2. AVVERTENZE GENERALI 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. AVVERTENZE GENERALI 1"

Transcript

1 2. AVVERTENZE GENERALI REPERIBILITÀ DEI MODELLI - VERSAMENTI E RATEIZZAZIONI Reperibilità dei modelli I modelli di dichiarazione IVA e le relative istruzioni non vengono stampati dall amministrazione finanziaria ma sono resi gratuitamente disponibili in formato elettronico e possono essere prelevati dal sito internet dell agenzia delle entrate e dal sito del ministero dell economia e delle finanze nel rispetto delle caratteristiche tecniche stabilite nel provvedimento di approvazione. Si precisa che i suddetti modelli possono essere stampati in bianco e nero. Approvazione dei modelli Ai sensi dell art. 8 co. 1 del DPR 322/98, la dichiarazione annuale IVA deve essere redatta su modelli conformi a quelli approvati con provvedimento dell Agenzia delle Entrate. I modelli di dichiarazione IVA e le relative istruzioni di compilazione devono essere approvati dall Agenzia delle Entrate entro il 15 gennaio dell anno successivo a quello di riferimento. Per effetto dell art. 1 co. 361 della L n. 244 (Finanziaria 2008), i provvedimenti dell Agenzia delle Entrate, tra cui quelli che approvano i nuovi modelli di dichiarazione, non devono più essere pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, ma solo sul relativo sito Internet (www.agenziaentrate.gov.it). Disponibilità dei modelli I modelli di dichiarazione IVA, comprese le relative istruzioni, possono essere: scaricati dal sito Internet dell Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it) o del Ministero dell Economia e delle Finanze (www.finanze.gov.it), dove sono resi disponibili gratuitamente in formato elettronico; prelevati da altri siti Internet, a condizione che abbiano le previste caratteristiche tecniche e rechino l indirizzo del sito dal quale sono stati prelevati, nonché gli estremi del provvedimento di approvazione; stampati con sistemi tipografici, nel rispetto delle previste caratteristiche tecniche; stampati in bianco e nero mediante l utilizzo di stampanti laser o di altri tipi di stampanti che garantiscano la chiarezza e la leggibilità dei modelli stessi nel tempo. Versamenti e rateizzazione L IVA dovuta in base alla dichiarazione annuale deve essere versata entro il 16 marzo di ciascun anno nel caso in cui il relativo importo superi euro 10,33 (10,00 euro per effetto degli arrotondamenti effettuati in dichiarazione). Si ricorda che in tutti i casi in cui il termine di pagamento cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo. Importo minimo del saldo IVA Ai sensi dell art. 3 del DPR n. 126, il versamento del saldo IVA risultante dalla dichiarazione annuale non è dovuto se il relativo importo non supera 10,33 euro. Pertanto, considerando l arrotondamento all unità di euro che deve essere effettuato in dichiarazione, l importo minimo da versare è pari a 11,00 euro. Scadenza di versamento del saldo IVA Ai sensi dell art. 6 del DPR n. 542, il versamento del saldo IVA risultante dalla dichiarazione annuale deve avvenire entro il 16 marzo dell anno successivo a quello di riferimento. Il saldo IVA relativo al 2016 deve quindi essere versato entro il Facoltà di differimento entro il termine di versamento delle imposte sui redditi Il versamento del saldo IVA può essere differito entro il termine stabilito dal nuovo art. 17 del DPR 435/2001 per il versamento delle imposte sui redditi, corrispondendo le previste maggiorazioni (si veda oltre). 1 Commento a cura di Corinna Cosentino, Simonetta La Grutta e Massimo Negro. 33

2 Nuovi termini di versamento delle imposte sui redditi L art. 7-quater co. 19 del DL n. 193, conv. L n. 225, ha infatti modificato i termini per i versamenti del saldo e della prima rata di acconto derivanti dai modelli REDDITI e IRAP, previsti dall art. 17 del DPR 435/2001. Persone fisiche e società di persone Nei confronti delle persone fisiche, delle società di persone e dei soggetti equiparati (es. studi professionali associati), le nuove scadenze per il versamento del saldo e della prima rata di acconto delle imposte derivanti dai modelli REDDITI e IRAP, sono stabilite: al 30 giugno, invece del giorno 16, senza la maggiorazione dello 0,4%; al 30 luglio, invece del giorno 16, con la maggiorazione dello 0,4%. Resta infatti applicabile il disposto secondo cui i versamenti possono essere effettuati entro il trentesimo giorno successivo ai termini previsti, maggiorando le somme da versare dello 0,4% a titolo di interesse corrispettivo. Ad esempio, considerando una persona fisica o una società di persone, i termini di versamento del saldo relativo al 2016 e del primo acconto del 2017 scadranno: il , senza la maggiorazione dello 0,4%; oppure il (in quanto il 30 luglio cade di domenica), con la maggiorazione dello 0,4%. Soggetti IRES In relazione ai soggetti IRES, i versamenti del saldo e della prima rata di acconto delle imposte derivanti dai modelli REDDITI e IRAP devono ora essere effettuati entro l ultimo giorno (invece del giorno 16) del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d imposta, ferma restando la possibilità di differire il versamento di 30 giorni, con la maggiorazione dello 0,4% a titolo di interesse corrispettivo. In relazione ai soggetti IRES solari, i nuovi termini sono, quindi, stabiliti al 30 giugno (senza maggiorazione dello 0,4%) e al 30 luglio (con maggiorazione dello 0,4%), analogamente alle persone fisiche e alle società di persone. Per i soggetti IRES che approvano il bilancio oltre il termine di 4 mesi dalla chiusura dell esercizio (ad esempio avvalendosi delle disposizioni contenute nell art co. 2 c.c.), i suddetti versamenti devono ora avvenire entro l ultimo giorno del mese successivo a quello di approvazione del bilancio, invece che entro il giorno 16, ferma restando la possibilità di differire il versamento di 30 giorni, con la maggiorazione dello 0,4% a titolo di interesse corrispettivo. Ad esempio, considerando una società di capitali con esercizio sociale coincidente con l anno solare chiuso il e approvazione del bilancio il , i termini di versamento del saldo relativo al 2016 e del primo acconto del 2017 scadranno: il , senza la maggiorazione dello 0,4%; oppure il , con la maggiorazione dello 0,4%. Sulla base dei chiarimenti che erano stati forniti dalla circ. Agenzia delle Entrate n. 54 ( 17.3): se la società approva il bilancio in seconda convocazione, ma entro il termine stabilito dalla legge, ai fini del versamento rileva la data effettiva di approvazione del bilancio; se, invece, la data della seconda convocazione è successiva al termine fissato per l approvazione del bilancio, il versamento deve essere effettuato entro l ultimo giorno (invece che entro il giorno 16) del mese successivo alla scadenza di tale termine. Qualora il bilancio non sia approvato nel termine stabilito, i versamenti devono comunque essere effettuati: entro l ultimo giorno (invece che entro il giorno 16) del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d imposta, se il bilancio doveva essere approvato entro 4 mesi dalla chiusura dell esercizio; entro l ultimo giorno (invece che entro il giorno 16) del mese successivo a quello di scadenza del termine per l approvazione, se, in base a disposizioni di legge, il bilancio doveva essere approvato oltre il termine di 4 mesi dalla chiusura dell esercizio. Anche in tali casi, resta ferma la facoltà di versamento entro i successivi 30 giorni, con la maggiorazione dello 0,4% a titolo di interesse corrispettivo. 34

3 Differimento dei termini per il periodo feriale L art. 3-quater del DL n. 16, conv. L n. 44, inserendo il co. 11-bis nell art. 37 del DL n. 223, conv. L n. 248, ha messo a regime il differimento al 20 agosto dei termini per i versamenti che scadono nel periodo dal 1 al 20 agosto di ogni anno. Poiché nel 2017 il 20 agosto cade di domenica, il termine è ulteriormente differito a lunedì 21 agosto. I contribuenti possono versare in unica soluzione ovvero rateizzare ai sensi dell art. 20 del d.lgs. 9 luglio 1997, n Il versamento può essere differito alla scadenza prevista per il versamento delle somme dovute in base alla dichiarazione dei redditi, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo d interesse per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo, tenendo conto dei termini di versamento previsti dall art. 17, comma 1, del d.p.r. n. 435/2001 (artt. 6, comma 1, e 7, comma 1, lett. b), del d.p.r. n. 542 del 1999, come modificati dall art. 7-quater, comma 20, del decreto-legge n. 193 del 2016, convertito, con modificazioni, dalla legge 1 dicembre 2016, n. 225). Versamento del saldo IVA 2016 entro il termine di versamento delle imposte sui redditi A seguito dell abolizione della dichiarazione unificata dei redditi e IVA a decorrere dal periodo d imposta 2016, l art. 7-quater co. 20 del DL n. 193, conv. L n. 225, ha modificato i termini relativi al versamento del saldo IVA, di cui all art. 6 del DPR n In relazione al versamento del saldo IVA, infatti: da una parte, viene confermata, come regola generale, la scadenza del 16 marzo; dall altra, viene prevista la possibilità di differirlo entro il termine stabilito dal nuovo art. 17 del DPR n. 435 per il versamento delle imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi (es. IRPEF o IRES), maggiorando le somme da versare degli interessi nella misura dello 0,4% per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo. Pertanto, i soggetti che non effettuano il pagamento del saldo IVA relativo al 2016 entro il , possono provvedervi entro il termine previsto per il versamento delle imposte sui redditi, maggiorando le somme da versare degli interessi nella misura dello 0,4% per ogni mese o frazione di mese successivo al Se il versamento del saldo IVA viene ulteriormente differito rispetto al termine di pagamento senza interessi delle imposte sui redditi, l ulteriore maggiorazione dello 0,4%, ai sensi dell art. 17 del DPR n. 435, si applica sull importo dovuto già maggiorato dello 0,4% per ogni mese o frazione di mese successivo al Esempi Un professionista che ha presentato la dichiarazione IVA relativa al 2016 entro il , ma non ha provveduto a versare il saldo IVA 2016 entro il : se provvede al relativo versamento entro il , deve maggiorarlo dell 1,6% (0,4% per i periodi 17 marzo - 16 aprile, 17 aprile - 16 maggio, 17 maggio - 16 giugno e 17 giugno - 30 giugno); se, invece, provvede al relativo versamento entro il (in quanto il 30 luglio cade di domenica), deve maggiorarlo dell 1,6% per il differimento fino al e sull importo del saldo IVA comprensivo della suddetta maggiorazione dell 1,6% è dovuta l ulteriore maggiorazione dello 0,4% per il differimento dal al Considerando invece una srl con esercizio coincidente con l anno solare, che ha approvato il bilancio 2016 a giugno 2017: se versa il saldo IVA 2016 entro il (termine ordinario per il versamento del saldo IRES), deve maggiorarlo del 2% (0,4% per i periodi 17 marzo - 16 aprile, 17 aprile - 16 maggio, 17 maggio - 16 giugno, 17 giugno - 16 luglio e 17 luglio - 31 luglio); se, invece, versa il saldo IVA 2016 entro il , deve maggiorarlo del 2% per il differimento fino al e sull importo del saldo IVA comprensivo della suddetta maggiorazione del 2% è dovuta l ulteriore maggiorazione dello 0,4% per il differimento dal al Soggetti non solari Fino al 2016, la possibilità di differire il versamento del saldo IVA rispetto alla scadenza ordinaria del 16 marzo era collegata alla presentazione della dichiarazione unificata ai fini delle imposte sui redditi 35

4 e dell IVA (modello UNICO), che presupponeva la presenza di un periodo d imposta coincidente con l anno solare ai fini delle imposte dirette. In relazione alla nuova disciplina, dovrà essere chiarito se la possibilità di differimento del versamento del saldo IVA è applicabile anche da parte dei soggetti non solari ai fini delle imposte dirette, dato che ai fini IVA il periodo d imposta è sempre coincidente con l anno solare. Esempio Una srl con periodo d imposta, ai fini delle imposte dirette, dall al , che approva il bilancio nei termini ordinari, deve effettuare i versamenti IRES a saldo: entro il , in quanto il (ultimo giorno del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d imposta) e l sono festivi, senza la maggiorazione dello 0,4%; oppure entro l (30 giorno successivo al ), con la maggiorazione dello 0,4%. Appare infatti dubbio che il saldo IVA relativo all anno 2016, che scade il , possa essere differito fino alle suddette date del e dell Sul punto sono quindi necessari chiarimenti ufficiali. Rapporti tra la maggiorazione dello 0,4% e la compensazione tra debiti e crediti Se il contribuente effettua il versamento del saldo IVA entro i termini previsti per il versamento delle imposte dirette, con la maggiorazione dello 0,4% per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo, ed effettua la compensazione fra debiti e crediti d imposta di pari importo, non è tenuto a corrispondere: la suddetta maggiorazione; né l eventuale ulteriore maggiorazione dello 0,4% prevista dal citato art. 17 del DPR 435/2001. Nel caso in cui l importo delle somme a debito sia superiore a quello delle somme a credito, invece, le predette maggiorazioni si applicano alla differenza fra il primo e il secondo di tali importi e vanno versate unitamente all imposta. Pertanto, se l importo dei crediti disponibili che è possibile utilizzare in compensazione è superiore a quello delle somme a debito da versare: le maggiorazioni dello 0,4% non sono dovute; occorre compilare il modello F24 utilizzando i crediti in compensazione fino a concorrenza degli importi a debito da versare (senza maggiorazioni); occorre presentare il modello F24 a saldo zero. Se, invece, l importo dei crediti disponibili che è possibile utilizzare in compensazione è inferiore a quello delle somme a debito da versare: le maggiorazioni dello 0,4% sono dovute solo sull eccedenza di importi a debito come risultante a seguito della compensazione effettuata; tali maggiorazioni devono essere versate unitamente all imposta, senza una separata indicazione. In tal caso, appare opportuno: presentare un primo modello F24 a saldo zero, in cui indicare le compensazioni effettuate; presentare un ulteriore modello F24 in cui indicare il versamento dell eccedenza di importi a debito rispetto ai crediti disponibili utilizzati in compensazione, con le previste maggiorazioni. Esempio Qualora un professionista abbia un credito IRPEF risultante dalla dichiarazione REDDITI 2017 PF pari a 2.000,00 euro e debba, invece, versare un saldo IVA per il 2016 di 5.000,00 euro: se il saldo IVA viene versato entro il , l importo da versare è pari a 3.000,00 euro (5.000, ,00) e su tale importo deve essere calcolata la maggiorazione dell 1,6% (0,4% per ogni mese successivo al , fino al ), pari quindi a 48,00 euro (3.000,00 1,6%); il saldo IVA da versare, comprensivo della suddetta maggiorazione, è quindi pari a 3.048,00 euro; il restante importo di 2.000,00 euro, senza maggiorazione, viene invece compensato con il credito IRPEF; se, invece, il saldo IVA viene versato entro il (in quanto il 30 luglio cade di domenica), il suddetto importo di 3.048,00 euro (comprensivo della maggiorazione dell 1,6%) deve essere ulteriormente maggiorato dello 0,4%; il saldo IVA da versare, comprensivo delle suddette maggiorazioni, è quindi pari a 3.060,19 euro (3.000,00 1,016 1,004); il restante importo di 2.000,00 euro, senza maggiorazioni, viene invece compensato con il credito IRPEF. 36

5 Rateizzazione del versamento del saldo IVA Ai sensi dell art. 20 del DLgs n. 241, il contribuente può scegliere di rateizzare i versamenti a saldo di imposte derivanti dalla dichiarazione, mediante rate mensili di pari importo. Il numero delle rate mensili è scelto dal contribuente, tenendo però conto che il versamento rateale deve concludersi nel mese di novembre, dunque il numero delle rate non può essere: superiore a 9, per pagamenti iniziati entro il ; superiore a 6, per pagamenti iniziati entro il ; superiore a 5, per pagamenti iniziati entro il ; superiore a 4, per pagamenti iniziati entro il Tale disciplina è quindi applicabile anche al versamento del saldo IVA. Indicazione delle rate nel modello F24 L indicazione delle rate nel modello F24 avviene mediante un codice numerico composto da quattro cifre, di cui: le prime due, indicano la rata che si sta pagando (es. 01 per la prima rata, 02 per la seconda rata, ecc.); le altre due, invece, indicano il numero di rate prescelto (es. 04 per un versamento in 4 rate, 05 per la rateizzazione in 5 rate, ecc.). Ad esempio, la prima di 5 rate va indicata con 0105, la seconda di 6 rate con 0206, la nona di 9 rate con 0909, ecc. Scadenza delle rate Per i contribuenti titolari di partita IVA: la prima rata scade il giorno stabilito per il versamento in unica soluzione del saldo; le rate successive alla prima, invece, scadono il giorno 16 del mese. Pertanto, in caso di rateizzazione del saldo IVA relativo al 2016 a partire dalla scadenza ordinaria del , la prima rata scade il e le rate successive alla prima, in caso di rateizzazione massima (ossia 9 rate), scadono invece: il (in quanto i giorni 16 e 17 sono festivi); il ; il ; il (in quanto il giorno 16 cade di domenica); Se, invece, il versamento del saldo IVA 2016 viene differito al , la prima rata scade il e le rate successive alla prima, in caso di rateizzazione massima (ossia 6 rate), scadono invece: il (in quanto il giorno 16 cade di domenica); Se, invece, il versamento del saldo IVA 2016 viene ulteriormente differito al (in quanto il giorno 30 cade di domenica), la prima rata scade il e le rate successive alla prima, in caso di rateizzazione massima (ossia 5 rate), scadono invece: 37

VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2010

VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2010 Circolare informativa per la clientela n. 7/2011 del 24 febbraio 2011 VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2010 In questa Circolare 1. Versamento del saldo Iva 2010 Modalità 2. Differimento del versamento

Dettagli

Pagamento delle imposte: modifica delle scadenze

Pagamento delle imposte: modifica delle scadenze CIRCOLARE A.F. N.7 del 18 Gennaio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Pagamento delle imposte: modifica delle scadenze Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che la Legge di conversione

Dettagli

del 15 giugno 2012 Proroga dei termini di versamento - Differimento delle scadenze di agosto 2012 INDICE

del 15 giugno 2012 Proroga dei termini di versamento - Differimento delle scadenze di agosto 2012 INDICE Circolare n. 20 del 15 giugno 2012 Proroga dei termini di versamento - Differimento delle scadenze di agosto 2012 INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 2 2.1 Persone

Dettagli

N. 75 FISCAL NEWS. Saldo Iva

N. 75 FISCAL NEWS. Saldo Iva a cura di Antonio Gigliotti N. 75 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale Saldo Iva 2009 25.02.2010 Categoria Sottocategoria Entro il prossimo 16.3 i soggetti tenuti alla presentazione

Dettagli

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 21/2015

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 21/2015 Como, 12.6.2015 INFORMATIVA N. 21/2015 Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE 1 PREMESSA... pag. 2 2 PROROGA DEI VERSAMENTI COLLEGATI ALLE DICHIARAZIONI... pag. 2 2.1 CONTRIBUENTI

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Roma, 21 giugno 2012

RISOLUZIONE N. 69/E. Roma, 21 giugno 2012 RISOLUZIONE N. 69/E Direzione Centrale Normativa Roma, 21 giugno 2012 OGGETTO: Differimento, per l'anno 2012, dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai contribuenti. Effetti sul piano di rateazione

Dettagli

CIRCOLARE n. 7 del 12/06/2013. UNICO 2013 PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO e DIFFERIMENTO DELLE SCADENZE DI AGOSTO 2013

CIRCOLARE n. 7 del 12/06/2013. UNICO 2013 PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO e DIFFERIMENTO DELLE SCADENZE DI AGOSTO 2013 \ CIRCOLARE n. 7 del 12/06/2013 UNICO 2013 PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO e DIFFERIMENTO DELLE SCADENZE DI AGOSTO 2013 INDICE 1. PREMESSA 2. PROROGA DEI VERSAMENTI COLLEGATI ALLE DICHIARAZIONI 2.1 Contribuenti

Dettagli

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE Versamenti I versamenti a saldo risultanti dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto IRES, devono essere eseguiti entro

Dettagli

Circolare N. 34 del 5 Marzo 2015

Circolare N. 34 del 5 Marzo 2015 Circolare N. 34 del 5 Marzo 2015 Saldo IVA 2014: alla cassa il prossimo 16.03.2015 per chi presenta la dichiarazione in forma autonoma Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che i soggetti

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/9 OGGETTO PROROGA DEI VERSAMENTI PER I CONTRIBUENTI CON STUDI DI SETTORE RIFERIMENTI NORMATIVI Ministero dell Economia e delle Finanze Comunicato stampa 14.6.2016 n. 107 - D.P.C.M. in corso di pubblicazione

Dettagli

Circolare n. 16. Del 12 giugno 2013. Proroga dei termini di versamento - Differimento delle scadenze di agosto 2013 INDICE

Circolare n. 16. Del 12 giugno 2013. Proroga dei termini di versamento - Differimento delle scadenze di agosto 2013 INDICE Circolare n. 16 Del 12 giugno 2013 Proroga dei termini di versamento - Differimento delle scadenze di agosto 2013 INDICE 1 Premessa...2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni...3 2.1 Contribuenti

Dettagli

Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore NUMERO 19-15 GIUGNO 20161

Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore NUMERO 19-15 GIUGNO 20161 Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore 1 1 PREMESSA Con il comunicato stampa 14.6.2016 n. 107, il Ministero dell Economia e delle Finanze ha reso noto che è stato firmato il decreto

Dettagli

Studio Menichini Dottori Commercialisti

Studio Menichini Dottori Commercialisti ST Studio Menichini Dottori Commercialisti Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA 1 1 PREMESSA Con il decreto firmato dal Presidente del Consiglio

Dettagli

PROROGA DEI VERSAMENTI COLLEGATI ALLE DICHIARAZIONI CONTRIBUENTI INTERESSATI

PROROGA DEI VERSAMENTI COLLEGATI ALLE DICHIARAZIONI CONTRIBUENTI INTERESSATI OGGETTO: PROROGHE VERSAMENTI E DIFFERIMENTO DELLE SCADENZE DI AGOSTO 2015 Con il decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri il 9.6.2015, sono stati prorogati i termini per i versamenti derivanti

Dettagli

Proroga versamenti e differimento delle scadenze di Agosto 2015

Proroga versamenti e differimento delle scadenze di Agosto 2015 16.2015 Giugno Proroga versamenti e differimento delle scadenze di Agosto 2015 Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PROROGA DEI VERSAMENTI COLLEGATI ALLE DICHIARAZIONI... 2 2.1 Contribuenti interessati... 2 2.2

Dettagli

Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore

Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore Circolare 11 del 15 giugno 2016 Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti interessati dalla proroga dei versamenti... 2 2.1 Soci di società e associazioni

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2012 al 15 dicembre 2012, con il commento dei termini di

Dettagli

R O S S I & A S S O C I A T I

R O S S I & A S S O C I A T I R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s Main Office: Via S. Radegonda, 8 - Milano www.rossiassociati.it Tel +39 02.874271 Fax +39 02.72099377 NEWS SETTIMANALE Giugno 2014 nr. 2

Dettagli

Circolare n. 18. Del 17 giugno Contribuenti minimi - Svolgimento di attività con studio di settore - Proroga dei termini di versamento INDICE

Circolare n. 18. Del 17 giugno Contribuenti minimi - Svolgimento di attività con studio di settore - Proroga dei termini di versamento INDICE Circolare n. 18 Del 17 giugno 2013 Contribuenti minimi - Svolgimento di attività con studio di settore - Proroga dei termini di versamento INDICE 1 Premessa...2 2 Contribuenti interessati...2 2.1 Contribuenti

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

Circolare N.100 del 18 Giugno 2013

Circolare N.100 del 18 Giugno 2013 Circolare N.100 del 18 Giugno 2013 Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2013, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con la pubblicazione in Gazzetta

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 55 09.02.2017 IRPEF ed imposte sostitutive: il nuovo prospetto di rateizzo Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta A cura di Pirone Pasquale

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 14/2007 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2007 Data: 12 novembre 2007 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 novembre al 15 dicembre 2007, con il

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/2016. Approfondimento. Oggetto: Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore

CIRCOLARE N. 23/2016. Approfondimento. Oggetto: Proroghe versamenti per i contribuenti con studi di settore Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Clementina Mercati Dott.ssa Sara Redeghieri Dott. Fausto Braglia

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015

Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015 Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 30 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala ai Signori

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 8 20.02.2017 IVA: versamento saldo 2016 Categoria: IVA Sottocategoria: Dichiarazione annuale Anche quest anno l adempimento

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2016 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti 16 al 15 dicembre 2016, con il commento dei termini di prossima scadenza. segnala

Dettagli

Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2016 ma non per tutti

Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2016 ma non per tutti Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2016 ma non per tutti Premessa Un D.P.C.M. in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dispone la proroga al 6 luglio

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2013 AL 15 DICEMBRE 2013

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2013 AL 15 DICEMBRE 2013 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2013 AL 15 DICEMBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 dicembre 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2016 ma non per tutti

Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2016 ma non per tutti Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2016 ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio

Dettagli

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE In applicazione dei nuovi termini di versamento introdotti dal Decreto Collegato alla Finanziaria 2017, entro il prossimo 30.6.2017 ovvero

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 34/2008 Data: 14 luglio 2008 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO AL 15 AGOSTO 2008 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 luglio 15 agosto 2008, con il commento dei

Dettagli

Appuntamento con l Esperto MySolution. Unico 2016 Gli effetti della proroga. Di Mauro Nicola

Appuntamento con l Esperto MySolution. Unico 2016 Gli effetti della proroga. Di Mauro Nicola Appuntamento con l Esperto MySolution Unico 2016 Gli effetti della proroga Di Mauro Nicola SALDO 2015 E ACCONTO 2016 IRPEF / IRES / IRAP Società di persone Persone fisiche Società di capitali Enti commerciali

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA CIRCOLARE INFORMATIVA N. 18 Del 10 Giugno 2015 Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2015 per i contribuenti soggetti agli studi di settore Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Rateizzazione. 4. Quadro RR del modello UNICO Compensazione.

1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Rateizzazione. 4. Quadro RR del modello UNICO Compensazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 12 Giugno 2007 Circolare n. 92 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

VERSAMENTI - RATEAZIONE - COMPENSAZIONE

VERSAMENTI - RATEAZIONE - COMPENSAZIONE VERSAMENTI - RATEAZIONE - COMPENSAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI VERSAMENTO NOVITÀ 2015 RATEAZIONE COMPENSAZIONE VERSAMENTO DI IMPOSTA DA CONTRIBUENTI NON RESIDENTI Il versamento delle imposte deve essere

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N. protocollo: 35/2010 30 Dicembre 2010 Oggetto: SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2010 AL 15 DICEMBRE 2010 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2010, con il commento dei termini

Dettagli

SCADENZE PARTICOLARI. Registrazioni contabili associazioni sportive dilettantistiche

SCADENZE PARTICOLARI. Registrazioni contabili associazioni sportive dilettantistiche Circolare n 11 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2011, con il commento

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 agosto 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 147 27.07.2016 Autonomi: alla cassa per il versamento dei contributi Ultima chiamata per gli artigiani e commercianti e liberi

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 354 02.12.2014 Società di persone: nuove modalità di presentazione e versamento delle imposte In caso di operazioni straordinarie, cambiano le

Dettagli

VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO 2012 e ACCONTI 2013. Circolare n. 11/2013 TORINO 09/05/2013. Studio effemme srl 1

VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO 2012 e ACCONTI 2013. Circolare n. 11/2013 TORINO 09/05/2013. Studio effemme srl 1 VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO 2012 e ACCONTI 2013 Circolare n. 11/2013 TORINO 09/05/2013 1 VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO 2012 e ACCONTI 2013 In questa Circolare 1. Imposte a saldo e in acconto Unico

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 58 15.07.2014 Adeguamento agli studi di settore in Unico Categoria: Studi di settore Sottocategoria: Varie Al fine di evitare il rischio di

Dettagli

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4.

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4. OGGETTO: Riscossione 2010 dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata

Dettagli

Genova, 3 giugno 2011. Circolare 13/2011. Ai Signori Clienti Loro Sedi

Genova, 3 giugno 2011. Circolare 13/2011. Ai Signori Clienti Loro Sedi STUDIO ROVIDA STUDIO CIDDA GRONDONA DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI LEGALI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI LEGALI Dott. Mauro ROVIDA Dott. Luca Andrea CIDDA Dott. Francesca RAPETTI Dott. Pietro GRONDONA

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 2013 AL 15 SETTEMBRE 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 2013 AL 15 SETTEMBRE 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 13 AL 15 SETTEMBRE 13 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 13 al 15 settembre 13, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009.

Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009. Torino, 09/06/2009 SCADENZARIO TRIBUTARIO: GIUGNO 2009 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009. 1 15 Lunedì IVA Fatturazione differita: Scade il termine per l emissione

Dettagli

CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011

CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011 CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011 Vicenza, Luglio 2011 Con la presente circolare, lo studio desidera informare e aggiornare i Signori Clienti in merito al differimento

Dettagli

VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO e PRIMO ACCONTO 2012

VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO e PRIMO ACCONTO 2012 Circolare informativa per la clientela n. 16/2012 del 17 maggio 2012 VERSAMENTO delle IMPOSTE a SALDO e PRIMO ACCONTO 2012 In questa Circolare 1. Versamento delle imposte per le persone fisiche 2. Acconto

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 ottobre 2013, con il commento dei termini di

Dettagli

La proroga per il versamento delle imposte per i soggetti assoggettati agli studi di settore.

La proroga per il versamento delle imposte per i soggetti assoggettati agli studi di settore. La proroga per il versamento delle imposte per i soggetti assoggettati agli studi di settore. Con l emanazione del DPCM in corso di pubblicazione sulla G.U. è ufficiale la proroga di 20 giorni del termine

Dettagli

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Il 30 novembre è il termine ultimo per versare la seconda o unica rata dell acconto IRPEF da parte delle persone fisiche tenute alla presentazione del Modello Unico

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 agosto 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

PROROGA DEI VERSAMENTI DI UNICO 2015

PROROGA DEI VERSAMENTI DI UNICO 2015 Circolare informativa per la clientela n. 22/2015 del 01 luglio 2015 PROROGA DEI VERSAMENTI DI UNICO 2015 In questa Circolare 1. Differiti alcuni termini di versamento 2. Soggetti coinvolti 3. Versamenti

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 13 13.04.2015 Semplificati i termini per Unico SP Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 55% L articolo 17, D.Lgs. 21 novembre 2014,

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 32/2008 Data: 9 giugno 2008 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2008 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 giugno al 15 luglio 2008, con il commento dei

Dettagli

STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA Pagine da 1 a 5

STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA Pagine da 1 a 5 STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA 2008 Pagine da 1 a 5 1 Acconto IVA 2008 Il 29 dicembre 2008 (primo giorno lavorativo non festivo successivo al 27 dicembre) 1 scade il termine per

Dettagli

CIRCOLARE N. 27. Roma, 19 settembre 2014

CIRCOLARE N. 27. Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Anno 2014 N. RF238. La Nuova Redazione Fiscale UNICO/IRAP - PRESENTAZIONE IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE

Anno 2014 N. RF238. La Nuova Redazione Fiscale UNICO/IRAP - PRESENTAZIONE IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE Anno 2014 N. RF238 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 16/09/2014 UNICO/IRAP - IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE ART. 2 C. 5 DL

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Proroga versamenti da Unico Premessa Secondo quanto previsto dal DPCM, per i contribuenti che applicano gli studi di settore e per i contribuenti minimi i versamenti in scadenza ordinaria al 16

Dettagli

LE SCADENZE DI LUGLIO 2012

LE SCADENZE DI LUGLIO 2012 LE SCADENZE DI 2012 2 lunedì sa (termine ordinariamente in scadenza il giorno 30 giugno che in questo anno cade di sabato) gli Enti non commerciali, associazioni o altre organizzazioni non commerciali,

Dettagli

Circolari per la clientela

Circolari per la clientela Circolari per la clientela Circolare n. 23 del 12 settembre 2014 Presentazione dei modelli F24 - Estensione dell obbligo di utilizzare sistemi telematici dall 1.10.2014 Pag. 1 di 8 INDICE 1 Premessa...

Dettagli

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 1 L agenda dei pagamenti di Unico, Irap, Iva e della prima rata Imu A CURA DI SALVINA MORINA E TONINO MORINA Persone fisiche, società di persone,

Dettagli

OGGETTO: Proroga versamenti da Unico

OGGETTO: Proroga versamenti da Unico Informativa per la clientela di studio N. 98 del 18.06. Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Proroga versamenti da Unico Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo Vi informiamo

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DEL MESE DI LUGLIO

PRINCIPALI SCADENZE DEL MESE DI LUGLIO Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Dottore Commercialista Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dottore

Dettagli

Scadenzario Fiscale 2015

Scadenzario Fiscale 2015 Scadenzario Fiscale 2015 Luglio 2015 2014embre 2013 Inquadra il codice QR con il tuo smartphone Per informazioni: Tel: 0573 402389 Fax 0573 905301 info@gcmelaborazioni.it www.gcmelaborazioni.it www.vienintoscana.it

Dettagli

2. Reddito imponibile 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi 4. Rateizzazione 5. Quadro RR del modello UNICO

2. Reddito imponibile 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi 4. Rateizzazione 5. Quadro RR del modello UNICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Roma, 14/06/2010 Circolare n. 73 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

A cura di Fabrizio Giovanni Poggiani

A cura di Fabrizio Giovanni Poggiani QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151 Argomenti Ultime su UNICO 2007 ed Interpello Tributario La proroga dei versamenti dell imposte per i contribuenti soggetti a studi di settore;

Dettagli

SECONDO ACCONTO d IMPOSTA 2010 IRPEF, IRES e IRAP

SECONDO ACCONTO d IMPOSTA 2010 IRPEF, IRES e IRAP Circolare informativa per la clientela n. 30/2010 del 4 novembre 2010 d IMPOSTA 2010 IRPEF, IRES e IRAP In questa Circolare 1. Acconti Irpef e Ires: soggetti obbligati 2. Persone fisiche 3. Società di

Dettagli

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Pag. 2334 n. 17/2000 29/04/2000 Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Circolare del Ministero delle Finanze -

Dettagli

Scadenzario fiscale Agosto 2016

Scadenzario fiscale Agosto 2016 Scadenzario fiscale Agosto 2016 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio del 30 Giugno 2015 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Proroga del versamento del diritto camerale 2015, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI)

ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI) STUDIO LEGALE TRIBUTARIO Avv. MAURIZIO VILLANI PATROCINANTE IN CASSAZIONE VIA CAVOUR, 56 TEL. 0832 247510 73100 LECCE LECCE, 10/11/2004 ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI) Il 30 novembre p.v. scade

Dettagli

OGGETTO: Artigiani e commercianti. Versamento III rata 2014

OGGETTO: Artigiani e commercianti. Versamento III rata 2014 Informativa per la clientela di studio N. 162 del 05.11.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Artigiani e commercianti. Versamento III rata 2014 Entro il 17 novembre p.v. (il 16 novembre è domenica),

Dettagli

SCADENZARIO TRIBUTARIO: NOVEMBRE Torino, 03/11/2016. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di novembre 2016.

SCADENZARIO TRIBUTARIO: NOVEMBRE Torino, 03/11/2016. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di novembre 2016. SCADENZARIO TRIBUTARIO: NOVEMBRE 2016 Torino, 03/11/2016 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di novembre 2016. 15 Martedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

Come accennato, sono tenuti al versamento del secondo acconto, con le diverse modalità di cui si dirà in seguito:

Come accennato, sono tenuti al versamento del secondo acconto, con le diverse modalità di cui si dirà in seguito: (fonte Agenzia Entrate) Il 30 novembre è il termine ultimo per versare la seconda o unica rata dell acconto IRPEF da parte delle persone fisiche tenute alla presentazione del Modello Unico e dell acconto

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. 2015/160709 Approvazione del modello di dichiarazione dell imposta di bollo dovuta in modo virtuale, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica. IL DIRETTORE

Dettagli

DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. 2010/19702 Modifiche al modello F24 Versamenti con elementi identificativi ed alle relative avvertenze adottato con provvedimento del Direttore dell Agenzia delle entrate del 7 agosto 2009 DIRETTORE

Dettagli

GIUGNO GIUGNO 6 GIUGNO

GIUGNO GIUGNO 6 GIUGNO GIUGNO 2011 Le principali scadenze contabili fiscali ed amministrative del mese Gli adempimenti previdenziali e fiscali che scadono di sabato o di giorno festivo sono da considerare tempestivi se eseguiti

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2013 pag. 293 PERSONE FISICHE E SOCIETA DI PERSONE

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2013 pag. 293 PERSONE FISICHE E SOCIETA DI PERSONE SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2013 pag. 293 19 novembre 2013 108/GD/om Imposte dirette - IR- PEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca - Acconti Contenuto in sintesi Si illustrano le modalità di determinazione e versamento

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 208 12.11.2013 Artigiani e commercianti: versamento della III rata 2013 Doppio appuntamento con l INPS per gli artigiani e

Dettagli

STUDIO CIGANOTTO CINELLI SALVATO MANGIONE. Altre novità in materia di accertamento e riscossione del DL n.

STUDIO CIGANOTTO CINELLI SALVATO MANGIONE. Altre novità in materia di accertamento e riscossione del DL n. A tutti i clienti, loro indirizzi mail Circolare n. 1/2017 del 19 gennaio 2016. Altre novità in materia di accertamento e riscossione del DL 22.10.2016 n. 193 (DL Fiscale) Di seguito si analizzano le altre

Dettagli

Scadenzario fiscale Agosto 2015

Scadenzario fiscale Agosto 2015 Scadenzario fiscale Agosto 15 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Scadenzario fiscale. Febbraio In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni

Scadenzario fiscale. Febbraio In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenzario fiscale Febbraio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli

Dettagli

Studio D Alessio commercialisti

Studio D Alessio commercialisti commercialisti Circolare informativa Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 Via Roccatagliata Ceccardi 2 16121 Genova Tel. 010 589.219-564.779 Fax 010 582.956-580.981

Dettagli

Scadenziario n. 7/201 PRINCIPALI SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO

Scadenziario n. 7/201 PRINCIPALI SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa sa Arianna Bazzacco Dott.ssa Sofia Bertolo

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2016

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2016 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2016 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti 16 al 15 novembre 2016, con il commento dei termini di prossima scadenza. segnala

Dettagli

VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2009

VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2009 VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2009 IN QUESTA CIRCOLARE: 1. Versamento del saldo Iva 2009: modalità; 2. Differimento del versamento in caso di dichiarazione unificata; 3. Rateizzazione. 1. VERSAMENTO

Dettagli

Scadenzario fiscale Luglio 2016

Scadenzario fiscale Luglio 2016 Scadenzario fiscale Luglio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento e

Dettagli

Scadenzario fiscale Maggio 2015

Scadenzario fiscale Maggio 2015 Scadenzario fiscale Maggio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione dati Dichiarazione Iva Elenco dei clienti e dei fornitori relativi all anno 2006

OGGETTO: Comunicazione dati Dichiarazione Iva Elenco dei clienti e dei fornitori relativi all anno 2006 Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Chiara Valente Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 30 gennaio 2007 Circolare n. 10/2007 OGGETTO: Comunicazione dati Dichiarazione

Dettagli

Scadenzario fiscale. Aprile In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni

Scadenzario fiscale. Aprile In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenzario fiscale Aprile 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Scadenzario fiscale Febbraio 2016

Scadenzario fiscale Febbraio 2016 Scadenzario fiscale Febbraio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli

Dettagli

Circolare n.20/e. Roma, 18/05/2016

Circolare n.20/e. Roma, 18/05/2016 Circolare n.20/e Direzione Centrale Normativa Roma, 18/05/2016 OGGETTO: Commento alle novità fiscali. Legge 28 dicembre 2015, n. 208 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. 7773/2016 Approvazione del modello 770/2016 Semplificato, relativo all anno 2015, con le istruzioni per la compilazione, concernente i versamenti, i crediti e le compensazioni effettuati. IL DIRETTORE

Dettagli

che scadono di sabato o di giorno festivo sono prorogati di diritto al primo giorno lavorativo successivo

che scadono di sabato o di giorno festivo sono prorogati di diritto al primo giorno lavorativo successivo Scadenzario fiscale Aprile 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 15 22.01.2016 Dichiarazione IVA 2016: termini e modalità di presentazione Dichiarazione IVA in forma autonoma entro il 28.02.2016 per l esonero

Dettagli

Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate STUDIO PULIANI VIA F.TURATI 10 01016 TARQUINIA (VT) 0039 0766 / 845157 FAX 0766/848558 WWW. STUDIOPULIANI.COM 1 PREMESSA L Agenzia delle Entrate,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 110/E

RISOLUZIONE N. 110/E RISOLUZIONE N. 110/E Direzione Centrale Normativa Roma, 12 dicembre 2012 OGGETTO: Chiarimenti in merito all applicabilità dell istituto della remissione in bonis Sono pervenute alla scrivente, da parte

Dettagli