progettazione Modello concettuale E/R: descrizione dei dati, Associazioni e Gerarchie. Progettare un database Associazione con attributi, loro descrizione Schemi e sottoschemi Unità 3 Basi di dati relazionali Modello relazionale: le tabelle e l identificazione dei record. Ristrutturazione dello schema E/R e traduzione in entità Traduzione delle associazioni nel modello logico: la rappresentazioe delle associazioni. Operatori relazionali Algebra relazionale: operazioni sulle tabelle relazionali ed insiemistiche. Normalizzazione: il concetto di normalizzazione La prima forma normale Dipendenze funzionali La seconda forma normale La terza forma normale Forma normale di Boyce-Codd o BCNF. Vincoli di integrità. Unità 4 Il linguaggio SQL Definire lo schema: Creazione di tabelle, creare un indice e come utilizzare SQL Modificare lo schema 13

14 Istruzione SELECT con clausola WHERE Altri usi di SELECT L operazione di JOIN Tipi di JOIN: left join, right join e self join Funzioni predefinite Ordinamento Raggruppamento Operazioni complesse: interrogazioni nidificate Subquery complesse. UNION, INTERSECT e MINUS Le viste e la loro gestione. Sicurezza dei dati: GRANT, REVOKE e TRIGGER. Le transazioni. Unità 5 Il linguaggio PHP (Hypertext Preprocessor) e Access con PHP Il dialogo con l utente. La programmazione server side. Il linguaggio PHP. La sintassi PHP. I tipi di dati. Costanti, variabili, operatori. Le strutture di controllo. Funzioni, array, file. Script per la gestione dei dati inviati dal browser. Permanenza dei dati ed il controllo del flusso. Il progetto di un sito. Collegamento al server, visualizzazione dei dati, inserimento e modifica. 14

15 Materia: GESTIONE PROGETTO ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Insegnante: TIRITICCO Lolita - PATTI Massimiliano Testo in uso Iacobelli, Cottone, Gaido, Tarabba GESTIONE PROGETTO ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Testo per modulo CLIL Unita 2 - Capitolo 3 del libro Project Management from Simple to Complex Saylor Academy Testo per le unità 3 e 4 Ollari, Meini, Formichi Gestione, progetto e organizzazione di impresa Unità 1 Pianificazione e sviluppo dei progetti e previsioni costi di progetto Definizione di progetto e sue caratteristiche Definizione e obiettivi del Project Management Definizione, necessità del PM per le criticità ed il suo potere predittivo. Assegnazione delle responsabilità e la rappresentazione reticolare Il ciclo di vita del progetto Ambiti di applicazione del PM ed esempi di cicli di vita dei progetti Cenni storici su Project Management PM nell antichità PM moderno: Taylorismo, Gantt ed il suo diagramma Seconda guerra mondiale: Oppenheimer Dopoguerra: PERT e CPM Ingegneria gestionale: Archibald e Hans Lang Anni 60 Fasi principali del Project Management Le cinque fasi: Avvio Pianificazione Programmazione Controllo Chiusura Strutture organizzative di progetto Struttura funzionale Struttura funzionale modificata e problemi delle strutture funzionali Struttura divisionale Struttura a matrice Il modello per progetti Unità 2 Project Phases and Organization Project Phases 15

16 Initiation Planning Execution Closeout Project organization Project Sponsor Project Manager Project Control Project Procurement Commodity Procurement Procurement for Vendors Partnership Technical Management Project Administration Using the Darnall-Preston Complexity Index ( DPCI) to measure organizational complexity Size Organizational Complexity Technology Newness Technology Familiarity Tips for assigning a score Unità 3 Organizzazione di impresa Economia e microeconomia Economia classica Scuola neoclassica Scuola Keynesiana Monetarismo Il modello microeconomico marginalista Micro e macro economia Domanda Curva di domanda, spostamento sulla curva con aumento del reddito Offerta Curva di offerta, curva lineare o meno Azienda e concorrenza Costo, ricavo e profitto Concorrenza perfetta Mercato e prezzo Domanda ed offerta di mercato Prezzo di equilibrio Legge della domanda e dell offerta, eccesso di domanda e di offerta Azienda e profitto Costi fissi e variabili Curva dei costi e ricavi Costo e ricavo marginale, calcolo del massimo profitto Il bene informazione Bene informazione o bene esperienza Economia di scala, e costo medio di produzione Tecniche di discriminazione del prezzo: Mass Customization, Versioning, Bundling Switching cost e lock-in (costo di cambiamento e blocco economico) 16

17 Costi della ricerca, degli impegni contrattuali, di sostituzione di beni durevoli, per l acquisto di beni complementari e di learning e training Economia di scala e di rete Economia di rete e monopolio temporaneo Outsourcing Make or buy Unità 4 Le certificazioni ISO/IEC 27001: Sicurezza informatica Certificazioni e qualità Sistem di gestione della qualità, qualità totale, ISO, IAF Certificazioni ICT UNI EN ISO 9001:2008, UNI CEI ISO/IEC :2011, UNI CEI ISO/IEC 27001:2006 UNI EN ISO 14001:2004, BS OHSAS 18001:2007 ITIL, COBIT 5, MOF, CAPM, EUCIP, ECDL 17

18 Materia: Insegnante T.P.S.I. SGOBBI Lorenzo- ZAGAMI Giuseppe Testo in uso: PROGETTAZIONE TECNOLOGIE IN MOVIMENTO quinto anno Autori: Iacobelli Baldino Beltramo - Rondano Editore: Juvenilia Scuola UNITÀ DIDATTICA 1 - Progettare sistemi sicuri - Principi base di sicurezza nei sistemi informatici (password, back-up, ) - Steganografia e criptografia (definizione e cenni storici) - Criptazione a chiave simmetrica - Criptazione a chiave asimmetrica (chiave pubblica) - Firma digitale - Posta elettronica certificata (PEC e marca temporale) - Gateway e servizi integrati (Proxy, Firewall, NAT e DMZ) - I principali tipi di attacco informatico (virus, phishing, DoS, DDoS,...) UNITÀ DIDATTICA 2 - Progettare interfacce - La rappresentazione della conoscenza (rete semantica, reti basate sull'esperienza, le metafore) - Interagire con le interfacce (interazione azione-oggetto ed oggetto-azione, short-cut) - Compilazione di form (maschere di editing) - Navigazione per mezzo di menù (pull-down, pop-up, contestuali) - I controlli (caselle di riepilogo, barre degli strumenti, check-box, radio-button, finestre di dialogo modali e non) - Altri strumenti di interazione (colore, suono, immagini, video) - Localizzazione (best practise) - Il supporto a disabili (limitazioni visive, disabilità motoria) UNITÀ DIDATTICA 3 - La progettazione di siti web - Analisi (modello a cascata, modello a spirale) - Progettare il sito (strutture multisequenziali, griglia, gerarchica, libera) - Progettazione grafica del sito (visual design, componenti della pagina web) - Sviluppo del sito (oggetti interfaccia ed oggetti di business) - Pubblicazione ed aggiornamento (deploy, test d'usabilità, analisi statistiche, promozione) - Esempio di progetto di un sito - Sviluppo del progetto: struttura ed intestazione - Sviluppo del progetto: completamento - L'uso dei CMS (Content Management System): definizione, caratteristiche e tipologie - Architetture per il software multi-tier (N-tier, SOA, Application server) - Il pattern MVC (Model-View-Controller) UNITÀ DIDATTICA 4 - Applicazioni mobili (CENNI; in fase di svolgimento all atto della stesura del presente documento) - Caratteristiche e problematiche - Il sistema operativo Android (componenti dell'architettura: kernel, libraries, application framework, application) - Esempi 18

19 LABORATORIO - Installazione ed utilizzo di hardware (smart-card e lettore) e software (CRS manager e PdC Regione Lombardia) per accedere a servizi on-line autenticandosi con la Carta Regionale (o Nazionale) dei Servizi - Installazione, configurazione, parametrizzazione ed utilizzo di CMS (Joomla, Drupal e Wordpress) - Progetto V anno: applicazione C/S (trasversalmente alle materie di Informatica e Sistemi) - Installazione di IDE ed SDK per sviluppare app (JDK, Eclipse, Android Studio, Android SDK manager, AVD manager) 19

20 Materia: Insegnante: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CROTTI Franco Testo consultato: In Movimento - Marietti Scuola CONTENUTI DISCIPLINARI -attività ed esercizi a carico naturale con approfondimento del lavoro di base; -attività ed esercizi eseguiti con varietà di ampiezza e di ritmo in situazioni spaziotemporali differenti; -attività di atletica leggera. Proposta di gesti finalizzati: corse, salti e lanci; -attività sportiva di squadra atta a sperimentare le tecniche individuali e a conquistare una maggiore consapevolezza del proprio ruolo in un contesto di gioco di squadra ( pallavolo, calcio a cinque, pallacanestro ) STRUMENTI -Palestra - piccoli e grandi attrezzi -Palestra spazi esterni - Pista di atletica - Palestra, campi esterni e palloni -organizzazione attività (gestione arbitraggio tornei) -attività sportive non usuali (badmintonunihockey corsa di orientamento) - Attrezzatura adeguata -tennis tavolo esercitazioni e tornei -Informazioni relative a: - teoria dell allenamento - pronto soccorso - SPORT DI SQUADRA: pallacanestro,pallavolo, calcio a cinque - SPORT INDIVIDUALI: atletica leggera, tennis tavolo, badminton - PILASTRI DELLA SALUTE (attività fisica-educazione alimentare) - Regolamento giochi sportivi svolti -Approfondimenti su argomenti scelti dallo studente (tesina) Nelle proposte fatte è stato utilizzato prevalentemente il metodo globale di tipo induttivo per favorire l interiorizzazione e la riflessione sul gesto motorio, la plasticità di adattamento alle varie situazioni ed evitare l istaurarsi di rigidi stereotipi motori. Per alcuni apprendimenti tecnici è stato utilizzato un metodo più analitico. 20

21 21

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A U SEI 17,75 No No Mo ITALIANO GRAMMATICA 9788842448839 GINI GIANNI / SINGUAROLI MASSIMILIANO GRAM.COM / EDIZIONE BLU - VOL. UNICO U B.MONDADORI 25,20 No Si No ITALIANO ANTOLOGIE 9788826814865

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos L Autore Lino Fornaro, Security Consultant Amministratore

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli